Commenti

commenti su voglioscendere

post: Paghi due, prendi uno

Ho risposto ad alcuni commenti in questo post Ora d'aria l'Unità, 7 ottobre 2008 A sentir lui, Al Tappone ha già speso “180 milioni di euro per le parcelle di avvocati e consulenti” : oltre 10 milioni per ciascuno dei 17 processi subiti finora. E con risultati tutt’altro che esaltanti, visto che è ancora imputato in 5 e rischia di tornare in tribunale se la Consulta boccerà la legge Alfano. Già spremuto fino all’osso dai suoi legali, il Cainano deve poi pagare un battaglione di politici e cosiddetti giornalisti che ripetono a pappagallo le panzane dei suoi avvocati. Spesa del tutto inutile, almeno per i giornalisti: basterebbe nominare direttori, cronisti ed editorialisti degli house organ di famiglia gli avvocati Ghedini, Pecorella e Longo , con notevole risparmio. Si ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


errata corrige solo perche alcuni di noi sono stati "fortunati" rispetto ad altri a riconoscere quel campo ( della morte naturale,esistenziale,culturale,civile,costituzionale,istituzionale)




@alessandro 136 condivido pessimismo, analisi e riferimento storico ma, grazie al cielo, navigando in blog come questo, leggendo articoli come quelli di Travaglio, Corrias, Gomez, Beha, ecc, leggendo commenti come i tuoi, o quelli di federica, lupo, roland, daniela filippin, wil (cito a caso quelli che ricordo perche' postano spesso) sembra che la speranza non sia proprio defunta. C'e' da lavorare sodo ma esistiamo, diciamo la nostra, la differenza, che piaccia o meno a qualcuno, la possiamo fare e prima o poi la faremo. Certo che se qualcuno 25 anni fa mi avesse detto che un giorno avrei rimpianto i politici di allora gli avrei riso in faccia. Mala tempora currunt. ciao


Chiedo scusa per il fuori tema, ma scrivendo di campi ho fatto un'associazione mentale sull'argomento, ricordo che ci fu una discussione sulla Resistenza anche qui. Nel blog di un amico, qualcuno ha scritto: "Ma se lo sanno tutti, proprio tutti, che le azioni dei partigiani contro i tedeschi, immancabilmente seguite da rapide fughe avevano proprio la finalita' di provocare le rappresaglie dei tedeschi sulla popolazione civile! Occorreva scavare un fossato d'odio, come sostenevano i dirigenti comunisti del tempo... E qualcuno ancora se ne stupisce?" Ora, che i partigiani non fossero tutti santarellini e che abbiano commesso la loro dose di crimini, è storia, ma a parte l'ignoranza sulla natura stessa delle guerriglie, sarebbe da verificare chi sia la fonte dell'assoluta verità n. 1000 in questione- forse lo storico Pisanò? Obbiettivo uno che scrive libri quali "Io, Fascista", certo... Stavo solo pensando: in questo Paese si attacca sempre più la Resistenza mentre si rivaluta il fascismo. Credo che per chiunque abbia salve le sinapsi del ragionamento sia l'ennesima scusa per chiedersi se gli Italiani non siano, effettivamente, deficienti. Questo non è un Paese malato, come sostengono molti, è un Paese profondamente ignorante e menefreghista che non ha saputo nemmeno fare i conti con la propria storia.


x daniele pelizzari , alessandro e tutti: "c'è da lavorare sodo..ma la differenza la possiamo fare e prima o poi la faremo" !!!!!! daniele pelizzari GRAZIEEEEEEEE :-) ps mi unisco a matrix..grazie quindi a Marco:-)


>basta dare la colpa al popolo italiano E a chi si deve dare, ai Finlandesi? Spiegami perché in Germania, per citare un Paese, la situazione è diversa, c'è il grande fratello anche lì- certo, non hanno la De Filippi e la Ventura. Sembri non vedere la differenza tra un popolo tenuto nell'ignoranza e un popolo che si tiene volontariamente nell'ignoranza. Se poi vuoi pensare che sia colpa di qualcun altro, prego. Solo, il potere è il potere, è da come un popolo reagisce che si vede la sua forza, o la sua debolezza.


Daniele Pelizzari Ricordi quando ti scrissi che io avrei concentrato le forze solo su menti ancora aperte perché sulle altre non c'è speranza? Lo confermo. Ma sia chiaro che anch'io non dico che si debba gettare la spugna, ovvio che no. Ciao.




# 147    commento di   prof74 - utente certificato  lasciato il 8/10/2008 alle 13:40

Provo profondo disprezzo per i vari giornalai schiavizzati in ginocchio al politico schierato con il padrone. L'unica trasmissione che si può seguire è Annozero,il resto è tutta spazzatura. Il nostro Travaglio è odiato e criticato da tutti i politici e giornalisti ( tranne Di Pietro ) ma hanno avuto sempre torto,odio le persone come Gasparri che a una cosa detta e dimostrata nn ha mai ribattuto sul tema ma ha attaccato dicendo banzanate enormi su altre cose. Tutti a firmare con l'IDV e a sfogare la nostra rabbia in modo democratico,anche se di democratico questo governo non ha nulla... Travaglio uno di noi


provo a risponderti: 1 se vuoi fare differenza da qeul popolo italiano lamentone , qualunquista, ignorantone per prima cosa devi escludere da te stesso il meccanismo di dare sempre la colpa a qualcunaltro..devi parlare di resposnabilità e parlando di queste devi vederne ogni genesi,flusso e posizione gerarchica del flusso stesso; 2 fatto cio' dare la responsabilità % dominante o assoluta ad un elemento che è quello di numero piu schiacciante e schiacciato(altrimenti nn ne staremmo parlando), non aiuta poiche anche se fossi cosi,e potresti perfettamente aver ragion tu, aiuta solo a capire che contropiano adottare e con amore!!! anche solo dato per la forza dello scempi di verità che senti addosso,beh vedere come si sono ri-dotti e lavorare per portarli piu vicino a te,altrimenti tu continuo a essere un ufo! 3 potremo fare un esempio concreto sulla differenza dal popolo tedesco nella cultura musicale..è evidente che siamo principalemnte ridotti a un popolo da trallerò zumpapapà..quando mai i nostri conservatori, accademie musicali, società dei concerti, sono state oggetto di largo appoggio istituzionale( fatto nn solo dei soliti nomi alla pavarotti,pace all'anima sua..gusti per business che passa anche fazio,tranne eccezioni alla ughi)tanto da far crescere un educazione all'ascolto dalla mattina alla sera di concerti su concerti come in germania?eppure al contrario è avvenuto, stadio su stadio..sanremo su sanremo..concerto di napoli compreso , orrore!!!..che per carità sono distrazioni di massa,ma nn elevano culturalmente..elevano sorpattutto economicamente..e sono strade che il popolo italiano si è trovato preconfezionato, come tante altre che culturali nn sono state e di cui solo chi sà,può far "sentire" a chi ne è ignorante e sempre piu dal tubo non digerente catodico


marco, qualche giorno fa ho scritto una e mail all'indirizzo di questa "testata" chiedendo le modalità per contattarti, in quanto sto cercando di organizzare un incontro nell'ateneo della mia città, a cui mi piacerebbe partecipassi. Se leggi questo commento, per favore fammi avere notizie in merito alla procedura da seguire. Grazie e buon lavoro


Ti risponderò più tardi, Lupo, scusa


di nulla federica , sucsa tu , ho scritto di fretta perche sto scrivendo un programma e nn ho scritto perbene a dopo:-)


# 152    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 8/10/2008 alle 13:59

a proposito di differenza tra i popoli, il 'Carta canta' di lunedì è emblematico. il popolo italiano è vittima a volte inconsapevole di bombardamenti mediatici, la verità è ribaltata, i mezzi per contrastare questo bombardamento sono pochi ma gli italiani ci mettono del loro, secondo me (poca voglia di informarsi e di cambiare idea davanti a fatti incontrovertibili che vanno contro le loro opinioni)
http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/6-ott/6-ott.html?ref=hprub


C'è da preoccuparsi se leggendo il commento di Stefano da Cork mi sono detta "quasi quasi..."? Non so quanto resisterò ancora in questo paese, ogni giorno che passa sento la tentazione sempre più forte di comprare un volo Ryanair(uno dell'Alitalia non lo avrei comprato mai e poi mai) e andarmene in Inghilterra. Il guaio è che qui rimarrebbero parenti e amici che non si capaciterebbero di una decisione simile, questo perchè la maggior parte dei miei parenti è nutrito a pane e tv, perchè Berlusconi è simpatico e ci sa fare. Perchè i comunisti sono quelli che mangiano e non combinano niente e in fondo pure il Duce qualcosa di buono lo aveva fatto. Perchè ce l'hanno sempre con il cavaliere per invidia e non perchè abbia fatto davvero qualcosa, perchè in fondo la spazzatura a Napoli non c'è più mentre Prodi non aveva mosso un dito, perchè il problema vero sono gli extracomunitari che rubano il lavoro ai cittadini onesti e italiani. Perchè il vero problema è che l'Alitalia si salvi e rimanga italiana. E così via. Allora mi ritrovo a pensare che se vi piace tanto quest'Italia ve la potete tenere, a me non va proprio giù vedere la gente ridotta a farsi la guerra tra morti di fame, che è diventata cafona e razzista. Che prega Padre Pio e intanto fa intrallazzi per non pagare le tasse. Mi ha stufato un paese dove si sputa sulla cultura e si premia la furbizia becera. Figuratevi che quando sono all'estero e mi scambiano per tedesca sono persino contenta, non è grave che ci si debba vergognare del paese dove si è nati? Quindi ciao io mi sa che quel biglietto lo compro davvero, perchè ho 25 anni e di colare a picco con chi non vuole aprire gli occhi proprio non mi va.


Ciao Marco Mi piacerebbe che tu nella prossima puntata di Annozero parlassi appunto delle vicende giudiziarie di Berlusconi, perchè veramente la maggioranza degli italiani pensa che sia sempre stato assolto e che la giustizia si accanisca su un "povero" signore che ha avuto l'unica colpa di essersi fatto da solo dal nulla. Mi piacerebbe anche che tu avessi la facoltà di intervenire con più frequenza, ma chiaramente questo non dipende da te. Un saluto. Grazie.


Tutto bene, Travaglio fa benissimo il suo lavoro e rende un servizio alla comunità come pochi nel suo ordine fanno. Soprattutto, mi conforta leggerlo e vedere che non sono io ad essere impazzito, le cose vanno davvero a rovescio. Infine, e questo non l'avrei immaginato, mi fa sentire meno la mancanza di Montanelli. Finita la sviolinata arrivo al dunque. Anche Montanelli spesso mescolava fatti ed opinioni, oscillando fra il suo essere un cronista ed un opinionista (ed a volte questo mi disorientava). A Travaglio chiederei di non mescolare però il rigore delle ricostruzioni fattuali, il vero punto forte e "distintivo" del suo lavoro, con alcuni degli sberleffi "satirici" a cui recentemente fa ricorso. Non che abbia niente contro la satira, o che pensi che un autore satirico non possa fare ottima informazione. Il fatto è che spesso questi epiteti non hanno alcuna correlazione con le argomentazioni presentate, e finiscono per distrarre ed al limite persino infastidire alcuni lettori (o almeno me). Se Berlusconi fosse un capellone alto 1,90, non sarebbe meno reprensibile. Il "Caimano" affibbiatogli da Moretti descrive satiricamente la sua attitudine al soperchio ed all'ipocrisia, è una immagine satirica (nemmeno fortissima ma tutto sommato riuscita) sicuramente appropriata. Modificarlo in "CaiNano" mi sembra solo un trucco da circo destinato a soddisfare un pubblico di bocca buona, dandogli il piacere viscerale di una grassa risata beffarda. Lo stesso per "Al Tappone". Se non ricordo male proprio Montanelli usò "Al Capone" per descrivere Berlusconi... Non faceva ridere, ma era sarcastico abbastanza da graffiare. Fra l'altro non è neanche un'idea nuova: citerò solo il "nano pelato" di Cuore nel '94 ed il recentissimo "Psiconano" di Grillo. Chi legge il lavoro di Travaglio con attenzione e costanza lo fa perchè in disperata ricerca di qualche pillola di verità fattuale. Se questo è condito con la sua ironia, va anche meglio, perchè no? Ad esempio, continuo a


Il Berlsconiancraxiano proprio non ha argomenti,per il buon Marco è facile ridicolizzarlo,poi tirare in ballo i malati terminali è una cosa di cui vargognarsi,al contrario ossigenato o altro non sono granche offensivi,anche se secondo me la parola giusta verso Facci è patetico!


Ecco qua, Lupo. È proprio sulle responsabilità che, forse, la mia idea è un po' diversa dalla tua. Spiego: tu vedi, correggimi se sbaglio, questo popolo come vittima di un potere che lo nutre e distrae attraverso il tubo catodico. Chi nega tale evidenza? Tra gli enormi, enormi danni che ha fatto il berlusconismo c'è proprio la "rivoluzione delle TV" in senso americano, poi peggiorato per adattarla ai gusti italiani, vedi veline. Però, anche altri popoli hanno lo stesso problema, ma hanno anche la BBC (non che sia perfetta, comunque): ora, perché noi no? Non credi che se il popolo si lascia imboccare sia anche colpa sua? Esempio pratico: Report esiste, ma chi guarda Report? Gente come noi, quindi l'ottima Gabanelli predica al coro- fa bene comunque. Molti sono troppo pigri per guardarlo, o troppo vittime di ideologie assolutistiche. Il motivo per cui insisto sulla scuola ( e sono noiosa, lo so) è proprio che, per me, davvero lì sta la base della risoluzione dei problemi. Questo popolo è così perché, sull'onda di una mentalità nutrita di menefreghismo, perdono per tutti, furbizia scambiata per abilità, non ha fatto i conti con la propria storia, che sia quella del fascismo o della mafia poco conta. Conta il risultato, un popolo che dovrebbe essere rivoltato come un calzino. Sarebbe ora di fare i conti, e con la banda Bassotti al governo, è molto, molto difficile. Continua


...pensare che stigmatizzare la vacuità dell'attuale Ministro della Giustizia chiamandolo Angelino Jolie sia semplicemente geniale (oltre che divertente). Perchè però trattare il lettore come uno spettatore di freak show, in cerca di qualche fenomeno da baraccone da additare e sfottere? Non credo ce lo meritiamo. Riassumendo, credo che dare epiteti sulla scorta di difetti fisici sia controproducente ed una caduta di stile. Non credo di esagerare nel dire che è un'usanza anche piuttosto infantile e riprorevole. Se avete conoscenti afflitti da difetti fisici, incluso il nanismo, chiedete loro cosa hanno provato quando sono stati apostrofati per tali difetti, e capirete perchè dico "riprorevole". Spero, Dott. travaglio, che abbia occasione di leggere queste osservazioni e trarne le conclusioni che crede. Ci tengo a complimentarmi ancora un avolta con lei per l'ottimo lavoro che ha svolto e che svolge tutt'ora. La saluto con grande ed immutata stima.


Lodo Alfano. Non mi è chiara ancora una cosa. Perché Berlusconi per salvarsi dai processi ha usato un provvedimento così eclatante come il lodo Alfano invece di ripristinare la ben più "sotto traccia" autorizzazione a procedere del parlamento?


caro marco il problema di Dipietro è che, giustizia a parte, non ha un idea compiuta di società per dire, sul referendum tenutosi in sardegna e voluto da berlusconi, allo scopo di abbrogare la cdetta "Legge Salvacoste", l'IDV ha lasciato libertà di scelta ai suoi elettori!!! qual è l'idea dell'IDV sull'ambiente? sarà quella più conveniente al momento? mistero.....


l'abrogazione della legge in questione fortunatamente non è passata...


Lupo Sull'esempio musicale, ottimo. Esatto, qui un ragazzino che studia violino o pianoforte è uno sfigato- a meno che poi non passi ai Deep Purple, che, per carità, sono ottimi ;). In Inghilterra, hanno i cori di ragazzini che pullulano come da noi gli aspiranti calciatori. Eppure noi non abbiamo avuto solo Verdi, abbiamo avuto Palestrina e Monteverdi, eravamo La Musica un tempo. Appunto, Lupo: perché? La storia diversa conta, ovvio che conta, ma guarda a quella dei Tedeschi, non è che da Prussiani a nazisti sia stata rose e fiori neanche per loro. Eppure, hanno reagito. Perché noi no? Per restare al tuo esempio, perché qui ogni tentativo di trasmettere qualcosa di diverso è fallito, e i programmi sulla classica vanno in onda nella notte sempre più profonda? Perché nessuno li guarda. Italiani brava gente? No, Italiani con la testa sotto la sabbia, più comodo. Finchè non si risolve la situazione alla base, non vedo grandi soluzioni o, perlomeno, durature. Finchè non si mette in discussione seriamente- quindi NON come fa il papa- il capitalismo occidentale, non ci si muove di molto. Ciao




Lupo, ho dimenticato dopo il ciao un :)


@ Federica 142 Ho usato nel mio post precedente (80) un termine che alla lunga, cercando il pelo nell'uovo, può dare adito a malintesi di forma se non di sostanza...ho parlato in maniera sarcastica di campo di rieducazione mentale in risposta al tuo post..se ho offeso la sensibilità di qualcuno,me ne scuso. Ho trovato un "libretto" di uno storico (classe 63) che mi sta intrigando al momento,"un piccolo strumento di sopravvivenza informata, un salvagente nel periglioso oceano dell'uso pubblico della Storia" Sergio Luzzatto-Sangue d'Italia




Ho letto oggi il dialogo fra il dott. Vespa e il dott.Travaglio su L'Unità. Ferma restando la qualità delle risposte offerte dal dott. Travaglio, l'unica sua pecca è quella di non aver stigmatizzato il gravissimo errore giuridico insito della frase "assolto per prescrizione". L'assoluzione per prescrizione non esiste nel nostro ordinamento. Eppure molti giornalisti continuano a ripetere la frase come se fosse cosa normale. Se quella frase la pronunciasse un qualsiasi studente universitario durante l'esame di procedura penale, sarebbe bocciato all'istante e, probabilmente, gli verrebbe anche consigliato di non tornare prima di qualche mese.


X fede.provo a risponderti..sei molto molto cara federica :-) sento la parola papa e mi vengono i ponfi .-) provo a dirti perche sono straconvinta e in parte lo sei anche tu( emerge la storia dalla tua lettura) , che il danno è stato fatto tagliando la parte migliore dell'identità,lasciando quindi quella peggiore "nazionale" tramite cosa?cancellazione della memoria,sostituzione di milioni di gigab con 1 solo Kb(e nn parliamo di bach contro morzart) 1 se non dai la verità della prima (non)repubblica come fai a passare alla seconda? su che fondi le tue radici?su una finzione?gli ignoranti saranno sempre piu ignoranti 2 cosa hai passato durante la prima attraverso quel tubo? e quello principale della scuola che nutrimento e in che condizioni|mezzi tecnici ha potuto svilupparsi rispetto ai modelli culoturali che stavano passando in ambienti paralleli?i bambini e i giovani per una questione di mercato li hanno sempre piu voluti a immagine e somiglianza degli adulti 3 hai ragione nel vedere la forza o la debolezza del singolo, ma il senso del gruppo lo ha fatto la mafia,la lega o il bauscia e suo emulo del berlusca..mentre l'altra parte dell'italia piu o meno al potere,quella che si chiama ora democratici ma anche quella extraparlamentare,tranne casi fuori dal coro,è o noncurante o snob!alcuni si sono sporcate le mani con gli affari, ma mai con gli ignoranti nn si è mai sporcata le mani e ha grandi responsabilità..e nn voglio sentire per primo grillo o altri che parlano di italioti, anche per questo..non sapere cogliere la necessità di dare queste identità di gruppo,è grave da parte di chi si eleva sopra la massa critica..siamo stati colpiti da un destino tragico di un invecchiamento precoce,maree di cittadini giovani e vecchi lasciati in carrozzella al delirio senile,bisogna studiare,faticare ,pensare come dirgli di buttare la carrozzella.Ciao Fede :-)


# 169    commento di   Naga86 - utente certificato  lasciato il 8/10/2008 alle 15:4

RAGAZZI ... STASERA TUTTI A VEDERE V PER VENDETTA ... MAGARI CI VIENE QUALCHE SPUNTO ... MAGARI CAPIREMO QUALCOSA ...


@ Cesare # 159 Se non ha ripristinato l'autorizzazione a procedere è almeno per due motivi. 1- tale prerogativa (per non dire privilegio) risulta alquanto odiosa al sentire comune, per quanto narcotizzato dal bombardamento mediatico. Ergo, non credo sia poi così sottotraccia e dunque difficile da far digerire. (sempre di 1000 impunibili si tratta, a fronte di 4...) 2- L'istituto dell'autorizzazione a procedere esisteva nell'originario art. 68 Cost. e fino al 1993, quando fu modificato. Per ciò stesso sarebbe stato difficile argomentare per una sua adozione con legge ordinaria, dal momento che è stata una previsione di rango costituzionale per quasi 50 anni. Cosa che invece fanno riguardo l'Alfano, travisando la sentenza del 2004 sulla Schifani. Ma credo che la Corte Costituzionale, a differenza del cittadino medio, sia ancora in grado di non travisare le sentenze da essa stessa scritte, e di ritenere tal norma certamente illegittima.
deepsix@splinder.com


E' in corso il grande processo mediatico a Berlusconi, e non c'è lodo Alfano che possa bloccarlo. Pm in capo: Marco Travaglio. Collegio di difesa: Bruno Vespa e Filippo Facci. Collegio giudicante: i cittadini lettori uditori. Ma c'è un "ma"! L'accusa si basa su una buona documentazione. Espone i fatti con sobrietà, anche con ironia: quanta basta per tener desto l'interesse. Pure la difesa sarebbe ben documentato, ma ignora i documenti e usa fantasia e fandonie. Senza riuscire a non annoiare per la banalità di stile e per l'ossessiva ripetività degli slogan premasticati dallo stesso imputato (ovviamente ogni imputato ha istituzionalmente diritto di mentire e di negare le colpe). Al triangolo acccusa-difesa-giudice fa difetto l'equilibrio tra accusa e difesa: la difesa ha a disposizione, oltre all'impressionante apparato editorial-televisivo che ben conosciamo, tutta l'informazione di RaiUno, l'ammiraglia della Rai, la difesa solo pochi minuti all'interno di Annozero, fin quando non saranno oscurati anche quelli, mai però senza contradditorio. Più equilibrio invece c'è in rete. Le sentenze correranno in rete. (rimango su questa pagina, poiché sull'argomento seguente non mi sento di pronunciarmi)


Correzione: accusa, non difesa Al triangolo acccusa-difesa-giudice fa difetto l'equilibrio tra accusa e difesa: la difesa ha a disposizione, oltre all'impressionante apparato editorial-televisivo che ben conosciamo, tutta l'informazione di RaiUno, l'ammiraglia della Rai, l'ACCUSA solo pochi minuti all'interno di Annozero, fin quando non saranno oscurati anche quelli, mai però senza contradditorio. Più equilibrio invece c'è in rete. Le sentenze correranno in rete.


@ lupo e fede bei commenti, sono molto d'accordo. ragazzi provate a dire a coloro che dicono che il nano moltiplica i posti di lavoro, che oltre agli esuberi alitalia nei prossimi 3 anni perderemo 130.000-150.000 posti nella scuola, peggiorando il servizio e rovinando migliaia di famiglie, quelle di coloro che perdono il posto, per quanto fossero già precari e quindi con il lavoro solo 9 mesi l'anno. e vi ricordo che tutte queste persone non avranno uno straccio di cassa integrazione e mobilità, che invece avranno gli esuberi di alitalia. la ministra gelmini prende IN UN MESE molto + di quanto io o un mio collega precario prendiamo IN UN ANNO. P.S. IL FIGLIO DI BOSSI FORSE NON RIFA' L'ESAME DI MATURITA' DOPO LE PROTESTE, GRAZIE ALLA GELMY. la legge è QUASI uguale per tutti, a partire dalla scuola. gente ma vi rendete conto? è gravissimo... altro che ridare prestigio alla scuola, questi hanno in testa la scuola-cepu, paghi e ti promuovono!!!!! vedete il link x approfondimenti.
http://partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2046892


A proposito della ennesima balla-bufala del nano di Arcore: "Dobbiamo assolutamente riportare l'etica nel mondo della finanza", che è davvero una perla di doppiogiochismo e faccia di culo senza precedenti, volevo proporre altre frasi che di personaggi famosi che hanno pari forza, credibilità e spessore: “Quello che amo davvero è la bontà d’animo, … e poi mi fa impressione anche solo vedere il sangue!” (Jack lo Squartatore) “Trovo il sesso noioso e ho una vera e propria repulsione per il membro maschile” (Eva Henger) “Da anni mangio uno yogurth a colazione, insalata a pranzo e una fettina di carne o del pesce la sera” (giuliano ferrara) “Ho sempre combattuto la droga a testa alta per dare un esempio forte ai giovani” (Diego Armando Maradona) “Sono una specie di Monaco Zen, mai perso la pazienza in vita mia” (vittorio sgarbi) “Ho sempre votato Rifondazione Comunista” (bruno vespa) “Sono un giornalista” (vittorio feltri) “E’ una porcheria che alcuni atleti usino il doping. Io ho sempre contato solo su un duro allenamento” (Ben Johnson) “Vado sempre in vacanza in Medio Oriente e adoro il cous-cous” (mario borghezio) “Sono un giornalista” (maurizio belpietro) “Va bene, ormai quello che è stato è stato: domani chiedo scusa e dico tutto” (giulio andreotti) “Da giovane ho partecipato a Miss Italia” (Rosy Bindi) “Pochi sanno che sono Laureata in Fisica e Astrofisica con 110 e lode” (antonella clerici) “Sono un giornalista” (mario giordano) risate amare lo so...
http://seavreistudiato.blogspot.com




# 176    commento di   ale88x - utente certificato  lasciato il 8/10/2008 alle 15:45

Mi sembra ovvio che chi è innocente si crei una protezione come il lodo Alfano mi sembra ovvio che chi è innocente ce l'abbia su con la magistratura, pur dicendo che è sempre stato assolto nei processi mi sembra ovvio che una persona onesta ritenga Mangano un eroe mi sembra ovvio che una persona onesta si tenga Mondadori... tanto a corrompere il giudice non è stato lui ma l'amico Previti MI SEMBRA OVVIO CHE QUESTA PERSONA ONESTA E INNOCENTE SIA BERLUSCONI !!!!! 1° MINISTRO IN Italia ... non è un trailer di un film ... è la realtà ... quindi "non ci fanno neanche pagare" per vedere lo spettacolo !! basta guardare la TV i giornali e le sentenze dei tribunali ... evvai !! :( ;(
http://alex88xx.spaces.live.com/blog/


OT Scusate ma non ce la faccio più, lo devo dire. A proposito di informazione... trasferitami da poco in Puglia guardo con curiosità i tg regionali di Rai3 e quelli delle tv locali (Telenorba, Antenna sud). Campeggia ovunque e comunque, più del prezzemolo, il faccione da bamboccione di Raffaele Fitto, Ministro per le Politiche Regionali neo-valletto della Lega.


A leggere o sentire quanto dicono in TV certi giornalisti schifosi, infami e prezzolati, credo che Montanelli e Biagi restituirebbero la propria tessera all’ordine.. È una vergogna pressochè TOTALE che certi miserabili “tengo famiglia”, lombrichi senza spina dorsale (scambiata insieme alla dignità con qualche “mancia” del ricco e sudicio berluscominide) svolgano tale nobile professione, ma il popolo bue subisce questa infamia insieme ad altre, perché ormai totalmente ipnotizzato - RINTRONATO dalla propaganda di regime e da certi modelli televisivi degradanti. Vedasi Emilio Fede in TV spesso ospite santificato e idolatrato in programmi RAI/Mediaset, nonostante sia OGGETTIVAMENTE ed INNEGABILMENTE il ritratto vivente del leccaculo, il classico servo sciocco, beota immane e smisurato leccapiedi. E intanto TUTTI gli ITALIANI vengono considerati MENO UGUALI di altri quattro (e tra non molto di fronte alla legge meno uguali di ministri e parlamentari).


@ marco C'è un detto indiano che dice:MAI L'AQUILA PERSE TANTO TEMPO COME QUANDO SI FERMO' A FARSI INSEGNARE DAL CORVO.


ieri sera mi accingevo a portare fuori il cane, passo vicino alla tele, sintonizzata su ballarò, e sento il mitico uolter dire che Di Pietro un giorno dice una cosa e il giorno dopo il contrario. Non ho creduto alle mie orecchie. Ma proprio lui! Lui che alla vigilia delle elezioni aveva promesso candidati senza pendenze penali. Non riesco a non pensare, qualcuno può fornire la e-mail di questo signore? Grazie.


# 181    commento di   es-senza - utente certificato  lasciato il 8/10/2008 alle 17:3

Gran bell'articolo Marco :) Finalmente vieni a Bologna ;P heheh...non vedo l'ora sia il 10!


Vespa scrive all'Unita' vs Travaglio (sul discorso dei processi di SilvioB): PROCESSI A BERLUSCONI, GLI ERRORI DI TRAVAGLIO Lettera di Bruno Vespa all'Unità Caro Direttore, su l'Unità del 2 ottobre Marco Travaglio mi scarica addosso la consueta serie di insulti che fanno godere chi dell'antiberlusconismo (e si parva licet dell'antivespismo) hanno fatto una ragione di vita, ma non aiutano a capire la realtà e costituiscono per il Cavaliere una polizza formidabile per fargli superare non solo il record di durata di Giovanni Giolitti, ormai alle viste, ma anche quello dell'altro Cavaliere, Benito Mussolini. Dibattendo a braccio con Di Pietro, ho parlato di 26 processi. Ricordavo male il numero di quelli per mafia. Come invece ho riportato nel mio libro «Viaggio in un'Italia diversa» i processi piovuti addosso a Berlusconi dopo il suo ingresso in politica sono 22 e non 15 come sostiene Travaglio. Scrivo..... RISPOSTA DI TRAVAGLIO sempre sull'Unita': MI DISPIACE, CONFERMO TUTTO Bruno Vespa continua a mentire in questa lettera, come l'altra sera a «Porta a Porta». Del resto, se la sua fonte super partes sono «gli avvocati di Berlusconi e della Fininvest», la cosa è comprensibile. I processi al Cavaliere non sono né 66, né 26, né 22: sono i 17 (non 15, come risultava da un refuso) che ho elencato nel mio articolo. Il fatto che Di Pietro, nel ‘93, dicesse che Berlusconi non pagava i partiti cash, ma con sconti sugli spot, dipende dal fatto che allora non risultavano ancora i 23 miliardi girati dalla Fininvest a Craxi tramite i conti esteri di All Iberian (scoperti solo tre anni dopo). Né all'epoca Di Pietro poteva prevedere che un anno dopo un sottufficiale della Finanza avrebbe confessato una tangente Fininvest dopo una verifica fiscale; che due anni dopo Stefania Ariosto avrebbe raccontato le mazzette di Previti ad alcuni giudici romani con soldi Fininvest; che dal '93 .... LINK ARTICOLI COMPLETI: http://www
http://generazionev.blogspot.com/


# 183    commento di   Gavino - utente certificato  lasciato il 8/10/2008 alle 17:13

Gentile (almeno con noi) Marco, ho avuto modo di apprezzarti dal vivo a Sassari recentemente e, a tal proposito, vorrei chiederti se, visto l'effetto che hai suscitato in me e che subito descriverò, la cosa ti sembra normale oppure il "difetto" sia il mio: tutto ciò che hai raccontato sul tuo libro "Il Bavaglio", e che riassumevi nell'incontro, scatenava risate ed applausi fra i più ad ogni affermazione, mentre io non riuscivo nè a ridere nè ad applaudire ma, parola dopo parola, venivo assalito da una tremenda ed indignatissima incazzatura, ad ogni passo della, per altro correttissima, tua esposizione, aumentava in me la vergogna sia per quello che dicevi che per la reazione del pubblico, anche perchè consapevole, io, che quelle risate e quegli applausi avrebbero sicuramente "appagato" la voglia di giustizia e assopito indignazione e rabbia in quelle persone e che, tornate a casa, tutto sarebbe stato come prima. La coscienza "appagata", come in tutte le vicende italiane dove le ragioni per vedere il popolo in piazza sarebbero state già per metà sufficenti, credo sia il deterrente che impedisce agli italiani di insorgere e di "fare casino" sul serio come meriterebbero buona parte dei nostri politici, e l'ironia che abilmente sai tessere nel tuo raccontare certi fatti smorza ulteriormente questo istinto che, quel giorno, penso si risvegliò solo in me e mia moglie e forse pochi altri presenti al cinema Ariston. E' mio quindi il "difetto"? Penso solo a cosa accadrebbe se certe cose le dicesse un Berlusconi coi suoi modi e il suo dispotico autoritarismo truccato da "moderato", credo che ci scapperebbe qualche morto, anche se la causa, in quel caso, sarebbe sicuramente quella sbagliata. A menzur bidere
www.renatosoru.it


marco, bellissima la serata ieri a bergamo!! cosa ne dici? si pensa che sono proprio tutti leghisti, 'sti bergamaschi. ma qualcuno che ragiona c'è anche qua, no?


Lindo vinello 39 Cantando “Lucy in the sky with diamonds”, guardo in su e vedo volare in alto la Cai, che se ne va nel cielo blu su ali pagate una cicca. Come fatta di Elle-Esse-Di, gongola e ride l'allegra cricca per aver messo nel sacco chi credeva che questo raggiro era il salvataggio della bandiera.


(migliorato) Lindo vinello 39 Cantando “Lucy in the Sky with Diamonds”, guardo in su e vedo volare in alto la Cai, che se ne va nel cielo blu su ali pagate una cicca. Come fatta di Elle-Esse-Di, gongola e ride l'allegra cricca per aver messo nel sacco chi credeva che questo raggiro era il salvataggio della bandiera.


163, Fau.Fab No, Fau fab, non hai offeso nessuno, la mia sui campi era una battuta, infatti ci ho messo l'occhiolino, ed ho capito che il tuo commento era sarcastico, infatti ti ho scritto che ho riso, e ti ho ringraziato. Scusami se non sono stata chiara, davvero, non hai offeso nessuno di sicuro, certo non me. io amo il sarcasmo. Ah, eri tu l'altro giorno, forse ieri, con la citazione di un passo di Luzzato! Ottima citazione. Ciao 168 Lupo Grazie, sei molto gentile. Posso risponderti dopo ché ora sono di corsa? tu cerca la risposta, sarà, come al solito, nella notte. :) Ciao (anche ad apolide risponderò più tardi)


Fau Fab era al 165, ops. Ciao


Visti i conflitti razziali, arrivati a livelli da ventennio Vista la crisi economica sempre più preoccupante Viste le critiche dell'Unione Europea all'arretrato sistema giuridico italiano, la cui vita è complicata dalla burocrazia nonchè da leggi atte a indebolirlo Visti tutti gli altri preoccupanti problemi IL GOVERNO HA SCELTO IL PUGNO DURO Fino a sei mesi di carcere per chiunque "graffiti" un qualsivoglia edificio o mezzo pubblico. Eh, già, si sentiva proprio il bisogno di un disegno di legge simile: ci vuole il pugno duro, con questo pressante problema che attanaglia il nostro paese!!! Non so cosa dire... Davvero... Solo rabbia e vergogna.


E dolore, se leggo al n°153... Strano destino per l'Italia, sono i migliori ad andarsene. Ho sempre amato la mia Torino, un po' meno altri luoghi come la Sicilia da dove provengono i miei parenti, non mi era mai balenata l'idea di andare all'estero. Ultimamente invece, è così tanta la voglia di andarsene... Solo mi trattengono dal farlo le persone che per me contano davvero, quelle dalle quali staccarmi sarebbe troppo doloroso. Ma non so, se basterà a tenermi qui. Ho solo 19 anni, ancora l'università da frequentare (sempre posto che possa permettermi di continuare, viste le recenti evoluzioni). Non so se dopo altri 5 o più anni di amarezze, rabbia, vergogna, avrò ancora voglia di star qui. Mi viene quasi da piangere a pensarci...


Ciao Marco, ho letto la tua replica di oggi sull'Unità alle balle all'ennesima potenza sparate da quell'insetto viscido di Vespa sui processi del nano malefico.Come al solito sei puntualissimo nello smascherare le minkiate a raffica. Ma non è di questo che volevo dirti. In qualche altro mio commento ne ho accennato:l'Unità sotto la direzione della De Gregorio è ormai irriconoscibile.Niente a che vedere naturalmente con i titoli, gli articoli, la vera opposizione fatta a questo governo di decerebrati-marchettari da Antonio Padellaro.Ad esempio l'Unità di oggi(08/10/2008)ha "confinato"l'articolo,non troppo incisivo e quasi didascalico,sull'approvazione del Dl 137/08 sulla scuola(leggasi distruzione della scuola pubblica italiana)a pag.9, mentre a pag.6 compare un bell'articolo a tutta pagina quasi sul jackpot del superenalotto di 75.000.000 milioni e passa di euro. E naturalmente non poteva mancare l'ennesimo paginone dedicato a Veltroni con tanto di foto che lo ritrae in atteggiamento di statista(sigh!!)e di TOGLI CASTAGNE DAL FUOCO al governo più indecente della storia repubblicana. Devo fare i miei sentiti complimenti a questo "egregio"direttore e alla proprietà, hanno raggiunto l'obiettivo.Ah, dimenticavo, c'era pure una intervista a Confalonieri!!!De Gregorio, facci sognare!!!!!!!!!


Segnalo che è in onda un interessante dibattito su LA7 in materia di giustizia. A Exit sono ospiti Peter Gomez, Di Pietro, un magistrato, la Buongiorno e Ghedini.




# 194    commento di   Marzia Ottaviani - utente certificato  lasciato il 9/10/2008 alle 0:9

Sono irragionevolmente irritanti … non si danno pace e continuano a fare del patetico vittimismo che purtroppo a qualcuno ancora inganna. E comunque ammesso e concesso che questi soldi, (180 milioni di €), li abbia spesi sul serio e soprattutto sempre per ipotesi che li abbia tirati fuori dalle sue tasche, in rapporto alle nostre cosa rappresenta per lui una somma del genere? Non arriverà a fine mese? Prima di parlare di cifre dovrebbe avere un minimo di rispetto in più per coloro che deruba da 15 anni e l’uomo con le meches dovrebbe cominciare a riflettere sul perché il suo capo spende tutti questi soldi in processi!!!


Proprio ora, dopo Exit, sto guardando "V come vendetta". Trovo terribili analogie con la situazione attuale italiana, specialmente per quanto riguarda la manipolazione dei media.....


Egregio sig. Travaglio, apprezzo tantissimo la sua opera di giornalista, spesso ostacolata dai vari potentati terrorizzati dalla libera informazione. Volevo dirle che credo molto nel suo lavoro e la invito a tenere duro fino allo strenuo delle forze poichè in epoche difficili come questa c'è un disperato bisogno dell'operato di grandi uomini.


Ho letto della meschina lettera del berluschino Vespa contro Travaglio(merdes as usual). Che ne scrive un'altra anche ad Aldo Grasso al Corriere. Lunedì Vespa era al TG5 delle 20.00 con la Barbara Palombella e poi alle 20.30 con le spoglie di Lilli Gruber per "portare a pascolare", come dice Travaglio, il suo ennesimo libercolo. Bruno Vespa è davvero un giornalista d'altri tempi.Sì, quelli del fascismo: le cose che racconta sono parti della fantasia e menzogne che ricordano molto da vicino il non rimpianto Mario Appelius e anche l'Agenzia Stefani.


Aggiungo al mio precedente commento una postilla: perchè i libri dell'Editore Chiarelettere non sono confezionati in una veste cartonata e presentano una confezione modesta? Essendo pamphlet di denuncia civile e politica, i costi vanno compressi, lo capisco. Ma alcuni potrebbero meritare un migliore formato. La Mondadori,un colosso, presenta sempre i libri di Vespa in hardcover o edizione strenna, che esteticamente è impeccabile. Perchè i libri di Travaglio, che vendono molto, non meriterebbero una forma migliore?




# 168 Lupo Certo che il danno è stato tagliare via la parte migliore dell'identità e della storia di questo Paese, ma - scusa la semplificazione di tutto il discorso- quale resistenza ha trovato chi l'ha tagliata? Per me, non c'è stata resistenza perché molte, troppe persone hanno scelto che sarebbe stato più comodo non farla. Non vedo un intero popolo come vittima del potere, non siamo ai tempi degli Egizi, vedo molte vittime ignare, vedo piuttosto molte più persone che preferiscono salire sul carro del vincitore, sia esso quello di un delinquente premier o del mafioso della propria cittadina. Detto ciò, vado sullo specifico- ricordo che la chiave del mio discorso è la volontà dell'individuo e ricordo che io stessa scrissi che è ormai assodato che si governa con i media, non sottovaluto quel potere, ma mi sono anche chiesta perché in Paese più civili, nel senso di educati civicamente, i media sono diversi. Lasciamo da parte quelle che ho definito vittime ignare, innocenti. Ci sono persone che, per vari motivi di estrazione sociale, sfiga di vita con troppi problemi e varie circostanze non si informano. Io sono sempre con le vittime innocenti. Non sono loro il problema. Poi ci sono i beoti, quelli che guardano il tg5 (ecc.ecc.) e le bevono tutte. Su alcuni, si può lavorare. Per niente facile, ma si tenta. Ma il vero problema è creato dai bauscia pieni di soldi che votano il berlusca perché è come loro, dai non bauscia che i soldi fingono di averli, dalle persone che non sono come lui, ma vorrebbero esserlo, dalle persone che si rifiutano di informarsi al grido di "Travaglio, La Repubblica, L'Unità, Santoro, l'Economist sono comunisti!", dalle persone che preferiscono guardare l'isola dei famosi mentre su un'altra rete c'è, che so, la storia del fascismo. Quelli sono i senza speranza e, secondo me, sono la maggioranza. Un popolo pigro abituato ad un indulto perenne per tutti gli aspetti della sua società deve solo piangere se stesso. Manca l'etica, in questo P


# 168 Lupo ... Manca l'etica, in questo Paese, e l'arte di arrangiari è diventata l'"arte" di abituarsi e cedere di fronte a ciò che si vede inevitabile, oppure, peggio, è diventata la gara a chi sia più furbo. Non c'è solo l'informazione, c'è il passaparola. Molti qui, come me, hanno provato a parlare con i berlusconiani. Quanti successi, onestamente? Su un punto c'è totale sintonia, comunque. Che si debba continuare a tentare di svegliare questo popolo. Il mio metodo l'ho già detto. Scusa il polpettone di discorso, e avrei voluto aprire una parentesi altrettanto lunga sul perché, secondo me, il Paese si è affossato da sé e ha seppellito il suo lato migliore (per Giove, noi eravamo quelli del Rinascimento) senza una lacrima. Ma mi sono autobloccata. P.S. sei molto gentile, non stupisce da una gandhiana (io pure), ma ti prego, non chiamarmi Fede... non so se mi spiego. Inoltre, sono agnostica. ;) Ciao, Lupo


# 202    commento di   bluemarini - utente certificato  lasciato il 9/10/2008 alle 1:49

Ciao Marco, ero presente al tuo intervento a Gubbio, ma non ho avuto modo di prendere parola. Il signore davanti a me, il simpatico sosia di Previti col golfino rosa, che, ferito nell'orgoglio, ha abbandonato la sala al grido acido di "buonasera, democratici", aveva già rubato troppo tempo alla collettività. Per questo scrivo due righe di commento non sia mai che ti ci scappasse di rispondermi. Tu hai dipinto con un agghiacciante realismo l'Italia che incorona il visionario sogno di un venerabile essersi realizzato in ogni suo minimo dettaglio. Il problema, come sai fin troooppo bene, è che quel sogno si chiama "Piano di Rinascita Democratica", che, per chi non lo sapesse, è stato scritto nel '72 da un tale che vive appena fuori Arezzo, a villa Wanda. Ciò che avrei voluto chiederti di persona se quel simpatico signore non avesse fatto tutta quella manfrina, è: Qual'è la soluzione che tu vedi di fronte a te come uomo, come cittadino, per ribaltare questa realtà così avvilentemente affermata ed inattaccabile? O, più semplicemente: ADESSO CHE FACCIAMO?!???! Un abbraccio, grazie per quello che fai. Diego Marini
www.myspace.com/bbquartet




@131 Elisa Castelli "quell'illuminato che parla di economia di scala plisv (...) se per caso riesce a connettere due neuroni" Ecco, giusto per attivare neuroni, ti rendo noto che l'illuminato che ne ha parlato per primo si chiama marco travaglio. Io ne ho parlato al plurale. "se ha mai sentito nominare la DIVULGAZIONE" si, grazie comunque di avermi ricordato l'esistenza di questa parola. "un discorso politico è tanto più efficace quante più persone può raggiungere". Concordo, ad esempio le "adunate oceaniche" insegnano. Il problema è però il cosa si dice.


Caro Marco, Grazie per aver risposto alla mia domanda su Di Pietro (non ero stato io a insinuare che non volevi rispondere, ma un altro di cui non mi ricordo il nome ora). Mi ricordavo della prefazione di Se li Conosci li Eviti, ma non ero sicuro che la questione fosse la stessa, inoltre mi sembrava giusto rinfrescare la memoria, date le accuse che sono state fatte a Di Pietro. Grazie ancora Lorenzo


Ciao Marco, ho trovato questo titolo: Sorpresa nel decreto Alitalia: reati non perseguibili se non c'è il fallimento Ad accorgersene per prima Milena Gabanelli, l'autrice della trasmissione Report Il governo salva Geronzi Tanzi e Cragnotti Il link è: http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/economia/parmalat-richiesta-pm/norma-salvaprocessi/norma-salvaprocessi.html


le ultimeballe del nano: il 3% del pil in un fondo comune senza spiegare chi mette quei soldi (noi è chiaro) senza dire che il pil, per esempio del 2008 è questo http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/0/0e/ItalianPIL_96_08.JPG tra l'altro, notare come i pil peggiori o i corlli peggiori siano proprio negli anni dei governi del berlosca mi sembra un po' difficile metter da parte il 3% di un numero negativo e non serve il nobel in matematica per dirlo ma nessuno glielo fa notare a meno che, anche il fondo, non lo si trasformi nel solito fondo a perdere, di cui il governo sta facendo bagordi distribuendo qua e là, ma tagliando investimenti per scuola, ricerca, salute, ecc.


Il Corriere della Sera continia nella sua opera di cane da riporto: leggo con conati di vomito il seguente articolo http://www.corriere.it/politica/08_ottobre_09/roncone_bagablino_show_berlusconi_b1802660-95c8-11dd-86ba-00144f02aabc.shtml su Berlusconi con i buffoni di corte del Bagaglino, le sue rassicurazioni sull'economia, le sue 'barzellette' stomachevoli. Non posso credere che la gente lo guardi con rispetto, lo voti, lo ammiri. Sono allibito.


Marco! Marco! Marco! ieri sera, guardando Matrix....mi è venuto in mente un soprannome per il fido Mentana, che sbavava davanti alla Carfagna, pensando a maggio o settembre(non faceva molta differenza per lui): Tom Tom Mentana!! (dio mio ridevo da solo, già vedendolo scritto in un tuo blog....oddio) ok dai ora divento serio lo giuro. provo a lavorare, come dice PierMerda: obbedire, credere, Produrre!


OT ho visto corrias a exit grandissimo. Se incontrassi Ghedini di notte probabilmente morirei di spavento


# 210 nicola Intendi forse Gomez? Comunque, è bello vedere le prime crepe nella difesa della roccaforte di Berlusconi (come la piccola crepa nel film "Mamma mia", crepe che va avanti e che alla fine scoppia con effetto devastante). Metti insieme l'altra crepa, Paolo Guzzanti che, novello Bruto ("anche tu, Bruto?"), ha dato una pugnalata (metaforica) al novello Cesare. Lo stesso Cesare che al Bagaglino fa il suo show da irresistibile amicone - strappando urla di eccitazione alle donne in sala (v. il post sul Bel René). Fa come Charlot nel "Grande Dittatore": Adenoid Hynkel e nello stesso tempo il barbiere ebreo, il boia e l'impiccato. In altre parole: il despota nella prassi di govenro, il charmeur, simpaticone e buffone per lo spettacolo. Anche Nerone cantava, accompagandosi sulla lira.


(Versione riveduta:) Comunque, è bello vedere le prime crepe nella difesa della roccaforte di Berlusconi (come la piccola crepa nel film "Mamma mia", crea che va avanti e che alla fine scoppia con effetto devastante). Metti insieme l'altra crepa, Paolo Guzzanti che, novello Bruto ("anche tu, Bruto?"), ha dato una pugnalata (metaforica) al novello Cesare. Lo stesso Cesare che al Bagaglino fa il suo show da irresistibile amicone - strappando urla di eccitazione alle donne in sala (v. il mio post sul Bel René che incanta le donne). Fa come Charlot nel "Grande Dittatore": Adenoid Hynkel e nello stesso tempo il barbiere ebreo, il boia e l'impiccato. In altre parole: il despota nella prassi di goverNo, il charmeur, simpaticone e buffone per lo spettacolo. Anche Nerone cantava, accompagandosi sulla lira.


http://it.youtube.com/watch?v=j5mgNpIMlkE ragazzi lo so che nn ci azzecca nulla con il discorso del nostro Marco...ma questo video dovcete guardarlo...anzi spero che lo guarderà lo stesso Travaglio perchè è favoloso...andrebbe fatto beglio...ma è geniale,,,GRANDI ELIO E LE STORIE TESE! MARCO MARCO,,,SEI IL PROTAGONISTA....


Ieri sera, nonostante l'ora, ho guardato tutto il film "V come Vendetta". Al di la' della qualità del film, secondo me ottima, è un film da guardare anche per i contenuti. E' difficile non vedere le analogie con la situazione attuale italiana, con la sua lenta deriva verso un regime tanto subdolo quanto silenzioso. Impressionante come viene descritta la manipolazione delle notizie attraverso i media, specialmente la televisione. L'applicazione della strategia del terrore e dell'intolleranza sono inquietanti e fin troppo attuali, ricordano certe campagne di informazione di questi mesi. Credo davvero che la nostra libertà di pensiero sia in pericolo. Ne consiglio la visione a tutti.


@ nicola #210 Ieri sera ad Exit c'era Gomez, non Corrias. Nulla da eccepire invece sul commento a Ghedini


Sembrano macchine fatta apposta per rapinare alla luce del sole: grosse aziende, compagnie, banche ecc. Per anni vanno a gonfie vele, un gran bel vedere, ma è tutto un bluff: falliscono, non producono che grandi buchi neri, voragini, ground zero, ma - magia!!! - alla fine rimangono i ridenti ultimi, più che manager, maghi della truffa alla "Stangata" ("The Sting") con le tasche gonfie di dollari e euro, i grandi rapinatori del Duemila dai colletti bianchi, non puniti ma riveriti. Facce da poker, facce da bluff, facce di bronzo! E se qualcuno reclama, non incassa altro che lo sfottò dei complici dei manager maghi: è tutta invidia. Le legge sono troppo vecchie e inadeguate per punire i truffatori e rapinatori moderni?


Grazie marco...grazie per tutto quello che fai....questo schifo di paese ha bisogno di gente come te....preciso schifo di paese grazie ai politici che ci hanno governato e hanno portato solo lo sfascio e la corruzione.....un saluto a tutti quelli che la pensano come noi....per il leccaculo del nano-padrone un vaffa detto alla maniera del grande grillo


caro marco, ti vorrei proporre una cosa, che secondo me sarebbe molto interessante: Una bella indagine, giornalistica, sul comportamento avuto dal nostro governo durante e dopo l'attacco della Russia alla Georrgia. Personalmente ritengo, che i nostri "grandi strateghi" di politica estera, dal Ministro Forattini al nostro amato Jake-in the-box e via via con tutti gli altri yesman, abbiamo tenuto un tipico comportamento italico; cioè siano stati nel mezzo del guado senza prendere una posizione netta, come invece hanno fatto altri stati europei. Mi è sorto questo dubbio dopo l'aver sentito parlare il ministro degli esteri russo, il quale lodava, se così si puà dire il nostro atteggiamento sinceramente mi è puzzata molto la cosa. ti ringrazio. ludovico p.s. continua così!!!


Sì è vero, c'è della gente che è completamente disinformata e spara delle scemenze senza confini. E per quello che ci ritroviamo questo criminale mafioso di psiconano, che continua a dire fesserie in tv e a fare figure orribili, con quel sorriso da ebete pseudoviscido; alla guida del paese. L'ignoranza purtroppo domina l'Italia. Per fortuna ci sono giornalisti come voi. Grazie ancora.


Sì è vero, c'è della gente che è completamente disinformata e spara delle scemenze senza confini. E per quello che ci ritroviamo questo criminale mafioso di psiconano, che continua a dire fesserie in tv e a fare figure orribili, con quel sorriso da ebete pseudoviscido; alla guida del paese. L'ignoranza purtroppo domina l'Italia. Per fortuna ci sono giornalisti come voi. Grazie ancora.


Hai ragione Roland era Gomez. Comunque la faccia della Bongiorno quando ghedini diceva le cazzate che ha detto era uno spettacolo


x 200 e 2001 "FEDERICA" (scusa l'abbreviaz ..sono stata imperdonabile ehehhehe .-) ) oltre la musica , ho delle mie "fisse", una delle quali è pasolini,figura cristica per antonomasia nel significato più profondo del doppio lato croce/"passione" e di cio' che ti fa vivere e morire..seguo quindi e sento ogni tua parola delle analisi su questa gente italica proprio con lo stesso dolore che si può dire secoli luce fà ma anche solo ieri e domani,diveva pasolini peraltro vissuto quando nn aveva ancora potuto vedere appieno le conseguenze di televisione e consumi di massa e famosa "fama e successo" da stronzate,ma..ma li visse tutti come in anticipo e rifutando a un certo punto l'ignoranza atroce di questo paese e i suoi nostri"fratelli d'italia".Forse ebbe parole molto piu accese di quelle che leggo anche qui, come sento nei luoghi nn di rete contro i nostri stessi "parenti" d'italia..ma non semplicemente "italioti",molto articolate cosa che sicuramente non hai fatto tu con questo tuo scritto e altri tuoi modi di porti..la mia allergia è però diversa a quei parenti ignoranti ,amici cnsapevoli e non ,dei "fratelli" che contano e che contano sull'ignoranza stessa per fare da sempre meglio e di bene in meglio le loro zozzerie materiali e immateriali-La mia allergia non si da tregua, al proprio interno banale e semplice, che abbia vinto l'ingnoranza e il destino tragico legato a questa, nel paese dei parenti e fratelli d'italia.Non giustifico un modo di essere che è di non scegliere di essere o di scegliere di avere e di non scegliere di non avere e di non essere..dico solo dentro di me e fuori di me nelle relazioni con i miei simili ognigiorno affannosamente quale sia il riparo per tutti questi danni,possibilmente non violento per ottenere qualche risultato che ci renda "piu ricchi tutti" un filo , anche solo un filo di più di come è andata finora- grazie del tuo modo di essere!!!:-)


errata corrige "cosa che sicuramente hai fatto tu"


Lupo, che aggiungere? Sono d'accordo, ti ringrazio, ora devo scappare, scusa, ma ci si "vede" di là. Ciao :)




L'italia purtroppo rispecchia la sua classe dirigente da cui è stata plasmata. Noto come questi argomenti interessino solo pochissime persone sulla totalità della gente che al bar parla d'altro: calcio, gossip, scommesse ed altro vanno per la maggiore oggi; pertanto nonostante si dibatta su prescrizioni, assoluzioni e leggi ad personam la maggior parte della gente non sa neanche cosa sia una prescrizione perchè non si interessano di questi argomenti. É un punto fondamentale su cui riflettere per cercare di cambiare questo stato di cose. Quante persone riescono a leggere ed a comprendere quello che scrive Marco e tanti altri bravi giornalisti sui quotidiani?Pochissimi un elite se è vero che 8 italiani su 10 nn leggono quasi mai. La vera sfida del futuro, come sostiene Beppe grillo già dal 1997, è la cultura da cui deriva la curiosità per l'informazione e per quello che accade nell'emisfero socio-politico. Anche nel mio gruppo noto, nonostante cerchi di portare all'attenzione questi argomenti, la volontà di appassionarsi ad argomenti vacui anzichè riprendersi la propria libertà e vivere in un paese più onesto. Unica soluzione: PARLARE PARLARE PARLARE di tutto ciò sperando che quelcosa nelle menti della gente si attivi...


@lupo 222 @federica 224 bello questo vostro scambio. E' una delle cose principali di blog come questi che partendo da un articolo si commenta e si discute l'oggetto presentato ma ci si puo' anche confrontare su altri livelli e crescere assieme. Mi e' sempre rimasta impressa una frase che un anziano del mio paese mi ripeteva quando ero un ragazzo (notare che aveva fatto la 3a elementare). Cerca, mi diceva, di andare a letto ogni sera un poco meno stupido di quando ti sei alzato al mattino. Questo si puo' raggiungere con grandi imprese o con piccole cose, a volte basta un gesto, una frase letta, uno sguardo. Aggiungo io, a volte basta frequentare un blog cosi. Da parte mia grazie veramente. ciao


PARLARE PARLARE PARLARE: Certo MAurizio (# 226), l'esempio viene proprio da lui, il Grande Comunicatore Navigato (persino letteralmente) che vince tutto, parlando parlando parlando, come ha fatto anche ieri nel suo show improvvisato al Bagaglino, strappando consensi e urla di eccitazione (forse erotica) da parte della donne, così da poter lanciare la sua trionfale domanda retorica finale col suo ghigno da squalo: "Ma vi sembro un dittatore io?". Ha ragione, quando fa il buffone, non lo sembra. Ma lo è. Che è peggio. Solo che - PARLANDO PARLANDO PARLANDO - alle sue fandonie occorre contrappore la verità.




PER CHI HA PIù DI 50 ANNI : "SILVIO BERLUSCONI E' ONESTO" "GIUSEPPE SARAGAT E' ASTEMIO" "TAMARA BARONI E' VERGINE"


# 231    commento di   Enne_2 - utente certificato  lasciato il 9/10/2008 alle 19:44

Anche se questa non è la sede adatta, vorrei rivolgere due domande per Marco Travaglio. Cosa è cambiato veramente nel quotidiano l'Unità? E come mai, secondo te, sul sito web dello stesso quotidiano non c'è più il link a "Ora d'aria" che prima compariva nel riquadro "l'Unità in edicola", a sinistra della homepage? In bocca al lupo, Marco, sei un Grande!




Un appello: INFORMIAMO LE PERSONE SULLA 133/08 (EX DECRETO TREMONTI"). Noi studenti da soli non possiamo sfondare questa omertà. tutto il sistema universitario è in pericolo. Alcune università sono in subbuglio e nessun telegiornale ne parla. I ricercatori hanno interrotto le lezioni e i docenti hanno deliberato la sospensione didattica nelle facoltà di alcuni atenei. NESSUNO NE PARLA. Questa legge criminale vuole degenerare il sistema universitario trasformando le Università in fondazioni private dipendenti da finanziamenti privati minando profondamente l'autonomia del sistema e l'indipendenza della ricerca. una preghiera:INFORMIAMO!!


temo ci sia un errore tra i "PROSSIMI APPUNTAMENTI": Annozero è tutti i giovedì, non martedì. "Tutti i martedì alle 21.05 su Rai Due Marco Travaglio partecipa al programma condotto da Michele Santoro "


Daniele Pelizzari Daniele, il consiglio dell' anziano signore che citi è una piccola frase di enorme saggezza, e apprezzo anche il tuo commento successivo. Grazie a te. Ciao


Forum di discussione sul fenomeno "Gomorra" e sui plagi di Roberto Saviano forumgomorra.blogspot.com


Travaglio, ma perché dopo tangentopoli e grillo-rizzo-stella vince sempre berlusconi le elezioni?


Per 230 Hai dimenicato: "L'ASINO VOLA"!



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti