Commenti

commenti su voglioscendere

post: Chiediamo troppo?

L'altra sera ad Annozero ho chiesto all'onorevole Dario Franceschini , numero due del Partito democratico, perchè non si fanno le primarie per decidere i candidati da sistemare nelle teste di lista delle varie circoscrizioni: cioè per far scegliere agli elettori , anzichè alle segreterie dei partiti, i deputati e i senatori che verranno automaticamente eletti in base alla legge incostituzionale " Porcellum ". Il Porcellum avrà tanti difetti, ma non quello di obbligare i partiti a nominare nelle segrete stanze i candidati, cioè gli eletti. Sta ai partiti decidere poi liberamente con quali criteri sceglierli. Ecco, perchè non li fanno scegliere a noi? Franceschini, molto cortesemente, ha risposto con una supercàzzola incomprensibile, dalla quale si poteva dedurre - a piecere ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Risposta pratica a PaolOrt: secondo me non è necessario un enorme sforzo organizzativo per fare le primarie. Tra 20 giorni potrebbero esserci semplicemente dei banchetti nelle piazze con i curriculum (veri) dei candidati alla testa della lista. Lo stesso curriculum potrebbe essere pubblicato sul sito del PD. Non serve altro per scegliere. Non ci devono convincere con le parole, ma con quello che sono. Se poi qualcuno vorrà fare i comizi o le comparsate nei programmi fatti suoi.


E adesso è partita la campagna elettorale e, come sempre, sono li che promettono miracoli e soprattutto spergiurano di tagliare le tasse sui salari dei lavoratori dipendenti. Ora, chiunque sia fornito di un minimo di razionalità e logica matematica, chiunque sappia fare 2+2 per intenderci, si pone la domanda : "Ma come cavolo fai ad abbassare le tasse se non abbassi la spesa pubblica?!?!?!!!" In questi ultimi due anni la spesa pubblica è addirittura aumentata pur essendo i servizi rimasti inadeguati. TUTTE LE VOLTE E' COSI'. FACCIO DI QUI, FACCIO DI LA, TAGLIO DI QUI, RISANO DI LA, POI L'UNICA COSA CHE RISANANO O INGRASSANO E' IL LORO ADORATO PORTAFOGLI.


# 41    commento di   Antonio Danza - utente certificato  lasciato il 11/2/2008 alle 10:31

Caro Marco, perché non vieni a fare una conferenza nella mia città, Taranto?
http://res-publica-res-populi.spaces.live.com/


Molto intensa la lettera di Franca Rame a Prodi. Sono proprio le cose che vorremmo sapere noi elettori delusi del centrosinistra, anche se qualche nome alla luce di quanto è accaduto non è più un segreto...ma probabilmente ci sono anche degli "insospettabili" che sono ancora qui a prenderci in giro !!!


Le primarie per i candidati, stante questa legge elettorale, sarebbe stato il vero elemento di novità per il PD, altro che correre da soli. Tutti hanno magnificato le primarie del PD per la partecipazione di massa al voto, mentre sulle stesso metodo - applicato pero' alla scelta dei candidati - i distinguo e le retromarce fioccano. Evidentemente qualcuno teme sgradevoli sorprese nelle preferenze ai candidati, ovvero la sgradita necessita' di doversi fare da parte per evitare brutte figure. Peccato, un'altra occasione persa per gli elettori ed un'altra vittoria della casta.




PRIMARIE NEL PD??? ma che vi siete messi in testa di sbarrare la strada ai vari Cuffaro,Previti,Mastella,Prestigiacomo,Dell'Utri?


La base del PD vuole le primarie, le chiede a gran voce e speriamo che questa spinta dal basso produca qualche effetto di rinnovamento anche se sarà dura scalzare dalla sedia i soliti noti. Non mi ritrovo nel PD soprattutto per quello che riguarda la laicità dello stato e l'asservimento al vaticano, ma credo che lo voterò perchè nonostante i limiti quella di Veltroni è un operazione coraggiosa per rompere gli schemi delle alleanze che con l'1,4 dei consensi paralizzano e ricattano l'intero paese. Condivido la lettera di Franca Rame perchè esprime bene quello che anch'io ho pensato e proprio per questo è necessario definire bene i confini entro cui muoversi proprio per non essere soggetti ai ricatti di questo e di quell'altro. Non mi piace ripetere la solita frase "turiamoci il naso ma votiamo" ma a questo punto mi turerei qualsiasi cosa pur di non rivedere Berlusconi e Fini al governo, ma l'avete visto col nuovo look senza cravatta ....... Buoni i marrons glacées? Anna Galli


Sei una grazi'e'DDio Marco, seti troppo forte!! Se non fossi un uomo ti sposerei! :-)


ciao a tutti, probabilmente lo sapete già... sul sito di Franca Rame qualcuno ha proposto di chiamare in Rai per sollecitare le redazioni dei TG a dare notizia della lettera inidirizzata dalla senatrice a Prodi. Il post è dell'8 Febbraio e riporta anche i numeri di telefono di riferimento. http://www.francarame.it/ Ho appena chiamato e ho anche inviato l'informazione via mail ad amici e conoscenti (un po' rompi, lo so ;-P ma anche questo è far girare le notizie, o no?) colgo l'occasione per ringraziare tutti, autori e lettori, degli spunti di riflessione e approfondimento che offrite in post e commenti. con stima s


Noiosa, enfatica, teorizzante e lontana dalla realtà è cominciata la campagna elettorale, che dopo soli 2 anni farà spendere al paese altri 450 milioni di euro. Ho guardato, a malavoglia, i due discorsi "inaugurali" di Berlusconi a Milano e di Veltroni a Spello. Per la par condicio vi ragguaglierò su tutti e due. Un Berlusconi rimesso a lucido parla davanti alla sua rossa sacerdotessa Brambilla che lo guarda perennemente in estasi spirituale e corporale. E infatti accenna al Paradiso dove sua madre e quella di Fini hanno già stretto alleanze, che ovviamente i figli imitano sulla terra con la benedizione dei cieli. Poi affronta l'argomento giustizia dicendo di aver speso in avvocati più di 360 milioni di € (700 miliardi di lire!). Una cifra che sbalordisce e sgomenta, ma che forse giustifica l'assenza di condanne. Conclude con un invito a votare per i più forti (PD e PDL) per non sprecare voti, "anzi per non renderli pericolosi". Infine si accomiata con un sincero ringraziamento al ex-prode Mastella (ma come?!?) per aver fatto cadere Prodi. Il giorno dopo è il turno di Ualter Veltroni che parla da un convento umbro (non ci posso credere) di fronte a 3 croci appese alle centenarie pareti e con alle spalle un vero presepio vivente come la collina di Spello. Senza un minimo di autocritica per lo scempio fatto dal centrosinistra in 2 anni di governo, Ualter accenna ad una brodaglia minestronica di impegni tanto teorici quanto irrealizzabili. "Noi ridurremo le tasse e aumenteremo i salari", dice con un futuro non futuribile, non pensando ad un passato dove avrebbe già potuto concretizzare tal proposito. Persino le tre croci sembrano assopirsi nell'ascoltare tanta veltronica prosopopea. Insomma ho capito che questi politici sono veramente lontani dai problemi della gente, ma molto vicini alla gestione personalistica del potere. Di sicuro Berlusconi si è dimostrato molto più bravo nel saper suonare le trombe.
www.fuochidipaglia.it


Veltroni sostiene di essere il cambiamento...allora andrebbe veramente consultata la base per sapere cosa e soprattutto chi vuole cambiare...ma siamo sicuri poi che tutte le persone a cui è stato promesso, assicurato, garantito, restino dove avrebbero voluto essere? Il popolo è sovrano quando fa comodo! Siamo dei re senza diritti...solo doveri. Allora è nostro dovere chiedere a Veltroni di promettere, assicurare, garantire a chi lo ha scelto come leader di poter avere voce in capitolo anche sulle seconde linee che sono il motore reale dell'Amministrazione... Se si deve cambiare, si deve cambiare tutto, non solo la cima, perchè se la base è debole, la casa poi crolla... A Veltroni, ed a chiunque ha a cuore il destino del Paese, serve ora più che mai, la fiducia delle persone, la disponibilità a dei sacrifici che la gente fa ogni giorno, ma che credo farebbe con minor disagio se davanti a se avesse una classe politica che realmente LAVORA per dare respiro all'Italia, sia sotto il profilo economico che sociale...siamo stanchi di gente che BLATERA, PARLA, DISCUTE, SI ATTACCA, SI DIFENDE, E ANCORA PARLA, BLA BLA BLA BLA...come diceva un grande filosofo....FATTI, NON PUGNETTE!!! Perdonate il francesismo...ma se si chiede una scelta non la si può chiedere a metà...scegliete la facciata, però poi alla ciccia ci pensiamo noi che abbiamo da sistemare delle poltrone qua, delle altre là... La novità deve essere completa! Totale! Altrimenti non ci sono possibilità che questa realtà sopravviva agli appetiti di giustizia, di legalità e di novità che gli italiani si aspettano. E' la loro responsabilità verso gli elettori. E dice bene la Signora Rame quando dice che è stata tradita in passato...di 280 pagine di programma poche cose sono state fatte, troppo poche, e tra queste non alcune fondamentali per acquistare agli occhi degli elettori quella fiducia che rende un candidato realmente visibile come sostenitore del cittadino e non di se stesso o della sua lobby. E


E' inutile recriminare su ciò che è stato, anche se si rifletterà intensamente secondo me sul risultato delle urne. E' invece utile trarre un insegnamento: quando vengono fatte PROMESSE, bisogna essere ragionevolmente certi di poterle mantenere. Promettere l'abolizione dell'ICI è di sicuro una buona arma elettorale, ma dal punto di vista oggettivo è una BOIATA senza precedenti...lo dico da consigliere comunale di un piccolo comune (per inciso eletta in una lista civica, non partitica), so per esperienza che l'ICI, soprattutto nelle piccole realtà è necessaria per permettere alle Amministrazioni di sopravvivere ed operare. Quindi se si promette di abolirla bisognerebbe spiegare che di fianco andrebbero attivati una serie di trasferimenti agli enti locali, aboliti nei primi anni 90, che sopperirebbero alla mancanza del gettito comunale che, per comuni piccoli, è pressochè l'unica, e comunque la principale, entrata. E' necessaria assoluta coerenza tra pensiero e parola, e poi parola ed azione...la gente potrà essere insofferente, agitata, snervata...ma non è stupida...e siccome è della fiducia della gente che i nostri politici hanno bisogno, bè serve dimostrare che sapete, conoscete ed approfondite i suoi problemi, non millantando fenomenali magie che sono solo demagogia spicciola, ma proponendo soluzioni, che anche se impopolari risultino evidentemente le uniche e VERE soluzioni ai problemi della gente... Perchè non è sufficiente chiudere un comizio con un arrivederci e grazie per pretendere fiducia...serve che quando la gente ha finito di ascoltare non abbia quella frustrante e deprimente sensazione che quello che si è ascoltato termina lì. Spero con tutto il cuore che ad Aprile le speranze che la gente ha non si trasformino in un incubo...


@ Stefano Ehi ehi ehi...Marco l'ho visto prima io!! :P Scherzi a parte, dobbiamo ringraziare davvero Marco per quello che fa per salvaguardare l'informazione, la poca reale rimasta nel nostro paese... E' sintomo di un coraggio che pochi hanno conservato e gliene va reso un grande merito. Grazie Marco...




Primarie? E a cosa servono?! Pomicino era già stato rieletto con la vecchia legge elettorale...Sig! Temo che la politica sia avvero lo specchio del paese! Serve rinnovamento... Anche con delle primarie comunque chiuse, non ci resterebbe che votare tra l'inquisito e il sentenziato, tra la moglie ed il cognato. Cosa cambierebbe? Serve una nuova classe politica!!! Mi trovate disfattista? Non trovo e comunque sono stanco di vivere sul pero... Creaiamo davvero delle liste civiche apartitiche e liberali e cambiamo la classe dirigente dal basso...Ci vorrà una terza repubblica, forse, ma è l'unico modo attuale davvero efficace


Carissimo Travaglio, premesso che solitamente concordo al 99,99% su quanto tu scrivi nei tuoi libri e articoli e ti ritengo uno dei migliori giornalisti italiani, premesso che non sono aderente al Partito Democratico, non ho partecipato alle primarie (e non so ancora se voterò ed eventualmente per chi), ecc. ecc. Forse mi sbaglierò ma, anche se non sempre concordo con le sue idee, mi sembra che Franceschini sia tra i migliori politici che abbiamo, sicuramente una persona pulita e moderna, appassionata. E, comunque sia, forse quello che ha detto è vero. Visto che tu dici sempre di attenersi ai fatti, entro quando vanno fatte le presentazioni delle liste? C'è veramente il tempo per convocare le primarie e far conoscere un attimo i candidati? Qui a Mestre-Venezia, per es., le primarie le hanno fatte ieri (io l'ho saputo oggi). Pochi lo sapevano. Figurati se si conoscevano anche i candidati. Fatte in fretta e in furia rischiano di essere un pastrocchio immane o comunque un'operazione di vertice. E chi decide CHI si candida alle primarie? Esistono settori del Partito Democratico che vanno "a caccia" di persone competenti e perbene nella società civile? O si candida di tutto un po'? E come al solito si imbarca un'alta percentuale di arrivisti e opportunisti (e per me son "muffe" anche se non hanno mai fatto politica), mentre il meglio del Paese se ne sta ben lontano e si guarda bene dal finire in questo minestrone? Mi chiedo, forse anche Franceschini, che non è uno stupido, ha risposto così perchè si pone questi problemi (e quindi teme andare alle primarie con fretta e sregolatezza)?
www.stefanogerosa.it




c'è un argomento interessante che (mi pare) in pochi approfondiscono. andate su www.signoraggio.com e fatevi un'idea. ce l'hanno un po' con marco travaglio e beppe grillo, ma penso che meriti un'occhiata.


# 58    commento di   CARMINE "MARCOFACCISOGNARE" - utente certificato  lasciato il 11/2/2008 alle 14:55

forza marco! facci sognare!


domenica 10 febbraio 2008 Mobilitiamoci tutti ! Care Elettrici, Cari Elettori, Mi rivolgo a tutti, senza distinzione di partito. Mi rivolgo ai giovani. E’ vero, è deprimente, è antipolitico, dare un voto “contro” e non un voto “per”. Io, che ho dato i miei primi voti con entusiasmo, con passione, con fiducia; che ho creduto in un mondo migliore; che ho manifestato per le vie della capitale, nel mio paese, per un’Italia laica e democratica nel rispetto di tutti i credo; so quanto è amaro votare, come già da più anni, il meno peggio. Ma questa, credetemi, è emergenza nazionale. Mi rivolgo, infine, ai politici del PD, della sinistra tutta intera, abbiate il coraggio di rinnovare. Non candidate persone in attesa di giudizio. Chi ha sbagliato sia messo da parte. Da troppo tempo i cittadini aspettano pulizia e cambiamento vero. Faccio appello a Veltroni, che ha fatto una scelta coraggiosa in tempi difficili, affinché dia segnali forti che possano far tornare a sperare e, perché no, a sognare. O si vuole che Berlusconi con tutte le perversioni del suo portato personale, con tutte le leggi e leggine ad personam, non solo per lui ma per tutti i ministri “bisognosi” del suo staff e per tutti i suoi postulanti, possa tornare? Io credo che non tutto è perduto, che qualcosa è ancora possibile. Ma è necessario l’impegno di tutti. Mi tornano in mente le parole di Enrico Berlinguer in una delle sue ultime, se non l’ultima, campagne elettorali: non trascurate nulla, andate casa per casa… Rita Maria
http://ritamarialento.blogspot.com/


Ho seguito con interesse e costernazione la puntata di Annozero dello scorso giovedì e anch'io sono rimasta basita dalle incomprensibili risposte farfugliate da Franceschini [nonchè dagli altri ospiti presenti], anche se mi sembra una persona onesta, sicuramente più onesta di altre in campo politico. Purtroppo la situazione in cui si trova il nostro Paese è grave - non catastrofica, perchè con un po' di buona volontà si può sempre cambiare - e necessita di un rinnovamento e di una serie di riforme che si fanno decisamente attendere, col risultato di accontentare la "nostra" - per modo di dire - classe politica e di sfiancare ogni singolo, comune cittadino. Io spero sinceramente che, se gli italiani avessero facoltà di scegliere liberamente i propri candidati, la classe politica cambierebbe. Non voglio e non posso credere che la situazione rimarrebbe invariata anche nel caso in cui si facessero le riforme di cui tanto avremmo bisogno, perchè in tal caso la situazione diventerebbe catastrofica davvero. E gli italiani non avrebbero più diritto di lamentarsi.Senza contare che mi trovo totalmente d'accordo con quanto scritto dalla signora Rame nella sua lettera, e nel corso di questi due anni di governo Prodi mi sono spesso posta le stesse domande che credo abbiano tartassato chiunque abbia votato e appoggiato l'Unione. Ps. Grazie per essere passato da Firenze per la presentazione del tuo nuovo libro, Marco. E' stato un incontro veramente illuminante, oltre che divertente in certi momenti, malgrado le cose di cui ridere davvero si possano contare sulle dita di una mano. E grazie anche a Peter, ovviamente. Continuate così!






# 63    commento di   StefanoC - utente certificato  lasciato il 11/2/2008 alle 16:31

@ Paola L'argomento Signoraggio e' approfondito da pochi perche' si tratta di un 'non' problema, cioe' una legenda metropolitana (alla "mio cugino") abusata dalle sempre ricche file di complottisti (non ti deve sorprendere se poi alla fine di tutti questi complotti trovi un qualche riferimento antisionista; prova a cercare..)


a stefanoC: è talmente difficile farsi un'idea delle cose, basandosi su notizie filtrate dagli altri perchè ovviamente si tratta di argomenti ostici per noi profani...ti ringrazio per la dritta, continuerò a informarmi. puoi suggerirmi un link serio che faccia chiarezza?


Sarebbe l'unica scelta veramente democratica, giacchè avere un segretario scelto attraverso le primarie e parlamentari scelti dall'apparato fa sì che il segretario sia sostanzialmente ostaggio di quest'ultimo, un pò come lo è stato Prodi in questa legislatura. Ma vi pare che l'apparato possa decidere di autoeliminarsi? Lo trovo francamente impossibile. L'unica cosa che le persone stanche di questa casta non devono fare è non andare a votare. Anzi, credo debba partire un confronto per capire dove dirottare il nostro voto.




Cavolo sono mesi che pensiamo...ma se pensano che la legge elettorale sia uno schifo perche' non vanno le primarie nei partiti? Quando l ho sentito dire a Marco l altro giorno non riuscivo a crederci...che qualcuno lo dicesse pubblicamente..ma il pd gia alle primarie per scegliere il leader aveva presentato liste chiuse...quindi c'e' poco da sperare...


Volevo anche sottolineare una cosa..provate a scrivere in america ad un qualsiasi comitato elettorale...vi rispondono in 12 ore...provate a scrivere ad un qualsiasi partito italiano..neanche in 12 mesi vi rispondono..


Avete sentito l'ultima (ore 14.11)? "Berlusconi e' un politico molto capace. Lo stimo anche se ci separano distanze politiche abissali'' dice il presidente della Camera, Fausto Bertinotti (agenzie). E questo sarebbe il leader alternativo, radicale, ecc.? "Lo stima", la fava. Poveri, poveri noi. Con tutto ciò voterò e farò votare con tutte le mie forze, non so ancora chi, sarà per il meno osceno dei candidati che mi presenteranno, ma voterò. Si deve votare, per non doverci pentire quando sarà troppo tardi e perché sappiamo che quegli altri se ne fregano della stima e non "fanno prigionieri", lo dicono e lo pensano.


# 70    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 11/2/2008 alle 18:34

NoOoOoO,,Bertinotti no,,ma se ne salva almeno 1, ma non 2, 1 ne chiedo solo uno di cui potersi fidareeeeeeeeeeeeeeee
www.VivaTravaglio.ilcannocchiale.it


Caro Marco sono completamente daccordo con te e sono sinceramente molto scoraggiata!!!!Mi verrebbe voglia proprio di farmi annullare la scheda elettorale ma poi so che sarebbe peggio!!!Dammi un consiglio:che cosa possiamo fare per risolvere la situazione???Grazie è ciao


# 72    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 11/2/2008 alle 18:46

La cosa spettacolare e fastidiosa è proprio questa, che Travaglio come Gomex etc etc.. Ti sanno esporre i fatti grandiosamente, con quel sarcasmo da premio nobel(va beh)..però poi alle fine non ti dicono mai cosa devi fare, quello lo devi capire da solo, ed è giusto che sia così.. Ma ste primarie allora??
www.VivaTravaglio.ilcannocchiale.it


E l'ipotesi Election Day? Diabolico!!! Per scongiurare, forse, un imbarazzante (e quasi certo) assenteismo alle elezioni politiche?




vorrei farvi notare come si traformano le notizie il primo link è di rainews 24 su un articolo scritto dal "the times " http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=78237 il secondo è la traduzione del testo http://vistidalontano.blogosfere.it/2008/02/the-times-inizia-la-campagna-elettorale-berlusconi-non-merita-un-altro-mandato.html lascio a voi tirare le conclusioni !!!




# 77    commento di   Leslie_ - utente certificato  lasciato il 11/2/2008 alle 20:51

Vedere Annozero la scorsa settimana è stata davvero una sofferenza:da un lato quell'invadente e indignante(non indignata)della Prestigiacomo dall'altro la sua opposta rappresentazione il sottosegretario del pd Franceschini(perfetta espressione di quello che è il suo partito)e infine la voce del popolo:gente costretta a lavorare a contatto con l'amianto,operai che rischiano la morte ogni giorno ma anche laureati a cui il lavoro è stato tolto a vantaggio di veri e propri incompetenti. Travaglio ha posto la questione delle primarie a Franceschini il quale ha fornito una risposta che infondo risposta non è:ci potrebbero essere le primarie come potrebbero non esserci.Fin qui ci arrivavamo tutti..cosa potevamo aspettarci dal sottosegretario del partito "ma anche"?


# 78    commento di   Leslie_ - utente certificato  lasciato il 11/2/2008 alle 21:9

X rossa e miriams Credo che l'unica soluzione a due mesi circa di distanza dalle elezioni sia rassegnarsi e votare il partito che ritenete meno dannoso per l'Italia.So che mi risponderete che è difficile trovarlo e che sono tutti uguali ma non c'è altra soluzione.Se trovate pure una virgola in piu a favore di un partito piuttosto che un altro utilizzate questa virgola come criterio di valutazione.Ora come ora non vi è altra soluzione,almeno credo.


per chi si collega adesso, potete vedere Marco in diretta, ora, sul sito http://www.antenneattive.org/


Tirando le conclusioni (riferimento al commento di villi). Uno degli articoli e precisamente "Berlusconi non merita un altro mandato" è del Times, l'altro, quello commentato dai rainews24, è del Financial Times, o almeno attribuito a quest'ultimo. Come fa il primo ad essere la traduzione del secondo????


leggo molti commenti che suggeriscono di andare a votare turandosi il naso, votando il meno peggio etc etc... ma facendo una piccola riflessione, e in materia gradirei una mano, con il Pd che corre da solo, idem Di Pietro, la sinistra radicale che va per le sue, fronteggiati dalla coalizione di Berlusconi che corre in formato "tartaruga romana" (e vedrete se non si prende anche La Destra e Udeur), votando per un "meno peggio" a caso, la coalizione di centro-dx dovrebbe vincere ugualmente. O sbaglio? Se posso dire la mia, o il centro-sx si coalizza, altrimenti meglio starsene a casa... rincorrere un'illusione spesso si conclude con una manciata di aria fritta...


# 82    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 0:16

il Pd deve andare da solo, è la cosa più giusta e onesta, per questo dovremmo secondo me votarlo tutti perchè è l'unico modo x non far salire la destra, se Veltroni ha fatto una cosa giusta è stata proprio quella di non allearsi con tutti gli altri partiti..
www.VivaTravaglio.ilcannocchiale.it


Ha fatto bene Marco, questa sera a dire che Veltroni sta facendo un grande sbaglio, forse conscio di perdere, nell'andare alle urne'da solo'.. Con una legge elettorale del genere ha già perso in partenza anche nelle regioni a 'favore' come l'Emilia Romagna e la Toscana il premio di maggioranza potrebbe andare a favore del centrodestra. ma a chi la vuole dare a bere Veltroni??Dove spera di andare? è lui il NUOVO??? A me sembrano tanto dei 'riciclati' più che gente nuova. Ricordiamoci che nel Pd c'è la stessa gente che ha lasciato Berlusconi libero di fare quello che ha voluto. Gente come Follini, dirigente del PD, che ha votato le leggi vergogna.. Questo sarebbe il nuovo?? Per piacere. Anche un tonto lo capisce che tra Berlusconi e Veltroni c'è sotto un bell'INCIUCIO,io ho avuto conferme da una persona vicinissima al Cainano.. ..la 'sparata' di qualche giorno fa de 'il Giornale' col titolo, mi pare "Cosa combinano questi due" è fondatissima. Mi spiace che molti italiani voteranno Veltroni per non votare Berlusconi, convinti che l'uno sia davvero diverso dall'altro..Sono la stessa faccia della stessa medaglia. l'unica speranza che potrebbe spingere, almeno me, a votare è Di Pietro se decidesse di correre da solo e non col PD rinunciando al suo simbolo e tutto...


Per tutti coloro che pensano abbia un "peso politico" non andare a votare. Vi chiedo di ripensarci, perchè ritengo sia un grosso favore che si fa alla casta e principalmente a Berlusconi, che credo abbia sguinzagliato i suoi scagnozzi a scrivere su vari blog interventi che incitano all'astensione. Personalmente ritengo che chi non vota, raggiunge lo stesso risultato di chi uccide il figlio per fare dispetto alla moglie. Vi pare una strada politicamente intelligente? Convengo anch'io che la siatuazione della nostra classe politica sia davvero penosa. Detto questo, occorre capire che pontificare comodamente dal salotto di casa nostra su ciò che non va non basta. Occorre attivarsi, partecipare, scegliere.


Tanto lo sappiamo già come va a finire. Adesso va su la destra, fa i suoi soliti casini e ci riporta al medioevo ( o prima, visto che al medioevo già ci siamo) ma ce la sorbiamo 5 anni visto che Berlusconi comanda e gli altri sono solo burattini e camerieri al suo servizio.Ruba di qua, ruba di la, lascia i conti in disordine, si arricchisce, scandalizza tutta l'unione europea e , fra 5 anni, di nuovo elezioni. E va su la sinistra.E si ricomincia. Se va bene, considerata l'età dei tediatori d'Italia, fra una decina d'anni se va bene ce li leveremo dalle palle, ma prima no...giovincelli e intelligenti come sono! Ma la domanda è : perchè con tutti i soldi che hanno non se ne vanno in pensione alle Maldive invece di tediare l'Italia con le loro cazzate? Tanto non hanno mai la più vaga idea di quello di cui stanno parlando!


@rilka se era indirizzato al sottoscritto sbagli candeggio: nessuno mi ha sguinzagliato per incitare i blogger a starsene a casa e non ho nessuna tessera di partito; è semplicemente la mia opinione. Vedo che appena uno accenna all'argomento astensione dal voto, c'è diversa gente che lo addita come fedelissmo berlusconiano pagato per seminare zizzania. Potrei però rigirarti l'osservazione: non è tu sia uno scagnozzo di Veltroni & friend che attacca chiunque parli di starsene a casa (visto che centro-sx e sx corrono da soli contro la corazzata centro-dx compatta e ogni voto perso accrescerebbe la certezza della sconfitta)?


# 87    commento di   StefanoG80 - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 9:47

Signori...parlate di pdl o pd ma sapete che programma presentano?..no..perchè non lo sanno neanche loro...e allora che cazzo ci prendiamo in giro??? io gente così non la voterò mai...a costo di andare a votare e metterci una fetta di mortadella e scrivere "mangiatevi pure questa, ora!!"...Non schieratevi solo per far dispetto all'altro..per questo la politica in Italia fa schifo...Un pò di idee nuove..è questo che chiedo alle nuove elezioni..e se non ci sono..tutti in piazza a fare un Golpe!!!


Le primarie, ma non SOLO le primarie. Tra l'altro, anche nel caso si facciano le primarie, come si fa a sapere che non ci sono condannati e nemmeno personaggi con processi in corso? E' troppo chiedere un programma e qualche assicurazione sull'indipendenza dallo Stato straniero incuneato nella capitale? Che senso hanno i sondaggi su i due grossi partiti e i due schieramenti in mancanza di qualsiasi informazione? Le intenzioni di voto sono, quindi, a prescindere?


@rilka/2 post un po' provocatorio, ok, ma sentirmi ogni volta additato come scagnozzo di Silvio mi urta un po' il sistema nervoso...


@StefanoG80 golpe magari no, ma molto casino davanti alla Camera volentieri! Basta mettersi d'accordo


# 91    commento di   StefanoG80 - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 10:5

E' qui che vi volevo...vedete che ci stanno prendendo in giro??? parlano, parlano, parlano....ma in realtà non dicono niente e tutto..continuando a parlare solo di pd o pdl cosa ottengono?..che la gente crede veramente che sono i veri unici partici con possibilità di vittoria..stamattina ho sentito che si candida Giuliano Ferrara con una stranzata di storia su un famigerato pertito per la vita che avrebbe il 4-6%...Ma stiamo scherzando..?'?? Molo faccio pure io un partito...!!! Il partito del basta!!!! Ragazzi non volete il Golpe, bene...ma andiamo in piazza a Roma e mettiamo a ferro e fuoco la città con un assedio così pacifico che Ghandi sembra un terrorista...dobbiamo riprenderci l'Italia...ci siederemo a monteritorio in 600.000 e aspetteremo...cosa dite voi?...che l'Italia torni una demotrazia...faremo turni in modo tale che ci sia sempre una folla sotto....che ne dite?


@stefanoG80 che si potrebbe fare il 12 o il 13 di aprile: così chi vuol votare che voti pure, ma poi tutti seduti davanti al parlamento: nessun striscione, nessuno slogan, nessun cassonetto bruciato o nessuna vetrina rotta: tantissime persone inkazzate che chiedono solo che il contenuto attuale delle istituzioni occupi i due posti che realmente gli spetta: la galera o la pensione (ovviamente non i vitalizi da parlamentare, quella di vecchiaia)!




# 94    commento di   StefanoG80 - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 10:25

Giustissimo Matteo....di teppisti c'è ne fin troppo...quel che serve sono solo gente con le palle che faccia vedere che un pò di dignità l'abbiamo ancora...che non c'è solo gente che guarda il grande fratello ma persone normale che si alzano, fanno il loro dovere ogni mattina ONESTAMENTE e che possono guardarsi allo specchio la sera con la faccia stanca ma FIERA...quello che non possono fare ora che vecchierri terribili...e poi mi dicono di rispettare gli anziani....gli anziani che hanno fatto la guerra no questi cialtroni che non smetterei mai di prendere a calci nel culo!!!!


io non riesco a capire una cosa. ma la comunità europea perché non prende misure drastiche nei confronti dell'italia e della politica italiana? ci sarebbe quasi da mettere l'embargo per quello che sta succedendo e invece non prende posizioni dure e nette. allora da chi siamo tutelati? o siamo dentro solo per comprare le quote commerciali?


il problema è solo convincere 599'997 persone a passare una giornata a Roma, davanti al parlamento ne parlo anche a casa e al lavoro... qualcuno abbastanza convinto c'è, ma sono sempre troppo pochi in rapporto alla percentuale di gente che va a votare per fede(leggere il commento di Alessandro lasciato il 12/2/2008 alle 10:17 che è,a mio parere, corretto) ...


# 97    commento di   StefanoG80 - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 10:51

Penso che volere è potere... io propongo di fare un piccolo sacrificio tutti quanti...una giornata di lavoro a turno persa...penso che il nostro futuro valga qualche piccolo sacrificio no? per quanto riguarda l'Europa, penso che siamo europei, come si dice dalle mie parti, fino alla curva... Bruxelles si ricorda di noi sono quando impone le quote latte o altri inciuci commerciali...le "tiratine d'orecchi" sui conti pubblici sono carta straccia..altrimenti non darebbero all'Italia questo po po di soldi che puntualmente si dividono mafia e politici corrotti...viviamo in una società di facciata e al limite mi andrebbe pure bene, fin quando mi toccano però la giustizia, allora non ci vedo più però.....


Ciao Marco, mi spiace ma non sei aggiornato alle ultimissime. Venerdì andando al paesello da Roma ho avuto modo di ascoltare su Radio Radicale la presentazione del sito del PD (www.partitodemocratico.it). Verso la fine una persona ha fatto la tua stessa domanda. Veltroni ha risposto che non ci sarà il tempo .... ma anche ... che troveranno il modo per consultare gli elettori in altra maniera. Prova a cercare sul sito dei radicali o su youtube se c'è un video o podcast che riporta quell'intervento. Scoprirai che Veltroni non ha alcuna intenzione di consultare nessuno.




Non è contento Berlusconi del sondaggio che lo da con 20 punti di vantaggio,si è inventato con Ferrara un nuovo partito "per la vita"per fregare voti delle vecchiette di sinistra.Quello che pensano che ci sarà il dialogo dopo il voto sbagliano,questa volta sarà dittatura!


Io non capisco come si fa a votare due colizioni che non hanno nemmeno un programma ad oggi. Berlusconi almeno ha anticipato..5 anni a chi fa le intercettazzioni,5 anni a chi le pubblica...lui si che è per la LIBERTà.. Comunque a riprova che PD e PDL sono un INCIUCIO, ma lo sapete che in provincia di Milano, il Comune di Segrate, ospita una coalizione che vede Partito Democratico e PDL assieme????????????!!!!?????? Sveglia!!!!!


Eppure ci stiamo tutti accorgendo delle numerose palle che ci vengono raccontate, prima di tutto siamo ben consci (e lo siamo tutti se ci pensiamo un pochino) che nessuno sente la benchè minima esigenza di andare a votare.Non siamo costretti a scegliere, basterebbe fare le cose semplici ed ovvie per vivere bene, quelle che chi ci governa non vuole che noi facciamo per paura di perdere il proprio appeal. Non ci dovrebbe minimamente interessare il PD il PDL la cosa rossa bianca o viola, siamo bravi a cavarcela da soli se non sprechiamo risorse in turbo consumismo e in invidie del vicino. Se riduciamo sensibilmente gli sprechi e la competizione tra di noi gli arrivisti che ci governano saranno in minoranza. E' questo il nuovo che avanza (avanzare=procedere)non quello (avanzare=ciò che rimane).E concludo affermando che non abbiamo la necessità di qualcuno che ci comandi e risolva i problemi, siamo in grado di risolverceli correttamente da soli. Quando raggiungeremo questa situazione e solo allora potremmo tornare a pensare di fare politica.


Sono le 20.30. In un paese alla porte di Milano. In una via, trafficata anche. Una villetta a schiera comprata con molti sacrifici.Troppi. Una vita di mutuo. Una famiglia, la madre esce nel suo giardino per gettare via l'immondizia. Vede un ombra, si gira di scatto : un uomo, vestito con una tuta nera, è li nel suo giardino. La donna, ha la prontezza di correre in casa, barricarsi dentro. L'uomo cerca prima di raggiungerla, ma quando si trova la porta sbarrata, prova a rompere il vetro di una finestra. Ci riesce, ma i figli della donna e la donna stessa sono stati più veloci di lui : hanno abbassato le tapparelle. Lei racconterà di averlo visto bene, in volto, mentre cercava in gran velocità di abbassare le persiane. Le sembrava dei paesi dell'Est. Ha chiamato immediatamente le forze dell'ordine. "Passeremo"- Le hanno risposto. Il marito è rientrato poco dopo, per fortuna. Un minuto prima e chi lo sa se sarebbe ancora vivo. Non ha dormito tutta notte e quest'oggi trema : "Come faccio, sapendo che i miei figli tornano a casa da scuola e sono soli?", ripete." Ho paura di tornare a casa mia"- dice in lacrime. Ho notato che da due giorni, il solito furgone e la solita macchina parcheggiati di fronte a casa mia non ci sono più. Quando spariscono, all'improvviso, succede sempre qualcosa, qualche "Colpo". Oggi tremo anche io, so che colpiranno e non so chi cosa. E tornare a casa, oggi, mi fa paura più del solito. Tendo l'orecchio..perchè stanno arrivando. E quindi oggi scuserete se mi interesso poco alla politica e a quei balordi di politici. Oggi sono spaventata a morte e prego che non mi succeda niente. Prego che non succeda niente alla mia famiglia. Perchè se dovesse accadere qualcosa a loro o addirittura a me ed io avessi ancora la forza di rialzarmi, nessun politico sarebbe più al sicuro. Nessuno. Questo paese, la nostra Italia, è dvenuto rifugio dei peggiori criminali ed io devo aver paura in casa mia. Vergognatevi.


c'è chi può e chi non può oltre ad essere una tv che non dovrebbe esistere fa un po come cazzo crede ma loro sono liberi sono quelli della libertà liberi di spacciare indecenza Berlusconi e Tg4 responsabili di infrazione Il testo dell'esposto All’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni In un’intervista diffusa ieri dal TG4, l’On. Silvio Berlusconi ha fatto riferimento ai risultati di un sondaggio che accrediterebbe al PDL quasi il 50% dei consensi dei potenziali elettori. Né l’On. Berlusconi né la direzione del TG4 hanno rispettato le prescrizioni della legge 22.2.2000 n. 28 e delle delibere applicative adottate dall’Agcom, secondo cui i risultati dei sondaggi possono essere diffusi soltanto se accompagnati dall’indicazione di una serie di dati che consentono al pubblico di valutarli, tra cui il soggetto che ha realizzato il sondaggio, i criteri seguiti per la formazione del campione, il metodo di raccolta delle informazioni e di elaborazione dei dati, ecc. Articolo 21 chiede che l’Agcom proceda a termini di legge nei confronti degli autori di questa grave infrazione, che assume un particolare rilievo anche per il controllo esercitato dall’On. Silvio Berlusconi sulla emittente di TG4. Per quanto riguarda in particolare questa testata si fa presente che il suo comportamento appare in contrasto anche con i principi fondamentali del Testo Unico della Radiotelevisione (art. 3), secondo cui l’informazione televisiva deve rispettare l’obbligo di lealtà. Roma, 11 febbraio 2008 http://www.articolo21.info/notizia.php?id=6167
http://blogdellaliberta.wordpress.com/


La corsa al riposizionamento. Stravaganze della politica italiana, dominata da meschinità, personalismi, lotte di potere che avvengono alla luce del sole (perché il senso della vergogna ormai non c’è più). Sembra di giocare a Risiko. Riepilogando. Berlusconi fa il PDL, che alla fine non è altro che un listone che aggrega cani e porci, dai fascisti ai cespugli fu democristiani e annette anche Fini. PDL cioè Popolo della libertà. Libertà da che? Dalle tasse? O dalla galera? Da entrambe probabilmente. Fatto sta che i media servi dipingono il PDL come un nuovo partito, il che non è vero affatto. Ripeto, è un listone elettorale, niente di più vecchio e opportunistico. I partiti nuovi si fanno prima di tutto sciogliendo i vecchi (e mi risulta che ne Forza Italia ne AN si siano sciolti), e i vecchi partiti si sciolgono mediante congressi democratici e lunghe e travagliate fasi dettate dalla storia e dai moti popolari. Ora, passi per Berlusconi che di democratico ha solo la tazza del cesso, ma è grottesco Fini, dimentico di essere a capo di un partito con una storia lunga e intensa. Come si fa ad aderire a una lista elettorale e a rinunciare al proprio simbolo senza concordare la decisione coi delegati di AN e i propri elettori? Vabbè, cavoli loro. Nel frattempo Mastella non sa ancora bene che fare (mentre Dini, di grazia, ha deciso che va nel PDL). OK, è assodato che è passato al centrodestra, nell’ennesima transumanza della sua misera storia politica. Ma come? Dentro al PDL o col proprio simbolo? E se dentro al PDL che vuole in cambio da Berlusca? Mastella, di cui tutto si può dire ma non che si vergogni di vergognarsi, dichiara che per aderire al PDL vuole 10 deputati e cinque senatori sicuri. Mi pare il mercato delle vacche. Sullo sfondo un popolo sovrano che non è sovrano per niente. Il suo vecchio compagno di merende Casini, invece, è - nomen omen – incasinato. Berlusconi l’ha messo all’angolo e lui si affanna implorante chiedendo un po’ di visibilità. E ma
http://www.tuoblog.it/lacantina/


E mai fu più attuale la gag satirica di Neri Marcore di un Pierferdi autista zerbino dello Statista di Milanello. Casini stretto a destra dal PDL, e al centro dalla nascitura Rosa Bianca, movimento del pur stimato Tabacci, di cui si sentiva certamente il bisogno quasi come una pedata sui coglioni. E a sinistra che succede? Morta l’Unione (nata in coma), ognuno per sé. Veltroni, non contento di aver resuscitato Berlusconi, ora ha deciso di farlo pure vincere correndo da solo. Applausi da cerchiobottisti, osservatori terzisti e intellettuali. Standing ovation dai berluscones (e ci credo!). Non si sa invece che cosa ne pensi il popolo del centrosinistra, che non è stato interpellato. Con Veltroni ci sarà Di Pietro, non so quanto in sintonia coi propositi di Wolter. Ma tutti, che volete, dobbiamo sopravvivere. Non ci saranno, ma è tutto in evoluzione, invece radicali e socialisti, che vanno di ripicche contro lo stesso Di Pietro perché “lui sì e noi no”, come i bambini anzi peggio. Mentre la Cosa Rossa, o Sinistra Arcobaleno come cazzo si chiama, si pone a concorrente del PD quale - dice Bertinotti sempre molto chiaro e concreto - “forza riformatrice nei confronti del Paese, che sarà chiamato a scegliere quale proposta alternativa alla destra premiare”. Il Paese freme interessato e avvinto. In tutto questo can can strategico, ci avete fatto caso?, nessuno parla di sanità, ambiente, fisco, salari, rifiuti. Si chiamano proposte, queste sconosciute, ma a quanto pare per lor signori non sono altro che dettagli. Preferivo il Risiko.
http://www.tuoblog.it/lacantina/




Pare che il pd faccia le primarie..




Veltroni sa perfettamente di perdere. Ma come può vincere correndo da solo con una legge elettorale del genere? Ma apriamo gli occhi o no? Non si può credere nemmeno a lui. Tanto è vero che a Segrate, città in provincia di Milano, PARTITO DEMOCRATICO e PARITO DELLa LIBERTà sono nella STESSA COALIZIONE...!!! Sono INCIUCIATI ma lo vogliamo capire o facciamo finta di vedere la realtà?!?


Vi segnalo questo articolo c'è da piangere ma preferisco buttarla sul ridere... http://www.cataniaomnia.it/index.php?option=com_content&task=view&id=5517&Itemid=2


Ho creato questo bannerino animato. Se vi piace potete usarlo liberamente sul vostro blog. Si chiama: " Veltrusconi, non avrai il mio scalpo." Lo potete trovare qui in diverse misure. http://www.notamax.it/dblog/articolo.asp?articolo=112 Ciao e grazie. Massimo


Sono terrorizzata dagli attacchi di oggi alla 194...e per la polizia che senza nessun mandato entra in una sala operatoria a napoli..terrorizza le degenti...ma che paese e' questo? Spero che almeno per il caso di napoli partano le opportune denunce... Vogliono farci andare all estero pure per fare un amniocentesi...


grande marco!


ciao marco, scusa se finisco OT ma un'ora fa ti salutavo all'Università per ringraziarti del tuo biglietto...volevo solo dirti che sei stato fantastico, come sempre! tu riesci a dare voce alla nostra voglia di riscatto e di moralità. sto cercando di trasformare la giustizia nel mio mestiere...non so se ce la farò, ma spero in ogni caso di riuscire a non perdere mai coraggio e senso delle responsabilità. sei un grande esempio...grazie! ps:guarda che se hai bisogno di una ricerca o di una mano mi puoi contattare...






# 118    commento di   Watty - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 18:58

Che merdacce Anche io sono piemontese e sinceramente vorrei poter scegliere chi voglio sperire a fare le mie veci nella "Camera del grande fratello", anzi sarebbe una bella idea almeno così quando fanno delle belinate NOMINATION E VIA!!! Io farei una proposta di legge : legge lettorale modello Gf!
www.lostudiodiwatty.ilcannocchiale.it


Ma basta co'sta storia dell'inciucio! A Segrate avranno pure fatto fronte comune, e allora? Magari c'è qualche storia sotto. La verità è che sono due partiti con storie e ideali opposti. E per quanto riguarda chi non vuole andare a votare, secondo me è un grosso errore. Ricordate che al peggio non c'è mai fine. Se abbiamo anche un filo di preferenza verso qualcuno dei due schieramenti, esprimiamoci! Così almeno non avremo nulla da rimproverarci se gli scenari peggiori dovessero avverarsi.


@ lazzarinis Se ti riferisci a me, io non ho detto di andare o non andare a votare. Ognuno è libero di esercitare o meno il suo diritto di voto. Dire basta è troppo facile. L'INCIUCIO c'è, che piaccia o meno. Chiediamoci come mai allora, un "giornalista" come Paolo Liguori, da sempre schierato solo pro Berlusconi ora parla bene anche di Veltroni. Chiediamoci come mai Veltroni ha avuto una serata a Matrix tutta per lui per dire quello che ha voluto. E ti ripeto, a me qualcosa mi viene da pensare se in un Comune, PD e PDL sono nella STESSA COALIzIONE!


bravo strega...sono con te, la giustizia è il mio cruccio, grande marco, sembra che qualcosa si muova per le primarie


fino ad aprile avremo modo di capirne di più, inciucio o no il sospetto c'è, apriamo gli occhi


Spero di non essere troppo invadente, ma volevo segnalare la lettera aperta spedita a Veltroni e pubblicata on line. Credo ce dobbiamo farci sentire, perchè vorrei votare una volta per qualcosa che mi convince e non sempre per il meno peggio. Corre da soli va bene, me se non si fa chiarezza all'interno (penso ad esempio alla Binetti), poi dove si va? LETTERA APERTA A VELTRONI Caro Veltroni, scrivo con al convinzione di rappresentare il pensiero di molti elettori (o ex elettori) del CS. Premetto che a mio avviso si deve andare al voto subito ma non per le ragioni sostenute da Berlusconi e da questa destra di avventurieri. Penso piuttosto che l'idea di cambiare la legge elettorale per assicurare stabilità sia un ulteriore regalo a Berlusconi. Nel 2006 la destra fece la famosa legge “porcata”, con l'obbiettivo di avvelenare i pozzi e mettere in difficoltà il CS dato sicuro vincente. Puntarono al pareggio al Senato dove la differenza tra i due schieramenti era minima e l’obiettivo è stato pienamente raggiunto come ci siamo resi conto in questi due anni di sofferenze. Oggi invece di render loro la pariglia, si vuole pure far loro il favore di garantire una maggioranza solida? Ma che scherziamo? Non parliamo di interessi del paese. Il vero interesse del paese è far si che il nano scompaia dalla scena politica, perché ha inchiodato il paese ai suoi interessi ed ai suoi diktat ormai da 15 anni. L'interesse è che non abbia una maggioranza tale da poter pensare di riformare anche la Costituzione a suo personale uso, annullando quei pochi spazi di libertà e democrazia rimasti nel paese. Diciamoci la verità: non volete le elezioni perché avete paura di prendere una batosta. Pensate che l'immagine del PD sia ancora troppo legata a quella del governo Prodi che ritenete inviso al paese. State cercando di allontanare la data delle elezioni, ma sembra un grosso errore. perché temo che il passar del tempo, ed i tentennamenti non migliorino
http://www.altrestorie.org




# 125    commento di   Peppe S. - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 20:33

E' nato il comitato "Tutti Fuori". "Tutti Fuori" è un gruppo di ragazzi/e che non ne possono più di essere lobotomizzati dai mass-media, di esser presi in giro dalla promesse di una casta politica che non li rappresenta più, stanchi di non essere rappresentati in questo Stato. Il nostro è un gruppo autonomo, per nulla influenzato da partiti politici, fatto e gestito solo da noi, menti libere, con lo scopo di cambiare ciò che non va. Tutti penserete che questo sia un discorso utopico fondato sul nulla delle parole, invece io penso 1 altra cosa: le grandi rivoluzioni le hanno fatte il popolo non i politici, dobbiamo riappropiarci del nostro potere. Una corretta informazione è la base necessaria perchè aprire le menti, entrare a far parte delle menti libere, acquisire conoscenza è la cosa fondamentale. La conoscenza è un'arma...usiamola! Accanto a tutto questo ci proponiamo di diffondere e far rispettare quei valori descritti dalla nostra costituzione che racchiude la soluzione a molti problemi del nostro Paese. Il problema non è creare delle nuove leggi ma far rispettare quelle che già ci sono. Punti fondamentali? Libertà (sociali, di informazione, di pensiero ecc.) e giustizia.
www.rossocolore.blogspot.com




# 127    commento di   CARMINE "MARCOFACCISOGNARE" - utente certificato  lasciato il 12/2/2008 alle 22:54

NON C'E' MAI STATA INDECISIONE PRIMA DEL VOTO...SONO CONVINTO DI NON VOLER BUTTARE IO MIO CONTRIBUTO, SONO PURE TENTATO A SCEGLIERE L'ASTENSIONE...MA HO PAURA DI FARE IL GIOCO DI BERLUSCONI...E ALLORA? RAGAZI COSA DECIDIAMO DI FARE? VOI CHE PENSATE?


@ Carmine mi permetto di risponderti: il voto è un diritto-dovere. Per quel che mi riguarda io andrò a votare e sicuramente non darò il mio voto allo psiconano. Vorrà dire che mi turerò il naso un'altra volta! Pazienza in Italia ci siamo un pò abituati a questa cosa. Mi deprime il fatto che ogni volta bisogna sceglire se votare male o votare il male minore, ma sarebbe ancora più triste se facessi finta di niente e mi chiudessi in una "torre d'avorio" a guardare con schifo e disprezzo la situazione politica. Io andrò a votare perchè coloro che andranno al governo devono assumersi la responsabilità, che il mio voto comporta. Maria Francesca




la paura più grande è che molti gli italiani si stanno convincendo che praticare l'illegalità sia un merito che fa curriculum,e neanche l'evidenza fa... almeno riflettere oggi "sbaglia" chi acchiappa il "disonesto" e purtroppo molti la pensano cosi'.una ragione in più per sentirsi autorizzati a candidare chiunque


“Bisogna fare qualcosa” C’è un’immagine che, da quel giorno, dal “Fatto di Napoli”, non riesco a togliermi dagli occhi: quella di una donna provata perché un aborto terapeutico l’ha costretta a rinunciare al suo bimbo, che, riportata in camera dalla sala operatoria, si trova ad essere accolta da 7 poliziotti che la interrogano sul suo feto da poco, nel dolore, partorito. Trattata come una delinquente comune. Con un dispiegamento di forze che, in proporzione, non è riservato neanche ai boss della camorra. Dire che sono indignata è poco. Mi sento offesa, lesa come donna e come persona. Ho un nodo che mi attanaglia la gola, non esagero. “Bisogna fare qualcosa”, mi dico continuamente. Ma cosa succede nella nostra “bella”Italia? Una lista di Professori ebrei che circola su Internet; ministri pluriseparati che vengono accolti, osannati e indicati come portatori di valori cristiani per cui vale la pena votarli; ministri che in diretta Tv mangiano mortadella e stappano spumante sui banchi del Senato e sulle divise del personale. E la Cei che, con tanta Tv spazzatura, con tanto nudo gratuito anche in prima serata, si preoccupa della scena “osée” Moretti-Ferrari! Ma siamo tutti impazziti?
http://ritamarialento.blogspot.com/


Il Governo Berlusconi, tra il 2001 e il 2006, non ha fatto (quasi) nessuna liberalizzazione. Si sono riempiti la bocca con questa parola, ma al dunque hanno fatto più niente che poco. Berlusconi aveva troppa paura che, liberalizzando, avrebbe scontentato quelle categorie che sono suoi elettori. Il cosiddetto "liberismo a parole". L'unico tentativo fu fatto con la Legge Maroni, cercando di colpire i lavoratori, favorendo gli imprenditori (categoria elettoralmente molto cara al Cavaliere). Le uniche liberalizzazioni (solo alcune, bisogna dirlo) sono state fatte con il decreto Bersani e subito il Centro Destra s'è inalberato, a difesa delle corporazioni di destra colpite: "E' una vendetta contro tassisti e farmacisti" - è stato detto. Forse invece è stato un provvedimento che è andato a colpire categorie oligopoliste, che negli anni hanno pagato poco e incassato molto: "non è sempre pasqua"; sarà ora di fare pagare anche quelli che non pagavano mai! L'Italia è un paese estremamente corporativo, dove ognuno si fa gli affari suoi e se può, lo mette in quel posto a più persone possibili. Allora è chiaro che queste liberalizzazioni sono non solo necessarie, ma fondamentali, per renderci più competitivi e equi, nei confronti della cittadinanza. Berlusconi invece ha ben pensato di sanare la sua posizione di imprenditore, con la legge Gasparri, bocciata anche dall'Unione Europea (si prevede una multa di 400 mila euro al giorno, per le illegalità commessa dalle sue TV; però pagheremo noi, non lui, che continuerà a ridersela a 64 denti).
www.lineagoticafight.blogspot.com


Fini e Casini hanno dichiarato che, quando erano al governo, c'era qualcuno che faceva in primis i propri interessi personali, a discapito di quelli del paese. Poi sono tornati tutti amici, in quanto la dignità in certi casi (e ambienti), è un optional. La situazione italiana è tale per cui cui i governi di sinistra, se possono, liberalizzano soprattutto a spese degli elettori di destra (delle corporazioni che votano a destra) e i governi di destra, se possono, liberalizzano a spese delle corporazioni legate alla sinistra. Bisognerebbe invece liberalizzare, senza preoccuparsi di non scontentare i propri elettori (che troppo spesso fanno parte di quelle categorie che non pagano mai!). Sta di fatto però che il Berlusconi presunto liberalizzatore, ben si è guardato dal liberalizzare i settori i cui interessi erano fortemente rappresentati nell'allora maggioranza di destra. I liberalizzatori a parole, a discapito dei fatti. Vale sempre il detto: "è facile fare i finocchi, con il culo degli altri" (con tutto il rispetto per gli omosessuali ovviamente, ho solo citato una frase che credo renda l'idea).
www.lineagoticafight.blogspot.com


# 134    commento di   noxone - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 19:31

Marco, OGGI credo di aver diffuso il link di questo blog a circa 500 contatti e non mi fermerò perché la cosa più importante in questo momento è informare più gente possibile,per aprire gli occhi non è mai troppo tardi specialmente se esiste in questo paese ancora qualcuno onesto come te e pochi altri ancora. RAGAZZI DIFFONDIAMO IL PIU'POSSIBILE QUESTO BLOG, ESISTONO TANTI ALTRI ITALIANI INTELLIGENTI E ONESTI MA NON TUTTI SONO INFORMATI. Marco continua così...non sei solo!!!


Lettera aperta per l'onorevole Dario Franceschini vice segretario del nuovo partito democratico. Caro onorevole Dario Franceschini mi chiamo Gabriele Bianchi sono nato e vivo a Jolanda di Savoia in provincia di Ferrara, la sua stessa provincia onorevole. Giovedì 07-02-08 ò assistito alla trasmissione Anno Zero di Santoro alla quale lei à partecipato. Lei in quella trasmissione dice con rammarico che per strada c’è da vergognarsi a fare politica. Mi consenta una domanda onorevole: la legge sull’indulto, il non rispetto dello stato di diritto il quale (dovrebbe) essere garantito al popolo Italiano dalla costituzione, fare mettere sotto inchiesta due onesti magistrati solo perché mentre stavano facendo indagini contro il malaffare sono emersi i nomi d’alcuni onorevoli suoi colleghi, i vergognosi applausi fatti in parlamento a favore dell’ex ministro della giustizia Mastella mentre questi insultava magistratura e magistrati, l’avere fatto diventare l’Italia lo zimbello e la vergogna del mondo, dove con i rifiuti di Napoli questa nostra Patria è vista all’estero come una fogna a cielo aperto. Queste sono forse cose di qui andare fieri? Da vergognarsi ce ne è avanza onorevole, solo le vostre facce toste da politicanti vi permettono di girare per strada vergognandovi Lei afferma di avere cominciato a fare politica a sedici anni, (io a 13 ò cominciato a lavorare) e di averlo fatto per vent’anni senza prendere una lira, giacché lei nel 1980 viene eletto consigliere comunale a Ferrara e nel 1983 capogruppo consiliare. Alle elezioni amministrative del 1985 del 1990 lei è capolista della DC e primo degli eletti, poi entra negli organismi provinciali e regionali del partito, quindi viene chiamato alla vice-direzione del mensile “il confronto” e ancora alla redazione del settimanale del partito “la discussione”e via via altri incarichi. Che lei abbia fatto tutto questo assolutamente gratis e solo per attivismo politico mi conceda almeno di dubitarne. Lo stipend


Continua lettera aperta a Dario Franceschini Lo stipendio che prende adesso da parlamentare del quale sembra che se ne lamenti perché sostiene essere inferiore a quello di un direttore di banca della sua città non è uno stipendio da fame. Onorevole à mai pensato a chi deve vivere con meno di 550 euro il mese come me e mia moglie, non si è mai trovato lei alla fine del mese senza un euro in tasca con la voglia di andare in pizzeria a mangiarsi una pizza e non poterlo fare? Lo stipendio che adesso lei percepisse è vero come sostiene che non l’à deciso lei ma e altrettanto vero che non l’anno deciso neanche gli Italiani, lo avete deciso tutti voi onorevoli della casta senza bisogno di fare scioperi o consultare i sindacati. Perciò io le dico onorevole VAFANCULO lei e tutti i politici uguali a lei per come state trattando l’Italia e gli Italiani onesti. Un altro VAFANCULO a lei, e quelli prima di lei per come avete in 60 anni governato Ferrara abbandonando a se stessa in una ricca e progredita Emilia Romagna questa provincia, lasciando che un’azienda, la SOLVAY producesse per decenni morti di cancro. Per lo sperpero di denaro pubblico con la costruzione dell’ospedale di Cona, che dopo 15 anni sono quadruplicato i costi ed è ancora al punto di partenza, Il carcere di Codigoro, finito da vent’anni che è tuttora completamente vuoto non a mai ospitato un recluso, e voi avete fatto l’indulto per svuotare le carceri troppo affollate, anche qui miliardi di vecchie lire buttati al vento. Per com’e stata lasciata fallire la Coopcostruttori terza azienda per importanza in Italia nel campo delle costruzioni lasciando sul lastrico migliaia di famiglie, soci sovventori di questa cooperativa. Avete fatto sì che questa provincia rimanesse al livello delle più profonde province del sud, e voi politicanti Ferraresi tutti, non avete mosso un dito per aiutarla questa Ferrara almeno per cercare di farle avere lo stesso spazio delle altre province di questa Emilia Romagna.<


# 137    commento di   fuoriluogo - utente certificato  lasciato il 22/2/2008 alle 20:43

Marco, non si scrive "perchè"... Ma va bene comunque :)


"è mancato all'affetto dei suoi cari il rito delle primarie, di anni 3" Ne danno il triste annuncio: Walter Veltroni, che si è candidato “a guidare questo Paese, non per ricoprire una carica, ma per cambiarlo”. E senza bisogno del voto degli iscritti (ma anche, come direbbe lui, dei simpatizzanti) del Pd. Insomma: senza primarie. Zingaretti Nicola (per gli amici “Montalbano sono”, causa omonimia con il celebre attore Luca) che si è candidato a presidente della Provincia di Roma, spiegando che era giunta l’ora “di scendere in campo”. Tanto per parafrasare Berlusconi. E soprattutto: sempre senza bisogno di primarie. Finocchiaro Anna (detta “sei legislature”, perchè da vent’anni sta in Parlamento) che ha dato la sua “disponibilità” a candidarsi a presidente della Regione Sicilia. Senza che per altro nessuno degli iscritti al suo partito - salvo il segretario “Veltroni” - gliel’avesse chiesta. E quindi, pure lei: senza primarie. E Rutelli Francesco (detto “Cicciobello”) che dopo aver sciolto alcune riserve si è candidato pure lui, per la terza volta in 15 anni, a sindaco di Roma. Certo: non prima di essersi preso la briga di raccogliere - per strada - il parere di alcuni elettori. Ma pur sempre: senza primarie. E infine: attorno al rito defunto si stringono i deputati e i senatori del Pd tutti. Che non verranno scelti da iscritti e simpatizzanti. Perchè, come ha spiegato il vicesegretario del Partito democratico, Dario Franceschini, “è impossibile fare le primarie come volevamo per una questione di tempi, modalità e condizioni”. Amen. I funerali avranno luogo il prossimo 13 aprile. Quando gli elettori torneranno alle urne. Senza aver scelto le candidature. E senza poter scegliere (neppure) per chi votare. Perchè la legge elettorale - merito questa volta del centrodestra - ha cancellato le cosiddette preferenze (cioè la possibilità di votare la persona e non solo la lista). Sandro
http://bamboccioni-alla-riscossa.org



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti