Commenti

commenti su voglioscendere

post: Il mio intervento al V2-day

Beppe Grillo mi presenta al V2-day a Torino in piazza San Carlo, in questo video la prima parte del mio intervento. continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti




@ Rita Cara Rita, stanno cercando di farci paura... o di farci prendere dai poco informati per dei fessi invasati... Mi permetto di citare un post preso dal sito di uno dei Meetup: QUELLA VOCE MESSA IN CIRCOLO DAL CORRIERE.IT È UNA BUFALA. Come leggerai nel dettaglio sotto, l'unico "problema" è che non si può depositare la richiesta di referendum prima di 6 mesi dalla convocazione delle liste elettorali. Ora un po' di definizioni.... Convocazione delle liste elettorali: data di inizio della campagna elettorale. Richiesta di referendum: Atto in cui viene depositata presso la Corte di Cassazione la domanda di referendum *corredata* delle 500mila firme. Ripeto: è l'atto di deposito delle firme che conta, non quello di inizio raccolta, e neppure quello di scadenza dei termini di raccolta (validità dei moduli vidimati). Ricapitolando, devono passare almeno 6 mesi tra l'inizio della campagna elettorale (avvenuta con D.P.R. 6 febbraio) e la consegna dei moduli presso la Corte di Cassazione, che credo farà Grillo un giorno successivo al 6 agosto.




Grazie Marco!! Sono di Torino e da quanto ti ho scoperto (proprio nella famigerata puntata di Satirycon) sono orgoglioso di dirlo. Per me sei un esempio di etica che tu applichi al tuo lavoro ma che dovrebbero avere tutti quelli che hanno in mano i destini del paese.


Volevo semplicemente ringraziere Marco Travaglio per il suo intervento di ieri a Torino! Nessuno è riuscito a spiegare meglio di lui l'importanza dei 3 referendum per cui abbiamo firmato! Grazie Marco e grazie a tutti i giornalisti che ogni giorno in Italia non si fanno mettere la museruola!!!




Marco, complimenti per ieri. Ogni altra parola, ora come ora, sarebbe di troppo!


# 29    commento di   Jimlm - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 18:58

Davvero complimenti...più chiaro di così...
http://gothic_odyssey.ilcannocchiale.it/


# 30    commento di   Paolo_Cignini - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 18:58

Giovanni Minoli. oggi sul Riformista: http://www.articolo21.info/news.php?id=25267 Non stiamo messi per niente bene, al di là delle piazze piene. Soprattutto perché quest'uomo (guarda Marianna Madia e visite al loft al Circo Massimo) sembra vicino al Partito Democratico. Se questa fosse la posizione del Pd sulla moralità nella tv pubblica siamo veramente fritti.


Prima o poi vinceremo,se restiamo uniti!!Grazie Marco!:)


# 32    commento di   rizzocitizen - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 19:10

Grande Travaglio. Non farti mai attrarre dal successo e continua con quel tuo sorrisetto da superiore. Non farti intrappolare!
http://rizzocitizen.ilcannocchiale.it/


Meno male che ci sei tu! E meno che ci sono ancora giornalisti validi come te, è importante per noi avere sempre NOMI e COGNOMI sott'occhio, la lista "bianca" andrebbe appesa fuori dalle edicole! Grazie, siamo sempre tutti con te!!


Meno male che ci sei tu! E meno che ci sono ancora giornalisti validi come te, è importante per noi avere sempre NOMI e COGNOMI sott'occhio, la lista "bianca" andrebbe appesa fuori dalle edicole! Grazie, siamo sempre tutti con te!!


Ma vaaaaaa...sebrava l'ingresso di una rock star sul palco!!! Fantastico Travaglio: ne ho visti tanti di tuoi interventi, ma sacrosanti e accorati come questo no...aspettavo solo che prendessi la rincorsa e che ti buttassi sul pubblico!!! Sai che figata!!! hahahahahaha


# 36    commento di   pams - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 19:32

Ieri ascoltandoti mi sono emozionata perchè vedevo parlare un Uomo Libero ed anch'io ho sentito il profumo della libertà,per fortuna che ci sei tu! GRAZIE Marco!! pam


@Rita: Ma chissenefrega se qualcuno dice che non sono valide per un qualche cavillo legale di tempistiche: delle altre firme del Vday che erano valide hanno fatto qualcosa? No! Se ne sono sbattutti altamente.. quindi a me non interessa cosa succederà di quei moduli, conta il numero di persone che ha partecipato e ha firmato.. abbiamo gli occhi puntati addosso, c'erano le TV di tutto il mondo.. cerca di capire il senso di quello a cui hai partecipato, VERITA' ONESTA' E LOTTA ALLA MAFIA E AI MAFIOSI (cioè Banche, Editori, Politica e TV) altrimenti sei venuta inutilmente ieri.


MARCO TI AMO e non scherzo :)


grazie marco, grazie per la tua intelligenza messa al servizio dell'onestà e della legalità (quella vera) grazie di continuare a lottare per la verità senza chinarti ad angolo retto davanti a nesuuna bandiera, grazie per la tua esposizione di fatti e circostanze sempre puntuale e chirurgica, grazie della scolarizzazione che stai facendo ad una generazione che cresce in un mondo pavido e bugiardo, con lealtà e professionalità GRAZIE DI ESSERCI


# 40    commento di   sandrus - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 19:39

Ciao, sono un iscritto al blog di Beppe, ed ora anche al tuo. Complimenti per quello che stai facendo per tutti. Penso che ora sarebbe giusto concretizzare, unendo le forze di chi la pensa come noi, per le prossime elezioni europee che non sono poi tanto lontane, primavera 2009. Che ne pensi? Visto le intempestive e diverse indicazioni per le ultime elezioni sarebbe opportuno cominciare a parlarne...grazie. sandrus


@Rita: Ma chissenefrega se qualcuno dice che non sono valide per un qualche cavillo legale di tempistiche: delle altre firme del Vday che erano valide hanno fatto qualcosa? No! Se ne sono sbattutti altamente.. quindi a me non interessa cosa succederà di quei moduli, conta il numero di persone che ha partecipato e ha firmato.. abbiamo gli occhi puntati addosso, c'erano le TV di tutto il mondo.. cerca di capire il senso di quello a cui hai partecipato, VERITA' ONESTA' E LOTTA ALLA MAFIA E AI MAFIOSI (cioè Banche, Editori, Politica e TV) altrimenti sei venuta inutilmente ieri.


Continua sempre così


GRAZIE MARCO!!!!!GRAZIE MARCO!!!!!


GRAZIE MARCO!!!!!GRAZIE MARCO!!!!!


@rita mi fa ridere quando pensi che 3 firme siano il massimo dell'impegno richiesto e soprattutto siano sufficienti per chiedere ad altri di investire tempo e energie nella tua tranquillità. ma ti sei guardata intorno? sai dove siamo? siamo in un regime...apri gli occhi e spaventati, poi inizia a fare qualcosa...


Grazie del bellissimo intervento e della tua dignità. Mi sembra di notare che, anche se applaude te, la folla e i cori non sono il tuo ambiente naturale, ma questo è solo un aspetto che ti fa (ancora più) onore. Il tuo è un lavoro accurato, mosso da principi etici, secondo l'imperativo categorico kantiano; la vanità e il successo ne mettono in pericolo la qualità e per te conta giusto quella - cosa che dovrebbe valere per tutti, non solo i giornalisti, e invece è diventato una rarità assoluta. Per questo stiamo qui a ringraziarti tutti insieme. Continua così. Come dice García Márquez, nella loro vita i tiranni magari l'hanno vinta spesso, ma alla lunga, nel corso della storia, sono sempre stati ripudiati, superati, odiati. Succederà così anche in questo caso.


Grazie Marco, ero al v2 day ed è stato un emozione, parole libere in una piazza libera. Ce la possiamo fare. Tutti insieme con la forza della nostra voglia di legalità. Grazie per l'esempio che ci dai, la forza che ci dai.


Bellissimo intervento Marco, veramente. Grazie per quello che fai. Grazie per il modo in cui lo fai. Sei un uomo libero. Sei un magnifico giornalista. Sei una risorsa per tutti quelli che stanno cercando di riconquistare un po' di verità. GRAZIE.




Essenzialmente perfetto. Inattaccabile.


Essenzialmente perfetto. Inattaccabile.


caro Marco, studio giurisprudenza a palazzo nuovo... sei veramente un grande... mi spiace di non essere riuscito a vedere il dibattito sulla fiera del libro ma avevo lezione(e prendevano le firme):-( davvero complimenti per tutto! com' era bella ieri piazza san carlo della nostra torino piena piena!... p.s. carino il video dell' idiota che ti chiedeva del signoraggio...manie di protagonismo per finire su youtube?... saluti al "massone" ahahah


ieri non ero a torino. ho firmato nella mia città subito dopo aver seguito il tuo intervento in streaming. oggi e domani e dopo domani ancora continuerò a riguardare il tuo intervento su youtube penso. mi vengono i brividi. il tuo sguardo, le tue parole, soprattutto il tuo tono...rabbrividisco... sei un uomo e un giornalista di spessore immenso, dai fastidio ai pezzi grossi. perchè dici la verità. o non avrebbero alcuna ragione gli innumerevoli attacchi che ricevi, non ci sarebbero. voglio ringraziarti con tutto il cuore per ogni parola che dici, sperando che possano colpire e svegliare qualcun'altro com'è accaduto a me, e continuerò a ringraziarti ogni volta che riuscirò a incontrarti nel tuo infinito "tour". grazie per essere presente, grazie di tutto!!!


GRAZIE Marco... per la tua presenza, sempre e ovunque, non ti risparmi mai... e per la tua saggezza, cercando di prevenire i facili attacchi ad ogni tipo di giornalismo... Il tuo discorso al VDay di quest'anno è stato molto più coraggioso di quello dello scorso anno, ma sinceramente non credo che nemmeno tu te ne renda conto... Fai solo il tuo lavoro, dal tuo punto di vista... Sei semplicemente una persona eccezionale, dal mio punto di vista... e ad occhio e croce, non solo dal mio. Ecco perchè ti dico GRAZIE.


grande....come sempre!!!


Ha conferma della situazione dell' "informazione" in italia nessun tg ha parlato del V-Day 2 ... che schifo ... ho letto l'edizione on-line dell' unità, ha definito l'evento in modo vergognoso... non ho parole. Nessuno entra nel merito delle nostre proposte si limitano a definirle populiste ... è incredibile pensare che noi manteniamo gente come vespa, riotta,mimun & co per garantirci questa "informazione". Per avere "successo" il giorno d'oggi bisogna prima di tutto essere privi di coscienza e dignità.




Ieri c'ero anch'io!! Grazie Marco per quello che fai! Ovvero dar voce all'Italia che ha ancora una coscienza.. Una domanda, ma stasera non dovevi essere ospite da Fazio? Cosa è successo? La solita censura?


MARCO NON T SMENTISCI MAI: grande professionista, persona onesta, diretta,efficace ed efficiente.Nn hai paura di dire la verità e le skifezze d qst paese!!!!!!!!!!!!!!!!Hai negli occhi la consapevolezza di essere nel giusto e di rappresentare i valori in cui credi!!!GRAZIE!6 1dei pochi KE nn si ingrazia la gente ma PARLA DI FATTI!!!!nn smettere mai ti prego di INFORMARCI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! W MARCO!W L'INFORMAZIONE LIBERA!!! se fossero tutti come te la casta dei giornali nn esisterebbe!!!




ok, è un professionista, è un grande, ma apriamoci a nuove categorie di giudizio! Ecco, per me Travaglio è pure molto sexy (sarà che a sentir parlare i tipici manzetti televisivi, dopo 3 minuti li trovi sexy come un assegno a vuoto): più vedi che il cervello è su "on" più t'attizza. ma dimmi com'è quando c'ha Filippo Facci davanti e, con quel sorrisino malandrino, si trattiene dal dirgli che è un pò balordo....suvvia, è sexy a mille!


Ciao Marco, vorrei chiederti due cose. 1) anche se non sei stato l'organizzatore del V2Day, secondo te perché non è stato invitato il proprietario di Europa7? 2) visto che sei autore con Santoro di annoZero perché non avete mai fatto partecipare Di Stefano? La maggior parte degli italiani non sa nemmeno che faccia abbia. Vederlo forse aiuterebbe. O forse la questione è solo strumentale? Grazie


# 63    commento di   tizianafabro - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 22:4

Grazie! Ha ragione Beppe Grillo sei fantastico.
tizianafabro.ilcannocchiale.it


Che tenerezza tutti questi ragazzi che ti venerano e vogliono addirittura proteggerti per paura che tu possa scomparire!!!!!!!!!!!!!! Vedi, caro Marco, che sete di verità di lealtà e di onestà che, nonostante tutto, si avverte nella nostra povera e stuprata Italia!Basta essere se stessi senza asservilismi di sorta e si diventa eroe.Questo è un ottimo segnale, non tutto è perduto continuiamo così ed anche da noi Truman si accorge di essere in uno squallido reality e si ribella al regista.Ti stimo molto e mi associo ai tanti che oggi ti dicono GRAZIE


Ieri per me e'stata una giornata memorabile...bellissimo vedere tutta quella gente assieme per un nobile motivo.Io nel mio piccolo cerco di smuovere le coscenze di chi mi sta'vicino(soprattutto parenti)ma per ora mi sgolo invano .Perche'difendo Grillo e tutti quelli che non accettano "e'sempre stato cosi'"mi prendo della comunista o dell'invasata!!!Io mi sono svegliata tardi ,lo ammetto,ma meglio tardi che mai.


GRAZIE Marco, solo questo, GRAZIE! C'è chi si chiede quanti eravamo ieri: tantissimi! Non potevamo essere 10 000, come hanno detto i TG, ma molti di più. Io c'ero e ho visto. Non mi possono fregare. E' stata una grande giornata.


Grazie Marco, hai dato una grande lezione di giornalismo : sei riuscito chiaramente a informarci spiegando in modo chiaro le proposte di Grillo con buona pace di quei tromboni che parlano di qualunquismo. E a mio avviso, sei riuscito a conciliare perfettamente lo spirito di quelle due piazze così vicine sia fisicamente che "spiritualmente". Ciao e buon lavoro http://dontpanic84.blogspot.com/




Grazie Marco. Una giornata che non dimenticheremo mai! Mille grazie perchè sei semplicemente grandioso. Non molliamo. Siamo in tanti




qualche giorno fa ti ho chiamato Dott.Travaglio. oggi mi sento di dirti Salve Marco. Grazie di tutto. Leggendo quello che scrivi ho capito che non ho scelto il momento sbagliato per studiare giornalismo. Spesso mi fermavo a pensarlo.




# 73    commento di   albertopraderio - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 22:37

marco! grandioso ieri, ormai una rock star! la gente gridava il tuo nome come se fossi vasco, non è poco a rifletterci, raggiungere le grandi masse, farsi ascoltare e leggere solo con la forza della verità è il compimento della missione del giornalista. Complimenti per il tuo importante lavoro, ti seguiremo sempre! www.albertopraderio.ilcannocchiale.it


Ho rivisto per l'ennesima volta il tuo intervento di ieri e ogni volta mi commuovo. Mi commuovo perche sono di fronte ad un uomo che difende il suo lavoro,un importantissimo lavoro,difende la sua passione difende la verità e difende i suoi colleghi,quelli invisibili,quelli che non emergono,quelli violentati da questo sistema micidiale che affonda la verità e lascia a galla gli stronzi. Ti voglio dire che non mi arrendo,continuerò a cercare la verità, la notizia,la andrò a cercare come si cerca una reliquia per rendere onore ai tanti bravi giornalisti come te. Nella speranza che quel che oggi è privilegio di pochi,possa essere un giorno beneficio per tutti. Stavo per scrivere "non mollare" ma non avrebbe senso. Perchè mai dovresti smettere di fare una cosa che ti viene tanto naturale,raccontare la verità?


MARCO TI VOGLIAMO BENE! UN SALUTO ANCHE A GOMEZ!


# 76    commento di   gabriele61tc - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 22:45

Marco Travaglio rappresenta "purtroppo" un'idolo, un riferimento per tutti coloro che rincorrono la verità; dico "purtroppo" perchè fa parte di quel ristretto novero di giornalisti che fa il suo mestiere come in vero tutti i giornalisti dovrebbero fare, o per lo meno, la maggioranza dovrebbe fare. Vorrei che ogni giorno, da oggi in poi, si accendesse una nuova luce rappresentata da chi, come lui, combatte in prima linea, e, sbatte in faccia agli stronzi che ci governano - e che probabilmente ci meritiamo – la schifezza che quotidianamente loro ci vomitano addosso. Voglio pensare che arriverà un momento in cui, in qualsiasi orario e su qualsiasi rete televisiva e radiofonica, su qualsiasi quotidiano o altro mezzo d’informazione, potremmo ascoltare tanti Marco Travaglio, che semplicemente raccontano il quotidiano, il vero….. ciò che qualsiasi cittadino libero vorrebbe ascoltare. Così anche lui potrebbe finalmente togliersi gli abiti da eroe e continuare semplicemente a fare il suo bellissimo mestiere.


GRAZIE TRAVAGLIO GRAZIE D ESISTERE E SUL FATTO CHE TU DICA SOLO E SEMPRE LA VERITA' E NON LA TUA VERITA' NON HO MAI AVUTO ALCUN DUBBIO.GRAZIE


# 78    commento di   Laura Di Gigli - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 23:9

Ieri ho visto in piazza un’Italia che con passione e con dignità portava avanti una nuova Resistenza. Ieri ho visto un’Italia che riusciva a comprendere quei princìpi fondamentali su cui si basano la Democrazia, il senso dello Stato, la Legalità, l’Informazione, il Bene Comune. Ieri si è dimostrato che questi nobili valori trovano ancora asilo nel cuore di molti italiani e che per mezzo loro possono tuttora palpitare e vivere. Ieri ho visto un’Italia che, essendo in grado di comprendere appieno certe idee e concetti altissimi, si è rivelata degna di potersi rapportare al ricordo ed all’esempio dei tanti che hanno lottato e sono morti per offrire a questo Paese una possibilità di Libertà. Un’Italia rara, che, se sarà costretta ad abbassare lo sguardo innanzi ai Padri che hanno combattuto e che non si sono arresi, dai partigiani del 25 aprile a quelli più recenti di Capaci e via D’Amelio, lo farà solo per reverenza e non a causa della vergogna profonda di sapersi indifferente alla loro opera e dunque indegna erede del loro sacrificio. Un’Italia rara, appunto. Tristemente rara. Ieri ho visto in piazza l’Italia più bella del mio tempo. Quella che amo, quella per cui voglio lottare e che da speranza alla mia lotta. Non è tutto perduto finché ci sarà ancora qualcosa da salvare. Desistere dall’impegno potrà esser comprensibile, ma non giustificabile, fino a quando vivrà ancora qualcosa che, seppur piccolo, si dimostra degno di difesa e di giustizia. A questa Italia ora invio tutto il mio affatto, la mia profonda riconoscenza e la promessa del mio impegno, per quel poco che possa essere utile. Mi auguro che questo popolo riesca sempre a rimanere unitario, che possa ampliarsi e migliorare costantemente la sua azione.


# 79    commento di   Laura Di Gigli - utente certificato  lasciato il 26/4/2008 alle 23:10

Continuiamo sempre così: ogni giorno è il 25 aprile, ogni giorno è la Resistenza, ogni giorno è il V Day, ogni giorno dobbiamo coltivare il nostro spirito e dargli poi espressione nelle nostre azioni. Grazie di nuovo e Buon lavoro a tutti. Laura


Caro Marco, ho sentito solo ora il tuo intevento e l'ho trovato strepitoso. Vorrei dire che, come avvocato, collaboro con un avv. di un quotidiano di Napoli. Non amo i giornalisti, soprattutto per la loro incapacità di utilizzare la sintassi, la grammatica e la consecutio temporum...Scherzi a parte, all'ordine dei giornalisti dovrebbero appartenere solo persone come te...il tuo linguaggio, così come i contenuti, è semplice e a volte disarma, ma è vincente! Sei un grande!




e se inizziassimo un'azione di disturbo a tutte quelle trasmissioni che fanno da enormi contenitori di spazzatura (compres i tg)che la nostra televisione TUTTA ci propina? iniziamo a telefonare faxare a Vespa Fede Mentana il nostro disgusto e così uno via l'altro con tutti senza pietà per nessuno. Qualcuno si accorgerà di noi, vedrà che non siamo invisibili o peggio strumentalizzati dai comici, non lasciamo solo Marco e chi come lui ci sta insegnando come si cammina con la schiena dritta


Solo un immenso piacere sentire una folla applaudire un giornalista per il suo studio e il suo impegno nel lavoro. Per un attimo ho avuto la sensazione di vivere in un mondo dove i valori del rispetto , della meritocrazia, dell'educazione civile sembrassero condivisi da tutti. Caro Travaglio, per molti giornalisti l'unico modo è screditarci come pubblico per evitare che qualcuno possa mai sognarsi di definirti mediamente capace, quasi bravo ;) Mi ha colpito la frase "seguaci di Grillo" utilizzata da alcuni giornali...come se a questo mondo l'uomo non avesse nient'altro da fare che trovarsi un capo gregge per poter avanzare e sostenere le proprie idee. Riceviamo prima di tutto un'educazione in famiglia e a scuola. Questa è l'unica vera influenza che forma il nostro pensiero. Sono seguace della mia educazione e cerco solo di trovare qualcuno che ne abbia ricevuta una simile e che possa condividere con me anche gli stessi valori. Posso trovare tutto ciò in una piazza dove un comico manda tutti a quel paese? bene, ben venga la piazza!!


Io sono comunque per l'eliminazione dell'ordine dei giornalisti. E con tutta sincerità non mi interessa che in questo ordine ci possano essere persone che sappiano fare bene il loro mestiere. E' necessario sin da ora smontare le vecchie impalcature del nostro sistema molto simile allo stato feudale.


Qualcuno ha dato un'occhiata alla Stampa (di Torino) di oggi, 26.04.2008? In particolare la foto di pg 52-53 sulla cronaca cittadina: Grillo è rappresentato sul palco in posa mussoliniana rivolto verso via roma con il "dito di mussolini" svettante in lontananza... una foto dal significato non troppo nascosto... eppure c'è qualcosa di strano: la bottiglia sul palco e il palco stesso (bordo inferiore) sono sfocati, mentre la figura di beppe appare ben definita, come quella del dito, anzi, sembra essere un "ritaglio": v. contorni corpo/capelli... grafici: secondo voi può essere un fotomontaggio? in nessun punto delle pagine (articoli, didascalia) c'è un'indicazione in merito, del tipo "questo è un fotomontaggio"... PS: mi unisco al coro esultante!!


GRAZIE MARCO! E' IL SISTEMA CHE DOBBIAMO COLPIRE!!!


Non ci speravo più. Pensavo che i giovani ormai non rispondessero più al richiamo della vera democrazia,quella vera.Noi non più giovani siamo stati troppo politicizzati e i nostri figli non lo sono per niente.Li trovo poco informati e soprattuto poco interessati,anche i miei figli.Per questo voglio dirti grazie,forse tu riuscirai a dare coscenza proprio a loro,la dove i genitori come me hanno fallito.GRAZIE


Buongiorno Travaglio, come disse Furio Colombo in un'intervista a Radio Radicale, tu scrivi 400 pagine a settimana e quello che scrivi e' tutto vero. Complimenti e non ti stancare mai x favore.


GRAZIE MARCO. Eri già stato fantastico al teatro Alfieri di Asti (dove ho fatto le riprese per Reset), eravamo 700 dentro e 300 fuori dal teatro... a Torino ti sei superato, e immagino che davanti a 100.000 persone sia ancora più difficile... SEI UN GRANDE, AL PARI di BIAGI e MONTANELLI.


C'ero ........ armata di zainetto, medicine e tanta speranza. C'ero e vi ho visti.... ed ho visto quanti eravamo .... anche sul treno che da Roma ci portava a Torino Sono una vecchia guardia ..... che assiste dal 93 allo sfacelo sempre piu' totale della nostra Italia, figlia di quegli anni 80 e del vuoto dei figli Sono malata .... e prima i morire vorrei tanto vedere questa Italia libera .... sono convinta che sia stata proprio questa Italia a farmi ammalare Vaffanculo al Nano, alla mafia ed ai ricchi servi della gleba ;o)) quanto eravamo belli tutti a torino .....


Caro Pietro, Mi sono spaventata già da un pò e penso anch'io di essere in un regime. 3 firme sicuramente non saranno abbastanza ma sono già qualcosa. Penso solo che sarebbe un peccato se non fossero valide.


Caro Alessio, Certo che me ne frega se le firme non sono valide. Comunque qualcuno ha detto che è una bufala e spero sia così. E se invece non sono valide vorrà dire che rifirmeremo un'altra volta. Io ritorno di sicuro. Certo che conta il numero delle persone che ha partecipato e la presenza delle televisioni estere. Il senso l'ho capito eccome. Ma non basta. Forse non basteranno nemmeno quelle firme. Conta che la gente apra gli occhi. E se oggi tanta gente vota ancora Berlusconi sperando chissà cosa vuol dire che c'è ancora tanta strada da fare. Ma tanta veramente. Non ho nemmeno stima per il centrosinistra. Ieri il tg1, niente di nuovo, parlava di una marea di inutili cazzate. La battaglia sarà lunga e dura. Ma la faremo.






Sei forte, ma a me non piacciono quelle forme di comunicazione (attori, comici, informazione "mischiata" con la musica e così via). Le persone serie non si comportano così. E poi, non è una bella scena vedere centinaia di migliaia di persone che gridano "vaffanculo!" a comando, mentre Grillo legge la lista dei giornali. C'è la etica, ci vuole una coscienza.


hai proprio ragione Marco... Berlusconi non è cambiato, siamo cambiati noi.. Berlusconi, grazie al bombardamento mediatico, ha vinto nelle nostre teste, è riuscito ad inculcarci valori che gli italiani non hanno mai posseduto(andiamo a vedere la nostra costituzione): i valori della menzogna, dell'omologazione, i valori che non ci permettono di ragionare, di pensare con la nostra testa. Che cos'è l'individuo senza il pensiero critico? che cos'è l'individuo senza l'informazione?. L'individuo è uno schiavo che si fida ciecamente del suo padrone, che non si ribella mai perchè non possiede i mezzi della ribellione... che sono la libertà di pensarla diversamente, di criticare, di non essere d'accordo, di coltivare la propria soggettiva opinione e nello stesso tempo di guardare con occhio lucido i fatti. quello che è successo a Torino servirà a farci risvegliare dal terpore di pensiero in cui siamo finiti, altro che rialzati Italia...io farei un altro appello..RISVEGLIATI ITALIA..TI PREGO RISVEGLIATI. Giusy


Uno spettacolo mozzafiato.. tutta quella gente lì per la libertà d'informazione... C'è ancora qualche speranza per il futuro? MARCO sei incredibile. La tua precisione e la tua splendida chiarezza fanno si che tu possa comunicare con chiunque, a differenza di altri giornalisti che usano forme troppo contorte ed incomprensibili. Questa è la tua grande dote!!!! Tu parli con il giovane e l'anziano, con il Dottorone laureato e con chi non ha neppure finito la scuola dell'obbligo, e tutti possono comprendere quelli che dici. Sei bravissimo. GRAZIE


Grazie per quello che fai ogni giorno, nel mio piccolo anche io cerco di scrollare la gente a lottare contro un sistema corrotto e perverso. Non credo che siamo cambiati, credo piuttosto che negli ultimi anni tanta gente abbia incontrato mille difficoltà anche per fare le cose più normali e sia talmente stanca e sfiduciata da accettare ormai qualunque cosa. La diffusione di un'informazione alternativa a quella che ci propinano ogni giorno è l'unico modo che può consentirci di risvegliare gli "ipnotizzati" e cambiare rotta. Ho apprezzato molto l'intervento sull'abolizione degli ordini professionali, anche io ne faccio parte essendo un architetto, e ritengo che organizzati così, siano una corporazione non solo inutile ma anche lesiva dell'immagine. Ilaria


Dott. Travaglio grazie, questo intervento non fa altro che accrescere la mia stima nei suoi confronti. grazie mille Maria Francesca


Su you tube è possibile vedere l'intervento completo (diviso in tre parti). La cosa sconvolgente è quanto, dopo tutti questi anni e nonostante quel che succede in Italia, anccora ci sia chi mantiene una lucidità perfetta nell'analizzare i fatti. Anche per questo credo ci sentiamo tutti debitori di Marco Travaglio.


sono d'accordo con te ilaria... il mio siamo cambiati deve essere inteso non come siamo diventati deficienti e ci beviamo tutto quello che ci dicono ma come siamo stanchi siamo assopiti dal tram tram della società..che ci costringe a lottare per le cose più banali come arrivare a fine mese e portare la pagnotta a casa e non ci permette di approfondire determinati argomenti come la libertà d'informazione per esempio...ci siamo abituati ad omologarci perchè non farlo sarebbe fare uno sforzo troppo enorme visto che abbiamo altre cose a cui pensare..


"Io c'ero! Sono di Torino ed ero in Piazza San Carlo sin dalle ore 11:00. Ho firmato insieme a mio marito e mi sono gustata l'evolversi di affollamento che si è verificato nelle ore successive. Ore 15:00 26 gradi, un caldo pazzesco, una piazza stracolma di persone animate da un'unica grande volontà: fare politica, quella sana voglia di partecipare alla vita pubblica.E qualche servo questa la definisce "antipolitica"? Questo è tutto il contrario, voglia di riprenderci in mano la nostra vita e i nostri diritti. Lasciate stare telegiornali, giornali.....ignorateli, non state ad ascoltarli, non fanno altro che sputare veleno. IO ho smesso da un bel pezzo di vedere la televisione e non leggo un giornale della casta non so più da quanto tempo. Viviamo sulla nostra pelle l'ebrezza della partecipazione, della vera informazione attraverso i canali che riteniamo più indipendenti e imparziali. L'unica cosa che posso dire a tutti: non creiamoci idoli da seguire, non riconosciamo in nessuno leader che ci guidino dicendoci qual'è la strada da percorrere, la vera democrazia non riconosce nessun capo, ma riconosce il popolo come unico portatore di verità e giustizia. Nulla toglie che Grillo e la sua carismatica forza, abbia "svegliato" molte coscienze e portato alla ribalta problemi che forse sarebbero rimasti per tanto tempo ottenebrati. Per questo ringrazio Grillo, ma soprattutto ringrazio tutti quelli che come me credono in un cambiamento. Un saluto particolare a Marco Travaglio di cui nutro una stima e un rispetto professionale profondo. Ciao e coraggio!"


e la seconda parte?


# 104    commento di   bulma - utente certificato  lasciato il 27/4/2008 alle 18:12

purtroppo nn ho potuto firmare x i tre referendum e mi dispiace moltissimo..... Travaglio dalla prima volta k l'ho sentito da Fazio qualche anno fa (sono "piccola" k ci volete fare) mi ha fatto credere k un giornalismo diverso era possibile e continua a farlo...meno mele che ci sono lui e tutti quelli k come lui nn sono sottomessi.


Sei stato efficace e hai parlato con un piglio più deciso del solito. Ho rivisto la stessa voglia di lottare del periodo girotondino,con qualche consapevolezza in più. Penso che ci saranno per te molte piazze da cui parlare nei prossimi 5 anni, e per noi molte manifestazioni a cui partecipare. Grazie per aver ricordato Montanelli e Biagi ! Ci mancano da morire. un abbraccio Fra


IO FARò UNA RIFLESSIONE PIù DURA. IL 25 APRILE è LA FESTA DELLA LIBERTà DI UNA NAZIONE OTTENUTA PER MERITO DI CHI HA COMBATTUTO CON ONORE PER ESSA E PER TUTTI QUANTI (ANCHE PER CHI NN SE LA MERITAVA). IL 25 APRILE E’ LA FESTA DEGLI ITALIANI CHE SANNO RACCOGLIERE QUESTA EREDITA’ E FARLA RIVIVERE OGNI GIORNO. QUESTA FESTA NON è PER I MAFIOSI, QUESTA FESTA NON è PER I LADI, QUESTA FESTA NON è PER CHI VOTA BERLUSCONI IN MALAFEDE, QUESTA FESTA NON è PER GLI EVASORI, QUESTA FESTA NON è PER GLI SFRUTTATORI, QUESTA FESTA NON è PER I SERVI. INSOMMA, QUESTA FESTA NON è PROPRIO (PURTROPPO) LA FESTA DI TUTTI GLI ITALIANI.


Ho letto alcuni dei commenti già pubblicati. Mi sento di dire solo una cosa: ho comprato e letto tutti i tuoi libri.Spero tanto che diventeranno il manuale di storia dell'Italia quando la mia piccola nipotina di due anni andrà a scuola.Noi adulti del 2008 abbiamo una grande responsabilità nei confronti di questi piccoli cittadini: riconsegnare loro un paese e un futuro di libertà e democrazia. Io a Torino non c'ero ma ho visto il tuo intervento in rete! Continua sempre così!! GRAZIE!!!


Caro Marco, probabilmente 105 commenti prima del mio significano che non lo leggerai mai, comunque non sono d'accordo con te. O meglio, sono d'accordo col referendum contro la Gasparri (ci mancherebbe) e anche sul fatto che in 15 anni ci hanno cambiati. Sono d'accordo che l'ordine dei giornalisti fa schifo (ma allora perché non riformarlo? E se questo è impossibile siamo sicuri che la soppressione completa sia meglio della sua attuale esistenza?). Non sono d'accordo con il referendum sul finanziamento pubblico ai media. Forse parte del fatto è che io sono di sinistra e tu di destra, però da giornalista non puoi non renderti conto che, in questo momento, affidare l'informazione al mercato significa affidarla a un conglomerato di lobby, interessi e oligopoli. Chi sono oggi i media indipendenti in Italia? Il fatto che tu sia di destra non t'impedisce di riconoscere la libertà e la differenza rispetto al coro di un quotidiano come il manifesto che, come cooperativa di giornalisti, non ha altri padroni e costituisce un caso particolarissimo nel nostro Paese. Dobbiamo togliere ogni finanziamento al manifesto solo perché così lo toglieremo al Foglio e a Libero? Non è che Libero e il Foglio già sanno da chi potrebbero prendere i soldi e il manifesto no? Senza contare che la tua proposta, sacrosanta, di un tetto pubblicitario per la televisione non risolverebbe il problema: il punto è che due o tre editori hanno tutti i giornali (e magari le TV), continuerebbero a condizionare pesantemente l'informazione (senza contare che, una volta di più, dovremmo intendere l'esistenza di un prodotto come subordinata alla sua capacità di raccogliere réclame, non alla sua qualità). Il primo V-Day mi ha trovato d'accordo. Al secondo non ho partecipato.
http://mariobadino.noblogs.org/


Caro Marco, probabilmente 105 commenti prima del mio significano che non lo leggerai mai, comunque non sono d'accordo con te. O meglio, sono d'accordo col referendum contro la Gasparri (ci mancherebbe) e anche sul fatto che in 15 anni ci hanno cambiati. Sono d'accordo che l'ordine dei giornalisti fa schifo (ma allora perché non riformarlo? E se questo è impossibile siamo sicuri che la soppressione completa sia meglio della sua attuale esistenza?). Non sono d'accordo con il referendum sul finanziamento pubblico ai media. Forse parte del fatto è che io sono di sinistra e tu di destra, però da giornalista non puoi non renderti conto che, in questo momento, affidare l'informazione al mercato significa affidarla a un conglomerato di lobby, interessi e oligopoli. Chi sono oggi i media indipendenti in Italia? Il fatto che tu sia di destra non t'impedisce di riconoscere la libertà e la differenza rispetto al coro di un quotidiano come il manifesto che, come cooperativa di giornalisti, non ha altri padroni e costituisce un caso particolarissimo nel nostro Paese. Dobbiamo togliere ogni finanziamento al manifesto solo perché così lo toglieremo al Foglio e a Libero? Non è che Libero e il Foglio già sanno da chi potrebbero prendere i soldi e il manifesto no? Senza contare che la tua proposta, sacrosanta, di un tetto pubblicitario per la televisione non risolverebbe il problema: il punto è che due o tre editori hanno tutti i giornali (e magari le TV), continuerebbero a condizionare pesantemente l'informazione (senza contare che, una volta di più, dovremmo intendere l'esistenza di un prodotto come subordinata alla sua capacità di raccogliere réclame, non alla sua qualità). Il primo V-Day mi ha trovato d'accordo. Al secondo non ho partecipato.
http://mariobadino.noblogs.org/


Caro Marco, probabilmente 105 commenti prima del mio significano che non lo leggerai mai, comunque non sono d'accordo con te. O meglio, sono d'accordo col referendum contro la Gasparri (ci mancherebbe) e anche sul fatto che in 15 anni ci hanno cambiati. Sono d'accordo che l'ordine dei giornalisti fa schifo (ma allora perché non riformarlo? E se questo è impossibile siamo sicuri che la soppressione completa sia meglio della sua attuale esistenza?). Non sono d'accordo con il referendum sul finanziamento pubblico ai media. Forse parte del fatto è che io sono di sinistra e tu di destra, però da giornalista non puoi non renderti conto che, in questo momento, affidare l'informazione al mercato significa affidarla a un conglomerato di lobby, interessi e oligopoli. Chi sono oggi i media indipendenti in Italia? Il fatto che tu sia di destra non t'impedisce di riconoscere la libertà e la differenza rispetto al coro di un quotidiano come il manifesto che, come cooperativa di giornalisti, non ha altri padroni e costituisce un caso particolarissimo nel nostro Paese. Dobbiamo togliere ogni finanziamento al manifesto solo perché così lo toglieremo al Foglio e a Libero? Non è che Libero e il Foglio già sanno da chi potrebbero prendere i soldi e il manifesto no? Senza contare che la tua proposta, sacrosanta, di un tetto pubblicitario per la televisione non risolverebbe il problema: il punto è che due o tre editori hanno tutti i giornali (e magari le TV), continuerebbero a condizionare pesantemente l'informazione (senza contare che, una volta di più, dovremmo intendere l'esistenza di un prodotto come subordinata alla sua capacità di raccogliere réclame, non alla sua qualità). Il primo V-Day mi ha trovato d'accordo. Al secondo non ho partecipato.
http://mariobadino.noblogs.org/


# 111    commento di   lugixxo - utente certificato  lasciato il 27/4/2008 alle 23:49

Grande Travaglio.Ora non so come faremo a difendere internet da 5 anni di Berlusconi,ma sono felice. Saluti a tutti.
ilsegnob@ilcannocchiale.it


@Rita Il problema dell'ammissibilità a me sembra serio dopo aver letto il testo di legge, ma in effetti c'è un'interpretazione in positivo che alcuni ritengono possibile. Va premesso che la presentazione della richiesta di referendum avviene con la consegna delle firme raccolte. Ora, si tratta di capire se questa presentazione potrà essere effettuata nei limiti di legge oppure no. L'art. 31 della legge definisce i termini per la presentazione: almeno 1 anno prima della scadenza delle camere (non scioglimento anticipato), almeno 6 mesi dopo la convocazione dei comizi elettorali (nel nostro caso i comizi elettorali sono stati convocati il 6 febbraio, quindi il termine, in casi normali, sarebbe il 5 agosto). L'art. 28 della legge stabilisce che, fatta salva la validità dei termini dell'art. 31, la richiesta deve essere presentata entro 3 mesi dal timbro apposto sui fogli di raccolta delle firme: nel nostro caso, quel timbro è precedente o contestuale al 25 aprile e il termine di tre mesi scade al più tardi il 24 luglio. Ne consegue che, se mettiamo insieme tutti i termini stabiliti agli art. 28 e 31 e li consideriamo validi contemporaneamente, le firme vanno depositate entro luglio, ma non possono essere accettate prima di agosto. C'è però chi sostiene che la dicitura "salvo in disposto dell'articolo 31" presente in apertura dell'art. 28 significa che se ci si trova nei termini stabiliti dall'art. 31 (nell'anno prima dello scioglimento o entro i 6 mesi dai comizi) il termine dei tre mesi sia da considerarsi sospeso. E' una questione interpretativa, perché della sospensione non si fa menzione esplicita nella legge. Ad ogni modo, siccome non sono potuta andare a firmare il 25, andrò ai banchetti organizzati dal meet-up di Reggio Emilia il 3 maggio e metterò le mie tre firmettine... almeno per dare un segnale, e poi non si sa mai che gli addetti ai lavori li dichiarino ammissibili!!!!


Interessante un articolo su **Il Giornale** a firma di Michele Brambilla ed intitolato **NOI, Casta dei Giornalisti** che fa i capricci a proposito dell'evento di Grillo Il blog, su cui ho lasciato il mio commento, e' in eruzione e credo che quel Brambilla non ne sia molto soddisfatto http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=257798 Un breve anticipo su come detto articolo inizia: *** Beppe Grillo ne ha fatte tante, ma questa proprio non gliela possiamo perdonare: ci costringe a scrivere in difesa della categoria dei giornalisti, della quale ben conosciamo i difetti e anche le miserie. A pensarci bene già l’uso del termine «categoria» è improprio. Le «categorie» non esistono. Esistono gli individui, ciascuno con i propri vizi e le proprie virtù. *** E' la cartoina tornasole della paura che questi **non*giornalisti** stanno vivendo...eh se lo meritano...


Dimenticavo: Michele Brambilla e' nato a **Facci** Monza...e pensare che il buon Mastella volo' li' a sbafo per rappresentare il Paese, o, mi vien da pensare...sara' stato mica per incontri di carattere **strategico giornalistico...*** vedasi..*** ***preparazione strategia attacco Grillo ***... Ed il buon PANTALONE paga, e paga, e paga...


uno......cento.......mille Travaglio e questo Paese rinascerà .


Caro Travaglio, a proposito della suddivisione iniqua della pubblicità fra TV e giornali. Nella lunga attesa di una legge che fissi il famoso tetto, se si creasse un movimento di massa per NON COMPRARE i prodotti pubblicizzati alla TV, si otterrebbero 2 risultati. Primo, si farebbero abbassare i prezzi (la pubblicità costa cara, e la paghiamo ovviamente noi consumatori), e secondo, gli inserzionisti finirebbero per accorgersi di non avere vantaggi (aumenti di fatturato) a investire nella pubblicità in TV... non è semplice, ma (salvo qualche "scivolata") ci si riesce. Tutti i prodotti sono facilmente sostituibili, non è l'offerta che manca. E certamente quelli più pubblicizzati non sono quelli con il miglior rapporto qualità/prezzo. Claudio


@Claudio ricordo era un consiglio che a suo tempo aveva tirato fuori anche Luttazzi, quella volta specificamente contro Mediaset se non erro: consisteva non solamente nel non comprare i prodotti reclamizzati ma soprattutto nel farlo sapere apertamente alle aziende interessate con una lettera o Email penso la tua proposta sia ottima e serva trovare un modo per generare una massa critica per poter avere un po' di forza


Caro Marco,tra le migliaia di persone che incontri ogni giorno sicuramente non ti ricorderai di me. Ti consegnai una copia di un "libricino" sui derivati bancari a Torino a gennaio 2008 dopo ore di coda alla presentazione di mani sporche presso la feltrinelli. Ricordo che avevi la febbre ed ero molto imbarazzata. Mi chiamo Piera e lotto da anni contro un sistema bancario ingiusto, truffaldino ed estorsore piu' e meglio della malavita organizzata senza altro scopo che quello di invitare i colleghi, piccoli imprenditori, alla ribellione. Mi sono esposta in prima persona collaborando attivamente al libro, scritto da un giovane imprenditore fallito, rilasciando interviste ed aprendo un blog. Nel quale,ogni giorno, decine di persone cercano giustizia e conforto. Che cerco di dare, con i miei pochi mezzi. Il 25 aprile ero a Torino, ho potuto apprezzare per l'ennesima volta il tuo coraggio, la tua sobrietà e la tua libertà intellettuale. Ho letto con passione tutti i tuoi libri e ti ringrazio di aver contribuito attivamente non solo ad accrescere la mia cultura,peralro scarsina, ma soprattutto la mia consapevolezza. Se conosci i problemi, non solo li eviti ma puoi anche parlarne con altre persone e la voglia di ribellione e di legalità si diffonde, come una silenziosa malattia. Sono certa che prima o poi qualcosa cambierà ma dobbiamo insistere senza mai fermarci.Ognuno per le sue competenze. Io conosco le banche, cercherò in ogni modo di combattere affinchè avvenga un cambiamento. Piera Levo
www.disastroderivati.it


Grande Marco! Ti ammiro molto! E ammiro tutti i giornalisti liberi!!!!


domandone: visto che non ho potuto firmare x il referendum il 25 aprile dove posso andare ora per firmare?grazie!


Grazie di darci questo barlume di speranza. Vorrei fare di più per il mio paese, ma mi accorgo che non è più una democrazia. Ho vissuto in un altro paese e la differenza è palese quando un cittadino ha ragione sullo Stato. Io ho ricevuto delle scuse. Qui in Italia mio padre è stato costretto a pagare una tassa su una "cartella pazza" perchè fare ricorso diventava più dispendioso di pagare e non dava nemmeno sicurezze di essere risarciti. Ci si accontenta di sopravvivere a tutto questo. Sto pensando seriamente di chiedere asilo politico. Credo che me lo concederanno.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti