Commenti

commenti su voglioscendere

post: Tutti i Rocca s’intendono Giornalista

Cari amici, mi sono divertito molto a leggere i 600 e più commenti al pezzetto di ieri. Anzitutto vi devo delle scuse: mercoledì ho scritto troppo in troppo poco tempo, e mi è sfuggita la famosa C nel nome di Barack Obama. Prometto di non farlo più. Per il resto, il poco tempo non mi ha impedito di capire che Christian Rocca - quello che da anni ci spiega la genialità dei neocons, di Bush, della Rice, di Rumsfeld purtroppo incompresi dagli elettori americani che evidentemente non lo leggono, quello che ci illustra ogni giorno da anni come e qualmente gli americani stiano trionfando in Irak e in Afghanistan, quello che ha preso freddo in Alaska per scoprire quell’altro genio incompreso di Sarah Palin - ha più volte scritto che Baraccccccccccccccck Obama era il peggior candidato che i ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Caro Marco, è proprio quello che ho scritto ieri personalmente a Rocca. Ma perchè martellarsi le palle con tale ferocia. Capita di pestare una merda, ma è consigliabile cercare il modo di pulirsi la suola piuttosto che intestardirsi sulla povera deiezione calpestandola nuovamente più è più volte. Non so se la metafora(oltre che è elegante) è anche chiara. Rocca col suo intervento non ha fatto altro che conferire totale fondatezza alle tue critiche. Il che fa pensare che sia scarsamente arguto, oltrechè scadente nella sua professione. Coimplimenti per Annozero di ieri. La tua capacità di sintesi è miracolosa. Con tutta la mia sincera stima. Pietro Ps Vorrei una tua opinione su quella meraviglia di zapping dell'ottimo Forbice. Penso meriti qualche buona parola.


# 3    commento di   chemako - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 11:8

Marco resti una miniera di notizie in un paese fatto solo di opinioni
http://luigirossi.ilcannocchiale.it


Caro Marco, mi sto riprendendo solo ora da "Pierbarak", ho gli addominali distrutti dalla risate. So che dovrei piangere, ma non voglio darla vinta a chi vorrebbe vederci ridere alle battute da furbetto-fighetto-nonnetto. Sto contando i giorni che mancano per venirti a vedere "Promemoria" a Bologna. Un caro saluto!


Anche a me era sembrato di aver letto la frase citata ad Annozero su questo blog. Evidentemente ci legge e trae spunti. Si tratta di vera interazione, e non posso che esserne contenta. Mi verrebbe da consigliare a Marco il solito "non ti curar di loro...", ma è uno sforzo inutile. Si attaccano alle virgole per distogliere l'attenzione dalla SOSTANZA. E la sostanza è che facevano un tifo sfegatato per i repubblicani, anche ammesso e non concesso che prevedessero - e temessero - la vittoria di BARACCCCK. Punto.


# 6    commento di   barbino366 - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 11:23

Caro Marco, la tua mezz'ora settimanale sul blog, i tuoi cinque minuti ad "annozero" e gli articoli di "voglioscendere", hanno per me lo stesso effetto che ha l'ossigeno per un malato in crisi respiratoria ! Ti prego non mollare mai . . . non lo faremo neanche noi. Con "super-stima", Andrea da Terni


# 7    commento di   barbaretta - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 11:25

grazie marco... se fossi negli stati uniti saresti sulla copertina del "time" (come scrisse giustamente claudio sabelli fioretti), in italia invece (siccome siamo una "grande democrazia") devi fare il tuo "passaparola" nel tuo studio sommerso di carte! ma noi ti seguiamo lo stesso, anzi, forse anche con più fervore, consapevoli dell'importanza del tuo lavoro. grazia di cuore


GRANDE MARCCCCCCCCCCCCCCCO!!!!!!! Sei troppo forte!!! Vai così, vai sempre così.... Le cose stanno per cambiare!! YES WE CAN!!!






Che aggiungere ragazzi? Christian Rocca, un giornalista "giovane, bello e ABBRONZATO!" :S


"tutti i Rocca s’intendono Giornalista", ma hai qualcunno che te le suggerisce queste frasi?


# 13    commento di   carla c. - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 11:57

Grande Marco ieri sera ad Annozero!!! Grazie di cuore.. sei immenso, unico, irripetibile (purtroppo) a stasera... (veniamo a vedere Promemoria al Colosseo..) Carla - torino


Marco .. semplicemente l'unica risposta che si poteva dare a chi ha la memoria corta .. ed a chi -come gia' detto da altri- vede le pagliuzze ma non le travi :-)


Lo posto in modo che lo leggiate tutti Dal blog di Christian Rocca: Marco Travaglio è un imbroglione 6 Novembre 2008 Blog Lo so, non è uno scoop. Ma un suo esagitato fan mi ha girato un suo pezzo non so se sull’Unità o sul giornalino del penitenziario in cui sostiene che Il Foglio, Giuliano Ferrara, Stefano Pistolini e io avevamo predetto la vittoria di John McCain. Chiunque abbia letto il giornale e il blog nell’ultimo mese sa che è vero esattamente il contrario, cioè che eravamo certi della vittoria di Obama, e a valanga. Prima, invece, quando si era ancora lontani dal voto ho sempre scritto che chi diceva di sapere il vincitore mente sapendo di mentire. Non era un riferimento a Travaglio, ma il ragazzo è fatto così, fa così coi fatti. Quando non gli tornano, se li crea. Addirittura mette in mezzo Pistolini, uno che ha raccontato Obama quando ancora Travaglio copiava verbali (no, non l’ultimo di due secondi fa). Uno che ogni giorno, non da ieri, ma dal 2004, ha spiegato su carta e in video la grandezza e la predestinazione di Obama. A proposito, Barack si scrive con la "c", prima della "k". Nell’articolo del secondino, tra varie fesserie sui neocon neanche fosse Caretto, è citato poi un mio virgolettato, dal quale pare che io abbia scritto che Obama è una “bolla che potrebbe sgonfiarsi rapidamente” e che non lo avrebbe votavo nessuno. Travaglio ha verbalizzato ad minchiam. La mia frase, scritta peraltro il giorno dopo la vittoria di Obama, senza il trattamento Travaglio, cioè quando era ancora vera, era questa: "Nessuno sa come andrà a finire a novembre, e chi dice il contrario mente sapendo di mentire. Il fenomeno Obama potrebbe crescere ancora, trasformarsi in una valanga e travolgere McCain senza che il senatore dell’Arizona se ne accorga. Oppure la bolla potrebbe sgonfiarsi rapidamente". Il pezzo vero, quello mio, non la ricostruzione dell’ex primo editorialista della Lega di Bossi, spiegava perché Obama pur vincendo le primarie ave


Grande Marco!! Quando distruggi i tuoi "colleghi" sei davvero esilarante! Non ridevo così da quando hai dato lezioni di diritto al "dotto deferente" (Bruno Vespa)!! Continua così Piero


spiegava perché Obama pur vincendo le primarie avesse preso meno voti di Hillary. E, inoltre, ribadiva che "Obama è super, meraviglioso, stupendo e la sua vittoria alle primarie è storica, epocale, straordinaria" e che "Obama ha vinto anche per aver predisposto la più strepitosa macchina organizzativa e di autofinanziamento mai vista in politica, a dimostrazione che il senatore non è uno solo chiacchiere e spillette". Mica è come Travaglio, quello tutto chiacchiere e manette. PS Secondo il secondino avrei anche scritto che Sarah Palin è "un incrocio tra Bob Dylan e Erin Brockovich", quando è evidente che nel mio articolo il riferimento a Dylan è per Obama, non a Palin.


# 18    commento di   cosimodamianoguarini - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 12:15

Caro Marco, complimenti per ieri sera, sei stato OTTIMO come sempre! La cosa bella, per fortuna, è che tanti amici cominciano a seguire con interesse AnnoZero e soprattutto te! Dopo tante opinioni, ascoltano i tuoi Fatti e i loro visi sembrano dire: HO VISTO E.T.! Comunque, PierBarack è bellissima, anche se sulla vicenda del Coglione ho inserito anch'io un mio pensiero sul mio blog, riprendendo un pò la storica immagine di Lino Banfi "MI AVETE PRESO PER UN COGLIONE?" . . .
www.cdg.ilcannocchiale


# 19    commento di   Sixpounder - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 12:26

Grande Travaglio... come sempre! Hai regalato un sorriso al mio ufficio :P
http://loudersixpounder.blogspot.com


Caro Marco, perchè non aggiungi una data al tuo spettacolo e approdi qui a Cremona? Ieri ad annozero sei stato grande! Sarebbe un sogno per me se potessi fare un programma tutto tuo, ma essendo in dittatura sarebbe difficile... perchè non ti danno più spazio ad annozero? Quando sento le tue "bombe" cerco di immaginare la reazione di quella faccia di gomma di Berlusconi... chissà cosa ti direbbe! Adesso che c'è Obama quante lampade si farà per conquistarselo? Ormai che il caro Bush non c'è più è finita la pacchia... Secondo me prenderà spunto da Michael Jackson facendo il procedimento inverso e trasformando la sua faccia rigonfia di botulino in una maschera nera... Penso che Obama sia simbolo di civiltà, emblema della famiglia, dei veri valori e del "giusto". Ovviamente in Italia tutto ciò è un'utopia...e purtroppo lo sappiamo bene. Ho una domanda che mi assilla spesso: ma quando Berlusconi non ci sarà più (si crede immortale e invincibile ma non ha ancora capito che anche lui fa parte del mondo terreno), succederà "al trono" suo figlio?? Povera Italia...


Grande Travaglio! Come al solito non sbagli un colpo, peccato solo che ti stai costruendo un plotone di nemici da far paura a Bush! Non so se la tua è incoscenza o coraggio, cerca solo di non sbagliare mai nulla, sennò ti massacreranno Con tanta tanta Stima Rick


Va bene Rocca è un emerito clone di se stesso, sai che noia...lascialo cuocere nel suo inferno privato fatto di "frocioni comunisti abbronzati e superdotati" Se ti devi mettere a rispondere a tutti gli illustri sconosciuti che sbrodolano immense castronerie non la finiamo più.


non ho parole Marco...sei un grande!


tutti i Sì s’intendono No, tutti i Sempre s’intendono Mai, tutti i Diritto s’intendono Rovescio... ma ci hai pensato a guccini che cantava: "che già confonde la notte e il giorno e la partenza con il ritorno e la ricchezza con il rumore, ed il diritto con il favore e l'innocente col criminale ed il diritto col Carnevale"???


Che spettacolo! I tuoi ultimi due interventi ad "Annozero" sono dei capolavori! Ogni volta che ti scrivo non riesco a evitare di farti complimenti. Poi mi auto-richiamo al buon senso, a non "messianizzare" l'eroe di turno, perchè si rischia di affidarsi e impigrirsi, di sospendere lo spirito critico, però è difficile almeno non ridere della sconsideratezza di chi offre l'ennesimo fianco ai tuoi affilatissimi rasoi :) Un po' mi fa pena Fini.... Me lo immagino mentre fa lo shampoo a Gasparri ricordandogli che adesso il capo con quello ci dovrà lavorare, dargli consigli, fare il mediatore internazionale con la russia, ecc. Poi riattacca e accende il televisore... X-)


Devo dire che sei la nostra cometa. E imbarazzante dover ingegnarsi con i mezzi a nostra disposizione per conoscere la concretezza dei fatti. L'opinione un la può avere anche diversa ma la base del fatto riferito deve essere reale, certo e non romanzato. Sinceramente sono abbastanza perplessa anche se non sorpresa che nessuna testata giornatistica abbia riportato la condanna a pagare € 1.000,00 inflitta a nostro "vespone nazionale" per come ha ricamato sul delitto dell'Olgiata anni scorsi ed anche alla giornalista che materialmente aveva eseguito il servizio...... Ah già erano tutti troppi colpiti dalla multa fatta a "Te" Marco. E quista è solo una ma quante ne avremmo da riferire??? Per fortuna forse l'aria cambia, almeno lo spero.... Un caloroso saluto!


Marco, non mi voglio dilungare più di tanto perchè potrei parlare di qualcosa che a te - tantomeno ad altri - non è noto. Nel qual caso, vorrei segnalarti un libro, scritto da Tarpley, noto per il suo dossier su Moro mai accettato dalla ragion di stato nostrana: Obama - The postmodern coup: making of a manchurian candidate in cui l'autore sostiene e difende una tesi - e tale resta - secondo la quale Obama sia una semplice svolta a sinistra di facciata della elite economica - banchieri e massoni - che c'è dietro le presidenze americane dopo Kennedy; un candidato che è sostenuto dal popolo grazie all'indubbio bombardamento mediatico su tutti i fronti, scelto afroamericano per rivestirlo di speranza di cambiamento, democratico per affermare una apparente discontinuità con il passato. Di fatto però, controllato dalla Federal Reserve e dai banchieri satelliti: annunciato e programmato nei modi, nei toni e nelle parole dei comizi per apparire come il nuovo Messia, in modo da spingere oltre la sottrazione dei diritti civili in America, forte di una base consensuale plebiscitaria. E' una tesi, che a me è parsa in alcuni tratti credibile, ma che non ha avuto nessun eco nell'informazione. Tarpley ha anche scritto un libro sui fatti dell'11 Settembre, propugnando per primo - in una pubblicazione - il modello dell' inside job per quanto avvenne in America in quei giorni: ingegneri - e non giornalisti asserviti - furono la sua base di partenza per l'indagine. Fantascienza? Sarà la storia - a breve - a rispondere. Ma io, per scetticismo cronico, ci andrei un po' piano a esaltare Barack Obama come modello di politica dal popolo per il popolo. E' un po prematuro forse, non credi? (Non mi riferisco a te, che certo non hai usato paroloni altisonanti e ti sei limitato a sottolineare alcune diversità con little Italy: ma a tutta la stampa internazionale e nazionale).
giannicoppola.wordpress.com


..."Luca Sofri! Chi era costui?" ruminava tra sé don Abbondio seduto sul suo seggiolone, in una stanza del piano superiore, con un libricciolo aperto davanti, quando Perpetua entrò a portargli l'imbasciata. "Luca Sofri! questo nome mi par bene d'averlo letto o sentito; doveva essere un uomo di studio, un letteratone del tempo antico: è un nome di quelli; ma chi diavolo era costui?" Tanto il pover'uomo era lontano da prevedere che burrasca gli si addensasse sul capo!"... A don Abbondio, magna tranquillo!!


Ah ah ah ah!!!! Bella questa, bravo Marco! Anch'io ora scrivo che Rocca ha la faccia come il c. in realtà intendo solo dire che ha fatto una figura di mer...


# 30    commento di   es-senza - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 14:23

Sto ancora cercando di riprendermi ma, la rabbia è ancora forte, visto anche quello che sta succedendo questi giorni in Italia e viste le dichiarazioni dei nostri "fantastici" politici! Hai ragione Marco, sono degli Italioti di poco conto e con poco cervello. Non sono degni di occupare le cariche che ricoprono. Mentre tutto il mondo si indigna e scandalizza per le dichiarazioni di Berlusconi, da noi, nella nostra piccola Italia, sono pochi quelli che balzano sulla poltrona, quelli che, come me, hanno i conati di vomito. Una cosa è certa: a detta di Berlusconi io sono un'IMBECILLE e mi merito anche la laurea di COGLIONA! Ma sai che ti dico? A questo punto ne sono FIERA! Quello non è il mio presidente e non lo sarà MAI! E' solo la VERGOGNA del nostro paese, è la PESTE! Tu continua così, sei una dell poche voci fuori dal coro :) Non mi stancherò mai di ripetere che tu, insieme ad altri pochi giornalisti, siete il mio modello di riferimento per quello che vorro diventare un giorno. Una brava e libera giornalità, al servizio della verità e di nessun altro! Grazie...


Martha, la canzone è "Adelante adelante" di De Gregori.


Mamma mia, Marco, come sei PERFIDO!!!! :-D. Certa gente dovrebbe contare fino a cento, prima di parlare (o di scrivere). Certi tuoi sedicenti "colleghi" dovrebbero darsi alla cucina, visto la loro abilità a rigirare la frittata...;-). Ho appena visto il tuo intervento ad Annozero, sull'amico tubo: alla battuta delle troppe lampade, stavo per cascare dalla sedia dal ridere...Certo che Obama ha per le mani una bella patata bollente; speriamo non si scotti...


Stasera sarò al Colosseo per assistere a "Promemoria". Non vedo l'ora!


Bravi tutti, continuiamo a colpire duro, il nano sta per crollare, LE SUE ESTERAZIONI DA FOLLE ORAMAI LO DIMOSTRANO AMPIAMENTE,tra un po' preferira' affrontare mille processi che essere ancora a palazzo Chigi. loro molleranno, NOI MAI !


@travaglio @travaglio "“Obama e la Palin sono Bob Dylan ed Erin Brockovich, entrambi distillati del medesimo spirito americano”, ma si riferiva solo alla Palin e non a Obama (“entrambi”, per lui, vuol dire uno solo). Non sarà scritto bene (come spesso capita a te in questo studia montanelli, più che invocarlo come maestro) ma la frase è sufficieintemente chiara per chi non ha dosi massicce di livore - e gadget- da vendere. Anche se inutile, consiglierei di non insistere.


più tardi mi guardo anno zero, ma dai complimenti , intuisco che il tuo intervento è stato mitico, come sempre... pensavo, cosa succederà ora con Barack, Zapatero, sarkozy, ecc... a casa nostra... non si sentiranno un pò geriatrici???? dal dopoguerra in quà sempre le stesse facce e sempre i soliti disastri. Ma speriamo che qualcosa inizi a cambiare. SONO CON GLI STUDENTI IN PIAZZA!!!!!!! la nostra bastiglia è il parlamento!!!!! Lì c'è il covo delle serpi a presto Grande Marco


io sono monica con la m minuscola, non la Monica del #32 marco non cambiare mai sei unico re grande chi non ti apprezza è solo perchè ha un cervello piccolo così ° ciao


@travaglio "vi devo delle scuse: mercoledì ho scritto troppo in troppo poco tempo e mi è sfuggita la famosa C nel nome di Barack Obama. Prometto di non farlo più." cacchio, sei un giornalista professionista: nulla di grave, ma gli errori di ortografia lasciali ai commentatori (tipo me) Ah, già che ci sei, quando vai a fare il monologo a rai2, fatti dire - aanche da un rocca se ritieni - come si pronuncia mccain.


Non abbiamo petrolio, quindi ammetto che l'Italia è un Paese relativamente poco interessante per uno dei più grossi importatori di greggio al mondo. Però vorrei ugualmente chiedere al neopresidente americano di inviare le truppe in Italia e insediare a Roma un governo provvisorio in preparazione di libere elezioni, di liberarci dal tristo rituale quinquennale col nome del vincitore prestampato a capolista. Mister Obama, faremo il sacrificio di qualche notte sotto le vostre bombe a guida laser, i missili intelligenti e perfino qualche Daisy Cutter da sette tonnellate per liberarci della 'ndrangheta e dalla camorra già che ci siamo. In cambio le prometto che accoglieremo i vostri marines con lanci di fiori, sventolio di bandierine e tante bellissime ragazze da marito. Attendiamo pieni di speranza il rombo dei B52 e il sibilo giubilante dei vostri Tomahawk!


Mi spiace, Travaglio, ma questi ultimi due tuoi post sono falsi. Leggo ogni giorno da anni gli articoli di Rocca e devo dire che hai quantomeno travisato il suo pensiero. Rocca ha sempre ritenuto più probabile la vittoria di Obama rispetto a quella di McCain, curandosi però di far notare quali fattori avrebbero potuto favorire una rimonta repubblicana (mai ritenuta, peraltro, troppo probabile). E infine sì, tra i vari Zucconi, Caretto Rodotà e compagnia bella degli inviati esteri della stampa nostrana, Rocca è un signor giornalista.


Grande Marco, sei il mio Dio!!! Ho il tuo poster in camera e tutte le sere mi addormento sognandoti...grazie di esistere!!! Con te il bene sembra meno lontano e il male fa meno paura!!! Ho un'idea geniale per dare il benvenuto a Obama quando verrà in Italia: percè non chiami Peppe Ciuro che facciamo tutti insieme una bella vacanza a Trabìa....?


#38 Plisv Potrei sbagliarmi ma secondo me le scuse non erano per noi, che di una c in più o in meno sorvoliamo caldamente (la c è sempre il famoso dito, la luna prima o poi soffrirà di calo di autostima, penserà di fare proprio schifo visto che nessuno la guarda mai) ma per il carissimo e sempre spiritoso Rocca che l'ha messa come primo argomento della sua indignatissima risposta sul Foglio, per poi dare ottime lezioni di analisi logica al suo gentile pubblico. Speriamo che ci risparmi anche la lezione sull'analisi del periodo o saremmo veramente arrivati alle comiche.


Travaglio, lascia stare le cose più grandi di te. Torna ad occuparti di giudiziaria. Rocca è uno dei miglior giornalisti italiani che scrivono di Usa e tu con questi articoli, oltre ad aver manipolato sue frasi hai dimostrato di non averlo praticamente mai letto. Lascia stare, davvero. Ci fai solo una brutta figura.




# 45    commento di   nimodeo - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 16:59

Marco, ieri ho pensato che la battuta di Silvio sull'"abbronzatura" di Obama fosse davvero di cattivo gusto. Immagina se l'avesse detto Sarko o Zapatero.... adesso però mi sento un imbecille.....uah uah uah uah uah uah... Ciao da Daniele....FIERO DI ESSERE IMBECILLE...
www.arancemeccaniche.ilcannocchiale.it


esilarante e' la parola esatta..poveri repressi


A me dispiace ripetere quello che ho scritto ieri. Questi ultmi due articoli di Travaglio sono una cialtronata. Io non sono d'accordo su alcune cose dette da Rocca negli ultimi anni, ma qui siamo al collage di alcune cose affermate (magari non condivisibili, e comunque decontestualizzate), altre che Rocca non ha mai detto, ed altre che evidentemente non sono state capite perchè, mi auguro nel migliore dei casi, lette frettolosamente. Se vogliamo comportarci come Emilio Fede, fate pure. Però non galvanizziamoci per un giornalismo di questa fatta.


Travaglio sei stato tu il primo a tirare in mezzo Rocca e scrivere uno dei tuoi articoli di cazzate taglia/incolla senza saperne una mazza di ciò che succede in America. Rocca assieme a Molinari è l'unico corrispondente serio dagli Usa, uno che non scrive solo per luoghi comuni e pregiudizi alla europea come fanno i vari Zucconi, Carretto, Rodotà e Severgnini. Vi consiglio (a Travaglio e ai suoi adoratori) di leggervi un pò di stampa americana e documentarvi di prima mano (non so se conosciate i vari Washington Post, New York Times, The Politico, forse vi suonano familiari, dategli uno sguardo se vi capita). Anzi no, caro Travaglio, tu è meglio che ti limiti a leggere e fare cut/paste con verbali e intercettazioni...


Guardi Travaglio, è molto semplice: se ci si presenta come paladini della verità, poi bisogna dirla, la verità, e per davvero. Il problema non è lei, che cura il suo pubblico - e i suoi interessi, legittimi - ma chi pensa di aver accesso alla verità per il fatto che l'ha letta presso di lei. Ci si lamenta in tanti, dell'informazione imbavagliata, e lo si fa con ragione. Ma ci sono troppe persone che sono pronte a scambiare quell'informazione precotta con un'altra preconfezionata, ma solo un po' più somigliante a se stessi. Insomma, basta trovare il cantante che suoni la canzone che piaccia a noi. Ma questo non è informarsi: informarsi significa leggere tanto, e leggere anche - soprattutto - quello che scrivono le persone che non la pensano come noi. Anche le peggiori, le più faziose, le più vendute tra di esse. E' un lavoro improbo, e capisco che la gente ha un sacco di problemi e col tempo - poco - a disposizione fa quel che può. Ma è l'unico modo, nel caso arrivi uno come lei e dica "Rocca ha scritto che Obama avrebbe perso", l'unica strada per rispondere "no, signor Travaglio, non è vero". O, per dirla con un'espressione più chiara e più dei nostri tempi: lei signor Travaglio non ha ragione automaticamente per il solo fatto di essere antiberlusconiano, e Rocca o chi per lui non ha torto per il solo fatto di essere un suo dipendente. Questa è logica socratica, spero non si voglia discuterla.




Ah, e un'altra cosa. Che diavolo c'entra di chi è figlio Luca Sofri? Ma che mezzi sono, che argomenti sono? E se anche fosse il figlio dell'anticristo, la sua opinione non vale quella di chiunque altro? Non vale la sua? Non è un modo fascistello di dibattere?


E' vero: Luca Sofri è una persona equilibrata, degna di stima, con un blog estremamente seguito e funzionante da molto prima che ogni giornalista ne volesse avere uno. Questi mezzucci per delegittimare chi la pensa diversamente da noi sono degni di questi tempi, tanto criticati in queste sedi.


@42 commento di Tania Ciao Tania, "Potrei sbagliarmi ma secondo me le scuse non erano per noi" Travaglio. "cari lettori (...)Anzitutto vi devo delle scuse." Che poi il tutto fosse indirizato ad altri e che qualcuno si scompisci per tutte le "c" che ci mette dopo direi che è un altro discorso. A proposito, avrai notato sul web e altro che travaglio come esperto di politica estera è considerato talmente poco che da chi se ne intende (rocca compreso) quasi non viene citato. In questo caso il dito è lui, per la luna direi di leggere altri. Arriproposito, avrai notato che anche nella sua specialità, soprattutto ultimamente, sta prendendo paracarri sui denti sia da giornalisti che da giudici, oltre che da commentatori del blog (se ti servono esempi sono qui). Secondo me anche in questo campo rischia - se già non lo è- di essere il dito, con l'aggravante che molti già staranno guardando la luna. Secondo me dovrebbe abbandonare il livore, la fretta, le imprecisioni, le omissioni, di pietro, santoro e dare notizie in modo più imparziale, il che naturalmente non escude il sarcasmo e la polemica. Ciao.


# 54    commento di   Romina Truddaiu - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 17:33

MARCO, GRAZIE DI ESISTERE !!!!!!!!!!! OGNI VOLTA CHE TI VEDO E TI ASCOLTO, MI BRILLANO GLI OCCHI E COME SE TU FOSSI UN FARO PER NOI. SI DICE CHE QUANDO SI TOCCA IL FONDO SI RICOMICIA A RISALIRE... A PARER MIO L'ABBIAMO TOCCATO PIU' VOLTE... ANCH'IO VORREI UN PRESIDENTE CHE CI DICA "YES, WE CAN", UN PRESIDENTE CHE ABBAI A CUORE I PROBLEMI DEL SUO POPOLO, UN PRESIDENTE CHE ABBIA LA FACOLTA' DI ASCOLTARE E NON DI "MANGANELLARE" O DI OFFENDERE. CHIEDIAMO TROPPO?!


mah, sinceramente vado spesso sul blog di Rocca, uno dei pochi del "foglio" non baciapile come il relativo direttore, e un buon esperto di USA. Sono mesi che dice che Obama avrebbe vinto, pur avendo a lungo "tifato" per la Clinton. negli ultimi giorni si è pure sbilanciato, dicendo che Obama avrebbe vinto nettamente, quando tutti blateravano della possibilità di un rigurgito razzista nelle urne. e quando Severgnini, quello che più di tutti se la tira da espertone, scriveva "finché non lo vedo non ci credo". questo per la verità.


signor Travaglio capita di pestare una merda il problema è quando, come hai fatto lei oggi, si continua a farlo ripetutamente. Ha cercato di rimediare ad un post pieno di errori. Ma LA TOPPA è STATA PEGGIO DEL BUCO! Anche questo post è stato sbugiardato oggettivamente da Rocca. Travaglio perde colpi? Non si intestardisca. O fa esattamente come Berlusconi da lei tanto criticato. Ammetta di aver sbagliato e bon. Finita lì. Ma non insistere a darti le martellate sui coglioni. Anche perchè sono proprio queste cose che poi useranno contro di te per cambiare argomenti quando il discorso si farà troppo scomodo...


monica con la m piccola per cortesia, non sia razzista o la dovremo mettere insieme a Borghezio grazie


LORENZO QUOTO se c'è uno che negli ultimi mesi ha svolto un servizio da vero giornalista sulle elezioni americane senza raccontare frottole alla riotta fede e soci è stato proprio Christian Rocca. Non per nulla siamo stati in tantissimi a seguire il suo blog in questo periodo. O si sta dalla parte di Riotta e Fede o dalla parte di Rocca


Alla fine, la biscia si rivolta al ciarlatano. Succede sempre, se lo ricordi bene, Travaglio, e sappia che su internet succede più in fretta che altrove. Qui non è come sui giornali o in tivù, dove si può ripetere la stessa falsità superficiale all'infinito senza mai essere smentiti.


Chi sia il padre di Luca Sofri comunque importa, dal momento che come è noto, tra Travaglio e Adriano Sofri, come con altri ex esponenti di Lotta Continua, non corre affatto buon sangue.




Caro Marco, sono contenta di constatare che leggi i nostri commenti, perciò ti chiedo di nuovo: Dove sono finiti i NOSTRI 98 MILIARDI di euro evasi dai concessionari delle sloat machine? Firmate la petizione: www.firmiamo.it/98miliardidieuroevasi


A giudicare dal tenore dei numerosi interventi temo proprio che Travaglio abbia azzeccato.. Rocca colpito e affondato


# 60 Rosa ------------ E ci mancherebbe!! scusa ma chi si sentirebbe onorato di avere nella cerchia delle proprie amicizie il mandante di un omicidio? giusto un Ferrara, uno straccio Liguori o compagnia bella (tutta roba da fondo del barile) Mi pare ovvio che Travaglio marchi le distanze...


mi pare proprio di no Lo so, non è uno scoop. L’ex editorialista preferito della Lega di Bossi è tornato sulla cialtronaggine che ha scritto l’altro giorno, credo sul blog del suo penitenziario. E per rispondere a chi gli faceva notare che qui e sul Foglio è stato scritto, con un mese e mezzo di anticipo (o 4 anni di anticipo, a voler prendere buona la pagina di Stefano Pistolini), non solo che avrebbe vinto a valanga Barack Obama, ma anche in quali stati avrebbe vinto (peraltro, prendendoci), si arrampica sugli specchi, le spara a valanga su Rice e Rumsfeld (che peraltro qui non sono mai stati magnificati, al contrario di Bush) e su cose di cui non sa niente, ma proprio niente (a proposito: lui non lo sa, non sa mai niente, ma anche Obama sostiene che la nuova strategia in Iraq - si scrive con la q, non la k - "è un successo al di là di ogni immaginazione"), e riscrive esattamente lo stesso articolo sputtanato anche da alcuni dei suoi più esagitati fan. Però è riuscito, tra le varie inesattezze, a scrivere un’ulteriore balla, cioè che io avrei più volte scritto che " Obama era il peggior candidato che i Democratici potessero trovare". Naturalmente è vero il contrario, e basta cliccare sul cerca di Camillo e rendersi conto che il secondino è il solito imbroglione. A voi sembra che l’ex faro di fini intellettuali come Bossi e ora di Di Pietro non si renda conto che quello che cita era un pezzo di marzo sui dati (dati, non opinioni) della composizione del voto obamiano e di Hillary (ed era come ho scritto io: allora Obama vinceva solo tra neri, giovani, ricchi e per intenderci fighetti). No, lui se ne rende perfettamente conto, ma gli piace raccontare balle. Sulla Palin confermo quello che ho scritto e detto, il suo straordinario e irrazionale seguito tra la base conservatrice (che odia McCain) era obamiano al quadrato. Capisco che per Travaglio questi sono concetti privi di carta bollata, ma senza Palin sanno tutti che McCain avrebbe preso milioni d
http://www.camilloblog.it/archivio/2008/11/07/marco-travaglio-e-un-imbroglione2/




Ma che senso hanno commenti tipo "bravo, continua così, sei un mito, ci hai azzeccato"...? Eh? Ma c'è qualcuno qui interessato ad approfondire le cose o semplicemente avete deciso che ve lo spiega Travaglio allora è vero? Qui non si tratta di credere a me, a Rocca o a chi vi pare, si tratta di passarsi un pomeriggio a leggere. Ma non vi accorgete del fascismo implicito che c'è in questo modo di fare? Siete disposti ad assecondarlo e sacrificare il vostro spirito critico, tutto purché si parli male di Berlusconi? Ma siete matti? Poi fate voi.


# 65 commento di masi lascia perdere...a sentire personaggi come voi le galline canterebbero l'aida, gli asini volerebbero e l'Italia sarebbe una democrazia compiuta...


Questo lo ha scritto dopo (la vittoria ), ma è comunque un bellissimo articolo: http://www.camilloblog.it/archivio/2008/11/05/la-campagna-perfetta/ Così, per dare il giusto valore alle cose.


Oggi è stato approvato all'unanimità il decreto per il rimborso delle spese elettorali dei partiti 25milioni euro iù altri 122 già versati e altri 8 da ricevere per le elezioni Europee TANTO PER DARE IL GIUSTO VALORE ALLE COSE....


Scusate, ancora solo per una domanda, forse stupida ( non frequento molto questo blog, fortunatamente ): perchè questo post non è nell'home page di Voglio scendere? Come si arriva qui ? (Io dal link di Camillo )


non si tratta di una domanda stupida, ma essendo tu un raffinatissimo intellettuale di sinistra seguace di D'alema (wow...), sarai sicuramente in grado di darti una risposta da solo


# 73    commento di   Cante - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 19:14

Gentile Travaglio, ieri, mentre leggevo l'ennesimo dei suoi libri, mi è sovvenuto un pensiero: come mai le bombe del '93 (Roma, Milano ,Firenze)non vengono più ricordate? Sembra quasi che non siano mai esistite,per me che (pure 15enne all'epoca), le ho vissute. Figurarsi per chi è nato da quel periodo in avanti. Sembra quasi non vi siano state vittime, eppure ce ne sono state.Ben 10 più 106 feriti. Le stragi del '92 bene o male si ricordano seppure nel modo che sappiamo, queste invece niente. I familiari delle vittime, che pure si sono costituiti in associazione, mai visti in TV. Secondo lei, la mia, è l'opinione errata di chi volutamente non segue più TG negli ultimi anni e quindi risulta un pò distratto, o è un opinione che ha ragion d'essere? Con stima la saluto e le auguro buon lavoro.


Caro Marco, mi costa dirlo, ma questa volta mi sembra che ti stai arrampicando sugli specchi. Per una cosa così non ne vale la pena. A tutti può capitare di sbagliare, di prendere una cantonata. Probabilmente non hai molta stima di Rocca, ma hai sbagliato argomento per attaccarlo. Meglio ammetterlo. Con stima. Gianpaolo


A Paolo... ma chi sei? Previto O Maurizio Gasparri. Se sei Gasparri, ricordati questo... Manifesto Pd su Gasparri-Al Qaeda E il Pdl insorge: "Metodi da Br" Franceschini: "Solo un polverone per coprire la gaffe di Berlusconi" Il partito del premier replica: "Parla come il Franceschini terrorista" ROMA - Un manifesto con il viso di Gasparri in primo piano e un fumetto con la frase infelice del capogruppo al Senato della Pdl sulla soddisfazione di Al Qaeda per l'elezione di Obama. Al centro una fascia rossa: "Vergogna". E il commento: "Il mondo esulta, la destra diffama". Firmato Pd. E da qui, tra maggioranza e partito democratico, si scatena una guerra di parole, con gli esponenti del Pdl pronti a definire "terroristi" quelli del partito avversario. Il manifesto è presenta da ieri sera nelle strade di Roma. Ed è bufera politica. Ad aprirla, il presidente dei deputati dl Pdl: "Un manifesto incredibile - tuona Cicchitto - con tanto di fotografia per indicare un bersaglio da colpire. Un manifesto di autentica barbarie che può provocare pericolosissime conseguenze. Il Pd deve solo vergognarsi e dovrebbe chiedere scusa". E sulla stessa linea arriva una selva di dichiarazioni: dai "metodi leninisti" denunciati dal leghista Domenico Gramazio, al "falso buonismo" indicato da Carlo Vizzini che aggiunge: "E' questo il vero volto della sinistra". Poi, durissima, arriva la replica dello stesso Gasparri. Che si impegna personalmente a strappare alcuni manifesti con la sua faccia, dai muri di strade vicine a Montecitorio: "A Roma in queste ore campeggiano manifesti firmati dal Pd con la mia foto e su scritto 'vergogna'. E' uno stile più da Brigate Rosse che da partito democratico. Indicare un obiettivo con una foto in un momento in cui nelle piazze ci sono tensioni è irresponsabile. Sono più stupito che preoccupato da questi allievi di Goebbels e Stalin".


#71 dalemiano a destra della pagina del blog http://clip2net.com/clip/m0/1226081835-clip-3kb.png


Risponde Christian Rocca L’ex editorialista preferito della Lega di Bossi è tornato sulla cialtronaggine che ha scritto l’altro giorno, credo sul blog del suo penitenziario. E per rispondere a chi gli faceva notare che qui e sul Foglio è stato scritto, con un mese e mezzo di anticipo (o 4 anni di anticipo, a voler prendere buona la pagina di Stefano Pistolini), non solo che avrebbe vinto a valanga Barack Obama, ma anche in quali stati avrebbe vinto (peraltro, prendendoci), si arrampica sugli specchi, le spara a valanga su Rice e Rumsfeld (che peraltro qui non sono mai stati magnificati, al contrario di Bush) e su cose di cui non sa niente, ma proprio niente (a proposito: lui non lo sa, non sa mai niente, ma anche Obama sostiene che la nuova strategia in Iraq - si scrive con la q, non la k - "è un successo al di là di ogni immaginazione"), e riscrive esattamente lo stesso articolo sputtanato anche da alcuni dei suoi più esagitati fan. Però è riuscito, tra le varie inesattezze, a scrivere un’ulteriore balla, cioè che io avrei più volte scritto che " Obama era il peggior candidato che i Democratici potessero trovare". Naturalmente è vero il contrario, e basta cliccare sul cerca di Camillo e rendersi conto che il secondino è il solito imbroglione. A voi sembra che l’ex faro di fini intellettuali come Bossi e ora di Di Pietro non si renda conto che quello che cita era un pezzo di marzo sui dati (dati, non opinioni) della composizione del voto obamiano e di Hillary (ed era come ho scritto io: allora Obama vinceva solo tra neri, giovani, ricchi e per intenderci fighetti). No, lui se ne rende perfettamente conto, ma gli piace raccontare balle. Sulla Palin confermo quello che ho scritto e detto, il suo straordinario e irrazionale seguito tra la base conservatrice (che odia McCain) era obamiano al quadrato. Capisco che per Travaglio questi sono concetti privi di carta bollata, ma senza Palin sanno tutti che McCain avrebbe preso milioni di voti in meno e che la sua p


(continua) A voi sembra che l’ex faro di fini intellettuali come Bossi e ora di Di Pietro non si renda conto che quello che cita era un pezzo di marzo sui dati (dati, non opinioni) della composizione del voto obamiano e di Hillary (ed era come ho scritto io: allora Obama vinceva solo tra neri, giovani, ricchi e per intenderci fighetti). No, lui se ne rende perfettamente conto, ma gli piace raccontare balle. Sulla Palin confermo quello che ho scritto e detto, il suo straordinario e irrazionale seguito tra la base conservatrice (che odia McCain) era obamiano al quadrato. Capisco che per Travaglio questi sono concetti privi di carta bollata, ma senza Palin sanno tutti che McCain avrebbe preso milioni di voti in meno e che la sua partita sarebbe finita ancora prima della crisi finanziaria. Ve l’ho detto che Travaglio è un imbroglione?


Che tristezza. Mistificare, mentire, citare brandelli di discorso, decontestualizzandolo, col fine di dare significato altro alle cose, pensavo fosse prerogativa di coloro i quali ti picchi di avversare. E invece mi ricredo. Le frottole le racconti anche tu e non sai la pena di ritrovarmi a leggere l'artefatto con cui ti affanni a replicare, distinguendoti nella menzogna come pochi sanno fare. Sono sempre stato convinto che l'offesa e la menzogna fossero le armi degli ignoranti. Mi sbagliavo, errore mio.


# 80    commento di   onibas - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 20:22

grande travaglio!!!!


# 81    commento di   francesca g. - utente certificato  lasciato il 7/11/2008 alle 20:33

Sei TROPPO UN GENIO TI ADOROO!!!!


Semplicemente ( mi verrebbe da dire obiettivamente )una brutta pagina per Travaglio ( e i suoi adepti). Può capitare, non è un dramma. Un consiglio: accettate, senza ulteriori, scivolose arrampicate, l'ultima stoccata: http://www.camilloblog.it/archivio/2008/11/07/il-metodo-travaglio2/




Caro Marco, hai la grande capacità di raccontare il VERO con ironia e una punta di cinismo che manca a molti tuoi colleghi. Non leggo molti giornali, non sono iscritta a nessun partito MA da quando leggo ciò che scrivete su questo blog, su quello di Grillo e da quando guardo i tuoi strordinari "passaparola" sono molto più attenta: non posso più accettare passivamente i diktat di palazzo Chigi. Hai questo grande merito, avermi aperto gli occhi!!! Un consiglio: a tutti quelli che hanno ri-risposto al tuo intervento rivolgi un sorriso, fanno tenerezza!!!!


Già, questo post non è in hp del blog. Magari perché per le scemenze scritte - e contestategli - Travaglio si dimostra capace di provare vergogna? Questa sì, che sarebbe una notizia. (Comunque sei fortissimo, informatissimo, coraggiosissimo, P2 Previti ecc...)


Marco Travaglio è una piccola grande delusione. In questi due ultimi post ha dimostrato come sia uguale a Berlusconi. Non riesce a dire: mi sono sbagliato. Rocca lo sbugiarda per la TERZA volta nel suo blog. Caro Travaglio stavolta la toppa è stata peggio del buco e il buco era bello grosso.


@64 franco "Mi pare ovvio che Travaglio marchi le distanze..." Certo, andando in vacanza con l'intellettuale ciuro. ciao


@84 Alice "Caro Marco, hai la grande capacità di raccontare il VERO" D'avanzo gli ha già spiegato che i fatti non sono il vero, oggi non è la prima volta che si viene sa sapere che mancano pure i fatti. La notiziona -se qualcuno se ne può far qualcosa - è che rocca non gli sta simpatico. nulla di più. Ciao, con molta tenerezza


Perchè loro Obama, e noi Berlusconi?


Ammazza come sono suscettibili e fanatici i " rocchini". Tutti lì a puntualizzare, a scrivere " non mi ( gli) hai fatto niente, faccia di serpente". E come vogliono fare credere che non è vero che Rocca ha ragione. Fatevi un bagno di umiltà e fateglielo fare anche al vostro idolo.


bravissimo come sempre ,evvviva la competenza del giornalismo di M.Travaglio.


Marcolino, secondo me non ti sei divertito a leggere i commenti... secondo me hai rosicato. sei un inguaribile frustrato. ah, mi sembra ridicola la balla del "ho scritto tanto quindi mi è sfuggito l'errore...". avrebbe potuto dirla chiunque, ma il tuo mestiere è scrivere e nessuno crede che tu non rilegga quello che scrivi. dal momento che ti fai paladino di chi accusa politici, manager, imprenditori, etc. che non sanno fare bene il loro lavoro... tu impara a fare bene il tuo, impara a scrivere o dedicati ad altro.


ciao marco, sei il numero 1 non ci sono dubbi. per quanto riguarda rocca, non lo conosco e non mi interessa quello che dice,mi basta sapere che scrive su un giornale che non legge nessuno e che pago io con le mie tasse, e putroppo ,non è l'unico, su luca sofri stenderei un velo pietoso. lui esiste in quanto figlio di suo padre, e bene fa marco a rimarcarlo. Più in generale , chi in potlitica fa il tifo invece di informare, come fanno sempre il foglio e il giornale vanno sputtanati quando prendono delle cantonate clamorose. tutto qui. ciao


Marco questa volta, e mi dispiace molto ammetterlo, hai sbagliato. Hai volutamente copiato/tagliato/incollato a tuo piacimento spezzoni e frasi dei post di Christian Rocca, che ,non mi sembra ci siano dubbi, è tra i migliori conoscitori del mondo americano, certamente meglio di te o di tanti tuoi colleghi che in questi giorni presi dall'euforia Obamiana si riscoprono esperti dell'America. L'idea poi di menzionare il padre di Luca Sofri è stata una vigliaccheria degna del peggior Berlusconi, puoi spiegarci cosa c'entra ai fini di un giudizio su una persona sapere di chi sia figlio? e poi Luca Sofri ti è proprio così sconosciuto? non ci credo proprio. Ti ammiro molto per quello che fai, per come parli e per le battaglie che porti avanti, ma con questa vicenda sei caduto proprio in basso, mi spiace. Daniele


Scrive Rocca nell'ennesima arrampicata sugli specchi: "...quello che cita era un pezzo di marzo sui dati (dati, non opinioni) della composizione del voto obamiano e di Hillary" Peccato che quella identica frase fosse ripetuta il 5 giugno, sul Foglio, quando ormai Obama aveva vinto le primarie contro Hillary, e la cosa a Rocca rodeva molto, al punto da lanciare l'elegante anatema sui fighetti che votano Obama. Però lui è bravo, capisce sempre come evolvono le situazioni: http://phastidio.net/2008/11/06/poi-non-dite-che-non-ve-laveva-detto/


Travaglio non puo' continuare a gettar guano su tutti senza pagarne lo scotto. Rocca é un grande conoscitore delle cose americane e Travaglio dovrebbe tacere col suo pressapochisimo. Si limiti alle invenzioni giudiziarie dal suo pulpito televisivo, pagato da noi, e la pianti. Scripta manent. Il modo di scrivere di Travaglio non é giornalismo é sfogo bloggeristico innalzato dai suoi appecoronati. I Bloggers sconosciuti scrivono meglio e con piu' accuratezza.


Ahi! ahi! Rocca... Che figuraccia! Ti attacchi al C... ma la verità è una sola: leggetevi TUTTI l'articolo pubblicato il 5 giugno (linkando http://www.camilloblog.it/archivio/2008/06/05/non-e-piu-quello-di-una-volta/) e poi decidete. La verità è che il Rocca è talmente aduso al tipico leccaculismo del giornalismo itailiano che per lui è normale voltare la banderuola come fa il vento. Ed è proprio questo che faceva notare Travaglio. "Obama resta il candidato perfetto per una serie televisiva, e infatti s’è scoperto che l’ultima serie di “The West Wing”si è ispirata a lui per delineare il candidato ispanico Matt Santos, ma ora si è trasformato nel solito candidato elitario, intellettuale, troppo di sinistra e incapace di connettersi col paese reale. Non sono opinioni. Sono mesi che Obama viene rifiutato stato dopo stato, primaria dopo primaria, dalla working class del suo stesso partito, dai poveri, dagli immigrati ispanici, dai cattolici, dagli anziani, dalle donne, dagli ebrei e da qualsiasi categoria sociale e razziale a cui non appartengano afroamericani, studenti, intellettuali, miliardari, divi di Hollywood e fighetti. Christian Rocca" E nello stesso articolo questa "cialtronagine" bellissima: "Nessuno sa come andrà a finire a novembre, e chi dice il contrario mente sapendo di mentire." Cazzo, bastava chiedere al collega Pistolini che lo aveva previsto quattro anni prima. Rocca, ma ci faccia il piacere!


Eh, sì, le conosce proprio bene le "cose americane"...Vedo che gli argomenti scarseggiano: "appecoronati"..."pulpito televisivo"... "invenzioni giudiziarie"... Ma guarda che quello è Vespa su Porta a Porta: scirvania di ciliegio, baciamano a Berlusconi, assoluzione di andreotti e via dicendo...


# 99    commento di   Maria Chiara - utente certificato  lasciato il 8/11/2008 alle 15:59

@65 Iraq oppure Irak: si può scrivere sia con Q che con K. Verificare su qualsiasi buon dizionario...


Irak è la traduzione francese.In italiano e in inglese si deve scrivere Iraq.


# 101    commento di   NealCassidy - utente certificato  lasciato il 8/11/2008 alle 18:15

Ma PERCHE'? A me piacciono le analisi. E per farle serve essere preparati su una materia. Travaglio tu non sei un americanista perchè ti ostini a formulare contro-analisi sulle opinioni di C. Rocca? Come non capisco le veline che parlano di economia, i calciatori che commentano l'economia, vorrei leggerti su argomenti nei quali sei preparato. Altrimenti come giustifichi certe tue opinioni non certo politicamente "profonde" come: -"quello che ci illustra ogni giorno da anni come e qualmente gli americani stiano trionfando in Irak" lo dice anche Obama e il NYTimes -"la "palin".."si sarebbe rivelata un disastro, la palla al piede che ha fatto perdere un bel po’ di voti a Mc Cain" è vero il contrario per la maggior parte degli analisti (anche liberal) .. E poi usa più attenzione quando critichi Rocca: - Rocca commentava solamente i risultati delle primarie dicendo che un certo elettorato votava per Obama, ma non ha mai negato che avrebbe vinto alle presidenziali(anche grazie ad una posizione moolto più moderata di O.) -non ha mai pontificato la "genialità della Rice, di Rumsfeld" !!!controlla meglio sul suo blog



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti