Commenti

commenti su voglioscendere

post: Piazza Navona e le cose che non si possono dire

Foto di micromega l'Unità, 10 luglio 2008 Lettera aperta al direttore Caro direttore, quando tutta la stampa (Unità compresa), tutte le tv e persino alcuni protagonisti dicono la stessa cosa, e cioè che l’altroieri in Piazza Navona due comici ( Beppe Grillo e Sabina Guzzanti ) e un giornalista ( il sottoscritto ) avrebbero “insultato” e addirittura “vilipeso” il capo dello Stato italiano e quello vaticano, la prima reazione è inevitabile: mi sono perso qualcosa? Mi sono distratto e non ho sentito alcune cose - le più gravi - dette da Beppe, da Sabina e da me stesso? Poi ho controllato direttamente sui video , tutti disponibili su you tube e sui siti di vari giornali, e sono spiacente di comunicarti che nulla di ciò che è stato scritto e detto da tv e giornali (Unità ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Ghedini: «La Sanjust non ha mai avuto frequentazioni sessuali con Berlusconi. C'era un rapporto di conoscenza» hmmm, come mai c'è bisogno da parte dell'esimio avvocato, di puntualizzare quel "sessuali"?


NN C'è DUBBIO GLI .......ALCOLISTI........ SONO COME I........ TOSSICI......... CRONICI UNA COSA SO PER CERTO HANNO """""""""CARATTERE DIPENDENTE DA ALTRI IL LORO SUPER EGO ......NN LO SO BENE PERò DICIAMO CHE NN LI SOSTIENE .....COME SE FOSSERO RIMASTI PICCOLINI DI CARATTERE """"""""""""""CIAO CRI PENSO ANCHE LE......... ANORESSICHE........CHE NN RIUSCITE A CURARE.............. SIANO DI CARATTERE DIPENDENTE INFANTILE NN FUNZIONA IL SUPER EGO COME NN LO SO MA HANNO BISOGNO DI ESSERE DIRETTI ANCHE SE SEMBRANO ESTROVERSI ECC ............


Grazie a Marco Travaglio e ai pochi che come lui, con professionalità,puntualità e tenacia, ci mostrano cosa significa essere un giornalista. UN APPELLO a tutti e tutte, Furio Colombo e Nanni Moretti compresi: smettiamo di sottostare alle regole del circo mediatico e riappropriamoci del significato delle parole.. un insulto è una cosa,(e ne abbiamo quotidiani esempi nella famosa politica), una critica è un'altra. Io negli interventi di Piazza Navona non ho sentito insulti ma solo legittime critiche.


..ops ho dimenticato di aggiungere il link dell'articolo di Sabina http://www.corriere.it/politica/08_luglio_11/critico_chi_voglio_la_gente_applaude_2c148936-4efa-11dd-932f-00144f02aabc.shtml lo riposto anche sul blog di grillo


x roberto: il cancro dell'italia sono quelli come te, che hanno eletto berlusconi senza sapere o fregandosene di quello che dice, pensa e soprattutto fa!! la cosa che più fa pena è sapere che siete in maggioranza!! ma d'altronde si dice che la madre dei cretini e sempre incinta!! e purtroppo.......... di parti plurigemellari!!!!


alleluja, alleluja ;)) nuovo messaggio dal sito di sabina: "abbiamo in corso un aggiornamento importante del sito ci scusiamo per l'inconveniente molto presto avremo in linea il nuovo sito piu' bello e dinamico"


# 765    commento di   kikko68 - utente certificato  lasciato il 11/7/2008 alle 10:52

Volevo commentare il messaggio #727 di Stefania. Probabilmente hai ragione nello scrivere che non sempre le sbruffonerie di un settantenne fanno prese sul serio. Però non dimenticare che la Carfagna è ministro per le Pari Opportunità, ministero peraltro molto importante sopratutto in un Paese dove il gallismo fa ancora la parte da padrone e dove la disoccupazione femminile è tra le più alte in UE, quindi mi sembra alquanto offensivo - nei confronti di voi donne- che un personaggio che fino ad oggi non ha mostrato nessuna qualificazione (a parte le gambe, le tette ed il culetto) adatta alla funzione assegnata,possa garantire il diritto alle pari opportunità. Qui in Danimarca la gente lo avrebbe preso come un pesce d´aprile e ci avrebbe riso sopra.


# 766    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 11/7/2008 alle 10:52

lettera di Sabina Guzzanti: http://www.corriere.it/politica/08_luglio_11/critico_chi_voglio_la_gente_applaude_2c148936-4efa-11dd-932f-00144f02aabc.shtml commento già lasciato nel #717 da Graziana! Grande articolo... "La reazione furibonda di tutto il mondo politico alle parole di alcuni liberi pensatori, dimostra che gli interventi fatti sono stati importanti ed efficaci. La repressione dei media rivela la debolezza politica di una classe dirigente che in entrambi i poli è nata a tavolino." Sabì sarebbe il caso di capire che il popoli italiano ha come unica informazione quella del tg4!E' questo il problema! Quanta gente si è messa su internet...per rivedere i video su you-tube?Pochi! Perchè se sei plagiato dal nano...per nulla al mondo ti verrebbe in testa di dubitare! @ Cri L'Olanda è un'aspirazione o un progetto reale?


« È meglio essere violenti, se c'è violenza nei nostri cuori, piuttosto che indossare l'aureola della non violenza per coprire la debolezza. La violenza è sicuramente preferibile alla debolezza. C'è speranza per un uomo violento di diventare non violento. Non c'è questa speranza per i deboli. » Mohandas Karamchand Gandhi


NON RIESCO A LEGGERE I COMMENTI A PARTIRE DAL n. 154. SI LEGGONO SOLO I PRIMI 100 E GLI ULTIMI COMMENTI. SUCCEDE ANCHE A VOI? E' POSSIBILE FARE QUALCOSA? GRAZIE Pina


Caro Marco, siamo tutti con te. Veltroni sta distruggendo il centrosinistra, ci ha deluso molto, credevamo tanto in lui all'inizio dell'avventura. Personalmente voto Italia dei Valori da anni e continuerò a farlo per tanto tempo ancora perchè le mie idee coincidono con quelle di Antonio Di Pietro. Domani saremo tutti a Bellaria, speriamo di incontrarti e di stringerti la mano!


Apprendo dal sito di Repubblica che è stato presentato un emendamento dal governo che mira alla sospensione dei processi per i reati commessi fino a maggio 2006....Alleluja! P.S. Mussolini per ammansire il popolo ha dovuto utilizzare il pugno di ferro, Berlusconi non ne avrà bisogno, ha il tubo catodico dalla sua, altro che manganelli!!


SALVIAMO L'INFORMAZIONE PER SALVARE LA NOSTRA DEMOCRAZIA. Grazie Marco Travaglio per il bellissimo discorso a piazza Navona. Hai toccato duro, efficace, diretto, limpido. Gli italiani hanno bisogno di conoscere la verità dei fatti comunicata in modo chiaro, perchè con i mezzi di informazione che abbiamo, purtroppo, sono molto disorientati e confusi. PER UNA CORRETTO USO DELL'INFORMAZIONE INVITO TUTTI BLOGGER A SCRIVERE AI DIRETTORI DEI TG DELLA RAI: TG1: http://pensierieparole.blog.rai.it TG2: http://www.tg2.rai.it/sondaggi.asp TG3: tg3net@rai.it direttoreTG3@rai.it Scrivete a Mediaset TG4: http://www.mediaset.it/brand/rete4/programma/schedaprogramma_758.shtml?form_18 Informazione e democrazia sono strettamente interdipendenti. LA DISINFORMAZIONE DI MEDIASET E' DELLA PEGGIOR SPECIE PERCHE' INTERESSATA E COMPLICE. INVITO TUTTI I GIORNALISTI DEI TG DI MEDIASET, CHE NON SI SENTONO LIBERI DI ESPRIMENE LA LORO OPINIONE, CHE NON POSSONO SVOLGERE ADEGUATAMENTE IL LIBERO LAVORO DI GIORNALISTA, A DIMETTERSI. FATE UNO SFORZO, DIMETTETEVI E VI SENTIRETE PIU' LIBERI! VI SENTIRETE SUBITO IN UN MONDO MIGLIORE! GIORNALISTI DELLA RAI SE NON VI SENTITE LIBERI NELLO SVOLGIMENTO DEL VOSTRO LAVORO, SE VI SENTITE A DISAGIO NEL NASCONDERE LA VERITA', SE NON VE LA SENTITE DI TRAVISARE E DIRE UNA COSA PER UN'ALTRA OGNI GIORNO, VI PREGO DENUNCIATELO! FATELO PER LA DEMOCRAZIA DI QUESTO PAESE MALATO.


Kikko68 #765: quoto in pieno, e aggiungerei anche che la Carfagna è la punta dell'iceberg. A volte ho l'impressione che in Parlamento quelle che mancano siano proprio le donne normali: furoreggiano le ex soubrette e le adepte del Billionaire, oppure, all'altro estremo, le Bindi e Binetti col cilicio. Si parla tanto di quote rosa, ma già con quelle poche che abbiamo, non mi sento rappresentata!


Fede:"fango è l'aggettivo". Caro Emilio, fango non è un aggettivo. Capisco mentire sui fatti, ma anche sulla grammatica mi sembra esagerato. Schifani:"Intepetrare" Cara seconda carica,in italiano si dice interpretare. Se non lo sai, sallo!


Sono pienamente daccordo con quello che dici Marco, già prima dello svolgimento della manifestazione, che purtroppo ho potuto solo vedere via web, nei siti internet dei più grandi quotidiani nazionali si potevano leggere annunci di attacco a Grillo poiche si sarebbe scagliato contro Napolitano. Ciò faceva palesemente vedere le scontate critiche che sarebbero seguite alla manifestazione. La cosa che mi urta di piu, non sono gli attacchi che subite te, Grillo e la Guzzanti, ma la volontà di far apparire fessi gli organizzatori del No Cav Day, come se fossero dei veri e propri imbecilli. Io ritengo che la manifestazione sia stata un successo, e spero vivamente di poterci essere nella prossima che verrà. PS: vorrei tanto sapere cosa ne pensi riguardo alla delusione di Nanni Moretti.


Caro Marco, Sfortunatamente non sono potuto venire alla manifestazione perchè ero in vacanza! Ma avrei tanto voluto partecipare! Per informarmi imparzialmente su quanto è successo, mi sono guardato i video su you tube, come anche tu hai consigliato di fare. Dalla sardegna, dove leggevo il giornale, sembrava che fosse stata una gara ad insulti. Non è stato così. Per niente. Nonostante ciò, sono amaregiato per il risultato della manifestazione. Il tutto infatti è stato perfetto dal mio punto di vista, dal tuo (penso) e da quello di tutti quelli che vi hanno contribuito. Il problema però è che B. and co. non aspettavano altro che 1 o 2 insulti per poter montare su una bufala mediatica( e sappiamo che è la cosa che gli riesce meglio!) e scostare l attenzione dai veri messaggi che la manifestazione voleva dare. Così tutti i giornali( che come hai scritto tu, probabilmente si erano già preparati i titoli ecc) hanno parlato più delle volgarità(come se ce ne fossero state poi tante!?) e non di ciò che è stato denunciato da tutti voi! Se oggi giri per le strade e chiedi di cosa si è parlato alla manifestazione, tutti ti diranno che "boh...hanno insultato un po' tutti". Questo è esattamente ciò che non doveva accadere, non perchè non sia giusto criticare la gente, anzi, ma perchè viviamo in un paese diverso dagli altri, e non possiamo fare il gioco di quelli che tentano di tapparci la bocca, che è esattamente quello che è successo. Questa manifestaizone doveva risvegliare la gente (la massa, non l'elite che legge micromega: quelli sono già convinti!), o almeno metterle dei dubbi, farla preoccupare, farle capire cosa cazzo sta succedendo, farle aprire gli occhi. Non si doveva dare a tutti i giornali e a Berlusca la possibilità di distogliere l'attenzione dai veri problemi! Voglio sottolineare che io sono pienamente d'accordo con tutto quello che è stato detto, da tutti, ma ritengo che ci sia stata un po di ingenuità da parte di coloro che si sono spinti un po in


# 776    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 11/7/2008 alle 12:51

A me è sembrato strano che la ministra, finchè sono stati i suoi colleghi a fare quelle allusioni con i giornalisti, non abbia battuto ciglio. Coda di paglia, indifferenza o, sapendo che non si sarebbe parlato di altro per diversi giorni,mossa sapientemente studiata a tavolino per coprire qualcos'altro?


# 777    commento di   Matteo7del7 - utente certificato  lasciato il 11/7/2008 alle 12:56

Molto bello, merita di essere "passaparolato"! http://www.corriere.it/politica/08_luglio_11/critico_chi_voglio_la_gente_applaude_2c148936-4efa-11dd-932f-00144f02aabc.shtml
http://www.corriere.it/politica/08_luglio_11/critico_chi_voglio_la_gente_applaude_2c148936-4efa-11dd


là, non perchè non fosse giusto dire quelle cose, ma perchè così si è fatto il loro gioco. Secondo me per esempio, Berlusconi ha pregato la notte perchè la Guzzanti dicesse che si è fatto fare pompini dalla Carfagna( cosa di cui tral altro sono assolutamente convinto!!), perchè così ha sfruttato quel particolare rindondante, per parlare di quello e non di tutto il resto. Come se il fulcro della manifestazione fossero state quelle parole lì!!!Un altro esempio: secondo me non era il caso di attaccare il pd (ache se in questo momento è decisamente imbarazzante) perchè così magari avrebbe alla fine appoggiato lamanifestaione e l avrebbe spostata in campo più politico, invece di condannarla!POteva essere un modo per risvegliare anche loro! Ecco...secondo me ci voleva un po' di furbizia in più, per evitare quello che il Cainano voleva che succedesse, perchè era ciò che più gli conveniva. Invece è stato proprio così. Come dici sempre tu, noi viaviamo ormai in un paese diverso dagli altri. Allora dobbiamo anche agire in modo diverso( il chè non significa adattarsi) e farci furbi per non fare il gioco di chi vuol continuare a chiuderci la bocca. Cosa che invece è successa, perchè i mesasggi della manifestazione non hanno raggiunto la massa, che invece l'ha vista come una bolgia. Mi dispiace tantissimo per questo... Spero che nel tuo prossimo passaparola ne parlerai e magari mi darai una risposta. Grazie




Kikko68 #765: Appunto. Bisogna per forza darle della puttana quando è tanto più *veritiero* darle, eventualmente, dell'incompetente? E' evidente che la signora non è adatta al ruolo che ricopre e non ha capito una benemerita mazza di Pari Opportunità. Darle della puttana per dimostrarlo è esattamente il tipo di atteggiamento che subiamo ogni giorno nel Paese ancora tristemente sessista in cui siamo. Nico)))la #743: non sono d'accordo. Sabina Guzzanti fa proprio satira, di quella dura, incazzata, e senza peli sulla lingua. La volgarità è una delle tecniche della satira. Il contenuto della satira è un fatto (o costume, usanza, atteggiamento) reale del quale si svela, anche attraverso la volgarità, l'aspetto grottesco. Ad esempio, grottesco è che il Papa si impicci più di come uso la mia vagina che di religione. La Guzzanti lo piazza all'inferno fra due diavoli sodomiti: qualcuno si ricorda un certo signor Alighieri? Proprio per questo trovo che sia una..si chiama caduta di stile, credo, quella di Piazza Navona: contenuto sulla Carfagna ce n'è da vendere, darle della puttana senza averne le prove è stata una trovata da palco; poco dignitosa per la bravura della Guzzanti, a mio avviso.


@Stefania #780 : dare della puttana alla Carfagna secondo me è stato soltanto il risultato di un ragionamento. E' vero, spesso il ragionamento può indurre in errore, ma chi crede che questo ragionamento sia affetto da errore?


Signore e Signori del Blog, Notti insonni a cercare di capire come **IL TEATRO DEI PUPI ASSURDI** possa essere nato: giungo ad una delle tante conclusioni che un possibile scenario vada ricercato nell'Industria Cinematografica Globale (quelli che ci hanno DIFFAMATO col Padrino e simii munnezze GLOBALI per decenni...), e pertanto, giungo alla seguente conclusione, che parzialmente puo' anche spiegare qualcosa: Mai dubitare che la FANTAPOLITICA (Orwell, Kafka, Faust, Mengele, Goebbels, Mangano, Dell'Uteri Mac Cell, e simile Cosca, una enorme Fammigghia...globale) sia INNOCENTE o ESENTE nel creare **PERSONAGGI** presentati come **intrattenimento** (E NON SOCIALMENTE PERICOLOSISSIMI, molto peggio di Renato Curcio.. Il finto rivoluzionario alla COHN BENDIT (Apolide), autorizzato a VENDERE LIBRI e FIRMARLI, all'epoca difeso dai PIU' NOTI AVVOCATI del POTERE GRANDE che, secondo il ragazzo formatosi in SOCIOLOGIA A TRENTO, erano (IL POTERE GRANDE) i NEMICI DI CLASSE.da ELIMINARE..e tutta la BUFALA del **TERRORISMO** che ha AMMAZZATTO e DANNEGGIATO la struttura, il morale, la reputazione del PAESE per decenni.... Non furono ANNI DI PIOMBO da addebitare un po' a tutti: fu un GOLPE CAMMUFFATO da FANDONIE PSEUDO-IDEOLOGICHE: GOLPE pienamente riuscito... Infatti i **Cavalli, Muli ed Asini di Troia** ed il loro VENTRE STRACOLMO di tutti i piu' assurdi caratteri esistenti al mondo che AMANO, ma ODIANO l'ITALIA, ce li hanno installati ben bene nel TERRITORIO piu' profondo delle (ex) nostre istituzione, con la Costituzione presto listata su E-BAY con tutto il resto.. L'informazione accurata, **alla minatore instancabile** aiutera' a far luce sui tanti MISTERI che hanno trasformato un Paese in una Colnia e Portaerei ultrarmata al nucleare, al SERVIZIO di troppe CAUSE non nostre...complici i nostri Dipendenti degli ultimi 60 anni..quasi tutti..e dobbiamo ricominciare dall'Armistizio: Non Liberazione...Occupazione Soffice di un Paese c


# 783    commento di   tayra - utente certificato  lasciato il 11/7/2008 alle 13:27

ieri Marco Travaglio era protagonista di un evento presso l'ingresso 5 di Carrara Fiere è stato un evento splendido, ha parlato e spiegato con la sua solita chiara ironia ciò che è la nostra realtà ma come al solito i media criticano per distruggere e non per migliorare ecco cosa scrive un "giornalistino" de La nazione Massa- Carrara. FOLLA A CARRARAFIERE PER MARCO TRAVAGLIO Tanti applausi ed una clamorosa caduta di stile
http://mascia1981.spaces.live.com/


# 784    commento di   tayra - utente certificato  lasciato il 11/7/2008 alle 13:29

per chi volesse leggere l'intero articolo uscito dal giornalistino de la nazione massa-carrara sull'intervento unico ed esauriente di Marco Travaglio lo riporto sul mio blog interamente sucessivamente inserirò il video. http://mascia1981.spaces.live.com/
http://mascia1981.spaces.live.com/


Quanto avrei voluto essere a quella manifestazione! Comunque, è assurdo come abbiano manipolato la cosa. A sentire i tg ci sono stati insulti verso il Papa, verso Napolitano, verso la Carfagna, verso la politica...insomma pare come se a quella manifestazione tutti si siano messi a mandare a fanculo tutto e tutti... Poi ho visto i video su youtube degli interventi della Guzzanti, di Beppe Grillo e il tuo. Allora mi son chiesta: ma dove stanno tutti questi insulti!? Per quanto riguarda Grillo...la grande offesa verso Napolitano è che ha detto che si comporta come Morfeo perchè dorme sempre!? Azz...non sapevo fosse vietato esprimere pareri sulle cariche dello stato!! Non è un diritto esprimere la propria opinione!? Dove sta la grande offesa!? Non è mio diritto dire che secondo me questo capo dello stato fa tutto tranne che garantire il rispetto della costituzione perchè firma leggi razziali e scudi spaziali!? E poi dicono che si esagera quando si parla di "regime". Per quanto riguarda la Guzzanti...è vero, ha usato dei toni un po' "forti", ma non trovo nelle sue parole il voler offendere qualcosa o qualcuno...ha sollevato comunque dei problemi, forse con tomi un po' accesi ma questo fa parte della satira... Per quanto riguarda il tuo intervento l'ho trovato semplicemente fantastico....un riassunto esaustivo della nostra penosa situazione...ah comunque non ho trovato offese neanche li... Hai ragione...qualunque cosa si fosse detta in quella manifestazione, i giornali e telegiornali sapevano già cosa DOVEVANO scrivere/dire.
http://maretta-88.spaces.live.com/


Un duo simpaticone (Renzo Arbore e Gianni Boncompagni) cantavano e CI COMUNICAVANO, a proposito del MEDIA RADIO TELEVISIVO **al servizio del pubblico pagante** **No, non e' la BBC, questa e' la RAI, la RAI TIBBU** e pensavamo che era una SIMPATICA CANZONETTA.. Nel contemporaneo... RAI FICTION con Sacca', presto TYCOON alla Murdoch, a Pizzo Calabro... FICTION vuol dire FINZIONE...come ben si sa'... Ai posteri l'ardua COMPRENSIONE del concetto finzione: FINGIAMO DI PAGARE IL CANONE, mi sembra la conclusione logica, SENZA RINUNCIARE ai DIRITTI di TRASMISSIONE... Il Gas-Y-Parrott e' pronto a FIRMARE TUTTO..sopratutto cio' che e' NEFASTO per il PAESE (scopriremo i suoi veri PILOTATORI...) p.s. Due ASPETTI delle CONSEGUENZE DELLA GUERRA DI CONQUISTA OD AGGRESSIONE Hiroshima e Nagasaki devastarono un Paese, che venne ricostruito (Paese indipendente) La TIBBU, piu' MAFIASET ed informazione devastarono un Paese ed una generazione.... (Paese con la Costituzione presto su E-BAY...ed altro...) Sarebbe opportuno pertanto chiedere il **TRATTAMENTO** dall'Alto dei CIELI, con mezzi parzialmente creati anche da scienziati Italiani (Fermi e Segre'), per guadagnare l'INDIPENDENZA di fronte alla **CORTE GLOBALE DELLE COSCIENZE PULITE**, piuttosto che essere ULTERIORMENTE COLONIZZATI e diventare il **REGNO del PIGMEOLAND**, non un'ALTA carica di un Non-Stato... Il Pigmeo, pertanto, dovrebbe essere PROCESSATO in TEMPI BREVISSIMI..o dobbiamo RISCRIVERE LA STORIA DEL SISTEMA METRICO ADESSO...? Gens Italica... Tante Piazze Navona e pentole, pentolini, fischietti, mini-mini-mini-sacchetti di MUNNEZZA ALTAMENTE TOSSICA da offrire in omaggio all'85% dei nostri DIPENDENTI INFILTRATI **alla PORCELLUM** nelle Istituzioni, piu' un biglietto SOLO ANDATA pe Sant'Elena...alla **NapoleoNte**, via ALI-ESILIO ed ALI-CRAXI II, cortesia della Gens Italica che ha finanziato per decenni la compagnia d


# 700 commento di g.k. - lasciato il 11/7/2008 alle 2:8 Carissimo, Permettimi di aggiungere un mio punto di vita al tuo linguaggio che usi: lo trovo estremamente MALVAGIO, in quanto stai leggendo, forse inconsciamente, la PROPAGANDA di chi pianifico' gli ANNI DI PIOMBO...e la **STRATEGIA DELLA TENSIONE**..un GOLPE, in altre parole, pienamente riuscito, e coperta da una INFORMAZIONE alla PINOCHET Mi spaice leggere che RENATO CURCIO e' in liberta'..ed ancor piu' leggere che fu difeso dal GRANDE AVVOCATO, del GRANDE AVVOCATO **FIAT solo voluntas sua**, Don Agnelli, il Gianni Se mi posso permettere e dare un giudizio..sei SQUALIFICATO A VITA dall'entrare in un campo dove si PARLA un altro linguaggio...e credo di essre nel giusto... Puoi commentare, anche se normalmente la Propaganda tira il sasso e nasconde la mano.. Armiamoci e Partite credo sia il tuo leit-motiv..IN FONDO Grazie...


Con l'amaro in bocca mi sono reso conto che il pianeta della sinistra o meglio quello che credevo opposizione, non esiste più.Sono finiti,non sono mai stati quelli che dicevano di essere, di fare, di cambiare tranne delle eccezioni, parlo per esempio del sacrosanto sforzo fatto per far pagare le tasse a chi non le ha mai pagate o dichiara redditi inferiori perfino a quelli dei suoi dipendenti. Eccezioni che confermano la regola,a mio parere giornalisti di sx tipo Colombo, Galimberti e politici tipo Veltroni e D'Alema hanno perso l'autobus, sono rimasti indietro non si rendono conto qual'è il vero nemico e non lo combattono.Se la prendono con Grillo e la Guzzanti sono malati di Berlusconismo anche loro,parlano di forma e si offendono pure con arroganza, ma non parlano della sostanza che sta loro davanti e non vedono perchè sono diventati ciechi ormai


Non vorrei sfociare nella fantapolitica (anche se quella che l'Italia vive non ne è lontana), ma credo che il mettere le mani avanti di Furio Colombo per quanto riguarda gli "attacchi" al papa ed al presidente della repubblica non sia cecità o voglia di non capire. Personalmente, ho sempre ritenuto Furio Colombo un Uomo dalla mente sottile: tuttavia credo che, oggi, abbia una PAURA folle di perdere la battaglia contro il nuovo Regime... Una paura che non lo porta a rassegnarsi e scappare, ma a cercare di convergere tutti gli sforzi per limitare e, se possibile, rendere politicamente inoffensivo il Caimano. Una paura che si potrebbe definire sana, visto che è già stato testimone dell'avvento del regime fascista.


Sabina Guzzanti ha dato a Nanni Moretti l'unica risposta che si poteva dare. Brava Sabina! Tra l'altro, avete notato come è cambiato il clima negli ultimi 6 anni? Prima si era tutti insieme; oggi c'è tutto un fiorire di distinguo, di "mi dissocio", anche da parte di chi, come la Bindi, Furio Colombo e soprattutto Nanni Moretti (Nanni, ero io a urlare a Piazza Navona che "con questi leader non vinceremo mai"? Ero io a dire al popolo dei girotondi "non perdiamoci di vista"?), era a manifestare contro le berlusconiche porcate. Colpa di Grillo o piuttosto del veltronismo imperante, versione ingentilita del berlusconismo? Che tristezza. Comunque ho visto che il sito di Sabina è in rifacimento. Non vedo l'ora di leggerlo. Sabina, spero che qualche volta tu legga i commenti: per quello che valgono, ti faccio i miei complimenti, da tuo estimatore "storico" (ti seguo dall'epoca di "Avanzi": avevo 12-13 anni). Grazie perché esprimi quello che ognuno di noi sente e vorrebbe gridare. Sei la nostra voce (o almeno la nia voce).


Mi permetto di ripetere quanto postato su Aprile nonline del 10 c.m., sotto l'art. "Il primo si al lodo Alfano #14 · Marcello Marani 11 luglio 2008, 14:36 E sicuramente se mi ci volete lo siamo anche in tre. Infatti, sempre per la metafora del dito e della luna tutti a puntare il microscopio sul turpiloquio o presunto tale, perchè dare certi appellativi, chiamando pane il pane e vino il vino, adesso per le vergini dai candidi manti diventa demonizzazione e turpiloquio, (spieghino almeno quali altri meriti avrebbe la sig,ra Carfagna per essere nominata minestra?!?) e non vedono l'abolizione di fatto dell'art 3 della Costituzione, che ormai solo nominarla sembra quasi una bestemmia, anche per i postatori del sito, mentre è stato un vocabolo ripetuto con forza da molti, che si sono succeduti su quel palco, che adesso si vorrebbe denominare il monte del disonore. E non sto a ripetere ancora per la decima volta che certe cadute di stile si sarebbero dovute evitare, ma censurare le pagliuzze per nascondere o non voler vedere le travi, francamente mi sembra eccessivo. Per questo visto che piuttosto che migliorare le condizioni peggiorano di giorno in giorno, ormai da oltre un decennio dico, anche se ancora non mi sono deciso, di chiedere la protezione del WWF, , per essere messo in una riserva con la scritta: "Salviamo il Comunista", in quanto razza in via d'estinzione. E specie dopo l'8 Luglio possiamo dire, parafrasando quel sorcio: "Dove volevamo andare non lo so, ma abbiamo fatto un gran casinooooo!!! Ecco perchè a questo punto chiedo di essere ammesso nella "Banda dei Matti", im modo da poter almeno cantare insieme: "Se prima eravate in due a cantare tapin tapun, adesso siamo in tre a cantare...", con un incremento statisticamente parlando del 300% che non sarebbe affatto male. E se al terzetto se ne continuasse ad aggregare sempre un + 1 vuoi vedere che alla fine potremmo diventare maggioranza e governare perfino il Paese? De resto il grande Erasmo, non ha scritt


Bravi ragazzi! Non fatevi intimidire dai giornalai di regime. Gli interventi di Piazza Navona non hanno niente di scadaloso. Il vero scandalo sono questi politici impasticcati che a Roma hanno messo su il più grande bordello della storia a spese di noi contribuenti.


to: # 773 Pierangelo Solmi In unico punto (uno!) voglio difendere Schifani: "interpetrare" è variazione corretta, al Sud, di "interpretare" (ho un caro amico che parla così). Almeno questa lasciamogliela passare. Dopodiché non risparmategli nessuna delle dovute critiche, a cominciare dal fatto che è l'uomo sbagliato al posto sbagliato.


il fatto è che le esternazioni di Guzzanti non erano ne divertenti ne intelligenti ma PREVEDBILI e comici prevedibili sono tragici, non eversivi. grazie per un autogol brutto, noioso, rozzo e autocelebrativo.


Fa troppo ridere: http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/11-luglio/11-luglio.html?ref=hprub


Sono molto dispiaciuta per il commento di Nanni Moretti sulla manifestazione. Mi sono sembrati giudizi snob,fatti con la puzza sotto il naso e con l'arroganza di chi crede di avere l'esclusiva di manifestare contro il Caimano. Bello il film , a me piace Moretti come regista ed anche come attore ma ho la sensazione che non si sia accorto che dai girotondi di tempo fa, qualcosa è cambiato : siamo molti di più, e più variegati e bisognerebbe accettare anche la diversità con cui si esprimono le persone,anche se non sono degli intellettuali ma solamente comici!!!!!!!Perchè questa necessità di distinguere?I comici arrivano più facilmente alle persone ,alla piazza...sono più diretti ,sintetici, concreti; è un modo semplicemente diverso di confrontarsi da quello più raffinato degli intellettuali! Forza Beppe forza Sabina e ovviamente Forza Travaglio!!!


Il lodo Alfano o la “legge” blocca-processi vengono spesso presentate come espressione del conflitto di interessi di Berlusconi. Peccato che il conflitto d’interessi di Berlusconi sia irrilevante, in quanto espressione e conseguenza di un conflitto d’interessi che sta più a monte, ovvero quello del parlamento, che da un lato ha il potere di “fare” le leggi e, dall’altro, attraverso la sua azione di “controllo” (diciamo così…) sul governo, quello, di fatto, di allocare le risorse, o di proteggere interessi particolari. Questo conflitto è evidente anche nel significato che oggi ha la stessa parola “legge”: con questo termine oggi vengono indicate sia le leggi vere e proprie (p. es. quelle che vietano il furto) sia le misure atte a proteggere interessi particolari (p. es. la “legge” finanziaria, o la “legge” blocca processi). Ovviamente le seconde vengono chiamate col nome delle prime per dare loro la stessa autorevolezza della legge. Il conflitto d’interessi del nostro presidente del consiglio che “si fa” le leggi ad personam non è diverso da quello di altre maggioranze che “fanno” leggi a favore di o contro gruppi particolari (per esempio quelli che stanno al di sopra o al di sotto di un certo reddito – tralasciando i casi di povertà). Sul sito di un giornale ho visto una fotografia di un cartello che diceva “SELF –MADE LAWS”: evidentemente, di queste tre parole, quella incriminata era “self”, mentre il problema sta nel “made”: le leggi, quelle vere, non possono essere fatte più di quanto può esserlo un albero. Possono solo essere “scoperte”, o “protette”: sono il risultato di un processo spontaneo di evoluzione e selezione naturale delle convenzioni e delle istituzioni che nei millenni hanno consentito la sopravvivenza della specie. Una legge che non è “made” non potra’ mai essere “self-made”. Finché il potere di scoprire le leggi non verrà separato da quello di allocare le risorse o proteggere interessi particolari, saremo governati dal conflitto di int
http://en.wikipedia.org/wiki/Law,_Legislation_and_Liberty


Il rischio di vedere dissolversi nel nulla un movimento con tante anime e culture è alto, ed è enormemente sbagliato pensare a un partito, ma occorre avere un obiettivo in comune, qualcosa di concreto, che tocchi lo strapotere della Casta politica e soprattutto del “Caimano” cosa che grida vendetta e che ha messo in mora la democrazia, è possibile, e si chiama contropotere mediatico, per creare una “public company” formata da centinaia di migliaia di azionisti, per comprare e gestire una emittente televisiva nazionale. Tale operazione è non solo possibile, ma necessaria, perché riporterebbe una dialettica democratica in un paese soffocato dal monopolio del “pensiero unico”. Sarebbe un evento democratico in cui i cittadini sono parte attiva, partecipi, proprietari con diritto di voto per eleggere liberamente il consigliere e il consiglio di amministrazione di una struttura realmente al servizio dei cittadini. Una iniziativa di massa come quella che propongo può mettere le fondamenta di una nuova cultura, un nuovo modo di intendere la politica, una filosofia di contare su se stessi e di non delegare, far emergere la necessità che l’economia venga governata in nome della sostenibilità ambientale e con una scelta energetica basata sul nostro amico sole. Senza questo strumento, che dimostra la forza e la volontà di centinaia di migliaia di cittadini, non si va da nessuna parte. Il monopolio mediatico va infranto e questa è l’unica cosa che può fermare Berlusconi


Il rischio di vedere dissolversi nel nulla un movimento con tante anime e culture è alto, ed è enormemente sbagliato pensare a un partito, ma occorre avere un obiettivo in comune, qualcosa di concreto, che tocchi lo strapotere della Casta politica e soprattutto del “Caimano” cosa che grida vendetta e che ha messo in mora la democrazia, è possibile, e si chiama contropotere mediatico, per creare una “public company” formata da centinaia di migliaia di azionisti, per comprare e gestire una emittente televisiva nazionale. Tale operazione è non solo possibile, ma necessaria, perché riporterebbe una dialettica democratica in un paese soffocato dal monopolio del “pensiero unico”. Sarebbe un evento democratico in cui i cittadini sono parte attiva, partecipi, proprietari con diritto di voto per eleggere liberamente il consigliere e il consiglio di amministrazione di una struttura realmente al servizio dei cittadini. Una iniziativa di massa come quella che propongo può mettere le fondamenta di una nuova cultura, un nuovo modo di intendere la politica, una filosofia di contare su se stessi e di non delegare, far emergere la necessità che l’economia venga governata in nome della sostenibilità ambientale e con una scelta energetica basata sul nostro amico sole. Senza questo strumento, che dimostra la forza e la volontà di centinaia di migliaia di cittadini, non si va da nessuna parte. Il monopolio mediatico va infranto e questa è l’unica cosa che può fermare Berlusconi


@Paolo DeGregorio: lo dicevo un intervento di qualche giorno fa basterebbe creare una public company con qualche editore serio per rilevare Telecom Italia Media, un operazione non impossibile agli attuali valori di borsa. Ovviamente serve un coordinamento, e non è impossibile crearlo, ma serve anche la disponibilità di gente come Marco Travaglio, che assumerebbe sicuramente la direzione del telegiornale, e la disponibilità di DeStefano a curarne i contenuti. Non sò se il Caimano a quel punto potrà intervenire per scongiurare un tale pericolo, con qualche tipo di operazione, ed io in mente ne ho qualcuna, non necessariamente passante per via legislativa. Ritengo che piuttosto che piangere su questo sito, invito Marco Travaglio a darne un cenno ed a manifestare le proprie intenzioni. Al momento di costituire la società anch'io darò il mio contributo, anche economico. Vorrei chiudere a supporto di quest'idea, lanciando un messaggio agli altri blogger. Personalmente sono molto preoccupato dei danni che stà facendo il berlusconismo nella società, i ragazzi non studiano, perchè tanto non serve, le ragazze sono convinte che per fare carriera basta darla, il puttanismo diffuso promosso dalle reti Mediaset, la competizione ad ogni costo che con ogni mezzo, la fine della meritocrazia, bisogna combattere il nulla, lanciando messaggi profondi e migliori. C'è la necessità che la cosiddetta società civile abbia la parola. Per questo chiedo a Marco Travaglio (mio parziale omonimo) di farsi portavoce e sostenitore di questa idea. Grazie




Stavolta sono in disaccordo con l'ottimo Marco. Sabina Guzzanti (che non vale nemmeno un'unghia del fratello) ha messo alla gogna il Papa che non c'entrava nulla con la manifestazione,ha offeso quindi un Capo di stato estero commettendo un reato( che poi questi reati siano d'opinione e costituiscano retaggio dell'epoca fascista non conta nulla e a ben vedere è la stessa argomentazione usato da Bossi e dai padani quando le sparano grosse); ha fatto fatto allusioni volgari ad un presunto rapporto tra la Carfagna e il Caimano tutto da verificare e che francamente non credo interessi a nessuno soprattutto se pensiamo alle porcate commesse quotidianamente dal Cavaliere.basta co sta storia dela satira che tutto può, ci sn dei limiti invalicabili e le giustificazioni addotte da Marco sono deboli e confuse. Grillo è il solito qualunquista, magari nn ha insultato, ma il suo" gioco" non giova a nessuno.anzi finisce col sottrarre consenso prprio alle opposizioni a tutto vantaggio del Nano.pazzesco ritenere Veltroni e il Caimano le due facce della stessa medagla!!!


Mi ricordo che ai tempi del Watergate si diceva che Nixon avesse accettato di dimmettersi con la promessa di un perdono giudiziario che puntualmente arrivò ad opera del suo successore Gerald Ford. In Italia quando i nostri presidenti hanno dei guai giudiziari non gli offriamo il perdono in cambio delle dimissioni: potrebbero offendersi. Per evitare ogni imbarazzo li rendiamo intoccabili a priori così che possano espletare il loro mandato serenamente. Poi magari, quando questo è terminato, li perdoniamo anche. Siamo proprio dei gran signori... Se poi dovessimo scoprire che per 5 o più anni siamo stati governati da un ladro, pazienza: sono cose che capitano...


# 804    commento di   mial - utente certificato  lasciato il 11/7/2008 alle 19:22

Penso al film Superfantozzi, una storia di pochi "silvio" che la fanno sempre franca e "noi" subbiamo. Riforme o rivoluzione, alla lunga si perde sempre. Sofisticano la realtà, giocano con le parole. Mi viene voglia di diventare un delinquente.




NAPOLI - L'ala di un fabbricato e' crollata nel centro di Napoli, a ridosso dei Quartieri spagnoli. Sul posto si stanno recando polizia e vigili del fuoco. Ancora non si esclude il coinvolgimento di persone nel crollo. La zona adiacente a via De Feo e' stata fatta sgomberare per consentire l'arrivo dei mezzi di soccorso. SGOMBERATA VIA TOLEDO Il crollo si è verificato in via Portacarrese a Montecalvario, nel centro della città. Le forze dell'ordine stanno provvedendo allo sgombero della vicina via Toledo. Il crollo ha anche danneggiato un palazzo di fronte. A terra le macerie dell'edificio, alto almeno tre piani. La zona è sorvolata da un elicottero delle forze dell'ordine. VIGILI DEL FUOCO: FORSE ERA DISABITATO Sono appena iniziate le operazioni di scavo delle macerie del palazzo crollato in via Portacarrese a Montecalvario, nel centro di Napoli. Al lavoro due squadre dei vigili del fuoco. Secondo le prime informazioni raccolte sul posto dai pompieri, l'edificio era disabitato ma era oggetto di lavori di ristrutturazione. Sono comunque in corso controlli accurati per accertare eventuali presenze di persone sotto le macerie. MACERIE BLOCCANO ABITAZIONE Una famiglia di filippini, residente nell'edificio di fronte a quello crollato a Napoli, è bloccata nella propria abitazione, sita al piano terreno, a causa delle macerie che ostruiscono l'ingresso di casa. Le forze dell'ordine lavorano per far evacuare l'area, un dedalo di vicoli e viuzze strette, mentre si procede con le operazioni di scavo. ansa.it era disabitato per fortuna


DAL BLOG DI GRILLO Le reazioni a Piazza Navona sono state unanimi. Se avessi attaccato solo Berlusconi sarebbe stato un trionfo della politica. Ho denunciato quindici anni di inciuci tra Forza Italia e DS. Ed è stato il trionfo dell’antipolitica. Non è soltanto Berlusconi che non vuole farsi processare, è l’intera classe politica che non vuole farsi processare. Veltroni ha resuscitato lo psiconano, perso le elezioni, distrutto la sinistra. Ora sta finendo il lavoro. Sta distruggendo anche l’opposizione. Non si può dire? Topo Gigio è andato in televisione a farsi intervistare da un dipendente di Berlusconi. Lecca lecca Mentana ha fatto vedere una vecchia scena del Bagaglino con Antonio Di Pietro che prende una torta in faccia. Di Pietro uguale a pagliaccio. Il messaggio subliminale. Topo Gigio approva, attacca un suo alleato in casa del vecchio piduista senza alcuna vergogna. Veltroni intima a Di Pietro di ritornare nel “recinto intellettuale e riformista”, di sconfessare la piazza. Nel recinto ci sono tutti i sodali di Veltroni. Scalfari, Moretti, Maltese, Lerner. I suoi cani da guardia. Un suo cenno e loro abbaiano, latrano. Nel recinto di Topo Gigio sono rimasti i veri intellettuali, gli unici riformisti. Il popolo, la piazza, non possono capirli. Se la piazza applaude Travaglio o Grillo è un "disastro". Nel film “Manto nero” un gesuita chiede a un capo indiano in punto di morte di farsi battezzare per entrare in Paradiso. L’indiano domanda se in paradiso ci sono i manti neri (i gesuiti). Il gesuita annuisce. L’indiano rifiuta perché non vuole passare l’eternità insieme ai manti neri. L’opposizione non morirà diessina. Moretti ha accusato gli organizzatori di “aver sporcato tutto e oscurato con gli interventi di Grillo e della Guzzanti gli obiettivi dell’evento… Quando sono arrivato ha subito attaccato a parlare Beppe Grillo e sono andato via immediatamente. Sarei anche curioso di capire come abbia reagito la gente di fronte a quell


Sarei anche curioso di capire come abbia reagito la gente di fronte a quelle banalità offensive.” Io non ho offeso nessuno, ho riportato fatti politici ed economici. Pertini non avrebbe mai firmato il lodo SchifoAlfano (piuttosto si sarebbe fatto tagliare una mano) e Veltroni ha distrutto l’idea stessa di opposizione. Non si può dire? Berlusconi avrà favorito alcune delle sue amanti, ma non ha mai lanciato un suo film con una scena in cui si inchiappettava un’attrice. La Repubblica, finanziata con soldi pubblici, quindi anche i miei, anche i vostri, non perde occasione per attaccarmi, dopo aver visto fallire il dialogo (tanto auspicato) tra il suo campione Veltroni e il pidiusta Berlusconi. Maltese nel suo articolo a pagamento: “Show business sul palco”, pubblicato su un giornale a pagamento, che è pagato dalla pubblicità spiega che “gli eventi creati da Beppe Grillo non sono azioni politiche… che la maggior parte dei bersagli di Beppe Grillo sono marginali… che il blog non è uno strumento di lotta politica e confronto di opinioni, ma un fenomenale punto di vendita”. Forse Curzio sta in realtà alludendo al Gruppo l’Espresso. I miei articoli non me li paga nessuno e sul blog non c’è pubblicità a pagamento. Il Pasquino Lerner nel suo “L’urlo del populismo” parla di”Pasquinata in piazza Navona” e aggiunge “come dimenticare che nell’ottobre del 2007 fu Beppe Grillo ad aizzare (AIZZARE!!!) i suoi seguaci (SEGUACI!!!) contro “l’invasione dei romeni” sostenendo che in Italia non c’era posto per loro, e che meglio avremmo fatto respingerli con una (impossibile ) moratoria?” Lerner mente sapendo di mentire. Molti altri Paesi europei hanno applicato la (impossibile) moratoria. Io scrissi di rom e non di rumeni. Per dovere di informazione, due rumeni lavorano per me. La situazione era critica, ed esplose un mese dopo. Lo stesso Prodi dichiarò al Financial Times che nessuno sapeva quanti erano stati gli ingressi dalla Romania. Si parla di Grillo e non del fenomenale


Si parla di Grillo e non del fenomenale inciucio che ha permesso ai post comunisti di dividere il potere con i piduistisempreverdi per quindici anni. Nel recinto, cari manti neri, cari intellettuali e riformisti, stateci da soli insieme al vostro Uolter. Ps: Oggi ho depositato le firme dei referendum alla Corte di Cassazione. A breve il filmato. Grazie a tutti coloro che hanno firmato.


Proposta per Travaglio&Co Ultimamene soprattutto Marco travaglio durante i suoi discorsi in tv o in piazza, stà spostando il bersaglio dalla "semplice questione morale" a una più "brutale" questione economica, con un live motive del tipo "se i colletti bianchi rubano, ci rimettono le nostre tasche" perchè in effetti rubano a noi.... Una buona idea oltre che la verità. Quindi la mia proposta è: perchè non scrivete un libro su quanto ci costano tutti gli imbrogli della casta? perlomeno quelli accerati dalle sentenze o da fatti inequivocabili. Poi prendete la calcolatrice, dividete per ogni italiano e avete fatto il conto! Sò che è un lavoro virtulmente pazzesco da proporre ma credo che potrebbe servire a sensibilizzare ancora di più l'opinione pubblica su quello che succede in italia... Si sente spesso dire al telegiornale "quest'anno l'aumento della luce e del gas costerà alle famiglie italiane 300 euro all'anno" Sono discorsi che fanno molta presa sulle persone quindi io la butto li... Complimeti per il lavoro che fate costinuate cosi!


Marco, mi dissocio completamente dalla tue parole! Ma dove vi credete di essere? In un paese democratico?


sei immenso ED..ti leggo e ti rilleggo..è andata riga per riga come cerchi tu di esprimere, profondo conoscitore della storia dal 1942 a ogni piega dei vari anni..pane al pane, vino al vino.carne a sangue (tolto alla vita,fisica e metafisica, economica e di mercato ecc ecc del paese) spero che tutta la tua conoscenza, che è anche di altri, senza darmi importanza di uno sputo anche mia eh eh eh ..cali poco a poco con ogni intuizione ai tanti a cui manca..e nn solo gli ignoranti sempre schiacciati in uno stesso centro "magnetico" in cui i tanti sprofondano e sempre i soliti affiorano, ma per primi a quelli che vorrebbero credersi meno ingoranti di quelli sempre magnetizzati e schiacciati al centro, ma che se la raccontano fino in fondo, solo per parlarsi fra loro fra l'altro distraendosi (come vuole il centro) a quando un tuo vasto e lento programma di risveglio dei dstratti(come qui x alcuni) e dei centrizzati(nn come qui,tranne eccezioni provocazioni innominabili)? :-)


non sono d'accordo con travaglio.....strano, non mi era mai successo prima! era così bello quando la pensavamo allo stesso modo, mi rispecchiavo in lui praticamente in tutto quello che diceva ...e pensavo: "finalmente uno che dà voce a quello che penso, allora non sono proprio scema!" veramente una boccata d'ossigeno!. Ora però l'idillio è finito! peccato! è finito a causa sua, di sabina!...mi sono pure rivista il video del suo intervento, dico "forse mi sbaglio" (devo dire che ciò sperato) ma niente, proprio non lo digerisco! Anzi, sono sempre più convinta che la guzzanti abbia mancato di rispetto a chi era lì come me, che ero con i miei figli, ed agli organizzatori per molti motivi. Ma allora perchè lui la difende?? Anzi, la esalta?? Non ce l'ho con i contenuti (anche se alcuni fuori tema), non perchè ha criticato il papa o b.s.(..bull shit) per me non esistono "innominabili o inviolabili" figuriamoci!, ma solo per i modi che ha usato visto che certe espressioni mi hanno messo francamente in imbarazzo e chiedo a travaglio: "se è giusto esprimersi in quel modo perchè tu non lo fai mai???", forse perchè tu non fai satira? eppure non mi sembri il tipo che se le tiene...o forse stai per cambiare stile pure tu? ...O sono io che mi devo adeguare? Aspetto con ansia al tubo dell'ossigeno annamaria




Caro Marco, è ignobile ciò che sta facendo la stragrande maggioranza dei tuoi colleghi! Stanno sparando ad alzo zero contro i manifestanti di Piazza Navona accampando motivazioni pretestuose e ridicole. L'unico intervento discutibile è stato quello di Sabina Guzzanti. A Beppe Grillo nessuna persona in buone fede contesterebbe alcuna delle parole che ha pronunciato martedì, perché non ha insultato Napolitano, ma ha solo formulato delle civili critiche per metterlo in guardia dal firmare una legge aberrante come il lodo Schifo-Alfano. Dicevamo della Guzzanti. Condivido appieno i toni e le critiche usati contro la Carfagna. Ha posto una questione sacrosanta sull'inidoneità di quella persona a fare il ministro per le pari opportunità. Ma non condivido l'apertura del fuoco polemico contro Ratzinger. Io sono un ateo e so quanto immorale sia la Chiesa nel propinare verità assolute che non esistono, ma Ratzinger con le leggi del Caimano non c'entra niente. Ciò che contesto a Sabina Guzzanti non è il merito delle sue affermazioni contro Ratzinger, ma l'opportunità politica di farle. E' stata velleitaria; nel suo piccolo ha fatto la stessa pazzia fatta da Hitler quando aprì nel 1941 il fronte sovietico, senza aver prima chiuso quello britannico. La manifestazione di martedì aveva un bersaglio grosso, il Caimano di Merda; perché mettere nel mirino un bersaglio (Ratzinger) forse più grosso del Caimano??? E' questa la contestazione che muovo alla Guzzanti. In un paese in cui prevale l'ipocrita perbenismo di matrice cattolica è politicamente suicida sparare con quei toni contro il capo del Vaticano; soprattutto se l'obiettivo prioritario è la pellaccia schifosa del Caimano. In ogni caso, l'inopportunità politica di un brano di uno solo degli interventi di martedì non giustifica l'uragano di critiche che i pennivendoli di regime stanno scaricando sui dipietristi e sul Movimento Legalitario. Cordiali saluti


commento di Lupo x ED - lasciato il 11/7/2008 alle 20:27 Ti ringrazio per le **sviolinate** che, fra l'altro io non cerco..cerco di, come dicono a Roma, parlare come magno, e quello che leggo mi aiuta a sviluppare quello che penso e pertanto non esiste MAI la **farina assoluta dal proprio sacco**..E' quel circolo **buono-vizioso** a cui occorre nutrirsi tutti, dunque domani mattina ci svegliamo con una CAMICIA **MULTICOLORS** e, come successe a mio nonno, imbarcati a Napoli per l'Africa.. Un trauma SPAZIALE per i loro tempi e dovettero ANDARE a farsi ammazzare, o morire dai morsi dei serpenti, perche' dormivano in baracche il cui pavimento era coperto di una specie di paglia, e sopra NON UN LETTO IN BAMBU'...tutt'altro..ogni tanto nella notee, qualcuno veniva morsicato, e ciao ciao alle avventure dei Generali Barattieri e Baldissera, coi loro cottage e ventilatori..piu' schiavi con la palma, nelle ore piu' calde.. Ma comunque, il contemporaneo si presenta come un qualcosa da vedere nell'ottica del REGNO del PIGMEO (Land)..su E-Bay, presto sara' listato tutto cio' che siamo stati abituati giustamente a VEDERE come il nostro Paese..niente Guerre Vere...operazioni SOTTO BANCO e VILI, che attaccano la finanza..tutto il resto potrebbe crollare da solo..il Malloppo scippato dai nostri dipendenti e' al sicuro da decenni...La Colnia ha pagato un prezzo grande..purtroppo..ed i Media hanno sempre distratto ogni tentativo di vedere il fondo del Barile...Cordialmente


A proposito dei PIGMEI, (quelli veri, non i nostrani che sono sopratutto PIGMEI MORALI), una etnia minacciata di estinzione, sarebbe utile dare un'occhiata al seguente Link... http://www.gfbv.it/2c-stampa/03-2/030923it.html E' di una Associazione Italiana che si trova nel Sud Tirolo, e si occupa della salvaguardia, via la Corte Internazionale dell'Aia per i diritti umani in tutto il Mondo (Associazione per i popoli minacciati - Sudtirolo) E da Wikipedia alla voce: PIGMEI http://it.wikipedia.org/wiki/Pigmei Un estratto che MI RICHIAMA ALLA memoria le gesta del Nostro **Mandrillo Supremo e Vallette Varie** ********** Arte antica [modifica] Nell'arte romana i Pigmei ricorrono come figure caricaturali, abitanti l'Egitto lungo il corso del Nilo, e dediti ad un'attività sessuale continua. Nel Museo archeologico nazionale di Napoli sono conservati diversi affreschi rinvenuti a Pompei, attualmente esposti nel "Gabinetto Segreto", con pigmei dediti ad accoppiamenti su barche, o intenti a mostrare la loro attività preferita ad altri gruppi di pigmei banchettanti. Altre scene erotiche con pigmei sono visibili a Pompei, per esempio sul fianco di un triclinio esistente nella Casa dell'Efebo


BRAVI BRAVI BRAVI TUTTI INDISTINTAMENTE!!!! Peccato che non dicono che la norma blocca processi non serve più a Berlusconi. Eh già perchè è passato il lodo Alfano, cioè l’immunità totale per il premier. In pratica con questa legge Berlusconi potrebbe stuprare una bambina, uccidere la moglie, fare una strage, ammazzare Travaglio o Di Pietro e sarebbe impunibile, finchè rimane Presidente del Consiglio.Intanto di sicuro Berlusconi è a vita. Nei prossimi anni minimo minimo (a meno di uno Tsunami nel mediterraneo) almeno un quarto posto alle elezioni lo acchiappa di sicuro (volete che non diventi almeno presidente del Senato?) ed almeno ci mettiamo tutti il cuore in pace. Così, sereno, il Premier può tornare a chiaccherare con il fidato Saccà, e peggio Fini può tornare in barca con la sua bionda, Schifani a far lo Schifani. E Napolitano può tornare (serenamente) a rileggersi le storie della Resistenza quando lui fronteggiava gli sgherri nazi-fascisti. E di Giudici in giro se ne vedevano pochi, anche a Berlino.
http://caramella-fondente.blog.kataweb.it


Quanto mi piace la Spagna ed anche isuoi ministri : Joan Boada del ministero degli interni catalano ha criticato la stampa italiana perché ha bisogno di storie truculente come quella della povera Federica Squarise per distogliere l'opinione pubblica dai reali problemi del paese dato che Berlusconi controlla per intero anche quella che non è di sua proprietà. Ma VA?!!? Ma subito il ministro della gioventù (?) Giorgia Meloni che non accetta lezioni dagli stranieri ci tiene a precisare che spesso la stampa è fortemente ostile con il premier...ahahahhhaaahhhh..........


# 820    commento di   Nuova Cartagine - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 3:15

Posto una lettera che ho spedito al PD: Ringrazio innanzitutto della vostra cortese ospitalità e della opportunità che oggi mi offrite, mi offrite l’opportunità di poter argomentare con voi le mie idee ed insieme a provare a costruire forse nuove tendenze, desidero come primo intervento puntualizzare che l’otto luglio scorso ha rappresentato una data forse storica per la cultura progressista, sia essa animata da indole radicale oppure da propositi di approccio più graduale alle tematiche politiche atte a interpretare le chiavi di lettura per poter trovare nuove soluzioni e risolvere i problemi che attanagliano la nostra patria. Fatto salvo un concetto che penso possiamo condividere, cioè quello che (parole di Rousseau all’indomani della rivoluzione Francese) “Occorrono buoni cittadini e non buoni politici”, i cittadini italiani meritano l’attuale condizione in cui versano e di riflesso il “bel Paese”, vi prego dunque di porre l’attenzione su alcuni aspetti propriamente attinenti alla sopraccitata espressione di Democrazia. Ho avuto modo di seguire la manifestazione nella quasi interezza e comunque, ho seguito per intero, gli interventi di Sabina Guzzanti e Beppe Grillo con pervicace attenzione, a parte qualche sbavatura allocutiva, (che personalmente non avrei utilizzato), non ho inteso alcuna offesa sia al capo dello Stato Italiano che al capo dello Stato Vaticano, piuttosto credo che tra le altre, debbano loro delle scuse, In Primis, alle decine di migliaia tra Bambini, Donne e Uomini di etnia Rom La cui emarginazione deriva anche da comportamenti acquisiti da culture antichissime. Gli zingari girano il mondo da più di duemila anni, se vogliamo credere a ERODOTO, questi Rom, popolo libero è affetto da dromomania, cioè desiderio continuo di spostarsi e non credo abbiano mai fatto del male a qualcuno, malgrado le strane dicerie; è vero che rubano, d'altra parte non possono rinunciare a quell’impulso primario presente nel DNA di ciascun esse
http://NuovaCartagine.ilcannocchiale.it


# 821    commento di   Nuova Cartagine - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 3:18

=segue..=essere umano: quello al saccheggio, di cui abbiamo d’altronde copiose notizie nelle amministrazioni della cosa pubblica italiana oramai da 150 anni circa, cioè dall’unità d’Italia, però non ho mai sentito dire che abbiano rubato tramite Banche, o Multinazionali, inoltre non ho mai visto una donna Rom battere un marciapiede, girano senza portare armi e quindi se si dovesse dare un Nobel per la pace ad un popolo, quello Rom sarebbe a parere mio e di italiani molto più illustri di me, il più indicato. Seguono Gay e lesbiche, confinati in un ghetto culturale, che persino all’interno del vostro “RECINTO INTELLETTUALE E RIFORMISTA” hanno difficoltà ad esprimersi, “fra vent'anni Ratzinger sarà dove deve stare, cioè all'inferno, tormentato da diavoloni frocioni attivissimi, e non passivissimi”, è questa la frase che Sabina ha pronunciato e per la quale tutta LA CASTA si è scandalizzata, ripeto locuzioni alle quali, personalmente non sono avvezzo, ma che ritengo molto meno offensive dei comportamenti della chiesa cattolica e specificatamente dell’ex Cardinale Ratzinger, riguardo ai preti pedofili, questa si una piaga purulenta nei riguardi della quale la chiesa cattolica dovrebbe prostrarsi davanti i suoi fedeli e fare una volta per tutte piazza pulita, invito a cercare nella rete le testimonianze di Bambine, Bambini ed ex Bambine e Bambini che sono stati oggetto di attenzioni da parte di prelati, anche alti prelati, “Scambiato da migliaia di utenti nel mondo il documentario che svelerebbe come Ratzinger tutelò alcuni sacerdoti responsabili di abusi“ ed ancora “Ebbene, il garante dell'applicazione di quelle direttive fu Benedetto XVI, all'epoca dei fatti ancora cardinale Joseph Ratzinger. Fu lui il responsabile della direttiva con la quale lo scandalo venne messo a tacere e i preti furono protetti e nascosti alle autorità” fonte BBC, articolo de La Repubblica on line (17 maggio 2007), date un’occhiata anche a www.ildialogo.org/ratzinger/pedofiliachies
http://NuovaCartagine.ilcannocchiale.it


# 822    commento di   Nuova Cartagine - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 3:20

"segue.."date un’occhiata anche a www.ildialogo.org/ratzinger/pedofiliachiese.htm o www.stefanobolognini.it/attualita/preti.html, www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/09_Settembre/20/papa.shtml ed infine http://it.wikipedia.org/wiki/Crimen_sollicitationis,“Ahimè, quanti papi infallibili tiranneggiano la coscienza degli uomini liberi e inaridiscono in loro ogni sorgente di umanità”; “In principio era il verbo..No, in principio era il sesso”A. Gramsci ,volete tacciare di trivialità anche il padre del PCI ?. Per quanto concerne gli extracomunitari (è di oggi la notizia, chissà come mai è passata in TV, di un cittadino indiano che, accusato un malore è stato mollato dal PADRONE, (è meglio che ricominciamo ad utilizzare i termini di qualche tempo fa, prima che li dimentichiamo definitivamente), che lo ha lasciato per due ore sul ciglio della strada agonizzante, tanto che all’arrivo i soccorritori (Due ore !!! per i soccorsi) l’hanno trovato morto; penso si debbano delle scuse e soprattutto dei risarcimenti, il presidente dello Stato Vaticano ed il presidente dello Stato Italiano, vendano dei beni propri, caccino soldi dalle loro tasche senza cercarle nelle nostre per accogliere, questa immensa mole di Bambini, Donne e Uomini, privati della loro dignità ancor prima che dei beni di prima necessità, dalle Multinazionali e dagli affaristi che appartengono alle CIVILTÀ EVOLUTE, quegli stessi affaristi, che i Presidenti appena citati apprezzano e sostengono con la loro azione, scuse particolari si devono alle PERIPATETICHE, di tutti i tempi e da tutte le latitudini, bruciate dalla chiesa cattolica al tempo dell’inquisizione, come streghe,( a proposito sono stati gli inquisitori cattolici ad inventare le streghe), rappresentano l’aristocrazia dell’arte amatoria, che esiste da milioni di anni ancor prima…………..molto prima di Mosè, che di giorno usiamo etichettare come “pubblica moglie e di notte dettano il prezzo delle nostre voglie” (F. De Andrè)………………..
http://NuovaCartagine.ilcannocchiale.it


# 823    commento di   Nuova Cartagine - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 3:21

=segue..=lasciamo perdere và. Infine emarginati, barboni, poveri e ultimi di tutte le specie, che sia il capo dello Stato Italiano che il capo dello Stato Vaticano, offendono ed umiliano giornalmente, con i loro ricchi emolumenti e la loro pasciuta opulenza, (alla faccia dell’elettorato leghista), a proposito, colgo la necessità di ricordare che la chiesa cattolica riceve dall’otto per mille e da altre donazioni circa 4 Miliardi di euro all’anno, ma ne spende più dell’OTTANTA per cento per “stipendi dei preti”, "esigenze di culto"e "spese di catechesi", E utilizza soltanto il VENTI scarso per cento come “interventi di carità in Italia e all'estero”, interventi tra l’altro non specificati e non documentati, fonte: CEI articolo “La Repubblica di CURZIO MALTESE (28 settembre 2007), e sarei curioso di conoscere il libretto di lavoro del Presidente Napolitano, per vedere tramite quale immonda fatica si è guadagnato da vivere in tutti questi anni, prima di assurgere al colle. Compagni non prendiamoci in giro, o fate finta, il che, potrebbe anche starci, per guadagnare il voto dei moderati, che il loro voto non ve lo daranno mai, o alle stronzate (Pardon) della casta, state cominciando a crederci sul serio, in questo caso il bombardamento mediatico e culturale, sta provocando un progressivo ma inesorabile riallineamento dei canoni di civile convivenza e progressivamente stabilirà nuovi criteri e nuovi valori, se è questo che volete, accomodatevi pure, forse sarete consegnati alla storia come i precursori di una nuova era o come i co-responsabili del tramonto della democrazia e dell’alba di un ORDINE NUOVO, o, più probabilmente non sarete ricordati affatto, in quanto la storia la scrivono i vincitori e non c’è spazio, nessuno spazio, per i vinti. Terminando permettetemi di rispondere alle esternazioni dei sedicenti giornalisti, che etichettano l’otto di luglio a Piazza Navona in questo modo: “E, come ben dice Maltese sulla “Repubblica” di ieri
http://NuovaCartagine.ilcannocchiale.it


# 824    commento di   Nuova Cartagine - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 3:23

=segue..=“E, come ben dice Maltese sulla “Repubblica” di ieri, il pubblico che applaude compiaciuto ma che torna a casa col senso che anche questa è fatta ma che le cose, molto ma molto probabilmente, non cambieranno di una virgola dopo il collettivo bagno catartico”. Con le parole di quello che è stato definito il poeta conviviale del ventesimo secolo, (Pier Vittorio Tondelli, scrittore) “Mi vuoi dire caro Sancho che dovrei tirarmi indietro, perché il male ed il potere hanno un aspetto così tetro, dovrei anche rinunciare ad un po’ di dignità, farmi umile ed accettare che sia questa la realtà., Il potere è l’immondizia della storia degli umani e anche se siamo soltanto due romantici rottami, sputeremo il cuore in faccia all’ingiustizia giorno e notte, siamo i grandi della Mancha, Sancho Pansa e Don Chisciotte”. Francesco Guccini. Quanto a me, fino a quando in questa terra mi sarà possibile sopravvivere, crescere in relativo benessere mia figlia e potere parlare in relativa libertà, continuerò a farlo, dopo non so, d'altronde di cosa mi si potrebbe accusare, forse di essere Comunista, bé se il solo fatto di essere Comunista, e sono anche Gay, extracomunitario senza permesso di soggiorno, rom, travestito e gigolò, quindi non potrò che proclamarmi colpevole, non potrei tradire il movimento operaio, le donne, gli uomini e gli ultimi di tutto il mondo, soprattutto non potrei tradire GESÙ CRISTO, che ha dimostrato come e meglio di altri, di poter sacrificare la propria stessa vita per i valori e gli ideali ai quali si crede. Saluti Nuova Cartagine. http://NuovaCartagine.ilcannocchiale.it
http://NuovaCartagine.ilcannocchiale.it


OMICIDIO DI FEDERICA A LLORET DE MAR Scontro diplomatico Roma-Catalogna L'accusa spagnola: «Il delitto usato dalla stampa italiana per distrarre l'opinione pubblica da Berlusconi» ========================================== Anche in Spagna hanno capito come funzionano i media italiani. Speriamo che un giorno se ne accorgano anche gli italiani... Ora sì che vorrei sentire le telefonate con cui i soliti noti hanno organizzato la disinformazione...


Al direttore Padellaro (apadellaro@unita.it), (e per conoscenza a Marcolino) la vedo stamattina sabato 11 luglio, in una trasmissione televisiva Rai. Partita assai bene, mi lasci dire, essa è stata rovinata dal conduttore (diciamolo pure) che simulava un piazzista da mercato rionale. Non è bello in questo momento in cui i problemi del paese sono altri, mettere al centro del tavolo una lavagnetta da scuola elementare insultando quelli che hanno frequentato le scuole superiori e l'università, poi frutta e verdura che la gente comune non riesce neanche più a comprare con lo stipendio che si ritrova. Non è bello, non è dignitoso, non si fa, non si offende così la "gente comune". Infine, ma marginalmente, devo dire che sentirla argomentare sulla manifestazione dell’8 luglio come un parlamentare del PDL è tranquillizzante. D'altronde nel parlamento non succede più nulla quindi è giusto usare gli spazi tv per dire che la colpa di tutto è di Beppe Grillo. Governo e Parlamento che sfornano a raffica provvedimenti così sovversivi che al confronto i terroristi degli anni settanta sembrano fanciulli, per lei non è questione. Il problema è Grillo. Sentirla poi ben intonato nel coro degli altri due giornalisti che mette nel tritacarne anche il sig. Travaglio è fantastico. D’altronde l'Unita, caso unico, è esperta di queste cose: un quotidiano fatto così bene rovinato da Travaglio che lo pagate pure. Se qualcuno rovina qualcosa lei è un'autorità per dirlo. Troppo forti. O sarà che se scaricaste Travaglio il vostro giornale raggiungerebbe le vette di vendite del Riformista? Non so! So solo che le cose in questo paese vanno male a causa di Grillo, di Travaglio e ora di Sabina Guzzanti. Grazie direttore per avercelo spiegato. Angelo Silvestri (AP)


Grazie Marco; dopo tante critiche, dopo tanti che si sono vantati di dire “io non c’ero”, dopo tanti che si sono dissociati e hanno mantenuto le distanze, mi sono sentito isolato e tradito e mi sono chiesto che parte della manifestazione mi fossi perso. E’ vero… alle parole di Sabrina sul Papa mi si sono drizzati i capelli anche a me; ma non è possibile che di una manifestazione di circa tre ore, con tanti interventi interessanti e di denuncia, appaiano all’esterno solo gli interventi espressi in neanche un minuto. Se potessi, chiederei al capo dello Stato se si sia veramente offeso per le parole di Grillo: tutti hanno espresso solidarietà a Napolitano, ma sinceramente io non ho letto di nessun atto di risentimento da parte del Quirinale (forse, anche in questo caso, mi sono perso qualcosa?). Per me la manifestazione in piazza Navona è stata una sorta di punto di non ritorno, un punto oltre il quale non si può più tacere e cercare il dialogo con una controparte che manipola in maniera chirurgica ogni tipo di notizia a proprio uso e consumo; una controparte che sta facendo tutte queste "porcate" alla luce del sole appena si è insediata al potere, sicura che fra 4 anni, durante la prossima campagna elettorale, tutti si saranno dimenticati di questi giorni; incluso me probabilmente. Quindi, ti volevo ringraziare perché con il tuo intervento in questo blog non hai reso vane quelle mie ore passate in piazza Navona. Concludo con una piccola citazione di George Orwell: "nel tempo dell’inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario"
http://gobolino77.spaces.live.com/


# 828    commento di   In cerca di luce.. - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 11:42

La piazza dell'8 luglio mi auguro sia l'inaugurazione di un risveglio da parte della gente che ancora non riesce a focalizzare il ginepraio in cui ci sta cacciando il governo. Leggevo della genialata dei tagli alla sanita'; io opero nella sanita', da 21 anni.Il ministro dei tramonti alla civilta' non ha idea dei danni a catena che i suoi illuminanti provvedimenti provocheranno. Porteranno il sistema sanitario nazionale allo sfascio, al collasso. Probabilmente servira' come apripista per privatizzare , in american style, la nostra sanita'. Ragazzi, 5 anni saran "solo" 5 anni ma, sinceramente, per questa gente sono ASSAI. Bisogna subito toglier loro la penna di mano.


# 829    commento di   nib - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 11:52

Io sono sempre stato un tuo ammiratore, ma mi sembra inopportuno difendere la Guzzanti in questa occasione. Su che cosa si basa il suo discorso sulla Carfagna ? su niente ! indiscrezioni pubblicate su un quotidiano estero che si riferiscono a sospetti pubblicati altrove.. tu stesso insegni che questo modo di agire è scorretto ! dove sono le fonti ? In parlamento i delinquenti si difendono l'un l'altro per non essere processati.. vogliamo diventare come loro ?


Il mio è stato un percorso a ritroso. Sto facendo la pendolare triangolare tra tre punti di Italia in un complesso trasloco, motivo per cui non sono potuta venire, con immenso rimpianto, a Roma. Allora le prime notizie percepite sono state quelle dei TG, in cui si parlava esclusivamente delle "pesanti offese a Napolitano e al Papa". Un mio amico mi ha spiegato un po' meglio come era andata. Poi ho avuto il dispiacere di comprare Repubblica di giovedì 10. Con le varie dissociazioni e l'articolo di Curzio Maltese in cui sostanzialmente si accusano Travaglio, Grillo e Guzzanti di utilizzare queste manifestazioni esclusivamente per promuovere il loro "show business". Ma ancora non riuscivo a trovare informazioni su COSA VERAMENTE SI ERA DETTO IN QUESTI INTERVENTI. Finalmente ieri sera ho potuto accedere al mio pc e a Internet e ho potuto vedere i filmati della manifestazione, ed era ovviamente come pensavo, perché ormai la loro tecnica è nota e collaudata. Svuotare agli occhi della gente i contenuti e le motivazioni della manifestazione (come è avvenuto con i V-day) e soffermarsi sulle "offese" ed "esagerazioni", con varie prese di distanza. Io sto con la Guzzanti (ieri sera tra l'altro il suo blog era inaccessibile) e non con la Carfagna, io sto con gli ultimi e non con il Papa, io sto con Tonino e non con Walter, io sto con Travaglio e non con Maltese. Tanti come noi hanno capito il "gioco" ed è questo che disturba i cosiddetti professionisti dell'informazione. Un gioco che si smonta facilmente, andando a ritroso, andando alle fonti, andando AI FATTI.


@TUTTI Se vorreste sapere qualcosa sul NO CAV DAY, guardatevi i video delle registrazioni su YOUTUBE del canale RAINEWS24. SONO LE REGEGISTRAZIONI DELLA DIRETTA


Leggo nel "mattinale" da Il Tempo: "Cosa dovrebbe fare il comico satirico? «Non mentire mai, dire la verità sorridendo, non calunniare mai nessuno. Questo è lo spirito della satira. Ma oggi ognuno si comporta come gli pare»." Mi viene in mente uno dei grandissimi della satira: Jonathan Swift. Aveva preso in giro un certo Partridge, autore di oroscopi, pubblicandone uno anche lui dove prediceva la morte dello stesso Partridge. Il quale, trascorsa la propria data di morte predetta da Swift, si fece vivo annunciando: Sono ancora in vita! Ma Swift rispose che era impossibile, visto che nessun uomo in vita avrebbe mai scritto cazzate come quelle che pubblicava questo Partridge. E poi, se un cadavere ambulante afferma di essere in vita, non vuol dire automaticamente che ciò sia anche vero. - Swift era conosciuto per la sua satira cattiva e priva di ogni rispetto. Famosa è la "modesta proposta": L'autore, nel ruolo di un personaggio, suggerisce attraverso motivazioni economiche ed un convinto moralismo, di trasformare il problema dello squallore tra i cattolici irlandesi nella sua stessa soluzione. La proposta dell'autore consiste nell'ingrassare i bambini denutriti e darli da mangiare ai ricchi proprietari terrieri irlandesi. I figli dei poveri potrebbero essere venduti in un mercato della carne all'età di un anno per combattere la sovrappopolazione e la disoccupazione. Cosi facendo si risparmierebbe alle famiglie il costo del nutrimento dei figli fornendole di una piccola entrata aggiuntiva, si migliorerebbe l'alimentazione dei più ricchi e si contribuirebbe al benessere economico dell'intera nazione. L'intento satirico della Modesta proposta venne frainteso da molti contemporanei di Swift, che fu duramente criticato per aver scritto una prosa di un simile "cattivo gusto". Swift andò addiritturà vicino alla perdita del suo patrocinio. Il fraintendimento fu anche causato dal contrasto tra la proposta cannibalistica e il tono sincero dell'esp


Ti sei incazzato quando hanno detto che un mafioso ti ha pagato le vacanze.. perché era una notizia senza fondamento .. ora invece difendi la Guzzanti che fa la stessa cosa con Berlusconi.. ma che ne sa lei di cosa ha fatto con la Carfagna ? mi aspetto un passo indietro da parte tua.. non è giusto


--segue--- Il fraintendimento fu anche causato dal contrasto tra la proposta cannibalistica e il tono sincero dell'esposizione. ---Giusto per stabilire cosa può essere satira e cosa invece è solo fuffa...


ANSA) - MILANO, 12 LUG - Gianfranco Funari, cabarettista e showman televisivo, e' morto questa mattina nell'ospedale San Raffaele di Milano. Aveva 76 anni. Funari era ricoverato da 5 mesi per gravissimi problemi cardiaci e polmonari. mi dispiace era una voce libera


# 836    commento di   * lolle * - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 15:19

Anche la Spagna ha ormai capito che l'informazione in Italia è "deviata". Mi domando, quando lo capiranno i nostri connazionali? Buon WE a tutti!
http://lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200807articoli/34692girata.asp


http://www.byebyeberlusconi.com/


# 838    commento di   Eleonora81 - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 17:23

Non si dovrebbe neanche discutere di questa manifestazione,è assurdo che abbia creato tanto scalpore e fasulla "sorpresa!" Manifestare è un diritto,non mi sembra si sia messa in pericolo l'incolumità pubblica o ci siano stati problemi per la sicurezza!!!! Ha ragione Travaglio,il diritto di critica è sacrosanto ed esprimibile nei riguardi di chiunque!Non ha importanza se si tratta del Papa o del Presidendte della Repubblica,nessuno è intoccabile.Certo l'offesa è altro...ma non ho sentito queste gravi offese! Tralatro,sono felice che ci sia chi la pensa come me su di un Papa che trovo invadente in troppe cose e per quanto Napolitano vada di certo rispettato,Marco non è l'unico a rimpiangere Scalfaro,un presidente corretto,che la Costituzione "la conosce bene".L'altro giorno ho fatto la stessa riflessione di Travaglio riguardo al fatto che Napolitano si trovasse a Capri.Le cose che sono state dette in quella piazza,non sono cose che pensano solo coloro che le hanno pronunciate,ed il fatto che lì c'erano così tante persone ne è una prova! Berlusconi ha commentato che "della monnezza si occupa a Napoli!!" Bhè,oltre ad essere un'affermazione squallidissima,qui a Napoli non è cambiato nulla e soprattutto dopo uno scandalo planetario di queste dimensioni,non è cambiato nessuno!!!!


DAL BLOG DI GRILLO Un leghista mi ha chiesto di pubblicare la sua lettera. "Gentile Beppe Grillo, le invio questa lettera aperta per Umberto Bossi, se lei la pubblica probabilmente Bossi la leggerà. Grazie in anticipo." Dante. “Umberto, mi permetto di darti del tu, ti ho seguito dal 1987 da quando disegnavi le galline per i manifesti di Roma Ladrona, oggi sei scappato di casa, ma io comunque ti aspetto. La porta è aperta. Non ti voto più da quando sei andato con Berlusconi, quello che chiamavi il mafioso di Arcore e allora, se ricordi, tutta la base era d’accordo con te. Non so perché lo hai fatto, non credo per i soldi, per i miliardi che avrebbe usato per comprarti e non credo neanche che tu abbia avuto paura di minacce di morte per te e per la tua famiglia da parte della mafia. Sono cose che si dicono. Sono convinto che abbiano cercato di comprarti e di intimidirti, ma per me tu non sei uno in vendita e hai sempre avuto un certo coraggio. Io credo che tu abbia abbandonato la Lega delle origini per motivi tattici, per arrivare più presto al federalismo e per questo hai fatto un patto con il diavolo, con chi rappresenta l’esatto contrario della Lega, l’uomo di Dell’Utri e di Licio Gelli, il figlio di Bettino Craxi, l’erede di quell’Andreotti che abbiamo mandato a fanculo nel prato di Pontida in quarantamila quando al vaffanculo Beppe Grillo non ci pensava ancora. Il vaffanculo lo ha inventato la Lega, lo hai inventato tu. Io penso che Berlusconi, scusa il termine, abbia fottuto te e la Lega e abbia incassato solo lui. Gli hai regalato cinque anni di governo senza cavare un ragno dal buco. Mentre lui ha fatto le leggi per sé, la Lega non ha ottenuto niente, meno di zero. Adesso hai promesso che porterai a casa il federalismo fiscale, se lo otterrai avrai avuto ragione tu. Ma non te lo faranno fare. Non possono chiudere per fallimento il Centro Sud che vive delle tasse della produzione del Nord, ci sarebbe la rivoluzione in Sicilia


in Sicilia, in Calabria, in Campania dove le uniche imprese importanti sono la Regione, le province e i comuni. Morirebbero di fame. Il federalismo fiscale avrebbe come conseguenze la rivoluzione e la secessione. Tu lo sai benissimo, e lo sanno anche loro. Da quando sei con Berlusconi la base ha dovuto ingoiare dei rospi, ma in questa legislatura sono rospi giganti: i sussidi pubblici all’Alitalia, il Ponte di Messina, la spazzatura di Napoli portata al Nord. In tre mesi avete discusso solo di leggi per evitare i processi a Berlusconi, la sicurezza dei cittadini della campagna elettorale è stata sacrificata all’impunità di Berlusconi. I rom c’erano prima e ci sono adesso. I clandestini sbarcavano prima e ora pure. L’unica tassa che rimaneva ai comuni del Nord, l’ICI, è stata cancellata. Le imprese del Nord chiudono, la Lega lo sa bene, per la pressione fiscale, gli anticipi dell’IVA mai rimborsati, l’IRAP e per le mille rotture di balle della burocrazia italiana. Le nostre aziende chiudono, Umberto, e tu passi il tempo a parare il culo a Berlusconi sperando nel federalismo. Una volta che Berlusconi avrà sistemato i suoi problemi giudiziari potrai scordarti il federalismo fiscale. Spero (lo spero veramente) di sbagliarmi, ma ti troverai con un pugno di mosche in mano e il movimento sfasciato. Se alzerai la voce, Berlusconi ti scaricherà e imbarcherà Veltroni o Casini o tutti e due. E tratterà te e la Lega sulle sue televisioni come oggi tratta Di Pietro. Mi ricordo una volta nell’Oltrepò Pavese eravamo in trenta ad ascoltarti, parlasti per quelle poche persone per ben due ore. Ci spiegasti come la Chiesa intimidiva i liberi pensatori e come bruciava gli eretici. Sabina Guzzanti avrebbe preso appunti, al tuo posto rimane un’educanda. Non è mai troppo tardi per ritornare indietro da una strada sbagliata.” Dante


....MI STUPISCE LA PRESA DI POSIZIONE DI NANNI MORETTI..SI E' DISSOCIATO DALLA PIAZZA,DA GRILLO,DALLA GUZZANTI....MA NON E' LUI IL REGISTA DEL CAIMANO??????!!!! IL MONDO VA PROPRIO AL CONTRARIO... IO C'ERO E POSSO DIRE CHE E' STATO UN MIX DI INFORMAZIONE(TRAVAGLIO e gli altri),CULTURA(IL GRANDE CAMILLERI) E SATIRA (GRILLO E GUZZANTI) EQUILIBRATO E PIACEVOLE.A QUANDO LA PROSSIMA?


leggete quest'articolo su piazza navona l'8 luglio, ecco il link: http://www.loccidentale.it/articolo/la+vera+faccia+di+piazza+navona++mette+paura.0054434 ed ecco come la pensano quelli che non erano lì (la maggioranza del paese, dato che innegabilmente la democrazia si è espressa) “Nauseante”. Così Giampaolo Pansa, non un giornalista qualunque, aveva appena definito Antonio di Pietro sul suo Bestiario, rubrica dell’Espresso, non un settimanale qualunque. Piazza Navona ne è stata la riprova. Linguaggi e manifesti di sconclusionata virulenza. Volgarità irripetibili. Furia manichea. Evento ormai oltre la mitologia e la messa alla berlina del nemico. Sembrava una manifestazione da anni trenta contro la perfida Albione. Nessuna ironia come ai tempi dei primi girotondini. Nessuna mestizia come nell’eterno morettismo. Nessuna creatività, come nell’invenzione, sia pur greve e iperbolica, del Caimano. No. Adesso il caimano diventa il Magnaccia. E ha poco di che prendere le distanze l’ometto delle manette e dei mattinali di polizia, da colei - una comica molto appassita - che evoca “uccelli in bocca” e donne come lei, anzi, ministre, legittime rappresentanti del popolo, trattate con invidia maschilista e odio razzista. In effetti, in quella piazza di Roma, la presunta “difesa della Costituzione” scorre così come scorreva l’olio di ricino nelle gole degli avversari di Mussolini. Come alla vigilia dell’orgia giustizialista scorrevano le immagini del politico sul trattore, perfetta sintesi della sostanza dell’uomo di regime quale Di Pietro è, e che del Duce raccontavano i film Luce. A piazza Navona la legalità non è più uno strumento civile. E’ un fine da spione della Ddr. Un manganello da calare sulla testa di un tale che non è più riconosciuto nemmeno come un essere umano tra noi, esseri simili. No. Berlusconi è il diavolo in persona. E’ Jack lo Squartatore della comunità. E’ la Spectre di tutti i poteri occulti. E poi quella strana, inquietante, totalitaria


# 843    commento di   stefanoacork - utente certificato  lasciato il 12/7/2008 alle 20:31

vivo in irlanda e da qui vedo le cose "meglio" senza influenze. Il fatto che la maggior parte degli italiani siano succubi della dittatura berlusconiana si vede proprio in quella gente che dice:"per colpa di grillo e guzzanti ora i giornali parlano solo di quello e non della manifestazione". E' proprio questo che ti sta ad indicare che non c'e' la liberta' di parola. La gente si sente di dire solo le cose che vuole il giornale perche' Altrimenti il giornale non le pubblica. Questo vuol dire mettere il bavaglio alla gente. Moretti e compagnia bella si sono fatti mettere il bavaglio in bocca e non se ne sono accorti. In un paese libero, ognuno dice cio che vuole, il giornale lo riporta e i lettori si fanno una propria idea. In un paese non libero, invece, la gente prima di parlare pensa a cio' che il giornale pubblichera' il giorno successivo e modifica i propri argomenti in base a cio'. Siete tutti "spacciati". Il blocco dell'informazione c'e'. Grillo e Guzzanti gli unici che hanno detto cio' che volevano, sono stati denigrati da coloro che sono al governo e pure da alcuni che erano alla manifestazione e che sono gia' finiti nelle trame del berlusconi ma non se ne sono accorti. se volete seguitemi sul mio blog
www.stefanoacork.blogs.it


oggi 13 luglio non è possibile vedere il video di sabina guzzanti da you tube. E'puramente casuale?


Caro Marco, La risposta del Partito Democratico alle tue accuse (datato 9 luglio): http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?ID_DOC=54756 Citano per esempio questo articolo, del 26 giugno: Il Colle blocca il lodo per decreto "Sarebbe contro la Costituzione" http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=53745 Che differenza fa per la Costituzione se il Lodo Alfano lo si fa per Decreto o per DDL??!? Come possono citarlo adesso dopo il via libera del Presidente della Repubblica come esempio di opposizione?


Piazza Navona ha toccato i loro nervi scoperti. Come ipocritamente hanno montato il grande pericolo della SICUREZZA NAZIONALE, per poter giustificare le loro LEGGI RAZZIALI e l'ESRCITO SULLE PIAZZE, con lo stesso cinismo tentano di far credere ai cittadini soporizzati il pericolo delle rivolte della piazza. Nessuno può, onestamente , contestare GRILLO che denuncia l'INERZIA o se volete VIGLIACCHERIA del presidente Napolitano che non trova il CORAGGIO di rifiutarsi di firmare le LEGGI CRIMINALI,RAZZISTI ed ANTICOSTITUZIONALI, del governo dei MAFIOSI di BERLUSCONI. Chiunque, dopo una accurata analisi dei fatti può dedurre che il governo di destra ha montato il pericolo della SICUREZZA per giustificare tali leggi. Dovrebbe essere evidente il disegno OSCURO e PERICOLOSO della banda di criminali che ci governa: prima fase: giustificare la presenza dell'esercito sulle piazze in ragione di un inesistente pericolo di rivolta popolare di cittadini che dimostrano civilmente. Seconda fase: delegittimazione della MAGISTRATURA ossessionando una OPINIONE PUBBLICA QUIESCENTE con la presenza massiccia di TOGHE ROSSE nella stessa istituzione. Terza fase: La FAGOCITOSI dell'OPPOSIZIONE con la promessa di privilegi personali per i suoi massimi esponenti ed infine la compiutezza di una DITTATURA LEGITTIMATA dal voto popolare. Auguri a tutti gli ITALIANI.


Caro Marco, malgrado o in ragione della stima che ti porto, non sono d'accordo con la tua lettera. Non del tutto, almeno. Qualcuno HA rovinato la piazza, raccolta a protestare contro le leggi canaglia, non contro LA canaglia (o il caimano, quella era una parte, una quinta parte della piazza). Epiteti come Al Tappone o Psiconano fanno ridere, ma non fanno bene (non è ancora chiaro?). Confermano la tesi del complotto giornalisti-magistrati-comici contro Berlusconi, e non piuttosto contro quello che fa. Troppo facile, poi, l'argomento, "lo scrisse Dante", che infatti scriveva dall'esilio e sosteneva l'uso di registri e stili diversi a seconda della materia trattata e del pubblico a cui si rivolgeva. A uno spettacolo della Guzzanti avrei riso di gusto alla sua satira colta e corrosiva, ma quello di piazza Navona non era un teatro, malgrado il palco. C'è una libertà più importante di quella della propria parola, caro Marco, è la parola degli altri: fare un passo indietro, sapersi anche rinunciare era necessario e doveroso, perché quella, come hai detto, era una piazza plurale, sì, ma che doveva parlare al singolare. L'eccezionalità del caso Italia? Mi pare chiara e conclamata, e se non ce ne accorgiamo, non mancano di ricordarcelo da un estero più estraneo, ma meno estraniato. Dunque? Non sarebbe forse il caso di tenerne conto invece di continuare ad agire come se questo fosse il migliore dei mondi possibili? Quando ho sentito gli interventi di Grillo e della Guzzanti, ma anche, in parte, il tuo, mi sono detta: ecco di cosa si parlerà domani: di quello che ha detto la piazza non di quello che fanno in parlamento. Proprio perché stavano aspettando interventi come quelli, occorreva non prestare il fianco alla spina che ne resta confitta. Non era meglio un: ci appelliamo a lei, Presidente... era un modo per dire "sveglia" ché noi non dormiamo, ma senza scivolare nella buccia di banana di una Repubblica che ne produce a iosa. Non so,


... mi s'è persa la conclusione del commento. Per amor di completezza la lascio qui. Credo che martedì si sia persa un'importante occasione di informare, dando invece a giornali e televisioni quella di parlare d'altro insistendo sulle polemiche. C'era da convincere chi non c'era, chi non se ne (pre)occupa, e non darsi una pacca sulla spalla, farsi una risata e dirsi: siamo bravi e soprattutto nel giusto. C'era da farsi ascoltare argomentando, insomma, più che farsi sentire urlando.


Caro Marco, sono completamente d'accordo con te. Come al solito la sinistra si autoflagella anche quando le cose vanno bene. Quegli altri si autoincensano anche quando fanno il peggio del peggio.E' così che siamo arrivati dove siamo. Sono invece molto contenta di come è andata la manifestazione, e bisognerà farne ancora tante. Chi se ne frega se pochi dicono che è stato un errore. In moltissimi abbiamo potuto seguire su internet i vostri meravigliosi interventi, ed essere informati. Questo è l'importante. Ringrazio te, Tonino, e tutti gli altri per il vostro utilissimo lavoro. Andate avanti così. Sarete i soli che la Storia ricorderà per aver fatto opposizione. Ciao Sara


"alta sui naufragi dai belvedere delle torri china e distante sugli elementi del disastro dalle cose che accadono al disopra delle parole celebrative del nulla lungo un facile vento di sazietà di impunità Sullo scandalo metallico di armi in uso e in disuso a guidare la colonna di dolore e di fumo che lascia le infinite battaglie al calar della sera la maggioranza sta la maggioranza sta recitando un rosario di ambizioni meschine di millenarie paure di inesauribili astuzie coltivando tranquilla l'orribile varietà delle proprie superbie la maggioranza sta come una malattia come una sfortuna come un'anestesia come un'abitudine Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria col suo marchio speciale di speciale disperazione e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi per consegnare alla morte una goccia di splendore di umanità di verità per chi ad Aqaba curò la lebbra con uno scettro posticcio e seminò il suo passaggio di gelosie devastatrici e di figli con improbabili nomi di cantanti di tango in un vasto programma di eternità Ricorda Signore questi servi disobbedienti alle leggi del branco non dimenticare il loro volto che dopo tanto sbandare è appena giusto che la fortuna li aiuti come una svista come un'anomalia come una distrazione come un dovere"


Carissimi amici, Io ho preso parte alla manifestazione dell’8 luglio e scrivo per difenderla. Intanto nn si è offeso o dileggiato nessuno. Esprimere anke in modo acceso e verbalmente tagliente le proprie opinioni dissenzienti nn è offendere. Offendere significa dire “è tutto un magna-magna, fanno skifo tutti quanti.” Attaccare cioè le persone a prescindere da ciò ke fanno o dicono. Questo nn è avvenuto. Sono stati fatti nomi e cognomi. Sono state mosse critiche al Papa, a Napolitano e a tanti altri. Ma citando fatti e circostanze. Nn si è attaccato per quello ke soono ma per quello ke hanno fatto o detto. Questo si kiama dissenso nn offesa o dileggio. E alla legittima critica nessuno si può sottrarre in una democrazia. Tanto meno il Capo dello Stato italiano e quello di uno Stato straniero (il Papa, appunto, ke risulterebbe tale in uno Stato laico). I media si sono soofermati sul fatto ke fosse una manifestazione contro il PD. ecco la cosa importane per loro. nn ha avuto alcuna importanza il merito. se cioè le rivendicazione della piazza e degli oratori fossero giuste o no. la cosa importante era dire ke l'unica manifestazione di dissenso deve passare esclusivamente attraverso il PD. se grillo; travaglio e gli altri avessero manifestato per nome e per conto del PD, sarebbero stati eroi. e invece no, sono pericolosi qualunquisti. su una cosa però sono d'accordo con Veltroni: non si può stare col PD e assieme con la Piazza. Sottoscrivo in pieno: nn si può allo stesso tempo difendere i reali interessi della nazione e sedere comodamente al banketto del comitato d'affari trasversale ke è la politica italiana oggi. Come fa il PD appunto.




W MARCO, W BEPPE, W SABINA, W DI PIETRO, W LA PIAZZA, W LA LIBERTA' DI PAROLA!!!!!


Ciao Marco... è stato bello martedi scorso stringerti la mano e dirti grazie. Grazie per essere stato in piazza Navona con le tue parole e con le tue idee sempre uguali alle mie ed anche a tanti altri. L'indomani della manifestazione ho acquistato vari giornali sia di destra che di sinistra per sapere cosa si diceva di noi... è stata una vera ingiustizia, anche l'Unità ci ha traditi! Ma per fortuna ci sei sempre tu che con la lettera al Direttore, hai espresso tutti i miei pensieri. E' stata una bellissima giornata, eravamo tantissimi e ciò che ha fatto male a molti è stato solo sentire la verità...ma quando si sveglieranno gli Italiani? E' possibile che la storia non abbia insegnato nulla? Vorrei tanto che tu venissi anche nella mia città Alghero, dove tutti amano Berlusconi. Forse le tue parole potrebbero aprire gli occhi a qualcuno visto che non sei comunista e quindi sicuramente più imparziale di me... con ammirazione Sara.




# 856    commento di   akiro - utente certificato  lasciato il 20/7/2008 alle 2:34

in effetti le battute incriminate magari sono poco divertenti, però il putiferio scatenato è ridicolo. speriamo che pubblichino queste famose intercettazioni...
http://nononoeno.splinder.com/


# 857    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 20/5/2009 alle 11:5

Il problema è esattamente quello che dice Edoardo, pronto a votare qualunque cosa purchè non sia la sinistra. Di rivolgersi a persone oneste nemmeno se ne parla. Il fatto che il governo faccia solo proclami e che faccia finta di inasprire le pene quando fa di tutto per far si che la giustizia non funzioni, a loro non importa. L'importante è l'apparenza. Sono al governo da un anno (ma hanno avuto 5 anni anche nella legislatura precedente il governo Prodi) e si sono occupati prima di tutto di togliere gli impicci al premier. Hanno i numeri per fare quello che vogliono, ma si fanno velocemente solo le cose che convengono a chi comanda. Poi con la crisi galoppante e i licenziamenti successivi hanno continuato a cavalcare l'onda degli stranieri invasori e stupratori (anche quando si dimostra che è palesemente falso), con la gente per niente preoccupata del fatto che, nonostante sia evidente, i soliti noti continuino ad arricchirsi alle nostre spalle impoverendo la popolazione. Diminuiscono le entrate perchè gli evasori immaginano che, con loro al governo, i controlli saranno più lassi e tuttalpiù arriverà un condono e anche più d'uno. Addirittura cercano tramite piano casa di fare condoni preventivati per legge, utili per i soliti noti, non certo per le famiglie che vivono in un condominio. Se la prendono con le persone più deboli perchè sono più facili da colpire. I potenti vanno preservati anche quando danneggiano il paese mettendo le persone nelle condizioni di non sapere come fare ad andare avanti. Vanno avanti a spot elettorali e quando non mantengono le promesse la gente fa spallucce, tanto la colpa è dei soliti comunisti. Roma ladrona sono loro e continuano a far credere ai propri accoliti che le colpe siano altrui. Io, quando mi sono incazzata ho evitato di votare PD e, da persona di sinistra, ho preferito la destra dell'IDV. Loro non si incazzeranno mai, troveranno sempre qualcuno su cui scaricare la colpa. Il fatto che Berlusconi sia stato eletto lo purifica d


# 858    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 20/5/2009 alle 11:6

... continua... Il fatto che Berlusconi sia stato eletto lo purifica da qualunque malefatta, non pensando che, in certe regioni se fosse possibile candidarli Provenzano, Sandokan e altri malavitosi potrebbero fare il pieno di voti e nonostante tutto sarebbe giusto che facciano la galera fino alla fine dei loro giorni. Quando uscì il caimano, la sua conclusione mi sembrò forzata. Invece Moretti è stato semplicemente geniale nel prevedere ciò che sarebbe successo.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti