Commenti

commenti su voglioscendere

post: Carta canta/2

Al nuovo attacco di Giuseppe D'Avanzo ho replicato punto per punto in una lettera che ho inviato al direttore di Repubblica . Mi preme però far subito sapere che chi, come D'Avanzo su Repubblica e Facci sul Giornale , ora sposta le insinuazioni dalle mie vacanze del 2002 a quelle del 2003, dovrà inventarsi qualche altra balla. Perchè ho anche l'assegno del 2003 . D'Avanzo, nel suo articolo del 14 maggio , sosteneva che l'avvocato di Michele Aiello aveva raccontato come il suo assistito mi avesse pagato le ferie del 2002 in un hotel di Trabia (il “Torre Artale”, segnalatomi dal maresciallo Ciuro). Dunque ritenni che quella voce falsa e calunniosa si riferisse alle mie vacanze del 2002 nell’hotel di Trabia. Dissi subito che me le ero pagate io e promisi di dimostrarlo con le ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


#543 Roberto Brianza Roberto, non ripeto cose che ho scritto nel post all'altro Roberto. Lo so cosa avrebbero fatto i giornalisti di berlusconi se anziché lui ci fosse stato Prodi a telefonare a Saccà, non hai torto. Solo una domanda? "Noi" dobbiamo fare come fanno "loro"? Ora, Repubblica ha scritto e riscritto sulla vicenda senza usare i paroloni roboanti quanto stupidi e conditi di insulti da balera di un Feltri o un Belpietro- mai cognome è stato un tale colmo. Guarda, io a casa insulto berlusconi, i fascistini servili e quegli scherzi tristi dei leghisti ogni tre secondi. Io posso, Repubblica no. Non è che non ne abbiano scritto. E, sinceramente, non vedo dove difendano la casta. Chi, Scalfari, forse?


Mamma mia Marco....certa gente non sa proprio a cosa attaccarsi, mi fanno pena, adesso non sei libero neanche di farti una vacanza in pace, devi dimostrare dova vai e quello che fai....ma che poveri uomini, piuttosto chiederei a lui chi lo paga per occuparsi delle tue vacanze che a me non me ne frega gran che, mi frega invece da chi vengono pagate le vacanze, e non solo quelle, dei politici...e a sto punto anche quelle di D'Avanzo, per romperti i coglioni in questo modo! Un saluto e un abbraccio...continua così!


Quando ho letto la risposta di GDA sono riamasto molto deluso, spero che MT non accetti questa ulteriore provocazione. Spero che GDA torni a fare giornalismo d'inchiesta e non una cosa tipo "mi è stato riferito da un tizio che un caio ha raccontato che un sempronio ha detto...". Questo non c'entra un tubo con la raccolta di documentazione che dovrebbe essere la virtù di un Giornalista. Ed è una base molto fragile (poi rivelatasi una boiata) su cui appoggiarsi per scatenare tutto quello che ha scatenato. Pare che chi volesse dare lezioni di etica e giornalismo, le dovrebbe seguire. PS: sperando chiusa la querelle, sono in trepidante attesa del prossimo post (per ricomiciare a frmi il sangue marcio con l'attualità, ovvio).


Dario Fo dice (ieri sul Corriere) che anche la satira più oscena non è mai oscena come il potere. A parte il fatto che lo dica uno che se ne intende, basta guardare in giro per averne la conferma, vero? Pertanto vada assolta Sabina. E vada condannata il'oscenità del potere, anche con la satira ovviamente.


Con questa (seconda)performance il giornalista D'Avanzo ottiene due scopi: 1) Tiene occupato Travaglio, che così ha un post in meno a disposizione per parlare di qualcosa di importante; 2) Parlando delle ferie di qualcuno, toglie spazio al parlare del LAVORO di qualcun altro....mi riferisco ovviamente a molti dei nostri politicanti che fanno il loro lavoro male (per noi). In realtà mi riferirei anche al cattivo lavoro di una grossa fetta dei giornalisti "mainstream", ma ormai non presumo che simili professionisti siano severi con se stessi o loro colleghi......


#636 Non c'è verso. Ci ho provato anch'io, con una lista molto meno ben fornita della tua, ma la lotta contro D'Avanzo è iniziata. Intanto Feltri e Bondi ridono. # 639 a proposito di argomentazioni, questo post è un esempio, Roberto. Travaglio ha uno stile spesso d'accetta. Giù duro. È proprio quello che piace, suppongo. Ovvio che poi si possa generalizzare e far sembrare che si mettano Visco e Dell'Utri sullo stesso piano. Ma non credo che sià ciò che Travaglio ha in cuor suo: volendo limitarsi ai fatti, per lui chi commette un crimine, sia esso più o meno grave, finisce sul suo libro, punto. Sarà più facile vedere la sua ironia o il suo sarcasmo sornione che notare in lui giudizi morali. Inoltre, Travaglio è un piemontesaccio e ha la testa dura. Conosco il problema. Ah, non sono una groupie di Travaglio. ;)


BE MARCO UNA CONSOLAZIONE C'è VOLENDOLA CERCARE I DUE NON SONO GIORNALISTI SONO SOLO DEI BRAVI AL SOLDO DELL'INNOMINATO (CHIEDI A VELTRONI). SE LI INCONTRI IN TRASMISSIONE SALUTAMI NIBBIO E GRISO. P.S. mandali anche a spaventare dei preti di campagna. ciao max


Roland sulla Guzzanti. No so se qualcuno abbia visto il grandissimo Robin Williams al David Letterman: strepitoso sketch sulla Palin dalle cui tette partivano i piattelli e sparava gridando pull!- raccontare non rende. Su Bush è andato giù duro, gli ha dato dell'imbecille in più occasioni, ridendo, certo, ma castigat ridendo mores scriveva il buon Orazio. Non risulta che sia stato denunciato. Certo, King George non è il Papa, ma se dobbiamo farci dare lezioni di non censura dagli Americani, siamo alla frutta. Neanche più satira...


D'Avanzo, ex buon giornalista (che, qualora riprendesse a dirigere meglio le sue attenzioni, potrebbe tornare ad essere buon giornalista), è - a mio avviso - semplicemente invidioso di Travaglio.


D'avanzo, che tanto scemo non è, è solo caduto nella trappola dell'invidia. Sapete quel livore, quella bile, quella piccola, fastidiosa spina nel fianco? Sì, quella. Sentimento umano, che diventa riprovevole quando non lo domini più e ti lasci prendera la mano. E con quella mano D'avanzo ha rimestato nella fanghiglia, per confondere le acque. La sua accusa, il suo tono insinuante, era grave, lo è. In questi tempi neri di confusione e disperazione, la cosa che più può ucciderci é il "così fan tutti". E' questo qualunquismo del "tutti hanno i piedi di fango, tutti hanno uno scheletro nell'armadio". Travaglio è costituzionalmente incapace di essere meno che trasparente, questo lo sanno tutti coloro che lo seguono e lo stimano; ma se anche, supponiamo, avesse un suo bravo scheletrino,una vacanzina a scrocco qua e là, i suoi libri, le sue inchieste, le sue parole tonde e concrete come pietre peserebbero di meno, avrebbero meno valore della piena verità?? Per chi annusa, pensa, s'informa, riflette, certo che no. Ma per chi quel giorno di Maggio sfogliava e leggiucchiava distrattamente La Repubblica, l'equazione di D'Avanzo probabilemnte è perfettamente riuscita: "Ah, anche lui, il Travaglio. E chi lo avrebbe detto, con quel suo bel faccino... Allora, sapete cos'è? Contentiamoci dello Schifani e di quelli come lui, che tanto qui son tutti uguali". E invece tutti uguali non siamo, caro D'Avanzo. C'è chi, anche se non ce ne sarebbe bisogno, può esibire prove, carte che cantano. Se questa casta del malaffare, delle prescrizioni, delle pluricondanne, delle leggi ad personam, se questi picconatori della costituzione che ci governano potessero fare altrettanto, anzi se fossero costretti a fare altrettanto, così come dovrebbe essere in ogni democrazia civile...


Perché D'Avanzo sarebbe roso dall'invidia per Travaglio? Perché è più bellino? Suvvia, forse state proiettando? Chi vede invidia dappertutto di solito è perché la prova spesso, occhio. Ma dalla parola del vostro vangelo, D'Avanzo è invidioso. Dogmatica certezza. Prove, e sarebbe impossible oltre che ridicolo, mai.




A mio parere non c'era bisogno di tirare fuori assegni ed estratti conto, chi ha mai creduto a queste diffamazioni? chi "conosce" Marco Travaglio perchè ha letto i suoi libri o perchè ne segue gli interventi in tv o legge i suoi articoli nei giornali non ha bisogno di prove per capire quel che stavano cercando di fare, minare e distruggere la Sua reputazione e credibiltà. Li avrei denunciati per diffamazione e danno d'immagine. p.s. ma scrive ancora per l'Unità?


@653: Purtroppo alcuni, e ci metto anche Travaglio all'interno, non comprendono che chi legge o ascolta ingiurie di questo tipo, passa direttamente nel torto. Quello che ho imparato in tante inutili discussioni con gente normale, e con gente di destra, che per questa destra, tanto normale non è...è che più usi l'alterco, l'aggressività o il saccente e più loro si chiudono nei loro pregiudizi sui comunisti, le tasse e le altre stro...te che sentono dai TG. Dire poi che D'Avanzo è una merda ragazzi...ma per piacere!


Scusate, 2 cose. Il punto era che d'avanzo ha argomentato del metodo travaglio applicato a travaglio, il quale ha risposto secondo molti in modo trionfale, secondo me -e altri- per nulla. Ora travaglio invita d'avanzo a occuparsi di schifani: se vorrà lo farà. Intanto lo ha già fatto travaglio, su raitre a ora di cena. insomma, frignerei di meno. saluti


Cara "Federica" #653 (o dovrei forse chiamarti "caro D'Avanzo"), qual è il tuo problema??? Ti dà fastidio che altri abbiano quelle che tu definisci "groupies"??? Ti dà fastidio che gli articoli di Travaglio vengano letti da qualcuno??? Chi è qui che "proietta" la propria invidia su altri accusandoli della medesima??? Mi sembri proprio TU! Cara "Federica" (o D'Avanzo che tu sia), FATTENE UNA RAGIONE: OGNUNO HA LE PROPRIE "GROUPIES". TU CHI HAI???


Marco, ma che te frega di sto "giornalista" e delle accuse che fà??? Noi lo sappiamo benissimo che sei innocente e che certi "giornalisti" usano questi trucchetti per minare la tua credibilità. Continua così, apri gli occhi alla gente che dorme ancora in Italia.. Ciao




30 e Lode!!! Come riesci ad essere serio ironizzando (ma ridicolizzando questo individuo) e come questi sia ridicolo nonostante tenti di darsi un tono serio e di denuncia. Dio rende merito a chi persegue la verità come te. Ti siamo tutti vicini nelle sofferenze che sopporti a causa delle angherie e calunnie di questi ...esseri. Sei un esempio da seguire...peccato che non molti lo facciano.


#657 Sembri non apprezzare Travaglio, ma gli concederai che non è quello il suo stile. Ho dei forti dubbi che chi scrive tali cose conosca il lavoro di D'Avanzo. Hai ragione sul resto, ed usare insulti non aiuta- anche in questo alcuni fan non ascoltano Travaglio che cita nel libro una frase di un sociologo, se non sbaglio: se non riesci ad attaccare l'idea, attacca chi la espone- più o meno. Gli insulti dovrebbero, dico dovrebbero, appartenere all'altra parte politica, quella destra urlante che va nei talk show e interrompe, insulta, confonde come precisa strategia. Non invidio chi a Repubblica è pagato per leggere le lettere dei lettori in questi giorni. Spero che Concita de Gregorio (che scriveva per La Repubblica, ohi là là) non conceda libertà ai suoi giornalisti se qualcuno un giorno decidesse di scrivere di Travaglio. Sbagliando o no. Concita, preparati. ;)




HO SCRITTO A REPUBBLICA TRE EMAIL CON IL SEGUENTE CONTENUTO: L'INVIDIA HA CREATO UNA DEVIAZIONE CHE DIMOSTRA IL VALORE DI UN GIORNALISTA, PERCHE' NON CACCIANO D'AVANZO? FRANCO


Un Uomo con la u maiuscola >Cara "Federica" #653 (o dovrei forse chiamarti "caro D'Avanzo"), Federica va benissimo. >qual è il tuo problema??? Ti dà fastidio che altri abbiano quelle che tu definisci "groupies"??? Ti dà fastidio che gli articoli di Travaglio vengano letti da qualcuno??? Che fine pensatore. Figurati, li leggo quasi quotidianamente. >Chi è qui che "proietta" la propria invidia su altri accusandoli della medesima??? Mi sembri proprio TU! Ah! Ah! Ma difficilmente potrei avere groupies, io. Ma tu credi che ad un fior fior di testina come Travaglio piaccia leggere "marco ti amo"? Dai, su... >Cara "Federica" (o D'Avanzo che tu sia), Tu credi davvero che io sia D'Avanzo? Caspita, scrivo così bene? Wow. Se lo credi, Uomo, ti consiglio un bel thè caldo e un episodio di XFiles, ti darà soddisfazione. ;) >FATTENE UNA RAGIONE: OGNUNO HA LE PROPRIE "GROUPIES". TU CHI HAI??? Oh Signur 2. Inutile rispondere, direi.


Stavo giusto ora guardando dall' alto del satellite (con google earth) come si presenta il comune di Villabate (PA). Caspita, devo dire che la mano di Schifani è ancora evidente, un lavoretto con i controfiocchi: un lombrico non sarebbe mai stato in grado di realizzare un così complesso piano regolatore (anche se nel far buche avrebbe qualcosa da insegnare). C'è ancora speranza dunque! Una bella colata di cemento non la si nega a nessuno, figuriamoci ai propri elettori... quanto basta per diventare presidente del senato direi...


A questo punto comincio a dubitare della ricostruzione della storia della mafia, e segnatamente di Totò Riina, raccontata da Giusedppe D'Avanzo (unitamente ad Attilio Bolzoni) ne "Il Capo dei Capi", con tanto di fiction televisiva.


Avete visto Blob? Bello. Avete rivisto il Berlsuconi formato Duce, con tanto camicia nera ostentata come una bandiera? Avete sentito che campione di barzellettiere (ha riso per primo, e solo lui, e a squarciagola - ma non ho capito perché); dovrebbe partecipare a sfide tipo "Corrida" o "Botola" e presentare il suo vecchio repertorio sui carabinieri, ma non senza avere rivisto e limato qualche dettaglio affinché riesca a far ridere anche qualcun altro, magari consultadosi prima con Fede. Vincerebbe tutto, già per riverenza. Come il Milan che ha vinto tutto il vincibile (e come se ne vanta!) - tranne poi perdere, l'altra sera, contro il Lugano 2:0 (d'accordo: era solo una "amichevole", meno male... comunque)


...con tanto di camicia nera...


# 642    commento di   giulio60 - utente certificato  lasciato il 12/9/2008 alle 20:57

Ma questo D'avanzo, come minimo Repubblica dovrebbe cacciarlo via!!! Ma come si permette questo fazioso e vergognoso giornalista comprato dal potere politico. D'Avanzo se leggi per caso la mia mail ti auguro 1/4 dei problemi degli italiano e di essere presto disoccupato come ti meriti vergogna umana!!!


sono sconcertata!!! non ho parole.. porgo tutta la mia solidarietà al grande Travaglio che è davvero un signore.


facciamo paura


# 645    commento di   Alessandro80 - utente certificato  lasciato il 12/9/2008 alle 21:14

Scusi Dot. Travaglio, ma secondo me dovrebbe chiarire dove si trovava lei il 29 febbraio dei seguenti anni: 2001, 2005. Poi ci spieghi il suo ruolo nella spedizione dei mille di garibaldi. "Indagare" sulle vacanze altrui è veramente il colmo, credo non lo facciano nemmeno nella campagna elettorale americana, dove pure si spulcia la vita dei contendenti nei minimi dettagli. siamo sempre più ridicoli!!!
http://engineerdoitbetter.spaces.live.com/


caro marco, ma come fai a sopportare questo emerito imbecille? io lo prenderei per il collo. d'avanzo, con tutta la merda che abbiamo fino al collo, lei continua a scrivere idiozie. si vergogni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


farò un fax a repubblica con la copia dell'assegno col quale ho pagato l'albergo a rimini quest'anno. non si sa mai. ma poi perchè indagare sul pulito? pperchè non chiediamo ai nostri politici come hanno pagato le barchette quest' estate? se ricordate successe un casino quando grillo raccontò di craxi e del viaggio in cina con al seguito la spedizione dei mille


# 648    commento di   elymoon - utente certificato  lasciato il 12/9/2008 alle 21:39

Come sempre nella lettera di oggi su Repubblica hai seppellito D'Avanzo. Chiaro e limpido come sei sempre stato. Che D'avanzo non dimentichi il lavoro che fa e provi ogni tanto a tornare ad occuparsi di cose serie.


EBBASTA TRAVAGLIO 2 D'AVANZO 0 E FINIAMOLA QUI.CONSIGLIO AL SIG. TRAVAGLIO DI NON ANDARE PIU' IN FERIE IN SICILIA CI SONO TANTI ALTRI POSTI BELLI E MENO MIAFOSI.


caro marco, ma come fai a sopportare questo emerito imbecille? io lo prenderei per il collo. d'avanzo, con tutta la merda che abbiamo fino al collo, lei continua a scrivere idiozie. si vergogni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma questo D'avanzo, come minimo Repubblica dovrebbe cacciarlo via!!! Ma come si permette questo fazioso e vergognoso giornalista comprato dal potere politico. D'Avanzo se leggi per caso la mia mail ti auguro 1/4 dei problemi degli italiano e di essere presto disoccupato come ti meriti vergogna umana!!! sono sconcertata!!! non ho parole.. porgo tutta la mia solidarietà al grande Travaglio che è davvero un signore. SONO SCONCERTATO PURE IO. A QUESTO PUNTO PORGO TUTTA LA MIA SOLIDARIETA' A D'AVANZO, CHE PUR NON ESSENDO STATO UN SIGNORE NELL'ATTACCO A TRAVAGLIO, E' SENZ'ALTRO UN GRANDE GIORNALISTA, COME VI HO GIA' LINKATO. ONORE A D'AVANZO, GIORNALISTA DI PRIMA LINEA, CHE SPORCO DI FANGO E DI SANGUE, MAGARI POCO BENEDUCATO, INDAGA SU MISFATTI CHE RESTEREBBERO IGNOTI. ONORE ANCHE A TRAVAGLIO GIORNALISTA D'ALTA QUOTA, CHE DAL SUO RICOGNITORE FOTOGRAFA E COMMENTA GLI ATTI GIUDIZIARI (SPESSO RIGUARDANTI GLI STESSI MISFATTI!!!) E LI MOSTRA CON CHIAREZZA E INCIVISITA' AI MILIONI DI BEOTI CHE NON LEGGONO D'AVANZO E LA REPUBBLICA. DUE GIORNALISTI DIVERSI, MA COMPLEMENTARI UNO ALL'ALTRO, RESTA DA CAPIRE COME MAI SI SIANO SCANNATI... UN SOSPETTO CE L'AVREI... TAFAZZISMO DI SINISTRA, ECCO IL PROBLEMA DI TRAVAGLIO E D'AVANZO.


Lindo vinello 37 Mara Desnuda - ora non più: sono pentita, abbottonata fino al mento e fasciata fino giù ai piedi. Son tutta castigata. Solo al Gran Venerando Maestro Spalanco e sbarro i miei occhioni (e tutto il resto di fronte al suo estro). Ma guai a battone, clienti e papponi!


Rileggo qui dopo un po',vedo quasi 700 commenti,mi dico cacchio quanto c'è da leggere!..e poi provo grande fatica(tranne alcuni spunti, ma veramente pochi..mi kiedo se sono in un blog di trollfascisti ma poi vado avanti)Purtroppo il signor D'avanzo è stato molto irresponsabile.Si è fatto, senza saperlo o volutamente, strumento di chi deve delegittimare chinuque voglia fare luce (anche con le peggiori infamie) ma se dovessi prendere questo luogo come campione del serio e profondo dissenso italiano , che paura! che miseria! ed è per questo che dò sempre piu ragione al contro ogni guru Barnard..la situazione è disperata piu causa noi stessi,che causa il regime-Visto che Travaglio è privilegiato nel suo subire attacchi,subire che ogni perfetto sconosciuto (che è credo la maggioranza di chi ha scritto come me in questo o in altri post) subisce o ha subito solo per amore del proprio lavoro o della propria passione o idea sostenuta per amore di sè E degli altri(sottolineo E) e visto che Travaglio è sicuramente sopra la media anche nella sua componente di intelligenza emotiva(pancia anima),come qualsiasi punto di riferimento onestamente pari al suo, dovrà cogliere anche da questa situazione che quando sei leader (non importa se politico o intellettuale o ogni categoria che si può pensare) devi avere un senso di responsabilità sopra la media..contenere "la folla" nelle identificazioni smisurate scomposte e sproporzionate..insomma patetiche.. un grave danno personale subito ingiustamente è gravissimo, ma su una scala di priorita' dei danni collettivi del gravissimo momento e storici,il torto da infamia subito deve elevarsi da chi l'ha subito e travaglio nn credo possa compensare o sublimare o trovare conforto da un semplice "d'avanzo via e non compro piu repubblica" ripetuto con suoni pure maldestri.. non è cosi che si costruisce "insieme".la situazione è disperata-


# 681 gino piffero sconcertato, e porgila a chi vuoi la tua solidarietà, e chi se ne sbatte? D'Avanzo rimane un servo infame. Cos'è, forse ti ha promesso un posto di aiuto-tipografo part-time per sostituzione maternità? E' per questo che lo difendi a spada tratta? HMMMM..... Io non mi fiderei. Il vigliacco D'Avanzo potrebbe fregarti con frasi tipo: "Caro mio, come Euclide e Nefestoppale sentenziavano, i fatti non sempre sono verità, le parole non sono promesse, la guerra è pace e l'ignoranza è virtù, onde per cui e a prescindere, non ti faccio più assumere in tipografia perché non sei figlio di maria". 'A PIFFERA', NON FIDARTI DI D'AVANZO! LOL.




# 655    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 12/9/2008 alle 22:30

Oh Oh... il "potere" come al solito tenta di deviare l'attenzione... e purtroppo ci riesce. Marco Travaglio da fastidio con i suoi scritti ed i suoi ragionamenti... QUINDI spostiamo l'attenzione su altri piccoli fatti insignificanti. Operazione riuscita...temo. D'Avanzo scrive menzogne? Bene : QUERELIAMOLO !!!! Un minimo di chiarimento sul blog (come Marco ha fatto!) ma la storia deve finire li. Non perdiamo tempo dietro chiacchiere inutili. Conosciamo questi sistemi oramai da tempo. Se si parla di cazzate non si parla di cose serie. Grande Marco (come al solito!) ma concentriamoci sui problemi seri ... e ne abbiamo tanti! Ciao ragazzi.


# 656    commento di   Hawkeye - utente certificato  lasciato il 12/9/2008 alle 22:31

Ps. : Un saluto a Frada


Forse D'Avanzo l'abbiamo tartassato abbastanza (mi ci metto anch'io), l'abbiamo quasi lapidato. Non può bastare? Attendiamo la sua prossima mossa, poi vedremo se ricomniciare a dargli addosso con nuova lena. Ma concentriamoci su cose più importanti.


travaglio vai in vacanza in corea del nord e rimanici per sempre cosi' sarai felice di essere governato da onesti e democratici comunisti come te


@ nicolò sciannimanico: No, la Corea del nord è già prenotata dal tuo amato AL TAPPONE per le vacanze dei suoi dipendenti ed adepti, i "figli del biscione". Buone vacanze cornuto.


Caro Marco, sta tranquillo: prima o poi la verità verrà a galla e chi oggi sostiene, appoggia e collabora con questo Regime sarà smascherato e presentato ai lettori per quello che è: un leccapiedi senza etica né dignità. Il riferimento non è in particolare a D'Avanzo, che peraltro non si sottrae a questa perversa logica, ma a tutto il disgustoso sistema messo in piedi dal Cavaliere e dai suoi laudatores. Un caro, sincero e affettuoso abbraccio a te e alla tua famiglia.


@Lupo Non ho letto tutti i 600 e dispari commenti (solo alcuni) ma del tuo testa-pancia mi fido… ti lascio queste due citazioni: "Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi". Albert Einstein "Sii sempre come il mare che infrangendosi contro gli scogli, trova sempre la forza di riprovarci". Jim Morrison “la situazione è disperata” ehi, ehi, … nun me comincià a fa come volpe pure tu, eh?! Un abbraccio :-D


Chiedete un po ad alcuni uomini telecom che quest'anno si sono fatti un giro gratis in Cina a vedere le olimpiadi a spese di Huawei. Queste persone dovrebbero scegliere i dispositivo migliori o con il miglior rapporto prezzo/prestazioni tra le offerte di tutti i fornitori ed invece vanno a farsi una bella vacanza a spese di un fornitore. Come fanno poi a scegliere in modo obietivo?


x690 e 695..la cosa che mi preoccupa (in ogni situazione della vita) è quanto sto falsando io stessa della "realtà" e quanto il contributo degli altri nel falsarla e falsarmela.. esistenzialmente parlando via via che sono stata "al mondo" ho provato dentro me sempre piu fragilità e sempre piu forza, è pazzesco! sembrebbe o l'una o l'altra..o prima l'una e poi l'altra..non tutte due crescere sullo stesso binario del procedere del tempo..eppure si,tendere a ten(d)ere in equilibrio queste due componenti sempre piu', perche sempre più si acccellera verso il capolinea,giusto? e troppo fallibile è la percezione e poi l'interpretazione di un solo "se'"..occorrono tanti "se'" quanti piu riesci a sentirne impazzendo senza impazzire..e stare dentro e fuori se stessi e da se stessi diventa quasi un ossessione quando vuoi la verità piu vicina alla verità..cosa c'entra tutto questo con uno degli elementi ricevuti dai miei "sensi" mentre leggevo i commenti? capire la % di quelle due componenti..quanto mi stavo mettendo in testa io e quanto era invece vero del numero dei commenti?mi era gia successo almeno altre due volte..la media facciamo che è 250?300?..se le punte di share raggiungono 700, può essere che qualcuno bara a seconda degli argomenti,dando sfogo piu a voglia di rissa,sublimata via tasto?perche entrare con diversi nomi a sparare magari un insulto..o un complimento a Marco, quasi sempre lo stesso..a che pro?ma se anche erano tutti nomi uno per uno corrispondenti ognuno pari a distinte o diverse identità psicofisicheanagrafiche, cambia qualcosa a cio' che ho provato dall'insieme o azni, non insieme? grazie della vostra affettuosa simpatia testa pancia..è cosi anche per me..un abbraccio forte di tutto ..quindi vitale!..quindi se "di abbraccio"=insieme, niente "disperanza",claro! :-)


AVERCENE "D'Avanzo rimane un servo infame" Caro Avercene, se mi scrivi che Travaglio è un servo infame, dovresti anche spiegarmi di chi. Perchè se definisci uno un servo devi dimostarmi che c'è qualcuno che lo comanda, altrimenti servo non è! Ti faccio una lista di tutti i potenti che D'Avanzo ha sputtanato con le sue inchieste e i suoi articoli. TRONKETTI E SISMI (tavaroli e rapimento di abu omar) MASTELLA (sua moglie), D'ALEMA E FASSINO (consorte unipol), FAZIO FIORANI BERLUSCONI (scalate Antonveneta e RCS) PRODI (Telekom Serbia 1 promemoria: D'Avanzo e Bonini scoprono su repubblica che dei 1500 miliardi pagati a Milosevic 700 sono spariti nel nulla. La maggior parte sono andati ai yugoslavi, ma qualcosa è rimasto attaccato alle mani dei mediatori italiani...) TRANTINO, TAORMINA, SILVIONE (telekom serbia 2 promemoria: dopo gli articoli di Repubblica parte l'inchiesta giudiziaria, parte la commissione di inchiesta parlamentare, e siccome le prove mancano se le inventano con marini. Tocca a d'avanzo sputtanarli, ma intanto i suoi informatori Yugoslavi sentono puzza di bruciato, capiscono che le inchieste in italia non portano mai all'arresto dei veri colpevoli, e per evitare una pallottola in testa, che nei balcani non si nega a nessuno, spariscono, e addio verità...) GUZZANTI (su scaramella)SILVIONE e compari (cronaca del processo Previti, e relativi misteri svizzeri...)e così via, indietro fino al 1984 e alla strage del rapido 904, quando si fece anche alcuni giorni di galera per non svelare le fonti Trovi tutto su: http://ricerca.repubblica.it/repubblica?query=&view=archivio&fromdate=1984-01-01&todate=2008-09-12&author=d'avanzo&testata=&sortby=ddocdatetime


E’ una vergogna e il segno che anche Repubblica ha perso la bussola. Gli attacchi a Travaglio sono la cosa più disgustosa della storia di questo giornale che, se la smettesse di perdere tempo attaccando le persone serie e aiutasse invece a fare chiarezza in un paese sempre più opaco e in declino, ritroverebbe la formula vincente dei suoi esordi. Non me lo sarei mai aspettato. La lezioncina di giornalismo impartita l’altro giorno, mischiandola a penose insinuazioni su presunti favori da parte di esponenti della criminalità che il Travaglio avrebbe ingenuamente incassato dovrebbero renderlo rosso di vergogna. Addio D’Avanzo, che pena, occupati finalmente di cose serie e se effettivamente Schifani è o non è stato al tempo troppo vicino alla mafia. E poi quella frase, la sua si tipica del linguagggio e del costume paramafioso: "Giuro che tacerò" Cosa tacerai? Cosa insinui?


attendo intrepito che esclusi quelli di cui sopra il sig. AVERCENE mi indichi i padroni del servo infame D'Avanzo. Attacco preventivo alla Bush: non vale la risposta abituale dei detrattori della Repubblica "la finanza ebraica".


" Io so ( eco ndr ma non è D'Avanzo cio' a cui dovete riferirmi). Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato "golpe" (e che in realtà è una serie di "golpe" istituitasi a sistema di protezione del potere). Io so i nomi dei responsabili della strage di Milano del 12 dicembre 1969. Io so i nomi dei responsabili delle stragi di Brescia e di Bologna dei primi mesi del 1974. Io so i nomi del "vertice" che ha manovrato, dunque, sia i vecchi fascisti ideatori di "golpe", sia i neo-fascisti autori materiali delle prime stragi, sia infine, gli "ignoti" autori materiali delle stragi più recenti. Io so i nomi che hanno gestito le due differenti, anzi, opposte, fasi della tensione: una prima fase anticomunista (Milano 1969) e una seconda fase antifascista (Brescia e Bologna 1974). Io so i nomi del gruppo di potenti, che, con l'aiuto della Cia (e in second'ordine dei colonnelli greci della mafia), hanno prima creato (del resto miseramente fallendo) una crociata anticomunista, a tamponare il '68, e in seguito, sempre con l'aiuto e per ispirazione della Cia, si sono ricostituiti una verginità antifascista, a tamponare il disastro del "referendum". Io so i nomi di coloro che, tra una Messa e l'altra, hanno dato le disposizioni e assicurato la protezione politica a vecchi generali (per tenere in piedi, di riserva, l'organizzazione di un potenziale colpo di Stato), a giovani neo-fascisti, anzi neo-nazisti (per creare in concreto la tensione anticomunista) e infine criminali comuni, fino a questo momento, e forse per sempre, senza nome (per creare la successiva tensione antifascista). Io so i nomi delle persone serie e importanti che stanno dietro a dei personaggi comici come quel generale della Forestale che operava, alquanto operettisticamente, a Città Ducale (mentre i boschi italiani bruciavano), o a dei personaggio grigi e puramente organizzativi come il generale Miceli. Io so i nomi delle persone serie e importanti che stanno dietro ai tra


Io so i nomi delle persone serie e importanti che stanno dietro ai tragici ragazzi che hanno scelto le suicide atrocità fasciste e ai malfattori comuni, siciliani o no, che si sono messi a disposizione, come killer e sicari. Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti (attentati alle istituzioni e stragi) di cui si sono resi colpevoli. Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi." 1974 P.P.Pasolini


Caro Piffero, non credo che d'avanzo sia un servo. Ma è certo che avrebbe fatto meglio a dedicare il suo tempo alle inchieste che ha sempre fatto e bene. Ricordo anche il caso Speciale che a te è sfuggito. Ma su Travaglio ha toppato. Perchè già all'inizio il suo ragionamento faceva acqua. Perchè Schifani è un personaggio pubblico che decide della mia e della tua vita. travaglio no. Quindi se è giusto fare le pulci a Schifani, a Travaglio un po' meno. In secondo luogo è vera la ricostruzione di Travaglio, Prima ha chiesto una cosa, ora sposta l'attenzione. Terzo avrebbe dovuto approfondire su Schifani e non l'ha fatto. Non è che D'Avanzo si sta "riposizionando"?? O più semplicemente Travaglio fa invidia, perchè riscuote successo, stima, affetto....? Insomma non ha avuto con Travaglio la serenità di giudizio che dovrebbe avere un giornalista del suo livello. Ora dovrebbe solo chiedere scusa e finirla. pg
http://www.altrestorie.org


Un bel giorno Tizio portò il suo amato cane nei giardinetti, a fare i bisognini dopodichè tornò a casa. Il giorno seguente i giardinetti saltarono in aria: guarda caso Tizio conosceva il proprietario di quei giardinetti, Caio, il quale era molto più ricco di lui. Chissà se Tizio oltre ad aver portato il cane a fare i bisogni non abbia commesso quell'azione criminosa? fatto sta che si trovava lì... direi che tra questa stronzata e quelle che scrive travaglio non c'è paragone!


# 671    commento di   Isabella - utente certificato  lasciato il 13/9/2008 alle 0:25

Confessa gino del piffero: sei D'Avanzo!


Caro galluccio! finalmente qualcuno che ragiona senza vomitare insulti su uno giornalisti italiani che vale la pena di leggere. "Ma su Travaglio ha toppato." L'ho scritto anch'io decine di volte tra ieri e oggi, poi mi sono stufato e davanti all'ottusità delle groupies di Travaglio (non mi riferisco solo alle signore, sono tutti groupies perchè fanno gridolini come groupies al passaggio della rockstar senza ragionare), ho pensato che fosse un servizio più utile dare informazioni su D'Avanzo a gente che lo critica senza aver letto una riga. "Non è che D'Avanzo si sta "riposizionando"??O più semplicemente Travaglio fa invidia, perchè riscuote successo, stima, affetto....?" - Che si stia riposizionando D'Avanzo non credo proprio, visto che anche l'altro ieri menava fendenti contro l'inciucione antigiudici bipartizan di Violante/Alfano. Sul fatto che la Repubblica si sia riposizionata parecchio negli anni del governo Prodi, sono perfettamente d'accordo, si sa che in un giornale gli articoli li scrive il giornalista, ma posizione nelle pagine e titolo son del direttore. Ora comunque si stanno ricredendo secondo me. Io credo che sia più verosimile la seconda, l’invidia, e magari qualche posto di prestigio in gioco tra i due che non ci dicono. E’ comprensibile, anche se non giustificabile, travaglio ormai ha bucato il video, è una rockstar come ci dicono le sue groupies (vero isabella?!?): D'Avanzo, che ha fatto inchieste spesso più incisive di quelle di travaglio, si sente come i geologi italiani quando vedono Mario Tozzi: anni di fatiche in paese dove della sicurezza geologica non sbatte niente a nessuno, e poi arriva uno simpatico e in TV sembra l'unico geologo al mondo, così come Travaglio sembra l'unico giornalista indipendente d'italia. E' bravo, ma D'Avanzo, e ancor+ Lirio Abbate e Saviano hanno fatto di meglio, anche ultimamente.


# 673    commento di   GordonCliff - utente certificato  lasciato il 13/9/2008 alle 1:12

Avanzo di parole.. e si sa dove vanno a finire gli avanzi di solito..


Beh, a scanso di equivoci, fossi in Travaglio pubblicherei immediatamente i documenti delle sue ferie 2008. Giusto per evitare storielle simili. ;) Grottescamente buffo. :>


Marco, grazie di cuore...grazie per tutto quello che stai facendo. Un abbraccio dalla quiete di un'eclissata e recondita libreria. Giorgia






Vorrei far notare che in Thailandia, l'unico altro paese del mondo oltre all'Italia dove un primo ministro possiede le televisioni, la gente è andata a manifestare proprio davanti alla sede della TV di Stato, anzi sono entrati dentro e ne hanno preso il controllo. Che i thailandesi siano più svegli di noi?


@lupo. Ciao mi sono accorta che il mio ultimo commento dell'altra sera non è apparso, forse ho fatto casino con i numeretti, comunque era per ringraziarti della critica giusta di aver usato un termine come osannare che riconosco essere un po' forte. Volevo scusarmi e però sottolineare che usavo il noi e non mi mettevo fuori dal novero di coloro che si esprimono vanamente nei blog. Io sento molto forte il problema che questa forma molto in voga adesso non è adatta al confronto plurale, risente del tempo di vita dei post e a volte il numero dei commenti diventa un ostacolo alla discussione anzichè un aiuto. ciao. boccadorata@tiscalinet.it


Scusate se scrivo questo che non c'entra niente con la storia di Marco, ma volevo far sapere questo fatto GRAVISSIMO da denunciare.......... Il nazismo fecce un film documentario sulle persone con problemi fisici e/o psichici e la conclusione era quella di convincere e far credere all'opinione pubblica di allora che erano persone che soffrivano si sentivano unitili e pertanto un peso per la società e chiedevano di morire... Su RAI 4 è da un paio di giorni che fanno vedere un film, Codice Matrix "il cecchino" ep. 8.... Una Agente donna americana cerca di far parlare un detenuto del carcere di Guantamo, dopo varie torture, spiegate nei minimi dettagli, alla fine il prigioniero muore rivelando un piano per assassinare un politico del medioriente in visita negli USA, la donna viene incriminata e gli si fa un processo per omicidio... l'avvocato gli chiede, "in questo caso il prigioniero conosceva i fatti, ma Lei avrebbe fatto lo stesso anche se poi il prigioniero era innocente? risp... certo se questo serve per salvare migliaia di vite umane" finale?! viene assolta tra applausi... è sconcertante il messaggio che passa, come quello del film dei Nazisti.. E questi si ergono a sceriffi del mondo e portatori di Democrazia.... ma la cosa ancora più assurda è che la RAI abbia trasmesso e stia trasmettendo un Film del genere....


La situazione non è poi così disperata se ci sono in giro nel suo blog di Travaglio : gino piffero, giuseppe galluccio, lupo, pvalente, Davide R, Nadia e qualche altro. Travaglio deve riflettere se D’avanzo parla di lui. La questione di fondo riguarda le “forme espressive” del giornalismo. Nell’uomo-massa che cosa è rimasto dell’intervista di Marco Travaglio a Che tempo che fa? L’associazione mentale Schifani-lombrico e questo è sbagliato. Quanti sono andati a vedere se le notizie su Schifani avevano un fondamento? Necessitano nell’ordine : voglia, tempo, computer, collegamento internet efficiente e un po’ di intelligenza. Troppe cose per l’uomo comune oggi in Italia. Io penso che Travaglio qualche volta si faccia prendere da una umoralità caratteriale che fa velo alla sua intelligenza ed anche in questo blog ci sono stati commenti (Franco 29/8/2008 - Nico)))la 29/8/2008 - elena 30/8/2008 per citare solo alcuni) che evidenziavano che sia «controproducente mostrare il fianco a chi è pronto a usare la forma per oscurare la sostanza». D’avanzo parla da giornalista qual è a giornalista qual può essere meglio, visto che Travaglio né ha le qualità. Per la questione dei soggiorni siciliani mi pare che sia un’indicazione data, da chi ha molta esperienza, a guardare con molta cautela dalle fonti a cui si attinge. Insomma guardati dai trappoloni. Il resto è merletto. Poco o nulla da dire sulla feccia che copre di volgari insulti il Giornalista D’Avanzo. Quando loro ancora giravano sul triciclo scaccolandosi il naso, lui andava in galera per aver fatto il suo lavoro.


x 715 luigi -Ringrazio di non aver frainteso cio' che è il mio modo di "sentire" e "leggere" le righe della storia e della vita in cui siammo immersi a prescindere da questo o quell'argomento,fatto,opinione ecc ecc..leggendo il suo commento ora, mi viene in mente questa cosa,che manca sempre meno anche nella mia vita,dirle cioè che ho sbagliato anche io..lei non me lo ha detto ,ma lo dico io :ho sbagliato nel momento in cui ho scritto in questa occasione come in altre che la situazione è disperata..so' che lei ne ha preso spunto per dirmi che non lo è grazie a persone che amano il vero senso della libertà dell'essere, presupposto x poterlo esprimere,ma la vera libertà dell'essere è composta da vari elemtni quali la responsabilità..e se io avessi un senso di consapevolezza piu evoluto di altri, anche se la situazione civile,giuridica,giornalistica,intellettuale, ma soprattutto umana,fosse disperata,come un po' in italia lo è,non dovrei mai dirlo cosi apertamente come ho fatto,dovrei dare speranza,senso di unione,con parole che diventano fatti e che quindi potrebbero se ne fossi capace, raggiungere persone meno consapevoli di me..ignoranti che lei molto arrabiato ha chiamato feccia senza ipocrisia,ma è solo l'ignoranza di pancia cuore anima testa(a seconda dei casi è presente una e non l'altra..a volte tutte e quattro assieme ed è grave assai) che ha fatto la bruttezza di molte parti della storia 'ditalia , del mondo..da quando c'è il mondo e ora di più..troppo denaro..pultio per pochissimi,sporco per molti..troppa gente incazzata + perche gli viene rubato che perche occorre fare un mondo migliore!!..ma come li raggiungiamo gli ignoranti di ogni parte,anche questa che abbiamo notato qui in questo luogo per farli sognare di una vera speranza x fare insieme un'italia diversa?se non ci riusciamo fra "noi",con quelli dell'altra parte,quelli di Pontida e Cl e altri,buonanotte che mai ce la faremo!.-) un caro saluto di grazie per avermi fatto sentire partecipe di un modo


x 715 un caro saluto di grazie per avermi fatto sentire partecipe di un modo di essere che non fa ancora cosi disperata la situazione:-) ps x713 Boccadorata..ho utilizzato mail che mi hai lasciato per corrispondere a...al tuo :-)


Caro Marco arrivati a questo punto chi deve chiederti scusa è l'"amico" Ezio Mauro, da me già invitato a farlo con una e-mail, il quale ha permesso ad un suo poco diligente collaboratore a scrivere fregnacce riportate - come non poteva essere diversamente, da un altro testa di c...o come lui (d'avanzo). Vai Marco, sei forte!




715 lupo - Bene. Possiamo iniziare con uno sforzo di maggiore sintesi.


La cosa che mi sorprende è che stiamo parlando di D'Avanzo, uno dei migliori cronisti di giudiziaria italiani. Mi sorprende e mi preoccupa...




buonasera... Mi pare che qualche blogger pecchi un po' d'ingenuità... Chi non è siciliano (io non sono siciliano) deve leggere, documentarsi, per capire bene cos'è la mafia. Una volta capito questo, appaiono chiare molte cose che altrimenti si stentano a capire seguendo solo i nostri tg.. Un siciliano sa bene se quello studio legale o se quel commercialista o se quel medico o se quell'assessore è, come diceva Falcone, in odor di mafia. Non è che un politico, un architetto del comune, un primario di chirurgia arrivano a 50 anni e decidono "bah oggi divento mafioso". La mafia ti prende da giovane. Se un POLITICO SICILIANO va a chiedere i voti ad un certo personaggio, POI NON VENGA A DIRE CHE NON LO SAPEVA CHE QUEL PERSONAGGIO ERA MAFIOSO!! In Sicilia si sa bene chi sono i mafiosi e chi si appoggia ad essi per prendere i voti. Sempre per chi NON conosce la Sicilia... NON PUOI ESSERE SOCIO IN AFFARI CON DEI MAFIOSI E DIRE DI NON SAPERLO Per quanto riguarda il nostro amico RENATO SCHIFEZZ... pardon RENATO SCHIFANI, dovete leggere assolutamente "I COMPLICI" Saluti a tutti i blogger


# 690    commento di   Roberto62 - utente certificato  lasciato il 13/9/2008 alle 23:14

Ho seguito con lieve imbarazzo la consegna del premio per la lotta alla mafia al carissimo Johnny Raiotta, che poi ha pontificato per un minuto, mentre a Lirio Abbate, che vive sotto scorta non è stata fatta nemmeno una domanda! Una inquadratura di 3 secondi e poi via andare, che sennò l' eroe del tiggì viene sminuito nella sua grandezza! Il giusto premio per non aver più mandato le troupes televisive a Napoli, dopo il miracolo della sparizione della monnezza!! Io posso capire che fare il giornalista sia un mestiere duro: mi trovavo a ragionarne con amici, semplice chiacchiera da bar. Una classe dirigente che usa il torpiloquio e l' insulto quando un giornalista scrive una sua opinione non è il massimo. Posso anche capire che alla fine uno si "venda" per avere una carriera più facile..E allora la differenza tra scrivere opinioni e verità putative e delle emerite cazzate, diventa un confine molto labile..Forse è come diceva Marco Paolini sul suo spettacolo su Ustica: non avere questa atletica capacità di staccarsi e di estraniarsi dalle cose che ci sono vicino con la scusa che in realtà sono solo parole e quindi non frega niente a nessuno cosa si sta facendo...


Perchè non vanno i ragionamenti di D'Avanzo? Occorre mettere in riga i ragionamenti di D'Avanzo, senza pregiudizi inutili. Lui sostiene: il metodo Travaglio non è in grado di rendere giuste valutazioni sulle persone che ne sono oggetto. Potremmo usarlo anche con Travaglio stesso, otterremmo un risultato non idoneo a darci l'idea del personaggio. D'Avanzo fa finta di non vedere. Travaglio non ha chiamato in causa Schifani per il mero gusto di mettere in mezzo qualcuno a caso. Travaglio ha fatto un ragionamento, condito da lombrichi vari che personalmente non condivido nella forma, che ha una logica indiscutibile: Il Presidente del Senato è figura di rilievo determinante nella nostra Repubblica. Cosa ne pensate di Schifani, uno che non ha QUANTOMENO la capacità di scegliersi con chi lavorare? Pensate ai magistrati: non devono essere senza macchia! DEVONO APPARIRE SENZA MACCHIA!!!! Ecco perchè, per come la vedo, anche le repliche di Travaglio sono inutili in quest'ottica! Utili per lui che vuole discolparsi da accuse infondate, inutili per la collettività alla quale importa,eccome, se il presidente del Senato è QUANTOMENO un incapace; delle vacanze dei giornalisti dico che gli importa un po meno. C'è altro a cui pensare! A parte la buona fede di Travaglio e forse anche di quella di D'Avanzo mi chiedo: ma il giornalista non ha l'obbligo morale di mettere in giro notizie di interesse pubblico? Che me frega di Ciuro, D'Avanzo? Forse è il caso di cambiare testata, Novella 2000 mi pare più adatta


Visto che ci siamo gossippiamo anche noi: ho letto nei commenti che 1000 euri per 10 giorni in una villa ad Altavilla sono pochi. Vi invito a leggere la tabella prezzi di uno dei residence di Altavilla. Continuo a dire che D'Avanzo deve impiegare meglio il suo tempo. Che sia gossip vero almeno!!


# 693    commento di   mementohomo - utente certificato  lasciato il 14/9/2008 alle 12:10

Riporto un articolo "imbarazzante" di Filippo Facci di ieri al quale gradirei una risposta... Marco Travagliato/2 Filippo Facci - Il Giornale - 13.09.2008 E' anche un pò sfigato Travaglio. Ha pubblicato degli assegni per smentire un'accusa che noi stessi, anche l'altro ieri, avevamo definito "improbabile". L'accusa è che il mafioso Michele Aiello gli abbia pagato le vacanze in Sicilia all'inizio del 2000: una vicenda laterale che Travaglio cerca disperatamente di trasformare in centrale rispetto ai soli fatti che contano: Travaglio ha insultato il presidente del Senato perchè frequentò delle persone diciotto anni prima che fossero inquisite per mafia, e però è venuto fuori che lui, Travaglio, all'inizio del 2000 frequentò una persona pochi mesi prima che fosse arrestata per mafia. Ci andò in vacanza. Ora, nella sua foga di dimostrare che la vacanza se la pagò da solo, Travaglio ha pubblicato un assegno del 2002 sul cui retro, però, a ben guardare, si vede una girata fatta col timbro della Santa Margherita srl, una società, basta verificarlo, che era in amministrazione giudiziaria per mafia. Il residence dove stava Travaglio, cioè, era sotto sequestro, e il suo proprietario è stato condannato per mafia. Indirettamente ce l'ha rivelato Travaglio. Il quale, morale, nel 2002 è andato in vacanza in un residence siciliano su consiglio e in compagnia di un favoreggiatore di un mafioso, inquisito come prestanome di un secondo mafioso (certo Bernardo Provenzano) e tutto questo nell'hotel, sequestrato, di un condannato di mafia. Travaglio, al primo, chiese pure uno sconto.


715 Luigi le dico di nuovo che ho sbagliato signor Luigi..ma se per il rpimo errore posso prometterle di migliorarmi :-)..per quello di maggiore sintesi, non so proprio quando imparerò..mi dispiace , mi rendo conto , ma la mia natura tende a scavare, e andando in profondità..e senza mai riuscirsi abbastanza, rimango purtroppo condannata a non maturare mai abbastanza..le scrivo di getto come in tutti i miei pensieri/scritti..quindi la metafora spontanea che mi sorge mentre le rispondo, è che purtroppo è come se fossi un seme..che invece di venire fuori a gambo e poi a fiore (essenza del visibile apparire e profumare sintesi e clorofilla x me e x tutti),se ne va sempre più giu a scavare gallerie, scoprire pozzi,trovare quarzi..stanare topi, vermi,bisce.. è anche deformazione professionale..faccio l'analista eheheh :-) ed inoltre mi opporrò sempre (senza intenzionalità veda di intendermi) agli idiomi tecnici e veloci contemporanei del linguaggio e coversare ehehh saluti belli :-)


biscie? .-)


Rispondere alle falsità di Facci è sempre semplicissimo. Quando Travaglio chiese a Ciuro un consiglio su dove andare in vacanza Ciuro era collaboratore di Antonio Ingroia, il pupillo di Borsellino. Se l'argomento transitivo di D'Avanzo e Facci regge, dovremmo concluderne che anche Ingroia -e magari Borsellino, e certamente Falcone, per il quale Ciuro aveva lavorato- sono persone di dubbia e doppia morale. La storia del prestanome di provenzano (chi? Ciuro o Aiello? Nella personale grammatica facciana non si capisce) è un fantasma di Facci. Per certo, Ciuro è stato condannato per favoreggiamento di Aiello: bruttissima cosa, certo, ma non mafia. La questione della S.ta argherita Srl, tutta da verificare, è semplicemente ridicola: gli Hotel e i Resort sono spesso parte di catene che a loro volta appartengono a società ancora più grandi: spesso non è nemmeno possibile sapere dove la piramide finisca. Schifani, invece, con i mafiosi ci ha fatto i soldi: prima con una socità di brokeraggio, poi come consulente del comune di Villabate. I suoi collaboratori non erano ancora stati indagati per mafia? Intanto alcuni appartenevano a note famiglie mafiose, ma soprattutto agivano in un contesto che eufemisticamente potremmo definire sospetto: quello delle approvazioni ai piani regolatori e alle relative varianti. Naturalmente Schifani non si è mai accorto di nulla, e certamente non è mafioso. Ma forse non è il miglior presidente del senato mai avuto.
http://www.ghostwritersondemand.splinder.com


# 697    commento di   elymoon - utente certificato  lasciato il 14/9/2008 alle 22:32

#693 Permettimi di dire che ciò che scrive Facci è un'emerita cazzata (una sue delle tante). E per di più ce la passa anche come scoop. Il fatto che Travaglio abbia emesso un'assegno per pagarsi le vacanze (che si è pagato DA SOLO), poi girato da una società in amministrazione giudiziaria per mafia è una cosa che capita a chissà quante centinaia di migliaia di normali cittadini, anche siciliani, che come tutti, non è che quando vanno in vacanza in un posto, magari pure bello, chiedono "scusi lei percaso è indagato per mafia?". Pagare una servizio è cosa ben diversa che "FARCI AFFARI" come ha fatto Schifani.


"Ciuro che tacerò" FAI PENE!!!




@696 Kevin Keegan "Se l'argomento transitivo di D'Avanzo e Facci regge". Se ricordo bene nè d'avanzo ne facci propongono alcun argomento transitivo, ma citano la triade ciuro aiello provenzano per spiegare la gravità del reato del primo, che -se non è stato condannato per mafia- lo è stato per aver rivelato segreti d'ufficio in indagini di mafia. dimmi se ti pare poco. Tornando all'"argomento transitivo", ricorderai di carmelo canale, braccio destro di borsellino e cognato di antonino lombardo, decisivo per l'arresto di riina. Quando fu indagato e processato (poi assolto dopo 8 anni malgrado 12 "pentiti" lo accusassero) nessuno si è sognato di ipotizzare che anche borsellino fosse persona "di dubbia e doppia morale". Questo perchè se giuda tradisce gesù, la cosa è grave ma gesù non c'entra nulla fino a prova contraria. "personale grammatica": facci dice "Travaglio, al primo, chiese pure uno sconto". Basta leggere la frase precedente per capire che il primo è il favoreggiatore, cioè ciuro. Siamo d'accordo?


Oltre alle più ovvie interpretazioni sul comportamento di D'avanzo(meschinità, invidia, odio farneticante), mi sono alfine persuaso che abbia aderito alla parte di Jago del giornalismo italiano e che per lui i lettori de LA REPUBBLICA siano gli Otello da turlupinare. Riporto alcune parole di Jago nell'"OTELLO" di Shakespeare, da me liberamente modificate, sul reale significato della carognesca "chiusa" in cui d'avanzo ciura che tacerà su Travaglio( ergo, la palla può passare al prossimo diffamatore di turno): "Al Travaglio dategli addosso, avvelenategli ogni gioia. Svergognatelo in pubblico aizzategli i colleghi giornalisti. Il clima beato dove egli dimora, impestatelo di Vespe e Facci. E se pure la sua felicità professionale è felicità vera, opprimetela di tanti fastidi da farla illanguidire." Ecco il reale scopo dei d'avanzo e dei facci. Ma noi non crediamo a questi Jago, capaci di tutte le bassezze, raggiri e inganni a danno della verità e dell'intelligenza dei lettori.


No, Plisv, non siamo d'accordo su nulla. Potremo forse esserlo quando leggerai con attenzione i commenti a cui vuoi rispondere. La proprietà transitiva è invocata da Facci e D'Avanzo quando dal rapporto tra Travaglio e Ciuro e da quello tra Ciuro e i mafiosi pretendono di inferire un rapporto tra Travaglio e i mafiosi. Se questo argomento avesse una qualche logica, bisognerebbe dedurre una contiguità tra Falcone (e Borsellino) e i mafiosi. Cosa che non fa nessuno, ma solo perché Falcone e Borsellino sono morti: da vivi, glie ne dicevano di tutti i colori (v. Sciascia). Quando indico la personale grammatica di Facci mi riferisco a un'altra frase, questa: "...di un favoreggiatore di un mafioso, inquisito come prestanome di un secondo mafioso (certo Bernardo Provenzano)..." non si capisce se "inquisito" sia riferito al favoreggiatore o al mafioso. Non ha nessuna importanza, ma la confusione espressiva è spesso sintomatica di un caos più profondo. Sono il primo a definire "bruttissima cosa" il favoreggiamento di un mafioso: basta leggere. Ma vedi, il problema, come si diceva una volta, è a monte, e siamo piuttosto buffi a metterci a discutere sulla sintassi facciana: il problema è una manovra partitico-giornalistica per gettare fango sul migliore cronista giudiziario del paese. Che a tale manovra si presti Facci è scontato, forse anche che si presti D'Avanzo. Meno scontato era che Mauro, Scalfari e un quotidiano che tra alti e bassi ha comunque una storia e una reputazione avallassero questa infamia.
http://www.ghostwritersondemand.splinder.com


E visto che di Sciascia ho parlato, completo il pensiero: la pubblicazione sul Corriere della Sera del 10 gennaio 1987 del fondo "I professionisti dell'Antimafia" è una delle grandi vergogne del giornalismo nazionale. In quel pezzo un almeno distratto Sciascia metteva l'Italia in guardia dal pericolo di chi faceva leva sull'impegno antimafia per fare carriera. Il maestro di Racalmuto dava due esempi: Leoluca Orlando (che nell'articolo non veniva mai nominato) e Paolo Borsellino. Si era in mezzo al maxiprocesso: e tutti i mafiosi (Leggio, Ciancimino), di colpo diventarono sciasciani. Si disse che con quell'articolo Sciascia aveva oggettivamente fatto il gioco della mafia: lo scrittore se ne risentì, ma l'accusa era vera. Un meccanismo analogo è quello grottescamente tentato da D'Avanzo: gettare fango. E infatti Cuffaro immediatamente ne riprende i cosiddetti argomenti. Ma una storia che si ripete è sempre farsa, e davanti ai documenti esibiti da Travaglio D'Avanzo risponde con la farneticazione: scomoda Anna Harendt, Yered Karzegan, Stanislaw Moulinski. E Facci rovista nella rumenta, gira gli assegni, spera e crede di trovare croste di formaggio. Gli auguriamo miglior fortuna, in futuro.
http://www.ghostwritersondemand.splinder.com


# 702 Kevin Keegan -1 In genere leggo con attenzione: ti confermo che nè D'avanzo nè facci invocano proprietà transitive (nel senso di insinuare che travaglio sia vicino alla mafia). Al contrario casomai precisano essere convinti del contrario. Pronto alle scuse se mi documenti il contrario. I due casomai applicano il metodo - o modo di fare se preferisci- travaglio a travaglio. Questo metodo, secondo me e altri, spesso suggerisce proprietà transitive. "Sono il primo a definire "bruttissima cosa" il favoreggiamento di un mafioso: basta leggere." Ho letto. Hai scritto "bruttissima cosa, certo, ma non mafia" e - se leggi attentamente- il senso di quanto ho aggiunto è che la rivelazione di segreti d'uffico riguardava indagini di MAFIA, non questioni di corna o furto di ciliegie. "non si capisce se "inquisito" sia riferito al favoreggiatore o al mafioso". Sempre che abbia importanza (a me pare che per te l'abbia, se attribuisci a quella che definisci confusione espressiva il caos più profondo)la lingua italiana in questi casi si presta poco alla precisione - meglio il francese-. Ma è ovvio è ovvio che l'inquisito è la persona citata per ultima, quella prima della virgola. La frase che avevo citato io invece aiuta il lettore poco attento. ("il primo", che è il favoreggiatore) Fra l'altro se non sbaglio non è solo inquisito, ma condannato in 1° grado, come del resto il compagno di vacanze di Travaglio.


# 702 Kevin Keegan -2 "Falcone e Borsellino sono morti: da vivi, glie ne dicevano di tutti i colori (v. Sciascia)". Per completezza, vogliamo aggiungere anche Orlando ("tiene le prove nei cassetti") il PCI (che gli preferiva Cordova) e volendo anche Montanelli .... non ho più tempo, se non ti dispiace farò un post Keegan - 3 in cui cito montanelli. Ciao


Rinnovo l'invito al signor D'avanzo a rinfrescare la memoria ai lettori di repubblica sul ruolo che ebbe a suo tempo il suo Signore e Padrone ( cioè colui che gli passa la pagnotta) nonchè editore nel crack del vecchio Banco Ambrosiano. Forza giornalista facci vedere che hai le palle.


Rinnovo l'invito al signor D'avanzo a rinfrescare la memoria ai lettori di repubblica sul ruolo che ebbe a suo tempo il suo Signore e Padrone ( cioè colui che gli passa la pagnotta) nonchè editore nel crack del vecchio Banco Ambrosiano. Forza giornalista facci vedere che hai le palle.


Rinnovo l'invito al signor D'avanzo a rinfrescare la memoria ai lettori di repubblica sul ruolo che ebbe a suo tempo il suo Signore e Padrone ( cioè colui che gli passa la pagnotta) nonchè editore nel crack del vecchio Banco Ambrosiano. Forza giornalista facci vedere che hai le palle.


Plisv, sono lieto che tu riproponga il tema centrale, almeno se vogliamo prendere D'Avanzo alla lettera: è possibile che anche Travaglio possa essere travolto di chi usasse il suo metodo, o stile, contro di lui? La questione suona piuttosto accademica -e in effetti credo sia soltanto un pretesto-. Ma entrando nel merito, io trovo che D'Avanzo non utilizzi affatto il metodo di Travaglio: quest'ultimo, infatti, è solito scrivere affermazioni vere e verificate, mentre D'Avanzo, in questo caso, scrive un'affermazione falsa. Un giornalista non è un romanziere: gli si richiede che ciò che scrive sia vero. Non mi risulta che Travaglio sia mai venuto meno a questa norma (salvo errori risibili e bona fide, come confondere Carlo e Pierferdinando Casini). D'Avanzo, nel caso in esame, ha scritto il falso. Ne risponde ai suoi lettori, che pare non abbiano apprezzato, e ne risponderà ad un Tribunale, visto che si è beccato due querele: da Travaglio e persino da Ciuro, sul quale ha pure scritto il falso. E' vero che D'Avanzo non scrive mai apertamente che Travaglio è vicino alla mafia (sarebbe, oltreché diffamatorio, piuttosto stupido), tuttavia, proprio perché non possiamo pensare che sia stupido, sa perfettamente che le sue presunte rivelazioni saranno utilizzate ad sputtandandum: e infatti il galantuomo Cuffaro e il giornalista Facci non esitano a farlo: l'ultimo, pur in un italiano incerto (à propos: si tu veux on peut bien discuter en francais, quoique je ne partage pas ton opinion d'après laquelle cette langue serait moins ambigue que l'italian, mais tant pis), ci informa che dall'edificante apologo d'avanziano abbiamo appreso che Travaglio andava in vacanza con un signore sospettato di fare da prestanome di Provenzano (interpretazione 1) o con un soldale di questi (interpretazione 2). Il resto sono marginalia.
http://www.ghostwritersondemand.splinder.com


@ 709 Kevin Keegan posso essere d'accordo che in parte abbiamo trattato di cose poco importanti. Però se inizi il commento # 702 con "non siamo d'accordo su nulla. Potremo forse esserlo quando leggerai con attenzione i commenti a cui vuoi rispondere." permetterai che io cerchi di dimostrarti punto per punto di aver letto con attenzione. "Non mi risulta che Travaglio sia mai venuto meno a questa norma" Ehm è stato condannato -anzi lui dice soccombente e avrà ragione- almeno un paio di volte, una dele quali in via definitiva. Almeno una lettera di scuse - se non l'hai fatto ti suggerisco di leggere quella a Socci- l'ha scritta. Insomma è già stato giudicato colpevole di diffamazione, che per un giornalista non è proprio il masssimo. Fra l'altro l'errore di confondere carlo con pierferdi secondo me non è prioprio risibile. Tornando al punto centrale, secondo me in generale d'avanzo ha ragione e se come dici scrive un'affermazione falsa ne risponderà (a proposito, qual è l'affermaione falsa, quella che la vacanza era pagata?) La questione può essere accademica fin quando - è successo e succederà- a un normale e innocente cittadino capita di essere indagato solo aver conosciuto e frequentato uno che poi si è rivelato un delinquente. Generalmente vieni intercettato, il tuo nome pubblicato, paghi avvocati, ecc. e vieni prosciolto dopo anni). Questo è un dramma, non accademia. Francese: lo conosco sicuramente meno di te, ma parecchie persone che lo conoscono bene confermano quanto ho scritto non sempre, ma appunto "in questi casi", vedi commento 704. Quando cioè si tratta di capire a chi ci si rifersce all'interno di una frase complessa. "sa perfettamente che le sue presunte rivelazioni saranno utilizzate ad sputtandandum". La rivelazione che travaglio è andato in vacanza con ciuro non è presunta. Poi, quasi tutte le rivelazioni vengono utilizzate così. Pensa se travaglio si censurasse per il rischioo che qualcuno venga sputtanato. Cia


Caro plisv, Travaglio è soccombente rispetto a Previti. La frase ritenuta diffamatoria dalla giuria è questa: "Previti, futuro cliente di procure e tribunali". Diffamatoria forse, ma vera. La scrisse Travaglio il 24/11/95 sull'Indipendente. Previti in effetti era già indagato, ma per motivi che ignoro (v. intervista di Sabelli Fioretti a Travaglio) e dei quali, se devo dirlo, non molto mi cale, l'avvocato di Travaglio non produsse una certa rassegna stampa che avrebbe dovuto discolparlo. Ho letto la lettera di scuse a Socci. La querela di Socci non concerneva, almeno mi sembra, la pubblicazione di notizie false, ma il registro usato da Travaglio, da lui ritenuto offensivo. Il falso diffamatorio di D'Avanzo è, nei confronti di Travaglio, l'avere scritto che un mafioso gli avrebbe pagato la vacanza del 2002, poi tramutatasi per incantesimo in quella del 2003 (può essere ritenuto diffamatorio anche scrivere "io non ci credo, però mi hanno detto che è così"). Siccome Travaglio può esibire le prove del pagamento, in Tribunale ci sarà da farsi quattro risate. Nei confronti di Ciuro, D'Avanzo ha scritto che sarebbe stato condannato per avere fornito informazioni "utili a favorire la latitanza di Provenzano". Lo stile è ambiguo, ma prevedo che anche quel processo sarà divertente: forse non per D'Avanzo. La circostanza che Travaglio conoscesse Ciuro e si facesse consigliare quali posti visitare in Sicilia, è vera, è nota, ma continuo a non capire cosa ci sia di male. Il problema dell'esposizione mediatica di privati che, al contrario di Travaglio, non hanno la possibilità di rispondere, è un problema enorme. Qui, e per il momento, taccio anch'io. Bye.
http://www.ghostwrietsondemand.splinder.com


....ma perchè d'avanzo ha iniziato questa polemica cao travaglio? forse per un po di invidia circa l'eco che da anni sta suscitando? inoltre ad un comune cittadino che ha in passato conosciuto o fequentato persone che poi sono state scoperte in odor di mafia non gli si può contestare nulla; ad un giornalista che si avvicina a certi personaggi magari per diritto di cronaca o per questioni finalizzate al suo lavoro è quanto meno discutibile (il fine non sempre giustifica i mezzi) ma ad un uomo politico, ad un alta carica dello stato, ad una funzione cosi rappresentativa, a loro si è richiesta la massima trasparenza ed onesta e l'aver conosciuto o frequentato personaggi in odor di mafia dovrebbe essere condizione ostativa a simili cariche ma tant'è nelle condizioni in cui ci troviamo anche un puzzo di fogna puo passare per eau de toilette
http://ginotaleblog.blogspot.com


@ 709 Kevin Keegan 1° conosco la storia della condanna e le relative critiche di travaglio alla stessa: le avrò sentite almeno una decina di volte fra rai2, rai3, la7, senza contare il web. Tu dici "diffamatoria forse , ma vera". Sarà la stanchezza, ma non ti seguo: secondo me o una o l'altra. E dato che nei processi e nelle cause non è Travaglio che, è stato condannato -in sede civile- per diffamazione. A chi dice che è un pregiudicato replica che è soccombente, perchè si trattava di una causa civile. Comunque sempre condannato in nome del popolo italiano è, giusto per metterci d'accordo. Lui dice che se si fosse andato sul penale non sarebbe stato condannato: probabile, ma il fatto - ripeto- è che non decide lui. "La querela di Socci non concerneva, almeno mi sembra, la pubblicazione di notizie false, ma il registro usato...". Luistesso si scusa per aver usato il registro (i toni) e affermazioni ingiuste (i contenuti) rispetto alla sua serietà e competenza professionale, rinnovandogli la piena stima umana e professionale». Non ho tempo nè voglia di verificare, ma se non ricordo male socci aveva proceduto contro travaglio anche per una questione di dati di audience fasulli. Toni, contenuti e notizie quindi, non solo registro. - mi fermo qui. Magari prima di documentare l'altra condanna in nome del popolo italiano - e la difesa di travaglio - verifico la questione audience. Ciao


mi è saltata una parola: 3° riga "non è travaglio che decide" Bye



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti