Commenti

commenti su voglioscendere

post: Nient'altro che la verità

Non c’è più niente da fare. Ormai Berlusconi ha vinto . Dopo 15 anni di slogan falsi bombardati con gli ordigni radioattivi delle sue televisioni e della sua Rai, è riuscito a contaminare tutto il paese , tutto l’ambiente che lo circonda, compresi i politici del centrosinistra che dovrebbero opporglisi, compresi tanti intellettuali e giornalisti. Per cui, ormai, parlano e pensano (si fa per dire) quasi tutti come lui. Lo dimostrano, se ve ne fosse ancora bisogno, gli alti lai del Club degli Intoccabili  - da Bertinotti a Mastella , da Franceschini a Berlusconi , per non parlare delle mosche cocchiere dalemian-veltroniane Latorre , Caldarola e Polito e dei cerchiobottisti alla Sergio Romano  - contro le intercettazioni , chi le effettua e chi le pubblica. ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Guarda, mi prostro, mi inginocchio, te lo chiedo per favore. Non nutro nessun livore o astio, non ho secondi fini, credimi vorrei semplicemente capire, perché non capisco, e continuo a ribadire che so di essere pesante e, forse, inopportuno. Però, per favore, mi spieghi perché sei andato a quel programma domenica? Grazie Generoso Froio Via Panoramica, 2 88068 Soverato (CZ) gene@italjonio.it 0967-21539


silvio farà la fine di bettino.. monetine e via ad ammameth. e tutti gli altri che gli leccano il culo finora pronti a dissociarsi con sprezzo per poi eleggerlo martire. e questo è male perchè dovrebbero pagare tutti.. ma mi sa che prima di una quarta repubblica non se ne potrà parlare


Ragazzi il problema è: cosa fare? stare a smanettare sul pc non serve a niente Grillo ha mostrato di poter radunare centinaia di miglia di persone ma i media hano rpresentato quella riunione come un insieme di incazzati senza senso e per pura protesta. Grillo è facilemnte "svuotabile" perchè viene presentato sempre come uno che protesta contro tutto e tutti e così il meglio si perde il problema è che fare? Marco aveva detto di tenere sotto controllo i nostri dipendenti: ma quelli se ne fregano del nostro controllo i girotondi sono morti moretti ed altri non esistono più allora che fare?


Marco Travaglio per favore non dirlo mai più,non dire che berlusca ha vinto,mi fai stare male,l ultima volta che ho sentito parole di sconfitta e che ancora mi bruciano dentro è stato quando hanno ucciso Borsellino,tristi parole pronunciate da Caponnetto:è finita,tutto è finito...E adesso tu mi ricordi Lui.Non riesco a scrivere nient altro.Dio se ci sei scendi dalle stelle e aiutaci perchè solo un miracolo ci può salvare dalla catastrofe.


Voglio scrivere per ringraziare Marco Travaglio. Sono Svizzera ed ho sempre fatto fatica a capire fatti ed avvenimenti italiani, finivo sempre per avere l'impressione che non ce la potevo fare, troppo intricato, intrecciato, ingarbugliato. Ci provavo, con i Tg con i giornali, ma puntualmente mi arenavo. Poi ho scoperto Travaglio che spiegava, che metteva in fila le cose, che dipanava la matassa, che metteva a nudo, con una logica ferrea, con un acume sagace ed impietoso. Scrivo solo per ringraziarlo di avermi dato l'opportunità di conoscere, di sapere, di non accontentarmi. E già che ci sono: Buon Natale....


è sempre la stessa, vecchia storia, come fin troppo spesso si ripete: mentre in condizioni normali (vedi con clinton qualche anno fa) tutti guardano la luna se qualcuno la indica, qui siamo condizionati a guardare il dito che vi punta, e se la luna è sporca la colpa è del possessore del dito. La questione chiave è l'informazione: finchè saranno pochi quelli che puntano correttamente il dito, sarà sempre facile per il potere isolarli. Lo stesso vale per la magistratura. Quelloche sta facendo il csm è semplicemente vergognoso


scusate se rompo co sto ritornello CHE FACCIAMO? (vedere mio post precedente dove facevo la stessa somanda) Invece di piangerci addosso facciamo qualcosa? Grillo ha dimostrato di poter coinvolgere centinaia di migliaia di persone ma dobbiamo scendere in piazza


Caro Marco, hai perfettamente ragione. Mi sono accorto che la gente (parenti e amici) non sono preoccupati per niente dalle intercettazioni fatte a Berlusconi. Forse vedono troppa televisone. Io la seguo solo per vedere Anno Zero e poche altre cose....forse per questo riesco a distinguere alcune cose. In effetti dai telegiornali non si evince la gravità della situazione. L'emergenza democratica non è in Iraq, ma in Italia. Berlusoconi attacca il paese dicendo che non è più libero... e nessuno lo manda a fare in culo, ma si adeguano a quello che dice. Cosa sarebbe successo se Moggi avesse avuto il potere di Berlusconi? Sarebbe sicuramente ancora al suo posto!! Ad è questo che sta succedendo con la politica: escono delle intercettazione scandalose e, invece di liberare la RAi dalla politica, fanno una legge contro le intercettazioni. Certe volte mi schifo così tanto dei miei connazionali che "guardo e passo".


Alexander Stille, figlio di Ugo Stille (nom de plume di Misha Kamenetzky) che visse quasi sempre in America, salvo la breve parentesi come direttore del Corriere prima di morire, è un giovane intellettuale molto intelligente, molto dotato e di scrittura colta e accattivante. Scrive per il New Yorker, per la Repubblica, la NY Revew of Books e l’Italia non la conosce se non attraverso i giornali, essendo nato e vivendo a New York. Odia Berlusconi (e fin qui può anche esserci poco di strano) ed ha scritto e scrive su Berlusconi delle pagine pesantissime, concentrando col copia e incolla tutto il peggio di quel che è riuscito a trovare, ma senza alcuna personale esperienza dell’Italia. Sarebbe come se noi scrivessimo fiumi di articoli e libri sull’America senza esserci mai stati, raccontando non ciò che vediamo e viviamo, ma ciò che leggiamo sui giornali che abbiamo scelto di leggere. E proprio secondo questo schema, ecco Stille scrivere una cosa non vera:"Così come nell´attuale caso Rai-Berlusconi-Saccà - nessuno contesta la veridicità delle intercettazioni telefoniche del dirigente Rai Agostino Saccà e quasi nessuno parla del quadro agghiacciante della gestione di potere in Italia - ma vengono respinte perché vengono dalla cosiddetta "armata rossa della magistratura" e perché sono state pubblicate da Repubblica." Non condivido. Quelli sono semai i commenti di Berlusconi, che io non condivido. Ma, al di là dei commenti di Silvio, dove c'è dissenso contro quanto è accaduto in merito alla diffusione del materiale istruttorio (cito ad esempio il criticatissimo Bertinotti)non è perchè le intecettazioni vengono dalla magistratura rossa, ma perchè dare in pasto al pubblico le cose "agghiaccianti" (sempre che lo siano) commesse dai politici, non è mai una buona ragione perchè per farlo si debba commettere un reato o mandare a puttane un'inchiesta delicata, alla fine della quale le cose potrebbero essere conosciute e rese note nella legalità. ....


...E' il "farlo in anticipo" in violazione della legge, a causa di urgenze politiche, che è condannabile. Stille fa il furbo, perchè sa benissimo che anche in America, così come in Inghilterra, è la stessa cosa. In Inghilterra poi nessun giornale osa pubblicare neppure il nome ed il cognome di un arrestato o di un intercettato, di cui può informare solo del sesso e dell'età, prima del formale rinvio a giudizio. Ed infatti quel furbacchione di Stille (che tra l'altro si guarda bene dallo scrivere nella sua lunga prefazione che in America le case di detenzione per reati amministrativi sono ben diverse e separate dagli istituti di pena per i crimini contro la persona, mentre qui da noi "la piazza" oggi pare proprio smaniosa di vedere messi nella stessa cella un politico che propone una raccomandazione ed un rapinatore professionista) quando cita due esempi, quello di Clinton con la Lewinski e quello di Giuliani, cita proprio due esempi di scoop provenienti da una pura inchiesta giornalistica, cioè dalle indagini originali e genuine SUI FATTI e sui testimoni effettuate dai giornalisti stessi, e non dalla fotocopiatura abusiva ed ILLEGALE di atti d'indagine giudiziaria. E quindi sono due casi che con il nostro non c'entrano un fico secco, anzi, sono semai dimostrativi del contrario, e cioè che quello al solito è tutto un'altro mondo. Quindi io leggo quest'articolo di Stille e trovo che sia una boccata d'aria ma solo se lo leggo distrattamente. Se invece lo esamino con un minimo d'attenzione, non posso che ritenere di trovarmi di fronte all'ennesimo giornalista di Repubblica che cerca di farmi fesso.


# 24    commento di   *Faith* - utente certificato  lasciato il 23/12/2007 alle 22:48

Gene sarebbe meglio che evitassi di lasciare tutti i tuoi dati così pubblicamente su un blog. Per la tua sicurezza. Internet non è fatto solo da brave persone, anzi. Non si sa mai chi ti potrebbe rispondere spacciandosi per Marco, e questa è una tra le migliori ipotesi. Un conto è l'email, un conto tutto il resto. @ Zoltec Condivido molto di quello che dice Stille, ma se è vero che non è mai stato in Italia non è molto simpatico che lo scriva. E non voglio passare per quella che guarda il dito e non la luna, ma è ovvio che se non ci vivi in un Paese non puoi conoscerlo così bene da scriverci degli articoli. Banalmente è come una persona che non è mai stata in Inghilterra e imbastisce un discorso sul fatto che lì piove sempre. Se devo dire un difetto di Travaglio (tanto per cominciare a rispondere alla signora che si è sput*****a su A dichiarandogli praticamente il suo amore eterno e chiededo che le si dica se ha dei difetti), secondo me, è che troppo spesso cita l'America quale esempio di Paese molto migliore del nostro. Sarà vero in alcuni casi, ma l'America ha difetti fin troppo evidenti che è sempre utile tenere a mente. E io in America ci sono stata. Il suo difetto più grave è il suo Presidente; poi la sanità a pagamento; la pena di morte; il fatto che se sei nero è molto più probabile che tu finisca ammazzato dallo stato che non se sei bianco. Potrei andare avanti ancora per molto, ma mi fermo, va.


# 25    commento di   Maria Francesca - utente certificato  lasciato il 23/12/2007 alle 23:11

Mi spiace dissentire con Marco Travaglio, ma mi rifiuto di pensare che lo psiconano abbia vinto. Caso mai sono quelli del centro-sinistra, che si sono bevuti il cervello e una parte del giornalismo italiano, che a mio parere, ha perso il lume della ragione. Da quando sono al mondo ho sempre saputo, che in un paese democratico esiste la libertà di stampa e credo, che in Italia (negli ultimi anni), il giornalismo sia vittima di una fobia. E come se una parte dei giornalisti, avesse il timore di riportare i "fatti" così come si presentano. Perchè i fatti devono essere manipolati, perchè si deve a tutti i costi difendere l'indifendibile? Perchè solo un "manipolo di eroi", racconta come vanno le cose realmente? Evviva Dio è possibile che i giornalisti, che si rifiutano di commentare le nefandezze di questo paese, siano al soldo di qualcuno o abbiamo il prosciutto sugli occhi? Maria Francesca


Cara Faith, sai com'è. Sui difetti americani hai ragione. Ce ne sono, e gravi, come la pena di morte, giustappunto. Purtroppo è tanto giusto rammentarli quanto talvolta fa figo rammentare in che cosa gli americani ci sono superiori, vizietto in cui cade anche Marco Travaglio e tanti opinionisti italiani di sinistra. E' ovvio: se dalla stampa americana arriva una critica alla nostra sinistra, è un banale fatto poltico. Ma se arriva alla destra, fa sempre notizia. In questo caso qualcuno ci vorrebbe far credere che in America la stampa e la giustizia non esitano a colpire i potenti, mentre in Italia invece no. Mi sembra comunque un po' banale e banalizzante come ragionamento. L'Italia con Mani pulite e Tangentopoli ha effettuato uno dei più grandi "repulisti" della storia, ad opera di magistratura e stampa in perfetta simbiosi: sono stati spazzati via i partiti di governo tangentari. In America una vicenda del genere non credo se la possano neppure sognare. Le condizioni operative, di potere, di libertà di informazione, di manovra da parte dei magistrati, oggi sono perfettamente identiche a quel periodo. Nulla è cambiato, salvo l'indulto che rende un po' più farraginosa la custodia cautelare, ma comunque attuabile anche per reati dubbi, neppure indiziari e comunque non gravi, se c'è la volontà (vedi Scaramella) Neppure i trasferimenti strategici di alcuni magistrati sono una cosa nuova. C'erano già allora. Cos'è cambiato dunque? Che anche qualche comunista come Bertinotti, rivestendo un ruolo istituzionale, fa notare che così la costituzione non è rispettata, non essendo rispettate le prerogative del parlamento? E basterebbe questa osservazione assolutamente ovvia per dire che Berlusconi ha vinto,che il paese è perduto? Mizzica, se per Travaglio questo è qualcosa di allarmante, chissà allora quanto sarà stato allarmante l'omicidio di Matteotti per gli antifascisti dell'epoca. Il punto centrale co


Il punto centrale comunque, resta questo: Stille in quell'articolo quando cita due esempi a supporto del suo ragionamento, cita due esempi non pertinenti. Si tratta di clamorose inchieste giornalistiche, per compiere e concludere le quali non c'è stato alcun bisogno di sputtanare alcun tribunale americano violando atti coperti da segreto in esso custoditi. In conclusione l'articolo di Stille è capzioso e poco centrato sul problema, quanto meno.




Finalmente! E' arrivata la risposta alla domanda che mi stavo facendo da quando è cominciato lo "straccio delle vesti" per l'uscita di queste intercettazioni: la pubblicazione di queste intercettazioni è legale o è frutto di una fuga di notizie? Travaglio dice: "Verderami parla di “intercettazioni à la carte”, mentre basta chiedere lumi ai colleghi della giudiziaria per sapere che sono regolarmente depositate nell’avviso chiusura indagini ecapitato agl’indagati Berlusconi e Saccà [...] quasi che i giornalisti – Corriere compreso – che raccontano intercettazioni pubbliche, penalmente rilevanti e di altissimo interesse politico fossero dei delinquenti". Quindi, se ho capito bene (da totale ignorante in materia), il discorso è questo: il segreto istruttorio è stato abolito nel 1989; esiste un "segerto investigativo" che però "decade" (non so se il termine è appropriato, ma non me ne viene uno migliore) nel momento in cui agli indagati viene recapitato l' avviso chiusura indagini: da quel momento in poi le intercettazione sono pubbliche e pubblicabili. Fine della storia! Tra l'altro non è che stessero parlando dei fatti loro, ma di RAI, di Senatori, di far cadere il governo italiano eletto democraticamente dal popolo, quindi...diritto alla privacy... de che???






Cara Nadia, sono spiacente ma la risposta che ti è arrivata risponde in modo errato alla domanda che ti stavi facendo da quando è cominciato lo "straccio delle vesti". La pubblicazione di quelle intercettazioni è illegale, perchè la chiusura dell'inchiesta non c'entra nulla. Tant'è vero che mi pare ci sia un fascicolo giudiziario aperto per la fuga di notizie. Solo l'avviso di garanzia scioglie il segreto d'ufficio, Sent. 35647/2004, dovresti trovarla sul web.


Quindi mi stai dicendo che Travaglio afferma il falso quando parla di "intercettazioni pubbliche, penalmente rilevanti e di altissimo interesse"... scusami, ma mi sembra strano... o forse sono io che non riesco a capire...






# 36    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 24/12/2007 alle 8:55

Cordero ha parlato con molta tranquillità e franchezza. Un altro uomo di cui andare fieri. Mi viene da riproporre ancora una volta la domanda che da un anno a questa parte mi attanaglia: ma quanto tempo deve ancora passare prima che qualcosa succeda? E quando qualcosa succederà, è così inverosimile che tutta la pressione accumulata dal paese non esploda nella violenza? Poveri noi. Questo Natale regaliamo libri libri libri... la gente deve sapere...
http://loudersixpounder.blogspot.com/


come può la stampa difendersi da chi la imbavaglia se spesso collabora con gli imbavagliatori??? 25 aprile V-DAY ... dovrebbero partecipare anche i giornalisti onesti


# 38    commento di   brunac - utente certificato  lasciato il 24/12/2007 alle 10:25

Carissimi, giro a Voi il commento postato sul blog di Grillo. Cordiali saluti. -------------------- Caro Beppe,direi che è necessario e urgente che tu lanci, da subito, una raccolta firme per bloccare il ddl Mastella (447) fermo al Senato, dopo essere stato approvato con maggioranza bulgaro-trasversale alla Camera. Facciamo appello almeno a quei pochi senatori che hanno un briciolo di coscienza, perchè non lo votino. C'è poco tempo, a gennaio questi impuniti tenteranno il colpo di mano per poi sciogliersi e andare ad elezioni: dopo aver imbavagliato l'Italia intera e aver approvato qualche altra piccola "amenità", e allora sì Vaffa, ma a tutti noi!!! Grazie.


# 39    commento di   brunac - utente certificato  lasciato il 24/12/2007 alle 10:25

Carissimi, giro a Voi il commento postato sul blog di Grillo. Cordiali saluti. -------------------- Caro Beppe,direi che è necessario e urgente che tu lanci, da subito, una raccolta firme per bloccare il ddl Mastella (447) fermo al Senato, dopo essere stato approvato con maggioranza bulgaro-trasversale alla Camera. Facciamo appello almeno a quei pochi senatori che hanno un briciolo di coscienza, perchè non lo votino. C'è poco tempo, a gennaio questi impuniti tenteranno il colpo di mano per poi sciogliersi e andare ad elezioni: dopo aver imbavagliato l'Italia intera e aver approvato qualche altra piccola "amenità", e allora sì Vaffa, ma a tutti noi!!! Grazie.


No, Berlusconi non vincerà fintanto che esisteranno voci che grideranno la verità e anime indomite che si ribelleranno alla corruzione dello spirito e del corpo e che esprimeranno continua indignazione verso questi pseudo uomini...mai perdere la speranza in un "raddrizzamento della schiena" generale.






Che ormai siano tutti insieme per fare causa comune è evidente ed è gravissimo. La cosa più grve però è che chi può fare qualcosa per far sapere quello che in realtà succede si stia appiattendo sul volere di chi sta "in alto"..ma finchè c'è qualcuno che si ostina a dire la verità e qualcuno che ha voglia di ascotare e pensare, allora si possono ancora cambiare le cose...non hanno ancora vinto!!!


Nessuno -Travaglio compreso- si è scandalizzato per il denaro pubblico elargito in finanziaria per "tranquillizzare" in senatori "in bilico" o per i 3 milioni di euro sempre di denaro pubblico elargiti alla fondazione ebri della rita levi montalcini, giusto per ricambiare la sua assidua presenza alle votazioni?


Oggi su "la Stampa" c'è un'intervista a Woody Allen. Il regista si proclama "onesto per paura" e "bisognoso di un deterrente". Aggiunge: "come i più". Ecco, in Italia "i più" non trovano deterrenti, e delinquono. Ognuno secondo le proprie capacità. Chiaro che Berlusconi (e i berluschini) abbiano la meglio: sono un modello per tutti. Per la Casta (ossia la Cosca), poi, non ci sono deterrenti: ci sono solo incentivi. I reati fanno curriculum, a destra come a sinistra. Chi legge MANI SPORCHE (e regalatelo anche per Natale!) capisce un mucchio di cose. Niente di quel che è accaduto è casuale, o frutto di un impazzimento di poche persone. C'è del metodo. Detto questo (e associandomi alla lettera a Babbo Natale di Artemisia), faccio i miei migliori auguri agli autori di questo blog e a tutti i lettori!




NN è ancora finita, Berlusconi ha vinto molte battaglie, ma nn la guerra (per lo meno nn ancora). E' facile far finta di nn vedere o abbassare la testa dinanzi a certi "poteri", è facile pensare di nn poter cambiare le cose...il difficile è reagire. Siamo in tanti ma nn organizzati e nn uniti, è questo il vero problema. Si parla tanto, ma nn si fa nulla (o quasi). Vorrei tanto ke le persone avessero + senso civico + solidarietà... insomma vorrei ke nn pensassero solo a "fregare" il prossimo. Auguri a tutti


# 48    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 24/12/2007 alle 12:56

Vito, occorre distinguere gli accordi politici fatti alla luce del sole che avvengono in tutte le democrazie da accordi sottobanco in cui si cerca di far cadere un governo comprando un senatore per mettere in qualche fiction un'attrice amica del senatore che bisogna comprare. E' immorale ed è pure un reato.


# 49    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 24/12/2007 alle 13:1

e aggiungo: quante cose hanno avuto in cambio gli alleati di berlusconi nella scorsa legislatura per far approvare le leggi ad personam? PS zoltec, l'art. 329 cpp recita: 1. Gli atti di indagine compiuti dal pubblico ministero e dalla polizia giudiziaria sono coperti dal segreto fino a quando l'imputato non ne possa avere conoscenza e, comunque, non oltre la chiusura delle indagini preliminari.








# 53    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 24/12/2007 alle 13:57

sempre per zoltec: vai al link e leggilo l'articolo di stille, parla di usa e non di italia (a parte il riferimento al fatto che da noi non si va in galera, cosa che per essere detta non necessita la residenza in italia)
http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search¤tArticle=GLV21




# 55    commento di   sempredivedetta - utente certificato  lasciato il 24/12/2007 alle 16:46

Forse Saccà rischia il licenziamento....rischia? rischia? doveva essere già a casa!!!!!


Un triste esempio della vittoria di Berlusconi ce lo da anche Pino Corrias. Si scopre che nei vari rapporti Rai-Mediaset che i Caimani hanno fatto di tutto per ostacolare la messa in onda sulla rai della stupenda fiction "La meglio gioventù" prodotta proprio da Corrias, regia Marco Tullio Giordana. Corrias cosa fa? Fa distribuire il suo ultimo libro dalla caimanesca Mondadori. Buon Natale Silvio, you win !!




Buon Natale a Marco Travaglio Buon Natale a Peter Gomez Buon Natale a Pino Corrias Buon Natale a Gianni Barbacetto Buon Natale a Oliviero Beha Buon Natale a Lirio abbate Buon Natale a Roberto Saviano Buon Natale a Paolo Flores d'Arcais Buon Natale a Michele Santoro Buon Natale a Milena Gabanelli Buon Natale a Sandro Ruotolo Buon Natale a Sabina Guzzanti Buon Natale a Corrado Guzzanti Buon Natale a Beppe Grillo Buon Natale a Clementina Forleo Buon Natale a Luigi De Magistris Buon Natale a Sonia Alfano Buon Natale a Salvatore Borsellino Buon Natale a Rita Borsellino Buon Natale a Rosanna Scopelliti Buon Natale a Aldo Pecora Buon Natale a tutti i giornalisti con la schiena dritta Buon Natale a tutti quelli che non si arrendono Buon Natale a chi ama questo Paese Buon Natale a tutte le persone oneste Buon Natale a tutti noi no, caro Travaglio, finchè ci sarete voi e ci saremo noi, loro non vinceranno!






Caro Marco, non credo che in Italia ci sia un politico con le palle che si lascerebbe intervistare da un giornalista preparato e indipendente come te! Dovresti provare a farti dare uno spazio dedicato su l'Unità, sarebbe proprio divertente vedere chi può avere realmente il coraggio di mettersi in discussione, senza sconti...! ***Buon Natale a tutti***


# 62    commento di   *Faith* - utente certificato  lasciato il 25/12/2007 alle 2:38

Buon Natale a Marco, Peter, Pino e alle loro famiglie! Buon Natale anche a tutti i frequentatori di questo blog, siano essi fake o reali (mi sento buona stasera XD)! @ Nadia Mi fa piacere che tu abbia ricordato Corrado Guzzanti, molti lo dimenticano in favore dell'ormai più nota sorella maggiore e non se lo merita assolutamente. Rimane il mio preferito dei tre, nonostante l'ammirevole lavoro della sorella Sabrina. Auguriamo buon natale anche alla sorella minore Caterina, allora :) E avranno anche una madre, questi? ;) No, al padre gli auguri non li faccio, mi spiace. Non sono COSI' buona! :P


# 63    commento di   *Faith* - utente certificato  lasciato il 25/12/2007 alle 2:39

Sabina, non Sabrina, chiedo venia!


Sottoscrivo la "lista di auguri" di Nadia. Non ne compilo una opposta (quellia cui non fare auguri, o a cui augurare cose non belle), ma intanto mi porto avanti: Giorgio Napolitano ha avviato la procedura per la grazia a Bruno Contrada, condannato per concorso in associazione mafiosa, per le sue cattive condizioni di salute. Ora, pare che per reati di mafia non sia possibile né la sospensione della pena né le misure alternative tra cui la detenzione domiciliare, salvo non collaborino con la giustizia. Ecco, la domanda è: che bisogno c'è della grazia? Basterebbe che Contrada collaborasse con la giustizia. Avrebbe parecchie cose da raccontarci. Ma evidentemente qualcuno ha interesse che non lo faccia. Un pensiero sentito a Giorgio Napolitano! Stupefacente Napolitano, che chiede lui che si avvi la domanda di grazia. Nemmeno l'avvocato di Contrada era stato tanto spudorato, evidentemente.


Voglio augurare un Sereno Natale a te Marco e a tutti i frequentatori del blog è veramente bello sapere che c'è gente che crede ancora nella verità e nella giustizia!


Buon Natale a Peter Pino Marco Buon Natale a tuti voi Buoin natale nonostante che mastella e Napolitano stiano èper seppellire l'unica sentenza che riconosce con una condanna e non una prescrizione , dicevo riconosce ufficialente un legame tra un alto esponente delle istituzioni e la Mafia. Brutto segno Contrada non ha detto quello che sa su via d'amelio, nè lo farà. Un augurio anche a salvatore Borsellino ed alla sua famiglia. Un augurio sincero Salvo. Ma adesso come dico all'inizio COSA FACCIAMO?






http://www.disinformazione.it/Beppe_grillo.htm OLTRE LA VERITA' UFFICIALE


...ma Polito (credo sia il cognome) che nome ha? (il solito) credo che parecchie persone abbiano questo nome, ma ad alcune suona meglio che ad altri, i solini noti, i soliti intoccabili, i soliti corrotti, i soliti fregoni, i soliti menefreghesti, i soliti faccendieri, i soliti a parlare di bavaglio all'informazione come nei paesi dove vige una dittatura, per difendere la "parola" democrazia, i soliti che rubano, che fanno della cosa pubblica una cosa piu' che privata, salvo poi non gradire di essere scoperti a praticare questa attivita', normale x loro che ormai fanno "tutti" solo quello. A tutti questi "soliti", auguro un natale da cani ed un capodanno da cani abbandonati, lo stesso che loro stanno facendo passare alla maggior parte degli Italiani, facendogli sentire addosso quel senso di inquietudine, e di abbandono da parte di quello stato che invece dovrebbe proteggerli e promuoverne lo sviluppo. .... a tutti Gli altri "non soliti" alla gente cosiddetta comune, alle persone oneste ed a tutti quelli che si battono per l'onesta e la giustizia, un sincero ed affettuoso BUON NATALE
http://www.valerioedintorni.it


ragazzi vogliamo farla una manifestazione a Roma se discutono il decreto sulle intercettazioni?


Purtroppo in Italia ho un lavoro, ho una famiglia e tanti affetti che non mi sento di lasciare, altrimenti me ne sarei andato in un altro paese dove esiste un minimo di legalità, un minimo di giustizia sociale, dove i politici sono al servizio dei loro elettori e sopratutto che fanno il loro dovere nel rispetto della costituzione e della dignità umana. Mi sento stanco e vuoto, non si riesce a fare nulla per mandare a casa certa gente, anche i cittadini vuoi di FI vuoi del PD, riescono a non vedere ciò che è palese, negano l'evidenza o quantomeno la giustificano. Di fronte a questo spettacolo mi viene da dire che noi italiani ci meritiamo questa classe politica, tanto anche se gli fai vedere il nano a braccetto con Riina o baffetto a teatro con Sandokan, troveranno sempre sempre una giustificazione nella persecuzione delle toghe rosse o nella demagogia di certi giornalisti che raccontano sempre le stesse storie. Mi dispiace dirlo ma mi vergogno di essere italiano!






INTERCETTAZIONI - Leggo spesso questo blog. Ho seguito quando ho potuto gli interventi di Travaglio nella mia città (Roma). Ho visto e registrato le puntate di Annozero e di altri programmi in tal proposito. Frequento la facoltà di scienze della comunicazione presso l'università Roma 3. Sto per laurearmi e come argomento per la tesi ho scelto appunto le intercettazioni (soprattutto la parte etica riguardante il "dilemma" della pubblicazione - ma come si può non pubblicarle? -). Premetto che il mio relatore è una professoressa di giornalismo di nazionalità francese corrispondente dall'italia per "le Monde" entusiasta dell'argomento (un italiano si sarebbe arrischiato?). Mi sono documentata (ho una invidiabile collezione di articoli, documenti, video e ogni altro genere di materiale). Solo una cosa mi manca, una chiosa autorevole. Sarebbe bello poter intervistare di persona Travaglio (so che è impossibile almeno per quelli che sono i miei mezzi). Tentar non nuoce. Travaglio , sarebbe possibile avere un suo commento autografo (anche solo 10 righe) da utilizzare per chiudere la mia tesi? Se lo riterrà opportuno le invierò tutto il materiale che verrà richiesto (tesi integrale) prima di presentarlo alla commissione. Ringrazio anticipatamente


# 76    commento di   QuasiSerena - utente certificato  lasciato il 26/12/2007 alle 10:13

Buongiorno e Buon Natale, anche se in ritardo. Sono piuttosto scossa, perché mia cugina si é fidanzata con un giovane sostenitore di Dell'Utri. Fortunatamente leggo questo blog e quel che scrivono i suoi autori. L'ho quasi ucciso. So che a Natale bisogna essere buoni, ma é troppo per me: Berlusconi rischia di vincere anche nella mia famiglia e questo non posso permetterlo. E voleva spiegarmi il significato di libertà e democrazia... ma santa Claus, ma vi rendete conto? Adesso sto ripassando i post precedenti per appuntarmi alcune cosette scritte nei mesi passati, per poter essere più precisa nei miei discorsi.


ED INTANTO CONTRADA (U' DUTTURI)SE LA SVIGNA ALLA FACCIA DI QUELLO CHE FU IL POOL ANTIMAFIA ANNI OTTANTA!!!


@ max è appunto per questo che bisogna fare qualcosanon basta stare qui al pc la liberazioneè un segnale (l'ennesimo, quindi è più di un segnale, è il mantenimento di una promessa)


# 79    commento di   ugasoft - utente certificato  lasciato il 26/12/2007 alle 10:42

Marco, sarebbe fantastico se tu accettassi la richiesta di Silvia! e sarebbe altrettanto fantastico se poi tu, Silvia, pubblicassi la tesi in PDF così da poterla condividere con noi lettori del blog :)


Voglio fare un appello a tutti i cittadini onesti.La Signora anziana di bologna che ha avuto il coraggio di rimproverare il presidente sia di buon esempio per tutti noi.Se incontriamo anche noi un noto personaggio politico,potrebbe capitare,invece di chiedergli l'autografo,facciamo come ha fatto lei,sarebbe il primo passo verso la normalità.


26 Dicembre 2007 Grazia per Vallanzasca Mastella non si ferma neppure a Natale. Ha chiesto la grazia per Bruno Contrada, l’ex dirigente del SISDE condannato a dieci anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Il presidente Napolitano ha trasmesso la richiesta ricevuta dall’avvocato di Contrada. Mastella ha detto che: “La grazia a Contrada è un atto dovuto”. Non ha specificato a chi. A eventuali politici coinvolti nelle stragi mafiose? Alla criminalità organizzata? Gli italiani non hanno chiesto nulla al ministro di Grazia e Indulto (di Giustizia non se ne parla mai). Contrada agiva nelle istituzioni, ma per conto di chi? Se non vuole rispondere a questa domanda deve rimanere in carcere. O forse è perché non risponde che lo si vuole graziare? Dal libro di Francesco La Licata: “Storia di Giovanni Falcone” dopo il fallito attentato a Falcone nella sua casa all’Addaura: “Capisci cosa è successo? Si è verificata la saldatura. C’è stata la coincidenza di interessi…” Ma tra chi? “Te lo dirò un’altra volta”. Non me lo disse mai più, tuttavia era chiara la sua allusione tra mafia e altri poteri, fossero apparati dello Stato o poteri autonomi che nel tempo si sono serviti e di quegli apparati e della stessa mafia.” Propongo uno scambio al ceppalonico: Vallanzasca al posto di Contrada. Vallanzasca almeno non era pagato da noi per delinquere nei servizi segreti pagati da noi. RESET a TUTTI i membri della CASTA(TUTTI)!


# 82    commento di   Angel_Aol_Master - utente certificato  lasciato il 26/12/2007 alle 14:30

MASTELLA E' L'ULCERA DEL PAESE! come fare maledizione?




paolaics guarad che in italia finiscono in galera solo i poveracci che non hanno buoni avvocati o i criminali come queli di erba per cui non c'è politico che si da da fare (perché non conviene mediaticamente) i potenti o chi è protetto dal potere politico, mediatico o economico in galera non vanno per cui bisogna costruire più galere e far rispettare le leggi non abolire le galere


Kassim libero ! Nel maggio del 2002, il cittadino italiano Abou Elkassim Britel, ammanettato, incappucciato, denudato, vestito di un pannolino, incatenato fu trasferito dalla CIA dal Pakistan in Marocco dove fu torturato da agenti dell'intelligence marocchina e dove ora è in carcere. Nel maggio 2003, liberato senza accuse, dopo una lunga e dura detenzione in segreto, al momento di rientrare in Italia, fu di nuovo rapito e fatto sparire, complici i servizi italiani. Subì altri 4 mesi di detenzione segreta e nuove torture, poi fu processato senza alcuna garanzia. Prima condannato a quindici anni di carcere, la sua pena venne ridotta a 9 anni. Oggi è rinchiuso nel carcere di Äin Bourja a Casablanca, dal quale dovrebbe uscire nel 2012. Kassim è innocente delle accuse di terrorismo come risulta dall'archiviazione dell'indagine italiana. Il Parlamento europeo ha sollecitato il governo italiano a prendere misure concrete per ottenerne l'immediato rilascio. Lo stato italiano tace e l'ingiustizia nei confronti di Abou Elkassim Britel continua. Un movimento in favore della scarcerazione di Elkassim – per la quale si chiede al governo italiano di impegnarsi in modo chiaro e forte – si sta sviluppando in Italia e nel mondo. Raggiungeteci ! Per sapere cosa potete fare, contattateci a questo indirizzo : info@giustiziaperkassim.net Per saperne di più : http://www.giustiziaperkassim.net//


I repubblichini già hanno obbedito ai padroni: bisogna perorare la concessione della grazia a bruno contrada, il poliziotto che ha tradito lo stato e aiutato cosa nostra.Ehh poverino, ha detto bolzoni("audio" scritto a caratteri maiuscoli nell'articolo di repubblica.it) che siccome è stato arrestato la vigilia di natale del '93, ha già pagato abbastanza. Sono sicura che si avvererà il timore della dott.ssa Rita Borsellino ("audio" scritto a caratteri piccoli nell'articolo di repubblica.it) e che in futuro si concederanno grazie ai capimafia.. quel galantuomo di totò riina e quel servitore dello stato di provenzano li vogliamo lasciare in galera? E perchè mai?Il ministro di ingiustizia mastella sono sicura che ha già le richieste pronte, ci manca solo la firma.


UGASOFT sarebbe un piacere poter condividere la mia tesi. Lo farò certamente qualunque sia la risposta al mio appello :-). Grazie


come ci ricordava l'ass, politransfusi la faccenda ha fatto piu' morti della strage di Bologna,poi i giudici alla fine hanno dichiarato sconsolati: ["Lo scenario entro il quale hanno operato gli imputati non sempre e' parso limpido , altre volte opaco,altre volte ancora decisamente inquietante,le cui ombre non diradate non possono rimanere rimenere velate da questo verdetto assolutorio [...].Pesanti ombre permangono sull'operato degli imputati[...].E parliamo non certo di irragolarita' formali ,ma di vere e proprie violazioni della legge e dei regolamenti ,disciplinanti le modalita' con le quali deve essere conservato il sangue umano e i suoi derivati,a fini igienici e sanitari" solito incastro di societa' off shore qua c'e' l'articolo e la video-inchiesta della BBC (intercettazioni anche qua,da diffondere): http://news.bbc.co.uk/1/hi/programmes/panorama/6032047.stm




# 90    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 27/12/2007 alle 9:42

Silvia che bella tesi! Se Marco ti scrive devi pubblicarla davvero anche per noi eh (ma anche se marco non ti scrive magari!)!!! Io sono molto curiosa, non che non credo a quello che grandi professionisti (come Travaglio) dicono in giro, ma avere pareri da terzi, per di più esterni a tutto l'ambaradan, è sempre cosa buona e giusta... In bocca al lupo per il tuo lavoro Silvia! e scusa se approfittiamo del tuo lavoro adesso che sei ancora in Italia... sia mai che poi ti venga voglia di far "fugare" anche il tuo cervello all'estero, come la maggior parte dei cervelli d'altronde..., deve essere quello che vogliono i nostri politicanti, visto che il restante 50% di cervelli restato in Italia viene fatto tacere invece che sfruttato!!! Io penso che, come buon inizio, bisognerebbe seguire il consiglio che Loris Mazzetti ha rilasciato a Piero Ricca in un intervista sulla rai, quando Piero gli ha chiesto cosa farebbe per risanare la rai: "non possiamo prescindere dagli uomini, e quando io penso che abbiamo personaggi come Enzo Biagi, Sergio Zavoli, Arbore, Bernardo Bertolucci, Umberto Eco, che sono un patrimonio della cultura del nostro paese, tu devi aver la forza di prendere questi signori e di metterli intorno ad un tavolo e dire 'e adesso lavorate, non solo per vendere i vostri libri, programmi, film ecc, ma per cambiare la televisione italiana'". E cambiare la televisione italiana vorrebbe già dire cambiare una bella fetta di paese. Saluti.


# 91    commento di   chiarelettere - utente certificato  lasciato il 27/12/2007 alle 9:50

Per Silvia. Abbiamo bisogno di un tuo contatto e-mail per procedere. Grazie e a presto. La redazione




Buon Natale, in ritardo, a tutti...giusto per ricordarmi anche a Natale che l'Italia è un paese popolato da una certa dose di idioti, ho passato la vigilia a litigare con mio cognato e mio suocero perchè ho osato dire una falsità: che Berlusconi è stato ripetutamente indagato e processato per reati di corruzione e che "prescritto" non significa "innocente"...visto che ormai Babbo Natale è già passato chiedo in anticipo alla Befana di distribuire un pò di cervello in giro, se ne sente il bisogno, grazie.


Nella bella intervista con Augias, Peter Gomez citava il tristissimo episodio del preside di scuola picchiato dai genitori degli studenti sospesi: lo definiva, in tono sconsolato, "il nuovo che avanza". Ecco: c'è una diffusa cultura dell'illegalità, l'idea che delinquere, purché si resti impuniti, sia un punto d'onore. Come si suol dire, il pesce puzza dalla testa: se chi sta al Governo è disonesto, che incentivo avranno gli altri a comportarsi a dovere? Il rispetto delle autorità è nullo, se le medesime autorità si comportano da mariuoli. Il 2007 è ormai agli sgoccioli: io spero che l'anno che sta per cominciare dia una svolta, ma una vera. Per quanto mi riguarda, se davvero il 25 aprile sarà il V-Day dell'informazione, mi fionderò a sottoscrivere qualsiasi iniziativa. @Nadia: sottoscrivo in pieno tutti gli auguri che fai (in ritardo, ma le feste sono appena cominciate), e aggiungo: she il 2008 ci svegli tutti noi, che crediamo ancora alla legalità e alla giustizia. E' vero che il modello berlusconiano impera, ma cerchiamo di corroderne le fondamenta, o siamo tutti finiti! Buon 2008 a tutti!


Mi pare che non riusciate a vedere che sono circa dieci anni che combattete una battaglia contro Berlusconi e che l'avete persa. Forse la battaglia andrebbe combattuta in latro modo non utilizzando "illegittimamente" intercettazioni (parola non mie ma del prof. Grevi). Forse ci si dovrebbe occupare dei problemi del paese per dimostrarsi diversi da Berlusconi. La giustizia utilizzata per aministrare il paese, oramai i giudici cointrollano economia e politica, ha determinato la fine della giustizia. Oggi ci si dovrebbe preoccupare della giustzia dei cittadini scomparsa, dei truffati, di coloro che sono stati mutilati da medici incompetenti, di tanet vittime di reati non famosi. Ho letto una bella lettera inviata a www.radiocarcere.com dove si pone questo problema e non il solito problema di Berlusconi.


@zenny75: tipico del Natale intavolare sterili discussioni di politica col ramo della famiglia che ha votato e che continua a votare per berlusconi. mi sembra di vedere le stesse scene di casa mia. personalmente ho smesso da qualche tempo, ma quest'anno mi si è presentata un'occasione d'oro. un mio cugino e la compagna non riescono ad avere un figlio, e stanno andando in spagna (dove governa un zapatero di sinistra) per provare con la fecondazione assistita. allora, se sei coerente, rimani in italia, e ti adegui alla legge medievale sulla fecondazione assistita approvata dal tuo amatissimo governo di destra, E NON FAI FIGLI, che è pure meglio... penserete che sono cinica a parlar così di parenti, ma quando ce vo', ce vo'! un saluto a tutti


Lucida follia.. i problemi dell'Italia sono tanti e la gente se ne occupa come può. Sai in uno stato come il nostro dei problemi cui accenni tu, cioè quelli della povera gente se ne occupa lo Stato ma il nostro non lo fa, si occupa della protezione dei disonesti ad ogni livello. Allora, che dici? Sarà il caso che la si denuncia questa situazione di vergognosa strafottenza nei confronti dei cittadini onesti? Anche in questo modo si pongono all'attenzione di tutti i reati "non famosi" di cui sono vittime i cittadini. Non c'è accanimento contro lo psiconano, è lui che si è accanito con la nostra cosidetta nazione, depredandola e diffondendo la cultura dell'illegalità come se fosse un nuovo dogma. Basta.


Buongiorno. Qualcuno di voi ha mai letto qualcosa o conosce il sito www.disinformazione.it? L'ultimo articolo è su Beppe Grillo. Interessantissimo. E dopo averlo letto, meditate gente, meditate. Ma la domanda che sorge spontanea, assieme ad un forte senso di sconforto: di chi ci si può fidare? Laura


Molti sono in vacanza, alcuni al lavoro, altri a spasso. Così vorrei tenervi aggiornati su alcune cosucce che stanno accadendo in questa fine 2007. GOVERNO. L'ultrasettantenne Lamberto Dini ha deciso di fare l'ago della bilancia, forse per prendere anche solo temporaneamente il posto dell'ultrasessantenne Prodi. "Mosse disperate, sei senza numeri..." dice l'ex ministro (anche di un precedente governo Berlusconi) in un ennesimo attacco al Governo. Così invece che pensare a come risolvere i problemi reali del paese, si inizia col solito teatrino delle poltrone in vista della verifica di gennaio. ALITALIA. Ogni giorno che passa la compagnia di bandiera fulmina 1 milione di euro di perdite. Ma non c'è fretta per decidere chi si accollerà questo vecchio catafalco dei cieli. Domani, con calma, il Consiglio dei Ministri discuterà del dossier Alitalia. Ovviamente a nessuno verrà chiesto il conto. Solo 7 anni fa veniva inaugurato Malpensa 2000, un aeroporto costato qualche migliaio di miliardi di lire e che oggi rischia di chiudere. Solo qualche mese fa il Top Manager Alitalia Cimoli decadeva naturalmente dal suo mandato. Sotto la sua gestione la società aveva perso miliardi di euro, ma il suo stipendio era tra i più alti d'Europa. AUMENTI 2008. Godetevi la fine dell'anno perchè con quello nuovo sono in arrivo cospicui rincari su quasi tutto. Secondo le Associazioni dei Consumatori non saranno meno di 150 euro/mese per famiglia. I prezzi di luce, gas, benzina, servizi bancari, assicurazioni, treni, bus, bolli auto, mutui e alimentari sono previsti in sensibile crescita. Mi domando come faranno quelle famiglie che già oggi non arrivano a fine mese. Forse se Eni ed Enel, anzichè dichiarare miliardi di euro di utili a bilancio, non aumentassero le tariffe sarebbe già un aiuto ai cittadini (che poi sono i loro principali azionisti).
www.fuochidipaglia.it






Marco, ho letto che Paolo Guzzanti ti sfida a singolar tenzone sul campo di battaglia dell'operato della Commissione Mitrokhin....: ti prego, accetta la sfida!!!! Sono (siamo) con te! Matteo


# 103    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 27/12/2007 alle 15:9

@laura: di chi bisogna fidarsi? SOLO DI SE STESSI E DEI FATTI! Non partire mai dal presupposto che qualcuno ti stia dando la verità assoluta, dubita di tutti sempre e comunque, ma cercare di trarre da ciò che leggi da diverse fonti le informazioni più veritiere. Non è solo questione di buon senso ma anche di logica e di evidenze concrete! I giornalisti, per quanto bravi, ci danno l'informazione, ma NON DEVONO RAGIONARE PER NOI! Non bisognerebbe mai prendere la parola di nessuno come oro colato ma leggere con sguardo critico tutto! Abbiamo un cervello tutto nostro mica per caso! E il suo utilizzo non dovrebbe essere un optional! ;) @lucida follia: quanto mi fa incazzare quello che dici! ma lo capite o no che IO NON VOGLIO ESSERE TENUTA ALL'OSCURO???? Mi pare che si sia detto più volte che queste intercettazioni NON sono illegittime essendo pubbliche e legali, quindi per favore lasciateci quei pochi mezzi che abbiano noi poveri cristiani per conoscer le cose! Perché si, quello che mi fa incazzare più di tutto in questa faccenda sono i politici che si scandalizzano quando vengono "sgamati"!! la privacy??? se loro non attentassero alla nostra security e vitality gliela lasceremmo pure la loro privacy! sapessi cosa ce ne frega se chiamano la zia per gli auguri di natale! Ma se si mettono d'accordo con mafiosi e compagnia bella, se permetti, sono affari nostri quanto loro!!! ...dato che siamo noi che, in definitiva, sborsiamo i soldi per farli stare dove stanno! E soprattutto per farli stare bene come stanno!


SCUSATE SONO FUORI TEMA , MA IL PROBLEMA E' URGENTE E LA COSA DEVE ESSERE DIFFUSA...HO RIPOSTATO L'ARTICOLO CON L'AGGIUNTA DI UN AGGIORNAMENTO DI QUESTI GIORNI: Kassim libero ! Nel maggio del 2002, il cittadino italiano Abou Elkassim Britel, ammanettato, incappucciato, denudato, vestito di un pannolino, incatenato fu trasferito dalla CIA dal Pakistan in Marocco dove fu torturato da agenti dell'intelligence marocchina e dove ora è in carcere. Nel maggio 2003, liberato senza accuse, dopo una lunga e dura detenzione in segreto, al momento di rientrare in Italia, fu di nuovo rapito e fatto sparire, complici i servizi italiani. Subì altri 4 mesi di detenzione segreta e nuove torture, poi fu processato senza alcuna garanzia. Prima condannato a quindici anni di carcere, la sua pena venne ridotta a 9 anni. Oggi è rinchiuso nel carcere di Äin Bourja a Casablanca, dal quale dovrebbe uscire nel 2012. Kassim è innocente delle accuse di terrorismo come risulta dall'archiviazione dell'indagine italiana. Il Parlamento europeo ha sollecitato il governo italiano a prendere misure concrete per ottenerne l'immediato rilascio. Lo stato italiano tace e l'ingiustizia nei confronti di Abou Elkassim Britel continua. Un movimento in favore della scarcerazione di Elkassim – per la quale si chiede al governo italiano di impegnarsi in modo chiaro e forte – si sta sviluppando in Italia e nel mondo. Raggiungeteci ! Per sapere cosa potete fare, contattateci a questo indirizzo : info@giustiziaperkassim.net Per saperne di più : http:// http://www.giustiziaperkassim.net// 40° GIORNO DI SCIOPERO DELLA FAME 25 dicembre 2007 Sei giorni fa, Kassim è stato trasferito nella prigione di Oukasha, a Casablanca. Condizioni pessime, molte sono le restrizioni, ma soprattutto nessuna considerazione per il fatto che è in sciopero della fame. Dalle finestre senza vetri entrano ar


Ogni giorno mi convinco sempre più, che il nostro Paese non ce la possa fare, dal proprio interno, attraverso i normali canali democratici a ripulirsi e a rigenerarsi in un Paese, non dico civile, ma almeno decente. Non cambierà nulla del sistema che è sotto i nostri occhi, anzi, lo vedremo uscire raffrozato dall'alleanza, sempre più solida tra il potere politico, il potere economico, il potere dell'informazione e pezzi importanti della magistratura. C'è un' oligarchia trasversale, che in barba allo stato di diritto fa quello che vuole e decide tutto per tutti e c'è una maggioranza silenziosa che esprime una cultura dello Stato alternativa, legalitaria che rimarrà sempre marginale. Come un'onda, che pur nell'impeto della burrasca, si infrange sempre sullo stesso scoglio per ritornare nel mare. Come si può fare per spezzare via quello scoglio e con esso tutte quelle cozze che stanno lì avvinghiate e non lo mollano? Partecipare, certo, ma come, dove e con chi? Non credo che il problema dell'Italia sia il numero dei partiti, ma la scarsa qualità politica e morale delle persone che li rappresentano. Il PD, che poteva rappresentare una preziosa occasione di rinnovamento, ci dà invece la conferma che l'autorigenerazione dei partiti è impossibile. Sia a livello nazionale, che a livello locale, la classe dirigente è ancora tutta lì con le stesse facce, la stessa cultura e le stesse prerogative di sempre. Perciò, semmai qualcosa arriverà a scompaginare questo equilibrio di casta, arriverà da fuori, forse con esiti imprevedibili, ma non certo per caso. E' tempo per tutti di mettersi al lavoro.


Vito cavolo non e' attaccando uno schieramento che si giustifica le nefandezze dell'altro. STANNO COMMETTENDO TUTTI DELLE NEFANDEZZE TERRIBILI e se dici che Marco Travaglio dice il falso portalo in tribunale, sono curioso! a e poi, a chi dice che le intercettazioni sono state pubblicate illegalmente voglio porre una domanda: come mai il governo vuole varare questo decreto legge per rendere illegale la pubblicazione delle intercettazioni? se e' gia' illegale a che cosa serve questo decreto? quando avremo fatto la fine dell'argentina.. forse qualcuno capira' che un uomo che da quando e' andato al governo ha visto triplicare le sue ricchezze gia' di suo molto vaste.. forse non ha fatto ESATTAMENTE gli interessi del paese


# 107    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 27/12/2007 alle 20:51

cara laTiziana, sto ancora aspettando che rendano pubblica una intercettazione in cui un indagato parli con un politico (visto che il parlamentare non può essere intercettare) e il politico dica cose del tipo "io sono una persona integra, con lei non voglio avere a che fare".


# 108    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 28/12/2007 alle 15:38

@ watchdogs: io non è che proprio faccio intercettazioni tutti i giorni.... magari qualche volta è anche successo invece, di trovare qualcuno integro intendo. Cmq ti riporto una cosa interessante che ho letto in Uliwood Party (il libro): "Marco Mancini, numero 2 del Sismi, braccato dalla procura di Milano per il sequestro di Abu Omar, chiede protezione ai presidenti emeriti Cossiga e Scalfaro. Cossiga si agita come sappiamo. Scalfaro manda a dire 'se lei sa qualcosa, racconti tutto alla procura di Milano.' Ora i cittadini hanno tutto il diritto di sapere come si comportano due ex capi dello stato. [...] Ecco: se tutti i politici si comportassero come Scalfaro, nessun sentirebbe il bisogno di questa legge". Delle due l'una. O Travaglio inventa le cose, o qualcuno di onesto c'è. Ma anche se non ci fosse, non sarebbe un buon motivo per far passare questa legge contro le intercettazioni legali.


bisogna fare secondo me due distinzioni: persone integralmente oneste e persone parzialmente oneste c'e' chi magari rifiuta di essere corrotto per una scalata di banche poi pero' lo trovi invischiato con i mafiosi se ci fosse veramente qualcuno di onesto e integro in tutto questo credo che piangerebbe dalla mattina alla sera oppure manifesterebbe di continuo ma di solito chi arriva tanto in alto partendo da zero non e' stato perfettamente onesto. Di Pietro e' uno dei pochi secondo me, ma e' diventato famoso grazie a Mani Pulite con il quale ha generato molti consensi grazie alla sua integerrima battaglia contro i "poteri occulti"


Mah, riguardo Stille direi che qualcuno qui sbaglia. Spesso proprio da fuori si riesce capire e vedere meglio le cose. La cosidetta meta-posizione. Per dirla alla Berlusconi: non c'è il sole, non c'è il mare, non c'è il bel paesaggio, non c'è la musica blablabla italiana che ti annebbia la vista. (Sono sicura che lui non lo intendeva così, ma siccome ci teneva dire queste cose a Bruexel, qualche interpretazione sarà consentita). Poi, perchè una persona che non ha mai vissuto in Italia non dovrebbe poterla giudicare? Questa argumentazione implicha pure che nessun italiano che non ha mai messo piede fuori dell'Italia ha il diritto di farsi un opinione, un giudizio morale ecc. su qualcosa che non ha mai vissuto veramente. Dunque 99% di quello che si dice in Italia è assoluto nonsense. Sempre raggionando in questo modo. :) [E se qualcuno ora pensa che io, non avendo mai vissuto più di 8 mesi consecutivi in Italia, non ho il diritto di intervenire qui, rispondo sicura di me: Travaglio la pensa sicuramente diversamente!] Felice anno nuovo a tutti!
www.fabrizio-rusconi.it/rotocalco






LA VERITA: La verità è che "la verità" è una scrupolosa e oggettiva descrizione delle dinamiche di un qualsiasi evento,quindi, scevra da qualsasi interpretazione e valutazione dei fatti da parte del soggetto che la rende pubblica.Una cronaca dei fatti,insomma,un semplice e limpido resoconto. Ora,una volta chiarito il concetto di verità,vediamo di trovarne il soggetto attivo di divulgazione,colui cioè che si fa portatore di essa nei termini suindicati. Il soggetto in questione dovrebbe possedere..hum,vediamo..,Si!. dovrebbe essere dotato di un'adeguata proprietà di linguaggio, onde evitare di essere frainteso,dovrebbe essere una persona non condizionata sia psicologicamente ,che fisicamente, una persona di alto valore etico,riflessiva ma generosa,prudente ma coraggiosa,intelligente ma umana e,infine......sincera! Volete sapere l'ultima? :Questa nun è robba pe'noi !!!!!!!!!!! alberto gangalanti



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti