Commenti

commenti su voglioscendere

post: Portatore nano

Ho risposto ad alcuni commenti in questo post Zorro l'Unità, 14 novembre 2008 Siccome, all'insaputa del Parlamento , ci ritroviamo alleati del regime russo del fasciocomunista Putin ("l'amico Vladimir"), anche a costo di attaccare l'ex "amico George" per una delle poche cose buone da lui fatte, cioè lo scudo spaziale in Europa dell'Est . Siccome, all'insaputa del Parlamento, siamo diventati addirittura alleati militari del regime bananoterrorista del Col. Gheddafi ("leader di libertà"), al quale verseremo in vent'anni 5 miliardi di dollari per "risarcirlo" di nonsisache . Siccome, all'insaputa del Parlamento, il portatore nano di democrazia ha appena promesso di dimezzare i tempi per l'ingresso in Europa del regime Turco di Erdogan, repressore di curdi e violatore di ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 351    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 15/11/2008 alle 20:12

Premetto che sono un ammiratore di Travaglio ma non un fan. Ho sempre sostenuto (anche sul blog) che e' un ottimo giornalista, una persona indubbiamente simpatica e "morta li" come dicono dalle mie parti. Trovo abbastanza irritanti i complimenti da stadio (ale' Marco, forza Marco ecc.) e sospetto li trovi irritanti pure lui. La premessa e' solo per sottolineare che non intendo difenderlo per aver espresso due opinioni (guerra russia georgia e scudo spaziale) che sembrano urtare parecchi bloggers. Aggiungo anche che in conflitti come quello in questione affermare chi a torto e chi ha ragione diventa come spiegare l'aneddoto dell'uovo e della gallina. Nel caso specifico pero', dire che la georgia ha invaso l'ossezia e' come sostenere che l'italia "invade" il trentino se questo tenta di annettersi all'austria. L'eventuale intervento austriaco sarebbe visto come salvataggio dei trentini? Anche Hitler invase i sudeti per difendere l'etnia tedesca la residente, ma senza andare tanto indietro nel tempo, la turchia invase cipro per difendere la minoranza turca e c'e' rimasta in barba a tutte le risoluzioni onu emesse. Insomma l'invasione si determina quando uno stato entra in un altro armi in mano non quando uno stato entra in una propria regione infatti nessuno dice che la russia abbia invaso la cecenia, cosa direbbe putin se uno stato limitrofo dovesse entrare in cecenia con i carrarmati per difendere i locali dall'attacco russo? Chiaramente se la georgia stava bombardando gli osseti andava fermata ma non dalla russia ma da una forza internazionale. Di sceriffi globali innamorati del new world order ci sono bastati i due bush, non ci si metta anche putin.


seguo giornalmente il blog e approvo solitamente ogni articolo di travaglio,ma dissento su alcuni punti di questo.trovo sbagliato liquidare come regime terrorista quello libico,perche sebbene fosse coinvolto nel disastro aereo scozzese (e anche li non vi è la sicurezza che la cellula fosse governativa,oppure cani sciolti),la libia ha rappresentato un modello stabile e dalle idee rivoluzionarie,ponendosi in forte contrasto con gli imperialisti americani.E anche qua,sul giustificare lo scudo americano piazzato fra rep.ceca e polonia,mi permetto di dire che è profondamente sbagliata come azione,poichè riavvicina spettri del 62',deterrente o meno che sia.Concordo ovviamente su tutto il resto,come sempre.


Marco, mi spiace, ma stavolta mi trovo in pieno disaccordo con te per quanto riguarda lo scudo spaziale... http://www.nonviolenza.net/ http://www.youtube.com/watch?v=oJbknNgIhec


# 354    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 15/11/2008 alle 20:24

@Sofista g 343 La vera Ironia (della serie cornuti e mazziati) e' che larussa nel fare la sua battuta (perche' battuta era) non si e' accorto di dire una cosa molto intelligente (gli capita talmente di rado che gli sfuggono). Infatti il la sorpresa a Lula l'abbiamo offerta tutti noi non il premierino. Il portafoglio che ha pagato aereo, pranzo e cotillion a Kaka, Dida e company era il solito, quello che salva alitalia, banche e via dicendo. Ma visto che appunto sempre i soliti pagano, tra questi ci sono anche interisti, juventini, romanisti, laziali e cosi via. Quindi non si capisce come mai l'immarscescibile presidente del consiglio che parla sempre a nome degli italiani questa volta si stato modesto ed abbia parlato solo a nome dei milanisti :-) ciao


# 355    commento di   Gianmario D - utente certificato  lasciato il 15/11/2008 alle 20:30

OT per Federica Rispondo qui alla tua esternazione del post precedente (N.300 e 301) Siamo d'accordo. Io sono più prudente e preferisco fare un passo alla volta, tu forse riesci a vedere più lontano. O forse sono io più cinico che non credo alle divisioni artefatte. Non so. Però credo che le scuole funzionino per merito degli insegnanti, non per il colore delle amministrazioni. :)


Se è vero che siamo in un regime (ed è vero), e se è vero che la Rai di oggi occupata dai partiti è parte integrante dello stesso regime, Di Pietro avrebbe oggi un'occasione rara, anzi unica, di infliggergli un duro, vibrante colpo. I fatti sono i seguenti: Di Pietro propone Leoluca Orlando alla presidenza della commissione di vigilanza Rai, che spetta per prassi pluridecennale all'opposizione per ovvi motivi (il compito dell'opposizione è esattamente quello di vigilare). La destra, con una mossa senza precendenti, mette il veto sul nome proposto dall'opposizione. Un atto da dittatura sudamericana, da regime puro, e il PD ha fatto benissimo a non piegarsi a questo diktat assurdo e arrogante, facendone giustamente una questione di principio. Alla fine la maggioranza ha votato il proprio presidente, cooptandolo brutalmente dalle fila del centrosinistra: sperando così di far credere che il presidente scelto da Gasparri rappresenti l'opposizione, come avviene in tutte le democrazie occidentali. L'apparenza è salva, la sostanza no. PD e IDV ovviamente non sono stati al gioco, perché va bene essere fessi, ma a tutto c'è un limite, e hanno spiegato semplicemente quello che stava succedendo: cioè che la maggioranza si è votata il suo Presidente anziché quello proposto dall'opposizione come avviene nel resto del mondo. E che questo fatto è tanto più garve se pensiamo che il primo ministro è parte in causa, essendo la sua azienda titolare di concessioni statali monopolistiche, concorrenti alla Rai, che permettono loro di trasmettere a dispetto di altri. Sapendo di avere torto e soprattutto che era difficile nasconderlo, Berlusconi furbescamente si è sfilato e ha preso le distanze, sostenendo che la nomina è stata di "iniziativa parlamentare". Il PD, facendo una cosa giusta per una volta, è rimasto fermo nelle sue posizioni e ha cominciato, giustamente, a parlare di regime. Mi viene il sospetto che a questo punto sia in


Forse il signor Travaglio è troppo occupato a studiare la politica italiana, e sta trascurando la politica internazionale. Mi permetto di suggerirgli questa illuminante intervista allo storico Webster Tarpley, per avere una visione più chiara di cosa sta succedendo: Webster Tarpley Interview - Part 1 http://www.youtube.com/watch?v=MouUJNG8f2k Webster Tarpley Interview - Part 2 http://www.youtube.com/watch?v=e-KJCMWcoms


-- continua Il sospetto viene perché a un certo punto muta l'atteggiamento della destra. Resisi forse conto della porcheria, o forse incalzati dal più alto dei Colli, i destroidi abbassano via via le richieste. Prima ponevano un veto su tutti quelli che non gradivano pienamente. Poi tutti quelli dell'Italia dei Valori. Ora arrivano a porre il veto sul solo Leoluca Orlando, chiedendo a Di Pietro una rosa di nomi alternativi. E qui allora Di Pietro potrebbe fare una grande mossa. Nomi alternativi? Ok, mi avete convinto: l'onorevole Beppe Giulietti. Un uomo limpido e incorruttibile, esperto di telecomunicazioni, già del PD, anima dell'associazione Articolo 21. Certamente è più competente di Leoluca Orlando in materia, ed è molto apprezzato presso l'elettorato di IDV e non solo. Volevate due nomi? Ok: il senatore Furio Colombo, PD. Curricuclum perfetto, è anche del PD, che volere di più? E nè Colombo nè Giulietti sono dei Petruccioli, anzi. Con una mossa del genere ci guadagnerebbe la Rai (Giulietti è uno di quelli che vorrebbe una Rai più autonoma dai partiti), ci guadagnarebbe la democrazia, ci guadagnerebbe lo stesso Di Pietro, che dimostrerebbe di saper schierare una classe dirigente di alta qualità, di saper valorizzare il meglio della sinistra, guadagando in prestigio e consensi.. Tonino non lo capirà, a meno che non glielo dica Travaglio. Travaglio, glielo dica per favore!


Ripropongo ciò che ho scritto perché qua c'è qualcuno che, come al solito, o non "RIESCE" a capire, e allora pace, oppure "NON VUOLE" capire quello che uno scrive e allora è meglio che la sua "MALAFEDE" la vada a riversare verso qualcun altro, che con il sottoscritto casca male (come direbbe qualcun altro). Politicamente parlando ognuno di noi dovrebbe non sentirsi "ORFANO" di qualcuno, perché in politica non dovrebbero esserci "GENITORI", non dovrebbe avere nessuno da cui "DIPENDERE" e non sentire il "BISOGNO" di andarsi a nascondere dietro o sotto "BANDIERE", "COLORI" e "PARTITI" esclusivamente perché ha "PAURA" di non avere la "FORZA" di rimanere "SOLO", dovrebbe avere una sola "BUSSOLA", la Carta Universale dei Diritti dell'Uomo, su cui calcolare la propria "ROTTA" individuale. Se così fosse sono sicuro che ci ritroveremmo "TUTTI INSIEME" a sbarcare sulla medesima grande "ISOLA" da sogno, priva di politicanti, razzisti, armi e scudi...
emergenzademocratica.blogspot.com


@ Ruben 352 Così, il minimo indispensabile,tanto per riflettere: Sul disastro di Lockerbie http://it.wikipedia.org/wiki/Volo_Pan_Am_103 http://www.polisblog.it/post/2860/attentato-lockerbie-negata-la-scarcerazione-a-abdelbaset-ali-mohmed-al-megrahi http://archiviostorico.corriere.it/2003/agosto/08/Attentato_Lockerbie_Libia_chiude_caso_co_0_030808039.shtml Sulla Libia che definisci un "modello stabile e dalle idee rivoluzionarie": http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/840 http://www.secondoprotocollo.org/index.php?option=com_content&task=view&id=409&Itemid=5


# 361    commento di   accia82 - utente certificato  lasciato il 15/11/2008 alle 21:2

Ciao Marco, quando ti ho incontrato alla Fiera del Libro a Torino ti ho detto che non leggo più i tuoi libri perché mi fanno troppo incacchiare... è proprio qui che sta l'anomalia!!! Visto che di tutto quello che scrivi è riportata la fonte (e quasi sempre sono fonti processuali nel caso dei processi, s'intende) mi sembra ovvio che gran parte dei fatti citati in un tuo qualsiasi libro sia vera (per me lo sono tutti). E lo dico proprio perchè riporti fonti, dati cifre, ed essendo ingegnere so (per deformazione mentale) che senza queste cose si parla per nulla. Fatta questa premessa... ma come bip fa il paese, sapendo tutto questo, a rimanere immobile? Ci deve essere il Tremonti di turno che dica alla Gelmini di metterci la faccia (bel vigliacco) per "riformare" in questa maniera la scuola così la gente è costretta a scendere in piazza?? Lo dico perchè essendo veneto (ma lavoro a Torino) la gran parte dei miei amici è indottrinata da, usando un'espressione grilliana, testa d'asfalto (ovviamente in minuscolo), ma la cosa strana è che alcuni non sono per nulla stupidi!!! In poche parole devo ancora capire come mai viene votato... ci provo, mi sforzo... ma non ci riesco... PS: Bei ricordi quando Capezz(ol)one interveniva contro il potere clericale e in particolare contro Ruini... ma ora na ha proprio ne arte ne parte... Ciao!


@ Daniele Pelizzari Invadere: occupare con la violenza un territorio. Tratto dal dizionario Garzanti. La Georgia ha esattamente occupato una regione con la forza facendo violenza sui civili. L'esempio che tu mi riporti del Trentino è sbagliato anche per il fatto che la Russia non aveva intenzione dichiarata di annettersi un territorio. Se il ns Governo mandasse l'esercito per bombardare il Trentino e l'Austria intervenisse in soccorso, ti giuro che non sarei affatto contrario.


Il regime di Ras.Putin non è né comunista né sovietico né niente del genere, ma ne ha preso il peggio: il KGB, il KGB fattosi stato. Una dittatura KGB. E Berlusconi fa finta di non accorgersi. Allora stiam freschi. O non si accorge davvero? Allora stiam freschi pure.


Non riesco davvero a capire i motivi per i quali un uomo, che ha completamente diverse idee politiche, morali, civili ecc. ecc. da Berlusconi (e i suoi sudditi) senza che venga ogni volta chiamato comunista! La campagna elettorale l'avete vinta, i comunisti sono spariti dalla circolazione, basta con questa storiella....siete patetici. Al maestro Travaglio consiglio di non farsi trascinare dalla "volgarità" di certi individui, perchè a me è sempre piaciuta la sua forza nel rispondere in maniera "dura" ma di "effetto".


Consiglio a quelli che contestano, per partito preso, l'America di Bush sullo scudo spaziale di leggere i penetranti articoli(tradotti dal Corriere della Sera da alcuni anni) e libri di Niall Ferguson, il più grande storico contemporaneo. Se le minacce dei vari satrapi iraniani, russi, libici vi sembrano scherzi, un sano esame di realtà non vi nuocerà di certo. P.S. ho comprato l'edizione tascabile de LA SCOMPARSA DEI FATTI e mi sono accorto che non è stata aggiornata. Ad esempio, si parla al presente del compianto Claudio Rinaldi e pure di Giorgio Tosatti, nel frattempo deceduti. Caro Marco, non sarebbe stato meglio rettificare certi cambiamenti nella nuova edizione?


x Elvio #264 Caro Elvio, anch'io ho un passato da elettore di centro-destra e per ben 2 volte (2001 e 2006)ho votato questi qua (anche se non è un'attenuante non ho mai dato il mio voto a Berlusconi persona....), mi sono ripreso dall'anestesia subito dopo le elezioni 2006 grazie ad un battibecco che ho avuto con uno che consideravo un comunista eversivo... invece era semplicemente molto più intelligente ed informato di me... Hai proprio ragione per noi che non siamo di sinistra ma che non digeriamo il fatto che la destra italiana sia in mano a questi qua sono tempi grami... L'unica cosa che possiamo fare è fare proseliti tra gli amici di destra che non sono lobotomizzati completamente (forse potremmo aver anche più influenza di uno di sinistra)... Riguardo al voto del 2008 ho votato Tonino e ne vado fiero... Un saluto a tutti e grazie Marco per quello che fai...






Travaglio a otto e mezzo. Non riesco a trovare il link qualcuno puo aiutarmi? Grzie




Qualche anno fa, quando seguivo con maggior passione i radicali, Capezzone non mi dispiaceva affatto; un po' borioso, saccente ma pungente; argomentazioni di area liberale e contro un certo modo inciucioso di governare. Non capivo e non condividevo allora le "mattane" di Pannella verso Capezzone. Il tempo e la storia, anche e sopratutto quella delle persone, danno sovente -quasi sempre- ragione a Pannella. Molti anni fa un esponente radicale mi raccontò di quando Pannella fece una considerazione su Rutelli -allora astro nascente nei radicali- al termine di un intervento molto applaudito : "Francesco... tu sei un buon politico... qualsiasi sia il partito per il quale militi...". Povero Pannella: ha insegnato a molti l'abc della filosofia politica liberale e molti di costoro l'hanno venduta al miglior offerente... Grazie all'altro Marco -Travaglio- per tener duro per tutti noi!
www.terzadimensione.ilcannocchiale.it


# 372    commento di   turi65 - utente certificato  lasciato il 15/11/2008 alle 22:16

#369 Il link è questo: http://it.youtube.com/watch?v=huY3CmidVq4&NR=1 Ciao P.S. Travaglio vs capoccione 5 a zero e palla al centro.... E che il buon DIO ci tolga dai Zibedei il NANO MALEFICO. Buona serata a tutti.




L'ho vista l'altra sera su La7 con capezzone ed è stato bravo a non perdere le staffe con lui. Veramente c'è da stupirsi di come si trasformano le persone. capezzone mi sembra un'alro esempio come bondi,folgorato sulla via di arcore. E' talmente puerile e incivile. Certo che si riconoscono quelli di forza italia:interrompono, insultano,non fanno parlare,alzano la voce e una buona parte di italiani continuano a votarli.


No, Travaglio, l'obsoleto articolo scritto a caldo da Cassese non taglia affatto la testa al toro. Se leggi i più recenti reportage di BBC e NY Times puoi scoprire che l'intervento dell'esercito georgiano in Ossezia non aveva niente di normale: bombardamenti aerei, cannoneggiamenti, granate sui rifugi. E lo status dell'Ossezia è più controverso. Lo scudo poi è follia. Crea insicurezza, tensioni e squilibri strategici, rilancia il riarmo, è un disastro politico. La dirigenza russa offre accordi di sicurezza vantaggiosi che pochi giornalisti si son presi la briga di leggere.




Grazie Marco per dare voce alla verità. Siete purtoppo in pochi ad avere il coraggio di smascherare certe cialtronerie. Continua così perchè ci sono tante voci silenziose che prima o poi si faranno sentire. Non scendere mai a compromessi e non tradire mai la nostra fiducia. Grazie


non ricordavo di aver mai visto Marco Travaglio così inc******! ma ha avuto le sue buone ragioni. signor Travaglio, gli esponenti del partito di Berlusconi non sanno la differenza tra "salvato" e "assolto", a causa dei processi del loro padrone.. dovrebbe prima di tutto spiegar loro la differenza. che poi Capezzone sia un gran maleducato, lo sapevamo già. Capezzone dovrebbe prima di tutto imparare le regole del vivere civile,poi imparare che il fatto che si possa parlare delle riforme di Berlusconi non implica che siano giuste: le riforme non si fanno perchè se ne parli,(mica è gossip!!) ma perchè portino dei benefici. Stiamo andando sempre peggio!! mi tiri fuori una sola riforma utile! ma naturalmente, non avendo argomenti, non lascia parlare gli altri. non ne vale la pena.




Sono (ero?) un ammiratore di Marco Travaglio; i suoi libri occupano un paio di scaffali della mia biblioteca. E sono assolutamente sconcertato da questo incredibile giudizio su Bush: "una delle poche cose buone da lui fatte (è) lo scudo spaziale in Europa dell'Est". Magari non tutti i giudizi di Marco mi trovano consenziente; alcuni atteggiamenti mi sembrano talvolta inutilmente arroganti; ma si tratta di dettagli (d'altronde una immedesimazione totale sarebbe preoccupante), Marco è (era?) di gran lunga il mio giornalista preferito. Il problema è che questa frase non appartiene alla categoria dei dettagli. Essere a favore o contro la guerra in Iraq non è un dettaglio; essere a favore o contro lo scudo spaziale nell'Europa dell'Est, e quindi di una insensata ma inevitabile escalation degli armamenti, non è un dettaglio. Marco deve chiarire. O voleva fare dell'ironia, e allora si è spiegato malissimo (può capitare anche a un maestro della lingua italiana come lui); oppure ha scritto esattamente quello che pensa. E allora ha il dovere di confermarlo, perchè sarebbe cosa davvero grave. Possibilmente prima di lunedì 17, in modo da sapere se sarà o non sarà il caso di andare a stringergli la mano in occasione del suo intervento al Politecnico di Torino. Credo di parlare a nome di molti docenti e studenti del Politecnico: siamo davvero in tanti ad essere sbalorditi, perchè l'apprezzamento del demenziale scudo stellare ai confini della Russa è quello che ci si aspetta da uno come Giuliano Ferrara, non da uno come Marco Travaglio.




I commenti a questo articolo sono la risposta migliore per chi ci accusa tutti di "idolatria" nei confronti di Marco Travaglio. Oserei dire che nel caso dello scudo spaziale e della questione dell'Ossezia siano stati più i dissensi che gli assensi. Anche io in questo caso non sono d'accordo con l'articolo e non per "antiamericanismo" di principio o perché rientri tra i "simpaticoni disinformati" - anzi mi spiace anche che Travaglio abbia utilizzato un certo tono di sufficienza. Un piccolo appunto anche sul principio sottolineato da Daniele Pelizzari, dell'intervento di uno stato sovrano nell'ambito del proprio territorio. Stando a questo principio, Daniele, era legittimo l'intervento dell'ex Jusgoslavia contro la Bosnia e quello dell'Iraq di Saddam Hussein contro i curdi. Non mi piace affatto Putin, ma non penso che gli avvenimenti di quest'estate possano essere addebitati per intero alla Russia. Né che il governo della Georgia sia in questo caso l'agnello.


ma mi spiegate a che serve un blog dove 300 persone si danno ragione l'uno con l'altro per ore e ore e giorni e giorni?


@ turistapercaso Si vede che non leggi i commenti. Ad esempio, io ho avuto a che dire con un ragazzo di cui ho sempre apprezzato i commenti: Daniele Pelizzari.


@wqnderer 380 Concordo pienamente e mi associo nell'attesa dei chiarimenti da te richiesti. Riguardo poi al giornalismo d'inchiesta, quello serio, sottile, raffinato e puntuale per l'accuratezza d'analisi e ricerca, mi permetto di segnalare o ricordare, a te che da ciò che scrivi sicuramente già lo conosci ed a quanti come te interessati l'ottimo Paolo Rossi Barnard per il gran contributo offerto a questo genere di giornalismo specializzato. M.L.


# 386    commento di   kratiasinedemos - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 0:10

# 253 commento di Roland - # 226 kratiasinedemos E sì, c'entra pure il tuo nickname, che a prima vista sembra impossibile a leggersi e a pronunciarsi, e solo a guardare meglio salta fuori il significato: "kratia sine demos" = appunto! E detto in altre parole: democrazia ammazzata per ordine dello stesso unico mandante (termine copiato da Di Pietro - pertanto giuridicamente ineccepibile)" Non l'ho copiato da Di Pietro...non lo sapevo! e dire che l'ho pure studiato un po' prima di deciderlo...ero solamente partita dall'idea di ex democrazia e così avevo tolto il demos, poi ho pensato un "ex"centrale che non mi piaceva, e ho messo il "sine" che offre un senso più "sine qua non"... # 256 commento di Roland - Ma più corretto sarebbe 'kratia aneu demou' anziché 'kratia sine demos' ...non mi piace molto... prova a spiegarmi, vediamo se è più incisivo...e comprensibile. ciao
kratiasinedemos.ilcannocchiale.it


#359 commento de Il Pricipe viola Ok, vuoi la guerra! Politicamente parlando, quando si parla di orfani, si intende orfani di rappresentanti politici, non di "genitori" nel senso paternalistico e fuori luogo del termine. Quando un cittadino trova un rappresentante politico non "dipende" da lui, piuttosto è il contrario! Così funziona in una (allo stato, ipotetica) democrazia. Inoltre, quando si coltiva una idea politica e si crede in essa, si cercano persone con cui condividerla. Persone, non bandiere, colori e partiti. La forma senza sostanza è come una scatola cranica vuota. Non serve a niente. Questa è l'unica cosa di cui un cittadino deve aver "paura" (e tanta) e ad essa deve ribellarsi con tutte le sue "forze". La "bussola", quella vera, è la storia che ci precede. Rousseau e Montesquieu per anni e anni hanno alimentato uno dei più grandi dibattiti e delle più grandi dispute della storia moderna. I più grandi filosofi, politici, storici, giusisti... si sono cimentati su 2 libri: "Il contratto sociale" e "Lo spirito delle leggi". Democrazia allo stato puro e rappresentanza politica e divisione dei poteri. Sembravano inconciliabili. Oggi, mirabilmente coniugati, sono i principi fondanti delle migliori costituzioni democratiche mai scritte. Tra di esse, troneggiano sovrane la Costituzione Italiana e la Carta Universale dei Diritti dell'Uomo. In esse, puoi trovare i lumi che cerchi e la tua "rotta", non solo individuale, ma soprattutto collettiva. Perché se prescindi dalla collettività di cui, tuo malgrado, fai parte, rinunci contestualmente alla tua stessa vita ed alla possibilità di renderla migliore, di offrire il tuo contributo. Non chiuderti nell'isolamento della sordità e della presunzione. Non giudicare. Giudicare non è un diritto degli uonmini, ma un penoso dovere del giudice. Il dialogo è faticoso ma necessario, l'ascolto ne è la conditio sine qua non. La sintesi è lontana e imprevedibile, ma puntualmente la migliore


# 388    commento di   Pagina_bianca - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 1:10

@turistapercaso 1) non è vero che non ci sono critiche e commenti discordi; 2)se siamo iscritti a questo blog è perchè la maggior parte di noi stima, nell'insieme, l'operato di Travaglio; 3) se si tratta di un sottile riferimento al filtro...bene: una cosa è il commento, il dissenso, la critica costruttiva; un'altra cosa è infastidire narcisisticamente chi ragiona e cerca di capire i fatti di attualità.


Gianmario >Siamo d'accordo. Io sono più prudente e preferisco fare un passo alla volta, tu forse riesci a vedere più lontano. O forse sono io più cinico che non credo alle divisioni artefatte. Non so. Non lo vedrei comunque come cinismo, ripeto, per me artefatte le divisioni non sono, è un modo di pensare, è la base di un'idea. >Però credo che le scuole funzionino per merito degli insegnanti, non per il colore delle amministrazioni. :) Sul merito degli insegnanti non c'è dubbio, ma io ti ho citato diverse realtà oltre la scuola anche negli Stati Uniti, come hai notato, e non credo che sia solo questione di buoni insegnanti, anzi, ne sono sicura. Le amministrazioni contano tantissimo, e lo sai, del resto tu stesso dici che le vuoi in mano a persone oneste, quindi... blues states o regioni 'rosse', conta eccome. ;)


i politici d'oggi sono la grande copia del bambino bugiardo in classe alle elementari. che nervoso all'epoca, che tristezza oggi. Capezzone alla lavagna!


Daniele P Per una volta non sono completamente d'accordo con te. D'accordo sugli sceriffi globali, che globali non sono comunque, nessuno difende Putin, o perlomeno pochi, ma la questione Ossezia, come sai, è complessa. Ti invito a leggere l'articolo del Guardian (tu, inglese d'adozione, sai che ti puoi fidare ;)) e il terzo link che ho proposto, un po' più radical, ma fa pensare. Ciò di cui molti sono stufi, secondo me, e io sono molto stufa, è che per anni la Russia era il male e gli USA il bene, punto, niente sfumature; siamo di nuovo a 'sta solfa, che fondamentalmente era fondata su chi faceva la miglior propaganda o nascondeva meglio. Chi non è con noi è contro di noi. E no, e no, non funziona così. Che così tante persone, molto informate su ogni crimine dell'URSS prima e della Russia poi, non conoscano invece i crimini commessi dagli Stati Uniti (tu sai, tipo quelle dolci torturine insegnate agli squadroni della morte, o gli incidenti inventati per entrare in guerre o scatenarle, o le armi che Bush vedeva in sogno ispirato da God) e chi li ricorda sia ANCORA tacciato di antiamericanismo quando, per Giove benedetto, è solo storia, spesso presa dai LORO documenti declassificati, è incredibile. Siamo ancora qui a leccare il deretano agli States e chi dissente è un filo-Putin o un veterocomunista. E BASTA! (non ce l'ho con te, vago con il pensiero ;)) Dov'erano i filoamericani a prescindere, tanto sciocchi quanto gli antiamericani a prescindere, quando ancora negli anni '70, una manciata di tempo fa, gli Afroamericani lottavano contro la segregazione de facto (quelle de jure era finita, in teoria) Dov'erano? Non era un crimine contro la libertà quanto quelli dei sovietici? La loro obbiettività ha parecchi buchi, mi sembra. Tutti troppo occupati a tenere d'occhio solo i comunisti... La verità ha spesso due facce, tutto qui. Ha ragione Eco, stiamo tornando indietro, la storia si ripiega su se stessa invece di progredire, ora ricominciamo corse agli ar


E chiudo. Quegli scudi spaziali mi sembrano efficaci quanto gli scudi dei Persiani contro gli Spartani. ;) Buona domenica.


Ehm, poi chiudo davvero, chiedo scusa E basta fidarsi di qualsiasi accusa facciano gli Stati Uniti contro altri Paesi o contro pinco pallo, è sufficiente che loro dicano ba'!, e tutta la stampa dietro, con poche eccezioni. Vent'anni dopo dicono "ops, erano palle". Neanche la palla delle armi di distruzione di massa è bastata perché la gente fosse un po' più scettica. O semplicemente attenta, o ancor più semplicemente pronta ad informarsi sull'altra campana. La mentalità western del buono e cattivi è dura a morire. E, spesso, anche la malafede. E le vittime di dittatori africani o in Myanmar stanno ancora aspettando l'intervento dei salvatori del mondo... Chi dice 'ste cose, tac!, arriva la mannaia dell'antiamericanismo. Io le chiamo ancora opinioni sulla storia, sicura in coscienza di non essere antiamericana per niente. Finché c'è Woody Allen, sono salva. ;)


Solo l'iniziale, mi vergognerei a vedere ancora il mio nome dopo la promessa da marinaio e i soliloqui. Vorrei solo dire una cosa: come è un po' ridicolo leggere gli adoratori assoluti di Travaglio, manco fosse il messia che deve salvarci tutti, mi spiace leggere gente, però, che non appena lui esprime un'opinione diversa, che neanch'io condivido, gli vola addosso o, addirittura, arriva a pretendere spiegazioni prima di andare a vederlo al prossimo spettacolo. Opinioni, sono solo opinioni, Travaglio non deve essere "il nostro specchio". Sarà anche super partes, ma, se non sbaglio, resta un conservatore, anche se mia madre continua a pensare che sia comunista ;): vi aspettavate discorsi stile Chomsky? Solo questo, pensiamoci un po' tutti, detto umilmente.


@304 plini giorgio Spero non ti sia perso il fondo di sartori il giorno prima, stesso giornale. Tono ancora più secco di panebianco Ciao


"Abbiamo deciso di attivare la moderazione preventiva dei commenti per poter bloccare definitivamente alcuni utenti che da tempo stanno tentando di arrecare disturbo al blog con comportamenti inaccettabili." va la ipocrita: VERGOGNATI! QUESTO E' IL TIPO DI COMMENTI CHE HAI CENSURATO: lascia giudicare agli altri se sono "inaccettabili". "per marco travaglio perché tu pensi realmente che questi sistemi antimissilistici siano abbastanza efficaci? veramente sei convinto che sia bene inimicarsi la russia per difendersi dall'iran e dalla nord corea? quale stato sarebbe in grado di lanciare in un colpo solo migliaia di testate nucleari: l'iran o la russia? mah! anche i non comunisti concordano con la non eccessiva efficacia di quei missili: http://www.associazioneandromeda.org/Giornali/Anno_8_02/giornale_8_02_11.pdf insomma, mi ripeto: la superficialità non è la strada migliore in questo caso! PS non so se è solo il mio caso, ma non riesco a vedere il tuo link! "


Una sola precisazione rispetto all'articolo di Travaglio, che ritengo doverosa. In realtà i libici ne hanno ben donde di essere risarciti dallo Stato italiano, visto che li abbiamo colonizzati, sfruttati, umiliati, vilipesi ed a volte, ahimé, sterminati. C'è ancora troppo poca attenzione in Italia verso le sofferenze subite dai popoli che, non dimentichiamolo, abbiamo conquistato nel delirio d'onnipotenza mussoliniano. Lo stereotipo che vuole il colonialismo italiano come una sorta di grande gita fuori porta dell'italianità, che conquistava a suon di pizze e cappuccini invece che di cannoni, purtroppo è ancora molto forte a livello di percezione di massa (qualche studioso, per fortuna, ha approfondito la questione). Dobbiamo fare i conti con la nostra storia, anche quando è amara. Persino col fascismo stentiamo ancora a confrontarci.
www.pescaracittaperta.blogspot.com


Comunicazione di servizio anche oggi (16/11) non è possibile aprire il link : "Ho risposto ad alcuni commenti in questo post" - anche utilizzando explorer. Qualcuno della redazione faccia qualcosa perchè sono curioso di leggere il post di Marco.


# 399    commento di   Pagina_bianca - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 10:17

@Luca Pantaleo Rispetto profondo per le vittime delle colonizzazioni di qualunque stato. Personalmente, la storia docet, non mi fido tanto di quello che fa l'Italia in ambito internazionale, o meglio, di come spiega a noi italiani il perchè di qualche atto internazionale...Voglio solo dire: speriamo che non ci siano misteri dietro questa presunta solidarietà...


# 400    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 10:29

ringrazio "Effe" perché ha perfettamente espresso il mio pensiero. Effe ha straragione, sembra quasi che ci sia gente che vorrebbe che travaglio dicesse solo cose che condividiamo, e se per caso una volta dice una cosa che non condividiamo gliene chiediamo conto, come se dovesse giustificarsi con noi. mettetevi il cuore in pace, due persone non possono essere d'accordo sempre, su tutto.


luca pantaleo perfettamente d'accordo! a proposito di questa vicenda, c'è persino chi dice: "ma cosa vogliono quegli ingrati dei libici, noi li abbiamo civilizzati, e loro ancora a rompere i maroni: dovrebbero ringraziarci!!" è il solito mito del "buon italiano".


altra cosa: ma lo scudo spaziale (meglio sarebbe chiamarlo: sistema di basi antimissilistiche) è efficace? perché mi sembra che ci sia un gran dubbio sull'efficacia di questi sistemi! Ringrazio chi ne sa più di me e vuole rispondermi!


In effetti è assolutamente vero che l'aggressore è la Georgia. Almeno in questo (avvicinamento alla Russia) Berlusconi fa bene. Detto questo, è vergognoso il modo in cui lo fa, cioè senza passare per il parlamento, che ormai non ha più alcun potere.




Caro Marco,non vorrei sbagliarmi ma ho la netta sensazione che i miei commenti ai tuoi post non siano di tuo gradimento,malgrado mi ritenga un tuo grande estimatore.Certamente non stò lì con la bocca spalancata ad ogni parola che fuoriesce dalla tua preziosa bocca,ma questo dovrebbe farti piacere in mezzo a questo mare di complimenti.Ho già commentato il tuo articolo sul "Portatore nano" e,come al solito, non ne risulta traccia alcuna malgrado i toni (abbastanza) politicamente corretti da me usati. Colgo l'occasione,perchè trascurata nel mio precedente e oscurato commento,per chiederti che cosa ha di unicamente buono l'installazione di scudi spaziali americani nell'Europa dell'Est e di cattivo,i risarcimenti,per danni d'invasione alla Libia nel periodo imperialista fascista. Ma che ti ha dato di volta il cervello?Forse ti sei troppo incarognito contro i crimini delle caste nostrane e hai trascurato un pò di ciò che succede nel mondo. Penso comunque che questa volta hai perso una buona occasione per stare zitto. Ora vediamo se hai la faccia di rispondere. Alberto Gangalanti


marco quell'articolo non taglia un bel niente, come tu non convinci nessuno con conoscenze sull'argomento con l'ultimo tuo commento superficiale e banale!! veramente mi sembra il tono di un capezzone qualsiasi, non ti si riconosce... sana protezione??????? pronto?? c'è nessuno in quella testa?? sana protezione dagli amerikani?? NO GRAZIE!!! non vorrei avere la stessa sana protezione che ha avuto l'iraq, sai com'è... ed inoltre parli di testate nucleari... ma lo sai che un gran numero di testate nucleari amerikane sono qui in italia? di nascosto per giunta... e comunque lo sai o no marcolino che il tuo amato scudo non coprirebbe neppure il territorio italiano? se non vuoi continuare a fare figuracce in politica internazionale a) limitati a parlare di fatti nostrani b) vai in russia, informati sulla storia geopolitica russa degli ultimi 20 anni come fai con i fatti nostrani e poi ne riparliamo. p.s. la georgia pagata dagli amerikani ha invaso l'ossezia


marco sto rivedendo 8e1/2 su you tube.. solidarietà assoluta! ti vogliamo bene


Ho letto l'articolo di Antonio Cassese che non fa altro che confermare l'avvilente e superficiale attenzione che la maggior parte dei media occidentali ha dedicato alla guerra in Ossezia del Sud. Esattamente come nel caso degli attentati del 11 settembre a New York, anche nel caso dell'Ossezia la copertura mediatica significativa da parte dei media occidentali si limita alle notizie riportate nelle prime ore della battaglia; vale a dire, a quel periodo di tempo che intercorre fra il verificarsi dei fatti e l'organizzarsi di una propaganda pro occidentale che vede nei media il proprio megafono privilegiato. Le tensioni fra Sud Ossezia e Georgia nei mesi precedenti all'inizio della guerra avevano già subito un'escalation che lasciava presagire scenari cupi, ma gli scontri e le tensioni si erano manifestate sempre su scala limitata. Ovviamente le alte sfere politiche degli stati coinvolti avevano già previsto la possibilità di uno scontro armato e si erano mobilitate in tal senso. Il 5 agosto, tre giorni prima dell'inizio della guerra, la Russia aveva già cominciato ad ammassare truppe in Ossezia del Nord in risposta ai preparativi georgiani e aveva dichiarato che sarebbe intervenuta in caso di scontro armato. Queste manovre sono da considerarsi a tutti gli effetti pressioni politiche supportate dalla minaccia dell'uso della forza. Il bombardamento indiscriminato della città di Tskhinvali da parte delle truppe georgiane (notte fra 7 e 8 agosto) non sarà una violazione delle leggi internazionali ma è sicuramente una violazione delle leggi umanitarie internazionali. Inoltre, dettaglio non trascurabile, soldati russi sono stati uccisi e feriti nei bombardamenti. [continua...]


[...continua] Detto questo, nessuna persona razionale si sognerebbe di credere veramente che l'intervento russo sia stato dettato da ragioni umanitarie piuttosto che da motivazioni geopolitiche. Si tratta tuttavia di un fatto innegabile che il ricorso alla forza sia stato deciso dal Presidente Saakashvili nonostante fosse stato ampiamente avvertito delle conseguenze delle sue scelte. Invito comunque ancora una volta tutte le persone davvero interessate a leggere i resoconti delle investigazioni di Human Rights Watch sulla Georgia per ottenere un'immagine del suo Presidente molto più vicina alla realtà rispetto a quella edulcorata e quasi idilliaca (una specie di "paladino della democrazia") presentataci dai media nei mesi scorsi.


# 410    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 13:40

@Massi 362 Nemmeno io, personalmente. Ma per il diritto internazionale sarebbe sbagliato. Una nazione, per definizione, non invade un proprio territorio. Tutto, li. Che l'intervento georgiano sia stato criminale e' un'altra faccenda ma non era la russia che doveva intervenire e non cosi. Altrimenti si giustifica ogni intervento di "sceriffato" e allora, chi li ferma piu' i bush di turno? ciao


# 411    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 13:48

@Federica 391 Invece io sono daccordo con te, la mia era solo una precisazione (magari pedante) sulla storia dell'"invasione" georgiana" dell'ossezia che, di fatto, non puo' accadere. Tutto li. Quello che dici e' assolutamente vero e si racchiude nella solita becera frase che gente come me e te si sente ripetere da anni "allora perche' non vai a vivere in russia?". ciao


# 412    commento di   lnuvoli90 - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 14:57

Lo scudo può essere una buona protezione. Ma se eliminassimo l'atomica????
http://lucanuvoli.blogspot.com/2008/11/milano-al-tramonto.html


In base a che cosa affermi che lo scudo spaziale in Europa dell'est è una uona idea e non per esempio un grave pericolo per i delicati equilibri alla corsa al nucleare? Leggo sempre con grande interesse i tuoi articoli e spesso li condivido, ma questa opinione non giustificata da analisi mi fa storcere moto il naso. Simone


@Daniele Pelizzari Non è corretto il termine invasione? e allora come lo vogliamo chiamare 'sto sopruso? "Ingente spostamento di militari con bombardamenti per motivi di ordine pubblico?" Credevo fossi più realista, nel senso che sai meglio di me che un intervento di un contingente internazionale avrebbe richiesto mesi, semmai fosse stato possibile crearlo.


Vedo con piacere che in tanti non avete mandato giù le cazzate che hanno raccontato in occidente sulla Russia, e la cosa mi rende molto felice. Io che ero in Russia in quel periodo ho visto tutto l'evolversi della situazione, seppur raccontata dai media russi, ma questi stessi media di regime sono quelli che ti informavano in tempo reale, senza nessun Sky e fottuta pay-tv, quindi a disposizione di tutti, con una trasparenza che in Italia ci possiamo solo sognare. Se sapeste le cose che ho sentito diventereste antiamericani come me, se aveste sentito le interviste che Putin e Medvedev rilasciavano in lingua originale ai giornalisti stranieri avreste capito meglio non solo che aria tira in Russia, l'odio feroce nei confronti degli Stati Uniti, ma anche il motivo. Il grande Marco, e lo dico senza ipocrisia perché penso questo di lui, non ha ancora risposto alle perplessità anche da me sollevate. Aspettiamo...


Dimenticavo: Marco, visto che noto un pregiudizio antirusso fortissimo da parte tua (e ti ricordo che la Russia non ha MAI aggredito nessuno, né in Afghanistan, dove c'era un accordo con il governo democratico e laico di intervento da parte dell'URSS in caso di casini, che Rambo e gli yankee maledetti non hanno aspettato troppo a combinare, pur di far salire i talebani in funzione anti-sovietica, né in Cecenia, dove c’erano banditi fondamentalisti armati e fomentati da oligarchi russi, esiliati all'estero grazie a Putin, e dai soliti americani: la storia si ripete perché il fine è sempre lo stesso, mettere le mani sulla Russia e sulle sue risorse, come ai tempi di quella merda di Eltsin) ti invito a venire con me l'anno prossimo durante le vacanze estive a vedere quel meraviglioso paese e conoscere quella splendida gente. Ci stai?


Questo blog censura chi non è d'accordo! Questa è la libertà di stampa dei dipietristi! Un po' come il loro disinteresse per il denaro e la loro ostilità al nepotismo.




Scudo stellare: anch'io sarei curioso di sapere perche' e' una cosa positiva. Per me e' chiaro che proteggersi dall'Iran (il nuovo cattivo del mondo) e' un po' come proteggersi dalle armi di distruzioni di massa irakene: sia iran che iraq sono molto lontani da Pittsburgh o da Tallahassee. Se invece si vuole proteggere l'europa o piu' probabilmente Israele allora il discorso si fa piu' ampio. Comunque e' evidente che se un missile iraniano dovesse cadere su Tel Aviv o, dio non voglia, su Caronno Pertusella, beh allora e' molto probabile che l'Iran sparirebbe dalla cartina geografica. Libia: se i soldi dati a Geddafi fossero per il risarcimento dei danni di guerra sarebbe sopportabile. E' probabile invece che siano per rendere i libici un po' piu' proattivi nel fermare i barconi di emigranti. Capezzone: Io capisco che sia difficile avere a che fare con certi personaggi dalla dignita' di un paramecio, ma la sfida e' mostrare ai telespettatori chi sono queste maschere, mostrare la loro bassezza morale e intellettuale mantenendo il distacco. Lasciarsi andare all'emotivita' all'attacco personale, insomma chiamare "viscido" un viscido e' sicuramente salutare per il sistema nervoso, purtroppo abbassa il livello della discussione e riduce la differenza con l'interlocutore: e' bello vedere che c'e' un abisso di stile e di argomentazioni fra un capezzone o uno sgarbi e un travaglio, vorrei continuare a vederla. Come ho detto non e' facile. Coraggio.
http://derpilger.splinder.it


A proposito di Scudo. Supponiamo per un attimo che tale "Scudo Stellare" funzioni veramente, cioè che renda immune uno stato dagli attacchi missilistici delle altre potenze. E' chiaro che gli arsenali nemici perdono il loro valore di "deterrenza", lo stesso che ha impedito dal 1948 che si scatenasse un olocausto atomico. La Potenza nucleare protetta da tale Scudo, in questo caso gli Usa, comincerà a valutare di poter USARE sul serio l'arsenale in suo possesso, visto che non corre il rischio di essere annientato in risposta al primo attacco. Diventerà come il bullo prepotente in una classe di timidi ragazzini occhialuti. Pertanto ritengo lo Scudo un progetto stupido, CRIMINALE e contrario alla pacifica coesistenza tra Stati. In più, penso che una bomba finita nelle mani sbagliate non arriverà dal cielo, semmai nascosta in un container. Saluti.


Siccome, all'insaputa del Parlamento, ci ritroviamo alleati del regime russo del fasciocomunista Putin ("l'amico Vladimir"), anche a costo di attaccare l'ex "amico George" per una delle poche cose buone da lui fatte, cioè lo scudo spaziale in Europa dell'Est. L'esperto Travaglio in politica internazionale,non spiega cosa potrebbe succedere se i russi facessero altrettanto installando missili a Cuba o nei dintorni. Per un USraeliano probabilmente quest'ultima non sarebbe una mossa democratica e potrebbe provocare un conflitto mondiale.Vero Marchino?


# 422    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 19:14

@Massi 414 Assolutamente daccordo (a proposito, grazie per il "ragazzo" di un commento precedente ;-) ), un intervento internazionale avrebbe richiesto tempo ma forse l'intervento dell'onu sarebbe bastato, forse no, ma se si giustifica l'intervento di una singola nazione (che sicuramente non lo fa per scopi umanitari) si giustificano molte cose, forse troppe. La definizione corretta dell'atto perpetrato dalla georgia non puo' essere comunque "invasione", atto criminale casomai, ma come fa la georgia a "invadere" se stessa?. Per concludere, ripetiamo l'ipotesi assurda del trentino (mi scusino i trentini). Trento decide di diventare austriaco, l'italia minaccia l'intervento dell'esercito, finalmente dopo qualche mese i carrarmati tricolori entrano in trento bombardando i civili di etnia austriaca, e' invasione o atto criminale o qualcuno potrebbe dire difesa dell'interesse nazionale (non io)? L'austria (per difendere l'etnia austriaca), scavalca un paio di vallate ed entra in trentino bombardando a sua volta i carrarmati tricolori e, gia che si trovano li, i residenti italiani. Chi invade? A prescindere da chi abbia ragione e chi torto (tutti e nessuno) l'invasore e' l'austria. Sostituisci i nomi e, sono semplicistico lo so, hai la situazione russo georgiana. ciao




# 424    commento di   GaberFaber - utente certificato  lasciato il 16/11/2008 alle 20:14

Io ho letto l'articolo di Antonio Cassese (Il lupo, l'agnello e la legalità internazionale), ma ancora non sono d'accordo con Travaglio sullo scudo spaziale di Bush. Non simpatizzo per Putin, dittatore mafioso (e nemmeno per Gheddafi, golpista che l'Occidente chiama Colonnello per non perdere il metano), né sono antiamericano in modo pregiudiziale. Sono anti Bush, questo sì. Altri missili portano solo ad altri missili e già in Italia di missili americani (e di basi) ne abbiamo troppi. Tra l'altro è in forte dubbio la nostra sovranità nazionale. So comunque che la mia posizione sullo scudo spaziale può essere tacciata di ingenuità o di scarso realismo, in un mondo di lupi. Si veda a tal proposito "L'anello di re Salomone" di K. Lorenz. Cordialmente Gabriele De Luca
http://www.danielemartinelli.it/


ciao Marco, ho letto la tua risposta ai commenti con il link di Cassese(che non sono riuscita ad aprire! Non potrebbe essere diffuso in pdf?). A me, che sono cmq una tua estimatrice, ha dato fastidio il modo in cui hai categorizzato (generalizzando parecchio) come "disinformati" e viziati da "antiamericanismo pregiudiziale" coloro che in questa sede hanno espresso opinioni diverse dalle tue in fatto di Georgia, Russia, etc...e tra cui mi sto includendo. A me è parso, leggendo fonti diverse da quelle del circuito mass-mediatico che tu stesso critichi ogni giorno xchè inaffidabile, che sia stata la decisione unilaterale della georgia di invadere l'Ossetia (l'8/8 mentre tutti pensavano alle Olimpiadi)a provocare il conflitto: del resto la Russia quando è intervenuta in Ossetia è rimasta dentro i confini della regione secessionista, senza mai realmente manifestare l'intenzione di arrivare a Tbilisi, a voler significare la sua intenzione di mantenere lo status quo sancito dagli accordi del '92, che prevedevano l'autonomia fattuale (ufficiosa ma non ufficiale) delle regioni Ossetia sud e Abkhazia (dove peraltro la moneta circolante è il rublo!). Sono stata contrariata dall'invasione georgiana dell'Ossetia, che ha costretto Mosca ad un'escalation militare che ha portato gravi conseguenze nei rapporti diplomatici tra le potenze. Non sono un'ammiratrice di Putin, anzi, ma è palese che l'analisi dei conflitti richieda uno sguardo spassionato, realista. Lo scudo spaziale poi non è un vero deterrente alle minaccie di conflitto, visti gli arsenali che circolano già nel cuore dell'Europa (v. Kosovo e Macedonia), ma le aumenta! Quanto alla Turchia, è una realtà problematica dal punto di vista politico ma laica e sviluppata, nonostante tutto, cosa sufficiente ad avere verso di essa uno spirito di cooperazione piuttosto che di marginalizzazione, considerata anche la sua posizione geografica. Il Mediorente (e l'est europeo) non è un unicum. Se ragionassimo tutti come i manichei, Noi


Che dire? Mai stato così in disaccordo (disaccordo, non ho parlato di offese) con Travaglio sulla politica estera e mai stato più d'accordo su quella interna. E' il bello della vita... Complimenti a Marco per il lavoro svolto!


Totalmente in disaccordo con Marco sull'utilità dello scudo spaziale. Incredibile ma vero mi trovo in linea con le considerazioni di Berlusconi (le installazioni militari statunitensi a ridosso della Russia destabilizzano gli equilibri con l'Europa). Anche sulla questione Georgia-Ossezia sono espressi giudizi frutto della disinformazione occidentale. Per conoscere un punto di vista diverso e una ricostruzione verosimile dei fatti consiglio fra i siti italiani quello di Giulietto Chiesa.


Anch'io avrei due commenti riguardo al commento di Travaglio (che delusione...) 1. perché mai un articolo del "maggior esperto italiano" (chi l'ha deciso?) di diritto internazionale dovrebbe chiudere l'argomento? L'analisi di Cassese è puramente di diritto internazionale, che oramai ci si chiede che valore abbia, dopo che è stato calpestato negli ultimi anni da tutte le principali potenze. E dimentica la politica... gli oleodotti, i rapporti NATO-Georgia, le balle dell'informazione nostrana e internazionale, i 16 anni di status quo interrotti improvvisamente dalla Georgia. Non che la Russia non sia un lupo, ma la Georgia un agnello... un lupetto forse, con una grossa mamma dietro. Forse, su argomenti delicati, converrebbe tacere piuttosto che cercare di riassumere complessità estreme in un commento pungente. 2. Domanda: qual è stato l'unico paese ad avere usato fin'ora ordigni atomici in operazioni militari (e purtroppo non solo nel 1945)? Verissimo che non sappiamo dove sono finite le bombe ex-URSS, ma ricordiamoci che oltre all'antiamericanismo esiste anche un filo-americanismo acritico che è altrettanto (se non di più) pericoloso.


vedo che ci siano commentatori che hanno abbastanza chiare le idee..sarebbe bello sentire cosa ne pensa marco o argomentare un le affermazioni sullo scudo spaziale e la georgia che attacca la russia (in un certo senso e' cosi' se consideri che la maggior parte delle persone in ossezia sono russe) anche se l'enfasi che si e' data in giro per le news e' per l'efferatezza della russia specie su fox e simili..


caro marco 6 un grande ma non fare l'errore ke tanto ci e' caro in italia, quello per cui combatti tutti i giorni... di prendere cioe'per oro colato le informazioni che ci calano dall'alto. basta girare un po per la rete e si scopre immediatamente che e' stata la georgia ad invadere l'ossezia con tutte le conseguenze del caso...ti prego non ci cascare anche tu. sempre grande bye


# 431    commento di   Fab1979 - utente certificato  lasciato il 17/11/2008 alle 9:44

Caro Marco, hai detto in un'intervista recente che intervieni sul blog solo in casi estremi, quando "ti fanno davvero incazzare". Questo è ok, e ho ben presente che in questa blog, moderazione o no, ci sono un certo numero di individui che provocano volontariamente o no (no è per quelli che non sanno neanche dove sia di casa l'educazione, ahime cosa frequente di questi tempi e da sempre nel mare magnum di internet); ora però, visto che sono tipo il 75%dei commenti a chiederti un commento sulla questione scudo spaziale, puoi evitare di apostrofare tutti con "simpaticoni disinformati"? Non è meglio tener conto che è una questione di interesse un pò generale? Rispondendo così sembra che ce l'hai con chi ti fa domande ... Detto ciò, l'articolo di Cassese è completoo e correttamente "asettico", mi convince, personalmente ho sempre simpatizzato per la Georgia ma nel caso degli eventi di agosto è pur vero che ha preso "l'iniziativa" (nel caso, comunque , con le cannonate: non si può non dirlo, e infatti Cassese lo dice). Efficacia degli scudi spaziali: sì. Funzionano. E' altissima tecnologia su cui gli stati, come possiamo ben immaginare, non lesinano investimenti, e da parecchio. Se non funzionassero non spaventerebbero nessuno, e state tranquilli che un paese con a capo un-ex kgb ha tutti i mezzi per capire se quello che stanno facendo gli usa è un bluff o meno ... Dubito anche io che la russia potrebbe mai davvero attaccare con i missili; dubito anche che NON ci siano paesi in giro che lo farebbero eccome ...


I 5 miliardi di dollari dati alla Libia ufficilamente sono il risarcimento per il periodo di dominazione coloniale italiana: ad ogni modo, visti gli amici che si sceglie in campo internazionale il Cavaliere e considerata la battuta su Obama abbronzato, sorge il dubbio che per lui l'America ha un grande difetto; nonostante tutte le pecche che si possono attribuire agli statunitensi, il senso della democrazia lo hanno comunque ben radicato nella mente e nel cuore, per cui ha paura che data la loro influenza culturale il loro esempio possa diventare pericoloso come una malattia contagiosa.


Buongiorno, sono in disaccordo con l'opportunità di un'installazione strategica come lo "scudo spaziale": è figlia di una grossa ipocrisia come difendere l'Europa dall'Iran, è improbabile il bombardamento da parte russa di obbiettivi occidentali, semmai il progetto rientra in un dispositivo per il controllo dei satelliti lanciati dall'Asia centrale in orbita bassa; inoltre la presenza di bombardieri strategici e sommergibili presso il Mare Artico è un pericolo potenzialmente ben maggiore. L'installazione provocherebbe tensioni nella UE, con paradossale allontanamento dei tuttora deboli paesi orientali dall'Europa e una riduzione della credibilità dell'UE come potenza locale. Lo "scudo spaziale" è un'opportunità per le aziende USA (e non solo) attive nel settore della difesa. Per il resto mi trovo perfettamente d'accordo, specialmente riguardo al rinnovo dell'amicizia con il nostro miglior nemico (il Colonnello) e il sostegno ad una nazione tuttora autoritaria, governata indirettamente da militari cammuffati da garanti dell'ordine costituzionale. Fox


Che cosa ci sarebbe di buono nello scudo spaziale in Europa dell'Est?


Io penso che lo scudo sia importante, prima di tutto come fattore politico, più che militare. Però scusate l'obiezione:non era "pace senza se e senza ma"?!? (io non condividevo). pare di no: Obama è pronto a bombardare l'Afghanistan ed anche il Pakistan se serve (anche unilateralmente, ha detto), ma non ho visto commenti negativi contro l'imperialismo del futuro presidente US.... quando ce vo' ce vo'!




Watchdogs La "Effe" ero io, solo per precisare. Ero stanca di vedere, o meglio immaginare per mezz'ora, il mio nome in quattro o cinque post consecutivi. ;) Daniele P Già, da anni e anni la stessa solfa "ma come fai a non essere con gli Americani?"- Travaglio stesso mi chiese, dopo una conferenza e durante una discussione, "ma tu eri con l'URSS durante la guerra fredda??" ed io "no, ma neanche con gli Stati Uniti in toto". Niente, non poteva crederci. ;) E come dici tu, i numerosi "vai a vivere in Russia". Be', no, sto bene qui, grazie, ma i Russi, sarà per il Cechov che brilla nelle mie librerie o il Rachmaninov che risuona spesso tra le mie quattro mura, non sono mai riusicti a starmi davvero sulle balle. Anzi. ;) A coloro che credono nella deterrenza. Dicono che anche la pena di morte lo sia; andate a vedere in quali stati ci siano più crimini: sorpresa sorpresa, dove c'è la pena di morte.... Ciao


Marco, concentrati di più sulla politica interna, oppure informati prima di scrivere certe cose: a parte che uno scudo che serve solo a fomentare la guerra fredda è molto pittoresco, ma il problema principale, per cui obama lo ha già subito messo da parte, è che i proiettili che lancia dovrebbero fermare più di 5000 testate atomiche poste ai confini. si, dico proiettili, guidati da radar (per cui la russia ha già disposto disturbatori d'onda. e una sciocchezza simile dovrebbe farci sentire sicuri mentre i russi si riarmano? riguardo al presidente georgiano è chiaro che non ha fatto gli interessi di washington attaccando per primo. ma ha effettivamente attaccato per primo, dando ai russi tutte le scuse che voleva per invadere la georgia. insomma se putin è cresciuto così tanto in questi anni le cause stanno nelle politiche miopi della casa bianca. e io che ero venuto qua per sapere qualche annedoto su villari...


Premesso che due persone normali non possono fisicamente pensarla nello stesso modo su tutto (a meno che appunto una non sia Silvio Berlusconi e l'altra Sandro Bondi) vorrei dire la mia. 1) Putin è un bel criminale e la sua amicizia con lo psiconano spiega molte cose (se non tutto). E anche l'occupazione della Georgia (la parte contesa) rientra nella definizione. Epperò si deve notare che il Sig. Saakashvili (o come diavolo si scrive) ha usato per il suo attacco (che temporalmente è comunque avvenuto prima) anche le truppe georgiane che erano dislocate come forza di interposizione, secondo accordi precedenti. Non proprio una mossa limpida... oltetutto non è che i dissidenti georgiani siano poi trattati benissimo. Insomma, va bene tutto contro Putin, ma per favore smettiamola con la storiella del presidente georgiano "che avrà anche sbagliato qualcosa"... e no, è un criminale pure lui (diciamo un po' meno di Putin, se a qualcuno piacciono proprio certe classifiche). 2) Sullo scudo spaziale: aumentare il numero di missili nucleari non è mai una buona idea, visto oltretutto che gli USA ne hanno già a bizzeffe nelle basi europee, metterne altri in posizione evidentemente provocatoria non mi piace. E comunque, se questi missili nucleari proprio servono, allora sarebbe il caso che ce li mettesse l'Europa per suo conto: La Gran Bretagna, li ha, la Francia li ha, altri paesi dell'UE hanno comunque la tecnologia, se ci servono mettiamoceli da soli, almeno ce li gestiamo noi. Pensare che se lo scudo spaziale in Europa serve debbano metterlo gli USA e non l'UE significa essere antieuropei: legittimo, ma che almeno sia chiaro (e il fatto che oggi come oggi l'Europa è debole non è una scusa: anzi un motivo in più per renderla forte). Spero di non essere etichettato come antiamericano anche qui... anni di Giulino Ferrara (e compari) mi ci ha fatto fare il callo, ma spero esistano luoghi un po' più ragionevoli. Ovviamente resto un estimatore di Travaglio, Gomez


non era a conoscenza del fatto che Travaglio, insieme a quel servo di Capezzone, fosse ospite a La7 ad ottoe mezzo... ho visto il video e devo dire che Marco ne è uscito alla grande visto che Capezzone, in quanto a contenuti, è proprio ignorante... blaterava ancora di Mercedes, 100 milioni di DiPietro... roba da cui l'ex pm è stato ampiamente prosciolto- Abbiamo assistito al classico spettacolo in cui il pappagallino di forza italia, ex radicale, neomaggiordomo di casa Arcore, in palese difficoltà, non avesse meglio da fare che parlare addosso a Marco. DEbbo dire che quest'ultimo ha fatto benissimo ad adottare la tecnica capezzoniana di parlare sul suo interlocutore, pre farlo innervosire... hai fatto benissimo.


invece di portare i calciatori del suo milan,berlusconi,quando si è incontrato con lula a roma, in rappresentanza di tutta la colonia brasiliana che vive e lavora in italia,avrebbe fatto molto meglio a portare dei lavoratori che operano a roma,con notevole risparmio di denaro pubblico sprecati in aerei di stato. ma si sà, il suo egocentrismo ed il suo smodato narcisismo, a fatto sì, che non gli è nemmeno balenato per la mente di portare anche calciatori brasiliani che militano in altre squadre. come diceva il marchese del grillo: IO Sò IO E VOI NUN SETE UN CAZZO.


Un grande applauso al lavoro di Marco ed un TRIPLO applauso **on the rocks** alla moderazione degli interventi, checche' ne pensi la **YOKO ONO di CRAXI** e Team di disturbatori Il lavoro che mandano avanti alcuni eccellenti personaggi NOBILI nella Blogosfera (Grillo, Ricca, Martinelli ed il Blog dell'On Antonio Di Pietro, per citarne alcuni) sono sotto continuo attacco da NICKS di dubbia creazione Non esiste, al mondo, che un Blog a Tema (e di alta qualita') venga metodicamente saccheggiato da DISTURBATORI, parte di un sistema marcio che e' direttamente collegabile al mondo MORTO della disinformazione Non e' un caso gestito e promosso da teenagers il commento fuori tema: e' una strategia di chi intenzionalmente TEME i contenuti Ottima decisione, Marco ed i tuoi collaboratori nell'Amministrazione di questo Blog: cerco di far passare l'idea anche sul Blog di Beppe Grillo...credo che ascoltera'...


Ma qualcuno ha capito dove Marco ha risposto "ad alcuni commenti"? Io no, non trovo nulla.


con che coraggio, capezzone va in tv tutte le sante sere a dire palle impanate; con che etica e sprito, visto che a seconda del vento si schiera dall'una o dall'altra parte..a seconda di quanto gli convenga: questa è gente che può vivere solo di politica perchè non sa far niente. grazie marco, perchè spesso dai voce a quanto vorremmo fare noi con certi insetti della politica.


Caro Marco, sullo scudo USA ho un'opinione diversa dalla tua, anche se non sono certo un esperto di politica internazionale. Io credo che l'arrogarsi il diritto da parte degli USA di installare uno scudo missilistico in Europa dell'Est sia completamente al di fuori del concetto di reciprocità che secondo me dovrebbe caratterizzare le relazioni tra i paesi del mondo. Credo inoltre che sia una decisione unilaterale che calpesti i piedi a istituzioni come l'ONU e l'UE, partendo da una presupposta posizione di privilegio che gli USA avrebbero sulla scena mondiale; e che dal mio punto di vista non può essere accettata. I paesi e le istituzioni del mondo devono parlarsi e confrontarsi in posizione di assoluta parità diplomatica.


RAI, LATORRE: TRA PD E IDV RAPPORTI SEGNATI IN MODO SERIO Roma, 18 nov. (Adnkronos) - ''Di fronte a un atteggiamento irresponsabile del centrodestra, con i suoi pregiudizi nei confronti di Orlando, e dopo oltre 40 votazioni, le opposizioni dovevano tenere un comportamento responsabile e non inseguire la destra in questa esibizione muscolare. Questo non è stato possibile perché altrimenti si sarebbe rotto il fronte dell'opposizione. Però adesso questo problema va affrontato, perché francamente è una cosa che lascia il segno il fatto che il segretario del Pd e il leader dell'Udc chiedano a Di Pietro una rosa di nomi e lui non solo non risponda, ma faccia replicare un esponente del suo partito, liquidando questa iniziativa. Questo è un episodio che segna in maniera seria i rapporti con l'Idv''. Lo dice Nicola Latorre, vicecapogruppo del Pd al Senato, in un'intervista al 'Corriere della Sera', a proposito delle vicende legate alla presidenza della commissione Vigilanza Rai. ''Io penso - aggiunge l'esponente dei Democratici - che Villari si debba dimettere e che il Pdl abbia compiuto un grave strappo votandolo, però considero sbagliati metodi come quelli dell'espulsione e delle sanzioni che evocano dei precedenti e un'idea della vita democratica che dovrebbero essere ormai alle nostre spalle''.


Sai cosa mi fa davvero star male? Vedi io non so cosa ritenermi. Destra, sinistra, centro per me non dicono nulla. Questi uomini e donne al governo ed all'opposizioni non mi dicono nulla. Guardo, ascolto, mi informo e la mia opinione, giusta o sbagliata che sia, me la sono fatta. Alle scorse elezioni votai Radicali, quando poi salì la sinistra. Quel bravo Capezzone che poi è passato dalla parte delle PDL come se i valori in questo Paese non esistessero, non fossero importanti. I partiti si scambiamo gli uomini come noi ci potremmo scambiare le figurine : basta andare al governo a fare gli interessi di tutti, eccetto quelli della maggior parte dei cittadini. Ma ritorniamo alle idee, alle opinioni. Ma com'è che per quelli che han votato PDL, tutto ciò che fa questo governo è giusto? Questa è la forza di Berlusconi, il suo carisma. Chi lo segue, chi lo ama, è disposto persino a rimane in mutande per lui. Parlo di mio padre, parlo dei miei suoceri, parlo di tutti quelli che l'hanno votato e che insistono nel "lasciatelo lavorare". Quasi come se farsi le leggi a favore e prendere per i fondelli Obama o Merkel fosse un LAVORO. Ma come si può dire in campagna elettorale : diminuirò le tasse ai lavoratori dipendenti così avranno più soldi da spendere. Se spendono il governo può risanarsi con l'IVA e poi non riuscire a detassare le tredecesime perchè non ci sono fondi eppoi dare miliardi alle banche ed alle imprese? Soldi tolti alla sanità, all'istruzione. Gente che dice che va bene così perchè la pubblica amministrazione sperpera. Che sono solo fannulloni. Ma chi sperpera? L'impiegato delle poste? Io rimango senza parole. Stiamo svendendo questo pase, lo stiamo riducendo sul lastrico. Solo che poi i Berlusca, i Veltroni se ne andranno e a pagare come sempre saremo noi.


Il motivo del risarcimento alla Libia, sara' questo? http://italiadallestero.info/archives/1716


Prendiamo atto con dispiacere che Marco non ha risposto alle perplessità, per usare un eufemismo, sollevate da tanti visitatori del blog circa la sua posizione dichiaratamente filoamericana e pregiudizialmente antirussa. Peccato.


Alla fine Saakashvili stesso ha ammesso di aver iniziato la guerra, anche se ovviamente ritiene di averlo fatto per una giusta causa. Maggiori informazioni qui: http://www.russiatoday.com/news/news/33939



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti