.
Annunci online

abbonamento
286
commenti


natangelo


Ogni tanto per svagarmi, guardo il Tg Uno di Augusto Minzolini. Apprendo che dromedari assetati assaltano cisterne d’acqua in Australia. Penelope Cruz si sposa e dichiara: il vestito che indosserò sarà il più importante della mia vita. Fiorello sta girando con il nuovo show. Vanno di moda i cappottini per cani e a Cortina anche le scarpine per i bassotti a pelo corto. Una tale Clerici che presenterà Sanremo è dimagrita e dimagrendo è anche svenuta.
E’ morto il papà dei paparazzi, aveva 80 anni, lo piangono i paparazzi rimasti vivi. Un italiano ha ultimato dopo nove mesi il puzzle più grande del mondo, 24 mila pezzi e dichiara: bisogna avere occhio per le sfumature di colore. Angelina Jolie e Brad Pitt si baciano in pubblico allo stadio per smentire le voci di divorzio, e dopo il bacio querelano i tabloid che hanno parlato di divorzio. A Vancouver, alla vigilia delle Olimpiadi della neve, non nevica. In Mongolia nevica troppo, la temperatura scende a meno cinquanta, i vitelli muoiono. Su Internet si moltiplicano i siti dedicati all’interpretazione dei sogni, una tizia pescata per strada dice che di solito sogna di camminare scalza e quando se ne accorge, per non sporcarsi i piedi, vola. Sta arrivando il telefonino con il traduttore incorporato, tutti potranno chiamare in Turchia o Senegal e parlare liberamente.
So che quando finisce il tg uno i miei vicini di casa mettono a letto i bambini che nel frattempo si sono rasserenati. Ai miei tempi si andava a letto dopo Carosello. 
(Vignetta di Natangelo)

Commento del giorno
di TheGianlucaTV - utente certificato - lasciato il 10/2/2010 alle 14:21 Delitti a fin di bene
Bertolaso indagato nell'ambito dell'inchiesta sulla regolarità degli appalti per il G8. Adesso sì che ha tutti i requisiti per diventare Ministro del Governo Berlusconi.


341
commenti



Il Fatto Quotidiano - Sottoscrivi il tuo abbonamento su www.antefatto.it 


Immagine di Roberto CorradiAlla fine i meglio sceneggiatori ingaggiati dal Cavaliere hanno tirato fuori questa parola magica del gossip (“è solo gossip”, “non ci sono notizie”, “non mi occupo di gossip”, “questa è spazzatura”) che da sola dovrebbe metterlo al riparo dalle macerie che incombono.
Si da’ i caso che i tre più furenti fautori di questa risibile linea difensiva, Augusto Minzolini, Emilio Fede e Carlo Rossella, di gossip ci hanno allegramente campato l’intera vita. Sul gossip hanno fondato le loro carriere di carta, le loro rubriche, e persino le loro quotidiane conversazioni.
Da questa parola magica discendono altri piccoli sillogismi da trincea: una cosa è il gossip, un’altra sono la politica e l’azione di governo; la sfera privata del premier è affar suo, dentro casa può fare quello che vuole, come ogni cittadino italiano.

Balle. Provate a immaginare, in termini di sicurezza e ricatti, quello che possono combinare trenta sgallettate dentro casa, a ogni week end, armate di macchine fotografiche, registratori, telefonini & tanga. In quelle feste c’erano bimbe ingaggiate solo da Giampaolo Tarantini, esperto in protesi, o anche dall’amico Putin? Sicuri che nessuna di loro venisse dalle collezioni della Gazprom? O dalle signorine ninja del colonnello Gheddafi? E qualche gentile agente Cia c’era?
Quante chiacchiere si possono estrarre da un ometto di 72 anni, pieno di cerone, di farmaci e di capelli finti, impacchettato in un accappatoio bianco, steso su un letto rotondo, carezzato, vezzeggiato da esperte in sogni da rotocalco, eccitato dai suoi stessi video girati a casa dell’amico Bush, e addirittura nelle proprie ville (“guardate che rifiniture!”) mentre racconta i portenti virili dei suoi soldi?

E poi: che razza di affidabilità può mai avere un capo di governo che passa gran parte del suo tempo a giocare sui divani con ragazzette da calendario (ma potrebbero anche essere morbidi ufficiali dei servizi segreti israeliani, per quel che ne sappiamo) disegnando farfalline colorate, mostrando il bicipite, le foto della moglie, il cactus e l’assegno?
Quale credibilità può mai avere un tizio che è contemporaneamente l’uomo più potente d’Italia e anche il più solo, il più disperato, ridotto a ore di conversazioni con una minorenne (“mi chiamava quando era triste, lo ascoltavo per ore”, Noemi dixit), o addirittura con escort pagate per non sbadigliare?  
Davvero nessuna interferenza tra vita privata e quella pubblica, a parte la tolleranza alla vergogna e al buon gusto? La scorsa settimana i microfoni di Sky lo hanno pescato al vertice di Bruxelles al telefono con il suo onorevole avvocato, Nicolò Ghedini, a sbrogliare sue matasse emotive. Gli fregava qualcosa di quel summit?

Racconta Patrizia D’Addario che lo scorso 4 novembre, notte elettorale di Obama, lui rimase in camera con lei sebbene atteso alla Fondazione Italia Usa da molti invitati e dall’ambasciatore americano. “Venne informato dell’elezione dai suoi collaboratori”. E’ un’interferenza con la sua vita pubblica? Con i suoi doveri politici? E quante altre ce ne sono stati se neppure l’elezione americana, cioè la Storia, riesce a smuoverlo dal suo lettone di povera cronaca?
(Immagine di Roberto Corradi)

Gli approfondimenti della rassegna stampa - a cura di Ines Tabusso

Segnalazioni

La risposta di Marco Travaglio ad alcuni commenti del blog


Così muore la libertà di informazione, ma noi vogliamo tenerla in vita

E' giunto il momento di difendere la nostra Costituzione.

L'appello di Gianni Barbacetto, Pino Corrias, Peter Gomez, Sandro Ruotolo, Marco Travaglio

Iscriviti al gruppo su Facebook
 



Premio Ischia: le news dei blog le voti tu
Partecipa alla prima votazione on line per determinare il vincitore del riconoscimento speciale “Blog dell’anno”, assegnato a mezzo di votazione on-line, alla quale possono partecipare tutti gli utenti internet con il solo vincolo di un voto espresso per ogni singola persona.





Una gnocca al giorno leva il medico di torno
- di Carlo Cornaglia
Dovunque Silvio Berlusconi vada,
a Palazzo Grazioli in quel di Roma
od a villa Certosa a punta Lada,
si distingue di gnocca un buon aroma
  
e lo inseguono torme di ragazze,
non si sa se per loro convenienza
oppur perché d’amore sono pazze.
Eccellon tutte quante in avvenenza...
Leggi tutto


sfoglia gennaio        marzo
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0468455437503508]>