Commenti

commenti su voglioscendere

post: Un voto contro

Andrò a votare e voterò Italia dei valori . Nel momento in cui Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri escono allo scoperto e, pur di avere la maggioranza al senato, non esitano ad  elogiare l'omertà del boss Vittorio Mangano penso che sia necessario dare forza a chi dice chiaramente di no alla mafia. Arrivati a questo punto astenersi non serve. Ci sono mille ragioni per non condividere tutto il programma, tutti i comportamenti e tutti i pensieri del candidato premier Walter Veltroni , sostenuto da Antonio Di Pietro , ma è evidente che Veltroni e Berlusconi non sono la stessa cosa. Certo alcune delle candidature del Pd lasciano molto a desiderare (per usare un eufemismo), ma percentualmente le liste del centrosinistra sono molto meglio di quelle del centrodestra. Ad ... continua



commenti



ciao peter, anche io voterò idv. in Italia c'è un disperato bisogno di legalità e di giustizia.


grande peter :) speriamo di essere in tanti a sostenere idv. e speriamo di vedere presto anche te insieme a marco in zona modena ciao


Idv alla Camera e Pd al Senato. Sono stato molto indeciso ma queste ultime ore mi hanno convinto. E' gentaglia, parlo dei vari Dell'Utri, Mangano, Bossi, l'eterno delfino Fini, il piduista e tutta la feccia che hanno raccolto. Ma la mia impressione è che tra qualche mese saremo di nuovo a discutere di elezioni. Alla Camera il piduista dovrebbe avere la maggioranza, ma dubito ce la faccia al Senato, quindi governicchio per la riforma elettorale tentando di tagliare l'erba sotto i piedi ai piccoli ( e fanno bene) e tra un annetto saremo di nuovo qui.


Nessuno che si chiede perchè i barbari stanno ancora lì. Chi dobbiamo ringraziare per questo?


anche io IDV , appunto io ed i miei familiari, ma credo che gli italiani preferiranno il cainano poi prepariamoci 20 anni di regime sei ottimista peter a doire che con Silvio si va a votare tra 5 anni io ci metterei un forse se silvio lo concederà


mi sembra ingeneroso da parte tua non riconoscere lo sforzo immane di Veltroni di imporre una forte diversità. ha urlato nelle piazze il nome di mangano con tutto lo sdegno di cui era capace, a napoli ha preso le distanze dalla camorra e fatto nomi e cognomi delle famiglie camorriste più importanti etc. ha parlato di cose molto concrete ma non va bene uguale perchè solo un pelino lo distingue da berlusconi; ma HAI ASCOLTATO le parole di veltroni? come fai a dire che non c'è una sostanziale differenza!


""Il Cavaliere getta la rete per il dopo voto: "Accordo con i democratici per sbloccare il paese"-Nei piani di Silvio un'offerta al Pd,di CLAUDIO TITO,"La Repubblica":-GLI ultimi sondaggi lo preoccupano non poco.Silvio Berlusconi continua a leggere nei numeri che gli vengono portati quotidianamente la vittoria alla Camera, ma vede anche che la "lotteria" del Senato potrebbe riservargli un biglietto non vincente. Ecco perché negli ultimi giorni è ripartita la strategia del dialogo con il Pd, con il grande mediatore Gianni Letta che si è rimesso in moto. Passo dopo passo il Cavaliere tesse la tela, prepara il terreno per lanciare subito dopo il voto l'offensiva per irretire Walter Veltroni e costringerlo a collaborare, a condividere la responsabilità di un governo che dovrà affrontare la recessione economica e aprire "la stagione delle riforme". Una stagione che potrebbe anche creare le condizioni per portarlo al Quirinale. Convinto che, a prescindere dal risultato, la prossima legislatura sarà una delle più difficili che il Paese abbia mai affrontato, Berlusconi ha ripreso con forza questi ragionamenti con il gruppo più ristretto dei suoi fedelissimi. "Noi vinceremo e saremo noi a fare il governo - tranquillizza i suoi uomini - ma non possiamo pensare di cambiare il Paese avendo tutti contro". Le incognite del Senato, poi, si confermano sempre più un brutto sogno per il leader forzista. Una coalizione blindata a Palazzo Madama non è più una certezza per Berlusconi. Ma gli interrogativi riguardano pure "il Paese fuori dalle Camere". E lì, a suo giudizio, l'elenco dei potenziali "rematori contro" resta lungo: i sindacati, la pubblica amministrazione, i salotti della finanza, i cosiddetti "poteri forti", i vertici istituzionali. Compreso il capo dello Stato che il Cavaliere non riesce a considerare completamente neutrale.Tante rischiano di essere pure le spine, come l'Alitalia.Nodi che Berlusconi non vorrebbe sciogliere da solo."Se vogliamo davvero(Prima Parte)//


(Seconda Parte)/cambiare il Paese - è il refrain ripetuto in ogni staff meeting - bisogna costruire un clima di dialogo". Prima di tutto in Parlamento. "Senza una maggioranza ampia, non si può fare niente". E l'idea di fare i conti con la crisi economica, le liberalizzazioni e le riforme istituzionali in un'atmosfera conflittuale, non lascia affatto tranquillo Berlusconi. "Non voglio ritrovarmi imbrigliato come lo è stato Romano Prodi in questi due anni".Tutto il suo staff ancora ricorda le parole piene di comprensione pronunciate dopo aver incrociato il premier uscente ad una cerimonia militare: "In fondo lo capisco, non è stato e non è facile stare in quella posizione". Non è un caso, allora, che in una recente cena a Milano si sia sfogato meravigliando i commensali: "Se potessi io cercherei in ogni caso, visto che la mia vittoria sarà piena, un grande accordo anche sull'esecutivo. Ma non so se sarà possibile". Negli ultimi giorni il Cavaliere non dà nemmeno per scontato che la legislatura duri effettivamente cinque anni: "Non ho lo sfera di cristallo", sospira davanti alle domande. Se poi il risultato del Pdl sarà meno brillante di quanto gli dicono i suoi sondaggisti e il pareggio si rivelasse realtà il 14 aprile, allora il percorso di un governo tecnico sostenuto insieme al Pd diventerebbe un'opzione inevitabile. "È ovvio - ha ammesso in pubblico cinque giorni fa - che in caso di pareggio non ci può essere un governo di parte".Così, il faccia a faccia di dicembre con il segretario democratico per Berlusconi è una sorta di architrave su cui costruire i prossimi cinque anni.Lo considera un momento di "svolta" per i rapporti tra gli schieramenti.Da allora non hai mai smesso di versare miele, in privato, sul suo "avversario".Lo ha fatto persino l'altro ieri nel corso del ricevimento con gli ambasciatori dell'Unione europea organizzata a Villa Almone, sede della diplomazia tedesca.Davanti alle feluche si è scagliato contro la sinistra radicale//


(Terza Parte) //,ma nei confronti di Veltroni e di Prodi solo commenti ovattati. Da tempo Berlusconi spiega ai suoi che "Walter è il meglio che una sinistra moderna possa offrire in Italia". Frasi puntate, appunto, in primo luogo a "sdoganare" il rapporto con l'ex sindaco di Roma. Del resto, con lo scioglimento delle Camere il leader forzista ha decisamente virato su una campagna fatta di colpi di fioretto piuttosto che di clava. Non è più il '94 o il '96, e non è nemmeno il 2001 o il 2006. Tant'è che negli ultimi giorni si è lamentato dei toni, a suo dire, troppo hard del segretario Pd: "Perché esagera così? Perché insiste sulla mia età? Non ce n'è bisogno". Il suo obiettivo resta comunque quello di non ritrovarsi il 14 aprile con un Parlamento in "stato di guerra". "Altrimenti le riforme non le facciamo e il Paese non lo cambiamo". Non per niente, la lista dei ministri che già si trova nella sua tasca sembra stilata proprio per non indispettire l'eventuale futura minoranza. Basti pensare che Gianni Letta - se il Pdl vincerà - sarà il vicepremier unico, un moderato come Franco Frattini andrà agli Interni e agli Esteri un "quasi-tecnico" come Gianni Castallaneta, il suo ex consigliere diplomatico quando sedeva ancora a Palazzo Chigi, poi nominato ambasciatore a Washington, ma non sostituito da Massimo D'Alema. Ogni passo, dunque, è studiato per pervenire ad "una convergenza almeno sui grandi temi". Lo ha spiegato pure ai diplomatici europei mercoledì scorso: "Lascerò da grande statista dopo aver fatto le riforme". E molti di quelli che lo ascoltavano hanno pensato che fosse il primo atto ufficiale per una candidatura al Quirinale. Che, secondo i fedelissimi della prima ora, è ormai diventata una "ossessione". Al punto che c'è chi gli rimprovera di compiere ogni mossa in quell'ottica: "Corteggia Veltroni per essere sdoganato". (5 aprile 2008) ,Repubblica.it""


“”DAL MESSAGGERO STUDIO A SORPRESA:IN SENATO PIÙ IL RISULTATO È BIPARTITICO PIÙ VINCE BERLUSCONI!”-PIÙ VOTI VELTRONI,PIÙ VINCE BERLUSCONI.DATI DEL2006ALLA MANO È UNO DEI PARADOSSI PIÙ CLAMOROSI,PER IL SENATO,DELLA LEGGE ELETTORALE ATTUALE.UNO STUDIO PUBBLICATO IERI SUL MESSAGGERO HA IL MERITO DI ROVESCIARE TUTTI I LUOGHI COMUNI SUL“VOTO UTILE”.Soprattutto perché con un’operazione di verità prende in considerazione tutte le forze principali in campo:PD,PDL,SAeUDC.Com’è noto,allaCamera con questa legge elettorale basta un solo voto in più rispetto a tutti gli altri partiti per accapararsi340deputati(il 54%).E visto che allaCameraBerlusconi è in testa in tutti i sondaggi,Pd,SAeUDCsi spartiranno i270deputati restanti.Chi parla di pareggio dunque deve necessariamente concentrarsi sulSenato,che anche nella prossima legislatura sarà l’ago della bilancia.SulMessaggero si tracciano4scenari constatando che“il controllo delSenato non dipende solo dallo scontro direttoBerlusconi–Veltroni”ma soprattutto dal risultato delle altre forze politiche:per come è fatta la legge elettorale e per la serie storica di dati tra regioni“azzurre”e“rosse”una maggioranza chiara di destra è infatti quasi impossibile.Salvo in un caso:con i due partitoni che prendono tutto o conlaSAperdente sotto l’8%.Prendiamo per semplicità la simulazione più“bipartitica”di tutte:prevede un testa a testaPd-PdL(39,4%contro il42,4%)e una sconfitta pesante sia perSAche per l'UDC(entrambi sotto il6%).Ebbene,potrà sorprendere ma proprio il risultato più netto è quello che garantisce la maggioranza assoluta delSenato aBerlusconi:164seggi alPdL contro i138delPd e2ciascuno perSAeUDC.Questo perché sia nelle regioni“rosse”che in quelle“azzurre"proprio le terze forzeSAeUDChanno l’effetto di togliere seggi alPartitone perdente.FACENDO LE SOMME,IN QUASI TUTTE LE REGIONI UN SUCCESSO DI SA TOGLIE SEGGI A BERLUSCONI!NON A CASO LA SIMULAZIONE MASSIMA IN CUI LA SA RAGGIUNGE IL9,3%È ANCHE QUELLA IN CUIBERLUSCONI PRENDE MENO SEGGI!"


MARCO TRAVAGLIO, NANNI MORETTI, DARIO FO, FRANCA RAME, JACOPO FO SONO CONTRO L’ASTENSIONE, PENSACI! SE RESTI A CASA TI RENDI COMPLICE DELLA VITTORIA DI BERLUSCONI, SE VOTI SCHEDA NULLA O BIANCA 1 EURO VA AL PD E 1 EURO AL PDL DI SICURO! VOTA LE ALTERNATIVE AL DUOPOLIO, VOTA SINISTRA ARCOBALENO O ITALIA DEI VALORI O PER IL BENE COMUNE! SPECIFICATAMENTE ASCANIO CELESTINI, CAPAREZZA, I FUNKABBESTIA, ROY PACI, LA BORSELLINO, CLAUDIO FAVA, DARIO FO, 700 SINDACALISTI CGIL DI TUTTA ITALIA (FRA I QUALI GIANNI RINALDINI, LEADER DELLA FIOM-CGIL) , GLI IMPEGNATI CONTRO LA MAFIA E DA ESSA MINACCIATI DI MORTE FORGIONE, CROCETTA E SODANO; INGRAO, LUCIANO GALLINO, PAOLO ROSSI, VERGASSOLA, PAUL GINSBORG-GIROTONDINO STORICO, FLAVIO OREGLIO, DANIELE SILVESTRI, PIERGIORGIO ODIFREDDI, DARIO VERGASSOLA, GULLOTTA, CAMMARIERE, ANDREA RIVERA E 100 INTELLETTUALI TRA I QUALI IL GRANDISSIMO REGISTA MARIO MONICELLI, MARGHERITA HACK, GIULIANA SGRENA, EDOARDO SANGUINETI, INVITANO A VOTARE SINISTRA ARCOBALENO E IN SICILIA LA COPPIA FINOCCHIARO-BORSELLINO! MEDITATE GENTE, MEDITATE…...!!!


Dell'Utri a quanto pare è indagato per brogli dei voti degli italiani all'estero. A quanto pare si è messo d'accordo con un clan calabrese e ci sono le intercettazioni telefoniche. Se la notizia è vera e confermata la procura lo deve dire prima di votare e non dopo, e Dell'Utri e Berlusconi devono finire in galera. Adesso BASTA!




Sto guardando Matrix e (perdonatemi la volgarità) questo stronzo di Mentana ha preparato proprio un bel pubblico contro, a Veltroni intendo. Tra poco ci sarà lo psiconano, vedrete gli applausi! E' dal 1996 che lo dico:DOBBIAMO CANDIDARE BENIGNI!Contro questo cabarrettista da quattro soldi che di politico non ha niente!


E mi permetto di aggiungere, Peter, voto Idv perchè il cainano non ottenga la testa di giornalisti come te, come Marco, come Michele Santoro, perchè non ci privi dell'Informazione a cui abbiamo diritto.


Sono un' Erasmus e non riuscirò a tornare per il voto..noi non possiamo votare dall'estero (grrrrrr.assurdo!), e come è noto quando sei studente non è molto facile trovare un bel gruzzoletto da investire per volare fino a casa e tornare all'estero il giorno dopo. Se fossi stata in Italia avrei votato IdV..da qua posso solo spiegare a tutti gli idecisi che conosco perchè votare Pd o IdV, spiegare loro come vedono le elezioni dall'estero, come vedono l'Italia dall'estero, e riportare sconsoata i commenti di gente da diversi paesi quando gli traduco le affermazioni di Bossi, Berlusconi,Dell'Utri..o di come è stato diponto il governo Prodi in Italia...rimangono sconvolti!Votate, e votate bene!byItalianaMoltoPreoccupata


________________ Sartori ha toppato _______________+ + Ho rispetto per Sartori, ma toppa quando scrive:""Se verrà fuori, a elezioni avvenute, che i votanti sono diminuiti di parecchio, è sicuro che i nostri politici non riconosceranno che le astensioni in più sono punitive, sono astensioni di rigetto (e non di disinteresse). Diranno, semmai, che ci stiamo «normalizzando» ai bassi livelli di voto di molte democrazie. Tutt'al più verseranno lacrime di coccodrillo sul fenomeno del crescente distacco dalla politica."" - Sarebbe stato verissimo questo se non ci fosse stata l'"Antipolitica" di Grillo e... qualcuno. Solo per dirne una, se ora nei loro programmi parlano di questioni, che prima erano tabù, lo si deve solo all'"Antipolica", che non l'ha scoperta Grillo. Grillo ora sarebbe "Costretto" a dare un volto, un testimonial, a presentare il conto al vincitore, chiunque sarà.Rinfrescherà loro la memoria. Ma Sartori vede giusto quando parla di "Voto disgiunto": UTILE anche questo, ma non da solo: creerà le condizioni del 9 settembre, ma stavolta, si spera, con Certificati elettorali RESTITUITI e non firme del caxxo Una sola è l'alternativa : 1) iL Mitra, e non siamo attrezzati 2) L'Astensione: li colpisce nei loro "Valori"
http://blog.libero.it/AntiGrillino/


L'astensione non colpisce nessuno, tranne Pirotti che e' felice del ritorno di Berlusconi...


Fantastico, altri tre voti buttati. Se anche questi tre bei cervelli si sono lasciati annebbiare da Veltroni (perché pure Di Pietro, alla fine, lì sta), allora l'Italia non ha proprio più speranza (non che non lo sapessi già, ma insomma). E nessuno che si sia accorto di Per il bene comune, eh? Dice: è un partito troppo piccolo, non arriverà allo sbarramento. Eccerto che no, se tutti la pensano così non ci arriverà mai.




come fate a dire che Pd e Pdl sono uguali???? Pe quanto riguarda Grillo...mi piace, ma sono sempre più convinta che il suo atteggiamento stia diventando pericoloso per il Paese ora: si rischia il BARATRO!!Come fate a dire ancora che sono uguali, come fanno a non bastarvi le affermazioni degli ultimi giorni, se non vi bastano i dati degli ultimi 15 anni?? Inoltre, penso che la risposta non sia l'antipolitica, ma il ritorno a una politica seria, non urlata, nella quale ci possa essere fiducia verso chi ci rappresenta. Da qualche parte bisogna pure iniziare per costruire questo, e non credo propio che lasciare il paese nelle mani del Pdl possa essere d'aiuto! VOTATE!e votate bene!


VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!VOTO ANTONIO DI PIETRO!






si ma anche senza tapparsi il naso si vota idv :)




ad ogni modo ci saranno troppi fighettoni astensionisti, ci saranno troppi esaltati che voteranno la sinistra arcobaleno, ci saranno troppi cazzettoni che invalideranno le schede elettorali come suggerisce loro una catena-bufala che sta circolando.prepariamoci al ritorno dell' innominabile,e incominciamo a prendere i martelli per martellarci ripetutamente le palle nei prox 5 anni.






votantoniovotantoniovotantonio..


# 31    commento di   giandiero - utente certificato  lasciato il 12/4/2008 alle 14:35

non votate, ma ricordate che il non voto esprime solo disinteresse verso il risultato delle elezioni, nient'altro. è stata la stupida campagna di grillo a fare ammantare con un aura di santerelli tutti quelli che fino a poco tempo fa erano "quelli che se ne fregavano". e freagarsene significa accettare tutto, dato che presuppone il rifiuto di cambiare qualcosa. quindi sono contento che gente come voi legga questi blog, che forse la mentalità da massaia, pur rimanendo tale, si sta evolvendo a livello informativo. l'unico rischio è che per voi i un libro come "se li conosci li eviti" possa produrre solo delle chiacchiere da parrucchiera posto il mio cartone animato antiberlusconiano, a sfregio http://it.youtube.com/watch?v=0DUBzklVT9w


Per la prima volta in vita mia darò un voto pienamente convinto: lista civica nazionale "PER IL BENE COMUNE". Stefano Montanari grandissima persona. Visitate il suo blog.


In Passato ho sempre votato centrodx. E' da un pò di tempo che seguo Di Pietro. Domani lo voterò. E'il solo politico che lo merita.


@Prospero Pirotti Il prospero mi degna di risposta, che onore!! L'unico antipolitico della storia d'italia ragazzi, non possiamo fare a meno di una persona cosi', diamogli un nobel!! [...] Di Pietro potrà ancora "stipendiarti", perché tu lo sostenga nel web. " [...] Magari mi stipendiasse, sarei gia' ricco a quest'ora. Pero' non c'avevo pensato, potevo chiedergli qualche spicciolo :)




@San Colombano ________________+ + E allora sei scemo di tuo :)) Nu,ti'cazzà.


Sono 15 anni che voto contro Berlusconi... e alla fine scopro che è proprio il centrosinistra che continua a fargli favori, a ingannare noi elettori (come non ricordare le parole di Violante?). Ho votato Di Pietro nel 2006. Cosa ho ottenuto? Mastella alla giustizia. Un Indulto-vergognoso. Attacco riuscito alla Magistratura. "Ma Di Pietro ha votato contro...!", dirai. Risposta: ecchissenefrega! i fatti sono quelli che contano, e Di Pietro si è dimostrato totalmente "inefficace". Se e quando Veltroni approverà la legge contro le intercettazioni (in linea con Berlusconi), non te la potrai certo cavare dicendo che hai votato Di Pietro, e che di Pietro ha votato contro... Ma in tali occasioni Di Pietro non ha mai fatto cadere il governo. Lui dice per senso di responsabilità... già ma verso chi? Verso il governo, non certo verso gli elettori. Il centrosinistra non avrebbe mai dovuto scendere a patti con Berlusconi. Parimenti Di Pietro non avrebbe mai dovuto accettare un compromesso con il PD, perche questi continueranno ad usare i suoi voti per fare i loro comodi, ovvero disfare l'italia. Ma si sa, in questo paese è piu importante la poltrona che la coerenza. L'italia affonderà. Publio Valerio (V.Guagnelli Scanzani)


L'idea di votare il partito Per il Bene Comune, sarebbe estremamente valida se non ci fosse assolutamente differenza tra i 2 schieramenti politici, purtroppo non tiene in considerazione che la controparte politica del PD e' estremamente pericolosa e con tendenze eversivo-autoritarie-despotiche. Con una situazione di questo tipo e' molto pericoloso lasciargli in mano il paese, secondo me la persona Berlusconi viene sottovalutata. Infine i miei sondaggi personali dicono che difficilmente superera' il 2% dei voti.


To San Colombano True, indeed. Thousands of flies can't be wrong!


@SanColombano Hai ragione l' astensione è inutile, andrò a votare... per il nano !!!!!! E' il mio voto di protesta .... fa troppo schifo questa sinistra per essere votata, hanno preso per il culo i loro elettori per 2 anni,bugiardi, corrotti, collusi con la mafia .....come posso definirsi uomini di sinistra ? veltroni, bertinotti,giordano, dalema,fassino .... fuori dalle palle !!!


@ernesto Sei un genio!! Se non altro dai il voto alla list a lista PER IL BENE COMUNE.






Anche io voterei volentieri Veltroni, ma ahime, con lui ci sono fassino ( lui e la moglie una 20ina di legislature) e d'alema, gli alter ego di berlusocni della sinistra, dopo quello che hanno fatto alla forleo, non posso rivotarli, ho scarabbocchiato la scheda cosi non andra a nessuno. Per qunato riguarda questo blog, a dire il vero mi sento deluso, pensavo fosse diverso, invece devo dare ragione alle tante persone che mi dicevano che eravate schierati e straschierati e aspettavate il momento giusto per uscire allo scoperto. Lo dico senza polemiche ,anzi, mi siete sempre piaciuti, e nonostante tutto credo che continuero a seguirvi. Ma quello che hanno fatto d'alema( barca da un milione di euro) e fassino non mi e piaciuto affatto, semplciemetne perche e stata la stessa cosa che ha fatto berlusocni e mastella.Inoltre su dell'utri no nc'è bisogno di intercettazioni o altro si sa che e un mafioso, e lui sene pure vanta!! ma pensiamo a lconsiglio della calabria, di sinistra, e inviso di infiltrazioni mafiose, loiero,adamo, fortugno e company. Pensiamo anche allo scandalo di de gregorio a cena con mafiosi per i voti, che sono andati alla sinistra di prodi se non sbaglio. Mi spiace ma non vedo differenze tra veltroni e berlusconi, parlo delle coalizioni e della mentalita, che poi veltroni sia un signore non ho dubbi e il fatto che abbia messo fuori i comunisti( terroristi) come caruso mi ha fatto molto piacere, far fuori fassino e d'alema sarebbee stato il colpo di grazia, anche se forse sono l'unico a pensarla cosi, in ogni caso che vinca il migliore (ma esiste il migliore? oppure il meno peggio? sembra una frase marzulliana!!) :)


ho 21 anni.Alla luce del vincitore di queste elezioni dichiaro che ho seriamente paura per il mio futuro...





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti