Commenti

commenti su voglioscendere

post: Il silenzio del Palazzo

Sono (per lo più) i politici l’antipolitica. La verità lampante l’ha scritta Barbara Spinelli l’altro giorno su La Stampa. E’ la loro crescente quantità di privilegi , di separatezza , di sordità , di omertà a scatenare quel risentimento che Beppe Grillo ha portato sul palco di piazza Maggiore a Bologna e in quello planetario della Rete. Che si è imposto come un allarme assordante per il Palazzo da parte di milioni di cittadini che disprezzando i politici – da Burlando a Berlusconi, da Gustavo Selva a Clemente Mastella -  invocano la politica. E’ altrettanto vero, come ha detto fuggevolmente Romano Prodi , che i politici sono lo specchio fedele del Paese. La Casta ci  rappresenta , interpreta le nostre aspirazioni, asseconda i nostri stessi vizi, e ... continua



commenti



Scusate, fino a ieri questo blog era fatto anche da Maltese. Come mai oggi non c'è più?? Grazie Stefano


Posso dire che provo vergogna per e a nome dei siciliani miei conterranei?Lo dico.


I politici sono lo specchio del nostro paese? Non credo proprio, anzi spero proprio di no altrimenti...CHE SCHIFO!! Spero che nel nostro "bel paese" ci siano molte più persone oneste! Non che in politica siano tutti disonesti intendiamoci, ma per la maggior parte...E i siciliani che si lamentano tanto che lo stato non c'è e poi qundo possono scegliere scelgono Totò Cuffaro, forse è qui che dovremmo vergognarci


che al parlamento ci siano 25 condannati questa è cosa risaputa, ma quanti sono all'ARS quanti sono i pregiudicati facenti parte del piccolo parlamento siciliano (che non ha nulla da invidiare a quello di roma) la mafia altro che invisibile ormai indossa le vesti politiche siciliane in toto, sono rimasto sbigottito nel sentire quello scarto di voti, io personalmente mi battevo per rita borsellino e mi rispondevano che si era candidata approfittandosene della morte di suo fratello...... lei...... mi ricorda il berlusconi quando diceva che tutte le tv in italia sono in mano ai comunisti, ma purtroppo i siciliani ci credevano a queste versioni, al siciliano non o capito se ci fa o c'è fesso.... io sono di catania e sono un imprenditore da quando non c'è più ENZO BIANCO e NELLO MUSUMECI a catania gli appalti non esistono più avvolti da segretezza sconcertante quei pochi che escono e quelli che non escono (la maggior parte) (parlo di appalti di servizi) loro se la cantano e se la suonano, ma lei crede che scapagnini a catania conta...... si conta 123456789..... quello che conta e quel grandissimo farabutto mafioso di RAFFAELE LOMBARDO si quello del ponte, quello di mani pulite lui però ce le ha sporche molto sporche le mani stranamente ha fondato un partito che si chiama movimento per l'autonomia (mi ricorda SICILIA LIBERA) con la complicità della lega nord.....a Catania è da un pò che mi viene da vomitare, ah dimenticavo io sono quello dell'esposto alla procura di ct e del ricorso al TAR risultato ..... INQUISITO
www.forzamarcotravaglio.it


Finalmente una frase su quello che è successo in Sicilia. Io sono di Catania, abbiamo come sindaco Scapagnini, come presidente della Regione Lombardo e dove ha stradominato Cuffaro alla regione. Voi vi domanderete perchè? Perchè non si sa nulla a Catania e non si sa nulla nella Sicilia orientale. Non ci sono giornali liberi nellla Sicilia orientale, nemmeno "La Repubblica" a Catania può fare informazione (vedi il post La Repubblica monca su www.ilfrittomisto.it) Le televisioni ed i giornali sono solo di una persona. Come si può battere un candidato che è supportato dai due maggiori quotidiani siciliani e dalle televisioni locali. Scapagnini ha vinto su Bianco, ma a Catania della mancanza dei soldi e della mala gestione della cassa non en sapeva niente e nessuno. Cuffaro ha vinto sulla Borsellino, ma delle amicizie di Cuffaro i giornali non ne hanno mai parlato. Lombardo alla provincia, nessuno sa che è stato arrestato per ben 2 volte (assolto e prescritto) Inoltre la disoccupazione permette ai politici di ricattare o promettere lavoro in cambio di voti. Troppe cose da dire, troppa rabbia dentro, troppo pochi 2000 caratteri. In Sicilia se si facesse un'indagine per chiedere agli elettori il cognome dei consiglieri votati alle ultime amministrative sareste sorpresi dalla quantità dei "Non lo ricordo!"
www.ilfrittomisto.it






Caro domenico, come si fa a dire che è colpa dell'informazione? D'accordo è merito dell'informazione (o cattiva informazione) se non si sapeva delle amicizie di Cuffaro ma ha vinto sulla signora Borsellino. Nome non proprio sconosciuto. Vi siete dimenticati forse di uno dei magistrati più famosi d'Italia? Eppure di Borsellino si è sentito parlare! Credo, anzi temo, che alcuni di voi l'abbiano scelto consapevolmente.




quello che ho scritto nel mio spazio oggi... 28 settembre propaganda e politici stars.... buongiorno! e' proprio il caso d darlo questo buongiorno ai politici .... un saluto amaro che trascina con se' tutta l'ironia ed il disprezzo x questa classe politica che riempie il piccolo schermo con ancor + ipocrisia, falsita', propaganda elettorale, arroganza...... Sembra quasi sia giunta l'h della caduta d tutti quei muri d gomma impenetrabili ed impermeabili che circondano questo piccolo gruppo di piccole, piccolissime persone che difendono fine alla fine lo status d politico e la loro poltrona! Tutti in tv! dimezziamo le tasse, sicurezza, stipendi e privilegi ai parlamentari, eliminare enti inutili, una sola camera, il federalismo con cui tutti si sciacquano la bocca... Vergogna! ma da dove siete caduti, il pero? la vostra coscenza si e' svegliata oppure avete capito che l'h e' giunta? Di pietro e' ovunque... l'etrema sin e' ovunque, la Brambilla ieri era prima su la 7 e poi Mosca che finalmente ha bacchettato tutti anche se invitando la R. Badescu si e' accorto delle cazzate che diceva zittendola! e la Pollastrini???? Un'attrice nata! Annozero ha fatto ancora centro con la sua trasmissione anche se Maroni fa' poco testo, oramai... cmq il grido d battaglia h e': facciamo le riforme! Troppo tardi! xche' siamo messi troppo male, perche' c daranno il solito contentino, perche' chi mente e ruba nn si redime in pochi giorni...... cosa dicevo anni fa'? Riportiamoci a casa Sonia Gandhi !!!! libero subito Vallanzasca xche' e' l'unico in Italia che ha fatto la galera! Free Tibet!!!!!!!!!!!!! Free Myanmar!!!!!!!!!!!! H
http://headcrashcrash1964.spaces.live.com/


Sapete con quanto ha vinto 5 anni fa Cuffaro le regionali? Nel 2001 vinse col 59,1% nel 2006 con il 53,09% Secondo voi perchè ha perso quasi il 6%? Perchè in Sicilia non ci sono stati progressi, e quando mai ce ne sono, perchè ha fatto un cattivo lavoro? E chi lo dice se i giornali sono dalla sua. Se uno ha meno soldi in tasca e non c'è lavoro attacca il governo a Roma non quello che c'è a Palermo. Il 6% l'ha perso perchè molta gente ha votato la Borsellino. Chiunque altro avrebbe perso con uno scarto umilinate. Ma questo è un mio pensiero, purtroppo lo sapremo solo nel 2011 se ho ragione o no, tanto intenzione di cambiare la situazione dell'informazione in sicilia non c'è. (bisbiglio:"A misterbianco, in provincia di Catania si è scoperto che riesumavano i cadaveri e che li bruciavano con tutte le bare, nei tg locali non se ne parla, l'unico che ha denunciato la cosa è un ragazzo che lavora al quotidiano di sicilia, almeno per ora")
www.ilfrittomisto.it


Botte piena e moglie ubriaca? Difficile, a meno che non si abbia molto vino...e in Italia di vino ne è rimasto ben poco... Le nostre finanze non sono molto floride, il debito pubblico è elevatissimo (uno dei più alti in Europa), ci si devono rimboccare le maniche (ma non possono essere sempre le stesse categorie a farlo! capito Confindustria?!?). Bisogna risolvere i problemi che ci sono, trovando dei punti di convergenza, cercando di raggiungere certi obiettivi. Una importante legge economica dice che nel breve periodo disoccupazione e inflazione sono inversamente proporzionali tra loro, ovvero se la disoccupazione scende, l'inflazione sale (e viceversa). Chi promette lavoro e soldi per tutti, prende solo in giro i cittadini. Si deve trovare quindi un punto di giusto equilibrio. Un esempio? gli interessi dei lavoratori e dei pensionati spesso sono in contrasto, questo perché i soldi per le pensioni sono finiti e ora paghiamo noi che lavoriamo (senza avere quindi la minima speranza di avere una pensione per noi in futuro!). La colpa non è certo dei pensionati, ma di chi ha amministrato male il bene pubblico in passato. Non può esistere che ci siano pensionati d'oro, che prendono mensilmente parecchi soldi e altri che fanno la fame. Se poi si tiene in considerazione che le super-pensioni vengono spesso date a chi ha versato poco e nulla... ciò non può essere accettabile. Una riforma delle pensioni deve quindi tenere ben conto di questo squilibrio (vi invito a leggere libri quali "La Casta" per schiarirvi le idee). Lotta al precariato: i giovani faticano a entrare nel mondo del lavoro; i datori di lavoro spesso ne approfittano, utilizzando leggi quale la "Legge 30 Maroni", che creano precariato ciclico ed eterno.
www.lineagoticafight.blogspot.com


...Non si può però promettere la luna! Basta demagogia per accaparrarsi voti, governare è difficile, dire sempre NO e strizzare l'occhio a certe fasce di cittadini, è molto più semplice. Ho come l'impressione che a certi politici interessi molto di più la propria poltrona che il bene del paese, monetizzano ogni voto che prendono (o che possono prendere), fingendo di lavorare per il bene della collettività, ma tenendo ben più a cuore il proprio e quello del partito... Servono programmi seri e applicabili, non chiediamo la luna (che non possiamo avere), ma vogliamo e pretendiamo un'equità sociale che è ancora molto lontana. Si deve cominciare a pensare come NOI e non solo come IO. Viviamo nello stesso Stato, e dovremmo cercare di remare tutti nello stesso verso, per migliorare il benessere comune in senso lato, senza limitarlo sempre alle stesse categorie.
www.lineagoticafight.blogspot.com


Forse qualcuno dovrebbe scrivere un bel libro sulla casta piu' grande cioè gli italiani. I nostri difetti, le nostre abitudini i nostri provincialismi sono in parte all'origine di questo sistema. La vecchia repubblica è finita, ma i vecchi italiani sono sempre li', siamo sempre li'.




Leggete l'articolo de L'Espresso "Sesto potere". Considerazioni: E' iniziata la fase due: dalla criminalizzazione della persona a quella del mezzo. La linea editoriale è chiara: visto che è inaspettatamente esploso il fenomeno Grillo, eclissando il dibattito sul nascente (ma già vecchio) PD tanto caro all'editore, perché non buttiamo nel mucchio una nuova polemica che sposta l'attenzione dai poco contestabili contenuti al "criminogeno" mezzo che li veicola? Son sicuro che le sponde politiche trasversali non tarderanno ad arrivare. Chissà che Diamanti non la faccia una domandina a tal proposito ai candidati delle primarie... A proposito, io alle scorse primarie ci sono andato, ma a queste onestamente sono fortemente tentato di lasciar perdere. Sconfortato, HFF Leo


Il web fino a poco tempo fa veniva ripreso dai media classici solo per i suoi eventi folkloristici.. ora invece ha fatto sentire la voce degli italiani e gli pseudogiornali non hanno potuto far altro che dare riscontro alla situazione. I navigatori non sono normali lettori di giornali! La caratteristica fondamentale di questo medium è la necessità del feedback.. se gli internauti non ricevono risposte prontamente si incazzano! Sono/siamo soggetti attivi che trasmettono il loro risentimento all'interno della rete sociale coinvolgendo anche chi non frequenta internet. Non si potrà distrarci con qualche caso di cronaca o con la velina di turno.. Vogliamo risposte! Non le vogliamo da Grillo e company (che il loro ruolo l'hanno svolto egregiamente) ma da chi ci governa. Credo proprio che la massa voglia le teste di re e regine, senza distinzioni di partito o di merito. Una ghigliottina digitale è in costruzione.


Caro Corrias, sono perfettamente d'accordo col suo post di oggi, soprattutto x l'esempio delle elezioni siciliane le quali, a voler essere sincero, mi hanno veramente indignato! Come si suo dire a napoli "Salvando la faccia di qualcuno" è proprio vero che in alcuni casi ognuno ha ciò che si merita e che molti politici al potere rappresentano l'ITALIANO MEDIO, ma mi dispiace soprattutto per tutte le persone ONESTE SERIE E GENEROSE che devono subire le angherie di questi prepotenti ed arroganti! La speranza sono i commenti dei siciliani, napoletani e calabresi che si indignano e non dicono che la mafia non esiste.


Complimenti agli autori per questo blog, un bello squarcio di luce sull'informazione. Solo una curiosità: ma con Curzio Maltese avete litigato a causa delle differenti posizioni su Grillo ? Grazie di tutto. Avanti così Piero


Sono un precario che simpatizza per Grillo, compra i libri di Marco Travaglio, e rimpiange i tempi in cui artisti come i fratelli Guzzanti, potevano liberamente fare satira in RAI. La situazione attuale (anche a causa dei miei problemi lavorativi) mi sta logorando sul piano psicologico e fisico. Ma in particolare, una domanda mi mette in agitazione. Quando ci saranno le prossime politiche, a chi dovrò dare il mio voto? Anche "turandomi il naso", chi è il meno peggio? Ma esiste oggi in Italia un meno peggio? In ogni caso cari veri giornalisti in via di estinzione, andate avanti. Molti di noi vi stimano e vi seguono con affetto.


# 21    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 29/9/2007 alle 9:50

i miei complimenti per questo blog. La società civile non è meglio della politica? Può essere, ma chi delle due deve segnare la rotta e chi si adegua?




Mi dispiace che qualche siciliano si indigni per l'articolo e capisco quanti hanno paura o hanno un qualche freno a alzare la voce, ma purtroppo è la verità. Lo dice un sardo al quale da fastidio quando veniamo presi in giro per la storia sarda intrinsa di rapimenti, ma è la verità. Certo il confronto non regge contro la mafia, ma il discorso è identico. Sono ateo e quando parlo male della chiesa, i cattolici si offendono ma sbagliano perché se la devono prendere contro chi la loro fede usa per lucrare. Idem per l'articolo che commento. Dobbiamo tenere duro perché stanno cercando di affossare l'evento del secolo, la rottura dell'informazione guidata. Dobbiamo essere pronti anche a sputare sopra il piatto in cui mangiamo altrimenti non muoveremo un dito contro quello degli altri, non essendo, secondo noi, affar nostro


Io, pur essendo romano, sono solidale con i siciliani; è molto più "assordante" il silenzio del palazzo, l'assenza delle istituzioni che la "sordità" dei siciliani. E' molto più grave sapere che Falcone e Borsellino sono stati abbandonati e ammazzati (dico io) più dalle istituzioni che dalla mafia (ma poi c'è questa differenza?). Si è fatto di tutto per impedire che Caselli diventasse procuratore capo dell'antimafia e hanno "costruito" una legge apposita per tagliarlo fuori. Dopo questo, e altro che non dico, si pretende che gli eroi li facciano solo gli imprenditori che pagano il pizzo, da chi deve chiedere alla mafia per lavorare, mangiare, trovare casa...tutto insomma. Se Cuffaro a vinto in Sicilia, non è per colpa dei siciliani, ma per colpa dello Stato che latita. P.S. Dal cambio di governo non è cambiato nulla in quest'ambito, la mafia continua a fare come gli pare.


Bè secondo me non tutti gli italiani non hanno ben in mente il concetto di stato come quello di famiglia con cui invece spesso si riempiono la bocca e in questo sicuramente lo stato rispecchia i cittadini ! conta quello che sta dentro al proprio orticello, il resto è astratto, impalpabile e per tanto quasi inesistente! ho visto un giono un mio vicino di casa toglire i sassi dal proprio giardino e lanciarli sul marciapiedi al di là della rete: questa immagine penso rispecchi benissimo la concezione che un cittadino italiano ha della cosa pubblica!E' depeprimente! per non parlare di tutte le volte che parcheggia la propria auto nel parcheggio per disabili! ma il suo giardino è impeccabile! Penso inoltre che la scuola in questo dovrebbe avere un ruolo importante, inculcare nella testa dei giovani alunni che la cosa pubblica e di tutti e non di nessuno e che la bellezza ( anche morale) di ciò che ci circonda è un bene al quale non si può rinunciare!


Signor Mario leggi il post di oggi di Beppe... e sarai perdonato (forse)




A dire il vero, Beppe Grillo non ha "rivalutato" Mastella. Ha semplicemente detto: rendiamoci CONTO di CHI sia Mastella, e di come sia impossibile che tutto ciò che ha combinato nella sua carriera politica, e in special modo le recenti "mastellate", sia farina del suo sacco. Secondo Grillo, dietro a Mastella c'è lo "psiconano". Non dico che la cosa sia inverosimile, ricordiamoci che Mastella ha cambiato maggioranza almeno un paio di volte dal '94 in poi.. ma che Mastella, lo Psiconano e tanti altri politici abbiano UNA SOLA cosa in mente è cosa risaputa. Il loro personale tornaconto... che come già abbiamo capito può anche variare a seconda del momento.


# 29    commento di   tgweb - utente certificato  lasciato il 29/9/2007 alle 19:6

Non ho toccato internet per qualche giorno..e cosa mi ritrovo?? :)) bellissimo :) finalmente i ns hanno aperto un blog... certo adesso dopo il successo di Grillo si aprono i blog eh?? e va bè, meglio tardi che mai! come al solito continuerò a leggervi ovunqueeeeeeeee ciaoooooooo
http://tgweb.ilcannocchiale.it/


alla terronia non bisogna dare più soldi, così magari si aggiusta da sola.




# 32    commento di   Domenico Garozzo - utente certificato  lasciato il 29/9/2007 alle 19:36

Vorrei fare i complimenti a Pino che nell'anno 2007 se ne esce con un frase medievale. Hai votato Calderoli? Porti il maiale a passeggio per la città per evitare che faccino una moschea? Ciao Pino e nuovamente i miei complimenti.
www.ilfrittomisto.it




mmento di Domenico Garozzo - utente certificato lasciato il 29/9/2007 alle 19:36 Vorrei fare i complimenti a Pino che nell'anno 2007 se ne esce con un frase medievale. Hai votato Calderoli? Porti il maiale a passeggio per la città per evitare che faccino una moschea? Ciao Pino e nuovamente i miei complimenti. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ non sei d'accordo? perché?


Ho notato che la giustizia è per voi un argomento centrale. Mi sembra che vi occupiate però esclusivamente della giustiza-politica. Trlasciate la giustzia dei singoli. Vorrei sapere cosa pensate di quello che sta succedendo relativamente all'omicidio di Garlasco. Ho letto su www.radiocarcere.com l'opinione di Lattanzi che onestamente condivido. E voi?


Mi unisco ai complimenti rivolti al signor Pino. E' davvero triste constatare che certe cose non cambiano mai. Quand'è che campanilismi ed ostilità a dir poco imbarazzanti verranno messi da parte? Non ho altro da dire. Ci sarebbe soltanto da pensare. Un siciliano,o terrone, se preferite.


Anch io sono siciliana e mi vergogno tanto di avere un presidente della regione con un passato poco chiaro,mentre la sig.Borsellino così in gamba è stata messa da parte dall ignoranza che è il peggiore dei mali.Chiedo a voi giornalisti :Marco,Gomez etc..,di venire in Sicilia e di informare chi non sa,venite a parlare a quelle famiglie oneste che poverine votano chi non conoscono e non sanno quanto male è riposta la loro fiducia.Abbiamo bisogno di voi,non andate solo al centro nord ,loro già sanno,è qui che bisogna svegliare le coscienze.Grazie Amazzone57


# 38    commento di   Domenico Garozzo - utente certificato  lasciato il 29/9/2007 alle 22:54

Caro Pino il mondo ha superato le differenze razziali e tu continui ancora a parlare di terroni. In altre parti del mondo fanno le tue stesse differenze solo che invece di usare il termine "terrone" usano la parola "infedele". Spero che tu capisca ma non ci conto poi tanto Ciao Pino, ti sono amico ugualmente perché alla fine stiamo affondando sulla stessa barca.
www.ilfrittomisto.it


# 39    commento di   Daniele Giancola - utente certificato  lasciato il 29/9/2007 alle 23:45

Caro Pino, hai ragione. I politici parlano di qualunquismo e attaccano Grillo per demonizzare (esorcizzare?) il V-Day. Purtroppo non hanno capito nulla, infatti le persone che sono scese in piazza lo hanno fatto perchè stufe di una politica che non le ascolta più, sia a destra che a sinistra. Loro (i politici) e i telegiornali che continuano in attacchi assurdi, non fanno che aumentare lo stato di insoddisfazione di tutti noi. La prima volta che ho letto il blog di Beppe Grillo, oppure che ho sentito Marco Travaglio, ho capito che loro stavano nell'interesse di noi cittadini essendolo anche loro. I vari Mastella o Berlusconi o D'Alema invece sono convinti di essere al di sopra di tutto e di tutti. Ormai non li ascolto più perchè loro non ascoltano me! Inoltre ho provato una sensazione incredibile perchè, non vedendo più la televisione, quando mi capita di vedere un Tg rimango allibito dalla serie di inesattezze e disinformazione che fanno. Sono molto contento di questo blog perchè sono convinto che i giornalisti liberi esistono ancora in Italia e che sono loro che devono fare informazione pubblica. Quindi grazie a te, Marco Travaglio e Peter Gomez.


ento di Domenico Garozzo - utente certificato lasciato il 29/9/2007 alle 22:54 Caro Pino il mondo ha superato le differenze razziali e tu continui ancora a parlare di terroni. In altre parti del mondo fanno le tue stesse differenze solo che invece di usare il termine "terrone" usano la parola "infedele". Spero che tu capisca ma non ci conto poi tanto Ciao Pino, ti sono amico ugualmente perché alla fine stiamo affondando sulla stessa barca. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ però quando si dice terronia a cosa ci si riferisce? alla razza? caro amico, spero che la tua malafede ricada specialmente sulla tua famiglia.


# 41    commento di   Domenico Garozzo - utente certificato  lasciato il 30/9/2007 alle 0:22

Effettivamente non è un epiteto razzista, la "terronia" è una zona dell'italia ben definita e riconosciuta, come la lucania, la sila, la romagna.... Ciao Pino, ti voglio lo stesso bene, sia io che la mia famiglia.
www.ilfrittomisto.it


commento di Domenico Garozzo - utente certificato lasciato il 30/9/2007 alle 0:22 Effettivamente non è un epiteto razzista, la "terronia" è una zona dell'italia ben definita e riconosciuta, come la lucania, la sila, la romagna.... Ciao Pino, ti voglio lo stesso bene, sia io che la mia famiglia. --------------------------------------------- se non ci arrivi non vedo perché debba sobbarcarmi io le mancanze che l'istruzione scolastica italiana ti ha causato. per fortuna hai internet, usalo. non solo per il porno.


# 43    commento di   Domenico Garozzo - utente certificato  lasciato il 30/9/2007 alle 1:13

Io mi sforzerei di essere un tantino più chiaro, dai si comprensivo, dopo tutto sai com'è la situazione in terronia, si mangiano i soldi e basta. Ciao Pino, te ne sarò grato se mi insegnerai questa cosa.
www.ilfrittomisto.it


Ma chi l'ha scritto il pezzo su Vanity Fair??


# 45    commento di   headcrash - utente certificato  lasciato il 30/9/2007 alle 11:52

Con una finanziaria cosi', il link che v propongo, ma che bella domenica... http://www.radioradicale.it/in-pensione-dopo-un-giorno H


POSSO RICORDARE A CHI ELOGGIA BOSSI CHE NEL 94 DAVA DEL MAFIOSO E CORROTTO AL BELLACHIOMA. QUANDO QUEST'ULTIMO GLI HA DATTO LA MANO PER FAR RIPRENDERE DALLA CRISI LA BANCA DEL CARROCCIO, PROMESSE SULLA DEVOLUTION, PER FORTUNA ANDATA MALE, I DUE MANGIANO NELLO STESSO TAVOLO E NELLA STESSA CAMERA COMPLOTTANO. INOLTRE ESISTONO LE CAMICIE VERDI COME MOVIMENTO D'AZIONE, QUINDI STIAMO ATTENTI AD USARE LE PAROLE GIUSTE, ANCHE PERCHÈ È FACILE GRIDARE ALLE FINTE BR, ORMAI, DAL CASO MORO, AD USO E CONSUMO DELLO STATO, PER METTERE UN PÒ DI TERRORE E SPOSTARE L'ATTENZIONE. W GARIBALDI E NON BOSSI. V-DAY COME VAFFANCULO-DAY


Whoops! Anche Daniele Luttazzi ha preso per buone le affermazioni di Beppe Grillo.. e gli risponde per le rime: http://www.news.danieleluttazzi.it/node/312 Hmmm.


La "LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE" per chiedere il "DIMEZZAMENTO" degli "STIPENDI" dei "PARLAMENTARI" è pronta. A breve la depositeremo in Cassazione. Chiunque fosse interessato, nella propria regione, ad aiutarci per ridurre drasticamente i costi della politica, ad eliminare gli sprechi, ponendo i problemi dei cittadini al centro dell’agenda politica e favorendo un radicale ricambio della classe dirigente, senza chiedere "SOLDI" a nessuno e senza la benedizione dei "PARTITI", venga a visitare il nostro blog: emergenzademocratica.blogspot.com


Ultimamente si parla tanto di "Casta", ovvero di privilegi dei politici che spesso legiferano per se stessi. La Casta è a tutti i livelli, dal più alto in Parlamento, fino a giungere ai nostri Comuni, passando per Regioni, Province, Parchi e Comunità Montane. Tutti questi Amministratori ora si difendono e contrattaccano dicendo: "Noi non siamo una Casta!" ma, dati alla mano, sembrerebbe proprio di si. Ho analizzato il caso della Comunità Montana dell'Appennino Cesenate, che si è scagliata contro il libro di Gian Antonio Stella ("La Casta") e contro il Ministro Santagata che con il proprio Ddl vorrebbe ridurre i costi della politica. E' probabile che questa Comunità Montana vedrà ridotto il proprio organico, con buona pace (ma non se ne danno pace!) di tutti quei politici che ne fanno parte, da tantissimi anni. Guardate questi dati: La Comunità Montana dell'Appennino Cesenate è stata istituita nel 1973, questi sono i record-men di presenze nelle cariche politiche (presi dal loro sito, che titola così: "Albo d'Oro", ed è proprio un albo...) : Lucio Cangini (Sarsina), Presidente dal 1980 al 1990; Alberto Giannini (Sarsina), Assessore dal 1975 al 1980, vice-Presidente dal 1980 al 1993, Assessore dal 1993 al 1995; Lorenzo Spignoli (Bagno di Romagna) vice-Presidente dal 1980 al 1985, già Sindaco di Bagno di Romagna nei primi anni ‘90, prima di diventare Presidente della Comunità Montana dal 1995 fino al 2005, tornando Sindaco di Bagno di Romagna a partire dal 2004; Giona Simoni (Bagno di Romagna) Assessore dal 1980 al 1990, Presidente dal 1990 al 1995, Vice-Presidente dal 1995 ad oggi (ancora in carica); attualmente è pure consigliere comunale nel Comune di Bagno di Romagna. Record-man assoluto, una vita nella Comunità Montana, ininterrottamente dal 1980 ad oggi!!!
www.lineagoticafight.blogspot.com






Scopro colpevolmente ora questo blog e come mi si presenta? Con questo post qui. Caspita, si inizia subito col pepe! :D Purtroppo quello che dice Prodi è assolutamente vero, siamo un popolo che ha dei seri problemi con la moralità. E questo vale per tutti, anche per i grillini. Io ero in prima fila al V-Day e non mi sono piaciuti proprio per nulla i fischi ai carabinieri che controllavano il palco. Lo controllavano anche per la nostra sicurezza. Da lontano anche degli insulti verso persone che facevano il loro lavoro. Io spero che il lavoro fatto da voi giornalisti, serva soprattutto per alzare la percezione della legalità e dell'etica che abbiamo noi singoli cittadini. Perché spesso semplicemente non ci accorgiamo che stiamo facendo qualcosa che se fosse fatto da altri lo considereremmo disdicevole. Buon lavoro.
http://gyles.netsons.org


" I politici sono lo specchio fedele del paese. La casta ci rappresenta..." Purtroppo non possiamo non riconoscere una qualche "esattezza" di questa constatazione. Eppure c'e' in essa qualcosa che non mi convince, che mi urta... che non vorrei accettare? Ma posso sottolineare un fatto che mi ha colpito. Alle tre proposte di iniziativa popolare promosse da Beppe Grillo, tv e giornali hanno dovuto , controvoglia naturalmente, in qualche modo dare "visibilità". Ma delle tre proposte si e' parlato sopratutto delle prime due e cioè della proposta nei cfr. dei parlamentari condannati in via definitiva, e a quella che limita a 2 legislature l'eleggibilità di un candidato al parlamento. E la terza proposta? Tv e giornali di stato l'hanno, comprensibilmente, ignorata... ma mi e' sembrato che lo stesso, ma per diversi motivi, abbiamo fatto noi che ci sentiamo RAPPRESENTATI da B. Grillo. Oppure non l'abbiamo valutata adeguatamente. Infatti la terza proposta e' quella che per rango e' fondamentale in una Democrazia INDIRETTA. E' il fondamento di una democrazia indiretta! L'ultima legge elettorale divenuta famosa come la"porcata" e' semplicemente ANTIDEMOCRATICA. Gli stessi autori definendola "porcata" sono riusciti in qualche modo a distogliere lo sguardo dei cittadini sull'antidemocraticita' della legge, e quelli di sinistra hanno retto il gioco. Basterebbe commissionare un sondaggio e chiedere agli intervistati: perche' l'ultima legge elettorale e' stata definita una "porcata"? Penso che piu' della meta' degli intervistati non saprebbe rispondere. Mi sbaglio?


......(continua) I politici sono lo specchio fedele del paese. La casta ci rappresenta..." Resta il fatto che una legge come quella era possibile solo qua da noi! La Casta ci RAPPRESENTA? Se la RAPPRESENTANZA è alla base della delega dei cittadini in una democrazia indiretta, che siano le segreterie dei partiti ad imporre i "rappresentanti" eleggibili,allora mi sembra che la democrazia stessa e il concetto di rappresentanza che le sta alla base , ne risultino inficiate.Ne risulta una sorta di mostro, una rappresentanza autoreferenziale degli stessi partiti politici che nulla puo' avere più a che fare col bene della collettività, con il bene pubblico.


Mi piace vedere che alla fin fine su una cosa siamo d'accordo tutti. Sarà anche vero che la "casta" rappresenta il lato peggiore dell'Italia e degli Italiani, ma non c'è dubbio, oramai, che a rappresentarne il lato migliore ci siano giornalisti come Travaglio e Gomez.. che, intendiamoci, non sono dei Nembo Kid con superpoteri o chissà che.. sono persone che fanno semplicemente il loro lavoro, niente di più. Di Grillo devo ancora farmi un'opinione, devo essere sincero...


Ciao a tutti, sono una Siciliana. Volevo dare ragione a Domenico sul fatto che l'informazione in Sicilia è molto manomessa da i proprietari delle reti televisive e soprattutto da chi detiene i quotidiani regionali. Io più volte ho provato a denunciare vari fatti ai giornali, ma tutti si sono rifiutati di pubblicarli. Quando ci sono di mezzo nomi di politici tutto tace. Il fatto che sia salito cuffaro al posto della Borsellino non mi ha stupito più di tanto. I siciliani si lasciano facilmente illudere dalle promesse, dalle belle presenze, perchè tanti dicono che se Berlusconi riesce a gestire grandi imprese sarà sicuramente bravo a gestire l'Italia. Se la Borsellino fosse stata a destra sarebbe sicuramente al posto di Cuffaro. Io personalmente preferisco che sia a Sinistra e spero che la grande ignoranza in cui vivono i siviliani, passi velocemente. Credo comunque che i nuovi giovani stanno cambiando la Sicilia. Comunque la Sicilia non è la sola a sbagliare, visto che Berlusconi stra indagato, per me 100 volte peggio di Cuffaro, sia stato il nostro presidente del consiglio, e per pochissimi voti non lo è ridiventao. Per non parlare di chi governa a Milano. Prima di pensare solo agli errori dei Siciliani pensiamo un po' a tutti noi. Consiglio a tutti di leggere L'agenda rossa di Borsellino.


Assolutamente d'accordo con l'articolo. Noi italiani, con qualsiasi sistema elettorale, dal proporzionale al porcellum, passando per il mattarellum, siamo sempre stati capaci di eleggere al parlamento condannati, pregiudicati e indagati a vario titolo (ricordiamoci che abbiamo eletto Andreotti per 40 anni e che dopo tangentopoli ha vinto le elezioni il partito di Berlusconi, Previti e Dell'Utri). Proprio per questo diventa difficile credere che un cambio della classe politica possa rendere migliori gli italiani, solo se noi italiani diventiano cittadini ed elettori migliori possiano avere una classe politica degna di questo nome.


Ma chi? Barbara Spinelli? La moglie di Padoa Schioppa ha detto ancora qualcosa? Io ho smesso di leggerla, consiglio a tutti di fare come me. Ma c'era anche Curzio Maltese? Oh, che sollievo! Uno di meno della banda dei giornalisti che vivono alle spalle di Berlusconi...ouff! Cosa vuol dire vivere alle spalle di Berlusconi? Che se non ci fosse stato Mr. B. loro sarebbero tutti alla fame, perché mai oserebbero VERAMENTE attaccare la sinistra!





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti