Commenti

commenti su voglioscendere

post: La scuola, le banche, la Gelmini

Da Vanity Fair, 22 ottobre 2008 Sono belli e allegri i cortei di questi giorni contro la riforma della scuola ideata dagli staff dei ministri Tremonti & Brunetta e poi passata sotto banco, durante l’intervallo, alla ministra Mariastella Gelmini , che a ogni interrogazione in pubblico, e con notevoli occhiali, la difende a memoria. Sono belli, allegri e irriverenti, come è giusto che sia (“taglia taglia e il bambino raglia”) in omaggio, anche, alla giovinezza. Sono persino educati. Infinitamente più educati di quanto non lo siano gli adulti , non solo i politici, che stanno (che stiamo) furiosamente scassando il mondo, incapaci di distribuire un po’ di riso, un po’ di medicine, un po’ di acqua pulita, un po’ di contraccettivi per alleviarne la deriva. Ma capacissimi di ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 387    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 17:16

ma soprattutto watchdogs è grasso...


# 388    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 17:18

e io sono pure immune... non ho gli anticorpi...i serpenti c'ho! eheheh


Devo dire che ormai i due "maggiori esponenti degli schieramenti avversi" giocano a chi si contraddice di più. Inizia il dialogante sostendo che la piazza è importante e scenderci è un dovere, peccato che non la pensasse così a Maggio, o forse per lui quella chiamata Navona non è una piazza. Ma 1816 nel dichiarare che non si deve scendere in Piazza, forse dimentica che nel pur brevissimo ultimo governo Prodi ha chiamato a raccolta i suoi per ben tre volte, addirittura a difesa della famiglia (quale non si è mai capito). Inoltre dichiarò che ormai solo i suoi elettori erano gli unici a scendere in piazza. Beata coerenza




# 391    commento di   gattailcuscino - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 17:29

@a tutti devo abbandonare il paese per forza per vivere devo abbandonare il paese per ora vivo qui è chiaro che vorrei amici ed amiche spero in olanda d'avere un amore una vita è tutto ok voglio solo vivere ed in italia nn m'è permesso sono punk voglio essere una punk figa e stare bene sono normalissima io basta , nn è un segreto , ciao a tutti
http://blog.libero.it/olandaforever


@ marco da napoli Cossiga non delira, ma ripropone ad alta voce vecchie strategie già sperimentate (gladio e varie)ed è questo che è scioccante! solo un esempio. quando a torino, nel luglio del 62, durante la storica vertenza tra Fiat e sindacati la Uilm rompendo il fronte sindacale e tradendo le promesse di chi rappresentava firmò l'accordo contro il parere dei lavoratori ci furono disordini in pzza statuto e una folla nervosa tentò di occupare la sede della Uilm. Ci furono spari, tafferugli e cariche tra carabinieri e popolazione civile. Nella folla agivano però anche persone in abiti civili, indistinguibili dalla popolazione e pronti a dare una mano alle forze dell'ordine, anche se casomai questo significasse aumentare il livello dello scontro e insieme il disordine: erano parte di un'organizzazione parallela pronta ad intervenire con mezzi, più o meno leciti, per soffocare la protesta della gente. mai sentito parlare di "piano solo"? terrorismo strumentalizzato per legittimare una brutale repressione della popolazione...già visto (personalmente almeno a Genova coi famosi blackblok e i gloriosi episodi di bolzaneto e diaz e Carlo Giuliani), ma queste faccende mi sa che hanno radici ben più lontane vedi la strage di portella della ginestra nel primo dopoguerra. Per chi vuole approfondire vedi:”Sragioni di stato” Camillo Arcuri, bur2006. Tagli alla scuola finanziamenti alle banche: questo si vede a occhio nudo!!!!


# 400 commento di Gabriele Borsoi Meno male che c'è chi sa sempre tutto... Sottovaluti gli studenti un pò troppo...


Meno male che ci sei tu che mi tranquillizzi, io oggi a sentir certe cose sono stata un pò male. Meno male che c'è anche fi altrimenti starei qui tutto il giorno... ciao


# 395    commento di   gattailcuscino - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 17:32

per fibra ok nn è un segreto , ciao , cri fibra , vivo e vivo bene solo perchè so che posso e devo espatriare , nn posso dirti perchè via internet vorrei parlare con qualcuno ma in italia m'è impedito , tranqui , nn mi possono chiudere in una scatola nn sono un pupazzo , cri


Berlusconi: «Mai detto polizia nelle scuole Divorzio tra informazione e realtà» La Russa: «Le parole del premier non avranno seguito» Il Pd: «E’ lui divorziato dalla realtà». L’Idv: «Smentisce se stesso» PECHINO (23 ottobre) - Il premier Silvio Berlusconi fa retromarcia e nega di aver mai evocato l’uso della polizia per sgomberare le scuole e le università occupate dagli studenti che protestano contro la riforma Gelmini e i tagli agli atenei. «Io non ho mai detto né pensato che la polizia debba entrare nelle scuole - ha rettificato oggi da Pechino dove si trova in visita il premier -. Ho detto invece che chi vuole è liberissimo di manifestare e protestare ma non può imporre a chi non è della sua idea a rinunciare al suo diritto essenziale». «I titoli che ho letto venendo qui, che parlano di Polizia nelle scuole, non sono condivisibili, sono un divorzio dalla realtà», ha affermato il premier. «Ho detto soltanto - precisa Berlusconi - che lo Stato non è più legittimato ad essere Stato se non garantisce ai cittadini i propri diritti. Tutti hanno il diritto di protestare, ma non quello di impedire di andare a scuola a chi non vuole protestare». E Berlusconi ha sostenuto di «sentire come un preciso dovere del governo quello di garantire i diritti dei cittadini». «Con tutta la preoccupazione e la necessaria “leggerezza” che il caso ritiene, non possiamo non intervenire e sottrarci così al nostro dovere». «Volete manifestare in piazza? Siete i benvenuti - ha affermato ancora Berlusconi - ma almeno non sparate bufale sul numero. Di solito, si moltiplica per 25 l’entità dei manifestanti». per me il Nano è un pazzo


..Vuol far vedere ciò che non c'è. Inventa la strumentalizzazione dei bambini da parte di genitori e insegnanti irresponsabili. Proprio lui, che nei suoi programmi televisivi ha mostrato per anni piccoli mostri, portati lì da genitori ancora più mostri, a esibirsi in spettacolini disgustosi in cui bambini vestiti da grandi venivano invitati a dar prova di abilità e virtuosismi scadenti. Vuole provare a costruire estremismi inesistenti per scatenare l'infinita potenza dello stato. Come ha costruito la paura diffusa sulla base di una campagna martellante..Questa mobilitazione appena nata in difesa della scuola pubblica non solo è distante mille miglia dall'illegalità ma è davvero poco interessata alla contrapposizione politica tra le due coalizioni. Da tempo i partiti hanno perso il loro fascino e il richiamo all'identità politica ha scarsa presa. Basta andare in qualsiasi assemblea studentesca.E sostenere che si fa avanti un nuovo pericolo sociale è del tutto impossibile di fronte alle lezioni in piazza, come quelle di fisica davanti a Montecitorio i giorni passati..Berlusconi vede fantasmi. La cosa avrebbe solo rilievo clinico se non fosse che la televisione può crearli. E con la televisione a Palazzo Chigi il timore è realistico.Allora diciamo subito che se con l'allarmismo irresponsabile il governo vuole spingere un movimento pacifico verso l'illegalità ha sbagliato di grosso. Il movimento rifiuterà questa prospettiva indotta e comincerà a ricordare ancora una volta che proprio il capo del governo ha cominciato le sue legislature con la legalizzazione di una sola illegalità: la sua. http://temi.repubblica.it/micromega-online/221008-scuola-berlusconi-tra-allarmismi-e-menzogne/


per me ha seguito il consiglio o meglio la minaccia di cossiga quindi okkio comunque finchè non ritirano la legge, come in francia, sono tutte chiacchere.


# 399    commento di   Marzia Ottaviani - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 17:40

Sempre più dittatura!!!


# 400    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 17:45

@ 404 magari segnalami ste cose così stiamo male insieme e fa meno male...che faccio 8200 cose contemporaneamente e non riesco a star dietro a tutti i mali!E che oggi mi sento le spalle più forti...oggi ho aiutato una cavalla a partorire, e non c'è niente di meglio che vedere arrivare la vita tra le tue mani, per stare meglio! ciao


@400: E tu pensi davvero, che la gente che ha rimandato su il nano, fosse convinta che questa volta, avrebbe fatto gli interessi del paese? Per quanto riguarda i telegiornali...in quale pianeta hai vissuto fino ad ora?


un pò d'ansia, adesso metto un pò di musica e mi passa. ciao frà ciao a tutti: pian pianino, anche senza leggere il decreto anche gli studenti da qui qualcosa CI capiscono :-)


Watchdogs, leggo con molto ritardo: "80 anni spesi male, un peccato che abbia vissuto così a lungo e che non ce lo siamo levato dalle palle prima, ma si sa, sono sempre i migliori ad andarsene." Complimenti, o non ho afferrato l'ironia? sai, mi manca sense of humour... PS sui docenti che indottrinano gli studenti: se lo fa una maestra con i bambini delle elementari, non ho parole ma solo disgusto, se lo fa un professore di liceo beh...anche io al liceo avevo una prof di filosofia che vaneggiava su come si stesse bene in Unione Sovietica, ma credo che a 16-17 anni un ragazzo, se non è in grado di farsi un'idea da solo delle cose è meglio che vada a cagare, visto che ha l'intelligenza e gli strumenti per verificare se ciò che gli dice il professore è la verità o solo un mucchio di merda. Saluti a tutti e...dite a Federica che ritorni a postare




# 405    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 17:55

Nico)))la, lasciami perdere, sono un troll :)


Anni fa, (precisamente autunno del 1994) andai, giovincello di 5° Liceo, a Bologna per una manifestazione contro, anche allora, il mistro della Pubblica Istruzione. Il giorno dopo una professoressa di matematica, gran sostenitrice della nostra partecipazione, interrogò due ragazze che avevano OSATO disertare: due ore di fuoco di fila e scontato "4" per entrambe. Mi guardai allo specchio e mi sentii una merda: il giorno dopo ancora mi ofrii per essere interrogato e risposi volutamente male. La prof mi diede "5" (e non "4") e chiese: "Cos'è successo Nicola? Di solito sei sempre pronto..." ed io risposi: "Sa prof, sono andato a Bologna l'altro ieri, non ho studiato. Ma stia tranquilla che non succederà più..." Detto questo: la riforma Gelmini la trovo assai pasticciata e poco chiara, attendo un chiarimento dalla ministra


Mistro= Ministro, managgia a 'ste tastiere del c@#&o!


# 416 commento di Nico)))la Che bella parabola...


Ecco cosa succede ai politici insignificanti, incapaci e mediocri come Sarah Palin in un paese come l'America pieno di contraddizioni ma con i giornalisti con le palle http://rawstory.com/news/2008/Pfotenhauer_cant_name_vice_presidents_duties_1022.html Noi invece i politici insignificanti, incapaci e mediocri li facciamo presidenti, ministri, senatori, deputati....






# 421 commento di Testuda - lasciato il 23/10/2008 alle 18:6 I ragazzi nn sono ipocriti come i politici...


Berlusconi da Pechino: mai detto nè pensato all'intervento della polizia nelle scuole. BUFFONE!!!!!!!!!!


Dire, smentire. Mobilitare la polizia. Ma avete interpretato male! Non mobilitare! .... Siamo alle solite prese per.... Così lo disegna Molly Bezz: http://farm4.static.flickr.com/3285/2965312477_b6b819d167_m.jpg


"Mai detto polizia..." Avrà detto "forze dell'ordine", pensando alla nettezza urbana... o ai pompieri (per via dell'incedio di cui parla Cossiga)


Avvertimento al silvio navigante: occhio che gli scogli sono duri!


in c'è dio vai roland con i tuoi refusi sbizzarisciti come sai fare solo tu poni lo scoglio e infrangi le tue onde


Non vorrei difendere il Presidente del Consiglio, ma lui ieri ha parlato di forze dell'ordine, era chiaro che non si riferiva alla polizia o alla celere ma alla forestale piuttosto che ai nuclei antirandagismo o similari. Siete sempre i soliti comunisti prevenuti


Sono contraria alla riforma della scuola primaria, al taglio dei finanziamenti e dei posti... ma non intendo scioperare, perchè: - non intendo regalare i miei soldi a Brunetta - non si protesta quando il decreto è già all'esame del Senato - questi sono gli stessi del G 8 a Genova...... Bisogna pensare a diverse forme di contestazione...andare a scuola con la febbre...insegnare matematica anche se per tantissimi hai ti sei specializzato in altro... allora sì che la scuola funzionerà............................ Chi ha deciso di scendere in piazza sabato prossimo, avrebbe fatto bene a impegnarsi di più nella campagna elettorale dello scorso aprile… ora sarebbe diverso…..un'insegnante semplice


Stasera Veltroni sarà ospite ad Anno Zero. Con lui ci saranno anche Cota della lega e Nicola Porro del Giornale. Chissà se Travaglio gli farà qualche domandina...


vedetevi su youtube Mariastella la calabrisella.Sparlando con astio dei collaboratori scolastici affiancono il nemero dei carabinieri in italia omettendo di aggiungere all'elenco:guardia di finanza, polizia di stato, guardia forestale, ranger's regionali, polizia provinciale, vigili urbani, delegati di spiaggia.viva l'itaglia


Brutti komunisti malpensanti: quando Scilvio ha detto che avrebbe dato istruzioni dettagliate a Maroni sull'impiego delle Forze dell'ordine per evitare i disagi nelle università, si riferiva ai Vigili urbani che andranno a regolare la circolazione di auto, moto, risciò, tricicli, monopattini, skateboard etc, etc. che potrebbero intralciare il regolare transito dei manifestanti nelle aree intorno alle università! Questa è vera informazione...non le vostre bieche insinuazioni sull'autoritarismo di Scilvio! Cribbio!


cmq per chi vuole leggere e farsi un'idea più chiara dell'atto secondo (dopo l'atto primo, in arte letizia moratti)sullo smantellamento della scuola qui sotto c'è il link al decreto legge 133. http://www.camera.it/parlam/leggi/08133l.htm Anche se di porcate sulla scuola la gelmini ne ha firmate parecchie e tutte scritte da tremonti. Tra le altre spicca il disegno legge 1634 di settembre 2008 (tagli e assurdità assortite sul sistema scolastico)e la proposta 3423 di febbraio 2008 (su allargamento del precariato e privatizzazione etc...). buona lettura!!


Sta pensando ad un modo spiritoso per convincere gli studenti. Vediamo un pò: il gioco aperitivo, karaoke, o che altro. Si sa che andando avanti con gli anni si ricorda meglio il passato e si fa più fatica a ricordare il presente. Crede forse di essere in uno dei villaggi turistici dove all'epoca faceva l'animatore. Ma nei villaggi la gente è in vacanza ed è più incline al divertimento. Nel villaggio Italia ci girano i c......i. Ritornasse a cantare canzonette ed a godersi il suo patrimonio.


VOLEVANO MANDARE LA POLIZIA NELLE SCUOLE, E' FINITA CHE GLI STUDENTI LI SONO ANDATI A PRENDERE DAL SENATO :)


VOLEVANO MANDARE LA POLIZIA NELLE SCUOLE, E' FINITA CHE GLI STUDENTI LI SONO ANDATI A PRENDERE DAL SENATO !!!!!!!


VOLEVANO MANDARE LA POLIZIA NELLE SCUOLE, E' FINITA CHE GLI STUDENTI LI SONO ANDATI A PRENDERE DAL SENATO !!!!!!!


VOLEVANO MANDARE LA POLIZIA NELLE SCUOLE, E' FINITA CHE GLI STUDENTI LI SONO ANDATI A PRENDERE DAL SENATO !!!!!!!


VOLEVANO MANDARE LA POLIZIA NELLE SCUOLE, E' FINITA CHE GLI STUDENTI LI SONO ANDATI A PRENDERE DAL SENATO !!!!!!!


gli italiani hanno i politici che si meritano....potrebbe non essere vero se ci fosse capitato berlusconi cosi' piombato dal nulla,ma sono anni ,anzi decenni,che veniamo governati da gentaglia che genera e promuove gentaglia e noi niente. Tantissime volte Travaglio e altri come lui hanno detto che in un paese civile certe situazioni non si vedrebbero mai, che chi viene sorpreso a fare certe cose nel pubblico, nn viene protetto e promosso ma rimosso e condannato... Non c'e' che dire ci hanno allevato ed educato proprio bene.


# 431    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 19:20

@ Elena Io non so tu, ma io non credo di essermeli meritati...


Cosa intendeva Berluscioni per "avviso ai naviganti"? Voleva forse mettere in guardia in modo implicito chi s'informa ed informa su internet? Troppa libertà di informazione? Visti gli sforzi mediatici monumentali che ha sostenuto, come dargli torto? Esportiamo la democrazia all'estero con le guerre sottraendo denaro alla scuola pubblica e qui da noi....regime?


Dall'Ansa:Mentre in Italia la protesta degli studenti monta come un fiume in piena, da Pechino Silvio Berlusconi prova ad arginare: "Mai detto né pensato che la Polizia debba entrare nelle scuole". Ma non è un dietrofront, quello del premier, che anzi ancora una volta punta il dito contro i mezzi di informazione, rei di descrivere l'inesistente. Nessuna marcia indietro, dunque, perché esiste il "dovere" del governo di tutelare il "diritto essenziale di andare a scuola da parte di chi non vuole protestare". Nel mirino del premier - che parla dalla Cina dove è arrivato per il settimo summit euro-asiatico Asem - finiscono anche studenti e rettori delle Università italiane in rivolta. "Protestano? Ma se per l'Università addirittura ancora non è stato fatto niente...", osserva incredulo. "Se qualcuno va in piazza è perché gli piace andare in piazza - aggiunge polemico - A qualcuno piace la musica, a qualcuno piace manifestare... Noi, in realtà, per ora abbiamo solo detto che ci saranno 5.500 corsi di laurea, qualcuno addirittura con uno studente solo". Oggi il premier ammorbidisce i toni. "Volete manifestare in piazza? Siete i benvenuti, ma almeno non sparate bufale sul numero dei partecipanti, di solito moltiplicato per 25". Berlusconi poi non dice più che le occupazioni non saranno tollerate. Afferma invece di avere in mente "spiritosi" metodi di "convincimento". "Se ci sarà chi vorrà occupare a prescindere - prova a sorridere - con opportune azioni di convincimento, e ne ho in mente qualcuna molto spiritosa, bisognerà garantire agli altri che vogliono imparare la possibilità di non essere disturbati da costoro". Quali possano essere questi metodi, il premier non vuole svelarlo.


@ a Damià...e basta postare 10 commenti uguali...abbiamo capito. @Elena ti quoto al 100%, anch'io non credo di meritare questo governo, e che cavolo di male avrò mai fatto!!!


continua "Non lo dico, altrimenti farei i titoli". Ancora all'attacco, invece, dei mezzi di informazione con l'accusa di non essere obiettivi. "Accade di frequente, anzi molto spesso che io non riesca a riconoscermi nelle situazioni che ho vissuto da protagonista. Posso perciò parlare di un divorzio tra la realtà di quanto da me vissuto e la realtà che raccontano i giornali". Così è stato oggi, afferma, di fronte alla lettura dei quotidiani. "I titoli che ho letto venendo qui, che parlano di Polizia nelle scuole, non sono condivisibili, sono un divorzio dalla realtà - segna con la matita blu il premier - Io non ho mai detto né pensato che la polizia debba entrare nelle scuole. Ho detto invece che chi vuole è liberissimo di manifestare e protestare ma non può imporre a chi non è della sua idea di rinunciare ad un suo diritto essenziale". "Ho detto soltanto - precisa ancora Berlusconi - che lo Stato non è più legittimato ad essere Stato, se non garantisce ai cittadini i propri diritti. E io sento questo come un preciso dovere del governo. Con tutta la preoccupazione e la necessaria 'leggerezza' che il caso richiede, non possiamo non intervenire e sottrarci così al nostro dovere". Assolutamente "pretestuose" sono quindi le polemiche da parte della sinistra "che ha preso la scuola a pretesto per fare qualcosa che andasse contro al governo" e "protesta oggi contro il maestro unico nello stesso modo in cui fece una battaglia quando si introdusse la pluralità degli insegnanti". Quanto alle divisioni degli avversari politici, il premier glissa. "Le cose sono lì - afferma - Lasciamo a chi non ha incarichi di dare valutazioni. Noi vediamo quello che succede, quando ci toccano reagiamo, ma non possiamo addossarci il diritto o la responsabilità di tranciare giudizi o fare fotografie della situazione interna alla sinistra. In casa d'altri io non sono mai entrato". Con un pensiero alla scuola in rivolta, Berlusconi a Pechino cerca di allargare ad oriente il suo 'protag


dal BLOG di Grillo Lo psiconano ha lanciato “un avviso ai naviganti”. Ha preso ispirazione dal suo modello, Putin. E ha dichiarato con scansione di parole degna di un padrone che si rivolge ai suoi servi: “Convocherò oggi il ministro degli Interni, darò a lui istruzioni dettagliate” per l’utilizzo della Polizia nelle scuole occupate. Maroni-prendi-istruzioni è lo stesso condannato a 4 mesi e 20 giorni per resistenza e oltraggio (addentamento di polpaccio) a pubblico ufficiale. Io, più civilmente, vorrei dare un consiglio, non un avviso, al Navigante: di tagliare la corda. Non è l’unico responsabile dello sfascio, anche se il più in vista. Pagare per tutti non gli conviene. Meglio fare alla romana e filarsela all’inglese. Il crollo della finanza sta passando il testimone all’economia. Non tutti hanno azioni, ma tutti fanno la spesa e devono mantenere una famiglia. Le aziende sono strangolate dall’indebitamento e le banche non fanno più credito. In media ogni impresa italiana è indebitata per 176.000 euro. Il gran totale dei debiti aziendali è salito a 916,3 miliardi di euro. Quante imprese chiuderanno quest’anno? Almeno 300.000, ma è un numero prudente, molto ottimista. Nel 2009 la produzione industriale diminuirà, il Prodotto Interno Lordo sarà negativo, le serrate potrebbero raddoppiare. Quando diminuisce la produzione si perdono posti di lavoro. Quanti rimarranno a casa entro la fine del prossimo anno? Due milioni è un numero plausibile. 3,2 milioni di famiglie rischiano di perdere la casa. La rata del mutuo a tasso variabile sta diventando insostenibile. Finiranno in mezzo a una strada? E’ possibile. L’Islanda è fallita, chi l’avrebbe detto un mese fa? L’Italia fallirà? Chi non l’ha pensato almeno una volta? Il debito pubblico si aggira, senza dare troppo nell’occhio sui mezzi di informazione, sui 1.700 miliardi di euro con 80 miliardi di interessi all’anno da pagare. Non è più il tempo che Gianni Letta filava. Il bel tempo di


Non è più il tempo che Gianni Letta filava. Il bel tempo di Alifarsa, del grembiulino nelle scuole e delle impronte ai Rom è finito. E anche quello della legge salvaprocessi e del Lodo Alfano e dell’opposizione fantasma di Topo Gigio. Da Palazzo Chigi a Hammamet è un attimo. Nel caso, il Navigante porti con sé Veltroni. Il blog è a disposizione di studenti e professori per i loro video su interviste, manifestazioni e manganellature (so che saranno numerose). Nella barra in alto: “La Scuola in diretta”, scorreranno in continuazione i video nei prossimi giorni. Caricate il video su YouTube e inviate la segnalazione al blog. Loro non molleranno mai, noi neppure.


Bè Elena potresti prendere cittadinanza in un altro paese, può essere una soluzione per te. Personalmente non credo che chi ci governa sia frutto di un albero che non abbia radici nella nostra società; al contrario, è stato ben coltivato e curato dal contadino italiano. Purtroppo siamo facili alla lamentela come poco propensi all'azione, e per azione non parlo delle manifestazioni guidate dai poteri forti dell'opposizione, che sfruttano l'ignoranza altrettanto bene quanto la maggioranza di governo. Infatti, avendo vissuto sulla mia pelle anche le proteste giovanili, so bene quanto anche le proteste studentesche siano solo un paravento di interessi di pochi, mentre per i molti è solo un modo per occupare il proprio tempo in modo ricreativo. Di quanti possiamo dire che siano veramente informati della riforma? Penso si tratti di un numero irrisorio... Colpa dei media che trascurano l'informazione per la spettacolarizzazione della notizia? Cosa decisamente redditizia per mantenere l'attenzione dell'utenza, che sia di una parte politica o dell'altra. Ma forse è anche un pò colpa nostra, che vivviamo del sentito dire e gridiamo al lupo, o pascoliamo le pecore in tranquillità, solo perchè qualcuno più furbo di noi ci sussurra la paroletta magica che possa farci pendere dalla parte dei suoi interessi. La paroletta magica che a seconda della nostra personale inclinazione è così facile da assimilare e fare nostra. Invece provare ad informarci per poter avere i mezzi reali che consentano lo sviluppo nel nostro caro intelletto di un pensiero autonomo.... E questo, se il caro Travaglio legge i commenti dei poveri qui presenti, vale anche per lui che pontifica molto bene, come un Savonarola di altri tempi: -Pentiti italiano, io il mio stipendio e la mia piccola posizione la mantengo, perchè a prescindere da quello che succede, sarò sempre lì ad occupare il mio posto di contestatore- Contestare è facile, soprattutto se ci guadagni sopra, io posso contestare,


La Crui (conferenza dei rettori delle università italiane) il 25 settembre 2008 ha pubblicato un documento (che potete trovare qui http://www.crui.it/HomePage.aspx?ref=1605 ) in cui si dice a chiare lettere che nel 2010 tutte le università statali non ce la faranno, a causa dei tagli del governo, a portare avanti qualsiasi tipo di didattica. tutte le università statali, da nord a sud, tra un anno e mezzo non esisteranno più. è la fine del diritto alla studio. c'è da aggiungere altro?


# 440    commento di   STELLA_ - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 19:47

Mi mancava...era da un po’ che non sentivo il nostro premier accusare i mezzi di comunicazione, brutti, cattivi e, soprattutto, tutti contro di lui...“Polizia negli atenei? Mai detto”...Quando, raramente, pure i suoi gli fanno notare di averla detta troppo grossa, alè: è stato frainteso. Dissentire è un nostro diritto. Manifestare (pacificamente) è un nostro diritto. Capisco che lui mal digerisca queste cose...Ci vogliono più fondi per la Ricerca. Ci vuole più merito. Ci vogliono meno baroni nelle università. Riforme organiche. E loro che fanno?? Le parole di Cossiga fanno davvero venire i brividi. Stasera ad Annozero ci sarà anche Veltroni: domani nevica...o dopodomani si manifesta ?!? (si dovrebbe...) @ Peter: secondo wikipedia oggi è il tuo compleanno. AUGURI!!! (@ Pino: vorrei farli anche a te, gli auguri, ma non so quando sei nato...)


A Simona: la parabola ti ha dato fastidio per caso? Ciao




Macché dittatura, abbiamo solo il presidente del Consiglio "prevalente". Come al solito siamo noi a non capire niente. Esageriamo sempre lui parla di maestro unico ed invece voleva dire prevalente; parla delle forze dell'ordine nelle scuole ma voleva dire manifestate liberamente ma mi raccomando non disturbate chi vuole studiare. C'è la conferenza stampa registrata ma lui non si riconosce. C'è forse una realtà parallela? Peccato che la vive solo lui.




LODO ALZHEIMER Accorciati i termini di prescrizione per le affermazioni del premier. 24 ore dopo la pronunciazione verranno automaticamente eliminate d'imperio


# 446    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 20:9

sto vedendo sgarbi su blob, ha ragione, massima solidarietà al senzatetto silvio berlusconi che non può permettersi di comprare una villa (anche) in sicilia, altrimenti verrebbe additato con la mafia. queti sì che son problemi...


LO SMEMORATO DI COLOGNO "Mai detto che avrei mandato la polizia all'università"


# 448    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 20:20

sappiamo che silvio b. governa coi sondaggi, potrebbe anche essere che quelli sulle dichiarazioni di ieri fossero molto negativi e ha dovuto fare marcia indietro.


Dovrebbe mangiare più pesce, che contiene fosforo. Scusate se vado fuori argomento... ma oggi non è il compleanno di Peter Gomez? AUGURI AUGURI AUGURIIII!!!! E GRAZIE GRAZIE GRAZIEEEEE! Ciao a tutti.






@Frada79 431 sottoscrivo, avro' qualche peccato da scontare ma nessuno cosi grave. @Pattigio' 422 no, intendeva i poliziotti di quartiere, ora ha smentito perche' non si ricorda in che quartiere li ha mandati


Premetto che non ho perso la speranza e continuo nel mio piccolo a passareparola... Ma se la gente in 15 anni crede ancora in quello che dice B. non vedo come possa aprire gli occhi ora. Prendiamo come esempio fi Non credo che sia un pensionato che passa la giornata in casa davanti alla televisione (almeno credo!), può essere anche una persona colta, che ha studiato. Però non riesce a convincersi delle mega balle che spara Berlusconi, anzi, ci crede ciecamente e viene qua a darci dei comunistoni solo perchè non la pensiamo come lui. Il problema è che di fi ce ne sono a milioni nel ns paese. E quindi, ripeto, se non hanno aperto gli occhi in 15 anni perchè dovrebbero svegliarsi proprio adesso?


Mi spiace occupare lo spazio di Corrias, ma è per buon fine: ######## AUGURI PETER! ######## Peter, per me sei il miglior giornalista in circolazione. Ti stimo e ti ringrazio per tante cose: per quello che fai, per il tuo coraggio di sempre, per le tue parole di Piazza Navona, e ultimo ma non meno importante, per Ghedini! BUON COMPLEANNO


# 455    commento di   zizzithefox - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 21:13

Col maestro unico sono cresciuti benissimo la maggior parte degli italiani. Credo che difendere lo status quo su questo punto non sia saggio: primo, non è detto che sia male avere l'insegnante unico. Secondo, la stragrande maggioranza degli italiani è probabilmente d'accordo, proprio perché hanno avuto l'insegnante unico e certamente hanno frequentato una scuola migliore di quella di oggi (sono in molti a pensare che il vero disastro è cominciato, guarda caso, con la moltiplicazione dei maestri). Il problema vero sono i tagli e l'idea che le scuole private siano cosa buona e giusta. Le scuole private sono, per lo più, fabbriche di ignoranti tanto quanto le cliniche private sono fabbriche di cadaveri.


GRANDE TRAVAGLIO AD ANNOZERO!!!


Bravo Marco.


Superenalotto a Catania, se è un "miracolo" di berlusconan, e dubito che con un gioco così ambiguo e perverso abbia vinto un comune cittadino, non dovrebbe ora b. iniziare a ridistribuire qualcosa al resto d'Italia, magari alla Scuola? Invece di far succhiare quel che resta a banche e marcegaglie varie del cai...


@Fede 453 Beh, l'esempio che citi forse non e' il migliore, cosi non credo che ce ne siano molti (grazie a dio) ma quello che dici e' verissimo. Prova eclatante e' verificabile con i fatti di questi giorni, chiunque abbia un minimo di capacita' (o volonta') critica ammetterebbe almeno questa volta che il premier ha detto una stupidaggine e ora sta tentando maldestramente di riparare. Persino alcuni alleati e i giovani di an lo hanno ripreso. Certamente negli studenti che manifestano ci sono anche ragazzi e ragazze di destra ma, di forzaitalioti non ce ne sono. Questi hanno veramente il culto del capo che non sbaglia, quello che dice e' dogma e se lo smentisce qualche ora dopo e' dogma pure quello. Questo accecante culto della persona (se pensi che le donne di forza italia lo considerano addirittura un sex-simbol) di pericolosa memoria (ventennio) meriterebbe studi approfonditi, il problema e' che mentre noi lo si studia, questo ne combina di tutti i colori. Del resto, e' o non e' l'unto del signore? ciao


# 460    commento di   gattailcuscino - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 21:25

dams


GRANDE TRAVAGLIO MO STA PARLANDO LO PSEUDO OPPOSITORE VELTRONI


# 462    commento di   Paoletta! - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 21:32

SALVE A TUTTI OGGI è STATA UNA GIORNATA MERAVIGLIOSA STIAMO CONTINUANDO L' OCCUPAZIONE, ABBIAMO MANIFESTATO, è VENUTO MARCO ALLA SAPIENZA, HA PARLATO ANCHE DELLA "RIFORMA" GELMINI, HA DETTO CHE BERLUSCONI HA PAURA, LA SUA PREOCCUPAZIONE TRASPARE DAI SUOI TONI ESASPERATI, E ORA STA RITRATTANDO TUTTO.. UN GIORNO DICE UNA COSA, IL GIORNO DOPO SMENTISCE, COME AL SOLITO! MA è RIDICOLOOOOOO! E ANCHE LA GELMINI E BRUNETTA, SONO RIDICOLIIII! NOI NON PAGHEREMO LA LORO CRISI!!!! GRAZIE MARCO, SEI UN GRANDE, CONTINUA A SOSTENERCI!


@zizzithefox 455 La seconda parte del tuo commento mi trova completamente daccordo, la prima mi sembra un poco semplicistica a prescindere dai precari che perderanno il posto (o secondo una diversa scuola di pensiero, non lo perderanno perche' non l'hanno mai avuto). Sono di quelli che hanno avuto il maestro unico e sono stato fortunato perche' ho avuto gente in gambissima. Nella stessa scuola, altre classi hanno avuto insegnanti unici incompetenti e ne hanno pagato le conseguenze. Ma a prescindere da questioni individuali (non mie ma dell'insegnante che ti ritrovi), non ricordo delle innovazioni in retromarcia. Capisco quando dicono, mancano i fondi bisogna fare cosi e, a malincuore, approverei soluzioni di emergenza ma quando uno stato trova i soldi per salvare banche, industrie automobilistiche, compagnie aeree, sovvenziona interventi armati all'estero, da ai suoi parlamentari lo stipendio piu' alto d'europa, ha un apparato burocratico che, di nuovo, e' il piu' caro d'europa (ma anche nel mondo non credo siamo messi male). Beh, preferirei pagare qualche insegnante in piu' e tutti gli insegnanti qualcosa in piu'. I discorsi populistici su insegnanti lazzaroni e cavolate sono, appunto, solo parole al vento. Giusti nel merito ma che non risolvono niente e non servono a niente se non a sollevare applausi da claque. Del resto se il discorso salario in base al merito fosse applicato ai parlamentari, me lo spiega brunetta quanto risparmieremmo? ciao


@461 Già, quel pescetromba di nome walter, che a luglio ha indetto e mandato bigliettini d'invito per l'adunata del 25 ottobre, una cosa amichevole e pacata, molto educata e rispettosa, forse timida, solo per fare una grande festa da fare girar la testa, il cinefilo ricorderà il Serafino di un film, peccato non ricordi che l'opposizione vera e vigile s'è mossa, com'era giusto visti i campanelloni d'allarme, subito a luglio. Infatti al mannaro si arricciano le setole in testa e gli crescono le unghie dalla pauuura.


I'm sorry, #464 Anna Edna, non santa E.


Una breve ricerca con google porta a questa bellissima pagina dal sito del Governo Italiano che riporta la splendida intervista con il pensiero dell'illuminato Cossiga .. che come si faceva giustamente notare, con ironia ed usando codici sconosciuti ai piu' rivela sempre brillanti aspetti della nostra Nazione ... http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=32976406 Che tristezza....


Mi scuso con Pino Corrias per l'occupazione del suo spazio, ma DEVO DIRLO: AUGURI PETER GOMEZ!!!!!! Aspetto con ansia un nuovo post!


@A.Edna465 Anche perche' se tu fossi santa l'unto dal signore ti scomunicherebbe, salvo smentire il giorno dopo. ciao


# 469    commento di   frank72 - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 22:12

Ma cosa c'è andato a fare Berlusconi a Pechino? Per caso è andato a seguire un master in gestione delle proteste studentesche? Magari gli hanno spiegato che l'uso delle forze dell'ordine contro gli studenti è sbagliato....meglio usare l'esercito..


# 470    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 22:30

frank, è andato a pechino in concessionaria a ritirare i nuovi carriarmati




Ma voi non siete tristi? Ma voi non siete doloranti? Ma voi non vi sentiti impoveriti dentro? Ma voi non avete paura di tutti questi mostri? Ma siamo veramente così pochi? Ma voi non avete paura di diventare tanti Roberto Saviano, anzi voglio essere diretto : noi lo siamo in maniera silenziosa, lui ha scelto quel tipo di vita! Noi subiamo..e tra scegliere il "destino" e subirlo c'è una bella differenza! E non posso più tornare indietro, facendo il minimalista, dicendomi che per vivere bastano poche cose, dormire, mangiare e un tetto sulla testa. E tengo a precisare che sono uno che non si può lamentare della vita che conduce, dal lavoro agli affetti, alla casa e all'ottima retribuzione, ovviamente con sacrifici...alla donna che amo,che ricambia, certo vorrei un figlio però! Scusate il fuori tema, ma leggendovi, mi sono nati questi pensieri.. ciao totò


Tutti a lamentarsi della riforma della scuola che prevede il maestro unico.... Berlusconi è diventato l'uomo più ricco e potente d'italia proprio grazie al suo maestro unico....LICIO GELLI!


# 474    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 23/10/2008 alle 23:51

e anche lì si parla di grembiuli...


..ma che capolavoro questi ultimi tre commenti da 472 a 473, io quasi quasi chiedo se posso ritornare giù e incorniciarli a ogni angolo di casa mia dall'india all'italia e facendo il percorso due volte da una parte all'altra del mondo cosi il muro umano lo sentono a satellite e come i cellulari impazziti nel senso buono dell'impazzimento li smuoviamo pacificamente da ogni filo e anche ai cani.. ci vorrebbe magnolia e una caduta di pioggia di rane su tutti i tetti delle macchine del mondo e anche dei carrarmati, ma questo segnale lo devo ancora mettere a punto riunitevi piu numerosi possibili in goni luogo fate come le proteste dove parlano solo i tamburi è sempre argentina ma di quell'altra parte non dite piu una parola la nuda vita parla piu di tutte le parole per difenderla devo farmi venire idee ,rimaniamo vicini e continuiamo ad aiutarci senza grembiule,nudi.


da 472 a 474




Cari "naviganti", benvenuti a Belusconia! Si è finalmente consolidato agli occhi di tutti gli italiani un nuovo partito: noi siamo il partito della smentita! (Se non vi piace quello che diciamo lo smentiamo immediatamente diteci subito quello che volete che facciamo prima). Iniziamo subito con una polemica:SCUOLA sinceramente tutto questo casino per il grembiulino il 5 in condotta e le classi per immigrati ci sembra eccessivo! Non è assolutamente un' idea razzista quella delle classi-ponte. La nostra idea è formare classi composte da BAMBINI I-T-A-L-I-A-N-I belli forti e intelligenti e per esempio classi solo di bambini filippini che potranno, dato che non parlano la nostra lingua, pulire le classi al termine delle lezioni..queste sono anticipazioni che vi offro dobbiamo ancora definire la riforma. Ma da quando dividere a seconda della provenienza è diventato razzismo? Boh, ditemelo voi. IMMIGRAZIONE: abbiamo istituito il reato di clandestinità! Che...boh...ora non riesco a trovarlo...eppure l' avevo messo qui...ma dov' è? Insomma fidatevi c'è!


Eèèh! quanto sarà sempre più duro regredire....... Noi con i nostri padri ricostruivamo l'Italia, col duro lavoro e le privazioni quotidiane creavamo ricchezza... Per noi l'università con le sue aule fredde d'inverno e afose l'estate era una cosa splendida. Allora si e no esistevano 10 corsi di laurea nelle più grandi.... Poi a forza di botte inventive, di nuove generazioni creative, con la benedizione ecclesiastica il debito nazionale cresceva, cresceva e chi poteva si infagottava all'inverosimile....... Mò la festa è finita, una parte del nostro pil se lo spendono le famiglie degli immigrati all'estero e si deve indietreggiare.... nun c'è più trippa per gatti. Per i meno portati allo studio, futuro esercito di disoccupati o frequentatori di call center, si dovrà tornare all'apprendimento di tutti quei mestieri oggi riservati ai nostri bistrattati immigrati. Non è poi così dura, visto che ci abbiamo campato e ci campano in tanti, magari sarà dura per quei genitori che vogliono assolutamente un figlio laureato anche se con laurea di serie B o C. Ma a tutto ciò la classe delle giovani generazioni e dei baroni non è preparata, per questo sarà molto ma molto dura...... Patetici poi coloro che insistono su una diminuzione delle prebende di lorsignori o dei militari, non hanno capito niente della vita, nè chi siano i padroni ed i servi
pornodidattica.splinder.com


CASO RETE 4: Lo stiamo risolvendo. Europa 7 potrà finalmente trasmettere. Siete contenti? Mancano solo gli ultimi dettagli dobbiamo decidere se prenderà il posto di RAI1, RAI2 o RAI3...vi terremo aggiornati. ALITALIA: resterà italiana, credo, non lo so, sono spariti tutti. L' importante è non darla ai francesi! Lo so avete ragione gli è stato concesso un bel prestito ma vi è stata tolta lì ICI quindi non rompete le palle! LODO ALFANO: voi avete un lavoro giusto? Ancora per poco...ma insomma per ora ce l' avete. Se tutti i giorni vi chiamassero in tribunale perchè, una volta vi accusano di tangenti alla guardia di finanza, una volta di falso in bilancio, una volta di falsa testimonianza sulla P2, e una volta di traffico di droga, e per Craxi, e per Lentini,e per Medusa e per Mondadori, e per Sme, e per Rai, e per Telecinco, e per Mills e che è! Ma che vi abbiamo fatto di male! Così non si può lavorare! Fateci campare in santa pace! Con questo accanimento la gente potrebbe persino pensare che siamo gente pocaffidabile poco seria quasi dei delinquenti! Benvenuti a Berlusconia


Perché non funzionano le Università italiane? Semplicissimo, perché non servono a nulla, non servono a far trovare lavoro a chi si laurea così come non servono allo Stato italiano per formare i futuri dirigenti. Fino a quando in Italia per trovare lavoro ci si baserà sulla raccomandazione e non sul merito le cose non cambieranno. La dimostrazione sta nell'attuale classe dirigente (ma è una cosa che ormai funziona a tutti i livelli, pubblici e privati), sono effettivamente le persone più preparate per amministrare un paese, una regione, un comune? Hanno studiato più di tutti, hanno più titoli di tutti gli altri? Se anche volessero far funzionare qualcosa non sarebbero capaci, sono rozzi, ignoranti, la unica cosa che hanno sono "amici" e "parenti" influenti... rappresentano in realtà la mediocrità italiana dei raccomandati, dei cialtroni approfittatori, mentre i giovani italiani veramente preparati vanno all'estero, dove sì funziona il "merito" e dove gli si riconosce il rispetto che si meritano... è un cane che si morde la coda, le università italiane non funzionano perché i principali obiettivi che dovrebbero avere sono incompatibili con la sistematicità italiana della raccomandazione, del clientelismo e del nipotismo in ambito lavorativo.


per Gandhi 475 Io ci sto provando, ho capito tante cose, con la trasformazione del dolore, fisico e c(u)orale, sarei diventato un diavolo se non ti avessi dato retta...grazie... Ho molto a cuore la mia terra, chiedevo informazioni del muro umano sull'altro post, ma ho fatto lividi incontri...tra non curanza e indifferenza...


caro Principe Totò, è bellissimo questo giorno!ho una gioia nel cuore che vorrei passarti tutta la gioia che mi ha fatto sapere del vostro amarmi...quando scoppia il cuore dalla gioia , si vorrebbe darla a ogni persona del mondo, giusto? eh eh eh mica è giusto perche lo dico io neh!, è perche me lo hai detto tu!..il dolore c'è già un po' nella vita, ma quando ce ne è troppo, i veleni non possono arrivare ad avvelenare cosi l'esistenza , e bisogna riportare la gioia, chiedersi come hai fatto tu perche tant dolore?andare in fondo in fondo al pozo del dolore ,per sapere tutte le risposte per ritonare su..come il bambino di io non ho paura..lo sai che l'ho visto anche io?abbiamo una saletta dove ogni tanto rimaniamo in contatto e ora basta vogliamo farvi risalire dal pozzo uno a uno..altro che rialzarsi antonio,ma alle funi ci penso io ,qui abbiamo dei motori speciali..voi però dovete aiutarci,basta che uno si dimena nella risalita che fa cadere tutti gli altri non troverò mai le parole per ringraziarti di avere lasciato questo messaggio per un vecchio rimba come me..fammi ora capire quelli dei motori come stanno messi , poi ripasso..ciao Totò(^_^) pensa Principe Antonio, ma lo sai che pure Peter si è ricordato di me? devo comprendere esattamente la terra del tuo paese e rendermi utile, perche sono un po' fuori dal giro, ma devo e voglio


per Gandhi Amo te, e oltre te, la soluzione sei tu. Io faccio tam tam, tu però fammi da Tom Tom...


C'era una volta un aspirante Avvocato che per diventare tale e "non pesare sulle spalle dei genitori" sceglie di partecipare ad un concorso dall'altra parte dell'Italia (all'epoca, sembrerebbe, ancora Paese unito). Dopo un periodo di praticantato l'aspirante (ora Avvocato) torna nel suo paese di origine. Due trasferimenti in tre anni, "che c'è di male?" - dice l'Avvocato - "Noi siamo per le libertà. La libertà di movimento e di scambio, della concorrenza e del libero mercato del lavoro. Siamo il popolo delle libertà!". L'Avvocato fa carriera e diviene Ministro della Pubblica Istruzione e, firmando una Legge impedisce, di fatto, agli insegnanti precari meridionali di trasferirsi al nord. "Basta con questi lavoratori che si recano dall'altra parte d'Italia a togliere posti agli indigeni! Ci vuole stabilità! ... noi siamo il popolo delle libertà!" (quelle personali). NOTA. Il Ministro Gelmini accogliendo un emendamento della Lega Nord, il 9 ottobre u.s. ha sbarrato la strada agli insegnanti precari che vogliono, anche per motivi seri, cambiare provincia. Una precaria che verosimilmente vorrebbe trasferirsi, con i suoi figli, da Roma a Pescara (due città del centro Italia) per seguire il marito poliziotto recentemente trasferito non potrà farlo; un precario che vuole trasferirsi da Bari a Lecce (due città del sud) per tornare dalla sua famiglia di origine dove, nel frattempo, un suo genitore si è ammalato dovrà restare dove si trova; un insegnante che ha appena avuto un figlio, purtroppo nato malato, e vuole trasferirsi in un luogo (magari del centro o del sud) ove esiste una struttura adeguatamente attrezzata per meglio curarlo non potrà farlo .... e ancora, ancora, ancora.


# 486    commento di   lorenzo.porta - utente certificato  lasciato il 1/11/2008 alle 23:16

Caro Pino Corrias, ho aperto un blog sul canocchiale Ti chiedo di leggere il mio intervento che è uscito nell'area società. Il mio scritto è sul sistema dell'istruzione e sull'università e le sue crepe spero tu legga questo mio commento e mi riponda.03 il tuo compagno di scuola delle elementari Lorenzo Porta
trasparenza.ilcanocchiale.it



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti