Commenti

commenti su voglioscendere

post: Democrazia in America

Dunque ci siamo. Mentre in parlamento si va a passi veloci verso l'approvazione del decreto che bloccherà 100.000 processi pur di sospendere quello in corso a Milano contro Silvio Berlusconi e l'avvocato inglese David Mills, il governo ne sta per presentare un secondo. Questa volta la scure colpisce sia la stampa che la magistratura : non si potrà più pubblicare, nemmeno per riassunto, nessun atto giudiziario e gli investigatori, in decine e decine di casi, non potranno più raccogliere prove con le intercettazioni. Anche questo decreto legge ha un unico scopo: evitare che i cittadini conoscano i comportamenti del premier e di una parte della classe dirigente che siede in parlamento . Ai sedicenti liberali che occupano la Camera, il Senato e i vertici di molte Istituzioni, vale ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Come emigrante sto ricevendo un grave danno di immagine (che per un emigrante non e' tutto, ma e' parecchio) da cio' che succede in Italia. Il mio voto e' stato ininfluente e quindi come ultima ratio mi rimane la misura estrema di ingaggiare una piccola guerra civile. Da ora in poi mi rifiutero' di dialogare con chi non ritiene sacri e inviolabili i principi della democrazia e della costituzione italiana. E non parlo di blog o forum, parlo della vita reale. Evitero' di accettare i tarallucci e il vino di chi ritiene che la legge non sia uguale per tutti o di chi ritiene, ancora nel 2008, che possa esitere una discriminazione per razza o per etnia o anche di chi, da vero codardo, va in giro a dire che "i problemi sono altri". So benissimo che questo mi costera' amicizie, conoscenze, appoggi e quant'altro, ma in una guerra qualcosa si deve perdere, in qualche modo un sacrificio lo si deve fare. So benissimo che per gli italiani "buttarla sul personale" e' contro la loro natura, so quindi di star forzando la mia natura, ma secondo me quello che sta avvenendo e' cosi' grave che richiede mezzi estremi, anche se cio' creera' dei conflitti. Almeno qualcosa, nel mio piccolo mondo, si muovera'. O almeno lo spero.
http://derpilger.splinder.com


standing ovation TOTALE per la vera imprenditrice delle DONNE VERE..206 di pura bellezza..GRAZIEEEE!




A Veltroni le leggi vergogna fanno comodo Mentre la democrazia viene demolita dai morsi del Duce di Arcore e da quelli dei suoi sgherri, l'allegro Walter Veltroni filosofeggia sul modo di fare opposizione. Scrive lettere insieme al cuffariano Casini. Non vuole contrapposizioni. Critica e snobba Di Pietro che fa l'Opposizione. Il realtà il suo è uno snobbismo di facciata. Le vergognose leggi antidemocratiche di Berlusconi gli fanno comodo: è sempre positivo non avere magistrati e giornalisti invadenti fra i piedi. Il trattamento riservato dal Pd a Clementina Forleo ed a De Magistris è in perfetta linea con le attuali leggi vergogna. In autunno quando la democrazia sarà a pezzi il giovane Walter scenderà in piazza pacatamente e viscidamente a prendere in giro il popolo della sinistra. L'otto luglio a Roma, in piazza Navona, i cittadini manifesteranno in difesa della democrazia per fermare la deriva autoritaria di questo governo. Walter non ci sarà. Magari andrà a cena con Cuffaro e Cintola, in vista di future alleanze. Rimangono di tragica attualità le parole scritte da Gramsci nel 1917: "Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perchè la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare. Tra l'assenteismo e l'indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perchè non sene preoccupa", "Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani", "L'indifferenza è abulìa, è parassitismo, è vigliaccherìa, non è vita". E' tempo di una nuova resistenza. Assediati da un governo autoritario ed un capo dell'opposizione compiacente il popolo ha il dovere di farsi partigiano.
http://riberaonline.blogspot.com


# 212    commento di   Matteo7del7 - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 15:58

Intercettazioni, niente Matrix Berlusconi non va da Mentana ROMA - La puntata di Matrix di stasera con ospite Silvio Berlusconi non si farà. Lo ha annunciato il conduttore della trasmissione Enrico Mentana Fonti aggiungendo che sarebbe stato il premier a rinunciare alla puntata organizzata da giorni: "A breve da palazzo Chigi - spiegano dalla trasmissione di Canale 5 di Enrico Mentana - ci dovrebbe essere una nota". Cavaliere ti prude il culo eh???


Prostituzione. Riflettendo su chi ha parlato di "puttani", mi è tornata in mente una cosa che mi capita spesso di pensare. Possibile che in tutta la vasta compagine del Pdl, nessuno, ma proprio nessuno abbia un rigurgito di coscienza? Pur lontanissimo dalla mia mentalità, a volte ho sperato una reazione da parte di Gianfranco Fini ed è sembrato in certi episodi che stesse per verificarsi. Ma quanto gli sarà stato dato e promesso per ammansirlo in modo così totale? Per ridurlo al ruolo di maggiordomo? Per farlo praticamente scomparire? (in campagna elettorale è stato reso ancora più invisibile del povero Tonino). Che prezzo ha quello per cui si è creduto in gioventù? Dove si trova un avversario da potere almeno rispettare?


"ho paura del governo ombra?" " no..forse della mia bella scatoletta piena di lucette? vogliono venire tutte da me.." “no forse mi è venuta paura della mia ombra?” " no..forse il mio astrologo mi ha detto che nn ho i numeri , le stelle nn ci sono,nn sono dalla mia parte e rischio le stalle?." " no no..un mio sociopsicometrico, considera visto il momento..i sondaggi corti di gradimento a mio sfavore?" " no no ..i numeri ..aiuto!sondaggio ..sondaggio..mi autosondaggio io”


commento di Rosa - lasciato il 3/7/2008 alle 16:1 sarà stato comprato anche lui..sai un divorzio recente da una moglie che era sempre al suo fianco, una nuova relazione con l'ex di gaucci, non proprio uno stinco di santo quindi, un figlio appena arrivato... trovo palusibile che abbia barattato la sua privacy e quella di lei con la sua dignità poitica.


# 216    commento di   micheleincina - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 16:18

La libertà in Italia non è mai esistita.. Forse c'è stata, o forse ci siamo abituati a farne a meno, autocensurando ciò che non si potrebbe dire o direttamente mendicando alla mercè del migliore offerente. Brutta faccenda questa Italietta.. non lo so, credo che gli italiani non siamo noi, credo che dovremmo fondare una repubblica parallela, credo che non meritiamo di appartenere ad un paese di "menti limitate" come questo. Altrimenti per quale motivo le cose non cambiano? o forse c'è una spiegazione.. "Il pubblico italiano non è fatto solo di intellettuali, la media è un ragazzo di seconda media che nemmeno siede al primo banco... E' a loro che devo parlare" (Silvio Berlusconi, Corriere della Sera, 10 dicembre 2004).
http://micheleincina.blogspot.com


@ extraparlamentaredisx, fab1979 ho capito, rileggendolo con maggior attenzione, l'articolo di Orlando, ma tutta questa paura dell'antipolitica che scende in piazza con Beppe Grillo, proprio per la sua presenza, io non la condivido. E' vero che Grillo ha messo nel calderone della malapolitica gran parte del csx e del cdx, e questo naturalmente nei meno informati avrà potuto generare grossa confusione e tentazioni qualunquistiche, però è anche vero che alle ultime elezioni ha poi preso le parti di Di Pietro, invitando a votarlo. Purtroppo si fa molta fatica ora come ora a condividere la politica di opposizione di Veltroni, e se il "frontalismo" di Di Pietro o le inchieste durissime di Travaglio, Gomez ed altri vengono viste da molti come un aiuto a Berlusconi a vincere le elezioni, ciò dà l'esatta dimensione del rifiuto o del timore dell'opinione pubblica ad esprimere opinioni anche in dissenso con la propria parte poitica (tranne per i berlusconiani, sempre in adorazione, ma quella nella maggior parte dei casi che conosco non è coscienza politica vera e propria, bensì idolatria o nostalgia del balcone). L'assenza di Veltroni alla manifestazione suona sì ostile, ma sempre e solo alla luce delle sprezzanti dichiarazioni rese da lui circa le motivazioni addotte ("i soliti noti"che vi partecipano, le priorità degli italiani si fanno valere in autunno, nei mesi caldi della politica economica) ecc...ecco perchè se Orlando si distingue per quasi tutto l'articolo per la critica ragionata anche verso il PD, in finale sembra prendersela in anticipo con i manifestanti che potrebbero dividere l'opposizione con l'ostilità nei confronti del suo maggior partito. Se questo, nella persona del suo leader non ci sarà, la divisione non sarà generata dalla piazza,bensì dalla naturale conseguenza della sua voluta assenza (pur considerando che tanti esponenti del Pd ci saranno, immagino, e così tanti suoi elettori).


# 218    commento di   fabio_an - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 16:27

Salve, mi chiedo se sono l'unico ad aver notato che improvvisamente (ovvero con l'avvento del nuovo governo) sono spariti i tanti sondaggi relativamente al gradimento del governo, dei ministri, dei presidenti di camera e senato...... sapete, in questi giorni di profonda tristezza e amarezza, di completa sfiducia nel futuro, sto realizzando che forse è davvero il caso di prendere la valigia per abbandonare questo paese di MERDA fatto di gente opportunista (in fin dei conti chi governa è appunto la rappresentazione della maggioranza di un popolo....non a caso noi abbiamo lui), ignorante e che ha una malsana quanto perversa VOGLIA DI FARSI PRENDERE PER IL CULO!


Silvio il Glande "Ora credono di illuminare con le intercettazioni le miserie di Berlusconi e, invece, per la gente saranno grandezze." -- Gianfranco Rotondi, 3 luglio 2008


en plein x 218!! azni bersaglio centrato due volte!(almeno secondo me ): 1 chiediamoci sempre perche i numeri..quando? quali? quando si e quando no ..come presentarli quando veri, come farli entrare nelle teste rubate agli italiani , come estirparglieli quando finti..di ognu inta tempo misura divisa 2 me ne andrò anchio , dovevo farlo prima..può bastare la grecia


L'avete letta/sentita la barzelletta dell'anno? E' la nota ufficiale con cui Al Pappone ha giustificato la sua decisione di non partecipare a Matrix questa sera....ve la quoto da Repubblica.it ".....Berlusconi sostiene che "l'intervento a Matrix non era opportuno" e, in una nota, spiega così le ragioni della sua assenza: "Il governo ha lavorato tanto e benissimo in questi primi due mesi di attività. Non mi pare opportuno e producente intervenire sui temi proposti da Matrix (giustizia e intercettazioni) che farebbero passare in secondo piano le tante cose realizzate dal governo". Poi il presidente del Consiglio critica il gossip, che "inquina il dibattito politico". Se dovesse partecipare a Matrix, i risultati dell'esecutivo, continua il premier, finirebbero per "cedere il passo ad argomenti e gossip negativi che inquinano ed ammorbano il dibattito politico e parapolitico di questi giorni, deviando l'attenzione del Paese dai problemi concreti e dai risultati dell'azione di governo". ahahahahahahahahahahahahah..........sono piegato in due dalle risate...


E.C. ogni unità tempo misura divisa




“Può tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro. In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi è un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civiltà e dell’abitudine alla libertà, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare. Preoccupati solo di fare fortuna, non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperità di tutti. In casi del genere, non sarà neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono: saranno loro stessi a privarsene volentieri… Se un individuo abile e ambizioso riesce a impadronirsi del potere in un simile momento critico, troverà la strada aperta a qualsivoglia sopruso. Basterà che si preoccupi per un po’ di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto. Che garantisca l’ordine anzitutto! Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine è già schiava del suo benessere e da un momento all’altro può presentarsi l’uomo destinato ad asservirla” Alexis de Tocqueville, 200 anni fa Serve aggiungere altro? Ciao Corrias!
http://xavor.leonardo.it/blog


# 225    commento di   fabio_an - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 16:47

la grecia, la spagna, la croazia, la slovenia, la francia, la germania..... cazzo, ma siete mai stati all'astero? o meglio: quante volte v'è capitato di vedere sulle nostre televisioni programmi di satira (vera) rivolti ad altri capi di governo stranieri?????? andate all'estero e mettetevi seduti sul divano assieme alla gente del posto....girate i canali e appena troverete un programma satirico sull'italia (tranquilli lo troverete facilmente) godetevi le prese per il culo che vi verranno rivolte dai vostri compagni di visione!!!!!




# 227    commento di   In cerca di luce.. - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 16:51

@ Anna comm # 203 Anche io ho visto poco fa il video, che avevo visto in parte sul blog di Grillo tempo fa. Mi chiedevo anche io come mai fosse caduta nel nulla una opportunita' del genere. Ps: ne ho sparpagliato il link anche io, qua e la.. ;)


# 228    commento di   In cerca di luce.. - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 16:53

Angelo, da san severo mi sa che devi salire, non scendere... SCHERZOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO! ^_^


x 225 come avrai visto, nn so quali sono i tuoi anni, ma la voglia di sudare e costruire per la democrazia, la liberta, il fare numeri seri!!! il fare pensiero..è molto diffuso fra pochi eletti, intellettuali,pochissime rarità politiche ed economiche e di associazioni diverse, ecc ecc cioè un stretta cerchia di persone nuemricamente purtroppo mai di rilievo compatto per formare un unica forza CREATIVA CIVILE PRODUTTIVA ECONOMICA AMMINISTRATIVA SCOLASTICA E CULTURALE E RI-CREATIVA ECC...tanto da contrapporsi a un numero ben maggior che va' da un diffusissimo lamento e insulto di geremia , numericamente rilevante sia a destra che a sinistra , in tutti i tempi d'italia, che gridi al boia di un tipo o di un altro..eternamente ferma al lamento, insulto, stupore fine a se stesso. stanca di vessazioni e lamenti ..meglio un 'isoletta dove mai piu voler saper di questi numeri? forse si..troppi spagjhetti e mandolino.. meglio zaziki e sirtaki..fai buon viaggio fabio




@in cerca di luce comm 228 Ma secondo te un inchiesta del genere può essere trasmessa alle 20:00 sul tg1???? noooooooooooooooooo!!!!!!!! cmq grazie anche a te per aver sparpagliato il link. Anna p.s.:chi parte da napoli per roma l'8 e 25 luglio?


Ciao a tutti, dopo queste ultime novita' su chi ci dovrebbe governare mi chiedo...ma come posso continuare a lavorare in uno schifo di callcenter, sottopagata con un contratto a tempo ormai determinatissimo,cercare di mantenere 2 figli, una casa che cade a pezzi, un genitore 86enne non autosufficente con problemi di salute e non dico altro. Che schifo,che schifo, che schifo.....


Leggo volentieri i post inviati da Travagio Gomez e Corrias, e sono convinta più che mai che bisogna non abbassare mai la guardia con Mr. B. ma, credo che intorno a noi non esista solo LUI o sbaglio? Proprio per questo motivo vorrei chiedere a Travaglio, se fosse possibile in una delle prossime dirette sul bolg di Grillo, parlare un pochino del trattato di Lisbona, so che ogni cittadino dovrebbe anche informarsi in maniera autonoma di questione che gli stanno a cuore, ed io ci stò provando, ma credo che il punto di vista di un giornalista esperto potrebbe aiutare alcuni di noi a far un pò di luce su questo argomento assai “buio” e diciamo complicato che non viene affrontato se non in maniera molto complessa e contorta. Insomma Marco –scusa il tu- non sono l’unica a porsi domande sul trattato di Lisbona (vai sul blog di Grillo e lo vedrai tu stesso), in molti ti saremmo grati se ci potessi aiutare nel capire meglio ciò che stà accadendo. Con il massimo rispetto ti saluto e ti ringrazio per ciò che fai per il libero giornalismo.




una risposta al post 145. Mi dispiace per te ma o il link all'articolo del corsera sulla guzzanti e' errato oppure lo hanno gia CENSURATO


Caro Marco, oggi mi sono imbattuto in un articolo in rete di Gabriele Mastellarini mentre cercavo un tuo intervento ad Annozero; nonostante tra gli articoli correlati c'era pure un intervento di facci (che già ne qualifica l'attendibilità)mi piacerebbe sentire la tua visto che non sono riuscito a trovare un tuo commento in proposito Con grandissima stima, Danilo D'Agostino




# 238    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 17:59

Ma Silvio! Nemmeno nel salottino di Matrix hai più il coraggio di presentarti? Senza contraddittorio, senza domande scomode ... avresti potuto dire tutto ciò che volevi, come sempre insomma. Non sarà che le porcate di quest'ultimo mese sono talmente clamorose che il solo parlarne può crearti dei Problemi? Non sarà che perfino qualche domanda dell'innocuo Mentana può segarti le gambe? Proviamo a ragionarci. http://nonleggerlo.blogspot.com/
http://nonleggerlo.blogspot.com/


x 238 proviamo a ragionare di nn puntare quella pistola che compare ogni tanto sul monitor e mi fa un po' tristezza? grazie :-)


Manettari, leggete un po' qui: Di Pietro: "Cambiamo la legge sulle intercettazioni" - Sul caso Sircana interviene anche il ministro delle Infrastrutture che chiede di modificare e approvare con urgenza la norma ferma in Parlamento sulle intercettazioni. "Uno può andare a letto con chiunque - ha detto il ministro - basta che questo non configuri estorsione, prostituzione o ricatto. Queste notizie - ha proseguito il ministro, riferendosi alle indiscrezioni sul portavoe di Prodi - vengono usate o abusate per gossip o strumentalizzazione politica. Ci vuole una norma, che è ferma in Parlamento e che va modificata e approvata al più presto. Ci sono tre tipi di documenti giudiziari: segreti, pubblici e riservati. Su questa terza tipologia manca una norma che impedisca a chiunque di spargerli nell'etere".
http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/07/03/15/vallettopoli_fotografo_ritratta.html


commento successivo al mio 220 sui numeri che nn hanno portato SB a matrix e ora magicamente forse in ripresa- forse, consultandomi anche con due telefonate e miei due amici strafalcionati come me (anche lro x via di analisi numeri e comportamenti),si dovrebbe connettere meglio questo comportamento ke sempre improvviso,ma ke è da copione in altri di silvio(e non di silvio,ricordate x es altra kiesa,il papa alla sapienza?alla fine preferì rinunciare,creando cosa?un pieno di appoggi da destra...a manca..ergo=saper ottenere con comportamenti presenti,migliori performance su momenti futuri immediatamente quantificabili all'istante e allo stesso attualizzabili)..provate a redigere l'elenco da oggi a piu indietro che potete andare,in cui è stato fatto un annuncio(vale anche quello di errore sul decreto)di apparizione sua o di un suo atto o azione ( anke dei suoi)..x poi essere (come in palcoscenico) ritirato( dalla scena)x rafforzarsene ancor piu la presenza(decreto era e decreto rimane.. e fatte tutte le ricostruzioni a ritroso,vi accorgerete che come detta bene una delle leggi della psiche..ke è anke del mercato e del merci..se la togli dallo scaffale, cosa succede x ki attendeva e non la trova?ovviamente ki l'aspettava nn siete voi o noi pochi numerosi antilodi e nodi..ma i numeri che hann contato x il suo consenso,ke un pokino si erano flessi ed ora...ripresi..il presidente è una vittima vittoriosa?forse , potrebbe,fate voi


COMMENTO NON INERENTE MA MOLTO IMPORTANTE. STANNO ATTENTANDO ALL'INTERO SISTEMA SCOLASTICO PUBBLICO...............CON TAGLI DI RISORSE UMANE ED ECONOMICHE...... COLLEGATEVI AL SITO WWW.PAOLOMALERBA.IT/PRECARIAMENTE E ADERITE AL MANIFESTO A DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA (possono aderire tutti i liberi cittadini) grazie a tutti!


stai bravo ciccio alex, non è questo il momento di abbaiare, il tuo padrone non ce la fa nemmeno ad andare nelle sue tv tanto è svergopgnato e smerdato. Poi, succo vergine d'ignoranza, un conto è cambiare un conto è abolire. Terzo, farsi fare un pompino per promuovere una soubrette a ministro sicuramente non è di buon gusto agli occhi anche dei più corrotti elettori. Ma qui manca ancora la controprova, anche se il gelo sceso sul loquace berluscone è quantomeno sospetto.


# 244    commento di   Fab1979 - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 18:25

Niente censura Raffaele al #235, è che il link era troppo lungo e non entrava fisicamente nella casella. Vai al commento dopo che è giusto ...


Ritirata strategica di Berlusconi.Certo,il gossip avrebbe distratto gli italiani; - dai dati OCSE di ieri(articolo in blog) secondo i quali in Italia si lavora di più e si guadagna di meno che negli altri paesi. - dal discorso del governatore della Banca d'Italia Draghi di ieri che fra le righe ha detto che qui comincia ad andare molto male. -dal fatto che,aldilà delle soubrette-veline-amanti o amanti di "amici" o presunte tali,abbiamo un capo di governo che usa la tv pubblica come se fosse sua privata (robe da Sudamerica arretrato)e continua a occuparsi di Mediaset come invece non dovrebbe -dal fatto che vuole fare approvare di corsa (attraverso lo strumento "emergenziale" del decreto-legge) una cosa per fermare intercettazioni sue personali -ecc.ecc. troppa roba in una volta,lui o qualcuno dei suoi ha avuto paura,anche se non si capisce di fronte a Mentana di cosa possa aver paura.Ciao.
http://altromedia.blogspot.com/


appoggio completamente mara xke la scuola è stato uno dei miei primi appelli..salviamo il salvabile..negli adulti, molto numerosa la patologia psichica, piu di quanto qualsiasi numero scritto finora


Immagino che i suoi consulenti di marketing tv gli abbiano detto, dopo attento esame delle carte, più o meno questo: "Silvio, stavolte le tue carte non sono buone, rischi di sbugiardarti da solo, e pubblicamente. Meglio affidarti ai tuoi mazzi truccati che hai già quasi in pugno - decreti, leggi e lodi, e quant'altro, Napolitano sicuramente permettendo." Non poteva di certo permettersi di fronte ad una domanda anche molto semplici - come ce ne sarebbero parecchie - fare come Mugabe e dire al pur simpatico Chicco: "Giornalista idiota" e farlo ammanettare. E così il più grande giocatore di poker della politica italiana, abituato a vincere sempre e comunque che neanche un gambler navigato come Maverick..., stavolta ha abbandonato il tavolo. Attorono al quale altrimenti non lo batte nessuno. Ma quando le carte si mettono a cantare....


Err. corr. Non poteva di certo permettersi di fronte a domande anche molto semplici


ok roland..va bene..sposo tutto quello che sta in premessa..ma concentrati sulkle conseguenze!!!!...se conosci come verrà PERFORMATA questa assenza(strategica cmq!!!!) ..sai PARARE l'ESERCITO!!!! quello vero però!!!!


http://current.com/items/89067435_la_nuova_mafia_liquida


lo so che risulta difficile , e tutto quanto è lontano da un pulviscolo di mente e cuore come la mia , o dalla grandezza della vostra..ma proprio per questo( Marco permettendo , scusa se prendo a prestito un tuo titolo): SE LI CONOSCI, MA CONOSCI CONOSCI ( e li conosci) VINCI TU!!!! ( e loro finalmente a csa.. spero!!!)


DA L'ESPRESSO articolo di Peter Gomez Appunti cancellati e scoperti sul computer dell'avvocato inglese. In cui si parla di incontri nel 2002. E di somme molto più alte elargite da Fininvest. Con una nota: 'Il Cavaliere capisce la mia posizione'. In edicola da venerdì David MillsIl 5 febbraio 2004, mentre ascoltava il suo cliente David Mills rievocare una volta ancora la storia dei suoi rapporti con la Fininvest e spiegare che con le sue testimonianze reticenti aveva "tenuto Mr. B fuori da un mare di guai", il fiscalista Bavid Barker annota su un pezzetto di carta due parole: "Subornazione di testimone". Ai suoi occhi, i 600 mila dollari che il legale inglese di Silvio Berlusconi aveva incassato dal "braccio destro" del Cavaliere, Carlo Bernasconi, non potevano essere altro che il prezzo del silenzio. La somma, o una parte della somma, sborsata dagli uomini Fininvest per evitare che Mills rivelasse ai magistrati come il leader di Forza Italia avesse bonificato nel 1991 in Svizzera 21 miliardi di lire a Bettino Craxi; come avesse violato le leggi anti-trust italiane e spagnole controllando attraverso prestanome la maggioranza della vecchia Telepiù e di Telecinco; e come centinaia di milioni di dollari fossero stati sottratti dai bilanci del gruppo per finire sui conti personali della famiglia Berlusconi. "Ci parve tutto molto strano: a che titolo Mills aveva ricevuto soldi da Bernasconi? Era per caso il suo figlio adottivo?", ha ripetuto in aula con humour britannico Barker quando è stato ascoltato nel processo che vede Mills e Berlusconi imputati per corruzione in atti giudiziari. Un dibattimento da fermare a tutti costi: a colpi di ricusazione dei giudici e persino facendo ricorso a leggi unanimemente considerate incostituzionali. Un processo da bloccare, non solo per il timore della sentenza, ma anche per quello della requisitoria. Gli onorevoli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo non vogliono infatti che il pm Fabio De Pasquale ricostruisca pubb


È la carta segreta dell'accusa che 'L'espresso' ha potuto leggere: due paginette sperdute tra le centinaia di migliaia di atti che De Pasquale vorrebbe ripercorrere nel suo intervento finale. È un file cancellato dal computer di Mills, ma recuperato dai detective di Londra. Scorrendolo si scopre che Bernasconi nel 1999 promise all'avvocato molto più dei 600 mila dollari fatti poi rientrare in Inghilterra. Ma che invece, scrive il legale inglese a un misterioso interlocutore, "voleva farmi un regalo di circa 500 mila sterline". E questa non è l'unica sorpresa del processo Berlusconi-Mills. Di che cosa si sia finora discusso in tribunale gli italiani del resto non lo sanno. Le tv non si sono fatte vedere. I giornalisti nemmeno, salvo qualche cronista inglese e alcuni stoici colleghi milanesi che, da marzo 2007, hanno seguito le udienze riuscendo però a pubblicare ben poco. Per questo, nel luglio dello scorso anno, il duo Ghedini-Longo ha detto chiaro e tondo che quello contro Berlusconi "è un processo di cui meno si parla e meglio è per il cliente". Per questo ora la requisitoria di De Pasquale fa paura. Se il pm riuscirà a intervenire, butterà sul tavolo nuovi documenti, i file di Mills, i bonifici bancari giunti da poco per rogatoria, le testimonianze rese in un aula semideserta, che raccontano come, secondo l'accusa, per 13 anni il Cavaliere e i suoi uomini abbiano tentato di risolvere le loro grane giudiziarie distruggendo prove, pianificando versioni di comodo e versando milioni di sterline al loro avvocato londinese. Al centro del processo infatti non c'è solo la presunta mazzetta contestata dall'accusa. C'è anche un pagamento di 2 milioni e 400 mila sterline, definito da Mills "inaspettato", versato a titolo di compenso professionale, su esplicito consenso del presidente del Consiglio, dopo un incontro avvenuto ad Arcore nel luglio del 1995. Insomma, se il processo venisse stoppato dopo la requisitoria, ma prima della sentenza, su Berlusconi res


Insomma, se il processo venisse stoppato dopo la requisitoria, ma prima della sentenza, su Berlusconi resterebbe una macchia indelebile capace di azzoppare le sue aspirazioni di successione a Giorgio Napolitano al Quirinale. E ancor peggio potrebbero andare le cose se, come prevedibile, dopo il fermo di un anno del dibattimento, che il Parlamento dovrebbe votare il prossimo 27 luglio, il tribunale decidesse di stralciare (a causa dell'approvazione del lodo Schifani bis) la posizione del premier da quella di Mills. In quel caso si andrebbe a una sentenza contro il solo avvocato inglese che, nell'eventualità di una condanna o di una prescrizione, finirebbe per avere effetti politici anche sul Cavaliere (per l'accusa Mills è il corrotto, Berlusconi il corruttore, mentre Bernasconi è morto nel 2001). Sul momento comunque il problema maggiore per il premier è la requisitoria di De Pasquale. Mills, come è noto, all'una di notte del 18 luglio del 2004 ha confermato davanti ai pm il contenuto di una lettera in cui confessava al proprio commercialista di aver ricevuto nel 2000, 600 mila dollari dopo una serie di colloqui con "una persona legata all'organizzazione di B" (Bernasconi). Poi però ha ritrattato. E ha indicato come fonte del denaro un altro suo cliente: l'armatore di Salerno Diego Attanasio. Ma in aula Attanasio è stato categorico: "Mai dati o prestati 600 mila dollari a Mills". L'analisi dei conti esteri gestiti dal legale londinese e le dichiarazioni di altri clienti hanno quindi dimostrato come Mills confondesse il suo patrimonio personale con quello di chi gli aveva affidato soldi in gestione. Tanto che ora De Pasquale, pur non essendo stato in grado d'individuarne l'origine esatta, lo dice chiaramente. E nel capo d'imputazione, riformulato pochi mesi fa, parla di "denaro confluito, e di seguito occultato, nella massa di fondi ($10 mln) di proprietà di Attanasio movimentati - su istruzioni di Mills - a Londra, in Svizzera e a Gibilterra". Non per niente


ma questo signore compra il viagra a camionate, visto che è pieno di ragazzine ed ha 70 anni suonati?


Non per niente tra le carte il pm milanese conserva uno schema da cui emerge come Mills, prima d'incassarla, abbia fatto circolare quella somma decine di volte (anche avanti e indietro) su conti suoi e della clientela. La difesa di Berlusconi però teme soprattutto altri documenti: i file spuntati fuori dal pc di Mills nel febbraio del 2006, quando la Metropolitan police ha fatto irruzione nella sua abitazione. Uno di questi è la bozza della memoria con cui Mills aveva ritrattato la sua confessione del 2004. In due righe, non presenti nell'originale depositato, si cita un incontro, avvenuto nel novembre del 2002, tra Mills, l'attuale deputato Alfredo Messina (ex direttore finanziario di Mediaset) e gli "avvocati Fininvest" alla vigilia della deposizione del legale londinese nel processo (in cui era imputato Berlusconi) Sme-Ariosto. Un episodio che conferma come al di là degli attacchi di facciata - Mills fino ad allora era sempre stato trattato ruvidamente dai difensori del Cavaliere - i rapporti tra lui e il gruppo Berlusconi fossero in realtà più che buoni. Del resto proprio Mills, nella carta segreta di De Pasquale, un memorandum intitolato 'Il dividendo Fininvest e Carlo Bernasconi-Confidenziale', scrive: "Carlo mi assicurò che lui e il suo boss (Berlusconi, ndr) si erano resi conto che avevo fatto quel che dovevo fare e niente di più. Capì anche quanto la saga Berlusconi fosse stata distruttiva per la mia carriera". Poi prosegue, ricordando che Bernasconi "rimase inorridito" quando seppe che buona parte del denaro che gli era stato dato da Fininvest nel 1995 (i 2,4 milioni di sterline) non era stata riscossa da Mills, ma dai suoi partner di studio che lo avevano costretto a dividere la somma (1,5 milioni di sterline al netto delle tasse) con loro. Per questo Bernasconi decise di dargli mezzo milione di sterline. Vediamo come: "Nel settembre '99 Carlo mi chiamò e mi disse che aveva avuto un successo eccezionale in quell'hedge fund (che gli avevo consigli


Nel settembre '99 Carlo mi chiamò e mi disse che aveva avuto un successo eccezionale in quell'hedge fund (che gli avevo consigliato, ndr) e voleva condividerlo con me. Disse che lui, e non soltanto lui (non fu più preciso né io insistetti - non penso intendesse Berlusconi stesso, ma altri della Fininvest), era molto dispiaciuto per me e che voleva farmi un regalo di circa 500 mila sterline. A dire il vero si scusò che (quella cifra, ndr) non fosse tanto quanto i miei partners mi avevano preso. (...) disse che il regalo sarebbe stato in parte in un hedge fund e parte in contanti. Alla fine mi trasferì 600 mila dollari, valore facciale, nel Torrey Fund (il fondo consigliato da Mills, ndr) nell'ottobre 1999 e mandò l'equivalente di 250 mila dollari alla mia banca di Londra". Non è chiaro che cosa sia esattamente questo memorandum; Mills, come Berlusconi, rifiuta di farsi interrogare in aula. È probabile però che si tratti di una bozza delle spiegazioni preparate per il fisco inglese che proprio nella primavera del 2004 gli stava facendo le pulci. Nel documento il legale tende infatti a tenere fuori Berlusconi dal giallo politico-finanziario. Esattamente come ha scritto in una lettera ufficiale del 4 maggio inviata agli uffici delle tasse. Resta il fatto che in quei mesi, con chiunque parlasse o a chiunque scrivesse, Mills faceva risalire 'il tesoro' ai suoi affari con la Fininvest. Non con altri clienti. Federico Cecconi, l'avvocato di Mills, ostenta sicurezza: "Dagli atti risulta che quelle somme sono da ricondurre a soggetti ed entità diversi da Bernasconi o da manager Fininvest-Mediaset". Il Cavaliere, invece, è tutt'altro che tranquillo. E per essere sicuro di vincere conta sulle Camere: la legge blocca processi passerà a fine mese. (03 luglio 2008)


# 258    commento di   Anna P. - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 19:12

Paola63 comm 255 Un 70enne che si scopa o si vuole scopare la ragazzina ci potrebbe anke stare ... ma quello che mi stupisce e che mi lascia senza parole, sono le ragazzine, che pur di arrivare a conquistare un particina in una fiction la danno come se niente fosse...


C’è posta per te (licenziamenti Telecom) DAL BLOG DI GRILLO Le lettere di licenziamento Telecom stanno arrivando. 5.000 subito, 10.000 a seguire. Un impiegato ci ha mandato la sua avente come oggetto: “Licenziamenti per riduzione di personale – art.24 della legge n.223/1991”. La lettera specifica che Telecom “intende avviare le procedure di mobilità nei confronti di n. 5000 lavoratori eccedenti rispetto alle proprie esigenze tecnico-organizzative”. La lettera è un campionario di burocrazia, commi, articoli, leggi, disposizioni che hanno un unico significato: "Sei licenziato, la tua famiglia non può più contare sul tuo stipendio". Telecom spiega in tre punti le motivazioni del licenziamento: 1. “sul versante tecnologico, dalla semplificazione dei processi produttivi che ha inciso sui profili tecnici e sulle funzioni di supporto specialistico, nonché sulle attività di provisioning di rete e servizi, con conseguente necessità di razionalizzazione delle strutture di indirizzo e governo e di quelle territoriali” 2. “per le strutture di mercato, dalla ricomposizione delle attività e delle responsabilità delle mansioni intervenuta nelle funzioni aziendali (quali, ad esempio, il pre e il post sales e la programmazione commerciale), dalla rilevante riduzione delle redditività nell’ambito dei business più tradizionali, dalla progressiva defocalizzazione delle attività di out bound e della semplificazione dei processi di back end” 3. “per le funzioni di Staff, dalle esigenze di razionalizzazione della struttura aziendale connesse al completamento di fusione societaria e organizzativa di Telecom Italia S.p.A. e di TIM S.p.A., nonché all’integrazione delle Staff centrali e di ex Opertions e Corporate” L’ex dipendente Telecom potrà quindi spiegare ai suoi figli che è stato licenziato per “progressiva defocalizzazione delle attività di out bound e della semplificazione dei processi di back end”


o, in alternativa, per “la semplificazione dei processi produttivi che ha inciso sulle attività di provisioning di rete e servizi”. I figli potrebbero chiedere se i motivi sono solo questi o se, invece, l’azienda non sia stata depredata con la vendita di parti produttive, di immobili, di partecipazioni estere per dare i dividendi a Tronchetti e stock option a Buora, Ruggiero, e stipendi tra i più alti di Europa ai dirigenti di fiducia e ai membri del consiglio di amministrazione. I figli potrebbero chiedere perché chi ha messo la sua famiglia in mezzo a una strada è stato premiato con milioni di euro di buonuscita invece di subire una causa da Telecom. I bambini, i ragazzi, si sa sono ingenui. Sono pezzi 'e core, come direbbero a Napoli. Non riuscirebbero mai a capire le strategie del tronchetto dell’infelicità e perché il loro genitore, forse, sta piangendo di nascosto. Invito ancora i dipendenti Telecom licenziati a partecipare all’iniziativa della class action contro i precedenti amministratori.


# 261    commento di   indignato60 - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 19:20

gran bell'articolo. Complimenti anche per le chiarissime (come sempre) argomentazioni riportate nell'articolo "Troppi Galli nella Loggia" http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/ricercaRisultatiFrame.asp?clearFilters=true E' sempre rassicurante leggere cose che hanno senso in mezzo a tanta 'munnezza.


# 262    commento di   rizzocitizen - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 19:23

Gomez, sei un grande!!!! Non avrai la presenza televisiva, ma hai qualità giornalistiche di gran lunga superiori alle sue!!!!!
http://rizzocitizen.ilcannocchiale.it/


Rosa, post #213 Ricordi l'estate del 2004, Fini che parlava di necessità di una "maggiore collegialità" nelle decisioni del governo B., della necessità di una "cabina di regìa" - che, sostanzialmente, significava che alle riunioni del CdM arrivava il maggiordomo del Cav. con la velina dei provvedimenti da approvare e tutti approvavano e poi a casa? Ricordi che gli venne inventata la vicepresidenza del Consiglio e che il Gianfranco si acquietò buono buonino? Ricordi quando dichiarò, inverno 2007, che AN non avrebbe mai aderito al nuovo partito di B.? Hai sentito Tremonti riferire che il CdM della scorsa settimana ha deciso in 9 minuti e mezzo? Avversari rispettabili? Meglio cercarli altrove! ciao




in merito al #263 Forse si trattava dell'estate 2005. Scusatemi!


10 ditate e 2 manate A sentire la cifra d'affari, pardon: la cifra di malaffari che sta sempre più montando, secondo le sempre più esaustive rivelazioni, dei conti del Telebano, mi domando: quante impronte digitali di rom bisognerebbe collezionare, per eguagliare i conti: sommare cioè la cifra di malaffari (provenienti dai furti) dei rom, e metterla a confronto con la cifra di malaffari del Telebano. Prendete le sue impronte: sono pesanti e rendon, mentre quelle dei romo sono leggere e non rendono. Con le sue può pure risparmiare sull'inchiostro nero e le ore di registrazione: bastano 10 ditate e 2 manate.


DIFFONDETE DEL NUOVO DEPUTATO PDL CONDANNATO!!! il deputato estorsore Roberto Tortoli (Forza Italia) WWW.DANIELEMARTINELLI.IT


oggi mi sono fatta del male ed ho voluto guardare il tg4 con fede,(!) c'era un servizio sulle intercettazioni, intervistavano dei milanesi che si lamentavano di non poter telefonare liberamente perchè si sentivano controllati e un signore dichiarava che non faceva più battute politiche al telefono per paura di essere intercettato, naturalmente con commento di fede che dichiarava quanto fosse urgente il decreto, non per uno ma per tutti. mi chiedo quanto pagano le comparse al tg4? magari potrei cambiare lavoro.POTETE INTERCETTARMI QUANDO VOLETE, AL MASSIMO SENTIRETE LAMENTARMI CHE HO FINITO I SOLDI IL 20 DEL MESE O CHE POSSO FARE UNA SETTIMANA ALL'ANNO DI FERIE (se avanza qualcosa)!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


I giudici avevano evidentemente in America un'autorità e un rispetto che in Italia non hanno. Annamaria, dalla Germania


# 270    commento di   stefanoacork - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 21:29

10.000 Alitalia + 15.000 Telecom = 25.000 famiglie senza stipendio. e credo sia solo l'inizio
www.stefanoacork.blogs.it


# 271    commento di   In cerca di luce.. - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 21:35

@ tutti consiglio caldamente a chi puo', di farsi un giretto su Telelombardia da Parenzo.. "PRIMA SERATA"; argomento: ROM.


Berlusconi è stato ancora una volta imbavagliato. Non ha potuto presenziare a Matrix questa sera conscio del fatto che subito si sarebbero scatenate le solite fragorosissime polemiche sul suo potere televisivo di giornalisti e pseudo-intelletuali, accompagante dagli strali dipietristi e dai mugugni del Pd. Peccato, si è persa un'ottima occasione per fare chiarezza su un tema importante come la giustizia e demistificare le menzogne a riguardo, che come slavina hanno investito i media, specie il web.


Ottimo #272..aggiungerei solo questa integrazione alla fine: hanno investito i media( e qualcuno di questi settori a tuo piacimento in cui evidenzierei forme cultura a tuo piacimento ma di forte impatto quali, ti dico per es:giornalisti,accadameci,associazionismi diversi,insegnanti,teatro,cinema) - credo che occorre passare cosi come tu hai ben trovato qualcosa che suggestioni per opposto sulla parte seria del paese..specie il web limiterebbe la realtà oltre che il messaggio..insegnanti in pensione sono in web?in genere pensionati..oppure consumatori, sono tutti ravvedibili in web?..studenti abbastanza,ma citerei sia i primi che la parte accademica...fai tu,mi sei piaciuto!


# 274    commento di   Fab1979 - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 22:16

a Loredana M #217 (et precedenti, come extraparlamentaredisx) A me pare un punto molto importante per la sinistra. La tua conclusione (il danno a Veltroni viene dalla sua assenza) è corretta, ma non è anche opinabile? Premetto che sostengo la manifestazione pienamente (anche se ahime non potrò esserci). Mi pare debole l'idea che così Berlusconi raggranelli consenso (anche se leggendo #272 sono coltro da atroci dubbi). Il problema lo esporrei così: se la manifestazione non indebolisce Berlusconi (pare ne sia convinto), non è che invece più facilmente indebolisce ME? E di più, non è che indebolisce me, perchè di sicuro sarò meno incisivo con le mie argomentazioni? E il problema che la manifestazione indebolisce il pd è anche il dubbio di Orlando. Io la vedo così: a) vorrei che il pd parlasse come nella lettera di oggi della Guzzanti al corriere(vedi al #236); pare incredibile, ma la lettera al Corriere è direttissima, concisa e chiarissima. Non chiedo altro. b) fatto questo il pd potrebbe andare comunque in piazza; ora come ora, è troppo tremebondo e indeciso, anche credo a causa delle divisioni interne. E' questo che io vorrei, ma pare troppo: pazienza. E allora, ricordiamo che la manifestazione deve essere CONTRO Berlusconi, perchè un generico "vaffanculo a tutto e a tutti" aiuta solo lui, che il potere ce l'ha ed è difficile schiodarglielo. Io la vedo così ... attendo repliche con interesse. Ciao a tutti


Ho trovato "Regimi e propaganda", interessante articolo in cui si spiega come l'accusa al Csm di sconfinamento dalle sue competenze non stia in piedi... http://toghe.blogspot.com/2008/07/regimi-e-propaganda.html @ Roland # 201 Grazie, ma mi attribuisci meriti che non ho: il copy de "Il Cavaliere di Hardcore" è di Marco, mica mio (purtroppo!)...l'ho preso in prestito in quanto ben s'attaglia alla pruriginosa faccenda... Facci invoca le dimissioni della Carfagna (Alex, ti rubo il mestiere, come mai non ce l'hai postato? Non scrive solo sul Giornale...), per giunta non ci sono ancora prove schiaccianti, gli basta il "si dice"... Cos'è?? La di lei immagine risulta imbarazzante per l'"alto" livello del resto del governo???? Forse sarebbe meglio riconoscere che è quella su cui è più facile sparare, sarebbe il capro espiatorio più comodo...(magra consolazione, ma meglio di niente) http://dagospia.excite.it/articolo_index_41776.html


# 276    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 22:49

Ho avuto l'immenso piacere di conoscere Gomez e Travaglio di persona: sono veramente due GRANDISSIMI !!!! Consiglio a chiunque di fare qualche chilometro per andare a vederli dal vivo, io non vedo l'ora di poterli rivedere. Se ci sarà una rinascita dell'Italia deve obbligatoriamente "passare" attraverso loro due (ma non solo). Attendo di conoscere anche Gomez e Barbacetto...


Grande articolo Peter. Cortesemente qualcuno mi spiega perchè Facci chiede le dimissioni della Carfagna?


[...]Ascolta una volta un giudice come me giudicò chi gli aveva dettato la legge: prima cambiarono il giudice e subito dopo la legge. Oggi, un giudice come me, lo chiede al potere se può giudicare.[...] SOGNO NUMERO DUE FABRIZIO DE ANDRE'


@ Delpo Aveva già, al momento della sua nomina, espresso riserve piuttosto esplicite...evidentemente, la faccenda delle intercettazioni sta aggravando la questione (anche se per ora noi non ne sappiamo ancora niente, non so loro...). Comunque ho lasciato il link...Non per altro, ma mi perdonerai se faccio un po' fatica a copiare un intero articolo di Facci...


X Stella Grazie. Certo che sei perdonata ci mancherebbe...


# 281    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 23:23

Ho la NETTISSIMA impressione che Berlusconi stia tremando. Ha utilizzato la stupidità della gente per fare strada e capisce che la stessa stupidità può restare sconvolta se "certe cose" vengono date in pasto al pubblico. Se qualcuno ruba o corrompe la gente non si scandalizza ed in alcuni casi ci si identifica addirittura (senza capire che quel furto pesa anche sulle proprie tasche!)... sul MORALISMO in Italia invece non si scherza.... cercate di capirmi...


# 282    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 23:26

I giornalisti sanno molto più di noi... e quasi nessuno ha il coraggio di PUBBLICARE. Chi segue gli "organi di informazione" (si fa per dire, ovviamente!) intuisce subito che qualcosa che SCOTTA è nell'aria!!!!!


X Hawkeye Io non ci spererei troppo,veniamo da 25 anni di TV commerciale oramai,certe cose fanno solo ridere,anche se invece bisognerebbe indignarsi.


# 284    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 3/7/2008 alle 23:32

mmmmmmmm...invece secondo me....


A proposito di giornalisti volevo consigliarvi un libro. Parla anche di questo argomento, ho preso la recensione da liberainformazione. "GIORNALISMI e MAFIE- Alla ricerca dell'informazione perduta Insolito, curioso, utile. Un libro che attira l’attenzione già dal titolo: l’informazione al plurale è una critica al presente e un manifesto programmatico per il futuro. Un’opera collettiva (14 autori) fatta di saggi, interviste (sette cronisti in prima linea) e interventi, lucide analisi e memoria dell’antimafia. Il tutto sotto la regia di Roberto Morrione, alla ricerca dell’informazione perduta girando l’Italia con Libera Informazione, la Fondazione e l’Osservatorio giornalistico che dirige. Giornalismi&Mafie è un tassello del mosaico in costruzione, un libro che rientra – nel pieno rispetto dell’imperativo del fare rete – tra “I taccuini del Premio Ilaria Alpi”. Fatta l’abitudine ai caratteri vetero (tra la linotype, la lettera 22 e l’ms dos), la sostanza dei contenuti scorre lasciando segni profondi, e riflessioni destinate a durare a lungo. Il procuratore Giancarlo Caselli arricchisce il volume con una prefazione che è un’analisi accurata della giustizia nostrana. Mentre Luigi Ciotti, anima di Libera, lancia una sfida: i concetti di legalità e società civile vanno sostituiti da responsabilità e società responsabile. Ognuno faccia la propria parte, anche i giornalisti. Saverio Lodato, cronista della vecchia scuola, rileva come cosa nostra ricerchi il consenso con forza simbolica del fuorilegge impunito. Di qui la rassegnazione. Alimentata dall’asservimento dei giornalisti ai poteri forti. Da Casal di Principe a Lamezia, da Palermo a Catania e poi ancora tra le altre Gela, Bari, Potenza. Il viaggio di Libera Informazione nelle regioni occupate (che continuerà), i racconti dei coraggiosi cronisti di provincia, spesso lasciati soli. Così Morrione restituisce uno spaccato del giornalismo italiano. Sullo sfondo la grande questione irri


"...Da Casal di Principe a Lamezia, da Palermo a Catania e poi ancora tra le altre Gela, Bari, Potenza. Il viaggio di Libera Informazione nelle regioni occupate (che continuerà), i racconti dei coraggiosi cronisti di provincia, spesso lasciati soli. Così Morrione restituisce uno spaccato del giornalismo italiano. Sullo sfondo la grande questione irrisolta: i conflitti di interessi, anche qui il plurale: tanti editori-padroni che ammorbano il giornalismo nostrano. Due antidoti: il risveglio dell’addormentata Rai e la valorizzazione della risposta povera, quella della rete. Nel volume anche una dettagliata cronistoria della vicenda giudiziaria del caso Alpi. E poi le interviste a sette cronisti di provincia, in trincea non solo al Sud. Dal palermitano Lirio Abbate(“raccontiamo il livello romano senza prenderci in giro) alla lombarda d’adozione Antonella Mascali (il giornalismo antimafia è il giornalismo tout court), dal torinese Marco Nebiolo (le mafie sono ovunque) al pugliese Vittorio Bruno Stamerra (la cronaca spicciola rafforza i mafiosi). E ancora il campano Enzo Palmesano (il giornalismo d’assalto è l’unico antidoto alla camorra) e la veneta Monica Zornetta (deontologia e antisensazionalismo le nostre armi). Poi Mario Meliadò (si devono collegare le notizie a criminali e politici). Infine il racconto di Chiara Spagnolo, cronista di giudiziaria nella Catanzaro di De Magistris, messa fuori gioco dalle istituzioni, l’esempio vivente di come le minacce ai cronisti non siano solo quelle eclatanti del metodo mafioso, ma anche quelle legali dello Stato. In coda le vicende degli undici cronisti caduti per mano mafiosa, la nazionale della verità: Cosimo Cristina, Mauro De Mauro, Giovanni Spampinato, Mario Francese, Pippo Fava, Giancarlo Siani, Mauro Rostagno, Giuseppe Alfano, Ilaria Alpi e Miran Hrovatin"


immaginate se, visto che mr b. non andava più, per non far saltare la trasmissione mentana avesse invitato un altro politico, uno che va sempre quando lo chiamano come dice mentana. di chi parlo? di pietro. lui ci sarebbe andato e avrebbe parlato volentieri di intercettazioni!;-) chissà come si sarebbe arrabbiato il grande capo mr b., forse avrebbe licenziato in tronco il dipendente e l'avrebbe esposto alla pubblica gogna


Go telling it over the mountains and hills how Mister Bee corrupted Mister Mills! Non tollera giudici né tribunali, Sbattete il mostro nei media mondiali!


...o magari l'avrebbe sostituito con Ferrara...




@ Hawkeye Fosse vero...ma se la maggioranza degli Italiani ragiona davvero come Rotondi...!!! @ Fab1979 Qui i distinguo abbondano: Furio Colombo minaccia di non partecipare più se ci sarà Grillo e non ha gradito le esternazioni contro Napolitano di D'Arcais. Poi, qualcuno sa perchè Giulietti ha ritirato la firma? Comunque adesso Orlando dice che sarà in Piazza Navona (ma...) http://www.articolo21.info/notizia.php?id=7026 'Notte bloggers...


# 292    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 4/7/2008 alle 0:16

Cara Stella... qui non si tratta di RAGIONAMENTI... di fronte a "certe situazioni" entra in funzione la "morale imposta"... che non è esattamente come la potremmo credere noi (non rubare, ecc.) ma è ben differente... da cattolici, insomma! Chi combina "certe porcherie" non può essere assolutamente tollerato. L'inconscio morale si ribellerebbe.




# 294    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 4/7/2008 alle 0:33

eh eh eh!!!! ...INFATTI, DANX !!!


# 295    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 4/7/2008 alle 0:38

per STELLA voglio aggiungere che... il demente popolo italiano accetterebbe senza dolore che il premier (del pisello) derubasse il proprio popolo fino all'ultimo propio euro... ...ma non accetterebbe mai per esempio di sapere che adora i rapporti gay o "strani" o altro. L'Italia è un MONDO ASSURDO. VINCI RUBANDO e perdi se sei sincero.


Perdonami, Hawkeye.. Ma mi sembra di leggere un comunicato PROPAGANDISTA alla Goebbels Ed anche una istigazione a delinquere, con diffamazione di una intera etnia..dovresti informarti sull'esistenza di gruppi **queti** non bauscia, tipo ADL..O Lega contro la Diffamazione Mi spiacerebbe dovere interrompere la tua BRILLANTE carriera di **seminatore di assurdita**..che forse e' amche la tua sola chance nella Vita La miseria di chi esce dal ventre di uno dei tanti **Cavalli, Asini e Muli di Troia**, e pontifica, e' molto piu' profonda della profondita' stessa..una specie di INFERNO perpetuo per la vittima che PONTIFICA..un controsenso che nutre un MISERO PLAGIARISMO......... La Sindrome del Sanguisuga Lombardo, storicamnte da nessuna parte, ed intossicato da troppe varieta' di diossine per funzionare in sintonia con il Secolo in cui viviamo...di decadenza e rinascita, contemporaneamente.. Stai nella nebbia..e sotto il radar..




@Fabi 1979 e altri/e Secondo me tutto quello che sta succedendo intorno alla manifestazione (quello che mette la firma poi la ritira,quell'altro che deve decidere,quell'altro che non ci va se ci va tizio,ecc.)è la spia della confusione e divisione interna che regna nel PD,sono grandi manovre che non riescono ad approdare a niente di certo. Il fatto è che un partito che vorrebbe essere di massa come il PD non può mancare ad appuntamenti così,punto. Poi magari è vero che danno più voti i salari e le pensioni e quindi la "questione morale" non deve diventare centrale o unica come è per Di Pietro,ma se non ci sei su queste cose di libertà e democrazia,vuol proprio dire che sei fuori fase del tutto. Magari dovrebbero trovare il modo di differenziarsi da altri che partecipano come approccio (tipo Grillo),facendo precedere da dichiarazioni e distinzioni,ma,ripeto,non esserci su quei temi in realtà,dato che hai Calearo e Colaninno dentro,vuol dire che perderai ancora più voti dai pensionati e da chi lavora,perchè almeno Di Pietro sul fronte giustizia lavora come una ruspa,il PD non lavora neanche sull'altro fronte,quello di salari e pensioni,se no Calearo,Debenedetti,Morando,e compagnia se ne vanno verso il centro/centrodestra con un altro partito. Questo vuol dire essere messi male,molto male,e si vede dagli ultimi sondaggi che danno il pd in calo del 5% e Di Pietro aumenta del 4. Comunque sono cose interne al PD,io voto la sinistra-sinistra;adesso è messa male ma attendo con pazienza il suo risveglio,appena finiti i congressi di Luglio (anche se ne avremmo bisogno adesso..)Ciao.


Se sei d'accordo firma anche tu http://www.repubblica.it/speciale/2008/appelli/costituzionalisti/index.html


# 300    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 4/7/2008 alle 11:38

Caro ED... faresti fare da arbitro alla finale della coppa del mondo ad una persona che non conosce le regole e che non ha mai giocato al calcio ? Il fatto che si disponga di un voto non vuol dire che gli italiani abbiano un minimo di cultura politica. Nemmeno uno su cento ha una mediocre conoscenza in materia. La democrazia è una gran bella cosa ma soltanto se la cultura del popolo permette ad esso di fare una scelta consapevole. In Italia questo non solo non è concesso, ma addirittura si mistificano le "filosofie" in modo tale da confondere quanto più possibile le persone. I politici affermano in maniera sconsiderata delle grandissime "pastrocchie" senza che nessuno li blocchi e dica loro "ma che cavolo sta dicendo?". Affermo con tutte le mie forze che siamo un popolo di grandissimi ignoranti sul tema POLITICA. Proprio per questo in Italia accadono cose che sarebbe impossibile far accadere altrove.


MI PUZZA ! MI PUZZA! MI PUZZA! non sò a voi ma cè qualcosa che non torna,il cainano improvvisamente non và più a matrix per non alimentare il gossip e la polemica in genere...dice lui. nel consiglio dei ministri di oggi non si farà il decreto anti-intercettazioni.... Le cose sono due o il psiconano è alla frutta e non sà più che pesci prendere,speriamo ma ci credo poco,oppure ha un coniglio nel cilindro che tirerà fuori al momento opportuno per ficcarcelo nel culo...quindi stiamo svegli e con il culo contro al muro. A VOI VE PUZZA?


# 302    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 4/7/2008 alle 12:17

PUZZA, puzza...eccome se puzza! L'ho già scritto in precedenza... secondo me sta succedendo qualcosa di strano.


# 303    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 4/7/2008 alle 12:34

...a proposito ED... ma tu scrivi sempre in questo modo o hai dato il meglio appositamente per me? ...Mi perdonerai se ti dico che sto ancora ridendo per quanto hai scritto... ...non prendertela, ciao.


Non capisco xkè non pubblicano le intercettazioni piccanti.... ho sentito che ci sarebbero delle intercettazioni piccanti del premier sia nell'inchiesta di napoli (quella riguartdante saccà e le ragazze da sistemare) sia in quella di milano su hdc (qui dovrebbe centrare la carfagna). la domanda è perchè nessuno le pubblica prima che vengano bloccate per legge? perchè esce il gossip sui rapporti "particolari" tra berlusconi e la carfagna, e non si pubblicano le intercettazioni che lo proverebbero? non è un controsenso o dai la notizia x bene o evita di darla. i "si dice" li trovo odiosi. vinx


MA AVETE SENTITO L'ULTIMA??? Ho appena fatto un giro dei giornali on-line e che notizia mi trovo davanti? Al Tappone che dice:"Fango su di me... mi difenderò nei processi"!!!!! Ma quali processi se li blocca tutti???? Ma... ci prende proprio per scemi. Ok che siamo messi così male che ci preoccupa di più arrivare a fine mese che difendere diritti ottenuti con col sangue di tanti nostri parenti ("antenati" ormai), ma a tutto ci dovrebbe essere un limite. Per favore organizzate qualcosa anche a Milano.. io non posso proprio scendere a Roma nei giorni lavorativi :(




# 307    commento di   akiro - utente certificato  lasciato il 15/7/2008 alle 12:51

non ci rimane che sperare in un nuovo Hugo Black all'italiana... ma credo che sia una vana speranza...
http://nononoeno.splinder.com/



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti