Commenti

commenti su voglioscendere

post: L’allievo ripetente

Ora d'aria l'Unità, 23 agosto 2008 Questa sì che è una notizia: il nostro premier è un allievo di Giovanni Falcone ed è ansioso di “mettere in pratica molte sue idee in materia di giustizia”. Dev’essere per questo che si tenne in casa per due anni un mafioso travestito da stalliere, Vittorio Mangano , poi fatto arrestare e condannare da Falcone a 11 anni per mafia e traffico di droga. Dev’essere per questo che da 30 anni va a braccetto con Marcello Dell’Utri , condannato a 9 anni per mafia dal Tribunale presieduto da Leonardo Guarnotta, già membro del pool antimafia con Falcone e Borsellino. Dev’essere per questo che, quattro mesi fa, definì “eroe” Mangano , l’uomo che, scarcerato nel 1991, era divenuto reggente del mandamento di Porta Nuova e come tale aveva preso parte ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Max #125 dov'è finito il resto del post ?....... mi interessa!


Ha quasi 72 anni e parecchi problemi cardiaci alle spalle, fra un po' lo buttiamo nel suo mausoleo e buttiamo la chiave, ancora un po' di pazienza per favore!




Gli italiani non si "svegliano" perchè la loro visione delle realtà è stata deformata dal sistema comunicativo che non fornisce loro strumenti per capire ciò che sta accadendo. Questo è accaduto senza che vi sia stato un effettivo contrasto da parte delle altre forze politiche. Qualcuno dovrebbe interrogarsi sui motivi di tutto ciò. C'è da reinventarsi nuovi canali informativi/formativi delle persone e, contemporaneamente, far emergere la disinformazione del sistema pubblico.


# 129    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 13:22

Bravo Marco... anche per l'ultimo articolo non ancora pubblicato sul blog. Marco sei libero il 29 Settembre? Ti vorrei come testimone delle mie nozze!


Aiero maritemo si misa a disseccaro dei fiori di pasilico al solo tropicalo del nostro terrazzo contominialo. Io era merafigliata perché luio preverisce la foglia larga e ci ricetti... Caro, cosa ne fai di questa secchezza? E luio: L'aggio aspusata, Cara. E ridacchiava strafottento como solo luio sa faro. No, non è rincoglonitico, è sempro stato accussì. Alloro io ci rispondetti... Ugo, penza alla panzella toja ca me pari in cinta di 19 mesi. E luio, cambianto tiscorso perché da quella recchia non ci senta: Il bassilico mi serva per stimolanto sessualo perché alla TUA età... E ridacchiava il fetento!!! Io ci ricetti, Ugo, ho i miei anni e me li porto beno, il problemo sei tu. Luio sembre più strafottento: Cara, non zono certo impotento COLLE DONNE, io. Ca vuliva ricero? Sotintenteva ca io niento niento ero saffeca nonché friccita? Non voletti penzaro ammalo e rispontetti prontamento: COGLI AMICHETTI TUOI. Ue', a chelle parola s'imbestialette, cominciaie alluccà dicento: Quelle ca faccio cogli amichi miei sono cose prifate ca nun t'anna nteressà, penza all'amiche tue, ecc. Lo afefo toccato sul punto dolento, capite? Ci avevo messo il tito arinto al... sì, lasciamo pertere. E fu irritapile tutta la jurnata, beveva, alluccava... era intrattabbile. A sera penzaje di accuetarlo, e mi ho messo un negligé nero trasparento, un babbidollo ca mi se vereva ogni cosa. E quello fu l'altro erroro! Se verette troppe cose e per un motivo e per l'altro la cosa non funsionò, luio si girò dall'altra parta e piagnucolafa dicento, ci ho il mal ti testa, lasciami in pacio, sono giù ti moralo. Cosa ci foleto faro, ho un marito assaio senzibile... a folta penzo... ma fussa nu poco recchiune? Ma che mi freca, siamo la coppia chiù bella del monto. Stasera venitecio a trovara, facimmo l'intrattenimento al terrazzo, posti macchina a volondà, ricchi premmi e cotrillons. E' di rigoro l'abito scuro e la mutanda pulita. Rutt' è scurregg lasciatela a casetta vuosta, grazzia.


# 131    commento di   Mary 63 - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 13:52

Per #126 : non credo che ci libereremo presto di mister B. , secondo me vivrà a lungo grazie a tutti i soldi che ha e al potere che gli dà forza....Andreotti con la sua gobba piena di segreti mafiopolitici di 30 anni di storia italiana lo dobbiamo ancora mantenere.....


x 126 sono d'accordo con Mary 131 ..a parte che nella storia dei privilegi e diritti ereditari d'italia ( e non solo d'italia, solo che in italia di più) , opccorre tener conto degli eredi, che per ora se ne stanno ben nascosti proprio per non bruciare il prodotto prima del tempo come da "legge " di mercato..ma a perte acio' , anche se non ve ne fossero in linea di sangue, ve ne sono altri tanto come dalla storia di andreotti 1 , abbiamo andreotti 2, finche non si farà definitivamente la vera storia di identità veramente sana di questo "popolo" italico x 128 credo che non cambierà piu nulla in meglio..occorreva fermarli o che si fermassero prima ..ora è troppo tardi..gli italiani completamente sradicati , avrebbero bisogno di cosi tanti mezzi per fare redimerli a massa critica , che non vedo tutte quelle "guide" numerose!!! e amorose, quasi disinteressate, a un 'opera senza pubblicità tranne che quella della dignità,opera almeno o parimenti altrettanto martellante come quella di decenni eseguita per svuotare il contatto con se stessi , gli altri, la terra e le cose della vita. pasolini diceva "la ferocia dei nuovi sistemi di chi è al potere..quelli della corte dei miracoli d'italia..è nel "video"..nel video è una terribile gabbia che serve per asservire" 1970 Estratto del documentario "La voce di Pasolini" di Mario Sesti e Vincenzo Cerami http://www.vvtv.it/filmato.php?id=5134


marco 6 troppo forte........uno dei prossimi post lo devi dedicare a buttiglione, l'uomo nuovo della politica italiana




Dr. Marco Trvagalio!!! Quadno fa la presentazione di Bavaglio a Torino? :''(


# 136    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 15:31

Una Buona Domenica a tutti quelli che strumentalizzano contro Alemanno (che non amo tralaltro) la violenza subita dai 2 Cicloturisti Olandesi alle porte di Roma. Una Buona Domenica a tutti quelli che ricordano che il ragazzo meridionale morto nell'incidente aereo di Madrid era Gay. (Quindi anche a me stesso, che sbaglio, ora) Una Buona Domenica a tutti quelli che permettono a Berlusconi di impossessarsi delle parole di Falcone, mutandole, stuprandole. Una Buona Domenica a tutti quelli che come Mario Draghi sono gli artefici del qualunquismo mediatico, della dichiarazione inutile, della perdita di tempo. Una Buona Domenica a tutti quelli che dicono che l'Italia non cambierà mai, si è sempre rubato e lo si farà sempre. Una Buona Domenica a tutti quelli che si sentono rappresentati da Fini, Casini, Bossi, Veltroni, Bertinotti, D'Alema, Dell'Utri. Una Buona Domenica a tutti quelli che usano il termine Giustizialismo, Antiberlusconismo, Antistocazzismo. Una Buona Domenica a Noi TUTTI, ignoranti, ancorati nel passato, privi di senso civico ed amore democratico, che parliamo di politica nei bar.
http://nonleggerlo.blogspot.com/


Docenti del Sud, dietrofront della Gelmini "Mai detto che abbassano la qualità" Ieri il ministro aveva annunciato corsi speciali per gli insegnanti del Mezzogiorno. Oggi si corregge: "Ho solo parlato di deficit strutturale e di progettualità che non è certo imputabile al corpo docente" (ECCO CHE SUCCEDE QUANDO BOCCIANO IL FIGLIO DI BOSSI ...)


Caro Marco e cari visitatori del blog, conosciamo tutti molto bene la reale portata dei continui interventi legislativi che questo Governo in così pochi mesi ha già posto in essere e sono tutti talmente gravi che dovrebbero farci sobbalzare dalle sedie e dai divani, invece, a parte poche voci contrarie, c’è tanta, troppa, indifferenza. Eppure è in gioco la Nostra democrazia che viene sospinta ogni giorno di più verso derive autoritarie che vorremmo non aver già conosciuto e soprattutto vorrei non conoscessimo più. Ma di questo all’interno del blog se ne è parlato, se ne parla e se ne parlerà ancora, purtroppo… Non voglio però scrivere di tutto ciò perché quanto direi non aggiungerebbe nulla al dibattito se non una profonda indignazione. Tuttavia, nel silenzio generale, negli ultimi giorni è stata pubblicata la legge 133/2008. In realtà non molti la conoscono ma è la legge di conversione del decreto legge 112/2008 che invece molti conoscono perché è il “fiore all’occhiello” del Ministro Brunetta…La “ammazza-fannulloni”. Chi Vi scrive è un ispettore del lavoro, quindi un dipendente pubblico, ma non voglio nemmeno parlarVi della mirabolante lotta ai fannulloni (chissà perché sempre dipendenti ma mai dirigenti) della Pubblica Amministrazione che questa legge sembra aver già stanato e sconfitto (stando ai numeri trionfalistici pubblicati dai giornali…). Non scriverò nemmeno nulla di questo anche se ci sarebbe da dire più di qualcosa su questa nuova indistinta caccia alle streghe. Vi ho appunto detto di essere un ispettore del lavoro e ciò che mi preme rendere pubblico è qualcosa che è inserito nella citata legge (e già prima nel decreto) ovvero un’altra mirabolante vittoria di questo Governo ovvero la vittoria sul Lavoro Nero. In realtà gli estensori della legge 133/2008 (nella parte relativa alle riforme del diritto del lavoro) hanno presentato il testo normativo come la panacea di tutti i mail del mondo del lavoro: la burocrazia. Come se in Italia


Come se in Italia c’è la disoccupazione perché sono troppo burocratiche le procedure di assunzione. In linea generale un datore di lavoro, concluso il contratto o accordo con il neo assunto (ma è già tutto concordato nella legge e nei contratti collettivi di lavoro), è tenuto a comunicare al Centro per l’Impiego (ex collocamento) l’assunzione almeno il giorno prima l’effettiva immissione al servizio (per evitare il tragico verificarsi delle morti bianche proprio il giorno della assunzione o meglio della comunicazione), consegnare al lavoratore stesso la lettera di assunzione contenente tutti i dati del rapporto di lavoro e iscrivere sul libro matricola (libro riassuntivo delle assunzioni) i dati dello stesso prestatore di lavoro. Nel caso di un controllo da parte di ispettori del lavoro o altri enti di vigilanza il datore di lavoro doveva dimostrare la regolarità delle assunzioni esibendo immediatamente il libro matricola e poi tutti gli altri documenti sopra citati. In ogni modo chi effettuava un controllo aveva la immediata percezione della regolarità dei rapporti di lavoro e se si riscontravano irregolarità (ad esempio numero di lavoratori in nero oltre una certa soglia) si provvedeva alla immediata sospensione dell’attività aziendale. Ogni adempimento sopra richiamato era contornato da sanzioni amministrative piuttosto consistenti, perché (e i dati statistici sono impietosi) laddove c’è lavoro nero soprattutto si muore. La domanda che gli estensori della nuova legge si sono posti sarà stata più o meno questa…Come possiamo porre nel nulla questo sistema senza far vedere che allentiamo la morsa sul lavoro nero ingraziandoci le associazioni di datori di lavoro?


Mossa numero uno: aboliamo il libro matricola e il registro delle presenze dei dipendenti e lo sostituiamo con un libro unico del lavoro (meno burocrazia!) ed il tutto non è negativo però ogni volta che si sbandiera qualcosa si nasconde altro. Con la riforma si elimina l’obbligo di tenerlo sul luogo di lavoro. Lo si porterà in esibizione agli ispettori del lavoro con molta calma anche nel termine di quindici giorni se lo facciamo tenere dai consulenti del lavoro Mossa numero due: perché continuare a dover indicare le ore di lavoro dei dipendenti giorno per giorno? Questo libro unico obblighiamo a compilarlo entro il 16 del mese successivo, così nel frattempo vediamo se indicare tutte le ore di lavoro o pagarne qualcuna in nero. Mossa numero tre: nell’iter legislativo parlamentare era passato un emendamento che avrebbe abrogato l’obbligo di comunicazione preventiva della assunzione al Centro per l’Impiego cosa che avrebbe istituzionalizzato almeno un paio di giorni di lavoro nero per ogni dipendente dato che ora è rimasto l’unico adempimento formale nelle assunzioni…Per fortuna, anche se molto timidamente, qualcuno lo ha fatto presente e il tutto è rientrato. Ma purtroppo c’è poco da gioire…Perché basterà giustificarsi che l’assunzione è per causa di forza maggiore o che il proprio consulente è in ferie (!) per far venire meno l’obbligo di comunicazione preventiva.


Ciao a tutti! Le cose cominciano a funzionare!!! infatti: 2 giorni fa, lette le dichiarazioni di Berlusconi sulle sue future mosse di riforma della magistratura, tutte ispirate da Falcone, ho capito subito che era una delle sue solite missioni d'immagine non che fumo-negli-occhi (sic!). Mi posso dichiarare ufficialmente disintossicata, la cura Travaglio ha sortito l'effetto desiderato! che altro dire se non GRAZIE, a Marco ovviamente!


Qual è l’esito di tutto ciò? Immaginiamo una ispezione, che so in un cantiere edile, ove si trovino dei lavoratori di una certa azienda (difficilmente per il moltiplicarsi di appalti e subappalti si può sapere preventivamente quali aziende possono trovarsi). L’ispettore non troverà sul luogo di lavoro nessun documento che attesti la regolarità delle assunzioni degli addetti al lavoro (non è infatti più obbligatorio tenere sul luogo di lavoro il libro matricola né è obbligatorio tenere altri documenti se, come nel caso di specie, il luogo di lavoro non è stabile ma è temporaneo). Il libro unico lo avrà sicuramente il consulente del lavoro e tutto il resto sarà sicuramente in azienda. Ci saranno dei lavoratori in nero? O il datore di lavoro e i lavoratori lo confessano (circostanza molto poco probabile) oppure entro quindici giorni verranno portati i documenti e lo si saprà. Fine delle possibilità di sospensione dell’attività per lavoro nero perché non avrebbe senso quindici giorni dopo visto che è finalizzata a prevenire infortuni. E soprattutto fine del lavoro nero perché se anche quindici giorni dopo ci si accorgesse che la comunicazione di assunzione non aveva data precedente il giorno dell’ispezione ci sarebbero molti troppi escamotage per giustificarlo e al massimo ricondurlo alla minima mera sanzione della comunicazione tardiva (importo euro 100). Si potrebbe obiettare e così si legge nella circolare ministeriale esplicativa (la si può trovare su www.dplmodena.it) che attraverso un controllo alle liste del Centro per l’Impiego si avrebbe la immediata percezione della regolarità delle assunzioni. Mancando gli strumenti informatici di accesso alla rete sui luoghi di lavoro, mancando un immediato aggiornamento delle banche dati divise su basi circoscrizionali e non nazionale e garantendo ampie eccezioni alla regola della comunicazione preventiva c’è ben poco da obiettare. Perché se si vuole fare bene il proprio lavoro e si crede in quello che si


Perché se si vuole fare bene il proprio lavoro e si crede in quello che si fa, il nemico deve essere lo Stato?


@ Massimiliano grazie per il tuo prezioso e interessantissimo intervento: non ero al corrente di tutte le implicazioni di questo provvedimento del sign. Brunetta. E' chiaro che il nemico da perseguire è chiunque svolga il proprio lavoro con coscienza e competenza, al di fuori di ogni logica clientelare. Chi è indipendente, non è servo di nessuno, e persegue veramente l'interesse della comunità deve essere eliminato perché rappresenta un ostacolo al nuovo ordine delle cose. Questa la tragica realtà. cordiali saluti


# 145    commento di   Gianluigi24pa - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 17:25

ciao a tutti e buona domenica, beh...come speravo, anche il proc. Gian Carlo Caselli ha parlato...ebbene sì! seguendo il link, potrete leggere una sua intervista sulle ultima dchiarazioni del Cainano. buona lettura, ne vale davvero la pena ;-)
http://www.antimafiaduemila.com/content/view/8624/48/




# 147    commento di   Gianluigi24pa - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 17:30

eccovi un piccola anticipazione: "...Falcone scriveva prima che tutto questo accadesse. E ciò che è accaduto dopo consente di dire che la separazione delle carriere (non delle funzioni!) Sarebbe - in Italia - una jattura. Perché separazione delle carriere inevitabilmente significa che la politica, in modo o nell'altro, può dare ordini, direttive o indicazioni ai pm. In altri Paesi, di democrazia consolidata, ciò avviene senza drammi. Perché la politica rispetta la giurisdizione e sa bonificare se stessa quando necessario. Ma da noi la situazione è diversa: corruzione, collusioni, mala-sanità, mala-amministrazione e via elencando ci affliggono ancora pesantemente, mentre si è trasversalmente diffusa la tendenza di certa politica ad autoassolversi pregiudizialmente, accusando di complotto o politicizzazione la magistratura ogni volta che - facendo il suo dovere - debba occuparsi di politici o amministratori pubblici..."
http://www.antimafiaduemila.com/content/view/8624/48/


vorrei fare questa domanda a Travaglio, ma amche a Gomez e a Corrias , ma anche a Pulicane, Urbano, Paola e ogni altro bloggers..vorrei chiedervi questo: ma oggi (mmaginate il tono lievemente ironico..solo lievemente perche non ho la maestria giusta nelle parole) cosa perplime di piu la nostra curiosità? le cose che dirà l'esimio cardinale (bagnasco) in quel dei puristi comunicati e liberati di alto spirito trascendentale( 10 milioni il costo del meeting!! ci redniamo conto? gesù , cazzarola, perche nn ritorni in mezzo a loro????)..le cose che dirà lui e la sua rivendicazione di voler parlare di piu di politica ( di piu di quanto gia non faccia la chiesa con tutti i suoi emissari stile Lupi? o di piu di quanto non abbiano gia fatto nel mondo degli affari,ior e tangenti e nn solo?) oppure siete o siamo piu curiosi della banda osi..iris (povero iris dalle radici che lo collegano in natura fiore a fiore) Bossi,Chiamparino,Tremonti, Bersani..festosamente insieme in quel luogo ameno , chiamato Festa Democratica!!! ( ci rendiamo conto? Festa democratica!!!!che orrore) a parlare di federalismo!!!..altro che concordare uolter e mister B, come leggevo di un acutissimo blogger, le telefonate a chi la spara piu grossa il giorno dopo..Bossi alla ex festa dell'unità!!..unico assente sia al meeting dellla compagnia dei 10milioni e più di opere , sia alla festa (non)democratica di firenze,il mister SB (che manda culturalmente Bondi ad abbracciarsi calorosamente Bagnasco)..dove sarà SB? a fare una seduta spiritica per evocare lo spirito di Falcone?crederanno anche a questa..il medium al governo ci mancava..eh si..giù a credergli di più e di più..contatta i morti che gli suggeriscono come fare riforme per nuovi tribunali?..s s s..sb che s..santone!


Cara Lupo, sono del parere che la Chiesa Cattolica, che pure rispetto profondamente, non dovrebbe intervenire direttamente in politica, poiché questo atteggiamento scandalizza e allontana molti dall'antica e commuovente bellezza dei Vangeli, che nulla ha a che vedere con questo tragicomico teatrino politico. Più che perplimermi, ciò che sento e leggo ultimamente mi deprime :-) salutoni, buon pomeriggio Paola


x paola deh..preme prime? sono d'accordo..anzi di più..oih oih direbbe ET .. (ET specie di idiota ideale come il gesù di Dostojevski che piace sicuramente ad entrambe piu di altre distorsioni ad uso e consumo di poteri avariati della chiesa e dei politici che ne fanno uso e abuso).. dehprime e ohpprime e l'ironia è solo sarcasmo neanche consolatorio o liberatorio salutone bello come il tuo anche a te :-)


Come molti di noi disgustati e preoccupati per quanto sta accadendo abbiamo inviato al nostro Presidente il testo della lettera del giornalista Enzo di Frenna http://www.enzodifrennablog.it/dblog/articolo.asp?articolo=220; faccimoci sentire...inviate anche voi a "presidenza.repubblica@quirinale.it "


Egregio Sig. Massimiliano #142, grazie per il Suo prezioso intervento. Svolgo attività di Coordinatore Sicurezza in Cantieri Edili. Cerco di svolgere al meglio la mia attività per quello che posso. Le dico anche che i cantieri più piccoli sono i più difficili da tenere sotto controllo per mancanza culturale e gestionale dei titolari per avere documentazione celere e conforme. Ho ricevuto anche ispezioni dei Suoi colleghi e dell'A.S.L.. Nei grandi cantieri non ho avuto problemi perchè le aziende sono già strutturate per avere tutte le documentazioni di legge. In un piccolo cantiere invece sono stato "pizzicato" dagli Ispettori A.S.L. con documentazione non in regola e ho pagato una multa salata perchè non ho svolto attività di controllo (storia complicata con i committenti). Comunque a seguito della reprimenda ho capito molte cose. In senso etico esiste un problema "Sicurezza" ovvero "lavorare per vivere". In senso pratico esiste un problema "Economico" ovvero "no al lavoro nero perchè si evadono le tasse; gli incidenti di cantiere costano alla Sanità Pubblica; un lavoratore menomato o deceduto oltre a non poter più corrispondere i suoi contributi allo Stato come forza lavoro deve anche essere risarcito o lui o i suoi famigliari con vitalizi; etc.". Le dico che ultimamente quando eseguo sopralluoghi nei cantieri chiedo direttamente ai lavoratori o ai titolari di dimostrarmi come pagano le tasse (buste paga, D.U.R.C., etc.) per arginare il problema del libro matricola ........ Cordiali saluti.


Ci sono cose che hanno significati fortissimi. A volte decisivi. Nella salute di una persona ci sono a volte sintomi di malattia inequivocabili. Ce ne sono di incerti. Ma ce ne sono di incontrovertibili. Lo stesso succede per la salute di una società. Io, per ragioni anagrafiche non c’ero, ma certo il giorno in cui il Duce comunicò dal suo balcone che aveva deciso di “spezzare le reni alla Grecia” e la folla, invece di chiedersi “Ma perché dovremmo andare a spezzare le reni a questi?” o “Ma chi ci dice che non le spezzeranno loro a noi?”, urlava di gioia come se gli avessero comunicato che quell’anno il Natale si sarebbe festeggiato due volte, si sarebbe dovuto capire che le cose avevano preso una piega dalla quale difficilmente le si sarebbe potute far tornare indietro. Ora, scusatemi, ma a me sentire Silvio Berlusconi dire che farà le riforme volute da Giovanni Falcone mi ha fatto lo stesso effetto di sentire il diavolo informare gli ospiti dell’inferno che dall’indomani ci si laverà con l’acqua santa. Se questo può succedere, se queste cose possono essere dette senza che si sollevi un’ondata di irriducibile sdegno, ma anzi con fior di pseudo intellettuali e opinion makers intenti a ricostruire in dettaglio i pensieri di Giovanni e a spiegare come Berlusconi sia nel giusto, allora la malattia è davvero alla fase terminale. E se i sintomi già elencati non bastassero, si consideri che il novello socio in affari di Giovanni Falcone mantiene in Senato e fra i principali dirigenti del suo partito incaricati di gestirne la vita una persona (il sen. Dell'Utri) condannata a nove anni di reclusione per concorso in associazione mafiosa. Me lo immagino proprio Giovanni Falcone a cena con Berlusconi e Dell'Utri a discutere di riforme, fra un ricordo commosso di Vittorio Mangano e una invettiva contro chi si è permesso di arrestare Del Turco. Quando vediamo oggi i filmati dell'Istituto Luce dei begli anni che furon


Quando vediamo oggi i filmati dell'Istituto Luce dei begli anni che furono, ci chiediamo come facesse la gente a credere alle cose che vi si raccontavano. Sarà la stessa domanda che si faranno gli storici fra cinquant'atti, rivedendo TGCom. (Da: http://toghe.blogspot.com)


PIZZERIA "AL PANTHEON" IL RADICALE STADERINI HA DENUNCIATO CHE "IL VICARIATO DI ROMA HA EDIFICATO SOPRA ALLA SUA SEDE IN VIA DELLA PIGNA (AL PANTHEON) UNA SPECIE DI PIZZERIA FUORI DA TUTTE LE REGOLE URBANISTICHE". A SEGUITO DI QUESTA DENUNCIA ALCUNI AGENTI DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI ROMA SI SONO RECATI NEI PRESSI DELL'EDIFICIO IN QUESTIONE PER VERIFICARE LO STATO DELLA SOPRAELELEVAZIONE MA NON E' STATO LORO POSSIBILE ACCEDERE ALL'EDIFICIO IN QUANTO LO STESSO, DI PROPRIETA' DEL VATICANO, GODE DEL REGIME DI EXTRATERRITORIALITA'. --- E CON QUALI SOLDI L'AVETE COSTRUITA QUESTA PIZZERIA ABUSIVA NEL CENTRO DI ROMA? CON I SOLDI DELL'OTTO PER MILLE CHE GLI ITALIANI VI VERSANO PENSANDO CHE VOI LI DEVOLVIATE IN OPERE DI CARITA'?


Io ormai personalmente ho perso la speranza: beruscone può dire qualsiasi cazzata, ma la massa degli italiani ignoranti (che sono una maggioranza paurosa, e nemmeno silenziosa) continuerà x sempre a prendere le sue parole come oro colato. ...perchè le dice così bene :-( ...e anche perchè non esiste più nessuno, nei media, voglioso e capace di far aprire gli occhi, spiegando la realtà con la semplicità necessaria ad affascinare i bambini


x iena 1 l'articolo di Achille da te citato ( forse anche da Pulicane e da altri ) lho letto ieri sera quasi appena pubblicato . è bellissimo!! scritto "da dio "..andrebbe divulgato cosi come non ci è possibile, ad ogni destinatario di altri martellamenti e media,e non apprezzato solo fra noi, un vero peccato 2 se nn ricordo male, se puo' transitare dallo IOR un pezzo della maxitangente Enimont, figuriamoci un 8 per mille per una pizzeria..bazzecole eheheh .-) 3 la questua è uno degli ultimi libri di maltese su tutti i rivoli miliardari in cui si crede di fare un'opera "buona" e invece frinisce come la pizzeria..peccato che in questo spazio sia stato contestato anche maltese, che stufo come serra ed altri ,di manifestazioni in cui ci si dà la zappa sui piedi senza mai centrare l'obiettivo,è stato attaccato in base alla legge degli "idoli"..insomma tanto come la destra ha i suoi altarini , la sinistra ne deve avere altri?..magra consolazione sapere che in italia, destra e sinistra vere non ci sono mai state, ne nella prima repubblica ne in quella di ora , che sempre alla prima è ferma..cioè meglio ..in una forma evoluta di regime in regime come ne fa poi il parallelo Achille su quell'articolo saluti :-)


PROVO SOLO SCHIFO mi piacerebbe argomentare ma non è possibile,alle parole di Berlusconi che dice volersi ispirare a Falcone non si può che provare schifo.Schifo per una nazione che lascia tranquillamente, un presidente del consiglio, bestemmiare l'unico eroe nazionale che possiamo vantare.Eccetto Di Pietro non vi è stato un solo politico o giornalista che abbia detto al mafioso al potere ;"ma che cazzo stai dicendo" non riesco a trovare le parole per descrivere una tristezza infinita per un paese che non si arrabbia più che non si indigna più,che non ha più una coscienza civile.Il nostro è un paese fondato sulle marie de filippe sulle veline e sulle isole dei famosi. LAVORATORI A 90° si recano tutti i giorni al lavoro soli e depressi,sottopagati sfruttati,abbandonati da un sindacato che non è più tale,quei pochi che hanno il coraggio di denunciare perdono il lavoro,il precariato estremo nefandezza nazionale eretto a dogma intoccabile,guai a "toccare" Marco Biagi assunto ad eroe perche da teorizzatore dello sfruttamento dei lavoratori ,in questo aiutato da Treu,Cazzolla e Sacconi,Ichino,è divenuto un martire grazie a 4 imbecilli che l'hanno ammazzato. Tornado a Berlusconi che vuole ispirarsi a Falcone dovevate sentire venerdì Cruciani su radio24 a la "la zanzara",semplicemente da vomitare,stigmatizzava le dichiarazioni di Di Pietro che rammentava le frequentazioni di B. Mangano e Dell'Utri praticamente capovolgendo la logica.SCHIFO SCHIFO QUESTO FANN


Sono totalmente d'accordo con calimero. Motivi per protestare ne abbiamo tanti eppure è come se rimanessimo immobili. Io sono sicuro che se protestassimo come si deve, le cose cambierebbero. Siamo poco organizzati, ognuno va per i c***i suoi.


I discorsi dei berluscones mi fanno sempre tornare in mente quelli che facevo io con i miei amici juventini, quando, PRIMA dello scandalo di Calciopoli, venivamo “attaccati” da chi sosteneva che la Juve vinceva le partite perché Moggi comprava gli arbitri… 1. Non è vero: dicono così perché siamo i più forti e loro sono invidiosi; 2. C’era sempre qualche episodio che ci faceva dire: lo vedi? Gli arbitri sbagliano anche contro di noi… sono i giornali che enfatizzano solo quello che capita a nostro favore… sono tutti schierati con le altre squadre… ovviamente ce l’avevamo su con la Gazza e il Corriere di Trigoria :-), mentre l’unico obiettivo e imparziale era Tuttosport; 3. Tanto ci provano tutti a truccare le partite (vedi scandali precedenti che, tra l’altro, fecero retrocedere Lazio e Milan in B, etc… ) se Moggi lo fa senza che nessuno gli faccia niente, due sono le cose: o lo fa meglio degli altri (e allora va elogiato perché è il più bravo di tutti) oppure sono tutti d’accordo, e allora cosa rompono?… Poi sono venute fuori le intercettazioni, lo scandalo e la GIUSTA retrocessione in B… io sono sempre juventina (anche più di prima, se possibile…) ma Moggi non lo voglio neanche sentire nominare, mentre qualche mio amico ancora sostiene che c’è stato un complotto e che… visto che così fan tutti… era meglio prima, almeno lui ci faceva vincere gli scudetti… Traslando questi ragionamenti nella polemica politica destra-sinistra (si fa per dire), io ci trovo delle analogie inquietanti… P.S. Segnalo il post di Grillo di oggi su beppegrillo.it “Uomini e mezz'uomini, ominicchi, piglianculo e quaquaraquà”…lo stavo aspettando e, come al solito, non mi ha deluso


x 159 da Paolo Bernard : " L’annullamento verticale.. Anche fra noi dilaga oggi la struttura chiamata Cultura della Visibilità, che è la cultura dei Personaggi, cioè dei Vip, e che nel nostro caso è rigorosamente alternativa, certo, ma sempre identica all’equivalente struttura del Sistema massmediatico. E cioè la nefasta separazione fra pochi onnipresenti famosi, e tanti seguaci. Ne siamo pervasi totalmente. I nostri Personaggi e gli eventi che essi gestiscono (i Grillo, Travaglio, Guzzanti, Strada, Zanotelli, Ciotti, Moretti ecc., con le loro marce, manifestazioni, spettacoli di piazza, film ecc.) producono singolarmente cose (talvolta) egregie, ma collettivamente fomentano quella struttura compiendo un danno devastante, e che pochi ancora comprendono nella sua ampiezza e implicazioni. Quale danno? Essi di fatto svuotano l’Io dei loro seguaci impedendogli di divenire singole entità autonome e potenti, rendendoli (rendendoci) un esercito di anime incapaci, dunque minando la Società Civile Organizzata e la speranza che essa rappresenta. Ecco come:


1) I Personaggi, ponendosi come tali, inevitabilmente ci trasmettono la sensazione di sapere sempre più di noi, di poter fare più di noi, di contare più di noi, di aver sempre più carisma di noi, più coraggio, più visibilità. E più sapere, capacità, importanza, carisma, coraggio e visibilità noi gli attribuiamo meno ne attribuiamo a noi stessi. Il paragone inevitabile fra la nostra (generalmente fragile) autostima e l’immagine di ‘grandezza’ dei Personaggi, fra il nostro limitato potere e quello invece di chi è famoso, è ciò che finisce per annullarci. Tantissimi di noi infatti pensano “ma da solo cosa posso mai fare? cosa conto? chi mi ascolta?”, e in sol colpo ci auto annulliamo. Smettiamo così di pensare e di agire autonomamente e corriamo ad affidarci ai suddetti Personaggi, che prontamente ci forniscono un pensare e un agire preconfezionati, che noi fotocopiamo in un’adesione adorante e acritica. E questa è, insieme, una rovina per noi e la salvezza del Sistema, per le ragioni che esporrò a breve.


2) Tutti i sopraccitati Personaggi, dai comici ai preti ai giornalisti, hanno dato l’avvio in Italia a una forsennata industria della denuncia e dell’indignazione, ovvero la febbre della denuncia dei misfatti politici a mezzo stampa o editoria, con tanto di pubblici inquisitori che ne sfornano a ritmo incessante, nella incomprensibile convinzione che aggiungere la cinquecentesima denuncia alla quattrocentonovantanove in un martellamento ossessivo serva a cambiare l’Italia. Eppure, che la politica italiana fosse laida, ladra e corrotta, milioni di italiani lo sapevano benissimo già prima che molti di questi industriali dell’indignazione nascessero, e assai poco è cambiato. Allora, a che serve procedere compulsivamente ad aggiungere denuncia e denuncia e indignazione a indignazione? In realtà questo modo di agire serve a giustificare (oltre agli incassi degli autori) l’auto assoluzione di masse enormi di italiani, noi italiani come sempre entusiasti di incolpare qualcun altro, e mai noi stessi e la nostra becera inerzia, per ciò che accade. E badate bene che è proprio questa auto assoluzione scodellataci dai nostri Personaggi che ci annulla ulteriormente, poiché ci impedisce di imbatterci nell’unica verità in grado di farci agire, e cioè che alla fine della strada la responsabilità ultima per tutto quello che accade di sporco e corrotto in questo Paese è nostra. Direbbe Truman: The buck stops here.


# 164    commento di   Clè - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 19:24

per Massimiliano che tu sappia esiste un metodo per denunciare un ispettore del lavoro che per chiudere un occhio sulle irregolarità riscontrate si fa fare i "regalini", senza rimanere disoccupati?


@CLE' SE HAI LE PROVE DI QUELLO CHE DICI VAI DAI CARABINIERI O DIRETTAMENTE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA,TUTELATI INFORMANDO QUALCHE GIORNALISTA ONESTO,QUALCUNO ANCORA CE'.


# 166    commento di   Clè - utente certificato  lasciato il 24/8/2008 alle 19:37

# 165 Paolo Purtroppo è chi ha le prove che si trova in una situazione critica, io tanto già a settembre sarò senza lavoro


@Lupo Per come la vedo io, le persone che Barnard cita (Travaglio, Grillo, Guzzanti… su Moretti ho qualche riserva) stanno facendo l’ESATTO OPPOSTO e cioè stanno INFORMANDO per cercare di (ri)svegliare una massa critica anestetizzata da 15 anni di spazzatura mediatica (necessaria/indispensabile a lorsignori per continuare a sedere su quelle poltrone) e, secondo me, lo fanno anche rimettendoci del loro… Per fare questo occorre tempo, pazienza, forza e determinazione… Nessuno ha la bacchetta magica, e nessuno da loro la pretende…


indignazione ,sdegno ..non bastano a definire il disgusto provato nel leggere quello che ha detto berlusconi..ma attenzione è il suo solito gioco sporco , si appropria di parole come libertà democrazia e queste si svuotano del loro significato ...già conosciamo dell'uso improprio del nome di biagi per giustificare una legge restrittiva dei diritti dei lavoratori.. adesso falcone ...,per giustificare le riforme ad personam che si appresta ad elaborare con l'aiuto dei suoi servitori ! attenzione ..io non ci sono caduta e sono d'accordo con l'articolo di travaglio ..ma quanti , più distratti , meno informati o plagiati dalla sua propaganda , domani sosterranno che berlusconi si è ispirato a falcone nella riforma della giustizia , nessuno andrà a vedere come stanno veramente le cose ...appropriazione indebita si chiama questo ..ed è punibile per ora daniela


tentatale tutte rivolgiti alle rdb-cub sono sindacalisti con le palle se vuoi delucidazioni,maxx113a@yahoo.it


x nadia in parte sono d'accordo con te , l'informazione e la sensibilizzazione ci vuole eccome , ma gli spunti offerti ad esempio da bernard ( ma nn solo da lui) sono piu sottili..rispondono a quella capacità ridotta ad impotenza sia da un sistema come da un altro, in cui il singolo ( infatti molti blogger si chiedono cosa fare e come fare per tenere piu incollato il pensiero all'azione) rischia cmq di rimanere schiacciato vuoi da primedonne di un sistema che da primedonne da controsistema..occorre cioè in italia qualcosa che non è ancora nato e che sia un movimento orizzontale alla gandhi o alla marcos o altri nomi che potremmo fare, in cui esiste un leader e una serie di leader , ma a vantaggio di tutti quelli che vogliono cambiare la storia e fatta da tutta questa "massa" con peso specifico del singolo nel gruppo per il gruppo pensieri e fatti.La bacchetta non magica la lasciamo volentieri a chi ha fatto credere di avercela , che si chiami silvio ,giulio e compagnie di identiche merende (e merendine).faccio un esempio su un altro blogger che leggo qui sempre molto volentieri, si chiama papillo ..nel suo piccolo che è il suo grande , è il travaglio della situazione, non delega a un post o a un idolo o a nessun altro, le sue consapevolezze ,pensieri ed azioni saluti :-)


@Lupo Provo a schematizzare, mi viene meglio: 1. “capacità ridotta ad impotenza sia da un sistema come da un altro” io non vedo Marco Travaglio, Beppe Grillo, Sabina Guzzanti, Gino Strada, Alex Zanotelli o don Ciotti come un contro-sistema…sono persone diverse, con idee diverse e con mestieri diversi che, mantenendo comunque la loro individualità, a volte si incontrano quando ritengono di pensarla allo stesso modo su temi specifici… 2. “occorre cioè in italia qualcosa che non è ancora nato e che sia un movimento orizzontale alla gandhi o alla marcos o altri nomi che potremmo fare, in cui esiste un leader e una serie di leader , ma a vantaggio di tutti” … e secondo te cosa sta tentando di fare Grillo con il suo movimento (meet-up, liste civiche, etc…)? … però lui non va bene perché è una primadonna… 3. io credo che siano molti i Paolo Papillo svegliati dal buon Beppe… è proprio questo che sta facendo…chi non lo capisce (o non vuole capirlo) e si aspetta che le cose cambino magari incitando Grillo o chi per lui a diventare capo del mondo perché così lui potrà vivere aggratis nel mulino bianco, non ha capito nulla…ma non credo che ce ne siano molti, né fra i grillini, né fra i girotondini e nemmeno fra quelli che votano IDV Un abbraccio :-D


Errata corrige punto 3: io credo che siano molti i Paolo Papillo svegliati dal buon Beppe… è proprio questo che sta facendo…chi si aspetta che le cose cambino magari incitando Grillo o chi per lui a diventare capo del mondo perché così lui potrà vivere aggratis nel mulino bianco, non ha capito nulla…ma non credo che ce ne siano molti, né fra i grillini, né fra i girotondini e nemmeno fra quelli che votano IDV


@ Lupo e Nadia Lupo- E' proprio quello di cui parlavo io nel commento #95.Leggendo molti dei commenti rilasciati in questo blog c'è chi loda Travaglio per ogni articolo,anche quelli pessimi(come quello che ha fatto quand'era in vacanza per "A"),c'è chi pende dalle sue labbra come se vangelizzasse,ho letto addirittura di un uomo che vorrebbe sposarlo pur essendo eterosessuale,ma la cosa più inquietante è che i commenti si dividono in due tronconi: -quelli propositivi,che aggiungono ed integrano con conoscenze quel che c'è scritto nell'articolo di Marco,forniscono link,fanno riflessioni che vanno oltre il solito "Berlusconi merda","che schifo","che vergonga vivere in questo paese" etc.. -quelli in cui ci si limita solamente ad adulare Marco acriticamente.Questi ultimi potrebbero tranquillamente non essere postati poiché non aggiungono nulla alla discussione. P.S. Si dice Barnard Nadia- In parte condivido ciò che dici e anche secondo me Barnard con le varie teorie dei gatekeepers e dell'imdustria dell'indignazione prende una grossa cantonata.Non condivido la figura di Travaglio o Grillo come leader per esempio.Due bravissime persone ma ripeto:sono rispettivamente un giornalista ed un comico.Lasciamoli in pace.




@Salvo Imprevisti Trav fa il giornalista e ok, ma Grillo le liste civiche che fanno riferimento a lui e al suo blog ce le ha... Si sono presentati alle scorse comunali e regionali con candidati e programmi…I comunicati politici numero xy li fa lui... tu come lo definiresti se non il leader di un movimento politico? P.S. Ma perchè c’è sempre qualcuno che vuole decidere cosa è bene scrivere nei commenti e cosa no? Vivaddio c’è ancora qualche spazio libero… scrivessero un pò ciò che vogliono! P.S2 Ma "Salvo Imprevisti" è il tuo vero nome? Dimmi di no, ti prego! :-D


x 173 grazie tue consideraz Salvo, e scusa se diabolicamente pur sapendo di barnard ho storpiato la vocale da a ad e , ma è un periodo che a forza di storpiare nomi e nomignoli, mi si deve essere accentuata di più la mia deformaz x default di non memorizzare precisi tali e quali come sono, importante però è che ci siamo intesi :-) nuovamente saluto anche Nadia e grazie delle tue successive consideraz :-)


Egr. Sig. Imprevisti Salvo, ho letto le Sue considerazioni. Penso che mi abbia citato ben 2 volte nel suo #173. Le rispondo. 1) L'affermazione di sposare Travaglio era una risposta scherzosa ad una lettrice che chiedeva ella stessa di coniugarsi con il giornalista. Lei non ha colto il tono ironico "non è giusto che io sia uomo ed eterosessuale per non poterlo sposare". 2) Ho scritto un messaggio di ringraziamento particolare al Giornalista Marco Travaglio perchè nei momenti bui del quinquennio 2001-2006 è stata una luce rigenerante per la mia coscienza. Credo che il Sig. Travaglio si meriti ogni tanto qualche complimento (magari anche adulatorio) quando rischia molto quando va in seconda serata su una TV nazionale a dire che il sig. Berlusconi e i suoi accoliti sono una banda di furfanti. Quando dico rischia penso a ciò che è successo proprio ai Giudici Falcone e Borsellino. Ci siamo intesi. Se ci fosse stato il Sig. Imprevisto da Luttazzi a presentare un libro "pesante" come quello sulle provenienze delle fortune del cavaliere, non ci avrei pensato un attimo a scriverLe un messaggio di ringraziamento ...... e d'amore. Grazie per l'attenzione. Cordiali saluti.




@ Nadia 1)No non è il mio nome.Però è fighissimo e lo uso sempre per commentare su questo spazio. 2) Grillo appoggia le liste civiche ma non sono un movimento politico le liste civiche:non hanno una linea unitaria di pensiero,un segretario di partito,etc.etc..Come il PD insomma. @ Lupo Fa comunque piacere che qualcuno citi Barnard,anche se storpiandogli il nome. @ Federico Non ricordo bene ma non credo si trattasse di lei.In ogni caso neanche lei ha colto il tono ironico della mia frase(so benissimo che nessuno vuole sposare Marco).Tuttavia va bene l'adulazione,van bene i complimenti ma talvolta son decisamente fuori luogo.Talvolta sfociano nell'idolatria che è sempre un male poiché di per sè comporta la scarsa considerazione di sè stessi.Riassumendo ammirazione,stima ok, idolatria,fanatismo,amore fisico(scherzo con quest'ultima!!!) no. Magari lei non condivide ma questo è il mio pensiero?L'idolatria ed il culto della persona non ha mai storicamente giovato.


@Salvo Imprevisti Il PD è un Partito Politico; per come la vedo io, un “movimento politico” può essere anche un insieme di persone che la pensano allo stesso modo su alcuni temi e cercano di far sentire la propria voce. Bello il nick...:-) Buonanotte a te e agli amici del blog :-)


Per Francesco da Napoli, Fiori di Bacco, Marco & C: Io so da tanto tempo della vostre festine. Le sento da casa, dal lavoro, dai week end con le amiche, ecc. Ho cercato di non perdere la bussola (cosa che vi avrebbe molto divertiti, immagino) confidando che a breve vi sareste annoiati. Una denuncia? Ci starebbe tutta e voi, al posto mio, procedereste senza esitazione in tal senso. Sono contenta di essere di un'altra pasta, con la mia mediocre vita (ok, diciamolo, se vi fa stare meglio...) e non c'e' nulla che mi restituirebbe niente. Meno ancora ho voglia di una ulteriore guerra con voi altri (lo dico da mesi), per perdere ulteriore tempo. Però smettetela, SUBITO. Davvero. E, per favore, evitate gli articoli sulle parolacce dei nipotini maleducati del giorno d'oggi (altro che calci nelle gengive, caro Marco...), le allusioni all'ignoranza locale, alle qualita' morali (da che pulpito), e tutto il resto. F.




@ nadia Beh allora ok.Però a quel punto Grillo non è un potico come tu lo definisci.Altrimenti seguendo il tuo ragionamento lo siamo pure io e te. Grazie del complimento per il mio nick. @ F. Ma che è una riunione di condominio??? Con tutto il rispetto...delle questioni fra te,il vicinato o quant'altro non ce ne può fregare una beneamata mazza.


Bella idea Salvo Imprevisti quella della riunione di condominio, ci avevo anche gia' pensato... scusa se ho invaso questo spazio ma proprio di rutt e scurregg non se ne puo' piu' e una, alla fine, da fuori di matto. ciao


Berlusconi è un esperto di comunicazione, meno di quel che comunemente si crede, ma sufficientemente esperto da mettere nel sacco un sufficiente numero di elettori. A questi aggiungi quelli che la pensano esattamente come lui e non hanno bisogno di cascare nei suoi tranelli, ed hai realizzato i numeri per governare. Io almeno la vedo così. Anzi, lo stesso ragionamento si applica anche all'opposizione, con la differenza che quelli che non ci cascano sono tuttavia incapaci di realizzare qualunque tipo di opposizione. In parte è disorganizzazione, ma io vedo più che altro disorientamento, nel senso che non sanno assolutamente quali "valori" opporre e proporre. Io credo che a scandalizzarci siamo una minoranza esigua d'individui. Il problema, e credo che Travaglio sia d'accordo su questo, è che molti sono scontenti, ma non hanno la capacità di scandalizzarsi semplicemente perché non conoscono i valori base della carta costituzionale e quindi della democrazia. Insomma percepiscono che ci sono molte cose che non vanno, vorrebbero reagire, ma necessiterebbero di una sorta di alfabetizzazione democratica. Mi dispiace dirlo o ribadirlo, ma alla fine il problema in tutti i Paesi "a basso contenuto democratico" è l'ignoranza (in senso non dispregiativo, si badi bene), cioè la "non conoscenza". Per questo motivo io a volte sono un po' scettico, ho quasi l'impressione che quel ristretto gruppo d'intellettuali stia dando "le perle ai porci" quando invece necessiterebbero di adeguato mangime culturale. Questa battaglia la si può combattere solo partendo dal basso e in modo capillare. Per inciso tu puoi denunciare che "Tizio ha rubato", ma se Caio non sa che il furto è reato o sa che lo è ma non ne capisce il perché, allora la tua denuncia è stata vana.
lacaccanelcuore.blogspot.com


ANCHE NOI SIAMO "CITTADINI ITALIANI", MA... Ogni persona nasce "FORTUITAMENTE" in un qualche posto del Mondo e solo "BUROCRATICAMENTE" diventa "CITTADINO" di quel posto. Noi di EMERGENZA DEMOCRATICA siamo nati in Italia, ne siamo contenti e amiamo le cose che amano i "CITTADINI ITALIANI", come anche quelli "STRANIERI". Ci piacerebbe che la "GIUSTIZIA" fosse veramente "UGUALE" e "RAPIDA" per "QUALUNQUE" persona, a "QUALUNQUE" nazionalità, ceto e razza appartenga; abbiamo a cuore la nostra "SALUTE" e vorremmo che la "SANITA' PUBBLICA" funzionasse bene, principalmente quella "PREVENTIVA"; vorremmo che l'"ISTRUZIONE" e la "RICERCA", soprattutto quelle "PUBBLICHE", funzionassero bene; ci piacerebbe che i "TRASPORTI", soprattutto quelli "PUBBLICI" fossero efficienti e a prezzi "POPOLARI"; che l'"INFORMAZIONE" fosse "VERA" e non asservita ai "PRE-POTENTI" di turno e così via dicendo, come per qualsiasi altro "PROBLEMA" italiano (e non) passato, presente e futuro. Ma purtroppo ciò che è ritenuto "NORMALE" cercare di risolvere in un Paese "CIVILE" e "PROGREDITO", ormai qui in Italia anche solo sperarlo è diventato praticamente "IMPOSSIBILE". Perché? Se ci avete seguito sapete che su questo quesito ci sentiamo "DIVERSI" perché secondo noi, a differenza dalla maggioranza dei "CITTADINI ITALIANI", crediamo sia perfettamente inutile cercare soluzioni arzigogolate di chissà quale genere, chissà come, chissà dove o aspettandosele da chissà chi, come invece fa la maggior parte della gente, per cui è arrivato il momento di smetterla con le "CHIACCHIERE", finirla di confidare nella manna dal cielo e darsi da fare direttamente "CIASCUNO" in prima persona. Vogliamo davvero collaborare "TUTTI INSIEME", al di fuori dalle logiche dei "PARTITI", per chiedere a viva voce la ridistribuzione dei "TROPPI SOLDI" che vengono "INCASSATI/SPRECATI" dai ladroni di qualunque "CASTA", risolvendo così di conseguenza anche "OGNI ALTRO PROBLEMA", oppure volete continuare a darla
emergenzademocratica.blogspot.com




beh! Marco...mi stupisco sempre della tua costanza e precisione a ricordare VERAMENTE come stanno le cose, complimenti. Comunque, per chi vuole conoscere come sono andati i fatti negli ultimi 20 anni, senza aspettare il re-minder di Marco, leggete "complici" di Corrias e Abate...scritto benissimo...


E' ancora presto, dobbiamo aspettare di superare l'Argentina, poi e solo dopo aver raggiunto e, probabilmente superato, questo traguardo riprenderemo a salire. Bisogna avere un po' (o tanta) pazienza e resistere. Solo gli uomini di buona volontà sapranno resistere, resistere, resistere.


A sconvolgere non è la meschinità del premier, ma l'atteggiamento del PD che tentenna e parla ancora di dialogo: senza parole.


Quando ho sentito la notizia al tiggì ho avuto solo una reazione: il vomito!!!!!! Credevo di aver visto il peggio, ma questa classe politica è in grado di scavare il fondo e farmi vergognare ogni minuto di più di essere italiana. RIVOLUZIONE!!!!!




Le ripetizioni più che Berlusconi, che mente sapendo di mentire, le dovrebbero prendere tutte quelle persone che non ne sanno nulla e che, non sapendo, accettano acriticamente le affermazioni più paradossali di questo omuncolo che passa anche per "fine oratore" e "grande comunicatore" quando è un men che mediocre cantante a cui in studio fanno grandi opere di camuffamento per coprirne gli obrobri. Perchè oltre che i libri, insieme a professionisti come Santoro e Ruotolo, non pensate e vi cimentate in un bel film documentario sulla storia d'Italia degli ultimi 25 anni? Come sai meglio di me la gente che legge i libri c'è (e voi giustamente li fate) ma non sarà mai la stessa che guarda il tg4 e l'isola dei famosi (e pare sia la maggioranza). Purtroppo o per fortuna il loro voto vale quanto quello di chi ha il privilegio ed il gusto confrontarsi con il pensiero e la vita di grandi uomini. Bisogna iniziare ad invadere il "territorio nemico" per disturbarli un pò (il "caso" Schifani dopo la tua apparizione da Fazio dimostra l'evidenza)


peccato che post come questi, molto "istruttivi" e che ti fanno riflettere, non possano arrivare alla stragrande maggioranza di persone, cioè quelle che non stanno in internet. Secondo voi si puo' fare qualcosa???


Mi pareva strano che un individuo che usa le istituzioni per farsi varare provvedimenti per sistemare i suoi interessi patrimoniali e giudiziari si ispirasse al pensiero di Falcone; in questo caso ha dimostrato la stessa credibilità che avrebbe il capo del Ku Klux Klan se dicesse di voler combattere il razzismo.


# 196    commento di   pulicane - utente certificato  lasciato il 25/8/2008 alle 10:26

Per gli ultimi due interventi (# 193 e 194) Sarebbe già tanto riuscire a difendere con le unghie i pochi spazi di libertà rimasti. Vedi il caso inquietante dell’Unità. Sul numero di oggi c’è un bell’articolo di Travaglio (che spero sia ripreso qui, così ne riparliamo) e ieri ce n’era uno di Colombo. Io ho scritto una lettera ai vari indirizzi del giornale, minacciando di non rinnovare l’abbonamento. Invito altri lettori o abbonati a fare lo stesso.


Piergiorgio ha ragione. I libri vengono letti da una esigua minoranza di gente, stessa cosa per gli articoli di approfondimento dei giornali. Il problema è proprio quella massa di gente che le cose non le sa, non le conosce e non ha a volte nemmeno gli strumenti culturali per accedervi. Se Berlusconi riesce con tette, culi e volgarità d'ogni tipo a far presa appunto sul volgo, inteso come maggioranza di cittadini, l'opposizione non può pensare di gettare dalla finestra tartine al caviale perché saranno in pochi ad apprezzarle e mangiarle. Occorre modificare, anzi elevare, la cultura di un popolo. Il potere può farlo agevolmente, ma... ovviamente non è interessato. I libri di Travaglio per fortuna usano un linguaggio accessibile a tutti o quasi, ma non basta. Forse dobbiamo nascondere messaggi subliminali nelle cozze napoletane :-)))) Non per informare, ma per istruire.
lacaccanelcuore.blogspot.com


# 198    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 25/8/2008 alle 10:41

MARIO MR. BANALITA' Mario Draghi continua con la sfilza di banalità che ha sempre contraddistinto il suo operato in Banca Italia, e dopo aver consigliato al Governo di Ridurre Tasse e Debito ed esternato la necessità di potenziare il ruolo delle Banche Centrali, l'ultima perla è questa: "Uscire dalla crisi dei Mutui sarà davvero dura ... " Wil Nonleggerlo
http://nonleggerlo.blogspot.com/


# 199    commento di   Satira - utente certificato  lasciato il 25/8/2008 alle 10:42

Mi piace scoprire queste cose, a voi no? "Il 13 marzo 2006 sono stati modificati vari articoli del Codice Penale riguardanti gli attentati allo Stato. Di sicuro il paese sentiva un gran bisogno di queste modifiche. La più interessante è la quella dell'articolo 283 del codice penale. Così recitava: " Chiunque commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo, con mezzi non consentiti dall'ordinamento costituzionale dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni." E' stato modificato in: "Chiunque, con atti violenti, commette un fatto diretto e idoneo a mutare la Costituzione dello Stato o la forma di governo, è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni»." Con atti violenti, non attraverso il partito di cui è padrone o corrompendo parlamentari attraverso le loro amanti. Preparati al Golpe, ma non temere se non ci saranno "atti violenti", sarà perfettamente "legale". Per pura coincidenza ricordo che l'articolo 283 è quello che fece processare la P2." http://dirittodiresistenza.go.ilcannocchiale.it/
http://dirittodiresistenza.go.ilcannocchiale.it/


OT. Mi permetto di segnalare un secondo me ottimo articolo di filippo facci, dico sul serio. http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=285264&START=2&2col=


# 201    commento di   Gianluigi24pa - utente certificato  lasciato il 25/8/2008 alle 10:50

buongiorno a tutti, ho appena letto l'articolo odierno di Marco dedicato all'ex-direttore Padellaro...è commovente!!! spero lo posti al più presto...




Ma avete sentito che forse l'Editore di Chiare Lettere vuol fare un settimanale la cui prima firma sia Marco Travaglio? Mi prenoto per il primo numero, speriamo bene.


# 204    commento di   fran85kurt - utente certificato  lasciato il 25/8/2008 alle 11:16

Caro Marco, il panorama politico italiano è desolante e il cainano ne è la punta di diamante. Ma le uova di cainano sono sparse in tutta Italia anche nelle realtà locali. A tal proposito vorrei segnalarti il blog di Daniele Martinelli, e in particolar modo il post "Indagato per truffa? Promosso capo dei vigili!". A Bitonto, paese in cui vivo e dove ho avuto modo di apprezzarti live, la nuova giunta di centro-destra, proclamatasi paladina della legalità, ha sostituito il comandante della polizia municipale con un figuro indagato per peculato, falso e truffa aggravata. Il caso ha suscitato lo sdegno del pm di Bolzano!!! E' questa la lotta alla casta e agli sprechi di denaro pubblico, promessa dal nuovo sindaco Valla, a sua volta prefetto? Ti chiedo la cortesia di aggiungere il link del video di youtube tra le tue segnalazioni. In ogni caso ti ringrazio per quello che fai. Un saluto da Bitonto, ora nota in tutta Italia non solo per l'olio d'oliva!
http://it.youtube.com/watch?v=R6VVtIUV5Pc&eurl=http://www.danielemartinelli.it/


# 205    commento di   ruckers - utente certificato  lasciato il 25/8/2008 alle 11:29

Secondo voi....: con chi ce l ha Alberoni nell'editoriale di oggi scritto sulla prima del Corriere? A me un sospetto viene...
INDOVINELLO




Caro Marco, scusa per il "fuori tema", ma voglio avvisarti in tempo in quanto quello che sta succedendo all'Unità è un film già visto. Sono sarda e pur avendo votato Renato Soru, ho assistito in questi ultimi anni allo smantellamento sistematico nell'isola di tutto ciò che funzionava, a favore di una paralisi totale dell'economia e della gestione clientelare della cosa pubblica (i processi in corso ne danno atto). L'onorevole Soru, da manager rampante quale è, ritiene di aver potere di vita e di morte sui suoi sottoposti, vale a dire tutti i Sardi e i suoi dipendenti, con un'arroganza, una prepotenza e una presunzione che non si erano mai visti da queste parti. Il problema fondamentale di Soru è l'incapacità totale di mettersi in relazione con gli altri, con quanto è esterno al suo mondo. Volevo solo avvisarti, perché questo è solo l'inizio.... Tutta la mia solidarietà e soprattutto un grazie per tutto quello che fai...


C'è stato un momento in Italia (e non stiamo parlando di mille anni fa, ma di circa 30/40 anni) in cui tutto sembrava legittimato dall'anticomunismo. E sono state compiute delle azioni alquando deprecabili in nome del patto atlantico. La situazione in cui ci troviamo ora è purtroppo uno strascico di quella. I personaggi che sono cresciuti in quel determinato monmento storico sono presenti attualmente in parlamento...e con tutto ciò che ne implica per la già danneggiata situazione italica. Speriamo che sia solo una coda, che quella dannata generazione venga sostituita prima che in qualche modo avveleni quelle a venire. Gentile Travaglio, qual è il legame tra le idagini Cordova degli anni 70 e quella De Magistris del 2007? tutto uguale nei corsi e ricorsi storici?
http://belandi.splinder.com


Breve risposta al commento # 108 di Gordon Cliff Egr. Signore che dal **Cliff** spero non debba gettarsi, appena letto un mio breve commento alla sua disquisizione... Le premetto, non sono un grande AMATORE del mondo AngloMassone e sono molto **attrezzato** sulle dottrine dell'**eccezzionalismo** di detto Mondo che e' ancora stordito e profondamente INCAXXATO (ne possiamo discutere per i prossimi dieci anni) nel non aver ancora raggiunto lo status GRANDE del **sistema dominante** che si puo' con tutta tranquillita' storica, vedere nell'IMPERIALISMO de ROMA (il **de** e' voluto..ndr) Il Mito del VOTO e la contemporaneita' dei sistemi elettorali i cui dati, che poi generano i risultati, son basati su trasferimento dati via **virtuale, elettronica, fibre ottiche, satellitare etc etc..Lei scelga) Detta attivita' e' data in appalto a chi ha la tecnologia (si suppone..sfera di cristallo alla Vanna Marchi..ndr) o la struttura che puo' ospitare detta tecnologia (Telecom...?) Spero che Lei abbia la curiosita' intellettuale di valutare e documentarsi sulla dottrina del gestire Paesi e Sistemi che, nel Contemporaneo, opera sulla formula.. Andare dalla casella A...alla casella C, saltando la **B** E puo' anche vedere come in molti Paesi, qualcuno in particolare, e' l'Autorita' Giudiziaria che DETERMINA il risultato elettorale, ed offre **un mandato** ad esempio, ad un Presidente Ne possiamo riparlare quando vuole, e sopratutto..il mito VOTO e' da rivedere..Nell'affermare che la **stragrande maggioranza ha votato il Nano** non e' accurato in quanto non ci fu un GRANDE avanzamento nel numero voti della CDL (Club Calcistico MILAN del Mondo...) e Le sconto anche la storiella VENEZUELA..forse si' o forse no', e forse la punta dell'iceberg (comunita' Italiana all'Estero che vota...un numero rilevante e non sempre divulgato, come dovrebbe essere, per rafforzare la suddetta SANTITA' del VOTO....) In tutta stima e cordialita


@Gianluigi24pa Ciao, sai se è già stato pubblicato da qualche altra parte l'articolo sull'Unità di oggi di M.T. in rete?


Ringrazio tutti coloro che leggendo il mio intervento hanno partecipato al dibattito. Per colui che è a conoscenza di un ispettore del lavoro corrotto che riceve regalini lo invito caldamente a denunciare il fatto cercando di fornire quanti più riscontri possibili magari da parte di soggetti terzi che, come dice Lei, non rischierebbero di perdere il posto di lavoro. Quanto a Federico, posso capire come ci si sente. Molte volte capita di incontrare persone oneste che vogliono fare bene il proprio lavoro che fanno veramente molta fatica. Per colpa di chi? Di tutto questo sistema che non vuole debellare le irregolarità. Quanto ho raccontato è la dimostrazione di come si voglia far apparire la massima severità all'opinione pubblica e di come attraverso mezzi e mezzucci si ponga nel nulla il tutto.


Visto l'interesse manifestato dalle mie parole aggiungo un esempio ulteriore dell'effetto della nuova normativa Pubblici Esercizi: la legge consente l'effettuazione di assunzioni chiamate "extra" per massimo tre giorni per far fronte ad esigenze contigenti. La comunicazione al Centro per l'impiego deve essere effettuata entro cinque giorni dalla assunzione. Ora all'atto dell'accesso ispettivo il datore di lavoro non dovrà mostrare alcun libro matricola né mostrare l'avvenuta comunicazione al Centro per l'impiego...Basterà sostenere l'assunzione "extra" e comunicare entro cinque giorni l'assunzione. Cosa accadrà?Chi vuole fare il furbo non assumerà più nessuno nei pubblici esercizi, potendo, solo in caso di visita ispettiva, legittimare l'assunzione come sopra indicato. Diversamente il rapporto di lavoro potrà "regolarmente" continuare senza regolarizzazione.


Sto facendo salti mortali per leggerti senza dover acquistare quotidiani e quindi interrompere il mio "voto" (non leggo più robaccia...mi reputo una lettrice "bio" ;-). Ma sta diventando dura...e inoltre mi accorgo di perdermi articoli di vari altri giornalisti che al momento non hanno il blog e che invece vorrei seguire... Sicuri di non essere ancora in forze sufficienti per aprire una testata tutta vostra? Qualcuno qui suggerisce di passare al Manifesto, ma io veramente, al di là della meritoria impresa di aiuto, non riesco a vedere altro. Serve un "Anno zero", pulito in partenza da ogni pregresso politico. Scritto da giornalisti e non da politici (che magari possono solo essere intervistati). La "carta" presa in edicola ha un fascino decisamente diverso dal solo internet... Inoltre, calcolando il numero di persone che hanno acquistato i vostri libri, direi che c'è un discreto numero di papabili che potrebbe leggere un nuovo giornale (da subito non necessariamente quotidiano). Buon lavoro!




Ho letto che la Mafia non ha bisogno di bombe perchè adesso fa le leggi pienamente d'accordo ma adesso il gioco si fa pesante non è più un gioco,si rischia di finire in galera e voi lo sapete meglio di me che siete in prima linea. Io non sono nessuno ma vi devo dire che i referendum votare DiPietro le liste civiche di Grillo secondo me non cambieranno le cose forse vivere in un'altra Italia senza Roma senza Sud è l'unica soluzione e ci sono tanti che lo pensano e non sono della Lega io voterò DiPietro e stimo la gente del Sud onesta sono con loro e li capisco ma capisco anche che il governo che abbiamo e quelli che verranno non risolveranno niente ci sono dentro


Aggiungo che per questo Paese non c'è futuro con questi politici sia di dx che sx la gente quando viene presa x il culo s'incazza non esistono cittadini più uguali degli altri vuole giustizia e libertà di informazione non si riconosce in questo Paese non ci crede non si illude più cari Travaglio e soci vi apprezzo tantissimo buona fortuna vi stanno querelando e diffamando vogliono mettervi in galera se non è questa Mafia..governo e opposizione due facce della stessa medaglia


Il commento di Nevio (# 216) merita una sottolineatura. Proviamo a fare una panoramica della attuale situazione politica italiana, evitando sia astrusi tecnicismi che schieramenti da bar sport. - AL GOVERNO: La cosiddetta “DESTRA”. Leader nominale e Presidente del Consiglio: BERLUSCONI SILVIO. Inconteggiabile il numero di reati a lui imputati. Salvato solo da compiacenze politiche e da leggi su misura...da lui stesso promulgate. Sotto di lui, una schiera di figuri dalla fedina penale non molto migliore. Personalmente non rilevo in nessuno dei ministri (e in nessuno dei loro stretti collaboratori) la minima intenzione di operare per “il bene della cittadinanza” (unica Ragion d'Essere di un Governo). - ALL'OPPOSIZIONE: La cosiddetta “SINISTRA”. Leader nominale: VELTRONI WALTER. Altri componenti: D'Alema, Bertinotti, Di Pietro, Fassino...un elenco di inetti che non passerebbero una selezione meritocratica nemmeno in Uganda. Nei loro anni di recente governo (pre-2001, pre-2008) non hanno preso NESSUN provvedimento per limitare l'illegittimo strapotere del loro presunto “avversario”, né per correggere le normative che aveva decretato a proprio esclusivo favore. L'unico “programma” che li mantiene accanitamente in vita è lo slogan “l'altro schieramento è peggio di noi” (in pratica: “Silvio, grazie di esistere, o saremmo già per strada a vendere accendini”). DOMANDA: Qualcuno crede ancora che Veltroni e Berlusconi non si telefonino ogni sera per mettersi d'accordo su cosa FINGERE di litigare il giorno dopo in TV? (DOMANDA ALTERNATIVA:) Trovate differenza fra l'essere inchiappettati da uno che usa il burro o da uno che usa la vaselina?
www.aduc.it/dyn/dilatua/dila_mostra.php?id=226719


Un grande magistrato e un grande uomo come Falcone che ha dato la vita per le sue battaglie contro la mafia e per la sua attività in difesa della legalità e della “legge uguale per tutti” io credo che non meriti di essere citato da tutti quei personaggi che nell’ambito del loro operato sia privato che pubblico hanno dimostrato di credere in valori esattamente opposti a quelli per cui hanno lottato molti italiani che sono stati assassinati oltretutto con la complicità di certe istituzioni.... Solo chi vuole essere a tutti i costi cieco, non capisce che certi personaggi che oggi popolano in Italia i palazzi del potere e il nostro parlamento, hanno avuto solo enormi benefici dall’assassinio di Falcone, così come da quello di Paolo Borsellino. Il buon gusto e il rispetto ancora una volta non sembrano essere caratteristiche del nostro premier (anche in questo caso la p è volontariamente minuscola).
http://massimodenittis.blogspot.com




Francesco di Napoli ha ragione e ha colto il problema più grave. L'ignoranza degli Italiani (intesa come il non-conoscere s'intende) è il vero problema e il grande vantaggio della nostra Casta-politica. L'educazione civica nelle scuole è ormai un vacuo ricordo, le basi del diritto pubblico (che tutti gli italiani dovrebbero conoscere) le conoscono in pochi. In compenso partendo dai bambini di 5 anni tutti cononscono i calciatori le veline, attori/attrici o presunti tali, reality show, tutte le marche di telefonini e assorbenti, tutte le automobili in uscita nei prossimi 6 mesi ecc..ecc... Poi la maggior parte di queste persone guarda 15' di TG al giorno (possibilmente in orari in cui non interrompe nulla d'interessante) e pensa di sapere cosa succede in Italia e nel Mondo. Questo è l'italiano medio...quello che come diceva SB (e aveva ragione pure quella volta)"ha il livello di un ragazzo di seconda media seduto nemmeno al primo banco" e grazie al quale ha vinto per 3 volte le elezioni. Per cambiare qualcosa bisogna sperare nelle prossime generazioni...il dramma è che le prossime generazioni sono figlie di quelle attuali e spesso mi chiedo cosa potranno mai insegnare di buono e oneste le attuali generazioni? Scusate il pessimismo.


Francesco di Napoli ha ragione e ha colto il problema più grave. L'ignoranza degli Italiani (intesa come il non-conoscere s'intende) è il vero problema e il grande vantaggio della nostra Casta-politica. L'educazione civica nelle scuole è ormai un vacuo ricordo, le basi del diritto pubblico (che tutti gli italiani dovrebbero conoscere) le conoscono in pochi. In compenso partendo dai bambini di 5 anni tutti cononscono i calciatori le veline, attori/attrici o presunti tali, reality show, tutte le marche di telefonini e assorbenti, tutte le automobili in uscita nei prossimi 6 mesi ecc..ecc... Poi la maggior parte di queste persone guarda 15' di TG al giorno (possibilmente in orari in cui non interrompe nulla d'interessante) e pensa di sapere cosa succede in Italia e nel Mondo. Questo è l'italiano medio...quello che come diceva SB (e aveva ragione pure quella volta)"ha il livello di un ragazzo di seconda media seduto nemmeno al primo banco" e grazie al quale ha vinto per 3 volte le elezioni. Per cambiare qualcosa bisogna sperare nelle prossime generazioni...il dramma è che le prossime generazioni sono figlie di quelle attuali e spesso mi chiedo cosa potranno mai insegnare di buono e oneste le attuali generazioni? Scusate il pessimismo.


Sono siciliana al 50%, sono andata in Sicilia nella prima metà di agosto, ho letto subito dopo il libro "Il ritorno del Principe" di Lodato e Scarpinato. Risultato? Mi sento in piena solitudine, non so con chi parlare di quanto letto, e soprattutto mi domando: e adesso cosa dovrei fare? Cioè, mi chiedo se esiste qualcosa che ognuno di noi nel proprio piccolo può fare, oltre a quanto già sto facendo, cioè la persona onesta da quando sono nata. Ma se davvero la situazione è quella descritta, quali sarebbero le speranze? quali le soluzioni? Segnalo che nel dopopranzo, su TGSky, c'è stato un intervento di Piero Grasso e del presidente Confindustria della Regione Sicilia. Volevano far credere che lo Stato in questi ultimi anni ha inferto dei grossi colpi alla Mafia. Dopo quanto letto, mi ci è venuto da ridere, o da piangere, non so... Beh, scusate lo sfogo...







Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti