Commenti

commenti su voglioscendere

post: Fini a passeggio

Ogni volta che in Italia accade un guaio, Gianfranco Fini ci passeggia dentro . L’altro giorno si è fatto un giro a Napoli , tra le lische di acciughe, mille quintali di pummarola marcia, un milione di sacchetti di cellophan, le plebi plaudenti dei Quartieri spagnoli e un paio di operatori tv. Camminava calmo , riflettendo, conversando. Con la sigaretta in una mano e La Russa nell’altra. Un mese fa, con lo stesso rallenty di gesti e di parole, Fini è comparso tra le sterpaglie di Tor Di Quinto , periferia romana, dove una manciata di ore prima era stato ritrovato il corpo massacrato di Giovanna Reggiani. Anche lì a documentare tanta afflizione c’erano cameramen, fotografi, taccuini. La sigaretta per una volta era spenta, La Russa invece rimaneva acceso. Durante le ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Volevo dire una cosa a chi va Napoli a farsi propaganda elettorale,sarebbe meglio che stessero a casa loro,vorrei invece che scendessero in strada Bassolino e la Jervolino, vorrei vederli sorridenti e felici come quando si fecero vedere quando vinsero le elezioni,così potrebbero ricevere in faccia qualche sacchetto ops perdon, non si deve, loro sono le istituzioni,ma in 15 anni il grande Bassolino che ha combinato?Ha messo in ginocchio una regione,per fare gli interessi di qualcuno...Io sono Napoletano ma vivo fuori da un pò di anni,e mi piange il cuore vedere quelle scene apocalittiche,la gente non ne può più, è stanca, ha bisogno di aiuto.Perchè non si dimettono?E'rimasta l'unica cosa dignitosa da fare.Per favore dimettetevi.Fate un favore alla città!
http://bajos1964.spaces.live.com/default.aspx


In omaggio alla migliore letteratura gialla ,l'assassino torna sempre sul luogo del delitto e l'indecifrabile Fini non ha fatto eccezione.L'unico errore, mai fatale in questa "COSA NOSTRA" che è ormai al governo,che commette, rispetto all'assassino della storia, è che il Fini si fa vedere da tutti non riuscendo a reprimere il suo narcisismo di Benita memoria. Inutile soffermarsi sulla grottesca figura del suo perpetuo accompagnatore sempre più indistinguibile dalla sua caricatura. E pensare che certa gente si arroga il diritto di condizionare la vita di milioni di persone cercando ancora di convincerci con un vocabolario di quattro cinque parole sempre più vuote di contenuti. Ma siamo proprio cosi stronzi? un abbraccio alberto gangalanti


La colpa di tutto quello che sta succedendo in Campania è di Fini! Dopo aver governato la regione tutti questi anni e riempito Napoli di immondizia, Fini dovrebbe avere la decenza di dimettersi e non di tornare sulla scena del delitto! Antifascismo militante, sempre.


Una soluzione possibile ai problemi c'è, sempre! Basterebbe che avessero la volontà, il coraggio e la forza necessaria per cercarla e attuarla... visto che il "loro lavoro" dovrebbe essere questo! Dal sito del CNR: 07/01/2008 Rifiuti: arriva Thor, il sistema di riclaggio ‘indifferenziato’ Quanto sia oneroso e problematico il trattamento dei rifiuti, lo dimostra la “tragedia” della Campania alla quale media e istituzioni stanno prestando la loro allarmata attenzione in questi giorni. Ma i rifiuti solidi urbani, com’è noto, possono rappresentare anche una risorsa. In questa direzione va Thor, un sistema sviluppato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche insieme alla Società ASSING SpA di Roma, che permette di recuperare e raffinare tutti i rifiuti e trasformarli in materiali da riutilizzare e in combustibile dall’elevato potere calorico, senza passare per i cassonetti separati della raccolta differenziata (continua...) http://www.cnr.it/cnr/news/CnrNews.html?IDn=1758






@Giuseppe Annunziata L' ultima risposta di Grillo è stata: «No, non se ne parla neanche, lei non ha capito niente. Buongiorno». ...beh, neanche io, dopo 3 anni che leggo il suo blog tutti i giorni, ho ancora capito dove vuole andare a parare; però ti dico questo: "quando il bambino indica la luna, lo stolto guarda il dito e il saggio guarda la luna" e, per quanto mi riguarda, Beppe è il dito che indica tutti i giorni quello che in tanti (in troppi) in Italia ci nascondono! E aggiungo: Uno dei due inediti dell' ultimo cd di Luciano Ligabue "Buonanotte all' Italia", in una strofa recita così: "e una stella fa luce senza troppi perchè ti costringe a guardare tutto quello che c'è" ecco, dalla prima volta che l' ho ascoltata, e ogni volta che l' ascolto, mi viene in mente Beppe.




Ce ne sono tanti da criticare a mio avviso. Mastella e Amato sono passati del tutto indenni sotto la pioggia di accuse e richieste di dimissioni. Eppure nella vicenda c'entrano, a mio avviso, in maniera grave. Stiamo parlando di un Ministro, quello dell'Iterno, che qualche mese fa aveva promesso di riportare l'ordine in una città colpita da centinaia di morti ogni anno, ammazzati dalla Camorra. Stiamo parlando di un altro Ministro che vorrebbe riformare la Giustizia, ma che finora ha saputo solo rimettere in strada i delinquenti, cercare di perdonare chi si è macchiato di tradimento e allontanare Magistrati "troppo zelanti". Quello che accade in Campania è un vero e proprio sterminio di massa. Piano piano fa le sue vittime, colpisce tutti senza distinzioni. Accade perchè la Camorra è libera di fare i suoi traffici. Perchè i rifiuti tossici scoperti non vengono messi in sicurezza. Perchè le discariche abusive continuano a funzionare e non vengono bonificate. Perchè i terreni nei pressi di queste discariche vengono regolarmente coltivati. Perchè a tutelare la salute pubblica sono pochi se si tratta di "malasanità" ancora meno se si tratta di giustizia. Guai affrontare il problema alla radice, significherebbe impegnare risorse nella giustizia, che da sempre dimenticata è l'ultima priorità di una classe politica attenta principalmente ai clientelismi, al perdono indiscriminato dei peggio criminali.


PENSO CHE DOPO 5 ANNI A CONDIVIDERE E CONDONARE LE CAZZATTE DI BELLACHIOMA, ANCHE ALMIRANTE SI È ACCORTO CHE IL SUO PREDILETTO SI SIA VENDUTO COME TUTTI ALLA POLITICA MEDIATICA. MI SPIEGATE PERCHÈ ORAMAI ESISTE IL NEMICO E NON CHI LA PENSA DIVERSAMENTE DA ME MA NONOSTANTE QUESTO CI LAVORO PER TROVARE SOLUZIONI PER IL POPOLO? NEMMENO IN GUERRA CI SI ODIA COSÌ TANTO. CERTO TRA LORO SI FANNO I FAVORI, MA TRA LA GENTE ESISTE ORMAI COMUNISTA, MOSTRO STRANO E PERICOLOSO DA EVITARE PER NON ESSERE CONTAGIATI, E SERVI, QUELLI CHE ANCHE SE SONO DI DESTRA O FASCISTI SERVONO BERLUSCONI PER È GIUSTO E PERCHÈ GLI SERVE PERSONALI NONOSTANTE LUI COME MUSSOLINI NASCA DAL SOCIALISMO.


...C'è un'altro assente illustre sulla mmonnezza di Napoli e al momento lo descrivono i vari servi come il più autoirevole, mi riferisco al bellachioma, possibile che nelle tante esibizioni Napoletane -vi ricordate in campagna elettorale c ome aizzava la gente elencando a scuarciagola le cose che volevano fare? una domanda che oggi è attuale non aveva posto e cioè "volete voi la mmonnezza nelle strade?" si è guardato bene dal farla perche conosceva bene nei minimi dettagli quale fosse la realtà - ecco io considero responsabile al pari degli amministratori attuali di Napoli questo signore che dalla sua discesa in campo ha prtocurato solo disastri per l'ITALIA.


L'ho detto e lo ripeto, cari "ONESTI" politici (pochissimi rimasti) di tutti i partiti (troppi), state a sentire questo che vuol essere un appello e un consiglio. Se lo siete, voi e i vostri eventuali collaboratori eletti, rimanete pure in carica nelle istituzioni, Ministeri, Camere, Consigli regionali, provinciali, comunali, o in qualsiasi altra istituzione (perché qualcuno dovrà pur provare a "FARE" qualcosa da "DENTRO"), però: 1) rinunciate "PUBBLICAMENTE" e "DEFINITIVAMENTE" alla maggior parte dei benefici di cui godete, 2) devolvete i "SOLDI" in eccesso ad iniziative di interesse sociale, 3) aiutate a ridistribuire in maniera più giusta i "SOLDI" di chi ne ha "TROPPI" (che tutti sanno come vengono accumulati), 4) uscite dalla casta oligarchico-partitocratica, a cui moltissimi italiani, soprattutto quelli che si informano con il web, ormai non credono più, "DISSOCIANDOVI" dai vostri rispettivi partiti, 5) chi ha il potere di farlo, "CHIUDA" del tutto il proprio partito. Così vedremmo immediatamente chi fa politica in maniera veramente "DISINTERESSATA" a favore dei cittadini e chi invece lo fa per i propri interessi privati. Ritornereste da subito ad essere dei "CITTADINI" coerenti con voi stessi e sareste ancora credibili agli occhi dell'opinione pubblica (perfino di chi non vi ha votato), senza dover sottostare ai ricatti da parte dei "POTERI FORTI" economici e non sareste più ingabbiati nel "SISTEMA". Ne acquistereste molto voi (perdendo comunque pochissimo di ciò che avete per vivere più che bene) ma, soprattutto, ne acquisterebbe tantissimo l'Italia, moralmente, economicamente e in credibilità. Pensateci subito, cari pochissimi politici ancora "ONESTI", perché credo vi resti sempre meno tempo...
http://emergenzademocratica.blogspot.com






Caro Alieno, intendevi dire che i fascisti vengono da Napoli o che vengono dalla spazzatura ? Se intendevi la numero due, sei delizioso.


Bisogna liberare subito Napoli da Fini e dai fascisti, che l'hanno governata per oltre un decennio e l'hanno riempita di spazzatura. Lotta antifascista sempre!


LA MONNEZZA LI SEPPELLIRA' Chiacchieravano, discutevano, predicavano, bastonavano chi dissentiva e intanto ESSA cresceva. Fortunatamente le leggi fisiche non falliscono, non obbediscono alle chiacchiere, e poi se una cosa va male è sicuro che andrà sempre peggio. I trouble finders erano ovunque la maggioranza e soprattutto mediaticamente supportati e ben foraggiati dal bobbolo (gli undicenni italians). Invece di mettere progetti ben chiari su un pezzo di carta e chiamare il bobbolo alla scelta ed alla decisione, continuavano ad inciuciarsi a quattr'occhi nelle loro segrete stanze tutto per il bene degli undicenni. Sempre ben abbronzati, con lo striscione e lo slogan appropriato sotto la camicia, invece di adempiere i loro doveri di andare in giro, controllare, verificare, appostarsi di notte, definiti da altri intellettuali come "LA CASTA", passeranno anche loro e, anche se arricchitisi di malo denaro , saranno ricordati nei libri di storia solo come dei "poveri perecottari o mafioncelli beneficiati dal perdono confessionale". Con osservanza. Fracatz
pornodidattica.splinder.com




# 38    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 10/1/2008 alle 9:54

Gioma --- Pensateci subito, cari pochissimi politici ancora "ONESTI", perché credo vi resti sempre meno tempo... --- E allo scadere di quel tempo, se mamma Storia ha ragione, non si sa cosa può succedere. Poveri noi (e poveri VOI) quando succederà...
http://loudersixpounder.blogspot.com/


tra i soliti complimenti, vorrei aggiungerne uno per le immagini: sempre molto belle e azzeccate! e a quando un counter che ci dica quanti visitatori al giorno?




# 41    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 10/1/2008 alle 10:23

@Ketamina Un piccolo counter in realtà c'è, solo che l'ho aggiungo ieri :P Quindi per ora segna dei numeri piccoli piccoli :( Comunque se continui con sti complimenti mi monto la testa :) Scherzi a parte, diciamo che l'ultimo post vuole essere un po' l'autodefinizione di quello che stiamo cercando tutti quanti di fare parlando fra noi senza filtri, cosa che solo la rete ci permette di fare... E cioè prendere coscienza di ciò che siamo e di cosa vogliamo per il nostro futuro. Non cambiare direttamente le cose: per quello si deve scendere in piazza, organizzare manifestazioni, agire... Quello che la rete ci permette di fare è gettare le basi per tutto questo.
http://loudersixpounder.blogspot.com/


... e che camminata !!! tutto altezzoso coi cicisbei dietro, sembrava stesse sfilando. identica in tutto e per tutto a quella di Tor di Quinto. Questa non è demagigia? Non è populismo, non è qualunquismo ?? In 5 anni il "suo" governo ha fatto qualcosa per Napoli (non dico lui che aveva altri compiti)? Almirante si starà rivoltando nella tomba a pensare che questo personaggio, suo erede (?) è stato per 5 anni al governo a fare la spalla di un comico che manco ric e gian... Non ha mai alzato la testolina o la manina quando c'erano da votare le leggi ad personam, MAI, poi dopo che il nano gli ha dato il benservito da piazza SanBabila ha tirato fuori il discorso delle televisioni etc... e prima ?? FAi ridere.


Curioso comportamento quello di Fini.... Data la sua propensione a visitare i luoghi afflitti da problematiche sociali e a dissertare con aria grave su queste ultime, dovrebbe stare tutti i giorni in Parlamento; con La Russa ma senza la sigaretta, perché in aula non si puo' fumare.


# 44    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 10/1/2008 alle 10:50

Cito un passo da wikipedia alla voce Populismo - Origini del Termine: --- Il termine nasce come traduzione di una parola russa: il movimento populista è stato infatti un movimento politico e intellettuale della Russia della seconda metà del XIX secolo, caratterizzato da idee socialisteggianti e comunitarismo rurale che gli aderenti ritenevano legate alla tradizione delle campagne russe. Allo stesso modo il termine può essere considerato legato al People’s Party, un partito statunitense fondato nel 1892 al fine di portare avanti le istanze dei contadini del Midwest e del Sud, le quali si ponevano in conflitto con le pretese delle grandi concentrazioni politiche industriali e finanziarie, e anch’esso caratterizzato da una visione romantica del popolo e delle sue esigenze. --- Quindi populismo non sarebbe altro che un termine per indicare IL POPOLO CHE DECIDE. Che discute, che parla. Che discute del proprio futuro e delle proprie scelte. Quindi, cari signori che del popolo ve ne fregate senza ascoltare quello che dice e senza interpellarlo per qualsivoglia decisione (quindi che NON FATE IL VOSTRO LAVORO NONOSTANTE LA PROFUMATA PAGA), in quale mondo la parola populismo potete usarla come un'accusa? E mi rivolgo a quegli imbecilli che vanno in televisione a dire che noi che parliamo e ci indigniamo per le ragioni che tutti conosciamo siamo POPULISTI. Ma vaff...
http://loudersixpounder.blogspot.com/


Concordo con quello che dice Corrias, e come si potrebbe fare altrimenti? Però la colpa è anche nostra ("noi" inteso come esseri umani, e soprattutto italiani). Che abbiamo la memoria un po' CORTA. Se ci ricordassimo (e, ancor prima, se ci informassimo...) di quello che i politici dicono e FANNO quando sono al governo, non li lasceremmo dire tante stronzate quando sono all'opposizione. Un esempio su tutti, l'apice di questo comportamento "Finiano": la legge elettorale. Ovvero tutti quelli che hanno votato la porcata "made in Berlusca", il giorno dopo la sconfitta hanno cominciato ad accusare l'attuale governo di non voler cambiare la legge elettorale... fatta da loro. Senza memoria storica, anche minima (in ordine temporale), non si va da nessuna parte. Peggio, ci si fa fregare...
http://ideamalsana.blogspot.com


Beh non è una gran notizia, ora si farà a gara per accaparrarsi il camorrista "politicamente" più fruttifero di voti e si cercherà di "inglobarlo" nel proprio gruppo per le prossime elezioni.....la connivenza alla camorra ed ai suoi modus operandi a napoli è come l'epatite.....è endemica. Come ho detto in un altro post ero adolescente quando facevamo i conti con il colera, basta pulire per un paio di settimane le strade regolarmente ed i napoletani se ne torneranno buoni...eppure nel casertano le montagne continuano a perdere pezzi per coprire i rifiuti speciali che provengono da ogni parte.....è troppo facile specchiarsi con la faccia sporca in uno specchio e dare la colpa allo specchio per ciò che vedi




Voglio esprimere il mio pensiero riguardo questo post. Fini è certamente uno dei responsabili del governo passato, ma se oggi lui si adopera ad andare nei luoghi di "emergenza", che sia per strategia politica o per sentito dovere di esserci, poco conta. Lui però lì almeno, in mezzo alla gente non è mancato di esserci e questo forse doveva farlo anche qualche altro politico. Ed affibbiargli responsabilità in un luogo dove è ed è stato governato da anni di sinistra, mi sembra una polemica alquanto spinta. Non voto Fini, ma almeno di lui apprezzo la chiarezza dell'esprimersi e del fare....magari poco, ma è sempre un fare qualcosa. Cordiali saluti.


l'unica cosa capace di fare... è stata quella di difendere la madre di sua figlia da un servizio televisivo...provocando la distruzione della CDL tra l'altro... parapolitica come cosa... ma vabè...in fondo poi va sui posti ad accertarsi della gravità della cosa...




certo,fini è un opportunista politico!meglio quello che hanno fatto i vari prodi amato e compagnia bella che tenevano tutto sotto controllo(da roma!!!)




# 53    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 10/1/2008 alle 16:48

----- Fini è il politico più capace(ahimè) che abbiamo in Italia e uno dei più pericolosi. L' esprimersi con chiarezza(al grande pubblico) quando parla di qualcosa è da sempre una sua capacità, utile proprio per nascondere nel modo migliore tutto quello che non dice e che non mostra. ----- Esiste un altro mestiere che consiste nell'esprimersi in maniera eccellente, a parole, a gesti, teatralmente, per distrarre il pubblico dall'evidenza dei fatti che, checché si voglia dire, è sempre sotto gli occhi di chi la vuol vedere. Il mestiere del prestigiatore. Fini è un altro mago del solito baracchino, niente di più e niente di meno. Non è più pericoloso di un Berlusconi o di un Mastella. Mastella in particolare mi fa impazzire...
http://loudersixpounder.blogspot.com/




@ Sixpounder L'analogia col prestigiatore è azzeccata. Quando dico "capace" e "pericoloso", però intendo proprio questo. Ma Fini, a differenza di altri, è pericoloso. Perchè un abilissimo prestigiatore e non solo/scuola Almirante, non ce lo scordiamo). Sa campare. Berlusconi e Mastella hanno fatto(e fanno) grossi danni, ma sono spudorati. Si sputxxnano che è una bellezza in confronto. La situazione nel paese è ancora immobile, nel senso che le rivendicazione e le proteste non si sono ancra dotate di un'organizzazione adeguata ad ottenere dei risultati. Prima o poi comincerà però, già se ne vedono i segnali. Nel mentre che il paese va a rotoli. Ma nello svolgersi del processo i più pericolosi saranno proprio quelli che riusciranno a mantenere un'aura di credibilità alta, di spacciare al grosso pubblico la loro falsa coerenza, di proporre alternative e soluzioni che facciano presa sul grosso pubblico. E' molto più facile che gente dello stampo di Fini funga da punto di riferimento per le masse piuttosto che un centro-sinistra e una sinistra così platealmente allo sbando e afflitta da un mare di contraddizioni. Un esempio attuale può essere la rissa sulla legge elettorale. Metti a confronto la figura che ne esce, al grosso pubblico, di un Casini, un Berlusconi(non si sa nemmeno + il nome del suo partito!), per non parlare del Prc e dei PD-uisti che si scannano anche tra loro, con quella di Fini. La differenza nei fatti è poca, ma nella capacità di prestigiatori è tanta.
www.marxismo.net




# 57    commento di   brunac - utente certificato  lasciato il 10/1/2008 alle 18:57

Ragazzi, vorrei riportare l'attenzione su altri due aspetta del problema: quello dello smaltimento di parte dei rifiuti della Campania in altre regioni. Premesso che si possono comprendere le ragioni di un Soru, ad esempio, che immediatamente ha dato la disponibilità della Sardegna ma, c'è un ma... In questo particolare momento, con la brutta aria che tira per i politici, questa disponibilità potrebbe ritorcersi contro gli stessi che la daranno: è notizia delle ultime ore del blocco, da parte di molti cittadini di Cagliari, della prima nave carica di monnezza partita da Napoli verso le sponde sarde. Il Sindaco stesso ha convocato un consiglio comunale straordinario e d'urgenza, dopo aver lapidariamente bocciato la scela di Soru come "unilaterale". Quello che temo, insomma, è che al pari della Sardegna,nelle altre regioni si possa assistere in sequenza delirante ad una "sollevazione popolare" contro l'arrivo della monnezza campana...alla faccia della sperata, presunta solidarietà. Seconda questione, il rischio, paventato da Salvi, ieri, a Radio Radicale, che la tensione a Pianura e altrove possa salire a tal punto da trasformare la situazione in un altro g8. (Speriamo di no!).


La visita di Fini è soltanto una delle tante stupidaggini che i politici sono disposti a fare per conquistare voti. I responsabili dello scempio di Napoli si chiamano Iervolino, Bassolino, in associazione con altri ministri di questo governo.Come dire una bella associazione a non decidere, a rimandare o ancora peggio.E'questo tipo di politica che non decide, sui modi, sui tempi, sulle persone. In un paese normale almeno si sarebbero dimessi. Napoli ridotta da paese da terzo mondo, a morire tra i propri escrementi, o ad esportarli. La Napoli disperata che deve vivere tra mille problemi, tradita ancora una volta dalla classe politica migliore che poteva scegliere in quel momento.De filippo diceva ai propri concittadini "uaglio' finche siete in pempo da Napoli fuggite".


[OT] http://www.telenorba.it/home/news_det.php?nid=4563 perchè, quando cerco questa notizia su google news, non riesco a sapere nulla di più? [/OT]


# 60    commento di   amarilli - utente certificato  lasciato il 10/1/2008 alle 19:55

Caro Pino, in tutta questa situazione vergognosa, come già accaduto altre volte, non saranno i responsabili a pagare. La classe dirigente campana rimarrà al suo posto e coloro che si oppongono allo smaltimento di questa immondizia in nuove discariche l'avranno vinta, perché già sono stati sottoscritti accordi con altre regioni. La prima a farsi avanti è stata la regione Sardegna, e ciò mi ha stupito non poco, perché altre volte la giunta di Soru aveva detto no allo smaltimento di rifiuti extraregionali. Attualmente non vivo nell'isola, ma quando mi capita di visitare la casa dei miei, posso constatare personalmente quanto sia andata avanti la raccolta differenziata e quanto ormai sia ben radicata anche nella coscienza dei cittadini; sono inoltre previste multe salate per i trasgressori e il comune ha dotato ogni abitazione dei contenitori appositi per separare i rifiuti: tra i primi comuni in Italia per i risultati della raccolta differenziata. Non capisco perché quindi, dovremmo essere noi tra quelli a pagare la situazione napoletana; ora che l'immondizia verrà smaltita da noi i giornali tacciono, parlano di solidarietà... Stronzate!!! la regione Campania si è mangiata 2 miliardi di euro e ora se ne assuma le responsabilità, si faccia le discariche e se vuole anche gli inceneritori. Non si può avere la pretesa di smaltire altrove la propria feccia; personalmente sono favorevole all'invio dell'esercito.




@ brunac Speriamo di no...ma ci sta. A livello di G8 non credo, ma già vari cittadini di Pianura lamentano maltrattamenti ingiustificati dalle forze dell'ordine. E se la visita di Fini non fosse una conincidenza os olo pubblicità? Penso al G8 e mi vengono in mente strane coincidenze. De Gennaro era capo della polizia nominato nel 2000 dal centro-sx. Il G8 si è tenuto subito dopo la vittoria del centro-dx. Ora, si sanno le "voci" che corrono sui vari reparti delle forze dell'ordine che non rispondevano alle autorità ufficiali, i 3 di AN, Fini in testa, in "cabina di regia" durante la mattanza di quei giorni...i black block che si vanno a riparare dietro i carabinieri e ci discutono pure... Si potrebbe "supporre" che De Gennaro, indagato per la mattanza ingiustificata alla Diaz(o meglio, giustificata ufficialmente dalle molotov e coltelli che sembrano essere stati messi lì proprio dai poliziotti ai suoi diretti ordini, peraltro col viso coperto x non essere identificati) avrebbe potuto spifferare tante cose in quei giorni, e che l'ordine di massacrare gli studenti che dormivano nella scuola fosse inteso proprio a "coinvolgerlo", renderlo ricattabile e verificare la sua fedeltà alle istituzioni. Oggi: Popolazioni in rivolta nei comuni della provincia di Napoli, Pianura in primis. De Gennaro(nel frattempo promosso capo di gabinetto del ministero dell'interno) che viene rispolverato come "supercommissario" per gestire la vicenda, lamentele dei cittadini di attachi e violenze ingiustificate da parte delle forze dell'ordine, e Fini ancora una volta che gira da quelle parti come se capitasse lì x caso. Supposizione: Che abbiano adottato la linea dura è chiaro, ma quanto dura? Forse tanto da dover mandare gente che "esagera" un po' troppo? Corpi delle forze dell'ordine che rispondono più ai comandi di Fini e gente di AN e dintorni? Un commissario che non può parlare perchè già indagato e ricattabile a eseguire operazioni un po' fuori dalla norma? Come
www.marxismo.net






Secondo me Fini poteva anche starsene a casa, ma è evidente che la passerella campana era troppo allettante, vuoi mettere l'effetto mediatico....:Fini si che si preoccupa dei problemi che ci sono in Italia.....non l'ha fatto per 5 anni, quando era al governo, e vuole rimediare adesso...


io credo che Fini dovrebbe dimettersi subito.... ma come si può tornare sulla scena del delitto dopo 15 anni di governo della campania e di napoli?? come si può restare al proprio posto dopo aver trascinato Napoli e l'Italia sulle pagine di tutto il mondo come esempio di apocalisse della spazzatura??? Fini si dimetta subito!!


# 67    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 10/1/2008 alle 23:7

Ogni giorno una famiglia media, consumando i beni alimentari, produce come minimo un scacchetto di spazzatura mista. Ogni famiglia butta nel proprio cestino dei rifiuti di casa, tutti gli avanzi organici e non, della giornata. Scarti messi nel classico scacchetto di plastica buttato nel cassonetto municipale per poi venire trattato per essere o gettato in discarica, o bruciato in un inceneritore. Il rifiuto tanto dannoso, nasce nel cestino di casa nostra. La mia SOLUZIONE per risolvere l'Enorme Problema dei rifiuti è la seguente: IDEA DEI 4 CONTENITORI COLORATI. Togliere il classico cestino e sostituirlo con uno più grande che a sua volta contenga 4 contenitori COLORATI indipendenti di plastica o di altro materiale ad alta qualità, chiudibili e facilmente trasportabili manualmente: uno Rosso per l'Organico, uno Bianco per la Carta, uno Giallo per la Plastica, uno Blu per il Vetro. Sostituire contemporaneamente tutti i vecchi cassonetti con dei piccoli cassontetti Rossi, Bianchi, Gialli e Blu. Alla fine della giornata portare tutti e 4 i nostri piccoli contenitori colorati nei cassonetti colorati e svuotarli dentro ai rispettivi colori togliendo così di fatto i sacchetti di plastica, riprendendoli vuoti e riutilizzarli fino a che non si usureranno con il tempo. In questo modo non ci sarebbe più bisogno di incenerire o lasciare in discarica il 75 % dei rifiuti poiché l'organico DA SOLO può essere riutilizzato come concime, la carta DA SOLA è riciclabile, il vetro DA SOLO è riciclabile mentre la plastica DA SOLA in parte è riciclabile (allumino ed altri metalli) ed in parte no. La parte non riciclabile sarà trattata ed tranquillamente depositata in discariche o incenerita negli appositi impianti che lavorerebbero 1/100 rispetto ad oggi.


Che dire è il gioco delle parti,del resto fanno parte della serie "occasione uniche" per portare fieno in cascina,visto da altri aspetti un'occasione per non far spicciola demagogia, ma su questo fronte il post di Piero è insuperabile. Per la serie di quanto sia piccola,piccola,la nostra classe dirigente. Ecco il capolavoro d'articolo del fenomenale giornalista di Libero. PIANGONO E FOTTONO di OSCAR GIANNINO È Napoli il problema d'Italia, non il contrario. Ieri la pressione ci è salita alle stelle, leggendo sul Corriere della Sera Raffaele La Capria affermare invece che è l'Italia, il problema di Napoli. Non scherziamo, don Raffaé. Io i vostri libri li ho letti. Tutti. L'ultimo, dedicato al canillo Guappo che veniva con la bandana in redazione dove lavoravo, mi ha fatto piangere. Ma la grande stima per la vostra mano di scrittore è un conto. L'acquie scienza verso quella che è una solenne e monumentale sciocchezza, questo mai. Tutta questa vicenda della monnezza ha come responsabili, protagonisti e comprimari, politici napoletani e campani. È lo specchio della malattia che grava su quella città. Negarlo e dare la colpa a noi sono di Torino - comporta l'obbligo di rispondervi in un sol modo: non rivoltate la pizza, sporchi terroni. Sì, ter-ro-ni. Don Raffaè, lo so che vi scuoterà l'occhio d'indignazione, nel leggere che uso tale durezza, un termine che la polemica "civile" vorrebbe relegato solo alle intemperanze di pochi facinorosi razzisti. Da libero del Feltri nazional popolare....
http://freedomlibertadiparola.myblog.it


certo che prendersela con fini per queste situazioni è paradossale, sembra dobbiate sviare e difendere chi è il responsabile di tutto ciò. mah ....


Salve, so che non c'entra niente con il post del dott. Corrias ma vorrei evidenziare, ahimè, qualcosa. Sono stato alla presentazione, al teatro Quirino di Roma, del libro "Mani sporche", alla presenza dei tre autori, del pm di Palermo Roberto Scarpinato e dell'inviato dell'"Economist" David Lane. Seguo Marco Travaglio ormai da qualche anno, ho comprato all'incirca una quindicina di suoi libri e non c'è giovedì che io non segua Annozero. Stasera ho dovuto però constatare che molte persone si trovavano lì, e magari avevano anche acquistato il libro solo per simpatia personale nei confronti di Travaglio. In molti sbadigliavano alle parole (importanti) di Scarpinato, altri sorridevano al non perfetto italiano di Lane, alcuni si chiedevano chi fosse Barbacetto e qualcun altro credeva che Gomez fosse l'inviato "di qualche giornale". In compenso si rideva a crepapelle ad ogni frase lievemente sarcastica di Marco, anche a cose che dovrebbero far riflettere, non far ridere. In conclusione, non c'è nulla da fare. In Italia non si pensa mai ad ascoltare ciò che uno, o tanti, dicono, ma si passa subito ad idolatrare. E' successo anche con Beppe Grillo, tant'è che il suo movimento è ormai guardato da molti con sospetto solo perché qualche politico ha messo in giro la voce che "è l'anticamera del fascismo". Ciò che più mi dispiace è che probabilmente essere idolatrato non è la massima aspirazione nemmeno di Travaglio stesso. Un saluto
http://zurlovic.blogspot.com


@Domenico Ero al Quirino anch' io e, purtroppo, ho avuto la tua stessa impressione; sottoscrivo tutto... e mi dispiace dover constatare che alcune mie teorie non sono troppo campate in aria. Buona notte a tutti.


Chiaro che non si puo' dare la responsabilita' al centro-destra di questa vicenda. Ma se Fini si presenta facendo credere che grazie a lui le cose miglioreranno, non ha la faccia per farlo dato che hanno governato anche loro in questi anni. La responsabilita' prima l'hanno avuta i governi che si sono succeduti in questi anni per la mancata lotta alla Camorra, poi chiaramente i politici locali hanno le loro gravi colpe. Su Blob hanno fatto vedere un senatore ad un approfondimento del TG2 che diceva che la vera responsabilita' di tutto cio' e' dell'IMPREGILO, a cui fa capo Cesare Romiti. Subito il giornalista si dissocia da quello che dice il politico... Per quanto riguarda l'intervista mancata a Beppe dell'Espresso, secondo mela parola di Grillo vale quanto quella del giornalista, potete verificare che quello che dice il giornalista sia falso?? Che motivo avrebbe di metterselo contro? Secondo me il V-day-2 e' una trovata demagogica fin quando non da direttive precise di come vuole impostare la legge. L'articolo dimostra che non ha le idee chiare, per quello si e' rivolto male al giornalista. Nessuno dei grillini che contesti questa cosa. Oggi ha tirato fuori anche un articolo riparatore improvvisato (vergogna??), notate che ci sono 2 post.


http://www.giustiziaperkassim.net FIRMATE LA PETIZIONE!!


Caro Domenico, secondo me il tuo resoconto sulla serata al Quirino è un pò esagerato. C'ero anch'io e se proprio lo vuoi sapere sono anche stata ripresa in modi molto maleducati da una signora perchè mi muovevo troppo e commentavo quello che veniva detto, con il mio fidanzato. Da un anno a questa parte leggo spesso questo blog e seguo con attenzione Annozero e quello che dice Travaglio. Penso sinceramente che sia normale che dopo una giornata di lavoro (lavori??) stare 3 ore seduti in un teatro ad ascoltare discorsi impegnativi e a volte espressi con toni e linguaggi un pò complicati (tipo quelli del magistrato!), porti a fare uno sbadiglio o a lasciarsi andare ad una risata per l'ironia di Travaglio. Oltre tutto come ha notato anche Travaglio, la platea era formata quasi esclusivamente da giovani, da ragazzi, molti dei quali (me compresa!) non mangiano pane e politica, quindi ripeto credo sia normale uno sbadiglio o una risata. C'è da apprezzare piuttosto che i giovani si interessino, perchè rappresentano il futuro e si spera che le nuove classi politiche e dirigenti conoscendo ciò che accade oggi si comporterano in maniera diversa nel futuro!!Io non rido mai quando parla Travaglio, anzi la sua ironia a volte la trovo irritante e soprattutto non mi piace che come anche ha detto il giornalista dell'economist, si limiti a denunciare. So che questo è il loro mestiere, però dopo averli ascoltati mi deprimo soltanto... ma poi penso che nella mia vita quotidiana purtroppo cambia poco... che i miei problemi restano gli stessi e che i potenti continuano a fare i loro comodi...


Noi di EMERGENZA DEMOCRATICA l'abbiamo detto e ridetto in tutte le salse, ma continueremo a predicarlo: la coperta è sempre quella, anzi si sta accorciando sempre di più, non c'è alternativa e quindi smettiamola di farci fregare dai "PRE-POTENTI", i quali ci vogliono far credere a futuri "PARADISI" dove saranno possibili aumenti di "SOLDI" per "TUTTI". Invece di far aumentare i partiti bisogna proprio "CHIUDERLI" (vero, politicanti partiticizzati "COLLUSI"?), invece di borbottare contro le "BANCHE" (che sono i veri "RAPINATORI") e poi abbozzare perché tanto fanno come gli pare, invece di indire continuamente scioperi settoriali per far ottenere quattro centesimi di più a questa o quella categoria (anche voi sindacati ne sapete qualcosa, vero?), bisognerebbe una buona volta fare "SCIOPERI GENERALI" chiedendo esclusivamente che chi guadagna troppi "SOLDI" (ingiustamente, illegalmente, a strozzo, a sbafo, rubandoli, sprecandoli, nascondendoli, eludendo il fisco, ecc. ecc.) ne riceva molti di "MENO", smettendola di fare quello che i soliti "PRE-POTENTI" vogliono da sempre, cioè il validissimo supercollaudato "DIVIDI ET IMPERA" per farsi i comodacci loro a "SPESE" (in tutte le accezioni del termine) degli altri. Solo così si potrà sperare di "RIDISTRIBUIRE" beni e risorse in maniera più giusta e più equa a favore della "RES PUBLICA", ossia per il bene di "TUTTI" e al servizio della "COLLETTIVITA'". O si capisce questo oppure è tutto perfettamente "INUTILE", perché continuare a pensare al proprio "ORTICELLO" come si è fatto finora, chiedendo "EGOISTICAMENTE" aumenti e benefici solo per se stessi, per il proprio partito o per la propria categoria, in futuro sarà sempre meno "EFFICACE" e sempre più "DELETERIO", ma sempre, solo e soltanto per noi "NORMALI" cittadini, mica per i "PRE-POTENTI" di tutte le varie "CASTE". Dobbiamo diventare tutti Robin Hood e dev'esserci una sola parola d'ordine: "MENO SOLDI PER POCHI E PIU' SOLDI PER TUTTI"...
http://emergenzademocratica.blogspot.com


Se da 10 anni la Campania è amministrata da Bassolino (anche commissario per i rifiuti per qualche tempo!), e questi sono i risultati, non vedo quale sia il problema della visita di Fini. E' un segnale, se Napoli vuole dare una svolta e (forse) risolvere i problemi, deve ricordarselo anche al momento del voto. A porta a porta da Vespa, Bassolino è arrivato a proporre (per guadagnare tempo, ha detto!!) di non fare il concorso per il termovalorizzatore! Certo, lui sa a chi farlo fare! Naturale poi che Fini faccia notizia, cose che capitano a chi è credibile e autorevole. Se poi parlate di strumentalizzazione della politica, allora nemmeno Prodi potrebbe parlare dei morti di Torino, dei militari ammazzati, ecc... Non credo serva una politica muta. Certo poi dalle dimostrazioni e dalle presenze devono seguire i fatti. Bassolino e Iervolino hanno, dalla loro, il vantaggio di aver già dimostrato di non saperci fare.
http://marcellobassano.wordpress.com


# 77    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 11/1/2008 alle 12:50

Eh si Napoli è proprio ricoperta dalla spazzatura... compresa quella umana. Non è che negli inceneritori possiamo buttare TUTTA la spazzatura? :-(
http://loudersixpounder.blogspot.com/


# 78    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 11/1/2008 alle 12:51

Scusate il doppio post, rettifica al precedente: per spazzatura umana NON INTENDO I NAPOLETANI. Ci siamo capiti tutti... Mi sembrava dovuta la precisazione. ;-)
http://loudersixpounder.blogspot.com/




@Chiara Il fatto che la platea, come ha detto Travaglio, fosse composta per la maggior parte da giovani (lo sono anch'io, ho 24 anni) è sicuramente una cosa molto positiva: almeno vuol dire che noi giovani abbiamo voglia di cambiamento. Per il resto posso capire che l'ironia di Marco sia più facile ed interessante da seguire delle parole di Scarpinato. Ciò di cui mi sono lamentato è l'idolatria con il quale ormai viene seguito Travaglio, perché ieri c'era gente (non parlo di te perché non ho idea di chi tu sia) che rideva al suo sarcasmo ignorando che in realtà (come nel caso dell'unico condannato per corruzione a Reggio Calabria) non si trattava di barzellette ma di fatti veri. C'erano ragazze dietro di me che commentavano "ma no, non può essere vero, sicuramente scherza", ti sembra normale? La mia comunque non voleva essere una polemica ma solo una constatazione, che anche Nadia ed un mio amico presente lì con me hanno condiviso (almeno so di non essere matto). Per carità, mille di questi incontri e chi se ne frega se una parte della gente che ci va è ignorante: anzi, mi incazza sapere che Travaglio a Roma ci viene una volta all'anno, lo vorrei vedere più spesso. Volevo solo evidenziare il tipico malcostume italiano di idolatrare questo o quel personaggio senza far niente per cambiare le cose. E ricordare che in giro si sente dire sempre più che "bisogna finirla di votare questi politici" e che "la Brambilla rappresenta il futuro". Ed io rabbrividisco. Saluti
http://zurlovic.blogspot.com


@domenico ero anch'io al quirino ieri, e devo dire che invece ho ascoltato con molta attenzione le parole di Scarpinato, parole che ho preso come una vera e propria lezione di storia e sociologia. Il procuratore ha una padronanza meravigliosa della lingua e dell'argomento. Gli mando i miei complimenti da qui, sperando che gli arrivino.


Il fatto che certi personaggi vengano idolatrati senza approfondire nulla su di loro sui suoi libri, puo' anche essere. Ma dire che alle battute di Travaglio non bisognerebbe ridere e solo riflettere mi sembra un po forzato. Ricordiamoci che Travaglio scrive una rubrica satirica all'interno dell'Unita'. Quando lui parla spesso usa lo stesso stile della rubrica, parlando anche di argomenti drammatici. Io Travaglio, Gomez, Barbacetto e David Lane li conosco bene te lo posso assicurare. Quando sono andato alla presentazione di uno dei libri di Travaglio spesso ero uno dei pochi che rideva a certi argomenti. Chiaro che successivamente viene la riflessione, ma la risata ci puo' sempre stare. La gente non ride perche' si coinvolge troppo in quello che Travaglio dice e si incazza. Ma bisogna prendere le cose con maggiore distacco, al peggio che questi possono fare non c'e' mai fine. Quindi non c'e' nulla di cui meravigliarsi, perche' incazzarsi cosi' tanto? Ovvio che un po' di rabbia viene a tutti, me compreso, ma non si puo' arrabbiarsi e basta.


scusate l'OT ma ve la devo segnalare http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/bocassini/bocassini/bocassini.html alla fine dell'ultimo paragrafo si legge : "C'è troppa confusione, in giro. Troppi silenzi quando bisognerebbe alzare la voce, e troppo clamore quando sarebbe necessario tacere. Come se la magistratura fosse diventata "un Grande Fratello". Anche ieri, alla segreteria del pm, sono arrivate richieste di partecipazione a trasmissioni tivù. E anche ieri, con cortesia ma fermezza, sono state respinte. "Un magistrato non va in televisione - si inalbera la Boccassini - e c'è perfino stato chi ha avuto il coraggio di paragonarsi a Falcone": un riferimento alla collega Forleo. Se c'era un'attenuante, fino a qualche tempo fa, quando il governo Berlusconi aveva dichiarato guerra alla magistratura e dunque l'esigenza primaria era quella di difendersi coi denti, oggi quell'attenuante non vale più. " Perchè non vale più?Chi l'ha detto?


Io invece sono andata a Barcellona P.di G. a seguire l incontro con Sonia Alfano Beppe Fiorello Salvatore Borsellino e tanti altri ospiti che hanno avuto i parenti "accarezzati con guanto di piombo"dalla mafia,e vi posso assicurare che nonostante il pesante argomento la commemorazione ha monopolizzato l attenzione di tutti grandi e giovani,tranne che per quei quattro soliti partitodipendenti che non hanno capito un tubo dalla vita,una loro battuta stupida?appena Sonia Alfano ha citato il nome di un politico inquisito per abuso edilizio loro si sono detti:vabbè ma mica è un reato!!!Capite adesso perchè l Italia precipita?Perchè non è considerato reato mangiarsela a pezzi!Perchè è normale costruire dove ti capita prima ,anche sulle spiagge basta che non lo facciano a casa mia e tutto il resto vada a farsi strabenedire.mentalità contorta.............................................................................A Domenico .........hai detto bene.


Quoto Chiara e Ilaria per l'incontro del Quirino. C'eravamo, abbiamo conosciuto anche i grillini ed è stato tutto molto istruttivo. Chaiara hA ragione a dire che ci può stare anche un momento di scherzo proprio perchè siamo più giovani. Questo non vuol dire che si sono perse le parole impressionanti di Scarpinato. E poi non si può prendere da tutti quelli che partecipano un attenzione identica. Ognuno ha le sue esigenze e i suoi interessi. Caro Domenico mercoledì 6 febbraio faremo un incontro con Peter Gomez sulla giustizia italiana alla libreria Rinascita di Garbatella e sarà un'occasione per un incontro più interattivo di quello (davvero bello) del Quirino, dove il pubblico potrà fare domande a Peter e al professore di Diritto della LUISS presente. Aumentiamo le iniziative come queste. A presto Ale
www.lbunder40.ilcannocchiale.it




# 87    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 11/1/2008 alle 15:9

Io ho appena finito di vedere il video dell'incontro di Travaglio a Roma. Bè stò ancora ridendo. Non mi ritengo ignorante così come non ritengo ignorante Gomez che seduto al suo fianco rideva più di quanto abbia fatto io qui nella mia stanza. Ritengo che questo modo di esporre le cose di Travaglio sia una qualità, penso che le persone non ignoranti sappiano benissimo che Travaglio non scherza, e ragazzi non giudicate troppo la gente come ignorante perchè secondo me la gente non è stupida. Non la maggior parte cmq e non coloro che vanno a vedere certe cose. Ma se davvero vogliamo ammettere che c'è qualcuno di "ignorante che proprio non ci arriva", bè è un bene che si riesca cmq ad arrivare anche a loro, no? Chissà mai che a mettergli la pulce nell'orecchio poi non gli venga voglia di approfondire alcune cose... o di modificare alcune idee "distorte". Tanto se uno è davvero ignorante e ha l'indole di farsi persuadere dal più telegenico sul campo finirà cmq per essere abbindolato dall'uno o dall'altro. A questo punto meglio che venga persuaso da gente onesta che non da gente disonesta che fa il bello e il cattivo tempo della televisione italiana. Secondo me dovremmo essere meno rigidi e prendere al volo le opportunità che abbiamo, il coinvolgimento che riesce ad ottenere Travaglio è un opportunità, le cose importante le dicono in tanti, ciascuno con il suo stile, e ogni stile va bene secondo me, se ottiene dei risultati.


# 88    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 11/1/2008 alle 15:15

Quoto interamente Ale, sei riuscito a dire in modo molto più chiaro quello che volevo dire anche io! E il paragone con l'insegnamento è azzeccatissimo. Sarà che io lavoro con bambini e ragazzi con disturbi d'apprendimento o diversamente abili, ma cavoli non è che solo perchè qualcuno, per un motivo o per l'altro è più indietro bisogna abbandonarlo al suo destino o escluderlo. Se si trova qualcuno che riesce a penetrare nella testa di tutti perchè più incisivo, più divertente più coinvolgente ben venga!! Lo stile di Travaglio, che riesce a rendere appassionante anche qualcosa che potrebbe essere noioso, può essere un modo per raggiungere una fetta di persone che se no resterebbe esclusa... e non toglie niente a tutte le altre più intelligenti e perspicaci, secondo me.


Grazie Ale per il sostegno, mi fa piacere ci sia qualcuno che la pensi come me!!! E condivido tutto quello che hai aggiunto!! Spero di esserci alla garbatella, ma sarà un incontro serale??


Devo dire con rammarico di essere stato clamorosamente frainteso. Non volevo dire che la gente che rideva è ignorante, anche perché mi darei dell'ignorante da solo dato che ridevo anch'io. Volevo solo constatare ciò che vedevo intorno a me (ma io non ero in tutto il teatro, parlo di una quindicina di persone che vedevo e sentivo bene), ovvero gli sbadigli alle parole del pm di Palermo e le risate grassissime al sarcasmo di Travaglio, come se si stesse assistendo ad una proiezione de "Le comiche". Che poi ognuno abbia esigenze e interessi diversi, questo è ovvio e naturale. Ribadisco che notare la differenza dell'incontro di ieri (teatro strapieno) con la presentazione dello scorso anno de "La scomparsa dei fatti" all'Ambra Jovinelli (mezzo vuoto) è stato bello, specie considerando che noi giovani siamo il futuro di questo paese (e se Travaglio Gomez e Barbacetto riempiono tutti i teatri di giovani, il futuro sarà roseo). Non voglio assolutamente guardare il negativo sempre e comunque, ripeto che sono rimasto soltanto amareggiato per l'entusiasmo con cui si applaudiva a Marco qualsiasi cosa dicesse o facesse (anche quando ha tolto la giacca, via). Il suo stile è inimitabile, come ho già detto ho praticamente tutti i suoi libri e lo seguo da qualche anno, per cui non voglio assolutamente attaccare lui ma solo questa consuetudine italiana, paragonabile al vitello d'oro che Aronne fece costruire nella Bibbia per dare una sostanza al suo Dio. Per Ale, sicuramente all'incontro con Gomez non mancherò: ti ringrazio per avermi informato. :) PS: ma qualcuno si è accorto che, nascosta, c'era anche la Ferilli, attrice nonché compagna di Flavio Cattaneo?
http://zurlovic.blogspot.com


si si io l'ho vista, era in compagnia di un altro attore italiano, di cui non ricordo il nome!! Tra l'altro mi sono chiesta cosa pensasse quando hanno parlato del divario di stipendio tra la classe dirigente e gli altri lavoratori! Chissà se ne ha discusso con il suo cattaneo!




@ Tiziana 'Io ho appena finito di vedere il video dell'incontro di Travaglio a Roma.' dov'è? su youtube non riesco a trovarlo. potresti darmi l'indirizzo?


Trovi il video sul sito di radio radicale: http://www.radioradicale.it/scheda/244322/mani-sporche-2001-2007-cosi-destra-e-sinistra-si-sono-mangiati-la-ii-repubblica


Ho sentito il sindaco Iervolino farneticare sul non avere alcuna responsabilità per lo scempio di Napoli. Il governatore Bassolino non vuol sentir parlare di sue dimmissioni. Il ministro Pecoraro Scanio fa il vergine. Ma insomma l'aver sparso migliaia di tonnellate di immondizia per strada, dopo che sono stati spesi 2 miliardi euro, ha un nome e cognome oppure no? Intanto Prodi, Berlusconi & c. parlano ancora un vecchio politichese che faccio fatica anche solo a capire ("riforma elettorale, Casini dice sì alla bozza Bianco... Partito Democratico, in dirittura d'arrivo il manifesto dei valori...). Intanto i laureati italiani hanno stipendi con cui non arrivano a fine mese, la metà dei cittadini ormai compra a rate e il 2008 fa vedere scenari economici tuttaltro che rassicuranti. Nel mondo invece si sente aria di cambiamento. La Spagna corre, l'America nelle primarie lancia nuovi protagonisti. L'India costruisce la prima automobile che costa come una bicicletta. Cerco di guardare lontano in Italia, ma vedo le solite facce fare capolino tra i cumuli d'immondizia.
www.fuochidipaglia.it


# 96    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 11/1/2008 alle 18:51

@ Domenico: ok, allora stiamo dicendo la stessa cosa. Anche io un pò mi perplimo quando vedo tutta quella gente che da ragione a Grillo qualsiasi cosa dica, a priori, per partito preso. Con Travaglio non mi è ancora capitato. In effetti anche io non sono d'accordo nell'approvare a priori tutto quello che uno dice, chiunque esso sia. Però ne converrai con me che, nello specifico della serata romana, se la cosa si riferiva solo a quei 15 che ti stavano intorno e se cmq confidiamo nel fatto che ci siano molte più persone interessate alla sostanza che all'apparenza, allora quella precisazione era irrilevante... Insomma quello che mi chiedo è: perchè guardare sempre il bicchiere mezzo vuoto? Invece di evidenziare che c'era un 10% di persone che pendevano dalla bocca di Travaglio in modo superficiale e acritico, puntiamo i riflettori sull'altro 90% di ragazzi che era lì perchè su certi fatti ci ha ragionato e una risata è solo un modo per sdrammatizzare un pò senza diminuire l'importanza o la sostanza delle cose dette. Quindi apprezzo tutta la parte del tuo discorso che si riferisce alla speranza derivata dal vedere intere sale piene di giovani interessati a queste problematiche! ;)


# 97    commento di   antonio maggio - utente certificato  lasciato il 11/1/2008 alle 19:7

Ciao a tutti, penso che la situazione napoletana sia fortemente voluta da interessi economici. Sappiamo che gli inceneritori, sono un business appetibile per "molti", che usufruirebbero degli incentivi derivati dalle bollette energetiche destinati alle energie alternative. Sappiamo anche che a Napoli si sono incontrate forti resistenze alla costruzione degli inceneritori. Quindi: "Come fare per forzare una situazione data e mettere in difficoltà esponenti del governo ed associazioni molto radicate sul territorio?" Semplice, creare una situazione tale che punti gli occhi sdegnati di tutto il mondo, metta in minoranza le opposizioni e "manovri" l'opinione pubblica con discorsi superficiali e moralisti (tipo, figuraccia, vergogna nazionale,etc.etc). Persino una trasmissione sinistreggiante come "Ballarò", ha visto vari personaggi, tra cui il segretario della cisl Bonanni, incolpare la situazione napoletana come la conseguenza della mancanza di "termovalorizzatori" (inceneritori). Nessuno però, neanche Floris, ha accennato alla possibilità che dai camini degli inceneritori esca "morte"! Anzi, si sono citati gli inceneritori esistenti come esempio positivo, anche lì senza riportare le indagini di alcuni enti che rilevano un'aumento di alcune patologie, anche gravi, nelle popolazioni circostanti. Che dire ancora..... I politici, utilizzano la situazione napoletana per i loro "fini", gli investitori (capitale) per muovere i loro "fili", la gente, usata, come al solito, come sempre. Su un muro, qui a Genova, qualcuno ha scritto: "produci, consuma, crepa!" Di certo non è un ottimista, non deve essere entrato da unieuro, ma da bene l'idea! Il bello è che vengono messi nel calderone tutti i difetti dei napoletani, come se fosse colpa loro se la spazzatura non viene ritirata. Certo, gli addetti alla raccolta sono napoletani, ma che vuol dire? Se gli dicono di non raccogliere la spazzatura, che possono fare? Mangiarsela? L'unica cosa che poss


Paro paro LATiziana. Concordo con la linea di seguire attentamente le cose che dicono queste persone (che comunque stanno facendo un grosso lavoro, da grillo a travaglio e co.) e poi valutare volta per volta. L'incontro lo facciamo alle 21 proprio per dare la possibilità a chi lavora di poter venire, proprio per invertire la tendenza opportunistica degli incontri politici istituzionali da primo pomeriggio dove la cittadinanza attiva (e più critica nell'analisi) non potrà mai partecipare. @ Domenico, capisco quello che vuoi dire però oggi forse è arrivato il tempo di ricostruire. Anche la fiducia e la positività. Da quello che abbiamo. Cerchiamo l'utilizzabile tra le macerie e ricominciamo. Non è un caso che Scarpinato citava la Costituente ieri sera. Ormai conosciamo i problemi del nostro paese proprio x Travaglio e Gomez, o anche grillo, che li denunciano benissimo. Sta alla società civile provare a ricostruire. Con la fiducia e il sorriso. Ognuno deve dare quello che può. Le parole di Marco Travaglio e Peter Gomez che mi fanno più male sono quelle scritte nella terra di questo nostro paese... Siamo noi che abbiamo prodotto questi politici perchè siamo noi così. Eppure se leggete la biografia di Garibaldi o Mazzini erano amareggiati quanto noi e più di noi, cento anni fa. Proviamo nel nostro piccolo a fare qualcosa di diverso dando l'esempio senza più chiederci cosa dovrebbero darci gli altri. E' da qui che nasce la didascalia del nostro blog. Preparatevi le domande per il 6 febbraio eh! :) (speriamo che vada tutto liscio). Ale
www.lbunder40.ilcannocchiale.it


Tanto per tenerci informati passo passo http://www.tendenzeonline.info/apcom/view.php?s=20080111_000135.xml I testi sono, nell'ordine, il procuratore Lombardi che ha querelato piu' volte a Salerno il PM incolpato, l'aggiunto Murone, definito "creatura sua" da uno degli indagati di Toghe Lucane, il capitano Zaccheo, stretto collaboratore di de Magistris ed indagato a luglio scorso da alcune delle Toghe Lucane sotto inchiesta a CZ come associato a delinquere in concorso con aluni giornalisti e trasferito a Fermo. Speriamo vinca la giustizia




Leggendo i commenti e l'articolo rimango basito. Non ci scandalizziamo per il fatto che nessun magistrato da anni,non abbia messo il dito sulla piaga (tanto impergnati con vip,veline e telefonate insignificanti),non ci scandalizziamo per un'amministrazione sicuramente carente (per usare un eufemismo),no,no,puntiamo il dito sulla passeggiata di Fini,commentandola ed argomentandola ancora di più,ancora un pò,... ci convinceremo...la colpa,.. ma si,la colpa è di Berlusconi e del centrodestra,...ma si diciamolo,sono loro i responsabili,altro che. Sono d'accordo,una bella fetta d'informazione in Italia è surreale. Concludo allegando una pagina, che forse molti che scrivono non conoscono,ritenendo a torto che la raccolta differenziata,fatta nei più grandi paesi europei elimini i termovalorizzatori: ----------- la Termovalorizzazione in Europa e nel Mondo La termovalorizzazione è un sistema moderno ed efficiente che dall'Europa si è diffuso in tutto il mondo. Grazie ad essa possiamo sfruttare il potere calorifico dei rifiuti e trasformare il calore sprigionato dalla loro combustione in energia elettrica, riducendo nel complesso l'impatto sull'ambiente. In Europa sono in funzione oltre 300 impianti, e i paesi europei dove la termovalorizzazione è più diffusa sono la Svezia, la Danimarca, l’Olanda, la Germania, la Francia; fuori d’Europa i termovalorizzatori sono largamente impiegati in USA, Canada e in Giappone. -------- Una soluzione ci sarebbe si chiama regresso. carlo
carlo


Per Ale e per LaTiziana: non voglio assolutamente sminuire quel 90% di ragazzi che ascoltavano criticamente e con delle loro idee in testa ciò che dicevano gli autori ieri (e con un po' di falsa modestia metto anche me stesso in questo presunto 90%). Ho solo voluto condividere il mio essere amareggiato da alcuni comportamenti che ho visto ieri, e qualcuno che mi ha dato ragione c'è stato (il che vuol dire che non sono proprio matto, no?). Per il resto sono al 110% d'accordo con voi, condivido tutto, anche il dovere (nostro, perché il futuro è nostro) di ricostruire questo paese, iniziando proprio dalle nostre famiglie: per una volta tocca a noi educare e non essere educati, imparare anche gente più adulta di noi ad usare mezzi di informazione alternativi, per conoscere meglio ciò che avviene intorno a noi. Se non è ottimismo questo ;)
http://zurlovic.blogspot.com


# 103    commento di   Maria Francesca - utente certificato  lasciato il 11/1/2008 alle 23:27

Quello che è riportato sul post di Corrias è l'ennesima riprova che i leader politici italiani hanno la stessa forma mentis di un tronista di Maria De Filippi. In poche parole non fanno altro che rimpallarsi i problemi del paese e a insultarsi. In più, in linea con i tronisti, si scambiano sempre i soliti insulti, forse perchè, sia i tronisti che i politici, hanno un vocabolario limitato. Comunque ricordiamo a Fini e a La Russa che il problema rifiuti in Campania regna da oltre 14 anni. Maria Francesca


L'unità sta facendo una video chat con Bassolino.Io ho detto di andare a quel paese,dite anche voi la vostra,seppelliamolo di insulti.


da Repubblica di oggi, segnalo: ROMA — Apartheid su via Palmiro Togliatti? Ieri il consiglio del VII Municipio di Roma, uno dei caposaldi «rossi» della cintura a cavallo tra Prenestina e Casilina, ha approvato a maggioranza una mozione presentata da Rifondazione comunista (votata da Sinistra democratica, più tutto il centro destra, contrario il Pd) in cui si chiede all'assessore comunale alla scuola di valutare la richiesta di tornare a separare i bimbi rom dagli altri bimbi sugli scuolabus, richiesta avanzata da un gruppo di genitori mobilitati dopo un litigio avvenuto tra ragazzini. Secca la replica dell'assessore Maria Coscia (Pd): «Sapevo che nel VII Municipio c'era stato qualche problema, ma pensavo che fosse stato governato. Nel senso di includere e non di escludere... Mica possiamo tornare ai tempi di Rosa Louise Parks...». Eppure da quel comprensorio di case popolari e di ex borgate che si chiamano Centocelle, Prenestino, Quarticciolo, Alessandrino o La Rustica, insomma la settima circoscrizione della città, rischia di spuntare all'alba del 2008 un po' grottescamente quell'autobus giallo del '55 a Montgomery. Epicentro è il 117 circolo didattico di Roma, alla Rustica. Ad accendere la miccia nel parlamentino del VII retto da un presidente, Roberto Mastrantonio, unico rappresentante dei Comunisti Italiani tra i diciannove minisindaci di Roma, è stato Lucio Conte di Rifondazione Comunista. Più cautamente Mastrantonio si è tenuto alla larga dall'auletta al momento della votazione, comportamento adottato anche dalla consigliera verde Mariani. Presi in contropiede i rappresentanti del Pd, costretti poi in sei, i presenti al momento della votazione, a restare in minoranza. Due i punti messi nero su bianco: col primo si chiede di valutare la richiesta avanzata dai genitori di rivedere il sistema attuale di trasporto, il secondo suggerisce invece di contribuire a un migliore sostegno scolastico dentro la scuola per i bimbi rom. «Premesso che durante il


«Premesso che durante il trasporto il comportamento vivace di alcuni bambini rom nei confronti degli altri bambini ha determinato le proteste dei loro genitori — recita la mozione approvata — e che anche la presenza sul pullman di due accompagnatori non ha fatto rientrare le preoccupazioni dei genitori che hanno chiesto di far portare a scuola i loro figli su un pullman senza la presenza dei bambini rom, visto che i genitori hanno chiesto che questa situazione venga rimossa e si torni alla situazione degli anni precedenti in cui si raggiungeva la scuola su pullman diversi... il Consiglio del Municipio VII chiede al Presidente di sottoporre all'assessore comunale alla scuola nell'ambito della prevista valutazione dello stato del progetto di trasporto scolastico la richiesta dei genitori del 117 circolo...». Seguono poi le richieste di un maggior sostegno scolastico all'insegna dei «diritti universali riconosciuti a tutti i bambini». «Mozione imbarazzante? E perché mai...— reagisce il consigliere del Prc —. I problemi vanno affrontati, i cittadini sentiti. Oltre a quel litigio tra bambini qua si è messo in moto qualcosa di più. Così sono andato dal presidente e con lui ho concordato questa mozione...». Il capogruppo del Pd Marinucci allarga le braccia. Dice: «Se è per questo ha avuto anche l'adesione dei due di Sinistra Democratica. E poi si è sentita la capogruppo di An che diceva: "Ma perché non l'abbiamo proposta noi?". Qua, se non stiamo attenti, torniamo alle carrozze in treno per soli negri...». Il presidente Mastrantonio obietta. «Io sono per il mantenimento del servizio, certo, ma se si determinano condizioni di ingovernabilità che facciamo?». Paolo Brogi 12 gennaio 2008


# 107    commento di   Angel_Aol_Master - utente certificato  lasciato il 12/1/2008 alle 11:53

un ot ma neanche tanto. Marco a Napoli alla Feltrinelli 11.01.2008 che presenta MANI SPORCHE....spero che l'irrequietudine del pubblico napoletano non scoraggi marco nel venirci a trovare di nuovo...thx marco for coming! http://it.youtube.com/watch?v=ga1W4VOkfSc


Un giornalista dell'Espresso Alessandro Gilioli sul suo blog ha pubblicato un post dove raccontava di aver contattato Beppe Grillo per avere da lui un'intervista per il vday del 25 Aprile,Grillo ha rifiutato l'intervista reputando la domande capziose e lievemente dico io stupide. Apriti cielo il blog del giornalista è stato subissato di commenti anche di tipo offensivo.Però un ragazzo di un meetup di Modena ha risposto a mio parere in maniera egregia.Ha spiegato al giornalista che Grillo è solo il microfono del movimento.Ora mi sorprendo a pensare, perchè tutto questo accanimento verso chi denuncia il degrado in cui questo paese è caduto e non verso chi ha contribuito al degrado,perchè questo accanimento di certi giornalisti verso un comico che due anni prima che accadesse ha parlato del crack della Parmalat,questi giornalisti dov'erano?Se avessero fatto il loro dovere forse molti risparmiatori avrebbero salvato i loro risparmi.E allora perchè prendersela con Grillo?Coscienza sporca?Invidia?Connivenza con il potere?Beppe Grillo è un uomo come gli altricon i suoi pregi e con i suoi difetti ma ci mette la faccia,avrebbe potuto fare il Benigni e avere tutti gli onori,ma ha scelto un'altra strada piu' difficile forse,ma piu' a mio avviso onesta con se stesso.Non è vero che tutti i giornalisti sono servi,ci sono fior di giornalisti che ogni giorno fanno il loro dovere emarginati o censurati,come Beha,Saviano,Lirio Abbate,Peter Gomez,Marco Travaglio e Barbacetto e altri segno che ancoraqualcosa di buono c'è nella "casta" dei giornalisti.Ecco il Vday del 25 Aprile è contro quei giornalisti che invece di essere i cani da guardia del potere sono i cani da compagnia.Contro quei giornalisti che scrivono non per i loro lettori come diceva Montanelli ma per i loro padroni.
www.alienatamente.blogspot.com


# 109    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 12/1/2008 alle 12:36

Io penso che parteciperò al V-day del 25 Aprile, ma concordo con chi pensa che i comportamenti di Grillo non sono sempre stati del tutto corretti (vedi vicenda con Gilioli e con Piero Ricca) e spesso Grillo dice cose assolutamente non vere solo per fare spettacolo. Quindi va bene assecondare ciò che Grillo di positivo ci può dare con la sua capacità di mobilitare la gente, ma tenete cmq sempre presente che grillo è un COMICO non un giornalista, non un politico e soprattutto non un dio. Quindi non mi pare il caso di scandalizzarsi se qualcuno ogni tanto, oltre agli elogi, gli fa anche qualche critica. In questa situazione, se le cose sono andate come Gilioli ha riportato, Grillo non si è comportato molto correttamente. Così come aveva fatto con Piero Ricca tempo addietro ( http://www.pieroricca.org/2007/03/23/beppe-grillo-visto-da-vicino/ ). Tutti possono sbagliare, i fans di grillo devono ammettere che anche lui può avere le sue lacune.




Sul discorso del giornalista Gilioli mi sono venute in mente diverse sensazioni. Inizilamente avevo provato anch'io un pò di fastidio per il comportamento "monologhista" di grillo che non accettava un confronto con la categoria che sta attaccando. Poi, pian piano mi è salita una sensazione opposta: se provavo a mettermi nei panni di grillo mi rendevo conto della clamorosa trappola che sarebbe stata un'intervista di 4-pagine-4 sull'Espresso (come gli aveva promesso il giornalista in questione e da lui stesso citato). Prescidendo dall'ottima strategia grilliana del non comparire mai in video in una società dominata dai media (uno di cui tutti parlano e nessuno vede mai in un contesto di straripamenti televisivi è decisamente vincente!), se tu in particolare decidi di fare un attacco alle malefatte di un'intera categoria, fissando addirittura un giorno di protesta, come puoi uscire con un'intervista di 4 pagine su uno dei maggiori mensili del paese?!? Se lo avesse fatto non credete che sarebbe stato il crollo della sua coerenza costruita in dieci anni di spettacoli in tutta Italia? Il giornalista dell'Espresso su tutti gli onori e grillo lo avrebbero immediatamente accusato di predicare bene e razzolare male, con tutte le TV a parlare e discutere per mesi della sua incoerenza e... ADDIO V-DAY CONTRO I GIORNALISTI. Sarebbe scomparso dall'attenzione generale. In questo come dargli torto al sor grillo?!? All'Italia sarebbe interessata più la coerenza del sor grillo o le nefaste condizioni della casta dei giornalisti? Al Potere in Italia sicuramente la prima. Credo che l'esperienza e la polvere che grillo ha mangiato in dieci anni di spettacoli itineranti gli ricordino ogni giorno che la coerenza sia l'unica strada per poter arrivare a dove è arrivato. Ecco dove trovo la vera intelligenza di grillo, a mio personale parere. Noi abbiamo i Travaglio, i Luttazzi, ecc. che sono disposti anche a discutere con coloro che li attaccano
www.lbunder40.ilcannocchiale.it


Noi abbiamo i Travaglio, i Luttazzi, ecc. che sono disposti anche a discutere con coloro che li attaccano e da cui vengono attaccati. Grillo ha fatto una scelta diversa. Ed è rispettabile e inconfutabilmente rivoluzionaria, che è quella di colpire chi sta rovinando l'Italia anche decidendo i modi e i tempi per un eventuale confronto. E questo forse perchè ha intrapreso un golgota diverso dai vari Guzzanti, Biagi, ecc. Grillo rappresenta l'azione. Anche nel mettere in pratica le sue convinzioni morali. E' il rivoluzionario. Travaglio cerca di denunciare il sistema da dentro, anche dalle trasmissioni in RAI da Santoro. Grillo vuole la rivoluzione. E un rivoluzionario non legittima il sistema vigente. TOTALMENTE COERENTE IN QUESTO RUOLO, sempre a parer mio. p.s.: anche berlusconi ha un grosso seguito, con quel 25% di popolazione che gli premia la sua coerenza innata nel giocare da furbetto del quartierino. Gente appassionata o infatuata del suo essere vincente a tutti i costi, anche giocando sporco.
www.lbunder40.ilcannocchiale.it


Bravo gianfranco, dal 2001 al 2006 ti occupavi per caso di turismo?? Nel senso che facevi fotografie a Ponte vecchio insieme ai giapponesi?? Oppure la carica di ministro degli esteri ti impediva di vedere quello che succedeva a casa tua o sapere casualmente, in un luogo chiamato Parlamento, poi sempre casualmente sapere da qualche collega, che fatalità di mestiere fa il Ministro della Repubblica, che c'è una regione in Italia, chiamata Campania, il cui capoluogo, Napoli è in difficolta da anni a causa del problema rifiuti, problema noto in tutta Europa, già avevi problemi con la fotocamera!!


# 114    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 12/1/2008 alle 18:3

Ma appunto concludi te stesso facendo notare che quello è l'atteggiamento di Berlusconi... Scusa Ale, ma dalla tua descrizione se ne evince che siamo un popolo di idioti che invece di guardare alla sostanza guarda all'apparenza, che ci facciamo adescare dal primo personaggio un pò famoso che passa in convento e che non badiamo tanto a quello che ha da dire ma più che altro al fatto che sia coerente, accanito, passionale ecc ecc. Personalmente penso che queste possano essere caratteristiche importanti, ma DOPO il contenuto. Penso che il contenuto sia più importante di tutto! Grillo denuncia un sistema e quando gli viene data la possibilità di confrontarsi cosa fa? Si tira indietro? Che poi dico, mi sta bene che Grillo possa NON accettare un intervista se ritiene le domande fuori luogo. Ma c'è modo e modo di comportarsi! Ancora una volta è riuscito a farsi pregare, cercare, rincorrere, desiderare per poi mandare a quel paese il giornalista che stava aspettando una risposta!! Poteva essere chiaro fin da subito. Poteva rispondere subito alla mail dicendo che non era interessato e punto. Siamo arrivati quindi a un punto in cui denunciamo la mancanza di possibilità di confronto ma consideriamo nel contempo le possibilità di confronto "trappole da cui fuggire"???




Stan come d'autunno, sugli alberi GLI AVVOLTOI. Fini, VERGOGNA!


Grande questo articolo in sostanza 12 anni di onorato servizio comunale di Bassolino e Jervo sono sempre riconducibili al governo che quando fa comodo e' di dx o di sx per nascondere l'evidenza infatti comuni provincie cosa ci sono a fare . HAi scritto una stronzata e non suggerisci o consigli un bel ficosecco chiedi al Travaglio di fare un bella indagine come solo Lui sa fare e vediamo fra quanto il prossimo libro e soldi soldi soldi in tasca sua.


Fini, nella speranza di succedere a "zio silvio" gioca la carta del populismo per cercare di cavalcare la tigre e creare un'amalgama, tenuta insieme dalla rabbia sociale, che possa avere un eventuale risvolto in sede elettorale. Non importa che in 5 anni di governo lui e tutto il centro destra non abbiano fatto nulla per arginare una crisi cronica ed asfissiante, che da anni ormai periodicamente si abbatte su Napoli. L'importante è coltivare il proprio orticello, il resto sono solo stupidaggini.I problemi restano, non importa davvero risolverli. In Italia è invece importante avere dei problemi, incentivarli, per aver sempre qualcosa da mercanteggiare in periodo di elezioni. Altrimenti cosa si dovrebbe promettere alla gente per ottenere la poltrona?


Fini che passeggia nelle strade di Napoli invase dall'immondizia mi ricorda Napoleone tra gli appestati di Jaffa...Sono d'accordo con Dario: populismo della peggiore specie. Ma dico io: nessuno che si alzi e gli dica: "A Gianfrà, ma tu, per cinque anni, dove sei stato? L'immondizia c'era anche prima, quando tu e il tuo capoccione eravate al governo!"



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti