Commenti

commenti su voglioscendere

post: Condannato per mancanza di prove

Ora che sono state depositate le motivazioni, si può finalmente esaminare la sentenza della sezione disciplinare del Csm che ha punito il pm di Catanzaro Luigi De Magistris con la “censura” e con il “trasferimento ad altra sede e ad altre funzioni” diverse da quelle di pm. Censura per la “grave e inescusabile violazione di norme e disposizioni”. Incompatibilità ambientale per aver denunciato “magistrati in servizio a Catanzaro in uffici diversi”. Incompatibilità funzionale per il mancato “rispetto di regole di particolare rilievo” nonché per “insufficienti diligenza, correttezza e rispetto della dignità delle persone”. Chiunque voglia leggersi la sentenza (non ancora definitiva, ora è sub judice della Cassazione), la trova in fondo al post. E’ impossibile sostenerlo con ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


cacchio... il CONIGLIO superiore.


La mafia ha appigli ovunque! Per questo è così difficile da battere!


# 3    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 25/2/2008 alle 23:26

Ma si sa ormai la giustizia si modella a piacimento di chi a soldi e potere, si possono cambiare le leggi, si posso inventare prove o al contrario cancellarne..le tre famose istituzioni si sono frullate in un unico mix di mafia corruzione, collusione, malaffare.....e le sappiamo tutti queste cose.. accusiamo ancora De Magistris e la Forleo..Ma quand'è che puntiamo lo sguardo su i veri indagati????
www.VivaTravaglio.ilcannocchiale.it




I pozzi sono avvelenati e l'acqua marcia per infiltrazione e trasudazione intride ormai gran parte delle mura e dei pilastri importanti della casa comune, una casa che ogni giorno in più è ammorbata dai miasmi dell'illegalismo di massa di queste classi dirigenti.




Si dice sempre che l'Italia gira al contrario rispetto alla logica comune che ci si aspetterebbe nei paesi civili e nell'ambito della legalità. Purtroppo la vicenda di De Magistris ne è un chiaro esempio. Anche le più alte cariche del CSM sono evidentemente di parte e ricattabili, per cui l'unica soluzione è sbattere fuori i partiti dagli istituti che dovrebbero essere indipendenti come il CSM. La lottizzazione è la lunga mano della politica: dobbiamo trovare il modo di tagliarla di netto, tranciarla! Max


# 8    commento di   Watty - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 0:41

Lo so che sono ripetitiva ma... CHE SCHIFOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!
www.lostudiodiwatty.ilcannocchiale.it


# 9    commento di   Watty - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 0:46

SEMPRE E COMUNQUE PER UNA MAGISTRATURA LIBERA E INDIPENDENTE! PIU' RISPETTO PER L' ARTICOLO 104 : "La magistratura costituisce un ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere"
www.lostudiodiwatty.ilcannocchiale.it


Solidarietà a De Magistris...




Bell'articolo che(come al solito) mi ha messo la depressione. Uno non sa più a che santo votarsi... Se non c'è più un partito da votare o un "potere" in cui confidare cosa si fa? Si applica il diritto di resistenza? Uno cerca anche di far qualcosa ma gli effetti non si vedono... Tra l'altro l'articolo di travaglio per chi volesse qualcosa di più tecnico è (apparentemente) molto ripreso da qui: http://toghe.blogspot.com/2008/02/considerazioni-tecniche-e-non-solo.html Non so perchè non ha messo un link. Mi sembra ci siano anche gli stessi esempi, è solo più lungo e molto più tecnico. Beh, bisogna dire che si concentra su un solo punto, mancano l'1 e 2 dell'articolo di travaglio.


Mafia, politica, massoneria. Soprattutto soldi, e tanti, quelli dell'Unione Europea. De Magistris può mettersi il cuore in pace.


# 14    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 8:47

Queste sono le cose veramente preoccupanti: che anche la giustizia potesse essere stata intaccata dai poteri cosiddetti forti si sospettava, ma che fosse stata omologata in modo da potersi togliere dai piedi un giudice fastidioso con un solo schioccar di dita non credevo fosse possibile. Travaglio ricorderà sicuramente la lettera che gli fu spedita da Licio Gelli, e che lesse in diretta TV. Io l'ho trovata molto inquietante, se non altro perché comunque contenente parole e discorsi espressi da una persona che certe cose le sa. OVVIAMENTE le sa. E quando l'ho sentita leggere, non ho potuto fare a meno di ripensare ai primi anni novanta. Allora i giudici li dovevano far saltare con il tritolo per le strade. La mia domanda è: QUANTO il potere ha affondato i propri tentacoli all'interno di questo sistema per potersi permettere di togliersi dai piedi i magistrati senza toglierli fisicamente di mezzo? Questo ovviamente senza voler dire che voglio che saltino in aria, per amor del cielo. Ma mi pare abbastanza significativo che non si debba più nemmeno tentare di corrompere (o quasi), basta trasferirli, emarginarli e farli passare per pazzi o incompetenti e il gioco è fatto. Quale gioco di potere fa si che questo non scateni alcuna reazione forte da parte della magistratura, quella buona? Perché di magistratura cattiva DEVE essercene. Altrimenti il nanetto sarebbe in galera, e a me risulta ancora a piede libero e libero di delinquere. Peccato abbia deciso di farlo proprio sulla pelle degli italiani.
http://loudersixpounder.blogspot.com/


# 15    commento di   Nathan 2000 - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 8:54

Ma De Magistris indagava non solo su politici in maniera bipartizan.... c'era altro! Perché nessuno lo dice?
http://nathan2000.ilcannocchiale.it


OK, siamo tutti indignati su questo non ci piove, ma come possiamo reagire a queste e altre ingiustizie? C'è' qualche cosa che possiamo fare? Mi pare che siamo alla frutta cosi' non si può' continuare. Cosa possiamo fare concretamente?


Chissà cosa penserebbero Falcone, Borsellino, Livatino, Chinnici di tutto questo...una volta la mafia usava il piombo ed il tritolo, adesso la carta bollata per eliminare i giudici che fanno il loro lavoro e non sono asserviti a questo o quel potere. Chissà che non rimpiangano questa morte della Giustizia piuttosto che quella che hanno subito loro...se non altro avrebbero visto crescere i loro figli, avrebbero continuato a stare accanto alle loro mogli, avrebbero parlato e lavorato e continuato a combattere... Ma il fatto che De Magistris non sia esploso sull'autostrada Palermo Capaci o in Via D'Amelio non significa che non si debba celebrare un funerale della giustizia. E la differenza tra allora ed oggi è che in quegli anni si sapeva contro chi lottare e si aveva ancora il coraggio, la forza e l'indignazione per farlo. Adesso il potere usa armi sottili per sopravvivere a se stesso, armi che il più delle persone ignorano, e molte fingono di non vedere. E fa male, a me, al nostro Paese, a chi come De Magistris viene "ucciso" ogni giorno da persone che non hanno il più grande coraggio, quello della verità...e tremo nel pensare che sono persone così che armano la mano di chi alla Giustizia sta sparando al cuore.


# 18    commento di   besugo - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 9:53

Allora, preso dalla disperazione, tornò di corsa in città e andò difilato in tribunale, per denunziare al giudice i due malandrini, che lo avevano derubato. Il giudice era uno scimmione della razza dei Gorilla: un vecchio scimmione rispettabile per la sua grave età, per la sua barba bianca e specialmente per i suoi occhiali d'oro, senza vetri, che era costretto a portare continuamente, a motivo di una flussione d'occhi, che lo tormentava da parecchi anni. Pinocchio, alla presenza del giudice, raccontò per filo e per segno l'iniqua frode, di cui era stato vittima; dette il nome, il cognome e i connotati dei malandrini, e finì col chiedere giustizia. Il giudice lo ascoltò con molta benignità: prese vivissima arte al racconto: s'intenerì, si commosse: e quando il burattino non ebbe più nulla da dire, allungò la mano e suonò il campanello. A quella scampanellata comparvero subito due can mastini vestiti da giandarmi. Allora il giudice, accennando Pinocchio ai giandarmi, disse loro: - Quel povero diavolo è stato derubato di quattro monete d'oro: pigliatelo dunque e mettetelo subito in prigione. Il burattino, sentendosi dare questa sentenza fra capo e collo, rimase di princisbecco e voleva protestare: ma i giandarmi, a scanso di perditempi inutili, gli tapparono la bocca e lo condussero in gattabuia. E lì v'ebbe a rimanere quattro mesi: quattro lunghissimi mesi: e vi sarebbe rimasto anche di più, se non si fosse dato un caso fortunatissimo. Perché bisogna sapere che il giovane Imperatore che regnava nella città di Acchiappa-citrulli, avendo riportato una gran vittoria contro i suoi nemici, ordinò grandi feste pubbliche, luminarie, fuochi artificiali, corse di barberi e velocipedi, e in segno di maggiore esultanza, volle che fossero aperte le carceri e mandati fuori tutti i malandrini. - Se escono di prigione gli altri, voglio uscire anch'io, - disse Pinocchio al carceriere. - Voi no, - rispose il carceriere, - perché voi non siete del bel num


n questi giorni di fine febbraio l'inquinamento a Bergamo è a livello spaventoso (v. anche link dell'ARPA in questo blog). Le PM10 sono arrivate sabato anche a sfiorare i 220 microgrammi per metro cubo di aria e la soglia d'allarme è a 50 (quattro volte meno!). "Non ci si può far niente..." dicono i più, perchè la pianura padana, anche per la sua morfologia, è una delle zone più inquinate del mondo. Vero in parte, perchè l'inquinante si diffonde non omogeneamente ed alcune emissioni collaborano a concentrarne il livello in particolari zone, che invece andrebbero preservate. Basti pensare che a Bergamo abbiamo un aeroporto a 2,5 km dal centro e che per traffico di voli è al quarto posto in Italia. Poi nell'immediata periferia sorgono due inceneritori: uno pubblico e uno privato che bruciano pure i rifiuti delle provincie vicine. Il tutto condito con molte fabbriche, anche chimiche, sparse sul territorio senza una logica progettuale comune. Infine abbiamo una traffico incredibile, che al momento nessuno osa regolamentare con dei sonori divieti. Ieri, subito dopo la fine del breve blocco in città alta, le strade del centro sono state invase da code chilometriche di macchine. Ma dove cavolo andassero, nessuno lo sa. Una voglia domenicale di mobilità pazzesca che ha provocato l'ennesimo sgasamento nel cuore della nostra Bergamo, accompagnato da un senso civico uguale a zero. Far cambiare la testa degli italiani è impossibile, ma provare a regolarla no. La Moratti a Milano ci sta tentando con l'ecopass. Vedere lo spettacolo di ieri fa rimpiangere i blocchi delle auto londinesi imposti dal sindaco Ken il Rosso. Assistere all'immobilismo di questa amministrazione in proposito è ancora più deprimente. Non ci resta che sperare nel vento.
www.fuochidipaglia.it


# 20    commento di   besugo - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 9:57

Se escono di prigione gli altri, voglio uscire anch'io, - disse Pinocchio al carceriere. - Voi no, - rispose il carceriere, - perché voi non siete del bel numero... - Domando scusa, - replicò Pinocchio, - sono un malandrino anch'io. - In questo caso avete mille ragioni, - disse il carceriere; e levandosi il berretto rispettosamente e salutandolo, gli aprì le porte della prigione e lo lasciò scappare.


# 21    commento di   Shia - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 9:58

nn ho parole! Questa è la cronaca di una condanna annunciata e le motivazioni, queste motivazioni, tentano solo di giustificare un abuso palese, ma si capisce lontano kilomteri che si tratta di foglie di fico e per di più anche posticce! Una volta la magistratura era un potere autonomo ed i giudice scomodi li dovevano far saltare in aria per eliminarli. Oggi che anche questa istituzione (in cui ancora oggi molti cittadini me compreso credono) o cmq buona parte di essa pare essere stata risucchiata in questo blob istituzionale-affaristico che è il sistema, le epurazioni si fanno in modo leggero, pulito, indolore come acqua che scivola sul vetro.


Gentile Marco, a leggere la sentenza del CSM, si capisce cosa sia veramente un "processo politico", ma come tu sai, questa defnizione viene utilizzata solo per quei processi che vedono imputati i politici ed i loro amici potenti. Ieri anche Panebianco pintificava dalle pagine del Corriere sul pericolo che un'alleanza tra PD e IDV possa portare ad una deriva giustizialista, una parola ridondante e abusata, una subdola falsità data in pasto alla plebe per assolvere tutti quei politici che delinquono e che giustamente vengono inquisiti. Ormai sei l'unico che cerca di ristabilire una certa verità (se così si può dire), mentre il giornalismo di mestiere ha ormai messo la mordacchia e difende ciecamente il sistema. La Forleo e de Magistris si sono rivelati corpi estranei e il sitema ovviamente si è messo in moto per espellerli. Verranno colpiti per educare tutti gli altri, un avviso a tutti i naviganti con strane idee sulla legalità. Quando vuole il sistema sa essere compatto ed efficiente.


Speriamo che, a tutti i responsabili dei vari "problemi" di De Magistris, un giorno che sono alla loro scrivania o in giro per tribunali cada la statua della Giustizia addosso o abbiano una visione di quante persone stanno soffrendo o soffriranno a causa di queste decisioni. Non c'è altro che da sperare nella fantascienza ormai.


Sono stata alla presentazione di "Mani sporche" a Giulianova venerdì 22, ero rapita dagli argomenti e dal modo coinvolgente con cui Travaglio riesce sempre a presentarli. Alla fine (purtroppo) della serata ha preso la parola De Magistris, quanta consapevolezza, umanità, umiltà ma anche orgoglio e sete che la verità venga a galla nelle sue parole. Mai più di allora mi sono sentita orgogliosa di essere italiana, orgogliosa di essere concittadina di De Magistris, Travaglio, Forleo, B.Grillo... Sono perseguitati, screditati, emarginati ma noi cittadini liberi che guardiamo oltre quello che i media ci vogliono far credere riusciamo a capire la differenza tra giusto e sbagliato e vedrete che pian piano qualcosa cambierà, qualcosa sta già cambiando.


# 25    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 11:2

L'unica cosa che è LEGGERMENTE cambiata è un minimo di consapevolezza in più. Ma da qui all'agire c'è di mezzo l'intera "cultura" dell'Italiano medio. E per sradicare quella ci vorrà molto molto tempo, fino ad allora il paese rimarrà con la mentalità del frega frega.
http://loudersixpounder.blogspot.com/


Sono OT, ma lo devo scrivere. Ecco cosa Paolo Guzzanti dal suo "blog" scrive di Marco Travaglio a proposito di un confronto sulla commissione Mitrokhin. "RICORDATE: TRAVAGLIO E’ UN VIGLIACCO, DITELO E SCRIVETELO. SOLTANTO I VIGLIACCHI SCAPPANO, PERCHE’ SANNO DI ESSERE PERDENTI DURANTE UN CONFRONTO DIRETTO E TRAVAGLIO E’ L’ANIMA PERDENTE E CODARDA DELLA SINISTRA DIPIETRISTA CHE VELTRONI HA VOLUTO CON SE’."


... non riesco a trovare il link della sentenza, qualcuno me lo può indicare ?? Grazie Frengo




Questa non è una sentenza, E' UN INCUBO.


Mancano appena 46 giorni alle elezioni e, a parte i soliti strepitosi proclami propagandistici preelettorali con generiche promesse da marinaio, quest'anno edulcorate perfino dalla preghiera urbi et orbi ad usare toni "PACATI" (ma l'evidente "ODIO" profondo esistente fra le parti che si contendono il "POTERE", sprizza da ogni poro dei contendenti), tutti i "PARTITI" non fanno altro che parlare di fantomatici "PROGRAMMI", eventuali "FUSIONI", necessari "ACCORDI", amichevoli "ALLEANZE", strette o larghe "INTESE", possibili "STRATEGIE COMUNI", con il dichiarato intento di aiutare "TUTTI", volte ad alzare i redditi a "TUTTI": fasce basse-medie-alte, famiglie, papà, mamme, neonati, giovani, single, vecchi, operai, dipendenti, massaie, piccoli-medi-grossi imprenditori, industrialini e industrialoni, pensionati, sani, malati e moribondi. Insomma, come al "SOLITO", tutte le "SOLITE" vecchie tiritere dette, ridette, stradette, ripetute e ribadite un milione di volte, ma mai "NESSUNO" che dica una benedetta volta "COME" attuarle, "QUANTO" serva, "DOVE" reperire i "SOLDI" e infatti, ma tu guarda un po', da che mondo è mondo, non sono "MAI" state attuate. Lo ripetiamo per l'ennesima volta: se non si ha prima il "CORAGGIO" di dire che il tempo delle vacche grasse è finito ormai da un pezzo e che la coperta è sempre più corta, che se non si prevede (e "PROVVEDE") a togliere dove c'è "TROPPO" e di "PIU'" per ridistribuire dove c'è "POCO" o "NIENTE", qualunque "PROGRAMMA" risulterà "FALSO" e soprattutto sempre e soltanto assolutamente "INATTUABILE". Infatti a noi risulta che "NESSUN" leader, viceleader, portavoce, viceportavoce, consigliere, segretario, vicesegretario, portaborse, portacarte, portafogli, leccapiedi o leccaquellochevoletevoi, né dei vecchi né dei nuovi "PARTITI", abbia fatto il benché minimo cenno in uno dei dieci, undici, dodici o dodicimila punti, ad una riduzione del "PROPRIO" stipendio, della "PROPRIA" indennità, della "PROPRIA" pensione, dei "PROPRI" p
http://emergenzademocratica.blogspot.com




# 32    commento di   besugo - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 13:7

Dopo aver precipitato negli Inferi i fratelli Ciclopi ed Ecatonchiri, ed essersi congiunto con la sorella Rea, Crono ottenne il pieno potere; siamo nel pieno della seconda generazione di Giganti. Ben presto, però, Crono cadde nella cattiva usanza di divorare i propri figli, indotto a ciò dalla predizione dei genitori - depositari di saggezza e conoscenza - secondo cui egli era destinato a venire a sua volta deposto da un figlio: "...aveva saputo dalla Terra, da Uràno fulgente di stelle, che era per lui destino soccombere al proprio figliuolo." In tal modo, a mano a mano che Rea generava i figli, Crono"...l'inghiottiva, come ciascuno dall'utero sacro su le ginocchia della sua madre cadesse...", e questa fine fecero Estia, Demetra, Era e Ade. In una società patriarcale, quale doveva essere quella greca dell'epoca, il timore di venire spodestati dai propri figli doveva essere molto sentito, tanto da aver prodotto una mitologia incentrata proprio su tale "pratica". In tempi più recenti il tema è stato efficacemente trattato da Goya attraverso un affresco eseguito nella fase terminale della sua carriera, nella "Quinta del Sordo": mi riferisco a "Saturno che divora uno dei suoi figli"(1821 - 1823), esposto ora al museo del Prado, a Madrid. Tale affresco è stato riconosciuto dai critici quale emblema della disperazione e della più cupa bestialità del potere che non esita a compiere l'atto più vile per un genitore pur di mantenere il predominio


# 33    commento di   laTiziana - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 13:44

@ G1ML1: anche se il tuo intervento è del tutto OT ti rispondo linkandoti la risposta di Piero Ricca: http://www.pieroricca.org/2008/02/25/il-dibattito-si/ Dove tra l'altro c'è scritto: "Ebbene, ho appena parlato con Sandro Orlando. Mi ha dato la sua disponibilità a un confronto pubblico con Paolo Guzzanti. E se necessario pure con Sabina. Proverò a chiedere la medesima disponibilità a Marco Travaglio. Non ho il numero di Paolo Guzzanti e sul blog della rivoluzione tricolore non ho trovato il suo indirizzo mail. Se qualcuno ha modo di parlargli, gli dica che lo stiamo aspettando." Per quanto riguarda l'articolo di marco su De Magistris siamo alle solite, ma possibile che tutto quello che facciamo, appelli firmati, manifestazioni, v-day, ecc, non serve proprio a niente? Un po' di sconforto....
http://www.pieroricca.org/2008/02/25/il-dibattito-si/


# 34    commento di   Peppe S. - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 13:53

Mancino non mi sembra estraneo a tutto questo. Un politico-mafioso che giudica un magistrato. Nessuno parla di Mancino. Cosa dobbiamo cambiare se è la stessa mafia che condanna i giudici? Non ci convince più la retorica dei controllori e dei controllati, perchè il discorso non regge più, la mafia ormai è in tutti i meandri del sistema, lo stato gli ha dato carta bianca da parecchio tempo.
www.censuratecitutti.blogspot.com


# 35    commento di   StefanoC - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 14:0

Please Please Please.... Posso sopportare qualsiasi OT, purche' non si riparta con la Mitrokhin, Scaramella e compagnia cantante.. Fatevi un blog apposito oppure telefonatevi... Credo di intepretare il sentimento di molti...


Ho avuto, tempo fa, uno scambio epistolare con il Guzzanti. Gli chiesi delle bufale che metteva in giro attraverso i suoi scaramella e del fatto che i suoi figli si vergognassero di lui (non so se è vero, ma gliel'ho chiesto). Mi ha risposto con degli insulti, al che io gli ho scritto che la mia schiena è sempre dritta e sulla mia lingua non c'è la merda dei culi che lecca (vabbè, non sono andato troppo per il sottile...). A questo punto lui mi ha fatto scrivere da un suo tirapiedi dicendomi di non scrivere più. Quello è un miserabile. Propongo una classifica (aggiornabile) sulle persone più spregevoli d'Italia: 1. Iannuzzi 2. Guzzanti 3. Ferrara ...


Caro Charly, sottoscrivo in pieno però io la classifica la farei cosi : 1. Guzzanti 2. Ferrara 3. Rossella 4. Iannuzzi....ecc...ecc.. Che ne dici?? Yanez


Anzi...scusa...nuovo aggiornamento...dimanticavo il Capo Bastone : 1.Berlusconi 2.Guzzanti 3.Ferrara 4.Iannuzzi Yanez


# 39    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 15:4

Spero che questi magistrati si sveglino un po' invece di continuare a fare le marionette del potere..Solidarietà con De Magistris!! Sono daccordo con StefanoC.. Infatti nel mio blog si sta tenendo da ieri sera un accesissima discussione su Mitrokhin e Guzzanti.. siete tutti invitati, basta che non spariate cazzate!! il 25 x il v-day grillo e travaglio dove sono?????
www.VivaTravaglio.ilcannocchiale.it


Surreale. Ma il resto della magistratura accetta passivamento questi sconci? Non si rende conto che la sua credibilità sta precipitando?


Marco, che fai, copi gli articoli del giudice Felice Lima? :) Beh, nel caso fai bene visto che è un ottimo articolo, forse solo un po' complicato da seguire per un non addetto ai lavori. Per chi volesse leggere l'articolo a cui si è ispirato Travaglio può andare qui: Considerazioni tecniche (e non solo) sulla sentenza del C.S.M. su Luigi De Magistris p.s. Jacopo, sono contenta di non essere stata l'unica ad accorgermene ;)


Uhm non si può usare html... Il link a cui mi riferivo è questo http://toghe.blogspot.com/2008/02/considerazioni-tecniche-e-non-solo.html


# 43    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 15:38

mi piace il modo di fare di questi enrix e asdrubalino che parlano di Travaglio e lo accusano di essere un contafrottole, uno che dice BUGIE..Forse non ricordano o non vogliono ricordare però che Travaglio ha vinto più e più volte in tribunale, di fronte a Previti e compagnia bella quando lo denunciavano per diffamazione o quando lo accusavano di raccontare balle(e succede tutt'ora)..e lui i magistrati non poteva ne pagarli ne ricattarli per qualcosa..
www.VivaTravaglio.ilcannocchiale.it






# 46    commento di   stefaniav - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 17:22

De Magistris , uno dei magistrati piu' coraggiosi d'italia. Travaglio , uno dei giornalisti piu' liberi d'italia.


alex Sme-Ariosto (falso in bilancio) In seguito all’entrata in vigore delle nuove norme sul diritto societario, questo capo d’imputazione contestato a Berlusconi per il denaro versato - secondo l’accusa- ad alcuni giudici, è stato stralciato. Il processo è fermo in attesa che l’Alta Corte di giustizia europea si pronunci sulla conformità tra le nuove regole e le normative comunitarie. Ma, anche in caso di risposta positiva per i giudici, resterà bloccato per il Lodo Maccanico. Come tutti gli altri procedimenti ancora in corso a carico di Silvio Berlusconi. a cosa ti riferisci alex? a quale tranche del processo sme? assolto perchè il fatto non sussite più reato è assoluzione nel merito? (non c'è ironia, giuro, voglio capire). vabbè, poco importa in effetti alex, che travaglio sia ridicolo o meno, tanto noi sinistri ce la prendiamo in quel posto alle elezioni, non vedo l'ora di essere governato da voi non sinistri.




Sinceramente non mi va di seguire e sviscerare nei minimi particolari le motivazioni con cui si vuole condannare e allontanare De Magistris. Non mi va perchè io sono tra quelli che credono nell'esistenza della casta dei politici e sono tra quelli che non hanno bisogno di essere convinti per capire che la casta quando viene toccata, manovra nel torbido. A me basta sapere che si vuol condannare e mandare via un magistrato che sta svolgendo il suo delicatissimo lavoro, per capire da che parte sta la verità. Se poi quel magistrato sta svolgendo un lavoro di indagine che vede coinvolti personaggi del calibro di Mastella, Prodi, Fassino o quant'altri, allora è ancora più chiaro il perchè lo vogliono fermare estromettendogli le indagini. Mi dispiace per chi non lo capisce e chi per noncuranza rimane nell'ignoranza.... (che fa pure rima).
http://worldtv.com/fatti_non_parole/




# 51    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 26/2/2008 alle 19:10

si può sapere perchè sn già due giorni che sull'unità non c'è uliwood party???
www.VivaTravaglio.ilcannocchiale.it


http://www.ammazzatecitutti.org/ultime/ndrangheta-cisterna-dna-federalismo-avvicina-le-cosche-alla-politica.php Parla Cisterna della DNA : ma non e' quello citato nella sentenza De Magistris? Per piacere, lasciamoli a casa......




PER ONORARE LE LORO PAROLE ECCOLI LI DI NUOVO! Berlusconi-Bondi-Fini-Bossi QUANDO dicono: Non candideremo nelle nostre liste condannati ecc... ECCO cosa hanno escogitato i 4 Genii..... Per togliere ogni DUBBIO, Hanno candidato alla presidenza della sicilia, una persona dalla fedina penale ILLIBATA, che con la mafia Bianca non ha niente ma proprio niente a che fare. Questo candidato è Raffaele Lombardo, detto 'RAFFA' Raffaellino, cresce negli anni settanta nella gioventù DC catanese e con la Dc farà carriera all'ombra di Calogero Mannino. Si svezza presto quando ebbe delle vicissitudini durante Tangentopoli, nel 1992 con un arresto per abuso d'ufficio, e dopo essere stato condannato in primo grado, assolto in appello dallo scandalo giudiziario. Nel 1994 fu coinvolto, e ancora arrestato per corruzione, per lo scandalo dell'appalto dei pasti all'ospedale di Catania, dell'azienda dell'ex presidente dell'Inter Ernesto Pellegrini. Sospeso dalla carica di deputato ai sensi della legge 55/1990 e successive modifiche, dal 22 luglio al 29 settembre 1994. Devo dire che fare il medico al giovane RAFFA gli piace da morire. Nel dicembre 1994 Pellegrini patteggia ammettendo di avere versato 5 miliardi ad alcuni politici, tra cui Lombardo, ma per i giudici alla fine furono solo un regalo, e il reato derubricato a finanziamento illecito ai partiti, e quindi prescritto. In seguito alle accuse di gestione antidemocratica del partito rivoltegli dagli esponenti quarantenni dell'UDC siciliana,(Capirai! pure quelli dell'UDC avevano capito con chi avevano a che fare), alle richieste di commissariamento degli stessi, Lombardo esce definitivamente dall'UDC e lancia il suo Movimento per l'Autonomia. Lombardo, è uno che non vuole essere rotto le uova nel paniere. Alle elezioni politiche del 2006 si allea con la Lega Nord di Umberto Bossi. Sancendo il Patto per le Autonomie che si schiera con la Cdl e Berlusconi, che nel progra


Altro che processo politico contro De Magistris! Il CSM è stato capace di compiere un'ingiustizia palese agli occhi di tutti! Condanando De Magistris e giustificandosi con argomenti che travalicano la logica umana, il CSM, non solo, ha punito ingiustamente un magistrato, ma ha mancato di rispetto anche alla mia persona. Non sono mica cretina, il CSM è diventato un organo politico e come tale si comporta. Poi se si punisce De Magistris, che stava compiendo solo il suo dovere e lo stava facendo bene, io mi sento offesa e mortificata, come quando la mafia fece saltare in aria Borsellino e Falcone, mi sono sentita offesa e mortificata. Oggi la differenza sta nel fatto, che coloro che fermarono Falcone e Borsellino erano mafiosi, chi ha fermato De Magistris fa parte del baraccone politico di questo paese. Una sola consolazione: ringraziando il cielo De Magistris, non è stato ucciso, ma comunque è stato lasciato solo. Maria Francesca


Ciao Marco, grazie ancora per quello che fai giorno dopo giorno informando le persone su quello che succede nel nostro paese. Vorrei che tornassi a parlare di come si sono svolte le ultime elezioni qui in Italia...del silenzio con cui anche la sinistra ha messo a tacere le ipotesi di brogli organizzati nella raccolta dei dati telematici dalle prefetture al ministero dell'interno.Ormai non ne parla più nessuno.Non ho più visto in giro Enrico Deaglio e e Beppe Cremagnani che imbastirono l'inchiesta giornalistica "Uccidete la democrazia"...mi ricordo solo che venirono denunciati....così come sono stati messi sotto processo la Forleo e De Magistris per avere fatto il loro dovere con coraggio. Vorrei...che tu che sei un modello per noi ragazzi di onestà e rigore intellettuale...ci dicessi...cosa fare per combattere tutta questa corruzione e ingiustizia nella politica in Italia...e che ci confermassi...se ha veramente senso oggi...votare alle elezioni in Italia...se tanto anche il risultato non è lo specchio delle scelte di un popolo. Per saperne di più sulle elezioni politiche del 2006 e sull'inchiesta di Deaglio: http://www.youtube.com/watch?v=6VRUupie5NA&NR=1 http://www.youtube.com/watch?v=6lxoYloUsO4


Sono sconcertato...


Con questi elementi, potremmo gia' tentare di costruire la motivazione della sentenza Forleo ( anche li', tutto preannunciato, e stasera il buon D'Alema ci insegna politica a Ballaro'....). Che ne dite, proviamo ad indovinare? O la scriviamo in busta chiusa e poi l'apriamo dopo il deposito del CSM? Tanto ormai abbiamo capito come si fa a "costruire" un cattivo magistrato!


Caro G1ML1, lascia perdere Guzzanti e le sue farneticazioni. Lascia perdere quel miserabile e spregievole servo, quel cane da riporto berlusconiano. Quello ha l'ossessione di Travaglio e continua a dire di averlo sfidato a duello sulla faccenda Mithrokin. La realtà è che Guzzanti si è inventato 'sta cazzata del duello con Travaglio sapendo benissimo che è una cosa irrealizzabile. Se Guzzanti volesse davvero incontrare Travaglio andrebbe ad incontrarlo in uno degli innumerevoli luoghi dove Marco incontra la gente per presentare i suoi libri e discutere dei mali di questo Paese. Lascialo perdere G1ML1.....lascialo perdere.... Yanez


A proposito del Guzzanti senior, che pensate che farà Marco?


Per dirla con garbo... speriamo che gli sviti la testa e gli caghi in gola.


Forleo indagava i capitani coraggiosi. Solo per non dimenticare: Gnutti e Colannino scalano Olivetti–Telecom (1999) intascano il contante sui conti personali all’estero (6 miliardi di euro per la Bell di Gnutti) e ovviamente evadono il fisco. Il falso in bilancio di Fiorani nella scalata alla banca di Crema va in prescrizione nel 2003 e tra il 2002 e il 2003 falliscono anche Cirio e Parmalat tra ruberie personali e falsi finanziari di vario tipo. Ma i capitani coraggiosi di D’Alema sono anche amici di merende di Tremonti. Il suo Scudo Fiscale, che permette il rientro di fondi illeciti, è usato sia dalle coop rosse (Consorte-Unipol) sia da banchieri vicini al centro destra (Fiorani), sia da manager equidistanti (Gnutti): un saccheggio cavalleresco. Quando la procura di Milano(2005)chiede approfondimenti all’Agenzia delle Entrate con l’ipotesi di “evasione fiscale totale” i funzionari dell’allora ministro Tremonti rimandano indietro le carte: tutto in regola. Nelle scalate bancarie (2005) sia da destra che da sinistra (Fiorani su Antonveneta, Consorte su BNL) i bilanci truccati e gonfi di bediti non sono un problema per Bankitalia (Fazio) e neanche la Consob si accorge di niente. I coraggiosi poi inciampano nell’ennesima legge di Tremonti che stabilisce esenti da imposte le rendite derivate dalla vendita di partecipazioni in società di capitali. Il governo, per dare un segnale, Legifera: la riforma Pecorella depenalizza il falso in bilancio e accorcia i termini di prescrizione(2001), la ex-Cirielli accorcia i termini di prescrizione per tutti i reati economici, compresa la bancarotta fraudolenta. L’indulto abbuona 3 anni a tutti e il rito abbreviato garantisce un altro sconto automatico di un terzo della pena. Nel 2007 la Forleo recupera dai capitani quasi 2 miliardi di euro per frodi fiscali e ora come sappiamo è un po’ nei guai. I dettagli in “capitalismo di rapina” di Biondani, Gerevini, Malagutti.


# 63    commento di   brunac - utente certificato  lasciato il 27/2/2008 alle 8:48

GEN.MO DOTT. TRAVAGLIO,QUALCUNO FACCIA QUALCOSA!!!OGGI IL SENATO VOTA L'ART. 16 BIS(TRUFFA AI DANNI DEI CITTADINI ONESTI E A TUTELA DEGLI AMMINISTRATORI LADRI DI SOCIETA' MISTE -CAPITALE PUBBLICO/PRIVATO)INSERITO NEL DECRETO MILLEPROROGHE. L'ARTICOLO E' STATO INSERITO E APPROVATO NOTTETEMPO DAL COMITATO DEI NOVE E COMMISSIONI RIUNITE I E V. -------------------------- LA CORTE DEI CONTI E LE SOCIETA' CONTROLLATE di G. P. D. Vorrei segnalare una notiza apparsa il 19 u.s. su reuters.com all'indirizzo http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITL1988317920080219 ROMA (Reuters) - Tra gli emendamenti al decreto Milleproroghe ammessi dal Comitato dei nove per l'esame alla Camera c'è quello che esclude la Corte dei Conti dal controllo sulle responsabilità degli amministratori di società quotate partecipate dal Tesoro. L'articolo 16 bis è tra quelli emendati e ammessi e prevede infatti che "per le società quotate in mercati regolamentati, partecipate dallo Stato o da altre amministrazioni pubbliche, la responsabilità degli amministratori e dei dipendenti è regolata dalle norme del codice civile e le relative controversie sono devolute esclusivamente alla giurisdizione del giudice ordinario". "Le disposizioni di cui al precedente periodo non si applicano ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto".Le conseguenze dell'approvazione di un tale emendamento non mi sono del tutto chiare tuttavia ho l'impressione che sia un ennesimo tentivo subdolo e furbesco di sfuggire al controllo delle proprie azioni anche, anzi sopratutto, quando queste hanno conseguenze sulla gestione dei denari pubblici. http://www.beppegrillo.it/laretedelgrillo/2008/02/22/index.html


OREFICE (se rammento bene si chiamava Vittorio) era un giornalista di qualche anno fa e lavorava per la Rai. Espressione della destra cattolica amava fare il suo mestiere sfoggiando coloratissimi e variosissimi papillone. Una volta, intervistando l'allora presidente del consiglio sig. on. eccell. illustr. ecc. ecc. Giulio Andreotti gli rivolse una domanda illuminata. Gli chiese:"Signor Presidente ci potrebbe dare una spiegazione del termine legge. Che cos'è una legge?" L'illuminato (in tutti i sensi) statista con aria sardonica e furbettina rispose sorridendo:"eh eh eh!! Caro amico, la legge è quella cosa che per gli amici si interpreta mentre per gli altri si applica!" L'affermato giornalista non è che fu preso da un moto di schifo o da un conato di vomito o da un delirio di consapevolezza e sputò in faccia al suo interlocutore. Solamente sorrise ed aggiunse anch'egli con uno sguardo di topo ammaestrato:"Sempre gustosamente e argutamente spiritoso è il nostro presidente". Questa è l'idea del giornalista medio formattato che la classe politica di questo paese esalta con premi e stipendi faraonici. E questa è la classe politica composta dalle stesse e medesime persone che da oltre 50 o 60 anni cambiando simboli e posizioni di assetto pretende di essere la guida di questa nazione. La magistratura in una sua buona parte ha voluto sedersi al tavolo del banchetto e partecipare al pasto. De MAGISTRIS ed anche la FORLEO hanno rifiutato ed allora per loro la legge si interpreta e si applica sì ma secondo interesse e comodo del sistema. Siamo alla frutta ormai!!!




Cronaca di una CONDANNA ANNUNCIATA...il problema è non avere la possibilità di cambiare i FATTI.




# 68    commento di   Shia - utente certificato  lasciato il 27/2/2008 alle 12:29

sulla questione Guzzanti: il bello è che tendenzialmente la ggente (il popolo bue) tende a concentrarsi sullo specifico ma perde di vista il quadro generale. Pensateci un attimo, c'è in effetti da ridere (per nn piangere): - Ferrara era un agente della CIA - Prodi e Pecoraro Scanio sarebbero stati agenti del KGB (complimenti per l'accoppiata comq) - Renato Farina era agente del Sismi - Telecom Italia aveva un settore occulto (più o meno) che spiava mezza Italia e così via poi uno si stupisce se le cose vanno a scatafascio!! PER FORZA! Sono tutti troppo impegnati a spiarsi a vicenda!!!!




BELUSCONI "Di Pietro mi fa orrore" QUESTA FRASE PER ME E' MOLTO RASSICURANTE. VUOL DIRE CHE HO SCELTO IL CANDIDATO GIUTO! DI PIETRO! ADESSO HO ANCHE IL BOLLINO DI GARANZIA!


A proposito di processi, volevo segnalarvi una cosa riguardo al processo di Erba. Come tutti gli italiani sono costantemente bombardata da gossip su gossip riguardo a questa vicenda, così sto cercato di evitare di sentirne parlare, con risultati pressoché nulli, purtroppo, dato che se non ne parlano i telegiornali ne parla la radio oppure i "giornali". Ma non è questo il problema, la segnalazione che io voglio farvi è questa: Giordano(pseudo-giornalista, ex direttore di Studio Aperto pseudo-tg di Italia uno, e ora direttore dello pseudo-quotidiano "Il giornale") sta montando una campagna assurda in favore della difesa, sostenendo"che i veri assassini sono due persone di etnia araba che volevano colpire Azouz". Ora so benissimo che vi occupate di cose serie e non di scemenze, tuttavia vi chiedo, se, è possibile, di dire qualcosa su tale vicenda, dato che, senza voler condannare qualcuno a priori, è evidente che il comportamento di Giordano è razzismo bello e buono, oltre che totale mancanza di deontologia professionale. Grazie dell'ascolto.
http://silvi76.giovani.it/




# 73    commento di   Aurora86 - utente certificato  lasciato il 27/2/2008 alle 14:55

DE MAGISTRIS IN SARDEGNA E con lui anche la Forleo. Questo succede quando taluni magistrati si "autoeleggono" rappresentanti della società civile e sono in "crisi di autostima" perchè non compaiono sulle prime pagine dei media, o "vogliono cambiare la società da dentro le istituzioni"(Sic). Adesso che hanno ottenuto lo spazio adeguato sui media, speriamo che siano trasferiti in qualche sperduta procura della sardegna,così potranno occuparsi dei furti di pecore a danno degli onesti allevatori. Bisogna ristabilire il "PRIMATO DELLA POLITICA" , non so perchè ma ho l'impressione che a breve per deteminati pezzi di magistratura e schegge impazzite della stessa suonerà tutt'altra musica.
http://Aurora86.ilcannocchiale.it/


la sai lunga aurora 86. dai dicci qualche altro segreto, oltre alla musica che suonerà per la magistratura e al numero di pecore rapite in sardegna.non è che sono rinchiuse a villa certosa?


..... e una valanga di risate seppellì aurora 86


Scusate se vado off topic ma volevo segnalarvi questo interessante lapsus del berlusca, che pare abbia dichiarato: "Il programma del PD non solo è copiato dal nostro, ma è anche impossibile da realizzare"...


Grandissima Aurora86, una bella lezione di fascismo in questa tua invettiva contro la magistratura. Sei proprio degna del tuo Capo Bastone Berlusca e di tutta la sua gang di servi sciocchi (e anche un pò pirla). Vai a buttarti in un cassonetto. Un saluto Yanez


Un messaggio per Marco Travaglio: ciao sono Jessica, ho seguito molto i tuoi dibattiti e la tua lotta contro il sistema corrotto che abbraccia molti settori della politica italiana e dell'informazione, le tue interviste su internet ecc.; per cui mi sono fatto una buona impressione di te, quella di un giornalista serio, impegnato e indipendente, cioè slegato dal servilismo verso il potere, caratteristica invece come abbiamo modo di vedere spesso , di molti tuoi colleghi, coerente con le proprie idee; poi però l'altro giorno mi è caduto l'occhio sulle date degli incontri per la presentazione del tuo ultimo libro scritto insieme a Barbacetto e Gomez , " mani sporche", e in particolare sulle date di Venezia e Forlì che terrai alla libreria mondadori; ecco è proprio questo nome che mi suona male, che stride in qualche modo; magari è normale questo tipo di atteggiamento, e io non riesco a comprenderlo essendo fuori dall'ambiente,ma dopo tutto quello che hai scritto sulla mondadori era indispensabile presentare proprio lì il tuo libro? Lo so che l'informazione non ha colori, ma tu che hai seguito tutti i processi e ne hai scritte di ogni su Berlusconi e Previti non ti senti un pò in imbarazzo a presentare un libro "in casa loro"? Per favore illuminami,magari ho travisato troppo e sono completamente fuori strada.


Caro Dott. Travaglio,non ci resti che tu per informarci seriamente di tutto senza timore.Diffondo gli scritti dall'Unità (uliwood party e prima bananas)e oltre cento persone che mi ricevono mi ringraziano, di tanto in tanto.Credimi non ci capisco niente più di quest'Italia e vorrei emigrare ,se solo avessi gli anni giusti.Purtroppo non posso;io e mia moglie, forse, faremo un ultimo tenativo e voteremo Di Pietro.Mi duole pensare che un magistrato come De Magistris debba soccombere ad una casta (politica e giudiziaria)per aver scoperto magagne e ruberie.Io sono alla frutta e non vedo futuri cambiamenti in meglio:nei discorsi che ha fatto Veltroni non ho mai sentito la parola legalità! Questo e troppo!Ringraziandoti sempre per tutto quanto scrivi ,ti auguro di essere sempre lo stesso.Con stima .Bruno d'Orta


AURORA AURORA LA SENTI QUESTA VOCE VAAAFFFAAAANCUUULOOOOOO VAAAFFFANCUUULOOOOOO


C'è una certa persona, in questo blog, che sotto uno pseudonimo delce e soave sparge semi di violenza e intolleranza, trasuda demagogia e intolleranza, seguendo le direttive del capo bastone attacca la magistratura in maniera virulenta e impunita. Della serie, la criminalità al potere. Sigh!


cara aurora86 se hai ancora speranza è solo perchè sei ancora all'università. Leggermente contraddittorio però fare scienze forestali e votare contemporaneamente i maghi delle grandi opere: asfalto, cemento, condoni creativi e abusi edilizi. magari documentati un pò.... secondo Brecht "quando l'ipocrisia inizia a essere di una qualità scadente è ora di iniziare a dire la verità...." io non sono di sinistra però penso che un pò d'informazione non guasta... Cmq quando vedo/sento i fenomeni del centro destra parlare in dibattito rido sempre molto di gusto....la brambilla poi è il massimo!! (-:


# 83    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 27/2/2008 alle 19:32

Che dire: il solito grande Marco !


# 84    commento di   besugo - utente certificato  lasciato il 27/2/2008 alle 22:32

Nel mio commento precedente ho inserito la leggenda di Crono, tratto da :I giganti e i ciclopi nella tradizione, mitologia e cultura, a cura di Selena "Elfwine" M., con l'itento di fornire una adeguata metafora alla vicenda del Dott. Luigi De Magistris. La metafora, assegna il ruolo di Crono al Csm e alla Magistratura il ruolo di Rea, genitrice dei figli di Crono. In risposta Anonimo (Alessandra) mi ha scritto: Rea (la magistratura) era furibonda.Essa partorì Zeus(luigi De Magistris) e a notte fonda di nascosto lo nascose e poi affidò Alla Madre Terra, fu cresciuto e protetto. Rea dopo il parto , aveva avvolto una pietra nelle fasce e l'aveva data a Crono,Crono la inghiottì convinto di divorare suo figlio Zeus. Col tempo Crono iniziò a sospettare qualcosa,ed iniziò ad inseguire Zeus, ma a quel punto molti nemici si era fatto Crono e Rea chiamata in aiuto fu ben felice di aiutare il figlio a compiere vendetta: gli fornì dunque l'emetico mescolato alle bevande di Crono, che dopo aver molto bevuto, vomitò prima la pietra, poi ad uno ad uno tutti i suoi figli che balzarono fuori illesi. E Rea rappresenta la Metis l'astuzia dell'intelligenza. Ora sono convinta che quella pietra è sullo stomaco di qualcuno. e prima o poi dovrà essere fatta espellere. http://toghe.blogspot.com/2008/02/considerazioni-tecniche-e-non-solo.html#c3773440928901283263
http://www.letturefantastiche.com/i_giganti_e_i_ciclopi_nella_tradizione_mitologia_e_cultura_roman


Ottimo articolo Marco. Molto dettagliato ed esaustivo. Mi permetto però di segnalarti un errore, lo stesso tra l'altro fatto da Beppe Grillo che l'ha subito corretto http://www.beppegrillo.it/2007/12/nessuno_tocchi_1.html e cioè il nome proprio di Vacca che non è Elias (deputato Pdci) bensì Letizia, membro del Csm. Penso che per onor del vero tu debba sottolineare questa sbavatura. Buon lavoro. carlo


Ciao Marco, ho assistito ieri sera alla presentazione del tuo libro... ! La sala era piena di gente.. tanti sono rimasti anche in piedi! Ma nessuno si è mosso finchè non hai finito di parlare perchè ascoltarti è sempre piacevole.! Esponi i "fatti", quelli "veri", con una chiarezza disarmante .. e con spassosa ironia! Meno male che c'è ancora qualcuno come te che ci racconta veramente le cose come stanno... che fa vera informazione... e ci apre gli occhi! Mah.. certo che siamo veramente messi male... Quindi, ti prometto che starò attenta a quelle "radiazioni" di cui hai tanto parlato ieri sera... ahahah!!!;-) buon lavoro!.. e grazie dell'autografo e della stretta di mano!


Ragazzi...volete divertirvi da morire?? Avete provato a dare un'occhiata al blog di Aurora86?? Ve lo consiglio...c'è da piegarsi in due dal ridere. Se volete vedere fino a dove si può spingere la miseria umana andate a vedere quel blog. Questa Aurora86 ha il cervello(cervello????) sintonizzato su Rete4. Se quel 86 è l'anno di nascita c'è solo da sperare che col passare del tempo questo fenomeno di ragazzina rinsavisca. Secondo me è la figlia di Emilio Fede. Un saluto Yanez


Scusate il fuori tema, ma credo che sia interessante. Difficilmente mi sono trovato in disaccordo con Travaglio, ma leggendo l'articolo di stamattina sull'Unità (28/2/08) sono rimasto più che perplesso per la difesa abbastanza acritica di Di Pietro. Il Giornale ha attaccato Di Pietro dicendo che le sue liste sarebbero piene di inquisiti. Lasciando perdere la strumentalità del giornale di famiglia del Berluska che non fa un fiato sui mafiosi che siedono tra le file della destra, non si può ignorare che le candidature dell'IDV lasciano a dir poco sbigottiti. Travaglio minimizza dicendo che sono solo sei sette amministratori locali . Ma per un partito che fa dell'etica la sua ragione sociale, anche uno sarebbe di troppo. E poi sei sette in un partito di meno del 4% sono parecchi. Credo poi, sempre riferito a chi fa dell'etica la sua bandiera, oltre alla fedina penale, bisognerebbe tener conto anche di altro. Anche Berlusconi ha una fedina penale pulita, tecnicamente, avendo riportato di fatto una sola condanna per falso, coperta da amnistia, Di Pietro lo candiderebbe? Io vivo in Campania e li, oltre ala caro senatore De Gregorio, le liste di Di Pietro erano zeppe di riciclati, e vecchi arnesi della politica. In Campania 2 l'uomo di punta era un ex deputato di FI, passato al'Udeur e poi all'IDV, eletto sindaco insieme con la destra, ancora in carica appoggiato sempre dalla destra. In Campania 2 è stato eletto alla camera Giuseppe Ossorio, nominato anche Presidente della Commissione Bilancio della Camera, degno incoronamento per i lunghi anni nel Pentapartito nella Napoli di Vito e Cirino Pomicino (negli anni ottanta al Comune) e poi nei Repubblicani con il Centro- Sinistra in Regione nel 2000 e 2005. Giuseppe Ossorio, oltre che paracadutato dal Pentapartito partenopeo è anche notorio massone del Grande Oriente d’Italia. Sarebbe lungo fare l'elenco, ma basta dare un 'occhiata ai candidati e incrociare i nomi con Google per avere un quadro sconfortan
http://www.altrestorie.org


Continua dal post precedente Se si consulta poi genovaweb, si vede che anche li c'è da inorridire. Infatti sono stati candidati con IDV Filippo De Jorio nel 2001 (Roma, tessera P2 n° 511); poi ha portato, nel 2006, alla soglia del parlamento (primo dei non eletti in Sardegna) un altro piduista: Giuseppe Alessi detto Pino (Pisa, tessera P2 n° 762) A livello nazionale in parlamento nel 20o6 sono arrivati Giorgio Calò, Giuseppe Astore, Stefano Pedica, tutti ex DC qualcuno transitato per ccd, udc per approdare ad IDV. Quindi il caso De Gregorio non è un incidente se si candidano gente passata per tante bandiere. Poi c'è Misiti Aurelio, già assessore nella giunta Chiaravalloti, quello che invocava la morte di De Magistris (caro a Travaglio) per mano della ndrangheta. Continuiamo con Pedrini Eugenio, ex UDEUR, che sta dietro ad un sito che espone simboli chiaramente massonici (http://www.circoloilcentro-livorno.it/links.php). Ancora Pino Pisicchio, ex DC, ex UDC. Poi c'è Porfidia Americo, sindaco di recale (CE) proprietario di case di cura, che hanno interessi con il comune di cui è il primo cittadino. Al senato si apre con Formisano Aniello, firmatario "dell'emendamento Fuda" (FI) che riduceva i tempi di prescrizioni dei reati contabili per cui erano imputati lui stesso (Fuda) e Berlusconi. Grande!! Concludiamo con l'avvocato Li Gotti, sottosegretario, ex MSI, difensore di Gratteri il poliziotto accusato di aver falsificato le prove per Genova. Sarà per questo che IDV ha votato contro la commissione di inchiesta?? Insomma non il massimo della vita, per un partito nuovo che sbandiera l'etica, il rigore, la pulizia. vedi : http://www.altrestorie.org/news.php?extend.744
http://www.altrestorie.org


# 90    commento di   uno-di-destra - utente certificato  lasciato il 29/2/2008 alle 1:13

Ho letto con attenzione sia l'articolo che i post. Scusatemi se mi permetto, ma trovo numerosissime contraddizioni in termini!! Premettendo che secondo me il rispetto delle istituzioni, e in particolare della magistratura, appaia palesemente strumentale in alcuni, mi permetto di fare alcune considrazioni: 1) Mi sembra che alcune volte si confonda la magistratura con i magistrati; mi spiego, il rispetto dovrebbe essere verso l'istituzione e non solo verso il singolo giudice che, nella remota eventualità che accada, se non si comporta in modo limpido è lui per primo a tradire la magistratura e non chi lo denuncia!! 2) Il rispetto verso le istituzioni è, secondo me, uno degli elementi fondanti e fondamentali della repubblica. Verso tutte le istituzioni. E, usando questa affermazione, completo il concetto di cui sopra. Se rispetto lo stato e le sue istituzioni, di cui sicuramente le forze di polizzia fanno parte, mi inbufalisco se sento, come ad esempio nei fatti di Genova, che dei poliziotti si siano comportati contro legge!!!! E li critico, urlo, mi strappo i capelli per denunciarli. Questo vuol dire che rispetto la legge, i diritti dell'uomo, e rispetto, anzi onoro, le istituzioni; io denuncio il comportamente del poliziotto non della polizia!! 3) Se si rispetta e proclama l'indipendenza della magistratura bisogna rispettarla nella sua interezza. Compreso il CSM!!!! Ci siamo??!!! 4) Ricordatevi sempre che la costituzione è in questo momento lacunosa per via della mancanza dell'immunità parlamentare, che serviva, tra l'altro, per compensare appunto l'indipendenza dalla magistratura (serviva appunto per assicurare la non perseguibilità per reati di opinione dei parlamentari)!!! I costituenti mai avrebbero potuto pensare che ciò sarebbe stato un problema, come criticarli, come avrebbero potuto pensare che il popolo non fosse sufficente? Come avrebbero potuto pensare che, come in tutte le democrazie del mondo, semplicemente il popolo non avrebbe votat


Chiunque sia questa Aurora sarà sicuramente laureata in pompinologia applicata, con tesi sulla rilevanza della dazione anale a fini carrieristici...


caro marco,riferendomi al tuo post,di condannati con mancanza di prove l'italia ne e' piena e guarda caso queste benedette prove non si riescono mai a trovare qundo si tratta di spicifiche persone " I POLITICI " ma al contrario di tutti le trovano o le inventano quando e' nel caso di gente comune. Parlando sempre di prove ti voglio portare a conoscenza di un caso (in questo caso le prove sono tutte dalla nostra parte)la vicenda delle tante guardie giurate dell'istituto di vigilanza dell'urbe di roma,gia' noto alle cronache di tutta italia per l'assalto(falsato dai media)al parlamento.circa 800 lavoratori con tanto di prove di appartenenza ad un ente morale con diritto alla stabilita' di impiego,ma che per motivi "politicoinciuciativoeconomico"(un buco di circa 80 milioni di euro del quale sta indagando anche il pm d'ovidio)stanno per essere precarizzati. Non voglio aggiungere altro dovrei scrivere per un anno intero ma per per tornare al tuo post....io mi sento un condannato a vita per non aver commesso il fatto....ciao michele da roma
www.comitatolavoratori-ancr-ivu.it


caro marco,riferendomi al tuo post,di condannati con mancanza di prove l'italia ne e' piena e guarda caso queste benedette prove non si riescono mai a trovare qundo si tratta di spicifiche persone " I POLITICI " ma al contrario di tutti le trovano o le inventano quando e' nel caso di gente comune. Parlando sempre di prove ti voglio portare a conoscenza di un caso (in questo caso le prove sono tutte dalla nostra parte)la vicenda delle tante guardie giurate dell'istituto di vigilanza dell'urbe di roma,gia' noto alle cronache di tutta italia per l'assalto(falsato dai media)al parlamento.circa 800 lavoratori con tanto di prove di appartenenza ad un ente morale con diritto alla stabilita' di impiego,ma che per motivi "politicoinciuciativoeconomico"(un buco di circa 80 milioni di euro del quale sta indagando anche il pm d'ovidio)stanno per essere precarizzati. Non voglio aggiungere altro dovrei scrivere per un anno intero ma per per tornare al tuo post....io mi sento un condannato a vita per non aver commesso il fatto....ciao michele da roma
www.comitatolavoratori-ancr-ivu.it


# 94    commento di   fcasadei - utente certificato  lasciato il 29/2/2008 alle 15:9

lo so, non c'entra, ma l'altra sera a bologna ho assistito alla presentazione di Mani Sporche a Bologna e lo devo dire: MARCO SEI GRANDISSIMO e per fortuna che ci fai ridere perchè altrimenti sarebbe una valle di lacrime. ciao e buon lavoro francesca


# 95    commento di   Irene19.05 - utente certificato  lasciato il 29/2/2008 alle 20:6

Scusate l'OT, ma... Travaglio a Roma mai, eh? Cos'ha, una specie di rigetto? Comunque grandissimo come sempre... il prof di diritto pubblico ci ha dato la consegna di leggere tutti i suoi articoli e i suoi libri... (già fatto, da molto prima). Vi rendete conto della sua statura?? Travaglio detta giurisprudenza ;)


Caro Travaglio, sembra di sognare. Possibile che nella nostra martoriata Nazione non si salva proprio niente? Ho sempre avuto il massimo rispetto per gli Amministratori della Giustizia e continuo ancora, nonostante le evidenze sotto gli occhi di tutti, grazie a Magistrati come De Magistris e Forleo. Ma devo credere che solo due hanno il coraggio di combattere il malaffare? Hai fatto caso che quando, un politico, un amministratore, un dirigente, vengono colti con "il sorcio in bocca" la prima cosa che si premurano di dichiarare è: SONO SERENO? Per forza........! Un cordiale saluto


La “legalità” è solo l’ultimo dei concetti abusati e svuotati dal proprio senso. Pensiamo alla sentenza della sezione disciplinare del Csm che ha deciso di punire col “trasferimento ad altra sede e ad altre funzioni” il pm di Catanzaro Luigi De Magistris. Pensiamo a tutte le stronzatine che hanno dovuto scovare - molte delle quali sono decadute - per incolpare De Magistris. Tutto lascia pensare che il colpevole sia stato deciso prima, poi hanno cercato qualche mancanza o irregolarita, vuoi che non ne abbia mai commesse? Infine ti vengono a dire che il Csm si è mosso nella completa legalità. Bene, a questo punto mi piacerebbe che vengano fatte le pulci a tutti i pm: quanti non avranno mai commesso piccole irregolarità o mancanze? Forse 10 o 12, gli altri sono tutti da trasferire. Bella questa “legalità”, immersa in un marasma di leggi che spesso dicono tutto ed il contrario di tutto. Oppure lasciata lì in bella mostra, pronta per essere applicata quando fa comodo e solo sulle persone giuste. http://pguiducci.com/blog/2008/02/27/la-legalita/
pguiducci.com/blog


Giancarlo Cimoli Roma, 6 mag. - (Adnkronos) - Sara' Giancarlo Cimoli il nuovo Presidente e Amministratore delega di Alitalia. E' stato il vicepremier Gianfranco Fini a confermare nel corso della conferenza stampa a palazzo Chigi le notizie sull'arrivo del numero uno delle Fs ai vertici della Compagnia. ''Sull'ipotesi che Cimoli possa essere nominato presidente e amministratore delegato confermo che questo e' l'orientamento del governo ed e' una decisione da prendere nelle prossime ore''. Alitalia Per il risanamento della compagnia aerea, Cimoli realizza il "Piano industriale 2005-2008", che avrebbe avuto l'obiettivo di riportare in attivo i conti a partire dal bilancio 2006. Pressato dalla Consob che chiede una gestione trasparente durante l'iter della privatizzazione della compagnia, Cimoli all'inizio 2007 stima in circa 380 milioni di euro il rosso per l'esercizio dell'anno precedente. La gestione Cimoli non piace ai sindacati che hanno chiesto ripetutamente al governo il suo avvicendamento. Nel settembre 2006 il Governo Prodi constata la crisi della compagnia aerea prossima al fallimento a cui l'ha condotta Cimoli; decaduto il consiglio di amministrazione, il Ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa non gli rinnova la fiducia, indicando come nuovo presidente della compagnia Berardino Libonati. La sua gestione non ha raggiunto nessuno degli obiettivi prefissati. Emolumenti In una compagnia in profondo rosso come Alitalia, particolare scalpore ha destato la seconda buonuscita che Cimoli si è autoattribuito, di quasi 3 milioni di euro: uno stipendio considerevolmente più alto di quello dei capiazienda delle altre compagnie europee in utile, 6 volte quello di Air France e il triplo di British Airways, aziende decisamente più importanti di Alitalia.


Commentiamo e riflettiamo anche su quanto segue. Voglio sapere dal giornalista che ha fatto una trasmissione su un ponte della Jugoslavia,cosa pensa della questione Barnard e perchè ne viene oscurata la lotta intentata alla Gabanelli che anche Lei,attaccata al posto e allo stipendio si comporta in modo discutibile. Allego lo scritto di Barnard e non eludetelo visto che fra Voi esiste un certo Travaglio.Saluti. Sono Paolo Barnard, censurato da Report e Annozero - 11-3-08 di Paolo Barnard Insisto nello scrivervi perché la gravità degli accadimenti è inaudita. Nel dibattito su Censura Legale (censurato, prove alla mano, da tutti i media di sinistra e di centrosinistra italiani, nonostante sia in gioco la libertà d'informazione) sta accadendo una cosa sempre più sconcertante. La redazione di Report e Milana Gabanelli, coinvolti ahimè nella mia denuncia, nonché quella di Anno Zero, hanno agito per censurare qualsiasi critica o dissenso proveniente da alcuni loro spettatori, facendo le seguenti cose in ordine: 1) Le 4 discussioni sul forum di Report che parlavano di Censura Legale e della collusione della Gabanelli-RAI in essa, sono state accorpate in una. Questa è stata artificiosamente fatta sparire dalla prima pagina (e relagata a pag. 14) con un improvviso e inedito cambio di criterio di visualizzazione delle discussioni. La stessa redazione di Report lo ha ammesso con un post vergognoso (http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=198196&f=141). Ciò, nonostante le oltre 30.000 letture di quelle discussioni da parte di cittadini. 2) Hanno cancellato impietosamente e ripetutamente tanti post di critica e di protesta che venivano inviati dai cittadini alle discussioni su Censura Legale (prima che sparissero). 3) Hanno cancellato persino i post di critica e di protesta indirizzati ai threads ufficiali della redazione (quelli in alto nella prima pagina). 4) Hanno bannato (bandito) decine di spettator



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti