Commenti

commenti su voglioscendere

post: Omertà elettorale

A Crotone sta scoppiando la guerra di mafia . Da tre giorni una bambina di quattro anni , incolpevole nipote di un capobastone, è in coma . È stata colpita dai proiettili che hanno ucciso suo padre, Luca Megna , e ferito sua madre. Poche ore fa, un nuovo agguato: questa volta a cadere è stato un ragazzo di 27 anni sposato con una donna imparentata con un clan rivale a quello dei Megna. Ora si attendono altri morti. E lo si fa in silenzio , perché la politica tace . Del resto tra i candidati ve ne sono molti amici e parenti di boss . In Calabria il Pdl, per esempio, ha presentato al senato Franco Iona , cugino primo di Guirino Iona , arrestato qualche mese fa dopo molti anni di latitanza. Alla camera, invece, c'è Gaetano Rao , nipote di Peppino Pesce , celebre pezzo ... continua



commenti





@Armando Dupaal Si,ma questo post è di Gomez veramente....


E ADESSO INDAGATELI TUTTI! Finalmente una buona notizia: la procura di Salerno ha avviato un'indagine sui delegittimatori di Luigi De Magistris. Il sospetto è che ci sia stata una "regia occulta", tesa ad intralciare l'inchiesta "toghe lucane" (e non solo), attraverso la delegittimazione del lavoro del sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris. Ipotesi inquietante, che però non ha sorpreso coloro che da un anno si stanno battendo per porre fine alla mortificazione della legalità in questa regione e in questa nazione. I sospettati: ispettori del ministero della giustizia, magistrati, politici e avvocati che ben si sono adoperati per ostacolare le indagini del magistrato di Catanzaro e che, con inaudita faccia di bronzo, gli hanno scippato, l'una dopo l'altra, tutte le inchieste che vedevano coinvolti eminenti politici di entrambi gli schieramenti. Dopo AMMAZZATECI TUTTI, PERQUISITECI TUTTI, TRASFERITICI TUTTI... finalmente, ADESSO INDAGATELI TUTTI! Per saperne di più: http://www.diario_estemporaneo.ilcannocchiale.it/ http://www.ilquotidianodellabasilicata.it/


Le liste sono piene di impresentabili ad ogni latitudine...Non dobbiamo votare! E' l'unica soluzione...












Concordo con p-square, non se ne salva uno che sia uno, purtroppo ai vertici dei partiti (sinistra,centro,destra) ci sono una massa di farabutti e i pochi onesti ancora rimasti purtroppo non contano un ca... Io non voterei a sx neppure se dovessero dare il ministero di grazia e giustizia a Di Pietro, perche' non ho fiducia nelle sue capacita' di politico anche se mi sembra una persona per bene ed in secondo luogo perche' non e' sufficiente un partito dove c'e' gente come dalema, fassino, rutelli ... hanno rotto i co... si trovino un lavoro e la smettano di pesare sulle nostre spalle, oppure si godano una delle 8 pensioni maturate durante il loro "duro lavoro", l' importante e' che se ne vadano fuori dai co...








Non votando a questa gentaglia facciamo solo un piacere. Negli Stati Uniti non vota neanche il 50% degli aventi diritto e i fascisti hanno preso il potere (perchè gente come Bush e Cheney non vedo come altro definirli). Questo sistema marcio va fatto saltare dall'interno. Bisogna riuscire a far entrare in Parlamento gente pulita. Date un'occhiata qui: http://www.perilbenecomune.net sono stati così vergognosamente censurati che tanta gente non sa neanche che esistono. Non candidano neanche un inquisito e secondo me vale la pena sostenerli.




Concordo in pieno con il post di Mazapegul (l'ho scritto giusto?): è esattamente quello che dice sempre il giudice Davigo, e quello che ha detto proprio Gomez, riducendo al silenzio tale Teodori del "Giornale": se uno che conosco e che frequenta casa mia è un ladro, o frequenta ladri a sua volta, non lo voglio in casa, punto! Grazie dell'articolo, Peter: una rinfrescatina alla memoria di questo paese, ogni tanto, non fa male: soprattutto perché troppa gente non si ricorda che la mafia e i suoi derivati ancora ci sono...


Andreotti (sempre lui purtroppo ma mica è colpa mia) qualche annetto fa rispondendo a domande di alcuni giornalisti affermava che la mafia non esisteva, che nessuno l'aveva mai vista e che era tutta una fantastica invenzione. Io lo ricordo molto bene quando diceva queste cose anche se ero un ragazzino allora (i giornalisti proni lo hanno dimenticato e dagli archivi rai sono sparite, a meno che non le hanno volutamente nascoste queste registrazioni che dovrebbero essere riproposte per far capire chi sono questi "personaggi" che ancora oggi siedono in parlamento). Era tanto vera quella sua affermazione che poi viene "pizzicato" a darsi il "bacio di saluto" tipico mafioso con un altrettanto noto boss. Ed è talmente vera che oggi i mafiosi noti, indagati e persino condannati se li sono portati con loro a sedere sulle comode e ben retribuite poltrone in parlamento a legiferare su ciò che è reato e ciò che non lo è. Falcone e Borsellino che questo lottarono con tutte le loro forze, abbandonati a sè stessi oggi riposano in pace I risultati possiamo toccarli tutti con mano. E gli Italiani? Nenti sacciu, nenti vidi e nenti sintii!!! Buona notte!!!!!!!!!!!!


MA DAVANTI A QUESTA SCELTA COSA FARE? ALLORA HA RAGIONE GRILLO SUL NON VOTO? PER QUANDO MI RIGUARDA VOTERO' DI PIETRO , MA MI CHIEDO QUANTO TEMPO CI METTERANNO PER METTERLO ALL'ANGOLO... DOVE STA LA SOLUZIONE? UNA BOMBA IN PARLAMENTO A CAMETE RIUNITE? SAREBBE DECISIVA, MA NON ATTUABILE... E ALLORA? MAH....


"Chi non conosce la verità è uno stolto, ma chi, conoscendola, la chiama menzogna è un delinquente." B.B.


l'Italia di oggi è uguale se non peggio a quella del 43, padrini siculi nominati sindaci dai protettori amerikani per favorire l'infiltrazione e facilitare la conquista dell'isola. In seguito i sindaci ramificarono le loro influenze diventandone di fatto i padroni mantenendo stretti legami con le famiglie newyorkesi. Negli anni seguenti con il fallimento delle riforme agrarie, l'uccisione sistematica di sindacalisti e politici onesti la Sicilia è diventata una copia della Costa d'Avorio, terra senza legge dove la vita vale zero. Quello che vediamo oggi è solo la fuoriuscita del pus.


Si dice: votiamo PD, magari turandoci il naso, per non vedere tornare Berlusconi. Ok, ma io come faccio a votare un partito che schiera dei mafiosi? Questi domani dovranno decidere su cose che mi riguardano e io non voglio che siano loro i responsabili di delle decisioni. Crisafulli io non ce lo voglio nel mio partito, ma non solo lui. Non posso votare PD perchè ha molti meno mafiosi in lista rispetto al PDL. Non ne voglio neanche mezzo, di mafioso in lista. E allora, vadano a fare in culo. Di Pietro formerà un gruppo unico col PD, quindi non c'è tanta differenza, ma voglio credere che qualche battaglia per la legalità e la pulizia da lui partirà. Sì darò il mio voto a Tonino, spero non mi deluda.


HO DECISO!!! VOTERO' DI PIETRO!!! BISOGNA CHE LUI ABBIA MOLTI CONSENSI PER NON VENIR SOPRAFFATTO DAI SUOI " COLLEGHI " DELINQUENTI!!!


# 23    commento di   Watty - utente certificato  lasciato il 26/3/2008 alle 10:52

Lo sappiamo bene che Mafia e politica vanno a braccetto da sempre, lo sappiamo e la cosa indegna è che molti non si pongano nemmeno il problema votando ciecamente per uno o l' altro schieramento senza informarsi o senza nemmeno volerlo fare.. E' questa la situazione da combattere perchè se la gente sa si fa un' opinione, se si fa un' opinione si schiera, e se sischiera contro si indigna e l' indignazione aiuta a cambiare le cose. BASTA CON LA BEATA IGNORANZA!! Di Mafia si deve parlarne e parlarne sempre di più e a tutti! Bisogna essere solidali con quelli che, proprio perchè hanno parlato della criminalità organizzata e si sono assunti il rischio di raccontarci come vanno le cose, vivono sotto scorta costante come Lirio Abbate in Sicilia e Roberto Saviano in Campania (per fare due nomi) e non sono i soli.. NON ABBANDONIAMOLI E INIZIANDO A VOLERNE SAPERE DI PIU' SULLA MAFIA CHE E' COME L' AIDS in un celebre spot della mia infanzia: SE LA CONOSCI LA EVITI. UN SALUTO Ps: per i liguri e i basso piemontesi come me che fossero interessati Peter Gomez e Lirio Abbate saranno a presentare " I Complici" (libro per cui Abbate è sotto minaccia di Cosa Nostra) presso la biblioteca De Amicis di Porto Antico (dai magazzini del cotone) a Genova il 4 di Aprile alle 16. Io ci sarò.
www.lostudiodiwatty.ilcannocchiale.it


"Andare a votare è un dovere!" si diceva negli anni passati. "Turatevi il naso, ma votate" proclamava l'eterno Andreotti un pò di governi fa. E adesso, a poco più di 2 settimane dal voto? Dovremmo impegnarci andando al seggio per mettere una X su di un partito. Nessuna preferenza, perchè le liste sono già preconfezionate dalle segreterie. In questi elenchi ci trovate di tutto: gente che siede in Parlamento da 40 anni, politici che in numerose legislature hanno dimostrato di saper curare più i propri interessi che quelli del paese, affaristi mischiati a lobbisti, pregiudicati e, per onor delle probabilità, anche qualche brava persona. Come in ogni campagna elettorale passata, tanti proclami anche oggi, ma nessuna assunzione di responsabilità. Chi ha causato questo disastro nell'economia italiana? Chi ha coperto di spazzatura la Campania? Chi ha sperperato miliardi di euro di denaro pubblico? Chi non ha concepito un piano energetico nazionale? Chi non ha costruito con colpevole ritardo le numerose infrastrutture di cui necessita il paese? Chi non ha controllato l'effetto euro sui prezzi? Chi fino ad oggi non ha aumentato le pensioni minime? Chi ha dato dei bamboccioni ai nostri ragazzi? Chi considera le donne alla stregua delle veline? Nessun colpevole, come la solito. E tante noiose e tracotanti promesse che non saranno mai mantenute. Perdonatemi, ma io a votare questa gente non ci vado. E spero nel bel tempo per il week end di metà aprile. YES, I CAN !
www.fuochidipaglia.it


IN SICILIA SIAMO COME IL PAKISTAN ODIERNO: IL NUOVO PRESIDENTE PAKISTANO SIEDE ACCANTO A MUSHARAF,OSSIA QUELLO CHE L'HA FATTO INARCERARE PER 5 ANNI!!! LADRI & ACCIUFFALADRI AMICI FOREVER...CHE TRISTEZZA IMMANE!


__________________ Avanti Tutta____________+ + L’ episodio della Splinder (Berlusconi) che revoca l’accaunt non può cogliere di sorpresa alcuno. Ma lo stesso non riesce di farsene una ragione: possibile che in questo Paese l’informazione sia imbonimento? Sì ! esistono perché imboniscono. Di Pietro sarebbe già scomparso dalla scena da lungo tempo. Berlusconi sarebbe stato semplicemente ineleggibile. Consola che proprio questi episodi servono per alimentare l’indignazione. Ma se ti arrabbi, diventi come il toro spagnolo, che fa la pipì: il torero vince e getta l’orecchio sugli spalti. Le staffe, invece, devono perderle loro. Sbagliano quanti ritengono che i voti di Berlusconi siano tutti clienti: l’uomo della strada è più suggestionabile di quanto si creda. La notte di Capodanno una signora si faceva tenere: “Berlusconi è ricco di suo: non ha bisogno di rubare”. E’ da capire la signora: è questo il messaggio che passa ogni sera dalla TV del canone. E poi il tipo è di quelli che hanno fascino: molto più del riciclato Veltroni, IlNuovocheAvanza con i capelli bianchi. Ma le due esperienze di governo ora sono troppo vicine e ognuno le ha sperimentate sulla propria busta paga, al supermercato, nei rispettivi comuni di residenza. Il 14 Aprile sarà solo la fase Uno (la Delegittimazione) . La fase Due ( la “Debolezza post Tangentopoli”) toccherà gestirla al Comico genovese. L’impressione sin dal suo prima apparire sul web è stata che voleva solo vedere l’effetto che fa. Il 9 settembre l’ha colto di sorpresa, l’ha coinvolto nel vortice della danza, e ora dovrà ballare. Serve Beppe Grillo per catalizzare la protesta e portarla sulle piazze. E le due Sirenette (Fioretta Monti e Sonia Alfano) ? E’ un bel casino quello che ha creato. Qui urge ragionare con la propria testa: Grillo all’ultimo momento ha dovuto mettere una pezza, peggiore del buco. ______________ www.ricostruire.it & www.blog.libero/AntiGrillo (ora ristrutturato) + Con due gambe si
www.blog.libero/AntiGrillo


solo due ammazzati . non e' una faida. e comunque perche' non lasciali fare ? anzi perche' non agevolarli? piu se ne ammazzano tra loro meno in giro a far danni. e i loro figli/mogli/parenti innocenti non sono. collusi e il termine giusto. anche i bambini. duro? non li ho costretti ne io ne il medico a fare i mafiosi. ripeto piu' ne muoiono piu' il mondo e' migliore.


possiamo ancora dire di essere sbalorditi? indignati? arrabbiati? abbiamo ancora fiato per un ultimo urlo di dolore? abbiamo ancora lacrime per piangere il nostro paese ormai smarrito definitivamente in una nebbia che è fumo, fuliggine, gas di scarico? credo che siamo entrati in una fase della malattia che procede senza dare dolore, oppure la morfina fa il suo pietoso dovere lenitivo sui nervi scoperti e infiammati e offesi perchè è chiaro che l'italia è un paese deserto: disabitato, offrirebbe paesaggi lunari inariditi se ci fosse qualcuno a guardare le sue terre, le sue rive, come in un film di fantascienza passato di moda, un po' scontato se fosse proiettato oggi, dai sapori catastrofisti vedremmo non già l'italia delle città d'arte ridotte a cumuli di pietre disordinate e sepolte da spiagge post nucleari ma l'italia tutta trasformata in un enorme luna park con i cancelli chiusi per una stagione invernale senza fine trovo umoristico il palinsensto dei telegriornali nazionali perchè come reperto storico non è nemmeno interessante, le tavolette cuneiformi che riportavano quante derrate di cereali erano custodite nei granai assiro babilonesi in confronto non perderanno mai il loro fascino: oggi invece un tizio completamente fuori di testa ha affermato che la corea può anche mangiare le mozzarelle alla diossina tanto hanno ancora il napalm nei polmoni buon appetito


Avrei tanto voluto votare in Spagna, e non in Italia. Lì, almeno, nei programmi di Zapatero e Rajoy, le parole "mafia" e "crimen organizado" erano citate più di trenta volte, complessivamente ( http://www.psoe.es/download.do?id=118784 e http://www.elpais.com/especial/elecciones-generales/pp.pdf ). Qui da noi la parola mafia nel programma del popolo delle libertà non c’è affatto. E in quello del Pd compare in modo quasi beffardo. Quando in apertura, parlando delle forze vive del Belpaese, accenna, con queste precise parole, alle “migliaia di giovani calabresi” che “hanno sfidato la mafia: ora uccideteci tutti”. Con una frase - c’è da sperare - che voleva essere più un complimento (e uno scongiuro) che un (mal)augurio. Che dire? Facciamo le valige?!? Saluti Sandro
http://bamboccioni-alla-riscossa.org




**X Armando Dupaal** Ti do una risposta: Travaglio e Gomez sono molto equilibrati, non sono degli oltranzisti come te. Per quello secondo me sono straordinari.


1000 EURI AI PENSIONATI!!!! PRENDONO PIÙ DEI PRECARI!!!!


# 33    commento di   Mr Oplà - utente certificato  lasciato il 26/3/2008 alle 19:38

Nelle costituzioni ben temperate si deve badare più di tutto che non si trasgredisca la legge e si ponga cura a tutto ciò che è piccolo perche le trasgressioni si insinuano nascostamente... Bisogna cercare per mezzo delle leggi di regolare le cose in modo che nessuno riesca a raggiungere per aiuto di amici e per disponibilità di ricchezze una posizione di forza predominante... Bisogna curare predisponendo leggi e ogni altro provvedimento che le cariche non diventino fonte di guagano. Politica, Aristotele, 300 aC








BRAVO MONTANARI! Ieri sera, mercoledi 26 marzo, sul 1° canale della TV di "STATO", hanno trasmesso "Porta a Porta", dove, in mezzo ai soliti vecchi politicanti "PARTITICIZZATI" (ma con il lifting nuovo), "GIORNALAI" leccapiedi sparapalle (chiamarli "GIORNALISTI" ci pare azzardato), ballerine "ORIZZONTALI" e saltimbanchi "VERTICALI", c'era anche il dottor Montanari della lista "PER-IL-BENE-COMUNE", che ha provato a dire, per quel poco che gli è stato malamente e malvolentieri consentito, esattamente le cose che noi ci aspettavamo che dicesse. Bravo! Inoltre, chi ha avuto il dis-piacere di seguire il programma si sarà sicuramente accorto, anche se non è una novità (e in questo bisogna riconoscergli una certa "COERENZA"), del comportamento molto poco "PROFESSIONALE" del conduttore e di quello dei suoi "IM-PARZIALI" colleghi direttori di testate presenti, come sicuramente si sarà reso conto benissimo, ammesso che ce ne fosse ancora bisogno: 1) di cosa significhi fare politica per certa gente, parlare di "TUTTO" o di "ALTRO", purché si parli di "TUTT'ALTRO", 2) di cosa voglia dire avere in mano il "POTERE" mediatico, 3) di come si fa a manipolare in maniera sottilmente becera la cosiddetta "(DIS)INFORMAZIONE"... da:
emergenzademocratica.blogspot.com




Ieri sera ho seguito Porta a Porta e se ancora ce ne fosse bisogno ho avuto la conferma di quato sia disgustoso e fazioso vespa. E che dire poi del comportamento dei due "giornalisti" semplicemente vergognoso, scelti sicuramente ad hoc x screditare e sminuire il tenore degli interventi degli ospiti. Montanari ha fatto quel che ha potuto, spero che qualche messaggio sia arrivato a quelli che non lo conoscono, nonostante l'insetto abbia fatto di tutto per impedirglielo.


Concordo con Barbara. Sul blog di Daniele Martinelli ho scritto più o meno le stesse cose. Il disgustoso Vespa invita questi rappresentanti di movimenti fuori dal sistema solo per ridicolizzarli. Inoltre si comporta come se fosse il padrone della RAI e dipendesse dalla sua magnanimità il fatto che loro possano apparire.


# 41    commento di   brunac - utente certificato  lasciato il 27/3/2008 alle 12:17

Al SUD... Il 13 e il 14 aprile si voterà anche nel mio comune,dopo tre anni di commissariamento conseguente allo scioglimento del precedente consiglio,per sospetta infiltrazione mafiosa. Da mesi,le varie forze politiche ed i movimenti civici, presenti e attivi sul territorio,si preparavano(o almeno così sembrava)all'appuntamento che avrebbe ridato un governo politico alla città.Ma,incomprensibilmente,la notte prima della scadenza di presentazione delle liste,tra le quattro che si riteneva dovessero competere,solo una si presentava... La lista "N......a Democratica"(sottotitolo "un sogno da realizzare"...!!!),capeggiata dal fratello di un boss ricercato da anni,etc,egli stesso coinvolto nello scandalo di concorsi truffa (e per questo costretto ad andarsene)da un Ente sottoposto al controllo della regione.Ora,l'unico problema del quasi certo prossimo sindaco,sarà il superamento del quorum per come recita il comma 10,art. 71,TUEL n. 267/00,e cioè: nel caso di una sola lista,dovrà recarsi a votare il 50% degli elettori iscritti nelle liste elettorali e,nel caso in cui questo primo quorum venga superato,la lista unica dovrà ottenere il 50% di voti validi sul totale dei votanti.Quasi certo il primo quorum, poichè è presumibile che,date le concomitanti elezioni politiche e provinciali,gli elettori saranno numerosi(e certamente spinti dal gran numero di candidati locali collegati alle 6 liste che concorrono per la provincia.Per quanto riguarda il secondo quorum,quello dei voti validi alla lista, la partita è aperta,fermo restando che la domanda (che molti si pongono)del perchè tutte le altre liste si siano ritirate all'ultimo momento,potrebbe rappresentare una tragica variabile che i cittadini onesti non sono in grado di calcolare. E,infine,nonostante tutte le forze politiche e le Istituzioni siano al corrente di tale situazione, nessuno proferisce parola!!! Ma,del resto,che cosa ci si può aspettare da partiti che candidano mafiosi e collusi allegramente acco


# 42    commento di   brunac - utente certificato  lasciato il 27/3/2008 alle 12:20

Al SUD...Il 13 e il 14 aprile si voterà anche nel mio comune,dopo tre anni di commissariamento conseguente allo scioglimento del precedente consiglio,per sospetta infiltrazione mafiosa.Da mesi,le varie forze politiche ed i movimenti civici, presenti e attivi sul territorio,si preparavano(o almeno così sembrava)all'appuntamento che avrebbe ridato un governo politico alla città.Ma,incomprensibilmente,la notte prima della scadenza di presentazione delle liste,tra le quattro che si riteneva dovessero competere,solo una si presentava...La lista "N......a Democratica"(sottotitolo "un sogno da realizzare"...!!!),capeggiata dal fratello di un boss ricercato da anni,etc,egli stesso coinvolto nello scandalo di concorsi truffa (e per questo costretto ad andarsene)da un Ente sottoposto al controllo della regione.Ora,l'unico problema del quasi certo prossimo sindaco,sarà il superamento del quorum per come recita il comma 10,art. 71,TUEL n. 267/00,e cioè: nel caso di una sola lista,dovrà recarsi a votare il 50% degli elettori iscritti nelle liste elettorali e,nel caso in cui questo primo quorum venga superato,la lista unica dovrà ottenere il 50% di voti validi sul totale dei votanti.Quasi certo il primo quorum, poichè è presumibile che,date le concomitanti elezioni politiche e provinciali,gli elettori saranno numerosi(e certamente spinti dal gran numero di candidati locali collegati alle 6 liste che concorrono per la provincia.Per quanto riguarda il secondo quorum,quello dei voti validi alla lista, la partita è aperta,fermo restando che la domanda (che molti si pongono)del perchè tutte le altre liste si siano ritirate all'ultimo momento,potrebbe rappresentare una tragica variabile che i cittadini onesti non sono in grado di calcolare. E,infine,nonostante tutte le forze politiche e le Istituzioni siano al corrente di tale situazione, nessuno proferisce parola!!! Ma,del resto,che cosa ci si può aspettare da partiti che candidano mafiosi e collusi allegramente accompagnati da per


Caro Federico, nelle Dittature dichiarate si comabatte fino alla morte per il voto, per la libertà di partecipare, per essere parte di uno stato e non vittime, per costruire. Nelle Democrazie manipolate e sporche come quella italiana, il NON VOTO, deve essere un principio del cambiamento...certo se stiamo a casa sbagliamo. Dobbiamo andare e rifiutare le schede, nè annullarle, nè lasciarle in bianco. Così si farebbe un regalo ad uno dei due pupazzi. Io il 13 aprile voto la Democrazia, e dico che nessuno di queste persone mi rappresenta! E voglio che ci siano nuove elezioni con nessuna delle loro facce. Devono capire che è finito il tempo in cui si votavano gli amici della Mafia, è finito il tempo degli stallieri e dei cannoli. Basta con i Crisafulli. Basta con il sacrificio di una generazione che stanno immolando senza prendere decisioni vere. Perchè sanno che nel bene o nel male vista la crescita zero il problema si risolverà da solo, basta solo che noi sfortunelli ventenni e trentenni di oggi restiamo senza lavoro oggi e senza pensione domani e il gioco è fatto. Noi non metteremo su famiglie, non faremo figli ed ecco che i conti torneranno. Prima che ci lasciate morire soffocati dagli enormi fogli di carte delle nostre lauree e dei nostri master, ve lo giuro vi manderemo a casa! Il 13 Aprile andate e restituite le schede. Se siamo in tanti se arriviamo al 10% + l'astensione fisiologica che in Italia è sempre alta, e con un po' di Buon senso da parte del Capo dello Stato, il mandato non verrà dato. E verranno indette nuove elezioni e magari sarà la volta buona che capiscano che si devono togliere dalle scatole...


____ Stati & Staterelli, Blog e bloghini ___________+ + Alle elementari ci hanno insegnato che mentre gli altri Stati europei raggiungevano l’unità nazionale, l’Italia era divisa in Stati e Staterelli, l’uno contro l’altro armato. Ci hanno insegnato anche che Lutero nel Nord Europa predicava il senso critico e metteva in ginocchio l’autorità costituita del tempo: Santa Romana Chiesa. Le “Indulgenze erano la tangente e quella di Lutero fu una Tangentopoli ante litteram. A sQuola ci hanno insegnato questo ed altro ancora, ma con il craxo che l’italiano ne abbia tratto giovamento. Ognuno ha il suo “Orticello”, la propria fazione d’appartenenza: chi non è con me è contro di me. Un solo fattore unifica gli italici: l’assalto alla diligenza, lo scempio del denaro pubblico, che deve moltiplicare i consensi. Ma che democrazia è questa? Ma che elezioni saranno queste? Il voto di scambio è oramai acquisito, fa parte del paesaggio…. Aspetta prima di fare querele: un pingo pallino ha fatto una proposta, chiara come l’uovo di Colombo. Possibile che né la Borsellino, né iL Grillo abbiano avuto interesse a portare avanti quella che sarebbe stata una garanzia per tutti? Come farsene una ragione? Per la Borsellino, che pure in altra occasione ha rilasciato la dichiarazione di rito, la cosa è chiara: è ostaggio dalla coalizione d’appartenenza, che la mafia l’ha sempre lottato con le chiacchiere elettorali, reclutando i “Professionisti dell’antimafia”. E per Grillo ? Porca miseria, non si contano le email inviategli sullo specifico. Qui è solo una miserabile questione di Ego, di Orticello… è strunZo italico! Vediamo ora in quanti mi banneranno anche. - PS Gli astenuti ora si chiamano indecisi: è una vessazione, roba da chiamare un esercito straniero -
http://www.ricostruire.it






Le mozzarelle contaminate da "indici di diossina moderatamente superiori al limite" sono state trovate in 25 caseifici su 130 controllati. Isolati e sottoposti a sequestro 80 allevamenti di bufala in Campania perchè "potenzialmente a rischio". La diossina ammissibile in questi prodotti è di 3 picogrammi per ogni grammo di latte, quella trovata è di 3,2-3,3 picogrammi. Qualcuno fa notare che è fuori solo di un pochino, ma la matematica parla di un +10%. Morale, dopo la mucca pazza e i polli con l'aviaria, adesso è il turno delle bufale alla diossina. Oggi come allora, il calo delle vendite è stato immediato: la mozzarella registra un meno 30%. Lo sputtanamento del made in italy è garantito e globale. Poveri noi! Ormai il nostro organismo si sta abituando a tutti i veleni di questo mondo. Siamo cresciuti con le radiazioni di Chernobyl, il DDT in quantità industriale e le ciminiere senza filtri, ma la vita media è continuata ad allungarsi. Che facciano bene? E poi anche i bergamaschi non possono lamentarsi delle bufale napoletane: da noi l'aria contiene PM10 che sono di norma il doppio del valore d'allarme, eppure siamo lo stesso pieni di energia e di turisti. Aspetto che sul caso intervengano Berlusconi e Veltroni. Con un pò di promesse elettorali bipartisan sapranno magicamente far tornare pulite anche le mozzarelle campane.
www.fuochidipaglia.it


rivoluzione, andiamo a votare, scheda elettorale alla mano e una opinione nella testa, dopo aver fatto ognuno il proprio "dovere", (obbligo e dovere non sono sinonimi), rimaniamo in strada, incontriamo altri in una piazza, si discute, si parla di politica, seduti, in piedi, sdraiati, ognuno come vuole, in piedi su una cassetta di frutta, nei giardini o sotto il monumento invece di tornare a casa e accendere la televisione non è una rivoluzione per vincere, alea jacta est, è una rivoluzione personale, compro un quotidiano e lo leggo su una panchina invece di travestirmi da telespettatore altro non saprei a presto


__________ LA PROPOSTA ERA ED E' QUESTA_________________+ + In Sicilia abbiamo lo Statuto speciale, ma anche senza di questo la legge prevede già che non si possa entrare in una cabina elettorale con apparecchiature elettroniche: cellulari, con i quali si fotografa il voto appena espresso e si attesta la fedeltà al “Padrone dell’Azienda Italia”. La legge prevede già che, se vuoi votare Mario Rossi, non puoi scrivere “Rossi”, poi in quel seggio si contano i “Rossi” (solo cognome) e si sa quanti hanno “ubbidito”. Nel seggio ci sono loro, i rappresentanti di lista, ovvero i signori dei partiti, e si arriva ad una transazione: le schede con il solo cognome, passano tutte o non passa nessuno. Passano tutte perché fatti i conti ci guadagnano tutti. Ma la legge è chiara: solo Nome e Cognome. Poi ci sono le schede bianche: che volete, sono già le ore 24-00 e ancora devi portare il “sacco” in Tribunale. I colleghi hanno già chiuso il seggio e tu sei ancora alle prese con i voti di lista, che non corrispondono con le schede votate per quella lista: “Signori, che famo”? Mettiamo un segnetto sulle schede bianche. Nessuno è perfetto e quelli sono momenti d’incasinamento. E allora, per i cellulari, lanciamo una proposta: prima di prendere posto in un aereo, si viene perquisiti, non si vede perché lo stesso non debba accadere anche per quei pochi minuti in cui si decide il destino di una Regione. Le Forze dell’Ordine sono già nel seggio. Basta una Circolare, una semplice Circolare. Chi ci sta? NESSUNO CI STA, perché il voto di scambio fa parte del paesaggio
http://www.ricostruire.it


Niente da fare Federico: oggi imperversano i terribili perfettini (nessuno è abbastanza bravo per loro: mi ricordano gli extra-parlamentari degli anni 70) Berlusconi sa che si asterranno e se la sta facendo sotto (maledetti)


ah, Prospero Dupaal, puoi fare commenti più brevi perchè sto consumando la rotella del mouse


La guerra di mafia, purtroppo, non è mai finita!!! La 'ndrangheta continua a prosperare, grazie alle collusioni, all'omertà e all'indifferenza generale. Può contare su appoggi ad ogni livello istituzionale e sfruttarli per rendere impossibile la vita delle persone che si oppongono al Nuovo Sistema. Pino Masciari è una di queste persone, quasi undici anni fa denunciò tutti coloro che gli chiedevano il pizzo, compresi politici e magistrati, il risultato è stato l'ingresso in un limbo, da cui non è ancora uscito. Lui e la sua famiglia furono fatti fuggire dalla Calabria, a causa dell'elevato rischio di attentati alle loro vite, e trasferiti un una "località protetta"....per modo di dire: non è stata cambiata loro identità, quindi l'iscrizione a scuola dei figli è stata fatta con il suo cognome, è capitato che indirizzassero multe che riportavano "l'indirizzo segreto" al vecchio recapito, molte volte è successo che le targhe dell'auto della scorta riportasseso la provincia di residenza. Nel 2004, la richiesta di poter tornare in Calabria e riprendere a lavorare, perchè sia lui che la moglie sono dieci anni che non possono farlo, venne respinta a causa del perdurare del pericolo per la loro incolumità e fu, prontamente, seguita dalla revoca del programma di protezione, con la scusa della fine dei processi, che in realtà continuano tutt'oggi, le ultime sentenze emesse risalgono a qualche settimana fa e come se il pericolo di ritorsioni finisse con essi!!!! Pino non si arrese nemmeno allora, fece subito ricorso al T.A.R. del Lazio, il quale, in attesa della sentenza, che, in casi come questi, deve essere emessa entro sei mesi, lo riammisa al programma. Sono passati più di tre anni e quella benedetta sentenza non è mai stata pronunciata!!!!! Adesso, teoricamente, si stanno impegnando per cercare di risolvere la sua assurda situazione, ma le speranza sono poche e la rabbia tanta. Chiunque voglia aiutarli a sopportare la croce dell'onestà, visiti il suo blog e gli lasci


anche solo un saluto www.pinomasciari.org Francesca Tavone Masciari


# 54    commento di   CARMINE "MARCOFACCISOGNARE" - utente certificato  lasciato il 27/3/2008 alle 19:26

se veltroni dice che di pietro non non potrà fare il ministro edlla giustizia...allora meglio l'astensione...anche se votare per di pietro mi pare cosa giusta


**X Gloria89** Dipetro corre col PD, ma manterra' il suo simbolo.






a P-square francamente, d'accordo con Federico, il "nessuno mi rappresenta" mi suona un po' fasullo. davvero, una rivoluzione in pantofole... la lista "per il bene comune" candida mafiosi, o condannati? SEM Sì, FATECELO SAPERE: abbiamo il diritto di conoscere l'ennesima bufala (e mi scuso x il pessimo gusto, oggi di bufala si parla alla nausea, e tanto per cambiare mai con ragionevolezza...). ma se no, perchè non voti loro? se tutti gli astensionisti dell'ultim'ora "si ravvedessero" e votassero Montanari, e tutti i dipietristi, con buona pace dell'Armando, votassero Di Pietro, non sarebbe un gran bel segnale? cosa c'è di non democratico? e in più, ci sarebbe l'indubbio merito di arrestare la vittoria di Berlusconi e dei suoi interessi milionari, che per me resta importante. (poi magari alle prossime elezioni sarò anch'io così delusa che sarò dei vostri, chissà? in Italia non c'è mai limite al peggio!)




è stomachevole quel che sta accadendo! d'altronde non poteva che esser così... la cosa che mi rattrista è avere accanto così tanta ignoranza ed insensibilità... c'era uno scrittore... giornalista che ormai è in un'altra dimensione che dopo migliaia di avventure, dopo guerre riprese e raccontate dopo esperienze di tutti generi fino all'apice del tibet... aimè diceva: "Ed è inutile continuare a farsi delle illusioni su quello che dovrebbe essere, perché purtroppo la storia non è così. Non avviene quello che è giusto che avvenga, non avviene quello che è morale che avvenga. Avviene quello che le forze sul terreno di battaglia, le forze geopolitiche portano a realizzarsi. Lui era Tiziano Terzani e l'ho molto apprezzato... spero, anche se che tutta la sua esperienza... che si sbagliasse! da: STANCODELLACASTA (oggi:28 marzo 2008) http://blog.libero.it/StancodellaCasta
http://blog.libero.it/StancodellaCasta


premetto che quello che sto dicendo non vuole essere (solo) una provocazione l'italia non può salvarsi, sottolineo il verbo riflessivo, l'italia forse può essere salvata, slavata da altri, altri che non siano italiani è la mia deduzione storicamente non stiamo forse andando verso una sovranità nazionale controllata? indirizzata da una volontà europea? è anche plausibile che il controllo europeo della sovranità dei singoli paesi si faccia via via più stringente credo che l'italia possa essere salvata solo dal momento in cui si rinuncia alla sovranità nazionale il problema identitario? dite voi.. sì può essere, mi sembra il male minore però l'italia deve rinunciare alla propria sovranità se vuole vivere. si può attuare gradualmente, può essere un interessante esperimento politico la stagione dell'autodeterminazione del governo è già finita, quello che abbiamo sotto gli occhi in italia è già la decadenza di una storia nazionale, significa che siamo già in un periodo di transizione: facciamo pure le elezioni, eleggiamo queste persone e guardiamoli arrancare in un mare di problemi che non sanno come affrontare e se lo sanno non hanno modo di farlo, sono soggetti superati dalla storia, appartengono ad una fase crepuscolare di un paese in crisi; forse Ludwig II può essere un personaggio drammatico affascinante della fine di un'epoca, non c'è da farne un dramma. occorre cominciare a pensare al dopo a presto




HARD TALK Maurizia Paradiso (una vecchia amica che stimo assai) mi diceva l’altro giorno che le è stato chiesto di candidarsi alle prossime elezioni… E’ li’ che ho immaginato uno splendido SPECIALE ( che vorrei condurre Io Me - sia ben chiaro - magari bilanciando la mia bruttezza con tre vallette gnocche! ) : TITOLO : I PORNOCANDIDATI ! Da Andrea Verde un esperto di “comunicazione” che ha visto il suo nome associato al film “PAPA’ TI SCOPO TUA MOGLIE”, all’Onorevole Mele, da Rocco Siffredi a Milly d’Abbraccio, da Schicchi a Cicciolina…. Opinionista in collegamento via satellite: Eliot Spitzer ( teneva sempre i calzini per un senso di pudore connesso alle sue campagne per la Famiglia ) In studio i Copulanti del Grande Fratello : cioè tutti coloro che hanno fatto sesso in diretta illudendosi forse che qualcuno poi li candidasse. Lo speciale (corredato da una serie di documenti hard visibili solo in forma criptata) verrà “bilanciato” come si dice oggi dall’opinione di un religioso o di un ateo-devoto. Egli spiegherà (senza contraddittorio) come mai santa madre chiesa si scandalizzi per una scena fiction di Nanni Moretti e taccia davanti al real-show dei Pornocandidati, alla politica come Grande Bordello. Un botto di ascolto! L’unico nuovo format tra i programmi elettorali !




Scusa, volevo dire verra' sommato al resto dei voti del PD.





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti