Commenti

commenti su voglioscendere

post: Obbligatoria, ma non troppo

Signornò l'Espresso, in edicola Veltroni l’ha scritto sul Riformista , per non farlo sapere troppo in giro. Ma l’ha scritto: l’”obbligatorietà dell’azione penale” va attenuata con “criteri di priorità” fissati da “Parlamento, Csm e Procuratori della Repubblica” . Peccato, perché nella prima parte dell’articolo aveva fatto bene i compiti: i mali della giustizia sono i troppi “ colpevoli impuniti, scarcerazioni incomprensibili, sentenze dopo moltissimi anni ”, dunque occorrono più mezzi, più organizzazione e meno cavilli. Poi però Uòlter è scivolato su una ricetta che, oltre a portare il marchio di Gelli , di Craxi , di Berlusconi e della Bicamerale , tradisce la Costituzione proprio nel 60° compleanno e butta a mare uno dei rari fiori all’occhiello del nostro sistema. ... continua



commenti



partiti con nomi diversi ma stessa sostanza......... che tristezza....


Il problema è che le informazioni vere girano su internet (usato dai giovani) L'italia è principalmente un paese di vecchi che non usano il pc e credono solo a quello che dicono i telegiornali che, come sappiamo, sono più impegnati su carla bruni che sulle condanne di berlusconi SIAMO FREGATI!!! Anzi lo siete visto che io vivo all'estero Ah ah ah Viva testa d'asfalto che vi frega quello che resta e FORZA MAFIA




# 4    commento di   Laura Di Gigli - utente certificato  lasciato il 30/3/2008 alle 13:12

"Attendete alla vostra salvezza con timore e... rossore" Bertinotti deve avere davvero un allergologo molto efficiente. L’altro giorno ad Annozero la sua cute non ha manifestato il minimo segno di orticaria, né di rossore o irritazione cutanea alcuna, nonostante la presenza molesta di Marco Travaglio, noto agente allergenico. Il Marco infatti, è in grado di scatenare effetti oltremodo irritanti, che destano fondate preoccupazioni. Per evitare diffusi allarmismi, va subito sottolineato come i soggetti normali siano totalmente immuni da questo rischio allergico. Solo una struttura personale che potremmo definire quanto meno “deficitaria”, predispone inevitabilmente questi soggetti anormali a tale tipo di intolleranza. Ed in effetti, neanche a farlo apposta, la sensibilità a tale allergene si è propagata a mò di epidemia soprattutto tra la classe politico – dirigenziale italiana, in cui miete una percentuale di vittime sempre più alta, ormai quasi del tutto approssimatasi al totale dell’intero. Evidentemente, i deficit a cui abbiamo accennato sopra, allignano diffusamente nella natura di tale popolazione, già notoriamente molto sventurata. Si ha l’obbligo morale di ricordare infatti che essa è sì al beato potere, ma pur sempre con molta mestizia e tanta sofferenza. Ecco che allora le vittime invocano compassione al popolo e denunciano l’ennesima iniquità perpetrata ai loro danni: dopo la giustizia di classe ed i privilegi di classe, ci mancava solo la malattia classista per le nostre povere ed oneste classi dirigenti. Esiste davvero un accanimento spietato contro questi miseri infelici. Lo Stato, dal canto suo, vedendosi attaccato proprio nella sua parte migliore, ha tempestivamente dichiarato l’emergenza sanitaria nazionale per combattere questo terribile Travaglio, ormai più temuto dei bacilli dell’antrace quando erano ai tempi d’oro e ne parlavano tutti. In tale clima di terrore ed emergenza, Bertinotti sembra però essere in controtendenza, aprendo uno


# 5    commento di   Laura Di Gigli - utente certificato  lasciato il 30/3/2008 alle 13:12

spiraglio di luce in questo orizzonte così fosco. Pare infatti presentare un pur timido alleggerimento delle sintomatologie. Finalmente una buona notizia. Rallegriamoci dunque per il netto miglioramento della qualità della vita del compagno Bertinotti. Che l’esistenza di un proletario quale lui è, sia per definizione piena di difficoltà e sacrifici è già cosa risaputa, ma se poi, per motivi di salute, dovesse pure esser costretto a rinunciare alle belle gite in barca con l’amico Cecchi Gori, il triste caso umano diverrebbe addirittura commuovente. Un caso di coscienza, da mobilitazione nazionale. La nostra sincera gratitudine vada quindi al generoso fato, che ci ha decisamente scampati da una bella preoccupazione: all’aristocratico compagno il timore di Travaglio sarà pur rimasto, ma il fastidioso rossore, almeno quello, è andato via…


Parole sante. Il problema è che certi personaggi – Veltroni compreso – liberali non sono mai stati e hanno poca o nessuna sensibilità per certi temi, forse perché negli anni della loro formazione leggevano altre cose. A proposito d’indipendenza della magistratura mi sono imbattuto in questo scritto, da tenere a mente specie dopo i casi Forleo-De Magistris: “Un paese nel quale i giudici non siano e non si sentano davvero indipendenti, i quali non siano chiamati a giudicare in nome della pura giustizia, se occorre, anche contro le pretese dello stato è un paese senza legge, pronto a piegare il capo dinanzi al demagogo primo venuto, al tiranno, al nemico”. Si cita poi il caso celebre del mugnaio e del giudice di Berlino e si conclude chiedendo ai magistrati di far osservare la legge “contro chiunque, ricco, potente o povero, la legge quale essa vige, approvata dal Parlamento e dal re e che condannino chiunque la violi o pretenda di farsi legge del proprio arbitrio. E ciò facciano nonostante le raccomandazioni e le pressioni dei potenti, dei governi, dei prefetti, dei ministri, dei giornalisti e dei demagoghi”. Questo giustizialista sovversivo era Luigi Einaudi (Memorandum, Venezia 1994, pp. 48-49, e cf. poco prima, dove sono bollati con parole di fuoco i “delinquenti economici” e i monopolisti alla Berlusconi, che vogliono fare i loro comodi e poi essere giudicati dai loro pari). Morale: nessuno si faccia illusioni. Quella è la gente che bisognerà votare per fermare B. Io lo farò alla Camera, turandomi tutti gli orifizi, mentre al Senato voterò per quelli dell’Arcobaleno (che nemmeno stimo) perché nella mia regione pare che questo sia il voto più utile per fermare B. Lo farò con determinazione, perché sennò siamo fregati per sempre, ma senza illudermi.




Pur essendo di destra, Veltroni ha ragione. L'obbligatorietà dell'azione penale esisteva solo in 2 paesi al mondo: Italia e Germania Ovest. I tedeschi l'hanno abolita negli anni '70. Si sono resi conto che non funziona. Faccio un esempio: non ha senso rinviare a giudizio una persona per un reato che tra 2 anni andrà in prescrizione. Perchè sprecare tempo e risorse per questi reati? L'obbligatorietà dell'azione penale va abolita o almeno limitata ai reati più gravi, fermo restando l'autonomia e l'indipendenza del PM.


Ben scritto Marco, condivido appieno. Ma allora non mi convince il tuo recente "outing", forse inopportuno, nel dichiarare la tua preferenza di voto al Veltrusconi (tramite l'immobiliarista-a-caccia-di-poltrone Di Pietro)? Anche l'IdV, in fin dei conti, si è dimostrata pappa-e-ciccia con la tanto vituperata cleptocrazia partitocratica della casta! Capisco la filosofia montanelliana (ormai ampiamente usurata) del votare turandosi il naso, ma così si spinge il paese oltre il burrone!! Ciao


L'attacco al principio costituzionale della obbligatorietà dell'azione penale è il nuovo fronte che sarà aperto, molto presto, dalla classe politica italiana, nella nuova legislatura, per completare l'accerchiamento della Magistratura ed arrivare allo svuotamento di ogni reale efficacia ed effettività del controllo di legalità affidato all'Ordine giudiziario, soprattutto per ciò che concerne le figure di reato in cui, diuturnamente, si scopre incorrano gli esponenti del sistema politico-affaristico-imprenditorial-mafioso oggi al potere nel BELPAESE. L'eliminazione od il forte affievolimento della valenza di quel sacrosanto principio rappresenta l'opportuno la naturale conseguenza e l'inevitabile esito del percorso che condusse il Parlamento, pochi mesi or sono, ad approvare la vergognosa (contro)riforma dell'Ordinamento Giudiziario patrocinata dal Ministro on.(con decenza parlando) Clemente Mastella da Ceppaloni e votata da una "maggioranza bulgara" la cui micidiale forza interdittiva ed intimidatrice, nei confronti dei magistrati "intolleranti al guinzaglio ed ai condizionamenti", si è palesata, si può dire, pochi giorni dopo la sua entrata in vigore, quando il dott. De Magistris, dopo aver subito l'oltraggio dello "scippo" delle inchiesta da lui condotte è stato umiliato con una condanna "esemplare" pronunziata dalla Commissione Disciplinare del C. S. M. a mezzo della quale Egli, tra l'altro, non potrà più essere chiamato a far parte dell'Ufficio del Pubblico Ministero. Complimenti al C. S.M. per la tempestività, la celerità ed il rigore dimostrati! Prossimo ulteriore passo: reintroduzione della autorizzazione a procedere e sottoposizione delle Procure alla premazia gerarchica del Governo! La Costituzione della Repubblica del 1948, costata lacrime e sangue ad un intero popolo e pagata con vent'anni di dittatura e cinque di guerra, di sofferenze e di devastazioni, nelle mani di questi cialtroni è stata ridotta a carta straccia con l'avallo di un popolo di loboto


Caro Marco, anche secondo me questo tipo di post stona con la tua decisione di sostenere IDV. si', va bene, lo fai nell'ottica del meno peggio e turandoti il naso, ma sei sicuro cambi qualcosa in assoluto? Se posso dire la mia opinione Di Pietro mi sembra un onesto (spero) che pero' non se la sente (o non ha interesse, chissa') di far le cose bene fino in fondo. Votarlo nell'attesa che rinasca un Einaudi o un De Gasperi, poi, mi sembra un po' infantile. come dire non vado allo stadio finche non c'e' un nuovo maradona. Aspettare che una sola persona risolva le cose non e' poi pericoloso? perche' potrebbe andarci bene (come per Einaudi o altri statisti) ma anche molto male. Insomma non mi hai convinto stavolta. A parte il fatto che la scelta di noi italiani all'estero e' molto limitata: PD, PDL, UDC, Destra santanche'. Quindi anche turandosi il naso la puzza e' ancora troppo forte.... Berlusconi non lo voglio neanche io ma il PD non mi sembra una grande alternativa. Non voglio fare campagna elettorale per nessuno. Chissa' cosa ne pensi pero' di S. Montanari (lista civica per il bene comune). forse non ha esperienza, ma di buoni propositi e idee ha riempito un programma molto corposo. Saluti.


Forse dimenticate che se non votiamo "turandoci il naso" rimandiamo al governo un ladro corrotto!!!! Prima di pensare al candidato "ideale" che di questi tempi è ormai un'utopia, pensiamo a mettere a posto alcune cose basilari per una democrazia seria, e queste cose, al momento, può realizzarle solo Di Pietro... Ragazzi, la politica è una cosa seria, riprendiamoci pian piano il diritto ad avere un Paese decente. Il voto è un diritto-dovere, ricordatevelo. Comportiamoci di conseguenza.


@Matteo Mi spiace, votare il meno-peggio non e' poi cosi' infantile. Soprattutto quando la differenza tra uno schieramento e l'altro e' cosi' abissale. A me sembra che non facciate le giuste proporzioni: non ci sono termini di paragone tra un Berlusconi e un Dipietro. Antonino, avra' tutti i difetti che volete ma ce ne vorrebbero migliaia per eguagliare nelle nefandezze che fa, il mafionano di Arcore. Berlusconi e' un dittatore potenziale di una pericolosita' inaudita, forse lo state sottovalutando. Allo stesso tempo Di Pietro, ha le potenzialita' per fare molto per il paese, ma questo dipendera' da noi. Se non lo votiamo, non creiamo neanche l'opportunita' che qualcosa cambi. Non votare non servira' a nulla. Condivido in pieno il discorso che fa Roberta. Non possiamo avere il "pane e le rose" subito, al momento accontentiamoci del pane. Le rose arriveranno sicuramente tra qualche anno. Ma nel frattempo non permettiamo che la "feccia che risale il pozzo" Berlusconiana possa annegarci. Se in un eventuale governo Veltroni ci saranno aspetti negativi, cercheremo di creare un movimento di piazza che cerchera' di fare pressione sulle esigenze dei cittadini, in alternativa con un Berlusconi sara' molto difficile portare avanti certi discorsi, senza contare il pericolo regime.


Veltraumi o Don silvio corleone sono le facce della stessa medaglia e come hai dimostrato anche questa volta non si è smentito, avendo uolter ribadito che proteggerà la casta di pregiudicati e disonesti (da pregiudicare) in parlamento. Nulla di nuovo, e la massa ebete lo andrà pure a votare in questa meschina campagna elettorale che mai come questa volta ha toccato livelli tanto bassi e insignificanti. Una oligarchia di vecchi ladroni affaristi che rappresenta il peggio di questa miseranda italietta dai facili costumi e dalle ipocrisie senza ritegno. La nave affonda e mentre gli onesti rimasti col secchiello compiono l impossibile questi vecchi schifosi stivano le loro personali scialuppe di salvataggio con quanto ancora è loro possibile rubare. Non abbiamo speranze, vorrei poter dire il contrario ma nulla può smentire questo baratro nel quale siamo stati spinti dai lerci disonorevoli tronfi e ingordi. Neanche le mummie come Napolitano o la Montalcini hanno il ritegno di salvarsi l anima prima che tirino le cuoia manifestando uno scatto di onestà, di senso dello stato, perlomeno dicendo qualcosa che non siano i soliti rantoli ripetitivi . Questi ultimi dimostrano che la vecchiaia rende vecchi e non saggi. Mi vergogno per loro. Napolitano lo hanno messo al quirinale per la sua faccia da bravo nonnino, ma è un immondo servo dell'ingiustizia, un "prodotto interno LORDO" che nessuno sciacquone ha ancora portato nelle fogne. Approfitto ora per dire come la penso prima che tolgano la libertà di espressione anche nei blog dei quali non si preoccupano perchè per ora sono una influenza marginale, ma sarà una questione di tempo prima che mettano le catene alla rete. Per ora siamo come in una riserva Apache, liberi tra queste mura invisibili di condividere tra noi quel che già sappiamo mentre la massa vespizzata , de filippizzata, riottizzata continua belantemente intontita a fare il gioco dei padroni. Almeno mi sfogo. Saluti a tutti. Buon lavoro Marc


Non si può immaginare l'indipendenza della magistratura senza l'obbligatorietà dell'azione penale. I giudici devono perseguire ogni reato. Pensare di dare delle priorità perchè se no non riescono a giudicarli tutti é solo una furbata,utile a ladri ricchi e politici (che spesso sono le stesse persone)


in italia un obama o uno zapatero non l'avremo mai perche' siamo dei rammolliti. pero' il non voto di protesta e' una gran cazzata perche' il non voto aiuta chi vince. vi copio la risposta di vittorio zucconi ad un lettore nella rubrica 'lettere al direttore' di repubblica.it: Il "meno peggio" è la costante della nostra vita quotidiana: viaggiamo in auto, perché anche girare come idioti per trovare un prcheggio ci pare meno peggio che cambiare tre o quattro autobus. Sposiamo chi ci accetta, secondo la legge dell'"in mancanza del cavallo, va bene anche il somaro". Guardiamo un programma non perché sia stupendo, ma perché gli altri ci sembrano "orendi". Ci sottoponiamo a dolorose e fastidiose terapie perché sono meno peggio che andare a scoprire se tutte le storie sugli angeli col mandolino e i satanassi con il barbecue sono balle per tenere buoni i bambini. Accettiamo il lavoro che troviamo, anche se ci fa schifo, perché restare senza mangiare a dormire sotto un ponte è peggio etc etc etc. Perché mai soltanto in politica dovremmo aspettarci la donna o l'uomo ideale, il partito tagliato sulla misura della nostra taglia, il programma perfetto, quando nulla nella nostra esistenza è perfetto o ideale?


Veltroni è indubbiamente un politico modesto,spesso irritante per la sua pochezza,il suo buonismo e per l'inciucismo,vero virus nefasto,dannoso della nostra povera patria. Berlusconi è ovviamente fuori classifica..personaggio che in qualsiasi paese democratico sarebbe nelle patrie galere o come caso clinico di soggetto psicotico in cura presso struttura psichiatrica... Andrò a votare solo per Di Pietro ,sperando possa avere una percentuale interessante(5/7%) che gli possa garantire una forza decisionale rilevante all'interno della coalizione. Con l'IDV a percentuali modeste,la nuova dottrina politica operante,ahimè,sarebbe il Veltrusconismo!!!!


Per Roberta e Matteo: vorrei ricordarvi che il naso ce lo siamo già turato diverse volte. Ora siamo in apnea e possiamo solo soffocare. Apprezzo il vostro entusiasmo e lo capisco. Ma Di Pietro non farà nulla di buono, come nulla ha fatto nel governo Frodi. Semplicemente perchè non può come non ha potuto fino adesso. Tonino perlomeno lo apprezzo, ma entrato nella casta è schiavo delle logiche di potere. Non è stato ministro della giustizia e non lo sarà se vincerà il partito del quale è servo.Servo , non alleato. Quando ha provato a parlare della Gasparri, conflitto di interessi lo hanno subito messo sull attenti, lo hanno fatto ritrattare. Se non è libero di dire ora qualcosa di onesto che per giunta è campagna elettorale(quindi menzogne) figurarsi al governo quanto può contare. Nulla. Per sopravvivere ha bisogno di un carrozzone del quale fare la ruota di scorta, ma è una ruota che non gira. Davvero pensate che con Veltraumi don silvio corleone non potrà continuare a rubare? Io penso che il nano preferisca restare all opposizione , da dove potrà incolpare gli ultimi governi dei sinistri dello sfacelo mentre Water farà il lavoro sporco per lui. Sono tutti uguali. Ma lo avete capito il post di Marco o no? Sia Water che il piduista ripetono gli stessi slogan, preannunciando il loro intento di mantenere blindato il parlamento dalla giustizia, dall'onestà. Se dovessi votare preferirei Montanari, un perdente ma onesto, come noi. Quanto al "diritto/dovere" di votare, ricordo che abbiamo anche il diritto di non votare. Roberta non ti sei accorta che con un golpe silenzioso ti hanno tolto il diritto di scelta? Lo sai che sono i partiti a scegliere per te quale pregiudicato deve derubarci? Ti darei ragione se potessi scegliere da me il delinquente ma lo fanno loro per me e questo si chiama colpo di stato. Non avremo nè pane tantomeno rose, solo le briciole e le spine. Rispetto comunque il vostro punto di vista e vi saluto


@Francesco Il tuo modo di vedere le cose mi pare un po' pessimista e poco idealista, in ogni caso non e' propositivo. Intanto proviamo a votarlo tutti quanti, se poi si ottiene un buon risultato politico il peso politico di Dipietro sara' maggiore e forse qualcosa cambiera'. Standocene qui con le mani in mano le cose di certo non miglioreranno.


_____ SCUSI, MARCO TRAVAGLIO, MA COSA HA COMBINATO CON L'URL del mio blog? ____________________________________+ + Faccia cronaca come piace a lei. In un post La si invita ad un pubblico dibattito sulla Sua indicazione di voto a favore di Di Pietro e contro l'Astensione di massa. Lei non se n'è dato per inteso, com'era previdibile, e lo scrivente nel proprio blog http://blog.libero.it/AntiGrillino/ fa un aggiornamento, che qui si riporta in rapida sintesi:1) Di Pietro non ha capacità di manovra, oppure ci marcia, perché importante è acquistare appartamenti. Nel primo caso è INUTILE, nel secondo, in altro Paese, sarebbe già nelle patri galere. Sull'Astensione nulla qui riporta, perché materia opinabile.Certo, va sottolineata la vistosa contraddizione di questa indicazione di voto con altre precedenti prese di posizione, ma non stiamo a sottilizzare. Lei prima ha CANCELLATO il post con il link di rimando. Poi ha deviato il link medesimo http://blog.libero.it/AntiGrillino/ verso una pagina inesistente, sperando che non me ne accorgessi. Me ne sono accorto, invece, e per ora aspetto che sia lei a dare una chiave di letture di un episodio... per ora senza aggettivi. Si resta in attesa. Di solito non mi faccio scaricare gratis - Come si può vedere il link sottoriportato rimanda ad una pagina inesistente, ma solo nel blog di Travaglio, per fortuna -
http://blog.libero.it/AntiGrillino/


Su blog di Antonio di Pietro c'e' la dichiarazione di voto di Marco Travaglio a favore dell'Italia dei Valori... premesso che io sono favorevole sia al pensiero di Di Pietro che a quello di Travaglio però allo stesso tempo non riesco a capire l'incoerenza fra la suddetta dichiarazione ed un articolo come questo... come si fa a "dire contro" al capo di una coalizione e poi dichiarare che si voterà uno dei partiti della stessa coalizione... veramente pensate che Di Pietro "farà rigare dritto" Veltroni? sarebbe bello leggere un articolo che faccia un po' di chiarezza grazie


@Etngar I tuoi dubbi sono leciti: ma se non gli diamo fiducia non possiamo saperlo, come alternativa abbiamo un Berlusconi che sicuramente non solo non righera' dritto, ma fara' anche delle belle parabole!!


@Roberta e San Colombano: mi auguro che abbiate ragione voi e che il turarsi il naso stavolta paghi. Pero', come dice Francesco, il naso ce lo siamo gia' turati altre volte e queste stesse persone che si presentano oggi ci hanno gia' dimostrato quanto seriamente prendano la politica intesa come cura del bene collettivo. E Di Pietro non e' molto meglio. Certo, si possono fare tutti i distinguo che volete e sono d'accordo con voi nel dire che Berlusconi e' stato particolarmente dannoso. Ma questa sinistra che, per l'ennesima volta, cerca di tornare al potere agitando solo lo spauracchio di un altro governo di berlusconi, non ha certo brillato. Quindi ho poche speranze che le cose funzionino davvero. A me piace molto questo Stefano Montanari e la sua lista civica nazionale (http://www.perilbenecomune.net/Home.html). se potessi scegliere il meno peggio sceglierei lui. Ma questa e' solo la mia opinione. Saluti.


AUDIENCE-GARANTISMO (nuovi format per la tv) Cogne, Novi Ligure, Erba, Marciano… Illuminati per mesi dalle telecamere dozzine di luoghi contaminati da delitti di sangue, irradiano come Chernobyl per mesi, a volte per anni, una livida energia che produce miliardi : l’audience. Estratta dalle telecamere – anche quando non c’è nulla dire – essa si trasforma subito in ricchezza, incrementando il prodotto nazionale lordo. Ora, se tutto cio è vero, perché non gettare allora il paraocchi giustizialista e non riconoscere ai Mostri, agli Assassini, ai Serial killer (specie quelli estivi) questo fondamentale ruolo di “produttori” o di “co-produttori”, questo concorso (esterno) alla ricchezza nazionale ? Da qui nasce codesta proposta che concilia Mercato e Garantismo : riconoscere ai massacratori uno scontro di pena proporzionale all’audience che producono le loro gesta. Piu’ un delitto fa ascolto, prima esce di galera l’autore ! Questa misura - chiamiamola “Odience” – avrebbe 4 vantaggi : 1) consentirebbe di ridure il sovraffollamento delle carceri 2) incrementerebbe vieppiu’ l’audience, perché una volta usciti i Killer potrebbero essere ospitati in dozzine di Talk-Show , 3) darebbe lavoro a psicologi, preti e sociologi che potrebbero vieppiu’ esaminarli in diretta. 4) contribuirebbe al reinserimento dei Killer stessi, collocandoli appunto nel circuito dei talk e dei reality show
http://www.bloggers.it/Mimmolombezzi/


@Etnegar Non vedo incoerenza in questo. Ricordati che Marco non fa l'opinionista, ma il giornalista e come tale è tenuto comunque a dire la verità. Sempre. Non ha espresso il suo voto a favore di Veltroni, ma a favore di Di Pietro, conscio ovviamente che favorirà il PD. Leggete tra le righe: Voto IDV perchè dò la mia fiducia alla persona che rappresenta tale partito, fiducioso che difenderà il suo programma anche nel mezzo ad una coalizione che non approvo in toto. Un giornalista deve far sentire il suo fiato sul collo del politicante, controllarlo e criticarlo. Magari lo facessero tutti. @Francesco Conosco la logica di questo sistema elettorale. Non approvo assolutamente, ma non voglio arrendermi al declino della mia democrazia. Mi hanno legato le mani e imbavagliato la bocca? Io sbatto i piedi, e faccio rumore per quanto posso.


Non si preoccupi Travaglio,tanto vincerà Berlusconi anche grazie a molti elettori di sinistra che non andranno a votare convinti dalle smarronate di Grillo e dei suoi bravi.Ma tanto al Travaglio non interessa chi vince le elezioni,perchè lui è un "Giornalista",lo ripete spesso (forse per autoconvincersi?),l'importante è scrivere,scrivere,scrivere come su un'irrinunciabile linea del Piave.Diciamoci la verità:dove sarebbe Travaglio senza Berlusconi?C'è chi a cuore gli interessi del Paese e chi ha cuore le vendite dei suoi libri antiberlusconiani.La vita è cosi',e poi Trava' di' la verità:quant'è bello a protesta'?


PRESTO INTERNET ARRIVERA' NELLE CASE DI TUTTI GLI ITALIANI...E QUANDO 6 ITALIANI SU 10 PRENDERANNO IL VIZIO DI RIUNIRSI SUI BLOG A DIBATTERE COME IN UN CAFFE' QUESTA 'MONNEZZA' DI CLASSE DIRIGENTE SCOMPARIRA' NEL NULLA COME I RIFIUTI TOSSICI DELLE AZIENDE DEL NORD SVERSATI PER ANNI NELLA NOSTRA CAMPANIA.


# 28    commento di   Shia - utente certificato  lasciato il 30/3/2008 alle 20:19

Se partiamo così partiamo davvero molto male! I mali della giustizia sono legati al fatto che in questo paese la pena è tutto tranne che certa e che è sin troppo facile farla franca; ma dove vive Veltroni? Se oggi ci troviamo a questo punto punto lo dobbiamo ad un insieme di fattori che hanno devastato il "sistema giustizia"! In primis l'approccio demenziale alla materia che ha avuto la nostra c.d. "classe politica" che davanti ad una serie di problematiche di natura sociale nn ha trovato niente di meglio che usare lo strumento penale - come se la pena potesse essere la "bacchetta magica" capace di risolvere tutti i problemi. L'unico risultato è stato quello di imbottire di fattispecie penali l'ordinamento giuridico e di intasare conseguentemente le Procure di fascicoli (n.b. sino al 1998 c'era il Pretore che si occupava delle fattispecie meno gravi - ma evidentemente funzionava troppo bene ed hanno pensato bene di abolirlo) Un esempio tra tutti: le guide in stato di ebbrezza alcolica; che senso ha punire penalmente (cioè con sanzioni penali di tipo contravvenzinale in questo caso, quindi: arresto ed ammenda) una fattispecie del genere quando ci sono strumenti amministrativi (esempio la revoca della patente e la confisca del mezzo) che sarebbero certamente più incisivi? Di fatto con i carichi di lavoro dei Tribunali e delle Procure e grazie alla meravigliosa Legge Cirami che ha dimezzato i tempi di prescrizione siamo sicuri che i fascicoli che riguardano le guide in stato di ebbrezza nn arriveranno praticamente mai alla fine: si prescriveranno tutti o cmq la maggior parte! Ma questo è solo un aspetto: perchè Veltroni nn parla dello stato di sfascio dei tribunali e delle procure? Perchè nn si dice in giro che in quegli uffici si usano computer e strumenti vetusti, spesso manca la carta (anche quella igienica) e la cancelleria, e che sopratutto il personale è sempre meno e sempre più vecchio? (di concorsi nn se ne fanno.


# 29    commento di   Shia - utente certificato  lasciato il 30/3/2008 alle 20:21

Perchè nn si dice in giro che in quegli uffici si usano computer e strumenti vetusti, spesso manca la carta (anche quella igienica) e la cancelleria, e che sopratutto il personale è sempre meno e sempre più vecchio? (di concorsi nn se ne fanno...il personale va in pensione e nn viene rimpiazzato) Perchè nn si dice che il sistema è pieno di gabole che permettono a chi si può pagare fior fiore di avvocati (cioè in definitiva chi ha i soldi) di farla franca sempre e comunque? Perchè nn si dice che chi invece gli avvocati nn ha i soldi per pagarli è molto probabile che finirà con l'andare in galera? (per la cronaca le carceri italiane scoppiano di detenuti: la maggior parte sono extracomunitari e tossicodipendenti - alla faccia delle finalità rieducative che dovrebbe avere il ns. sistema). Il fatto è che una giustizia lenta e farragginosa, a due velocità, forte con i deboli e debole con i forti, a qualcuno (a tanti) fa comodo.


# 30    commento di   chiarelettere - utente certificato  lasciato il 30/3/2008 alle 20:50

Gentile Prospero Pirotti, come lei sicuramente saprà, non c'è modo di manomettere il contenuto dei commenti lasciati su un blog come questo. Ciò che invece si può fare è sospendere un commento nella sua interezza. Questo viene fatto a discrezione della redazione solo in 3 casi: 1. Quando il contenuto del commento è lesivo o offensivo; 2. Quando non ha niente a che vedere con la tematica trattata; 3. Quando si tratta di una pubblicità. Il suo commento è stato sospeso perché riportava solo una generica comunicazione di servizio relativa al suo blog, attività - questa - che cerchiamo di scoraggiare. La invitiamo quindi a continuare ad esprimere serenamente il suo pensiero sul nostro blog, senza temere censure o manomissioni. Cordiali saluti, La redazione


X PER LA REDAZIONE ____________________+ + Si osserva che il "Mio" Blog non è "Mio", nel senso che non contiene: 1)Fatti personali 2) Opinioni,più di quanto possano essere contenute in una trattazione scientifica (dall'Ego non si esce) 3) Pubblicità Contiene bensì: 1)Una replica, peraltro molto garbata e condotta sul filo dei fatti, in ordine alla dichiarazione di voto di Marco Travaglio, al quale era stato chiesto un pubblico dibattito, nella convinzione, che neanche questo blog è personale:è stata data una indicazione di voto, che mi tocca come contribuente. Per dirla in soldoni, negli appartamenti di Di Pietro c'è anche la mia IRPEF (Euro 500 al mese, fra l'altro). Sentirlo poi abbaiare pure contro l'evasione fiscale, mi indigna, proprio perché penso a quegli appartamenti, tra l'altro. - 2) Marco Travaglio, INOPINATAMENTE, e con profonda DELUSIONE (ne ho letto e apprezzato tutti i libri e quasi tutti gli interventi in TV) ha prima cancellato e poi disattivato l'URL, con una motivazione, che non capisco: tutti qui riportano URL.C'è persino un "campo" preposto. Tuttavia devo assumere che il modo sia stato sbagliato. Non riporterò oltre quell'URL e resto in attesa di conoscere in che modo Marco Travaglio vorrà confrontarsi su: 1) Di Pietro (Fatti) 2)Astensione di massa (opinione). - Cordialità Prospero Pirotti


Gent.le Marco Travaglio, la tua dichiarazione di voto nei confronti dell'onorevole Anto- nio Di Pietro, è condivisibile e da liberale e garantista del giustizialismo quale tu sei, penso che sia anche giusta. Il problema è la forzata ed a mio avviso mal digerita parente- la dell'Antonio La Trippa della politica italiana con il PD del Predicatore del 2008 Walter Veltroni che nulla sta facendo se non continuare sulla stessa scia del governo Prodi. E' vero, le sue promesse sono le stesse del Berlusca, mi farebbe piacere co- noscere il primo dei due che ha registrato il Copyright, ma an- che questo non è dato sapere, perchè, però, se il governo di sinistra aveva tutti questi assi nella manica non li ha tirati fuori in tempo debito? Vale a dire quando era ancora in sella al Cavallo pazzo? E non mi venire a dire che la causa è stata deter- minata dal mancato appoggio dell'onnipotente Mastella perchè il governo faceva già acqua da tutte le parti e lo stesso ADP in più di un'occasione ne aveva denunciato l'instabilità e la latenza! Votando Di Pietro che facciamo, appoggiamo il governo mandato a casa per disperazione e lo rimettiamo in sella ridandogli la pos- sibilità di distruggerci? Se prima ci han messo in ginocchio, la prossima volta ci metteranno sotto terra! Di Pietro va bene, anzi benissimo, ma doveva correre da solo, al- lora sì! E' la coalizione che non mi piace affatto! D'altronde nemmeno quella di Fini con il Berlusca è stata una idea geniale ma purtroppo i giochi politici son questi e le al- leanze pure. Il rospo siam costretti noi a buttarlo giù? Indipendentemente da tutto e da chi avrà i numeri per governare una cosa è certa, il prossimo governo avrà una grandissima e mera responsabilità, quella di attualizzare il proprio program- ma nell'esclusivo interesse del Paese, perchè il Popolo è stanco e al limite della sopportazione, vuole i fatti non le chiacchie- re, di belliss


Gentile Marco, completo il discorso perchè quelli a metà non mi sono mai piaciuti. .... di bellissime ne han dette tutti in questi giorni, ma chi tra i pretendenti al trono manterrà le promesse fatte? Tu, più di me, sai che contano i numeri e che gli stessi fanno la differenza per governare in armonia e in stabilità, per cui penso che l'On. ADP al momento sia ancora un predicatore soli- tario con, sfortunatamente per lui e per noi, poco seguito! Dammi retta, e non etichettarmi poco idealista o pessimista, sono solo realista, l'On. ADP rappresenta ancora il candidato del Partito che non c'è all'elezioni del governo del mondo che verrà! Cordiali saluti. Monica G.


Prospero Pirotti Più che pessimismo il mio è un atteggiamento di obbiettivo realismo. C'è poco da essere ottimisti conoscendo i fatti, informandosi. Quanto all'idealismo , quello non manca, ma non c'entra con il voto. Nessuno mi rappresenta , quindi il mio idealismo che è legato al senso di onestà , trasparenza, responsabilità(parole inflazionate e vituperate oggi) resta per l'appunto un puro ideale che non è rappresentato da nessuno dei politici odierni. Può darsi che Di Pietro aumentando i propri consensi possa fare qualcosa di più all'interno della coalizione di pregiudicati di sinistra, ma io più che ai propositi guardo ai fatti e Di Pietro non ha fatto niente nel passato governo se non avallare ogni nefandezza pur dissociandosi, un pò come scimmiottavano i vari parlamentari che prima votavano a favore di un' ingiustizia e poi scendevano in piazza contro loro stessi. Questi giochetti mi hanno stancato. Avrei preferito che Tonino piuttosto avesse corso da solo, anzichè fare il gioco di Veltraumi. Spero ovviamente di avere torto ma temo che i fatti mi daranno ragione. Cordiali saluti


Purtroppo qui c'e' ancora gente che continua a ripetere che Di Pietro non si sarebbe dovuto unire al PD, ma mi spiegate che probabilita' di vincere le elezioni aveva da solo? Ma siate un attimo realisti!! Il peso di Dipietro nella coalizione dipendera' dai nostri voti!! Se non ricordo male nel 2001 proprio perche' si presento' alle elezioni l'IDV non supero' lo sbarramento.


Guarda che il torto di Di Pietro è quello di esistere ancora fisicamente. 20 deputati e 3 senatori. Questo non farebbe niente neanche con 40 deputati e 6 senatori. In campagna una cosa l'ha capito: Dichiarare, lanciare messaggi e poi correre alla AN.TO.CRI. "Correrò da solo" dichiarò alla massaia e la massaia sa che Di Pietro corre da solo. Bello l'esordio di campagna elettorale: ADP:- Rete 4 sul satellite Veltroni:- Taci, spuppiti st'ossu, che il prpgramma lo faccio io ADP:- Il Programma lo fa Veltroni. Morale: se Di Pietro fosse stato noto per essere una persona seria e motivata, avrebbe fatto la fine dei radicali (niente apparentamento), che comunque renderanno dura la vita al NuovoCheAvanzaConiCapelliBianchi.----> Non mi fate esaurire le battute, sennò quando il Divo Marco Travaglio scenderà tra i comuni mortali a rendere conto di INOPINATE dichiarazioni di voto, dovrò rimuovere sito e blog. -
http://www.ricostruire.it


# 37    commento di   Aurora86 - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 3:40

Uno Stato è governato meglio da un uomo ottimo che da un'ottima legge. Aristotele
http://Aurora86.ilcannocchiale.it/


Pirotti, la tua e' una visione pessimistica, non e' detto che non riesca a fare qualcosa, bisogna pero' votarlo in parecchi. Come ripeto da sempre: non tentare sicuramente non porta ad alcun risultato. Risparmiaci le tue battute e la tua presenza in questo blog che non ha bisogno del tuo spam, grazie.


A proposito: i radicali sono talmente motivati che hanno votato tutti a favore dell'indulto. Tanto per intenderci...


Alex "Pur essendo di destra, Veltroni ha ragione" guarda che veltroni è di centro sinistra! Aurora86 - "Uno Stato è governato meglio da un uomo ottimo che da un'ottima legge. Aristotele" Appunto. Pippo io.


adesso proprio nn capisco più niente...se anche Veltroni inizia a fare discorsi del genere dove andremo a finire??? io nn sò se queste persone (politici) si rendano conto della situazione del paese... mentre gli altri paesi europei sono cresciuti in tutti i settori noi siamo rimasti fermi... nn vedo un programma decente,il gg prima uno promette 100 e l'altro risponde 1000... ma x favore signori.... p.s. Marco quando sarai a Verona???


# 42    commento di   Jimlm - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 9:31

Con Berlusconi al governo si parlava di regime... Con l'Unione al governo...non ho sentito sinceramente la differenza! La Magistratura si sta spegnendo lentamente. Immagno in un prossimo futuro due donne che si contendono lo stesso bambino davanti al Re Veltrusconi. Lui che è saggio risponde rivolgendosi ad una delle due :"mi consenta,il bimbo è suo,ma anche dell'altra donna". http://gothic_odyssey.ilcannocchiale.it/




Per piacere, diffondiamo come segnalazione di lettura imperdibile il libro di Antonio MASSARI - "IL CASO DE MAGISTRIS", uscito nella settimana di Pasqua e poco pubblicizzato (...), da prendere assieme alla visione della trasmissione di ieri sera di Milena Gabanelli. Si capisce finalmente - e fino in fono - il perche' dell'attacco micidiale al PM di Catanzaro ed il perche' del silenzio assordante di TUTTE le parti politiche ( ad eccezione di Di Pietro, che ha capito benissmo, e da subito, che cosa era successo!)


PROPOSTA "UFFICIALE" Ieri, 30 marzo 2008, è entrato nuovamente in vigore il periodo dell'"ORA LEGALE". Forse molti ricordano che inizialmente sembrava una "RIVOLUZIONE" e fu vista da parecchia gente come un "DISTURBO"; poi invece questa geniale trovata entrò a far parte delle nostre abitudini "OBBLIGATORIE", indistintamente e senza eccezioni, per cui ora viene accettata e giudicata "POSITIVAMENTE", anzi molti vorrebbero che venisse applicata sempre. E' un'operazione che non porta "DANNI" a nessuno, in cui non si "SPRECA" nulla, dove si risparmia "MOLTISSIMO", che forse dà noia solo a chi era abituato a "SPRECARE" risorse e grazie alla quale ne guadagna l'intera "COLLETTIVITA'". Noi di EMERGENZA DEMOCRATICA siamo convinti che una cosa del genere sia fattibile anche in altri settori e infatti proponiamo seriamente ed "UFFICIALMENTE" ai nostri prossimi governanti, quale che sia il Governo futuro, la seguente iniziativa. Proponiamo che per 365 giorni, quindi per un anno solare, venga istituito "UNA TANTUM" un periodo chiamato "SALARIO LEGALE", durante il quale "NESSUNO" che sia dirigente o dipendente "PUBBLICO" potrà guadagnare più di, diciamo, 5.000 euro al mese e "NESSUNO" che sia dirigente o dipendente "PRIVATO" potrà guadagnare, mettiamo, oltre 10.000 euro al mese. I due tetti massimi verrebbero stabiliti quindi per "LEGGE" e applicati durante detto periodo in maniera "UGUALE" a "TUTTI" i cittadini, senza distinzioni o eccezioni di alcun tipo. (continua su emergenzademocratica.blogspot.com)
emergenzademocratica.blogspot.com


Tra Veltroni e Berlusconi c'è la stessa differenza che corre tra il giorno e la notte ! . chi non la vede è cieco ! .. .


Amici di Berlusconi sono : Dell'Utri , Previti , Putin . Amici di Veltroni sono : Camilleri , Benigni , Nelson Mandela . impossibile confonderli .. .




Con toni trionfalistici si è chiuso il bilancio 2007 della SACBO spa, la società che gestisce lo scalo di Milano(?)-Orio al Serio, un grazioso aeroporto a 2,5 km dal centro di Bergamo. I passeggeri sono in aumento, i voli (oltre 6.000 all'anno) pure e gli utili anche: quasi 10 milioni di euro all'anno. Nella SACBO, oltre agli azionisti privati, sono presenti anche il Comune e la Provincia di Bergamo, quindi ci si aspetterebbe un occhio di riguardo anche verso il sociale. Ora non voglio ritornare sul problema di quanto inquini acusticamente e "olfattivamente" un aeroporto di queste dimensioni (è il quarto scalo nazionale) così vicino alla città, perchè ho già trattato l'argomento con approfondite inchieste che potete leggere nell'ARCHIVIO POST di questo blog. Però è successa una cosa che definire spiacevole è dire poco. Dei 10 milioni di euro di utili, NONOSTANTE in tal senso ESISTA UN PROTOCOLLO FIRMATO TRA SACBO, REGIONE E PROVINCIA DI BG, NEANCHE UN EURO verrà destinato in opere per la RIDUZIONE DELL'IMPATTO ACUSTICO. Ogni anno la Sacbo avrebbe dovuto versare 2,5 milioni di € per queste importanti realizzazioni e quelli del 2006 non sono ancora stati spesi. Ma non è finita qui. Perchè esiste un altro accordo che ASSICURA IL FERMO DEI VOLI NOTTURNI dalle 23 alle 6 del mattino. Accordo regolarmente infranto. Considerate poi che le centraline dell'ARPA per il rilevamento del rumore sono risultate guaste per due anni di fila e i dati, obbligatori per legge, non possono essere forniti alle competenti autorità. In merito al rumore e ai suoi danni si è recentemente espressa la Magistratura, imponendo allo scalo milanese di Linate di abbassare i decibel al di sotto di 65. Non credo che quello della SACBO spa sia il corretto modo di comportarsi con la popolazione che vive nelle zone limitrofe allo scalo ed è dovere (non un piacere) degli Amministratori pubblici vigilare ed intervenire su ciò che non rispetta norme e convenzioni. Perchè è u
www.fuochidipaglia.it


commento di Angelica - lasciato il 31/3/2008 alle 12:12 ... .. . non è chiaro il vostro pensiero... . comunque , al senato il premio di maggioranza è regionale e quindi il calcolo dei seggi è molto più incerto anche i "resti" (calcolo sclerotico) saranno determinanti. comprì? .


Caro Marco Travaglio c'è qualcosa che non va. Ipotesi numero 1: l'articolo dice il vero, conclusione: tu continua a fare il "Giornalista" e noi ci suicidiamo. Se davvero tutti sono uguali, se davvero destra e sinistra sono unite nel desiderio di limitare il potere della magistratura per continuare a delinquere impunemente, che senso ha che andiamo a votare, che scriviamo sui blog, che lottiamo? Ipotesi numero 2: l'articolo è falso, cioè i dati riportati sono veri ma il quadro che ne deriva è mistificante, conclusione: abbiamo una speranza. Io sono per la seconda ipotesi. Non credo che gli unici onesti siano 2 giornalisti e 4 lettori.Io sono convinto che nel PD ci siano molte forze positive che vengono dal vecchio(e glorioso) PCI e dalla sinistra cattolica (quelle forze che tra l'altro ci hanno regalato la Costituzione). Non sono in grado di controbattere a ogni punto del tuo articolo ma come dice più sopra cimbro mancino so distinguere la notte dal giono. Critica costruttiva:Grande. Nichilismo: No grazie.


# 52    commento di   Jimlm - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 13:11

@ tutti coloro che distinguono il giorno dalla notte E'ovvio che PD e PDL non sono (del tutto) uguali. Il problema è che la Giustizia rompe le balle alla classe politica/finanziaria. Ci sono quindi leggi che fanno comodo a chiunque. Le amicizie dei vari politici poco importano...il serial killer è a volte colui che porta le buste della spesa alla vecchietta. http://gothic_odyssey.ilcannocchiale.it/


# 53    commento di   diego49 - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 13:31

A proposito di leggi di comodo riporto quanto scritto sul mio blog a proposito dell'ultima inchiesta di "Report" : Sulla legge 488 relativa ai contibuti a fondo perduto per le imprese che ha sostituito la "cassa per il mezzogiorno" : "La legge 488 del 1992 ha sostituito la Cassa del Mezzogiorno, nell'intenzione c'era la volontà, destinando contributi a fondo perduto, in parte nazionali e in parte comunitari, di portare le zone più depresse del Paese a livello di quelle più progredite d'Europa. In oltre 10 anni lo stato ha messo sul piatto circa 80 miliardi di euro a fondo perduto e ha finanziato oltre 41.000 progetti. Ma i risultati non sono stati quelli sperati, la Calabria per esempio è la regione italiana ad avere il triste primato delle frodi comunitarie. Nel solo 2007, ben il 37% sono avvenute in Calabria. La 488 era nata con l'idea di sostituire i cosiddetti interventi "a pioggia" attraverso bandi di gara più rigorosi. In effetti i fondi hanno finanziato progetti e imprenditori sani, ma sono finiti anche nelle mani di truffatori e della criminalità organizzata. E questo perchè la legge per concedere i fondi non chiede altro che il certificato antimafia, che spesso viene aggirato grazie all'uso di prestanome. Nell'inchiesta si dimostra anche che dietro l'erogazione dei fondi pubblici si nasconde spesso una regia fatta da consulenti vicini ai poteri economici e politici." Nell'inchiesta si parla anche di un giro di fatturazioni gonfiate ad arte allo scopo di costituire dei fondi neri . La costituzione dei "fondi neri" sembra essere un terreno fertile per ottenere denaro invisibile allo scopo di alimentare la corruzione, attraverso la quale sono possibili tutte quelle operazioni che nel servizio di "report" vengono cosi bene descritte . La madre delle domande che rimane in sospeso in tutta l'inchiesta ed in altre analoghe e' " come e' possibile che avvengano questi raggiri ? " . La risposta e' : att
http://fattiedisfatti.go.ilcannocchiale.it/?r=89136


# 54    commento di   Watty - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 13:33

Secondo me se Marco ha fatto una dichiarazione di voto in pompa magna per Di Pietro è perchè ci crede. Ogniuno è libero di pensarla come vuole, se votare o non per l' "uomo delle dovute contraddizioni" o per il "buffone di villa Casati Stampa"... Queste sono elezioni al massacro e lo sappiamo bene; è una roulette russa con un proiettile rosso e uno azzurro con effetto matrix... Dio ci liberi da Vespa e similar circensi, dagli stolati stonati moniti vaticani, dai saltimbanchi del finto giornalismo fatto di[...] continua sul mio sito nel mio nuovo post " Roulette Losca" un saluto
www.lostudiodiwatty.ilcannocchiale.it


# 55    commento di   seren@ - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 13:39

La tua dichiarazione postata qui http://temi.repubblica.it/micromega-online/marco-travaglio-con-di-pietro-per-fare-i-guastafeste/ di voto proprio non mi va giù. Ogniuno è libero di votare per chi vuole, ma soprattutto le persone pubbliche e che hanno il tuo seguito non dovrebbero dichiarare per chi votano. Io sono una tua ammiratrice dai tempi di Satiricon, ho letto quasi tutti i tuoi libri, ma secondo me hai perso un'ottima occasione per stare zitto! VOTARE IDV SIGNIFICA APPOGGIARE VELTRONI!!! sono delusa. ciao


@ aurora86 Solo per dirti che il tuo blog è orrendamente stupido.. come volevasi dimostrare


# 57    commento di   milena d - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 14:29

@Angelica "Ma se (quoto Fabrizio) la vera informazione gira solo su Internet, che è usato dai giovani (o dai "gggiovani"?), come mai il PD rischia di vincere al Senato (dove votano gli over 25) e non alla Camera? Così... una curiosità antropologica. " ----------- Chi ha mai detto che PD=giovani=internet e PDL=anziani televisomani? La questione e' piu' complessa rispetto alle semplificazioni di un tempo, che volevano i giovani in generale "progressisti". La mia personale opinione e' che i giovani non siano particolarmente attratti dal PD. O sono qualunquisti, indifferenti, rassegnati, scettici, nauseati dalla politica in vario modo (chi costruttivamente, chi no) o sono attratti dalle sirene della destra estrema o, in misura molto minore attualmente, della sinistra estrema. Il PD non e' certo visto come rinnovamento abbastanza allettante da attirarli. Anche perche' francamente non lo e'.Non ha appeal giovanile. Ad aggrapparsi al PD sono persone piu' mature o moderate o comunque convinte che sia il male minore rispetto al B. , o al piu' che possa essere "controllato" dalla componente IDV o da qualche elemento innovativo. Tutti pensieri elaborati e frutto di strategie mentali piu' di logica o buon senso che di passione. Che non sono proprie della mentalita' giovanile under 25, piu' impulsiva. tra l'altro, anche ragionando in termini del popolo di internet non credo che il PD in generale sia tanto popolare. Poi, come dico, sono opinioni, sensazioni.


Berlusconi ha detto oggi che Santoro fa ancora un uso criminoso della televisione......La vedo male se vince le elezioni il Pdl....


Secondo me bisogna assolutamente evitare il ritorno del nano,quindi la vecchia idea del turarsi il naso è ancora valida!!!ps x WAtty:mi piace molto il tuo logo,mi ricorda il mio gruppo preferito


_____ M.TRAVAGLIO FOSSE IMBEVUTO DI SIINISTRISMO ?_____ + iL MezzoMinistro non è pericoloso per questioni quali Ponte sullo Stretto & TAV: sono questioni OPINABILI, nel senso di Destra (favorevoli) e Sinistra (Contrari), perché così vuole il cliscè. Personalmente potrei anche dire che per il Ponte sono stati sprecati troppi miliardi in Studi & Progetti,perché tutto rimanga com'è. Ma se per prendere un caffè a Villa San Giovanni, devo votare di conseguenza... un motivo di più per maledire Pecoraro Scagno & C.Non è con i "No", che avanza il progresso.Ma neanche in questo caso Di Pietro ha avuto le palle, che il caso richiedeva.Marco Travaglio è figlio del nostro tempo, che si regge su due pilastri micidiali: 1) La Dichiarazione come strumento di lotta politica 2) L' Assistenzialismo di Stato. - Errare umanum est, perseverare fa pensare male, manonèchesiadispostoascrivermiaddosso :)) -
http://www.ricostruire.it


Pirotti: candidati con la Santanche' forse riesci a cambiare qualcosa in italia...


# 62    commento di   Jimlm - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 17:39

@ Michele Mio ho letto il post del tuo blog... hai colto nel segno. Caste e dinastie ci sono ovunque. La differenza è che all'estero i politico ogni tanti si ricordano anche della gente comune. Ogni tanto,ma se ne ricordano.
http://gothic_odyssey.ilcannocchiale.it/


# 63    commento di   Jimlm - utente certificato  lasciato il 31/3/2008 alle 17:46

Anch'io stimo molto Di Pietro, ma come dice giustamente Seren@, votare per lui significherebbe vorate Veltroni. La croce e delizia del Bipolarismo (ammesso che esista ancora) è che chiunque può andare al governo a patto di allearsi con i più grandi. So bene che se nn si vota ai politici interessa poco(anche nel caso di un non voto di massa). Penso ai Danni del governo Berlusconi... MA ANCHE a quelli dell'unione in un solo anno e mezzo. Nn credo che il PD sia poi migliore del PDL. Confido nella metereologia in modo da poter fare magari una gira fuori porta a porta il 13 ed il 14.
http://gothic_odyssey.ilcannocchiale.it/


OT: Grazie Marco e Peter per aver inserito un appuntamento a Milano :) Chiedo un'informazione di servizio a chi passa di qui e magari ne sa più di me: c'è un motivo preciso per cui è precisato il "fino ad esaurimento posti"? Qualcuno ha presente com'è fatta la camera del lavoro di Milano??


Una cosa è certa: quando si è trattato di massacrare la Forleo e De Magistris, non si è levata alcuna voce, né da destra, né da sinistra, per difendere l'indipendenza della magistratura e per mettere la parola fine a prepotenze e insulti. Quando si tratta di giustizia, non ce n'è per nessuno: in effetti, non ho ancora sentito nessuno (a parte Di Pietro, a proposito delle TV) dire una sola parola sulla cancellazione delle leggi-porcata. Mi è giunta voce che il nano ha detto che ridurrà le province: ormai, non credo più a quello che dice, nemmeno se lo giura su Bibbia, Corano e Talmud messi insieme. Marco, tutte le volte che leggo i tuoi articoli, mi si deteriora il fegato...Non per te, ma per lo squallore della politica e di chi la dovrebbe rappresentare! Tu vai benissimo! Complimenti a te e ai tuoi colleghi.


GRAZIE MARCO E GRAZIE PETER PER VENIRE a MILANO il 3 APRILE!!!!! L'Ultima volta è stata una bellissima serata! GRAZIEM


@ Valentina Ciao, penso che abbiano specificato "FINO AD ESAURIMENTO POSTI" poichè l'ultima volta, il 9 Dicembre, alla presentazione di "Mani Sporche" la sala era PIENA..essendo comunque molto capiente. I post i a sedere erano tutti occupati e gran parte della gente ha dovuto assistere in piedi, appunto per la grande affluenza. Io ci sarò...ciao ciao


_________ UN POST CHE MI SONO SCRITTO ADDOSSO _____________+ + [ Il post che segue mi è costato il bando da Grillini romani: da non crederci]. Poi dice che... - A sommesso parere dello scrivente URGE mettere una pezza al lancio delle Liste Civiche, che in assoluto non sono certo il male, anzi, potrebbero contribuire alla Disfatta del PD. Il guaio è che all'uomo della strada arriva un messaggio contraddittorio. Il web non è il Paese. Grillo ha mobilitato le piazze perché è Grillo e non grazie al web, che la visibilità la dà solo a chi ce l'ha già ------------> Qualcuno telefoni a Grillo: 1) Subito si vada al Viminale per sollecitare una CIRCOLARE finalizzata alla liberalizzazione del voto (Vedi 3d "Grillo è...") . Se il voto non fosse CONTROLLATO, iL Suddito potrebbe anche decidere di farli fessi: Rutelli a Roma, Lombardo in Sicilia, dato al 50%. 2) A scanso di malintesi, un attacco frontale a iL MezzoMinistro (Di Pietro). Non si fa tutto questo casino per la fortuna di un INUTILE MezzoMinistro, fondatore dell'Italia dei Valori Immobiliari con i "MIEI" soldi. 3) Astensione attiva, sperando che il messaggio arrivi almeno alla parte più motivata del Paese. Ma sarebbe stato meglio, se le Liste Civiche fossero rimaste sulla carta, da realizzare piùinlà. - 4) La Piattaforma programmatica è ESIGUA: tralascia, tra l'altro, la questione del Finanziamento pubblico dei Partiti & Stipendi, ovvero tralascia la "QUESTIONE VITALE": finché la Politica sarà STIPENDIFICIO, sarà la cacca che attira i Di Pietro. ___________________> Chi scrive non è : 1) un aspirante Candidato: MAI avuta in tasca la tessera di alcun partito 2) Non aspira ad alcuna medaglietta 3) Non è pensionato nè "sfacinnatu": oggi ho rimasto a casa, non ho andato a lavorare. Oggi a Catania c'è una quasi splendita giornata di sole: me ne vado a fare schopping in via Etnea, mentre voi vi fate iL Kulo a cercare voti per i candidati - Carusi, se ci sposiamo, verrò a trovarVi a
http://blog.libero.it/AntiGrillino/


@Matteo: grazie mille! Il sito della Feltrinelli comunque segnala anche un incontro alle 18.00 dello stesso giorno!


@Pirotti Vatti a fare una bella vacanza al mare e restaci per qualche mese, cosi' ti schiarisci le idee e ti riposi un po'... :)


@ Valentina Cavolo, addirittura!! Infatti, circa un mese fa lui e Peter sono anche venuti alla Feltrinelli in Piazza Piemonte e la organizzatrice mi promise che prima di Maggio ci sarebbe stata un'altra occasione per organizzare un nuovo incontro... è stata di parola! Vedrò di sdoppiarmi quel giorno anche perchè in queste occasioni, ho avuto l'onore di conoscere persone che ricorderò per tutta la vita. Persone squisite come Salvatore Borsellino.. . . .


qualcuno ricordi a PIROTTI che tutte le accuse a carico dell'On. Di Pietro sono state archiviate dalle varie procure poichè i fatti non sussistono. In più è corso lui a farsi giudicare dal giudice di competenza..


@Matteo: Già, ci va benone! Anch'io c'ero il 5 febbraio, stavolta la Feltrinelli dovrebbe essere quella in Duomo. La settimana scorsa Marco mi aveva detto che uno di questi giovedì sarebbe stato a Milano per due incontri, a quanto pare è sempre preciso e puntuale anche in questo! :) (no, purtroppo non lo conosco personalmente, ci ho solo scambiato due parole). A questo punto, aspettiamo solo che diano conferma anche su questo sito :)


...TRISTEZZA... con questa esagerata presa di potere sono anche convinti, giustamente, che il popolo beduino ci cascherà. mi sembra un'applicazione per fasi di shockterapia da manuale...


Questa proposta di Veltroni è inaudita, spero che Di Pietro si metta di traverso come solo lui sa fare. Purtroppo destra e sinistra ci fanno capire che nell'opera di difesa del sistema di casta sono un unico corpo e ci forniscono le prove di una terribile complicità trasversale per la quale a perderci in credibilità è solo il PD. Perchè da uno come Berlusconi certi programmi sulla giustizia te li aspetti, sono nella natura e nel DNA del personaggio. Da uno come Veltroni suonano invece più che mai stonati, spiazzano e fanno indignare i proprio elettori. Se il PD pensa di recuperare gli astensionisti con queste aberrazioni, si sbaglia di grosso. Anzi: non è detto che certe uscite deliranti non gli facciano perdere anche il consenso di coloro che già avevano deciso di votarlo. Mi auguro di cuore, che prima delle elezioni Veltroni chiarisca la posizione del PD su giustizia e legalità.




Caro Dott. Travaglio, questa mania di mettere le mani sulla magistratura allo scopo di depotenziarla (almeno per quanto riguarda i LORO reati, salvo poi aumentare le pene massime ai marocchini che vendono borse false, pene xò mai applicate) la trovo una cosa assolutamente odiosa! Il problema però è anche dello scarso interesse che questo campo suscita nell'opinione pubblica. Bisognerebbe avere 10, 100, 1000 Travaglio che girano per l'Italia a raccontare che fa molti più danni un Previti che corrompe un giudice piuttosto che un venditore ambulante abusivo. Che una giustizia che funziona bene genera, indirettamente, molto più lavoro di un Berlusconi che fa qualsiasi impiccio per tenersi Rete4 con la scusa di salvare 1000 famiglie (oltretutto falsa), o di qualsiasi altro monopolio (legge-assistito).




Ciao a tutti! Ieri sera all'incontro a Firenze con Marco Travaglio e Piercamillo Davigo è stato detto che E' POSSIBILE rifiutare il voto nelle modalità che vengono presentate in giro su internet e nelle catene di email che riceviamo. Io ed un altro amico del meetup degli Amici di Beppe Grillo di Firenze, abbiamo fatto questo articolo (http://www.grillonews.com/index.php?option=com_content&task=view&id=178&Itemid=6) per confutare quella tesi, secondo la quale, tramite una procedura, si rientrerebbe nella percentuale votante senza però regalare il voto al premio di maggioranza. Vi invito a leggere, perchè c'è ancora molta confusione sul tema! Marco P. http://www.grillonews.com/index.php?option=com_content&task=view&id=178&Itemid=6
http://www.grillonews.com/index.php?option=com_content&task=view&id=178&Itemid=6


L'argomento affronta la causa primaria dei mali italiani, ossia la corruzione che sta portando l'economia e i cittadini italiani sempre più all'osso. Nessuno prende questo con la dovuta considerazione e responsabilità, anzi tutti i candidati eclissano il discorso, e chi ne parla in ogni caso elude la sostanza. Il corruttore ha bisogno di accomodare pratiche, procedimenti e processi, per farlo ha bisogno del magistrato accomodante, al quale arriva anche attraverso il politico corrotto, facendo venir meno la giustizia in Italia. Dove non c'è giustizia è impossibile che ci sia legalità. La Giustizia è la base di un paese e significa soprattutto libertà. Guardate dove è dovuto arrivare questa persona per evitare di essere sfrattata dalla casa che gli era stata defraudata: mentre la sua causa dura da 15 anni in istruttoria di primo grado, quella dei truffatori è andata avanti fino a sfrattarlo: http://youtube.com/watch?v=8jZH1712l5M
casosannino.com


e ora che l inchiesta su mastella è archiviata nn parli più??il tuo caro amico giudice che ha fatto cadere un governo per diventare il giudice più famoso d'italia e per favorire veltroni e non intervieni??e quando nel 92 i magistrati golpisti e antidemocratici della procura di milano hanno impedito al parlamento(organo fino a prova contraria della sovranità popolare)di legiferare rompendo la legalità democratica?continuate continuate tu i tuoi amici delle procure ,del circoletto di repubblica-micromega,quei medio borghesi frustrati e incattiviti dei girotondi a inquinare la vita politica della nazione,a avvertire in stile mafioso i governi(di destra e di sinistra) per evitare di rompere il potere assurdo che vi siete arrogati..il sangue di moroni cagliari,craxi,lombardini e tra poco contrada lorda le vostre mani e non se ne andrà mai.. LA GIUSTIZIA è SEMPRE POLITICA karl marx


Invece di delirare informarsi articolo di C. Vulpio dal CorSera 10/1/08 Il gip di Milano,Clementina Forleo,non vaneggiava quando sosteneva che la Procura di Brindisi aveva indagato poco e male sulla morte dei suoi genitori,avvenuta il 28 agosto 2005.Il pm di Potenza, Ferdinando Esposito, ha aperto un fascicolo in cui tra gli indagati avrebbe iscritto di sicuro uno dei due pm di Brindisi coinvolti nella vicenda(Alberto Santacatterina e Vincenzo Negri) e il tenente dei carabinieri di Francavilla Fontana(città della Forleo),Pasquale Ferrari.Molto gravi le ipotesi di reato:frode processuale,induzione a commettere reati e calunnia.I genitori di Clementina Foleo muoiono il 28 /8/05 in un incidente stradale.Ma, attenzione alle date:il 5 maggio viene distrutta una loro villa di campagna,il 20 giugno viene incendiato l'intero raccolto di foraggio dell' azienda agricola di famiglia e il 21 luglio la Forleo riceve una lettera che dice:«Andrai dietro la bara dei tuoi genitori».In tutto questo periodo,i genitori della Forleo ricevono decine di telefonate anonime di minacce.È una coincidenza, ma in quelle settimane è noto a tutti che la Forleo si sta occupando della scalata bancaria Unipol-Bnl.Così quando accade l'incidente,la prima cosa a cui pensa la Forleo è un sabotaggio dell'auto.I pm di Brindisi fanno una «relazione» soltanto il 29 agosto.Il giorno dopo la Forleo riceve un'altra lettera di «felicitazioni» per il grave lutto.A questo punto è in discussione l'inerzia investigativa di pm e del tenente che, secondo una ricostruzione dei fatti contenuta in un'audiocassetta «esplosiva»,avrebbero cercato di «rimediare» querelando la Forleo.E si sarebbero accordati per presentare la denuncia quando in Procura fosse stato di turno il pm Negro.La Forleo ha rifiutato la remissione della querela e i pm di Brindisi l'hanno indagata per ingiurie al tenente.Infine, ancora un incidente d'auto.Il pm Esposito nei giorni scorsi è finito fuori strada e, in fin di vita, si è salvato per m


....miracolo. fonte non sospettabile di stalinismo, come vedi,....Il Corriere.


@ valerio Mi pare che il primo ad essere frustrato sembri proprio tu. Prenditi una vacanza... Medita un po' t farà bene. E' anche inutile risponderti argomentando un discorso perchè hai proprio delirato. Rilassati..........Buona vita


@ valerio NOn guardare il DITO, guarda la LUNA.....un consiglio da 20enne..se posso


# 86    commento di   vorkosigan61 - utente certificato  lasciato il 5/4/2008 alle 10:33

Ma quando lo facciamo un articolo su quelli che ti chiedono il voto via email e sul loro peregrinare da uno schieramento all'altro? ;-)
http://www.giampietrostocco.it


x matteo: è vero ho un po esagerato...volevo essere un pò forte..il fatto è che voi avete ragione a denunciare che corruzione e altri reati sono endemici nella politica e nella società italiana,la differenza è che al tempo di mani pulite si portavano i soldi in svizzera mentre ora si danno le consulenze esterne o si danno i fondi europei alle aziende amiche...quello che secondo me vi manca sono una visione storica del fenomeno e delle cause che hanno portato a tangentopoli e anche alle vicende di oggi..inoltre secondo me è sbagliatissima questa visione dei magistrati come cavalieri romantici che si battono contro il malcostume e la corruzione..la magistratura è un corpo dello stato con un potere fortissimo e anche essa almeno nelle sue grandi linee(non le singole sentenze) si muove x motivi politici.questo non significa che le toghe rosse(che comunque esistono perche magistratura democratica è stata una emanazione del pci) vogliono imporre la dittatura giacobina come dice berlusconi ma significa che in determinati momenti storici frange della magistratura sono intervenute pesantementene nelle vicende politiche italiane per accumulare potere corporativo.quello che vi voglio dire è di aprire gli occhi e portare la vostra visione a 360 gradi:tutti (politici, imprenditori,corpi dello stato,magistratura,vescovi)si muovono per allargare il propio potere o quello della propia fazione, bisogna solo decidere in che banda entrare e recitare ognuno il suo copione..





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti