Commenti

commenti su voglioscendere

post: Liberté, illegalité, impunité

L’accordo Pd-Di Pietro non piace al Platinette Barbuto, il che significa che è una cosa ottima . Non piace neppure al Cainano , e anche questo dovrebbe essere un buon segno, oltrechè un fatto naturale: la memoria di Mani Pulite è per lui come l’aglio per i vampiri; il fatto che il 4-5% dei voti di cui è accreditato l’ex pm non vada disperso col giochetto porcellesco dei quorum accorcia il distacco tra il Popolo dei prescritti in libertà e il Pd-Idv; in più il taglio - davvero rivoluzionario -­ dei candidati condannati fin dal primo grado renderà ancor più scandalose le candidature berlusconiane e uddiccine di noti pregiudicati e condannati provvisori; e la presenza dell’ex pm renderà un po’ più difficili gli auspicati (dal Cainano) inciuci sulla giustizia , le tv e le ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 89    commento di   noxone - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 19:24

Marco, OGGI credo di aver diffuso il link di questo blog a circa 500 contatti e non mi fermerò perché la cosa più importante in questo momento è informare più gente possibile,per aprire gli occhi non è mai troppo tardi specialmente se esiste in questo paese ancora qualcuno onesto come te e pochi altri ancora. RAGAZZI DIFFONDIAMO IL PIU'POSSIBILE QUESTO BLOG, ESISTONO TANTI ALTRI ITALIANI INTELLIGENTI E ONESTI MA NON TUTTI SONO INFORMATI. Marco continua così...non sei solo!!!


# 90    commento di   noxone - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 19:24

Marco, OGGI credo di aver diffuso il link di questo blog a circa 500 contatti e non mi fermerò perché la cosa più importante in questo momento è informare più gente possibile,per aprire gli occhi non è mai troppo tardi specialmente se esiste in questo paese ancora qualcuno onesto come te e pochi altri ancora. RAGAZZI DIFFONDIAMO IL PIU'POSSIBILE QUESTO BLOG, ESISTONO TANTI ALTRI ITALIANI INTELLIGENTI E ONESTI MA NON TUTTI SONO INFORMATI. Marco continua così...non sei solo!!!


# 91    commento di   noxone - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 19:24

Marco, OGGI credo di aver diffuso il link di questo blog a circa 500 contatti e non mi fermerò perché la cosa più importante in questo momento è informare più gente possibile,per aprire gli occhi non è mai troppo tardi specialmente se esiste in questo paese ancora qualcuno onesto come te e pochi altri ancora. RAGAZZI DIFFONDIAMO IL PIU'POSSIBILE QUESTO BLOG, ESISTONO TANTI ALTRI ITALIANI INTELLIGENTI E ONESTI MA NON TUTTI SONO INFORMATI. Marco continua così...non sei solo!!!


# 92    commento di   noxone - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 19:25

Marco, OGGI credo di aver diffuso il link di questo blog a circa 500 contatti e non mi fermerò perché la cosa più importante in questo momento è informare più gente possibile,per aprire gli occhi non è mai troppo tardi specialmente se esiste in questo paese ancora qualcuno onesto come te e pochi altri ancora. RAGAZZI DIFFONDIAMO IL PIU'POSSIBILE QUESTO BLOG, ESISTONO TANTI ALTRI ITALIANI INTELLIGENTI E ONESTI MA NON TUTTI SONO INFORMATI. Marco continua così...non sei solo!!!


# 93    commento di   noxone - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 19:25

Marco, OGGI credo di aver diffuso il link di questo blog a circa 500 contatti e non mi fermerò perché la cosa più importante in questo momento è informare più gente possibile,per aprire gli occhi non è mai troppo tardi specialmente se esiste in questo paese ancora qualcuno onesto come te e pochi altri ancora. RAGAZZI DIFFONDIAMO IL PIU'POSSIBILE QUESTO BLOG, ESISTONO TANTI ALTRI ITALIANI INTELLIGENTI E ONESTI MA NON TUTTI SONO INFORMATI. Marco continua così...non sei solo!!!


I politicanti nazionali, regionali, provinciali e comunali di qualunque "PARTITO", di qualsiasi Governo e Opposizione precedenti, hanno sempre saputo benissimo che ridurre i "COSTI" e gli "SPRECHI" della politica, "COMINCIANDO DAI LORO STIPENDI", significherebbe automaticamente far aumentare di parecchio i "SOLDI" disponibili da utilizzare per il "BENE PUBBLICO" e per rendere più "EFFICIENTE" il Paese Italia. Eppure, nonostante "TUTTI" continuino ad accennarne spesso, predicando "IPOCRITAMENTE" a destra e a manca che appena eletti se ne occuperanno e lo faranno, "NESSUNO" l'ha mai posto come punto veramente principale ma, peggio ancora, "NESSUNO" si è mai impegnato ad attuarlo i passato, proprio perché tocca "DIRETTAMENTE" le loro tasche, anzi la maggior parte stranamente se lo dimentica subito dopo le elezioni, mentre invece "NESSUNO" di loro si scorda di chiedere a noi cittadini "NORMALI" di fare "SACRIFICI" per il bene della Patria. Ecco perché oggi andare a votare un qualsiasi "PARTITO", con la speranza di eleggere qualcuno non solo "ONESTO" ma che soprattutto riesca a rimanere "COERENTE" con la propria onestà, che si impegna a darsi da fare sul serio per i "CITTADINI", ormai è diventato più difficile che credere negli asini volanti o all'esistenza degli UFO... www.emergenzademocratica.eu
http://emergenzademocratica.blogspot.com


Forza Marco, sei una delle poche persone di cui mi fido in questo Paesello che è l'Italia. Gli altri di cui mi fido? Sicuramente mi fido di Antonio Di Pietro e voterò per lui il 13-14 aprile.


PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO PIERO RICCA DISPONIBILE A CANDIDARSI COME INDIPENDENTE PER DI PIETRO MANDATE UNA MAIL AD antoniodipietro@antoniodipietro.com


Dai Marco fai girare la notizia!!!!!!!!!!!!!!!!! Dai marco fai girare la notizia!!!!!!!!!!!!!!!! Vedere www.pieroricca.org


# 98    commento di   Guizza - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 20:47

Sono proprio contento che Di Pietro abbia trovato l' accordo con il pd, in questo modo i suoi elettori, compreso il sottoscritto, potranno concorrere nella disperata impresa contro il carrozzone vetero-inquisito-fascista messo in piedi da Berlusconi. Per quanto riguarda Polito e Caldarola, mi chiedo chi sono i signori che li hanno candidati nelle liste di questo partito. Io penso che se ci fosse un qualche tipo di consultazione popolare sulle nomine, gente di questa risma vedrebbe il seggio solo su Tg parlamento. Parlano di dialogo con Berlusconi, e cosa ha fatto il centrosinistra nei suoi anni di governo? Non una legge che andasse contro il ras di Arcore e i suoi interessi, o quanto meno ne correggesse gli e/orrori. E pensare che nel programma queste cose erano scritte e molti di noi si aspettavano che venissero realizzate. Se in tanti nel popolo del centrosinistra sono disillusi dai loro rappresentanti e non andranno neanche a votare è proprio per questo. Polito e compagnia tornino a fare quello che facevano prima, comunque e naturalmente pagati da Berlusconi, e lascino alla gente uomini come Di Pietro. E se Veltroni ascolterà il suo popolo, potrebbe anche darsi che il miracolo riesca...


Sono contento del parapiglia che il PD ha scatenato in tutta la politica italiana. Ma allo stesso tempo inquietato da ciò che potrebbe succedere. Faccio un esempio di risultati elettorali: PDL + LEGA 41%; PD + DI PIETRO 38%; SINISTRA 7%; UDC 6%; DESTRA 2%; RADICALI/SOCIALISTI 2%; ROSA BIANCA 2%; MASTELLA 1%; ALTRI 1%; Cosa succederebbe? Chi governerebbe? Sia PDL che PD avrebbero una somma di opposizioni maggiore alla loro maggioranza (almeno al Senato, se ho ben capito questa legge elettorale). E alla Camera (la cui soglia di sbarramento dovrebbe essere del 4%) quell'8% totale di chi non ha superato la soglia a chi verrebbe assegnato? E' possibile allearsi dopo il voto? Mbah, ci capisco davvero poco


Piuttosto di rado intervengo con commenti sui blogs, ma la paradossale partecipazione di Emma Bonino ad "Otto e mezzo" di questa sera mi ha lasciato davvero interdetto e quasi mi costringe a scrivere. Proprio lei, la radicale che da Santoro aveva bersagliato Marco Travaglio accusandolo di parlare in assenza del condannato Cuffaro, sta avanzando obiezioni all'ingresso di IdV nel Partito Democratico senza la minima presenza di un contraddittorio. L'ennesima dimostrazione di coerenza da parte dell'oligarchia partitica :)




Invece manco io sono d'accordo con questa alleanza. Non però per le opinione sulla giustizia, perchè, dato il valore della parola oggi, io sono un “giustizialista”, dato che i ladri, i truffatori, i corruttori, gli evasori di bilancio, li vorrei in galera. Né tantomeno le opinioni di Polito possono avere un qualche peso. Perfortuna conta quanto il due di briscola e speriamo che presto segua il consiglio di Travaglio.... Ma trovo il comportamento di Di Pietro altrettanto poco lineare. Di Pietro mi dà l'idea di uno che predica benissimo ma razzola malissimo. Partendo dal candidature della, ormai, passata legislatura. Senza tema di smentita, riferendomi alla regione Campania (la mia regione) Di Pietro ha candidato, come si suol dire cani e porci. De Gregorio che tutti sapevano chi fosse, tranne il povero Di Pietro...ma la lista di impresentabili nelle liste di IDV è lunga. Tra l'altro a Torre del Greco aveva un giunta con il centrodestra, guidato da un ex deputato di FI...il cui sindaco si è appena dimesso a causa di un ricorso elettorale per “presunti brogli”!! De Gregorio è stato l'origine dei guai del governo...Di Pietro non ha chiesto manco scusa, ne voleva cacciare De Gregorio...e infatti si sono separati consensualmente!!! Come Mastella, Dini, Turigliatto, Rossi e compagnia Di Pietro ha cominciato con i distinguo dal primo giorno...al governo ed in piazza, sempre contro.. ha difeso il corrotto Speciale sparando su Visco, ha votato con la destra in commissione di vigilanza RAI, l'ha rifatto per la questione di Genova quasi che la voglia di chiarezza non riguardasse un corpo dello stato a cui Di Pietro è appartenuto... E la questione della società dello stretto? Anche li Di Pietro votò con il centrodestra. Ancora un paio di giorni fa, credo a Primo Piano se ricordo bene, perse le distanze da Visco, colpevole di aver voluto fare una lotta serrata all'evasione... Rimango convinto che se Veltroni ce la farà rimpiangerà maledett
http://www.altrestorie.org




@ Enzoeffe.. La storia i Tonino e del PD la racconta male. Torniamo un po' indietro..quando per salvarsi il culo Tonino andò da D'Alema che gli diede il collegio sicuro del Mugello...salvo poi sentire Tonino sparare contro i Komunisti... Ed anche la Candidatura alle primarie...Tonino come i radicali, pretendeva di corre alla leadership senza chiudere l'IDV...allora a questo punto poteva partecipare pure Fini ..o Casini..?? Un minimo di coerenza non guasta..se si crede nel PD si lavora per quello. Se non ci si crede perchè si vuole correre per la leadership...per avere visibilità??? Leggi poi l'altro post mandato, a cui va aggiunto il fatto che l'unico candidato decente dell'IDV, cioè Franca Rame, è uscita da quel partito con una polemica molto dura... Vorrò pure dire qualcosa..o no??
http://www.altrestorie.org






# 107    commento di   SubComandante Laurus - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 21:49

Marco... tagliente e ironico come sempre...


www.beppegrillo.it La musica è finita 27 Gennaio 2008 “Oggi questa banda di deficienti, e non è un insulto, consegna il Paese al baratro berlusconiano. Per noi sarà dura, per loro è finita.” Qui e ora, è questa la madre di tutte le battaglie da combattere; quindi bravo Tonino e… speriamo bene!


@giuseppe Sulla legge elettorale Alla Camera esiste il premio di maggioranza per il partito con la maggioranza relativa. Mi pare una settantina di deputati. Nella sua ipotesi andrebbe alla destra. Al Senato la porcata spalma il premio di maggioranza su base regionale. Data la presenza di regioni controllate dagli uni o dagli altri, i premi di maggioranza si diluiscono finendo per segnare risultai più o meno vicini. La partita si gioca in Sicilia. Chi vince la regione governa il Senato! Perchè dubito che al di fuori dei due grossi partiti e della sinistra-sinistra, qualcun altro superi lo sbarramento al Senato(8%). Quella legge fu voluta apposta cosi, perchè Berlusconi, sapendo di perdere rese il sistema ingovernabile. Missione riuscita. Oggi quella legge gioca a vantaggio di Veltroni che se anche dovesse perdere avrà comunque i numeri per bloccare il governo. Se davvero l'UDC corre da sola, o fanno un polo centrista, si rischia che questo diventi l'ago della bilancia, almeno se supera l'8 % al Senato (cosa possibile se si alleano). A meno che i cittadino non facciano confluire i voti solo sui due partiti maggiori, sarà problematico comunque fare un governo stabile. Infatti pare piuttosto difficile che con questa legge si ottenga una maggioranza certa e larga in un senso o in un altro. Non al Senato comunque. Si corre il rischio che il paese si avviti sull'ingovernabilità. Oppure Berlusconi e Veltroni devono venire a patti. Francamente credo che esista già un patto, più o meno tacito, tra Berluska e Veltroni. Preferiscono rischiare per spazzare via i partitini e accordarsi dopo, a meno che uno non riesca a prevalere nettamente. Se è un bene od un male ognuno decida per se.
http://www.altrestorie.org


# 110    commento di   CARMINE "MARCOFACCISOGNARE" - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 22:12

come andrà a finire?mai tanti dubbi come ora!!!


# 111    commento di   CARMINE "MARCOFACCISOGNARE" - utente certificato  lasciato il 15/2/2008 alle 22:14

caro marco io sono di Marigliano....la nuova discarica della Campania.....perchè non vieni a trovarmi? ti faccio vedere la cisterna colma di rifiuti tossici che è stata trovata sotto terra...a 30 metri di profondità...e poi ci portano altra monnezza...


Eheh gli Uliwood party sono sempre geniali!! Comunque quando sentii Cetto Laqualunque dire "Liberté, illegalité, impunité" avevo immaginato che me lo sarei ritrovato da queste parti...


...diffido notevolmente del PD, e le lamentele dei vari Polito me lo confermano mettere Di Pietro nel PD per raccatare una manciata di voti in più non ha senso, invece mettere alla porta gli altri mi sembra un buon inizio considero Di Pietro un politico mediocre, ma leggermente più pulito della media e sicuramente un simbolo non indifferente, visto che incarna Mani Pulite che si abbatte su Tangentopoli (con risultati troppo miseri, purtroppo, ma conta il pensiero...) non so ancora se sarò capace di votare per Di Pietro, accettando che i miei voti vadano anche al PD forse sì, forse no: dipende dalla campagna politica e da quanto saranno convincenti nel venderci l'idea di voler lasciarsi alle spalle il noto andazzo (e poi appena si va a vedere se qualcosa lo faranno) sicuramente non mi piace il Vetrusconi delle larghe intese, di certo aborro un altro quinquiennio berlusconiano riconosco in ogni caso l'ottima mossa di Di Pietro, questa volta perchè stare fuori dal PD lo avrebbbe tenuto un minimo più pulito forse, ma lo avrebbe politicamente annichilito invece ammiro molto il giochetto di entrare nel PD, ma di sciogliervisici solo DOPO le votazioni questo significa che queste elezioni si è ancora in grado di votare per Di Pietro e non solo per una compagina con tanti lazzaroni e pi anche Di Pietro cioè se Di Pietro ce la fa a prendere una buona massa di voti, significa che i seguenti giochi di potere nel PD andranno a suo favore e che sarà meno probabile che venga messo in minoranza votare Di Pietro sarebbe quindi un po' dire: "non voglio di nuovo Berlusconi e volgio un PD un po' più pulito ed un po' meno Polito" funzionerà? se la partita è questa forse ancora ancora potrei votare, poiché si potrebbe influire non solo sulle elezioni, ma anche sulla trasparenza della struttura del PD


Sto vedendo Berlusconi da Riotta, che ovviamente fa domande di una pericolosià eversiva. Silvio B. è riuscito a dire che 1)non è stato lui ma è Biagi che se ne è voluto andare per prendere la liquidazione; 2)lui non ha mai fatto una legge ad personam. E tante alter palle. Caro Marco, io sono quel ragazzo che una settimana fa alla presentazione di Mani Sporche alla Feltrinelli di Firenze ti ha consegnato quella pagina del satirico "Manuale del garantista" Se l'hai letto e se osservi l'intervista di Silvio da Riotta il comportamento di Berlusconi e Riotta è quello del punto n.2. Comunque ti volevo fare una proposta (a te come a Peter, a Pino e a gente seria come Piero Ricca e Oliviero Beha, visto che è un po' che se ne parla): perché dopo pro-life non rispondete con una lista civica di nome (ad esempio) ABOLIAMO LA BOATO? Spopolerebbe! Pensateci.
http://roccacontrada.blogspot.com


Uno si scoccia di scrivere sempre contro gli stessi personaggi, davvero, sembra che uno abbia il solo obiettivo di andargli contro. Ma come si fa a non reagire a fronte di dichiarazioni simili? Ovvio che sto parlando di Berlusconi, sto parlando di uno che può dirsi il favorito ad essere il (ri)nuovo premier dell'Italia, sto parlando di un uomo potente ed impunito, sfacciato, esagerato. Ma ha dichiarato questo: "Mi sono battuto perchè Enzo Biagi non lasciasse la televisione, ma alla fine prevalse in Biagi il desiderio di poter essere liquidato con un compenso molto elevato" Milioni di italiani lo voteranno lo stesso, molti italiani lo amano perché pensano che sia uno che abbia le palle di dire come stanno davvero le cose senza nascondersi, uno che le cose le fa sul serio, che pensa a se stesso ma anche agli italiani. Ma dico io, ci si rende conto? Bisogna avere il coraggio di interdirlo da ogni possibile azione di interesse pubblico. Bisogna avere la forza etica, morale, sociale, umana e medica di dichiararlo affetto da psicosi ossessivo-maniaca. Dichiararlo incapace di intendere e di volere. Voglio dire, ma se non si chiamasse Berlusconi Silvio e non avesse il potere economico e politico che ha, se si trattasse di una qualsiasi altra persona non ci sarebbero dubbi di nessun tipo: clinica psichiatrica.
http://cartedannate.splinder.com




Travaglio Marco, bravo. Grazie. Non c'è bisogno che tu irrida chi ci rende vittime. Dai loro una parvenza che non meritano.


Bertinotti sarà la rovina della coalizione arcobaleno. Possibile che non se ne siano resi conto?


caro marco,come sempre il tuo articolo m'è piaciuto molto,ma scrivo qui perchè ho appena letto una notizia che mi indigna e mi sconcerta...non ci volevo credere,ormai il cainano non ha un minimo di ritegno,anche se dopo il nuovo probabile inno del pdl (meno male che silvio c'è)che sembra scritto da antonio cornacchione(il comico di :povero siiilvio..) c'era da aspettarsi di tutto..andando al sodo,c'è stato un attacco alla dignità di enzo biagi,un ulteriore attacco ad un uomo che tra le tante ragioni per le quali non andrebbe attaccato, c'è ne è una principale,è morto.e ai morti,è risaputo, viene difficile difendersi.stasera durante tv7 ha affermato che biagi lasciò la rai solo per poter prendere la liquidazione,anzi aggiunge che lui s'è battuto affinchè biagi non lasciasse la rai!!tutta la storia è riportata su "regime",e sappiamo che è ben diversa!!ti prego marco,fai un ultimo regalo a colui che un grande vuoto ha lasciato a tutta la nazione,zittisci quell'arrogante..grazie..
http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/politica/verso-elezioni-2/berlusconi-biagi/berlusconi-biagi


Senza pudore: "Mi sono battuto perché Biagi non lasciasse la televisione, ma alla fine prevalse in Biagi il desiderio di poter essere liquidato con un compenso molto elevato». "Una «ignominia», una «falsità» contraddetta da carte che possono documentare tutto: così Bice e Paola Biagi, le figlie di Enzo, che si dicono «letteralmente indignate», hanno prontamente risposto al leader del Pdl. «La moralità di nostro padre non si può discutere - dicono all’unisono Bice e Paola - è documentata. È stato un partigiano che ha avuto la schiena dritta dal ’45, e non solo con il signor Berlusconi, e per questo ha pagato. Berlusconi deve farla finita, deve stare zitto e non strumentalizzare un morto che non può rispondere per la sua campagna elettorale»' (dall'Unità appena uscita)


Le parole, o meglio le parole "diffamanti" di Berlusconi spese nei confronti di un grande giornalista e uomo come Enzo Biagi mi rattristano molto. Mi rattristano parecchio anche perchè sono una vigliaccata. In riferimento a questo fatto, ad un altra menzogna, ad un altro ribaltamento della realtà riporto le parole di un grande: "POTRETE INGANNARE QUALCUNO PER SEMPRE, POTRETE INGANNARE TUTTI PER QUALCHE TEMPO, MA NON RIUSCIRETE AD INGANNARE TUTTI PER SEMPRE." Ciao Enzo






Leggetevi le dichiarazioni del pirla di Arcore: BERLUSCONI: STUPITO DA SCELTA VELTRONI SU DI PIETRO… (Agi) - "Mi ha stupito molto la scelta di Walter Veltroni" di imbarcare "la cultura giustizialista di Di Pietro", allora questo significa che "la cultura giustizialista di Di Pietro e’ la stessa del Pd?". "Questo - osserva ancora l’ex premier - mi preoccupa molto". ---------------------------------------------------------- Credo che le inchieste sull'Italia dei Valori siano vere, ma per quanto mi riguarda Dipietro rimane il meno peggio, a mio avviso puo' ottenere dei risultati. So che non e' bello turarsi il naso, ma in confronto alla gente che abbiamo in parlamento Dipietro e' un signore. Quindi votiamolo in massa, magari critichiamolo via mail per le scelte indecenti che fa riguardo le candidature, ma votiamolo, meglio che niente. Qualche piccola speranza ce la puo' dare. Non riesco a capire che modo di ragionare e' quello che pensa che si sarebbe dovuto presentare alle elezioni da solo, forse non e' meglio cercare di vincerle le elezioni piuttosto che perderle?? Il fatto di avere cmq il simbolo ci permettera' di distinguerlo dai grandi malfattori del PD. C'e' anche una novita', Piero Ricca e' disposto a candidarsi per l'IDV! Date un po' un'occhiata qui: http://www.pieroricca.org/2008/02/15/votantonio/


Non riesco a capire...DiPietro è una persona onesta, non ha un linguaggio raffinato ma è di sostanza, eppure anche su questo blog ci sono i soliti "intelettuali di sinistra" che per far vedere il loro piccolissimo distinguo rispetto agli altri, devono trovare qualcosa che non và...solita solfa dell'autolesionismo di sinistra, noi qui a parlare e loro lì a governare!! Penso invece che Veltroni abbia fatto benissimo a stringere un accordo con DiPietro e che se questo viene esteso anche alla Bonino con Boselli (ma senza DeMichelis...), estendendo anche a loro l'obbligo di non candidare persone che abbiano subito condanne neppure in primo grado, lo schieramento è valido e secondo me ne vedremo delle belle. E' inutile ritornare sul passato, ma chi ha provocato la fine del governo Prodi, non è stato DiPietro, anzi, le sue voci critiche erano le uniche apprezzabili e condivisibili che venivano dal parlamento, tutto uniformato. Dini, Fisichella, Pallaro, l'inguardabile e vergognoso Mastella, di questa gente ma come di Rizzo,Diliberto, Bertinotti (soprattutto il primo) ne ho veramente le palle piene...FORZA ANTONIO hai il mio voto.




Vorrei sapere da Travaglio, perche non riesco a trovare notizia, se E' VERO CHE LEOLUCA ORLANDO E' CONDANNATO PER DIFFAMAZIONE AGGRAVATA, e in caso affermativo, non sia il caso che Di Pietro specifichi che vi potrà essere qualche eccezione. VAGUS


# 128    commento di   Leslie_ - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 8:54

Credo che la giornata di ieri sia una giornata da ricordare,in negativo ovviamente,visto che un falso truffatore e impunito si permette di dire falsità su una delle personalità piu intelligenti e migliori del giornalismo italiano.Inoltre non è ammissibile che il nano continui a prendere in giro la gente, non con la retorica, non con giochetti, ma con MENZOGNE


grazie a gente come di pietro vedo una lucina in fondo al tunnel. purtroppo devo ringraziare anche casini se decide di non stare con berlusconi così gli leva qualche voto e ho più speranza di non vederlo di nuovo su quella poltrona. non so come riuscirei a sopportare un altro governo berlusconi... speriamo davvero che il popolo italiano riesca a vedere la verità sotto il cerone. ma l'avete visto in tv??sembra un pupazzetto, tipo quelli dei ventriloqui..guardate la differenza di colore tra le mani e la ....faccia?di solito si chiama così...ma quello è il meno, è ciò che dice che fa rabbrividire. grazie anche a lei, marco travaglio, per tirare sempre fuori la polvere da sotto il tappet(t)o e di raccontarci sempre la verità,io spero sempre in un'Italia migliore, ce la faremo? carla


'Registro senza stupore una ulteriore fuga di notizie sull'inchiesta Why Not'. Lo ha detto il governatore della Calabria Agazio Loiero.Il commento si riferisce a quanto scrive Panorama in un servizio sull'indagine della magistratura di Catanzaro. Loiero conferma di avere la coscienza a posto anche per tutto quello che sarebbe emerso dopo le recenti invasive perquisizioni. 'Ribadisco ai calabresi che sono una persona perbene e sono convinto che un giudice terzo lo riconoscera''. .... e si', dopo aver eliminato il giudice primo ed il giudice secondo.... Perche' non parte una nuova campagna per De Magistris, che non aveva sbagliato (anzi...) e non faceva fuggire lui le notizie? Chi risarcira' il giovane PM di tutte le accuse infamanti che gli hanno mosso?


# 131    commento di   SabrinaDiNapoli - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 10:14

Io continuo a pensare che il vero riscatto socialista ci sarebbe stato nell'unione con Di Pietro. Peccato che Stefania Craxi abbia riversato un odio incontenibile verso un solo uomo, rendendo di fatto impossibile questa che era la strada politica giusta. Purtroppo, la responsabilità politica di una devastazione così grande è esistita, eccome. Ma è esistita anche l'intuizione politica vincente. Perchè non darne merito? Allora, il simbolo di mani pulite con la nuova età del socialismo sarebbe stata la strada giusta. L'intuizione politica unita al rinnovamento morale. Forse più di qualcuno che la pensava come me oggi è con Di Pietro. Forse qualcun altro socialista di vecchio stampo, può iniziare a pensarlo e, buttati a mare i simboli, capire cosa incarna il suoi deale nel quadro politico. Parlando di socialismo: potrebbe mai essere Berlusconi con Fini?


# 132    commento di   Peppe S. - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 10:23

Avevo sperato tanto nella candidatura di De Magistris... adesso rimane Di Pietro, ho fiducia in lui e l'accordo col Pd può solo portare del bene al nostro paese, è ovvio che a Ferrara non piaccia, lui ha ben altre idee...
www.rossocolore.blogspot.com


ieri sera sagra della cazzata su rai1,nn ne posso davvero+ d quell' omino picclo d'animo e d testa..Riotta proprio 1gran giornaista eh? mi vergogno x lui..w Enzo!! nn si infanga così la sua memoria!!


Ottimo l'accordo Veltroni - Di Pietro. Ora pero' Di Pietro non deve candidare persone come De Gregorio, ma alla Piero Ricca: www.pieroricca.org Scriviamo tutti a Di Pietro! Caro Di Pietro, le chiedo di candidare Piero Ricca alla Camera come capolista in Lombardia 1. In Parlamento c’è bisogno di una persona come lui: in tanti sosteniamo il suo impegno civile e siamo certi che, in anni che si annunciano difficili, proseguirebbe dentro le Istituzioni con maggiore forza la sua e nostra battaglia in difesa della legalità, della libera informazione e della questione morale. Piero Ricca è l’Anti-De Gregorio: lo candidi in posizione competitiva e lo porti con sè alla Camera dei Deputati!


Articolo perfetto come sempre!!! Hai sentito le idiozie dette ieri sera dal "cavalier bellachioma" intervistato da Riotta? La più grande:Biagi ha lasciato la rai per scelta o meglio per ricevere in cambio un lauto compenso!!!!!! Non si preoccupa nemmeno di rispettare chi non c'è più. Torna presto a Palermo,ti aspettiamo.




# 137    commento di   Leslie_ - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 16:2

Ecco cosa accade quando un Giornalista dice la verità: http://ilcamminodelluomo.blogspot.com/2008/02/la-rai-e-la-censura-legale.html


Sono "GENETICAMENTE" antiberlusconiano, ma negli 11 punti di Di Pietro e nei 12 di Veltroni dov'è il punto per la drastica riduzione degli stipendi dei parlamentari (di cui "TUTTI" parlano, ma che "NESSUNO" ha mai fatto), dei finanziamenti ai partiti, ai consigli regionali, provinciali e comunali, la lotta alle mafie e all'evasione fiscale? Sennò dove li prendono i soldi per alzare gli stipendi dei lavoratori, dei pensionati, per gli aiuti alle famiglie e per tutto il resto? Li chiedono alle amiche banche, agli amici industriali, li tirano fuori direttamente dalle loro tasche oppure come al solito li verranno a chiedere a noi? E a che serve inasprire leggi "EFFICIENTI" già esistenti, che non sono "EFFICACI" perché o non sono applicate o non vengono fatte rispettare, solo per perdere ancora altro tempo? Inoltre parlano di "etica politica" e di quello che faranno Berlusconi e Veltroni, delle liste del PDV (PD+IDV, che come nome mi sembra più appropriato) o di chi verrà candidato nel PDL. Ma chi si è preoccupato in passato e chi si sta preoccupando adesso delle "migrazioni" fra i partiti? Anche se non inquisiti o condannati, non significa affatto che siano tutte persone "degne", anzi la maggior parte erano e sono tutti vecchi "lupi" e "squali" trombati in cerca di sistemazione. E questo significherebbe stare attenti a ripulire "eticamente" i partiti e quindi la politica? Quando tanti politicanti cani e porci (con rispetto per i cani e i porci) saranno entrati e altrettanti cani e porci saranno usciti, cambiando casacca, poi chi li controllerà e chi li caccierà via, la guardia costiera? Oppure se ne occuperanno i vari onorevoli e dirigenti di "PARTITO" dalle loro poltrone da 15.000 euro netti al mese?... Il Principe Viola


Grande Marco, finchè ci saranno giornalisti come te per noi ci sarà una grande speranza. Ed il 13-14 aprile tutti con Veltroni e Di Pietro!!! Togliamoci per sempre la Berluska ed il berlusconismo dai piedi, salviamo il nostro Paese!






# 142    commento di   ambina - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 18:25

non so davvero più cosa sperare. votare Di Pietro non è male come idea, anche se manco lui è candido come una rosellina (sigh, potrebbe almeno scegliersi meglio certi collaboratori -.-'). ma la cosa che davvero mi spaventa, e che nonostante tutto non riesco a bollare come cazzata, è l'ipotesi di una grosse koalitionen con il bellachioma. ecco, questo, per essere onesta, mi terrorizza >_<


Secondo voi perché in Italia, ogni volta che si va alle elezioni o appena c'è una novità, se il vento cambia direzione, se piove o se uno starnuta, qualunque "PARTITO" si deve mettere a rifare il proprio "PROGRAMMA"? Se un "PARTITO" avesse una certa idea di base "COERENTE" su quali sono le "PRIORITA'" per migliorare il Paese (ma a 'sto punto ormai ne dubitiamo seriamente), allora è mai possibile che ogni sei mesi, ogni anno/due al massimo, ci sia bisogno di rivedere sempre 'sti benedetti "PROGRAMMI"? Fra l'altro ci sembra che dopo la moda dei 5 punti con "CONTRATTO" incorporato, dopo quella delle 281 pagine con "RIDUZIONE" a una dozzina di punti, ora vada di moda fare direttamente liste con una decina, undici, al massimo dodici punticini. Ma "MAI" con uno che tocchi gli "STIPENDI" dei parlamentari... ... "OVVIAMENTE MAI"!...
http://emergenzademocratica.blogspot.com


Temo che ci tocchi un'altra dose di vaccino anti-nanetto,la prima non ha funzionato!!!! Anche questa volta non ci resta che votare per "il male minore" e sperare(pacatamente e serenamente..)che ci vengano risparmiati altri cinque anni di follia.






Scusi Dottor Travaglio, ma Padellaro Le ha dato l'aumento?


# 148    commento di   miticoplus - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 20:56

Di Pietro è stao già al governo e non è cambiato nulla, anzi la situazione è peggiorata. Poi si vocifera che abbia rifiutato la candidatura di De Magistris, non mi sembra molto diverso dagli altri... Non mi ha mai convinto quell'uomo, ho sempre pensato che abbia aperto la strada a Berlusconi con l'affare Mani Pulite. Mi sbaglierò, ma ci sta solo prendenso per i fondelli, come tutti gli altri.
www.censuratecitutti.blogspot.com


# 149    commento di   edmondo_dantes - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 20:57

Cosa penso del Pd? http://www.youtube.com/watch?v=ahd6UbWB9ds Dal Dalaidalema a suo figlio polito, passando per la binetti, finendo a rutelli... che porciliaio Penso che Idv se si fosse presentata da sola avrebbe preso anche i voti degli indecisi, sia di Dx che di Sx, ma cosi frena un aprte di loro, e dopo ossignur... con fassino viene dura a votare pure a me :-(


# 150    commento di   edmondo_dantes - utente certificato  lasciato il 16/2/2008 alle 21:6

@miticoplus dice: Poi si vocifera che abbia rifiutato la candidatura di De Magistris quello e' l'esempio palese della disinformazione targata repubblica/corriere, che sono i giornali pro indulto, e vicini alla linea politica del PD.... ecco un pezzo tratto dal sito di Dipietro: "In relazione all'articolo pubblicato sul 'Corriere della Sera' di oggi, che solo adesso ho letto, con riferimento al quale mi rivolgero' all'autorita' giudiziaria, in quanto si utilizza a sproposito il mio nominativo, ribadisco per l'ennesima volta che voglio fare il magistrato e non entrare in politica. Il dott. Di Pietro - afferma - diversi giorni fa mi ha chiesto, con cortesia, se volessi candidarmi in Parlamento con Idv. Con altrettanta cortesia - aggiunge - gli ho risposto di no, dicendogli che intendo continuare a fare il magistrato". http://www.antoniodipietro.com/2008/02/il_giornalismo_spazzatura_1.html#more


Enzo Biagi è stato un GRANDE UOMO capace di PAROLE GIUSTE e di ONESTA' MORALE fuori dal comune, d'altri tempi si direbbe oggi. La sua ONESTA' INTELLETTUALE ed ETICA MORALE e PROFESSIONALE sono OGGI una TESTIMONIANZA per TUTTI e con MAGGIOR FORZA dovremo RESPINGERE e CONTRASTARE le AFFERMAZIONI di coloro che ne INFANGANO la MEMORIA. Biagi è STATO oltre che un grande GIORNALISTA, un PARTIGIANO ANTIFASCISTA e un PADRE FONDATORE della Repubblica, un COMBATTENTE ed un FAUTORE della LIBERTA' di ESPRESSIONE nella STORIA del nostro paese a cavallo tra il secolo scorso e quello odierno. CHIUNQUE pensi o esterni pubblicamente il contrario o soltanto insinui commenti malevoli nei suoi confronti non è altro che un FALSO, un OPPORTUNISTA e un MILLANTATORE e SCIACALLO della MEMORIA di un UOMO che ha saputo essere LIBERO dentro, sopra e sotto la/le DITTATURE di ieri(MILITARI)e di OGGI(MEDIATICHE-MASSONICHEGIUDAICOCLERICALI)!! ONORE e GLORIA a Enzo Biagi, MAESTRO di VIRTU' e CONOSCENZA, PADRE di quella LIBERTA' che MOLTI hanno RICEVUTO in DONO senza CONOSCERNE e PAGARNE il COSTO in prima persona, quegli STESSI che OGGI non sono nemmeno più in GRADO di DIFENDERLA dagli ATTACCHI di TANTI, TROPPI LESTOFANTI&REVISIONISTI!! ONORE e GLORIA al PARTIGIANO Enzo Biagi!! http://www.danielemartinelli.it/index.php/2007/11/09/le-esequie-di-biagi-per-i-comuni-mortali/ PER CHI HA POCA MEMORIA(per CONVENIENZA): http://www.youtube.com/watch?v=Ohy-iglKQhg




Gentile Marco Travaglio, ieri ho divulgato il Suo pezzo pubblicato su MicroMega 1/2008. Vorrei raccontarLe i dettagli, ma privatamente. Potrebbe contattarmi? Grazie. Francesco.


Un articolo pieno di speranza, che intravede all'orizzonte una rivoluzione, molto in linea con quello pubblicato il 4 Gennaio, nel quale si stilava un bilancio agrodolce delle attività del governo Prodi, guardando con disincanto ed onestà, osservando il bicchiere mezzo vuoto ma pensando concretamente al bicchiere mezzo pieno. Tralascio in questo caso di occuparmi di parlare di uno dei peggiori direttori della storia dell'Unità e di uno dei peggiori aspiranti a quella carica - anche se aver sentito stamattina che il Senatore Antonio Palingenesi Polito non intende avanzare la sua candidatura alle imminenti elezioni mi ha veramente scosso - per accentrare la mia attenzione su quanto sta avvenendo nel PD. In tutta franchezza era da una settimana, cioè dal "Discorso per l'Italia" tenuto a Spello, che attendevo Walter Veltroni al varco, per riuscire a capire se quella che mi era sembrata una grossa svista, era dovuta ad una (improbabile) negligenza oppure al solito provincialismo, all'ormai atavica miopia, che caratterizzano la politica italiana. Perchè io, da Walter Veltroni, mi aspettavo altro. L'Americano, lo chiamavano una volta, ed era, indubbiamente, una nota di merito, di cui menar vanto. Senza "vezzi retorici" si può tranquillamente affermare che è stato WV a traghettare la sinistra italiana su una piattaforma nuova, dalla quale finalmente si sono potuti osservare gli USA da una prospettiva diversa, scevra da pregiudizi, che ha portato alla consapevolezza che vi potesse essere una condivisione, anche per la sinistra italiana, di una cultura, di una politica solo apparentemente (o inconsciamente) reputate così lontane da noi. Un'America, dunque che diventava un punto cardinale di riferimento (se non, in qualche caso, addirittura un modello) che doveva servire ad orientare in qualche modo la bussola di uno schieramento che voleva potersi definire "riformatore".


Ho letto i "dodici punti per cambiare l'Italia" elencati da Veltroni : ....e il conflitto di interessi ? ...e la legge elettorale ? Invece ecco un bel SI! ai termovalorizzatori ! Il "meno peggio" è proprio disastroso . Che tristezza! Fabio F.


Ecco, l'America. O meglio, gli Stati Uniti d'America. Quel paese che, nonostante le infinite contraddizioni, le diverse lingue, razze, culture e via dicendo, è, e vuole sentirsi, AMERICA. Un paese dove uno del Wypming ti dirà che è del Wyoming, un paese dove uno si sente californiano o può orgogliosamente proclamarsi texano, ma in cui tutti si senotno americani. Non so su quali aspetti di ciò che è avvenuto oggi all'assemblea costituente del PD si soffermeranno gli autorevolissimi columnist nostrani, cosa avrà colpito il Prof. Galli Della Loggia o il Prof. Sartori, dove andranno a lanciare i loro strali Mario Giordano o Littorio Feltri. Disquisiranno sui 12 punti programmatici, disserteranno delle candidature di Colaninno e Finocchiaro, concorderanno sui termovalorizzatori, sulla TAV e la pedofilia, chi lo sa. Io aspettavo altro. "L'Italia è andata avanti così, così è diventata una grande democrazia, uno dei grandi pilastri della nuova Europa unita, dell'utopia di Altiero Spinelli, una delle tante utopie diventate realtà", aveva detto Veltroni a Spello, con una di quelle citazioni che fanno tanto liberal, dimenticando forse di essere, nel nostro paese, l'erede, se non degli Adenauer e dei De Gaulle, almeno dei De Gasperi e financo dei Berlinguer. E dimenticando soprattutto che questa è più l'Europa degli Adenauer, dei De Gaulle e dei De Gasperi (meno dei Berlinguer) che non l'Europa di Altiero Spinelli; ma non è questo il punto. Mi piacerebbe davvero poter credere a Vincenzo Vita che vede come uno degli obiettivi obbligatori per il PD quello di combattere non solo la politica, ma anche la cultura berlusconiana. Ma a chi parlava Vincenzo Vita? Chi ha visto la platea alla quale si riferiva? Una platea di uomini, donne, giovani-vecchi (per usare una felice definizione di Vauro Senesi) vestiti nei loro doppiopetti (tailleur) grigi come usava fare Berlusconi 15 anni fa: e il fatto grave è che purtroppo questo grigiore cromatico è diventato un grigiore culturale


gran bella cantonata... sto giro (per carità errare è umano) e troppi fans... l'unione dei 2 partiti non ha senso. Senza scendere in particolari, o estrarre gli scheletri dall'armadio... limitatevi a leggere i programmi dell'uno e dell'altro. Altri 5anni di pioggia marrone...


cui il discorso di Walter Veltroni ha dato libero sfogo. Non mi sognavo perciò che WV affrontasse un tema tabù per la sinistra italiana come quello della costituzione di una forza di difesa comune europea, non volevo che mi spiegasse dove voleva andasse a collocarsi a Bruxelles il PD, non pretendevo che mi dicesse perchè, al di là dell'introduzione della moneta unica, un "maschio italiano" - definizione sua - come me non abbia ancora capito cosa sia successo dal Trattato di Maastricht a quello di Lisbona. Non chiedevo tanto. Walter Veltroni non è un aspirante governatore del Wyoming, della California, del Texas. Il contesto è indubbiamente diverso. Ma è qui che mi aspettavo emergesse qualcosa di nuovo, è qui che speravo che WV allargasse il suo orizonte mentale e definisse con un concetto statunitense i principi riguardanti il "nostro comune senso nazionale". Quando invece ha affermato che "il primo pilastro della POLITICA ESTERA è... la partecipazione attiva dell'Italia al processo di integrazione politica dell'Europa" ha commesso un errore non solo sintattico (un aspirante governatore del Texas parlerebbe mai, dei suoi rapporti con il governo federale, di POLITICA ESTERA?) ma soprattutto prospettico che dimostra i limiti del nostro rapporto con il paese che dovremmo essere, perchè l'Europa dei popoli non può essere rappresentata in alcun modo dall'Europa delle nazioni. Il concetto di portare l'Italia in Europa dunque mi va sicuramente bene, si deve però comprendere che quello che ci serve è portare l'Europa in Italia: ed il fatto che il SOSTANTIVO Europa sia stato usato solamente una volta a Spello, e 3 o 4 volte all'assemblea costituente di Roma - e solo nel contesto del discorso riguardante la cosiddetta politica estera) mi fa temere che questo PD che vuole rappresentare il cambiamento non riesca, in realtà, ad andare oltre ai confini ed ai limiti del programma del primo governo Prodi. Sarà un'impressione, spero di sbagliarmi, ma sinceramente il dibattito


che ho seguito oggi mi ha dato l'immagine di un PD che stà all'Europa come una qualsiasi Lega, un qualsiasi Udeur, possono stare all'Italia. "Cercano di darvi una speranza: non c'è. E' finita". (Daniele Luttazzi, Roma, 16 Gennaio 2008)




# 161    commento di   miticoplus - utente certificato  lasciato il 17/2/2008 alle 8:34

@ edmondo_dantes Hai ragione, ho letto l'articolo, è vergognoso come certi giornali tendano a dirottare l'informazione. Sono comunque amareggiato dal fatto che De Magistris abbia rifiutato, lo vedo come un'icona della voglia di legalità a cui anela il cittadino onesto. Spero solo che gli facciano veramente fare il suo mestiere, senza trasferirlo appena tocca i poteri forti.
www.censuratecitutti.blogspot.com


Non so dire se sia davvero una rivoluazione questa alleanza o meno. I presupposti ci sono tutti e perchè non vengano traditi nessun altro partito deve schierarsi col Pd. La novità sarebbe infatti proprio questa, una scelta coerente e condivisa da persone che hanno lo stesso curriculum penale (incensurati e senza procedimenti in corso) e gli stessi obiettivi. A destra si rendono conto della portata innovativa e della sterzata che ha dovuto dare il Pd per potersela quantomeno giocare col Pdl alle prossime elezioni ed è per questo che seminano zizzania con quegli infiltrati di FI nel Pd. Pertanto, io proporrerei a tutti i membri dell'alleanza un voto chiaro e trasparente, davanti a tutti e su tutti i punti concordati da Pd e Idv, che abbiano il coraggio di mettere la faccia e non difare solo demagogia e populismo, che si impegnino davanti agli elettori, che, a quanto sembra, per loro, sono un aspetto secondario. In caso di non voto o voto contrario espulsione dagli stessi partiti dei vari Polito e Caldarola. Che andassero con chi vogliono inciuciarsi e con chi hanno più interessi, e non si dichiaressero di sinistra se sono i fan più accesi delle leggi-vergogna passate e di quelle che certi ambienti vogliono portare avanti.


Una domanda a Travaglio, vorrei tanto sapere se il Suo libro Mani Sporche sia stato già tradotto in Inglese, o Tedescho credo sia molto inportante perche l'Europa deve sapere, molte grazie. Saluti Luigi


Leggendo il tuo articolo sull'alleanza Uolter -Tonino sembrerebbe che Uolter abbia veramente voltato pagina! E' secondo te veramente possibile isolare e lasciare fuori tutti quei bontemponi che si arrovellano per un dialogo con l'opposizione, per le larghe intese, per cancellare dall'agenda politica il conflitto d'interesse, per imbrigliare sempre più la magistratura ecc. Tonino una certa affidabilità di pulizia la trasmette speriamo che questo virus di legalità che si porta dietro contagi tutto il PD. Tu ci credi? Tienici aggiornato sulle candidature. Saluti Andrea


terza segnalazione: il contatore di questo blog e' sempre rotto certo non e' la fine del mondo, ma sarebbe bello sapere quanti siamo, no? qualcuno degli amministratori legge i commenti?


………..CONTINUA……..Sono di destra quella destra che non riconosce gli inciuci, quella destra che risale a Almirante e all’MSI, quella destra della fiamma nel simbolo e della giustizia nel cuore. Sono un uomo che guarda alla destra con attenzione, guardava ad AN con piacere, per essere stato quel partito che aveva raccolto la gloriosa tradizione del movimento sociale italiano, quella destra uscita distrutta dal dopoguerra e dalle leggi infami che hanno contraddistinto il regime fascista. Essere di destra non significa essere estremisti, come estremista non e’ chi si fidava della falce e martello, e solamente riconoscere ideali che forse non fanno più parte della nostra società. Ero di AN prima di fiuggi, lo ero giustificando una collocazione più centrista ancor fino a qualche anno fa, non posso più esserlo quando il futuro di AN e’ nel PPE al pari di ex democristiani e voltagabbana di ogni specie. Per fortuna nel panorama di destra, anche qualcuno dell’ex dirigenza di AN scontava questa delusione, il movimento creato da Storace ha catalizzato me………CONTINUA……. http://spadafora-live.blogspot.com/
http://spadafora-live.blogspot.com/


# 167    commento di   brunac - utente certificato  lasciato il 17/2/2008 alle 12:0

Il centrosx (PD compreso) ha votato alla Camera, compatto, il ddl Mastella-Amato-Padoa Schioppa sulle intercettazioni che poi si è fermato nella II commistione giustizia al Senato: ddl 1512. Perchè si dovrebbe credere a topogigio, allora? E poi, cosa significa che non condanneranno i condannati...e i prescritti, i patteggiatori, gli assolti perchè il fatto non è più reato e i pluriinquisiti per reati gravi contro la p.a. o per reati di mafia...quelli li candidano? E quelli che c'hanno la tesserina in tasca (non di partito ma di loggia? Di Pietro ne sa qualcosa...) gli danno un posticino nei vari enti e para-v-enti o elle municipalizzate? Il PD deve rompere il silenzio su Bassolino e Loiero. Di Pietro pure...altrimenti non c'è storia, per loro. I voti mafiosi puzzano di morte, sia in Sicilia che in altre regioni. IL PD è imputato di "colpevole silenzio". E che dire della candidatura della Finocchiaro contro la Borsellino in Sicilia, invece di appoggiarla...poveri Siciliani, che rischiano di ritrovarsi Miccichè presidente! Noi calabresi aspettiamo di ritrovarci Loiero o qualche suo amico ( qualcuno è già pronto!) nelle liste bloccate decise dai partiti. Mi rifiuto di soccombere ancora alla perversa logica del meno peggio... Perchè per me del Sud, il meno peggio non esiste, c'è solo il peggio trasversale. E Tonino candida il Misiti. Come dice Grillo: RESET!


ma peter gomez?


CONTRO IL SIGNORAGGIO PER LA RESTITUZIONE DELLA SOVRANITA’ MONETARIA Leggete attentamente perchè di questo argomento non sentirete mai parlare in tv o leggere sui giornali, si tratta di un tabù di un segreto che coinvolge le piu’ alte cariche dello stato italiano e anche europee. Oggi che siamo nell’area euro per poterlo utilizzare siamo costretti ad acquistarlo e pagarlo più di quello che è il suo valore nominale, ad es. una banconota da 100 euro a noi costa la bellezza di 102,50 centesimi e il prezzo varia da stato a stato in funzione del debito supplico. Il prezzo e’ fissato unilateralmente dalla banca centrale europea ,che di fatto e’ proprietaria delle banconote che noi tutti oggi utilizziamo e grazie a questo sistema controlla l’economia di tutta l’Europa. Grazie al potere di batter moneta e’ in grado di controllare i nostri governi sottomettere interi parlamenti e controllare l’informazione!! Questo e’ il sistema monetario in cui oltre 350 milioni di cittadini in tutta Europa sono entrati,un sistema basato sull’usura e l’appropriazione indebita. Il denaro rappresenta la ricchezza del nostro paese quantifica il nostro pil, il denaro e’ uno strumento di creatività per lo stato, agevola i nostri scambi permette investimenti allo scopo dì produrre ricchezza il denaro in se appartiene ai cittadini e non ai singoli privato. Ma come funziona il sistema? La banca centrale europea (PRIVATA) stampa tante banconote quanto e’ il fabbisogno della comunità che deve utilizzarlo e la PRESTA PER L’IMPORTO PARI AL VALORE NOMINALE IMPRESSO SULLE BANCONOTE, in cambio la bce riceve titoli di stato con scadenza annuale con l’interesse deciso in modo autonomo dalla stessa banca, dunque una singola banconota alla bce viene a costare 0,003 centesimi di euro mentre al nostro stato 100 piu’ l’interesse dei titoli di stato da pagare a fine anno, l’interesse e’ del 2,5% ovvero 102,50 euro-cent. Con questo tasso che sembrerebbe irrisorio il debito r


Veda Dottor Travaglio io la seguivo perche' mi sembrava un giornalista libero e serio che non la mandava a dire a nessuno. Il fatto di essere in campagna elettorale l'ha obbligata a schierarsi per un gruppo che fino a ieri Lei ha criticato nei suoi massimi dirigenti nell'affre Unipol. Il portale per cui scrive e' lo stesso che gestisce il portale del PD e i vari BLOG dei PiDellini. Inoltre Lei scrive sul giornale di riferimento degli ex DS. So che a Lei non interessera' la mia opinione, ma quando parlera' di CONFLITTO DI INTERESSI non risolto ( il vero e unico problema dell'Italia, tanto che nei vari punti del programa PD+IDV e' sparito) non sara' piu' credibile ai miei occhi. Spero di essermi sbagliato nel formarmi questa opinione. Le auguro un grosso successo coi suoi "nuovi" compagni di viaggio. O di merende? Distinti Saluti


Dal blog di Daniele Martinelli: http://it.youtube.com/watch?v=-j-ChQPVwBg




Si va bene, ma perchè offendere Platinette o i nani? mi sembra una caduta di stile, offese da bambini all'oratorio. ma nel merito.. l'alleanza PD Di Pietro non è perfetta? ma per governare bisogna trovare dei compromessi. Se cerchiamo la perfezione in un partito, la perfetta corrispondenza con il nostro essere siamo condannati a posizioni imbelli e minoritarie tipiche dell'estremismo di sinistra. Si certo non si può nemmeno imbarcare tutti per vincere le elezioni e poi trovarsi in continui litigi e ricatti: insomma ci vuole il giusto mix e la giusta via di mezzo. Ma poi il governo è caduto solo per i litigi? si anche, ma soprattutto perchè disponeva di una maggioranza irrisoria esposta ai pericoli del singolo parlamentare e perchè in Italia è difficile cambiare: ogni categoria è disposta a tutto: all'illegalità per difendere i propri privilegi. Accontentiamoci: Veltroni, la gente che un tempo aveva ideali di comunismo poi rivelatisi errati ma che oggi ospita Travaglio sull'Unità, i cattolici della Margherita, l'onestà di Di Pietro: accontentiamoci o preferiamo Berlusconi e Calderoli?


Il gioco di prestigio continua, durente l'ultimo monologo di uolter l'ameregano, sarebbero bastate un tris di domandine per vedere quella facciacia tingersi d'un bel rosso paonazzo, premettendo che nella situazione in cui ci troviamo il pd è sicuramente meglio del pdl, realizzare che siamo sempre e comunque vittime dei giochi di palazzo è scontato, mentre dava fiato alla bocca mi sarabbe piaciuto che si fosse dimostrato diverso dal piduistachiedendo egli stesso l'intervento della gente, dei girnalisti, avrei voluto(sogno!) che avesse detto "avete domande da fare?" E allora, si il conflitto d'interessi, l'antitrust, le tasse che opprimono i lavoratori, l'evasione fiscale selvaggia, fremo così, così e così, invece niente, parole, parole, parole, parole soltanto parole parole..........


In italia purtroppo vivono troppi estremisti del pensiero. Se Dipietro non vi piace per tutta una serie di motivi, e' legittimo pensare di non votarlo. Credere invece che per il fatto che si allei col PD significa corrompersi moralmente e' assurdo. Che legami ci sono?? Una persona che vuole vincere deve allearsi per forza, nella brutta e nella cattiva sorte, sopratutto se ha una percentuale di voti bassa come Dipietro. Fino ad adesso e' stato alleato con Prodi, non doveva farlo??!! Poi sta spuntando gente nel blog che scrive che Travaglio si sarebbe schierato con il PD. Ora perche' Marco decide di esprimere un parere positivo su Dipietro lo farebbe con un interesse personale o perche' si e' "schierato" con il PD. Marco non e' schierato con nessuno, semplicemente ha espresso un opinione favorevole nei confronti di Antonino, dire che addirittura sarebbe diventato compagno di merende del PD e' ridicolo, smettetela di fare i complottisti!


# 176    commento di   marco_travaglio - utente certificato  lasciato il 18/2/2008 alle 10:34

Gentile signor Agent Provocateur, che il portale su cui compare il nostro blog sia lo stesso che ospita anche quello del pd lo apprendo in questo momento da lei, anche perchè non ho mai letto il blog del pd e non me ne importa nulla. Sostenere che sarei addirittura in conflitto d'interessi per questo è come sostenere che, visto che l'altra settimana ho viaggiato sullo stesso aereo per Catania su cui volava anche l'avvocato Trantino, già difensore di Dell'Utri e presidente della Commissione Telekom Serbia, sarei complice di Dell'Utri e di Igor Marini. Non so dove abbia letto che mi sono schierato per un gruppo che fino a ieri avevo criticato nei suoi massimi dirigenti nell'affare Unipol. Le preciso che mi sono limitato a pubblicare un post in cui sostenevo che la mancata sparizione di Di Pietro e del suo partito, grazie all'accordo col pd, ha fatto molto arrabbiare Berlusconi e Ferrara, dal che deduco che è una buona notizia. Perchè le rare cose che riescono ancora a far arrabbiare Berlusconi e Ferrara sono per me motivi di grande sollievo. Sull'Unità scrivo dal 2002, pressochè ogni giorno, pressochè sempre sul conflitto d'interessi di Berlusconi e contro tutti gli inciuci con Berlusconi. E ogni volta che ho parlato del caso Unipol l'ho fatto per denunciare le complicità di alcuni leader (per fortuna ex) dei Ds (per fortuna ex) con la scalata illegale di Consorte & C alla Bnl. Affare a cui ho appena dedicato ampie parti di un libro, "Mani sporche", scritto insieme ai colleghi Barbacetto e Gomez. La informo altresì che quelli che lei definisce i miei "nuovi compagni di merende" mi hanno più volte querelato e citato per danni, ovviamente perdendo processi e cause. Le garantisco che, per quanto scombicchierate, le sue opinioni mi interessano molto. Al punto che sarei proprio curioso di conoscere il nome del suo pusher. Distinti Saluti


Credo che a questo punto, una buona dose di realismo politico sia indispensabile a ciascuno di noi. Può piacere o non piacere, ma qual'è la reale alternativa che abbiamo di fronte? O un governo di destra, populista e sovversivo, o un governo più moderato, politicamente oscillante tra il centro e la sinistra, tra in nuovo che arranca ed il vecchio che resiste, ma con qualche aspirazione al cambiamento. Non so quale capacità di manovra abbia Veltroni, certo l'apparato ha un suo enorme peso, ma l'accordo con Di Pietro pare dimostrare una sua temporanea autonomia. Nessuno di quanti seguono Travaglio o beppe Grillo deve rinuciare alla propria capacità critica ed alle proprie convinzioni, nessuno di quanti detestano la casta può pensare qualcosa di entusiasmante guardando al PD di Polito o Bassolino. Una coalizione con un IDV forte di un grande consenso, può però spostare l'asse politico e culturale di tutta la coalizione che, con l'inattesa uscita di Casini dalla destra potrebbe anche vincere. Pensate seriamente a sospendere per un attimo il vostro giudizio e vi prego di usare la ragione. Rimanendo a casa si avrà la sicura certezza di consegnare il paese in mano al Caimano ed al suo Partito unico. Se penso a Fini, Bossi, Calderoli, la Russa, Castelli che governano il paese mi si accapona la pelle. Non votare sortirebbe lo stesso risultato che otterrebbe quel marito che pur di punire la moglie uccidesse il proprio figlio. Ripensare all'intenzione di astenersi si deve.


# 178    commento di   Francesco (Napoli) - utente certificato  lasciato il 20/2/2008 alle 19:52

Sono un elettore di rifondazione ma voterei Di Pietro Se renderebbe possibile in Italia: A) la Procura Europea con pieno potere territoriale d'ufficio B) il mandato di cattura europeo con custodia cautelare che faccia decadere d'ufficio l'immunità (senza la discrezionalità) C) la sottovisione di documenti finanziari coperti da anonimato in riciclaggio e "varie" IN CASO DI PIENA ASSOCIAZIONE MAFIOSA in "Cosa Nostra" e traffico di stupefacenti!!! C'è ancora qualche criminale a giro!!! La verità deve venire fuori ,anche per la nuova generazione e internet non deve essere "imbavagliato" perchè da qui sopra SAPPIAMO...vedete su youtube "ultima intervista a Borsellino" !!! Classe1976...LA GENTE DEVE SAPERE...


# 179    commento di   Francesco (Napoli) - utente certificato  lasciato il 20/2/2008 alle 19:56

...da un comune disoccupato...!!!


!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!MARCOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!con mio grande stupore, ho visto che rispondi ai nostri post, anche se solo a quelli super clamorosi e a quelli redatti da persone che fanno ricorso a pusher...sono contenta perchè comunque vuol dire che leggi questi spazi. e soprattutto mi chiedo come fai a dedicarci del tempo, le tue giornate durano più delle nostre????ma come fai????sei bravissimo!!!!!mercoledì 27 ci vediamo a bologna, forse è la volta buona che riesco a impezzarti, sei un genio!


effettivamente, Agent Provocateur, sostenere che Marco, da sempre neutrale, sostenga ora il Pd a spada tratta sulla scia della campagna elettorale e che i suoi compagni di merende siano gli stessi su cui lui riversa abitualmente fiumi di inchiostro (per poi ottenere simpatiche querele) mi sembra un pò azzardato...effettivamente, Marco, certi post hanno bisogno di rettifiche!!!




ciao marco, ti riporto un post che ho trovato sul blog di di pietro sull questione della televisione. di pietro ha riportato esattamente un tuo articolo, che parla della contesa rete4\europa7. il post in questione è rivolto a te in persona, per cui mi sono presa la briga di riportartelo affinchè possa controbattere, ciao genio!!! "Egregio signor Travaglio, io la reputo una persona intelligente, ma mi sfugge il senso della sua presa di posizione.. da che mondo e mondo lo stato dovrebbe difendere il patrimonio nazionale e, che ci piaccia o no, mediaset fa parte del patrimonio imprenditoriale italiano. Sono decenni che si buttano via miliardi di euro per difendere l'occupazione di realtà come Alitalia, e ora si propone di mettere sulla strada della gente.. o forse il problema è che Mediaset è di Berlusconi (esecrabile quanto vogliamo ma non per questo discriminabile da questo punto di vista)? Perché Di Pietro ha partecipato a governi che hanno buttato via miliardi per difendere l'indifendibile e ora fa il cavaliere senza macchia? Io noto spesso che c'è si una violazione della normativa europea, ma anche tanti pesi e misure diverse.. e sul conflitto d'interessi, che tanti hanno a cuore, ricorderei che diversi anni fa avevamo ministro Susanna Agnelli, che da ministro ha inaugurato una fabbrica FIAT in Argentina.. non mi risulta che gli allora parlamentari (che sono gli stessi di adesso per altro) si siano minimamente posti il problema.. A me di Berlusconi non me ne frega niente, ma certamente è intollerabile la mistificazione con cui vengono trattati certi temi, per puri scopi propagandistici. Di Pietro non mi pare poi tanto diverso da quelli che metteva in galera (sperando che questa opinione non violi il punto 7 delle regole), soldi o potere la differenza è davvero minima" Postato da: stefano pozzo | 21.02.08 12:32




caro marco, ho visto un bizzarro video su youtube che ti riguarda. c'è un tipo che ti tampella facendoti domande su domande sul signoraggio. dopo 5 minuti di adesso basta per favore gli hai detto di non rompere i coglioni. devo dire che oltre ad essere bravissimo, super-preciso, super-competente ecc ecc ti sei rivelato molto gentile e molto paziente, veramente bravissimo!!!io dopo 1 minuto gli avrei tirato il tuo libro in testa. è grosso, si sarebbe sentito.. veramente complimenti perchè hai dimostrato di essere una persona veramente educata e carina!!!posso ora dire che non hai un difetto...


mi sembra di capire, dal mio piccolo punto di vista, che questi personaggi che svolazzano da uno schieramento all'altro con tanta disinvoltura, ci sono sempre stati, vedi mastella, cambiano nome al partito, cordata,compagni.. pardon, furbetti.... basta! sono sempre gli stessi... si chiamano INFILTRATI e servono proprio allo scopo di far cadere il governo quando la guerra entra nel vivo.... cari walter-antonio, non rovinate il vostro nuovo poutpurri con delle mele marce....


La questione delle liste si è fatta molto seria in una provincia di centrosinistra come Mantova. Una provincia in cui il coordinatore del Partito Democratico Marco Carra, che negli ultimi anni ha perso 17 comuni di forte radicamento di centrosinistra su 55, sembra essersi distinto per aver di fatto spaccato il partito. lo ha spaccato per un unico obiettivo; arrivare in Parlamento! Infatti Carra è stato candidato a scapito del Deputato uscente Gianfranco Burchiellaro, un politico capace dell’Area “A Sinistra” del PD che in 9 anni come sindaco di Mantova ha rilanciato il sistema economico-culturale-sociale della città e che da Deputato si è distinto, fra le altre cose, per aver contribuito in prima persona a cacciare Previti dal Parlamento. ma sono le modalità, con cui Carra è riuscito nei suoi intenti che hanno dell’incredibile in un Partito che si definisce veramente nuovo e moderno; la sua azione si è articolata in un preciso e mirato volume di fuoco giornaliero portato dal quotidiano locale di Mantova con un’azione tesa a screditare l’area di riferimento del deputato uscente Burchiellaro. In secondo luogo ha intessuto una fitta trama sostenendo l’attuale sindaco di Mantova e facendosi sostenere a sua volta dal presidente della provincia, una trama che è variata dalla semplice desistenza a collaborare con le altre anime del Partito a una vera e propria opposizione. Come ultimo atto ha scavalcato nelle decisioni ciò che i circoli provinciali avevano deciso riguardo alle candidature. Ma il culmine è stato farsi preparare una lettera dal sindaco di Mantova Fiorenza Brioni, lettera nella quale il sindaco e compagna di partito screditava completamente Burchiellaro! questa lettera è stata poi portata al segretario regionale della Lombardia che l’ha portata all’attenzione della commissione per le liste a Roma. I fatti poi si sono svolti confusamente la votazione si è poi risolta, unica fra le altre liste, con l’approvazione a maggioranza per la candidatura di Mar


Giancarlo Cimoli Roma, 6 mag. - (Adnkronos) - Sara' Giancarlo Cimoli il nuovo Presidente e Amministratore delega di Alitalia. E' stato il vicepremier Gianfranco Fini a confermare nel corso della conferenza stampa a palazzo Chigi le notizie sull'arrivo del numero uno delle Fs ai vertici della Compagnia. ''Sull'ipotesi che Cimoli possa essere nominato presidente e amministratore delegato confermo che questo e' l'orientamento del governo ed e' una decisione da prendere nelle prossime ore''. Alitalia Per il risanamento della compagnia aerea, Cimoli realizza il "Piano industriale 2005-2008", che avrebbe avuto l'obiettivo di riportare in attivo i conti a partire dal bilancio 2006. Pressato dalla Consob che chiede una gestione trasparente durante l'iter della privatizzazione della compagnia, Cimoli all'inizio 2007 stima in circa 380 milioni di euro il rosso per l'esercizio dell'anno precedente. La gestione Cimoli non piace ai sindacati che hanno chiesto ripetutamente al governo il suo avvicendamento. Nel settembre 2006 il Governo Prodi constata la crisi della compagnia aerea prossima al fallimento a cui l'ha condotta Cimoli; decaduto il consiglio di amministrazione, il Ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa non gli rinnova la fiducia, indicando come nuovo presidente della compagnia Berardino Libonati. La sua gestione non ha raggiunto nessuno degli obiettivi prefissati. Emolumenti In una compagnia in profondo rosso come Alitalia, particolare scalpore ha destato la seconda buonuscita che Cimoli si è autoattribuito, di quasi 3 milioni di euro: uno stipendio considerevolmente più alto di quello dei capiazienda delle altre compagnie europee in utile, 6 volte quello di Air France e il triplo di British Airways, aziende decisamente più importanti di Alitalia.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti