Commenti

commenti su voglioscendere

post: La sentenza Contrada

Bruno Contrada, già capo della squadra Mobile di Palermo, poi della Criminalpol e infine numero 3 del Sisde, è stato condannato sette mesi fa a 10 anni di reclusione dalla Cassazione per concorso esterno in associazione mafiosa: per il suo trentennale “contributo sistematico e consapevole alla conservazione e al rafforzamento di Cosa nostra ”.  Di seguito pubblichiamo una sintesi delle motivazioni della condanna d’appello del 2006, chiesta e ottenuta dal Pg Nino Gatto e confermata dalla Suprema Corte: 792 pagine firmate dal presidente Salvatore Scaduti e dai giudici a latere Chiara Boni e Giuseppe Melisenda, che illustrano le accuse a suo carico (lanciate non solo da mafiosi pentiti, ma soprattutto da testimoni incensurati : magistrati, poliziotti, parenti di ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


bravo marko87 infatti gli stanno dando troppo spazio e questo gia dovrebbre farci pensare.. vediamo come andrà a finire con l'amico del nano nel caso in cui il popolo italiano dirà che è un mafioso, vedremo.. forse lo inviteranno a buona domenica..


A proposito di grazia, mi sto facendo la grazia di non ascoltare Sofri da Fazio. Ma, ora che ci penso, questo non ci torna più in carcere? Mi ricordo che già almeno un anno fa girava per l'Italia, per l'ultimo congresso Ds. Una brutta malattia, evidentemente.




ragazzi, perché leggere migliaia di pagine di motivazioni di sentenze, quando c'è alex che ci fa il riassuntino? Alex, rifletti tu che è meglio




Prima di parlare e sparare a zero su quel che viene detto bisognerebbe essere informati. Chi dice che ad accusare Contrada siano stati solo mafiosi ed assassini parla per sentito dire. Ma come dargli una colpa? Avrà letto i giornali, avrà visto i tg, avrà ascoltato le dichiarazioni dei nostri politici e riportato a pappagallo tutto quanto. Di sicuro non si è realmente informato. Oppure partecipa all'ormai famosissimo gioco di ruolo a cui sono iscritti la stragrande maggioranza dei politici (e non solo): nascondi la verità, ruba più che puoi che a premiarti ci pensiamo noi.


Accontentati! Non si dà "grazia" a chi si ritiene innocente e reclama, tuttalpiù, dei "grazie". Napolitano, l'ha detto chiaro. Chissà come l'hanno presa male il povero Mastella e consorte!


Secondo me Contrada è un po come Previte.Se il mondo politico è in movimento per questo traditore,forse sente sul collo il fiato di un ricatto.Sic


Noooooooooo alla grazia per Contrada!!! curare e concedere la grazia sono due cose molto diverse!!!!


Rispondendo nuovamente ad Alex, forse per la condanna si sono basati su "testimonianze di pentiti, cioè di mafiosi ed assassini," perchè Contrada anzichè passare le proprie giornate ricevendo e contrattando con crocerossine le passava incontrando "mafiosi ed assassini"


mmmhhh...un'attacco pesantuccio a Marco su questo blog: http://www.cielilimpidi.com/?p=60


"la memoria e' sovversiva" (cfr. link video)


Il cainano ha sollevato le fauci dall'acqua stagnante per fare un rotto: . Sappiamo bene a che tipo di "servitore" e a quale stato si riferisce "Don Slivio u' curtu", che probabilbente avverte l'arrivo di qualche colpo di lupara.(magari!!!) Auguriamogli che presto il suo mausoleo apra le porte alla sua salma e le richiuda per sempre. AMEN alberto gangalanti


@ Angel_Aol_Master: complimenti per il video alla feltrinelli (napoli),è venuto molto bene.


Leggete l'articolo.... http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/caso-contrada-1/caso-contrada-1/caso-contrada-1.html ...lo psiconano li vuole tutti di un certo calibro e non si smentisce mai.


La sparata odierna di Berlusconi a favore di Contrada rappresenta a mio avviso la prova definitiva della sua colpevolezza. http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/caso-contrada-1/caso-contrada-1/caso-contrada-1.html


# 29    commento di   Maria Francesca - utente certificato  lasciato il 13/1/2008 alle 16:27

Riguardo alla sparata dello psiconano, non c'è da preoccuparsi, tanto fra poco si giustificherà, dicendo che le sue parole sono state travisate. Qualcuno (Bondi) avvicinerà quel tenero nano e gli farà presente, che Contrada è in carcere, perchè riconosciuto colpevole, non solo grazie alle dichiarazioni di pentiti, ma anche in base alle testimonianze di incensurati come i parenti delle vittime di mafia, magistrati ecc. Comunque quest'ultima sparata è la riprova del fatto, che Berlusconi dovrebbe starsene zitto e muto, almeno lui la galera è riuscito ad evitarla, chissà se sarebbe potuto diventare il compagno di cella di Contrada. Maria Francesca


Avete letto le dichiarazioni di Berlusconi su Contrada; una volta gli amici dei mafiosi venivano messi alla gogna così come le mignotte. Oggi vanno a finire sui giornali o a presentare programmi. Grazie Silvio


Napolitano che risponde a una lettera inviata dal senatore di An Gustavo Selva???? quello dell'autoambulanza, ma per favore!!!! non si era dimesso o meglio AN non l'avevo buttato fuori dal pertito e subito si era infilato in quelli di Forza Italia. Ma per favore certa gente (non avevo dubbi che prendesse la difesa di Contrada, cosa che lo copevolizza subito)deve essere mandata in esilio, cose si fà ad avere il coraggio di parlare ancora dopo quello che ha fatto??? Siamo finiti....... Non ho più speranze


# 32    commento di   Velaspez - utente certificato  lasciato il 13/1/2008 alle 16:42

Trovo stupefacente e sconfortante il fatto che tanti richiedano per Contrada un nuovo processo. Questo, viene detto, non è stato giusto, perchè basato sulle accuse dei pentiti. (Il nuovo come e dove si dovrebbe fare? All'estero forse?) Gente che non ha nemmeno letto la sentenza Contrada, crede di poter affermare con assoluta certezza che la verità stia sempre e comunque dalla parte opposta a quella indicata dalla Magistratura. E' in gran parte la stessa gente che si era trovata schierata contro la Magistratura ed a favore di Berlusconi che ora proseguendo sullo stesso cammino, per inerzia, si ritrova dalla parte di Contrada. Temo che Falcone e Borsellino, che già ora non ispirano più, in alcuni, grande considerazione, presto finiranno per essere personaggi decisamente scomodi.


Sar stata anche una domenica del cazzo... il tempo non invogliava ad una biciclettata e così mi son sentita per intero la conferenza di Roma di gomez-barbacetto-travaglio... ragazzi,non c'è più speranza! Siamo proprio un paese di merda! Ce le meritiamo tutte ste disgrazie! :-(((((((((((((((




Signori, un post per la vicenda de Magistris? Pare che i suoi accusatori, compresi gli ispettori ministeriali, siano indagati a Salerno per calunnia a suo danno! Non vi pare che stia riservando risvolti che dovrebbero essere maggiormente diffusi ? Oggi, domenica, ne parlano solo il Manifesto e Repubblica, ma senza collegare alla notizia l'altra data di soppiatto come smentita qualche giorno fa e che riguarda il presidente della disciplinare del CSM, quel senatore Mancino che non riesce a ricordare se mando' a chiamare Borsellino proprio mentre stava interrogando Mutolo, mentre prometteva interessanti rivelazioni, che a luglio scorso fini' sui giornali per essere stato beccato mentre parlava su utenza "terza" con un deputato lucano del suo partito, indagato dal solito PM biondo anglonapoletano, mentre entrambi si dolevano del fatto che non si riuscisse mandar via qualche sostituto di quella Procura, e che adesso sarebbe stato ascoltato mentre in viaggio aereo si rammaricava che non si sia ancora riusciti a togliere a de Magistris "Toghe Lucane".... Marco, aspettiamo ansiosi il tuo intervento!


La grazia gliela darei a patto che in galera ci vada il nano. Assurdo anche solo pensare ad una cosa del genere verso chi si è reso complice dell' incremento di potere della mafia nel nostro Paese. Saluti.


Ragazzi ho appena letto le prime 33 pag di "mani sporche" e gia mi sento male,ma da quale monnezza siamo controllati e gestiti?Mi chiedo se arriverò viva alla fine del libro,grazie Marco per tutto cio che ci stai dando .


Azionisti e quote di partecipazione della Banca d'Italia: Gruppo Intesa (27,2%) http://www.bancaintesa.it/ Gruppo San Paolo IMI (17,23%) http://www.sanpaoloimi.com Gruppo Capitalia (11,15%) http://www.capitalia.it Gruppo Unicredito (10,97%) http://www.unicredito.it/ Gruppo Assicurazioni Generali (6,33%) http://www.generali.it/ INPS (5%) http://www.inps.it/ Banca Carige (3,96%) http://www.carige.it/ Banca Nazionale del Lavoro (2,83%) http://www.bnl.it/ Banca Monte dei Paschi di Siena (2,50%) http://www.mps.it/ Gruppo Premafin (2,00%) http://www.premafin.it/ La Fondiaria (2,00%) http://www.fondiaria.it/ Cassa di Risparmio di Firenze (1,85%) http://www.carifirenze.it/ RAS-Riunione Adriatica di Sicurtà (1,33%) http://www.ras.it/ Il restante 5,65 % non è, per ora, dato di sapere a chi appartenga.






S.B. Il motivo della grazia? Semplice Contrada in carcere parlerebbe e indovina un pò di chi?


Berlusconi dichiara che se viene discussa la legge Gentiloni sulle TV, salta l'accordo sulla legge elettorale. Così, spudoratamente! Pietro Folena, presidente della Commissione Cultura della Camera e relatore del ddl Gentiloni, dichiara a sua volta: «Mi dispiace e mi sorprende che nel momento in cui si dialoga sulla legge elettorale, per il bene del Paese e il risanamento del sistema politico, il presidente Berlusconi subordini tutto ciò alla messa in soffitta del ddl Gentiloni, vale a dire alla garanzia per i suoi interessi personali e aziendali». Capite? Folena si sorprende! E in tutti questi anni dov'è stato?




Cercate su YouTube questo video è eccezionale: TRAVAGLIO vs SIGNORAGGIO 09/01/08 Atri (Teramo) P.S Travaglio l'hai rifatto!!!!!


Salviamo Elkassim!! http://www.giustiziaperkassim.net http://www.kassimlibero.splinder.com


@Beppe "mmmhhh...un'attacco pesantuccio a Marco su questo blog: http://www.cielilimpidi.com/?p=60 " E che sarà mai di nuovo? Un altro mitomane pro-Guzzanti che inventa puttanate a garganella: @Giovanni Maganuco: quel video non ha niente di eccezionale, è imbarazzante. È come essere assaliti da una sorta di testimoni di Geova che pretendono spiegazioni sugli UFO e i rapimenti di bestiame.


Una parte dei Magistrati sta preparando una protesta da attuare durante la prossima apertura dell'anno giudiziario. Secondo questi Giudici molto del loro lavoro risulta vano, perchè i processi troppo spesso si concludono con un'assoluzione dell'imputato. Non grazie alla sua innocenza, ma a causa delle leggi vigenti, che tra indulti, sconti, patteggiamenti, prescrizioni, condizionale, non arrivano all'esecutività della condanna. In Italia un processo dura in media 8 anni e ha dei costi veramente elevati. Se poi si conclude con un niente, chiedono i Magistrati, che senso ha portarlo avanti? Ma il problema è un altro. Una volta una condanna, anche senza il carcere, veniva vissuta come una morte sociale, perchè il reo era emarginato dalle posizioni di rilievo della società civile. L'onorabilità di una persona era infatti una condizione imprescindibile per poter occupare certe poltrone. Oggi da noi un processo è visto alla stregua di una settimana bianca. Abbiamo banchieri, deputati, professionisti, industriali che hanno la fedina penale ampiamente macchiata e che continuano tranquillamente a fare il loro mestiere. Perchè come mi ha detto pochi giorni fa un avvocato affarista: "The business is business, the rest is nothing!" Allora non lamentiamoci se viviamo in un mondo di ladri.
www.fuochidipaglia.it


@ giovanni maganuco Travaglio è stato un galatuomo, fossi stata io ti avrei preso a randellate. Scusa ma secondo te che cosa avrebbe rifatto Travaglio? Mica si è capito! Si è sentito solo uno che faceva domande e affermazioni a raffica (penso si tratti te!). Te la sei cantata e suonata da solo! Un pò come quelli di www.cielilimpidi.com, credete che le proloquio serva a qualcosa. Si a qualcosa serve: ad ammorbare e a rimbambire la gente. Maria Francesca


Leggetevi il MONOLOGO CENSURATO della puntata di DECAMERON...grande Luttazzi! www.impazzito.it


prova!


Leggete qui e fatevene un idea: http://new-italy.net/i-falsi-profeti/dossier-beppe-grillo-la-manipolazione-della-mente/


Con il Professor Greco lanciamo una prima proposta legislativa. E' chiaramente una prima piattaforma di discussione ma può rappresentare un'ottima base di partenza per intraprendere quel viatico di legalità ormai imprenscindibile nel panorama politico-istituzionale del nostro paese. Questa prima bozza di piattaforma verrà presentata (dopo discussione anche su vari blog), insieme a quella già redatta sulla Giustizia, nell'incontro con Peter Gomez del 6 febbraio prossimo alla libreria Rinascita di Garbatella. L'idea è quella di gestire un dibattito aperto alle domande del pubblico partecipante, dove ad un'analisi di denuncia della situazione Giustizia da parte del giornalista si affianchi una piattaforma politica futuribile. Denuncia, Analisi, Sintesi e Azione. Aderiscono all'incontro Vladimiro Polchi, autore di Augias e Pancho Pardi. A presto.
www.lbunder40.ilcannocchiale.it


Ma sta gente non ha proprio ritegno! Mastella non smette mai di stupire comunque. Comunque, a questo punto ,non sp più da chi sentirmi rappresentato...


# 54    commento di   Stefano R - utente certificato  lasciato il 14/1/2008 alle 13:53

Travaglio scusi la divagazione ma.....Previti è ancora avvocato? o l'ordine degli avvocati in un sussulto di dignità l'ha espulso? (sempre a proposito di caste)....o magari esercita ancora? saluti


(segnalo articolo dal Corriere di oggi, di Gian Antonio Stella) "TUTTI PRIMARI ALL"OSPEDALE DI VIBO" Sono 153 i medici con la qualifica di «alta specializzazione» Ospedale di Vibo: tutti primari I numeri choc della struttura nota per la malasanità: all'Asl oltre 1.900 dipendenti Amate il brivido? Venite a farvi ricoverare a Vibo Valentia. Dove c'è perfino un chirurgo che s'è fatto esentare dalla sala operatoria perché ha un debole per il vino ma è stato premiato lo stesso con l'«alta specializzazione». Concessa, dalla generosa Asl vibonese, alla bellezza di 153 medici. Oltre ai primariati di Il Pronto Soccorso dell'ospedale di Vibo Valentia (Ansa) serie A, a quelli di serie B, alle direzioni varie... La più alta densità planetaria di luminari. La storia dell'ultimo anno, in realtà, dice qualcosa di diverso. Basti ricordare il caso di Federica Monteleone, la sedicenne morta dopo un blackout elettrico mentre era sotto i ferri per una banale appendicectomia. O quello di Eva Ruscio, l'altra ragazzina deceduta un mese fa dopo il ricovero per un ascesso alle tonsille. O ancora quello di Orazio Maccarone, il vecchio morto il giorno di Santo Stefano dopo quattro ore al pronto soccorso, ore che il figlio Michele ricorda per la difficoltà di parlare con certi medici dall'approccio «superficiale e strafottente». Insomma: un ospedale inaccettabile in un Paese civile. Sgarrupato. Sporco. Come buona parte delle strutture sanitarie calabresi. (etc. etc. etc.)






Per Gabriele Paradisi Tutte puttanate non saranno, ma dovrai riconoscere che qualche pezzo del castello teorico del nostro amico comincia a scricchiolare: Commisione Telecom Serbia: il fiore all'occhiello della conoscenza di Zoltec. Ammutolisce tutti con le sue citazioni documentali. In sintesi la sua teoria: Igor Marini è stato imbeccato da qualcuno. Cui prodest? Dice lui, o meglio, cui PRODI EST? Il polverone Marini, secondo lui, è stato innalzato apposta, per far passare in secondo ordine e nascondere le tangenti reali. Marini non combatteva contro Mortadella, Ranocchio, Cicogna, ma combatteva a favore, difatti, come ringraziamento, lo hanno liberato subito, di processo non se ne parla, scommettete che andrà tutto in prescrizione? Ma anche questa geniale teoria crolla: è di ieri o altro ieri, che Marini è rinviato a giudizio, il processo comincerà fra una ventina di giorni. Questo è un pezzo del tetto di castello di Zoltec che crolla


A proposito, l'altro pezzo crollato del castello di Zoltec Commissione Mitrokhin: Zoltec, nelle sue battaglie nella blogosfera, dice: Scaramella non patteggerà mai il traffico d'armi. Gli interlocutori lo vedono così sicuro e documentato e pensano che senz'altro sia vero, avrà delle fonti certe. Invece no, Scaramella patteggia anche il traffico d'armi


C.V.D.


Scusate il piccolo fuori tema, ma io con questo Veltroni già non ce la faccio più. Mi fa stare male. Ho crampi che mi acchiappano lo stomaco ad ogni sua non - dichiarazione ed ogni sua non - azione. Nel frattempo fa il biscaro sotto banco. E' questa la morte di cui dobbiamo morire? Saluti


Le pezze documentali a quanto detto su Zoltec Dice Zoltec: ""Io dico che: se si analizza l'assurdità del comportamento di Marini, e se si prova a motivare con la logica dell'infallibile motto latino "cui prodest", lo zampino di Prodi può esserci eccome, oppure di qualcuno che con lui ha goduto degli stessi benefici derivanti dalle bufale di Marin" sempre Zoltec: ""Tutto il resto è polverone. E' stata compiuta un'operazione schifosa, centinaia di miliardi italiani gettati. E Marini ha coperto tutto con il suo polverone. Infatti vedrai che non pagherà. "" ---------------------------- NON PAGHERA', ultima profezia vedremo se si avvererà


Come si vede che non frequenti i tribunali, Sympatros. Uomo fortunato. Non è crollato alcun pezzo del castello. Anzi, si è rinforzato. Manca un anno alla prescrizione del reato, e se ne son già magiati quattro per rinviarlo a giudizio. E' sufficiente qualche rinvio, per andare in prescrizione, a questo punto. Berlusconi e Ghedini docent. E che volevi mai? Che non lo rinviassero a giudizio con quel bastardodentro di zoltec che appesta la rete con le sue insinuazioni sull'impunità di Marini? Boccaccia mia statte zitta, diceva Provolino. Comunque non hai notato il regalino che mi hanno fatto? Si è scoperto che la sezione del Tribunale che procede su Marini, è la stessa che procede su Scaramella. Stesso GIP: Muntoni. Stessa data di rinvio a giudizio: seconda settimana di gennaio 2008. Tempo impiegato per rinviare a giudizio Scaramella, per la calunnia a Talik e per il "traffico d'armi" (non riesco mai a scriverlo senza ridere), nonostante si dovessero mettere insieme tutte le prove, cioè partire da zero: 1 anno. Tempo impiegato per rinviare a giudizio Marini per la calunnia a Prodi, nonostante il reato fosse flagrante: 4 anni. Come vedi Simpy, la matematica (che come è noto, non è un'opinione), per ora dà parecchio conforto, ai miei dubbi. Per quanto riguarda il patteggiamento di Scaramella, vedo che fai gli onori di casa, mistificando. Io non ho mai scritto "non patteggerà mai", perchè quando parlo del futuro mi concedo sempre la possibilità di sbagliare. Ho scritto ovviamente che non "credevo" che lo facesse in conseguenza del fatto che aveva fatto ammissioni (così dicevano i giornali) sulla calunnia e non sul traffico d'armi. Comunque calma e gesso, Simpy. Per ora non ha patteggiato.


Zoltec, ma così importante e potente sei diventato? Così dietro il rinvio a giudizio di Igor Marini ci sei tu? Ma ti dobbiamo ringraziare allora. Zoltec, amico mio, i piedi a terra, mi raccomando!


TUCO BENEDICTO: C.V.D. un bel niente. Il mio articolo non riguarda Igor Marini. Sympatros è un furbacchione depistatore. Il mio articolo prende una pagina di "mani sporche", una a caso, la 170, e dimostra analizzandola parola per parola che è una gran bella mistificazione della realtà. E lo dimostro documenti alla mano: una pletora di cose non vere. Poi: - Travaglio è buono - Travaglio è bello - Travaglio è un nemico della mafia - Travaglio è il numero uno del giornalismo - Travaglio è unico - Travaglio se li mangia tutti in insalata ecc...ecc..., va tutto benissimo. Sarà tutto vero, ma a pag.170 del suo libro, non ne ha detta una giusta che sia una. E dimostratemi il contrario, documenti alla mano, così come ho fatto io.


Tranquillo Sympatros. Mi riferivo soltanto alla legge di Murphy.


Sono tranquillo, Zoltec, e non ti preoccupare se il tuo castello va progressivamente in rovina, si sta meglio in un condominio!




Sympatros, in rovina vanno i castelli che certi giornalisti hanno impiegato anni a costruire, cercando di dare un'immagine di serietà ed amore della verità, se basta un semplice blogger per dimostrare che sono dei mistificatori, nonchè mentitori. E questo, per il momento, è dimostrato, ed è l'unico e solo dato oggettivo. Per le altre vicende, incrocia le dita che i giudici di Roma facciano le cose bene e di corsa, se non vuoi che io finisca per avere ragione anche da quella parte.




Guardate il video pubblicato nel Blog di Beppe Grillo del 14 Gennaio 2008 dal titolo: Io so-Pasolini-V2-day Subito dopo guardate questo : TRAVAGLIO vs SIGNORAGGIO 09/01/08 Atri (Teramo). Io credo che chi conosca cos'è il signoraggio bancario rimanga amaramente deluso dell'omertà operata da Travaglio. Chi scrive riesce ad apprezzare lucidamente l'importanza dell'ottimo lavoro svolto da travaglio in questi 'tempi difficili', e proprio per questo motivo che rimane stupito dal silenzio sul Signoraggio. Non ho ancora finito di leggere ULIWOODPARTY, subito dopo comprerò MANISPORCHE. P.S @ maria francesca amichevolmente e senza 'randellate' ti invito ad informarti sull'influenza devastante che esercita il signoraggio bancario S.P.A ha nella vostra vita. P.S @ Tuco Benedicto Gli 'UFO' a cui tu fai riferimento si chiamano BANKIERI ed a meno che tu non sia uno di loro non dovresti infastidirti se qualche ragazzo 'sveglio' chiede spiegazioni ad un giornalista importante spiegazioni del perchè ci sia assoluta omertà sul signoraggio.


Per Gabriele Paradisi Gabriele, io mi attengo ai fatti e, ultimamente, ci sono soltanto due fatti nuovi e di rilievo: l'intenzione di Scaramella di patteggiare su tutto e il rinvio a giudizio di Marini, questi come direbbero nella narratologia, sono due eventi che interrompono la quotidianità di teorie e discussioni, vostre e mie, sono fatti. Tu dici che sono pagliuzze, io dico, invece che sono travi. Il patteggiamento di Scaramella, se ci sarà, con le sue ombre indotte, finirà per coprire anche i lavori della Mitrokhin ed influenzare anche l'interpretazione del rapporto tra Scaramella e Litvinienko, potrebbe, il condizionale è d'obbligo, rafforzare l'immagine accreditata dai giornali di uno Scaramella pasticcione e raccontiballe. Il rinvio a giudizio di Marini toglie di mezzo, e non è una pagliuzza, buona parte della struttura, su cui poggiava la vostra versione che, dietro la buffonata di Marini, ci potrebbe essere Prodi e company, l'illazione vostra è grave non è una pagliuzza; dovresti riconoscere che è un pò cervellotica come teoria. Quindi Marini andrà in giudizio, saranno i giudici a dire se pagherà e quanto pagherà!


Domenico, se hai argomenti, sono i benvenuti. Non vedo l'ora che qualcuno mi dimostri dove ho torto. Sul tuo blog non ho trovato nulla. Ma se vuoi replicare sul tuo o sul nostro blog, non puoi farmi che piacere. Io non ho fatto nulla di speciale. Semplicemente ho una certa memoria, e ricordavo le cose molto diverse da come le raccontava Travaglio. Ho fatto un po' di ricerche, ed ho ritrovato tutti i documenti. Ma sono ben lieto di ascoltare le tue obiezioni.


Sympatros, forse non ci siamo capiti. Io non ho MAI scritto che Marini non sarebbe stato rinviato a giudizio. Ma tu tai scherzando? O sei impazzito? Ma ti rendi conto dell'omissione che avrebbe comportato, nei doveri d'ufficio del Giudice, lasciar prescrivere il reato senza dare avvio neppure Al processo? Che lo rinviassero per me era scontato. Tu continui a non capire una cosa: i tempi ora sono davvero troppo stretti, ed il reato era flagrante, per cui si poteva procedere molto più rapidamente che per Scaramella. Invece ci han messo quattro anni, ed uno solo per il dibattimento è molto ma molto poco. Quindi per ora i miei dubbi rimangono esattamente come prima. E' inutile che tu ti agiti per dimostrare che si tratta di un procedimento nella norma. Perfettamente inutile.


Ascolta, Zoltec, mettiamo un punto fermo qui stasera, in modo che non ci potranno essere più disguidi in futuro. Tu stasera, ore diciotto, stai ancora insinuando che i giudici hanno fatto apposta a perdere tempo nel rinviare a giudizio Marini, per fare in modo che il reato vada in prescrizione, per fare un favore a non si sa chi. Se non stai insinuando questo, lasciamo perdere tutto, perché è soltanto una perdita di tempo e aspettiamo, con pazienza, l'iter giudiziario di Marini, prima di fare illazioni.Se invece stai insuando questo, metto il punto fermo e me ne ricorderò per le possibili discussioni future.


Io non sto insinuando nulla. Diciamo che sono il classico cittadino incazzato, che esclama: ma come? Un calunniatore casinista bufalaro come Igor Marini, dopo tutto il casino che ha fatto, quasi cinque anni per rinviarlo a giudizio? (conta bene Simpy, son quasi cinque, siamo agli sgoccioli). Proprio lui? Il conte Aigor? Esclama. Il cittadino.


Caro Marco, domani verrò a vedere il tuo spettacolo teatrale a Bolzano. Giuro che è stato molto più facile trovare i biglietti per i R.E.M. e per i Genesis che non per il tuo "Promemoria". Magnifica la tua intervista al quotidiano "Il Trentino". Finalmente uno che ha il coraggio di dire che non ama sciare e non ama la montagna d'inverno. Con questi sport invernali hanno rotto i coglioni. Sembra che non esista altro. Verrà il giorno che spareranno neve anche in agosto...


Le obiezioni sono legate ad alcune cose: ribadisco in anticipo che sono obiezioni fondate su una conoscenza media dei fatti, e per media intendo non superficiale ma nemmeno approfondita all'eccesso. 1) Il libro Mani sporche non è scritto dal solo Travaglio ma da tre giornalisti seri, onesti e molto bravi; 2) l'obiezione che fai sul fatto che Guzzanti sia stato o no il primo a parlare di tangenti nell'affare Telekom Serbia non cambia la sostanza dei fatti. Anche se, come dici, i primi a parlare di tangenti furono Bonini e D'avanzo, ciò non cambia che, se due giornalisti fanno un'inchiesta e una Procura apre un'indagine è un conto, altro conto è se un senatore della maggioranza di governo parla di tangenti ai maggiori esponenti dell'opposizione: è evidente che fosse interessato al discredito di questi ultimi. Dunque, più che di "balle" parlerei di inesattezze, che però ai fini della ricostruzione cambiano poco. 3) Non mi risulta che Prodi, Dini e Fassino siano mai stati rinviati a giudizio per quelle presunte tangenti, perciò la prima cosa che mi viene in mente è che quelle tangenti non esistessero. 4) Marini un burattino di Prodi, un testimone inattendibile messo lì apposta per alzare un polverone? L'ipotesi mi sembra alquanto singolare, specie considerando il danno di immagine che l'attuale premier ha avuto da quella faccenda. Considerando poi che al conte Aigor fu data molta credibilità dalla commissione parlamentare dell'on. Trantino, e che la sua testimonianza e le conseguenti prime pagine di giornali e telegiornali dedicate a lui arrivarono proprio in un momento delicatissimo dei processi a Previti e Berlusconi, considerare Marini come "sguinzagliato" dalla sinistra mi sembra un tantino temerario. Ma errare humanus est, magari io mi sbaglio, voi avete ragione e Gomez Barbacetto e Travaglio sono tre truffatori! Chi lo sa?
http://zurlovic.blogspot.com


Bene, Zoltec, prendo atto che non stai insinuando nulla, anche se io avevo capito altrimenti, anche in altre occasioni.Chiuso il discorso, aspetterò e seguirò cosa decideranno i giudici su Marini!




Grazie per l'anima bella,grande citazione hegeliana, l'accetto volentieri; per quanto riguarda il "fidati", puoi stare tranquillo, rientra nella mia deformazione professionale l'esercizio e il tarlo della diffidenza. Invece, per il trasalire, le manipolazioni e i misteri, sì non mi attraggono e sono, come già detto, atarattico,la fantasia creativa la lascio volentieri ai poeti e ai ricordi di gioventù. Ti saluto, Gabriele, stammi bene!


http://www.cielilimpidi.com/?p=60 Uhh...come sono limpidi questi cieli! SCUSATE L'OFF TOPIC MA MI SENTO IN DOVERE DI DIFENDE I NOSTRI AUTORI un commento di Beppe ha segnalato un attacco piuttosto forte(x fortuna al momento fuori dalla visuale pubblica). QUESTO "Enrix"(supponiamo Enrico, ma non ha avuto la compiacenza di firmarsi) afferma in sostanza che Travaglio è un gran bugiardo, che è "inquietante pensare che questo giornalista sia considerato una delle principali “voci libere” dell’informazione italiana" e che nei suoi libri, l'ultimo specialmente, non cita quasi mai le fonti. L'articolo attacca Travaglio con una strategia da "cecchino", vista e rivista in vari altri casi contro molte voci libere: fare le pulci alle fonti, alle date, ai nomi ecc... Con i nostri autori è molto più difficile che in generale, ma è sempre possibile. Ricordiamo 2 cose: anzitutto con inchieste di simili dimensioni e così strutturate non lasciare nessun "fianco scoperto" sulle fonti e le date ai cecchini è un'impresa titanica. in secondo luogo, più importante ancora, una piccola osservazione che faccio sempre agli scettici: è davvero possibile pensare che, nella realtà in cui viviamo, specie quella italiana, gente come Marco, Peter, Gianni, Beppe Grillo e mille altri(Guzzanti Sabina, Luttazzi ecc...) che sputxaxno i poteri forti, se si lasciassero andare ad una, dico UNA affermazione falsa non verrebbero presi e sbattuti in galera nel giro di qualche giorno? Che vincano tutte le cause che gli vengono mosse contro con regolarità nonostante non scoppino certamente di soldi(o di connivenze) e che restino "impuniti" nel paese delle grandi lobby? Possibile si, probabile mooolto poco, per non dire nulla. TEMO che, dopo le minacce e l'ostracizzazione nei confronti di chi scrive di certe questioni, si possa passare in futuro alla ric
www.marxismo.net


CONT TEMO che, dopo le minacce e l'ostracizzazione nei confronti di chi scrive di certe questioni, si possa passare in futuro alla ricostruzione della realtà, cioè scrivere baggianate x screditare e farle risuonare a mezzo media finchè si può. Poi, quando gli altarini crollano, sappiamo che non vengono quasi mai le smentite, se non in sordina. Ma per l'opinione pubblica i danni ormai sono fatti e l'obiettivo di controinformare è raggiunto. Al che io dico: NO PASARAN! Al riguardo cito testualmente dall'articolo in questione, di Enrix: "Quello sulla Mitrokhin contiene così tante imprecisioni e falsità, ad un primo esame, che sarà necessario realizzare una serie di articoli a puntate, per demolirlo pezzo per pezzo" Le intenzioni sono PALESI(come la difficoltà nel cercare di "demolire" Mani Sporche)! Data questa mia preoccupazione, contro l'articolo di Enrix e a difesa di Travaglio & co. vorrei dire 2 parole. Premesso che ho letto l'articolo fino a metà poi mi son stufato(è un bel malloppo di citazioni e contro-citazioni). L'articolo si intitola "Penne Sporche", il titolo non lascia nulla all'immaginazione. Enrix fa in questo caso le pulci sulle affermazioni di Guzzanti sul caso Telekom-Serbia, concentrandosi sul fatto che nell'ultimo libro i Nostri hanno scritto: "Il primo a parlarne[delle tenagenti, nda], alla vigilia delle elezioni del 2001, è Paolo Guzzanti, vicedirettore del “Giornale” e Senatore di Forza Italia"
www.marxismo.net


CONT Da qui prende le mosse l'articolo per dimostrare che NON E' VERO CHE E' STATO LUI IL PRIMO, indi Travaglio & co. fanno affermazioni false, indi con una logica da neonati l'autore può infine affermare(cito testualmente): "Credo di avere dimostrato di come il pezzo di “Mani sporche” esaminato rappresenti una mistificazione giornalistica da primato assoluto". La vicenda riguarda le dichiarazioni telefoniche di Vincenzo Vittorio Zagami, il "supertestimone"(come "Guzzanti non ce l'ha mai chiamato", dettaglio davvero fondamentale...) e sedicente collaboratore del Sismi, in arte "Dottor favaro", noto truffatore, condannato, che chiamava da un carcere francese. Dichiarazioni rese a Bonini e D’Avanzo, due giornalisti di Repubblica(avete notato come è peggiorata negli ultimi mesi? vabbè...). Zagami si presenta con un nome falso, Favaro, e lo dichiara tranquillamente. I giornalisti lo sanno, come sanno chi è costui e affermano chiaramente che sono notizie poco affidabili. Ora, qualsiasi individuo intelligente sa che non è proprio un merito per un giornalista scrivere un articolo basato sulle dichiarazioni di un truffatore in galera senza basi fattuali e che si presenta sotto falso nome. Tant'è, lo scrivono lo stesso. L'INNOCENTE Guzzanti non è stato il primo a parlare di questo, dunque, ma ha SOLO RIPORTATO sul "Giornale" ciò che ha scritto Repubblica(altro grande segno di professionalità giornalistica). Come mai due giornalisti hanno scritto un articolo simile, basato sulle dicerie di un tipo che sperava di ottenere l'estradizione(dal carcere prima che dalla Francia) grazie alle sua "testimonianza"?
www.marxismo.net


CONT L'autore sbadatamente omette, poi, alcune informazioni banalmente ottenibili su Paolo Guzzanti: -------------------------------------------------------------------------------------------- DA WIKIPEDIA, PAOLO GUZZANTI: -Ha scritto per L'Avanti!, la Repubblica (di cui è stato uno dei co-fondatori) e la Stampa. -Attualmente è vicedirettore de Il Giornale ed editorialista di Panorama. -Ha condotto le trasmissioni televisive "Chi l'ha visto?" e "Bar Condicio". -Ha presieduto dal 2002 al 2006 la commissione parlamentare d'inchiesta sul Dossier Mitrokhin che ha indagato sull'attività del KGB in Italia fino al 1984. DAL SITO DEL SENATO, INCARICHI DI PAOLO GUZZANTI, GOVERNO 2001-2006: -3ª Commissione permanente (Affari esteri, emigrazione) : Membro dal 22 giugno 2001 al 27 aprile 2006 -Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi : Membro dal 31 luglio 2001 al 27 aprile 2006 -Commissione parlamentare d'inchiesta concernente il "dossier Mitrokhin" e l'attività d'intelligence italiana : Membro dal 4 luglio 2002 al 15 luglio 2002 Presidente dal 16 luglio 2002 al 27 aprile 2006 DAL SITO DEL SENATO, INCARICHI DI PAOLO GUZZANTI, GOVERNO 2006-oggi: -4ª Commissione permanente (Difesa) : Membro dal 6 giugno 2006 -Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi : Membro dal 1 febbraio 2007 -------------------------------------------------------------------------------------------- Non c'è che dire, ottima carriera. SUPPOSIZIONE: Io ho una mia idea. Un individuo di questo calibro, che è stato uno dei FONDATORI de "La Repubblica", difficilmente taglia i ponti dopo che ha cambiato lavoro, cosa che peraltro non ha fatto, dato che scrive ancora("Giornale" e "Panorama"). MAGARi, c'era bisogno di montare delle calunnie attraverso i media per costituire, nel governo che sarebbe sorto di lì a pochi mesi, una comm
www.marxismo.net


FINE SUPPOSIZIONE: Io ho una mia idea. Un individuo di questo calibro, che è stato uno dei FONDATORI de "La Repubblica", difficilmente taglia i ponti dopo che ha cambiato lavoro, cosa che peraltro non ha fatto, dato che scrive ancora("Giornale" e "Panorama"). MAGARi, c'era bisogno di montare delle calunnie attraverso i media per costituire, nel governo che sarebbe sorto di lì a pochi mesi, una commissione apposita per attaccare il centro-sinistra. Guzzanti, è noto, è un professionista delle commisioni d'inchiesta. Così abbiamo il criminale che chiama i giornalisti di Repubblica e fornisce informazioni false sotto dettatura di "qualcuno"(sotto promessa di scarcerazione o estradizione che sia), che poi vengono riportate dal Guzzanti su Libero, si diffondono, vengono usate dallo stesso nell'apposita commissione d'inchiesta, lo sputtaxaxento passa per le televisioni, la montatura crolla, l'opinione pubblica non ne sente più dire(o quasi) ma resta senza smentite. Mi raccomando, un pochino di tempo per "fare le pulci" ai nostri NEMICI, se attaccano quel po' di libera informazione che rimasta, va trovato. Saluti comunisti, Manuel.
www.marxismo.net












Mi pare di aver sentito in una intervista rilasciata a Radio Polare da Barbaccetto che Berlusconi ha avviato una campagna a favore della liberazione di Contrada solo per preparare una eventuale protezione e susseguente campagna similare per la eventuale liberazione di Dell'Utri e Totò Cuffaro, a seguito di una possibile e imminente incriminazione. Ci sono novità?


@ giovanni maganuco Mi spiace sono un tipo che si innervosisce facilmente e le randellate le dò sul serio. Per quanto riguarda il signoraggio bancario, io mi sono fatta una mia "cultura dei fatti" senza bisogno, che Travaglio mi dicesse nulla (pensa un pò nonostante Travaglio ce la faccio a pensare con la mia testa ;-)). Scusate lo sfogo ma a tutti coloro, che si divertono a masturbarsi (perchè di questo si tratta) nel rispondersi su Guzzanti e company un messaggio: BASTA! Abbiamo capito! Non c'è bisogno! Tanto da soli ve la cantate e da soli ve la suonate. Maria Francesca








@Maria Francesca Accostare le vicende Telekom Serbia-Mitrokhin al signoraggio mi sembra ardito. Del signoraggio Travaglio non ha mai parlato, di Telekom Serbia e Mitrokhin altroché. Noi stiamo ribattendo e mettendo in discussione (mi pare con validi argomenti e documenti che finora nessuno, nemmeno Travaglio è riuscito a sconfessare) quanto egli ha affermato, scritto e proclamato anche in TV (senza contradditorio). Mi piacerebbe, cara Maria Francesca non cantarmele da solo, ma purtroppo, a parte un vago richiamo ai “venusiani” il nostro ospite preferisce il silenzio e l’alzata di spalle… neanche si trattasse di… signoraggio… @ Alieno Nel mio blog abbiamo inserito il login (che peraltro non esclude l’accesso a chi usa nick) per limitare il cazzeggio anonimo (abbiamo avuto anche più di mille commenti su certi articoli). Chiunque può intervenire On Topic o Off Topic e nessuno censurato. Io non credo di fare spamming. Intervengo quando vengo chiamato in causa e porto opinioni e contenuti senza usare volgarità e soprattutto usando il mio nome e cognome.
www.cielilimpidi.com


Sono sostanzialmente d'accordo con quanto detto da Gabriele Paradisi a Maria Francesca, anche se sul resto ci troviamo in posizioni differenti. Sarò curioso, d'ora in poi, di vedere se tutti i post di Maria Francesca saranno strettamente in tema, nel qual caso riterrò giustificata la sua reazione e prenderò atto.


Scusate ma fate proprio girare le scatole ,sono una persona normale con i piedi per terra ma anche intelligente da capire che qualcuno vuole seminare zizzania anche in questo blog.Ebbene qui non siamo allo stadio e non dobbiamo tifare per nessuna squadra ma penso che chi scrive qui ha avuto delle esperienze di vita che in un certo senso ci accomuna il pensiero,quindi agli "altri"dico :per favore non fate processi difensori su chi è indagato ,ci pensano gia gli avvocati,fateveli nei vostri blog e a noi gente normale lasciateci il piacere di intervenire e confrontarci con serenità leggetevi piuttosto il blog di BENNY CALASANZIO BORSELLINO e troverete degli articoli veramente interessanti ,ragazzo coraggioso .


@ Sympatros Mi dispiace se te la sei presa, ma ti giuro non ne posso più di leggere post e commenti su Guzzanti e company. Ho capito quali sono le vostre posizioni, per di più mi trovi d'accordo quando ridpondi a zoltec e asdrubalino, ma poi non credo che il vostro duello possa essere di aiuto, anche perchè alcune volte toccate la vostra sfera strettamente personale, con velati insulti. Sympatros, zoltec/enrix e asdrubalino ci provano in qualsiasi modo, ogni volta, sistematicamente a buttare il solito commento. Non abbocchiamo, perchè poi vanno a scrivere che sul blog di Travaglio siamo incapaci di rispondere alla loro tagliente dialettica. Maria Francesca




Maria Francesca e Alieno, per amore di verità: provate a guardare in questa discussione e nei precedenti se io "ci provo in qualsiasi modo, sistematicamente, a buttare il solito commento". Guardate bene: io vengo solo e sempre chiamato direttamente in causa da Sympatros (ed in questa discussione, anche da altri), cui pertanto ad un certo punto debbo per forza rispondere (ora non lo farò più, promesso) mentre quando scrivo di mia iniziativa è sempre e solo per commentare l'articolo principale. Se però vengo più volte citato e chiamato in causa, e fuori luogo, ad un certo punto debbo intervenire, anche soltanto per invitare gli interlocutori a venire a discutere in sede più appropriata, come ho fatto qui sopra. Inoltre ci sono alcuni miei appelli a non appestare il blog con gli OT. Quindi non ci sto proprio ad essere accusato di violazione "sistematica" del trehad. Lo stesso vale per Asdrubalino. Io le regole e la buona creanza le conosco. Altri, evidentemente, un po' meno.


Il Gianni De Gennaro dalla cintola in su. Chi è Gianni De Gennaro, il Commissario per l'emergenza rifiuti in Campania, nominato dal Governo? Molti lo conoscono solo per i fatti di Genova 2001, per i quali è indagato: starà alla Magistratura stabilire le eventuali responsabilità. Molti però dimenticano il De Gennaro dalla cintola in su, il "superpoliziotto" che ha dedicato una vita all'Antimafia, collaboratore per 11 anni di Giovanni Falcone. Di lui ricordo la promozione per meriti straordinari nel 1980, per avere preso parte ad un conflitto a fuoco all'interno dell'Ambasciata Belga di Roma, salvando 30 ostaggi, e la promozione nel 1990 al grado di Dirigente Superiore grazie alle importanti operazioni a livello internazionale, contro la Mafia. Anche in America sanno chi sia e stimano Gianni De Gennaro, per le operazioni Antimafia congiunte. In Italia invece si ha la memoria corta... Per carità, se si dovessero trovare prove contro De Gennaro per i fatti di Genova questi questi dovrà pagare le sue eventuali colpe (cosa che invece molti altri, nel tempo non hanno fattto...) Non dimentichiamo che l'Italia è il paese che manda in Parlamento ex-terroristi, o gente con preoccupanti precedenti penali. Ci facciamo rappresentare da Sergio D'Elia (a me questa persona non mi rappresenta per nulla) con precedenti per terrorismo, o Francesco Caruso (condannato per rapina), o Daniele Farina. Una certa politica a queste persone vorrebbe perdonare tutto: si perdonano gli ex terroristi anzi, li si invitano vergognosamente a parlare nelle università, come che avessero qualcosa da insegnarci. Gente come De Gennaro invece, che ha dedicato una vita alla lotta alla mafia, diviene, per qualcuno, il peggiore dei criminali (non è ancora stato giudicato da alcun Tribunale, a differenza dei precedenti personaggi che ho citato). Ripeto, se De Gennaro ha delle colpe dovrà pagare, ma nessuno dimenticherà e/o cancellerà mai quanto di buono e bene ha fatto per l'Italia nella lotta all
www.lineagoticafight.blogspot.com




Senza polemica, anzi con una punta ironico-scherzosa, da quando c'è stato il richiamo all'ordine contro i rompiballe dei fuori tema, tra i quali ci sarei io, sto contando i post in tema, finora, non ce n'è nessuno. Ricordo che il tema è la sentenza contrada. Passerò stasera e vedrò se le cose saranno cambiate.


Date uno sguardo qui, al post del 5gennaio http://intendiamoci.blogspot.com/ Coincidenze, solo coincidenze....


@Sympatros Conta quel che vuoi.Un conto è il variare o apportare delle notizie su temi diversi e quando non si ha nulla da dire sul post si potrebbe anche evitare di scrivervi.A me piace piu' leggere che scrivere commenti.Ma quando si diventa monotematici(a posta)o spammatori o peggio ancora parassiti dei blog altrui per diffondere strampalate teorie complottiste (scie chimiche,signoraggio ecc.)o delirii neonazi,ca..o bisogna intervenire,per evitare di far diventare il blog come quello di Grillo dove su 2000 commenti 80% è diventato un cazzeggio.Quello che avete fatto voi non è commentare lo stavate facendo diventare un forum sui vaneggiamenti di un senatore che in un paese civile avrebbero cacciato a pedate dal senato.Avete il vostro blog monotematico insozzate quello e non rompete piu'.
www.alienatamente.blogspot.com


Dal blog di Benny Calasanzio Chi si potrebbe prendere la briga di difendere Bruno Contrada? Premettendo che la difesa è un diritto costituzionale, è chiaro che difeso e avvocato di solito si assomigliano. Nelle scelte di vita intendo, nell'idea che hanno dello Stato, della Giustizia. Contrada ha scelto di tradire le istituzioni, di rivelare ai boss i blitz imminenti, di parteggiare per Cosa Nostra. L'avvocato Lipera quei boss li ha difesi praticamente tutti. Nato sotto la stella sbagliata. E' proprio Vipera che nel 1987, quando Sciascia (che poi chiederà scusa a Paolo Borsellino, dicendosi “mal consigliato”) attacca i “professionisti dell'antimafia”, corre a complimentarsi e a sottoscrivere quell'articolo. Lui preferisce sempre stare dall'altra parte. E' anche l'avvocato della famiglia Santapaola. Quella famiglia un po' mafiosa. Durante un processo, appena entra in aula, vede che in una delle celle c'è Nitto Santapaola (in quel momento non è il suo difeso). Gli occhi gli si illuminano. Sorvola il suo assistito del momento e senza nemmeno guardarlo e corre a stringere la mano al boss catanese. Forse pensava “complimenti padrino, lei fatto fuori Falcone e Borsellino, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Emanuela Setti Carraro e l'agente Domenico Russo, e pure quell'infame di Pippo Fava, merita una stretta di mano”. E' chiaro che un traditore dello Stato, un assassino morale come Contrada e un difensore di assassini, non potevano che sposare la stessa causa. Fu amore a prima vista. Ma ho volutamente tralasciato un particolare importante. Il più importante. Perchè se Vipera si vanta di aver fatto assolvere o scarcerare degli assassini, non racconta mai in giro della più grande bravata che ha combinato nella sua brillante vita da difensore dei criminali. Vi ricordate il partito Sicilia Libera? Tra settembre e ottobre del 1993, quando la prima repubblica andava a rotoli, Cosa Nostra cercava e doveva trovare nuovi referenti politici. Ma perchè delegare? Cosa Nostra poteva sc
www.alienatamente.blogspot.com


# 109    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 15/1/2008 alle 15:27

Scusate l'OT. Questa sera alle 21 a Bolzano c'è lo spettacolo di marco Travaglio "Promemoria. Quindici anni di storia d'Italia." Chi andrà a vederlo ci può raccontare come è stato? riportando magari il proprio parere e le proprie impressioni qui: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1681456 o meglio ancora qui: http://www.marcotravaglio.it/forum/viewtopic.php?t=10697 Vi ringrazio tutti, ...con tanta sana e buona invidia ovviamente, dato che io non ci potrò essere e mi sarebbe piaciuto molto! ;P


Ascolta, Alieno Io non ho nessun blog e mi pare che tu non abbia l'autorità di dirmi dove devo postare; se il responsabile o il moderatore del blog mi richiamerà all'ordine, sarò felice di obbedire o togliere il disturbo, fino adesso non l'ha fatto, vuol dire, ed io ne sono onestamente convinto, che tutto sto disturbo non c'è stato. Comunque, sdrammatizzando e continuando lo scherzo, i post incollati valgono la metà, quindi, nel conteggio, siamo a mezzo post in tema PS Mi sforzerò di non rompere, ho detto mi sforzerò, non ho promesso niente!!




La vicenda Contrada ha scatenato reazioni spesso emotive e talvolta volte a confondere: se non si è d'accordo con la corte di cassazione e con la procura, si vada nel merito, piuttosto di dire: magistrati assassini, antimafia peggio della mafia ed altre amenità di tal fatta. Personalmente sono favorevole alla grazia, nonostante la gravità dei fatti che effettivamente emergono dalla sentenza di appello e che la cassazione ha confermato respingendo (con un pizzico di sarcasmo) il ricorso di Lipera. E se proprio non fosse possibile (Napolitano si è espresso molto chiaramente in senso negativo, non essendo stata attivata la procedura consueta)... Un settantenne con problemi di salute e che non è mafioso francamente può pur sempre scontare la pena agli arresti domiciliari. Segnalo questa interessante discussione su radio radicale, sito apertamente schierato a favore della grazia http://fainotizia.radioradicale.it/2007/12/31/il-giornale-intervista-bruno-contrada-in-ospedale
www.mattbecken.blogspot.com



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti