Commenti

commenti su voglioscendere

post: Differenze

Alla fine il silenzio l'ha rotto. Con qualche timidezza in Sicilia, e con più vigore in Calabria, Walter Veltroni  ha pronunciato le parole che doveva pronunciare. Ha rifiutato esplicitamente i voti di Cosa nostra, 'ndrangheta e camorra , ha garantito che se andrà al governo lavorerà per «distruggerle»; e ha pure presentato un decalogo anti-cosche in cui il Partito Democratico s'impegna «a spezzare definitivamente il legame mafia politica ». Certo, storcere il naso si può e si deve. Le frasi di Veltroni, stridono con quanto era accaduto solo un mese fa quando nelle liste era stato inserito anche qualche personaggio discusso e discutibile (per usare un eufemismo) e il Pd aveva persino tentato di non ricandidare Beppe Lumia . Bisogna però rilevare che ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti




___________ UN' EMAIL CHE MI SONO SCRITTO ADDOSSO___________+ [ iL destinatario è Marco Travagliio.Così ci avviamo verso il bando] - In Sicilia abbiamo lo Statuto speciale, ma anche senza di questo la legge prevede già che non si possa entrare in una cabina elettorale con apparecchiature elettroniche: cellulari, con i quali si fotografa il voto appena espresso e si attesta la fedeltà al “Padrone dell’Azienda Italia”. La legge prevede già che, se vuoi votare Mario Rossi, non puoi scrivere “Rossi”, poi in quel seggio si contano i “Rossi” (solo cognome) e si sa quanti hanno “ubbidito”. Nel seggio ci sono loro, i rappresentanti di lista, ovvero i signori dei partiti, e si arriva ad una transazione: le schede con il solo cognome, passano tutte o non passa nessuno. Passano tutte perché fatti i conti ci guadagnano tutti. Ma la legge è chiara: solo Nome e Cognome. Poi ci sono le schede bianche: che volete, sono già le ore 24-00 e ancora devi portare il “sacco” in Tribunale. I colleghi hanno già chiuso il seggio e tu sei ancora alle prese con i voti di lista, che non corrispondono con le schede votate per quella lista: “Signori, che famo”? Mettiamo un segnetto sulle schede bianche. Nessuno è perfetto e quelli sono momenti d’incasinamento.E allora, per i cellulari, lanciamo una proposta: prima di prendere posto in un aereo, si viene perquisiti, non si vede perché lo stesso non debba accadere anche per quei pochi minuti in cui si decide il destino di una Regione. Le Forze dell’Ordine sono già nel seggio. Basta una Circolare, una semplice Circolare. Chi ci sta?-----> Nessuno ci sta, vuoi per l'Ego, vuoi per altro.
http://blog.libero.it/AntiGrillino/


quale atteggiamento ha tenuto il Pd in occasione della scandalosa avocazione dell'indagine a De Magistris, l'unico che abbia cercato di mettere ordine, nell'indifferenza complice generale, nell'abisso di illegalità che stringe la Calabria? E non erano forse D'Alema e Fassino ad essere indagati dalla Dott.ssa Forleo, prima che questa fosse indagata dal CSM e allontanata dal proprio posto di lavoro? Non ho sentito una sola parola in difesa di questi due valorosi magistrati, che sono stati isolati e fatti passare per folli con il beneplacito soprattutto di quel Pd i cui esponenti governano ormai da decenni (altro che idea nuova! si è vista la loro novità in Campania..). Sono sempre gli stessi che hanno portato alla rovina l'Italia, che hanno in comune con quella minaccia per la democrazia che è Berlusconi il modo fascista di gestire i rapporti con la giustizia. Questa non è novità.




p.s.: "un passo in avanti è stato fatto ...Anche se in ritardo Veltroni ha cominciato a parlare di criminalità organizzata"? E non trovate che sia un po' troppo tardi? E non trovate scandaloso e sospetto un simile ritardo? I falsi profeti si riconoscono dalle azioni. Domando, e dire che storco il naso è dire poco: da quanti anni Veltroni e molti membri del suo partito occupano alte cariche istituzionali? quali sono i risultati? Li avete mai sentiti parlare della tragedia delle regioni meridionali consegnate al caos e alla malavita? cos'hanno fatto, concretamente, per prendere provvedimenti efficaci? quale, la differenza rispetto al disastroso operato del precedente governo di centro destra? NESSUNA.


nessuna differenza. nessuna differenza. e mi dispisce che un giornalista coraggioso e onesto intellettualmente come Gomez non lo comprenda. cordiali saluti


Dire in calabria certe cose avendo accanto Loiero, dirle presentando a Catanzaro il candidato alla presidenza della provincia, già ex presidente socialista, boss tangentaro della sanità, fa ridere almeno quanto qualsiasi simile affermazione dell'ex calvo (ma sempre nano) dall'altra parte.


http://www.telereggiocalabria.it/dettaglio_news.php?id=7847 Vedete un po' come reagiscono in Calabria alla espunzione dei DS e dei seguaci di Loiero dalle liste! Dovrebbero mandarli a casa tutti, tanto e' imbarazzante la massiccia presenza di indagati, condannati ed arrestati nel consiglio regionale di Calabria eletto con il decisivo apporto della 'ndrangheta, giudizialmente accertato (vedi processo Fortugno). Fossi stato io Veltroni, mi sarei vergognato di fermarmi in Calabria (e vedi anche Report di ieri sera....) E' che le ammonizioni di Travaglio e Gomez e le parole di Saviano su l'Espresso, pacatamente, hanno scoperto il vuoto micidiale nella campagna elettorale del PD : una invocazione disperata a dire qualcosa di antimafia.....




Sinceramente mi sembra solo una di quelle tante uscite per guadagnarsi una fetta di elettorato indeciso. L'Italia ormai ha bisogno di una morale e di fatti, cosa che in questi mesi il partito democratico, come del resto altri partiti, ha dimostrato a più riprese di non avere. Lasciamo perdere le tante parole che si accatastano nel dimenticatoio al momento opportuno e iniziamo/continuiamo a valutare quei fatti che l'informazione italiana sta cercando di cancellare.


mi ricordo quando fu arrestato provenzano nel suo covo furono trovati volantini e manifestini di forza italia... FORZA MAFIA altro che forza italia! che paese strano!


Il legame tra Forza Italia e la mafia sembra più che appurato: come al solito, il nano conta sulla scarsa memoria e sulla Premiata Tintoria StampaTV per cavalcare l'onda della "lotta alla mafia". Peccato che non siamo tutti degli smemorati, e ci ricordiamo che, dopo la DC e il PSI, Cosa Nostra votò compatta per Berlusconi (61 collegi su 61 a Forza Italia in Sicilia, non se li ricorda nessuno?). Poi, detto da uno che aveva nel governo Taormina, che voleva abolire la commissione antimafia, e Emmenthal Lunardi, che disse che con la mafia "bisogna convivere" (sì, bravo, vallo a ripetere alle vittime della mafia, o a Saviano e ad Abbate, che vivono sotto scorta!), cosa parla di lotta alla mafia? Bellissimo post, Peter: non so quanti politici siano davvero interessati a sconfiggere la mafia. Per questo, persone come Lumia, Masciari, Abbate e Saviano (ma anche tu stesso) non piacciano più che tanto.


"Walter Veltroni ha pronunciato le parole che doveva pronunciare. Ha rifiutato esplicitamente i voti di Cosa nostra, 'ndrangheta e camorra"...allora credo che non vincerà mai. Il vero bacino di voti, i partiti politici, li hanno nella criminalità organizzata!!!...VERGOGNA!!!


Queste parole Veltroni le ha pronunciate anche a Messina,ma io voterò lo stesso Di Pietro e Sonia Alfano


Non è vero che veltroni parla per sua iniziativa, coma ha già commentato qualche altro visitatore del blog, entrambi hanno parlato di mafia solo dopo essere stati spronati a farlo. Tu sei stato uno di quelli che ha fatto si che si parlasse di ciò, per cui non capisco il perchè di questo elogio senza merito per veltroni che altro non è che l'altra faccia della moneta in cui è impresso anche berlusconi. Forse hai ricevuto qualche pressione dall'alto dei poteri forti? Tu Travaglio etc. rappresentate l'ultima speranza di questo paese alla deriva, per cui se vi conformate anche voi al regime per noi è finita. Spero di non leggere più questi elogi regalati a personaggi che non hanno nè arte nè parte. Siete l'ultimo barlume di democrazia in Italia. Continuate d esserlo e non fatevi schiacciare! Buon lavoro.
http://maxcoraggio.blogspot.com




Sarò pure opportunista, ma come sardo devo riconoscere che i 20 mesi di governo Prodi hanno portato alla mia isola solo benefici, la camorra è sbarcata con Comincioli qua, che nell'olbiese ha infittito compravendite di terreni e tratti di costa da cementificare per fortuna bloccati dalla "salvacoste" di Soru, personagio avversato e odiato dai media, quindi dalla casta che qua mischia destra e sinistra senza distinzione all'interno di enti e consorzi inutili. Non si possono negare le anomalie di una sinistra che acquista antonveneta e si fa trovare con le mani nella marmellata, ma penso sia molto più facile che noi, popolo, possiamo essere ascoltati da un Veltroni piuttosto che da un Cavoliere votato da asserviti e faccendieri ai quali solo renderà conto, insomma, credo che votando a sinistra le cose sia molto più semplice raddrizzarle, con la destra potremo, come nei 5 anni 2001/2006, solo subirle. Che fine ha fatto il "contratto con gli italiani"? Le riforme? L'IRAP? Il potere di acquisto? Berlu(fre)sconi è in politica dal 1980, tramite Craxi, non facciamo finta che "in campo", prima di scenderci, non ci facesse già i suoi "bisognini".....


forza italia è stata creata per sostituire la DC, fondata da dell'utri e un certo cartotto, mediaset è stata finanziata, dai proventi del traffico di stupefacenti, non sono parole mie ma di bossi e la padania 1994, quando chiamava apertamente berluskaz "il mafioso di arcore"




A Palermo oltre 10000 persone allo spettacolo-comizio di Beppe Grillo, 300 dipendenti merdaset a quello di naso storto fini, detto anche la valletta fini. Ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!!!! Seppellito insieme alla sua retorica banale e stucchevole!


# 25    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 1/4/2008 alle 11:6

Tutto si può dire di questi signori, ma certo non si può dire siano stupidi. Sono consapevoli della seppur parziale presa di coscienza del paese dei rapporti fra istituzioni e mafia, e sanno che il dichiarare la propria ostilità a 'ndrangheta, camorra, cosa nostra ecc... significa, virtualmente, raccimolare voti. Il problema è sempre lo stesso, è l'"effetto casini". Per 15 anni ha detto certe cose, adesso dice l'esatto opposto. Quindi, o ci hai preso per il culo per 15 anni o ci prendi per il culo adesso. In ogni caso, non sei credibile. Per come la vedo io, la politico-dinamica veltroniana non si discosta troppo da questo principio, dove azione e commento si contraddicono continuamente.
http://loudersixpounder.blogspot.com/


Mah... sulla completa buona fede di Veltroni non mi sento certo di mettere la mano sul fuoco... però io vivo al sud e di una cosa sono sicura: ai boss quelle frasi avranno come minimo dato un fastidio terribile! Loro sopravvivono grazie al consenso e un'uscita del genere, Loiero o no, non può che aver spinto parecchi mafiosi a votare per chiunque fuorchè per lui.


# 27    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 1/4/2008 alle 11:52

@kezia Il fastidio che possono aver provato questi signori (che potrebbero per altro sapere benissimo che certe frasi lui le DEVE dire, fa parte del giochino...) non aiuta minimamente. Le frasi fatte le ha dette anche berluskaz, ma questo non gli fa mancare l'appoggio di ogni genere di cosca. Qualcosa ci sfugge?
http://loudersixpounder.blogspot.com/




Scusate se interrompo la discussione sui burattini di casa nostra ma volevo raccomandare al pubblico la lettura di questo articolo http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=4467&mode=thread&order=0&thold=0 ed anche, per chi non lo conosce già, l'interessante sito da cui è estratto.


@ Sixpounder Se non ricordo male, Berlusconi, a meno che non costretto, non s'è mai permesso neppure le frasi fatte: il clou fu quando affermò che la mafia era ormai stata sconfitta ma che, anche se non lo fosse stata, era comunque un problema che non riguardava il nord Italia (falso peraltro). E lo ribadisco: queste frasi non saranno state per nulla gradite perchè la criminalità organizzata esige che di lei non si parli. In Calabria è particolarmente forte e infatti ne sentiamo parlare pochissimo dai mezzi di comunicazione di massa.




Neppure io sono una sostenitrice entusiasta di Veltroni ma da qualche parte si deve iniziare e, considerando l'alleanza con Di Pietro, sono convinta che qualcosa, magari poco, ma qualcosa proverebbero a farla.










_____ PAR CONDICIO E LE PALLE DI M.TRAVAGLIO ____+ + In altri momenti avrei fatto un post mediato, di quelli che ci girano attorno, ma il 14 Aprile, fra tredici giorni, decideremo il destino della Nazione? Via, non facciamo ridere le galline incinte: il destino del Paese è già segnato nel suo DNA e nei Portaborse.Non mi sorprenderei affatto se tutti quei visi trasognati che, rapiti, ascoltano il Vate del Minkio, faranno la fila nei seggi elettorali per legittimare ancora le due Cosche: una cosa è il divertimento di una sera, ben altra la Pagnotta.Non ha niente a che vedere l'attuale condizione con la Francia pre-rivoluzionaria. Se proprio vogliamo trovare precedenti, dobbiamo andare ancora più indietro: nella Firenze di Dante. Il 14 sarà scontro fra le Fazioni: si deciderà chi dovrà avere la parte del leone nella spartizione dell' Erario. Sullo sfondo, l'esigua minoranza di sempre, che non ha tempo nè voglia di venire sul web. Caro Marco, che facciamo, sulla HomePage violenti FATTI e posizioni precedentemente assunte, per mettere ancora sull'altare l' INUTILE, e mi lascia questo spazio? No, non si replica ai Portaborse: non c'è gusto. La Par Condicio e le Palle, soprattutto le Palle, imporrebbero di schizzare sulla HomePage anche le Ragioni (fattuali) del Dissenso. I Portaborsi poi decideranno per chi votare. Ma non diventerò troppo famoso? Sul web, non ho rivali. -
http://blog.libero.it/AntiGrillino/


ARRIVANO I BUONI, ARRIVANO, ARRIVANO, FINALMENTE HANNO CAPITO CHE QUALCOSA QUI NON VA... ARRIVANO I BUONI E DICONO BASTA A TUTTE LE INGIUSTIZIE CHE FIN'ORA HANNO AFFLITTO L'UMANITÀ... ARRIVANO I BUONI, ARRIVANO ARRIVANO FINALMENTE UNA NUOVA ERA COMINCERÀ... QUANTI SBAGLI, QUANTI ERRORI, QUANTE GUERRE E DISTRUZIONI, MA FINALMENTE UNA NUOVA ERA COMINCERÀ... SENZA SERVI NÉ PADRONI SENZA GUARDIE, NÉ ASSASSINI, D'ORA IN POI TUTTI UGUALI, UNA NUOVA ERA PER L'UMANITÀ... ARRIVANO I BUONI, ED HANNO LE IDEE CHIARE ED HANNO GIÀ FATTO UN ELENCO DI TUTTI I CATTIVI DA ELIMINAR... MA CHI L'AVREBBE MAI DETTO CHE ERANO COSÌ TANTI I CATTIVI DA ELIMINAR... COSÌ ADESSO I BUONI HANNO FATTO UNA GUERRA CONTRO I CATTIVI, PERÒ HANNO ASSICURATO CHE È L'ULTIMA GUERRA CHE SI FARÀ... EDOARDO BENNATO da “I BUONI E I CATTIVI (1974)


Cari Travaglio,Corrias e Gomez, non riuscirete a convincermi... questa volta passo la mano...non andrò a votare. E' perfettamente inutile, i giochi sono già fatti, il Parlamento pure. La volta scorsa in Campania come capolista del centrosinistra trovai De Mita... mi rifiutai di votarlo...ora mi ritrovo Follini, Sircana, la moglie di Bassolino...basta! Che facciano da soli, io non sarò loro complice! Veltroni? Se questo è il cambiamento, stiamo freschi!




Ho sentito discussioni molto accese per i tanti indagati/condannati ancora presenti nelle liste elettorali. Personalmente sono invece furioso per il fatto che i candidati siano imposti agli elettori dalle segreterie di partito. Non solo non c'è scelta, ma la questione è molto più profonda di quanto non possa sembrare a primo acchito. Provo a spiegarmi. Con questa legge elettorale, che tra l'altro un referendum dovrà presto abrogare, è possibile ai centri di potere far eleggere sicuramente i propri affiliati. Questo è il grande problema. Ad esempio, industriali possono far insediare in Parlamento addirittura i loro figli, che da lì probabilmente sapranno meglio curare gli affari di famiglia. Politici di professione possono far sicuramente eleggere le proprie mogli, fidanzate e nipoti. Altri imprenditori invece preferiscono i commercialisti, gli avvocati o i medici di famiglia. In questo modo il potere economico e/o finanziario si annette anche quello politico, senza nemmeno doversi impegnare nella campagna elettorale. Ecco perchè questa legge è una vera "porcata". Andiamo con nomi e cognomi di chi potete trovare in lista..... (segue su...)
www.fuochidipaglia.it


Sinceramente non vedo elogi sperticati a Veltroni e mi indigna che qualcuno metta anche solo in dubbio la correttezza di Peter Gomez, giornalista con la G maiuscola, se ce n'è uno. Anch'io sono convinto che tante cose nel PD si sarebbero potute fare meglio, e per questo non sono certo di votarlo, ma dire che è uguale al PDL è una cosa che offende l'intelligenza di noi lettori e di chi lo scrive. LE DIFFERENZA CI SONO ECCOME! Se questa differenza non è sufficiente a convincervi per il voto è un altro discorso, e io rispetto la vostra scelta, ma voi rispettate la verità.


# 43    commento di   CARMINE "MARCOFACCISOGNARE" - utente certificato  lasciato il 1/4/2008 alle 16:31

MA DAI....VISTO IERI FRANCESCHINI COME SUDAVA...???AVEVA DIFFCOLTA' A RISPONDERE ALLE DOMANDE....SVINCOLAVA...COMUNQUE SANTORO E' DAVVERO GRANDE....PERMETTE ALLA TV DI SVOLGERE IL PROPRIO COMPITO...E TRAVAGLIO-SANTORO-VAURO E' UN TRIO IMMENSO.....MENO MALE CHE CI SONO LORO....




Forse al sig. Gomez queste cose sfuggono ma: è stato il governo Berlusconi a rendere permanente il regime carcerario del 41-bis (ndr la sinistra arcobaleno lo vuole abolire); la legge Cirielli (contestatissima dai sinistri, che ovviamente non l'hanno neanche letta), per chi non lo sa, ha aumentato la pena prevista per il reato di associazione mafiosa (la cornice di pena è passata dai 3 ai 6 anni a dai 5 ai 10 anni). Il resto sono solo chiacchiere.


Per dimostrare la faziosità di Travaglio, leggete la sua rubrica carta canta su Repubblica: "Io sono in grado di stracciare qualunque avversario, perché nella vita ho fatto tutto ciò che gli altri non hanno fatto" (Silvio Berlusconi ai cronisti che gli domandano se tema un faccia a faccia televisivo con Walter Veltroni, 25 marzo 2008). "Matrix si prepara al faccia a faccia in tv" (Il Giornale, 29 marzo 2008) "Come ho anticipato ieri sera ai telespettatori di Matrix, Silvio Berlusconi e Walter Veltroni saranno venerdì 11 aprile ospiti del programma, nell'ultimo giorno di campagna elettorale. Secondo quanto ho concordato con i rispettivi staff nel pomeriggio di giovedì scorso, i due saranno da me intervistati separatamente. (...) Com'è ovvio sarei giornalisticamente pronto a un confronto diretto, ma non è nè quello che ho richiesto ai candidati nè quello che ho annunciato ieri nella mia trasmissione, a differenza di ciò che leggo stamattina su alcuni quotidiani" (Enrico Mentana, Ansa, 29 marzo 2008) "Il confronto tv con Veltroni non lo faccio perché è vietato dalla legge sulla par condicio" (Silvio Berlusconi, 29 marzo 2008) "Quando sarà il confronto tv con Prodi? Non lo so. Per me anche subito, ma lui ha continui attacchi di panico e poi strascica le parole... Prodi, ci sei?... Non è connesso..." (Silvio Berlusconi a "Tutte le mattine" con Maurizio Costanzo, Canale5, 26 gennaio 2006. Già all'epoca era in vigore la legge sulla par condicio, la stessa vigente oggi). Piccola precisazione che sfugge al Sig. Travaglio: nel 2006 i candidati premier erano solo 2, oggi sono ben 15.


Considerare Veltroni e Berlusconi uguali mi sembra un'esagerazione insensata. Sono tremendamente delusa da questa classe politica, ma Berlusconi dovrebbe essere in carcere, Veltroni no, e le liste del pd, per quanto imbarazzanti, non raggiungerebbero neanche impegnandosi quelle del pdl, che più che liste politiche sembrano liste da consegnarsi in tribunale. Non so ancora per chi voterò, ma in alcuni momenti pensare al pd mi è inevitabile: non votarlo significherebbe avere un governo che darà il colpo di grazia al paese, e anche peggiore del precedente governo berlusconi, perchè la lega ora avrà più potere. E così votare a sinistra(quella rimasta) o non votare finisce per sembrarmi un gesto che nella sua giustezza porta a dei risultati di disastrosa ingiustizia. Non ci si dovrebbe sottrarre al dovere di non far naufragare il paese, non votare mi sembra comprensibile,ma, in alcuni momenti, egoista. (a milano il 3 aprile!bene)


Considerare Veltroni e Berlusconi uguali mi sembra un'esagerazione insensata. Sono tremendamente delusa da questa classe politica, ma Berlusconi dovrebbe essere in carcere, Veltroni no, e le liste del pd, per quanto imbarazzanti, non raggiungerebbero neanche impegnandosi quelle del pdl, che più che liste politiche sembrano liste da consegnarsi in tribunale. Non so ancora per chi voterò, ma in alcuni momenti pensare al pd mi è inevitabile: non votarlo significherebbe avere un governo che darà il colpo di grazia al paese, e anche peggiore del precedente governo berlusconi, perchè la lega ora avrà più potere. E così votare a sinistra(quella rimasta) o non votare finisce per sembrarmi un gesto che nella sua giustezza porta a dei risultati di disastrosa ingiustizia. Non ci si dovrebbe sottrarre al dovere di non far naufragare il paese, non votare mi sembra comprensibile,ma, in alcuni momenti, egoista. (a milano il 3 aprile!bene)


Veltroni parlerà pure di mafia, ma è lo stesso che ha detto che l'obbligatorietà dell'azione penale (sancita dalla Costituzione) deve essere «allegerita». Si sa, c'è chi commette reati penali più penali di altri e altri che commettono reati penali meno penali di altri. Intanto, Mastellone Ceppalone è uscito dall'inchiesta Why Not del fu De Magistris perché, dicono i giudici che hanno cacciato De Magistris a calci nel deretano, «Mastella non doveva neanche entrarci nel registro degli indagati». Capito? Lui non DOVEVA entrarci, perché la sua è un'azione penale un po' meno penale di altre... Bravi tutti, applausi, giù il sipario..


Due parole a chi crede che non votando non sarà responsabile: non votando si agevolerà quel similpareggio che non permetterà di governare con questo schifo di porcellum, e che sembrerebbe la tendenza di ambedue gli schieramenti, diamo invece responsabilità piena al meno peggio, i tempi sono maturi affinche, se combineranno un casino, un casino succederà.. "Gesù piccino picciò, Gesù bambino fà che venga la guerra prima che si può e fà che sia pulita come una ferita piccina picciò e fà che sia breve come un fiocco di neve e fà che si porti via la mala morte e la malattia e fà che duri poco e che sia come un gioco tu che conosci la stazione e tutti quelli che ci vanno a dormire fagli avere un giorno l'occasione di potere anche loro partire partire senza biglietto, senza biglietto volare via per essere davvero liberi non occorre la ferrovia e fà che piova un po di meno sopra a quelli che non hanno ombrello e fà che dopo questa guerra i tempo sia più bello Gesù piccino picciò, Gesù bambino comprato a rate chissà se questa guerra potrà finire prima dell'estate perchè sarebbe bello, spogliarsi tutti e andare al mare e avere davanti agli occhi e dentro al cuore tanti giorni ancora da passare e ad ogni compleanno guardare il cielo ed essere d'accorso e non avere più paura la paura soltanto un ricordo Gesù piccino picciò Gesù bambino alla deriva se questa guerra deve proprio farsi, fà che non sia cattiva tu che le hai viste tutte e sai che tutto non è ancora niente se questa guerra deve proprio farsi fà che non la faccia la gente e poi perdona tutti quanti, tutti quanti tranne qualcuno e quando poi sarà finita fà che non la ricordi nessuno e quando poi sarà finita fà che non la ricordi nessuno!" (F.De Gregori da Viva L'Italia 1979)


Due parole a chi crede che non votando non sarà responsabile: non votando si agevolerà quel similpareggio che non permetterà di governare con questo schifo di porcellum, e che sembrerebbe la tendenza di ambedue gli schieramenti, diamo invece responsabilità piena al meno peggio, i tempi sono maturi affinche, se combineranno un casino, un casino succederà.. "Gesù piccino picciò, Gesù bambino fà che venga la guerra prima che si può e fà che sia pulita come una ferita piccina picciò e fà che sia breve come un fiocco di neve e fà che si porti via la mala morte e la malattia e fà che duri poco e che sia come un gioco tu che conosci la stazione e tutti quelli che ci vanno a dormire fagli avere un giorno l'occasione di potere anche loro partire partire senza biglietto, senza biglietto volare via per essere davvero liberi non occorre la ferrovia e fà che piova un po di meno sopra a quelli che non hanno ombrello e fà che dopo questa guerra i tempo sia più bello Gesù piccino picciò, Gesù bambino comprato a rate chissà se questa guerra potrà finire prima dell'estate perchè sarebbe bello, spogliarsi tutti e andare al mare e avere davanti agli occhi e dentro al cuore tanti giorni ancora da passare e ad ogni compleanno guardare il cielo ed essere d'accorso e non avere più paura la paura soltanto un ricordo Gesù piccino picciò Gesù bambino alla deriva se questa guerra deve proprio farsi, fà che non sia cattiva tu che le hai viste tutte e sai che tutto non è ancora niente se questa guerra deve proprio farsi fà che non la faccia la gente e poi perdona tutti quanti, tutti quanti tranne qualcuno e quando poi sarà finita fà che non la ricordi nessuno e quando poi sarà finita fà che non la ricordi nessuno!" (F.De Gregori da Viva L'Italia 1979)


http://www.behablog.it/dett.php?id=489 Beha si interroga su come sarebbe Speciale da Ministro ( visto che Berlusconi ce lo propone come probabile candidato a tale incarico). Finora gli abbiamo pagato spigole e vacanze : e poi?


Io per la prima volta in vita mia... NON VOTERO' ! Non posso avallare con il mio voto liste di persone che considero veri e propri "delinquenti" o, nel migliore dei casi, di personaggi che nulla hanno a che fare con la politica... intrallazzati da far schifo e portatori di interessi privati. Il mio voto dovrebbe andare ai Verdi, ma anche loro hanno costruito un organigramma che non mi piace. Se non potrò dare il mio voto a persone competenti e sensibili che stimo pienamente non voterò mai più. Veltroni ...sarà pur meglio di Berlusconi... mi piaceva persino... ma i gruppi di potere che lo sostengono non mi lasciano sperare in nulla di buono. Non c'è nulla di nuovo sotto il suo nome...se non il personaggio.


Mi sono stancato di votare "turandomi il naso", mi sono stancato di votare il meno peggio. Che vadano al diavolo tutti !


Se sei lombardo, ti segnalo il link degli eletti al senato in Lombardia, prima ancora delle elezioni!!! http://ilbuoncaffe.blogspot.com/2008/04/gli-eletti-al-senato-in-lombardia.html




Sono pugliese... ma il malumore è diffuso. A sinistra ci sarà una astensione grandissima!


La sinistra, in campagna elettorale, ha presentato un programma dove le parole "mafia" e crimine organizzato" sono citate 22 volte. La destra -nel suo programma- le cita 9 volte. Peccato che si tratti dei programmi di Zapatero e Rajoy. Candidati premier sì, ma un mese fa in Spagna. In Italia, invece, le parole "mafia" e "crimine organizzato" non hanno spazio nei programmi presentati ufficiali dalle liste. Giusto la sinistra ha citato la parola mafia: in apertura, parlando delle forze vive del Belpaese, accenna, con queste precise parole, alle “migliaia di giovani calabresi” che “hanno sfidato la mafia: ora uccideteci tutti”. Con una frase - c’è da sperare - che voleva essere più un complimento (e uno scongiuro) che un (mal)augurio. E questi, al di là delle parole, sono i fatti veri. Quando ci si organizza per scappare in massa dall'Italia? Dove si va? Saluti Sandro
http://bamboccioni-alla-riscossa.org


Chi non vota, si arrende. Lascia che gli altri decidano per lui. Fa un torto alla propria intelligenza, a chi ha lottato e si è sacrificato per un diritto sacrosanto in un paese democratico e libero. Capirei se ci fosse lo sbarramento del quorum, ma così non è! Non ce l'ha ordinato il medico di votare turandoci naso (ed altri orefizi) né per il veltrusca, né per il secessionista, o il fascista, o il clerical-mafioso, etc. né chi riteniamo non ci rappresenti degnamente. Prima di arrendersi però, vi pregherei di leggere il messaggio che due persone degnissime e coraggiose hanno da dirvi: il dottor Stefano Montanari ed il senatore Fernando Rossi della (oscurata) Lista Civica Nazionale PER IL BENE COMUNE. http://www.perilbenecomune.net E' ancora possibile dare un SEGNALE alla cleptocraiza, alla casta, agli attacca-poltrone, ai vari furbetti del polverino; perlomeno tentiamo di "non farli vincere facile" come nella pubblicità del gratta-e-vinci. Perchè a forza di grattare e grattare, qui si scava sul fondo, si producono nanopolveri e non si vince una m*zza!! Coraggio!


Non votare è come votare la destra, che porta anche i morti alle urne, vedete voi...!


Non votare è come votare la destra, che porta anche i morti alle urne, vedete voi...!


Alla fine Veltroni ha deciso di combattere la mafia, si perchè ce lo ha costretto Peter: ma va la! la mosca cocchiera! Mi avete convinto: mene vado, ma voi continuate pure a piangere, a non votare, a dire che sono tutti uguli e che i bravi siete solo voi.


Sono io che volgio scendere. leggo il manifesto dell'incontro di bologna del 4 aprile: giuseppe maniaci accanto a gomez, beha... un pluripregiudicato condannato per truffa, emissione di assegni a vuoto, bigamia, esercizio abusivo della professione medica etc, che ha l'unico merito di urlare insulti da una tv di paese contro una famiglia mafiosa da anni sconfitta e in galera al completo, tanto che l'ultimo rimasto, un ragazzino di 17 anni, l'unica cosa che è capace di fare è dare un pugno in faccia a questa mezza tacca, che adesso improvvisamente viene contrabbandato come icona antimafia: ma lo sapete che nella sua tv semi-abusiva dà spazi ogni giorno a mafiosi e mafiosetti che come e più di lui si sentono miracolati da questa improvvisa notorietà? Dovreste sapere chi vi mettete accanto, anche voi così alimentate questo circuito di informazione impazzita e drogata. Fate lo sforzo di seguire un qualunque tg di tele jato sul sito www.telejato.it e capirete da soli con chi avete a che fare. Non posso credere che gente come Gomez o Beha, abituati a fare le pulci al potere, non si preoccupino di sapere con chi partecipano alle manifestazioni antimafia.


@rob Mi spiace, ma e' grazie alle pressioni della gente (tra cui Gomez) che Veltroni si e' dichiarato contro la mafia, altrimenti non lo avrebbe fatto, anche perche'nel PD c'e' una persona in lista come Vladimiro Crisafulli che si baciava con il boss mafioso di Barrafranca filmato durante un'indagine della polizia. Senza contare Salvo Ando' (e torno') che e' stato processato e considerato colpevole, anche se prescritto, per voto di scambio con il clan Santa Paola nell'89. Non puoi chiudere gli occhi davanti a certe cose. La realta' e' questa: la gente nel PD lascia molto a desiderare. Non sono tutti uguali hai ragione, ma il PD si avvicina molto alla controparte su molte cose. E' vero che il PD e' meglio, perche' Berlusconi e' ineguagliabile per quanto riguarda l'essere il peggio. Pero' i due grandi partiti tendono ad essere complementari tra di loro, cerchiamo di rompere questo duopolio, per es. votando Dipietro! Possiamo dire pero' che Veltroni almeno le pressioni degli elettori o delle persone le considera, mentre Berlusconi ha dovuto aspettare che un giornalista gli chiedesse della mafia, forse perche' nel PDL la questione morale tra i militanti e tra i politici non si pone nemmeno.


@enzo Se e' vero quello che riferisci, puo' succedere ogni tanto che si sbagli: Peter e Oliviero, non sono infallibili, per quanto straordinari essi siano.


Ma quando Berlusconi morirà dovranno separare l'umido dalla plastica?


Caro Angelo... le frasi del tipo : "Chi non vota, si arrende. Lascia che gli altri decidano per lui. Fa un torto alla propria intelligenza, a chi ha lottato e si è sacrificato per un diritto sacrosanto in un paese democratico e libero." me le dicevano quando avevo 18 anni ed ero (già allora) scontento delle classi politiche. Ora ne ho 48... e, pur essendo andato a votare sempre, ho visto i politici (di destra, centro e sinistra) fare sempre PIU' SCHIFO ! Credimi: prima o poi ci si rompe di esser presi per il culo... toccherà anche a te. Le differenze che noto tra le liste di Veltroni e quelle di Berlusconi sono minime. Avallare con il mio voto una sinistra che comunque si è fatta le liste per i cazzi suoi NON MI VA. Di votare Di Pietro non mi passa nemmeno per la mente: non mi fido ed è molto lontano dal mio pensiero. Voterò soltanto quando (come tutti i simpatizzanti di un partito) verrò messo in condizione di scegliere un candidato... dopo aver assistito a dei confronti. Non accetto più che si facciano i cazzi loro nel chiuso di una stanza.


# 68    commento di   StefanoC - utente certificato  lasciato il 2/4/2008 alle 11:40

A chi interessa, gli Italiani all'estero stanno gia' votando. Io ho spedito alla mio consolato le due schede. Qualcuno vuole azzardarsi a fare pronostici?....


per favore, qualcuno può segnalarmi una lista aggiornata dei condannati in via definitiva (e non) che i partiti hanno candidato per le imminenti elezioni? grazie infinite marina muccirina@libero.it




Si avvicinano le elezioni e si ripresenta il solito problema di cui nessuna forza politica vuole parlare. Citano posssibili brogli, si accusano di qualsiasi cosa, ma del voto di scambio, nessuno ne parla. Forse perché in molti, troppi, sono colpevoli. L'altra sera, ospite da Fabio Fazio, c'era lo scrittore Roberto Saviano (purtroppo il mio collega di stanza in ospedale mi ha costretto a guardare il Tenente Colombo su Rete 4 e sono riuscito a vedere Roberto solo per pochi minuti, durante la pubblicità nella rete mediaset...) il quale, tra le tante cose, ha parlato di "voto di scambio": ci sono persone che vendono il proprio voto, e quindi la propria libertà di scelta, anche per 50€, cosicché alcuni politici dalla coscienza molto sporca, possono acquistarne varie migliaia. Non meravigliamoci se pluripregiudicati vanno/andranno a sedersi in Parlamento. Purtroppo il sistema in Italia funziona così e i nostri politici hanno dato un chiaro segnale in tal senso: nel 2006 è stato indultato l'articolo 416ter sul voto di scambio mafioso. Solo in pochissimi si sono opposti a questa abominia. Ciò significa che la stragrande maggioranza dei partiti voleva questo: gettare la spugna (anzi di più, favorire o comunque chiudere un occhio!) il voto di scambio (tra l'altro, con la mafia). Una vergogna che è passata fin troppo silenzio e che io, nel mio piccolo, quando sono in giro a parlare e presentare i libri, ricordo sempre. Lo Stato italiano, con l'indulto sul voto di scambio mafioso, ha fatto capire come la pensa e ciò che vuole: "la pace sia con voi, scambiatevi un segno di voti".
www.lineagoticafight.blogspot.com


SCUSATE L'IGNORANZA... In prossimità di qualsiasi elezione avrete sentito sicuramente qualunque leader politicante "PARTITICIZZATO", di qualunque "PARTITO", di qualunque "PARTE", fare spessissimo affermazioni di questo genere: "Alle prossime elezioni, a livello nazionale andremo con il "PARTITO" di Tizio ma non con quello di Caio e Sempronio, a livello locale in quella regione saremo insieme al "PARTITO" di Sempronio ma non con quello di Tizio e Caio, in quell'altra regione ci schiereremo con il "PARTITO" di Caio, ma non con quello di Tizio e Sempronio; perché sapete com'è, da sempre in politica un conto sono le logiche nazionali e un conto sono le logiche locali..." Forse siamo ignoranti in materia, oppure semplicemente "INGENUI", però a noi questi ragionamenti così "LOGICI" non solo sembrano completamente "ILLOGICI", "INCOERENTI" e "ASSURDI", ma ci stimolano un certo qual senso di irritazione (come facciamo spesso, anche qui abbiamo usato un eufemismo). Ci piacerebbe tanto che qualche anima pia, sicuramente più "ACCULTURATA" e decisamente meno "INGENUA" di noi, ci illuminasse su questo sacro "MISTERO" della politica. Grazie...
emergenzademocratica.blogspot.com


Per "Occhio-di-falco" Non metto in discussione il fatto di essersi rotti i "maroni". Non discuto nemmeno il livello di degrado ed indecenza raggiunto dalla (maggior parte) della classe politica succedutasi negli ultimi 20 anni. Non discuto, anzi sono d'accordo con te, che siamo in pieno megainciucio tra le due principali coalizioni, con una finta rivalità tutta di facciata ma accordi 'strategici' fatti alle spalle (in senso biblico) di cittadini più-o-meno ignari. Ma ti chiedo: ritieni davvero abbia senso restare alla finestra a guardare, mugugnando, il paese affondare sotto il peso di tali rifiuti (politici e non)? Non è giunto forse il momento di scendere in campo in prima persona? Io andrò a votare per le ragioni da me esposte in precedenza, nonostante mi sia stata negata (da 15 anni!) la possibilità di preferenza dei candidati. Di sicuro non avallerò il Giano-bifronte veltrusconiano ed i loro accoliti, ma solo chi ritengo rappresenti degnamente le mie idee. Vorrei dare il mio contributo (e non solo con il voto, ma con attivismo) solo a chi ritiene, come me, che l'ambiente ed il paese in cui viviamo debbano poter essere un luogo sano e vivibile per i miei figli. La maggioranza si lascia lobotomizzare dai mass media e dai loro (tele)giornalisti a servizio (indecenti!!). Il mio voto sarà come una goccia nel mare? I miei sforzi velleitari? Who cares? Perlomeno avrò salvo l'onore e la mia coscienza ... e, credimi, non è poco. http://www.perilbenecomune.net


@Alex Una precisazione che sfugge al sig. Alex: nel 2001 Berlusconi, avanti ne sondaggi come oggi, fece la stessa pantomima di adesso, per paura di peggiorare con i consensi degli indecisi. Nel 2006 nei sondaggi era in vantaggio Prodi, che non ha mai detto ne che la par condicio era liberticida, ne ha mai detto no a qualsiasi tipo di confronto. Infatti B. faceva battutine di quel tipo. Semplicemente non si riusciva a trovare un campo e delle regole che andassero bene a B. per il confronto. Allora si invento' il doppio appuntamento con Mimun con il cronometro. Una delle pagine piu' tristi del giornalismo politico. Un'altra precisazione che forse e' sfuggita al signor Alex: quelle della rubrica Carta Canta sono CITAZIONI, e non un articolo FAZIOSO. Certo, bisogna essere paranoici per vedere in Blob un programma fazioso, ma qualcuno e' arrivato a sospenderlo in periodo elettorale. Se voglio leggere qualcosa di fazioso leggo il riformista o il foglio. o al piu' liberazione. Ciao Max


Ciao Angelo, io e te siamo vicinissimi come sensibilità... ma, purtroppo, quando vedi che eternamente anche i Verdi o quelli di Rifondazione (a me maggiormente affini) continuano da decenni a farsi i cazzi propri, candidando "l'ammanicato", l'incompetente ed il raccoglitore di voti invece che esprimere il nome di una persona competente, sensibile e che da decenni lotta e lavora in difesa dei deboli (spesso rimettendoci personalmente!)... allora veramente non puoi più dar fiducia a questi partiti. Speri soltanto che con una ampia astensione prendano atto che il loro operato è sbagliato e si dimettano ... permettendo il ricrearsi di una nuova e più sensibile "struttura di partito". La tua scelta...quella del "male minore" è rispettabilissima... l'ho fatta anch'io per 30 anni... ma ora non me la sento più di avallare operati vergognosi. Ciao.


...Forse esiste un modo per evitare l'astensione di massa a sinistra: I partiti politici dovrebbero immediatamente comunicare l'azzeramento delle cariche (locali, provinciali, regionali, ecc.) e garantire nuovi, più trasparenti, metodi di rielezione. Solo in questo modo potremmo ripensare ad un motivo valido per non astenerci !


FORZA PINO!!! SIAMO TUTTI CON TE!!! TU SI' CHE SEI VERAMENTE CONTRO LA MAFIA E LO SEI FINO IN FONDO, A COSTO DELLA VITA!!!! NON TI ABBANDONEREMO MAI!!!! www.pinomasciari.org


# 78    commento di   milena d - utente certificato  lasciato il 2/4/2008 alle 14:35

Signori, l'informazione servilmente minimizza, la notizia bisogna andarsela a cercare fra le righe o e' data con nonchalance, certo fa meno clamore di un possibile rinvio delle elezioni, ma... Ieri sera gli interventi dei due principali candidati hanno fatto share da ospizio: 13% Veltroni, 11% Berlusconi, meno della meta' di una replica di Montalbano!!! E Repubblica che ancora sottolinea che Veltroni ha fatto di piu' dell'altro, cicca cicca. Sono pietosi. Sono indifendibili. Non ci crede piu' nessuno alle loro balle. Se solo esistesse una qualche alternativa decente, scomparirebbero in un battibaleno. Purtroppo, non riusciamo a costruirla e loro intanto fanno quadrato.


# 79    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 2/4/2008 alle 14:47

Non credo gliene importi molto di quanto share fanno, a nessuno dei due. Anche se un solo italiano andasse a votare, e votasse per dire Veltroni, Veltroni avrebbe il 100% dei voti. Meno gente ascolta meno gente capisce. Meno gente capisce, meno ne devono convincere. Il problema è che le persone che ascoltano questi ballerini sono ignoranti, rassegnate, disinformate. La catastrofe attende.
http://loudersixpounder.blogspot.com/


Io la penso come Angelo. Approfitto per segnalare stasera mercoledì 2 aprile, alle 21.50 su RAI 2 la Conferenza stampa del dott. Stefano Montanari (lista civica Per il Bene Comune). A Occhio di Falco vorrei ricordare che negli Stati Uniti con una astensione superiore al 50% hanno i fascisti al potere. Se sei deluso da Rifondazione c'è Ferrando che secondo me è una persona di grande coerenza. Infine segnalo questo sito http://www.voisietequi.it/ dove attraverso 25 domande sui temi correnti della campagna elettorale vi dicono qual'è il partito al quale siete più vicini.


Dire che si è contro la mafia non è un buon motivo per essere votati. E' come dire che si è contro la guerra e poi ci si siede a fianco di chi costruisce armi. Quello che ci fa riconoscere le buone intenzioni sono i fatti. E questi scarseggiano da tutte le parti. Ah tra l'altro a quando la esclusione dalle liste dei pluripregiudicati?. Chi è contro la mafia non può candidare crisafulli. Non votare mi sembra la cosa più saggia


Il sud è in ginocchio. Veltrusconi sistemerà tutto! Il nord deve fare i conti con le imprese che delocalizzano. Veltrusconi sistemerà tutto! Il precariato giovanile rende approsimativa la vita. Veltrusconi sistemerà tutto! In Sicilia manca tutto ma la mafia realizzerà campi da golf, ponte sullo stretto, eurodisney, hotel hilton, etc etc etc Veltrusconi sistemerà tutto! Ma stò Veltrusconi vanta amicizie potenti o è un panzanaro?


Mi si consenta di essere TOTALMENTE d'accordo con la signora Eleonora e altri due o tre simpatici bloggers, anzi, sono convinto che TUTTI gli elettori di SINISTRA dovrebbero ASTENERSI dal VOTARE a queste elezioni, BRAVA! Questa è sana democrazia, sano LIBERISMO del votante (mi piacerebbe poterle presentare mio figlio, nel caso Lei fosse ancora Signorina e/o precaria) Bacio le mani....




Silvio non potrà mai parlare di mafia e, soprattutto, contro la mafia: le motivazioni sono fin troppo scontate...


Anche gli italiani all'estero schifano Berlusconi: http://www.youtube.com/watch?v=N4b0kAeWijc


Forse sono ingenua, forse sono una che si accontenta, ma sinceramente tra Veltroni e Berlusconi io la differenza la vedo. Dite quello che volete voi che non andrete a votare ma poi non lamentatevi. Sappiate, però, che con il vostro comportamento condannate tutti noi a cibarci il Cavaliere per i prossimi 5 anni al governo e poi per altri 7 come Presidente della Repubblica! Mamma mia...Come si dice...DIO CE NE SCANZI E LIBERI! Mi dispiace ma sento già di odiarvi!


www.19luglio1992.it assolto il capitano arcangioli senza neppure andare a processo arcangioli è quello che copare in un filmato del 19luglio con in mano la borsa di borsellino in cui c'era l'agenda rossa cavolo che rapidità






# 91    commento di   emanuela lm - utente certificato  lasciato il 2/4/2008 alle 18:31



A Lucisan-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Hai ragione e pensa a noi siciliani che non solo dobbiamo subire come lui come presidente del governo,ma probabilmente anche tutta la sua corte nella regione,amministrazione e dulcis in fundo(non sia mai)un suo pupillo a sindaco della mia città.Vai SONIA ALFANO governatore della SICILIA libera e onesta.


Veltroni ha parlato di mafia perchè è stato costretto da quello che stava avvenendo intorno a lui quei giorni tra sicilia e calabria. Una serie di omicidi violenti. Mi spiace, non contano le parole. Ma le azioni. Sopratutto nei confronti di questa classe politica. Di parole ne abbiamo piena la testa. StayRock


Ops scusate il piccolo errore ma sta tastiera è andata in tilt


PINZA IL VOTO! Cari Corrias Gomez e Travaglio, qualcuno ha avuto una bella idea. Chi ha deciso di andare a votare turandosi il naso potrebbe manifestare la propria scelta attaccandosi una pinza per i panni sugli abiti. Una molletta di qualsiasi colore, basta che renda esplicito e visibile il sentimento diffuso tra noi che voteremo più o meno a sinistra. Ancora una volta siamo costretti ad andarci per provare a fermare il signor B, e ancora una volta con questi porci modi. Se l’iniziativa avesse seguito significherebbe una vera rivoluzione di voto: non più soltanto grigio numero, ma, prima ancora, colorata manifestazione di intenti. Vogliamo sostenerla? L’idea viene da qui: http://www.sabinaguzzanti.it/?q=node/478 (nb: la padrona di casa non aderisce).


Oh-oh...cara Chiara, siamo arrivati alle frasi storiche: "astenersi comporta vigliaccheria"! Io mi auguro che abbiate argomentazioni migliori da "scoccare" se volete far cambiare parere a qualcuno! Rispondo dicendo che votare è soltanto un farsi prendere in giro da un notevole gruppo di politici che non soltantoda decenni hanno creato una struttura implacabile nei nostri confronti (organigrammi politici strutturati alla perfezione) ma addirittura ci hanno tolto anche il minimo moto d'orgoglio eliminado le preferenze (possibile che nessuna frase di Grillo vi sia mai giunta?). Hanno fatto in modo che ... se per caso qualche individuo fastidioso fosse riuscito ad entrare in lista... non lo si possa comunque eleggere. Dobbiamo in ogni caso sottostare alle loro scelte INTERESSATE. L'accusa di vigliaccheria proprio non mi tocca. Più interessante pare invece l'argomentazione proposta da Roberto che afferma "se sei deluso da Rifondazione vota per Ferrando"...che però, purtroppo, non ha creato una struttura democratica per preparare le liste (forse solo per mancanza di tempo ed organizzazione). A chi parla dell'astensione statunitense rispondo che parliamo di altra realtà (ben meno interessata alla politica) e che comunque i candidati negli States vengono eletti con le primarie, dopo numerosi confronti. E', questo, esattamente quello che io chiedo... ad ogni livello: che i politici si confrontino in pubblico prima di essere eletti o candidati.


...in parole povere: Le liste se le son fatte da soli (al chiuso di una stanza)?! Benissimo ...che se le votino da soli !






Vergognose e sconcertanti dichiarazioni di Silvio Berlusconi il quale ha dichiarato: "Abbiamo il record per l'elusione e l'evasione, giustificato dalle aliquote elevate". Non bastavano i condoni a cui le sue aziende hanno aderito in massa, ora giustifica pure l'evasione fiscale, ovvero la forma più infida di furto, poiché si ruba allo Stato, a tutta la collettività. Chi rilascia certe dichiarazioni non può governare un paese e dovrebbe essere pesantemente sanzionato dalla legge anche se, come sappiamo, grazie alle leggi ad personam fatte dal suo governo, ha mandato in prescrizione quasi tutti i suoi processi. Nella Repubblica delle banane rubare e governare diventa così lecito. E' inconcepibile che un soggetto simile possa ambire a guidare un paese: un Berlusconi non sarebbe tollerato in nessuna civiltà democratica, rappresenta una vergogna per il nostro Stato. Persino Casini, che generalmente non si sbilancia, ha dichiarato: "chi giustifica l'evasione e si propone al governo del Paese è un pericolo pubblico". Ora giungeranno le solite smentite, i soliti "non l'ho mai detto", i compagni di merende che diranno "era una battuta", ma intanto rischiamo di trovarci la criminalità al governo.
www.lineagoticafight.blogspot.com


Ciao Chiara, probabilmente abbiamo un concetto differente della storia. Resta il fatto che io non me la sento più di appoggiare liste di delinquenti... o (a dir poco) di incapaci, di ammanicati, di traffichini. Veramente...non li sopporto più. La sparata (del generale cheio ritengo demente) di ieri (sui bordelli e sui gay!) ha fatto capire anche ai più refrattari che razza di gente vi è nelle liste di Veltroni. Non aggiungo altro.


Approfitto dello spazio gentilmente messo a disposizione per evidenziare una scandalosa notizia, che troppo poco risalto mi pare abbia avuto dai media (guarda caso): il ministro Scotti ha deciso di impugnare la sentenza del C.S.M. relativamente alle incolpazioni contro De Magistris, per le quali lo stesso CSM, seppure fazioso, lo aveva prosciolto. Questa notizia, insieme a quella della pronta archiviazione del coinvolgimento di Mastella nell'inchiesta Why Not ad opera del Gip di Catanzaro (quando vuole, la giustizia sa essere estremamente rapida, eh eh eh), suscita in me una profonda indignazione, e dà una misura allarmante dell'emergenza democratica in cui versa il nostro Paese. Per un commento autorevole, coraggioso, che illustra in maniera esaustiva la questione (anche dal punto di vista tecnico), vi rimando al bellissimo blog curato dal Giudice Felice Lima, una delle poche voci indipendenti rimaste nel nostro paese: http://toghe.blogspot.com/


In vista dei lavori dell'EXPO e tenendo conto di quello che sta avvenendo nei cantieri della Milano-Torino la prossima manifestazione nazionale antimafia bisognerà farla a Buccinasco ...


Lo so, non è bello, ma con una porcata di legge elettorale, si usano le "porcatine". La prossima legislatura sarà ingovernabile, come lo è stata la precedente, proprio a causa del Porcellum. Berlusconi probabilmente vincerà alla Camera, ma al Senato sarà un terno al lotto. Il Cavaliere ha il terrore del voto ai piccoli partiti, soprattutto al Senato, poiché minerebbero la sua possibilità di governare. Per chi non vuole vedere Berlusconi al Governo, il voto migliore è quello disgiunto, tra Camera e Senato. Visto che questo è un blog che parla di Politica e non un blog Politico, preferirei non dare indicazioni di voto a partiti specifici; ma il pericolo di ritorno al Governo di Berlusconi e Bossi che dice di volere imbracciare i fucili è molto alto: non vorrei ritrovare l'illegalità al governo. Vi dico come il voto disgiunto possa impedire a Berlusconi di tornare a Palazzo Chigi: agli elettori di Centro Sinistra (e Sinistra) conviene (converrebbe) votare alla Camera per la coalizione principale (PD e/o collegati), e Sinistra Arcobaleno o UDC (ma ci si può fidare di Casini, che non torni con Berlusconi?) al Senato, in modo da sottrarre Senatori a Berlusconi, il quale potrebbe trovarsi in minoranza a Palazzo Madama. Ovviamente questo voto disgiunto dovrebbe essere utilizzato nelle Regioni dove la vittoria o la sconfitta del PD sono certe. Ad esempio, la vittoria certa è in Emilia Romagna e in Toscana, mentre la sconfitta certa in Lombardia e Sicilia. In queste Regioni, votare alla Camera PD o collegati e Sinistra Arcobaleno (o UDC, ma vedi considerazioni sopra...), significherebbe impedire a Berlusconi di distruggere l'Italia. Comunque vada, tra due anni torneremo al voto, con una nuova legge: in quel momento probabilmente avremo una legge elettorale decente, possibilmente con la possibilità di scegliere i candidati (evitando così di vedere in Parlamento gente come Dell'Utri e Crisafulli, Ciarrapico e la Binetti).
www.lineagoticafight.blogspot.com



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti