Commenti

commenti su voglioscendere

post: Il ridicolo "velino"

Oggi Bruno Vespa se l'è presa con Beatrice Borromeo che in un'intervista a "La Stampa" aveva criticato Porta a Porta . Per la Borromeo il programma di Vespa è infatti «privo di qualsiasi dignità», è «ridicolo», e all'estero viene «preso in giro». Vespa le ha risposto definendola « valletta » e ricordando che «pochi giorni fa, alla Venaria di Torino, Josè Maria Aznar , già carismatico primo ministro spagnolo, ha lodato Porta a Porta definendola la migliore trasmissione europea del suo genere e rammaricandosi che altri Paesi, a cominciare dal suo, non la imitino». Poi, dopo aver citato i grandi personaggi che hanno chiesto di passare dal suo studio , da Arafat a Peres, fino arrivare prossimamente al primo ministro rumeno, Vespa ha chiuso il suo ragionamento dicendo di lasciare ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 161    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 27/9/2008 alle 16:39

Caro Gomez, in questi ultimi anni, 14 per l'esattezza, il cittadino italiano non ha guardato la tv in maniera ricreativa: ha subito una vera e propria regressione culturale. La cosa peggiore, a mio giudizio, è come negli anni la discussione di alcuni temi gravissimi si sia disciolta in noia, banalità. Le leggi ad personam? Le hanno sempre fatte. Il conflitto d'interesse? Ma se le sue reti lo criticano più delle altre. Riforma della Giustizia? Ci vuole, sono i giudici sono politicizzati. ... ecco le risposte che sappiamo dare. Drin, Drin. Sveglia. Wil
http://nonleggerlo.blogspot.com/


NOTIZIA CLAMOROSA Articolo degno di nota su "Il giornale" Titolo: "Facci Travaglio, telefonatevi" davvero simpatico, condivisibile o meno, proprio carino, in effetti almeno Travaglio scrive d'altro, ma ultimamente Facci sarebbe disoccupato se non ci fosse lui, non scriveva d'altro... Giusto per curiosità buttateci un occhio, è persino ironico, davvero curioso trovarlo pubblicato lì!


Vespa tu e la tua faccia dovreste sotterrarvi in un tombino sei la vergogna della rai secondo me hai la scorta perchè hai paura che la gente ti sputi a te e alla tua faccia Vespa: Pronto Sottile: Bruno!?! Salvatore Vespa: Ehi! Sottile: Senti com’è strutturata la trasmissione? Vespa: Niente dipende da voi… Sottile: No, aspetta Vespa: Gliela strutturiamo, gliela confezioniamo addosso… Sottile: Che fai, fai una ricostruzione sui documenti che ci sono? Vespa: No no, allora ti facciamo il Berlusconi in parlamento Sottile: Berlusoni in parlamento Vespa: Perfetto… E poi i due rapporti insieme Sottile: I due rapporti insieme… Vespa: Poi un pezzo sull’inchiesta di Ionta Sottile: Un pezzo sull’inchiesta di Ionta.. Vespa: Esattamente.. e basta insomma… E poi facciamo un pezzettino.. niente domani viene a fare una conferenza stampa l’avvocato di Saddam Hussein, e se a lui facesse piacere lo potremmo invitare… sennò facciamo un pezzettino… Quello che dice nella conferenza stampa… Sottile: Ma vabbé fai un pezzettino della conferenza… Vespa: E come contraddittore? Sottile: Ehm.. non so tu chi c’hai Fassino?? Chi c’hai? Vespa: No, non lo so, uno che proponevamo noi se lui non ha niente in contrario sarebbe Rutelli… Non gli va?? Sottile: Non lo so.. non lo so… Aspetta un attimo… E di altre persone chi c’è in più? Vespa: Di altre persone ci sarebbero Mario Arpino Sottile: Mario Arpino… Vespa: Mario Arpino e..Margelletti eventualmente Sottile: Margelletti… ho capito Vespa: e.. poi in collegamento Luttwak e Rula.. Sottile: Minchia!! Vespa: Ma se li volete ehh!! Sottile: E ru… Gente che ci va in punta di vanga Vespa: Si si Sottile: Si si si.. ecco Vespa: Sento però dei cenni di assenso da parte del tuo principale (Gianfranco Fini nda) Sottile: No non senti nessun segno di assenso.. Siccome sa che tu sei un pessimo giornalista… Vespa: E che allora.. infatti.. che facciamo? Proviamo con
http://blogdellaliberta.wordpress.com/


# 164    commento di   Luther Blisset - utente certificato  lasciato il 27/9/2008 alle 16:52

Da "La Repubblica" Il Cavaliere e il suo ministro all'attacco "Questi giudici non ci fermeranno" La domanda sorge spontanea: Non ci fermeranno... da fare cosa?!?!? Sara` forse l'ora di prendere i forconi?


@ 106 eleonora e 142 federica. la scuola non può permettersi più il lassismo, e dovrebbe essere rispettata da famiglie e studenti (putroppo + rispettosi del tronista di turno che dei docenti). episodio di questa settimana a scuola (III media): io protesto, non è possibile che i ragazzi siano così pigri da non cercare a casa una parola sul dizionario! consiglio di una collega di ruolo: lascia perdere, non prendertela, altrimenti i genitori vengono e ti tirano su un casino col preside, non vivi più! che dovrei fare secondo voi? ci meravigliamo dell'analfabetismo di ritorno, o che nessuno sappia cos'è la guerra fredda? ma ora grazie alle riforme della gelmini il problema sparisce... facendo sparire la scuola.


vorrei sapere qualcosa di più sui ragazzi di Himmler, grazie a chi saprà informarmi


# 147 Più che di "sindrome di vecchiaia e maschilismo" per COSSIGA dovrebbe parlarsi di "sindrome di rincoglionimento aggravato".. Per di più, è un rincoglionito a carico dello Stato vita natural durante...


@Federica grazie per l'apprezzamento, pero' hai ragione, il vecchio francesco, potente lo e' veramente e, a mio parere, e' anche molto piu' lucido di come gli piace fare pensare di essere. ciao


# 168 Sono d'accordo: COSSIGA è un "lucido" rincoglionito..




# 171    commento di   panormo - utente certificato  lasciato il 27/9/2008 alle 17:18

# 84 commento di Mauro Clementi >>> ed io che prendevo vespa e fede per clowns, ora fanno paura. # 158 commento di federico >>> "Parole di un pazzo allo sbando" ben detto. "...uno come Berlusconi, che ha dimostrato negli anni di non avere alcun rispetto per la giustizia e la legalità ... L a s i t u a z i o n e è g r a v i s s i m a." ben scritto.


...francamente rivoltante e imputridito..bleach


Facciamo la Rivoluzione, porca troia.


ciao a tutti, bell'articolo. per Marco Travaglio e Federico e chi avesse voglia segnalo il Rapporto EURISPES sul processo penale (27 tribunali campione, 13.000 processi monitorati,600 osservatori VOLONTARI impegnati). Si tratta di un documento interessante sulle "verità che mancano sul funzionamento del processo penale in Italia". Parrebbe un tema di tutta attualità. ciao!


Il Partito Democratico non abbandona gli indagati ABRUZZO. Alla fine hanno dato il via libera: i vertici del Partito Democratico alle prossime primarie accetteranno tutte le candidature. Indagati e non correranno senza differenza al ruolo di aspirante governatore e consiglieri regionali. Una scelta arrivata senza troppe sorprese anche perché, visto l'elevato numero di politici oggetto d'indagine, non poteva essere diversamente.


In questo Blog non ho mai letto sciocchezze, ma soltanto notizie vere, ragionate e fondate. Bravi, non tutta l'Italia è fatta di ipocriti, forse un pò più del 50%, ma non tutta. Saluti




ECCO COSA SCRIVO AL DIS-ONOREVOLE CONSOLO. PARLIAMONE ATUTTI E INTERVENIAMO NELLE TRASMISSIONI RADIO-TELEVISIVE CHE LO CONSENTONO. consolo_g@camera.it oggetto;non avete pudore dopo l’aborto costituzionale del lodo alfano ecco un altro obrobrio proposto da lei. anche se non se ne sentiva il bisogno ancora una volta avete palesato il vostro concetto di giustizia. voi state costruendo una giustizia a doppio binario;implacabile con i comuni cittadini e disarmata davanti a voi della casta. voi di an poi vi siete sempre distinti per essere forti con i deboli e deboli con i forti,c’è un solo aggettivo che qualifica chi si comporta così… vegogantevi. con infinita disistima Paolo Papi


Mary cerca notizie sui ragazzi di Himmler.Non ci vuole molto,basta guardarsi intorno.....al parlamento e in giro.Solo che sono brutte copie e non hanno il coraggio di andare fino in fondo :mi viene in mente un ragazzo aennino con la faccia poco sveglia,gli occhi bovini e la bocca che spruzza....hai indovinato?




Ha dato della valletta alla Borromeo perché la Carfagna era impegnata a fare lap dance :-)


# 182    commento di   sofista g - utente certificato  lasciato il 27/9/2008 alle 20:4

# 180 Secondo me doveva fare il sarto,invece che il SERVO. AUNQUE LA MONA SE VISTA DE SEDA MONA SE QUEDA. BUENA NOCES A TODOS...........PERO NO A TODOS.


Bel pezzo veramente...!!


# 184    commento di   sofista g - utente certificato  lasciato il 27/9/2008 alle 20:48

AL RIDICOLO "VELINO" LA MAMMA GLI HA COMPRATO IL LECCA LECCA FINO ALLA MAGGIORE ETA' DOPO GLIE LI COMPRAVA LA MOGLIE,SOLDI INVESTITI BENE,ALTRO CHE CA...O!!!! SECONDO VOI IL RIDICOLO "VELINO" CON CHI DEVE DIVIDERE I SOLDI DEI CONTRATTI MILIONARI? E' UNA DOMANDA CHE MI FACCIO SPESSO ED HO ANCHE LA RISPOSTA.


Bell'articolo!!! Mi auguro che presto sia Peter che Marco riescano a venire a Pavia per la presentazione di Bavaglio! OT Non riesco più ad inserire commenti..spero che questa sia la volta buona!


Ok andato! Buon sabato sera a tutti!


vespa fai schifo. non so come fai a guardarti allo specchio e cosa trai dalle tue giornate la sera prima di andare a dormire.


e, ehm fi. non so come dirtelo. quando gomez ha postato questo articolo l'uscita kossiga ancora non l'aveva fatta. confronta le date, su su.


#165 apolide (bel nickname) >la scuola non può permettersi più il lassismo, e dovrebbe essere rispettata da famiglie e studenti (putroppo + rispettosi del tronista di turno che dei docenti). Niente da aggiungere, hai centrato in pieno il problema. >episodio di questa settimana a scuola (III media): io protesto, non è possibile che i ragazzi siano così pigri da non cercare a casa una parola sul dizionario! consiglio di una collega di ruolo: lascia perdere, non prendertela, altrimenti i genitori vengono e ti tirano su un casino col preside, non vivi più! Assolutamente vero, è comune che avvenga come è comune che i genitori reclamino perchè danno troppi compiti e i loro figlioletti, poverelli, devono assolutamente andare a calcio o a golf. Ad un'amica è stato detto il classico "come osa dare 4 a mio figlio?". >che dovrei fare secondo voi? Non lasciar perdere. I problemi sono anche causati da insegnanti che, esasperati, non lottano neanche più. So che all'atto pratico non serve a nulla, ma hai tutta la mia solidarietà. >ci meravigliamo dell'analfabetismo di ritorno, o che nessuno sappia cos'è la guerra fredda? Purtroppo non mi meraviglio. >ma ora grazie alle riforme della gelmini il problema sparisce... facendo sparire la scuola. Sotto un grembiule. Che, per ridere un po', citando Crozza, la Gelmini farà provare a Brunetta per vedere se vadano bene. ;)


@87 quartopotere # 87 commento di quartopotere (scusa il ritardo) plisv per favore, non facciamo finta di ignorare la lunghezza della lingua srotolata dal "giornalista" Vespa ogni qual volta Berlusconi compare al suo "approfondimento giornalistico"! Se puoi documentare che faccio finta di ignorare qualcosa, fallo. Io ho commentato una frase di Gomez. La luna a cui si riferiva il mio commento non era era tutto l'articolo ma - scusate se ripeto- la frase di Gomez "Chi si occupa di politica e lavora nel servizio pubblico non può ricevere emolumenti dal leader di uno degli schieramenti e pretendere di passare per imparziale. E se lo fa, non si limita a coprirsi di ridicolo. Diventa, invece, francamente rivoltante". Il dito invece non l'ho notato. Io ho fatto un commento sul percorso di Santoro. Libero il 100% dei lettori di non essere d'accordo con me. A proposito di lingue srotolate: era il 93 o 94, Trasmissione di Santoro, ospiti principali Occhetto E Bossi. Il primo era in studio - piano rialzato, poltrona comoda- con microfono imbullonato sul petto e aperto per tutta la trasmissione. Il secondo in collegamento esterno da un teatro con microfono in mano alla berlinguer (il cognome mi ricorda qualcuno) Lei spesso lo allontanava di un mezzo metro dicendo ad esempio "adesso no sta parlando l'onorevole occhetto" se nn si fosse capito Occhetto interrompeva spesso e nè santoro nè la berlinguer gli dicevano nulla. Ho cercato il video ma nulla da fare. Ecco, se la lingua di vespa è srotolata, quella dei due eroi che ho citato era vorticolsamente iperattiva con tentativo di scappellamento a sinistra. Per occhetto, poi.


Sulla Borromeo, giusto per far capire come con una ricerchina di 5 minuti una persona possa essere impiccata alle sue parole, come fa qualche giornalista: "Considero degli sfigati quelli che vanno in tv per parlare di sè." Ed eccola dalla bignardi (a parlare di prostata? Vediamo) che c'è il link) http://it.youtube.com/watch?v=IJmtY-14bNc Fra l'altro dalla bignardi mi ha dato un'Fimpressione molto migliore di quando presentava (?) Annozero. Che dipenda da come santoro la valorizzava? Altra chicca (estratto): RStiamo trattando... discutendo. Con Dio. Con la Chiesa no. Non mi piace. Interviene nella politica, in cose che non la riguardano. Ha fatto dei danni che peggio di così non si può». D. Il Papa preferito? R:«Ero molto affezionata a Wojtyla». Direi coerente, è noto a tutti che Wojtyla mai è intervenuto nella politica, come anche che il muro di berlino è caduto perchè costruito da muratori bergamaschi e leghisti.


@92 watchdogs "santoro per un certo periodo ha abbandonato la rai per andare a mediaset, non ha tenuto il piede in due scarpe ontemporaneamente." Forse l'emolumento era sufficiente. Forse per mantenersi bastava mezzo dito in mezzo pedalino. "Gli oppositori di berlusconi che abbiano lavorato con lui in passato sono marchiati a vita: "ma come, adesso critichi berlusconi però quando è stato il momento hai preso i soldi?". e sto parlando di gente come santoro o luttazzi, per esempio" Io aggiungo, per esempio, la guzzanti, riondino, i gemelli ruggeri (azz., fanno i russi da 20 anni) ),syusy blady e patrizio roversi, disegni & caviglia, freccero, Silvio Orlando. Marchiati a vita? forse, ma proprio ridotti a barboni in mezzo a una strada no. Se ne sono andati, hanno avuto altri contratti, se lo hanno ritenuto hanno criticato Berlusconi, altri gli hanno risposto che sputavano nel piatto in cui avevano abbondantemente mangiato. Normali polemiche direi. Altri es. Gialappa's sono rimasti e credo nessuno possa dire che non critichino Berlusconi.


@80 "Cosa c'entra Granbassi?? Con tutte le giornaliste preparate che ci sono, si va a elemosinare Granbassi all'Arma dei Carabinieri??? MA PER FAVORE!!!" Condivido. E chissà quale ideona pensava di aver avuto il santoro. Ultimamente a me, quanto a scelte, sembra uguale e fed con le meteorine. ma loro fanno le meteorine. Detto questo, io direi di vedere come se la cava. Telegenica, più disinvolta della Borromeo alla 1° puntata, di certo non giornalista. Ma se è per quello è piena l'italia di giornalisti incapaci e in mala fede. Però se se non pretendono di essere imparziali, secondo il Verbo, non sono rivoltanti.


Plisv Di solito controbatti bene, preciso e dritto sull'argomento- l'essere d'accordo è altra cosa e non importa-, ma questa volta mi sei scivolato su due aspetti. >Forse l'emolumento era sufficiente. Forse per mantenersi bastava mezzo dito in mezzo pedalino. Risposta facile ed evasiva, scusa. IL fatto era che mentre lavorava a Mediaset non lavorava alla Rai. Punto. Che l'emolumento fosse sufficiente o no non era il nocciolo della questione sollevata da watchdogs e cui ho fatto riferimento anch'io nel mio post a te. >Ultimamente a me, quanto a scelte, sembra uguale e fed con le meteorine. ma loro fanno le meteorine. Fede Emilio, lui, ha le meteorine? Non so, non lo guardo, non ho tendenze masochistiche e come nel caso di Vespa rinuncio al motto "conosci il tuo nemico". Paragoni Santoro a Fede? Che Santoro non ti garbi, come direbbero i Toscani, è evidente, ma uguale a Fede? Suvvia... ;) Ciao, 'notte


@157 Federica -1 Nel primo post - non sono stato chiaro evidentemente - intendevo dire che ha preso soldi - non pochi- da uno che molti - compreso lui secondo me - cercano di dimostrare agli italiani che è mafioso. Il che può essere considerato più rivoltante di quanto detto per vespa. Inoltre ha lavorato - e anche fatto propaganda - per una 20ina d'anni una una testata di proprietà del PCI - pds -ds ecc. - servizio pubblico- ma pagata dal contribuente. Ah, anche per l'unita. A rileggere gome mi sembra di essere in tema. "non ha un atteggiamento servile verso i politici". Ne ho scritto al #190. Oggi forse meno (salvo che verso se stesso), ma quando uno è troppo fazioso secondo me non c'è troppa differenza. "le differenze tra Santoro e Vespa sono evidenti" Concordo, in più a me non piace per nulla nessuno dei due. Credo ci meritiamo di meglio. "ma non l'ho mai sentito piangere da vittima" Oddio, da Celentano quel (voio il micronono, voio il micronono) mi sembrava tale, anche se aveva vinto una causa con la rai" In più non condivido per nulla il passare da giornalista a parlamentare e vicevera, anche se lui su questo si spiegatto. Il fatto è che non mi ha convinto. "Santoro è stato ostracizzato, Vespa no" Anche vespa ha avuto i suoi problemi, malgrado tutto sia lui che santoro salvo brevi pause lavorano in RAI come giornalisti ormai da decenni . "non sbava sui particolari degli omicidi". Casoami direttamente sugli omicidi: "Siete contenti che hanno ammazzato Salvo Lima?"


@157 Federica -2@157 Federica -2 aggiungo su Santoro: SANTORO, maggio 2008 : "i comunisti lottizzavano rai3". Un notizione, nessuno ne sapeva nulla. Chissà come mai ce l'hanno infilato a rai3, a fare -fra gli altri un programma con, toh, la figlia di Berlinguer. Sicuramente come foglia di fico, non certo per fare propaganda. Ora è a rai due, probabilmente non ne poteva più dei comunisti http://video.google.it/videosearch?q=santoro&emb=0&aq=f#q=santoro&emb=0&aq=f&start=80 - 1:56 / 6:05 Poco dopo: "in nessun paese al mondo uno possiede le televisioni" ..... CUBA, NORDCOREA, CINA. Bastano? A proposito, una biografia da cui si evince coma abbia titolo per dire "i Comunisti lottizzavano" mentre lui con i partiti non c'entrasse nulla: Da wikipedia (speriamo di poterci fidare): Biografia Laureato in filosofia con 110 e lode, è stato direttore della Voce della Campania e ha collaborato con diverse testate come Servire il popolo, Il Mattino, l'Unità ed Epoca. Prima di essere assunto in RAI nel 1982, ha lavorato per la radio come conduttore di rubriche e autore di sceneggiati radiofonici (Via le odiate macchine, Radio Uno). La carriera televisiva. In televisione, dopo una breve esperienza agli esteri del TG3, ha realizzato speciali e settimanali: Tresette, Oggi dove, Specialmente sul Tre, Tg terza. È stato autore e conduttore di vari programmi: Samarcanda, Il Rosso e il Nero, Temporeale. Nel 1991 ha pubblicato il libro Oltre Samarcanda (Ed. Sperling & Kupfer) e nel 1996 Michele chi? (Ed. Baldini e Castoldi). Nello stesso anno ha lasciato la RAI per Mediaset come direttore della testata Moby Dick. Nel 1999 il ritorno in Rai con il programma Circus su Rai Uno. Nel 2000 nasce Sciuscià. Dall'autunno dello stesso anno è autore e conduttore de Il Raggio Verde su Rai Due. Subito dopo l'11 settembre 2001 propone, sempre su Rai Due, lo speciale Siamo tutti americani? seguito dalla serie Emergenz


@194 Federica -3 "Paragoni Santoro a Fede? Che Santoro non ti garbi, come direbbero i Toscani, è evidente, ma uguale a Fede?" lo paragono, non dico che è uguale. Ho scritto "quanto a scelte - intendendo delle collaboratrici. Nessun problema a dire che, oltre a vespa e santoro, non mi piace neanche fede. Già che ho parlato di mafia, cito montanelli, ammirato da travaglio e per cui ha lavorato Gomez: http://archiviostorico.corriere.it/1994/marzo/21/Montanelli_voce_controcorrente_co_0_94032115801.shtml Intervista di Chiaberge Riccardo a montanelli 21-3-94 - estratto Nella sintesi: "Berlusconi? "Fara' la fine dell' Uomo Qualunque. Ma attenti a non demonizzarlo". Il centro di Segni e Martinazzoli? "Un ectoplasma". Fini? "L' unico, a destra, che abbia un cervello politico". Orlando? "E' stato il peggior denigratore di Falcone. E poi vorrei capire dove ha preso tutti quei voti". Occhetto? "Credevo fosse un quaquaraqua' , invece si sta dimostrando un abile politicante". Ciampi? "Ha dato prova di moderazione. Credo che come presidente del Consiglio dovremmo contentarci" Più avanti su ciampi: "CORRIERE: Hai letto che, commemorando la strage di via Fani, Ciampi ha detto che dobbiamo riscoprire la lezione di Moro? MONTANELLI: "Ha detto questo? Allora ritiro tutto" Poi: CORRIERE: Caponnetto dice che tu non capisci niente di mafia e di Sicilia. MONTANELLI: "Questo Caponnetto e' un tipo curioso, non fa che attaccarmi perche' avrei parlato male di Falcone. Non e' assolutamente vero. Io riferii soltanto un' opinione di Sciascia, del mio vecchio amico Sciascia che lui un po' di mafia se ne intendeva, il quale un giorno mi disse: "Tu credi all' antimafia? Ma l' antimafia un' altra mafia e' ". Io a quei tempi non sapevo, conoscevo appena il nome di Falcone, e mi limitai a citare questa affermazione. Ma la cosa curiosa di Caponnetto e' che si va a schierare con Orlando che e' stato il paggior denigratore di Falc


@194 Federica -3 - continua ... schierare con Orlando che e' stato il paggior denigratore di Falcone. E poi dice che fa l' antimafia, io vorrei sapere i voti a Orlando chi glieli ha dati. Bisognerebbe pensare che i voti della mafia siano andati all' altro 25 per cento di Elda Pucci, mi pare un po' strana la cosa". CORRIERE: Secondo te l' inchiesta Mani Pulite e' finita, o continuera' ancora? Cosa ci aspetta? MONTANELLI: "Io ho paura delle rivoluzioni fatte dai magistrati. Perche' i magistrati le fanno ma poi i carabinieri han le manette, non si scherza mica. Ora, non voglio entrare nei casi singoli, ma mi pare che degli abusi ci siano stati". CORRIERE: Eppure sul "Giornale" hai sempre appoggiato i giudici. MONTANELLI: "Li ho appoggiati perche' come si faceva a non appoggiarli, sembrava che uno volesse difendere i vecchi rottami del sistema. Pero' un ritorno allo stato di diritto, che non faccia coincidere il sospetto con l' accusa, l' accusa con la condanna perche' siamo arrivati a questo in Italia, a questo punto e' necessario". (...) "come si faceva a non appoggiarli" che pena per un maestro. Tutto - o molto- è relativo e ognuno ha le proprie "evidenze" - Inoltre, ennesima dimostrazione che volendo ognuno èuò essere impiccato alle proprie parole. Di nuovo grazie per le osservazioni. 'notte


Per quanto riguarda il fatto di lavorare a Mediaset, può sembrare una contraddizione, ma in realtà Berlusconi è praticamente ovunque e credo sia un po' difficile fare qualunque cosa senza inconsapevolmente dare soldi a Silvio. Considerando poi gli intrallazzi che ci sono e i giochi di potere, forse lavorare in Rai o Mediaset o La7 non fa tutta questa differenza.


Vespa è un servo senza se e senza ma; Santoro un bravissimo giornalista e annozero una bella trasmissione! però siccome nessuno è perfetto qualche cazzata la fa pure Santoro: per lui le donne non devono essere brave e professionali o avere qualcosa da dire: devono essere gnocche punto, poi tutto il resto si può migliorare Ora che la Borromeo mi diventi una Giornalista farebbe sbelliccare chiunque non abbia una posizione preconcetta sulla cosa (Travaglio la difende = grande persona) la borromeo arriva ad annozero senza aver MAI, dicasi mai fatto un minimo di gavetta, santoro la nota perchè legge un intervista si Style ( è noto che tutti possono avere un intervista sui giornali)in un servizio dedicato ai rampolli nobili italiani. santoro le lascia uno spazio in prima serata che solo solidi giornalisti potrebbero avere(vedi Travaglio) la Borromeo è bellissima e conquista tutti i suoi collaboratori e non viene rimossa nonostante il suo indice di gradimento sia bassissimo e non è basso perchè la gente è invidiosa (parola che torna come un mantra tra gli adoratori del Guru) dei suoi natali; il problema è che sta lì non perchè ha scritto qualche pezzo per qualche giornale locale, fossanche il giornalino scolastico,o collaborato con qualche canale locale, non si ricordano prese di posizione di impegno civile (e con quel nome si sarebbero notate) insomma sta lì senza nessunissima altra ragione che non sia quella tipicamente italiana del nome e della bellezza che poi sia diventata bravina... vorrei vedere dopo due anni di maestri di quel calibro, se non diventava brava era proprio zucca, peccato che lA SUA GAVETTA sia stata la prima serata di annozero, altro che pedalate e anticamere nelle redazioni... qunto alla sua bravura: nell'intervista alla stampa ripete pari pari il Travaglio pensiero, manca solo che dica "vespino de sinistra" e "scomodino da notte", a dimostrazione che tutto quel che sa l'ha imparato ad annozero ed è rimasta lì, vada un p


ma vada un pò a studiare e leggere qualcosa che la aiuti a formarsi anche un proprio pensiero ma dico come fate a rimpiangere e difendere una che ha passato l'estate con Lapo e Casiraghi,che continua ad andare alle festa di Briatore! ma digerite proprio di tutto se ve lo dice travaglio! e non dite che uno nel privato fa quel che gli pare perchè scelte e comportamenti sono storia e sostanza! le parole volano via..


come si può essere credibili intervistando gli operai della Thissen, pingere con loro sulle responsabilità dei padroni e poi andare alle feste dei Von Thissen? me lo dite come si fa a digerire tutto questo? esiste una cosa che si chiama coerenza, tutti ridono su questa parola, la trovano ma se a queste no seguono scelte coraggiose e comportamenti determinati saranno sempre battaglie persesuperflua in vece è tutto! possiamo fare la migliore delle battaglie e questo vale pure per la credibilità di Santoro!


Egregio dottor Vespa, come vede nel suo ruolo di 'valletta' la signorina Borromeo, studentessa in giurisprudenza, ci ha messo la faccia per parlare di questione morale con un diretto interessato, in quanto questo giovane impersona il futuro della politica italiana. Questo frammento di televisione rappresenta ciò che un giornalista normale, in un paese normale, dovrebbe fare: domande intelligenti e non programmate anzichè ergere un teatrino che da dieci anni a questa parte, nel suo salotto di Porta a Porta, è sempre uguale, monotono, nonchè citando l'esibizionista 'valletta' in questione ridicolo. Non è un paradosso che le 'vallette' facciano domande mentre i giornalisti come lei le concordino con gli ospiti per ergere uno spettacolo atto al rincoglionimento popolare? Ammesso e concesso che la 'valletta' in questione anzichè impersonare se stessa si limiti a leggere il gobbo, non rappresenta forse per i giovani un messaggio positivo? A risposta della provocazione della Borromeo lei ha dichiarato: "pochi giorni fa, alla Venaria di Torino, Josè Maria Aznar, già carismatico primo ministro spagnolo, ha lodato Porta a Porta definendola la migliore trasmissione europea del suo genere e rammaricandosi che altri Paesi, a cominciare dal suo, non la imitino". Peccato che Aznar, come ha ricordato Peter Gomez sul suo blog, www.voglioscendere.ilcannocchiale.it sia passato alla storia per essere riuscito a far perdere al proprio partito un'elezione praticamente già vinta. "In occasione degli attentati di Al Qaeda a Madrid-scrive Gomez- tentò per tre giorni di convincere gli spagnoli che l'azione terroristica era opera dell'Eta e non di estremisti islamici. Temendo che gli elettori cominciassero a riflettere sui disastrosi effetti della guerra in Iraq, Aznar arrivò persino a telefonare ai direttori di giornale per spingerli a nascondere la verità. Ma la stampa spagnola, anche quella di centrodestra filo partito popolare, mantenne la schiena dritta, e smascherò il premier.
www.chriscecco.splinder.com


#195 Plisv Sono di corsa e non so se riuscirò a rispondere punto per punto, se qualcosa non è chiaro o se vuoi un commento su punti specifici, fischia, lo rifarò. Ho scritto che mi sarebbe sembrato più opportuno fermarsi al presente, dato che si proponeva un confronto tra Santoro e Vespa, piuttosto che rivangare il passato, e non perché io sia contraria, anzi, historia magistra vitae anche quando è dei singoli, ma perché se no ci si perdeva. Nel presente, Santoro è meno servile, ciò intendevo. Hai ragione, Santoro fece la vittima da Celentano, ma io intendevo altro, nella mia frase, e non sono stata chiara: "Santoro non piange da vittima dicendo "ma io sono imparziale!", questo intendevo, non vittimizzarsi in genere. Vespa ha subito un editto bulgaro? Non posso commentare la domanda "siete contenti che hanno ammazzato Salvo Lima?" fuori contesto, potrebbe essere stata una domanda ironica, sarcastica, ma non so, non ricordo. I plastici vespiani rimangono più ridicoli e da TV spazzatura. Sul passaggio al Parlamento europeo, sono scelte, anche la Gruber l'ha fatto, e l'ex direttore della Padania che ora è nel nostro Parlamento, come sai. Ma è sul tornare in TV dopo l'esperienza politica che si può effettivamente discutere. Certo si sa chiaramente quali siano le loro opinioni politiche senza tanti se e ma. Continua


Plisv Che chiunque possa essere impiccato alle proprie osservazioni nel tempo è fuori discussione e sono d'accordo con te. Credo che in Italia il manicheismo abbia raggiunto livelli patetici. O con me o contro di me, alla Bush. O si è contro i magistrati, o a favore. Tutto ciò che c'è in mezzo sfugge e solo pochi capiscono quanto sia semplice la questione. Ci sono ottimi magistrati, ce ne sono di pessimi, con tutte le sfumature in mezzo. Perché ci si deve sempre schierare? Ovvio che Montanelli dicesse "come si faceva a non appoggiarli?", secondo me, considerando il contesto storico. Non voglio difendere Montanelli, non sono mai stata una montanelliana, ma bisogna cercare di essere obbiettivi, giusto? Sul fatto che possa aver sbagliato anche previsioni, è purtroppo lì da vedere: disse che l'unico antidoto contro Berlusconi sarebbe stato lasciarlo governare e gli Italiani avrebbero capito. L'antidoto non c'è stato. Purtroppo. Continua dopo, ciao, buon pomeriggio


Buongiorno a tutti, premetto che non sono un sostenitore di Porta a Porta, ma penso fermamente che la Borromeo debba farsi un bel bagnetto di umiltà, detto da uno che sta facendosi il mazzo 14 ore al giorno per pagarsi gli studi universitari, portando le pizze a domicilio e sperando un giorno di fare il giornalista... secondo le sue dichiarazioni sono tutti a 360° pirla, sfigati, ignoranti... mio nonno aveva la prima elementare e diceva che chi sputa in aria, prima o poi gli ricade addosso.




Ciao Peter io sono di Parma e nel quotidiano della mia città la Gazzetta di Parma in prima pagina ogni settimana ci sono articoli di Vespa che elogiano ogni iniziativa del governo, mai una critica. Ho scritto una lettera al direttore dicendogli che essendo tutta l'informazione nelle mani di un'unica persona se era davvero necessario mettere anche sul giornale della nostra città queste lettere de dottor Vespa.Purtroppo anche a Parma sia le televisioni che il quotidiano sono schierati con il Cavaliere è una cosa incredibile . La lettera è stata pubblicata riguardava il caso Alitalia con l'iniziativa del governo elogiata da Vespa . Nella mia lettera si criticava il piano ma la parte con la critica a Vespa censurata. Per ritorsione mi hanno messo anche il nome anche se io avevo indicato di mettere lettera firmata . Poi la se elogio ai braccialetti elettronici e alle espulsioni per i delinquenti al loro paese. Siamo il paese dei balocchi dove come nelle dittature tutto è in mano di un'unica persona. Ti dicono solo le cose piacevoli quelle scomode le censurano in modo che nessuno sappia. Questo paese mi fa schifo.


si sente il bisogno sul blog di un sistema per raccomandare i commenti piu' validi..altrimenti tanti post informativi spariscono nel mucchio, staff se ci sei fai qualcosa..


Vorrei segnalare a Travaglio e allo staff tecnico che per "una strana ragione" da tre giorni i siti: http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/ http://www.antoniodipietro.it/ http://www.beppegrillo.it/ Non sono più raggiungibili da chi utilizza Opendns. Per "una strana ragione" (scusatemi se sono ripetitivo) i siti di cui sopra vengono reindirizzati su 67.215.66.132 impedendone dunque al navigatore la fruizione. Domanda: E' forse CENSURA?


# 211    commento di   Jimlm - utente certificato  lasciato il 28/9/2008 alle 18:56

ah Vespa Vespa! sarà l'età...
http://gothic_odyssey.ilcannocchiale.it/


su questo blog ho trovato il link per ANTIMAFIA2000 sottoscrivere l'appello in favore del PM Antonino Di Matteo e l'ho inoltrato a tutti i miei contatti nelle Marche Emilia Lombardia Friuli Estero, assieme ad un intervento di P.Gomez molto efficace sulla mafia, argomento di cui se non per atti violenti, non frega niente a nessuno che non abbia il problema sul territorio! Noi Italiano siamo un pò fatti così, indipendentemente dall'ideale politico, anche su questo blog ci piace spettegolare tanto quanto piace a Travaglio e Vespa. Ecco una delle risposte che ho ricevuto: "...ho fatto circolare il tuo messaggio, ma nessuno è interessato all'argomento mi dispiace!! Spesso faccio simili appelli, ma è implicita la risposta "" é colpa dei meridionali perchè non reagiscono!!) oppure "è un problema loro" ecc Ormai non mi aspetto che rispondono, addirittura un bergamasco l'ha definita spam!! Cosa vuoi che ti dica..."


@ salvo n. 66 Visto che nomini la Carfagna che fa pure l'altezzosa, manco avesse tutta questa prestigiosa carriera alle spalle, ti linko lo splendido articolo del giornalista americano Alexander Stille, che mi piace molto e che seguo da molto prima di aver scoperto voglioscendere: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/post/1972118.html Forse lo conosci già questo articolo - anzi, quasi sicuramente lo conosci. In caso contrario, te lo segnalo visto che coglie in pieno il segno sulla questione Carfagna, e come nell'accettare di diventare oggetto di ammirazione sessuale di Berlusconi, lei ha in effetti perso ogni diritto a pretendere di essere presa sul serio come politica!


# 214    commento di   Roberto62 - utente certificato  lasciato il 28/9/2008 alle 22:45

Vespa non può essere un esempio di giornalista onestamente intellettuale: ha un paio di conflitti di interessi veramente interessanti che lo legano a filo doppio a Berlusconi! Il primo è quello ricordato nel post, la rubrica su Panorama, ma il secondo lo riguarda indirettamente: sua moglie, Augusta Iannini, fu destinata quale responsabile degli affari penali (il posto che fu di Falcone) al ministero di Grazia e Giustizia nel 2005 da Berlusconi! E per questi motivi, Vespa non sarà mai un vero giornalista: non lo sarà con Berlusconi come non lo sarà con gli altri. Esiste solo in virtù di catalizzatore di audience pro Berlusconi. Se un giornalista perde definitivamente la sua libertà in virtù di favori o piaceri che deve ad una persona, diventa inutile anche il guardarlo! Che lui, anziano valletto, si scagli contro Beatrice Borromeo è piuttosto grottesco: tra i due, la Borromeo ha almeno il dono della libertà di pensiero, mentre il valletto ha solo una grossa catena che lo tiene costretto ad un padrone tutt' altro che onesto!


Plisv e tre. Tu scrivi >Poco dopo: "in nessun paese al mondo uno possiede le televisioni" ..... CUBA, NORDCOREA, CINA. Bastano? Credo che nella frase fosse implicito "in nessun paese del mondo democratico". Nessuno dei tre paesi che citi è una democrazia e non credo che per l'Italia essere nello stesso mazzo con tre dittature sia lusinghiero. Direi che la distinzione è importante, e se il punto era sottolineare la situazione preoccupante dell'Italia, i paesi citati servono a questo, certo non a sottolineare che Santoro abbia detto una balla, ti sembra? Ciao


Forse la cosa più tragica è che se andassimo ad elezioni anticipate, ancora una volta gli italiani darebbero la loro preferenza al PDL. Veramente un paese spaccato in due. E non come si potrebbe pensare nord e sud. Ma onesti contro disonesti. Informati contro disinformati. Per ora stiamo perdendo.


Basta Vespa! Bastaaaaaaaaa!


# 218    commento di   Marzia Ottaviani - utente certificato  lasciato il 29/9/2008 alle 11:0

Grande Beatrice ... purtroppo la verità fa male e Vespa non ci vuole stare!!!


Travaglio scrive sull'Unità una rubrica fissa. Ora, l'Unità è del PD e di Soru, quindi Travaglio è al soldo di Veltroni. Per analogia, non può occuparsi di politica.


# 219 Rosa. Ma Travaglio si può salvare facimente dall'essere definito da Gomez "non solo ridicolo, ma francamente rivoltante." Gli basta dichiarare di non pretendere di essere imparziale. Eddai travglio, fallo! Così salvi anche l'imprudente Gomez.


@215 Federica: "Credo che nella frase fosse implicito "in nessun paese del mondo democratico"". Posso convenire che -forse- era implicito, e la frase gli è scappata, ma fasulla resta. Se anche una sola persona che lo ha ascoltato ha ritenuto la fase veritiera, Santoro avrebbe reso un pessimo servizio all'informazione. "nessuno dei tre paesi che citi è una democrazia" io e te la pensiamo così, forse bisognerebbe spiegarlo per bene a molti italiani, ad esempio ad alcuni importanti esponenti della precedente maggioranza. O per esempio anche: http://archiviostorico.corriere.it/2005/marzo/10/Negato_asilo_politico_cubano_medico_co_5_050310004.shtml "VARESE - Niente asilo politico a una coppia di cubani, fuggiti nel ' 99 dall' isola e rifugiati a Varese. «Lui è un medico, in base alle leggi cubane non avrebbe potuto espatriare; la norma non è priva di giustificazione poiché risponde a esigenze della collettività»: così recita la sentenza del Tribunale di Milano. Ma Gerardo Garcia e la moglie Dora (foto) obiettano: «Se torniamo a Cuba saremo arrestati. Come si fa a non considerare una dittatura un Paese dove da 50 anni non si tengono elezioni?» Articolo completo: http://archiviostorico.corriere.it/2005/marzo/10/Negato_asilo_politico_medico_cubano_co_5_050310007.shtml Ciao, se ho tempo poi proseguo.




da salvo x daniela filippin: si l'ho letto è strepitoso! ma purtroppo chi di questo governo lo capirebbe?(Carfagna fuori gioco, naturalmente, vallettasoubretteministra): penso nessuno!


Plisv >"Credo che nella frase fosse implicito "in nessun paese del mondo democratico"". Posso convenire che -forse- era implicito, e la frase gli è scappata, ma fasulla resta. Se anche una sola persona che lo ha ascoltato ha ritenuto la fase veritiera, Santoro avrebbe reso un pessimo servizio all'informazione. Plisv, sei un po' sofista, abile, ma sofista. ;) Innanzitutto, io ho un'altra idea di pessimo servizio reso all'informazione. Piccolo esempio, al Tg2 di stasera- che non guardavo più e tornerò a non guardare- hanno mostrato un monologo autocelebrativo del berluskkka per tre, quattro minuti. Una voce dell'opposizione dopo? Nessuna. Nei servizi di quasi tutti i tg, l'ultima parola è sempre del governo o della maggioranza e quella resta nella mente del telespettatore beota (sono molti, non credo di dover convincere te su questo). La scuola va bene, per il tg2 di stasera. No comment. Quella è pessima informazione. Santoro ha fatto l'errore di non essere preciso, non credo, onestamente, che ci sia molto più di un errore. In ogni caso, ripeto che per L'Italia essere in compagnia di Cuba, Cina e Nord Corea dava sostanza comunque a ciò che diceva Santoro, anche se l'avesse precisato, cioè che in Italia la situazione è non democratica. Sofista anch'io? ;) >"nessuno dei tre paesi che citi è una democrazia" io e te la pensiamo così, forse bisognerebbe spiegarlo per bene a molti italiani, ad esempio ad alcuni importanti esponenti della precedente maggioranza. Prima che mi uccidessero il partito ero una diessina. Tra l'essere di sinistra e l'essere comunisti la differenza c'è, e molti non la vedono- e il furbone nazionale approfitta di questa ignoranza. il mio scetticismo non mi fa sposare un'ideologia senza se e senza ma. La mia sinistra è più vicina ai socialisti utopistici, con un credo forte e quello sì, cieco e dogmatico, il credo nei diritti umani. Per me, quindi, una dittatura è una dittaura, punto. Per alcuni comunisti la dittatura comu


Per alcuni comunisti la dittatura comunista è accettabile. Ora, però, divagherò per un attimo, ma con un perché: io non vedo attacchi a chi ha addestrato gli squadroni della morte, aiutato Pinochet, "importato" gli scienziati nazisti, messo lo zampino in ogni aspetto politico delle democrazie alleate, iniziato guerre per meri interessi economici, che controlla i gruppi pacifisti o ambientalisti (oh signur, che terroristi!). Quelli sono considerati il faro delle democrazie occidentali. Eh?? Vorrei vedere per una volta anche loro, i loro sostenitori, e poi i fascisti, fascistini e fascitotti sotto attacco quanto lo sono i comunisti. Vorrei vedere sui giornali i documenti desecretati della Cia accanto alla notizia che Rifondazione scrive e mail alle Farcs. Ma mai, mai questo avviene. Ciò mi fa in...inalberare. Due pesi e due misure. Se da una parte ci si barrica, lo si fa anche dall'altra. Sbagliato, umano, correggibile. E il comunismo non è solo quello leninista e stalinista, e anche questo è spesso dimenticato. E, plisv, sul tuo post a Rosa, se posso... capisco il tuo credere nell'essere super partes, ma Travaglio non può essere paragonato a Vespa, oddio no!, se non altro ( e ce n'è, tanto) per un fatto: che la sinistra è sotto il suo obbiettivo, sempre. Se c'è un giornalista bipartisan, è proprio lui. Ciao, alla prossima.


Plisv la prossima è già qui. Ciò che intendevo con un discorso di settecento parole, è che non è necessario spiegare a certi italiani che Cuba è una dittatura. Lo sanno. Da lì il mio discorso sul fatto che la accettano. Ma non tutti, e lo sai anche tu: Bertinotti, per citarne uno non qualsiasi, ha spesso parlato in favore dei diritti umani in Cina, ha definito inaccettabile il ricorso alle armi contro i Tibetani, ha incontrato il Dalai Lama, ecc. Siamo onesti, quindi, e non facciamo di tutta un'erba un fascio, ok? Ma, del resto, tu hai scritto "alcuni esponenti", è vero. Ciao




@ Federica "non è necessario spiegare a certi italiani che Cuba è una dittatura. Lo sanno." Ti ho citato una sentenza del tribunale di milano che mi dà seri dubbi. Sarà che son sofista ;). Te nei potrei citare altri, se ho tempo lo faccio. "sul tuo post a Rosa, se posso... capisco il tuo credere nell'essere super partes". Scusami, non lo credo e tantomeno lo voglio. Nei commenti prendo parte eccome. Ho definito imprudente Gomez, perchè Rosa ha dimostrato in due righe che il ragionamento "confezionato" per vespa può essere applicato a Travaglio. "il furbone nazionale approfitta di questa ignoranza"... e secondo me anche della totale assenza di leader decenti e credibili. Non credo avrebbe vinto 3 volte se ci fossero stati. "io ho un'altra idea di pessimo servizio reso all'informazione" Io ho idea che tu abbia ragione sul Tg2 (non ho visto ma mi fido) e anche su squadroni della morte, pinochet,ecc. anche se con un piccolo distinguo che mi sa devo tenermi per dopo. Ma se il TG2 fa marchette non significa che non ne faccia il TG3, come anche personaggi che ho citato in alcuni commenti. Ciao, a dopo.


se è la Borromeo che denuncia certe cose... stiamo freschi. POVERA ITALIA


Mio caro Bruno Vespa, dovrebbe domandarsi come mai l'altrettanto caro Silvio Berlusconi partecipa così volentieri alla sua trasmissione, mentre evita accuratamente di farsi vedere in altre. Forse perché Lei é così abile a mettere i suoi ospiti a proprio agio da farli sentire come a casa loro, quindi in un ambiente protetto e sicuro? Se questa é la risposta, devo dire che è stato estremamente in gamba; Lei è riuscito là, dove solo un altro mio caro giornalista era arrivato: EMILIO FEDE!!!


@225 Federica - 1 "Travaglio non può essere paragonato a Vespa, se non altro per un fatto: che la sinistra è sotto il suo obbiettivo, sempre." Vero che è occupato di questioni giudiziarie di pds ds ecc., e che si è anche ben reso conto di cosa comporti: censura (http://www.disinformazione.it/marcotravaglio.htm) "Noi avevamo firmato il contratto con la Feltrinelli, ricevuto metà dell'anticipo, concordato tutto quanto. Poi ad un certo punto abbiamo portato il testo per la pubblicazione. Pubblicazione prevista per il 17 febbraio 2002, decimo anniversario di Mani Pulite. Ci siamo sentiti rispondere che non andava bene, bisognava togliere questo, togliere quest'altro, continuavano a fare problemi enormi dal punto di vista della tutela legale. Volevano assicurazioni su una cosa, sull'altra. Alla fine, dopo averli soddisfatti su tutti i dubbi e/o perplessità, abbiamo domandato che cosa mancava ancora per la pubblicazione. Ci hanno risposto che bisognava togliere alcune parti che riguardavano Fassino, D'Alema e Fini. Per la precisione, l'interrogatorio di Fassino come testimone nello scandalo del supermercato Le Gru di Torino e la stecca di venti milioni di lire che D'Alema aveva preso da un imprenditore malavitoso di Bari. Ovviamente noi ci siamo rifiutati di tagliare, cioè di autocensurarci. E la riposta è stata naturalmente che non ci pubblicavano il libro. Così ci siamo rivolti a Editori Riuniti, che ce l'ha pubblicato integrale, esattamente come l'abbiamo scritto. Per capire Mani Pulite bisogna capire che c'erano dentro tutti quelli che avevano governato Milano. A Milano c'erano pure le giunte rosse non solo quelle di pentapartito. Quindi, se non si capisce questo, si raccontano solo bufale! Infatti oggi, la gente non capisce perché non si riescano a cogliere sostanziali differenze tra la maggioranza e l'opposizione. Per quale ragione l'opposizione è così flebile, così poco riconoscibile? Perché c'è questa tend


@225 Federica - 1 Perché c'è questa tendenza continua a mettersi d'accordo a cercare compromessi? Forse perché tutti, chi più chi meno ha qualche scheletro da nascondere nell'armadio... Marco Travaglio Non ho motivo di non credere a quanto dice, quindi faccio sinceri democratici complimenti alla Feltrinelli. Ma... - segue


Plisv >Ti ho citato una sentenza del tribunale di milano che mi dà seri dubbi. Sarà che son sofista ;). Te nei potrei citare altri, se ho tempo lo faccio. Ok, aspetto. >"sul tuo post a Rosa, se posso... capisco il tuo credere nell'essere super partes". Scusami, non lo credo e tantomeno lo voglio. Nei commenti prendo parte eccome. Scusa, non volevo dire che non prendessi parte ai commenti, ho proprio sbagliato espressione. Intendevo dire critico bipartisan, non super partes nel senso comunemente inteso. era tardi, scusa. ;) >"il furbone nazionale approfitta di questa ignoranza"... e secondo me anche della totale assenza di leader decenti e credibili. Non credo avrebbe vinto 3 volte se ci fossero stati. Questo è, purtroppo, vero, vorrei solo capire come gli Italiani siano pronti a vedere che non ci sono leader decenti, ma credono che quello decente sia lui. Non posso neanche dire che mi sfugge, perché proprio in un post a te ho elencato stile lista della spesa i vizi italiani che, secondo me, hanno creato l'humus per il berlusca. >"io ho un'altra idea di pessimo servizio reso all'informazione" Io ho idea che tu abbia ragione sul Tg2 (non ho visto ma mi fido) e anche su squadroni della morte, pinochet,ecc. anche se con un piccolo distinguo che mi sa devo tenermi per dopo. Aspetto anche questo, spero che tu lo scriva. >Ma se il TG2 fa marchette non significa che non ne faccia il TG3, come anche personaggi che ho citato in alcuni commenti. Lo so, ma ancora una volta sottolineo che le differenze ci sono. Il TG3 è vicino alla sinistra, ma i servizi non sono mai tanto incredibilmente lacunosi o costruiti ad arte quanto quelli del TG2, e non solo. Può non essere una consolazione perché è (anzi, sarebbe) nostro diritto avere un'informazione solo e semplicemente super partes, quella sì, ma è un distinguo che faccio perché non voglio mettere tutti nello stesso calderone. Quando mi dicono che anche la


ma.... Marco Travaglio da "L'Unità" del 22/02/07 L’insetto si barcamenava con l’aria del buon curato di campagna che dispensa buffetti e pateravegloria. Ma, per tenersi in allenamento, raccontava qualche balla pure lui.Per esempio, che il pm Nordio fece assolvere Occhetto e D’Alema perché rifiutava il teorema milanese del “non poteva non sapere”(in realtà fu proprio Nordio ad “avvisare” i due leader del Pds perché “non potevano non sapere”: espressione mai usata dai pm di Milano per nessuno). Vespa potrà anche essere un insetto, ma purtroppo travaglio ci dimostra di non voler capire alcune cose semplici semplici: - un conto è un avviso di garanzia per l'ipotesi che i vertici di un partito conoscano le porcherie combinate dai referenti locali, altro è chiederne il rinvio a giudizio o condannarli. - ci sarei andato piano col dire che "fu proprio Nordio ad “avvisare” i due leader del Pds perché “non potevano non sapere”. Vado a memoria, ma ad esempio aveva trovato la lettera di un esponente locale che denunciava ad occhetto una gestione mafiosa delle coop venete. Forse era atto dovuto avvisare occhetto almeno per chedergli se l'aveva ricevuta. - tu ci scommetteresti che negli avvisi di garanzia per i due immacolati fi fosse scritto - travaglio usa le virgolette- che non potevano non sapere? Io per niente. - "fece assolvere Occhetto e D’Alema perché rifiutava il teorema milanese del “non poteva non sapere”. Mah, travaglio dovrebbe sapere che il pm non può far assolvere nessuno. Vespa credo lo sappia. - travaglio fa confusione: vespa non afferma nulla, ma riferisce quanto ha detto nordio. Se balla fosse, sarebbe di nordio. Ora, capisco che travaglio non sopporti vespa e che si sa che nordio è stato a pranzo con previti (ergastolo!), ma travaglio con il suo articolo - fra l'altro pubblicato sul foglio di partito di occhetto e d'alema- secondo me: - dimostra di essere impreciso e poco documentato - oppure in mala fede;


- continua - fa un grosso favore a vespa, rendendo evidente -se ce ne fosse bisogno- che lo si può tranquillamente paragonare a lui (e in questo caso vince vespa). - fa, forse involontariamente - e senza che loro lo vogliano, una notevole marchetta a favore di occhetto e d'alema, dimostrando di non essere bipartisan. Se poi mi dovessi dire che travaglio è anche tripartisan - con di pietro intendo - beh credo che il metodo travaglio applicato a di pietro lo farebbe nero, se ad esempio - come hanno fatto altri- gli venisse voglia di raccontarci dei suoi amichetti socialisti, dei prestiti senza interessi (che io chiamerei regalini) dei suoi affari immobiliari e di molto, molto altro. Ciao


Plisv Le parole di Travaglio che citi sono proprio il motivo per cui ti ho scritto che non è paragonabile a Vespa. Credo (lo sottolineo, credo) di aver capito il tuo modo di costruire i discorsi: in modo dialettico. Esamini gli aspetti, poi scegli il sillogismo o la confutazione. Più o meno. ;) Se un giornalista critica un collega perché è stipendiato da un padrone, dovrà criticare anche l'altro se è nella stessa condizione. Chi potrebbe darti torto? Ma poi, in quel tipo di ragionamento, si possono perdere sfumature o grandi differenze, o, perlomeno, possono sfuggire a chi legge. Capisci cosa intendo? Credo che tu volessi solo dimostrare che un certo modo di giudicare può essere un boomerang. Insisto sulle differenze, però. Che, per me, danno ragione a Gomez. Sulla Feltrinelli, sono già stata delusa (scusa se sembro un'ingenuona dodicenne ;)) per come trattano i dipendenti e altri aspetti. Ripeto, ancora credo che tra sinistra e destra ci siano differenze, e non per manicheismo, ma quando "la mia parte" si comporta come l'altra, mi girano ancora di più. Lo dico sempre e gli amici di sinistra ridacchiano amaramente: è difficile essere di sinistra, è impegnativo. ;) Si dice e ripete che alcune idee siano utopistiche: non credo, anche perché la storia è piena di quelle che nel tempo erano considerate utopie- pensiamo se MLK si fosse fermato perché gli davano dell'utopista. Ma certo si scontrano frontalmente con la natura umana, anche quella bassa, più di quanto succeda all'ideologia conservatrice. Ma mi fermo qui, scusa. Aspetto la tua continuazione, ciao.


Ah, eccoti qui. Aspetta che leggo. Un altro nottambulo, vedo.


Oh accidenti, il primo commento era tagliato. Vediamo se ricordo cosa avevo scritto- che casino. che anche la sinistra ha delle pecche, come no, certo, quando mi dicono che è uguale alla destra, no, eh no, basta vedere il numero di parlamentari indagati o condannati. I numeri son numeri, sono un disastro in matematica, ma credo che non siano interpretabili.


Plisv 234 235 Non conosco la questione che commenti, non ho letto l'intero articolo, quindi, in tutta onestà, non posso rispondere, mi arrampicherei sugli specchi- e a che scopo? Non sono in alcun modo esperta di legge, oltretutto. Non voglio sfuggire alla risposta, posso documentarmi, ma credo sinceramente che dovrebbe risponderti Travaglio, anche se non è il tuo scopo: volevi ricordarmi invece che oltre a quelle altre parole c'erano anche queste, giusto perchè non pensassi che ammettevi che Travaglio è bipartisan. ;) Non sono qui per difendere Travaglio, per mitizzarlo, avrai notato. Ma plisv... insisto, tu confutami quanto vuoi, paragonare Vespa a Travaglio... no. Ciao, attendo il resto.


Plisv Mi correggo >Credo che tu volessi solo dimostrare che un certo modo di giudicare può essere un boomerang Tolgo il "solo". Nella dimostrazione c'era anche una critica a Travaglio. Elementare, Watson. Buonanotte


# 236 Federica "Se un giornalista critica un collega perché è stipendiato da un padrone" Vediamo Gomez: "Chi si occupa di politica e lavora nel servizio pubblico non può ricevere emolumenti dal leader di uno degli schieramenti e pretendere di passare per imparziale. E se lo fa, non si limita a coprirsi di ridicolo. Diventa, invece, francamente rivoltante." Questa non è una critica aun collega, ma un'affermazione di principio. Rosa ha fatto notare che si può pplicare a vespa come a travaglio, io ho aggiunto che Gomez è stato imprudente. Quando rileggo un mio commento noto che è scritto di corsa e in pessimo italiano. Il tempo e le capacità sono quelle che sono. Ma cristo, Gomez prima di postare si rilegge? E' un giornalista professionista... Mi sembra che lui e travaglio si facciano prendere troppo dalla foga: fermatevi a riflettereeeeeee.... Ciao buona giornata


# 241 Plisv >Questa non è una critica aun collega, ma un'affermazione di principio. Giusto. L'affermazione di principio portava poi alla critica al collega. Io seguo la tua analisi certosina delle parole usate, stile avvocato, e non fraintendermi, non dico che sia sbagliato, ma, a volte, mi sembra di vedere delle aporie, perché si perdono contesto, differenze e sfumature (che sono ciò che crea o "distrugge" un'idea). Travaglio scrive sull'Unità, che è di Soru quindi di Veltroni, scriveva Rosa. Tu concordi. La conclusione logica che fa di Soru e Veltroni la stessa persona è già sbagliata in sé, ma procediamo. Veltroni possiede l'Unità? Sbaglierò io, ma tra l'avere influenza su un quotidiano e il possederlo vedo ancora delle differenze. Hai mai sentito Vespa attaccare Berlusconi? Avrai letto, invece, Travaglio contro Veltroni per il cambio di direzione al quotidiano. Tu forse pensi che siano quisquilie, io no. Ho già scritto che non accetto quell'influenza, ma un giornale di partito ( e lo è?) non è la stessa cosa che una rivista di una delle maggiori case editrici del paese. Resta il fatto che secondo il principio affermato da Gomez, Travaglio non si dovrebbe occupare di politica. Tu usi un procedimento logico, non è facile contestarlo. ma andiamo nello specifico: non può neanche se mostra di non accettare gli ordini del capo? Secondo quel principio portato all'estremo, ed è lì che non sono d'accordo, nessun giornalista americano potrebbe occuparsi di politica, visto che i giornali sono di grandi proprietà, di persone che fanno poi lobbying- e tu sai quanta influenza abbiano le lobby sul Congresso e sul Senato. Sono proprio diversi modi di pensare, credo, io vado nello specifico, tu sottolinei la questione di principio. Non credo che sia possibile dire che uno dei due sia sbagliato in sé.


Plisv >Ma cristo, Gomez prima di postare si rilegge? E' un giornalista professionista... Mi sembra che lui e travaglio si facciano prendere troppo dalla foga: fermatevi a riflettereeeeeee.... A me sembra proprio di no. Come sai, la totale imparzialità è molto, molto difficile da raggiungere, comunque, e in quello che può sembrare un errore (a me, in questo caso, no) può incappare anche il miglior giornalista. Tu non gliene perdoni una. ;) Anche qui credo che dovrebbero risponderti loro. Buon pomeriggio anche a te e, se possibile, aspetto i tuoi distinguo su Pinochet, squadroni della morte ecc. (tuo post 228) E aspetto anche una tua critica a Feltri, Ferrara e Rossella, tre a caso, dove sottolinei le loro incoerenze. ;) Sono rompina, lo so. Guarda, tu sei ovviamente più informato di me, mi metti nelle curve. ;) Ma va bene, il confronto è interessante anche quando non è proprio paritario. Ciao


@242 243 Federica "L'affermazione di principio portava poi alla critica al collega" Vespa l'aveva criticato prima. L'affermazione di principo e gerenale era l'ultima frase dell'articolo: rosa ha notato che ci cadeva dentro travaglio fino al collo. "la totale imparzialità è molto, molto difficile da raggiungere" Beh, almeno provarci... "La conclusione logica che fa di Soru e Veltroni la stessa persona è già sbagliata in sé". Ah, ero io il sofista? ;) La sostanza è che l'unità è un foglio di partito il cui leader è veltroni. Soru ora e la marcucci prima c'entravano solo perchè era talmente piena di debiti perchè ... non solo so, forse perchè erano così onesti che non avevano mai rubato. "e possibile, aspetto i tuoi distinguo (...) Aspetto anche una tua critica a Feltri, Ferrara e Rossella, tre a caso, dove sottolinei le loro incoerenze. ;) Fra quello che ti dico che posterò e i lavori che mi assegni ;) rischio di non farcela. Aiutami tu: ad esempio, sui tre giornalisti c'è molto materiale. Non ti basta quello che scrivono i titolari del blog e il 97% dei lettori? Ciao Federica - per ora-


"non può neanche se mostra di non accettare gli ordini del capo?" non lo so, la Legge ormai è scritta senza eccezioni, ma da gomez, non da me. Dovrebbe dire lui se sono previsti salvacondotti per il suo amico travaglio. Se vespa avesse accettato in toto gli ordini del capo, forse la leggendaria puntata di d'alema e il suo risotto non si sarebbe fatta. Più semplicemente, vespa dice, scrive e ha un modo di condurre che al centrodestra piacciono. Perchè parteggia per loro. Ciao


Plisv >Ah, ero io il sofista? ;) Sai com'è, si riconoscono i propri simili... ;) > La sostanza è che l'unità è un foglio di partito il cui leader è veltroni. Soru ora e la marcucci prima c'entravano solo perchè era talmente piena di debiti perchè ... non solo so, forse perchè erano così onesti che non avevano mai rubato. Forse è proprio così. Forse è perché loro non mi fanno arrivare il giornale senza che io l'abbia richiesto, come fa Il Sole 24 Ore ogni lunedì, o non lo mette alle entrate della metropolitana come fa Libero, per prendere più finanziamenti pubblici. > Fra quello che ti dico che posterò e i lavori che mi assegni ;) rischio di non farcela. Hai ragione. Forse meglio concentrare su quello che mi incuriosiva, in senso buono, maggiormente, il famoso commento che ti ho già citato. > Aiutami tu: ad esempio, sui tre giornalisti c'è molto materiale. Non ti basta quello che scrivono i titolari del blog e il 97% dei lettori? Ma no, perché il commento richiesto era il tuo. ;) Non importa, davvero. >Se vespa avesse accettato in toto gli ordini del capo, forse la leggendaria puntata di d'alema e il suo risotto non si sarebbe fatta. vespa è un furbastro, sa che ogni tanto deve far finta. Nessun ospite ha mai ricevuto il trattamento che ha ricevuto il berlusca. vespa è ossequioso con tutti perché è servo di suo, ma con il capo raggiunge livelli patetici. L'avrai visto interrompere gli ospiti di sinistra in continuazione, l'hai mai visto fare lo stesso con "i suoi?" Secondo me, tu sei un avvocato. ;) Ciao, Plisv.


"Forse è proprio così" non è così federica, come dimostrano centinaia di sentenze da greganti in giù, oltre che l'evidenza dei fatti. Se poi si vuole credere che d'alema e occhetto non ne sapessero nulla ... in un partito dove non si muoveva foglia senza che i vertici di Botteghe oscure avessero dato la linea ... Negli USA OJ simpson è stato assolto, liberissimi gli americani di crederlo innocente. Ma no, perché il commento richiesto era il tuo. ;) Dai dai che era una piccola provocazione. Vuoi che ti dica che sono imparziali? credo neanche nella prossima vita, quando -forse- sarò avvocato ;) "L'avrai visto interrompere gli ospiti di sinistra in continuazione, l'hai mai visto fare lo stesso con "i suoi?" Secondo te ha imparato vespa da sntoro o il contrario? L'ho intravisto poco fa con la carfagna. Mi sembrava più preoccupato di farla parlare senza sovrapposizioni di voci che di interrompere gli interlocutori: il risultato è lo stesso. Lo stesso anche di un mio commento in cui descrivevo una vecchia puntata di santoro con ospiti Occhetto e Bossi. A parte - se hai letto- la gestione dei microfoni e il fatto che uno era in studio e l'altro in collegamento, i soliti trucchetti: per impedire la replica, pubblicità o servizio di ruotolo; inquadratura di gente che scuote la testa quando parla l'avversario, applausi a comando, inquadratura di spalle. Vero che Santoro ultimamente li usa un po' meno e interrompe un po'meno quelli che invita (soprattutto quando è in vigore la par condicio, tiè) Ho cercato il video della puntata del 95 in cui invece era ospite Orlando che gettava ombre - eufemismo- sul maresciallo lombardo. - segue


Lombardo, una delle persone cui si deve il merito di aver trovato riina e che si suicidò pochi gg. dopo la trasmissione. Nente da fare, secondo me è importante anche perchè è d'attualità per orlando: secondo me dimostra che più che presiedere la vigilanza andrebbe vigilato, anche ora si è dato una - leggera- calmata con i toni. Lo cercherò meglio, aggiungendolo ai compiti per casa che già ho (al posto della toga metterò il grembiulino, dimmi tu di che colore che non seguo tanto la gelmini)


P.S. - sulla vicenda: L'impareggiabile Bianca Berlinguer al Tg3 delle 19 in apertura ha annunciato nel primo titolo: "Suicida il marescialo arrestato". Quisquillie, ma non era arrestato. Ah. orlando si è ben guardato dal chiedere scusa. 'NOTTE


plisv Sulle sentenze non sapevo, quindi mea culpa mea culpa mea maxima culpa per l'ignoranza. Vedi che, nel dubbio, ho fatto bene a scrivere "forse". >Dai dai che era una piccola provocazione. Lo so, l'ho capito. ;) >Vuoi che ti dica che sono imparziali? credo neanche nella prossima vita, quando -forse- sarò avvocato ;) Orc, ho sbagliato, allora. Guarda che era un complimento, considerando l'abilità dialettica che gli avvocati dovrebbero avere. ;) >Lo cercherò meglio, aggiungendolo ai compiti per casa che già ho (al posto della toga metterò il grembiulino, dimmi tu di che colore che non seguo tanto la gelmini) Colore rigorosamente rosso, ovvio. Spero che tu abbia capito che i compiti a casa che ti do sono perché interessata a questo dialogo, scritto. So che era una battuta, ma voglio essere sicura. Orlando non mi piace, e avrai notato che non credo che tutti a sinistra siano buoni e onesti, nonostante il mio credo politico, so ancora essere obbiettiva, cerco. Se scrivo che Santoro è migliore di Vespa, non significa che non ammetto che di parte lo è. Essendo la mia, mi piace, ammetto questo lato umano. ;) Commenterò di più sul resto, ora devo scappare. Ciao, buona giornata.


@federica 246 - piccoli passi - ho poco tempo Unità: "Forse è proprio così. Forse è perché loro non mi fanno arrivare il giornale senza che io l'abbia richiesto, come fa Il Sole 24 Ore ogni lunedì, o non lo mette alle entrate della metropolitana come fa Libero, per prendere più finanziamenti pubblici." http://www.heos.it/Attualita_06/attua_speciale.htm Report, RAI3 (finanziata dal contribuente) "AUTORE Potrebbe vivere senza finanziamento pubblico L’Unità? ANTONIO PADELLARO-DIRETTORE “L’UNITA’” Io penso proprio di sì. AUTORE Senta quanto prendete di finanziamento pubblico? GIORGIO POIDOMANI-AMMINISTARTORE DELEGATO L’UNITA’ Noi pigliamo circa 6 milioni e 400 mila euro all’anno. AUTORE (VOCE FUORI CAMPO) Sei milioni di euro di cui si potrebbe fare a meno se abbiamo capito bene. I giornali di partito, veri, per prendere il contributo non hanno il vincolo del 25% di vendite, si calcola una percentuale sui costi e la tiratura. L’Unità vende 60.000 copie ma ne stampa più del doppio e il suo contributo viene calcolato anche su queste copie di scarto che su 140 mila copie al giorno sono 16.000. AUTORE La legge dice che voi anche su queste 16 mila copie di scarto prendete un contributo. GIORGIO POIDOMANI-AMMINISTRATORE DELEGATO L’UNITA’ Teoricamente, perché non è nostro interesse fare copie di scarto perché è nostro obiettivo venderle le copie però per farle è necessario. AUTORE (VOCE FUORI CAMPO) Finché la stampa non è bene a fuoco e i colori ben definiti, le copie vengono scartate, succede per tutti i giornali che hanno linee vecchie, guardate Libero quante ne butta, carta che si spreca ma il contributo sale. Per 16 mila copie al giorno che vanno al macero, ad esempio, L’Unità incassa 250.000 euro in più all’anno. " E meno male che potevano farne a meno. Ciao.


"Lo dico sempre e gli amici di sinistra ridacchiano amaramente: è difficile essere di sinistra, è impegnativo. ;" Iscrivetevi al Partito Comunista (di Ennio Flaiano, 1969) "Vantaggi: - sarete temuti e rispettati - libertà privata totale - ampie possibilità per il futuro - viaggi in comitiva - nessuna perdita in caso di persistenza del Sistema - guadagno in caso di rivoluzione (almeno per i primi tempi) - colloquio con i giovani - ammirazione del ceto borghese - ampie facilitazioni sessuali - possibilità di protesta - rapida carriera - firme di manifesti vari - impunità per i delitti politici o di opinione - in casi disperati, alone di martirio" Certo flaiano mai avrebbe immaginato un occhetto leader, nè ora veltroni. Forse hai ragione, i tempi sono cambiati.


>Ti ho citato una sentenza del tribunale di milano che mi dà seri dubbi. Sarà che son sofista ;). Te nei potrei citare altri, se ho tempo lo faccio. Ok, aspetto. Nel poco tempo che ho ti cito lo statista diliberto, che è stato nostro ministro della giustizia: http://archiviostorico.corriere.it/2007/novembre/11/Tranfaglia_smentisce_Diliberto_Cuba_Una_co_9_071111137.shtml Tranfaglia «smentisce» Diliberto: Cuba? Una dittatura ROMA - Nicola Tranfaglia lo dichiara durante una trasmissione (Presa diretta) di Nessuno Tv e lo ripete con tranquilla convinzione a chiunque gli ponga la questione: «Oggi esistono ancora tante dittature da abbattere e Cuba è una dittatura». E poi: «Quello che avviene in un paese filocastrista come il Venezuela in questi giorni è inquietante e Hugo Chavez si sta rivelando, anche agli occhi di chi nella nostra sinistra lo aveva guardato con simpatia, un dittatore pericoloso». Ma il fatto è che Tranfaglia, oltre ad essere autore di numerosi saggi storici, è un deputato del Pdci, dirigente del partito amico storico di Fidel Castro e ammiratore del presidente venezuelano Chavez. Tanto forte è il filo che lega i Comunisti italiani a Cuba, che lo scorso settembre è anche stato annunciato l' abbinamento della rivista falce e martello Rinascita con una versione mensile del quotidiano dell' Avana Granma. Dunque, quanto stonate suoneranno questi giudizi alle orecchie di Oliviero Diliberto e di tutta la struttura di fedelissimi alla linea? Sarà che la materia è delicata, ma i commenti stentano ad arrivare. Il leader, Diliberto, ieri era impegnato a Livorno in una serata sulla «Corazzata Potemkin»; ma i suoi bisbigliano di una sua certa «irritazione», e il suo portavoce non concede nulla di più di «opinioni personali». Marco Rizzo, coordinatore Pdci, non può neppure ascoltare la domanda al cellulare perché «non sento, non sento: sono in un posto che non prende». Invece Manuela Palermi, senatrice, preferisce occupare il suo sabato p


- segue nto, non sento: sono in un posto che non prende». Invece Manuela Palermi, senatrice, preferisce occupare il suo sabato pomeriggio con i nipotini piuttosto che «entrare in queste polemiche su Stalin, Lenin... Voglio stare sull' attualità». Chavez, appunto. «No, resto fuori da questo». Tra l' incredulo e il frettoloso, il responsabile Esteri Jacopo Venier non può negare che i commenti di Tranfaglia «contrastano con le nostre posizioni, certo». E aggiunge: «Ne parleremo con lui. Non abbiamo mai avuto discussioni su questo tema. Se vuole aprire un dibattito, allora ci sarà modo anche di replicare. Per ora no, anche perché bisogna vedere se confermerà o se si tratta solo di fraintendimenti». Per confermare, Tranfaglia conferma, eccome. E spiega: «Io sono legato alle mie idee personali. Quando un regime non garantisce libertà e pluralismo ai mezzi di informazione, allora siamo di fronte a una dittatura. Per poter dire che un paese è democratico, devono esistere tutte le libertà politiche e civili». Ha mai esposto il suo punto di vista ai suoi compagni? «Un partito non è una caserma, su certe questioni deve esserci libertà di opinione. Ho accettato la candidatura con il Pdci su basi chiare: che i miei maestri sono Gramsci e Carlo Rosselli. Forse ho una formazione diversa da molti altri. Del resto, sono stato dieci anni nei Ds e poi me ne sono andato quando Fassino ha rinunciato a Berlinguer e rivalutato Craxi...»


E ancora... Telecom Italia I radicali denunciano che la compagnia telefonica cubana è controllata dalla polizia segreta per monitorare i dissidenti. È vero? «Etecsa, la compagnia telefonica cubana, è interamente controllata dalla polizia segreta. I dirigenti sono ex militari del ministero degli Interni. Tutti i telefoni a Cuba sono sotto controllo. Purtroppo c’è anche una società italiana che detiene una quota azionaria di Etecsa (la Telecom con una partecipazione del 27 per cento, ndr). Parliamoci chiaro, la tecnologia e gli investimenti di Telecom Italia non vengono utilizzati per migliorare le linee telefoniche, ma per mantenere sotto controllo i dissidenti cubani. Le intercettazioni sono poi utilizzate come pretesto per sbatterli in galera. Noi chiediamo a Telecom Italia di non collaborare più con questa sistema, di lasciare Cuba».


ne avrei molte altre. Come vedi preferisco documentare e citare, il che porta via tempo. Ad esempio spesso l'attegiamento UE è stato parecchio morbido con cuba. Insomma non tutti lo sanno e parecchi si girano da un'altra parte.


@225 Federica Mi pare di essere indiestro solo con i "distinguo". Per adesso, buona giornata e in bocca al lupo per le questioni familiari (si, ho spiato, ma il blog è pubblico). In generale, quando mi capita (guarda la coincidenza, sta capitando anche a me in questi giorni e per le prossime settimane) mi armo di pazienza e prudenza, dato che il familiare è nelle loro mani. Ciao


Plisv Grazie per tutte le risposte. Scusami se le mie risposte saranno brevi e non articolate, dopo il lavoro che hai fatto, ma sono di nuovo di corsa. Sull'Unità, ciò che intendevo non era suggerire che loro non prendessero i finanziamenti pubblici, infatti ho scritto "più" finanziamenti. Su Flaiano e il PCI: sì, i tempi sono cambiati, come scrivi tu, e sulla carriera... dipendeva in che campo. Ma mi fermo qui, ci sarebbe altro, ma, ricorda, non sono comunista, ma di sinistra e, in questo momento, senza partito. Su Cuba, tu hai già visto che io sono perfettamente conscia che è una dittatura, siamo d'accordo. Scrivi che molti non lo sanno o girano la testa dall'altra parte: piuttosto la seconda che la prima. L'UE è morbida (ma non ho seguito le politiche su Cuba ultimamente, quindi mi fido delle tue parole) perché, secondo me, dopo anni e anni di embargo statunitense e viste le conseguenze catastrofiche sulla popolazione (conseguenze testimoniate da chi, come mio marito, ci è stato senza andare in albergoni per turisti) tenta un altro tipo di politica. Solo gli Americani possono essere così tonti da pensare che un dittatore rinuncerà al potere perché impietosito dalla fame della popolazione. E Batista non era un fiorellino... Ma non credere, se vedo Diliberto che vuole la salma di Lenin, per fare un altro esempio, girano anche a me. Sull'ultimo post, grazie davvero, e non hai spiato, l'ho scritto di là in un momento di sconforto, ho visto che c'eri. In bocca al lupo anche a te con tutto il cuore. Sui distinguo, quando vuoi. Lì sono opinioni senza documentazioni, credo, quindi non ti richiederà troppo tempo, spero. Ciao, Plisv.


# 259    commento di   Max/9 - utente certificato  lasciato il 6/10/2008 alle 13:5

Ma una foto della Borromeo al posto del rivoltante Vespa no? Già mi tocca evitare l'insetto col telecomando...


Adesso pero' che Usa non significa piu' fascismoderno di Bushino, ma che significa Obama, le minaccie di Al Qaeda, mi dan molto piu' fastidio di prima, anche a me.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti