Commenti

commenti su voglioscendere

post: Lettera di una fannullona Inpdap al ministro Brunetta

Gentile Ministro, perdoni se ho l’ardire di rivolgermi a Lei in questo momento così impegnativo per il governo in preda ad un parossismo decisionale che possa consegnarlo alla storia come merita, Le chiedo solo di leggere questa lettera che non sottrarrà  più di cinque minuti al Suo indice di produttività. Le racconto in breve la mia storia: sono una dipendente di un istituto di previdenza da più di dieci anni in servizio effettivo, mamma di due bambine e vivo in una città del profondo Sud. Appartengo anch’io a quella schiera di impiegati da Lei etichettati “fannulloni” non perché intendesse offenderci, questo lo capisco bene, ma semplicemente per fare capire in maniera immediata quale era il problema (un po’ come dire se io ripetessi in questa sede quel che di Berlusconi ha detto ... continua



commenti



bellissima lettera io mi domando perche' non facciano pittosto qualche taglio alla Farnesina indennita' stellari, rappresentanza a pioggia, privilegi vari lavorando in un'Ambasciata, di sprechi ne vedo, cavolo se ne vedo!!!!


carissima fannullona, si ritenga fortunata! io, ad esempio, a fronte di una laurea col massimo dei voti, un dottorato, dieci pagine di pubblicazioni varie nel curriculum fra libri ed articoli scientifici, lavoro da 14 anni con contratti a termine di 3 mesi. pagato male, devo assumere più contratti (quando ho la fortuna di averne) contemporaneamente per raggiungere uno stipendo minimo di 1.000 - 1.200 euro al mese. naturalmente non avrò pensione, le ferie per me sono periodi non retribuiti di non-lavoro, non posso prendere neppure un tostapane a rate perché non ho busta paga, se sto male cavoli miei, perdo stipendio (essendo pagato a ore) e forse lavoro; ragion per cui quando è nata mia figlia sono andato a lavoro comunque, quando mio padre è stato in coma per un mese sono andato a lavoro comunque senza potermi prendere il lusso di una pausa, etc. etc.... certo, se non avessi questioni familiari che mi obbligano a stare in italia avrei potuto accettare un paio di offerte americane guadagnando 5 volte più di quello che prendo quaggiù... veda signora di non lamentarsi che a ben vedere c'è anche di peggio, come ci sono persone meno fortunate di me che non hanno la fortuna di avere neppure continuità nei contratti a progetto.
http://ombusse.blogspot.com/


In risposta al commento n. 2: Caro ombus, siamo colleghi nella sventura, la mia situazione è praticamente uguale alla tua. Tuttavia non trovo giusto il tuo modo di porti nei confronti dell'autrice della lettera. A ben vedere c'è sempre chi sta peggio....ci lamentiamo dell'Italia, ma è in fondo una fortuna essere nati qui piuttosto che in un villaggio in Africa. Questo che c'entra??? Il fatto che la nostra situazione sia a dir poco scandalosa non vuol dire che chi ha un pò più di noi sia da ritenersi fortunato e noi non dobbiamo essere solidali con lui. Perchè vedi, è proprio questo che l'attuale governo fa: incitare una guerra fra poveri così che anzichè coalizzarci fra noi e essere uniti nella protesta per i nostri diritti, perdiamo tempo a darci del "fannullone", dell'"extracomunitario ladro" ( anche se magari non è ladro ma lavora, in università da me ce ne è di questi ragazzi!!!) , del "più fortunato di me", ecc. Pensaci: ecco perchè gli operai di oggi non votano più a sinistra ma votano lega, o peggio Berlusca!! Nina


Bellissima lettera. Molto vera, e pertanto molto triste. Varrebbe poi la pena ricordare al sig. Ministro che il suo amico Cicchitto, nella scorsa legislatura, ha fatto il 90.4% di assenze. Curiosamente, non si vergogna, anzi è pure orgoglioso visto che non è stato licenziato ma promosso a capogruppo. Il sig. Ministro cominciasse un po' a casa propria, a fare piazza pulita dei fannulloni - una volta, millenni fa, si diceva: dare il buon esempio...


Caro Ombus, non capisco il rapporto che passa tra i tuoi titoli ed il tuo modo di pensare, faccio il chirurgo forse dovrei dire a chi devo amputare una gamba, ma di che se la prende??' c'è chi rimane paralizzato, non si rende conto quanto è fortunato su su... ora esca e mi faccia un balletto. Un saluto Arianna


Grazie della bella lettera! Concordo con le tue parole e mi dispiace di sorbirmi noiosissimi e servilistici editoriali dai grandi giornali mentre la gente comune come te e come altri avrebbe tante ed importanti cose da dire. Ti faccio gli auguri affinchè quello che ora è la nostra disperazione diventi la disperazione di chi, consciamente o incosciamente, si sia reso colpevole del nostro affanno quotidiano.


Mi rivolgo alla signora che ha scritto la lettera: anch'io sono figlia di un impiegato pubblico, o fannullone come oggi si preferisce chiamarlo: in passato, ammetto che, quando i miei compagni dichiaravano che i loro genitori erano avvocati, medici, ingegneri, provavo un pò di vergogna a dire che mio padre era un semplice impiegato comunale. Oggi, invece, mi vergogno anche solo di averle pensate certe cose: anzi, sono fiera del fatto che mio padre, a differenza di tanti medici corrotti, politici che accettano tangenti, imprenditori che non si assicurano della sicurezza dei loro impiegati, svolge il suo lavoro con la massima professionalità e il massimo impegno. Preferisco avere per genitori persone così che persone con tripla villa con piscina, jet privato e barche lussuose che non conoscono neanche lontanamente il valore della parola Onestà. Sono sicura che anche le sue bimbe saranno orgogliose di Lei.
http://ilpopolodellalegalita.forumfree.net


IO MI DOMANDO SE VALE ANCORA LA PENA SCRIVERE LETTERE TOCCANTI ED OSSEQUIOSE. ME LO DOMANDO PERCHÈ MENTRE NOI LEGGIAMO QUESTA BELLISSIMA LETTERE SCRITTA DA UNA DELLE TANTE PERSONE CORAGGIOSE CHE ANCORA ABBIAMO NEL MOSTRO PAESE, I NOSTRI DIPENDENTI PENSANO A DIFENDERSI DA PROCESSI. TOLGONO L'ICI ED I COMUNI S'IMPOVERISCONO, NON CI SONO SOLDI E SI PORTANO I MILITARI PER LE STRADE E NEI POSTI DI GUERRA, SI PARLA TANTO DI IMMIGRAZIONE E LEGGI PER SBATTERLI FUORI MA SI BLOCCANO I PROCESSI. NEL FRATTEMPO LE MORTI SUL LAVORO NON DIMINUISCONO, LE MAFIE SONO ANCORA LÌ, NAPOLI È PIENA DI MONDEZZA ED IL PARLAMENTO PURE. MA PER QUANTO DOBBIAMO ANCORA SOPPORTARE TUTTO QUESTO? SIAMO UN PAESE CHE HA CONOSCIUTO LA DITTATURA E LA POVERTÀ, MA VERAMENTE VOGLIAMO ANCORA ASPETTARE CHE IL DECLINO POSSA ESSERE SCONGIURATO OPPURE CI SVEGLIAMO E FACCIAMO IN MODO CHE IL CRACK SIA SOLO UN INCUBO?
paucasedbona.blogspot.com


@Ombus Nonostante il dottorato, e le 10 pagine di pubblicazioni la tua capacita` critica e` alquanto limitata (e comparabile a quella del mitico italiano medio) Fannullona HA TUTTE LE RAGIONI per lamentarsi e DEVE FARLO cosi` come TU DEVI FARLO perche` anche tu HAI TUTTE LE RAGIONI PER FARLO. Il "non ti lamentare tu che io sto peggio", come se ci fosse un qualche tipo di gara da vincere per chi sta peggio (tipica attitudine italiota), e` esattamente il modo per restare tutti nella miserabile condizione in cui ci troviamo. Invece di dire a Fannullona di non lamentarsi e, quindi, di farla sentire anche in colpa allo stesso modo in cui fa Brunetta, bisognerebbe offrirle solidarieta` e chiederle visto che ci si trova sulla stessa barca come poter reagire. E` solo da questo tipo di collaborazione (che dovresti conoscere molto bene visto che e` simile a quella che avviene nella scienza che vuole innovare e risolvere problemi) che si puo` costruire qualcosa per risolvere IL PROBLEMA comune. Dire "non lamentarti" non aiuta ne` lei ne` te. (P.S. Ombus, anche io ero nella tua stessissima situazione, magari con menu pubblicazioni. Poi me ne sono andato da questo lurido paese per citare Travaglio. Ora continuo a essere precario, ma almeno qui dove vivo il precariato ha anche degli aspetti positivi, pensa tu!)


Woooo! Finalmente la popolazione si risveglia, incazzata e vispa al punto giusto.. ..speriamo che quell'eunuco abbia almeno il pudore di risponderti..


@Nina Concordo pienamente. Anch'io vivo, anzi sopravvivo, di stage e collaborazioni in ritenuta d'acconto, barcamenandomi nell'incastrare gli uni con gli altri, sempre mossa da un iperbolico senso del dovere e di responsabilità sociale, di passione per il Lavoro e per il Diritto, in senso lato e sostanziale. Spesso mi capita di lavorare per un mese e di essere retribuita dopo 5 o 6. Come se nel frattempo venissi ibernata in attesa di busta paga. Come se per intanto qualcuno premesse il bottone di stand-by. Silenzio: tutto sospeso, tutti in sospeso. Invece no. Questa realtà è un'altra. E' una realtà altra, un altro vivere. 'Fannulloni' fa buona rima con 'bamboccioni', ricordate? Termini di contenziosi politici o bar sport, come se fossero la causa di ogni male e non, invece, l’effetto di un male più profondo e che parte da lontano. Chi sono e non sono, cosa fanno e non fanno coloro i quali si arrogano il diritto di sparlare, di additare, di prescrivere leggi e leggine, provvedimenti ed emendamenti? Dove sono? Sono lassù, nell’olimpo della casta, corpo docente di un’educazione civica latitante, per non dire scomparsa. Quale senso dello Stato, quale senso di responsabilità, quale portato civico e di civiltà impersonano e rappresentano i membri della classe politica italiana? Sono loro l'esempio virtuoso di una cosiddetta Repubblica Democratica (costituzionale, forse, non proprio, chissà)? Fondata sul Lavoro oppure no o non più? Sono loro le incarnazioni migliori dei principi democratici di libertà uguaglianza e solidarietà? Per dimostrarlo, in molti dovrebbero abdicare, ritirarsi, redimersi. Hanno giurato fedeltà alla Repubblica e alla Costituzione. Probabilmente in quel momento pensavano alla res privata, mentre alla Costituzione non ci pensavano affatto. O forse sì, domandandosi che cos’era. Già, era. Cari amici, cara signora impiegata InpDap, difficilmente lettere come le nostre saranno scritte da chi fannullone lo è e lo fa. Il problema, allora, gi


Cari amici, cara signora impiegata InpDap, difficilmente lettere come le nostre saranno scritte da chi fannullone lo è e lo fa. Il problema, allora, giace proprio nelle ragioni di tale fannulloneria, nelle radici della violazione di regole che i più sentono giuste ed eque, e perciò stesso le rispettano. Coltivare la cultura della legalità da Palazzo Chigi in giù sarebbe un buon primo passo per tutti, scansafatiche e diligenti.


Ma guarda un pò, per Brunetta il male dell'Italia è in questa schiera di fannulloni a poco più di 1000 euro al mese!!! Vorrei fargli sapere, a titolo di cronaca, che il vero cancro dell'Italia, per almeno 50 milioni di Italiani, sono proprio loro della classe politica. Meditate politici...




# 15    commento di   In cerca di luce.. - utente certificato  lasciato il 28/7/2008 alle 8:53

Carissima fannullona, ti chiamero', chesso'.. Maria, perche' di fannullonesco ha poco davvero, come la stragrande maggioranza dei dipendenti della PA. anche io sono una dipendente pubblica, settore sanita', ed inviterei il nostro caro signor ministro( caro, in conseguenza del prezzo che ci tocca pagare per averlo al lavoro)a vedere in che condizioni si lavora in una corsia d'ospedale. Ma lasciamo correre, della questione sanita', con tutto il marcio che ne consegue, ne pagano le conseguenze in primis l'utenza, attualmente fanalino di coda dell'interesse sanitario, e dopo, ne pagano anche gli operatori che ci lavorano. Scrivero' un libro.. vita d'infermiere. Dopo la tua lettera letta vivendola sulla pelle, mi scappa l'occhio sulla repubblica dove, vedo la foto di bossi, con il dito indice alzato ( si sara' confuso.. di solito il dito e' un altro..)leggo l'articolo... e .. non ti dico la nausea: impersonera' alberto da Giussano in una fiction rai (soldi rubati ad altro )tra l'altro girata in romania e, dove le comparse dei milanesi saranno impersonate dai famigerati rom. MA CHE E'??? Se fossi al posto dei rumeni, ben me ne guarderei dal solo venire a contatto con questa gentaglia. la tua lettera, contro il giocattolo tanto desiderato di un uomo che avrebbe dovuto nascere nel '400. La mia testa non riesce a reggere questi paragoni. Tornado a te, "Maria", l'unica consolazione e' l'immagine che si riflette nel tuo specchio la mattina, quella e' sovrapponibile alla mia.


Cara Fannullona, purtroppo i numeri parlano chiaro: voi vi "ammalate", mediamente, 6 volte (SEI!) più di noi (io in 10 anni di lavoro sono stato malato 10-15 giorni al massimo, grazie a Dio), da uno studio europeo abbiamo la PA più sprecona, inefficiente e malfunzionante d'Europa... dico qualcosa di vero ci sarà pure nell'opinione pubblica, O NO? Non parlo di lei in particolare, ma del settore per cui lavora. E, mi creda, ne conosco parecchi di lavoratori pubblici che SI ORGANIZZANO LE MALATTIE ("io vado in malattia dal 20 al 28, tu dal 30 al 5, mi raccomando!"), che timbrano e poi vanno al bar, O CHE NON VENGONO A LAVORO PERCHE' TIMBRANO I COLLEGHI. Le mosche bianche stanno dappertutto (ci sono anche tanti fannulloni nel settore privato), però i numeri sono numeri, i malfunzionamenti che vive sulla propria pelle il povero utente alle prese con la PA sono quelli, le classifiche europee sono quelle... non si scappa, c'è tanto marcio nella PA. Non so se la "cura" Brunetta porterà i risultati sperati (tra l'altro non sono nemmeno un elettore di centro destra) però una sistemata a questo carrozzone va data. Ed è perfettamente inutile che ogni tanto salti fuori lo stakanovista dell'ultim'ora che si sveglia alle 6 (io, per la cronaca, alle 5.20) e lavora 10 ore al giorno (12).


E' una lettera bellissima e toccante, ma io la trovo inopportuna e sprecata. I lavoratori, ma soprattutto le lavoratrici (ancor più oberate dal carico di lavoro di cura familiare) non hanno da giustificarsi e da spiegare alcuna cosa ad alcun Ministro, perchè non svolgono cariche autoreferenziali. Al contrario, Brunetta dovrebbe: 1) dire a noi, a noi cittadini e lavoratori, chi l'ha votato e perchè è diventato ministro; 2) ringraziarci umilmente, perchè noi paghiamo le tasse e lavoriamo anche per lui, per mantenerlo nella sua carica di Ministro; 3) renderci conto delle sue ore lavorative al Ministero e dei suoi privilegi (chi glieli ha conferiti? noi no!); 4) giustificare le sue assenze; 5) chiederci scusa per la generalizzazione superficiale ed offensiva. Un conto è prefiggersi la "maggiore efficienza della pubblica amministrazione" altro è dire che gli impiegati sono fannulloni. Brunetta non conosce le regole della comunicazione e neppure quelle della buona educazione; perciò dubito che possa comprendere ed apprezzare la sensibilità e la delicatezza della tua lettera. Ad ogni modo, staremo a vedere se avrà il buon gusto di rispondere e di chiedere scusa a te ed a tutti i lavoratori che si sono sentiti offesi.
http://diario_estemporaneo.ilcannocchiale.it


# 18    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 28/7/2008 alle 12:39

Riccardo, a maggior ragione vanno colpiti i fannulloni e PREMIATI quelli che lavorano, e non puniti tutti indiscriminatamente, specialmente (e questo è intollerabile) i VERI malati e quelli che lavorano


# 19    commento di   Marzia Ottaviani - utente certificato  lasciato il 28/7/2008 alle 12:57

cara fannullona, hai dimenticato di scrivere a Brunetta che il buon esempio viene trasmesso dall'operato di politici come Berlusconi (98,5% di assenze in camera) e che forse prima di fare di tutta l'erba un fascio, dovrebbe individuare chi veramente deve "vergognarsi" e poi agire sul singolo ... ma attenzione ... la stessa cosa deve essere fatta partendo proprio da chi occupa indegnamente quelle postazioni in camera e che guadagna col sudore di chi non arriva a fine mese. N.B. non sono una dipendente statale ... eppure sono arrabbiata come se lo fossi!


@Riccardo. A sparare nel mucchio però è troppo facile. Anche io sono dipendente pubblico, e mi reputo non una mosca bianca. Nell'ufficio dove lavoro io la mutua è reale, non programmata, e l'utenza è più che soddisfatta. Questo perchè i dirigenti controllano e sanno tutti i movimenti, e se è il caso di intervenire, lo fanno in modo serio. Per debellare i fannulloni non occorrono decurtazioni di diritti e stipendi, ma semplicemente controllo e disciplina, soprattutto da chi è deputato a queste funzioni. I sistemi già ci sono, basta applicarli. Ma se è il dirigente il primo fannullone allora....si spiegano molte cose.


Cara fannullona, tutta la mia solidarietà, ricordo al Ministro che è anche con i premi sul merito e quindi agendo sulla motivazione del dipendente che si ottengono ottimi risultati, ma forse non conosce tutta la letteratura in merito l'efficiente ministro!


@ Riccardo: i numeri a volte non parlano troppo chiaro, quelli che fornisci tu ad esempio, non tengono conto del fatto che nei pubblici impieghi sono anche impiegati molti portatori di handicap o di malattie particolari (che non possono trovare lavoro nel privato, o in minima parte). Chiaramente questi avranno più bisogno di mutua di te.....o li lasciamo morire di fame?? Attenti a quando si sparano i numeri i TV!!!! poi sicuramente c'è chi se ne approfitta, ma lo stesso posso dirti dei dipendenti, per es. della FIAT: c'è gente lì che la voglia di lavorare gli salta proprio addosso!!!Ma ripeto: questo che c'entra???????spare nel mucchio non serve a nulla, ci vogliono controlli mirati e bisogna distinguere chi lavora e chi no. ultima cosa: i disservizi degli enti pubblici a volte derivano dai continui tagli dei fondi più che dai fannulloni. lo sai che ci sono uffici dove lo stato non da nemmeno i soldi per la carta??????


HO TROVATO TANTI FANNULLONI E LECCA CULO NEL PRIVATO CHE A PARAGONE QUELLI DEL PUBBLICO CON LE DOVUTE PROPORZIONI SONO MOSCHE RARE MA IL PROBLEMA E' (LA GUERRA TRA POVERI )LEGGERE QUELLO CHE HA SCRITTO OMBUS CHE FA' PRESENTE LA SUA SITUAZIONE PER GIUSTIFICARE CHI CHE COSA?CHE SI PUO' SCENDERE ANCORA PIU' IN BASSO NELLA MORTIFICAZIONE DEI PROPRI DIRITTI


Io voglio credere e pensare che il sig. Brunetta quando da dei fannulloni ai dipendenti pubblici si riferisca esclusivamente a chi fa effettivamente il fannullone (ce ne sono tanti ma per fortuna non tutti)...la signora che ha scritto la lettera è una rispettabilissima dipendente pubblica che fa diligentemente il proprio lavoro e porta un servizio alla comunità. Il vero problema sta nella coscienza delle persone..se tutti fossero come la signora della lettera non staremmo nemmeno qui a parlarne invece purtroppo per tanti cittadini onesti ce ne sono altrettanti "disonesti" e che ne approfittano (vedi il sig. Cicchitto che come scriveva qualcuno qui sopra aveva il 90,4% di assenze in parlamento). E' la coscienza che manca e finchè mancherà quella sarà una lotta senza speranza.


Stupenda e toccante. Brunetta dà la caccia alle streghe, e lo fa per noi. Per darci il contentino. Oggi i fannulloni (che altro non sono che tutti i lavori pubblici) vengono toccati sui salari, sulla malattia, sulla dignità per dare di più agli altri. Nessuno ha capito che è solo l'inizio. Si tocca prima il pubblico e poi il privato. Finalmente la Mercegaglia riuscirà a togliere a noi donne la maternità, che è per le aziende solo un costo. Finalmente potranno licenziare chi vorranno senza dover dare nulla. Adesso tutto funziona..giusto? il pubblico. Le postem la sanità, le ammistrazioni locali.. Hanno mai pensato di investire e di controllare gli investimenti? I nostri ospedali sono paragonabili a quelli del terzo mondo. Io credo che la gente dovrebbe vergognarsi, non parlo dei politici. Ma di quelli che oggi li sostengono. Non esistono lavoratori di serie A e di serie B.
www.barbaramenegazzo.it


Cara amica, sono pienamente in sintonia con quanto dici, ma il problema è ben più complesso di quello che tu esponi. Mi spiego: è ovvio che quando Brunetta e company parlano di fannulloni, non parlano di te. Che poi tu venga infilata nel tritacarne mediatico è altra cosa pur essa deplorevole. Come ingiusto che persone cpome te subioscano le consegunze di questa campagna "diffamatoria".Il vero problema è che coloro che lavorano poco o non lavorano, non sono la causa del problema, ma le vittime. Io lavoro da oltre 25 anni nella Pubblica Amministrazione e di casi di vero "fannullonismo" ne ho incontrati pochissimi. Il problema è che i Dirigentii (apicali ed intermedi sconoscono completamente le tecniche di gestione del personale e di organizzazione del lavoro. Sono tecniche che (se ben conosciute ed applicate) portano ogni dipendente ad appasioanrsi al lavoro (si, ad appassionarsi). Alla Bocconi, ad Harvard a Yale ed in tutte le maggiori e migliori università del mondo si organizzazno corsi per insegnare ai dirigenti pubblici e privati come si motivano e si responsabilizzano i dipendenti, come si responsabilizzano i lavoratori, come si distribuisce il carico di lavoro , come e quando si organizzazno le riunioni, come scovare e valorizzare le capacità personali e così via. Da noi, in questo campo, c'è una totale ignoranza. Si pensa che il lavoro sia sacrificio e sudore e nulla più. L'unica gratificazione essendo il denaro. Ma il compenso deve essere giusto e consono al lavoro svolto. Il compenso non ha la funzione di motivare o di gratificare. Se non nel breve periodo.
www.latrazzera.blogspot.com


(commento corretto) Cara amica, sono pienamente in sintonia con quanto dici, ma il problema è ben più complesso di quello che tu esponi. Mi spiego: è ovvio che quando Brunetta e company parlano di fannulloni, non parlano di te. Che poi tu venga infilata nel tritacarne mediatico è altra cosa pur essa deplorevole. Come è ingiusto che persone come te subiscano le conseguenze di questa campagna "diffamatoria". Il vero problema è però un altro: che coloro che lavorano poco o non lavorano, non sono la causa del problema, ma le vittime. Io lavoro da oltre 25 anni nella Pubblica Amministrazione e di casi di vero "fannullonismo" ne ho incontrati pochissimi. Il problema è che i Dirigenti (apicali ed intermedi) sconoscono completamente le tecniche di gestione del personale e di organizzazione del lavoro. Sono tecniche che (se ben conosciute ed applicate) portano ogni dipendente ad appassionarsi al lavoro (si, ad appassionarsi). Alla Bocconi, ad Harvard a Yale ed in tutte le maggiori e migliori università "economiche" del mondo si organizzano corsi per insegnare ai dirigenti pubblici e privati come si motivano e si responsabilizzano i dipendenti, come si distribuisce il carico di lavoro, come e quando si organizzano le riunioni, come coinvolgere i collaboratori nei processi decisionali, come scovare e valorizzare le capacità personali e così via. Da noi, in questo campo, c'è una totale ignoranza. Si pensa che il lavoro sia sacrificio e sudore e nulla più. L'unica gratificazione essendo il denaro. Ma il compenso deve essere giusto e consono al lavoro svolto. Il compenso non ha la funzione di motivare o di gratificare. Se non nel breve periodo. Dopo, solo dopo avere messo in atto tutte queste misure , si potrà capire chi sono i veri fannulloni.
www.latrazzera.blogspot.com


Non vorrei che questa bellissima lettera abbia intaccato la produttività del ministro. Da qui ad un paio di mesi dovremo attivare una commissione per concepire nuovi problemi che questo governo risolve tanto velocemente e brillantemente.


cari ragazzi... il fatto è che invece di risolvere i problemi loro sparano nel gruppo. vedi, GIUSTIZIA, SANITA',UNIVERSITA E RICERCA,e FANNULLONI. E' più complicato e costoso controllare perchè dovrebbero proprio cominciare da loro e non sono un bel esempio in ogni ambito, Intanto noi continuiamo la guerra fra poveri


Mi sembra il momento giusto di parlare degli stipendi dei parlamentari e senatori, é ora di ridurli fortemente (da quanti sono potrebbero persino azzerare il deficit!). E ho detto tutto!


# 31    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 30/7/2008 alle 0:14

Ottimo lavoro, sono giunto qui da Current. Probabilmente il settore pubblico necessita di maggiori controlli, ma sarebbe utile ricordare alla popolazione che la maggior parte dei dipendenti sono dei professionisti seri ed onesti, e che grazie al loro (vostro) lavoro molti servizi ogni giorno vengono resi disponibili. Un conto è quindi punire laddove ci siano delle mancanze e delle fregature, un conto è criminalizzare un comparto intero, cavalcando facili malumori. La qualità ed il costo del Pubblico si ripercuote su tutta la collettività, e non solo sull'amministrazione di competenza, quindi spero si cominci veramente a lavorare sui Meriti e sulle Capacità. A presto, grazie, Wil.
http://nonleggerlo.blogspot.com/


Cara Fannullona, tu lo stipendio, te lo devi guadagnare, lo sai? Come te, migliaia di altri devono lavorare tutti i santi giorni. Come te devono alzarsi la mattina, vestirsi, vestire i figli, magari non preparargli colazione (meglio il bar) e poi entrare nel posto di lavoro. Perchè per vivere dobbiamo lavorare tutti, non è che possiamo fare salotto nel posto di lavoro, e se il lavoro è ripetitivo, non è comunque una condanna a morte, è semplicemente il tuo lavoro che ti darà la possibilità di vivere e toglierti tante piccole soddisfazioni.


Come ex dirigente di un Ente Pubblico posso comunque affermare, senza tema di smentite, che di sfaticati nella P.A. se ne contavano e se ne contano a iosa, per cui dell'azione di Brunetta non si devono dolere chi il proprio dovere lo fa; è innegabile che i sindacati in quest'ultimo trentennio hanno avuto un solo obiettivo: appiattire tutto e tutti a discapito della meritocrazia; domanda: come si sente chi fa il proprio dovere a vedersi attribuire i compensi incentivanti o di produttività (è di questo che parla Brunetta e non della retribuzione tabellare) nella stessa misura, con provvedimenti a pioggia tanto cari ai ns. sindacalisti, per tutti nonostante la considerazione che attualmente gli Enti dispongono di misure adatte a misurare la produttività di ciascuno con estrema oggettività e, se mi permette, la "fannullona" che si duole tanto può dirci quanti decreti di concessione di pensione a "titolo definitivo" emette in un anno? ce li ragguaglia a mese? ce li ragguaglia a giorno? Grazie. La obiettività non è un opzional!!!!!!


SCUSI TANTO SIGNORA, MA LEI HA MAI LAVORATO IN UNA FABBRICA ALLE DIPENDENZE DI UN PRIVATO???? CI PROVI, COSI' POI CAPIRA' PERCHE IL MINISTRO, COME LA MAGGIOR PARTE DI ITALIANI, PENSA CHE I DIPENDENTI PUBBLICI SIANO FANNULLONI!!!!


Cari dipendenti pubblici come mai tutti fanno la fila per il cosiddetto posto ..........


FANNULLONI....MA DOVE SONO? TANGENTOPOLI, POLITICA MAFIA, C'E' DI PEGGIO E NOI QUI PUBBLICI E PRIVATI A LITIGARE.. NON LASCIATEVI INGANNARE DA CHI E' LA CAUSA DI TANTI DANNI PER LA NOSTRA NAZIONE LE NOSTRE FAMIGLIE, SON LORO I PRIMI IMMORALISTI E FANNULLONI


Cara amica fannullona( anch'io uomo del Sud) sono perfettamente daccordo con la sua analisi e non è vero che chi lavora con dedizione debba preoccuparsi. In italia si tende a generalizzare e additare gli impiegati pubblici come fannulloni.Il problema è facile da risolversi; è sufficiente che ogni dirigente o capo servizio mandi i TABULATI DEI FANNULLONI al ministero competente.I responsabili convocano i veri fannulloni e il più è fatto!!!!! Io insegno nella scuola e tempo fa l'eterno secondo (Gianfranco Fini) ed il fighettone Montezemolo ci avevano definito dei grandi incompetenti e fannulloni, ora il Senatur ha offeso i docenti meridionali che lavorano al Nord. E chi più ne ha ne metta.E' superfluo notare che questo governo in cui alberga: l'immoralità, la corruzione il pressapochismo,il NON SENSO DELLO STATO porterà il paese verso una crisi sociale di enorme portata. Voglio solo aggiungere, tanto per capirci, cari amici: se qualcuno mi dicesse è il tempo di usare il BASTONE contro questi manigoldi lo farei molto volentieri.Non sono un sessantottino anzi.... APPARTENGO A QUELLA SCHIERA CHE HANNO CREDUTO IN ALTRI IDEALI!!!! p.s.PER LUIGI: ognuno è artefice del proprio destino: Un notaio per una firma guadagna tanti euro, il dentista per tirarti un dente si frega 100 euro,un tubista per farti un raccordo ti chiede 80 euro...a riguardo.Se Luigi fosse oggi un medico non si lamenterebbe più di tanto.




MI DISPIACE, MA QUESTA LETTERA E' STATA SCRITTA DA UNA COLLEGA DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE, QUI INTEGRALMENTE COPIATA E ADATTATA OVVIAMENTE ALLA PROPRIA SITUAZIONE SUSY


HO LETTO QUESTA LETTERA SU UN SITO SINDACALE. SI PUO' SAPERE CHI CAZZ...L'HA SCRITTA???????


CARA FANNULLONA, HO LETTO QUESTA LETTERA PROPRIO SUL SITO DELLA FUNZIONE PUBBLICA 3 GIORNI FA FIRMATA DA UNA FANNULLONA DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE. E' FORSE UN PLAGIO?????????COMUNQUE, CHIUNQUE L'ABBIA SCRITTA CREDO CHE TUTTI NOI LAVORATORI DOBBIAMO CON FORZA REAGIRE E CERCARE DI PORTARE L'OPINIONE PUBBLICA DALLA NOSTRA PARTE FACENDO CAPIRE LORO CHE IL DL 112/08 E' NON SOLO CONTRO I LAVORATORI, MA CONTRO I CITTADINI CHE VEDRANNO CERTAMENTE CALARE I SERVIZI.


ho gia fatto un esempio del genere.io malata cronica con frequenti riacutizzazioni febbrili anche con trentanove di febbre devo per forza assentarmi almeno circa tre volte anno per 15/12 giorni all'anno avro' TRENTA GIORNI di decurtazione chi e' tornato al paesello per passare ferie mandando 3 mesi di malattia avra' DIECI giorni di decurtazione.IL PENALIZZATO SONO IO MALATO VERO che non mi sento fannullona ne' assenteista se sono presente io lavoro.e il fannullone si gode le ferie.la lotta era stata annunciata come lotta ai fannulloni e invece si e' sparato nel mucchio.certo è piu' facile.perche invece non responsabilizzare dirigenti ultra pagati per individuare veri fannulloni con controlli piu' incisivi?e poi una ultima cosa va bene allungamento fascie orarie per reperibilità malattia ma perche' solo ai pubblici e non ai privati?I CITTADINI se non sbaglio sono uguali di fronte alla legge nella costituzione.GLI SPRECHI ANDATE A CERCARLI NEL LAVORO NERO NELL'EVASIONE FISCALE E CONTROLLANDO DIPENDENTI TURNISTI CHE FANNO DOPPIO LAVORO.I DIPENDENTI PUBBLICI SONO ANCHE MESSI IN CONDIZIONI DI LAVORARE MALE,TROPPA BUROCRAZIA E POCA RESPONSABILITA' DA PARTE DELLA DIRIGENZA PERCHE' NON CONTROLLATE E RESPONSABILIZZATE RIPETO LA DIRIGENZA?L'impressione che ho è soltanto che queste norme siano state introdotte secondo me per avere consenso popolare senza pensare a chi gia' sono anni che soffre e si vede ancora penalizzato e umiliato.senza contare la trattenuta economica che grava sul bilancio di chi per curarsi spende gia molti soldi.BRAVI AVETE UNITO DOLORE A DOLORE PREOCCUPAZIONI A PREOCCUPAZIONI.


Caro ministro concordo con Lei con la riduzione degli stipendi degli impiegati della pubblica amministrazione solo ed esclusivamente a patto che ci fornisca il Suo codice IBAN sul quale provvederemo ad addebitarLe puntualmente: mutui bollette in relazione alle forniture di energia elettrica e gas spese condominiali, mediche asili nido e quanto altro gravi nella normale vita. Confidando in Lei la saluto


ciao, bella lettera ma non si capisce molto sulla tua produttività... quante pratiche smaltite ogni giorno? anche io mi alzo presto, ho figli etc etc ma questo non entra nel conto della produttività... io abito al nord e la percezione del vostro lavoro di statali è veramente molto, molto basso... MI SPIACE... RITENGO GIUSTO SNELLIRE L'APPARATO STATALE E SE CI PENSI SIETE DAVVERO TROPPI, BASTA VEDERE ALL'ESTERO QUANTI DIPENDENTI PUBBLICI CI SONO LA COLPA NON è VOSTRA MA DEI POLITICI CHE IN CAMBIO DI VOTI HANNO PIAZZATO AMICI E PARENTI ALLE DIPENDENZE DELLO STATO


Sono la fannullona INPDAP, ringrazio tutti per la solidarietà e in particolare: ad Ombus vorrei dire che so bene di essere fortunata, e di certo non mi lamento della mia condizione né tanto meno sono abituata a "sputare nel piatto in cui mangio". Mi dispiace per la sua situazione: anch'io mi sono laureata col massimo dei voti e ho conseguito specializzazioni e titoli di studio a iosa i quali giacciono in bell'ordine ormai da anni in fondo ad un cassetto, che vuoi farci: siamo in Italia (vedi fuga dei cervelli!). Inoltre aggiungo che la guerra fra poveri non fa notizia e non interessa a nessuno, serve solo a chi ben conosce e sa usare il "divide et impera": non facciamo il loro gioco.




Sempre io, fannullona INPDAP a Riccardo vorrei ricordare che i lavoratori pubblici che si organizzano le malattie vanno individuati, isolati e puniti: gli strumenti c'erano e continuano ad esserci, colpire nel mucchio non è giusto ma solo più facile. A Barbara vorrei dire che tremo con lei perché anch'io so che il prossimo passo sarà l'abolizione dell'art. 18 e dei diritti legati alla maternità. Ringrazio Wil per aver capito ed espresso così bene che un conto è punire laddove ci sono mancanze, un altro è criminalizzare un intero comparto. Ad Alessandro voglio dire che so benissimo che il mio stipendio me lo devo guadagnare e non faccio nulla di eccezionale andando ogni giorno a lavoro, quello che non accetto è di essere etichettata "fannullona" senza aver fatto nulla per meritarlo. Infine aggiungo che non ritengo il mio lavoro una condanna a morte, anzi, ne apprezzo l'utilità sociale. Che poi esso sia ripetitivo è un fatto, l'ho scritto per inciso, per ricordare che il lavoro, in quanto tale, è fatica e spesso compromesso al ribasso tra ciò a cui si aveva motivo di aspirare e ciò che si è faticosamente raggiunto. Sulle colpe del sindacato poi, vorrei ricordare a Pippo che non vanno dimenticati anche i meriti dello stesso e mi preme sottolineare che non è questo il momento di sparare sull'ultimo baluardo che ancora, e temo per poco, ci resta e poi, non dimentichiamo che il sindacato siamo noi. Infine a Susy, Sabatino e Carla vorrei dire che la lettera l'ho scritta io ma ciò non ha nessuna importanza e anzi, ringrazio la collega dell'Agenzia delle entrate per aver fatto "suo" il nostro sfogo.


cara amica del sud,lavoratrice instancabile inpdap, vorrei dirti che anche io ho due figli di cui uno anche disabile, anche io ho lavorato veramente, in banca dove non puoi alzare nemmeno la testa. vorrei dirti che per la definizione di una pratica di pensionamento di mio marito, guarda caso, dopo quindici anni di attesa, ad un nostro sollecito, ci è stato risposto che, per quattro soldi potevamo anche attendere. con calma stavate lavorando per noi. dopo 16 anni la pratica si è chiusa. campa cavallo che l'erba cresce!!!! bravo brunetta.!!!!




Cara mery.mery sono d'accordo con te: è inammissibile 16 anni per una pratica! (ti informo che l'INPDAP tra l'altro è nato nel 1994 e quindi, come dimostra il tuo caso, ha ereditato un bel pò di arretrato). E allora non pensi che, anziché frustare i "fannulloni" sarebbe meglio operare delle riforme strutturali, snellire tanta burocrazia e il percorso, ahimé fin troppo tortuoso di certe tipologie di pratiche in modo tale che certe cose non debbano ripetersi? Cara amica quelli di cui i dipendenti pubblici hanno usufruito fino ad oggi non sono privilegi ma diritti e come tali andrebbero estesi a tutti i lavoratori sia pubblici che privati (intendo dire che, se in banca il datore di lavoro vessa i dipendenti, bisogna lottare affinché non debba più poterlo fare) e allora: rimbocchiamoci le maniche e riformiamo la PA ma sul serio! non è togliendo i diritti all'impiegato pubblico, infatti, che si rende più efficiente la PA.


Carissima dipendente statale, ti lamenti che ti chiamano fannullona, io come te mi alzo alle 06.00 ma il mio lavoro termina alle 18/19, anch'io abito fuori città, come te ho due bambine, in 22 anni di lavoro sono stata ricoverata 2 volte in ospedale una per 5 gg e una per 20 gg (i due parti, con la seconda bambina ho avuto problemi) altre malattie non le ho mai fatte .................... Il governo non mi da lo stipendio anzi pretende sempre e se non arrivo sono cavoli miei...................(se ti tolgono dallo stipendio 5000 euro annuali sono circa 416 euro mensili, ma quanto cavolo prendi di stipendio ? non mi sembra proprio che tu faccia la fame................) Dopodichè dici le malattie (anche brutte ed irreversibili purtroppo)io come te ho avuto ammalato il papà (ora deceduto), non potevo prendere ne ferie ne permessi, ho dovuto assumere una badante (senza aiuti io con un dichiarato al lordo di 35.000 euro sono ricca togli le tasse rimangono meno della metà, e la pensione accompagnatoria con il 100% di invalidità la hanno concessa i due ultimi mesi di vita)ora per la stessa brutta malattia ho ammalato la mamma (stessa menata)............se manco al lavoro e trovano chiuso i clienti cambiano fornitore non posso neanche dire sto a casa senza paga e poi torno (come invece puoi fare tu aspettativa)................. In vari anni sono andati tanti in pensione e non ne sono stati assunti altri (ma allora dieci anni fa eravate fannulloni e ora no ?)....... Tieni presente CHE OGNI GOVERNO DICE CHE C'E EVASIONE (per cui io mi ritengo insultata a priori, mi danno della ladra in blocco), ma io lavoro con ditte e DEVO SEMPRE EMETTERE LA FATTURA............... Dopodiche io fruisco dei servizi che danno le aziende pubbliche e non è che siano dei migliori, (per darci i due mesi di accompagnatoria di mio papa, dopo innumerevoli visite, ci hanno telefonato il giorno del funerale per avvisarci che c'era un ulteriore visita).............. Ora fai un po tu, io


sono una fannullona della scuola e approvo la lettera della fannullona INPDAP, alla quale vorrei aggiungere una cosa, credo e spero semplice da capire se io non avessi voglia di andare a scuola e volessi darmi malata, SONO TENUTA A PRESENTARE UNA CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE, che dipende dalla ASL. Se il mio medico si rifiuta di fare certificati falsi e per di più se alle ASL facessero controlli veri non ci sarebbero falsi malati. Quindi anzicchè prendersela con tutti gli impiegati (la maggioranza dei quali lavora eccome) bisogna fare controlli severissimi sui medici di base e sulle ASL. Purtroppo la malattia può capitare e non serve a nulla dire a un altra persona io non mi sono mai ammalato: fortunato te, ma io nello specifico vi dico che essendo allergica a moltissimi farmaci non sempre posso curarmi e non posso fare vaccini: e questo indipendentemente dal fatto che dipenda da un ente pubblico o da uno privato. un altro consiglio ai nostri politici: L'Italia ha bisogno di essere risanata? cominciamo dal Parlamento dove invece di tutta questa inutile schiera di deputati e senatori, portaborse e quant'altro vi venga in mente ne mettessero uno per regione, con una paga di massimo 10.000 euro mensili con i quali dovrannno dimostrare di essere stati presenti in aula e di aver partecipato a tutte le sedute della camera di del senato, di non fare contemporaneamente altri lavori, di pagare se usano aereo, treno, taxi o altro, ristorante e scorta compresa, e di non aver diritto alla pensione da deputato o senatore se non hanno maturato 40 anni di effettivo servizio! Sono anche loro dei dipendenti pubblici, ma forse non lo sanno? E' lì lo spreco d'Italia! Partiamo da lì e dai veri fannulloni che stanno anche nel privato e non vengono licenziati. e finiamola di dire corbellerie perchè in Italia ormai ci stiamo bevendo quel po' di cervello che ci resta!! Immagino di leggere già le repliche sui fannulloni della scuola, ma posso dirvi che se noi


Ora fai un po tu io ho gia scelto, mia figlia maggiore sta già studiando (infermieristica) preferisco che faccia la statale con molti vantaggi, che la piccola imprenditrice, rischi del suo, si senta dire che è una ladra e senza nessuna tutela .............


Cara Rita,sempre io fannullona (oggi sono in ferie, voglio precisarlo) il mio stipendio non arriva ai 1.300 € mensili, cui vanno sottratti mutuo I casa e prestito, ma non ho mai detto che faccio la fame, chiedo solo di continuare a percepirli (lavorando, è ovvio). Poi ti ricordo che tu almeno, puoi scegliere se evadere o essere onesta, io, invece, le tasse le pago alla base e quindi...Quanto ai servizi che danno oggi le aziende pubbliche e di cui tu giustamente lamenti l'esiguità e l'intempestività, ti faccio notare che questo governo tende ad eliminarli (vedi Assegno sociale) e non è lontano il tempo in cui decideranno di adottare il sistema sanitario americano e allora se pagherai sarai curato altrimenti potrai morire sul primo marciapiede che capita tra l'indifferenza più totale. Quanto ai presunti privilegi (vedi aspettativa senza assegni!) lottiamo perché diventino diritti per tutti (pubblici e privati) il fatto che neanch'io domani possa usufruirne non migliorerà certo la tua situazione o quella dei tuoi figli. Riguardo ai pensionamenti preciso che, non è che dieci anni fa non facessimo nulla, ma è che negli anni le nostre competenze sono aumentate (ovvero adempimenti che prima erano dei Ministeri sono passati a noi) aumentando il carico di lavoro ma i dipendenti, invece, sono diminuiti. Ma, ripeto, non sbraniamoci tra di noi, invece lottiamo ripeto lottiamo per tutelare diritti che vanno estesi a tutti i lavoratori!


O ma i medici nel dubbio certificano sempre.......... Porca trota, io sono allergica a tantissime cose (per banale anche al ferro) ma vado avanti a cortisone (facendomi la ricetta dal mio medico e pagando, perchè quello della mutua inizia alle 09.30 e finisce a mezzogiorno e io non riesco a usufruire).... Mi spieghi perche le dipendenti (per fare un esempio banale sulla maternità)siano sempre a rischio aborto, quindi a casa tutte dal 2* mese, mentre le artigiane hanno una salute di ferro (sulla carta risulta così, a nove mesi mi hanno ricoverata perchè rischiavo di perdere la nambina, ma fino ad allora ho dovuto correre), le tutele dovrebbero esserci per tutte giustamente, ma fino ad ora sono stati avvantaggiati moltissimo i dipendenti pubblici, infatti se c'è un concorso pubblico si presentano in sdiecimila per dieci posti, nel privato non mi sembra proprio, e da molti anni ormai sono più le ditte che chiudono che quelle che aprono tirate voi un po i calcoli, se io guadagno così facilmente, ma ti sembra che chiudo ?


Poveri Statali, lavorano e hanno problemi solo loro, poi vai in un ufficio pubblico e si muovono a rallentatore e se urli abbastanza forte abbassano la Gazzetta dello Sport... scusate ma di Fannulloni negli uffici pubblici ne vendo troppi ogni giorno, anzi vedere un Statale che lavora sarebbe una gran cosa... beati loro noi che lavoriamo presso privati ci facciamo il culo con la metà delle loro tutele!!!! E il 90% ha vinto il concorso perché raccomandata da Zio Prete, chi lavora sono i Precari coloro che dopo il blocco assunzioni vengono vergognosamente affittati alle aziende pubbliche da cooperative e privati per due soldi! Basta Fannulloni che vivono da parassiti sul lavoro altrui! Se non ci fossero i Precari per i dipendenti pubblici non ci sarebbe più nessun servizio, sono solo raccomandati e fannulloni trovatene uno che lavora che non vada in malattia per giorni e giorni, che non usi fino all'ultima ora di permesso e di ferie! Questo è lo scandalo dovrebbero darci un servizio e per questo sono pagati da noi tutti non solo per riscaldare una sedia e leggere il giornale!!! O abbandonare il posto di lavoro per fare la spesa o per farsi gli affari propri come andare dalla parrucchiera! Un po' di razionalità e realismo non gusterebbe all'Italia perché dovrei matenere chi non fa nulla e non da nulla in cambio alla società???
http://www.pensierolibero.eu/tgeu


Salve a tutti, sono la figlia di una "fannullona" dipendente comunale. Sinceramente la politica mi fa sempre più schifo, nonostante i miei 20 anni. Mi rivolgo al ministro Brunetta, che ha dato vita a questo dibattito, con alcune domande: ma lei la mattina quando va al lavoro timbra il tesserino? C'è qualcuno che controlla se fa il proprio dovere? Lo stipendio (e che stipendio!!!) se lo guadagna? o prende 20.000 euro al mese x farsi vedere si e no 4/5 volte sul luogo di "lavoro"? Prima di parlare degli altri, vi converrebbe, miei cari ministri, farvi un esame di coscienza!!! Non fate niente da mattina a sera ma godete di mille provilegi: a cominciare dal pasto al ristorante ke avete nel luogo di lavoro, un pasto del valore di 90 euro ke pagate 9 euro, alberghi, benzina, taxi, auto, viaggi, cinema, scorta (e chi piu ne ha piu ne metta)tutto gratis! Vorrei invitarla a visitare il municipio dove lavora mia madre, in un paesino del sud: lavori di ristrutturazione fermi da più di un anno per mancanza di fondi, un bagno fatiscente, pavimentazione rotta, muri a pezzi, porte che reggono a stento, computer degli anni 80; scrivanie del '70; sedie ergonomiche che non le dico (e che cosa sono?); MANCANZA DI ACQUA da bere (ci resti lei sei ore senza bere con questo caldo; per bere bisogna aspettare qualche pio cittadino che faccia la cortesia di andare a comprare l'acqua, senno si rischia il licenziamento!); topi che passeggiano; assenza di condizionatori e/o stufe; assenza delle condizioni igieniche minime, ecc ecc... Per non parlare dello stipendio... Perciò caro ministro prima di aprire bocca esca un po' da casa. Quest'anno invece di godersi un mese di ferie sulla barca di famiglia,faccia visita ai fannulloni. Ah, porti con sè una bottiglia d'acqua, nel caso le venisse sete. Saluti


Vedi cara adesso sei riuscita a farmi arrabbiare, 1300 euro sono il netto per 14 mensilità fa 18.200,00 che al lordo è esattamente quanto dichiaro io, ma tu mi dici che io POSSO SCEGLIERE SE FARE NERO O NO, e da qui vedi si nota che come artigiana mi hai già messa tra quelli che evadono (cosa impossibile perchè lavoro solo con ditte) e quindi TU spari nel mucchio, ma ti offendi se fanno lo stesso con te............ Poi non condividendo la teoria e la pratica di questo governo ti posso dire che per problemi personali (soffro di insonnia) leggo tantissimo, e su un paio di libri (la caste e meritocrazia due tra quelli di cui ricordo il nome)mi sono capitate sotto gli occhi delle proporzioni una tra le quali è la seguente : Germania 1,2 lavoratori pubblici su 10 Spagna 1,5 lavoratori pubblici su 10 Francia 2,qualcosa lavoratori pubblici su 10 Italia 4, qualcosa lavoratori pubblici su 10 Ora o sono dei geni nelle altre nazioni o ci sono troppi dipendenti pubblici in Italia, tieni presente che i dipendenti pubblici vengono pagati con le tasse, ma i prodotti sono globalizzati, si combatte con tutti questi stati e se io ho costi maggiori dimmi tu come combatto...... Gli assegni sociali.....sono contraria e ti spiego il perchè, al mio paese lo prendono in una decina, e quelli veramente hanno lavorato a nero senza dichiarare nulla, con piccoli lavori di pulizia e quant'altro e prendono circa 500 euro, mia mamma dopo una vita da contadina con i versamenti prende 420 euro. E il fatto che tu non abbia nessun diritto come me va male, ma almeno non lo dobbiamo pagare tramite le tasse............




Il ministro Brunetta ha mnostrato oggi i dati: -37% di assenze. Oh sarà un caso, forse tutti i disabili si sentono bene, forse nessuno va + in vacanza xchè non ha soldi, ad ogni modo meno assenteismo, malgrado la P.A. fosse già piena di stakanovisti... MIRACOLO!


PERCHÉ RIZZO E STELLA NON SCRIVONO UN LIBRO SUI FANNULLONI???


Professione: Collaboratore tecnico professionale (in PA) Età:34 Sesso: femminile Titolo di studio: laurea Anno di assunzione: 2006 Anni di precariato prima del concorso: 10 (8 1/2 Co.Co.Co. 1 e 1/2 di tempo determinato) Raccomandazioni: nessuna Stipendio: 1280 euro mensili netti in busta Orario di lavoro: dalle 8 a quando serve Sveglia alle:6.15 Distanza luogo di lavoro: 36 km (ma andiamo in 3 colleghe con una macchina sola a turno per risparmiare sulla benzina e sulle emissioni nocive) Automobile: utilitaria Mutuo: si Mole di lavoro: considerevole Soddisfazione sul lavoro: molta Giorni di malattia fatti fino ad ora: 6, non continuativi Colleghi fannulloni: 1 Domande: ma non sarebbe più semplice che i dirigenti aumentino i controlli sui propri dipendenti? Perchè mio marito, che lavora per una ditta privata, non deve presentare il certificato medico se si ammala? baci e....Brunetta può dire ciò che vuole, l'importante è non ascoltarlo


Per quelli che si lamentano generalizzando volevo svelare tre grandi verità: Non tutti i dipendenti pubblici sono fannulloni Non tutti i lavoratori privati faticano come bestie da soma Non tutti gli artigiani e/o liberi professionisti sono evasori


@ Rita: bhè adesso sei tu che hai fatto arrabbiare me! Dici di avere anche tu varie problematiche personali e lavorative? ok, lo capisco....ma allora perchè non ti batti anche tu per avere i TUOI diritti???? no, a te interessa solo che qualche altro lavoratore perda i suoi, così ti sentirai, chissà, meno sola nella sventura???? Ma svegliati!!! Non capisci che lo fanno apposta a metterci contro gli uni rispetto agli altri??? Tutti i lavoratori dovrebbero avere gli stessi diritti, ma dobbiamo andare al rialzo e non al ribasso!!! nel senso che se gli statali hanno qualche diritto riconosciuto in più, dobbiamo chiederlo per tutti e non chiedere che venga tolto a loro!!! tra l'altro per tutti quelli che dicono che c'è la fila ai concorsi: certo, molta gente è disoccupata e cerca lavoro: non sembra logico anche a voi? Sveglitevi: basta sbranarci tra poveri diavoli nella stessa barca!!!


Cara Nina, ma io sarei più che daccordo di chiedere maggiori tutele per artigiani e quant'altro, MA A CHI ????????? Fino a prova contraria sono industria, artigianato, commercianti e liberi professionisti che con le loro tasse (in quanto fanno prodotti e quindi soldi veri e non figurativi) pagano i servizi e disservizi dell'Italia............... e tieni presente che adesso grazie alla globalizzazione TUTTI VENIAMO MESSI IN COMPETIZIONE con paesi dove i diritti sono un sogno, ma grazie a questo i loro prodotti non costano niente in confronto ai nostri (su un libro ho letto che si importa povertà e si esporta ricchezza ogni volta che compri un materiale da paesi esteri) E no non mi sentirei meglio a togliere tutele a tutti gli altri, ma mi scoccia parecchio che io venga additata sempre come evasore (purtroppo lavoro solo con ditte e non posso farlo) e devo tacere perchè "dicono" che ci sia un evasione di circa il 25% (vorrei proprio sapere dove beccano i dati, e se in mezzo ci mettono anche gli errori, gli artigiani come me di solito firmano le dichiarazioni e si fidano dei commercialisti, che si fanno e che ti fanno pagare a peso d'oro), ora dopo la legge di Brunetta nella mia regione c'è stato un calo di assenze del 40% (questo non è evasione??) è un miracolo tutti piu sani................prova a vedere i dati sulle malattie degli artigiani............. Ho scritto le mie problematiche, non per farmi compatire, ma per spiegare anche se non così bene come la cara amica che ha scritto lettera di una fannullona che tutti abbiamo le stesse problematiche, ma non tutti hanno i stessi privilegi........... Il commento piu vero è il nr. 70


chiedere più protezione e diritti a chi? ma allo stato di cui tu fai parte e i cui servizi e disservizi vengono pagati da TUTTI i contribuenti e non solo da certe categorie ( fa comodo dire che solo la categoria a cui si appartiene tiene in piedi la baracca). Riguardo ai dati sull'assenteismo riporto uno stralcio da un comunicato sindacale: "Solo chi è accecato da un furore ideologico può non accorgersi che persino il Ministero non può oscurare del tutto la verità. Infatti a pag. 17 si può leggere che "il confronto con i dati del Conto Annuale non è del tutto corretto" poiché i dati della Ragioneria Generale fanno riferimento al totale delle assenze retribuite e non alle sole assenze per malattia, ma il rapporto nasconde accuratamente che i risultati presentati si basano proprio su questa sostanziale differenza. Comparare dati non omogenei è statisticamente scorretto, trarne valutazioni politiche lo è ancor di più, ma ci consola il fatto che l'indagine ci da ragione." Poi, non vuoi che gli altri generalizzino su di te dicendo che tutti gli artigiani sono evasori, ma tu generalizzi su gli altri dicendo che tutti gli altri, appunto, dicono che tutti gli artigiani sono evasori...io per esempio non lo penso. Infine chiudo non con la polemica, ma con una constatazione: se ci ritriviamo qui a discutere di tutto ciò è perchè ci manca la cultura della meritocrazia, perchè se ci fossero pirvilegi acquisiti meritocraticamente sul lavoro, tanto pubblico quanto privato, forse i fannulloni dall'una e dall'altra parte non ci sarebbero o sarebbero meno e cmq avrebberò quello che si meritano.Cominciamo con lo scandalizzarci, ad esempio, dei amministratori delle aziende pubbliche che con cattiva gestione le portano sull'orlo del fallimento e poi vengono ricompensati con buone uscite milionarie!!!!O da quelli delle grandi indistrie private che ricattano lo stato per avere favori minacciando altrimenti la chiusura(causta dalla loro cattiva gestione!!!) che porter


ebbe sulla strada migliaia di lavoratori.....insomma il concetto è: ma perchè mi devo fare il culo se tanto i miei sforzi non vengono premiati? E allora perchè runetta non mette incentivi anzichè privare i lavoratori dei propi diritti? perchè sa che raggiunge il suo scopo e si tira dietro anche il favore di parte dell'opinione pubblica...ahimè!


Troppo comodo dire che tutti contribuiscono con i contributi e far finta di non capire....... esempio facile, la sanità ha delle persone che ci lavorano dentro, queste vengono pagate con i soldi dei contribuenti, naturalmente pagano le tasse, ma sono sempre soldi che vengono prelevati dagli attivi............... secondo NON volevo che tu andassi a vedere le malattie del pubblico impiego, ma degli artigiani, non ti sembra un po sbilanciata ???? e sai perchè è così sbilanciata ???? In quanto all'evasione se ti leggi i commenti precedenti sono imbufalita proprio perchè la signora che ha scritto la lettera si rifiutava di prendersi la dicitura di fannullona o assenteista,in quanto non voleva essere messa nel mucchio, ma nella risposta in automatico mi da dell'evasore........... Al punto in cui dici che ognuno dovrebbe essere premiato per ciò che fa, teoricamente andrebbe bene, ma sono circa 50 anni che non viene fatto, ed è difficile che 50 milioni di Italiani dal oggi al domani si sveglino e cambino abitudini........


Altre piccole considerazioni sparse, siamo in deficit nero per vari motivi : 1)Non c'è più una cultura del lavoro (non ci sono ne bravi padroni, ne bravi operai, tranne rare eccezzioni, ognuno tende ad avere il massimo profitto con il minimo sforzo) 2)Da decenni ormai le ditte navigano bene se sono indebitate (pagano meno tasse, ma al primo sintomo di crisi falliscono) 3) In Italia ci sono troppi statali, forse pagati poco, ma molti di questi sono messi in posti in cui non sanno nemmeno che fare ... 4) Fino ad adesso sono sempre andati più avanti i "furbi", non gli onesti.........la seconda categoria di solito quando fa qualcosa viene pestata dalla prima che conosce tutti i trucchi. 5)L'Italia NON ha risorse (petrolio, carbone,uranio ecc.ecc.) o se ci sono (le miniere del Sulcis per esempio costano umanamente piu sfruttarle che lasciare li la roba). 6)Compriamo roba fatta in Cina, Romania ecc.ecc. così si chiude quello che abbiamo quì (nessun problema dirai, se non fosse che il maestro che ha 40 anni di esperienza e non la tramanda a nessuno...... se dovessimo riniziare sarebbe molto dura, in qualsiasi ramo) 7)Abbiamo uno scenario magnifico (passiamo dalle montagne al mare in pochi Km con una cultura millenaria), ma siamo un paese di maleducati, prepotenti e scansafatiche...(un esempio abito in un piccolo paesino vicino ci sono terme, pieve millenaria e scavi romani, bene quest'estate 4 ragazzotti seduti fuori dal bar in piazza facevano apposta a dire al turista che si fermava la direzione contraria dove doveva andare, senza che gestore o cameriera dicessero niente..........)segnaletica divelta da mesi appena viene messa la tolgono. 8) Ogni categoria litiga una contro l'altra, bloccando il tutto si va avanti solo per emergenze (vedasi svincolo di Mestre o 3 corsia sulla A 24, viene detto che si fara dopo un incidente con 7 morti, ma intanto fanno la commissione con 23 membri, quanto costa la commissione????)


Ora per tirare le somme in Italia c'è un mondo variegato, siamo arrivati quasi a una rivoluzione iniziano a lamentarsi quelli che lavorano e sono senza protezione e sono più numerosi di quelli che vivono sulle spalle degli altri o hanno vissuto di rendita, vai a dire tu a un co.co.co. che la signora della lettera sta peggio di lui............... In secondo per dare più protezioni a tutti ci vogliono più soldi, dove si prendono ??? Se mi dici sull'evasione mi metto a ridere, se mi dici che va tagliato mi metto a singhiozzare dal ridere (infatti verrà tagliato per esempio la scuola e non la politica, che è in assoluto il buco più grande che c'è in Italia pari a 3 finanziarie). Altro piccolo punto, con la globalizzazione siamo in competizione con tutto il mondo, io ad esempio se faccio una scarpa, e tento di venderla speri che ci riesca se in Cina la fanno ad un 10 del prezzo (non hanno diritti umani ne sociali, regole contro l'inquinamento non sanno nemmeno cos'è), puoi sempre dire che dobbiamo innovare, ma sta tranquillo che dopo 15 gg ti hanno copiato. Tieni presente che il 90% delle leggi che ci sono in Italia NON sono dettate dal buonsenso per garantire l'incolumità degli operai o della gente, ma solo e sempre per far cassa.......... Altro piccolo capolavoro italiano, nella mia regione (FVG)una decina di anni fa avevano aperto uno sportello che informava e aiutava (e nei primi anni concedeva pure contributi)alle ditte che volevano costruire all'estero, ora una ditta che è rimasta in Italia, ha pagato i contributi, deve rispettare certe norme si trova in concorrenza con la ditta simile alla sua, ma che si trova all'estero, paga meno gli operai, non rispetta le regole, ed è stata pure aiutata ad aprire, ora cosa fai ammazzi i politici di allora o chiudi baracca e burattini (con buona pace degli operai che si trovano su una strada e quindi purtroppo diventano un peso che attinge, cassaintegrazione, prepensionamento ecc.ecc. invece di essere un tessuto viv


vo). Triangolo della sedia da gennaio ad ora hanno chiuso 37 ditte ditte con migliaia di posti persi (ci hanno fatto fuori la Slovenia e la Romania con il sistema descritto prima) NON ho visto nessun articolo su telegiornali e giornali, ma in compenso c'è la telenovela dell'Alitalia............ Premesso che mi dispiace se perdono il posto quelli dell'Alitalia, ma lo vai a spiegare tu a quelli di PN che devono pagare più tasse per mantenere i diritti che avevano acquisito gli altri......(notare che forse gli operai dell'Alitalia con furti e truffe hanno un po contribuito al fallimento della ditta, mentre quelli di PN si sono trovati una tegola sulla testa per colpa di malaamministrazione)


Non so, sono d'accordo su alcuni dei tuoi argomenti, ma su altri vedo molto pregiudizio. Ad esempio so che è vero che gli statali sono pagati con soldi pubblici e su essi pagano a loro volta le tasse.....tuttavia, forse in minor numero, ma gli statali servono: sennò chi insegna a scuola, chi ti cura in ospedale, chi ti fa i documenti, ecc. Per cui non sembra giusto definirli "non attivi". Non dimentichiamoci che, per quanto acqua facciano il nostro sistema sanitario o l'istruzione pubblica....comunque li abbiamo e sono alla portata di tutti. Nella tanto santificata america se non puoi pagarti l'assicurazione puoi schiattare per strada e inoltre per pagarti gli studi devi farti il mutuo perchè le università sono elitarie!!!! Riguardo all'evasione....bhè non lo dico io: sono dati ufficiali della guardia di finanza più che eloquenti! Infine....io sono proprio un co.co.co. e si, la signora sta forse meglio di me ma non credo che per questo debba rassegnarsi ad essere buttata nel mucchio dei fannulloni se non lo è. Tutto qui. Credo che in fondo abbiamo molti ideali in comune, ma secondo me, se mi permetti, tu ti adiri verso la parte sbagliata. Chissà...cmq ripeto, in fondo la pensiamo allo stesso modo su molti punti e questo è un passo avanti.


Scusa se mi sono spiegata male, nel senso che lo so che la scuola o la sanità ci vogliono (e meno male che ci sono, purtroppo acnch'io ne usufruisco come tutti), ma è una spesa "negativa", anche se chi ci lavora paga le tasse, ed inoltre ci sono sprechi e mancanze assurde......... Riguardo all'evasione ti racconto un piccolo particolare, quando mia figlia ha iniziato a lavorare partime io sono stata contentissima, come al solito mi sono fatta fare le dichiarazioni dal commercialista, quello non mi ha chiesto niente e ha continuato a metterla a mio carico................ morale ha tolto 123 euro di mantenimento, dalle agenzie delle entrate per errata compilazione modello dichiarazioni e quant'altro mi hanno notificato 1500 euro di multa,premetto che come multa mi sembra esagerata, premetto che non è colpa mia (lo ammetto sono ignorante la mia dichiarazione la firmo ma non la so fare), ma tralasciando il tutto va anche questo nel conto dell'evasione ???? Anche i dati sull' rendimento e sull'assenteismo sono ufficiali, e un meno 40% di assenze nella mia regione non mi sembra poco, per me anche questa è evasione, se io pago uno per fare una cosa e questo sta a casa senza una malattia vera, io cmq devo pagarne un altro perchè svolga il suo lavoro o togliere il servizio e non mi sembra giusto............


Poi aggiungo altre due cose, forse tre, per pura curiosità sei andato a vedere le malattie degli artigiani ? Altro piccolo punto tu sei co.co.co. e ad occhio e croce mi sembra che se manca il lavoro tu avrai tantissime "garanzie", ma tu mangi e vivi come uno statale oppure quando non lavori ti metti in standbye (vedi stanno innescando una guerra tra lavoratori, va a finire che ci dividono in caste come in India) Terzo ed ultimo punto ormai il debito lo abbiamo, come detto prima non abbiamo ne bravi padroni ne bravi operai, c'è una crisi nera (tra le altre cose abbiamo poca natalità), ma il conto ci rimane da pagare, ora anche se so che diro una bojata, e mi sembra che tutti quelli che hanno frodato,rubato o sbagliato difficilmente pagheranno, mi sembra che sarebbe giusto DARE A TUTTI GLI STESSI DIRITTI E DOVERI............. E se purtroppo per ristrettezze non si riesce, si deve tagliare a chi ha tanto per dare a chi ha poco o nulla............ Per dirla in poche parole, che tu sia statale, metalmeccanico, co.co.co., o che ne so devi avere la paga uguale e uguale diritti, e se provvedi ai lavoratori alitalia devi provvedere anche a tutti gli altri, oppure a nessuno ma in questo caso devi diminuire i debiti.........................


1) scusa, ma per mia ignoranza non saprei dove cercare i dati sulle malattie degli artigiani, cmq su quelle degli statali ho già riportato uno stralcio da un comunicato sindacale che mette in evidenza come quel -40% si ricavi dal confronto fra le assenze per malattie dell'ultimo mese e quelle TOTALI dello stesso mese dell'anno scorso!!! (non ti sembra un trucchetto creato ad hoc?) 2)Mi spiace, ma continuo a non essere d'accordo sulla spesa negativa...cerco di spiegarmi meglio. Se, ad esempio, la scuola non fosse statale, ma privata, gli insegnanti non sarebbero pagati dallo stato ma dal singolo istituto educatico...il quale incassa i soldi dalle famiglie degli studenti. Certo che anche ora le famiglie degli studenti pagano l'istruzione dei propri figli con le tasse...ma hai idea di quanto in più ti verrebbe a costare mandare i tuoi figli a scuola se l'istituto fosse privato????? (ripeto l'esempio dell'america)..insomma io credo che comunque ci convenga questa spesa "negativa" dello stipendio agli insegnanti, fidati. 3) riguardo all'evasione, non la prendere sul personale....non è che io ti voglio dare dell'evasore a tutti i costi. ti dirò anche i miei 2 anni fa hanno avuto una multa dal fisco per i tuoi stessi motivi su per giù....so che a volte si sbaglia non per "dolo" con le dichiarazioni dei redditi (nemmeno io mi faccio la mia"). Ma se cerco nella cerchia dei miei conoscenti, per loro stessa ammisione l'evasione è fatta......e si tratta di persona con "ampio" margine di evasione, non i tuoi 123 euro o quelli dei miei genitori. Inoltre credo che, a cercarli col lanternino, conosco si e no 3 persone che pagano il canone rai....salvo poi lamentarsi della troppa pubblicità e dei compensi esosi ai vari presentatori ecc. Allora: primo, se uno non paga il canone, che cavolo si lamenta?al massimo mi lamento io che lo pago, secondo poi....ma come pensano che la rai possa reggere la concorrenza??? (era solo un esempio eh... 3) secondo me, ripeto, dovresti indiri


zzare meglio la tua, giusta, indignazione


non li trovi i dati sulle malattie degli artigiani, semplicemente non esistono, quello delle malattie degli statali posso tranquillamente dirti che non saranno esatte, ma molti lo facevano e quest'anno non l'hanno fatto, sarà un caso ma molti li conosco personalmente...................... Non voglio che certi settori siano privati, nel senso scuola, ospedali e certi settori NON sono e NON devono essere privati, il concetto però è che NON producono e NON devono produrre reddito (Benessere per tutti si però, senza persone imbucate o che non fanno il loro lavoro e senza sprechi, cosa che addesso non sta avvenendo) Vediamo se mi spiego meglio, gli italiani stanno invecchiando, metti che ci sia adesso un milione di sessantenni e che si spenda 1 milione ad assisterli fai conto con 1000 infermieri, se tra 40/50 anni i sessantenni dovessero incrementarsi a 10 milioni (come quasi tutte le stime dicono)e volessimo mantenere lo stesso rapporto dovremmo spendere 10 milioni con 10000 infermieri, posto che gli infermieri pagano le tasse, comunque tutta la sanità pesa sui contribuenti...........se il reddito, i contributi pagati (tieni presente che i contributi per i poveri disgraziati di giovani calano per non farli morire di fame), e la popolazione non cresce, chi paga ?????.............. 3) La mia domanda non era se erano conteggiati i 123 euro come evasione, sicuramente avranno conteggiato i 1500 e questo NON è taroccare le statistiche ????? 4)Rai, lasciamo perdere in blocco, il canone lo pago, ma va a finire che butto la tv dalla finestra, i migliori pezzi li fanno ad orari e giorni improbabili (report, quark,anno zero ecc.ecc, se io come tutti penso mi devo alzare alle 6 non puoi iniziare una trasmissione alle 21.30 e infarcirla di pubblicità (la rai secondo me non essendo commerciale non dovrebbe avere pubblicità)altra cosa i tg sono uno la fotocopia dell'altro, per il resto sport, film o telefilm non lo so perchè non me ne frega niente........


Con chi mi indigno ????????? Dimmelo gentilmente tu, faccio un esempio metti che dica che i ns. governanti hanno sbagliato metti dal 80 in poi, pensi che chi è stato al governo, agli enti preposti, o chi ha fatto il lavativo renda un solo centesimo ???? Stesso discorso per industiali, artigiani, operai e quant'altro, esempio semplice pensi che le migliaia di risparmiatori della Parmalat vedano un centesimo ????? Tra le altre cose penso che Tanzi abbia un santo in paradiso, a me beccano una dichiarazione sbagliata di 123 euro, a lui di milioni di euro nessuno si è accorto di niente............ Ora come dicevo prima siamo messi abbastanza maluccio, posto che tutti dobbiamo vivere dignitosamente, ma neanche voglio ipotecare il futuro dei giovani per pagare un assistenza a me, come facciamo ???? P.S. Tieni presente che le categorie rappresentate sono come esempio, ma penso stiano meglio di me..........infatti mia figlia che lavora partime stà facendo l'università nel ramo infermieristico.............


senti...chiudo qui la faccenda perchè altrimenti andiamo avanti all'infinito. Aggiungo solo che secondo me ripeto hai ragione su molti punti, solo che spari anche tu nel mucchio...mi dispiace ma sembra che pensi solo agli oneri destinati a te e alla tua categoria rifiutando ciecamente di almeno cercare di capire gli altri e valutare che non c'è il tutto rose e fiori. Premesso che penso, mi pare di aver capito che sia io che te siamo due persone oneste che credono in certi ideali, vedi secondo me lo sbaglio...questa cosa dell'indignazione consiste nel fatto che siamo qui io e te a sprecare tempo ed energia e a ribattere una all'altra, quando siamo esattamente nella stessa barca. Chiusa la storia. Ciao Rita e buona fortuna, di cuore!


Buona fortuna anche a te................ P.s. Nina è il sopranome di mio marito, strana coincidenza........




BRUNETTA PERCHE NON VAI A INDAGARE SU COME SI LAVORA ALL AMBASCIATA ITALIANA A LIMA PERU' CHE APRE DALLE 9 : 00 - ALLE 11 : 00 AM LAVORANO SOLO 2 ORE AL GIORNO DAL LUNEDI AL VENERDI E SONO TUTTI MERIDIONALI PERCHE NON INDAGA SU DOVE HANNO FATTO IL MILITARE I POLITICI COSI VEDIAMO CHI FA IL MINISTRO SEZA SAPERE COME FUNZIONANO LE ARMI E PERCHE NON INDAGA UN PO SULLA LEGA NORD CHE DICE DA SEMPRE ROMA LADRONA E POI E DA ROMA CHE PRENDE I SOLDI PERCHE E FACILE LICENZIARE I POVERI OPERAI MENTRE I PRESIDENTI CHE SONO SEMPRE IN GIRO E MAI ALLA LORO POLTRONA SEDUTI O I COMPAGNIA DELLA CARFAGNA SON DIFFICILI DA LICENZIARE E LA CARFAGNA MINISTRO PARI OPPORTUNITA IN UN PAESE DOVE LE DONNE LAVORANO N TUTTI I POSTI A TUTTE LE ETA C E UN MAREA DI UOMINI CHE SON DISOCCUPATI CHE COSA SERVE UN MINISTRO DEL GENERE DI PARI OPPORTUNITA? E BRUNETTA BRUNETTA SEI FORTUNATO FINO A QUANDO DIO NON TI CHIAMA TE LO DICO IO E PENSARE CHE PER LAVORARE NEI POSTI PUBBLICI BISOGNA ESSERE ALT 1.65 MT SENZA SCARPE CHISSA DA CHI E STATO RACCOMANDATO IL MINISTRO BRUNETTA PER LAVORAE E IL BELLO NESSUN GIORNALISTA NE PARLA BRUNETTA PROVI A LICENZIARE QUALCHE MERIDIONALE COSI VEDIAMO QUANTE ORE VIVE INVECE DI GIRARE SU AUTO BLU BLINDATE E MANGIARE CAVIALE CHE TANTO NON CRESCE PIU e vai un po dentro al ministero delle finanze che c e un mercatino dove non fanno gli scontrini vai a licenziarli e gira un po per roma e controlla quelli che vendono abusivamente le castagne senza licenza e prova un po a multarli brunetta che vai a lavorare in fabbrica o a vendere le castagne fannullone e prova a licenziare qualche questore o generale o prefetto che sono tutti imboscati


AMICI .MA E' MAI POSSIBILE CHE OGNI RIFORMA IN QUALSIASI SETTORE E' SOLO A DISCAPITO DELLA GENTE ONESTA E CHE LAVORA?VIVIAMO IN UN PAESE LIBERO SIAMO IN CONDIZIONI DI RAGIONARE DI ESPRIMERCI EPPURE SIAMO MANIPOLATI SEMPRE DALLE STESSE PERSONE .E SUBIAMO SEMPRE OGNI LORO DECISIONE .LORO SONO STATI E SONO BRAVI A MATTERCI CLASSI CONTRO CLASSI A DIVIDERCI A FARCI VEDERE IL PROBLEMA DIFRONTE A NOI QUANDO I VERI PROBLEMI LI CREANO LORO E SONO LORO.MA COSA ASPETTIAMO A FARCI SENTIRE TUTTI UNITI?IL PENSIERO E' :O IN ITALIA SONO TUTTI PENSIONATI CON LE SPALLE AL SICURO O TUTTI RIKKI.SONO ANNI CHE NON RIESCO A DARMI UNA SPIEGAZIONE.


CARISSIMA "FANNULLONA" HO LETTO LA TUA LETTERA E VOGLIO ESPRIMERTI LA MIA SOLIDARIETA'.... ANCH'IO SONO COME TE UNA DIPENDENTE PUBBLICA E COME TE NON PERCEPISCO LO STIPENDIO DEI MINISTRI.... POSSO DIRE ... VA BENE IL CONTROLLO MEDICO SE UNO SI METTE IN MALATTIA MA TOGLIERE I SOLDI DALLO STIPENDIO QUANDO UNA PERSONA PERCEPISCE 1.000 EURO AL MESE DA BEN PIU' DI VENT'ANNI DI SERVIZIO E SEMPRE ALLO STESSO LIVELLO.... NON CREDO SIA GIUSTO.... E POI NON FACCIAMO DI TUTTA L'ERBA UN FASCIO... VORREI VEDERE SE VERAMENTE I CARI MINISTRI; QUANDO SONO SEDUTI SULLO LORO POLTRONE CALDE STANNO A CASA PERCHE' MALATI GLI VIENE DECURTATO LO STIPENDIO E GLI ARRIVA IL CONTROLLO... NON CREDO PROPRIO..... CON SOLIDARIETA' UN DIPENDENTE PUBBLICA DEL NORD....







commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti