.
Annunci online

abbonamento
11
commenti


Lettera di Marco Travaglio
da La Repubblica del 7 ottobre 2007


Caro direttore, vorrei rispondere al collega D´Avanzo a proposito dei "messaggi barbarici" che avremmo diffuso giovedì sera ad Annozero. Gli altri barbari chiamati in causa, giornalisti e giudici, risponderanno se e come credono per la loro parte (dubito però che i giudici lo faranno, e allora rammento la splendida intervista realizzata proprio da D´Avanzo a Gherardo Colombo nel `98 su "Bicamerale e ricatti").

D´Avanzo domanda se io collabori con Annozero "come giornalista" o "come leader" del movimento di Grillo. Come lui ben sa, visto che ci conosciamo e siamo stati spiati entrambi dal Sismi, sono un giornalista free-lance, e collaboro con alcune testate:Repubblica, Espresso, Micromega, Unità, Annozero. Come lui forse sa, ho pure scritto qualche libro. Ho accettato l´invito di Grillo a Bologna, insieme ad altri giornalisti come Ferruccio Sansa e Massimo Fini, per raccontare qualche fatto che altri preferiscono tacere. E´ quel che ho tentato di fare anche ad Annozero: esponendo - in forma di lettera immaginaria di Gelli - due fatti incontestabili.

1) L´ordinamento giudiziario Mastella, varato in estate dall´Unione, separa "di fatto" (ripeto: di fatto, non de jure) le carriere di pm e giudici penali, imponendo a chi vuole passare da una funzione all´altra di emigrare in un´altra regione. Basta interpellare qualsiasi magistrato per sapere che le cose stanno così: infatti, a farmi notare che "là dove non poterono Gelli, Craxi e Berlusconi, poterono Mastella e l´Unione", è stato un notissimo magistrato.

2) Come ha scritto anche Repubblica, la nuova normativa fissa il bollino di scadenza di 8 anni ai capi degli uffici giudiziari e anche ai procuratori aggiunti. Primo risultato, denunciato dal procuratore di Palermo Messineo: "si cancella la memoria storica" del pool antimafia, che in pochi mesi perderà tutti i procuratori aggiunti. Secondo effetto, segnalato dal Csm: per almeno un anno, Palazzo dei marescialli sarà impegnato a bandire concorsi per sostituire 335 capi e vicecapi di Procure e Tribunali, e per molti mesi decine di sedi giudiziarie resteranno vacanti. Visto che, in un´intervista ai tempi della Bicamerale, Licio Gelli mi aveva confessato la sua piena soddisfazione per le bozze sulla giustizia di D´Alema e Boato ("dovrebbero darmi il copyright"), ho immaginato che anche gli attacchi alla Forleo e a De Magistris, la separazione "di fatto" delle carriere e la decapitazione di procure e tribunali potessero mettere di buonumore colui che aveva progettato il tutto nel famigerato e profetico "Piano di rinascita democratica".

Ma questa, lo ammetto, è solo una mia opinione.
Marco Travaglio 

La risposta di D'Avanzo del 7 ottobre 2007 (La Repubblica)

Il commento di Giuseppe D'Avanzo del 6 ottobre 2007 (La Repubblica)

L'intervista a Gherardo Colombo del 22 febbraio 1998 di Giuseppe D'Avanzo (Corriere della Sera)

sfoglia settembre        novembre
autori
dvd
democrazya
rubriche

signori della corte sentenze italiane sentenze europee

il mattinale

errata corrige

commento del giorno

errata corrige

speciali

l'armadio degli scheletri

passparola

iniziative

no bavaglio

basta

basta

no bday

appello fini travaglio

arrestateci tutti

tutte le iniziative

Premi
Macchianera Blog Awards 2009
perche' voglio scendere

perch� voglio scendere

intervista agli autori

messaggio ai troll

feed

Feed RSS di questo blog Feed RSS di questo blog

feedburner

archivio


agenda 2010
agenda 2010
prossimi appuntamenti
vedi tutti gli appuntamenti
materiale infiammabile

IN EDICOLA
IN LIBRERIA

libri di chiarelettere

diffondi

voglio scendere

incolla il codice sottostante nel tuo blog o sito

premi

intervista agli autori


<[0.0607572500011884]>