Commenti

commenti su voglioscendere

post: Scaricabarile

da Vanty Fair, 1 ottobre 2008 Le colpe, in politica e nella vita pubblica, sono sempre degli altri . Quando Prodi non riuscì a rifilare (vantaggiosamente) Alitalia a Air France, la colpa fu dei sindacati e della Destra. Per Berlusconi , nel lungo settembre di trattative stop & go con Cai, Air France, Lufthansa, la colpa di ogni impasse era dei piloti, dei sindacati, delle hostess che giocano a golf e di Veltroni. Anche davanti ai giudici , Berlusconi ha adottato lo stesso scarica barile. Corruzione? Fondi neri? Falso in bilancio? Chiedete a mio fratello. Chiedete a mio cugino. Chiedete ai miei manager . I rifiuti che ingombrano Napoli da quasi due decenni, arrivano sempre “dal governo precedente” . Persino Bassolino , che guida la Regione Campania da due mandati, cioè ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


faccio un esempio concreto del bue che dice cornuto all'asino, stamattina ci sono stata molto male: telefono a una persona x sapere come sta.ha avuto un intervento agli occhi.parliamo del piu e del meno e si incazza col "piove governo emi(g)rato ladro".parla delle cliniche.parla di questa clinica non convenzionata( ke detto fra noi fa minor danni di una santa rita).la piu nota di milano.è incazzata ferocemente con tutti i ricconi che possono permettersi camere di lusso,con frigobar,musica e divani letti anche doppi per i parenti.1000 euro solo la retta giornaliera.ecc ecc ebbene lei dove era stata?a niguarda?al sanpiccopallo di monza?all'olftalmico?no! era in quella clinica lì!!!cavoli sono al telefono e sono allibita dalla sua rabbia,parlava dei famosi altri e gli altri erano lei.lei nn vota sb,e lei non è a quanto sò di lei una che naviga nell'oro..anzi tuttaltro!..e non devo trasmetterle evidenti contraddizioni di potere per fini personali dei vari silvio e cloni,non è come "altri" addormentati,indifferenti o filoforzisti..ma è come se fosse piu difficile , molto piu difficile.Cerco di stare gentile,dentro me sento male per lei,affronto due parole x metterla di fronte alla sua contraddizione..è stato tutto inutile.Del resto come facevo a dirle di più..ho sempre potuto tenermi il male(per ora) e non andare nel puttanaio degli ospedali "di stato"- penso che a molta "base", che voti o non voti silvio,è stata rubata prima della costituzione giuridica quella della testa,la cultura (anche della responsablità) a forza di vedere esempi nè di qualità nè di virtù(x dirla come ha detto paoloflores d'arcais)si stanno accartociando in parte.Spero che la parte ancora sana(e ce ne è,sono d'accordo con alessandro)..li possa guarire..avvicinandosi..avvicinandosi molto alle ferite.




Mi piace la satira di Pino Corrias. Generica e mai invasiva. Che non pretende di sostituirsi alla politica e di intentare processi nelle piazze. Propria di un giornalismo che sa stare al suo ruolo. Bravo, Corrias, divertente davvero. Questa volta ho riso anch'io.




# 73    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 2/10/2008 alle 17:55

Insomma, dopo la definizione di GERONTOCRAZIA DITTATORIAL/MEDIATICA potremmo qualificare il nostro sistema sociale come SCARICABARILETUCHEPOILOSCARICOIO. Wil
http://nonleggerlo.blogspot.com/


Bellissimo questo post!!...Grande Pino!


Il post di Pino Corrias mi sembra eqilibratamente bipartisan.


#30 Jules Questo blog è uno spazio di libertà...non sarebbe meglio giudicarci per le nostre opinioni piuttosto che per gli errori di grammatica? Ad es. il Nano è un fine dicitore... ma solo di castronerie!...Invece Di Pietro a volte è un pò naif nel parlare, ma quanta verità nelle sue parole! con simpatia...


...bipartisan nel male. Male comune, mezzo gaudio? Ah sti detti popolari che non c(i)' azzeccano una...


X FI: La satira generica e mai invasiva di solito è quella che non va mai al sodo,ovvero quella inoffensiva e di regime(modello Zelig o Bagaglino per intenderci). Scommetto che non ti piace la satira che fa nomi e cognomi vero? LUTTAZZI FOREVER!!!!


# 78 Isabella Giusto non scoraggiare nessuno che voglia (volesse?) esprimersi qui, pur avendo una leggera forma di "congiuntivite"...


..e certa "congiuntivite" è meglio dei con giù unti e.. povera vite eh eh eh controun(g)iamoci!




Lupa cara: anche "congiunte vite"...


M'è scappato Lupa anziché Lupo. Sorry


«Su richiesta dei consiglieri Gianfranco Anedda e Michele Saponara - riferisce la nota del Csm - il comitato di presidenza, riunitosi giovedì in via d’urgenza, ha autorizzato l’apertura di una pratica nei confronti del presidente del Tribunale dei minori di Genova, Adriano Sansa, per le dichiarazioni da questi rese in un’assemblea dell’Anm a Genova sul presidente del Consiglio, sul Guardasigilli e sul Governo. DE PASQUALE - Altra pratica è stata aperta, sempre su richiesta dei due componenti del Csm, nei confronti del pm di Milano Fabio De Pasquale per le dichiarazioni da questi rese sul «lodo Alfano» nell’udienza dello scorso 27 settembre del processo Mediaset in corso a Milano. Il comitato di presidenza, precisa ancora Palazzo dei Marescialli, ha deliberato di «rimettere le due pratiche alla Prima Commissione competente a valutare i comportamenti e le dichiarazioni di magistrati». In particolare, se esistono i presupposti per un eventuale trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale e/o funzionale di De Pasquale e Sansa.


@67 Daniele Caro Daniele, l'atteggiamento che denunci e' assai reale in Italia, non c'e' dubbio, e molto molto grave. Dimostra pero' anche come buona parte del malcostume discenda dall'alto al basso, piuttosto che ascendere dal basso all'alto, non ti pare? Sebbene quei politici e funzionari in regione fossero degni rappresentanti dei piccoli politicanti con cui avevi a che fare tu, mi domando se il loro essere disposti, dall'alto, a far favori non sia il male peggiore e la causa principale dei problemi, anche di quei problemi che avevi tu localmente. Comunque, non c'e' dubbio che in Italia non ci sia una diffusa coscienza civile. Sulla rassegnazione: personalmente devo essere rassegnato, visto che vivo all'estero, contribuendo ad una comunita' che non e' quella dove sono cresciuto e dove ho studiato. (Eh, si', sono uno di quelli di cui evidentemente l'Italia poteva fare a meno.) Sulla possibilita' di poter far qualcosa, no, non sono rassegnato. Penso che ci siano tante energie positive in Italia, come in tanti posti. Anche per questo, le critiche generiche e qualunquistiche che mi sembra di vedere nel pezzo di Corrias mi danno fastidio. La battaglia per mantenere una democrazia sostanziale in Italia e' difficile, durissima. Certi interventi mi sembrano poco utili, un po' snob. . .


grazie per la vera informazione che ci date ragazzi...continuate così, spegniamo la tv!!!


@ fi, n. 73 Molto interessante. Questo tuo messaggio mi ha permesso di dare una sbirciatina attraverso una finestra che guarda nella mente di un Berlusconiano, luogo per me ignoto e incomprensibile come le lingue ed i costumi di una lontana galassia. In parole povere, dici che un giornalista dovrebbe essere neutro, blando, passivo, praticamente INNOCUO rispetto agli eventi che racconta. Non che io consideri il pezzo di Corrias in questo modo, sia chiaro a Corrias - al contrario! Io lo trovo deliziosamente pepato, cattivello, opportuno, corrosivo. Invece siccome tu interpreti questo pezzo di Corrias come "generico" - cioè non è mirato a qualcosa o qualcuno in particolare, lo consideri positivo. Un giornalista che conosce il suo posto, quindi, non deve far trasparire le sue posizioni nello specifico. Tipo se domani sorge un partito che ce l'ha con i biondi e va per strada a fucilare chiunque non abbia i capelli scuri o rossi, tu dai giornalisti pretendi che parlino genericamente di tolleranza per i colori di capelli altrui, o simili. NON che nominino gli assassini di biondi e condannino le loro azioni esplicitamente, insomma, perché ciò significherebbe che hanno oltrepassato il confine giornalisticamente accettabile e stanno facendo politica. Ovviamente, questo vale solo per chiunque non sia stipendiato da Berlusconi - giusto? Sto sulla strada giusta se spero di iniziare a capire i misteri della mente formato banana? Oppure è meglio che mi do all'uncinetto?


mi sto facendo venire una congiuntavite eheheheh mi spiego:da tutte queste assonanze e dissonanze ,s(no)b e/o non s(no)b..mi piacerebbe scovare un'idea da quelle sparse e irritanti anche piu lontane da me come fi, a quelle piu vicine da daniele ma anche daniela, alessandro e pure chi mi chiama lupa eheh, per con-vincere i gia "vedenti" i mali che ha ragione paolo flores d'arcais , del basso bisogna avere amore,non si meritano il governo ladro perche sono anchessi ladri dall'alto gli sono scesi modelli troppo distanti dall'etica..troppo ..e prima ancora molto distanti dall'efficienza di saper fare stato,bilanci di servizi pubblici,pensioni ,babypensioni ecc ecc occorrerebbe un'idea per dare importanza ai famosi italioti..sarebbe quasi rivoluzionaria una stampa e una televisione che martellasse al contrario..il politico apparirebbe allora veramente l'unto o il corrotto o incompetente o assente quale è, contro invece un continuo giornale e tvgiornale denso di valori..di esempi,non urlati ,non gridati,delle "vite" dei semplici..quelli con l'unico privilegio di non doversi dopare il cervello ..forse ci sono tante realtà da poter riprendere che non sono cogne,o i meeting di cl o la fine e la disperazione che è cio' che voleva in fin dei conti il faraone,anche se sembra voler far vivere l'illusione tutta contraria e su cio fa leva- perdonate i deliri- ehehehhe


Grande Daniela Filippin!


@alessandro 87 vivo all'estero pure io, evidentemente l'Italia poteva fare a meno di entrambi :-) Ciao e grazie per la discussione che per me e' stata molto stimolante




a proposito di Daniela e uncinetto( grandiosissima direi!).. la notizia di oggi per me ,a proposito di come dopano il cervello dall'alto in basso , è questa: BOCCONI AULA MAGNA 2 OTTOBRE 2008 a lezione di etica gli studenti della bocconi, di chi erano gli interventi? potremo dire varie grande donne e grandi uomini che abbiamo per fortuna ancora..giusto? e invece no!!!! a lezione di etica di ? dà dànghete veronica e barbara berlusconi!! e poi non vogliamo amare chi si sbobba da casa raccolto nella sua cenetta sto pò pò di rovesciamento delle carte? c'è poco da chiamarli italioti!


http://video.google.it/videoplay?docid=-229378697763846877&ei=Uw_lSIOAEYaQ2AKiqfWcCw&q=bocconi+e+veronica+berlusconi&vt=lf&hl=it


Etica nel sopportare le corna direi...che paese di cialtroni!


# 95    commento di   pellescura - utente certificato  lasciato il 2/10/2008 alle 20:36



è qui che secondo me sbagli delpo..dall'alto bisogna avere qualità o virtù sopra la media..i colpevoli o responsabili non sono quelli che chiani cialtroni,che rimasti nel basso non sono stati cresciuti dall'alto,che li ha presi a forza di prevalenti bombardate prive di senso ,e sono quelli che dall'alto piu che cialtroni,non si sono posti "responsabili"..la massa se la riempi di modelli pubblicitari diciamo e non la formi e informi di contenuti validi per poter arrichirsi dentro e discernere, sarà sempre piu acritica..non si tratta di cialtroni , si tratta di ladri di cervello con diverse sfumature di responmsabilità, dai piu dolosi ai piu e meno colposi..hanno sterminato il cervello Delpo!anni e anni di cazzate prive di senso come intrattenimento televisivo e anche fuoritelevisivo...e poi aggiungi l'informazione deformata--un campo di sterminio!


@ Delpo & Lupo - ma grazie, troppo gentili! :-) Che perfetti gentlemen (qui sto prendendo per scontato che siete uomini, eh... sbaglio?). Lezioni di etica da Veronica & Barbara? Dopo la Pompina Magna Carfagna alle Pari Opportunità e Bondi (no, ma dico - BONDI!!!) alla Cultura, le due Berlusconcine alla Bocconi mi paiono persino innocue. Prossimamente avremo, immagino, la Canalis, Ezio Greggio e la particella di sodio della Lete a cui verranno assegnate qualche cattedra a caso e Lando Buzzanca come rettore. Perché no? Se vogliamo mandare il paese a donnine, facciamolo fino in fondo così al Pasolini di nuova generazione che vorrà fare la versione contemporanea di "Salò" avrà un sacco di materiale da cui ispirarsi! In realtà, basterà fare un documentario molto realistico, visto che questi signori si parodizzano benissimo da soli.


Sismo al delirio allo stato puro: Con l'aumento dei poteri del premier «non si rischia nessun regime autoritario o dittatoriale, come qualcuno paventa». Lo scandisce il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ribadendo che attualmente in Italia il premier non ha determinati poteri, «contrariamente ad altri colleghi europei», che operano «in una vera democrazia». TELEVISIONE - Il premier aggiunge poi: «Non andremo più in tv a subire insulti. Abbiamo la libertà di non essere più insultati nel corso di trasmissioni condotte in maniera faziosa». In questo modo, dice Berlusconi, «la maggioranza potrà riacquistare dignità. Non dobbiamo più essere disponibili a partecipare a spettacoli in un clima di rissa». PARLAMENTO - Berlusconi affronta poi il problema legato alla lentezza dei lavori del Parlamento. «I parlamentari sono un popolo di persone depresse - dice - a causa di tutto il tempo sprecato in aula per approvare le leggi«. Quindi, aggiunge, «bisogna fare di tutto» per velocizzare l'azione del Parlamento, a partire dalla modifica dei regolamenti delle Camere. SCUOLA - Il premier parla anche della scuola: «Avremo meno insegnanti ma pagati meglio, adeguandoci in questo a ciò che accade in altri paesi dell'Europa» afferma. «Nessuno sarà cacciato» assicura però il presidente del Consiglio. «Il numero di 87mila in meno da qui a tre anni - spiega - sarà per effetto dei pensionamenti e del blocco del turn over».


Si sono un machietto... Le informazioni bisogna aver voglia di cercarle,chi non capisce che quello che ti propinano in tv è in larga parte dopato secondo me ha una pigrizia mentale molto forte,oppure non gliene importa nulla di quello che succede e quando li sento parlare la prima parola che mi viene in mente è:cialtroni! Ora buon Annozero a tutti tranne a FI.


L'intervento di Barbara e Veronica è una vergogna!!! E Barbara è aggressiva come il padre. Ma ti rendi conto che una cazzona come quella debba dare lezione di alta moralità. Buffoni, tutti


Giustizia, il Csm apre un fascicolo sul pm De Pasquale e sul giudice Sansa (…) Secondo la richiesta di Anedda e Saponara, l'indagine del Csm dovrà verificare se per De Pasquale non si sia determinata una situazione di incompatibilità ambientale o funzionale; cioè SE NON SIA IL CASO DI TRASFERIRLO D'UFFICIO DA MILANO o dalle sue funzioni di pubblico ministero (…) vi giuro che io non ce la faccio veramente più!!!! VOGLIO SCENDEREEEEEEE!!! Il link all’articolo


bondi?hai detto bondi? da nn dimenticare mai questa sua e..pistola!! "Caro direttore, la riflessione aperta da Edmondo Berselli, sulle ragioni del successo di Silvio Berlusconi e del suo governo, rischia di essere fuorviante culturalmente e perciò improduttiva politicamente, almeno per chi intenda utilizzarne i risultati sul piano dell' azione politica. Il limite di fondo di questa analisi - un costante ritorno nel corso di questi anni - consiste nell' attribuire il successo di Berlusconi volta per volta all' astuzia del leader del Popolo della Libertà, ai suoi enormi mezzi finanziari compreso il controllo delle televisioni, alla semplificazione del suo messaggio politico, fondato sull' appello agli istinti piuttosto che alla razionalità e complessità del pensiero politico, fino alla considerazione dell' immaturità del popolo italiano, in linea con una pessimistica lettura della storia italiana, che mi sembra il tratto più tipico e profondo dell' analisi del fondatore del Suo giornale. Questa analisi non ha portato fortuna, essenzialmente perché essa era ed è fondata su premesse sbagliate. Il cosiddetto "berlusconismo", infatti, è stato innanzitutto la risposta alla crisi del sistema politico italiano, che ha coinciso con la caduta del muro di Berlino e con Tangentopoli, e la presa d' atto dell' incapacità/impossibilità del Partito comunista italiano di trasformarsi in una autentica forza politica riformista di stampo europeo. In secondo luogo, il "berlusconismo" ha rappresentato e continua a rappresentare il tentativo più alto di modernizzazione delle strutture economiche e istituzionali del nostro Paese, sulla base non di una ideologia, ma di un sistema di valori autenticamente liberali e riformatori, che hanno influenzato oltretutto l' intera politica europea. Il caso di Giulio Tremonti è emblematico di una cultura politica che fra le ragioni del suo successo non annovera certamente la semplificazione, bensì un' alta dose di complessità, visto che ha saputo




SABATO 4 OTTOBRE: PRESIDIO SALONE NAUTICO DI GENOVA CONTRO LA RIFORMA GELMINI IN TREMONTI Sabato 4 ottobre , contestualmente all' inaugurazione del Salone Nautico ,Fiera di Piazzale Kennedy, ci sarà il presidio dei comitati genitori /maestre contro la riforma Gelmini in Tremonti Genovesi, partecipate numerosi!!!


Il caso di Giulio Tremonti è emblematico di una cultura politica che fra le ragioni del suo successo non annovera certamente la semplificazione, bensì un' alta dose di complessità, visto che ha saputo decifrare, prevedere e fornire soluzioni ad una crisi del sistema capitalistico internazionale, nel silenzio e nell' apatia assoluta della cultura di sinistra. Un' altra premessa errata delle riflessioni a cui ho fatto riferimento riguarda la questione delle radici antropologiche del consenso che premierebbe il format politico di Silvio Berlusconi, come scrive Marino Niola. Beninteso, non sottovaluto affatto i rischi a cui è esposta la democrazia quando la politica fa appello agli istinti più irrazionali piuttosto che al ragionamento e al giudizio libero e informato dei cittadini. Ciò che non condivido, invece, è l' accusa rivolta alle forze politiche di governo di una politica ridotta a format, la cui parola d' ordine è la semplificazione: dalla scuola alla sicurezza, dalla pubblica amministrazione all' immigrazione. Addirittura Michele Serra ne trae la conseguenza che la posta in gioco è il destino della cultura. La mia convinzione, al contrario, è che il successo dell' attuale governo derivi proprio da una cultura non imprigionata da schemi ideologici e perciò capace di guardare e di leggere la realtà, oltre ché di interpretare correttamente gli interessi e le speranze dei cittadini. Di contro, la crisi dell' opposizione, della sinistra, nasce innanzitutto dall' incapacità di comprendere la realtà. Ripulire Napoli dai rifiuti, salvare la nostra compagnia di bandiera, assicurare la sicurezza dei cittadini, regolare l' immigrazione, ridurre la spesa pubblica e gli sprechi, premiare il merito nella pubblica amministrazione, tornare al rigore negli studi, non è un format fondato sulla semplificazione. è semplicemente una politica del fare, che risponde alle esigenze e alle preoccupazioni della stragrande maggioranza dei cittadini: di destra e di sinistra. Quando lo capi


Quando lo capiranno non soltanto gli intellettuali o i brillanti editorialisti di Repubblica, ma soprattutto gli esponenti politici della sinistra, avremo sbarazzato il terreno da pericolosi equivoci e facili illusioni, e fatto un passo avanti sul terreno del confronto utile. L' autore è ministro per i Beni culturali - SANDRO BONDI (insomma un poeta!)




Bellissimo articolo, Pino ! @20 Alessandro, sei un idiota (...sinteticamente parlando)


# 109    commento di   Mary 63 - utente certificato  lasciato il 2/10/2008 alle 21:36

STASERA L'INTERVENTO DI MARCO AD ANNOZERO E' STATO SUBLIME, HA SAPUTO SINTETIZZARE UNA MIRIADE DI INFORMAZIONI...SPERO CHE LO ABBIANO ASCOLTATO IN TANTI...L'ITALIA HA BISOGNO DI VERITA'!


x enrico 110 prima di dare dell'idiota , prova a leggere tutti i commenti piano piano, poi caso mai ne riparliamo..altrimenti poi piangono sia l'idiota che il principe miskin ciao


Scusate!! ma io ho problemi con il blog di Annozero. E' solo un problema mio?


Grande Ruotolo ad Annozero e grande puntata.... anch'io ho problemi con il blog..


# 113    commento di   SteDePa82 - utente certificato  lasciato il 2/10/2008 alle 22:46

Grande riflessione Pino! Il punto è che a questa nazione serve una GUIDA da seguire e con Al il popolo italiano (almeno una parte)si sente legittimata a fare quel che cazzo gli pare!!! Continuate così!!!


# 114    commento di   Pape Satan Aleppe - utente certificato  lasciato il 2/10/2008 alle 23:16

Eh, si: i nostri politici son li da una vita, ma non è mai colpa loro ...
http://papesatanaleppe.blogspot.com/


A Enrico #108: il dramma di certi blog non è la qualità degli interventi (anche se quelli di Corrias sono di un livello molto più basso rispetto a quelli di Gomez e Travaglio), quanto l'atteggiamento da ultras di alcuni lettori che, appena uno fa una critica (motivata, tra l'altro, come nel caso di Alessandro #25) arrivano gli insulti, manco fossero semidei che hanno sempre ragione. Ricordo a tutti che anche una volta c'era un signore pelato che aveva sempre ragione, o meglio, gliela davano i suoi sostenitori... PS: Come mai io e Lupo andiamo sempre d'accordo? :-)


Per tornare a bomba e per essere serio, il vizio di dare la colpa sempre e "a prescindere" all'altro è radicato dentro di noi sin dall'infanzia, è connaturato: "è stato lui!" o "è stata lei!" è una delle frasi più usate in assoluto dai bimbi e dai ragazzi di fronte alla mamma, al papà, al maestro (uno e/o trino), per evitare il castigo. E chi continua così anche da grande, insomma da adulto (per evitare malintesi), è rimasto alquanto indietro nello sviluppo... insomma è rimasto bamboccione, per riprendere la parola di Corrias. Offro un millione virtuale (oggi tutta la finanza è virtuale) di euro a chi mi rintraccia uno (uno!) che si assuma (va bene il congiuntivo, Jules?) la propria responsabilità per un risultato negativo, per esempio Berlusconi che ammettesse - per dire solo una su centinaia delle sue colpe - di aver commesso una grossa ingiustizia con il pseudo-salvataggio dell'Alitalia attraverso sua figlia CAI.nana. Il milione ovviamente non ce l'ho, ma non importa: non occorre, dato che uno che corrisponda (mhh, Jules?) al mio idenikit non si trova!


Nella fretta il pensiero è risultato un po' farraginoso: volevo dire "manco Corrias, Gomez e Travaglio fossero semidei che hanno sempre ragione" Ciao a todos


grande Nadia, hai ragione. E per questo davvero non capisco perchè ad "Annozero" non ne parlino. La trasmissione di stasera mi ha un pò deluso: è vero che il tema degli immigrati è di scottante attualità, ma non parlano più di politici, tranne velocemente Travaglio nel preambolo. Che succede, li stanno imbavagliando? Qui stanno facendo fuori tutti i PM e magistrati che osano "attaccare" il palazzo, ora De Pasquale, ma prima sono spariti nel nulla De Magistris, la Forleo, la Gandus non so come resiste: perchè non ne hanno discusso stasera? Se non dicono niente quelli continuano imperterriti: con tutto ilrispetto x il tema extracomunitari, ma fermiamo prima Berlusconi e la sua "cordata"....


# 119    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 2/10/2008 alle 23:32

Nico)))la, capita quando è un celebrity blog che i commenti si catalizzino molto o un tifoseria o in un dissenso esagerato, ma qui se devo essere sincero spesso ho trovato anche commenti e commentatori intelligenti. Questo post per esempio non mi è piaciuto, Corrias ha criticato Piazza Navona perché avrebbe secondo lui colpito senza distinzione, ora lo fa lui con questo post.




Lupo, ho letto il tuo Bondi. Impressinonante la sua cultura linguistica. Tutto oro colato. E come elogia Tremonti! Sandro Bondi canta Tremondi (per fare la rima)! Se questo passaggio lo leggono gli americani, ce lo portano via subito per fargli risolvere i loro problemi del Millennio! Altra materia grigia che l'Italia rischia di perdere. Fate scomparire il Cantico di Bondi!


x Nico:-)la e si vede che ci piacciono le cose "semplici" :-) , quelle classiche ,intramontabili e incrollabili e quindi senza tempo e quindi anche del futuro :-)


x roland è solo per non dimenticare mai! secondo poi , non è miooooooooooooo!!!!! ti meno se dici che è mio...è suo !al massimo sono stati cazzi di scalfari il giorno dopo a dovergli pure rispondergli detto questo ti perdono anche questa volta :-) eheheheh


Lupo: ho solo fatto una semplificazione scherzosa: invece di dire "il testo di Bondi che hai citato tu" ho fatto la contrazione "il tuo Bondi." E scommetto che l'hai capito benissimo, ma fai apposta a fare l'offesa - per poi perdonarmi, e te ne ringrazio.


Bella puntata davvero. Ma secondo me Santoro, di questo passo, nn andrà molto in là, dico con il programma. Racconta la verità spietata, nuda e cruda, com'è, senza fronzoli. Temo un 2° editto bulgaro. Secondo me domani si scatena il putiferio per le immagini di Napoli, la spazzatura etc. Chissà. Speriamo bene.


Ho visto GAD LERNER ad ANNOZERO .. mi è sembrato bravo (sempre una spanna sotto a TRAVAGLIO, questo è ovvio..) Ammetto di averlo sempre sottovalutato GAD LERNER: ogni volta che mi capitava di vederlo su La7 era lì a sbrodolarsi addosso con non so quale argomento noioso da discutere con non so quali invitati noiosi da intervallare con dei servizi noiosi e altre persone che gareggiavano tra loro a chi era il più noioso ... Ora devo ricredermi .. Bravo GAD LERNER (sempre una spanna sotto,.. ecc.)




LANCIO UN NUOVO ALLARME PORTA A PORTA: C'è LA CARFAGNA CHE LUSTRA E LUCIDA IL SUO DISEGNO DI LEGGE SULLA PROSTITUZONE! NESSUNO DICE CHE è INEFFICACE! ANZI, AMMETTENDO CHE NESSUNO ANDRà IN GALERA, LA BELLA MARA DICE CHE PIù CHE ALTRO HA UNO SCOPO DETERRENTE: CONOSCETE UNA LEGGE MENO DETERRENTE DI QUELLA CHE NON MANDERà IN GALERA E NON SANZIONERà NESSUNO, POICHè è A PROVA IMPOSSIBILIE DA DIMOSTRARE????




Dov’è finita la misericordia? Volevo portare la mia testimonianza, a proposito del "piove immigrato ladro" e del razzismo: mia madre si è messa a fare dei commenti razzisti quando si guarda il telegiornale. E lo fa senza nessun pudore. I casi sono due, o che lo è sempre stata, nascondendolo molto bene fino adesso, oppure lo è diventata di recente, per colpa delle campagne mediatiche tese a diffondere la paura dell'immigrato, la xenofobia. Qualcosa sta succedendo davvero in questo paese, dobbiamo prenderne atto tutti. Ci stanno inducendo ad essere razzisti, senza nessun pudore, a perdere la misericordia. A proposito, non è bizzarro che i politici più sono di destra e più dimostrano di non averne?


@Daniele 90 Grazie anche a te, Daniele, e in bocca al lupo per tutto!


Sono contenta che sia ad Anno Zero che a Primo Piano abbiano parlato del razzismo che emerge, forte del razzismo di mezzo governo. nessuno crede che non ci fosse anche prima, ma non si può pensare che sia un caso che, da quando leghisti e fascisti sono di nuovo al potere e si allargano a dismisura, gli episodi siano aumentati così tanto. Nico))la Corrias meno bravo di Gomez e Travaglio? No, proprio no, diversi stili, e il post di oggi è assolutamente perfetto nel mostrare uno dei grandi difetti di questo paese, che poi ne genera altri, il dare sempre la colpa agli altri. Daniela Filippin Il tuo post che si conclude con la battuta sull'uncinetto meriterebbe uno spazio nella home page, clap, clap, clap e ola. ;)




@66 Daniele Pelizzari "millantavano conoscenze in provincia e regione che avrebbero facilitato l'accesso a contributi vari" . Per 5 anni ho cercato di spiegare loro che e' inutile gridare "roma ladrona" se poi si segue lo stesso metro. Io non ci vedo nulla di male nell'accesso ai contributi, che vengano da roma o da altri enti erogatori. Il problema è l'uso che se ne fa, e saprai bene considerata la tua esperienza che riguarda tutti gli schieramenti politici. Le conoscenze facilitano l'accesso: in Italia è così, purtroppo, a maggior ragione se sei un privato. Ce ne vorrannno di decenni perchè cambi. Poi se uno millanta ... posso essee d'accordo che è meglio non chiederli. Ciao




Scusate l'OT Ho appena saputo che, secondo il l(e)ader, i parlamentari della maggioranza non vanno a fare il loro lavoro perchè sono depressi. Visto che, grazie al porcellum, se li è scelti uno per uno, anziché chiedere scusa per le cazzate fatte,Il Boss ha deciso di fare a meno delle camere. Un modesto consiglio, caro Presidente;la prossima volta candidi me. Le posso assicurare che mi troverà sempre al lavoro e, se mi sentirò depresso,i 25 mila euro al mese mi daranno la forza per tirare avanti.


@ Federica, n. 132 Grazie per le belle parole. Diciamo che non c'è nulla che nutre il mio sarcasmo come la contemplazione di una mente a forma di banana! Per ciò che riguarda Annozero, concordo in pieno che la puntata sul razzismo era dovuta. Infatti immaginavo che avrebbero parlato delle banche anche loro, in questo modo facendo un pò eco a Ballarò (che aveva persino parlato di Alitalia due giorni prima che lo facesse anche Annozero). La stragrande maggioranza degli italiani devono iniziare a rendersi conto che conviene all'Italia innanzitutto integrare veramente gli immigrati ed iniziare a trattarli meritocraticamente, nonché con umanità quando sono clandestini (per non parlare di senza isterismi e con razionalità). Quando un flusso massiccio di persone si sposta da una parte all'altra del mondo è chiaro che vi saranno sempre complicazioni. Ho come l'impressione, anche leggendo i commenti di altri bloggers che vedono regolarmente Annozero, che questo argomento, quello dell'immigrazione non sia considerato un argomento particolarmente degno di essere spulciato per bene. Eppure i media esteri iniziano a parlarne, dei problemi che l'Italia sta avendo con i suoi immigrati, e non sempre in termini lusinghieri - possibile che noi continuiamo a fissarci l'ombelico invece di guardarci attorno?! Riguardo a Corrias che sarebbe meno bravo di Gomez e Travaglio - concordo che non è affatto così e che il suo stile giornalistico è diverso, ma complementare. Oltretutto se non erro lui non è un cronista giudiziario... correggetemi se sbaglio.


"Ciò premesso, oggi l'urgenza è di stabilire e ristabilire senza paraocchi ideologici la realtà dei fatti, la realtà della «forza delle cose». E il fatto è che il mondo nel quale stiamo vivendo è il mondo più pericoloso nel quale l'uomo sia mai vissuto." Giovanni Sartori DALL'ALITALIA A PUTIN La scomparsa del buon senso di Giovanni Sartori Corriere della Sera 3 ottobre 2008 http://www.corriere.it/editoriali/08_ottobre_03/buon_senso_2d8a2b82-9111-11dd-9f28-00144f02aabc.shtml


se volete vi faccio la mia classifica: 1- Gomez: essenziale, implacabile e con una sottile ironia che si coglie tra riga e riga. 2- Travaglio: documentato e preparatissimo, lo penalizza il tono, a volte, da "sono il primo della classe". 3- Corrias: mentalità da classico esponente del PD (esponente, non elettore, anche se lui non è un esponente del PD): ovvero so tutto io...dopo però. Ciao a todos


ciao a te Nico 139:-) ps dovremo cercare di articolare meglio il punto 3 , ammesso che sia possibile per-correre, as if corrias fosse qui a poter prendere spunto per fare un passo ulteriore utile alla causa che ci è comune(smuovere le coscienze anche con i giornali femminili,come fa travaglio con l'altro di cui mi sfugge il nome)..altrimenti rimane un diritto di critica ( la nostra) fine a se stesso..poi magari la penso sbagliata perche credo di poter modificare sempre almeno un infinitesimo della realtà e quindi ho riscritto un mucchio di deliri :-)


E' vero o non è vero che la legge ("lodo") Alfano è criminogena? Ovvio che è vero. Ma De Pasquale non può dirlo (solo pensarlo). L'ha detto, facendo un grosso regalo ad Alfano fornendogli un pretesto per rimuovere il pm che osa dichiarare incostituzionale quello che incostituzionale è (a meno che non sia incostituzionale la Costituzione, per dirla con Travaglio)! De Pasquale deve poter motivare l'incostituzionalità della legge, anche dicendo che è criminogeno. E' vero o non è vero che Berlusconi è un piduista, e Alfano un fedelissimo del premier? Ovvio che è vero. Ma Adriano Sansa non può dirlo (solo pensarlo), anche se Berlusconi e Alfano fanno vedere in ogni momento che così è. Continuiamo noi a dire la verità. La verità fa male, si sa.


anche dicendo che è criminogena.


dedicata a roland e tutti che ama anche brecht Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente. Bertolt Brecht


Il controllo del linguaggio - quello che gli altri possono dire o non dire - era affidato a Joseph Goebbels, ministro dell'ammaestramento del popolo e della propaganda. E tutte le parole vengono ridefinite dal ministero della Verità del "Grande Fratello" in "1984" di Orwell. (Sono contrario alla banalizzazaione del tremendo termine "Grande Fratello" fatta dalle idiozie televisive).


# 145    commento di   Paoletta! - utente certificato  lasciato il 3/10/2008 alle 9:31

@ Lupo: Stupenda frase, tra le altre cose azzeccatissima.... tra tutte quelle di Brecht è forse quella che amo di più..


Bravo il tuo - nostro - Brecht.


Alla Bocconi insieme a Barbara Berlusconi erano presenti altri due "figli" famosi, Geronimo La Russa e Paolo Ligresti. Prepariamoci alla seconda generazione. Intanto Fini si allena al prossimo ruolo, nominando la costituzione (ogni tanto ci si ricorda che c'e'), forse spera che fra un po' si liberi il posto di primo ministro, per cui conviene ricordare al pubblico la sua statura di uomo delle istituzioni. Io lo ricordo invece bene in veste di sub abusivo.


acido solforico amelie nothomb..un ulteriore libro su quanto appena detto da roland144 e su cui sono in pieno accordo (guai a chi banalizza lo svuotamento della coscienza e della verità ad opera di trasmissioni nominate appunto "grande fratello" e tutti i satelliti affiliati afratellati e sorellati con vari nomignoli).. il reality dell' "eliminazione" sembra quasi una regola da campo di concentramento e quasi irreale ma..è la pura realtà e far appassionare il fratello "spettatore" a vicende basate su queste regole,prima o poi fa del fratello spettatore la prossima vittima o il prossimo eliminator


ps grazie a paoletta e roland e a tutti..:-)


# 147 Alessia Ha fatto il sub abusivo, d'accordo, ma il suo futuro predecessore che cos'ha fatto di non abusivo?


# 151    commento di   chemako - utente certificato  lasciato il 3/10/2008 alle 9:51

L'unica "arte" comune ai politicanti italiani è lo scaribarile
http://luigirossi.ilcannocchiale.it


Leggermente O.T., ma credo che valga la pena ritagliare un piccolo commento sul discorso GRANDE dello SCARICABARILE In questo caso, il BARILE pericolosissimo e' l'opera del NASO AQUILINO BONDI (Lealta' al Paese...dubito..e molte chiese in cui prega)..che, senza che se ne legga troppo in giro (NIENTE, in realta'), sta facendo SHOPPING in tutta ITALIA, per il maniacale progetto di PRIVATIZZARE la ***CULTURA*** ***CULTURA*** e' anche l'immenso patrimonio culturale, artistico etc etc, che ci vede tra i PAESI PIU' RICCHI AL MONDO Riprendendo le parole iniziali di BELLA CIAO, non vorrei che una mattina, al risveglio, ci si trovasse su E-BAY il Colosseo, i Campi Flegrei, il David di Michelangelo etc.. Il NANO parlo' della PRIVATIZZAZIONE... e poco c'e' rimasto da DARE IN PEGNO, od un ***LEASE CREATIVO*** a chi ha gia' a libro paga MOLTISSIMI dei nostri DIPENDENTI..Giani Bifronti, Trifontri, Quadri fronti...e giu' di li' Negano il disastro finanziario in corso...e negano sopratutto cio' che FARANNO, come hanno FATTO per ALITALIA...un regalo a spese del contribuente...mai fidarsi dei BAUSCIA...nemmeno in ESILIO (hanno il NETWORK dei GALOPPINI che mandano avanti le TRUFFE, un NETWORK mai estirpato...)


# 153    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 3/10/2008 alle 11:1

Caro Marco, se la prima puntata di Anno Zero mi ha lasciato a desiderare, ieri l'ho seguita con interesse, peccato per i tuoi pochi interventi. Hai utilizzato i primi minuti per mostrare al pubblico, in maniera semplice ed immediata, la Democrazia della Bugia. A presto, grazie. Wil
http://nonleggerlo.blogspot.com/


La televisione, in Italia quantomeno, è ancora di gran lunga (purtroppo) il metodo più efficace di comunicazione alle masse. Ma siamo proprio sicuri che i messaggi, anche quelli che dovrebbero coinvolgere e interessare il cittadino, vengano recepiti ? Io penso che si sia creato (volutamente), principalmente tramite il mezzo televisivo una distorsione di ciò che l'utente percepisce. Mi spigo meglio: il cittadino-utente non distingue più la realta dalla finzione e vede la trasmissione televisiva (anche quella che dovrebbe farlo riflettere ed eventualmente agire) come una fiction mentre paradossalmente, viceversa, in molti casi recepisce le fiction assimilandole alla sua vita reale. Sarà anche la necessità di sentirsi meglio, una reazione alla bieca vita di tutti giorni ma sicuramente influisce anche lo svuotamento, il soggiogamento creato a mezzo della televisione. Ritengo perciò a supporto di ciò che ritengono in molti che non si possa prescindere dal web, dalla rete per risvegliarsi dal torpore che ci ha quasi annientati, riattivandoci e facendoci riprendere in mano le nostre vite.


@plisv 134 ciao plisv, mi sono espresso male. Certo che non c'e' niente di male ad accedere ai contributi, ci mancherebbe altro, sono soldi nostri. Volevo solo dire che fino a quando sopravvivera' questo strano modo di pensare dove sono tutti ladri ma che se rubo io allora va bene e comunque fanno tutti cosi, non si arriva da nessuna parte. Voglio dire, c'e' un sistema di bandi per ottenere fondi per opere pubbliche, sistema burocratico e farraginoso fin che vuoi ma, almeno in teoria, si basa sulla validita' e l'utilita' del progetto da sovvenzionare. Bene, seguiamo quella strada. Se invece il consigliere comunale telefona all'amico in provincia, questi fa una telefonata in regione ed in regione chiamano roma, si crea quel sistema clientelare di stampo mafioso che porta a costruire campi da polo a benevento (vero) e strade che finiscono contro una montagna o davanti ad un burrone(altrettanto vero). Il tutto con l'unico scopo di far diventare delle mezze calzette sempre piu' potenti e imprenditori senza scrupoli sempre piu' ricchi. Dimenticavo, hai ragione, riguarda, purtroppo tutti gli schieramenti politici, alcuni pero' un po' di piu', almeno dalle mie parti. ciao


@ Wil, n. 153 Controllo sempre volentieri il tuo squisito blog, e mi piace molto il tuo modo di ragionare. Buttiamola sull'astrologico se vuoi - sono generalmente affascinata dagli Acquari, maschi o femmine che siano - e mi pare che tu abbia il genere di mente davvero indipendente, assoggettata a nessun movimento di pensiero identificabile od omologabile, ingredienti umani che in questo momento all'Italia serve come un miracoloso elisir. Però non è la prima volta che ti vedo lamentarti della prima puntata di Annozero, e la cosa mi lascia un pò perplessa. Per carità, la tua opinione è assolutamente legittima, è solo che mi chiedo cosa esattamente ti aspettavi da Santoro che tratta Alitalia. Al contrario di te, alla fine della scorsa puntata io ho provato un gran senso di soddisfazione, e come l'impressione di aver trascorso una splendida serata con un amico con cui dialogo benissimo, che non vedevo da un pò, e una sensazione di sazietà intellettuale. In quella prima puntata ho trovato gli interventi delle "persone comuni" - ad esempio la hostess Daniela, di uno dei piloti in studio (quello che parlava con Castelli) e quel tizio (pilota?) in collegamento dalla casa di Monteverde Vecchio (Roma), erano forse più interessanti degli interventi dei politici ed "esperti" vari. E' vero che Di Pietro non era al suo meglio, ma nel suo complesso la trasmissione ha trattato l'argomento Alitalia in maniera molto più incisiva ed esaustiva di come l'avevo vista discussa finora, compreso ovviamente a Ballarò.


@155 Daniele Pelizzari sistema di bandi (...) almeno in teoria, si basa sulla validita' e l'utilita' del progetto da sovvenzionare. Sottolineavo questo: IN TEORIA. Se un tuo progetto non ottiene il finanziamento, prova ad andare a chiedere - com'è tuo diritto - le motivazioni del punteggio e godi lo spettacolo del funzionario che inizia a farfugliare o del dirigente che cerca di buttarla sulle sorti del mondo e intanto ammicca "ci saranno altri bandi". La realtà è che la spartizione delle risorse avviene in sede politica: tot a sindatati, confindustria, emanazioni di partiti, enti cattolici, amici degli assessori, ecc., con percentuali che cambiano - neanche di tanto- a seconda del colore della giunta. Se poi fai ricorso hai definitivamente chiuso. E' per quello che c'è sempre qualcuno che ti diche che conosce qualcuno, che millanti o meno. Ma immagino tu lo sappia.. Naturalmente per il resto sono più che d'accordo.


Daniela Filippin Il mio applauso era meritato. Ti risponderò appena possibile, anche perché sono totalmente d'accordo sul tema dell'immigrazione generalmente ignorato sui blog e non solo, come scrivi tu, ma ora devo scappare (purtroppo, nella vita si deve anche lottare con medici che ti trattano come fossi un'emerita imbecille, se già non fosse abbastanza difficile la situazione di chi ha qualcuno all'ospedale. Scusate lo sfogo, il blog non dovrebbe essere lo spazio giusto) Ciao


@plisv 157 Purtroppo hai fatto un'esposizione perfetta e reale di come funzionano i bandi. Ed hai anche ragione nel descrivere il farfugliare smarrito del funzionario di turno. Puoi immaginare la frustrazione dei pochi che cercano di agire correttamente. ciao


@ Federica, n. 158 Oh mamma, come ti capisco! Sfogati pure quanto vuoi, perché la piaga dei medici scoglionati o arroganti che a malapena riconoscono l'umanità di pazienti e parenti di pazienti è un aspetto di questo paese che ultimamente detesto sopra a ogni altro! Intanto ti anticipo che quando ho partorito mio figlio lo scorso 2 febbraio, dopo 24 ore di travaglio e qualche complicazione che mi terrorizzava (era la prima volta che partorivo), sono stata trattata come un'animale. Era come se pensassero che stessi intenzionalmente cercando di rendere difficile la vita allo staff dell'ospedale permettendomi di avere complicazioni col parto, grandissima rompipalle inopportuna che ero! Eppure io ero in ospedale per un lieto evento - ma molti medici non si fanno scrupoli nemmeno con chi è lì per un brutto male o un terribile incidente. E' come se il nemico fosse il paziente - devi pregare che ti dica bene e che nel turno in cui capiti all'ospedale tu possa beccare uno di quei medici che per pura coscienza personale è umano e professionale. Auguroni a te e chi in questo momento hai la sfortuna di dover seguire in ospedale - auguro loro tutto il meglio possibile, e in bocca al lupo con i medici robotizzati!


lo so che son passato per "maestrina"...non volermene di pasquale..non ce l'avevo con te....ma ho un capo laureato in lettere che fa disastri in italiano e che la laurea si sa che l'ha comprata.......pensavo che anche tu fossi un figlio di papà con laura comprata....mi scuso! Per Isabella: Il Nano comunque NON E' un fine dicitore!!!! Cercate in rete tutti gli strafalcioni che è stato in grado di fare in questi anni (tipo "Romolo e Remolo", per intenderci..)


@159 Daniele Pelizzari Se a questo aggiungiamo che ognuno è convinto di aver fatto un progetto migliore degli altri -e che lo gestirebbe meglio - siamo anche quasi in tema con l'articolo di corrias :) Ciao


Una domandina veloce veloce che centra poco. Mi sembra di aver letto su qualche libro di Marco Travaglio (forse Regime, non ricordo bene) che AlTappone era tesserato P2 1816. Ieri sera zappando su Youtube ho visto Paolo Rossi che gli dava invece il numero 625. Quale dei due e' giusto? O forse il cainano si e' iscritto 2 volte?


"Salve a tutti.Sono uno studente al terzo anno di architettura dell'Università degli Studi di Firenze.Volevo parlare un attimo di un argomento che (al pai di tanti altri)è completamente taciuto dalla stampa "ordinaria" ed è solamente accennato da quella locale.Si tratta della LEGGE 133/2008 approvata (sia ben chiaro...in soli NOVE MINUTI) dal governo in carica.E' una legge sostanzialmente di natura economica, che investe numerosi campi del mondo del lavoro, dell'istruzione,..della società in genere.Voglio soffermarmi su alcuni articoli di questa legge a dir poco SCELLERATA E ABOMINEVOLE, ovvero sugli articoli 16-17-66 che, in sintesi estrema, bloccano quasi completamente le nuove assunzioni nel mondo della docenza universitaria,taglia in maniera inedita il finanziamento pubblico dell'Università indicando come possibile via di fuga da un eventuale "fallimento", la possibilità per le Università di "trasformarsi" in FONDAZIONI DI DIRITTO PRIVATO!Tutto ciò a discapito di studenti(crescita sponenziale delle tasse universitarie), delle nuove assunzioni, e soprattutto della LIBERTA' DELLA RICERCA ARTISTICA E SCIENTIFICA SANCITA DALL'ART 33 DELLA COSTITUZIONE!Vi invito ad informarvi a riguardo (la legge è disponibile su internet).L'università di Firenze è già mobilitata e si stanno organizzando strumenti di manifestazione pubblica del totale dissenzo del mondo universitario TUTTO! La conoscenza non può essere privatizzata!Immaginate gli effetti catastrofici sulla libertà di ricerca o sulla effettiva possibilità di fare ricerca se questa fosse subordinata alla volontà e agli interessi commerciali di una FONDAZIONE PRIVATA! L.133/2008 : COME AMMAZZARE L'UNIVERSITA' PUBBLICA ITALIANA! "


Daniela Filippin. Grazie, sei molto gentile, è il mio babbo in ospedale, ma non voglio scrivere di questo sul blog, ripeto, non voglio oltretutto che si pensi che faccio la vittima. Solo una cosa perché riguarda, purtroppo, tutti e il sistema Italia in un altro aspetto: se avessimo ascoltato i medici della mia città sette anni fa, mio padre non ci sarebbe più, e non è una frase ad effetto né la solita lamentela del parente basata sull'ignoranza, è un fatto. A quell'errore, ne erano preceduti e seguiti altri, ed ora hanno - no, una ha il coraggio di sgridarci perché siamo andati a Milano ( e di trattarmi come se fossi una totale ignorante)... Ma ci sono molti medici che non hanno dimenticato il lato umano, per fortuna, e soprattutto a Milano, devo dire, ho avuto a che fare con molti. Almeno quello... Grazie ancora, Daniela, e congratualzioni per il bimbo /bimba. Scappo, a presto.


Federica, non dai AFFATTO l'impressione di fare la vittima, anzi. Però in effetti hai ragione, magari un blog come questo non è il posto adatto per dilungarsi su questa questione, anche se come tu giustamente dici, è anche sintomatico del sistema Italia e quindi potrebbe essere uno spunto di discussione per chiunque. Rinnovo i miei più sentiti auguri al tuo babbo! Con una figlia come te senz'altro si avvierà verso la guarigione con più serenità e forza. :-)


Daniela Filippin >Ti ringrazio ancora, Daniela. Leggendoti, avevo già avuto l'impressione che tu fossi una persona brillante, con doti quali umorismo e sarcasmo- tra i migliori sintomi di intelligenza, secondo me- ed ora le tue parole mi confermano che devi essere anche una gran persona. Grazie davvero. :)


quel ministro con il cuore troppo vicino al buco del culo (come diceva De Andrè nella canzone il giudice) ha finalmente preso 12 impiegati,di non ricordo quale comune, che facevano il doppio lavoro per superare la ormai abusata "quarta settimana". a prescindere dalla corretezza della notizia, il ministro ha sbandierato come una vittoria il fatto di averli scoperti.... Perchè non va a chiedere all'on. Ghedina e tutti gli altri parlamentari che lavoro fanno??? Perchè il budge non lo timbrano loro per primi, per verificare quante ore passano in parlamento???? caro Travaglio aspetto queste domande ad Anno Zero...



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti