Commenti

commenti su voglioscendere

post: Famiglia Censoria

Ora d'aria l'Unità, 20 agosto 2008 I giornali seri non sposano nessun partito, o movimento, o governo, o leader. Hanno una propria linea editoriale , in base alla quale leggono e giudicano l’attualità, plaudendo a chi è più vicino e criticando chi è più lontano. Famiglia Cristiana è un giornale cattolico serio, diretto da un sacerdote serio come don Antonio Sciortino che ne rappresenta la linea editoriale insieme agli editorialisti, a cominciare da Beppe Del Colle , giornalista di lungo corso e di specchiata onestà, morale e intellettuale. Sulle questioni di fede è allineata al magistero della Chiesa. Sulle scelte politiche risponde al cervello e alla coscienza dei suoi editori ( la Compagnia di San Paolo ) e giornalisti. Ha criticato il governo Prodi sui Dico , ora ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


gridare vergogna non serve più a niente, adesso bisogna agire.


@Riccardo #101 Cerchiamo di capirci, a che titolo tu puoi dirmi cosa devo o cosa non devo scrivere su questo meraviglioso blog? Poi al bagaglino non credo che accetterebbero le mie battute, comunque perchè non gli fai spedire il curriculum di tua madre, se proprio ci tieni tanto... ok? E poi scusa, ma la mia battuta, anche se era di bassissimo livello, ti ha fatto proprio pensare "cioé la mediocrità di personaggi e nullità elevati a rango di ministro, ufficio ormai relegato a protesi del premier"... quindi missione compiuta! Per finire, la tua teoria che certi argomenti vanno presi "solo" seriamente mi sembra alquanto strampalata, e perchè mai?... evidentemente sai qualcosa che io non so. Illuminami, se ti va. La pompiMara!!!! a me mi fa ridere un casino :)


Ok essere preso per il culo da Carnevale, ok essere spiato da Contrada, Ok essere attaccato in vita da un giovane democristiano di nome Cuffaro, passi il saltare per aria... ma da morti essere paragonati al Berlusca (peraltro da lui stesso) è decisamente troppo. Povere FALCONE


Il Vaticano ha criticato Famiglia Cristiana e puntualizzato che quel periodico non è la voce del Vaticano. Il Vaticano ringrazia Berluscao ed il suo governo per aver fatta una legge che protegge il clero dai reati di pedofilia e per aver ingrassato ancora più le casse con esenzioni da tasse e bonifici aggiunti come se non bastava già il prelievo dell'8 per mille (obbligatorio anche per chi non è cattolico) a suo favore. La gente non arriva a fine mese ed il Vaticano pensa alle proprie casse si restaurano chiese e beni immobili del vaticano a spese dell'utente e si regalano denari a iosa in qualsiasi modo possibile. Il vaticano parla di spirito e di Gesù poverello ma si preoccupa delle proprie tasche. Ora si distanzia dal periodico che anche i bambini sanno attiguo alla chiesa solo perchè ha detto la verità sull'attuale governo. Un messaggio al vaticano lo voglio proprio mandare: Se è vero che voi tutti del vaticano andrete in paradiso dopo questa vita perchè credete di fare il volere di Dio, semmai lo stesso Padreterno veramente la pensasse come voi, se LUI vi chiama in Paradiso quando sarà il mio turno chiederò di andare all'inferno perchè proprio non potrei sopportarvi anche lì e per l'eternità pure. Notteeeeee!!!!!


Qualche giorno fa ho ricevuto una email da un amico che non leggevo da tempo, poche ma significative parole: "Ma pensa te...sono arrivato a preferire Famiglia Cristiana!!! Me lo avessero detto solo un anno fa ci avrei riso di cuore." Non ci aggiungo nulla.


Per Luca, post 99: Già...sulle prime me ne sono meravigliata anche io...ma tant'è...pare che il quotidiano sia avanti secoli rispetto alla nomenclatura...attendiamo fiduciosi il recupero o lo sollecitiamo? ;-)




Dimenticavo......sarà per quello che si parla di avvicendamenti nella direzione?


# 103 Bravo sono d'accordo con quello che dici,qua bisogna svegliarsi e agire.


In italia i cattolici hanno avuto sempre 2 faccie.. da una parte moro,Don ciotti, i preti antimafia, i missionari e dall'altra Andreotti,Marcinkus, Baget bozzo e compagnia bella.. Al potere piacciono di più quest'ultimi. P.S. anche se non c'entra..avete visto il video della manifestazione a napoli il giorno che berlusconi annunciava che l'emergenza era finita?? oggi lo ha messo anche Sabina Guzzanti sul suo blog.. è scandaloso. Ormai non è più solo regime mediatico, qui stiamo tornando seriamente ai manganelli e penso che più la contestazione aumenterà più aumenterà la loro repressione. PS2: Oggi il nano malefico ha osato nominare Falcone e Borsellino parlando a riguardo della riforma della giustizia. Dire che mi veniva da vomitare è troppo poco. A kalipuja Completamente d'accordo con te, una volta scrissi qui, i nostri nonni non avevano paura delle SS naziste, noi perche dovremmo avere paura di questi buffoni in doppiopetto.


# 106    commento di   stefanoacork - utente certificato  lasciato il 21/8/2008 alle 19:50

che schifo che schifo che schifo, berlusconi che dice che prendere spunto dalle idee di Falcone per la giustizia del futuro. Mi viene il vomito, come e' possibile che nessuno dica nulla...e' la stessa persona che ha detto che mangano e' un'eroe perche' in carcere non parla. Non ci sto
www.stefanoacork.blogs.it


Il mio ribelle non sarà soltanto un filosofo,ma un essere risvegliato e ricco di esperienze.La sua presenza sarà una minaccia per l'establishment di tutto il mondo,una provocazione per tutto ciò che riduce l'uomo in schiavitù e ne distrugge lo spirito.La sua presenza incuterà paura a tutti coloro che detengono un immenso potere,un potere che si fonda sullo sfruttamento degli esseri umani;un potere che riduce l'uomo al livello di un ritardato mentale,che ne distrugge l'intelligenza,che gli impedisce di sviluppare la propria idividualità,di conoscere il proprio volto originale.Bastano pochi ribelli illuminati in tutto il mondo per scuotere i troni del potere.OSHO


BERLUSCONI; "METTERO' IN PRATICA LE IDEE DI FALCONE" SIC! QUEST'UOMO NON CONOSCE LA VERGOGNA


La ribellione è il coraggio di lasciare scorrere il proprio fiume in libertà,senza pregiudizi di sorta nè repressioni,spontaneamente.Indubbiamente ci vuole coraggio.




L'ILVA DI TARANTO NON PAGA L'ICI DA 13 ANNI ANDATE SUL BLOG DI DANIELE MARTINELLI ,VALE LA PENA DI LEGGERE QUESTO POST


# 112    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 21/8/2008 alle 21:34

Per voi cos'è Pop? Rispondete su
http://nonleggerlo.blogspot.com/


# 113    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 21/8/2008 alle 21:39

@ suriano in realtà che interessa è la reazione di lupi a una critica, non a una posizione che condivide. ecco il succo del lupi-pensiero (o lupi-delirio, a mio parere) è: Lupi dice: se non la pensi come me, è un pregiudizio non può criticare ma solo “trasmettere messaggi per la costruzione del bene comune” se un giornale prima critica il pd e il giorno dopo il pdl, è ondivago, non è che scrive quello che pensa (sul contenuto poi si può concordare o meno, ma quello è un altro discorso)


# 114    commento di   Paoletta! - utente certificato  lasciato il 21/8/2008 alle 21:43

Ma come ha solo osato quel piccolo omino mafioso nominare Falcone.. che vergogna.. ma quando finirà questo periodo di ingiustizie e volgarità? ditemelo, quando??


Viva Travaglio e il diritto di INFORMAZIONE (quella vera però e non quella servile di ormai troppi tg e troppi giornali). La censura diventa evidente quando ormai si vedono tg tutti uguali e quando i giornali tendono ad allinearsi fino a correre paralleli. Per quanto riguarda la PDL e i suoi deputati siamo alle solite marionette (Gasparri, cicchitto, quagliarello ecc ecc) con le solite frasi fatte dettate dal grande visir di arcore. Poi sentire berlusconi che parla di Falcone e delle sue idee è paradossale, mi fa quasi pena chi ci crede. Una persona che crede a berlusca è una persona senza identità culturale, priva di cultura ed estremamente ignorante.


# 116    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 21/8/2008 alle 21:55

http://nonleggerlo.blogspot.com/2008/08/idea-evasione.html Dichiaro ufficialmente aperta la nuova campagna a favore dell'Evasione Fiscale, campionato 2008 2009. Evadete, evadete, evadete. Condoneremo tutto. Case, tasse, falsi in bilancio, sparatorie legate al mondo dell'alta finanza. Voi evadete, Voi condonate.
http://nonleggerlo.blogspot.com/


A proposito di censorio: L’affermarsi del “modello censorio” nella nostra cultura Quello che chiamo “modello censorio” è il modello adottato da qualsiasi potere che, non potendo affermare le proprie idee (deboli) sulle altre (migliori), le afferma tramite lo strumento della censura. Cioè una idea dovrebbe affermarsi su un’altra in modo naturale semplicemente perché si dimostra migliore. Se tu hai un’idea migliore (più giusta) della mia (e ovviamente me lo dimostri se io non ci arrivo da solo), io la riconosco come tale e la adotto. Il problema sorge quando io sono un ottuso ideologista oppure ho interessi particolari (potere religioso, politico, economico ecc.) che verranno danneggiati dalla tua idea (migliore e sostitutiva della mia). In questo caso io adotto il “modello censorio” e faccio di tutto per screditare la tua idea e/o censurarla. E’ lo stesso modello adottato dalla chiesa (es. Galileo, Darwin ecc.); dal nano piduista (Biagi ecc.); dai leghisti che con l’arma del razzismo politico/ideologico possono screditare le idee di chiunque (Kompagno Di Pietro); da chi cerca di far sequestrare i libri di Travaglio ecc. ecc. A mio avviso si sta diffondendo a tutti i livelli della cultura, è un modello che viene adottato anche quando non ce ne sarebbe bisogno... vedi Furio Colombo e Nanni Moretti alla manifestazione di Piazza Navona che hanno utilizzato i media per screditare chi diceva cose a loro “antipatiche” (ma si sono già "ravveduti", grandissimi!). Credo sia una cosa a cui bisogna fare attenzione.


@ Wil Il Notaio (napoletano) del mio paese (emiliano) prima delle elezioni ha detto: Io voto Berlusconi, mi dispiace ma devo pensare ai miei interessi. Tanto per dire :)






@ Valerio #105 ...ovviamente dicevo il mio parere a titolo personale: essendo un blog libero dico il mio pensiero senza giri di parole e francesismi se l'hai scritta, di certo a te la battuta piace, io la trovo sciocca, banale e degna solo di un adolescente in crisi ormonale lungi da me impedirti di scriverne ancora, ma come tu ci tieni a far sapere di queste tue trovate ironiche, io ci tengo a farti sapere che mi sembrano delle sciocchezze infime visto che sai scrivere post ben più interessanti, come il #125 ad esempio e siccome ritengo tu sia una persona civile, sappi gradirei molto ti scusassi per quella tua infelicissima battuta sul curriculum da spedire, perchè qui ci siamo solo io e te a discutere, mettere in mezzo i familiari per insultarsi è un errore grossolano che hai commesso e non è frase di cui andare fieri, lasciatelo dire




BERLUSCONI: "METTERO' IN PRATICA MOLTE IDEE DI GIOVANNI FALCONE". RISPONDO A BERLUSCONI: "ALLORA INIZIATI A COSTITUIRE E CONFESSA TUTTO,PENTITI E FAI NOMI E COGNOMI,COSI' TI RISPONDEREBBE FALCONE SE FOSSE VIVO", COSA ALTRO CI POTRA' RISERVARE BERLUSCONI?LE SUE NEFANDEZZE NON HANNO LIMITI....




# 125    commento di   ilMaLe - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 0:7

Siamo in un paese dove la principale opposizione al governo Berlusconi la stanno facendo un uomo di destra (Antonio Di Pietro) e un settimanale cattolico. Questo la dice lunga sulla situazione della sinistra italiana. Che merita la crisi!
http://ilmale.ilcannocchiale.it/


Il premier Berlusconi 'Metteremo in pratica le idee di Falcone' Citando Shakespeare (e V) :"E così ricopro la mia nuda perfidia con antiche espressioni a me estranee rubate ai sacri testi e sembro un santo quando faccio la parte del diavolo"


un bello spot trovato ora su youtube di una tv svedese http://www.youtube.com/watch?v=x_Nx3yuQGJQ


# 128    commento di   Giovanni Salvo - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 4:48

Ormai siamo alla frutta, ho la netta impressione che Berlusconi riuscirà a fare tutto quello che ha in mente e se non si fa qualcosa di concreto per fermarlo andremo tutti alla deriva. E' gia iniziata la campagna di sensibilizzazione per la riforma della giustizia (di cui uscirà un mio articolo domani alle 13 sul mio blog) spero che nella prima puntata di Passaparola Marco ne parli ed informi adeguatamente più persone possibili. L'Italia ha bisogno di aprire gli occhi e non sarà facile riuscirci.
www.liberautopia.ilcannocchiale.it






Caro Marco, grazie per la precisione delle dichiarazioni, hanno veramente la faccia come il c..o! Qualsiasi voce contro è antiberlusconiana? Un caro saluto, enrico


per mazapegul ..e non è una gran figata? bene bene




# 134    commento di   Pape Satan Aleppe - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 10:19

La casa delle libertà è la casa di Silvio ... ovviamente. Per il resto, acutissimo articolo Marco: la politica, tutta quanta, si sta avvolgendo su se stessa, sempre più casta è sempre più tentata di mettersi al riparo da tutto, anche dalle critiche.
http://papesatanaleppe.blogspot.com/


ATTENZIONE ATTENZIONE ATTENZIONE DAL 12 AL 14 SETTEMBRE A VASTO SI TERRA IL 3° INCONTRO NAZIONALE DELL'ITALIA DEI VALORI. IO CI ANDRO' CON LA MIA FAMIGLIA,VOGLIO SENTIRE COSA HANNO DA DIRE,POI FARO' LE MIE VALUTAZIONI. PARLIAMOCI CHIARO CON LE LISTE CIVICHE NON SI FA MAI MOLTA STRADA,INUTILE ILLUDERSI.ALLORA PERCHE' NON PROVARE AD ENTRARE NEL PALAZZO CON L'AIUTO DI DI PIETRO,OVVIAMENTE CONVERREBBE ANCHE A LUI.SENZA UN MINIMO DI STRUTTURA RADICATA SUL TERRITORIO NON CI SONO POSSIBILITA' DI OTTENERE BUONI RISULTATI NE ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE NE TANTO MENO ALLE EUROPEE,QUESTO OVVIAMENTE NON VUOL DIRE DARE FIDUCIA CIECA A DI PIETRO,RICORDIAMOCI CHE E' STATO MINISTRO CON IL GOVERNO PRODI,MA L'ALTERNATIVA A DI PIETO QUAL'E'?IL PD NO CERTAMENTE...COMUNQUE NON POSSIAMO NEGARE CHE L'IDV SOLA E CONTRO TUTTI E TUTTO OSCURATA DAI MEDIA STA FACENDO UGUALMENTE UNA BUONA OPPOSIZIONE RIPETO DAL 12 AL 14 SETTEMBRE A VASTO 3° INCONTRO NAZIONALE DELL'IDV ANDIAMOCI. VI INVITO A VISITARE IL SITO DI DI PIETRO CI SONO ALBERGHI CONVENZIONATI DOVE CON POCO SI PERNOTTA E SI CENA POI VASTO E' UNA BELLA CITTADINA,POTREMMO UNIRE L'UTILE AL DILETTEVOLE. ps;io sto in prov di Firenze chi vuole coordinarsi con me anche per conoscerci e socializzare mi scriva maxx113a@yahoo.it


Marco. Berlusconi che vuole riformare la giustizia secondo il volere di Falcone. E Cossiga gli dà ragione. A proposito, quante cose ha da dire ultimamente il "gladiatore emerito" che non ha detto in 30 anni, sulla strage di Bologna, su Berlusconi, su Di pietro....


in nome di cosa ci scandalizziamo? In base alla morale comune? E qual'è oggi un senso della morale che sia vermanete comune a tutti? In base all'opinione pubblica? Ma se ormai è chiaro che (e per una volta devo essere d'acordo con l'antipatichetto Moretti)l'opinione pubblica è scomparsa, sostituita dall'opinione propria o dall'opinione indotta in anni e anni di pappetta televisiva. Pensavo che Emilio Fede fosse una macchietta riconosciuta dallo stesso B., invece è il primate, patriarca di una vasta specie che pensa per slogan, ha come guru Signorini o D'Agostino, e propende per la confusione, in cui se possibile, arraffare anche lui qualcosa. Nessuno aveva mai cambiato la capoccia degli italiani in maniera così distruttiva e lobotomizzante. Mi sa che hanno vinto loro. Io voglio scendere davvero...


# 138    commento di   Gianluigi24pa - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 11:44

ciao a tutti, è una giornata amara quella che è iniziata oggi, perchè da ieri ho un chiodo fisso in testa: Al Tappone che pronuncia invano il nome "Falcone"... GIù LE MANI DA FALCONE!!! qualcosa mi consola, però, ed è il fatto che chi le idee di Falcone le conosceva davvero, ha fatto sentire la sua voce, ovviamente tutti i berlusmedia non possono parlarne, ma se cercate su internet troverete tutte le reazioni autorevoli alle parole del nano. ad es. io vi posto, nel link qui di seguito, l'intervista rilasciata dal PM A. Ingroia, pubblicata dal sito Antimafiaduemila, dove, peraltro, chi fosse interessato, può trovare un altro articolo dal titolo "Falcone:siamo corporativisti e poco professionali" contenente proprio gli scritti di Falcone, indeliberatamente citati dal Nano buona giornata a tutti e buona lettura
http://www.antimafiaduemila.com/content/view/8554/78/


# 139    commento di   Barnie - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 11:53

Falcone voleva la separazione delle carriere. Lo conferma anche Ayala nel suo ultimo libro. E' tipico di s.b. farsi scudo intellettuale o morale di scelte altrui che certamente avevano motivazioni di categoria, che certamente erano da confrontare con altri pareri, in un'ampia discussione. Con il nome di Falcone (da mescolare nella nano-esposizione politica, senza alcuna vergogna, al "mangano eroe") s.b. vuole chiudere la bocca a tutti ed asservire così all'esecutivo parte della Magistratura. Tocca quindi alla Magistratura in primis, come ha già fatto l'A.N.M. (trascuriamo per il momento cossiga, una delle maggiori sciagure dell'Italia),parare il colpo e dare avvio alla discussione, se non al contrasto, ma tocca anche alla cosiddetta "Società civile" farsi sentire, come giustamente scrive kalipuja #95. Ma davvero gli Italiani, NOI italiani, abbiamo la voglia, la capacità di FARE OPPOSIZIONE? Non siamo diventati, come ha scritto molto bene Nadia Urbinati su Repubblica del 20 agosto, "L'ITALIA DOCILE CHE HA PERSO IL DISSENSO"? http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/08/20/italia-docile-che-ha-perso-dissenso.html Lo trascrivo, per chi fosse interessato, qua sotto, chiedendo scusa per i non interessati e ringraziando Marco per l'ospitalità di questa segnalazione...


ATTENZIONE DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE; I CITTADINI DI APRILIA CONTESTANO GLI AUMENTI SPROPOSITATI DEL COSTO DELL’ACQUA E VENGONO TRATTATI DALLA POLITICA E, DALLA SPA CHE NE CONTROLLA LA DISTRIBUZIONE, IN MANIERA ARROGANTE E PREPOTENTE,NEL SILENZIO PIU’ TOTALE DELL’INFORMAZIONE NAZIONALE.NON LASCIAMOLI SOLI.MARCO CI VUOLE IMMEDIATAMENTE UN TUO POST ANDATE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO E PRENDIAMO ESEMPIO DAI CITTADINI DI APRILIA http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/21-Agosto-2008/art6.html ps mi piacerebbe leggere risposte e idee per sostenere questi cittadini di Aprilia,signori mie stiamo parlando di acqua!


# 141    commento di   Barnie - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 12:1

L' Italia docile che ha perso dissenso Repubblica — 20 agosto 2008 pagina 1 sezione: PRIMA PAGINA Sarebbe utile interrogarsi sulla docilità, una qualità che ben rappresenta l' Italia di oggi. Chi detiene il potere politico non è naturalmente amico del dissenso e di chi lo esercita, nemmeno quando al potere vi giunge per vie democratiche e la sua azione di governo è limitata da lacci costituzionali. Grazie al liberalismo, che del potere ha una visione giustamente diffidente e pessimista, le società moderne sono riuscite a imbrigliare le tendenze tiranniche e dispotiche di governi e governanti e infine a eliminare l' uso della violenza dalla politica. Diceva Tocqueville che il diritto e le costituzioni hanno reso la politica dolce perché hanno fatto posto al dissenso. I diritti che tutelano la nostra libertà individuale, non solo quella che ci consente di possedere cose materiali ma anche quella che ci rende sovrani sul nostro corpo e la nostra mente, sono un baluardo imprescindibile contro il potere, anche legittimo. Per questa ragione, una società libera è l' opposto di una società docile. Ma le cose sono più complicate di come se le immagina la teoria. Una società libera ha bisogno del dissenso. Anzi è desiderabile che la diversità di opinioni vi si manifesti e si esprima liberamente perché è grazie a questa diversità che il gioco politico può svolgersi e le maggioranze alternarsi. Ma la cultura dei diritti può purtroppo stimolare anche una diversa attitudine: può indurre i cittadini ad abituarsi a perseguire il godimento dei loro diritti individuali disinteressandosi a quanto avviene nella sfera politica, salvo recarsi alle urne nei tempi stabiliti. La società democratica può facilitare la formazione di una società docile perché indifferente alla partecipazione politica.Lo può fare perché e fino a quando i diritti essenziali sono protetti per la grande maggioranza e non si danno quindi ragioni di dissenso.




# 143    commento di   Barnie - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 12:4

Seconda parte Sono le minoranze il vero problema (o, per l' opposto, la salvezza) delle società democratiche mature, perché sono loro a esprimere dissenso, a rivendicare spazi di azione che non sono in sintonia con quelli della maggioranza - se poi queste minoranze sono per giunta culturali e etniche, non semplicemente di opinione, allora decidere di non ascoltarle e perfino di reprimerle e perseguitarle può non essere visto dall' opinione generale come un problema di violazione di diritti. La società docile non è una società che ha rinunciato ai diritti o che non è più liberale. è invece una società nella quale la maggioranza è soddisfatta del proprio grado di libertà e dei propri diritti e trova fastidioso che ci siano minoranze non domate, non silenziose e omologate, che facciano richieste che non collimano con le proprie (come nel caso di una minoranza religiosa che chiede che il diritto di culto sia rispettato anche quando il culto è diverso da quello della maggioranza). Società democratica docile, dunque, e per questo autoritaria e paternalista. La docilità è una qualità che si predica degli animali non degli uomini; è un obiettivo che i domatori si prefiggono quando cercano di abituare un animale a fare meccanicamente determinate cose. Al moto della mano del padrone il cane sa quel che deve fare e lo fa. Docilità significa non avere una diversa opinione di come pensare e che cosa fare rispetto all' opinione preponderante; significa accettare pacificamente quello che il padrone di turno, per esempio l' opinione generale di una più o meno larga maggioranza, crede, ritiene e vuole. Sono ancora una volta i liberali che ci hanno fatto conoscere questo lato inquietante del potere moderno. Un lato che si è mostrato quando il potere è riuscito ad avvalersi di strumenti nuovi; strumenti che si sono presto rivelati congeniali a un potere che si serve delle parole e delle opinioni per restare in sella, che può rinunciare alla violenza sui corpi perché si radica nell


Certamente Luigi ha colto nel segno. Si tratta di capire quali sono le tecniche per smentire gli assunti pubblicitari e permettere di "far scoprire" quale sia il vero gioco. Basterebbe andare a rileggersi le relazioni di Falcone, quelle in cui ha parlato della separazione delle carriere, per scoprire che non avevo sposato affatto quella tesi. Falcone avvertita nel 1988, in previsione della imminente entrata in vigore del nuovo codice di procedura penale (1989), l'esigenza di una professionalità dei magistrati nel concreto esercizio di funzioni diverse (giudici e P.M). Le sue dichiarazioni e le sua valutazioni vanno contestualizzate in modo rigoroso come tutte quelle che fatte nella poco prima di una esperienza nuova ed epocale, i cui risultati nel tempo erano ancora ignoti a tutti. E questo a parte la questione di Mangano, di Lunardi etc....


Se a settembre OSA toccare la giustizia,propongo questa soluzione...si scende di nuovo in piazza,ma stavolta con un bel bavaglio sulla bocca: tutti muti in corteo! così voglio vedere quali dichiarazioni scomode strumentalizzano... E si chiamano anche delle belle tv straniere! niente...tentano pure di far ritirare libri nel silenzio generale... tornano le liste nere. Che amarezzaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!


E' un giornale libero finchè non gli nomini i preti pedofili, gli scandali finanziari dello IOR, ecc. ecc. Famiglia Cristiana è fazioso come e quanto gli altri libercoli che ci sono in giro.


Quoto 149. non esageriamo adesso anche noi lettori: non è che perchè famiglia cristiana sia stata attaccata dal governo diventi allora un baluardo della libertà d'espressione e della pluralità. Rimane secondo me giusto quello che dice travaglio: appena una voce di dissenso si leva, qualunque essa sia, la casta destra e sinistra si irrigidisce come un riccio in pericolo, tirando fuori gli aculei e minacciando velatamente


A proposito di libertà di informazione. Ieri sera, nello spezzone pubblicitario del TGcom, è stato detto che è di prossima uscita il giornale dell'IdV. Oggi sono andato a cercare informazioni sul sito dell'IdV e non c'era scritto nulla. In più non esisteva neanche l'articolo sul sito del TGcom. La mia perplessità deriva dalla noia nel vedere l'ennesimo giornale di partito (sebbene sia un partito, anzi "il", che io stimo) a discapito della libera informazione indipendente. Qualcuno di voi ha delle informazioni in merito?


aggiiungo solo questo a quanto detto finora, CHE INFINITA AMAREZZA...........


sara al commento56 dirò di piu...perche i figli di craxi ossia stefania e bobo si godono i soldi ereditati da quel ladro del padre che li ha rubati a noi tutti e stanno pure in parlamento??? se non le colpe del padre devono pagare ALMENO i soldi restituirli...giusto??? lo stesso potrebbe dirsi del rampollo principe savoiardo che vive di rendita con i soldi che il nonno prima e il padre poi(vedi scandalo dei casinò) hanno RUBATO a noi... meditate gente,meditate...




# 152    commento di   Barnie - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 13:41

Certo che la Politica Estera italiana è fantastica... frattini al mare (ma c'è la tecnologia) il telebano al centro commerciale di Olbia telefonate all'amico Putin telefonate all'amico George telefonate all'amico Sarko E il PD che dice? O è troppo preso dalle diatribe interne? E Napolitano? Troppo preso dalla bellezza della Madallena? Insomma... Niente da dire? Tutti in vacanza?


Scusate. Posto un intervento che penso possa interessare al dibattito dal blog di Di Pietro. E c'è da credere che forse il regime sta emergendo senza che nemmeno molti dei suoi esponenti, sia in Parlamento che a livello locale, se ne rendano conto. Postato da: Osservatore | 22.08.08 13:24 Non sono d'accordo su questo punto. E' troppo giustificativo. Quando si ha potere decisionale con votazioni per alzata di mano, premere un pulsante, e questi atti diventano conseguenze per intere categorie di persone, a quel punto scatta un livello di CO-RESPONSABILITA' che non bisognerebbe mi dimenticare nel tempo. Approvare il Lodo Alfano, non è colpa di Berlusconi o del ministro Alfano...... ma è di tutti i parlamentari che ne hanno accettato i termini e lo hanno votato. A quel punto i veri responsabili sono questi soggetti che si fregiano del fatto di essere tanti e per lo più sconosciuti e si potranno riciclare alla prima occasione buona. Ed è ciò che è successo dopo il fascismo. Sono stati fatti saltare il duce ed i gerarchi ma i parlamentari non sono stati toccati. E dunque o si è consapevoli o si è inetti.... non ci sono altre strade ed alla fine bisogna che paghino il conto. Per pavidità, stupidità o tornaconto non si potranno mai giustificare. Postato da: federico ferme | 22.08.08 13:42


In Italia ormai il dialogo è morto. Si stanno sperimentando metodi di comunicazione non verbale: bandierine da segnalazione, segnali di fumo, ultrasuoni, emissioni seborroiche ponderate, flatulenze non olfattive, danza celtica, lancio di formaggi molli fermentati, esposizione delle nudità posteriori maschili e femminili, cerchi nel grano, atti onanistici. Fino ad ora hanno dato segno di funzionare solo gli ultimi due metodi, mentre è allo studio un nuovo tipo di linguaggio morse a metà strada tra il digitale e l'analogico basato su colpi di arma da fuoco. Forse si tornerà ai messaggi in bottiglia... da non affidare romanticamente alle onde del mare, ma da scagliare direttamente in nuca al destinatario. La società sta progredendo e noi non riusciamo a tenere il passo. Anche i blog sono ormai superati.
lacaccanelcuore.blogspot.com


Vorrei ringraziare Travaglio per l'opera di informazione che ha fatto sui nostri politici e sulle loro reciproche connivenze e coperture. Confermo che da nessuna parte in televisione, perlomeno la sera nei telegiornali, si sente mai parlare di ciò che è realmente successo qui da noi, soprattutto delle sentenze definitive che inchiodano i vari Andreotti, Previti, ecc. alle loro gravissime responsabilità. Voglio testimoniare come esempo che la campagna di diffamazione orchestrata da quasi tutti i giornalisti verso chi segnala i fatti ha avuto su di me l'effetto di convincermi che Piero Ricca fosse una specie di piccolo calunniatore pronto all'offesa gratuita quando attaccò Berlusconi perchè si facesse processare o quando avvicinò Andreotti per mostrargli la sentenza di condanna prescritta per mafia, e che i magistrati che processavano Berlusconi lo stessero in realtà perseguendo politicamente. Nessuno ha mai controllato se queste "toghe rosse" esistessero o meno. Io ho addirittura rovinato i rapporti col mio migliore amico per una discussione sui magistrati che si occupano di Berlusconi. C'è da sentirsi male. Il punto focale è dunque l'accesso all'informazione: a riguardo ci sono direi due livelli: quello di chi orbita intormo agli ambienti della politica (es: giornalisti), che le cose le vengono a sapere senza affidarsi ai telegiornali, e tutti gli altri, che devono prendere quello che gli viene gettato. Per questi l'unica possibilità è che i giornalisti facciano il loro lavoro sostenuti dalla propria forza morale, sapendo che se retrocedono alla fine non verrà più mandato l'esercito a contrastare la mafia in Sicilia ma sarà la mafia a chiedere al governo di mandare i soldati a intimidire la gente normale nel resto dell'Italia!


Sempre dal seminario sui metodi di comunicazione verbale, ma senza interazione prossemica, citiamo anche il "metodo napoletano" consistente nell'affacciarsi al balcone e gridare tutto ciò che si vuol far conoscere alla comunità. E' detto anche "metodo Sophia Loren" e suona approssimativamente così: "UE' SFACCIMM FIGLI'E NDROCCHIA PUOZZE MURI' ACCISE ALL'ANEME E CHI T'E' VIVE...". Mi sono limitato ovviamente a del semplice gramelot, ma i contenuti possono essere i più vari e vanno dalla semplice ingiuria fino all'esposizione dettagliata delle questioni che il relatore intende esprimere. Sovente è possibile individuare in tale eloquio persino un vero e proprio diagramma di flusso con salti condizionati e addirittura criteri dialogici object oriented. Ma il metodo che sta prendendo piede nell'ambito della comunicazione verbale senza interazione prossemica è quello delle intercettazioni telefoniche o ambientali. Se ad esempio vuoi comunicare qualcosa a Mentana, devi chiamare sul cellulare Magdi Allam e, fingendo di parlare di te stesso, raccontare ciò che in realtà vuoi che Mentana venga a sapere. E' importante che la comunicazione sia criptata, altrimenti non funziona, non c'è sfizio, la gente si deprime, il messaggio non arriva. Poi c'è il metodo dell'auscultazione stetoscopica tra vicini di casa. Lo spiato si limita a dire in casa propria ciò che il vicino spione dovrà sapere e lo spione risponde mediante messaggi "onirici" sul tuo blog di fiducia. Metodo semplice e funzionale.
lacaccanelcuore.blogspot.com


@Carlo G. #152 Ma non ti riferisci ad Orizzonti Nuovi? Perchè questo giornale di IdV esiste già da tempo (http://www.orizzontinuovi.org). Comunque è un quindicinale e non un quotidiano.


# 158    commento di   pulicane - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 15:58

Per Carlo G. (#152) Su un nuovo quotidiano Idv, che dovrebbe nascere per effetto del terremoto in atto all'Unità, spettegola lungamente il Giornale di oggi. Naturalmente sono illazioni a costo zero su cui va fatta la tara del 90%, ma se sei proprio curioso puoi leggere l'art. nella rassegna della Camera
http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/rassegnaQuotidianaFrame.asp


Splendido, Francesco da Napoli # 158 e 160 Chiamo subito Madgi Allam e parlando cone tra me e me dico che ho letto Carta canta di oggi e che sono molto colpita da come il diversamente capelluto assurge ad esempio per i prossimi impuniti di tutto il mondo. http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/8-agosto/8-agosto.html?ref=hprub Magari Mentana ci casca e ci fa su una puntata di Matrix ;-)


Fa veramente una tristezza enorme constatare ogni giorno cosa è gradualmente diventato Il Giornale, dopo la cacciata di Montanelli. Pur essendo io di sinistra, non so cosa darei perchè in Italia esistesse un giornale di destra, apertamente schierato (e perchè no? meglio chi lotta per le proprie idee che chi le intiepidisce per sembrare di essere equidistante da ogni movimento politico) ma i cui giornalisti sapessero ancora dare la precedenza al cervello rispetto alla lingua.


Con l'arrivo di Concita De Gregorio alla direzione de l'Unità che fine farà la rubrica ORA D'ARIA e gli editoriali di commento di Marco Travaglio, riportati qui sul sito? Voglio sperare che il clima di "normalizzazione" dell'informazione non abbia lambito perfino l'UNITA' e sentire le parole di Marco.


# 162    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 16:20

Paolo Papillo, delòla cosa di Aprilia (mettendola in parallelo con quel che è successo al tabaccaio) ne ho parlato nel mio blog, vedi link
http://resistereblog.wordpress.com/2008/08/22/le-due-facce-di-aprilia/


# 163    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 16:26

Matteo Pascal, anche in questo ha ragione marco che lo chiama "premiato bufalificio il giornale" :)




ASSESSORE LEGHISTA AFFITTA IL SUO CAPANNONE A CLANDESTINI CINESI http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=78274


# 166    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 18:24

Questo governo ed in generale la classe dirigente degli ultimi 10 anni sono riusciti ad alterare la percezione delle priorità. Sono riusciti a mutare la nostra già carente etica. E allora Esercito sulle strade diventa Sicurezza per tutti. Politica corrotta e lontana dalla gente diventa Perseguitata dalla magistratura. Lodo Alfano Anticostituzionale diventa Diritto di Governare. Conflitto d'interesse diventa BANALITA'. Sono molto preoccupato, Wil.
http://nonleggerlo.blogspot.com/


# 167    commento di   Clè - utente certificato  lasciato il 22/8/2008 alle 18:53

.... la scrittura e la lettura creativa... che cosa fantastica!!!! Per favore non tutti i giorni altrimenti mi suicido!!!


Nel 1946 Pavese scriveva sotto il titolo “Tentazione dello scrittore”,IL MESITERE DI VIVERE , attualissimo!!..viene citato in apertura del libro inchiesta romanzo di Pinotti e mi ha molto colpito rileggere questi pensieri..oltre che ovviamente la società del sapere,per l'appunto di pinotti,su un fatto dei tanti che ormai avvengono nella nostra realtà,in particolare italiana, tutta volta alla persuasione occulta,manipolazione e ..e violenza nascosta ovviamente sotto le vesti di tanti bravi ragazzi sparsi al potere nei vari "sistemi" x far finta di scaldarsi e scaldarci e darci da vivere meglio di altri: “Aver scritto qualcosa che ti lascia come un fucile sparato, ancora scosso e riarso, vuotato di tutto te stesso, dove non solo hai scaricato tutto quello che sai di te stesso, ma quello che sospetti e supponi, e i sussulti, i fantasmi, l’inconscio – averlo fatto con fatica pesante e tensione, con vigile cautela,trepidazione,invenzioni repnetine e fallimenti di giorni e tremori e repentine scoperte e significa averlo fatto in modo che tutta la vita si concentri in quel particolare punto e capire o accorgersi che tutto questo è come se non esistesse se non lo si accoglie e con un segno umano, una parola, una presenza non lo si accoglie e scalda;significa morir di freddo – parlare al deserto – essere solo notte e giorno come un morto”. (27 giugno 1946)- “Non ci si uccide per amore di una donna. Ci si uccide perché un amore, qualunque amore, ci rivela nella nostra nudità, miseria, inermità, nulla”. (25 marzo 1950)




I giornalisti seri come Facci alla fine si ritrovano una rubrica mattutina su canale 5! Io propongo una riffa settimanale per i giornalisti , chi struscia di più la lingua su Berlusconi vince una bella rubricuccia su canale 5 . Qui sotto ci sono i dati e le qualifiche per poter partecipare : 1:Essere un giornalista esclusivamente a scopo di lucro 2:Avere un'ampia esperienza nel campo politico (ES:Confessare di essere Craxiano) 3:Avere la lingua molto lunga e tagliente per le evenienze. 4:Saper ripetere a memoria le frasi Macrodifenzive dei politici&...(ES:Non c'è contraddittorio) 5:Saper distorcere la realtà (Es: in Italia va tutto bene all'estero ci chiamano spaghetti perchè cuciniamo bene) Se anche voi rientrate nei dati e nelle qualifiche sovrastanti iscrivetevi alla riffa sul sito: www.fammiunarubricucciaperchèholeccato.pdl
http://www.mancio89thechameleon89.spaces.live.com


# 171    commento di   Barnie - utente certificato  lasciato il 23/8/2008 alle 0:13

Ma quelli della Val Brembana sanno cosa perderebbe questo sciagurato Paese se gente come Francesco da Napoli fosse uno straniero?


MEDIASET pubblicizza un master di giornalismo di due anni: due anni per diventare un giornalista MEDIASET?????????????? E bisogna pure pagare per iscriversi!!! Non c'è veramente rispetto per i ruffiani ..


# 173    commento di   Barnie - utente certificato  lasciato il 23/8/2008 alle 1:0

O.T. per Francesco da Napoli, che credevo un umorista, invece no. Ho letto il tuo blog, Francesco e mi hai turbata, quindi ti chiedo scusa se ho scambiato i tuoi suggerimenti comunicativi per un gioco riguardante la difficoltà comunicativa odierna e/o, in alternativa, politica all'interno dell'opposizione... Cmq sia, io ho sorriso molto e mi sono anche fatta un copia-incolla dei tuoi due post. Scrivi, che lo sai fare benissimo... E a Ugo Ristori ci pensiamo anche noi (se lo individuiamo)! :o)


Ragazzi, Sapete per caso dei giornalisti, scrittori o blogger come Travaglio/Gomez/Corrias che scrivono in spagnolo sulla politica e attualita di Spagna? Vi ringrazio in anticipo. Nicola


per vc , nn ho più il blog , scusa ma a causa dello stress da persecuzione ecc ecc ho bruciato il nostro possibile affetto , nn voglio conoscerti solo per motivi di stress , comunque scrivo e guadagno , ciao da lo sai chi sono


Classica disinformazione "italiota": la storia del psiconano calvo...credo su Oggi Beh, leggendo i media esteri, si capisce che la "vera" notzia sarebbe stata un'altra: http://www.blick.ch/news/ausland/was-machen-sie-denn-da-herr-berlusconi-97730 Lascio la traduzione dal tedesco, le immagini si commentano da sole...


# 177    commento di   headcrash - utente certificato  lasciato il 23/8/2008 alle 9:10

disconnessione democratica? Purtroppo da parechi mesi nei vari forum rai politici si è avuto un'attacco vero e proprio da parte di ambigue figure atte a provocare ed insultare tutte le utenze; dalla chiusura del forum di Annozero in modo inspiegabile le cose sono peggiorate anche perchè la scusa iniziale era la poca moderazione delle utenze! Le utenze sono sempre state educate, i troll ed una nuova figura a mio avviso ancor più preoccupante cioe' i cloni no'! Poteva comunque starci come scusa, purtroppo la storia dopo pochi mesi si è ripetuta nel forum di report.... stessa tattica di troll, cloni, moderatori stranamente latitanti! Mi spiace che la Gabbanelli non se ne sia "accorta"(?), forse era distratta sta' di fatto che ancora una volta hanno zittito una parte di italiani che si confrontavano su politica ed attualita'. Finita qua? Non credo propio! 3 giorni fa' la chiusura del forum "redazione politica rai3..... Una parte dei forumisti, viste le precedenti esperienze, ha creato un forum proprio http://annozero.claudiorampini.org/ pero' non basta, questa disconnessione di forum non la ritengo democratica soprattutto perchè visti i commenti incriminati, apparsi anche su Libero, erano solo e comunque dei troll e cloni...quindi solo una scusa per oscurare e zittire le persone normali che come il sottoscritto cercano di rendere l'Italia un posto migliore, tra mille difficolta' e piccoli colpi di mano ( direi piccoli golpe..) come questi! Scusate l'intrusione ma volevo testimoniare quello che sta' accadendo nel forum della mamma di tutte le TV in Italia! grazie a tutti H


x Barnie A volte nei miei messaggi sono un po' ermetico, lo riconosco :-) Io però volevo realmente stigmatizzare in modo ironico la difficoltà di comunicazione interpersonale dell'era di Internet. Insomma ho la netta sensazione che malgrado ci siano oggi mezzi di comunicazione così evoluti e capillari le difficoltà nel farsi comprendere, nell'esprimersi, nel comunicare, siano addirittura superiori al passato. La tecnologia ha moltiplicato i mezzi potenziando enormemente le possibilità di comunicazione, ma paradossalmente ciò si è rivelato quasi controproducente. Si comunica di più, o per meglio dire si cerca di farlo, ma ci si riesce meno. Certamente chi usava i segnali di fumo o il telegrafo o la lettera scritta a mano con penna e calamaio non poteva destreggiarsi nelle acrobazie dell'era di Internet. Occorreva essere sintetici, limitarsi all'essenziale, evitare giochi di parole, false identità, sottintesi, parlare a nuora affinché suocera intenda, insomma tutta quella serie di "giochetti" che internet ci consente, ma che non migliorano assolutamente il dialogo sul piano umano. Il mio vicino di casa ad esempio, malgrado tanta tecnologia ormai alla portata di tutti, non è mai riuscito ad avere con me un dialogo valido sul piano umano, anzi tanta tecnologia ha ingenerato in lui grande confusione ed ha sortito l'effetto opposto, quello cioè di inibire in modo pressocché totale le sue capacità espressive già scarse per natura. Come ho scritto nel mio blog, ha usato Internet nel peggiore dei modi.
lacaccanelcuore.blogspot.com


x Barnie, continuazione: Mentre io mi occupavo e preoccupavo dei diritti umani, di questioni etiche e filosofiche, lui ha usato la tecnologia per spiarmi, per farmi sapere che mi spiava e procurarmi quindi il massimo danno possibile. Ed è un medico! Ha affrontato uno dei corsi di laurea più difficili che esistono (e che presuppone anche ideali di carattere umanitario) per poi finire all'età di 65 anni per comportarsi in questo modo. Certamente è in lui una forte tendenza al male (è fascista, omofobo), ma anche l'incapacità al dialogo ha giocato un ruolo fondamentale nella guerra che lui e la moglie mi hanno dichiarato. Stanno cercando di redimermi, di trasformarmi in un criminale :-) Troppa cultura, troppa sensibilità, troppo altruismo, sono doti oggi assai poco apprezzate, anzi, viste addirittura con sospetto e con disprezzo. Bisogna adeguarsi, omologarsi al berlusconismo dilagante! :-) I nostri figli (e le sue figlie) vivranno in una società stupenda, dove ai valori morali saranno sostituiti i valori bollati e quando si discuterà sui massimi sistemi ci si riferirà al totocalcio! :-)
lacaccanelcuore.blogspot.com


La verità fa male. Ma quanto è antipatico il capezzone itinerante. Un vero radicale cioè un professionista della politica(nel senso che ci campa con la politica).


Scusate se esco dal tema. Ma dato che un "trampoliere diversamente capelluto" (p.s. lo so ho rubato mezza citazione) ha tirato in ballo la memoria del Giudice Giovanni Falcone non ho resistito. Consiglierei di andarsi a leggere prima la biografia del Senatore Dell'Utri, http://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Dell'Utri Subito dopo guardare questo video, http://www.youtube.com/watch?v=NCj2j6QJNRA Tornare a leggere la biografia del Senatore della Repubblica Italiana, http://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Dell'Utri Poi con nonchalnce guardarsi quest'altro video, http://www.youtube.com/watch?v=PD4ixdKJzOE Rileggere bene la biografia, http://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Dell'Utri E concludere con un video rilassante, http://www.youtube.com/watch?v=bP7x3NhRwNk Cordiali saluti.


Il problema del conflitto di interessi e i 15 anni di tempo Dopo uno scambio di battute col mio barbiere mi sono reso conto che dalla gente non viene più percepita una verità fondamentale. Il mio berbiere mi ha detto: “ancora a parlare del conflitto di interessi? Io ti capisco perché tu usi la logica, ma loro…” ecc. Appunto! Faccio presente a tutti che risolvere il conflitto di interessi è una necessità ora per la nostra democrazia esattamente così come lo era 15 anni fa! Il fatto che la “classe politica” sia riuscita a fare passare15 anni senza risolverlo non vuol dire assolutamente niente! Il problema del conflitto di interessi in un democrazia va affrontato e risolto. Punto. E sarà così oggi, domani, e fra cento anni! Sarà sempre un grossissimo problema fino a quando non verrà risolto! Parliamone sempre!


OT Egregio Direttore, la lettera che secondo Filippo Facci avrei inviato a Craxi l’11 dicembre 1989, secondo l’editoriale da Lei pubblicato in data odierna, è apocrifa. E’ una lettera che io non ho mai scritto. La invito formalmente a pubblicare questa rettifica con adeguata evidenza. Se Facci dispone dell’originale di questa lettera apocrifa, sono ovviamente disposto ad ogni confronto per verificarne la falsità. In mancanzadi rettifica sarò ovviamente costretto a ricorrere alle vie legali a tutela della mia onorabilità. Cordiali saluti Franco Bassanini povero Facci, ha qualche problemino? Va in cerca di querele per aumetnare la propria visibilità?


# 184    commento di   Gianluigi24pa - utente certificato  lasciato il 23/8/2008 alle 11:38

ciao a tutti, OGGI MARCO SI è SUPERATO!!! GRANDIOSO... seguite il link e ve ne renderete conto da soli, a meno che non abbiate già letto l'unità ;-)
http://www.antimafiaduemila.com/content/view/8580/78/


Estradato per uno spinello da "La Stampa" http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200808articoli/35876girata.asp Luca Zanotti: rischia 10 anni di carcere in Grecia + "Troppi drogati alla guida": ora i test anti cocacina L'Italia consegna alla Grecia un giovane di Rimini: rischia la condanna a 10 anni FRANCO GIUBILEI RIMINI Luca Zanotti, universitario di 24 anni che vive a Santarcangelo di Romagna, sarà prelevato in casa sua per essere estradato in Grecia, dove andrà in galera prima ancora di essere processato per possesso di stupefacenti. DOVE SONO I GARANTISTI SOLO AL SERVIZIO DEI POTENTI? ECCO LA GIUSTIZIA CHE PIACE AI "BENPENSANTI" CHE ATTUALMENTE COMANDANO,UNA GIUSTIZIA FORTE CON I DEBOLI E DEBOLE CON I FORTI.ESRADIAMO IN COLOMBIA MELE,MICCICHE',COLOMBO ,LAPO ELKAM E TANTI ALTRI PER AVERE IMPORTATO LA COCA FINO ALLE LORO NARICI.E' IL BELLO CHE A UNA PARTE DEL POPOLO BUE LA FACCIA FEROCE GLI PIACE PURE,FINCHE' NON TOCCA A LORO PERO'.


Grazie Marco per ciò che scrivi oggi su Giovanni Falcone. Grazie.


# 187    commento di   Clè - utente certificato  lasciato il 23/8/2008 alle 12:8

@ 191 gianluigi Si avevo letto l'articolo sull'Unità. E' favoloso!




x Valerio 189 Non è una questione solo di logica (leggi intelligenza). E' questione di non conoscere i fondamenti della democrazia oppure conoscerli, ma non condividerli. I fascisti conoscono bene la differenza tra diritti e doveri, ma preferiscono arrogarsi tutti i diritti e lasciare i doveri ai più deboli. I fascisti preferiscono la legge della giungla, quella che vige tra gli animali selvatici, la legge della selezione naturale per la quale l'animale più forte mangia il più debole. Ma l'essere umano non è una bestia, si è evoluto, ha maturato un pensiero che va oltre quelli che sono i bisogni più immediati, non risponde più all'istinto di sopravvivenza individuale tipico delle bestie. Risponde ad un "istinto di sopravvivenza" che riguarda tutta la sua specie e l'ambiente in cui vive. Certamente in questo l'intelligenza gioca un ruolo importante perché pensare solo a se stessi e non riuscire a rendersi conto che volenti o nolenti viviamo in una società e in un ecosistema decisamente complessi significa in fin dei conti essere poco intelligenti perché non si calcolano i danni, le ripercussioni a lungo termine. Faccio un esempio: C'è chi si preoccupa dell'ambiente perché sa che su questa Terra dovranno vivere i suoi figli e nipoti e tanta altra gente che non conosce ma che desidera far vivere bene, e chi se ne frega totalmente, inquina, distrugge le foreste che ci forniscono ossigeno, ecc. Quindi sì, è questione d'intelligenza vera, quella che sa vedere al di là delle cose più ovvie e immediate. C'è chi vota un partito in virtù dei vantaggi immediati che ne potrà trarre e chi addirittura vota contro i propri interessi ma nel bene della comunità. Alla fine il discorso è sempre lo stesso, meglio essere o avere? Ognuno sceglie come preferisce.
lacaccanelcuore.blogspot.com


scusi signor travaglio ma non comprendo la Sua linea editoriale.... due post fa ironizzava sulla mancata nomina di buttiglione a commisario europeo, a causa delle sue visioni poco europee su donne e diritti dei gay. oggi esalta quale modello di onestà intellettuale, serietà e specchiata onestà una redazione che per le idee propagandate su carta stampata grazie ai contributi pubblici (che lei si è impegnato personalmente ad abbattere presenziando sul palco del v-day 2)non si distacca troppo da buttiglione. se FC fosse un aspirante commisario europeo, verrebbe respinto al mittente. la linea editoriale di FC contro i diritti civili oltre ledere i trattati europei sembra anche non considerare molto quel famoso articolo 3 della costituzione che lei si è affrettato a sbandierare come motivo (giustissimo) di incostituzionalità dei recenti lodi salva-premier. quanto alle "questioni di fede" esse comprendono solitamente i dogmi teologici, non i dico o le radici cristiane della ue: non mi pare che FC dedichi pagine e inserti all'immacolata concezione, o alla doppia natura del cristo, o alla transustanzizione eucaristica, quanto piuttosto alla manipolata e parziale pubblicistica di questioni politiche quali dico, famiglia,attualità,ecc... il tutto non con mere finalità cronachistiche o di infomazione o di affinamento dello spirito critico nei lettori(come per intenderci si fa in queto sito), ma per formare, attraverso un'opportuna manipolazione ideologica, un' opinione conformista(e quinidi povera di spirito critico), conservatrice, allineata su posizioni tutt'altro che liberali ed "europee". forse la forza di B. risiede proprio nella scarsa coesione, coerenza,e chiarezza d'intenti che la critica gli oppone. grazie


Sentendo la notizia in tv ho iniziato a inveire contro sto cazzo di mondo corrotto e molto più che bigotto! Con che coraggio quel maledetto nano affianca il suo nome e la sua (spregevole) persona a quella di Giovanni Falcone?! Noi siciliani ne stiamo vedendo di gentaglia che prova ad autodefinirsi "santa", ma adesso veramente provo solo tantissimo schifo! Non ho il coraggio di continuare a stare così, non ne ho le forze psicologiche... Di solito non auguro la morte a nessuno...ma si può sempre fare un'eccezione! -_-'


# 192    commento di   Barnie - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 19:40

per Francesco da Napoli 178 O.T. Non sei ermetico: il mezzo scritto (tecnologico o affidato a piccione viaggiatore, poco importa) manca di elementi complementari (il tono, l'espressività, la mimica) che sanno dare la giusta, immediata chiave di lettura. Se poi i caratteri sono al massimo 2.000, la percentuale di corretta comunicazione/ricezione si abbassa ulteriormente (già stiamo a circa il 5% con la comunicazione orale di persona!): pensa che ne sarebbe, che so? de "L'eleganza del riccio" in 2000 battute, senza scomodare i Sacri Padri della letteratura! L'indicazione del tuo blog mi ha portata a leggerti e scoprire che forse il tuo umorismo andava anche interpretato in altro modo: come vedi, i misunderstanding possibili sono stati molteplici, ma ti ringrazio della risposta. Chiedendoti scusa del ritardo (la tecnologia, specie in vacanza, pecca di notevoli imperfezioni), ti confermo tutta la mia solidarietà per la vicinanza di cotanto condomino. Forse è proprio vero: ai migliori toccano le prove più ardue. Un "malvicino", anche se plurilaureato, è peggio di un'emorroide trombizzata. Un abbraccio




Citando Marco stesso, Famiglia Cristiana sembra un volantino di estrema sinistra. Io penso che criticare le derive fasciste di questo governicchio di dittatorucoli sia il minimo. Io non leggo Famiglia Cristiana, ma conosco il contenuto dell'articolo in questione e ho letto una bella intervista a don Sciortino, in cui deplorava il fatto che non si possa più criticare la politica. Ormai siamo in dittatura, e nemmeno più tanto strisciante; il premier, i sindaci sceriffi, il papa, sono infallibili, anche se non parlano ex cathedra, e criticarli equivale ad un crimine o a un peccato mortale. Qualche giorno fa, ho letto un fondo di un tal Lazzaretto sul Giornale di famigghia: costui, non avendo cartucce da sparare contro gli argomenti di don Sciortino, attaccava l'organico di FC in toto, accusandolo di sfruttare il lavoro minorile per la distribuzione delle copie nei quartieri. Perbacco, allora anch'io, alle medie e superiori, sono stata sfruttata, per distribuire la rivista di cui sopra! Marco, che dici, devo aprire una causa di lavoro per aver portato quattro giornali alla settimana a vecchietti e famigliole devote? Ma via, siamo seri! Lazzaretto, ma vammorìammazzato!!!!!!


# 195    commento di   annamaria1964 - utente certificato  lasciato il 26/8/2008 alle 21:42

Ma è possibile che nessuno si sia preso la briga di GRIDARE a tutti gli italiani che uno come Berlusconi non si deve permettere nemmeno di sussurrare il nome di un Uomo come Giovanni Falcone ??? Che l'Italia stia andando a grandi passi verso il fascismo e l'impero dei mafiosi, possibile Marco che tu non riesca a denunciarlo con parole semplici, che tutti gli italiani( anche quelli che guardano i TG(farsa!) di Berlusconi e pensano solo al calcio, possano capire ?????? AIUTO !!! L'Italia degli anni 80 in cui sono cresciuta, non era un granchè, ma questa è sozza, ipocrita, e sta diventando anche razzista ; cosa possiamo fare ragazzi, io ho un figlio di vent'anni che ha già ben capito lo schifo verso cui stiamo andando, ma mi addolora l'idea di non poter far niente perchè lui viva in una nazione più PULITA !



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti