Commenti

commenti su voglioscendere

post: Contromisure al bavaglio

  Se alla fine passerà questa porcheria sovietica di legge che inceppa le intercettazioni telefoniche, le intralcia nello spazio e nel tempo, ne vieta per anni la pubblicazione e insomma le cancella sine die, bisognerà inventarsi delle contromisure al di là dei singoli giornali/giornalisti disposti a rischiare sanzioni e galera per quel po’ di inchiostro indispensabile alla libertà di stampa. Di Pietro ha detto che leggerà in aula i testi delle intercettazioni per trasformarli in atti parlamentari e quindi liberarli sebbene in forma stenografica. Sarebbe cosa buona e giusta che anche gli altri parlamentari dell’opposizione  facessero altrettanto. E magari i senatori a vita, in nome della Costituzione . E le numerose Fondazioni, mirabili di arredi e convegnistica, ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


A me sembra che l' On. Fini rappresenti, al di là delle idee e collocazioni politiche, il coraggio del codardo!


ieri fini a porta a porta era visibilmente preoccupato(impaurito), si lamentava di come tutti quegli che lo hanno incitato prima a parlare, si sono eclissati poi: ottimo per un leader politico che si ritiene tale! si è fatto praticamente fregare!


per la pubblicazione di qualunque cosa su internet, non ci sono particolari problemi, dato che esistono ottime tecnologie di anonimizzazione, ma il problema non e' questo. il problema e' che non se ne esce se tanti italiani sono disposti ad accettare tutto questo


# 23    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 21:10

in qualche maniera bisognerà uscirne


# 24    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 21:11

12 paso paso non si può essere generalisti quando si parla di politica qualunquisti , poetici al governo ci sono persone che hanno partecipato SCIENTEMENTE AL GOLPE VIOLENTO DEL 2001 G8 GENOVA , INSABBIAMENTO .
12


# 25    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 21:16

POLITICO SAREBBE UN ACCORDO PER VIVERE IN COMUNITà MEGLIO CHE DA SOLI , OK .. MA QUI SI TENDE A ..PRENDERE QUELLO CHE SI PUò CHE GUEVARA ? UN GIUDIZIO POLITICO SUB COMANDANTE MARCOS , UN ATTO POLITICO COPRIRSI IL VOLTO RICORDA CHE IL CHE .. ERA A VOLTO SCOPERTO , APPARTE ALTRI ERRORI ESTREMI IL CHE HA SBAGLIATO ED è MORTO . MI DISPIACE , ANCHE A MOLTI ALTRI , POTEVA RIMANERE A CUBA , POTEVA ADESSO ESSERE VIVO , HA SBAGLIATO STRATEGIA A ME DISPIACE CHE NE ABBIANO DISONORATO IL CADAVERE CAPISCO FARLO FUORI ..CHIARO , INFATTI HA FATTO UNA SCIOCCHEZZA fidel , no . ma spregiarne il cadavere ? le ossa d'un capo indiano sono di proprietà di un gruppo di studenti americani universitari , altro disprezzo


Credo che i volantini con un testo appropriato che spiega la gravità della situazione (e gli interessi più o meno velati) siano la soluzione migliore: c'è un casino di gente che internet non sa nemmeno cosa sia (un callifugo..), e moltissimi altri che hanno difficoltà ad accedervi. Inoltre il volantino è più immediato (cioè senza mediazione), veloce e pervasivo (lo si può mettere ovunque). Ah! i vecchi tazebao...a quando i piccioni viaggiatori?




# 28    commento di   solerosa12 - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 21:42

raga , vado fuori italia , non riesco a rimanerci OT
OT


Un referendum per abrogare la legge. Altrimenti la disobbedienza civile promessa nell'iniziativa "disobbedire per informare".


# 30    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 22:1

Fosse solo il G8 , fosse solo quella violenza ...io si ma non ho le prove che il vero anarchico violento è, come diceva Pasolini ,questo stato , questo Stato italiano
X Crì




Dal Corriere online: L'opposizione attacca Formigoni: «Regione ha bond greci per 115 milioni» Gaffuri: «Se la Grecia andasse in default la perdita ricadrebbe interamente sulla Lombardia» -------------------------------- La Padania, ovvero, la Lombardia in default? Vi sbrigate a fare 'sto federalismo o avete ancora bisogno dei soldi da Roma ladrona? Tanto penso che i virtuosi Veneto e Piemonte saranno lieti di darvi una mano se mai dovesse accadere il peggio no? Eravate un po' schizzinosi coi rifiuti di Napoli, ma tra padani e per i padani questo ed altro no?


# 33    commento di   katili - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 22:12

"diversi modi di fare opposizione"... giusto. Basta farla, pero'
http://comevorrei.ilcannocchiale.it


@ #33 >"diversi modi di fare opposizione"... giusto. Basta farla, pero' Sono diversamente opposti, o forse...diversamente apposto?!


A Skydiota tornato dal periodo di sevizie familiari. Ti rendi conto di quello che scrivi quando lo scrivi? Tu che leggi Libero (e probabilmente anche il Giornale) parli di rispetto per le persone? Tu che leggi Libero parli di vietare la pubblicazione delle intercettazioni finché non si giunge a sentenza di terzo grado? La domanda sorge spontanea: ma tu sai leggere? La certezza è che ogni tuo commento dimostra che sei un cretino d'assalto. Smettila di parlare di paese civile quando non ne fai parte. La tua patria è la Padania, no? Allora restaci e smettila con questi discorsi morali che la tua pochezza non può permetterti di fare.


# 36    commento di   katili - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 22:59

#34 Mi riferivo alle frasi fatte del pd. Nel "diverso modo di fare opposizione" hanno nascosto l'inattivita' totale, l'ignavia silente che ha permesso di far passare delle porcate inaudite. Per quanto riguarda la questione fini, sono d'accordo con Norma Rangeri.
http://comevorrei.ilcannocchiale.it


Ottima iniziativa quella dell'IDV, i sostenitori di questa nefandezza fatta con il pretesto di proteggere la privacy grideranno alla violazione di legge, ovvero la pubblicazione di atti impossibili da pubblicare; Di Pietro e gli altri suoi parlamentari verranno denunciati alla magistratura ed allora i berluscones, andando contro la loro natura voteranno per l'autorizzazione a procedere, palesando qual'è il vero scopo di questa legge ignobile. Questa legge prevede sanzioni per giornalisti ed editori; se qualche impiegato od operaio volenteroso affiggesse in una bacheca aziendale i testi delle intercettazioni, pensano forse di applicare ai dipendenti ed ai proprietari dell'azienda le stesse sanzioni previste per gli editori? Al limite per il volantinaggio basterebbe spostarsi in qualche località subito oltre i nostri confini, come Chiasso.


una sola considerazione sugli operai vinils. Mi risulta che l'alter ego di Berlusconi in Sardegna, il cui nome mi sfugge, presidente della Regione Sarda, ha preso un mare di voti nelle zone industriali di Portotorres (Petrolchimicoc, Vinils, etc) e Portovesme (Eurallumina, Alcola, Portovesme srl, etc). Forse tanti operai hanno votato la fiducia per le telefonate di B. o hanno giocato d'azzardo, sulla loro pelle. D'altronde una parte dello stesso lo stesso PD piuttosto che sostenere Soru ha preferito far votare la preferenza a Cappellacci o non votare per niente. Spero che serva da lezione per il futuro, se ci sarà...


Vorrei concludere facendo notare che, viste le prossime elezioni provinciali, è facile pensare che tutti i rinvii degli accordi verranno sbadierati fino alle elezioni, poi si vedrà. E' il gioco della precarizzazione selvaggia che fa perdere ogni certezza e ogni diritto, di elezione in elezione.


# 40    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 29/4/2010 alle 23:38

The Super-nano infilzetor and epuretorrrr show, tutto per coprire il vero nodo omicida del killeraggio economico finanziario sempre più incombente e realmente omicida sul nostro paese, tanto da rendere agli sciacalli multinazionali x un'economia assassina di intere popolazioni mediterranee da promuovere tutte a terzo mondo "Africa extenscion" .. Forse , forse x questo Bossi e tutte le trote sue vogliono la lega "nazionalizzata " in tutto lo stivale: Italia!.."la terronia" del nord, del nord delle multinazionali e della finanza goldman sachs...capitolo storico, Italia allo sgombro,tutto sulla strategia del vero sacco, demolizioni internazionali concordate. T-r-u-m-a-n ShowShow al cuboooo


Il fatto stesso che i politici abbiano paura delle intercettazioni depone a favore delle stesse. Mai visto un italiano, mai, che abbia paura di essere intercettato. "Male non fare, paura non avere". E' facile anche da capire. Se ne hai paura, vuol dire che fai qualcosa di male.


ECCO LA CONTROMISURA: SI RIFA' AL CONCETTO DI CODIFICA/DECODIFICA USATO COME FONDAMENTO NELL'INFORMATICA. LA LEGGE E' SCRITTA DA UMANI E SI INTENDE IN TERMINI E STRUMENTI CONOSCITIVI UMANI, QUALI LA SCRITTURA: TUTTI SAPPIAMO LEGGERE L'ITALIANO. TUTTI CONOSCIAMO I FATTI QUOTIDIANI NEI GIORNALI ATTRAVERSO L'ITALIANO. QUI VIENE L'ESPEDIENTE AMMAZZABAVAGLIO! I GIORNALISTI POSSONO PUBBLICARE I TESTI DELLE INTERCETTAZIONI IN MANIERA CODIFICATA (NUMERI, SILLABE MESCOLATE OPPORTUNAMENTE) E POI SI STABILISCE PER TUTTI A LIVELLO NAZIONALE UFFICIALMENTE L'ALGORITMO DI DECODIFICA E OGNUNO A CASA SUA CON UN SISTEMA SEMPLICE DA USARE, SI "RIMONTA" IL PUZZLE DEL TESTO DA LEGGERE E COSì TUTTI POTRANNO LEGGERE LE MALEFATTE DI QUESTI INNOMINABILI. UN ARTICOLO DI GIORNALE SCRITTO CON NUMERI (L'ENIGMISTICA INSEGNA!) O PAROLE INCOMPRENSIBILI (SILLABE MESCOLATE CON MAESTRIA: CHIEDETE AI CERVELLONI INFORMATICI, HANNO GIA' PRONTA IN CANNA LA SOLUZIONE!) NON PUO' ESSERE COMPRESO SENZA ESSERE CODIFICATO QUINDI NON E' CONOSCITIVO E NON PUO' ESSERE DI FATTO SOTTOPOSTO A CENSURA GIACCHE' CODIFICATO (COME FOSSE CENSURATO!! AHAHAHAH). ANCHE SE FOSSE PUBBLICATO IN PRIMA PAGINA NON SAREBBE APPETIBILE GIACCHE' NON COMPRENSIBILE. IMMAGINO NON CI SIA UNA NORMA CHE INDICHI CON QUALE SINTASSI O METODO IN SENSO LATO SI POSSA SCRIVERE UN ARTICOLO, UN TESTO IN GENERE. CE LO POTREBBERO DIRE GLI ESPERTI DEL SETTORE. GRAZIE PER LA CORTESE ATTENZIONE. - PILLOLE: "FATTA LA LEGGE TROVATO L'INGANNO" "CREATIVITA' CREATIVITA' CREATIVITA'" "PROBLEM SOLVING" "BRAIN STORMING". -
http://minnillu.blogspot.com/


Presto le intercettazioni non si faranno più perché la gente tornerà ad usare il telefono senza fili. Forse non si è capito ma sta arrivando il default. Preparatevi a pagare la vostra parte di debito, vostro e dei vostri avi, nei secoli dei secoli, amen.


# 17 a me pare che gli italiani non abbiano alcun interesse di sapere, alcunchè di ciò che esprimi, o di conoscere o percepire quale sarà il loro futuro, visto che continuano a lobotomizzarsi attraverso le tv di nano a me pare che siamo solo voci fuori dal coro, starnazziamo e staranazziamo, in realtà nell'ottica della geopolitica, i nostri starnazzi, valgono meno di un niente, loro hanno il potere, se lo tengono stretto, se il popolo è affamato, a loro non frega niente, non sono loro che patiscono la fame, il popolo vuole sapere chi ha vinto il grande fratello, chi ha vinto l'isola dei famosi, di certo non l'isola dei cassaintegrati come suol dire il banana: vergogna vergogna vergogna, nella sua propaganda nazionalfascista, rivolgendosi all'opposizione, e neanche più sanno cosa vuol dire questa parola e se ne riempiono la bocca


# 45    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 8:11

X senza nome A me pare che per primo ti riferisci a me , mentre lo scritto è Pasolini a me pare che non hai afferrato la sottigliezza evidente contenuta in quel pezzo sulla voia di sapere a me pare che considerando maggioranza ciò che dici , cioe tutti o quasi lobotomizzati, dai ragione al popolo delle torture o delle libertà quando si vendono cin maggioranze che non hanno nemmeno quelli della lega , pur avendo invaso il paese con lo stesso tumore di cui già parlava il nostro pier Paolo x altri decenni non preoccuparti , è tutto normale nella storia , è sempre la parte oppressa che fornisce su un piatto d argento la legittimità di esistere e vessare , facendo dividere la vera maggioranza in fratelli contro fratelli che, così frantumati, hanno sempre fatto ridere meglio i tiranni del resto da un paese diviso su più fronti come il nostro , non ci si poteva certo aspettare di imparare la lezione di quel ventennio orribile , quindi continua pure a pensare che li hanno lobotomizzati tutti, mentre in realtà il genocidio umano culturale , in parte è stato molto più complesso


Ma è possibile che dopo RAIPERUNANOTTE, nessuno che non fosse PORRO (PORRO!!MA VI RENDETE CONTO?!) abbia detto qualcosa su un fatto GRAVE come quello di togliere il megafono a Piero Ricca?!




Incredibile. Ieri sera Bersani ha chiesto rispetto per il PD. Ma dopo tutta l’opposizione benevola nei confronti di Berlusconi (il cosiddetto Berlusconismo Light), dopo tutti gli aiuti diretti e indiretti al presidente del consiglio, dopo i non interventi nei confronti delle leggi vergogna nel periodo di governo del centro sinistra, dopo la bicamerale della vergogna, dopo la depenalizazione dell’evasione fiscale voluta dal centro sinistra, dopo l’appoggio di D’Alema al lodo Maccanico/Schifani, dopo le assenze alla camera durante la votazione sullo scudo fiscale, dopo il passaggio dalla deduzione alla detrazione fiscale nelle buste paga dei dipendenti (che ha ridotto il netto in busta), dopo l’indulto, dopo aver cambiato tre segretari in tre anni, dopo aver candidato nelle elezioni regionali in Campania un pregiudicato, dopo aver insultato Moretti, Dalla Chiesa, Furio Colombo (i pochi a fare vera opposizione),dopo aver scelto Mastella come Ministro di Grazia e Giustizia,……….. Forse è il PD che non rispetta i suoi elettori…………
lanzinechecco


# 49    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 10:33

"Eugenio Scalfari dice che il collasso definitivo della democrazia repubblicana e costituzionale e della stessa unità del paese potrebbe prodursi per tre fattori convergenti: l’arrendevolezza del presidente della Repubblica, l’irrilevanza della sinistra, e l’indifferenza dell’opinione pubblica democratica. Poi si corregge e salva Napolitano. Io non lo salverei, ma è quello che, ormai, conta meno. E su cui, comunque, contare non è opportuno. E aggiungerei, dalla parte che arreca l’offesa, il micidiale patto tra Berlusconi e la Lega, l’uno che guarda le spalle all’altro. E che vogliono andare fino in fondo. E la insulsa e miope realpolitik neocentrista di De Benedetti, che fotografa lo stato penoso della cosiddetta borghesia illuminata italiana Credo che si debba essere realistici all’estremo. Vincere questa partita mortale, con questo tipo di protagonisti, sarà oltremodo difficile. Sono passati quattro anni dal referendum del 2006. Allora l’opinione pubblica democratica sconfisse la devolution anche senza e contro i partiti della sinistra (tutti).I Io penso che quell’opinione ancora esista e regga. E sia la maggioranza del paese. Cioè affermo che la narrazione berlusconiana dell’Italia è falsa. Ma da allora il disfacimento e l’irrilevanza della sinistra si sono aggravati e approfonditi. Si devono dunque individuare le forme della battaglia in queste condizioni. Che impongono due compiti che hanno tempi diversi. Uno è l’urgenza di costruire una trincea comune. Di costruirla a prescindere dalle diversità strategiche, tattiche e personali. Individuando nemici e amici. Chi cede sul terreno delle cosiddette “riforme condivise” deve essere considerato l’avversario. Non per niente Berlusconi e Calderoli hanno applaudito Napolitano alla Scala. Il PD si appresta a negoziare. Non tutto. Quelli che non negoziano sono amici. Gli altri stanno col nemico. Una parte dell’opinione pubblica democratica sta a guardare e non capisce. Bisogna aiut


# 50    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 10:34

Bisogna aiutarla a capire. Ciascuno faccia la sua parte, ma noi siamo fuori dal parlamento e possiamo solo muovere quelle parti dell’opinione pubblica che riusciamo a toccare. Torno a chiedere, a tutte le componenti dell’intellettualità, del sindacato, del giornalismo e dello spettacolo, di riunirsi attorno a un tavolo per decidere se dotarsi, da subito, di uno strumento per parlare con l’opinione pubblica democratica e per mobilitarla. “Rai per una notte” deve diventare un appuntamento per tutti i giorni. Anche fosse per un’ora al giorno. Questo è l’unico passo politico realizzabile, possibile. Forse perfino decisivo. Non affrontarlo significa assumersi una responsabilità decisiva per le sorti dello scontro. Chiedo alla Federazione Nazionale della Stampa di chiamare a questa raccolta. Altre convergenze non sono praticabili in questa fase. Ed è inutile, a mio avviso, proporre cartelli di vecchi partiti, fuori e dentro il parlamento. Non si formeranno e perderemo tempo. La seconda cosa che occorre fare è renderci conto che la nostra irrilevanza complessiva deriva dalla incomprensione della crisi generale del mondo e dalla impossibilità di rimettere in moto lo sviluppo. E’ un tempo più lungo, ma sarà tanto più lungo quanto più tardi cominceremo. Riguarda i contenuti di una alternativa di sistema. Alleanze politiche non saranno costruibili senza trovare dei contenuti comuni. I contenuti comuni si trovano se si organizza una ricerca comune e non si definisce un preciso ordine del giorno per avviarla. Ci sono due giornali indipendenti che coprono due aree decisive e attive dell’opinione pubblica democratica e possono, senza suscitare sospetti, farsi promotori di una raccolta di forze capaci di affrontare il primo e il secondo compito: sono «il manifesto» e «Il Fatto». Propongo che se ne facciano carico. " Giulietto Chiesa Fonte: www.megachipdue.info/ Link: http://www.megachipdue.info/component/content/article/42-i


C'è del marcio in Granditalia, a parlarne tra la gente sembra che quasi tutti ne siano ben consapevoli e facciano fatica a nascondere un buon livello di insofferenza... Poi si va a votare e si scopre che invece alla stragrande maggioranza va proprio bene così ! Dunque ? Che vale tutto 'sto mugugnare ?


# 52    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 10:41

30 aprile 1982 - 30 aprile 2010 ------------------------------------------------------ "La mattina del 30 aprile 1982, in un agguato mafioso (commissionato dalla cosca Riina-Greco-Provenzano, tutti acciuffati tanti anni dopo), erano assassinati a Palermo il dirigente e parlamentare comunista Pio La Torre ed il suo stretto collaboratore Rosario Di Salvo. Li avevano trucidati con raffiche di mitraglietta e diecine di pistolettate. Una infame vendetta contro l’uomo che con intelligenza, con determinazione e con enorme coraggio aveva voluto lasciare la segreteria nazionale del partito e si apprestava anche ad abbandonare il seggio a Montecitorio per tornare nell’Isola – lui che un ruolo di dirigente politico nazionale se l’era guadagnato con le grandi lotte contadine del dopoguerra, nella campagna contro la base missilistica di Comiso, nella intransigente battaglia contro il gruppo di potere dc che aveva massacrato la sua città e che a sua volta verrà ferocemente eliminato – e qui riassumere l’incarico di segretario regionale del Pci nella consapevolezza della gravità della situazione siciliana. Parlo della terribile stagione di attentati politico-mafiosi che spazza via presidenti di regione e prefetti, ufficiali dei carabinieri e vicequestori, altissimi magistrati e giornalisti. Il ritorno a casa di Pio aveva messo in allarme molte centrali, in primo luogo quelle del crimine. Tutti sapevano che all’Antimafia e in Parlamento si stava lavorando per trasformare in norme operative una sua proposta, devastante non solo per le cosche siciliane ma anche per ‘ndrangheta e camorra: non solo l’istituzione ex novo del reato di associazione mafiosa a delinquere, ma anche e soprattutto (letteralmente una “invenzione” di La Torre) la legge sul sequestro dei beni illegalmente acquisiti dalla criminalità organizzata. L’agguato non darà tempo a Pio La Torre di vedere definite e messe nero su bianco le sue proposte (ci penserà, con grande tempestività e assoluta onestà, il


# 53    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 10:42

il ministro dell’Interno pro-tempore, Virginio Rognoni), ma le bande criminali scontano ancora oggi, e continueranno a scontare, gli effetti di quelle intuizioni diventate leggi dello Stato appena quattro mesi dopo l’agguato. Sia chiaro: pur scontato (senza retorica) che il sacrificio straordinario e in qualche misura preveggente di Pio non è stato vano, non è invece affatto scontato ricordarne continuamente lo spirito di abnegazione che sottende. Quanti ricordano qualcosa di Pio? Quanti sanno, tra i giovani, o ricordano, tra i meno giovani, di quanto sangue (non quello dei criminali, per carità, ma di capilega e braccianti, di dirigenti politici, di imprenditori che dicevano no al pizzo) è bagnata questa Sicilia considerata anche da intellettuali illuminati come “irredimibile”?" da : "Pio La Torre, 28 anni dopo: ma quanti ricordano?" di Giorgio Frasca Polara


# 54    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 10:45

x56 Spezial la tua domanda è molto qualunquista , fornisce e fa il gioco su un piatto d'argento della mistificazione della realtà a cura della lega e del pdl che vivono urlando di una maggioranza del popolo per la quale sarebbero investiti- ma non hanno la maggiornaza del paese, ed è questa la vera atrocità-


# 55    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 10:52

I fedelissimi di Berlusconi telefonano di nascosto a Bocchino per dirgli che non possono fare nulla, come ribellarsi a uno che li ha presi dal nulla e li ha fatti entrare in parlamento? Avere una coscienza non è proprio contemplato.


La colpa maggiore del PD, secondo la mia modestissima opinione, è di aver acconsentito alla legge elettorale "porcata" e di non aver neanche tentato di cambiarla durante il Governo Prodi. Miopia incredibile e indegna di una classe dirigente. L'idea che si potessero sommare i voti degli ex-democristiani con i voti e l'ideologia, per lo meno laica se non comunista, degli ex-PCI, era un'idea folle sin dall'inizio e continua ad esserlo. Altra idea peregrina è quella del bipolarismo. Una fesseria madornale buona per B. & C. Qualcuno l'ha capito anche tra i politici.


# 57    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 11:30

Berlusconi Scajola NON DEVI DIMETTERTI Bocchino dimettiti subito. La differenza sta nel fatto che uno dei due è onesto?


Questa legge vi preoccupa perchè una volta approvata il 99% dei vostri introiti finiranno.. Cosa farete dopo? I giornalisti seri? Chissà che non mi ritrovo qualche parcheggiatore d'eccezione a cui dare un euro in futuro!!


# 59    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 11:37

x i bloggers torino e dintorni il circolo di torino di libertà e giustizia con Feltrinelli e l'Associazione Il Libro RitrovatoTorino, organni per oggi Venerdì 30-04-2010 ore 18 .00 : Berlusconeide Poema cavalleresco ore 18 presso Libreria Feltrinelli Piazza CLN 251 Presentazione del volume Berlusconeide poema cavalleresco (Aliberti ed.) di: Carlo Cornaglia con Elio Laganà Sarà presente:Gad Lerner


Come era prevedibile l'artiglieria pesante del generale Feltri è entrata in funzione a pieno regime - dopo i bombardamenti a tappeto sulla "suocera" di Fini, oggi sul "moderato" quotidiano del cosiddetto PARENTE del piccolino di Arcore, tocca alla moglie di Bocchino! Ieri sera ad Annozero, il PACIOSO E SOAVE Paolo Mieli, restando serio..., sempre per dirla alla Travaglio, ha detto che non credo che Feltri riceva ordini o imbeccate dalla proprietà ma pubblica quello che gli passa per la testa IN PIENA AUTONOMIA..... L'esimio giornalista pensa che siamo fessi..!


# 61    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 11:42

forse francesco quello che voleva dire mieli , che non è proprio il mio gornalista di riferimento , è cio che voleva dire anche porro ( anche lui non è il mio giornalista di riferimento) ..cio che volevano dire entrambi , è ancor piu grave di qualsiasi telefonata che non c'è nemmeno bisogno che gli faccia il nanetto malefico, perche il "feltrismo" è cosi uguale figlio e padre del berlusconismo , che non ha bisogno che il telefonista si scomodi, agisce prima che si scomodi , agisce "pensando al volo " tutto cio che vuole il capo senza nemmeno fargli fare la fatica di alzare il telefono


# 62    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 11:44

ps questo fa perfetto " abbinamento " LOGICO con quanto ha detto il nanetto a fini, in quell'assemblea catodica, consigliandogli di comprarsi quote con cartelli imprenditoriali filo"fini"..cio in pratica dicendo platealmente come funzionano le cose fra padroni dei media


# 63    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 11:50

pps inoltre giustifica il passaggio da giordano a feltri , perche il primo aveva bisogno delle imbeccate del telefonista e a un certo punto di è rifiutato , il secondo non ha bisogno di accettazion o rifiuti , ha ante litteram il busto di mussolini prima che sulla scrivania,gia nel suo dna.


X Pasolinante Cara aAmica, la tua idea su quanto intendeva Mieli è probabilmente condivisibile: è vero che molti servi si agitano prima ancora che il padrone dia gli ordini conoscendone già la natura e condividendone pensieri e intenzioni. - La mia è una rflessione critica generale sull'andazzo che il Pompiere della Sera (sempre parafrasando Travaglio...) ha preso da tempo in particolare con gli scritti del....QUARTETTO CETRA... DELLA LOGGIA - OSTELLINO - PANEBIANCO - P.G. BATTISTA con MASSIMO FRANCO a fare da guastatore in TV. Secondo questi "premi pulitzer in pectore" tutto quello che avviene in Italia è colpa del PD che non dialoga, è ossessionato dal Berlusconi, non si dà una dimensione di partito veramente riformista, cavalca il giustizialismo ecc.ecc. la finisco qui per non tediare gli amici del blog.


# 65    commento di   fab1979 - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 12:7

Condivido l'articolo e mi piace il riferimento al volantinaggio, mezzo che pare arcaico come protesta ma merita di essere ripreso.


OT Mentre la marea nera fuoriscita - ma il petrolio continua a fuoriuscire al ritmo di circa 5000 barili al giorno - dalla piattaforma esplosa della BP si accinge ad inquinare e distruggere per anni tutto l'ecosistema del Golfo del Messico, nel "Mere Nostrum" come siamo messi? Non bene a giudicare da quanto si riporta nel seguente articolo: http://www.associazioneambiente.it/index.php?option=com_content&view=article&id=162:la-discarica-mediterraneo-si-prepara-a-ricevere-anche-linquinamento-delle-piattaforme-petrolifere&catid=37:ambiente


Pardon, era "Mare Nostrum" ovviamente...


# 68    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 12:37

x Francesco caro Amico :-)), pur dovendo sempre respingere le manipolazioni di padroni e servi, dobbiamo concentrarci nella trincea comune , altrimenti il demolitore con i suoi buldozer sarà sempre piu cliente soddisfatto e felice di un nostro rinviare la costruzione di quella "trincea comune" per strappare il telo del truman show , finche saremo tutti presi ( o quasi) dai loro teatrini , faremo il gioco di quei teatrini ..nessuno, si metterà delicatamente e intensamente uno sopra l'altro ( ti rendo con questa immagine da contro orgia politica economica attuale) per raggiungere in staffetta il cielo,il cielo di plastica, in cui c'hanno siggillato..strapparlo è un compito plurale...questa "catena" scioglierebbe quella antiumana che hanno creato con apposite distrazioni ed inoltre , se vogliamo vedere fino in fondo la libertà ,non come la intendono quelli di quel popolo partito, occorre lavorare di intelligenza,non di pancia..i putin sono loro , non noi, solo da un'offerta pluralistica di piu giornali possibili ,si è in democrazia, non con questa o quella pravda...il vero problema non è quindi questo o quel corriere o quella gazzetta ma far circolare il meglio di tutti vari pensatori,intellettuali e giornalisti che scrivono su tante tstate e sul web...ti faccio un solo esempio , il giornale non è il mio rpeferito ,ma se voglio informazioni e commenti di qualità nel campo economico,vado spesso e volentieri a leggermi Foa, eppure scrive per il giornale , cosi altri esempi potrei farti per quell'impero che è il sole24ore. fare una guerra su questo o quel minzolini o questo o quel feltri,questa o quella rai,questa o quella testata , è anchesso un' inutile dispersione di energie, visto che il momento ormai apocalittico,richiederebbe un concerto,un cartello,un'asse dell'intelighentia di questo paese che peraltro scriverebbe anche corrias in questo post quando sembra molto operativo un certo richiamo "PLURALE" alla costruzione di quella trincea


L'AMOREVOLE INFILZATORE "Io ti infilzo!" - un bel gesto d'amore, non c'è che dire. "Amore" ovviamente inteso nel senso della neolingua berlusocniana, apparentata con quella rovesciata del Grande Fratello orwelliano. Il Gran-Puparo-Ventriloquo-Ubiquo che continua a manovrare i suoi pupi - tranne i pochi epurati - non si è mai visto così arrogante, pieno di sé, propotente, gradasso, minaccioso ecc. come ora; invecchiando sta peggiorando: comunque la notte scorsa in sogno - un segno premonitore, una precognizione di un prossimo sisma? - l'ho visto distrutto, l'ho visto piangere come un bambino....


Sebbene Berlusconi sia un'evidente anomalia negativa nel panorama delle democrazie, c'è da dire che la crisi democratica mondiale porta al necessario restringimento delle misure di controllo dell'opinione pubblica, leggete Chomsky per capire.


X Pasolinante Cara Amica, bello il tuo post con molti spunti intelligenti e condivisibili - se posso sintetizzare ,forse in modo troppo semplicistico ,il tuo pensiero mi pare sia: VOLARE ALTO E FARE PROGETTI - senza farci distogliere da costruzioni diversive e teatrini che i POTERI dispongono a loro piacimento e a cui i mezzi di informazione fanno da cassa di risonanza. Io so di essere condizionato da un lunga cultura aziendale (lavoro da 47 anni, ahimè, avendone 62) e ,per formazione, valuto le risorse prima di preparare piani e strategie. Il mio battere sul tasto dell'informazione deviante nasce dalla preoccupazione che tante, troppe brave persone, formano le loro idee su quello che leggono o vedono e sentono in Tv - ed i risultati elettorali, anche recenti, sono sotto gli occhi di tutti. Quindi le risorse che sono a disposizione della stragrande maggioranza degli Italiani, per CONOSCERE I FATTI VERI sono quelle che oggi vediamo all'opera, e non è consolante, per pensare di cambiare veramente le cose. Ammirevole il tuo progetto della trincea comune Ricorda però la risposta del Generale De Gaulle a quel suo sostenitore che gridava: MORTE AI COGLIONI ! Il generale rispose imperturbabile: GIOVANOTTO PROGRAMMA TROPPO VASTO !!!! ciao a presto - il vecchio Francesco


Che che se ne dica l'alleanza con Putin è essenziale ora. Dal punto di vista energetico siamo zero e la Russia nello scacchiere mondiale è il partner più affidabile oltre che più abbordabile. Per il risveglio dell'opinione pubblica è un problema: primo perchè nessuno ha ancora capito e riesce a spiegare i problemi enormi che si devono affrontare: politici, economici, ambientali...quindi non puo' esserci consenso condiviso se non c'è razionalizzazione e individuazione delle vere cause con proponimento di vere soluzioni. Ognuno vedrà solo le soluzioni che fanno comodo al suo orticello a breve termine senza incidere sullo status quo. Poi c'è poco da indirizzare l'opinione pubblica se non c'è alternativa e se le decisioni non dipendono più da essa ma da mercati ed economia globali-interdipendenti megainciuciati. Poi c'è il vero problema strutturale di fondo: intanto per affrontare la situazione bisogna ridimensionare il nostro stile di vita, senza questo presupposto non si cambia un bel niente, ma nessuno è disposto a farlo. E forse bisognerebbe accettare che non siamo più paesi dominatori per benessere diffuso, garanzie e diritti civili, altri stanno prendendo il nostro posto e non ci resta che farci da parte con umiltà senza tanto scalpitare. Potremo essere felici lo stesso. Se la paura dell'incertezza fosse eliminata si risolvono il 50% dei problemi.


# 73    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 13:35

Scajola in Cdm: IO SONO INNOCENTE come direbbe Ellis Boyd 'Red' Redding (Morgan Freeman in The Shawshank Redemption" Le ali della libertà") Ecco un altro innocente di Shawshank! Non lo sai? a Shawshank sono tutti innocenti!


eh eh eh Francesco , sei gentile nel dirmi che ...che volando troppo alto rischio di scococciarmi ,e non chiamandomi però come laura di crì , mi ritroverei nel "vasto" regno dell' "arci"mpossibile, diciamo quindi come una giovanotta utopicissima causa anche la matrice poetica politica che va poco di moda di questi tempi..eh eh eh...sei stato però molto gentile,sia con il cerchio sia con la botte eh eh cioè nel dirmi che insomma anche se faccio riflessioni per te condivisibili,non ho ancora capito alla mia bella età che l'uomo è condannato ad essere oppresso perchè la capacità del male assoluto si calamita meglio di forme relative ,ma comunque di bene,da mettere e calamitarsi in comune,forme peraltro che vieppiù hanno e avranno scarsa incidenza sulla brutalità della realtà... si,i microprogetti sono certamente piu concreti, penso a tutte le attivita sui diritti umani che in questo caso,sui temi del post,dovrebbero aver gia fatto nascere e maggior ragione far nascere ,fin da subito, forme di associazioni per proteggere e svillupare l'art 21 in modo piu diffuso e popolare( appunto anche col volantinaggio che ognuno di noi gia fa nel suo grande o nel suo piccolo) , proteggere il dirtto umano nel nostro paese alla formazione e all'informazione...è vero occorre sempre accontentarsi,concentriamoci su questi microprogetti sui quali molti di noi (voglio sperarlo) fanno gia attività di volontariato per il risveglio dell'uomo all'uomo..in realtà se i tempi buii sono x quella coscienza anticipata personale al plurale il piu possibile, del come e dove stiamo andando a finire, occorre prevedere d'anticipo gli scenari un po' appunto come il tuo lavoro che citi,come i preventivi o i budget delle scienze economiche aziendali...non mi dilungo sul lungo report che si potrebbe fare fra sinergie di mercato ben diverse da quelle operate per demolire il nostro paese. ciao e a presto , la vecchia paso


In Alcuni casi,come quello del settore sanitario o bancario,richiederà una nazionalizzazione. Raj Patel La sinistra di oggi si occupa di Mr.B ma al suo interno tutti favorevoli alle privatizzazione..nessuna oppossizione arriva dai neoliberal come Travaglio..o Gomez..che sinistra ridicola..la colpa è di questi giornalisti da 4 soldi


Si fa leva, impropriamente e artificiosamente, su una inchiesta, dove il ministro Scajola è completamente estraneo, per attaccarlo approfittando del fatto che casualmente è riportato il suo nome. Fabrizio Cicchitto, presidente deputati Pdl il 23 aprile 2010 Cicchitto e/o Scajola dovrebbero almeno spiegare perchè il nome è riportato casualmente. In realtà la legge non è uguale per tutti, io dovrei spiegare le mie motivazioni, lui no perchè è da tre generazioni che fanno politica e quindi è comunque e sempre innocente per definizione!


@ drainyou80 Scajola in Cdm (ispirato dalla Cinquetti): SONO INNOCENTE COME IL SOL | CHE RISPLENDE SUL MARE...(di Imperia) Ciao Luca :))


Scajola a lezione da Scarface II: "Come farla franca sempre e comunque".


Travaglio di destra? In effetti ha qualcosa di sinistramente fascistoide. Non è un caso se il suo modello di partito perfetto è quello di Beppe Grillo, o di Tunnino DI Pietro, dove i suoi leader-amichetti decidono ogni cosa dall'alto e non sono ammesse la critica, la discussione, il confronto. Non è un caso se il primo, vero nemico di Travaglio è il centrosinistra e in particolare l'odiato PD. Sinceramente non riesco a trovare grandi differenze tra ciò che dice Travaglio e ciò che sotiene Feltri sul PD: i contenuti sono i medesimi, Travaglio come Feltri attacca sempre e comunque i nemici del padrone (in quetso caso i padroni sono Grillo e Di Pietro, di cui Travaglio è notoriamente propagandista). La differenza tra Feltri e Travaglio è che hanno padroni diversi, quindi nemici diversi da attaccare a comando. Travaglio non a caso non è stato epurato, come successe a un vero democratico antifascista come Biagi: è proprio Travaglio a portare valanghe di voti alla Lega e a rompere l'opposizione, favorendo Grillo e spacciandolo come uno "dell'opposizione", e addirittura per uno "di sinistra". E' questo l'equivoco che andrebbe chiarito una volta per tutte: Travaglio è un nemico ideologico del PD dal sapore fascistoide, esattamente come Feltri, e NON è affatto un giornalista dell'area del centrosinistra che critica il PD per incalzarlo: la sua critica è semplicemente distruttiva e punta a portare voti ai partitelli dittatoriali dei suoi amichetti populisti. Travaglio è stato ipocrita, falso: ha detto "con questi dirigenti non vinceremo mai", rubando la frase a Nanni Moretti che, a differenza di Travaglio, è di sinistra e non è un fascitello urlante come Grillo. Come si permette Travaglio di farsi portavoce del popolo della sinistra? Pussa via, fascistaccio, tornatene da Grillo, altro che "non vinceremo mai".


Il PD, per il suo proprio bene, ha bisogno di essere sferzato: Travaglio lo fa molto bene; l'effetto su Bersani si è visto ieri, almeno per un attimo. Ma la terapia anti-sonnolenza per essere efficace dev'essere ripetuta continuamente. Se Travaglio sia di destra, di sinistra o di centro o di tutto un po' o di più, francamente non ha importanza. Travaglio è Travaglio.


Per Pino: forse tu hai fonti più dirette ma io mi permetto di dubitare che Di Pietro leggerà in aula intercettazioni telefoniche non trascritte relative ad un procedimento altrui. --- Comunque, già che ci siamo, potremmo anche decidere di mettere un microfono e una telecamera mobili sulla testa di tutti per poi veicolare tutte le informazioni via internet. Mentre si lavora: in cantiere, in redazione, in studio, in sala operatoria, in caserma, in camera di consiglio; Mentre si mangia: al ristorante, al bar, al chiuso, all'aperto; Mentre si parla al telefono o per strada o in un parco; Mentre si fa l'amore: con il proprio marito, la propria moglie, quello/a del vicino, da soli; Mentre si fa la doccia, e si piange, si canta, si prepara il proprio book per una luminosa carriera; Mentre si discute con i propri figli, mentre si pensa, mentre si sogna...avendo scrupolosa cura di non tralasciare tutto l'immaginario possibile. In nome della Costituzione contro il segreto. Sì, bisogna proprio organizzarci per fare in modo che ciò accada PER TUTTI al più presto. Nessuno sgarrerà più. "Cominciamo" da camera tua, dal tuo bagno, dalla tua cucina, dalla tua auto, dal tuo ufficio, dal tuo computer e dai tuoi telefoni?


Il politico che a Berlusconi ha portato i maggiori benefici, dopo Craxi, paradossalmente è stato D'Alema. La citazione, perfetta ed azzeccatissima, nonché pofetica "Con questi dirigenti non vinceremo mai" DEVE sempre essere ricordata e ri-citata (altro che rubata: una citazione è una citazione, e se continua a circolare, torna ad onore dell'autore).


Un piccolo articolo nel link da me postato, niente che giá non si sapesse, certo. Ma il concetto non sembra essere compreso e condiviso dai cervelli catodicamente modificati che abbondano nella nostra povera Italia. Nella chiarissima mappa di freedomhouse.org inoltre possiamo vedere come nel civilissimo 'nord del mondo' tra le democrazie consolidate ,noi, la 'libera' Italia, siamo stati spennellati con quel triste colore giallo che non è proprio indice di completa libertá. Ora siamo a un bivio: troveranno gli italiani che rispettano il loro paese( e i loro figli) dei punti i comune per risalire la triste classifica e tornare a uno speranzoso verde o seguiranno ciecamente sprofondado nel oscuro blu della disinformazione istituzionalizzata? Aspettiamo presto le felici scampagnate in Russia o Libia per disquisire di libertá di informazione con quei paladini di democrazia che piacciono tanto al vostro padrone. Grazie ai giornalisti e lettori de Il Fatto Quotidiano per sostenere la libera informazione. Ne abbiamo veramente bisogno.
http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna¤tArticle=RBKY


Chi è Demmini per aver il dente così avvelenato contro Travaglio?


Vi ricordate della clinica S. Rita? Dove vi erano chirurghi che asportavano organi anche se non ce n'era bisogno, e lo facevano x soldi? Chirurghi che poi furono intercettati e quindi incriminati? Nulla avrebbero saputo i futuri "potenziali pazienti" di quella clinica se non fossero state pubblicate le intercettazioni, almeno fino alla conclusione del processo...e che dire di quelli gia' passati da quella macelleria, che venuti a conoscenza della vicenda, si sono accorti di aver subito un intervento che non aveva ragione di essere effettuato ed hanno poi potuto costituirsi parte civile nel processo? Vogliamo parlare poi di Antonio Fazio? Fazio sarebbe rimasto al suo posto, perche anche se scoperto, nessuno avrebbe poi potuto raccontarlo, almeno fino alla fine del processo. Oppure non so, l’enturage del giudice Squillante, dell’avvocato Pacifico, Poggi Longostrevi, lo staff di Storace che fa spiare Alessandra Mussolini e Piero Marrazzo alla vigilia delle elezioni regionali del 2005. Il SISMI di Pollari e Pompa, Farina, alias Betulla, il ministro Fitto, il sottosegretario Martinat sotto processo a Torino per gli appalti truccati del TAV e della Olimpiade Invernale del 2006....potrei continuare ma non vorrei infierire. Chiedo solo se e' giusto che io non sappia nulla di tutto cio' fino alla conclusione del processo? Quante di queste intercettazioni si sono poi rivelate fasulle? NESSUNA! Anzi e' proprio grazie a queste che si sono istituiti i processi, ma no loro accampano come scusa la stronzata della privacy convincendo gente imbecille come ad esempio quello del commento n.2. Fan(_._)!!!


@Paso: Mi chiedo quale parte tu non condivida della frase: "Putin é un professionista della negazione della libertà, lui i giornalisti li fa fuori, e Berlusconi é un suo allievo; devotamente, a spese sue, mette in cattedra il maestro anche nella sua patria."


Bisognerebbe intercettare le telefonate, che quelli del PDL fanno a Bocchino di nascosto, (ammesso che sia vero) per dargli la loro solidarietà. Dicono pure che lo farebbero anche loro, ma hanno paura. Si deduce che il partito dell'amore è il partito dei pavidi e dei coglioni. Con queste nullità trionfa Berlusconi.


Le intercettazioni servono eccome...l'ha spiegato molto bene il Magistrato Gratteri da Fazio...e costa molto meno di altri interventi.Ma finiamola con questa privacy....ma a quanti capita di ricevere telefonate da Sky o altri seccatori senza che sia stato dato alcun consenso nè averlo espressamente richiesto? E questa non è violazione della privacy?I nostri grandi soloni se proprio debbono parlare (e che parlare forbito!)possono trovare altri mezzi, semmai...è da bamba parlare al cellulare.Aggiungo che se mi intercettassero (e non accadrà perchè non interesso a nessuno) non potrebe fregarmene di meno...non ho nulla da nascendere e per comunicare ho a disposizione, come tutti, altri mezzi.


Me casa es tu casa?


Ma stiamo scherzando? Ma si può paragonare delle intercettazioni telefoniche LEGALI disposte dalla MAGISTRATURA (organo Repubblicano preposto) a quelle ILLEGALI che veramente sono avvenute in Italia ad opera del servizio di sicurezza Telecom? Ma si può paragonare un'indagine giudiziaria di un potere giudiziario non soggetto per costituzione ad alcun altro potere alla STASI dell'ex-Germania dell'est?! Ma ci si rende conto delle vagonate di cazzate che si sparano pur di coprire il culo a dei farabutti?




Ventura: non si nasconda dietro il silenzio. «Siamo contenti che il ministro Scajola dica di avere "la coscienza a posto". Se il sospetto di corruzione che gli stanno attribuendo i media ormai con insistenza e dovizia di particolari dovesse avere un qualche fondamento, non sarebbe soltanto il problema dell’uomo Scajola». Lo dice Michele Ventura, vicepresidente vicario dei deputati del Pd. «Si affacciano dubbi di oscure manovre politiche per mettere in difficoltà il governo, ma è la credibilità delle istituzioni e di tutta la classe politica che viene messa in gioco se non si fa chiarezza – prosegue Ventura -. Chiunque compri un immobile, tanto più se si tratta di un acquisto di pregio per il quale si spendono milioni di euro, può dimostrare come e dove ha trovato le risorse: investimenti, mutui, altre proprietà, depositi bancari». «Ci auguriamo che Scajola, per il quale vale assolutamente la presunzione di innocenza, non si nasconda nel silenzio, ma fughi ogni dubbio per se stesso, per la sua famiglia, ma soprattutto per il rispetto che deve al Paese che governa», conclude Ventura.
Scajola


DEMMINI é semplicemente una persona intelligente che ha capito il giro MASSONICO grllo/travaglio con la benedizione di CASALEGGIO


@ 90: NOOOOO. Ma tu sei proprio sicuro che in Italia le intercettazioni illegali siano state disposte solo dalla Telecom e non rappresentino, viceversa, uno strumento di potere molto più "ordinario"? Ciò mentre ai cittadini ignari si propina la pappina dell'abuso delle intecettazioni legali, della violazione della privacy....?


Per SKYLINE L'idea di attendere tre gradi di giudizio per pubblicare delle intercettazioni è insensata per una serie di ragioni: - tre gradi di giudizio sono lunghi (parecchi anni anche in paesi in cui i tempi della giustizia sono migliori che in Italia) e la gente ha bisogno SUBITO di sapere se la gente che vota è onesta o meno; - la pubblicazione di intercettazioni non riguarda certo privati cittadini ma persone che in un modo o in un altro hanno accettato (per l'incarico che ricoprono) di occuparsi della Cosa Pubblica, e che dunque ne devono rendere conto quotidianamente; - per quanto tutto, in linea teorica, sia interpretabile in modo diverso e sia giustificabile sotto certi punti di vista, la pubblicazione di stralci di intercettazioni è quanto di più oggettivo possa esistere, è la ripetizione paro paro di quanto detto da qualcuno al telefono, e non la personale interpretazione del giornalista di taluni fatti attribuiti a qualcuno da qualcun altro (cioè, non è un giro di "io dico che lui mi ha detto che Tizio gli ha raccontato", ma proprio le parole esatte pronunciate dalla persona in questione), e dunque non capisco perchè debbano essere ritenute più diffamanti di qualunque altra analisi personale proposta alla gente da chi scrive (o forse è proprio perchè sono troppo oggettive?!?); -infine, un processo può finire nel nulla per moltissime ragioni (anche procedurali) e la verità "processuale" è cosa ben diversa dalla realtà, e non ricordo più chi giustamente diceva "se becco un mio ospite a rubare l'argenteria in casa mia lo denuncio, ma in attesa di giudizio di sicuro non lo invito più a casa mia!" Spero di essere stata esaustiva sul perchè è davvero essenziale per un paese democratico poter pubblicare liberamente questi documenti.


@Stalin: patetico tentativo di arrampicata sugli specchi a mezzo di dietrologia spiccia. Motiva le tue allusioni con dati, prove, ricerche, testimonianze. Viceversa é pura fuffa che anche al bar dello sport ti riderebbero dietro.


Elisa C. ha scritto: [...]la verità "processuale" è cosa ben diversa dalla realtà, e non ricordo più chi giustamente diceva "se becco un mio ospite a rubare l'argenteria in casa mia lo denuncio, ma in attesa di giudizio di sicuro non lo invito più a casa mia!" Come non sottoscrivere una spiegazione così semplice ed efficace? Grazie, Elisa C.


@Demmini Le differenze tra Travaglio e Feltri sono infinite. Travaglio denuncia i mazzettari. Feltri butta fango agli onesti. Travaglio è di destra per ideologia di ordine e meritocrazia. Feltri è di destra perché il PDL del suo padrone è di destra nel senso che è opposto al PD in quel teatrino messo su dalla P2 per assorbire completamente le preferenze dell'elettorato. Travaglio ha un giornale che si regge con i suoi soldi. Feltri ha un giornale che vive dei contributi statali. Feltri è un automa con 4 pile AAA, Travaglio è dinamite pura. ecc.. ecc.. P.S. Di Pietro dovrebbe essere di destra ma è schierato a sinistra nel senso di opposizione all'incarnazione di tutti i mali (Berlusconi). Grillo denuncia la casta (PD+-L) ed è al di sopra di destra e sinistra essendo un movimento contro lo stato.


# 98 commento di Alessandro - lasciato il 30/4/2010 alle 16:27 Una spiegazione più efficace e semplice della tua non si trova! Bravo! :)


il ministro Ronchi: «Scajola ha detto di avere la coscienza a posto nei confronti del presidente del Consiglio» - non c'è male come gaffe, no?


# 101    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 17:7

unoqualunque:-) , hai capito perfettamente cio che volevo dire , cosi come hanno capito perfettamente di me coloro che in questo luogo mi vedono come fumo negli occhi perche so altrettaneto perefettamente quale male assoluto sia essere fan di questo o quel capopopolo ,cosa che ha saputo fare perfettamente quel soggetto contro putin cosi come contro tutti i palestinesi e tutti gli oppressi del mondo ...quel soggetto che non s'è manco accorto che hanno dato un premio nobel a kissinger , altro soggetto come putin ma piu ipocrita e cosi via ..fino a tutti i killer statisti sparsi per il mondo e per la storia


Nel 1984 mi capitó di comprare un libro della KAOS Ed. si intitolava.." Inchiesta sul Sig. TV..." lo lessi piú di una volta perché mi sembrava incredibile..non ricordo il nome dei due giornalisti ma di sicuro sono stati i primi a scrivere del gaglioffo..in poche parole seguii la scalata di quest'ultimo con le infos che leggevo e che pochi anzi pochissimi scrivevano..i potenti di allora ed in primis G.Agnelli lo consideravano un tapino un Sig. Nessuno ed io mi chiedevo come mai, forse mi sbagliavo io a considerarlo uno "troppo" in gamba..per farla breve arrivarono le elezioni del 1994 ed io mi imbattei in G.Napolitano l'allora Min.d.Interni credo, che sosteneva un candidato dell'allora PDS nella mia cittá, avendolo di fronte gli chiesi se conosceva e cosa ne pensava del gaglioffo; con la lungimiranza del politico provetto mi disse testuali parole: "..é un fenomeno passeggero.." bene so solo che io, dopo la vittoria di Forza Italia trasmigrai in altri lidi ben lontano da quello che capii sarebbe accaduto..adesso a distanza di ben 16 anni ho purtroppo ragione....e consapevole che non potró piú tornare in Italia se non da turista...


Attenzione. Questa potrebbe essere la classica manovra mafiosa: sparare a zero con una legge draconiana, per poi "fare retromarcia" su posizioni più "morbide" e "accettabli", che poi sono esattamente quelle che avevano in testa fin dall'inizio. Marco ci ha già spiegato questo tipo di strategia. Io, comunque, VOGLIO ESSERE INTERCETTATO!


# 104    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 17:28

# 98 commento di Alessandro - lasciato il 30/4/2010 alle 16:27 mi permetto di darti un taglio diverso , ovviamente non sono un'esegeta del demmini pensiero e non condivido le sue modalità ulteriormente conflittuali ad un conflitto fra fratelli senza fine.perche almeno nel fascismo c'erano grosso modo solo due fronti, mentre in questo nuovo neonazifascismo culturale economico, c'è un fronte da una parte e dall'altra 1000 e piu fronti divisi, in cui tutti bene o male anche se proprio non vorrebbero fanno il gioco delll'eterno fronte mafiafascioclericale sono ormai note e notissime , è inutile girarci attorno , le storie ( leggende metropolitane o meno che siano) che anche il dissenso attuale , sia un po' come il dissenso della seconda parte degli anni 90 a cura dei vari della sinistra ,ora confluita nel pd, ma anche di quella alla bertinotti che si rivelò subito , non dopo , inciuciata fino al collo!!!!..che noi lo sappiamo e ce lo continuiamo a ripetere fra noi,è semplicmente antistorico...NON E' STATO FATTO NULLA PER RENDERE POPOLARE CIOE GRATUITO!!! attingere a una coscienza storica sui fatti che hanno governato l'italia dal 43 a oggi questo tipo di meccanismo di falsi dissensi,tende a ripetersi con nuovi soggetti nella storia al fine di non cambiarla mai, o al massimo far partecipare alle spartitorie del potere nuovi soggetti che frantumati come sono ne veranno fagocitati dagli stessi modus operandi nè piu nè meno continuare a menarla da ventanni senza impatto sulla realtà, con un atniberlusconimso perfettamente speculare al berlusconismo,ma disorganizzato come quest'ultimo lo desidera, in unica moneta che serve come divisa a dividersi sempre piu, è semplicmente da cojoni ,fatto sol per persone che hanno bisogno di illudersi, sfruttando il lato piu stupido della natura umana che ha piu talento nell'illudersi che nel risvegliarsi ..fatto appunto come questi due decenni dimostrano senza incanalare energie vere che potevano esse


# 105    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 17:29

..fatto appunto come questi due decenni dimostrano senza incanalare energie vere che potevano esserci e che ora sono sempre piu ridotti agli estremismi buoni per un certo mercato, o buoni per un altro. il primo legato al mondo delle vendite ( anche se inferiori a quelle dell'impero berluscao e company varie) , il secondo legato al mercato senza mercato di quelli che odiano le due facce sparando su tutti e tutto come le due facce. un punto di stus quo che non può che far comodo a tutte le caste del pianeta che hanno deciso la demolizione Italia insieme a quella di altri paese, tutti quelli europeo del mediterraneo e non solo .


# 106    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 17:32

ec di altri paesi ....tutti quelli europei del....


# 107    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 17:35

Macelleria Più turpe di un bordello la macelleria marchia la strada di ignominia. Sopra la porta la testa cieca di una vacca presiede il sabba di carne sgarciante e marmi finali con la maestà remota di un idolo. Jorge Luis Borges


Borges...un genio ASSOLUTO, uno dono di Dio agli uomini, un faro di saggezza, un gigante dell'anima.


Ci è stata data in questi anni una visione del mondo avente come fulcro il farsi gli affari degli altri. Esistono programmi Tv quali "scherzi a parte" candid camera, "Il grande fratello", "l'isola dei famosi" ecc. ecc., a cui si aggiungono le varie riviste patinate da salone di parrucchiere che si basano sul voyerismo. Ci è stato anche dato, ad ognuno di noi, il potere di essere regista e non semplice osservatore, ormai tutti i cellulari hanno la possibilità di registrare (vds D'addario) scattare foto e fare filmati, a cui segue pubblicazione su youtube. In pratica siamo stati educati al "bello" dell'intercettazione, alla "seduzione" del buco della serratura. Adesso ci dicono che non è bello farsi gli affari degli altri, e ce lo comunicano nel telegiornale che precede "l'isola dei famosi", o in una rubrica di "Novella 2000". Il male è banale, il male è anche stupido, ma cos'è peggio, chi fa il male o chi applaude al raduno di Norimberga?


# 110    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 30/4/2010 alle 18:18

mi fà felicissima questa condivisione caro Croppy Boy,grazie..nonostante quella metafora sia lacerante ,la poesia è come la musica, ed è come raccontavano in quel teatro del maggio fiorentino ier sera perchè di questo ha bisogno l'uomo ed è questo che gli hanno tolto sempre più..prima strappandolo al teatro della vita,la sua dimensione poetica che anche i piu umili avevano nelle loro radici, poi per strapparlo almeno a quei teatri dove oltre il cemento della lunga e pluridecennale notte, poteva gustare lo squarcio ,ogni tanto di quell'antico teatro del'anima lo hanno devastato l'uomo ,gli hanno ammazzato un mndo di cantastorie per finire col parlare di radici, con l'identificarle in una lega o di altri che si radicano o meno nel territorio..senti che suono ?non c'è nulla di terra,mare e montagna campagna ,nulla...questa lucidità sul suono radici mi è tale che ne impazzisco senza poterne impazzire.. ti lascio pertanto le radici del mio sorriso "forgiato" Come un cieco le cue presaghe mani scostano muri e intravedono cieli, lento e insicuro lungo le notti lacerate tasto i versi che verranno. Dovrò bruciare l'ombra destata nel loro fuoco limpido: porpora di parole sulla spalla flaggellata del tempo. Dovrò racchiudere il pianto delle sere nel duro diamante della poesia. Non importa che l'anima proceda sola e nuda come il vento se l'universo di un glorioso bacio include ancora la mia vita. Per seminare versi è terra fertile la notte. ( Forjadura - Borges)


A Wall Street dicono che questa crisi segna l'inizio della fine dell'euro. Infatti se il club med crolla crolla pure la moneta. Tutto il resto è fuffa o è mancia per qualcuno. I commenti 79, 93, 104 hanno ragione da vendere.


X #95 Basterebbe sapere che Tizio è indagato per tal reato, e sta tranquilla che nessuno lo invita a casa o chi lo conosce per simili reati si fa avanti se vuole. Non occorre pubblicare le intercettazioni, è un'arma a doppio taglio e puo' screditare persone innocenti. E' un'arma potente di discredito in mano ai giornalisti. Distinguiamo il diritto all'informazione, a sapere che Tizio è indagato sospettato di aver commesso tal reato, dalla pubblicazione di conversazioni private. Pur se oggettive non c'è contradditorio e l'interessato non puo' spiegare cosa intendesse dire o a cosa si riferisse, la gente o il giornalista ne fa l'interpretazione che vuole, e le smentite, quando l'interpretazione si rivela errata, raramente ci sono. Poi capita che coinvolgano spesso persone non pubbliche, ignare e innocenti, senza il loro consenso. Si puo' semplicemente evitare tutto questo senza incidere sull'informazione. Non si puo' delegare ai giornalisti il potere di condannare una persona ancor prima della condanna in giudizio. Solo a conclusione di quella è lecito pubblicare per interpretare le intercettazioni alla luce della condanna. Se invece risulta innocente è perchè quel che le intercettazioni lasciavano presupporre è stato chiarito ed è risultato errato, a maggior ragione non ha senso pubblicarle.


Ma soprattutto: chi è Roland per dire "Chi è Demmini per aver il dente così avvelenato contro Travaglio?


Per Alessandro;il tuo post mi sembra emblematico,quando affermi che Di Pietro ,uomo di destra è schierato a sinistra perchè è contro Berlusconi;ma essere contro Berlusconi non vuol dire ,in automatico,essere di sinistra;per essere di sinistra bisogna condividerne i valori;in Francia ad esempio ci sono almeno due destre ,quella di Le Pen e quella di Sarkozy,ma si distinguono perchè hanno valori diversi e Sarkozy,che è contro Le Pen,non si definirebbe mai,per ciò solo un uomo di sinistra; solo che il problema è che la sinistra non riesce più ad individuarli questi valori,che non sono sicuramente soltanto la legalità e l'essere antiberlusconiani;ed allora si aggrappa agli uomini di destra ,ai Travaglio ai Di Pietro,persino ai Grillo (che,per il vero non è nè di destra nè di sinistra,è contro tutti);ma finchè la sinistra non ritroverà la sua bussola non vincerà; PS: In realtà Moretti,nel 2002 disse una fregnaccia,perchè ,con quegli stessi dirigenti i,l centrosinistra vinse,sia pure per il rotto della cuffia,le elezioni del 2006;poi non ha saputo gestire il successo,ma questo è un altro discorso,mi sembra...


pasolinante ti chiedo scusa, sei fine nelle tue disquizioni, ti sono grato per ciò; esprimi pensieri che dovrebbero essere ponderati bene e studiati; capiti nella logica per il quale sono espressi, che hanno in sè ( a mio parere, in un primo abbozzo ) un ricordo di vissuto di politica attiva;


# 116    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/5/2010 alle 11:26

# 111 commento di sottocontrollo - lasciato il 30/4/2010 alle 18:28 grazie di aver compreso l'essenza che volevo esprimere di quella trincea comune contro la quale per primi non nuotano i vari tiranni all'esterno , ma noi al nostro interno , come un po' è ogni singolo uomo quando non sa essere quell'Uomo a se riunito in se stesso e ha il peggior nemico dentro se stesso. grazie di aver compreso quella forza del singolo ,dentro il singolo per il plurale vero e fattivo a trasformare la realtà in qualcosa che superi la perdita delle vie d'uscita # 115 commento di senza nome - lasciato il 1/5/2010 alle 5:47 ringrazio moltissimo anche te soprattutto per quella memoria "attiva" di un ricordo lontano eppure vicino ,dato dalla stessa assenza( per ora) di "sapori" o ingredienti "autentici" ...e questo autentico e quell'attivo che hai colto è più seme e fiore dentro il pensiero di un mio grande riferimento politico di tempi più freschi di quei sapori della immensa Arendt e "la vita activa " nei tre sapori della condizione umana per le sue vere radici. un caro saluto vicina a quella memoria comune che ci unisce come la musica che possono anche toglierci dal teatro della vita, e poi di piu ancora negli ultimi teatri rimasti come i maggi ai calendari "attivi" , ma che rimane immortale oltre il ricordo e per cui lottare per sè e per gli altri, come il fiore nelel rocce e nelle pietre, in tempi migliori protetto dalla scorza di attenzioni diverse che aveva il seme per il suo futuro in fiore,mentre ora nel fiore migliore che poteva diventare,ricoperto solo da involucri fragili come i petali rispetto al passato sè-me.


@unoqualunque 96: dove la vedi l dietrologia spiccia nel mio commento? e in che cosa consisterebbe l'arrampicata? su quali specchi? Non ho alcuna pretesa di scientificità nè di oggettività, è solo la mia testimonianza su un blog, per quel che vale. A quelli del bar sport la lascio tutta la loro risata. Io sento il loro suono. ElisaC 95: in effetti è abbastanza convincente quello che dici sui personaggi che si occupano della cosa pubblica: forse se uno sceglie quella strada deve mettere in preventivo, oltre a tutti i lati positivi, la compressione della riservatezza e della privacy. Invece non mi convince nemmeno un pò quello che sostieni sulla "oggettività" del contenuto di "stralci di intercettazioni": sempre ammesso che l'annotazione sia fedele (e spesso non è così, almeno sino alla trascrizione dell'intera conversazione), Tizio potrebbe raccontare, per 1000 e più motivi, con dovizia di particolari, a Caio, la sua verità su una serata trascorsa, su un fatto proprio o altrui(millantando, mentendo, esagerando, ridimensionando ....). Pertanto, lo stralcio della sua conversazione cosa avrebbe di oggettivo? Inoltre, la stessa frase, riportata in uno stralcio e avulsa dal resto, potrebbe avere moltissimi significati diversi a seconda del contesto, del rapporti tra le persone e di molte altre variabili che spetta ad un eventuale accertamento dibattimentale mettere in ordine. L'esempio dell'ospite che ruba non sembra molto calzante visto il numero di politici condannati con sentenza passata in giudicato che continuano ad amministrare la nostra argenteria. E poi molto più spesso il ladro non è stato invitato, non è affatto un ospite. E' uno che non sai chi è, che fruga tra le tue cose e ti porta via magari quel che hai dipiù caro, che se denunci non beccheranno mai e, soprattutto, CHE NON SEI TU CHE PUOI SCEGLIERE SE INVITARLO A CASA TUA O MENO. Questo è.


#117 >>Tizio potrebbe raccontare, per 1000 e più motivi, con dovizia di particolari, a Caio, la sua verità su una serata trascorsa, su un fatto proprio o altrui(millantando, mentendo, esagerando, ridimensionando ....). Pertanto, lo stralcio della sua conversazione cosa avrebbe di oggettivo? ----------------------------------------------------------------- E infatti quando il metodo Travaglio fu applicato a lui da un altro giornalista (D'Avanzo) non è stato piacevole. Dalla ricostruzione delle intercettazioni risultava che Ciuro aveva chiesto ad Aiello di saldare il conto dell'hotel siciliano in cui Travaglio aveva soggiornato. E Travaglio, dicendosi non contento di leggere sul giornale un attacco così duro, smentì: «Ecco, se non fosse per la mascalzonata che ha fatto adesso questo signore contro di me ci sarebbe solo da ridere» «Io ho pagato la prima volta il doppio di quanto stabilito e per il residence ho saldato il conto con la proprietaria. Tutto di tasca mia, fino all’ultima lira e forse se cerco bene trovo pure le ricevute. Ma poi vai a sapere cosa cavolo diceva questo Ciuro al telefono. Magari millantava come fece con Aiello quando gli raccontò che lui e Ingroia avevano ascoltato a Roma un pentito il quale, in realtà, non si era mai presentato». Travaglio aveva le ricevute a portata di mano, un blog e un giornale per ribattere e smentire, e il millantatore Ciuro che ha poi gentilmente negato per uscire pulito; non sempre tutti hanno tutte le condizioni per uscirne puliti anche se innocenti, non solo verso la giustizia ma nei confronti del pubblico. Pubblicare intercettazioni prima del giudizio potrebbe essere una mascalzonata, perchè vai a sapere cosa cavolo si dicono, magari millantano, e manca il rispetto della privacy di un presunto innocente, non è fare informazione.


pensa se invece di essere due persone così intelligenti (e lungimiranti: non è da tutti conservare le ricevute) capaci di cogliere quel che tu sintetizzi così bene (torte al telefono, rectius torte in diretta) si fossero avvitati sulle proprie posizioni: sarebbe stata un'occasione di riflessione sprecata. Ma in Italia, con la giustizia di questi tempi, c'è ancora chi ha la faccia di sostenere che se non fai querela è perchè hai la coda di paglia Stanca stanca mi sa che me ne vado per un pò in siberia. ciao. ciao



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti