Commenti

commenti su voglioscendere

post: La Voce del Ribelle

Quando nasce un nuovo giornale , specialmente in Italia, dovrebbe essere una festa per tutti. Quando poi questo giornale è diretto da un grande del giornalismo controcorrente, cioè del giornalismo e basta come Massimo Fini , la festa è almeno doppia. I furbetti (come il Mentana di ieri sera) che ripetono a pappagallo che l’Italia è il paese più libero del mondo dovrebbero rispondere, se ci riescono, a questa semplicissima domanda: perché Massimo Fini, da anni e anni, è confinato in piccoli giornali marginali , anziché scrivere - come meriterebbe per il pubblico che ha e per le cose che sa - sulla grande stampa? Perché, che comandi la destra o la sinistra, in televisione non c’è mai posto per lui? Massimo, non essendo un piagnone, non è il tipo da lamentarsi. A costo di ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 245    commento di   Concita - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 12:27

Federica, che dire? vedo che c'è una come me che non fa la corsa a ostacoli per compiacere Travaglio


# 246    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 12:27

@DarkONE 242 La dote di sapersi scusare e' arte rara, complimenti, ciao


Darkone, tranquillo, non mi sono mica offeso, scherzavo. tra l'altro avevi pure ragione... in realtà anche io mi sono imbestialito dopo aver letto quell'articolo e avendolo trovato in quel sito, ho creduto fosse di un collaboratore del giornale in questione. Sicuramente ciò è dovuto a una mia disattenzione, ma forse il sito non è molto chiaro nel distinguere ciò che è interno-vicino alle posizioni del giornale, e ciò che non lo è (cosa fondamentale per un giornale agli inizi).


Daniele P Ciao :) Certo che anch'io ci credo, infatti, come hai capito, non sto dicendo a nessuno di non abbonarsi. Solo, sai come la vedo e penso e posso sbagliarmi 'per definizione', ma mi chiedo cosa sarebbe successo se Travaglio avesse parlato di Internazionale- no, non quella dell'Inter: tutti ad abbonarsi? ;))


Concita :) E l'ho pure ribadito nel post a Daniele P- e sottoscrivo, scusarsi è una dote, e rara. E scherzi a parte, se non lo conoscete, Internazionale ve lo consiglio, perché mentre noi tendiamo ad essere un po' provinciali e seguire le enormi cazzate del governo- ed il tempo ci vuole, sono tante- c'è un intero mondo che va a puttane, un mondo di guerre dimenticate e di schiavi e di dittature altrettanto dimenticate, lo sappiamo tutti qui, come sappiamo che un uragano in Louisiana ha la prima pagina, uno ad Haiti la quarta... ed io mi incazzo ogni singola volta.


vado OT per un momento solo per una domanda a Marco. Il tuo libro "l'odore dei soldi" edito nel 2001 è ormai da parecchio tempo introvabile; non viene ristampato perchè non t'interessa ristamparlo oppure perchè nessun editore si assume la responsabilità di farlo? Secondo me andrebbe finirebbe ancora in poco tempo. Grazie e scusate l'OT.


nel post sopra ovviamente "l'andrebbe" messo nell'ultima frase non c'entra nulla. sorry.


allum >Sì, infatti: ha abbandonato Marx per sposare Adam Smith. Come dice giustamente Fini: due facce della stessa medaglia... Mi spieghi come la sinistra sposi Smith- e sposare è concetto totalizzante- che non sosteneva l'intervento dello Stato nell'economia, se non in pochi casi? (ricordo bene?) La sinistra è accusata di essere statalista, tutta, marxista e non. Le due cose stridono. Mi spieghi anche come un liberista e Marx siano due facce della stessa medaglia? Di cosa, del mercato? Be', un mercato ci vuole, non è che si possa tornare al baratto, che comunque mercato era anch'esso. ;) il mi spieghi non è polemico, quindi non accendiamo gli animi. ;)


# 253    commento di   dragoberto - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 12:50

Per coloro che credevano che il referendum passasse: Devo ricordare che verranno affossati perché la legge 325 del 1970 all art. 31. - Non può essere depositata richiesta di referendum nell'anno anteriore alla scadenza di una delle due Camere e nei sei mesi successivi alla data di convocazione dei comizi elettorali per l'elezione di una delle Camere medesime. Grillo ha depositato le firme il 17 luglio, lo scioglimento delle camere e i comizi sono stati convocati il 6 febbraio. Lui avrebbe dovuto depositarle l'8 agosto. Grillo non è uno sprovveduto, ha visto che non erano sufficenti e allora ha anticipato il tutto.


mi riferisco all'industrialismo, alla mercificazione. differiscono nella destinazione nei risultati (per pochi il liberismo della competizione, per molti il marxismo eccc), non nel concetto originario, che è sbagliato: crescita. solo che crescita (infinita per definizione) in uno spazio finito non può essere. è intuitivo, ancora prima che logico e razionale. partono tutti dalla rivoluzione industriale. e finiscono entrambi - come si vede - male. dunque la via da trovare è un'altra. e non sta né a destra né a sinistra. sorry.


Oh, e Marx ne ha dette di giuste pure lui, solo il suo sistema filosofico è colmo di aporie come ogni sistema filosofico. Quella dove 'ci ha azzeccato' di più, per me, resta "la religione è l'oppio dei popoli", mi ci farò un t-shirt e poi andrò in South Carolina e in Arabia Saudita. O in vaticano, neanche bisogno di tradurla. ;)


allum Sorry di che, io non credo nell'infallibilità di nessuno, figurati della sinistra, sbagliamo un giorno sì e un giorno anche. ;) Seriamente: che finiscano male è lì da vedere, com'è ottimo il tuo far notare che l'infinito non può stare nel finito. Il concetto di crescita però può essere limitato dall'etica, e mentre si cercano altre soluzioni, credi che tornare a questo bel concetto dimenticato possa aiutare a limitare i danni?


# 257    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 13:2

@Dragoberto 263 Allora come mai la cassazione parla di vizio di forma nella raccolta e non di decorrenza di termini? Sprovveduti pure loro? Inoltre, se semplicemente le firme sono state depositate con troppo anticipo, perche' convocano Grillo? Per mostrargli il calendario? Inoltre, se il problema fosse veramente la data, perche' non ripresentare le firme ora che i sei mesi sono passati?


d'accordissimo


Allum Bene. :) Se hai qualcosa da aggiungere, leggerò volentieri dopo la pappa, anche perché mi sa che di economia capisci mooolto più di me. :) Ciao


# 260    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 13:17

Intanto, proprio perche' non ti lasciano nemmeno il tempo per prendere fiato, Bruxelles ha dato via libera al prestito ponte dal governo all'alitalia. Pero' il commissario europeo dei trasporti lo ha giudicato illegale (non farlo sarebbe stato impossibile anche per lui) quindi dovra' essere restituito, non dalla cai (ci mancherebbe, che regalo sarebbe?) ma dalla cosidetta "bad company". In altre parole chi e' fallito e sotterrato dovra' (non ridete) restituire il prestito, chi acquista (dopo che le magagne sono passate tutte al fallito) si fa un bel brindisi alla salute. Chi e' l'ineffabile ed arguto commissario ai trasporti dell'UE? Antonio Tajani.


# 261    commento di   fili di Lupo - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 13:26

visto che la precedente mia "provocazione ribelle" sta dando i suoi frutti x il dibattito..talaltramente pacatamente ribellemente riprendiamo spu(n)to e ..sempre in tema post(giuro che non sono pagata dalla voce ribelle eh eh eh eh eh ) : "Della serie “la storia non insegna nulla” se non rimanere aggrappati con le unghie alle meglio gioventù che si sono fatte prendere per i fodelli per decenni. di Alessio Mannino* Il 7 settembre 2008 ha aperto a Milano, nel quartiere della periferia nord Certosa Garignano, il centro sociale di estrema destra “Cuore Nero”. A soli trecento metri più in là ce n'è uno di estrema sinistra, il “Torchiera”. La commedia delle parti è sempre la stessa, e prevede che gli “opposti estremismi” si contendano lembi di territorio secondo un copione ben preciso. Che più o meno è quello di Guerrieri della Notte: bande metropolitane di bulli fanno a gara a chi è più radicale e alternativo al sistema. Questi giovani, della gioventù, hanno il fisiologico spirito di ribellione. Ma con le loro ideologie e simbologie antiche di un secolo, in realtà sono vecchi. Vecchi dentro. Mentre l'Italia ha estremo bisogno di idee nuove, fresche, adatte al presente. Purtroppo, le nuove leve della rivolta sono troppo occupate nelle loro rappresentazioni in costume, fra fascisti e antifascisti (o comunisti e anticomunisti), mentre fascismo e comunismo sono ormai morti da un pezzo. Nessuna opposizione Ora, posto che nessuna speranza può giungere dai Veltroni e dai Di Pietro, assodato che i partitini di Ferrero e Storace lasciati fuori dalla mangiatoia del potere attendono soltanto di tornare a grufolarvi, chiarito che la disillusione di massa con megafoni come Grillo è ancora allo stato embrionale, cos'è che manca a un ragazzo impaziente di mettere a soqquadro il mondo? Una vera opposizione. Animata da un pensiero vivo, che pensi i problemi del 2008 e non di sessanta o cento anni fa. E che si batta per liberarci dalle schiavi
http://www.ilribelle.com/mensile-on-line/2008/11/9/rossi-e-neri-ribelli-a-meta.html


# 262    commento di   fili di Lupo - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 13:28

cos'è che manca a un ragazzo impaziente di mettere a soqquadro il mondo? Una vera opposizione. Animata da un pensiero vivo, che pensi i problemi del 2008 e non di sessanta o cento anni fa. E che si batta per liberarci dalle schiavitù di oggi, non di ieri o dell'altroieri.....
http://www.ilribelle.com/mensile-on-line/2008/11/9/rossi-e-neri-ribelli-a-meta.html


# 263    commento di   fili di Lupo - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 13:34

x allum la teoria dell'infinito denso numerabile e non numerabile è di mio profondo interesse grazie tuo pensiero illuminatissimo delle due dimensioni ed oltre le due




X ALEXANDRE CAUSIN (commento n. 63) Siamo alle solite... E' vero che il motto "nè destra nè sinistra" è stato usato in passato anche da formazioni neofasciste, ma questo non significa che non sia di per sè un'affermazione condivisibile. Quanto ad Alain De Benoist, definirlo neofascista o anche solo di destra significa essere o in malafede o totalmente ignoranti circa il suo percorso intellettuale. De Benoist è stato un uomo di destra, ma da oltre vent'anni non si riconosce apertamente più in quell'area politica e rifiuta l'etichetta di "Nuova destra" appioppata alla corrente ideologica che rappresenta. Certo che se ci si basa solo su Wilkipedia.... In definitiva, Sig. Causin, mi sembra che lei si fermi ai nomi e alle etichette invece di scendere nel merito delle idee. Dovrebbe cioè dirmi cosa c'è di fascista nel non voler essere nè di destra nè di sinistra e nelle tesi sostenute da De Benoist negli ultimi decenni. Altrimenti devo pensare che il suo sia solo un pregiudizio. Ciò detto, Massimo Fini - che di destra non è mai stato - non ha mai neppure accettato la ghettizzazione che i neofascisti, specie in passato, hanno subito e per questo non si è mai fatto problemi ad andare ad esprimere le sue idee presso circoli di destra radicale o organizzazioni come Casa Pound. Per lui, come per noi di Movimento Zero, TUTTI sono liberi di esprimere le proprie opinioni. Il che, ovviamente, non sempre significa condividerle.
www.movimentozero.org


# 266    commento di   fili di Lupo - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 13:56

a proposito della banana zoo republik in cui sono nata per caso(concetto che non è ben chiaro x es ai legaioli ma non solo a loro)..e aproposito dell'intelligenza che è mancata ai domatori del circo e per ora ad alcuni, compresa me,che potevano aprire intelligentemente le gabbie, mi viene in mente Koehler L'Intelligenza delle Scimmie Antropoidi : "Per prendere delle banane, poste troppo in alto per raggiungerle con salti e balzi, la maggior parte degli scimpanzé utilizzava bastoni, pertiche e accatastamenti di cassette su cui montare come su una scala.In particolare,uno scimpanzé di nome Sultano riuscì spesso ad andare oltre le capacità manifestate dai suoi essendo capace anche di incastrare due bastoni l'uno nell'altro per allungare la portata del braccio. Più dei suoi compagni egli comprendeva l'importanza di fabbricare strumenti ex novo o riadattarne, anche con operazioni complesse, oltre che semplicemente usare ciò che c'era di "pronto.Sultano cercava degli oggetti che stanno dietro una inferriata e non poteva raggiungerli con il braccio; allora va in giro cercando qualcosa e finisce col dirigersi ad una griglia per la pulizia delle suole che è composta da asticciole di ferro fissate in una cornice di legno; vi lavorò intorno un momento, finché riuscì a togliere una delle asticelle; con questa corse immediatamente al vero obiettivo, circa dieci metri più in là, e lo tirò verso sé"


I partiti della maggioranza continuano a sbarrare la strada ad una persona onesta e scomoda come Leoluca Orlando alla presidanza della Commissione di Vigilanza Rai; ma la cosa più scandalosa è che il presidente di tale commissione riguardante la tv pubblica lo vuole imporre il Presidente del Consiglio, nonchè proprietario di Mediaset!!!!


# 268    commento di   volpevola - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 14:22

dott marcelletti nome da tenere a mente , post 238 AMBRA ____________________________________________________________ LEGGENDO IL MANIFESTO VIEN VOGLIA DI RILEGGERLO , PARTECIPO ALLA STAMPA DE"IL MANIFESTO".... GLI DARò DEI SOLDI AI "MANIFESTANTI" IN REDAZIONE __________________________________________________________ CIAO a tutti interessante la disputa su Marx ed economia , industria e capitale __________________________________________________________ mess : leggendo della storia d'hitler è pazzesco come nei movimenti di massa le cose si ripetano simili qindi alla massa serve cultura per nn comportarsi come una macchina il meccanismo politico può essere replicato in diversi tempi storici secondo regole simili al passato


# 260 DANIELEPELIZZARI "In altre parole chi e' fallito e sotterrato dovra' (non ridete) restituire il prestito, chi acquista (dopo che le magagne sono passate tutte al fallito) si fa un bel brindisi alla salute. Chi e' l'ineffabile ed arguto commissario ai trasporti dell'UE? Antonio Tajani." Non ridere? Certo che no (sebbene faccia ridere di gusto): come fanno a ridere gli sconsolati eredi del morto e sepolto, cattivo - cioè "bad" - fin che si vuole? Come fanno a ridere gli eredi se devono pagare i debiti milionari del "sotterrato"? Poi a proposito della tua battuta su re Sole morto a 77 anni: grazie della buona notizia ("buona notizia": fate voi a darne l'interpretare che più vi aggrada). Quando morirà il nostro di re Sole, gli eredi rideranno o piangeranno? E noi? E poi, a proposito del piangere e del ridere, c'è un paradosso nelle recenti critiche del Telebano: pochi giorni disse che la Rai è ansiogena. Ma come fa ad essere ansiogena se ci fa ridere... su di lui?


# 270    commento di   fili di Lupo - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 14:34

si volpe è proprio come tu dici senza tutti i miei fronzoli e metafore hai mai visto una scimmia nazista? è hai mai visto un 'ape iscriversi alla democristiana? una tigre comunista? ........................................ intelligenza mette al riparo il regno ( intelligenza+*-/cultura quello umano)
Muro Umano Si




# 266 fili di Lupo Una anche per te: L'ignegegnoso Sultano ha dunque inventato il bastone telescopico acchiappa-banane, che mi suggesisce, circuitata e contratta, la voce cha lanciai parecchi post fa: TeleBano, il Banano massimo della BananaRepublic.


Corr.: l'interpretazione


L'ingegnoso... basta


Oggi in libreria esce la nuova edizione de "La Casta", il libro di Rizzo e Stella che nella precedente versione ha già venduto oltre 1.250.000 copie. I due giornalisti hanno scoperto che nel 2008 le spese correnti al Senato sono salite di oltre 13 milioni di euro rispetto al 2007, arrivando a superare i 570 milioni di euro. Tra queste si contano più di 19.000 euro in 6 mesi di noleggio per piante ornamentali, 260.000 euro di agendine, 8.200 euro per collant e calze di servizio, 56.000 euro per camicie di servizio, sempre nei primi 6 mesi dell'anno. In questo periodo di crisi durissima i Parlamentari avevano promesso una riduzione nel 2008 della spesa che riguardava le istituzioni dello Stato. Così il Quirinale, il Senato, la Camera, la Corte Costituzionale, Cnel e Csm sono costati fino a metà agosto oltre 2 miliardi e 55 milioni di euro (4.000 miliardi di vecchie lire!). Il 5,6% in più del 2007: undici volte in più di quanto programmato. Insomma le solite promesse mancate della politica: una farcitura di balle e di giochi di prestigio, che purtroppo non si vedono solo a Roma. Forse perchè quando gli Onorevoli parlano di sacrifici, intendono sempre quelli degli altri.
www.fuochidipaglia.it


@ Roland Qualche giorno fa nei commenti al post "meno male che Silvio c'è" discutemmo sulla figura di Tina Lagostena Bassi. A tal proposito alcune osservazioni importanti sono presnti nel libro di Alessandro Gilioli "Forza Italia. La storia gli uomini i misteri" (1994). In sintesi (ora non ricordo bene le pagine) la Lagostena Bassi aveva cercato di ottenere nel 1994 una candidatura con i progressisti, decidendo poi di presentarsi in Forza Italia in seguito alla intermediazione (il che mi fa un po' sorridere) di Vittorio Sgarbi. Lei come Bonino, Taradash ed altri viene messa nell'elenco intitolato "Meglio non chiamarli azzurri", ossia quei personaggi che nonostante la candidatura in FI reclamavano più o meno sensatamente l'indipendenza delle proprie scelte politiche personali.
http://roccacontrada.blogspot.com


x roland eh eh eh bello bellissimo il roland del mitico suono tappo jazz "er gaffone" ! .-)


# 278    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 14:54

@Roland 269 Sai Roland, e' la solita questione dei punti di vista, a me l'ansia la da lui. Chissa' se a dirglielo si toglie dai cabasisi (termine siculobiellese, pare)? ciao


Ciao Lupo :) Volpevola >alla massa serve cultura per nn comportarsi come una macchina Quanto, quanto, quanto è vero..... Cultura ed Etica, ogni giorno ci credo di più.


Daniele >(termine siculobiellese, pare)? LOL Non so se c'è un altro/a biellese che lo usa tanto quanto me, ma mi piace la definizione. Il dialetto siciliano è fantastico, vuoi metter la musica di un termine come 'cabasisi' in confronto a quello più comune nazionale, quello che psychopremier usa per noi, per intenderci? ;)


Meglio "Al Gaffone" - come il famigerato evasore fiscale, per non dir altro, di Chicago (Al Gaffone è romano solo di adozione - se mai i romani lo adotteranno)


# 282    commento di   fili di Lupo - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:9

ja ja ..Her Gaffer! or Al supher gaffone!


Statistiche. Fuorviante: su 100 persone che mangiano mele, 40 campano 100 anni. Realistica: 50 persone su 100 mangiano almeno 1 mela a testa. Ottimistica: su 100 persone 50 mangiano 2 mele a testa. Pessimistica: 50 persone su 100 non mangiano manco una mela. Depressiva: su 100 persone che mangiano mele 30 non riescono manco più a mangiare. Fantacatastrofica: potrebbero sparire le mele. Conclusione. Se alle masse, oltre a cultura ed istruzione non si dà anche mele da "MANGIARE", prima o poi le masse si "INCAZZANO"...


saluti a tutti


# 285    commento di   maxpaglino - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:15

Marco dicci qualcosa con urgenza sulle firme del V2day considerate non sufficienti o non valide dalla cassazione, visto che c'eri anche tu su quel palco. Io ho firmato insieme a tanta gente e vorremmo sapere perchè butteranno le nostre firme nel cesso!!!!!!! Grillo ci fa sapere dal suo blog che non vuole discutere la sentenza, ma noi vorremmo che invece lo facesse, tutto il suo popolo lo chiede, o almeno che si faccia chiarezza sul numero reale delle firme raccolte ............. anzi sai che cosa davi fare? dagli un colpo di telefono e digli che non smetta proprio ora di incazzarsi. PS: la proposta "Parlamento pulito" nel frattempo va avanti, per ora.
http://www.cittadinoqualunque.com


# 286    commento di   volpevola - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:16

POLITICI E LEADERS DI 18-24 ANNI FATEVI VEDERE E SENTIRE TRA 7.8.9.10 ANNI COMANDATE VOI ________________________________________________________ SARà FATICOSO E DIFFICILE , CIAO


# 278 DANIELEPELIZZARI Penso che non c'è niente al mondo che possa convincerlo a "togliersi dai cabasisi" o farlo andare "a da' via i ciapp" o "a da' via ol cü”, per dirlo in lombardo. Alla prossima, vi saluto. (:-)


E' comparsa sul sito di Annozero e ve la passo. "Pubblichiamo il testo della lettera inviata dai legali di Michele Santoro a RDS - Radio Dimensione Suono dalla quale risulta senza alcun dubbio, che egli non ha chiesto alcuna censura né tantomeno ha diffidato l’emittente di mettere in onda i suoi cosiddetti scherzi". A RDS - Radio Dimensione Suono Oggetto: Michele Santoro/RDS Il dottor Michele Santoro mi dà incarico di contestarVi l’abusivo utilizzo della sua identità, che Voi state ponendo in essere in modo tale da danneggiare la preparazione e la realizzazione del lavoro del mio Cliente. Specificamente il Vostro comportamento si sta realizzando illecitamente attraverso l’utilizzazione per i Vostri scopi del suo nome e del nome della sua trasmissione con le modalità e negli ambienti propri nei quali egli effettivamente svolge la sua attività preparatoria di “Anno Zero”, generando così una inammissibile falsata percezione dell’identità dello stesso, del suo lavoro e di quello dei suoi collaboratori. Con la presente diffida formale Vi intimo di cessare, con decorrenza immediata, dall’illecito comportamento di cui sopra, che determina danno e pregiudizio ai diritti dell’identità e della personalità del mio Cliente oltreché della sua espressione professionale e della sua attività. Con riserva di agire per il risarcimento dei danni subiti e subendi. avv. Felice d’Alfonso del Sordo Bene. Quindi Santoro "non ha chiesto alcuna censura né tantomeno ha diffidato l’emittente di mettere in onda i suoi cosiddetti scherzi". Santoro vuole semplicemente impedire a Joe come cavolo si chiama di fare il suo lavoro e fabbricare lo scherzo. A quel punto che manda in onda? Il segnale orario? Michele, Michele...


# 289    commento di   fili di Lupo - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:22

uhe robin..ti sono cadute parecchie ciglia e parecchie maiuscole, puoi farcela a cambiare pelle.. la mela..la mela ..la mela la mela... è anche quella senza i numeri che dici e con i numeri che dici è una male antica quant il mondo è la mela della conoscenza .. lo senti il suono? il suono è femmina.. non ti dico che mi devi diventarr almodovar.. fai con dovuta calma a sputare tutti i torsoli e pensa a un mondo donna donna donna donna.. che è anche uomo uomo uomo.. buona pelle e buona rinascita!


Che gran disgrazia non poter esser soli..cioè solti..già, già: gran direttore!E tutte 'ste anime sconcerte da dover sincronizzare..per ora 'na bella cacofonia.Ma qualcuno ce le sta suonando ben beng!Sembrano le sberle che pigliavo allo schiaffo del soldato; e dài che ti giri e quelli che fan ruotare il dito con facce idiote e li a dire che non e stato lui ma l'altro e poi lui; tutti d'accordo.Sembiante si, ma stupidi proprio non sono..e dai a prenderli pel culo non s'arriva proprio da nessuno.Per ora c'ho un gran stordimento per i ceffoni "che me so piato" e dài che mi chiedo se tonto ci son sempre stato.


# 291    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:24

@Federica 280 non c'e' proprio paragone. Sembra che il termine sia stato importato da un garibaldino biellese dal bel nome francese di De la Motte che a Calatafimi si riposava dopo la battaglia. Un contadino che passava lo vide e disse: cui cabasisi au sole stai, mmmhh? ciao


Daniele Sei un genietto, ragazzo mio. :) Un abbraccio, buon pomeriggio.


OT Con tutto il rispetto per quei poveri ragazzi che si arruolano (spesso del sud) nell'esercito per sbarcare il lunario, oggi, anniversario dell'attentato di Nassirija, assisto a un'overdose di retorica simil-patriottica difficilmente sopportabile. Quei ragazzi là non ci dovevano stare, in the first place.


Se i numeri per i referendum non sono bastati vorrà dire che scenderemo di nuovo in piazza, utilizzando le forme idonee a fare approvare l'iter per il referendum...è della nostra libertà di informazione che si parla...e sicuramente Grillo non si fermerà ad un rifiuto per un problema formale...lo sosterremo...perchè un giornale deve essere finanziato?? perchè non viene finanziato anche il pescivendolo sotto casa mia che sta per chiudere?? è giusto questo modo di fare concorrenza?? è giusto produrre tonnellate e tonnellate di carta al giorno che finirà regolarmente al macero perchè nessuno compra certi giornali?? è giusto che esista la casta dei giornalisti?? la libertà di pensiero non include la possibilità di scrivere su un giornale da libero cittadino?? facciamo l'ordine degli scrittori??...STOP AI CONTRIBUTI ALL'EDITORIA!! se scrivete merdate illegibili chiudete...in caso contrario verrete regolati dalle basilari norme del libero mercato e ci resterete. Al massimo convertitevi all'ordine dei lecchini!


Se i numeri per i referendum non sono bastati vorrà dire che scenderemo di nuovo in piazza, utilizzando le forme idonee a fare approvare l'iter per il referendum...è della nostra libertà di informazione che si parla...e sicuramente Grillo non si fermerà ad un rifiuto per un problema formale...lo sosterremo...perchè un giornale deve essere finanziato?? perchè non viene finanziato anche il pescivendolo sotto casa mia che sta per chiudere?? è giusto questo modo di fare concorrenza?? è giusto produrre tonnellate e tonnellate di carta al giorno che finirà regolarmente al macero perchè nessuno compra certi giornali?? è giusto che esista la casta dei giornalisti?? la libertà di pensiero non include la possibilità di scrivere su un giornale da libero cittadino?? facciamo l'ordine degli scrittori??...STOP AI CONTRIBUTI ALL'EDITORIA!! se scrivete merdate illegibili chiudete...in caso contrario verrete regolati dalle basilari norme del libero mercato e ci resterete. Al massimo convertitevi all'ordine dei lecchini!


Se anche tu sei come me e più conosci gli umani più ami i cani, adotta un carcerato di canile e percorri con lui la "scala per il paradiso". http://adozioni.misha.cc/


# 297    commento di   volpevola - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:36

và bene , la mela della conoscenza ? mangiare e mangiare per fare ? _____________________________________________________________ una caramella : le rivoluzioni sono state manovrate coi Sentimenti e l'Istinto mai solo condizionate delle condizioni economiche ALTRIMENTI BASTEREBBE LA BENEFICENZA DEI BORGHESI O DEI CAPITALISTI INVECE NO




si si si .. as if led zeppelin and dogs e salvate la tigreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ps dove gazsssolina eri finito ? a pulire le cantine notte e giorno? fai il piacere di rimanere in guardiola! :-)))


# 300    commento di   volpevola - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:38

OSSIA chi ha il pathos giusto manovra la massa coi sentimenti e l'istinto quando la massa è condizionata dalla situazione economica ma nn è manovrata dalla fame altrimenti basterebbe la generosità dello stato , dei borghesi o dei capitalisti




# 302    commento di   volpevola - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:49

ciao fili di lupo . leggo con gusto i tuoi post cultissimi , scherzetto , coltissimi ________________________________________________________ pure a mia mi và d'abbonarmi al sito di Fini M. voci d'informazione libere ed indipendenti e vecchiotte ne ho ...necessità


# 303    commento di   carla c. - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:49

http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/politica/berlusconi-varie/intervista-12nov/intervista-12nov.html leggete qui sopra!!! aiuto!!! che coraggio spudorato che ha quest'uomo!!! ha in mano tutta l'informazione e ancora si lamenta!! ciao carla - torino


# 304    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 15:50

@Rosa 293 Sottoscrivo, prima li mandi a morire inutilmente e poi li piangi come eroi; retorica da retrobottega, ricordiamoci le parole di Brecht: povero quel paese che ha bisogno di eroi. Del resto si e' fatto diventare un eroe pure una guardia del corpo privata che non si sa bene cosa facesse in irak. Gli italiani che invece ci fanno veramente fare bella figura all'estero (Fo, Benigni, una valanga di medici e ricercatori ecc.) vengono ignorati, quando gli va di lusso. ciao


# 305    commento di   kratiasinedemos - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 16:2

# 212 commento di Monica66 - Scusa Monica66, mi sono appropriata del tuo post, l'ho un po' rettificato secondo le mie opinioni, e lo riposto adesso avendolo "fatto mio". Grazie! Non è da oggi che me lo chiedo, ma alla luce degli ultimi episodi vorrei sapere in che razza di paese siamo. Un paese che permette alla criminalità organizzata di essere la sua prima industria. Un paese che sceglie la propria classe politica tra disonesti, arraffoni, voltagabbana e collusi con la mafia. Un paese che si batte per vedere riconosciute le proprie origini cristiane i cui figli cristianamente vanno a caccia di extracomunitari, omosessuali, denigrano e maltrattano i portatori di handicap, bruciano barboni, picchiano studenti, uccidono, stuprano, assaltano le redazioni, minacciano giornalisti e condannano a morte uno scrittore reo di aver fatto aprire gli occhi a noi stessi e a tutto il mondo su quello che realmente succede in Italia. Un paese in cui molti dei suoi uomini migliori sono stati ammazzati. Un paese che è stato governato dalla strategia della tensione a furia di stragi per le quali esiste ancora il segreto di stato, e conseguenti depistaggi. Un paese che attualmente è in ginocchio per colpa di tutta la sua classe politica (e di chi l'ha sostenuta fino ad ora) che però riesce perfettamente a fare scaricabarile dando le responsabilità della propria inefficenza e delinquenza ogni volta a un bersaglio diverso, per non essere mai presa di mira personalmente. Un paese dove il re dei cafoni e degli arricchiti fa il presidente del consiglio mentre tutti i suoi cortigiani plaudono al nuovo messia. Un paese al quale basta una partita di calcio per sentirsi risollevato.


# 304 DANIELEPELIZZARI Vale per tutte le guerre. Ho letto recentemente un saggio su come si sia scatenata la "Grande Guerra", la prima guerra mondiale che finì proprio 100 anni fa. Non si scatenò, ma era stata ptrogrammata preparata. L'attentato di Sarajevo? Balle. Era solo un benvenuto pretesto. La guerra la volevano i capi di Stato: re, imperatori, e presidenti, mentre i popoli, dalla Russia al Regno Unito, dall'Italia all Germania, erano inclini ad abbracciarsi in un moto di fratellanza internazionale, nella scia di movimenti operai e del socialismo,


# 307    commento di   Vittorio78 - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 16:11

Avete letto su http://www.ilribelle.com/ che il Mitraglietta nazionale ha subito colto il messaggio - eufemisticamente subliminale di Travaglio - e questa sera alle 23.30 avrà Massimo Fini ospite a Matrix?


# 308    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 16:20

crì sei tutte le caramelle del mondo tu :-) verità/saggezza diamantine


** Urbi et Orbi** > Le Polemichetta che sembra tanto una...Porchetta > Che poi tanto "polemichetta" non sarebbe. Da dieci anni lo scrivente è sputtanato Urbi et Orbi su Google. Basta digitare "Prospero Pirotti" e viene fuori la fanghiglia, così con scientificità, senza averne tanto le arie. Un impegno civile, costato i risparmi di una famiglia, va a bOttane. Tardi ma mi sono svegliato dal torpore dell'Ottimismo Fiducioso. che vai a pensare, sono Amici. Infatti, vai sul Blog_ etto [solo qualche commento di tanto in tanto] dell'artefice sommo dello sputtanamento "Scientifico", tale Stronzogno, al secolo Maurizio Codogno, per gli amici, .mau., e ci trovo la porta chiusa, dopo tante e-mail che mi sono scritto addosso: se me li fai girare a regime, va a finire che le posterò in un Blog ad hoc. E giusto perché è "Scientifico" CANCELLA. la ControFaq, che così scompare anche da Google. Questa è una cosetta, della quale sono venuto a sapere in questi giorni: in un Blog mi è stato chiesto di postare la ControFaq, dopo l'ennesimo "Vangelo", apparso in quel Blog stesso medesimo, che poi dice che uno non è chiaro. Della Signora di Windows, al secolo la Signora dello Slippino, solo un accenno, perchè ha il nick in "A", che poi magari ti dicono che sei "Misogino", io che...:) La Faq di Stronzogno me la sono trovata appiccicata addosso in tutti i Blog/Forum frequentati. Da giorni non c'è verso di collocare su Google la ControFaq [ se non nella stesura riuscita scompaginata, e senza foto,postata su "it.fan.culo"] : Stronzogno ha amici dappertutto nella rete. Vai su Wikipedia? Ci trovi Stronzogno che blocca tutto perché "fa pubblicità". Vai su Wikinotizie? Cancellata. Ma se me li * facete* girare, il costo è solo 300 Euro [1]. Si attendono ulteriori emendamenti a quella Faq. Basta così, per chi avesse la sensibilità di sentire anche la Voce dell'interessato su due anni di Newsgroup [[ 1998-1999, gli anni dell'impegno massimo. L'assunto è stat
http://www.ricostruire.it


CONTINUA - L'assunto è stato confermato.Pensa te se avessi "creato" "it.isola.felice"! Le eccezioni, pochissime. Sponde,alcuna. Tutto quello che sanno dire è che il Sito ha una pessima grafica. Embeh, così deve essere: di necessità virtù]]. Tutto devo a quel Padre, il DNA, soprattutto. Fu l'unico Sindaco che rinunciò allo stipendio: le critiche Urbe et Orbi vengono da quel pulpito. Sabato sono andato a trovarlo al Cimitero. Gli ho portato fiori di plastica:sono eterni.Mi mancano i cazziatoni quotidiani... continua su www.ricostruire.it ("La Polemichetta"). - [1] Ponderi iL Rex prima di Agire/Non agire. Il luogo del web dove mettere le palle sul tavolo [Cit. da PLS] e *Raggionare* [ Registrato] è: http://blog.libero.it/AntiGrillino/ lì non capiterà mai che un post venga cancellato, ancora meno un postante, bannato: una lezione di Democrazia che non si vuole capire, perché per affrontare il web le carte devono essere in regola: il "Water" docet. Una stronzata cancellata diventa Verità conclamata, e non c'è OT che tenga. - www.ricostruire.it ("La Porchetta)
http://blog.libero.it/AntiGrillino/


Vi pare normale che in Italia la Mafia fatturi 130 miliardi di euro e milioni di italiani che hanno firmato per il referendum del 25 aprile 2008 vengano gabbati dallo Stato, per fantomatiche irregolarità formali? E non basta questo per scendere tutti in piazza e riconquistare il Paese? No? Tornate a vedere "Un posto al sole", và.....


# 312    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 16:32

@Roland 306 Forse generico (nel senso di "tutte") ma indubbiamente vero. Se le nazioni (intendo i suoi rappresentanti politici e religiosi) si impegnassero a trovare i punti di incontro e uguaglianza dei popoli invece che esasperarne le differenze non ci sarebbero piu' guerre. Purtroppo non e' negli interessi "sovrani". I bisogni della gente sono uguali a prescindere da sesso, religione, nazionalita', casta. Purtroppo qualcuno, da sempre, ci fa notare che i miei interessi sono primari rispetto ai tuoi e quindi per difenderli, queste care istituzioni si "sacrificano" (nel senso che sacrificano me e te) in guerre, fatwe, ecc. Fosse per me abolirei bandiere e confini e da tempo non uso l'espressione "sono italiano" non per vergogna ma perche' inutile, vecchia e mutabile (almeno lo e' stato per millenni). Sono al mondo e del mondo come gli altri 6/7 miliardi di fratelli. ciao




Ho scritto "100 anni fa" - ma oviamente gli anni sono 90, e qualche sopravissuto c'è ancora; non però i responsabili-colpevoli: erano già vecchi allora, se non altro per mentalità. Dio ci guardi dagli statisti vecchi (per tornare al tema dei politici over 70)!!!


Ciao Marco! Scusa l'informalità che uso pur non conoscendoti personalmente. Ti volevo solo fare i complimenti, soprattutto per aver "stuzzicato" il buon Mitraglietta che già stasera (il giorno dopo il tuo thread) farà una puntata di Matrix con ospite Massimo Fini, la quale servirà una volta tanto anche "... per non parlare di Cogne, di Fabrizio Corona, e delle solite sciocchezze da talk show..." come ben si può apprendere dall'official site http://www.ilribelle.com/ Ciao, Vittorio


# 316    commento di   * lolle * - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 17:28

OT o quasi. Vi ricordate la legge Levi? Bene, è stata riproposta! Cosa succederà al web? Tutti i dettagli li potete trovare nei link segnalati. http://blog.tooby.name/politica/levi-ci-riprova-riproposta-la-legge-che-burocratizza-la-rete/ http://www.minotti.net/2008/11/09/play-it-again-levi/
http://it.wikinews.org/wiki/Italia:_Ricardo_Franco_Levi_ripropone_la_sua_riforma_dell%27editoria


# 317    commento di   dragoberto - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 17:35

#257, DANIELEPELLIZZARI è la legge, prima occorre vagliare le firme poi a cascata si va a controllare tutto il resto. Suvvia non s'impegna una corte suprema se non si ha la sicurezza della validità delle basi per indire una consultazione referendaria. Insomma perché discutere dei vizi di forma e sostanza, se non sussistono le basi per tale discussione? Vedi Grillo è furbo, ma ignora le procedure, sapeva che la raccolta delle firme non raggiungeva la cifra... le stime di 13000000 firme del 25 aprile, non sono state sostenute da un'adeguata raccolta finale, cioè le 400000 firme che ti mettevano al sicuro da sorprese. Ma sperando nella gonzaggine dei suoi adepti ha pensato di fare il passo, si sarebbe potuto dare la colpa al servilismo di alcuni giudici, se applicavano la legge 325 del 1970. Ma per applicarla occorre raggiungere le firme...


# 316 commento di * lolle Cosa succederà al Web ? O meglio : cosa tenteranno che accada al Web ? Prova un po' a pensarci... Si, si, fuochino, fuochino, fuoco ! Ecco, proprio quello che stai pensando in questo momento ;-) NE VEDREMO DELLE BELLE besos


# 319    commento di   * lolle * - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 18:1

#318 commento di TONY ...magari tra qualche anno, ma forse anche prima, raggiungeremo i livelli della Cina... Rabbrividiamoooo! Hasta luego!


sono andato a visitare il sito del nuovo giornale segnalato da Marco Travaglio il suddetto giornale, la voce del ribelle, sarà presentato su canale 5 in un programma condotto da Enrico Mentana ora mi chiedo come si possa candidamente presentare un nuovo giornale che nel titolo oltrecchè nelle intenzioni vuole essere ribelle su un canale che di fatto, per usare una metafora, è al servizio della famiglia del primo ministro


Io credo che Travaglio avesse proprio questo obiettivo... Con tutta probabilità, Enrico "Mitraglietta" Mentana tenterà la smentita mediatica di ciò che viene affermato sul blog di Chiarelettere da Marco, rispondendo a suo modo alla domanda contenuta nel post "(...) I furbetti (come il Mentana di ieri sera) che ripetono a pappagallo che l’Italia è il paese più libero del mondo dovrebbero rispondere, se ci riescono, a questa semplicissima domanda: perché Massimo Fini, da anni e anni, è confinato in piccoli giornali marginali, anziché scrivere - come meriterebbe per il pubblico che ha e per le cose che sa - sulla grande stampa? Perché, che comandi la destra o la sinistra, in televisione non c’è mai posto per lui? (...)" Questa procedura ben si concilia con quelle descritte nel famoso libello De Principatibus! Marco continua così!


# 322    commento di   warrior - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 19:27

XKE NON PARLATE DELF ATTO CHE OGGI LA CASSAZZIONE HA FINALEMNTE BOCCIATO LA RACCOLTA FIRME DI GRILLO?????????? AH COME GODOOOOOO VI STRITOLEREMO NELLE PIAZZE ,..... MANIFESTANTI DEL CAZZO


Ciao Marco, è di oggi la notizia che il Pdl ha posto un diktat definitivo sull'elezione di Orlando alla presidenza della Commissione vigilanza Rai: hanno detto che sono disposti ad eleggere chiunque tranne lui. Ora quello che non ho capito è perchè non c'è stato uno straccio di giornalista che abbia chiesto: perchè tutta questa avversione nei confronti di Orlando? E' un pericoloso criminale con fedina penale sporcata da orrendi delitti? Dicono che eleggeranno qualsiasi persona all'interno dell'opposizione tranne lui perchè anche nell'opposizione, dicono, ci sono persone con grande esperienza politica (sic!)... Ora, a quel che ricordo io, Orlando è un politico di lungo corso, è stato il primo sindaco di Palermo a parlare contro la mafia esplicitamente,è stato presentato dal centrosisnistra contro Cuffaro alla presidenza della regione Sicilia, è uno stimato docente di Diritto all'Università di Palermo e per di + una personalità eclettica conosciuto anche nel mondo aristico poichè ha girato vari film, allora mi chiedo perchè tanta cagnara nei suoi confronti? cos'è che non ci dicono riguardo a lui che lo rende così incompatibile con quel ruolo? E poi, è cosi importante il Presidente di questa commissione? Che poteri ha che terrorizza cosi tanto il Pdl? Non è pur sempre una commissione politica in cui loro avrebbero comunque la maggioranza? E allora qual è l'arcano? io leggendo i giornali non riesco a capirlo.. grazie stefano la barbera


# 324    commento di   warrior - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 19:59

HA RAGIONE BERLUSCONI.. BISOGNEREBBE CONTROLLARE DI PIU' LA RETE..... GODETE FINCHE POTRETE CHIUDERANNO MOLTI BLOG PRESTO... COMPRESO QUESTO


# 325    commento di   warrior - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 20:0

XKE IL VOSTRO TRAVAGLIO NON PARLA DEL FATTO CHE IL PM HA CHIESTO L'ARCHIVIAZIONE PER LE PRESUNTE COMPRAVENDITE DI SENATORI... DOPO AVER SPALATO MERDA SUL FATTO DELLE VELINE E DELLE ATTRICI.. SIETE UOMINI SENZA PALLE.... MERITERESTE I VOLI DELLA MORTE


Anche con l'archiviazione la merda rimane merda e la compravendita rimane compravendita. Tutta roba sua, del Telebano.


# 327    commento di   Vittorio78 - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 20:57

Egr. Sig. utente warrior, è con immenso dispiacere che mi vedo costretto a contraddirLa, perché è probabile che Lei ignori il fatto che il giornalista accusato di aver omesso di dare la notizia che si pregia gentilmente di aver rammentato, aveva diffusamente trattato l'argomento già su http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/?TAG=agostino%20saccà Giova sottolineare che la data in cui è stato pubblicato l'articolo in argomento è il 19 luglio del corrente anno e la testata è quella de l'Unità alla rubrica Ora d'Aria. Alla luce di quanto sopra, è pacifico si possa concludere che la "notizia" non è più tale, vista la distanza di ben 3 mesi e 24 giorni dal momento in cui il Sig. Marco Travaglio scriveva "(...) Il processo Mills andrà a sentenza in ottobre, quando il Lodo sarà già legge: il verdetto potrà riguardare solo l’avvocato presunto corrotto, e non il premier presunto corruttore, che verrà «stralciato» e tenuto in attesa che la Consulta si pronunci sulla costituzionalità del Lodo. Ma, appena il collegio presieduto da Nicoletta Gandus emetterà la sentenza su Mills, diventerà automaticamente incompatibile a giudicare poi Berlusconi. Se mai il processo ripartirà, per la bocciatura del Lodo o per l’uscita del Cainano da Palazzo Chigi (con perdita dell’immunità), dovrà occuparsene un nuovo collegio. E dovrà ricominciare daccapo. Così la prescrizione, già ora agli sgoccioli, si mangerà il processo garantendo all’illustre imputato la consueta impunità. Lo stesso accadrà col processo sui diritti Mediaset, dove il collegio presieduto dal giudice D’Avossa potrà giudicare i coimputati del Cavaliere, ma non lui, che ne uscirà grazie al Lodo per tornare sotto processo solo fra qualche anno, con prescrizione assicurata. Gli altri due procedimenti, nati dalle sue telefonate con Saccà, sono ancora agli albori: l’uno, per corruzione del direttore di Raifiction, è in udienza preliminare tra Napoli e Roma; l’altro, per la compravendita di senatori de
http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/?TAG=agostino%20saccà


# 328    commento di   Vittorio78 - utente certificato  lasciato il 12/11/2008 alle 20:59

...CONTINUA ...ll’Unione, è in indagine preliminare a Roma. Se, come pare, tutto dovesse approdare nella Capitale, i rischi per Al Tappone sarebbero davvero minimi, anche senza immunità: non si ricorda, a memoria d’uomo, un potente uscito con le ossa rotte dal tribunale capitolino. (...)" Distinti saluti, Vittorio


Qualcuno stà guardando Matrix? Ma che schifo è? Comunqua Marco è sempre nominato, anche quando non è presente lascia il segno.. Qualcuno mi sa dire perchè a Staino non piace Marco? Io non ne so niente.


C'è qualcosa che mi puzza..stasera da Mentana c'è Massimo FINI.... Vorrei il punto di vista di Travaglio su questa strana coincidenza... Grazie Angelo


Per Warrior ... già le prime 3 parole del tuo commento sono per principio sbagliate xD ma battute apparte...le tue sono parole che indicano una coscienza autoritaria e fascista, di regime insomma...complimentoni ti stai adeguando al modello di democrazia-regime che stanno proponendo i politici per cui fai il tifo...continua così e un giorno sarai anche tu un brillante politico nella nostra piccola italia di merda!!! Son soddisfazioni


@313 trarco mavaglio minuto 3.29 Il documentato travaglio dà craxi per segretario di partito nel '79, quando quasi tutti sanno che fu nel '76. Quindi è almeno da quel di' che montanelli aveva modo di esprimersi su craxi. L'impegno di berlusconi nel giornale fu successivo. Potrà anche essere una svista, ma raccontare una balla del genere aiuta molto il ragionamento del marcolino. Ciao


Ok, ora ne sono davvero convinta: Mentana è terrorizzato da Travaglio :)! Ho guardato le due puntate di matrix il cui argomento portante era la satira in Italia e ogni volta che la discussione finiva in maniera piuttosto naturale su quel terrifficante nome, "Travaglio", Mentana interrompeva il suo interlocutore o addirittura lo invitava a tacere, a non nominare l'innominabile! Allo stesso modo non credo sia casuale l'invito di Fini, successivo all'articolo di Travaglio.. Ultima cosa: Diaco nel suo blog rivela "cosa accadrà per certo tra oggi e domani alla Commissione Vigilanza Rai. Dopo le votazioni di oggi, Orlando sarà costretto a dimettersi dalla Commissione per volontà di Antonio Di Pietro. A sostituire Orlando, già domani sarà chiamata l’On. Silvana Mura dell’Idv. A quel punto due sono l’ipotesi: la Mura o il Sen. Giampiero D’Alia (Udc) si contendono la presidenza." Ora il "per certo" lo è nel vero senso della parola o si tratta di una semplice supposizione?


# 334    commento di   * lolle * - utente certificato  lasciato il 13/11/2008 alle 14:24

#324 commento di warrior Gentile sig. warrior, chi auspica ad un web "controllato", ha indubbiamente una visione autoritaria e totalitaria della democrazia che poi, si trasforma facilmente in regime. Un controsenso per chi si fa garante proprio della libertà, non trova? Crede davvero che una qualsiasi legge che regoli, o meglio che limiti, il web possa tapparci la bocca? Non si illuda, perché non succederà mai. Finché avrò voce, parlerò...


Marco scusa potresti chiarire l'articolo uscito sul tempo che parla di una tua candidatura per il Consiglio di amministrazione Rai? Grazie


...a me fini piace, ma ieri sera a matrix è stato a dir poco DELUDENTE!!


SE REPUBBLICA VALE QUANTO EMILIO FEDE La matematica non è un’opinione. Ma l’inevitabile deriva velinara che hanno avuto le Scienze della Comunicazione in questo Paese ci fa venire qualche dubbio in proposito. Dotte dissertazioni semiotiche, nutriti convegni e ponderosi tomi non hanno infatti mai evidenziato un aspetto di fondo. I numeri. Quanti lettori ha un quotidiano come “la Repubblica”? 2.991.000 secondo Audipress, per 627.000 copie circa (dati di mercoledì 12 novembre 2008). E stiamo parlando di una testata leader. Quanti telespettatori ha un tg come “Studio Aperto”? 3.900.000 secondo Auditel, sommando le due edizioni principali delle 12.30 e delle 18.30 (dati di mercoledì 12 novembre 2008). E stiamo parlando di un telegiornale minore. Il Tg1 fa circa 12 milioni di telespettatori al giorno tra ora di pranzo e ora di cena, il Tg5 più di 10 milioni. Queste poche cifre danno l’idea dell’enorme divario tra il pubblico della tv e quello della carta stampata. Vero che i lettori di un giornale sono più colti, più motivati e così via. Ma il loro voto vale esattamente quanto quello di chi sta a casa davanti alla televisione. E i voti si contano, non si pesano.
http://azionecatodica.blogspot.com/


Sono una studentessa di lettere, e vi scrivo in seguito alla puntata di Matrix di ieri sera grazie alla quale ho avuto modo di conoscere un giornalista come Massimo Fini e la sua nuova rivista, "Il ribelle"; e vi dico la verità, di fronte a una notizia come questa mi sono detta "Allora è possibile!", è possibile fare libera informazione, è possibile essere Giornalisti con la G. maiuscola senza leccare alla corte di nessuno, senza pendere da una parte o dall'altra, è possibile dire le cose come stanno, parlare di fatti concreti, spesso aboliti dalla maggior parte dell'informazione ufficiale che invece secerne solo mucchi di opinioni che confondono e annebbiano le coscienze, è possibile insomma fare un'informazione nitida,sganciata e indipendente da ideologie partitiche, è possibile fare informazione senza scendere a compromessi e il fatto che questo tipo di informazione sia possibile lo dimostrano uomini come Fini o come Travaglio. Desidero rivolgere a loro tutta la mia stima e il mio sostegno, con la speranza che questa sana informazione possa pian piano soppiantare quella malata, quella che deforma i fatti e si compiace del potere. E' la speranza e l'ottimismo di una ventenne aspirante giornalista che vede in voi degli esempi professionali da seguire, ovvero dei giornalisti-guerrieri, (passatemi il termine, ma è necessario armarsi di coraggio, in un mondo in cui è imperante la menzogna), giornalisti fuori dal coro, insomma pecore nere in un mondo in cui sono tante le pecore a inseguire, ligie, il gregge...ma citando un verso di Guccini, "è facile tornare con le tante stanche pecore bianche, scusate non mi lego a questa schiera, morrò pecora nera" e fate bene... continuate così... Stefania


scusate se uso questo spazio ma volevo segnalare quanto poco efficiente sia lo streaming rai che volevo usare, per inciso, solo per vedere Travaglio in apertura di Annozero..non si può fare niente? o solo a me non va?


Ciao Marco, volevo segnalarti questo articolo su www.mondomalato.it: Molto si sta parlando in questi giorni della (ri)proposta di legge dell'on.Levi : "ammazza-blog", "imbavaglia blog"..e via discorrendo. Ma troppo spesso ho letto in giro delle ricostruzioni non molto accurate, anzi spesso copi-incollate da altri blog o dal sentito dire. Vorrei provare a mettere ordine e fare un'analisi più dettagliata e che guardi alla tematica della libertà di pensiero e opinione in generale, per capire se il vero danno sia regolamentare l’informazione via internet oppure il sistema di regolamentazione dell’informazione italiana in generale. Vediamo perché. Il disegno di legge Levi (da qui in avanti ddl) si propone (anche con una delega al governo per un testo unico) di riorganizzare la materia dell’editoria adeguandola ai tempi moderni e avendo “per finalità la tutela e la promozione del principio del pluralismo dell’informazione stabilito dall’articolo 21 della Costituzione e inteso come libertà di informare e come diritto ad essere informati” (art.1 ddl). Riuscirebbe questa legge a raggiungere queste finalità? Secondo me è questa la domanda principale: cosa serve per implementare il diritto a informare e quello a essere informati? Ovvero: l’assoluta libertà a dire ciò che più pare e piace non contrasta poi con il diritto a ricevere un’informazione adeguata? Oppure la presenza di un’autorità garante può solo portare guai? Proviamo a capirlo. La più grossa critica che si fa al ddl è che estenderebbe ai blog la disciplina diretta alla stampa, ovvero iscrizione al Registro degli Operatori delle Comunicazioni (che ricomprenderebbe in se i Registri della Stampa dei Tribunali), l’assoggettamento all’Autorità Garante delle Comunicazioni e alla disciplina penale dei reati a mezzo stampa. Ma quali attività esercitate su internet rientrerebbero nella disciplina? Ce lo dicono l’art.2, l’art.6 e l’art.8 del ddl: Art.2 primo comma: Ai fi
www.mondomalato.it


Art.2 primo comma: Ai fini della presente legge, per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione,di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione,quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso. Art6: Ai fini della presente legge, per attività editoriale si intende ogni attività diretta alla realizzazione e alla distribuzione di prodotti editoriali, nonché alla relativa raccolta pubblicitaria. L’esercizio dell’attività editoriale può essere svolto anche in forma non imprenditoriale per finalità non lucrative. Questi due articoli sono estendibili praticamente a innumerevoli forme di espressione del pensiero, anche diverse dall’informazione, quindi sarebbe difficile fare delle esclusioni, ma a questo ci pensa l’art.8 che riguarda le attività su internet. Art.8 terzo comma: Sono esclusi dall’obbligo dell’iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di un’organizzazione imprenditoriale del lavoro. Questo articolo ci permette di escludere dalla disciplina gran parte dei blog della rete, ovvero quelli che non costituiscono il frutto di un’organizzazione imprenditoriale del lavoro. Cosa significa questa espressione? Ci dobbiamo rifare alla nozione di impresa del codice civile. Art.2082: E’ imprenditore chi esercita professionalmente un’attivita economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o servizi. Quindi per essere impresa ci devono essere questi elementi: -attività finalizzata alla produzione/scambio di beni/servizi: requisito soddisfatto da tutti quei siti che rientrano nella definizione degli articoli 2 e 6 del ddl; - professionalità: requisito è soddisfatto se l’attività è s
www.mondomalato.it


- professionalità: requisito è soddisfatto se l’attività è svolta in maniera abituale e non occasionale; -organizzazione: utilizzazione di risorse esterne, che siano forza lavoro o capitale ( e qui sono pacificamente ricomprese anche risorse intangibili, quale può essere la rete), quindi requisito soddisfatto da tutti i siti; - economicità: requisito soddisfatto se i ricavi almeno ricoprono i costi, quindi sarebbero esclusi tutti quei siti che non hanno banner pubblicitari,sponsor o altre entrate, ovvero quelli che hanno forme di entrate, ma non capaci di coprire i costi: in questi casi si tratterebbe di attività d’erogazione e non di impresa. Alla luce di questa analisi nel concetto di attività editoriale sulla rete soggetta a iscrizione al ROC rientrerebbero quei siti/blog che, fornendo abitualmente un prodotto editoriale, riescono almeno a coprire i costi, se non anche guadagnarci. Quindi è giusto che questi siti che si presuppone abbiano credibilità e pubblico e che non ci rimettano economicamente (un esempio è il blog di Grillo) siano soggetti a controllo di un’autorità oppure no? E’ giusto che un’autorità eviti abusi sul mercato di queste soggetti su altri soggetti analoghi e sugli utenti? Ma questi stessi interrogativi sarebbero da porsi riguardo l’informazione su carta stampata, che a questo punto si presenta alla stessa maniera, perlomeno verso il pubblico. Questo pubblico è davvero tutelato attraverso un’autorità garante? Beh secondo me una tutela verso utenti e mercato è d’obbligo, ma bisognerebbe rivedere il sistema di controllo, che oggi è affidato a un’autorita (l’AGCOM) che pur professandosi autonoma e indipendente: -risponde davanti al Parlamento; - ha organi di nomina politica: Presidente C.Calabrò (nominato con d.p.r. 9/05/05 su proposta del Presidente del Consiglio, d’intesa con Ministro delle comunicazioni), 4 commissari nominati dal Senato e 4 dalla Camera d
www.mondomalato.it


- ha organi di nomina politica: Presidente C.Calabrò (nominato con d.p.r. 9/05/05 su proposta del Presidente del Consiglio, d’intesa con Ministro delle comunicazioni), 4 commissari nominati dal Senato e 4 dalla Camera dei Deputati. Inoltre continuano a esistere nel ddl Levi contributi economici ai giornali di partito (art.18 lettera b) e spesso l’abuso di questo strumento porta a utilizzazioni tutt’altro che informative (un caso fu scoperto riguardo il giornale dell’Udeur, ma ce ne sarebbero altri). La mia conclusione è che il vero danno non è estendere la disciplina dell’informazione a mezzo stampa anche agli strumenti informativi sulla rete (che altrimenti avrebbero un’ingiustificata posizione di vantaggio rispetto ai loro colleghi su carta stampata, pur essendo anch’essi potenziali fonti di guadagno)e neanche il fatto che ci sia un controllo che garantisca mercato e utenti, bensì la vera riforma andrebbe fatta sull’Autorità Garante delle Comunicazioni, per renderla effettivamente autonoma e indipendente e sulla distribuzione di contributi, che dovrebbero andare ai più meritevoli e aventi bisogno, non nelle casse dei partiti. Fabio Magnolo
www.mondomalato.it


MARCO, MA PERCHE' NON INTERVIENI PIù AD ANNOZERO?



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti