Commenti

commenti su voglioscendere

post: Comunanza di valori

''Mastella con noi? Penso che nel Popolo delle libertà vi sia spazio per tutti coloro che condividono gli stessi valori e che hanno un numero di elettori che li sostengono. Non penso quindi che esistano problemi a riguardo". Con un annuncio-confessione Silvio Berlusconi ha spalancato le porte del centrodestra al leader dell'Udeur. Mastella , spiega, ha i voti e condivide con lui gli stessi ideali. Ovviamente non quelli cattolici: il Cavaliere, tanto per dirne una, è divorziato , mentre l'ex Guardasigilli crede talmente nella famiglia da averci creato intorno un partito. I valori in campo sono altri: si va dall' allergia a qualsiasi controllo di legalità , per arrivare sino all'irresistibile attrazione per l'ingerenza negli affari della pubblica amministrazione. Non per niente ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti




"Tutti fanno così" è quello che mi sento dire da anni, tutti i miei collegni lavorano solo perchè hanno un partito alle spalle. Io mi ostino a credere nella meritocrazia e a ritenere immorale la raccomandazione e a 40 anni (1 laurea e due specializzazioni) faccio solo piccoli lavori a progetto. L'immoralità è in tutti noi, se continuiamo ad accettare e a ritenere che essere raccomandati è normale, sarà facile per i politici ricattarci.


# 11    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 8:50

Magari ieri sera vi è capitato di vedere ballarò. La scena era la seguente: Due o tre politici che si scannano come al solito a fini unicamente propagandistici, fregandosene dei problemi reali, e un Gavido che li inchioda tutti alle proprie responsabilità. Da standing ovation. Io penso (PENSO, e non lo sapremo mai forse) che Prodi come individuo, se avesse potuto, qualcosa avrebbe anche fatto, FORSE. Ma anche avesse voluto, come diavolo avrebbe potutoo fare? Con questa legge elettorale per conquistarsi la maggioranza ha dovuto tirare all'interno della coalizione cani e porci, persino Mastella. Ricattato da destra e da manca, è stato in effetti un governo con pochi lati positivi, comunque di gran lunga superati da quelli negativi io credo. Così fan tutti: non c'è proprio più limite allo schifo. E sapete qual'è il risvolto peggiore di tutta questa situazione? Che hanno regalato il governo allo psiconano per i prossimi vent'anni. Giusto quelli che ci volevano per rimediare a tutti i danni che aveva combinato durante la precedente legislatura. @TUTTI Ignorare Aurora86 potrebbe essere la soluzione perché smetta di dire le sue psicoSTRONZATE su questo blog. Non sarebbe poi male.
http://loudersixpounder.blogspot.com/




Se sei ministro e sei indagato da un carabiniere ,non puoi distruggerlo per levartelo di dosso,la categoria potrebbe vendicarsi e farti una multa a tutte le infrazioni anche se queste sono piccole.Il ministro si è comportato molto male con De Magistris .....La crisi del governo è iniziata allora cara Aurora!Miele lasciamolo stare,lui è pagato per addolcire.


Firmate la petizione per far dimettere cuffaro http://www.petitiononline.com/cuffaro1/petition.html


Il Governo Berlusconi varò a suo tempo il cosiddetto "Porcellum", una delle peggiori leggi elettorali che si ricordino a memoria d'uomo. Una legge che ha ucciso il maggioritario e ha creato uno strumento elettorale altamente antidemocratico. Il Centrodestra cercò di giustificare questo ritorno al proporzionale poiché esso “avrebbe garantito una più equa distribuzione dei seggi”. Ma non è così e vi spiego il perché: la legge elettorale Porcellum ha introdotto un sistema proporzionale con sbarramento al 2% (4% se non coalizzati), per tagliare fuori i “partitini” del Centrosinistra, che singolarmente faticano a raggiungere il 2%, ma sommandone la quantità di voti potrebbero arrivare a circa il 9-10% (i partiti del Centrodestra superano tutti questo 2%). In questo modo alla coalizione più frammentata (il Centrosinistra) potrebbe vedersi assegnati seggi per un totale inferiore del 9-10% a quello del risultato (eventuale) realmente ottenuto, mentre a quella più compatta (il Centrodestra) sarebbero assegnati tutti i seggi spettanti dai voti ottenuti. Dov’è la fregatura? Il premio di maggioranza non viene più dato in base ai voti ottenuti, ma in base ai seggi conquistati, quindi lo schieramente più compatto (Centrodestra), potrebbe avere meno voti, ma più seggi (questa è l'ipotesi, indipendentemente da quali siano le forze in campo). Ma il vero schifo più grande, la vera porcata, sono le liste bloccate: non sono i cittadini a decidere chi mandare in Parlamento, ma i partiti.
www.lineagoticafight.blogspot.com


L'altro ieri mattina ho visto Omnibus e c'era in collegamento proprio Gomez, che faceva riferimento a queste cifre come frutto acerbo del clientelismo italiano. Oltre che le osservazioni sulla specularità di "valori" tra il Ceppaloide e il Cavaliere (dei miei stivali), è interessante l'analisi politica, secondo cui Mastella è scomodo ormai non solo per le indagini a suo carico (anche perché in un modo o nell'altro se ne sta liberando) ma perché è politicamente inaffidabili. Avrà cambiato casacca 80 volte in 30 anni di politica...gli elettori del centrodestra non lo vogliono! Si limiteranno ai loro carissimi pregiudicati, da Dell'Utri a Bossi. Ed ecco perché Prodi spera... Grande Peter!


DOVREBBERO INSEGNARE PIÙ DIRITTO CIVICO E MENO RELIGIONE O ALTRE MATERIE CHE CON L'ESPERIENZA E CAPACITÀ DI CRITICA, UN RAGAZZO È CAPACE DI FAR DA SOLO. IL SENSO DELLO STATO E DELLA COSA PUBBLICA. IL PROBLEMA SI RISOLVE COME AL SOLITO FACENDO CAPIRE ALLA GENTE CHE QUESTO È UN PROBLEMA DI TUTTI, CHE LA MANCANZA DI MERITOCRAZIA TOCCA TUTTI. LA MAGGIOR PARTE SE NE FREGA PERCHÈ NON LI TOCCA DIRETTAMENTE O MAGARI PERCHÈ VORREBBERO CONOSCERE PERSONE INFLUENTI. VA BENE CHE CI SIA UN INTERESSE DA PARTE DI UN DIRIGENTE VERSO UN RAGAZZO CHE CONOSCE O CHE GLI HANNO PRESENTATO, MA DEVE TENER IN MENTE LA SUA CAPACITÀ ED ESPERIENZA, NON UNO SCARSO A DISCAPITO DI UN RAGAZZO SENZA CONOSCENZE MA BRAVO. NON CI SI UÒ NEMMENO ASPETTARE UNA DENUNCIA DA COLLEGHI PERCHÈ È NATA CON IL NEOLIBERISMO LA PRECARIETÀ. NON SENTENDOCI MAI SICURI NEL LAVORO IN QUANTO PRECARI E RICATTABILI, NON LOTTEREMO MAI PER I NOSTRI DIRITTI PERCHÈ È NATA IN NOI LA PAURA CHE IL PROSSIMO,NELLA MEDESIMA SITUAZIONE, CI RUBI IL POSTO DI LAVORO. È CHIARO CHE NESSUNO ALZA PIÙ TESTA E PROTESTA PER UN COLLEGA RACCOMANDATO ED INCAPACE. PENSARE CHE LE RACCOMANDAZIONI VENGANO DA UN DIRIGENTE È UNA COSA, MA CHE VENGANO DA UN POLITICO DEVE ESSERE TUTT'ALTRO CHE INDIFFERENTE.




Io non sono sostenitrice di questo governo ma lo sono ancora meno di Berlusconi e i suoi leccapiedi senzapalle. Se l'alternativa è lui mi spiace ma non posso fare a meno di continuare a preferire Prodi.Se non altro ha una parvenza di serietà in più.


Mi spiego meglio : io voterei a destra...se solo esistesse una destra...


Perchè stupirsi tanto delle stronzate liberamente espresse da Aurora86 quando, a mio parere, la maggior parte degli italiani la pensa così. Basti pensare ai numerosi e fedeli seguaci dell'autorevole Tg4 e di Studio Aperto.... Il terreno più fertile per l'antidemocrazia era e rimane l'ignoranza.


Ciao ragazzi anch io come tanti sono tentata di non votare ma poi mi sono detta :ma se tutte le persone oneste per protesta non votano,chi andrà a votare?sicuramente "GLI ALTRI"e con questo sistema elettorale non pensate che è proprio quello che vogliono?voglion il campo libero così è più facile assumere il potere..................................................................................................aurora ............................mi fai venire la nausea credimi te lo dico con sincerità,appena ho letto ciò che hai scritto ho avuto uno spasmo di vomito .Ho provato pena per te o chiunque si celi dietro il tuo pseudomino.Ma come non ami la tua terra!!!!!


io penso a questo: (piano di mastella dopo i "disguidi" legali) 1. farsi accettare le dimissioni dopo aver rassicurato l'appoggio esterno 2. togliere l'appoggio esterno per tentare di far cadere il governo ed andare alle elezioni anticipate 3. schierarsi con berlusconi, dopo aver avuto rassicurazioni sui "disguidi" legali famigliari 4. vincere le elezioni con berlusconi, riaccaparrarsi un bel ministero e vedere i famigliari farla franca con delle belle leggine fatte su misura per il ceppalonico! ....spero tanto di sbagliarmi!


Figurarsi se Mastella affonda il Governo senza prima avere avuto la disponibilità di Berlusconi ad accoglierlo nella CDL! Gomez si illude che le critiche anche dure espresse in ultimi mesi da Casini e Fini nei confronti di Berlusconi fossero dichiarazioni di persone serie sicure di se. Gianfranco Fini si era spinto persino a dire che le strategie del Cavaliere sul partito della libetà fossero "buffonate", per non ricordare tutte le volte che entrambi lo hanno accusato di "populismo". Il leader di alleanza nazionale aveva anche fatto autocritica sulla legge elettorale e si era speso in una battaglia personale per promuovere il referendum. Bene, questo personaggio che vorrebbe fare le scarpe al Cavaliere, oggi dice "elezioni subito con Berlusconi leader"! Alla faccia della personalità politica! Politici senza midollo ce ne sono davvero molti, ma trovarne uno così molle da non riuscire nemme a difendere la propria dignità, mi pare francamente impossibile.


# 25    commento di   diogneto - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 10:22

volevo sapere se l'incontro a Pietrasanta del 24 gennaio sarà ancora fatto... grazia alessandro conti
www.diogneto.splinder.com


Cara Aurora 86, ti vedrei bene a fare una serata con Cosimo Mele. Lui ti darebbe oro, incenso e vaselina. Secondo me hai bisogno di un pò di morale cattolica..


# 27    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 10:28

@ Francesca S Straquoto! L'ignoranza è il terreno dove questi vermi, questi virus attecchiscono. L'informazione libera è la via per ricominciare da capo. Senza di essa, è solo un teatrino delle marionette revisionato e corretto, ma sempre un teatrino.
http://loudersixpounder.blogspot.com/


Ho letto una battuta bellissima e la riporto fedelmente... L UDC e' molto ben messo...ha dalla sua parte la Mafia (cuffaro)...l' Endrangheta (Il consiglio regionale calabrese)..e tra poco anche la Camorra (mastella)....


Molto probabilmente è una coincidenza, ma l'uscita dalla maggioranza di Mastella ed il suo partito-famiglia, seguono immediatamente dopo che il cardinal Bagnasco ha dettato l'agenda politica del primissimo futuro italiano: no dico o cus, come meglio si crede, no divorzio breve, no aborto, sì salari più alti, sì legislazione più incisiva per gli incidenti sul lavoro. Le gerarchie vaticane stanno "cavalcando la tigre", vogliono sgretolare definitivamente una società, per imporsi come guida morale e non solo. Il vuoto di potere che questa classe politica immorale ha lasciato, rischia d'essere colmata da una ideologia feudale fondamentalista. Tutto il lavoro dei nostri padri costituenti sarà buttato al macero. Spero ancora in una presa di posizione di quella società contemporanea sana che si opponga con tutte le sue forze alla regressione culturale ed ideologica che sta imperversando.


Caro Marco, credo (purtroppo) che tu abbia ragione anche perchè da questi buffoni ci si può aspettare di tutto. Propongo un "indulto speciale" per gli autoctoni di ceppaloni a patto che mastella e famiglia spariscano dalla circolazione!


# 31    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 11:4

Qui la domanda fondamentale rimane una: con questa legge elettorale, nel caso si dovesse tornare alle urne chi cavolo andiamo a votare? A chi va il MIO voto? Io Mastella non lo avevo certo votato, eppure me lo sono ritrovato al governo con una delle cariche più importanti (Dio ha il senso dell'umorismo...). Votare è un diritto oltre che un dovere, almeno così l'ho sempre considerato io. Ma questo non è più votare, non è democrazia. Per quanto mi riguarda, farò un bel falò con la mia scheda elettorale. Mi sembra l'utilizzo più appropriato. Come si è ridotto il bel paese...
http://loudersixpounder.blogspot.com/


Niente di cui sorprendersi, sono decenni che in Italia le cose funzionano così...ma spero che sia qualcosa che, se non ci lascia stupiti, almeno abbia ancora il potere di indignarci. Io mi sento indignata ed offesa da chi vede in persone che hanno perseguito solo i loro interessi dei salvatori della Patria, mi sento offesa da chi deve mendicare dei voti per governare, mi sento offesa da chi non ha la decenza ed un minimo di moralità per ammettere i propri errori e ritirarsi dalla scena politica. Questa gente decide per noi, tutti noi... Siamo un paese libero? Mah...in fondo perchè dire di no, siamo liberi di alzarci ogni mattina alle 6 (se non prima), di lavorare 8 ore ogni giorno (se non di più, molte di più), di cercare di far quadrare i conti con 1000 euro al mese (se non meno, molti meno), di pagare tutti i mesi l'affitto o la rata del mutuo (male che ti vada resti senza un tetto, ma l'Italia è zeppa di ponti!!), di combattere contro un mercato che al centro ha di tutto, meno che le persone, di esprimere le idee sempre che siano in linea con quello che si può dire (sai, certe cose non sta bene farle sapere a tutti), di ammazzare il nostro pianeta senza pensare che sul cemento e sull'asfalto non riusciremo a far crescere del grano quando non ci sarà più un fazzoletto di terra che ci dia del cibo.... Visto! Abbiamo tanta di quella libertà che quasi quasi mi darei qualche motivo di prigionia se potessi... Sono molto, molto preoccupata per questa Italia, per una classe dirigente che è completamente sorda a tutto questo malessere perchè troppo concentrata sul proprio benessere. Me la figuro come un alpinista che sente il rumore di una slavina e rimane ai piedi della valle ad attendere la neve... Prima o poi la slavina arriverà...ci saranno dei sommersi e dei salvati. Vorrei la libertà di scegliere da che parte stare...


Il Governo sta per cadere e, se non se ne formerà uno di transizione, si tornerà a votare. Il centrodestra, secondo i sondaggi, ha ottime possibilità di vittoria. Pochi mesi fa Berlusconi era in grande difficoltà. A novembre aveva rotto con gli alleati e da solo, da padre padrone, aveva voluto azzerare Forza Italia. Il PD aveva ottenuto un notevole successo e Veltroni chiedeva ad alta voce riforme subito. Il centrosinistra si preparava a varare una nuova legge televisiva col ministro Gentiloni e ad affrontare (finalmente!) il conflitto d'interesse. Gli effetti del referendum sulla riforma elettorale per abolire la famosa "porcata" calderoniana erano alle porte. Ecco che improvvisamente accadono alcune coincidenze. La spazzatura copre fino alla gola la giunta campana di centrosinistra facendo traballare anche il ministro verde dell'Ecologia Pecoraro Scanio. Berlusconi riabbraccia subito gli alleati e propone a Veltroni una grande concertazione che farebbe saltare i piccoli partiti. Un Procuratore della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, tale Mariano Maffei, ad una settimana dalla pensione mette agli arresti la famiglia Mastella e mezzo Udeur, partitino da 1% ma fondamentale per far restare in piedi Prodi. In ultimo, una serie di professori di sinistra protesta contro la visita del Papa alla Sapienza provocando il temuto e potente attacco del Vaticano sul minestrone prodiano. Così dopo numerose scosse, molto ravvicinate e sempre più forti, il terremoto delle coincidenze politiche fa crollare il Governo. Un insulto per tutto il paese in difficoltà. Intanto le borse precipitano, la fiducia dei cittadini nelle istituzioni è ai minimi storici e l'Italia va allo sfascio in mezzo a tante dietrologie. Con la verità sempre più nascosta ed il popolo ammutolito a guardare.
www.fuochidipaglia.it


Condivido pienamente il pensiero di Cosetta che integra e completa la mia teoria: l'IGNORANZA è terreno fertile per l'antidemocrazia e per lo sviluppo delle teorie involutistiche vaticane che fomentano la superstizione e contrastano la scienza, la libertà e la dignità umana.


E' RICOMINCIATO IL GRANDE FRATELLO Lunedì sera abbiamo assistito ad uno dei momenti più bassi ed avvilenti della televisione italiana. Nel salotto buono del sig. Vespa, infatti, si è permesso al sig. Mastella di fare un vero e proprio monologo e ogni intervento dei giornalisti presenti veniva puntualmente soffocato dall’ex ministro di giustizia con l’arroganza tipica di chi, nonostante i proclami, probabilmente non riesce ad accettare l’idea di essere, davanti alla Legge, un cittadino qualunque. A rendere il tutto davvero pietoso, poi, è stata la totale mancanza di linearità del pensiero Mastelliano, evidentemente frutto di un animo poco sereno (il maggior indizio, in tal senso, ce lo hanno fornito i numerosi tic nervosi ripetutamente provocati dalla contrazione dei muscoli facciali). Tutto ha avuto inizio da una semplicissima domanda rivolta al sig. Clemente da uno dei giornalisti suoi interlocutori di turno, domanda peraltro scontata e che tutti gli italiani si saranno posti: quale è il nesso tra la vicenda giudiziaria che ha coinvolto il partito e la famiglia di mastella (che poi, più o meno, è la stessa cosa) e la decisione dell’ex guardasigilli di far cadere l’Esecutivo nazionale. Qualcuno, poco gradito a Mastella, direbbe “che ci azzecca”? Di seguito, in estrema sintesi, il pensiero dell’eroe di Ceppaloni: 1. Dapprima, ha detto che il Governo doveva cadere perché la maggioranza è sfilacciata, non si va d’accordo all’interno dell’Unione, ci sono problemi di politica estera, insomma tutte cose che lui, come tutti gli altri, sa benissimo dal primo giorno che sta al Governo. 2. Resosi conto che quella motivazione, obiettivamente, faceva acqua, il sig. Mastella, sapientemente aiutato dal conduttore - equilibrista, ha cominciato a dire (nel frattempo era stata riascoltata in studio la telefonata incriminata della sig.ra Lonardo) che non sono soltanto quelli dell’Udeur a nominare i direttori delle Asl ma anche esponenti di altri partiti. Ins




@ Giorgio Paglia Bravo!! Finalmente ci siamo arrivati a capire la logica (o, almeno, una logica, quella del sospetto da eredità Borgia, diciamo..)di tante piccole cose che hanno sempre un dio dentro, ed in Italia spesso beffardo.. Appunto, com'è che tutto arriva, come una tempesta perfetta, proprio ora??? Più che muti, che se ci pensi sarebbe un dono divino in molti casi, siamo inermi o inetti, dipende se ti senti ben disposto o sei sul nervosetto. Inetti lo preferisco ma, d'altro canto,la storia e la geopolitica ci legano le mani, oltre ad un periodo di concepimenti sfortunati intorno agli anni '50.. non c'è ricambio, non ci sono menti e, più che altro, non c'è uno Stato, fatto di persone e morale, che ci difenda da questi miserabili.. Il fatto è che l'italiano medio è un tossico di cazzate, le assorbe come i ragazzini di strada assorbono la colla, ed il cervello evapora perso tra sogni di Mercedes, tette al vento e ingressi nelle case.. che poi siano circondariali, magari..
http://88days.wordpress.com/


# 38    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 12:35

Il problema è che l'homo novus sarà "topo gigio" Veltroni, nessun dubbio. Magari è homo, ma tutto questo novus non ce lo vedo ancora... Un'altra delle solite facce. Quindi non cambierà niente,tanto meno con questa legge elettorale schifosa. Berlusconi va in giro dicendo "IL POPOLO DI DESTRA è CON NOI!". Notizia per il signor Berlusconi: il popolo di destra NON è con voi, ne ora ne mai. La gente ne ha piene le tasche di tutti voi.
http://loudersixpounder.blogspot.com/


# 39    commento di   daniela_83 - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 12:37

x Diogneto Il 24 gennaio ricomincia Annozero(con una settimana di anticipo come puoi leggere anche sul sito della trasmissione),quindi penso che gli incontri di Marco previsti per la sera del 24 siano stati annullati per questo!!!


E proprio sulla tossicodipendenza da cazzate che una certa parte del sistema utilizza... altrimenti dovresti davvero raccontare a tutti, anche all'ometto che poco sa, che i conti dello stato si rimettono in sesto pagando, che la posizione internazionale di un paese non è solo cene fichissime con i capi di stato ma sono anche soldini che gli investitori riversano sul paese, credendo nella sua crescita, dovresti raccontare che da oggi sprechi, cadute di stile, intrallazzi e maneggi non sono più cosa da paese civile, che le borse certa gente inizia a portarsele, che chi lavora nel pubblico si puppa la valutazione come nel settore privato: se sei in gamba resti, altrimenti a casa...etc, etc, etc..fate voi.. Ah, si, dovresti anche chiamarti Cincinnato, e qui sta il problema, visto che quasi tutti sono correntemente imparentati con un non meglio specificato Signor Quaquaraquà..
http://88days.wordpress.com/




Il problema non è se cade il governo Prodi o se Mastella riuscirà a sparire, tramite autocombustione. Il problema è che nella Cosca (e non Casta) "Così fan tutti". Quindi oggi ci va di mezzo la real famiglia di Ceppaloni, ma i Mastellas non sono soli. Lo stesso Mastella lo ha dichiarato al vespone nazionale: il ministro e consorte hanno tenuto quel comportamento, perchè è prassi del governo italiano. Se Berlusconi raccomanda le amanti dei senatori alla rai, figurarsi cosa ha e continuerà a fare Maria Francesca


Visto che non sono una giornalista, non sono in politica e non sono proprio nessuno.... la butto giù. Mastella a giorni si fonderà ufficialmente con casini. Vedrete se mi sbaglio. Berlusconi gli sta tendendo la mano perchè casini gli ha dato il ben servito. Domani il governo cadrà perchè cossiga voterà contro.... per il medesimo motivo per cui fin'ora ha sostenuto il governo. Il motivo non lo posso scrivere. Si voterà con l'attuale legge elettorale. Guardiamo il lato positivo: berluconi sta volta non vincerà... e non vincerà nemmeno il pd con quello squallore di veltroni... che tute le volte che c'è da prendere una posizione in concreto si fa di nebbia. Le mie ulteriori "sensazioni" le pubblicherò in serata nel blog. Vedremo se le mie info sono giuste. Buona giornata ilfemminino
http://ilfemminino.splinder.com




Soltanto una totale amoralità può portare a un livello di spudoratezza così alto da non vergognarsi dei propri illeciti fino a propalarli coram populo e addirittura fino a vantarsene.


La cosa chiara e lampante è che Mastella senza la sua sedia di ministro sotto il sedere ha mandato all'aria il governo. Ecco chi fa un "uso criminoso" delle cariche politiche solo per tornaconto personale e non per il bene del Paese e nel momento in cui non ha il potere non gliene frega niente della gente che ha voluto questo governo. Fa paura sapere che ci sono persone che non si fanno scrupoli a far cadere il governo, che non hanno senso di responsabilità, ma si preoccupano solo dei loro interessi privati. Fa paura sapere che un indagato possa essere stato Ministro della Giustizia e fa pensare il fatto che si sia sempre scagliato contro la magistratura (guarda caso!), come faceva e fa Berlusconi. Se non fosse solo una coincidenza direi che forse aveva qualcosa da nascondere, ma sono certa che sia solo una coincidenza. Spero che l'elettorato dell'Udeur si sia reso conto chi sia veramente Mastella e non lo voti più. Anche perchè oltre che a non mantenere i patti fatti con il centrosinistra è anche indagato, lui e tutta la sua allegra famigliola e amichetti di partito.


# 47    commento di   Shia - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 14:24

inutile nasconderselo: il paese è in caduta libera e senza paracadute. Le vicende degli ultimi giorni hanno messo a nudo una bella fetta del sistema (marcio e fradicio sino al midollo) ma era solo questione di tempo: Travaglio e Report (per citare i primi esempi che mi vengono in mente) 'ste cose le denunciano da anni; solo le anime belle possono meravigliarsi oggi...proprio come avvenne per tangentopoli tempo addietro, tutti sapevano ma facevano finta di niente. c'è solo una soluzione: uomini nuovi, formazioni politiche nuove ed idee nuove, ma nuove veramente, non la solita mano di vernice su quello che oggi c'è già (e che ha già da tempo dimostrato di non poter funzionare): se non si attua un RADICALE cambio generazionale della classe politica e dirigente il paese è spacciato....


Io personalmente sono totalmente delusa e amareggiata per tutto quello che succede. E' vero che i risultati economici sono abbastanza incoraggianti, all'estero non ci ridono più tanto dietro, ma ci sono cose che avevano la precedenza, tipo la legge contro il conflitto di interessi e legge elettorale, che non sono state fatte e adesso se cade il governo.. la tragedia sarebbe completa. Sinceramente, nonostante io sia di sinistra, sono per l'alternanza, ritengo che cambiare ogni tanto faccia bene a tutti.. però al solo pensiero che l'alternativa sarebbe ancora una volta Berlusconi, mi prende un tale senso d'impotenza che credo sia inutile descrivere! Intorno a me però ci sono tanti che la pensano esattamente al contrario, che lo vedono come un salvatore della patria.. e allora mi domando: che fare? E' possibile che non vedano il disastro che è riuscito a combinare? Insomma lo so continuare a dare fiducia a Prodi significherebbe lottare per ogni minima decisione, pregando che i senatori a vita campino in eterno.. però SILVIO NO!! VI PREGOOO!!




# 50    commento di   Cheope - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 14:55

Una domanda per tutti : come mai sto governo di centrosinistra è arrivato a questo punto (sapendo a cosa andava incontro) senza essere intervenuto sul conflirto di interessi? era la prima cosa da fare appena arrivati al governo, e la legge elettorale? quelli che c'erano prima l'hanno modificata prima di andarsene e i risultati si sono visti. Scusate ma forse perchè non sono inquadrato politicamente non riesco a capire questa cosa : perchè la sinistra è così autolesionista? cosa c'è effettivamente dietro? cosa ci guadagnano a stare all'opposizione? p.s. aurora86 non esiste sono solo le vibrazioni dell'etere televisivo che si trasformano in parole.Saluti.


Azzardo...forse il tentativo è stato di riorganizzare la parte economica, con i conti devastati che ci trovavamo di fronte ed il fiato sul collo delle istituzioni di valutazione internazionale, nonchè comunità europea e simili, ergo un tentativo di recuperare credibilità come stato... poi c'era il problema annoso dell'evasione e della percezione di illegalità diffusa e tollerata (e qui non è che siamo andati tanto bene, direi...), poi c'è stato da affrontare una serie di problematiche di ordine socio-economico con alcune parti sociali... insomma, un tentativo di lavoro di pulizia ed ordine, evitando se non mi sbaglio il coup de teatre.. il conflitto d'interessi e la legge elettorale, pur importanti, non erano (ed in un certo senso non lo dovrebbero essere..) vitali per il risanamento del paese..più o mono.. poi la sinistra ha sempre avuto una certa attitudine alla martellata gratis sulle gonadi, è nel DNA, che vuoi farci, si parla tanto tanto tanto di tutto tutto tutto con tutti tutti tutti, in una botta di iperdemocrazia, si pecca un pelino di decisionismo..vabbè, solo idee, via..
http://88days.wordpress.com/


E' incredibile constatare come la politica, in Italia, viva su un piano completamente diverso rispetto alla realtà. Mastella si è tanto lagnato di come si sia alluso a lui nel libro "La casta", minacciando querele e piangendo come una verginella. Ed invece è bastata un'indagine giudiziaria nei confronti della sua first lady e consorte (e che comunque riguarda anche li direttamente) per toccare il nervo scoperto: i politici non si toccano! La magistratura stia alla larga dagli intrallazzi tra politici, affari e pubblica amministrazione. Non è un discorso di casta, quello dell'ex ministro della giustizia? Intercettazioni telefoniche inequivocabili inchiodano lui e sua moglie a pesanti responsabilità, ma questi le rigettano con arroganza e rabbia. Si proclamano innocenti contro ogni evidenzia, vaneggiano di trame oscure, magistratura deviata, toghe rosse ed altre farneticazioni simili. Si sapeva che Mastella fosse il più sporco tra i membri del governo, un ipocrita traversito da cattolico. Dunque perchè scandalizzarsi se oggi, finalmente, i nodi vengono al pettine? Chiede solidarietà ai colleghi in parlamento. Si può essere solidali con una persona indagata per concussione?! Tanto più se questi ricopre l'incarico governativo di Guardasigilli! Qui siamo al grottesco, in una situazione kafkiana senza via d'uscita. Si continua a spazzare la polvere sotto il tappeto per evitare che si alzi per aria. A mio avviso, le cose sono andate in questo modo: Berlusconi chiama Mastella e dice: "Hai dei guai giudiziari. Io posso aiutarti. Ma devi fare in modo che possa tornare al governo. Tu hai le chiavi, vedi che vuoi fare". Mastella risponde: "Silvio, hai ragione. Mi hanno lasciato solo. Tutti rubano ma, adesso che hanno beccato me, tutti fanno finta di niente. Sono con te". Berlusconi, sorridendo: "Bravo, Clemente. Sei sempre pronto a capire dove spira il vento. Appena andiamo su noi ti prometto una riforma della magistratura come si deve. Gl


CONTINUA: Berlusconi:"Gliela facciamo vedere noi a quei comunisti togati! Una bella riforma bavaglio e li mandiamo tutti a cagare. Sai quante teste cadranno?! Penso che ti farebbe piacere far parte della festa!". Mastella: "E come no, Silvio?! Sai quanti sassolini dalle scarpe ci caviamo? Tutti rubano, ma nessuno mi ha voluto parare il culo. Adesso sfilo la sedia da sotto le chiappe di Romano e vedrai che risate a vederlo gambe all'aria! A proposito però, tienimi presente per..." Berlusconi: "Si, Clemente, non temere. Avrai un ruolo alla tua altezza nel prossimo esecutivo. Gli amici non si dimenticano! Ed io so bene come ricompensarli". Mastella: "Grazie Silvio! Allora presto annuncerò la buona novella. Ti terrò informato. Ti saluta la Sandra!".


# 54    commento di   sarabalda - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 15:33

per 88days HAI RAGIONE c'erano tante cose da fare, errori da recuperare, problemi da risolvere ecc, ma forse non hanno dato alle persone nemmeno la sensazione che comunque almeno ci pensavano al tutto il resto! Mastella?! Ha dovuto dimettersi per amore (del potere diceva ieri Crozza!) e consapevole che andando alle elezioni con un eventuale nuova legge elettorale avrebbe voluto dire scomparire, ha pensato bene di anticipare un pò i tempi e cercare di salire su un altro carro con questa legge elettorale! E' un politico, della peggior specie.. e continua a farlo con lodevole capacità!


on ne juge pas un roi on le tue. G H I G L I O T T I N A P E R T U T T I !


# 56    commento di   DarioR. - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 15:49

L'Italia ha il difetto di non possedere memoria storica. Per questo non impara e non imparerà mai dai propri errori. Nemmeno da quelli più dolorosi e grossolani. Saremo destinati ad avere una classe politica di scarsa cultura e valore morale, priva di etica, capace solo di arraffare a mani basse, incurante della sfiducia del popolino e pronta a giustificare le nefandezze peggiori. Ovviamente, senza timore di cadere nel ridicolo, ci mancherebbe!


A quanto ho capito io sta sinx ha guardato nelle tasche dei lavoratori statali i quali hanno sempre pagato le tasse( ovvio le trattenute le fanno in tempo reale)e paghiamo sempre gli stessi,tutto il resto è favola.A proposito con uno stipendio di 1300/1400 ho dovuto fare richiesta di ISEE perchè essendo 4 persone arriviamo solo a mangiare,gli extra vedi studio rate e varie bollette ci mettono fuori giri e si rinuncia a scarpe borse vestiario ecc meno male che ci sono i cinesi e i mercatini.Io vi chiedo sempre scusa x ciò che scrivo ma credetemi sono tanto stanca,a proposito ma le sig mogli on cosa ne pensano di queste veline che turbano i sogni dei mariti?


Il tempo!...E una costante nelle vicende politiche italiane.Si gioca tutto sulla resistenza, nel tempo, degli italiani agli attacchi di illegalità e di delinquenza organizzata che appestano l'Italia!!! Sembrava che Mani Pulite avesse finalmente liberato l'Italia, invece no...Questa grossa mucillagine che invischia e infetta il nostro paese ha subito solo uno scossone che col tempo si è riassestata più solida e tenace di prima.Ha solo cambiato forma ma nella sostanza si è ispessita e consolidata.Si gioca tutto sul tempo...la riforma elettorale, il continuo avvicendarsi di patti elettorali costituiti e subito rotti o il vorticoso gioco delle alleanze e degli schieramenti. Col tempo ci si abitua a tutto....io spero e credo proprio di no.


# 59    commento di   DarioR. - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 15:58

Mai come in questi giorni mi vergogno di essere italiano. In balia di chiesa, corruzione, ignoranza.


# 60    commento di   sarabalda - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 16:16

VERGOGNARSI DI ESSERE ITALIANI?! Chi, noi? Che lavoriamo, paghiamo le tasse, e che se non arriva una multa arrivano a toglierci la casa?! Io non mi vergogno! Non si vergogna il Papa a parlare di libertà, non si vergona Mastella a piangere miseria, non si vergogna Berlusconi a fare il giullare, non si vergogna Cuffaro a mangiare cannoli, non si vergogna Bassolino ad andare in giro dicendo 'che puzza!'.. e ci dovremmo vergognare noi?!




# 62    commento di   daniela_83 - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 19:5

Ragazzi leggete la lettera di Di Pietro a Romano Prodi sul caso Cuffaro..La trovate sul blog di Beppe Grillo


Se vince la fogna-destra siamo fregati. C'è da dire che anche il centro-sinistra fà pietà, ma quel delinquente alla presidenza del consiglio NOOOOOOOOO!!!


Caro Peter, è la prima volta che mi rivolgo a lei direttamente ed è lei stesso ad offrirmene lo spunto. Finalmente il Cainano è riuscito nel suo intento.Vedendo che le spallate sopra la cintura non sortivano grande effetto ne ha pensata una, da par suo ,all'altezza dei maroni,che ha preso di sprovvista topo gigio.Le sue oscure relazioni con le toghe "Rosse" gli hanno consentito di sciogliere i cani alla ricerca del ceppalonico , costringendolo a dimettersi incazzatissimo con topo gigio.Ora non resta che il tocco finale per sugellare questo capolavoro da giallo di terz'ordine. L'errore stà sempre nel sottovalutare il potenziale offensivo dell'avversario :Sarà pure nano,ma come mena! alberto gangalanti






Ragazzi volevo dire che sto leggendo MANI SPORCHE ma non ce la faccio a continuare,mi sento male per quanta sporcizia, politica e non, sto riscontrando nella nostra società,e ancora hanno la faccia di presentarsi come salvatori d Italia,che corruzione,che bugie,avrei voglia di gridare tutto il mio sdegno al mondo intero,non se ne esce più.Siciliani come me aprite gli occhi e non lasciatevi ingannare da "falsi profeti"leggete e cercate di capire.Poveri FALCONE e BORSELLINO quanto ci hanno amato.


# 68    commento di   Leslie_ - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 19:48

dopo la scontata fiducia alla camera,adesso c'è la difficile prova al senato,riguardo la quale si vocifera una sconfitta del governo di "centro-sinistra".Indipendentemente dall'esito,ciò che preoccupa è l'eventuale scelta elettorale:votare a destra così regaliamo l'italia nuovamente allo psiconano(lui le leggi sì che le fa,purchè non siano "ad alterum"!),oppure votare a sinistra,scegliendo un governo che delle questioni civili ne ha fatto uso solo per la propaganda elettorale dimenticandosene una volta ottenuti i poteri? Citando Togliatti io preferirei il "meno peggio"che solo logicamente coincide con "il meglio possibile" e nel contesto politico italiano a sua volta coincide con la "sinistra"di Prodi Ma concretamente lo sappiamo tutti "il meglio possibile" sarebbe una nuova legge elettorale accompagnata da una vera e propria pulizia parlamentare,con nuove personalità politiche capaci di combattere il conflitto di interessi,corruzione e clientelismo


Prodi ha ottenuto la fiducia alla Camera, e questo si sapeva. Al Senato non ha i numeri, ancor meno oggi che i diniani hanno deciso di votare contro. Mancano quindi i voti di Dini e Mastella: ne servono 160 e Prodi non li ha. Al Senato, a differenza della Camera, astenersi è come votare contro quindi, per non influire sul voto, bisognerebbe uscire dall'aula (o essere assenti). Prodi potrebbe sperare solo che qualche senatore della CdL inciampi per le scale mentre si reca a Palazzo Madama... Francamente mi sembra una cosa senza senso e credo di potere dire che Prodi non si presenterà al Senato, ma andrà dal Presidente della Repubblica. Dalle dichiarazioni alla Camera di oggi, Casini non ha escluso una larga intesa per portare a compimento la riforma elettorale, a condizione che Prodi si dimetta. Qualcuno ha parlato di un eventuale Prodi-bis, ma sinceramente la vedo molto difficile. Casini darebbe il suo appoggio a un governo di transizione se fosse esclusa la sinistra estrema, ma senza quella sinistra i numeri non ci sarebbero. Attualmente la soluzione più probabile sono nuove elezioni. Napolitano stamane ha richiamato i partiti a una larga intesa sulle Riforme (cosa che dal '94 non è mai successa, si fece un timido tentativo con la Bicamerale D'Alema, esperimento poi fallito). Il richiamo di Napolitano è giusto, le Riforme vanno fatte con ampio consenso, altrimenti il paese si spaccherà sempre di più. E' importante che gli schieramenti comprendano che dall'altra parte ci sono persone che la pensano diversamente e che vogliono vivere dignitosamente in Italia, senza sentirsi nemici o in guerra. Siamo cittadini italiani, con pari dignità, diritti e doveri. E' ora di finirla di offendere chi la pensa diversamente (sia a Destra che a Sinistra). Concludo con Bossi. Il Senatur ha detto che farà la rivoluzione e sta cercando le armi. Io gli cercherei un buonn medico...
www.lineagoticafight.blogspot.com


# 70    commento di   Shia - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 20:22

Il problema è che si è cacciati (grazie ad una legge elettorale trappola votata la scorsa legislatura) in un cul de sac da cui non si intravedono soluzioni valide. facciamo l'ipotesi (a mio avviso estremamente remota) che Prodi sopravviva al Senato grazie ai senatori a vita ed un paio di dissidenti della cdl: sarebbe una soluzione politicamente inaccettabile ma ancora di più inutile: il governo sarebbe di fatto paralizzato, molto più che in precedenza. Allora mettiamo sul tavolo lo scenario "governo tecnico"; cosa farà? chi lo presiederà? sopratutto chi lo voterà? una marea di incognite. Rimarrebbe la prospettiva elezioni: ma con quale legge elettorale? Questa che (uno dei pochi dati certi) non garantirebbe una governance forte? Quella che scaturirebbe dal referendum? Un eventuale accordo in estremis raggiunto in fretta e furia? (la soluzione che mi pare ora caldeggiata dalla CdL)? e poi diciamocelo: dare alla legge elettorale poteri taumaturgici è pura astrazione; il problema non è nelle forme e nelle procedure: quelle ci sono sempre state, belle o brutte che siano. Il punto è vedere COME ci siamo arrivati in questa situazione e qui gli sbagli della classe politica TUTTA sono tanti ed enormi. Si va dall'incapacità di risolvere la questione morale, a quella di varare una legge sul conflitto di interessi; dal perseguire obiettivi personali sfruttando le istituzioni al voler riscrivere parti della Costituzione a colpi di maggioranza (titolo V: vi dice nulla?); non parliamo poi del conflitto mai risolto con la magistratura, del fatto che la pubblica amministrazione ancora NON funziona, e di mille altre questioni che non sono state risolte e che nel mentre si sono aperte. in 14 anni gli schieramenti di centro destra e centro sinistra (nelle loro molteplici incarnazioni) si sono fatti una guerra irresponsabile, all'ombra della quale lottizzavano il lottizzabile, ed ora siamo al punto di non ritorno. Non c'è sca


Semplicemente un detto....."Dio li fa e poi li accoppia".... I MAFIOSI STANNO CON I MAFIOSI....e non c'è nient'altro da aggiungere....


Cosa mai dovrà accadere in Italia perchè il popolo ricordi gli errori che ha commesso? Ogni nazione civile possiede una coscienza, che permette di scavare a fondo nel proprio passato, comprendere la realtà in cui si è immersi, apprezzare i valori morali che sono alla base del vivere civile. Ma, a quanto pare, l'Italia non possiede questo dono. Abbiamo un parlamento che trabocca di politici subissati da richieste di rinvio a giudizio, indagati, il cui nome è associato ad azioni e personaggi mafiosi, ma nessuno sembra farci caso. Nessuno, al momento di votare, si ricorda tutto questo. Mi chiedo come sia possibile? L'italiano non ama porsi domande, cercare quindi risposte. Preferisce limitarsi a lambire la soluzione dei problemi. Per questo non riesce ad avere spessore per fare delle scelte chiare, di rottura, che determinino una crescita netta ed inequivocabile. Per questo ricadono sempre nello stesso errore, del quale ancora non comprendono appieno la portata.


OFF TOPIC La madre dell'ex Presidente del Consiglio dei Ministri e' gravemente malata e pare in fin di vita ........ in qualsiasi famiglia si rispetti questi sono i momenti del dolore , del silenzio semmai , dell'affetto. Invece ....... Berlusconi ci comunica, mediante intervista, che la madre in un momento di lucidita' e' stata ben felice di augure quasi "come ultimo desiderio" che l'attuale Governo cada e che finalmente la giustizia torni al potere con le prossime elezioni . Il giornalista (?) Fede ci fa sapere che la singnora , appunto, versa in brutte condizioni, ma ci fa anche sapere, leggendo un COMUNICATO al suo tg , che le sue rare parole auspicano la caduta del "Governo malato e corrotto" . ........................................... .......................................................... sono solamente io che leggo un'assoluta e totale speculazione sulla morte del proprio genitore ???? personalmente auguro alla Signora di riprendersi e pigliare a calci nel culo il figlio e Fede.
http://www.myspace.com/Evinrude2007


Ha ragione Grillo: "Silvio ricicla i rifiuti tossici del centro-sinistra in quella discarica che e' il Parlamento". Adesso il gioco e' chiaro. Il BerlusKa che ha senmpre tuonato contro i ribaltoni (quando i ribaltoni facevano cadere i suoi governi) improvvisamente diventa un fanatico del Ribaltone quando serve per far cadere Prodi. A Prodi rimprovero di non aver voluto affrontare da subito le leggi di garanzia: conflitto d'interessi, fine del monopolio RaiSet, messa in salvaguardia della Costituzione. Ha voluto fare l'indulto per far contento il Ceppalonico. Coi risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Gli elettori dell'Unione dovrebbero scendere in piazza per affermare il diritto ad essere governati col governo scelto in libere elezioni! Visto che a causa di certi personaggi uno vota, vota, ma poi tanto le cose vanno sempre a pu....ne! No al Berluska for ever!!


Ma scusate... qualcuno qui considera Fede un giornalista per caso?! Secondo me sarebbe da radiare dall'ordine (anzi, bisognerebbe eliminare proprio l'ordine dei giornalisti...)! E' solo un leccaculo ignorante, che non capisce un tubo e si limita a fare la scimmietta da spalla del Berlusca! E poi quel Fini, lasciatemelo dire! Un arrogante senza palle, che ha buttato via la vita a fare il fascista incazzato per poi finire a fare il cagnolino da salotto di zio Silvio! Ma non si sente umiliato?! Cavolo, ha speso (meglio buttato...) una vita in politica per poi accontentarsi di fare il tirapiedi di una mezza tacca (in tutti i sensi...) di politico(?) della domenica! E deve pure convivere - lui, l'erede del duce - con chi sputa sul tricolore (vedi la Lega...)! Ma con che faccia, quel fallito, si guarda allo specchio la mattina?


...Sarà un paradosso, ma io credo che alla fine non tutti i mali vengono per nuocere. Proiettiamoci fra 5-6 mesi avremo sicuramente il bellachioma esultante perche finalmente riprende lo scettro per portare avanti il progetto scellerato di completare l'opera di distruzione del paese, sospesa nel 2006 quando ha dovuto far posto a Prodi,il Weltroni che si lecca le ferite e rimpiange di non aver accettato le alleanze con il resto dei partiti ostili al bellachioma,la sinistra democratica che sicuramente supererà i consensi del PD e quindi sarà molto determinata a contrastare l'azione di sgoverno del bellachioma,quelli che come me non avranno rappresentanti in parlamento, vi assicuro saremo in tanti,che non accetteranno più di stare a guardare come questi signori non si interessano ai problemi della collettività e non permetteranno il ripetersi del teatrino della terza camera dell'insetto dove si consuma il pasto della giornata alla faccia di chi paga il conto. Credo che questo scenario abbia tutti gli elementi per iniziare a pensare che i nostri problemi dobbiamo risolverli da soli cercando di non lasciare niente di intentato. VIVA l'ITALIA




# 78    commento di   Leslie_ - utente certificato  lasciato il 23/1/2008 alle 22:33

ok l'influenza dei media,ok la compassione ma usare la figura della madre in fin di vita che esprime l'ultimo desiderio(la caduta del governo)è davvero inquietante!


Cara Aurora, mi sento molto colpevole nel dedicarti il mio tempo con questa risposta, purtroppo provo il bisogno di scriverti, anche se forse si tratta di uno sfogo inutile. Leggo questo blog per tenermi informata, sorridendo grazie all'ironia degli autori e interessandomi di alcuni commenti. Se stai facendo, come mi sembra, uso di questo spazio soltanto per scrivere offese, allora non fare perdere tempo a noi che visitiamo il blog. So che non hai mai offeso in modo diretto, ma qui noi ci ritroviamo per dialogare, se il tuo unico apporto è scrivere che Cuffaro é il Bene, senza dare spiegazioni delle tue idee, evita pure: non ci mancherai. Hai il completo diritto di rivolgerti a chi la pensa diversamente da te, ma ascoltare una litania di immotivati e sciocchi "io ho ragione" è noioso. Come se io scrivessi a Berlusconi, da cui ti fai rappresentare, "Lei non mi piace": molto poco utile. Berlusconi non lo so, io sicuramente so già che ci possono essere dieci milioni di italiani in disaccordo con me.


Clamoroso al Cibali!!! E se fosse Berlusconi a non volere le elezioni? La notizia, che potrebbe sembrare stramba, tanto insensata non è, e vi spiego il perché. Berlusconi ha un sogno da tempo, che non è riuscito a coronare nella attuale legislatura: quello di diventare Presidente della Repubblica italiana. Se il Centro Destra avesse vinto le passate elezioni, il Cavaliere sarebbe salito sicuramente al Colle. Ci vorrebbe riprovare come successore di Napolitano, ma c'è un "se". Nel caso in cui si andasse subito alle elezioni (che è convinto di vincere), non sarebbe quel Parlamento ad eleggere il prossimo Capo dello Stato, ma quello successivo. Berlusconi lo sa, per questo potrebbe lavorare ad un governo di transizione, che traghetti l'Italia fino a possibili elezioni nella primavera del 2009. Non è un'idea campata per aria, pare che il Cavaliere ci stia veramente pensando: far dimettere Prodi e creare un governo di larghe intese, che porti a una nuova legge elettorale e poi nuove elezioni nella primavera 2009. C'è un altro motivo per cui questa legislatura potrebbe non finire, anche se Prodi dovesse cadere: non sono passati i fatidici giorni che "regalerebbero" una lauta pensione agli attuali Parlamentari. Se ci sarà un governo di transizione, potrebbe non essere per motivi politici, ma privatistici
www.lineagoticafight.blogspot.com


Due cose. La prima è che alla fine dopo due anni di governo di centro-sinistra, nel quale, ed è sotto gli occhi di tutti, i redditi da lavoro dipendente sono stati colpiti duramente.Dove non si è riusciti a risolvere alcun problema. E neppure a mettere in riga il Cavaliere sul conflitto d'interessi, e del suo strapotere televisivo. Alla fine rieccolo lo psico-nano, pronto con le sue panzane, barzellette, e con tutta la corte al seguito: indagati, corruttori, servi sciocchi,giornalisti lecchini e puttanelle pronte a tutto. Forza Italia, diceva ieri lo statista televisivo, è al 40% ad un passo dal 51%. Finalmente potrà governare come un Padreterno, al di sopra delle leggi e di qualsiasi regola.Per Travaglio e co. ce ne sarà ancora di lavoro, ma a noi popolino non rimarrà che guardarsi l'ultima serie del grande fratello, e sperare di arrivare alla fine del mese per pagare bollette sempre più care


Ma perchè in Italia pochi possiedono una coscienza critica?! Come si fa a non vedere che i conti - anche se con sofferenza - migliorano, l'inflazione cala ed il rapporto deficit/PIL si è assestato su valori sostanzialmente migliori?! Forse questo a noi semplici cittadini potrà non dire nulla, ma di fatto è proprio da qui, invece, che parte tutto il meccanismo che permetterebbe al governo di godere della copertura economica per una politica sociale migliore, rivolta ai più bisognosi. Non cinica e spietata, unidirezionale, come quella attuata nel quinquennio di governo berlusconiano. Senza ricordare qui le leggi abominevoli varate da "zio Silvio" e co., basterebbe solo tenere a mente quanto la destra si sia vantata per aver aumentanto di 50€ annui gli introiti degli italiani con un miserevole, strumentale "taglio delle tasse". Vi ricordate come giustificarono questa mossa? "E' un caffè in più alla settimana. Non è molto ma è sempre qualcosa!". E gli italiani, come percore, risposero in coro: "E' vero, ha ragione!". Perchè, dunque, le sciocchezze siamo in grado di distinguerle ma i fatti concreti invece no? Penso che il populismo, parte preponderante del DNA della destra italiana e del suo leader Berlusconi, abbia lentamente ottenebrato gli occhi e le menti degli italiani, già di per sè assai vulnerabili a questo tipo di influenze.


http://it.youtube.com/watch?v=SJaBasc_0uQ&NR=1 e questa e' la democrazia a cui puntiamo????? sono disgustato! Travaglio per favore NE PARLI ad Anno Zero. Non e' possibile tollerare una cosa del genere!




G.Annunziata..............................................................................................................................Ho visto anch io quel filmato E' agghiacciante sia il comportamento verso quel ragazzo sia l indifferenza del pubblico.


# 86    commento di   DarioR. - utente certificato  lasciato il 24/1/2008 alle 18:2

Avete visto cos'ha fatto Barbato a Cusumano?! Cusumano (Udeur) ha deciso di appoggiare Prodi e votare la fiducia. Barbato, capogruppo dei senatori Udeur, saputa la notizia è entrato in aula e l'ha aggredito violentemente, sputandogli addosso. I due sono stati separati dai colleghi, ma Cusumano ha avuto un malore ed è stato soccorso in aula. E' pazzesco, inizio davvero ad avere paura di questo Paese! Certe scene al senato dovrebbero essere impensabili! Gente che arriva a tanto non è degna di sedere in senato, non è degna! Barbato andrebbe espulso, non dovrebbe nemmeno partecipare al voto in un momento così delicato! Non riesco a capire dove stiamo andando a finire!


# 87    commento di   Leslie_ - utente certificato  lasciato il 24/1/2008 alle 18:2

è così difficile votare la fiducia al governo prodi che c'è anche chi si sente male!




# 89    commento di   Shia - utente certificato  lasciato il 24/1/2008 alle 19:31

a prescindere del risultato di oggi, quale che sia, la questione rimane. La crisi politica è titanica; grazie ad una serie di scelte scellerate hanno compromesso anche l'architettura costituzionale (la legge elettorale fa parte di una architettura più ampia, un sistema di regole che deve avere una coerenza interna) trascinando nel caos anche le istituzioni. La contrapposzione tra poteri dello stato è stata devastante sino ad adesso. Non c'è soluzione che voltare pagina....ci vogliono uomini nuovi e soggetti politici nuovi.








una considerazione semplice: Se una persona che ricopre cariche pubbliche viene indagata, è ipotizzabile l'idea che si allontani da qualsiasi carica pubblica e semplicemente non sia più considerata referente politico? Se fossimo mossi da altri valori, questa ipotesi non sarebbe così lontana. Non è possibile, nè pensabile, che in una democrazia moderna una persona indagata possa procurare una crisi di governo. Mi chiedo se qualcuno, girando tra internet ed informazione "classica" abbia trovato traccia di queste considerazioni. Unico conforto, le parole di Borrelli. Ma la spudoratezza degli atteggiamenti non è solo Mastelliana, ma di tutti coloro che hanno acconsentito alla proliferazione di questi comportamenti pericolosi per tutti noi


# 94    commento di   DarioR. - utente certificato  lasciato il 25/1/2008 alle 2:18

Adesso spero solo una cosa: che Veltroni se ne vada. Non mi piace, pensava troppo ad accordarsi con Berlusca, come a suo tempo fece quella merda di D'Alema. Serve una persona tosta, con le palle, com'era la buonanima di Berlinguer! Veltroni?! Alla fine, gratta gratta, tutti hanno accusato lui per la sfiducia al governo. E' vero che serve gente più giovane, ma a patto che sia capace di ricoprire un ruolo tanto importante. Berlusca ha infatti già chiuso i rubinetti a Veltroni: niente margini di trattativa. Impara, giovane stupido alla guida del PD!


Il Governo Prodi ha cessato di esistere ieri sera con il voto contrario del Senato. Il Professore si è recato al Quirinale rassegnando le proprie dimissioni che, come consuetudine, Napolitano si è riservato di accettare. Si apre quindi la Crisi di Governo. Cerchiamo di analizzare i possibili scenari. Oggi il Capo dello Stato comincerà le consultazione, ascoltando i Presidenti dei due rami del Parlamento, Bertinotti e Marini. L''intenzione di Napolitano è chiara: cercare un accordo tra i partiti per costituire un governo istituzionale che traghetti il paese verso le prossime elezioni. Visto il modo con cui è caduto il governo, vittima di profonde spaccature nella sua maggioranza, non sarà facile, ma Casini ha lasciato aperto una porta in tal senso. Fare ora i nomi dei possibili candidati all'incarico di governo è cosa ardua e prematura, ma possiamo comunque fare qualche esclusione e dare alcune indicazioni di massima. Sicuramente non sarà nessuno dei grandi leader di partito a ricevere l'incarico di formare il nuovo governo, quindi né Berlusconi, né Veltroni, Casini e tantomeno Fini. Vedo difficilissimo un reincarico a Prodi, l'ipotesi più probabile è l'incarico a un tecnico e/o politico di area centrista, che possa ottenere consensi dall'una e dall'altra parte. Impossibile Dini che ha contribuito alla caduta del governo per interesse personale e che ora è inviso al centro sinistra; difficilmente potrà ritrovare una collocazione in quell'area. Il Presidente del Senato Marini a suo tempo non si era detto disponibile, ma ora la situazione è cambiata, quindi il suo è un nome possibile. Il prossimo incaricato a formare il governo, per questa legislatura, potrebbe essere quello di un politico di area Margherita. Prospettive future: Dini e Mastella difficilmente troveranno un posto nella coalizione di Centro Sinistra. Veltroni ha detto di volere correre da solo, ma la sua potrebbe essere solo un'onorevole sconfitta con alcuni risvolti interessanti. Il Sindaco
www.lineagoticafight.blogspot.com


Prospettive future: Dini e Mastella difficilmente troveranno un posto nella coalizione di Centro Sinistra. Veltroni ha detto di volere correre da solo, ma la sua potrebbe essere solo un'onorevole sconfitta con alcuni risvolti interessanti. Il Sindaco di Roma potrebbe sacrificarsi per dare uno scossone al Centro Sinistra, cercando di eliminare l'iperframmentazione partitica presente nella coalizione. Difatti il Centro Sinistra, sotto questo punto di vista, è ancora in piena Prima Repubblica, buona parte dei suoi esponenti rispondono prima di tutto alle logiche di partito, invece che agli elettori. E' importante superare questa fase, affinché la politica torni in mano dei cittadini e non ai partiti che hanno interessi privatistici e di lottizzazione. Il Centro Destra è molto più compatto: se si va alle elezioni subito il candidato più logico è Berlusconi, ma le elezioni immediate sono tutt'altro che scontate. Fini è il candidato più gradito dagli elettori, secondo recenti sondaggi, ma non ha la forza e il coraggio di proporsi (qualcuno ricorderà il soprannome di battaglia del leader di AN...). Nonostante gli ovvi proclami, credo che anche nel Centro Destra in molti non credano all'ipotesi di elezioni subito. Ma se così fosse, l'ipotesi più probabile è lo scontro Berlusconi-Veltroni, di cui avremo modo di parlare in seguito. Aspettiamo gli sviluppi dei prossimi giorni.
www.lineagoticafight.blogspot.com


# 97    commento di   DarioR. - utente certificato  lasciato il 25/1/2008 alle 13:20

Veltroni non mi piace. Ha scelto di dialogare con la parte sbagliata. Sivlio ha già chiuso le trattative, non appena caduto il governo. Correre da soli sarebbe un suicidio, ma darebbe un segnale forte a tutti i cespugli che si annidano a sinistra. Spero in un governo tecnico, che traghetti verso la riforma elettorale ed il voto anticipato. Nel frattempo la sinistra dovrebbe far di tutto per trasmettere agli elettori i progressi - che sono tanti - fatti dall'Italia in questi due anni di governo. Altrimenti non vedo chances contro questa destra populista, arrogante, ignorante, sbudola, falsa, reazionaria, illiberale e fascista nel profondo. Sono tutti riciclati del peggior passato repubblicano (avanzi della P2, democristiani della prima ora, socialisti corrotti, ambienti dei servizi segreti deviati, golpisti di professione). Ma se gli italiani non leggono, non si documentano, non apriranno mai gli occhi. Non capiranno mai la realtà in cui sono immersi! E non potranno mai cambiare le cose per davvero.






# 100    commento di   DarioR. - utente certificato  lasciato il 25/1/2008 alle 16:6

Ahimè, condivido il tuo discorso, 88days. Il popolo italiano non esiste. Non è accomunato da valori comuni. Esaminiamo ad esempio il caso dei rifiuti campani. Beh, tutto è in mano alla camorra (ha per caso letto Gomorra?! Te lo consiglio vivamente!!!), che ha riempito il casertano di scorie provenienti per lo più da stabilimenti industriali del nord est. Il tutto con il benestare dei politici locali, sia del sud che del nord. Ora che nessuno sa più dove scaricare i rifiuti, però, cosa fa il nord? Chiude la porta e declina le proprie responsabilità. Non ci sta ad aiutare la Campania a smaltire una piccola parte dei rifiuti in eccesso. Poco importa se la crisi a Napoli tocca livelli pazzeschi (io vivo a Napoli, ma sono della provincia di Taranto). Ognuno si tiene i propri problemi. Non c'è solidarietà! In un paese civile la solidarietà tra i cittadini è un valore fondante, irrinunciabile. Che salva dalla barbarie, dal decadimento sociale e dalla lacerazione culturale. Tutti sparano su Napoli, ma nessuno mette a fuoco i problemi - e sono tantissimi - nascosti dietro questa vicenda.






# 103    commento di   DarioR. - utente certificato  lasciato il 25/1/2008 alle 18:58

Quanto vorrei una persona giovane, dinamica, con le idee chiare e tanto coraggio che osasse sfidare i vecchi carrozzoni della politica, facendo della legalità, dell'eguaglianza e del senso civico i valori fondanti della società! Lo voterei subito. Ti confesso che, in questo panorama così deteriorato, marcio, l'unica persona di cui mi fido è Di Pietro. Ha avuto il coraggio di lottato per svelare gli intrallazzi del potere, dell'economia corrotta ed il sistema ha reagito come?! Bandendolo, attaccandolo, infamandolo e spingendolo a lasciare la magistratura. Lui ha fondato un partito, facendo della giustizia una ragione per combatere quello stesso sistema che l'ha emarginato. Ma gli ignoranti si fermano a sorridere quando parla con accento molisano, incapaci di guardare alla sostanza.


Non si riesce a trovare qualche sponsor disposto a stampare qualche milione di copie (nella versione full paper più economica e sottile possibile) di "LA CASTA" di Rizzo e Stella e di "LE MILLE BALLE BLU" di Gomez e Travaglio da far arrivare in regalo nelle case di tutti gli italiani? Semplicemente con l'invito "Leggere attentamente prima di votare.". Si potrebbero usare le compagnie che distribuiscono la pubblicità dei centri commerciali casa per casa. Costerebbe molto meno (e funzionerebbe) dell'invio postale. Servirebbe solo "qualche" milione di euro... :( Possibile che non ci sia qualche ricco o qualche gruppo di industriali che vogliano veramente bene all'Italia per sponsorizzare l'iniziativa?


Non si riesce a trovare qualche sponsor disposto a stampare qualche milione di copie (nella versione full paper più economica e sottile possibile) di "LA CASTA" di Rizzo e Stella e di "LE MILLE BALLE BLU" di Gomez e Travaglio da far arrivare in regalo nelle case di tutti gli italiani? Semplicemente con l'invito "Leggere attentamente prima di votare.". Si potrebbero usare le compagnie che distribuiscono la pubblicità dei centri commerciali casa per casa. Costerebbe molto meno (e funzionerebbe) dell'invio postale. Servirebbe solo "qualche" milione di euro... :( Possibile che non ci sia qualche ricco o qualche gruppo di industriali che vogliano veramente bene all'Italia per sponsorizzare l'iniziativa?




------ Da www.beppegrillo.it: Possibile che gli italiani siano così stupidi? IL 70% DEGLI ITALIANI NON VUOLE LA RIFORMA ELETTORALE! MA STIAMO SCHERDANDO? VEDETE CHE SONDAGGI PUBBLICANO: http://www.tgcom.mediaset.it/sondaggio/risultatosondaggio.shtml?289 VOTATE TUTTI PER LA RIFORMA!! -------------- Aldilè del fatto che un sondaggio fatto da TGCOM è chiaramente di parte: - gli italiani intelligenti non guardano la televisione - se proprio la guardano di certo cercano di evitare le reti mediaset - se proprio non ci riescono perlomeno non guardano TG5 e il fedegiornale di RETE4 - gli italiani intelligenti si tengono lontani dai siti web di propaganda di regime gli italiani intelligenti difficilmente possono essere a conoscenza di tale sondaggio tale sondaggio è assolutamente INATTENDIBILE poichè è possibile votare quante volte si vuole. Prego fare pervenire tale informazione agli organi di stampa. Andare a http://www.tgcom.mediaset.it/sondaggio/votasondaggio289.shtml una volta votato selezionare Torna al sondaggio. Basta poi rimuovere il Cookie inserito da tgcom per rivotare quante volte si vuole a piacere. Usando un browser FIREFOX andare su Strumenti, poi Opzioni, poi Privacy. Nella parte Cookie andare su "Mostra i Cookie...". Selezionare il Cookie tgcom.mediaset.it e cliccare su "Rimuovi Cookie". Cliccare su Chiudi e poi su OK. A questo punto è possibile rivotare tranquillamente quante volte volete. Vi invito tutti a fare altrettanto qualche centinaia di migliaia di volte in modo da far emergere dal sondaggio che l'Italia ha 200 milioni di abitanti che usano internet e votano i sondaggi del TGCOM.


Ho 31 anni e sono profondamente schifato dai politicanti che ci governano, dalle balle rifilateci come verità assoluta, dalle promesse puntualmente infrante. Visto che tra un paio di mesi ci troveremo nuovamente ad affrontare le urne, mi faccio portavoce di una linea che mi auguro seguiremo in tanti. Andiamo a votare, è un diritto-dovere che abbiamo, ma rifiutiamo tutte le schede che ci presenteranno: non scheda bianca, non scheda nulla, ma fatto mettere a verbale in tutti i seggi italiani che noi cittadini RIFIUTIAMO quello che ci vogliono propinare! Con la speranza che le urne vuote possano riecheggiare!!!



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti