Commenti

commenti su voglioscendere

post: Il Riformatorio

Messaggio ai lettori e agli amici dopo una settimana difficile Cari amici del blog, ma anche di Repubblica, dell'Unità, di Micromega, di Annozero, una sola parola: GRAZIE. E' stata una settimana difficile, ma ora va un po' meglio e sto leggendo, a rate, la fiumana di commenti e di messaggi di solidarietà che mi sono piovuti da ogni dove. Sono commosso. Credo che, come molti colleghi, se non avessi l'affetto dei lettori sarei già stato schiacciato. Siete la mia scorta, la mia assicurazione sulla vita. Grazie ancora. Continuate a partecipare attivamente e criticamente. E quando avete qualcosa da obiettare, fatelo sempre. Un abbraccio a tutti. Marco Ora d'aria l'Unità, 17 maggio 2008 Da qualche giorno, avendo osato raccontare le amicizie mafiose del presidente del Senato , ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Grazie a te di avere il coraggio di fare la cosa più naturale del mondo per un giornalista, informare.


Marco, non lasciarti togliere la serenità da certi stupidotti. Ricordati di ciò che diceva Montanelli: "il mio unico padrone è il lettore". Solo al lettore devi rendere conto, raccontando i fatti onestamente come hai sempre fatto. Ciao


Grazie caro Marco, grazie ancora. Siamo in tanti, davvero tanti. Grazie a persone come te riesco ancora a sentirmi orgogliosa di essere italiana ed è davvero difficile di questi tempi. Non sei solo, mai lo sarai. Sei un grande!


grazie a te Marco!!! non arrenderti mai!! aiutaci a cambiare questo paese e la gente che non vuole vedere la realtà!!!


Caro Marco, ovviamente sono io che la ringrazio del suo eccellente lavoro, della sua onestà e della sua competenza (non foss'altro che per quella della lingua italiana: è sempre un immenso piacere leggere i suoi articoli, nonostante i contenuti deprimenti). Per fare un piccolo appunto nel merito della questione: secondo me avrebbe davvero dovuto precisare il fatto che la condanna fosse avvenuta 18 anni dopo le frequentazioni di Schifani salvo poi, ovviamente, precisare anche che la condanna giunta dopo tanti anni affermava che la "mafiosità" era reale e tangibile ai tempi delle suddette frequentazioni. Questo regime è spaventoso e non vedo altra soluzione oltre la fuga. Grazie, di cuore. MP


Ero a Parma a sentirti, Marco. Un grande esempio per tutti, e ora mettiamo fuori le unghie. Grazie Marco, non mollare!!


# 960    commento di   Dario Erre - utente certificato  lasciato il 19/5/2008 alle 23:15

Grande Marco!!! Sono finiti, anche se non lo sanno ancora. Continua la saga de “La scomparsa dei fatti”. Il materiale di certo non manca con la sola differenza che la Rete non è più quella di sette anni fa mentre loro sono gli stessi di prima.


Caro Marco, ho seguito il tuo inetrvento da Fazio e le scene imbarazzanti dei giorni seguenti,ricchi-come diceva il sommo Poeta de Andrè-di "scuse e accuse e scuse senza ritorno" e mi sono profondamente indignata.Non solo per il comportamento di Fazio,al quale ho anche scritto una lettera di protesta,degno di un impiegato dell'anagrafe, ma anche dalle parole a dir poco offensive di D'avanzo,che reputo(reputavo?)uno dei più validi giornalisti di Repubblica. Credo che queste ultime settimane siano state a dir poco insostenibili..ma tu sei "de fero"..nessuno riuscirà mai a assopire il tuo desiderio di giustizia,di informazione e libertà.Grazie Marco,grazie davvero..e per concludere sempre con il grande Fabrizio: "passerà anche questa stazione,senza far male..passerà questa pioggia sottile come passa il dolore" Un abbraccio sincero Ilaria


Non mollare mai Marco! Sei una delle nostre poche fonti attendibili! Abbiamo bisogno di te! Forzaaaaaaaaaaaaaaaaa!


"Che sconforto vedere quella verità, quella giustizia, che abbiamo così ardentemente desiderato, conculcate, oltraggiate e misconosciute! [Ma] lo ripeto con la convinzione più profonda: la verità è in cammino e nulla la fermerà." EMILE ZOLA. Bella cosa il Passaparola!! Diventerà una utilissima e piacevole abitudine...GRAZIE MARCO(e Beppe)!!! Dopo il fuoco incrociato degli ultimi giorni, non vi pare si siano dati una leggera calmata?? Non sarà che ci siamo inc...ti davvero in tanti, stavolta?? Mah, incrociamo le dita e vediamo che succede giovedì... Comunque LA PIAZZA è sempre lì!: NOI TENIAMO "IN CALDO" QUELLA!! Così, per prudenza...


di quest'italia mafiosa, collusa, ignorante, arrogante, conformista, clericale, non so più che farmene. credo che gli italiani rappresentino il peggior popolo del mondo, senza dubbio. mi vergogno di essere italiano. oggi ho visto il ministro della cultura bondi a cannes che disquisiva di cinema. non so più che pensare. a cannes vincerà gomorra, perché rappresenta l'icona dell'italia attuale. già me li vedo questi politici mafiosi che, al posto di vergognarsi per come è ridotto il loro paese, esulteranno per il "nuovo cinema italiano". diranno pure che grazie alla politica è risorto dalle ceneri. mi sembra di essere immerso in una situazione surreale perenne. parrebbe essere uno scherzo, invece è un INCUBO




Marco sei semplicemente il migliore. Abbiamo troppo bisogno di quelli come te! continua così!! sei un grande


@ Dalemiano Avevo una mezza cotta per D'Alema...tanto tempo fà...me la sono fatta passare, anzi, mi è passata quando si è messo a fare patti con Berlusconi, lasciandogli tenere i mezzi d'informazione in suo possesso. Sono stata 6 anni nel tuo stesso partito, da tesserata e dirigente locale, a lottare, praticamente da sola, sperando di essere tra gente che, come me, riteneva intollerabile la presenza in politica di un imprenditore in odore di mafia, con conflitti d'interessi assurdi e quant'altro. Mi sbagliavo. A chiunque nel mio caro EX PARTITO interessavano solo poltrone e poltroncine. Per anni si è parlato solo di spartizioni di assessorati. Mai un'iniziativa per la visibilità del partito, per sensibilizzare l'elettorato, per entrare in contatto con i cittadini! Apri gli occhi! Sono 14 anni che la sinistra fà il gioco di Berlusconi. Quest'anno, con grande lacerazione interiore, ho deciso di non votare. Ho fatto male. Avrei dovuto votare Di Pietro. Non puoi capire, data la grande passione che avevo per il partito, che grado di delusione e disgusto io abbia raggiunto e come mi faccia male aver DOVUTO prendere atto della totale INUTILITà dei suoi dirigenti,che, tra l'altro, non fanno altro che TRAMANDARSI cariche e spartirsi briciole... Altro che bipolarismo! Veltroni & co. andrebbero ringraziati per aver finalmente distrutto una sterile sinistra, che da tempo non rappresentava più i valori del suo elettorato. Scusa la fatwa!
http://ligeiadatura73.spaces.live.com/




Caro Marco, sono un italiano emigrato in California, dove mi occupo di informatica. Ho letto con incredulita' della vicenda Schifani. Negli Stati Uniti la politica non e' certo priva di difetti (tutt'altro) pero' ho pensato che in un caso come quello che tu hai esposto, il politico in questione sarebbe stato costretto a un "grilling" da parte dei giornalisti e probabilmente ad un inchiesta da parte di una commissione parlamentare. Invece in Italia i potenti non devono rispondere di nulla e sulla graticola sei finito tu, che avevi esposto il fatto... Che tristezza. I politici di destra e (ancora non riesco ad abituarmici) di sinistra hanno fatto fronte comune nell'attaccarti (ad eccezione di Di Pietro). Meno male che almeno buona parte degli intellettuali liberi si e' schierata con te. E' assurdo che le speranze di un paese siano affidate a giornalisti, scrittori e comici ma a quanto pare in Italia purtroppo e' cosi'. Resisti! Ti saluto con stima.


PRESTARE PER CORTESIA ATTENZIONE, ed AGIRE.... Credo che sia arrivato il momento di bussare a qualche porta, con fermezza A proposito del tentativo dell'On Paolo Romani, come per articolo sul Corriere della Sera del 19 Maggio, ed a proposito appunto su questo tentativo di...accennare al MINI EDITTO Io proporrei di inviare urgentemente due righe via email al caro On. Paolo Romani alla Camera gli potrebbero forse essere di aiuto e fargli capire che *** MARCO NON SI TOCCA ***... romani_p@camera.it Passaparola, con qualcosa del genere: NO A TENTATIVI DI MINI-EDITTO TRAVAGLIO Chissa' che possa servire a sturare quel POSTACCIO chiamato Camera e capire cio' che stanno combinando a porte chiuse Chi vuol sapere di piu' a proposito di questo Gentiluomo, dalla serie: SE LI CONOSCI, LI EVITI http://gli-impresentabili-2008.spaces.live.com/blog/cns!C8BC181F2E900CAB!1124.entry


Se quello che ha scritto sul blog e' veramente Facci, vorrei dirgli che e' un bel rosicone, poi cominci a non fare piu' il giornalista servo del sistema e forse avra' piu' onori.


# 972    commento di   Marco M. - utente certificato  lasciato il 20/5/2008 alle 4:4

Grazie a te Marco, da sempre uno dei ochi che mi lascia una piccola speranza del fatto che il paese dove sono nato possa tornare ad essere verametne libero un giorno. La solidarietà da parte di chi ti segue l'avrai sempre anche perchè determinate persone, per il fatto stesso che apprezzano uno come te, non ci impiegano troppo a capire che certe cose come quelle scritte da D'Avanzo siano balle. L'unica cosa che mi fa paura è la storia della banda dei quattro. Sono solo in quattro ad opporsi a questo regime? In fondo credo di no, ma per quella che è la situazione in parlamento verrebbe proprio da pensare così. Quando ci sarà un rappresentante anche per l'elettorato composto da chi la pensa come Grillo, Travaglio etc.?


Ragazzi! Essere vicini a Marco moralmente è una gran bella cosa, ma pensate a come aiutarlo in "concreto"... nel mio piccolo ho comprato il suo libro... e dopo averlo letto lo regalerò alla biblioteca del paese...


Quando nel 1990 inveivo contro Craxi e la legge Mammì, presagendo che un giorno il beneficiario avrebbe rotto il cazzo a macchinetta, nessuno sembrava volermi credere. Sono passati quasi vent’anni ed il beneficiario in questione non si è solo limitato a tenere in ostaggio il paese intero, è persino riuscito a berlusconizzare la quasi totalità della classe politica. Oggi il Pd, quello che rimane del vecchio Pci/Ds, accetta volentieri l’ingombrante anomalia italiana, anche se dal ‘94 non ha fatto altro che degenerare. Oggi il Pd sceglie di dialogare con il cancro, dimostrazione di quanto sia anch’esso incancrenito. Oggi il Pd si sta rendendo complice della epurazione dei giornalisti liberi che lavorano in Rai - solo quelli con alto indice d’ascolto naturalmente. L’unica opposizione allo scempio berlusconiano rimane L’italia dei Valori, un 5% di elettori. Ma i conti non tornano. Non molto tempo fa infatti, in un sondaggio pubblicato su Corriere.it, è saltato fuori che circa il 70% su 50.000 votanti erano d’accordo con Di Pietro per lasciare a Mediaset una sola rete. Non si tratta di un campione omogeneo, include in prevalenza persone con accesso ad internet e che leggono qualcosina. Tuttavia il Corriere.it ha un pubblico piuttosto eterogeneo e non è certo da considerarsi come un “pubblico di sinistra”. Anche nella peggiore delle ipotesi, risulta evidente che la disapprovazione è assai più diffusa di quel che il parlamento e la stampa possano far sembrare. Io mi chiedo - e se lo dovrebbero chiedere anche quelli del Pd se un minimo di vitalità gli è rimasta - chi rappresenta questi elettori in parlamento? solo Di Pietro? Nelle ultime elezioni il carrozzone mediatico berlusconiano è riuscito ancora a confondere l’elettorato con l’inganno. Ma cosa succederà negli anni bui che il paese si appresta ad attraversare, specie con questa “opposizione” insignificante? È logico presagire un’impennata del malcontento senza precedenti. Quello che auspico è che in questi
pguiducci.com/blog




Marco continua cosi, noi siamo tutti con te!!!


Ho letto con interesse la trascrizione dell'intervento in streaming di ieri di Travaglio, da cui ho appreso che Ruffini, direttore di Rai3, e' nipote di La Loggia. Questa me la tengo in serbo per quando mio cognato mi dira' che rai3 e' in mano ai comunisti!! Grazie, Marco. Ho cercato qualcosa su questo Ruffini, e in questa articolo - http://www.e-journal.it/special_event/relatori/articoli/ruffini_paolo.htm -, che suona ahime' programmatico sul futuro del giornalismo e dell'informazione in iternet sostiene: "Un marchio di qualità, di garanzia, dovrà distinguere il circuito giornalistico da quello del villaggio globale telematico. Anch’esso (probabilmente) da regolamentare in qualche modo." Ci sono vari punti nell'intervento di Ruffini che sembrano far presagire un intervento censorio sulla rete nell'"interesse" della libera informazione. Scomoda persino Socrate per affermare "l'unico sapere che s’addice al giornalista è quello di non sapere." Solo che Socrate si riferiva al sapiente, non al giornalista!!


ma grazie a te marco!! e ti prego... continua così..


ehi! tesoruccio! questo tuo post mi strappa una lacrimuccia! noi siamo con te , sempre, cosa sono ste tre righe? fanno molto picere, comunque! ti aspettiamo sempre, e sempre così, sincero e gentile. grazie a te, marco.


Grazie marco! Giornalista vero e coraggioso. Continua così che noi ti sosterremo sempre. Non mollare! ciao


HO APPENA MANDATO UNA MAIL DI PROTESTA ALLA RAI se avete rispetto per i nostri gusti televisivi non toglieteci ANNO ZERO in nome di una libera informazione. tutti hanno diritto di poter esprimere la propria opinione e di divulgare notizie vere: lo so, a volte la verità vi fa male.... se ciò dovesse malauguratamente avvenire beh, potremmo dire di esser ritornati al vecchio regime dove veniva bandita la satira e la libertà di parola! quindi se volete smentire che non siete in contatto con la classe politica e che non c'entri niente su questi spiacenti fatti lasciateci TRAVAGLIO E SANTORO AL LORO POSTO P.S. sarebbe giusto che SANTORO abbia lo stesso numero di serate che vespa da anni si sta appropriando. cordiali saluti. una semplice e fiduciosa studentessa che spera in una libera informazione


Questa mattina su omnibus c'era di nuovo chi, un "giornalista" (di quelli che hanno passato l'esame di omologazione), ha tirato fuori il trito argomento per il quale personaggi come Santoro e Travaglio, in fin dei conti, farebbero il gioco della destra gettando palate di sterco sugli esponenti di spicco della "sinistra". Al di là della debolezza intrinseca dell'argomento, sulla quale non mi ci soffermo neppure, esso tradisce un attegiemento proprio di chi lo sostiene sul quale, invece, vorrei soffermarmi. Perchè, si potrebbe chiedere loro, Santoro e Travaglio, i quali di mestiere fanno i giornalisti, dovrebbero mai pensare di fare gli interessi della sinistra? Sinceramente non so cosa risponderebbero i vari microcefali come Polito (che deve il suo cognome alla caratteristica del suo cervello di essere estremamente polito), ma è evidente che essi non riescono a tollerare che ci siano giornalisti indipendenti, i quali ritengano che la propria attività consista nel raccontare fatti a prescindere dalle conseguenze (anche politiche) e non fare propaganda, e che non interessi affatto loro avere un refernte politico ai piedi del quale strisciare. Solidarizzo sentitamente con Marco, fatto oggetto di una campagna diffamatoria indegna e ipocrita. Purtroppo la verità è scomoda, ma essa cammina sulle gambe degli uomini che hanno il coraggio di portarla.


Massima solidarietà e sostegno a lei, Gomez e Corrias. un grazie infinite per l'impegno che state portando avanti e per l'esempio che state offrendo a noi tutti.


# 984    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 20/5/2008 alle 10:22

@ Dalemiano Io, in piccolo, ho fatto l'inverso del tuo percorso. Sono sempre stata, e sono tuttora comunista, il mio ideale è e sarà sempre "da ciascuno secondo le proprie possibilità, a ciascuno secondo i propri bisogni". Stavolta non me la sono sentita di votare per persone che anzichè combattere per la giustizia sociale si sono limitate ad andare nei vari salotti televisivi per il loro diletto personale. Sinceramente D'Alema non mi è mai piaciuto, l'ho sempre trovato abbastanza opportunista, mentre fino a queste elezioni ho avuto stima di Veltroni. Visto in questa campagna elettorale mi è sceso notevolmente. I suoi tentativi di volemose bene mentre il malaffare impera su entrambi i fronti mi ha portato a votare IDV, e per come si stanno mettendo le cose lo rivoterei domani stesso. Tu sei del partito che dice che con Travaglio Santoro Grillo e pochi altri il PD non vincerà mai. Io invece penso che loro abbiano solo il compito di informare a prescindere, perchè non devono assolutamente trainare il consenso per le elezioni altrimenti non si differenzierebbero da Fede, Vespa, Facci. Fortunatamente per noi non si sono fatti piegare da minacce e tentativi di ostracismo. Io non riesco più ad accontentarmi di gente che fa schifo solo per evitare il potere a gente che fa più schifo ancora. Alla banda dei quattro: Grazie di esistere!!!!!


Siamo noi che dobbiamo dire GRAZIE!!! Sono persone come te la nostra scorta, la nostra assicurazione sulla vita... democratica..., se esiste ancora questo concetto in Italia... Io sono nata in Svizzera e vi sono rimasta per più di trent'anni. Vi ho quindi vissuto quello che alcuni definiscono un concetto di democrazia molto spinto: referendum, iniziative, informazione, dibattiti, trasparenza... Ok, il paradiso in terra non esiste e anche la Confederazione elvetica ha i suoi problemi, per carità. Ma devo ammettere che arrivare in Italia è stato scioccante: i telegiornali sono inguardabili: approssimazioni, mancanza di chiarezza, "peopolizzazione" ad oltranza... Per avere notizie serie guardo i TG esteri!!! è il colmo!!! Continua così Marco, i cittadini hanno bisogno di te, della tua serietà, pacatezza, professionalità. Sono convinta che la Verità finisce sempre col prevalere! GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!


Marco, sei uno dei pochi giornalisti degni di questo nome.


Altro attacco a Marco sul sito libero.it, adesso pubblicano che è di destra ecc.ecc.... Non ci frega niente di che parte politica preferisca, ci interessa che fa bene il suo mestiere! FORZA MARCO NON MOLLARE!


Volevo esprimere la mia solidarità a Marco Travaglio, e ringraziarlo per quello che sta facendo... Vai avanti così!!! Volevo anche dargli un "suggerimento" (mi permetto solo perchè il mio punto di vista è esterno e non son parte in causa ): Dovrebbe evitare in qualsiasi modo di dar la possibilita a chi viene da lui "tirato" in causa di poterlo attaccare su questioni non sostanziali ma esclusivamente formali(so che è difficile soprattutto quando si parla in diretta e si risponde a a delle domande). Mi riferisco anche ad un solo minimo epiteto o ancor di piu a soprannomi; cio rischia di svilire i grandi argomenti che tratta. Spero che possa leggere questo piccolo suggerimento. Infine una domanda... quando vieni a Cagliari???




“Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi. Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che rimette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l’arbitrarietà, la follia e il mistero. Tutto ciò fa parte del mio mestiere e dell’istinto del mio mestiere. “ Sai perché ti voglio dedicare questa breve citazione di un famoso brano di PPP? Perché tu stai facendo molto di più di quanto vuoi farci credere. Tu dici di esporre i fatti e di limitarti ad informare sugli atti giudiziari. Bene, ma non basta. Sappiamo che la verità non è rappresentata dalle sentenze. La ricerca della verità parte dalle evidenze ma queste vanno lette con umiltà, onestà intellettuale e soprattutto legate tra loro e ricordate. Ed è questo quello che fai. Non è vero che i fatti sono scomparsi. Siamo bombardati ogni giorno da una quantità di notizie impressionante: mai così tanta gente legge quei giornaletti gratuiti che a fine giornata rendono le nostre città un cumulo di carta sporca: sfilze di notizie senza approfondimenti, punti di vista, opinioni: raccontati così i fatti si dimenticano. Ci vuole chi ce li ricorda, chi li interpreta con, ripeto, umiltà ed onestà intellettuale e magari chi ha il coraggio di parlare oltre che di scrivere. Marco, tu fai credere di essere cinico, pragmatico, come quando sostieni che non “conviene” alle tasche dei cittadini onesti avere una classe politica corrotta. E’ vero, non ci conviene ma non è tutto, non è solo questo. L’impegno, il coraggio (anche quello di scagliare la prima pietra), la forza di dire no al momento giusto, questo non si paga e tu lo sai. Non temere di essere giudicato moralista o banale. Chi si indigna banale lo è sempre (il re è nudo). Continua così


ma possibile mai che tutti invochino questo fantomatico "servizio pubblico" parlando di televisione per arrogarsi il diritto di renderlo un servizio al loro personale uso e consumo????? ma qualcuno si e' sognato di chiedere al pubblico (cioe' noi) cosa vuole vedere nella televisione pubblica????? se l'odience quanda parlano Santoro o Travaglio o quando si da spazio a Grillo e' alta, vuol dire che la gente vuole sentire parlare queste persone e ne ha il diritto, visto che paga!!!! ma qualcuno vuole chiarire a questi signori del parlamento che "pubblico" non vuol dire "politico": vuol dire di tutti, della comunita'! e allora com'e' che gli unici a non essere interpellati su cosa debba trasmettere la NOSTRA televisione siamo noi???????


Visto il video di ieri... L'illuminazione faceva molto atmosfera, complimenti! I politici fanno pena, ma i tuoi colleghi... che poracci! Per fortuna adesso potranno prnedersela anche coi ministri spagnoli, e forse lasceranno stare Travaglio. Ciao


Marco sei un grande, grazie a te per tutto quello che fai!


# 994    commento di   Lisuccia - utente certificato  lasciato il 20/5/2008 alle 12:3

Figurati Marco, grazie a te! Spero proprio che questa intensa partecipazione di gente ti abbia dato un pò di forza in più per affrontare gli attacchi continui di questi disonesti.... continua così...e noi continuaremo a seguirti! alla prossima! anzi a più tardi!..visto che ci vedremo nel pomeriggio per l'incontro con te e De Magistris alla Leopolda a Pisa! Lisa
www.lisuccina.blogspot.com


# 995    commento di   facand - utente certificato  lasciato il 20/5/2008 alle 12:5

Certo che ci mancavano proprio le dichiarazione di Romani, aspettiamo a breve un nuovo editto contro le voci che dicono troppa verità. Tieni duro, non mollare, non farti atterrare da tutti questi colpi, perchè la tua voce, il tuo modo di spiegare e raccontare i fatti è indispensabile per l'Italia e per noi che crediamo in te !!! E più ti colpiscono e noi più crediamo in te.


ragazzi mandate mail pro travaglio...diffendiamolo...un sacco di persone stanno mandando mail di protesta alla rai in difesa di marco e santoro!! fatelo ragazzi, collegatevi al sito della rai. io l'ho già fatto


E' stata una settimana difficile??????? Ma sei entrato nei libri di storia, come volevi che fosse!!!! Non ti fare intimidire e non mollare. Evita di fare commenti personali tipo muffe e neurodeliri e tutto andrà bene (ci pensa già Silvio a fare battute....). Deliziosa la puntualizzazione dei "crimini" dei governanti esteri, ma non ti illudere gli italiani hanno il cervello anestetizzato, non capiscono un tubo. Senza offesa ma è sotto gli occhi di tutti. A Sgarbi però potevi dirglielo che è un maleducato. E' un fatto! Dio com'eri incazzato ti liberavi un pochino. Schifani e il suo compagnetto cominciano a capire che non dormiamo tutti non credi. ...E i polpettoni dell'opposizione, siamo nelle mani di nessuno! Che dire, controlla bene dove metti i piedi e tutto andrà per il meglio. Tu comunque l'inchiestina sui possedimenti, partecipazioni ecc. di TUTTI fattela, che ce la facciamo così la nostra, inevitabile, guerra civile... A presto.


in uno qualsiasi degli altri paesi europei saresti uno qualunque. qui in italia sei un eroe. ma non fare l'errore di sentirtici troppo, eroe. tu fai semplicemente il mestiere di giornalista. non farti prendere dall'esaltazione e dal delirio di onnipotenza. continua ad essere equlibrato e low profile, come sono tutti i grandi giornalisti (vedi biagi). ti difendo con tutti, ho sul mio sito i tuoi banner, e faccio girare spesso i tuoi articoli tra i miei amici. ma smetterò non appena mi renderò conto che approfitterai della tua popolarità, e che cadrai nel tranello che la politica ti sta tendendo: il modo migliore per denigrarti è quello di ascriverti a una parte, cosa che stanno riuscendo a fare, anche grazie a te. ma tu non puoi essere di parte, confliggerebbe col tuo essere, semplicemente, un giornalista. per esempio: perché nel programma di santoro non parli della storia politica di santoro? sogno il giorno in cui ad inizio trasmissione fai a santoro le domande che tutti ci chiediamo sul suo passato di parlamentare europeo e sulle ragioni per cui si è dimesso tradendo il mandato di chi lo aveva eletto. magari ha delle buone ragioni, e noi siamo disposti ad ascoltarle, come siamo in attesa di risposte da schifani sul suo passato. quella sarebbe davvero la tua definitiva consacrazione. il modo migliore per denigrarti purtroppo arriva anche, inconsapevolmente, da tutti quelli che ti difendono a prescindere, osannandoti come un divo. resisti, resisti, resisti. continua a dire a chi ti loda senza se e senza ma: non fidatevi di me, approfondite voi stessi. non esiste differenza tra cittadini e militanti. i cittadini sono per definizione militanti. e oggi militanza significa informarsi senza delegarne lo sforzo ad altri. semmai a partire da altri.


... è stato già detto tanto, forse tutto, ma voglio lasciare ugualmente la mia "traccia" nel Suo blog. Io credo che l'intelligenza e l'anima italiana siano ormai affossate sotto la polvere lasciata dalle mille parole inutili, dalle costrizioni sottili (ma neanche troppo), dall'acriticità e dai luoghi comuni che ci pervadono dall'"alto"; polvere ogni tanto soffiata da persone come Lei... nel bene e nel male... con o senza ripercussioni (tra l'altro, assunte senza paura ed in modo assolutamente personale). Il Paese è al collasso ideologico, non ce la faccio più ad ascoltare discorsi di aria fritta. Abbiamo bisogno di uomini come Lei, che scuotono senza slogan ma con estremo savoir faire, che "dicono" senza urlare, che "lavorano" in direzioni di approfondimento e denuncia. Abbiamo bisogno di formarci opinioni strutturate. E' difficile, lo so... ma io credo nel Suo contributo e La prego di continuare il Suo lavoro con passione, ma anche con estrema responsabilità... La ringrazio per l'attenzione. Teresa... esausta




Marco non fermarti per nessun motivo, continua perchè ogni volta che ti ascolto mi dai coraggio! Forza Marco! Mi indicate per favore i link dei vari blog? Grazie a tutti


Forza Marco! PErò non fare sti ringraziamenti che mi commuovo anch'io... :')




@@@ Federico Leggo il tuo commento: *** in uno qualsiasi degli altri paesi europei saresti uno qualunque. qui in italia sei un eroe. *** Ti dispiacerebbe postare il nome di due o tre giornalisti europei e testate su cui scrivono, in quanto il **qualunque** suona un po' **vecchia zitella acida cammuffata da Blogger che ammira Travaglio ma non lo ammira** Ed il **qui in italia**, io preferirei leggere, o Italia, o BerlsukenLande..a te la scelta Il Soldato Marco e molto piu' che una Banda, continuano imperterriti inn quel che fanno e credono p.s. A proposito, che ne pensi del Carissimo Sottosegretario ai Giardini di Arcore e zone limitrofe (Non e' Mangano, ti prego..), il Gentiluomo Paolo Romani e la sua storia curiosa, da Grande Imprenditore..? Mandagli eventualmente alla Camera, una email per sapere se si e' autoproclamato il **CENSORE MASSIMO** venuto dalla Nebbia ed abbagliato dai Fasti Del Nuovo Impero, pagati dalle nostre generose tasse, tra l'altro..e se ritiene che il suo GIUDIZIO sul BENE ed il MALE sia veramente da considerare..o SCHERZA..? come direbbe Bonaiuti, che sempre MINIMIZZA, o RIVOLTA LA FRITTATA sulle enormi gaffes del Fu-Piazzista Qui sotto puoi leggere alcune cosine curiose, curiosine. http://gli-impresentabili-2008.spaces.live.com/blog/cns!C8BC181F2E900CAB!1124.entry


SIAMO TUTTI CON TE! W IL VERO GIORNALISMO!


Salve Marco,non so se ricorda, ma quando lei è venuto a Frascati il giorno 06/02/08 per la presentazione del libro Mani sporche,le è stata consegnata una lettera da parte di una ragazza,quella ragazza sono io.E tuttòra la esorto a non mollare. Sia i miei ringraziamenti che la mia stima per lei sono espressi in quella lettera,se le può portare conforto la prego di rileggerla... p.s. NON MOLLARE MAI!


Ti ringrazio perchè intorno a me vedo moltissima indifferenza, nei ragazzi della mia generazione e non solo; vedere e capire che c'è ancora qualcuno in grado di smuovere coscienze raccontando fatti e verità, mi rende un pò meno immobile e meno opaca. Hai dato una grande lezione di civiltà; chi ci rappresenta politicamente ha il dovere di rendere conto delle proprie azioni e delle proprie frequentazioni. Ce ne continuiamo a dimenticare, come se la nostra quotidianità e la nostra fatica esulasse dai loro scranni. Grazie ancora per la voce che ci dai, hai tutta la mia stima. Sara


Siamo tutti con te.. hai il nostro pieno appoggio! Continua cosi'..........


Caro Marco, ammiro molto il tuo coraggio e la tua libertà, e proprio perchè credo che tu valga davvero ti faccio una critica (seria): io credo che il messaggio implicito che sia passato ai telespettatori di che tempo che fa sia che schifani se non è mafioso poco ci manca. Il che è un messaggio che scredita molto la credibilità del presidente del senato, che però di fatto non è mai stato nemmeno accusato di ciò dalla giustizia italiana.Quelo che mi chiedo è: è democratico accusare indirettamente di mafia uno che ha un passato un po' dubbio, ma che forse sta ai tribunali di giudicare? Forse quel che indendeva D'Avanzo era che i fatti possono essere usati per insinuare sospetti (tra l'altro giustificabilissimi, se uno si informa) quando però di fatto schifani è ufficialmente pulitio e per quanto mi riguarda, nonstante abbia forti sospetti che quelle amicizie così casuali non erano, non ho la certezza che schifani sia davvero un mafioso. E se per caso non lo fosse, non è giusto far passare il messaggio "è un mafioso". Questo lo dico non tanto per Schifani in sè che preferirei vedere a raccoglier cicorie, quanto perchè un domani ad altri potrebbe capitare di essersi trovati, loro malgrado in circostanze le cui apparenze congiurano contro di sè, e doversi difendere per una cosa che non si è commessa è di per sè equivoco. Grazie per tutto quello che fai, per me è molto importante, e ho aperto molto gli occhi.


Marco non mollare mai!!!Ormai posso avere vera informazione solo da te e da pochi altri che nel web riescono a diffondere libera informazione!!!!Le persone come te sono l'unico appiglio per giovani come me che vogliono sapere la verità di quello che ci circonda!!!Ti prendo da esempio per la correttezza con cui svolgi il tuo lavoro e soprattutto adoro la tua pungente ironia!!!:)


I giornalisti che hanno espresso un giudizio negativo sul lavoro di Travaglio hanno evidentemente fatto un esame di coscienza e hanno trovato nel proprio lavoro le reali mancanze.Se non ci fossero nemmeno questi pochi personaggi a raccontare i fatti, andando contro l'omologazione dell'informazione, e affrontando anche momenti spiacevoli sarebbe un guaio per tutti!Grazie ancora a Marco Travaglio e tutti gli altri giornalisti che lavorano davvero per una seria informazione sopratutto pulita!




Caro Marco, ho letto molti tuoi libri nonché molti tuoi articoli. Inoltre, dopo l’invenzione di internet scarico molti tuoi video…neanche fossi una bella ragazza! Ti sono vicino per quello che hai passato, per almeno due motivi. Il primo: desidero un futuro migliore per me e per il mio paese [l’Italia], e so che questo passa anche per una cultura migliore. Tu arricchisci la mia [e non solo la mia presumo] cultura. Il secondo: ormai sei come un amico, un parente…in un certo senso “mi sento legato a te” (non mi si fraintenda però!). Quanto sopra non sono semplici sviolinate e…se non mi credi…qualora volessi qualche dimostrazione, Ti invito a passare sul mio personale space e vedrai che sono anche io testimone della stessa “battaglia culturale”. Dici che possiamo criticarti. Bene, lo faccio: L’altra sera, su Anno Zero del 15 maggio, ti ho visto provato e mi sei sembrato poco brillante nel replicare all’On.Ing.Castelli…mi sbaglio? Sarei felice, oltre che onorato di una Tua risposta. Grazie a te Marco, grazie a tutti quei giornalisti come te. Distinti saluti, Calomelano Ps: un giorno sarei felice di incontrarti, per scambiare due “chicchiere”…chissà…




# 1015    commento di   rossa - utente certificato  lasciato il 20/5/2008 alle 20:33

CERTO SARà STUPIDO IDOLATRIZZARE UN UOMO IN QUESTO MODO, MA MARCO SI Sà è UN ANIMALE DA PALCO SCENICO E UN BELL'UOMO OLTRE CHE UN GRANDISSIMO GIORNALISTA E VI DIRò CHE NON è COSì SBAGLIATO, PERCHè COMUNQUE QUELLO CHE DICE LO ASCOLTA SIA CHI CREDE DAVVERO CHE CHI ASCOLTA SOLO PERCHè A DIRE LE COSE è LUI.. MEGLIO COSì, MEGLIO CHE ATTIRI PIù PERSONE POSSIBILI, IL NOIOSO GIORNALISTA NON LO SEGUE NESSUNO.. E ANCHE SE FOSSE TUTTO UN BUSINESS, AMEN..LA VERITà IN OGNI CASO LA SI ESPANDE!
www.VivaTravagliO.ilcannocchiale.it


@@rossa Che posta ma non legge e tantomeno risponde... *** CERTO SARà STUPIDO IDOLATRIZZARE UN UOMO IN QUESTO MODO, MA MARCO SI Sà è UN ANIMALE DA PALCO SCENICO E UN BELL'UOMO OLTRE CHE UN GRANDISSIMO GIORNALISTA E VI DIRò CHE NON è COSì SBAGLIATO, PERCHè COMUNQUE QUELLO CHE DICE LO ASCOLTA SIA CHI CREDE DAVVERO CHE CHI ASCOLTA SOLO PERCHè A DIRE LE COSE è LUI.. *** Hai dimenticato (piccolo lapsus) di VEDERE i FATTI che TRAVAGLIO mette davanti a tutti per CAPIRE....tutto il resto che scrivi, se posso dire pane al pane..puzza di viscido, e NEBBIOSO.. Qui, in generale, IDOLI con PARRUCCHINO e TACCHI non ne vogliamo troppi...ed il Teatrino dei Pupi non lo subiamo..lo sappiamo apprezzare, in quanto e' CONTEMPORANEO nella nostra disastrata scena morale, in bancarotta, e parlamentare (coppola, lupare, cannoli e fucilini a tappi...Allegria direbbe ER Mike da Brooklyn (Bongiorno), da 60 anni sul nostro groppo...eh si'... Perdonami, ma e' troppo EVIDENTE cio' che PROPAGANDI.. Goebbels (ed i suoi seguaci CIECHI) era piu' raffinato nel **Character Assassination** se mi spiego... Sii felice...


Per CALOMELANO, Carissimo CALOMELANO, (sta tentando di dialitizzare: CARA MILANO..?) Sul Suo commento, se mi permette posto qui sotto una parte che ritengo significativa nel contesto di tutto il suo commento: **** Bene, lo faccio: L’altra sera, su Anno Zero del 15 maggio, ti ho visto provato e mi sei sembrato poco brillante nel replicare all’On.Ing.Castelli…mi sbaglio? **** Che Marco stia combattendo una Grande Battaglia contro una COALIZIONE di Muri di Gomma, pagati come PUBBLICI UFFICIALI di uno STATO, non ci piove, e pertanto la Sua osservazione, a mio avviso, mostra che Lei possiede un grandissimo talento percettivo, oltre che una estrema abilita' di vedere i piu' minimi e reconditi dettagli...si merita un sincero complimento.. Sul brillante...beh, che Le devo dire..Onorevoli Ingegneri e Giurisprudenza sono due BRUTTE BESTIE in completa antitesi, e brillare...credo che non si potrebbe nemmeno pensarci... Mi consenta di esprimerLe un mio punto di vista, e mi corregga se sbaglio: e' raro, e credo unico in ASSOLUTO nella Storia del mondo giudiziario, quello serio dai codici GIUSTINIANI ad oggi, che SI POSSA DELEGARE ad un INGEGNERE ACUSTICO questioni COSTITUZIONALI di estrema raffinatezza e complessita' Giochiamo coi birilli, la paletta ed il secchiello, ma, qui stiamo portando al macero la Costituzione..se capisco bene Chi vuole o si avvantagerebbe di questo..Io,Lei,i nostri cari attorno, la Societa' in Generale e lo Stato..? che non e' ancora completamente una CASA CHIUSA, anche se le riunioni dei nostri Carissimi (per quel che ci costano) in effetti saranno svolte in quella maniera..?? Brillantezza..richiede la controparte VIVA e PREPARATA, oltre che competente..dunque continuiamo con la Cultura dello sgarbo pubblico, dell'interrompere MOLTO FASCISTICAMENTE chi sta parlando...e tecniche dove la BRILLANTEZZA non esiste e, se una parte la ESPRIME..abusi di educazione base saltano fuori..


GRANDE TRAVAGLIO X ME NOI TUTTI SEI UNA SPERANZA. NON MOLLARE SAREMO SEMPRE AL TUO FIANCO. CON UNPASSAPAROLA IN MOVIMENTO SIAMO IN MOLTISSIMI AD AVERE IL TUO LINK NEI NOSTRI BLOG. SEI LA NOSTRA VOCE!!! GRAZIE


Te che ringrazi noi?? Questo sì che è il colmo..ma stai scherzando...sono io che ringrazio te..e mi dispiace di non poter fare altro!!!! GRAZIEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!


A proposito dell'opportunità di idolatrare o meno Marco...in un'epoca in cui il massimo della personalità sembra essere Fabrizio Corona (non me ne voglia), se qualcuno esprime commenti entusiasti sul nostro Travaglio ben venga...ci fosse in giro una maglietta con il suo nome la metterei volentieri!!


Siamo tutti con te! Noi ci siamo! Quello che stanno facendo è scandaloso. E' un attacco alla democrazia che già non c'è più. Grazie di nuovo. Siamo noi a dover ringraziare!




forza marco!!!! non ho mai dubitato un istante sulla tua onestà e sono io che devo ringraziarti perchè non mi lasci ammuffire nell'ignoranza! un abbraccio ricco di stima


Non mi interessa cosa dicono giornalisti pilotati e politici inaffidabili. Io per presa posizione credo solo a quello che dicono Grillo, Santoro, Travaglio e Di Pietro. Proprio quei quattro che danno fastidio. Grazie per l'informazione che ci date giornalmente


Caro Marco ti ringrazio per tutto quello che dici e cerchi di far capire al povero ignorante pecorone asservito popolo italiano; purtroppo credo che gli sforzi di quelli come te e altri (gomez,grillo,di pietro, etc) siano vani perche' l'illegalita' in Italia e' come un virus imbattibile, se ne blocchi uno ne usciranno subito altri 2, se ne neutralizzi due ne usciranno 4 e cosi' via. Sono ormai 13 anni che vivo in Inghilterra, ogni volta che torno in Italia, nella mia Napoli, mi rendo conto che stiamo andando sempre piu' in basso. Tu sei la mia "finestra" aperta sull'Italia che vorrei vedere ma che, ahime', temo non si concretizzera' mai Grazie ancora di cuore per i tuoi sforzi e per la tua capacita' di essere cosi' fermo, deciso e risoluto contro la "cancrena" italiana concludo con una citazione (susan sontag: "To really love something is to wish to die of it") Saluti da Londra Lucio Daniele


Buonagiorno Marco, sono una ragazza di 20 anni che si trova al primo anno di Giurisprudenza..Ho scelto questa facoltà perchè fortunatamente mia madre mi ha sempre parlato di quanto l'onestà e l'impegno fossero importanti,e con me sono cresciuti grandi ideali trainati dall'esempio di Falcone,Borsellino,Chinnici e gli altri..Per questo ora mi sto impegnando,per poter un giorno lavorare nel reparto antimafia.Ma ogni giorno devo confrontarmi con persone che hanno dimenticato..a quanto pare la memoria della gente è davvero labile e dopo soli 16 anni è già pronta a dimenticare..Per questo ho bisogno di te,anzi tutti abbiamo bisogno di te:di qualcuno che ne parli ancora,affinchè quell'agenda rossa scomparsa non diventi "una storia scomparsa".Non so quanto quest'ennesimo commento di graditudine possa servire..Ma davvero Marco,non permettere che certi ricordi vengano sommersi,anche io nel mio piccolo,nella mia aula,mi arrabbio ancora per l indifferenza della gente..Per favore,non smettere di raccontare le cose in modo chiaro e cristallino..mi dispiace che tu debba passare tutto questo,ma pensa anche a ragazzi come noi..a me dicono che sono rimasta "l'unica",ma grazie ai tuoi interventi non mi sento così tanto sola. Semplicemente..GRAZIE MARCO. Ele.


# 1027    commento di   Federica Terni - utente certificato  lasciato il 21/5/2008 alle 12:11

Ciao Marco, grazie per quello che fai per i tuoi lettori. Ti ringrazio per il fatto che forse senza i tuoi articoli, i tuoi interventi ed i tuoi libri starei ancora dormendo sonni pseudotranquilli ed inconsapevoli, ed inoltre non avrei cominciato ad attivarmi sul serio per migliorare la mia vita e la mia città! Sono indignata (se si può ...più di quanto non lo fossi fino ad un paio di settimane fa) per il putiferio mediatico che ha cercato di investirti e distruggerti. Stai pur certo che io e tantissimi altri non solo siamo solidali con te ma saremmo assolutamente disponibili ad aiutarti nella tua battaglia se ne avessi bisogno..dicci te come! Resisti mi raccomando, Federica


# 1028    commento di   SilviaGambino - utente certificato  lasciato il 21/5/2008 alle 12:25

Quando ieri sera mio fratello mi ha chiamato, appena uscito dalla Stazione Leopolda di Pisa, dicendomi che su 200 posti diponbili a sedere, si erano presetate, secondo la sua stima approssimativa, 700 persone...beh, ho pensato al solito trionfo di democratica e libera informazione. Ottimo. Stamani, però, ricevo un'altra telefonata da mio fratello. Un articolo che compare nei fatti di cronaca regionale del quotidiano "Il Tirreno" della zona di cui prima, riporta per il tuo incontro un numero di presenze "da concerto Rock" (parole di mio fratello): T-R-E-M-I-L-A, TREMILA, 3000... Allora, Marco, mi sono detta che dunque è vero: non possono più prendeci in giro, siamo in tanti ad essere svegli ed altrettanti se ne stanno svegliando. Questo è Risorgimento. Siamo tutti UNITI. Siamo tutti con TE.


# 1029    commento di   la rivoluzione siamo noi - utente certificato  lasciato il 21/5/2008 alle 14:1

Caro D'Avanzo, perché invece di parlare di vacanze pagate non fai il giornalista? Perché prima di scrivere certe cose non ci assicuriamo dei fatti? Capisco che siamo nel paese dell'approssimazione ... e che cacchio però! A proposito ... mi ricordo quando scrivevi sul caso telecom ( ''il peggio deve ancora venire'' )... infatti è arrivato. Grazie Marco.


ORGOGLIOSI di avere giornalisti, ma soprattutto uomini come te. Siamo noi che ti ringraziamo, e non solo è un piacere esserti vicino, ma per ciò che fai è un dovere sostenerti. E' un dovere soprattutto per noi giovani e per il nostro futuro, un futuro del quale le radici marcie vanno combattute OGGI!!! GRAZIE MA A TE!!!!


Non m'indigno ("perchè a noi italiani l'indignazione dura quanto l'orgasmo, e poi vien sonno" - Marco Paolini, dallo spettacolo sulla strage di Ustica). Però sono ancora capace di arrabbiarmi quando cercano di sostenere che la cosa importante sia il dito e non la luna. Dopo trent'anni di Italia mi sento in diritto di provare una certa soddisfazione al riguardo :) Quanto a te, Marco, chiaro che sei il solito intellettualoide moralista rompiscatole vittimista di parte (quale, visto che hai riportato fatti riguardo ad entrambe, è un mistero, ma di parte lo sei comunque). E poi dai, che noia. Punti il dito sempre sugli stessi. Indaga sulla vita di un signor Qualunque, così, per par condicio, una volta tanto. Grazie, davvero. Al prossimo articolo, Stefania


Per **la rivoluzione siamo noi** Il buon D'Avanzo **cesso'** completamente la copertura del NIGERGATE da un momento alla'altro..molto curioso questo suo agire. A proposito, si sa' niente del processo in corso per quel fattaccio accaduto in pieno centro a Milano (Abu Omar): ho sentito dire che c'e' unn processo in corso, a cui Prodi ed il Nano DEVONO testimoniare.. Grazie ai partecipanti per fornire aggiornamenti.. Grande Marco...eh si..che altro aggiungere


Marco, mi sono sempre sentito molto di destra ma non trovando una degna incarnazione politica dell'etica cui sono stato educato mi trovo paradossalmente a votare e fare cose di sinistra.. no global, antiproibizionista, uso skype, linux, i rom li voglio in galera solo se delinquono. Caspita! ora perfino proteggo la libertà di Travaglio. A questo punto credo che se non fosse per il prezzo acquisterei maglioni in cachemire.. :) Sospetto che se non ci fossi tu che in modo politicamente indipendente dai visibilità alle "stranezze" di certi personaggi di spicco dell'italia che conta, non lo farebbero giornalisti come Emilio Fede se non sotto minaccia armata. Il gradimento dei tuoi interventi si quantifica con lo sdegno per la demonizzazione che ti è stata riservata in tv e con la quantità di messaggi che hai ricevuto in questo blog. Io ho acquistato il tuo libro e così spero facciano tutti coloro che come me sperano di contribuire alla tua indipendenza. Un sincero saluto




Ciao Marco, non ringraziarci, siamo noi che ti ringraziamo con tutto il cuore per tutto quello che fai per questo paese. sei il nostro eroe, e ti prego, non mollare mai!!! siamo tutti con te!!!! katia


Marco, Continua cosi. Continua con Di Pietro, Gomez, Abbate, Saviano, Grillo, Santoro e tutti quelli che non vogliono solo dire di SI al nano di Arcore e ai suoi amici. Per i lettori, consiglio un sito a cui collaboro, dove si traducono articoli di giornali esteri che trattano dell'Italia. Ci sono articoli da 13 paesi, al momento. Cercate su Google 'Italia dall Estero' italiadallestero.info Saluti Rosario


vai Marco, non mollare mai...sei il raggio di sole che ci illumina ogni giorno di più. siamo tutti con te!!


Carissimo Ed Il mio nick nasce dalla disciplina oggetto dei miei studi (e spero un giorno anche della mia professione), oltre che dalla rievocazione di ricordi scolastici e da una ricerca [un po fanatica] etimologica circa la parola stessa…quindi niente dialitizzazione di cara milano. Ma a parte questo…che Marco, ed altri, siano oggetto di polemiche continue, strumentalizzazioni perenni, addirittura sfociate in un opera di screditamento è vero. Inoltre, che L’onorevole Ingegnere fosse “inadeguato” era a tutti noi palesa ma, ma, ma…la mia formazione, la mia cultura mi impone di risponderti che BISOGNA FARE BENE IL BENE e non bisogna mai scendere al livello [indubbiamente basso] di certi provocatori. E per questo che forse non condivido neppure certe espressioni un “po troppo colorite” di Marco Travaglio, di cui comunque non discuto il modo di scrivere (stile per me fantastico il suo). Penso, tra l’altro, che questo sia un ottimo spunto per riflettere costruttivamente su quanto sta accadendo in questi giorni. A parte queste riflessioni “sulla forma”, condanno i provocatori, i calunniatori, coloro che giocano a creare armi di distrAzione di massa, di generatori di editti bulgari, etc. etc. Mi sbaglio?


@@@ Ed lasciato il 20/5/2008 alle 14:48 ciao ed, la mia non voleva essere un'email polemica. io seguo travaglio da almeno 7 anni, molto più tempo di quanto non facciano la maggior parte di quelli che scrivono ora sul suo blog, fulminati dalla sua grande correttezza e dal suo immenso rigore (niente ironia). ho letto tutti i suoi libri, tutti. fin dal 2001. e non ti nascondo che spesso mi è capitato di considerarlo davvero un eroe. proprio per questo, e cioè proprio perché credo in lui, mi aspetto che sia sempre coerente. non mi sembra di chiedergli nulla di più di quanto lui stesso afferma e su cui lotta da anni, contro i nostri politici e imprenditori corrotti e voltagabbana. dunque davvero non capisco la tua risposta. per due motivi: 1. chiedere ad un giornalista che si ammira le stesse cose che noi chiediamo, attraverso di lui, ai nostri politici mi pare sia solo sintomo di ragionevolezza e ulteriore rigore. nulla di più. chiedergli di rispondere alle uniche accuse che mi sembrano valide tra quelle che ho letto (nel mare delle migliaia accuse di parte, false, ipocrite che gli vengono fatte) è solo mettere in pratica il suo steso insegnamento. seguire la sua stessa linea. e se lo faccio è perché mi aspetto da lui (diversamente da quanto mi aspetto da chi lui critica e smaschera giustamente) una risposta chiara. 2. perché alle mie domande non hai risposto nel merito? perché usi lo stesso modo di aggirare il ragionamento che usano i politici di cui qui stiamo tutti giustamente a lamentarci quando per non (poter) rispondere alle critiche punto per punto rilanciano altri argomenti che non sono quelli oggetto della domanda? insomma: cosa c'entra Paolo Romani con il mio appunto, di cui conosco la storia e che anche io disprezzo? davvero: perché non si può criticare marco pacatamente, usando gli stessi metodi che ci insegna (o meglio, che ci ricorda)? e perché sarebbe così grave non ammirare incondizionatamente qualcuno? do


@@@ Ed lasciato il 20/5/2008 alle 14:48 (...) e perché sarebbe così grave non ammirare incondizionatamente qualcuno? dovrei annullare di colpo la mia abitudine ad avere dei dubbi? credo che se lo facessi davvero allora sì che non potrei più guardarmi in faccia. *credere, obbedire, combattere* non fa parte del mio DNA, come neppure di quello di marco. ma esattamente dei nostri comuni nemici. di destra o sinistra che siano. o no?






@@@ Calomelano Beh, sei riuscito a confondermi con cio' che mi hai voluto spiegare col tuo nick e radici etmologiche e dintorni..va bene in ogni caso *** Penso, tra l’altro, che questo sia un ottimo spunto per riflettere costruttivamente su quanto sta accadendo in questi giorni. A parte queste riflessioni “sulla forma”, condanno i provocatori, i calunniatori, coloro che giocano a creare armi di distrAzione di massa, di generatori di editti bulgari, etc. etc. Mi sbaglio? *** Sono con te sulla condanna, anche se abbiamo a che fare con una cultura dei posti di potere che ci dara' molti guai e fara' felici tutti quei gruppi di potere che, come avvoltoi, stanno attaccando il Paese con tutti i mezzi subdoli, che Marco scopre uno a uno..ed e' li' che cadono tanti siparietti e ne cadranno molti ancora.. @@@ Federico Il girare attorno alle notizie, come dici tu, e' una tecnica per levare il comodo tappeto sotto ai piedi di questa CASTA di Ciarlatani da Fiera del Terzo Mondo che stanno portando il Paese a diventare UFFICIALMENTE una colonia nel gioco mediterrano Il Paolo Romani, Assessore ai Giardini di Arcore e vicinanze, e' quello che si e' eretto a LA MORALITA' son io, nel PROPORRE l'allontanamento di Travaglio da Annozero..insomma..io a questi spargi diossina della cintura Milanese, non gli darei nemmeno il passaporto per uscire dalla Padania, altro che Schenghen e libera circolazione..Quando si tocca Marco, frasine e frasucce dal contorno poco TRASPARENTE io le affronto, educatamente, con un chiaro no..


Ti ho sentito a Pisa e volevo farti i complimenti. Continua così. l'Italia ne ha bisogno.


Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda - Horacio Verbitsky Il numero di commenti e appelli di solidarietà a questo post continuano a crescere anche a distanza di giorni. ;)


Ti ho scoperto da poco e sei diventato un mio eroe...sei la voce di verita e di morale fortissimo...una luce che illumina il buio di un paese che non si puo svegliare di un incubo da anni e anni di malgoverno che consiste piutosto di ladri, truffatori e buggiardi. Vivo in Toronto, Canada ma nato in Italia e amo la mia patria. Ho visto due video segnalato a me di un'amico da Milano, "Quando c'era Silvio" e "Citizen Berlusconi"...e sono disgusta. Mai potevo immaginare che nascosta all'interno di questa bellissima nazione c'e questo vergognoso dittatore che parla della democrazia, e poi si comporto come un fascista. Forza Marco...sei fantastico! Ti stimo ad un livello gigantesco e ti do tutto il mio sostegno, anche dall'oltre oceano...Ciao!!


@@@Nazzarena Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda - Horacio Verbitsky Grande frase questa che hai postato.. Questo Horacio ha conosciuto Marco senza mai averlo conosciuto.. Per dire che il linguaggio dell'ONORE e della VERITA', NON HA CONFINI - da Buenos Aires a Torino, via telepatica.. I globalisti sofrono e queste cose non le capiscono: in puro panico.. Grazie Marco.. Falcone e tutti i Grandi sono qui oggi..ieri, domani, per sempre Il **Cavaliere di Hardcore** e le Sue Vergogne, devono SPARIRE..se capisce qualcosa, il che probabilmente sara' chiedere troppo..ma DEVE SPARIRE.. Lui ed i Suoi **Eroi all'Ergastolo** o nelle vicinanzeParlamento decente, e pulito, come previsto dalla Costituzione con o senza Pecorella, Ghedini, Lodi (citta') e Lodi GIURIDICI e Arcore e tutte queste CALDEROLATE e PORCATE e fucilini a tappi... E' finita ancora prima di cominciare, Signori Fasulli...e vergogna del Paese...Via, solo andata


"Giustizia non esiste là dove non vi è libertà." (Luigi Einaudi) Dovrebbe essere assurdo lottare, quando sono in vigore leggi che tutelano le libertà fondamentali. Fortunatamente, però, qualcuno che lotta c'è...


Beh, caro Marco, ora ti tocca leggere anche il mio, di commento. Se tu non ci fossi bisognerebbe inventarti. Ho letto sul libro intervista con Sabelli Fioretti che tu non credi di essere coraggioso. E invece lo sei molto, visto che rischi di perdere il lavoro, e a quanto ho capito ti è già successo. Nel mio piccolo sono stata giornalista per un quotidiano nazionale, e anche al mio capo chiesero di farmi smettere. Ci vuole coraggio, davanti a queste cose. E tu ne hai parecchio Con affetto Paola


MARCOLINO DIFFICILE CREDERE CHE IN UN VOLTO COSI DELICATO ED ELEGANTE CI SIA UN CUORE COSì FORTE IO TI DICO GRAZIE PER QUELLO CHE FAI E PER COME LO FAI SPERANDO DI NON VEDERE TRADITA TUTTA LA FIDUCIA E LA STIMA CHE RIPONGO IN TE,VORREI CHE TU NON CAMBIASSI ADESSO,CHE RIUSCISSI AD AVERE QUESTO CORAGGIO E QUESTA FORZA FINO ALL'ULTIMO PER DARE LA VOCE A CHI COMBATTE OGNI GIORNO NEL SUO PICCOLO,SENZA LE LUCI PUNTATE ADDOSSO,NE LA GLORIA NE IL DENARO NE LA FAMA...MA SEMPLICEMENTE PER DIFENDERE LA PROPRIA DIGNITà NONOSTANTE CI SIA CHI CI VUOLE FAR CREDERE CHE NON HA NESSUN SENSO E NON SERVE A NIENTE.. E NOI INVECE COMBATTIAMO ANCORA ALMENO PER RISPETTO A CHI PER I SUOI IDEALI è MORTO E A COMBATTUTO FINO ALL'ULTIMO RESPIROP ANDANDO CONTRO TUTTO E TUTTI. MARCO TI INCONTRO SEMPRE PER STRADA E GUARDANDOTI PENSO SEMPRE A QUESTO..SPERO CHE TU SIA VERO E CHE LA TUA ELEGANZA,LA TUA FORZA COSì DELICATA E LA TUA INTELLIGENZA NON SI VENDANO MAI.. CON TANTO AFFETTO ALESSANDRA MURA
ALEFT


CARO MARCO CON TUTTO IL CUORE NON PERDERTI PER STRADA..TU PUOI FARCELA.. ADORO LA TUA CAPACITà DI SCRIVERE E LA TUA PROFESSIONALITà SEI UNUA LUCE...


Sei INCONFUTABILE Marco!! continua così....Siamo tutti con te!!


# 1053    commento di   Didjerigirl - utente certificato  lasciato il 31/5/2008 alle 16:15

caro marco... che dire, sei il mio idolo. sono atata alla tua conferenza a castelfranco ed è stato un onore per me vederti di persona... ogni cosa che hai detto mi ha aperto gli occhi e il cuore, facendomi venire voglia di fare qualcosa in più per migliorare il nostro paese. ti ammiro tantissimo soprattutto perchè tutto il fango che gettano sulla tua persona non ti tange minimamente e quando ti insultano tu ti comporti sempre da signore con la s maiuscola. sei l'esempio mio e di molti miei amici. continua così che sei grande. ti seguo sempre e mi batterò per le tue cause. grazie di esistere!



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti