Commenti

commenti su voglioscendere

post: Bocchino & pizzino

Zorro l'Unità, 21 novembre 2008 Istruzioni per un centrosinistra moderno che vuole vincere . 1) Se si trova un candidato alla Vigilanza che non garba a Berlusconi, impallinarlo all'istante. 2) Se il Bocchino di turno non riesce a spiegare perché la maggioranza debba decidere anche le cariche che spettano all'opposizione, salvarlo con un pizzino. 3) Se Latorre telefona amorevolmente a Ricucci e a Consorte durante la scalata illegale al Corriere e a Bnl, fare finta di niente e negare ai giudici il permesso di usare le telefonate , cosicchè gli elettori possano pensare che destra e sinistra si coprono a vicenda ed è tutto un magnamagna. Se invece Latorre imbocca un Bocchino, chiederne la testa (sempreché si trovi). 4) Se D'Alema telefona a Consorte per trattare con un socio ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


[[ Ma il Vostro Di Pietro fin qui ha solo ciurlato nel manico, realizzando Finanziamenti, che sistemeranno 5 generazioni di Di Pietro]] - _______ Tribunale di Catania - III Sez. Penale ______+ + iL Presidente:- Si prende atto della Contumacia del coimputato, tale Codogno Maurizio.Si ammetta il P.M. ScogliaminKio - Scogliaminkio : Terque quaterque, testiculis tactis, pallegiatoque augello,pilo detracto usque ad sanguinem... per minkiam in Kulo .mau.... - Presidente:- Ma che caxxo fa? Si contenga! - Scogliaminkio:- Contenuto sogno.Sig.Presidente, chiedo di interrogare l'imputato. - Presidente:- Lei sta dormendo ancora : è contumace Scogliaminkio:- Presidente, sicuro che Ella ha preso il cafè? Scodogno è contumace, ma la P.G. ha intercettato Machio d'itri, che è qui in rappresentanza del GCN, imputato. Butti il gatto e sieda sul banco degli imputati. Domanda: dov'èra il GCN, quando in danno di un utente, arrivato nella vostra Geriatria con le più propositive delle intenzioni, e con battute umoristico/satiriche spesso riuscitissime, si postavano: e-mail, con l'unico dato che doveva restare privato; indirizzo di casa e telefono con l'invito esplicito a telefonare alle 4-00? Dov'era il GCN quando tale postante su "it.politica" pubblicava pezzi, ai quali aveva lavorato duro, ricevendo in cambio palettate a freddo? Dov'era il GCN, quando in coro si scriveva al Provider del momento, per ottenerne la revoca dell'accaunt? Definisca il concetto di Anarchia, quali i presupposti giuridici? - Machio d'itri:- Sig. Presidente: che significa "presupposto giuridico? Mai usato supposte. Giuro! CONTINUA - www.ricostruire.it In ricognizione :)
http://www.ricostruire.it


non ho più parole. non ho più speranza........il marcio.. ci arriva al collo e ci sta soffocando. marco ,peter siete ancora quel poco di respiro che ci rimane. non sono depessa, di più, penso solo a quando mio padre mi spiegava il pci di berlinguer e come funzionavano le lotte, gli scioperi, erano per i deboli e che fossimo tutti uguali,con uguali diritti.ora devi essere corrotto, puttana, venduto se no vivi con 500 euro al mese e non hai speranza. io cosa racconto alle mi figlie?.....forza di pietro ci sei solo tu!


ma Barbareschi....non era di sinistra???? lui che lottava contro i preti pedofili perchè ne era stato abusato... mi sembrava uno con le palle e invece ad annozero non riuscivo a credere che sia passato anche lui a destra! ma come mai tutti sti cambiabandiera?? anche Capezzone era dei radicali...bah..(Capezzone però è sempre stato un c..zone). Cmq Barbareschi mi ha deluso profondamente, parla come tutti gli idioti di destra, è uscita la sua vera natura di attore. Ma in Italia quelli con le vere ideologie si contano sulla punta delle dita...facile schierarsi e di punto in bianco cambiare rotta. E questi si fanno chiamare "onorevoli". che schifo.. finiti da decenni i tempi dei veri idealisti. Secondo me proprio questo viene a mancare, sono tanti coloro che guardano più al denaro e al prestigio che ai propri ideali. E non sono uomini liberi.


@ Poveri-servi e tanti servi-poveri Troppe le persone che pagherebbero per vendersi.. Troppe quelle che scrivono stronzate non si sa perchè.. La paura verso il più forte(nella fattispecie il più cattivo) genera un'irrefrenabile desiderio di servilismo che sfocia nell'ignoranza più degenere... La cosa è subdola,è il vostro cervellino che riesuma certi mostri che uccidono la democrazia,e questo è solo perchè non avete le palle di seguire la verità ma preferite arruolarvi con chi vi rema contro.La paura,brutta bestia. Il potere logora chi non ce l'ha, anche in questo senso.


...perchè Berlusconi non va combattuto,ma copiato... Straziante finale, caro zorro.Ciao


La presente, in realtà è una risposta alla cortese att.ne del sig. Travaglio se possibile, poi se a qualcunaltro lettore interessa strabene. Senza la pretesa di voler convincere nessuno. Nella mia semplicità contadina la situazione nel PD è irrimediabile (e non da oggi). Sarebbe ora di tenere conto di chi, politica, ha cominciato a farla da zero e daccapo con un Manifesto Etico non opinabile e un programma concreto ("politica" nel senso di conduzione della casa comune, non la spartizione di interessi che vediamo tutti i giorni). Controllare per credere: www.comunivirtuosi.org la buona politica in Italia esiste da un pezzo e opera ogni giorno con 4 soldi fantasia e dedizione; gli assessori Boschini e Ciacci, il Sindaco Fioretti e il Sindaco DelGhingaro etc etc etc (ancora) non li conosce quasi nessuno. A parte il blog di Grillo quasi nessuno gli da spazio. Annozero dorme il sonno dei giusti, mentre ci propina gli intelligenti Barbareschi e Sgarbi ogni santo giovedì. Credo che con una politica (almeno) decente, la lista civica nazionale “Per il bene comune” non sarebbe mai nata. Mi astengo da insistere su questo punto per motivi di opportunità visto che sono un loro sostenitore. Insisto solo su un tasto: dopo le inchieste dell’Espresso su Cosentino o dopo quello che ha combinato Bassolino in Campania, un Paese normale (almeno “normale”) avrebbe preteso le dimissioni a vita da qualunque incarico pubblico. Rimasti al loro posto quei signori come se nulla fosse successo, figuriamoci ai LaTorre e a quelli come lui cosa gliene importa. Un bel nulla. Povera Patria, musica e parole di Battiato (per qualcuno è qualunquista, per me assolutamente no). Cordiali saluti, Roberto Pirani www.buonsenso.info Sono spesso daccordo con Marco Travaglio, ma quando dichiara di votare IDV perchè è "il meno peggio" mi fa sinceramente un poco disperare. Per il bene comune esiste, e si sta radicando s
www.buonsenso.info


Visto che "stranamente" nel post di Montanelli non si può lasciare commenti le ripoto il seguente pezzo..TRAVAGLIO SBUGIARDATO DA MONTANELLI. Marco riprende Facci sul Maestro Indro e la P2. “Gelli tentò di reclutare anche Montanelli, il quale se ne tenne a debita distanza e lo definì magliaro”, ma Indro scrisse: “Soltanto il caso m’aveva salvato dal ritrovarmi in quella lista. Assumemmo una posizione controcorrente rispetto alla leggenda nera imbastita sulla P2. Gelli? Un bischero” 22 Novembre 2008 – 11:00 di Gabriele Mastellarini Mi scuso con i collaboratori e gli amici del blog ai quali avevo promesso di pubblicare il mio pezzo apparso sul Mondo di questa settimana sul caso della Reiss Romoli, ma tocca occuparsi ancora di Marco Travaglio e dintorni. Lo faccio con lo spirito di chi si è rotto veramente le palle di questo teatrino ma, allo stesso modo, spero che quest’ennesima scivolata dell’opinionista di Anno Zero induca qualcuno a riflettere sulla qualità del giornalismo nostrano. Andiamo per ordine. Filippo Facci sul Giornale (www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=307040) aveva pubblicato un pezzo dal titolo “Berlusconi, Videla e Montanelli” parafrasando a modo suo l’ennesima brutta figura rimediata da Travaglio (stavolta se l’è rifilata da solo, equivocando sulle dichiarazioni di Obama, ma ne abbiam parlato già in un post precedente). Nel pezzo di Facci si fa riferimento a Roberto Gervaso e Indro Montanelli e alla Loggia P2, della quale mi sono occupato diffusamente in un libro, una tesi di laurea e alcuni saggi apparsi su Golem (rivista diretta da Umberto Eco) e su Problemi dell’Informazione, rivista de “Il Mulino”. Ma non ditelo a Travaglio… Ora, memore della lezione del giornalista torinese, terrò i fatti separati dalle opinioni, offrendo ai lettori una semplice riproposizione di quanto sostenuto da Travaglio su Montanelli e di quanto sostenuto da Montanelli…su sè stesso. Poi fate voi e decidete a qual è la versione migliore. Buona lett




FOTO STUPENDA :D




Ho sempre ritenuto il PD deleterio.Infatti ancor prima della sua nascita avevo già scritto che ci saremo ritrovati di fronte ad un'ennesima Domenica delle Salme. Come volevasi dimostrare: tutti coprono i misfatti di tutti. Tutti i politicanti sono più simili a Berlusconi, dopo tutto lo psiconano ha potuto delinquere e assolversi nelle aule del parlamento e non in quelle dei tribunali e anche i suoi colleghi vogliono approfittare della situazione. E dopo tutto non saranno mica i figli della serva?! Quindi, dato che il PDL e il PD sono uguali (più che simili) e l'unico schieramento politico che fa la differenza e l'IdV, perchè non cercare di rendergli la vita difficile come per il teatrino messo in scena da Villari? Maria Francesca


# 77 commento di Giulio Lo Iacono Bocchino non sapeva cosa rispondere a Donadi? Possiamo davvero credere che il portavoce del PDL non fosse in grado di dire quelle tre cose che il PDL da mesi continua a ripetere a raffica? "Noi Pecorella l'abbiamo ritirato e ci abbiammo messo uno che a Voi era gradito, Voi Orlando non l'avete ritirato etc. etc. etc...." NON CI CREDO. Io stesso che poco conosco di politica avrei saputo perfettamente cosa dire se fossi stato al posto di Bocchino. E poi Latorre che scrive davanti a tutti e poi lascia lì il pizzino senza preoccuparsi che qualcuno lo possa trovare ??? La cosa era lampantemente concordata e ciò la rende ancora più grave.


# 96    commento di   pulicane - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 13:24

@ ambra (# 86) “anche Capezzone era dei radicali…” Permettimi una precisazione: non solo tu, ma anche diversi altri prima di te, tendete a considerare quel bel tipo di C. come sostanzialmente diverso da Pannella e dagli altri radicali. Senza farla troppo lunga, ricordo solo che Pannella e la Bonino hanno appoggiato il primo governo Berlusconi quando il loro voto era determinante, e la Bonino sfondò addirittura nelle preferenze grazie agli spot di Mediaset. Solo quando non ci fu più bisogno di loro, anche per non creare grane a Casini, si fecero amichevolmente da parte, e dopo un po’ di quarantena, approfittando della nostra memoria corta, si riciclarono dall’altra parte. Ma, sia prima che dopo, hanno sempre tirato la volata a Berlusconi e alla destra. L’ultima, guarda, è di oggi: Pannella difende Villari e addirittura accusa di “eversione” la gatta morta di Veltroni perché ne chiede le dimissioni!
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=306601


Studenti,operai,impresari,politici,ecc,in una trasmissione come annozero è cosa normale,regolare.Pensare di portarci sindaci e assessori di qualche comune per dare esempi di buona democrazia,quella del buon senso comune e non degli interessi,beh,credo che in questo periodo sia un po' troppo rischioso,anche se devo dire che noi italiani tutti ne avremo bisogno.Il rischio?passare per eversivi..m'immagino i giornali:"Amministrazioni eversive di sx:federalismo fai da te"oppure:"I comunisti partono da soli:è federalismo anticostituzionale!"E naturalmente di comunista non c'è niente,è che gli italiani di questi tempi fuggono quando sentono comunista,è una parolina magica.SIM-SALA-BIM è passato di moda.


Mister Camomilla e l'arabesco di nome è di fatto D'Alema non possono essere più il futuro della politica italiana.




Tristemente vero. La realtà itagggliana ha ormai un che di psicotico, e forse l'unico rimedio sarebbe -banalmente- andarsene via (e infatti molti miei amici e conoscenti lo stanno facendo, per disperazione). Dopo aver votato a malincuore PD, sono scene come quelle di latorre a farmi pensare che potevamo risparmiarcelo. Beh, in realtà ero passato di qua solo per esprimerti solidarietà per quanto avvenuto su La7 ad opera di quel patetico servetto. Non credevo avrei mai dovuto parlare di una nullità del genere, in effetti... ma volevo dirtelo. Ciao Marco. A.


Quello di Villari è "resistere, resistere, resistere"? No, è "insistere, insistere, insistere" e "persistere, persistere, persistere". Ma non deve far altro che "desistere, desistere, desistere!"


non se ne può più. in che cosa possiamo sperare? sacrifichiamo agli dei del walhalla e speriamo in un ragnarok... che il cielo cada in testa a questi maledetti ladri.


Caro Marco, scrivo a te, dato che il blog di "Annozero" è da tempo disattivato (ma davvero ci vuole così tanto per "migliorarne l'interattività"?). L'altra sera, per la prima volta, al primo intervento di Barbareschi ho DOVUTO cambiare canale, e così mi son persa la trasmissione, ma tant'è, quel tipo proprio non lo reggo: e sì che avevo retto persino Castelli, nella puntata precedente... Basta con questi "politici" ignoranti, presuntuosi, disonesti, incapaci, che mentono sapendo di mentire, che ci prendono in giro, che offendono la nostra intelligenza! Fate parlare dei tecnici, degli specialisti, che sappiano ciò che dicono e informino con cognizione di causa, non se ne può più di sentir blaterare a vuoto. Rimarrebbero solo i 5 minuti prima dell'inizio, un po' pochini per una trasmissione di 2 ore...




@pulicane # 96 Io fortunatamente non ho mai ammirato i radicali ma Capezzone mi ha fatto sempre un'antipatia "a pelle". Quindi figurati quando ha attaccato Marco... grrrrr!!!


"un democristiano non si dimette mai" (villari)


Ciao Marco, come replichi, a ciò che scrive Mastellarini riguardo alla P2 e Montanelli? Sarebbe ora che qualcuno facesse notare le contraddizioni di Mastellarini.


@Marco Travaglio Come già anticipato nei commenti, G. Mastellarini sostiene di averLa sbugiardata riguardo ad una affermazione nella recente risposta a Facci su Montanelli. http://www.gabrielemastellarini.com/travaglios/figuraccia-di-travaglio-montanelli-p2 G. Mastellarini fa riferimento alla sua affermazione "Gelli tentò di reclutare nella P2 anche Montanelli, il quale però se ne tenne a debita distanza e, dopo averlo incontrato all’Hotel Excelsior di Roma, lo definì pubblicamente “un magliaro”." ribattendo con pezzi riportati dal libro “Indro Montanelli. Soltanto un giornalista. Testimonianza resa a Tiziana Abate”, Bur Saggi, 2002, pp. 239, : 'Gelli, che per me era un signor nessuno,...' .... 'Renzo, ringraziamo Iddio che quel bischero ci abbia accolti così. Perché se lui ci avesse detto: se volete salvare “Il Giornale” dovete entrare nella P2, noi c’entravamo”. Senza sapere cosa fosse, come è successo a tanti' ... 'E poi, come ho già raccontato soltanto il caso m’aveva salvato dal ritrovarmici anche io.' . Travaglio, ritengo sia interessante avere una risposta da parte Sua evitandoci la solita speculazione della Shirley Temple del Giornale. Saluti


@Candidus saro' scemo, ma mi sembra che mastellarini, lungi dall'aver difeso facci, abbia confermato esattamente quello che ha detto travaglio...


Vorrei fare una domanda a chiunque con la sua esperienza possa aiutarmi a capire una cosa molto semplice. Quanto costa mettere su una tv che trasmetta un telegiornale accurato e onesto e alcuni approfondimenti 24/24 su internet? Scommetto che se il progetto fosse realistico molti privati come me vorrebbero contribuire, finanziando direttamente la sua realizzazione. Un abbraccio agli autori del blog. Grazie per il lavoro che svolgete ogni giorno. Se oggi sono più consapevole del marcio che c'è in Italia, lo devo in massima parte a voi.


Lodi assolutamente "ANTICOSTITUZIONALI" che rendono "INGIUSTA" la "LEGGE", la quale diventa non più "UGUALE" per "TUTTI"... Interventi telefonici in diretta tv, infarciti di palesi "BUGIE", alla faccia della par condicio, da parte di personaggi istituzionali che dovrebbero dare esempio e garantire la "DEMOCRAZIA"... Passaggi evidenti di "SUGGERIMENTI" da chi dovrebbe fare "OPPOSIZIONE" ad un rappresentante di Governo a corto di "ARGOMENTI", che non sa cosa ribattere alle critiche di un'altra persona facente parte della stessa "OPPOSIZIONE"... Personaggi eletti a "GARANZIA" di un ente "PUBBLICO" in maniera "LAPALISSIANAMENTE" immorale, al limite dell'"INCOSTITUZIONALITA'"... Il tutto senza la benché minima "VERGOGNA" da parte dei diretti interessati, in diretta TV, di fronte a "MILIONI" di persone... Secondo noi i suddetti comportamenti dimostrano che siamo in una sempre più evidente "EMERGENZA DEMOCRATICA" e infatti, non a caso, abbiamo chiamato il nostro movimento nazionale EMERGENZA DEMOCRATICA fin già dal 30/08/2007 ed ecco perché insistiamo tanto nel dire che per interrompere questa "PRE-POTENZA" bisogna assolutamente "COALIZZARSI" per togliere i "TROPPI SOLDI" che permettono ai "PRE-POTENTI" di portarci verso un sempre più probabile "REGIME". A voi invece che cosa serve per rendervene conto e per darvi una mossa, che vengano a casa vostra a dirvelo di persona?...
emergenzademocratica.blogspot.com


articolo amaro ma verissimo


@Riccardo Dipende... Prima di tutto devi considerare il fatto che con internet tu cambi solo il mezzo trasmissivo, quindi tutti i costi legati al mantenere una redazione e degli studi che lavorino 24h, rimane invariato (e non credo che sia poco). Per trasmettere tramite internet, ti devi attrezzare, con una struttura informatica dimensionata in modo da reggere le richieste di video streaming provenienti dai vari utenti. Considera che il video streaming, e' una delle attivita' che richiedono piu' risorse e che queste risorse siano moltiplicate per il numero di utenti, cioe' piu' utenti hai piu' la tua infrastruttura deve essere potente (ci sono allo studio delle soluzioni per alleggerire questo carico, ma non mi sembra che siano ancora fruibili). Inoltre per mantenere una redazione 24h su 24, credo sia auspicabile avere molti visitatori, quindi la spesa anche qui non e' piccola.


@The Truth Non proprio, Mastellarini sostiene di averlo sbugiardato tramite le parole di Montanelli. Consiglio comunque di leggersi tutto il post di Mastellarini tramite il link che ho riportato, sperando in una risposta di Travaglio. Saluti


# 115    commento di   pulicane - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 15:52

A proposito di Gelli e Montanelli (# 108) Merita forse ricordare che Montanelli querelò per diffamazione Licio Gelli proprio con riferimento a quei pretesi rapporti, di cui il Venerabile aveva parlato in un’intervista dell’aprile 1991, e che Gelli fu condannato a due milioni di multa e quarantacinque milioni per i danni morali (cf. “La Repubblica”, 14 nov. 1992).


@Pulicane La pretesa di Mastellarini è quella di smontare Travaglio (anzi il metodo Travaglio) arrivando a dimostrare che, in parole povere, "scrive balle". Saluti


Leggetevi quest'articolo uscito ieri sul giornale a cura di Tinto Brass mascherato da prete (Gianni Baget Bozzo): http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=307631 Quasi un discreto romanzo cavalleresco. Che triste fine ha fatto la verità....


A rega' nella foto pare Homer Veltroni !! Comunque finche' saremo guidati da ualter non si vincera' mai !! E questi certamente un Obama non lo faranno mai crescere. Come novita' ci dovremo accontentare di Letta nipote e Colaninno Junior !! Una tragedia !! Un saluto dai caraibi


# 115 pulicane Quello che scrivi dimostra che a Licio Gelli (suppongo che "Venerabile", con la maiuscola, sia ironico) non possiamo neanche concedere il beneficio della "buona fede", nel senso che egli abbia sempre agito coerentemente secondo la propria fede fascista-piduista, per quanto condannabile fosse questa già di per sé. No! Era anche bugiardo! Modello, anche in questo punto, del suo massimo esponente vivente, mentitore tanto quanto il suo mèntore (se non di più).


Il senatore Nicola Latorre, braccio destro di D'Alema, spina filoberlusconiana nel fianco del PD, già intrallazzatore nella vicenda Unipol, tornato recentemente alla ribalta poiché suggeritore della destra contro i suoi stessi alleati, ha liquidato il suo gravissimo e inqualificabile gesto come "una leggerezza". Una parte del PD, ovviamente, preme per le sue dimissioni almeno dalla vicepresidenza del gruppo parlamentare. Ma i dalemiani lo difendono a spada tratta: da Boccia allo stesso D'Alema è perfettamente legittimo, anzi "normale", prendere per il culo i propri elettori. Il baffino ha raggiunto l'apoteosi del disgusto. Latorre era in perfetta cattiva fede, e lo ha scritto nel "pizzino": "io non posso dirlo, dillo tu". Sapeva dunque di prendere in giro i propri elettori, anzi: ha dimostrato di ritenerli un ammasso di fessi. E forse ha ragione: a questo punto solo un fesso, un deficiente o un berlusconiano potrebbe votare il partito di Latorre e D'Alema. Evidentemente nel PD non si rendono conto di ciò che stanno facendo. Se non si sanziona un comportamento così grave, politicamente e moralmente, non si ha più alcuna legittimazione presso gli elettori. Uno vota il PD, pensando di votare per uno schieramento alternativo e decisamente contrapposto alla fogna postfascista, e poi l'eletto si accorda con gli avversari per danneggiare un proprio alleato. Che tra l'altro aveva pure ragione nel merito. Ma che schifo, che orrore, che ribrezzo!!!


Dunque Veltroni almeno stavolta si è comportato dignitosamente? Affatto! E' più indegno, vergognoso e inverecondo il comportamento dei vertici del PD, tesi a sdrammatizzare e nascondere la merda sotto il tappeto sperando che nessuno la veda, oppure quello del senatore traditore dei suoi elettori? E' più grave il fatto in sè, o le reazioni molto timide e per nulla imbarazzate che ne sono scaturite nel PD? La risposta è nel forum di Nicola Latorre: http://forum.nicolalatorre.it/ Se un segretario non ha la forza, il coraggio o le palle di far fuori elementi deleteri come Latorre, farebbe meglio a togliersi dalle scatole. Non serve a nulla.


@Candidus che mastellarini lo dica, e' fuori di dubbio, che lo dimostri mi sembra, come dire, un azzardo! :) Il post l'ho letto e non capisco proprio pretende di aver dimostrato mastellarini. prima di tutto, la questione sollevata da facci con montanelli Amico di un gervaso piduista, non e' minimamente toccata, quindi il perno centrale del discorso resta. Poi, come sempre, ci sono gli altri dettagli con cui questi venditori di fumo pensano di smontare la credibilita' di una persona, contestando una virgola mal posta, ma anche qui, non mi sembra ci sia nulla. Travaglio ha detto che montanelli ebbe un solo incontro con gelli e, dopo questo, lo defini' un magliaro ed e' esattamente la ricostruzione di mastellarini (a parte la parola "bischero" al posto di "magliaro", che non mi sembra questa gran differenza, ma mi sembra di capire che anche per questo mastellarini si riferisca ad un contesto diverso da quello a cui fa riferimento travaglio), quindi non vedo in cosa lo abbia sbugiardato! a meno che la parola "sbugiardato" non abbia assunto un significato diverso... forse per mastellarini sbugiardare significa aggiungere un dettaglio? perche' mi sembra che l'unico punto a cui si aggrappi, sia la frase di montanelli che dice che solo per caso non si e' trovato iscritto nella p2. beh, questo, lungi dall'essere uno sbuggiardamento, non tocca in nessun punto quanto affermato da travaglio. ma puo' darsi che sia io ad avere qualche rotella fuori posto...




@Marco eh? che vuoi dire? che mastellarini abbia dimostrato che che apprezzava la p2? non mi sembra proprio...


ops... e' saltata una parte del commento... :) "che mastellarini abbia dimostrato che montanelli apprezzava la p2?"


Brunetta: il primo fannullone http://it.youtube.com/watch?v=1DlYV9wbSWw GRANDE BARBATO!!!!


ci mancherebbe, The Truth...non esageriamo... non ho mica detto che a Montanelli la P2 piaceva: lo stesso Montanelli però ne aveva una considerazione un po' meno tragica di quella con cui oggi ci viene proposta da Travaglio. dice Montanelli: "...ringraziamo Iddio che quel bischero ci abbia accolti così. Perché se lui ci avesse detto: se volete salvare “Il Giornale” dovete entrare nella P2, noi c’entravamo”. Senza sapere cosa fosse, come è successo a tanti." ovvero, in molti nemmeno sapevano a cosa aderivano. poi aggiunge: "Ci fu chi sostenne che “Il Giornale” minimizzava la portata della P2 perché il suo editore vi era coinvolto. Infatti il nome di Berlusconi risultò nell’elenco. Ma prima di tutto non aveva mai avuto ruoli nella conduzione politica del “Giornale”. E poi, come ho già raccontato soltanto il caso m’aveva salvato dal ritrovarmici anche io. Sapevo quindi perfettamente quale valore dare a quella lista". della serie: gli faceva meno paura di quanta non ne trasmetta a Travaglio.
http://ilpensatore.wordpress.com


Ciao marco Avevo scritto al blog di Cristian Rocca la seguente mail : ____________________ Egregio sig. Rocca Ho dato un'occhiata al suo BLOG e devo dire che di peggio su internet non si era mai visto. Ma perchè odia Obama e i democratici ?. Capisco che sta rosicando come un castoro per la sconfitta di McCain. Ma ammetta il disastro della Palin (ah... dica che è una cazzata il fatto che l'avete scoperta voi,,, ma chi volete che vi creda??). Vi allego un interessante articolo che vi riguarda. (tuo articolo a riguardo n.d.r.) Credo che lei difficilmente potrà avere in futuro riconoscimenti o premi nel campo del giornalismo.Il massimo a cui può aspirare è il tapiro d'oro. La risposta che ho riceviuto è stata la seguente : ____________ Caro idiota, alle idiozie di travaglio ho risposto un secondo dopo che sono state scritte. Quanto a obama, lei è talmente idiota da non aver capito come la penso su di lui e sui democratici. A questo punto Vi chiedo di pubblicare le risposte di Rocca così almeno ci facciamo 4 risate.


Grande Marco. Ma che scenario avvilente... Colgo l'occasione per complimentarmi anche per il dibattito su La7 con Capezzone. Lui che vuole fare il finto amicone con te, tu che, giustamente, non ci stai e lui che s'infuria. Gran personaggione anche lui eh?


Travaglio cosa ne pensa del debito pubblico? chi deve pagare l'ideologia..l'italia?o coloro che hanno investito nelle borse globali quadagnandoci laudi interessi. Travaglio ma in usa si va in galera per falso imbilancio? a quanto pare è una bufala..le banche d'affari tipo JpMorgan dichiarano 1.5 ml di euro..ma in realtà sono molti di più. la finanza americana ha creato un nulla di 700.000 ml di dollari, 100 volte il pil del mondo...e lei ci viene a raccontare del sogno americano? Travaglio i crimini di israele,Uk,Usa sono sotto gli occhi di tutti come può vantare queste democrazia non citando mai i loro crimini anche sul nostro paese?


@Marco Mi sembra che tu stia confondendo un racconto anteriore alla conoscenza di gelli, con un giudizio a posteriori. Il fatto che montanelli avrebbe accettato un aiuto da gelli se glielo avesse dato, non e' un'assoluzione di gelli. e' un po' come dire che chi va dallo strozzino e' complice dello strozzino. dal racconto che riporta mastellarini, si capisce che montanelli aveva bisogno di soldi ed un amico gli presento' gelli. se gelli gli avesse dato dei soldi in cambio dell'iscrizione nella p2, li avrebbe accettati, ma gelli, per fortuna di montanelli, gli fece intuire chi era e cosa pensava e li' la condanna di montanelli verso la p2 mi sembra netta ("Spadolini propose lo scioglimento della P2 e fu un gesto doveroso.")! la considerazione "un po' meno tragica", non mi sembra verso la p2, ma verso chi poteva essere iscritto nella p2, per cause di forza maggiore! ma anche qui, non penso (e neanche si capisce dai racconti di mastellarini) che montanelli pensasse che TUTTI quelli che erano iscritti alla p2 lo fossero contro la loro volonta'! e tutto questo non mi sembra in contraddizione con quanto riportato da travaglio...


G.Stella del libro la casta..dichiara solo 300.000 euro..?! furbetti questi dissidenti al sistema.


Travaglio secondo lei cos'è il nuovo ordine mondiale? Travaglio..ma esisterà mai un giornalista che può fare una domanda a M.DRaghi?




# 135    commento di   fab1979 - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 17:10

Ricordo molto bene diversi scritti di Monatanelli sulla P2. E' vero diverse volte minimizzò il significato dell'adesione a questo sodalizio. Il problema è che qui stiamo tirando in ballo il solito gioco a non capirsi, che fa tanto comodo solo a chi pretende a tutti i costi di smontare "Il metodo Travaglio" (che, per inciso, è un'invenzione dei suoi detrattori; all'estero lo chiamano metodo giornalistico). Il problema non è che Berlusconi fosse nella P2 DI PER SE. Il problema è che ne sta mettendo in piano per filo e per segno il piano eversivo contro le istituzioni. Uno poteva benissimo esserci dentro "per caso". Ma se fai il presidente del consiglio, e Gelli, dagli arresti domiciliari, ti fa i complimenti, la storia cambia.


# 136    commento di   aure - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 17:14

Caro Marco è un piacere frequentare il tuo blog; da quando ocominciato a leggerti o ascoltarti sulla rete (purtroppo raramente sui media) non posso che condividire la maggior parte delle tue osservazioni, grazie ancora per l'informazione libera che rappresenti! Ho avuto la stessa sensazione di GCM nei confronti dei rappresentanti degli studenti presenti giovedì sera nella trasmissione di Santoro, però quando trenta e passa anni fa ero anch'io impegnato in un movimento studentesco, facevo della dialettica e della polemica uso quotidiano, utilizzando spesso " a prestito" del politichese. E' dai tempi della scuola che ho smesso di fare "politica" deluso e amareggiato ma sono certo che tanti come me allora e oggi fossero e siano spinti unicamente da sano ardore e dalla volontà di cambiare le cose in meglio.........Mgari ci sbagliamo di grosso


Travaglio lei ha azioni? cosa ne fa dei soldi? Conosce bene il gioco del cerino o è un pollo come noi che di soldi ne maneggiamo pochi e facciamo diventare i ricchi sempre più ricchi grazie ai nostri depositi bancari?! Cosa è diventato il capitalismo negli ultimi 30 anni? di chi è la colpa diquesta folle ideologia del mercato,della concorrenza chiamato anche "che gli altri si arrangino"..?! Consiglio a Travaglio una buona lettura: Sulla nostra pelle di Noam Chomsky...la storia secolare di questi criminali che si fanno chiamare LIBERALI.


Ma perfavore non fate così sennò siete peggio dei Berluscones più incalliti. Travaglio condanna TUTTI i pidueisti (non solo Gelli) in quanto tali e più volte ha tirato in ballo Montanelli sull'argoento come se questi "in spirito" approvasse e sostenesse le sue tesi giustizialiste. Non è così.Montanelli poteva essere molte cose ma Giustizialista nn lo fu neanche con Previti.Prendetene atto e lasciate stare i morti. La frittata è stata fatta rigirarla non ha più senso. Un saluto maramaldi


Guido Crosetto e le "ideologie cadute" (quelle degli altri) Il sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto fa la sua "guerra preventiva" al Torino Film Festival e spara a zero sulla cultura della sinistra (nulla di ché, i soliti stereotipi della destra, con frasi 'sublimi' ma deliranti, tipo: "....come sacerdoti di una setta di nicchia, continuano ad officiare il rito delle ideologie anche quando in tutto il mondo quelle ideologie sono cadute"....). Si può capire che il film "W" di Oliver Stone dia fastidio ai fedeli alleati del responsabile della sciaguirata politica interna e geopolitica, il presidente USA (e getta) fortunatamente agli sgoccioli... E tutto mentre Mara Carfunkel dichiara di aver la propria matrice politica nel MSI! "Ideologie cadute", che però persistono, e come se persistono! E mentre è preannuniato il revisionismo totale nella strabigliante-starbica ottica della destra, mediante la creazionme della video-storia Oveopedia, una grande lavatrice con super-dash da dove le nefandezze di Hitler e Mussolini escono lavate. "Ideologie cadute", che però persistono, e come se persistono! Insieme all'altre "Ideologie cadute", come il piduismo, più vivo cha mai! Su questo blog spesso e volontieri si parla male di Nanni Moretti (anche perché aveva criticato piazza Navona), ora direttore del TFF. Checché ne pensiate voi, io sono comunque un suo fan. Spero che presto esca rivalutato, dopo aver fatto qualcosa di sinistra (di buono, intendo).


# 140    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 18:7

Hai ragione, Marco: secondo il PD "Berlusconi non va combattuto, ma copiato". E sembra proprio che sia i tronisti "scamorza" Veltroni e "minimo" D'Alema, sia i pretendenti ai loro troni (quelli che a vent'anni vogliono già essere come loro: campioni delle chiacchiere inconcludenti) si stiano dando da fare in questo senso. Con una piccola differenza però: che i due tronisti, fra un dispettuccio e l'altro che si fanno, non imitano in toto Berlusconi. Infatti il nuovo Re Sole (come lo chiama il canale franco-tedesco Arté) se ne guarda bene dal voler dialogare con loro, mentre loro cercano ad ogni piè sospinto di dialogare con lui, che regolarmente li snobba (per usare un eufemismo). Non si sono ancora accorti, gli illusi (ma ci sono o ci fanno o tutt'e due le cose?) che i loro elettori, stanchi delle loro maldestre imitazioni, se ne guarderanno bene dall'imitare a loro volta gli elettori di Berlusconi, quelli che lo votano "a prescindere". Non si sono ancora accorti che fra poco, con la messe di voti che mieteranno, rappresenteranno solo se stessi, cioè qualcosa che ricorda il vuoto cosmico. E anche il vuoto comico.




# 142    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 18:14

Ho avuto un problema col mio precedente nick GCM: non vedevo i miei messaggi e quindi pensavo che si fossero volatilizzati. Ora che ho cambiato il nick in GCMagica però vedo quello di ieri sera delle 21:39. Mi scuso per le ripetizioni.


@Aristofane stai parlando di quello che ho scritto io? ti posso assicurare che io non sto difendendo la figura di montanelli ne' travaglio per partito preso, mi sto solo attenendo a quanto detto e riportato dagli altri... qui si sostiene che travaglio in quell'articolo sul rapporto tra montanelli e gervaso abbia scritto cazzate ed io non trovo le prove di quanto sostenuto. poi, che montanelli non fosse giustizialista, ok, ma ma non riguarda la questione.


Oh, ma l'espressione "è tutto un magna magna" non è mica nata così per caso! Se non sbaglio nacque parecchi anni or sono. Già solo questo dovrebbe farci riflettere sulle nostre belle democrazie...


# 145    commento di   Arthur Wilson - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 19:3

Con una "sinistra" siffatta non esiste più neanche la parvenza lontana che un cambio effettivo, non dico nella gestione, ma anche semplicemente nell'atteggiamento del potere nei confronti degli individui sia realmente possibile con il semplice esercizio del diritto al voto. L'unica soluzione è l'impegno personale e la condivisione di visioni e idee tra uomini e donne realmente liberi e indipendenti. L'attuale opposizione democratica in Italia risulta essere una semplice sommatoria di nullità, e la matematica ci insegna che zero più zero dà sempre zero.


Nessuno dice che abbia scritto cazzate in senso letterario....visto che è abile a estrapolare frasi fuori dal loro contesto...Io dico che spesso quando espone le sue tesi giustizialiste usa IMPROPRIAMENTE(l'ultima volta con Capezzone) ,in quanto come tu dici non era affatto giustizialista,Montanelli come se sottintendesse che questi avrebbe appoggiato il suo essere giustizialista e le sue giustizialiste tesi...se non te ne sei accorto confermi la mia tesi sui Travagliones e Berluscones...in caso contario sarò certamente più contento per te...Certo che se leggendo l'articolo di Mastellarini a te non è sorto neanche un piccolo dubbio forse è già troppo tardi.....Saluti


@Aristofane Guarda, se ti piace discutere solo per affibbiare etichette, ok, sono travaglino, sono qualunquista, sono populista... Ora, appurate, queste "sacrosante" verita', possiamo passare al nocciolo della questione? Io non sto parlando di Travaglio, delle sue idee sull'universo, per confrontarle, per contro, con quelle di Montanelli. Qui c'e' un'accusa circostanziata, a Travaglio, di aver mentito in un articolo. Io sto parlando di questo articolo, non della storia letteraria di Travaglio, ok? Mastellarini dice che Travaglio, quando afferma che "Gelli tentò di reclutare nella P2 anche Montanelli, il quale però se ne tenne a debita distanza e, dopo averlo incontrato all’Hotel Excelsior di Roma, lo definì pubblicamente un magliaro", sia falso. A me sembra che nella ricostruzione che ha fatto, Mastellarini si copra soltanto di ridicolo, perche' conferma quanto detto da Travaglio. Lui in piu' aggiunge questa frase di Montanelli: "soltanto il caso m’aveva salvato dal ritrovarmici anche io", che io proprio non riesco ad inquadrare con uno sbugiardamento di Travaglio, ma forse sono limiti miei... O forse, dovrebbe sorgere a te, un piccolo dubbio sul fatto che qualunque giudizio contro Travaglio, sia oro colato? Perche' sono daccordo che travaglio puo' sbagliare, commettere imprecisioni, fare ricostruzioni inesatte, ma da qui a dire che piega i fatti alla sua volonta', considerando anche da CHI generalmente vengono certi rimproveri, mi vien da ridere... Ma non perche' non possa essere vero, ma per le argomentazioni portate a sostegno, quindi potrei chiudere con le tue stesse parole: Certo che se leggendo l'articolo di Mastellarini a te non è sorto neanche un piccolo dubbio forse è già troppo tardi...


la mancata opposizione in Italia fa proseliti anche in Francia. Là,ieri, le due primedonne Segolene Royal e Martine Aubry (quella della sventata legge sulle 35 ore di lavoro) hanno spaccato, con l'aiuto dei dinosauri del partito socialista, esattamente a metà la "mela" dei consensi. Disintegrando le chance degli orfani di Francois Mitterrand di tornare al Governo. Come sempre, mi rifaccio alla celebre battuta del cinico Giulio Andreotti: il potere logora chi non ce l'ha. E, temo, non l'avrà mai.


# 149    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 19:43

@Aristofane mi piacerebbe che qualcuno mi spiegasse perche' essere giustizialisti e' diventata una brutta parola e perche'. Forse che augurarsi che chi ruba, imbroglia, corrompe, truffa ecc. vada in galera ma se proprio non si puo' almeno non possa piu' ricoprire cariche amministrative pubbliche, soprattutto se il reato e' stato compiuto nello svolgimento di tale ruolo e' sbagliato? Perche' i cosidetti "giustizialisti" questo vogliono, non certo la lapidazione in piazza. A me sembrano molto piu' "giustizialisti" (nel senso negativo che si vuole dare ora a questa parola) quelli che si scagliano contro immigrati, lavavetri, accattoni ecc.


# 150    commento di   lauraorlini - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 19:51

Marco!!!! perchè non crei una pagina su Facebook????


Guarda Truth(non potevi scegliere un nome diverso?) a me dell'opinione di Mastellarini frega niente invece mi importa di quella di Montanelli riportata dall'articolo...io non so se devo farti un disegnino o se fai finta di non capire....Mi sto rompendo perciò rispondo con un copia incolla(spero mi perdonerai) "Travaglio fa credere al lettore che Montanelli aveva un giudizio molto negativo su Gelli e la P2, mentre il Montanelli anche dopo la diffusione delle liste, ando’ controcorrente sulla Loggia e il suo Venerabile Se oggi fosse vivo, Montanelli avrebbe posizioni opposte a quelle di Travaglio che invece vuol far credere che entrambi sono (erano) dalla stessa parte." Più chiaro di così non posso essere.Come fai a non accorgertene ? lascia stare Mastellarini vuoi negare che Travaglio usi Montanelli in tal senso?Hai detto che eri d'accordo sul fatto che Montanelli non sia giustizialista non ci vedi nulla di strano o pertinente nel fatto che un giustizialista usi il suo nome per rafforzare le sue tesi??Se la risposta è no questa è ipocrisia e allora sei davvero senza speranza.


# 152    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 19:52

@Aristofane Montanelli odiava i malfattori in genere e soprattutto i malfattori politici, in quel senso era forse piu' "giustizialista" dello stesso Travaglio. Per quanto riguarda la questione gelli/montanelli mi sembra una non-questione. Montanelli ringraziava il cielo perche' quando aveva bisogno di soldi gelli non gli propose di entrare nella p2 perche', non sapendo di che si trattava, ci sarebbe entrato per salvare il giornale. Avendo poi visto cos'era la p2 era felice per lo scampato pericolo. Conoscendolo attraverso i suoi scritti, si puo' tranquillamente dedurre che se ipoteticametne ci fosse entrato (nella p2) ne sarebbe uscito immediatamente scrivendo peste e corna del gran maestro e cambiando la giacca che vestiva il giorno che entro' perche' non riusciva a toglierne il puzzo.


# 153    commento di   pulicane - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 19:55

Ai tempi di Montanelli i giustizialisti erano i seguaci di Peron in Argentina, e per me vuol dire ancora questo. In seguito l’epiteto è stato attribuito, ad opera di pennivendoli al servizio di politici colti con le mani nel sacco, a coloro che ritengono che la giustizia sia uguale per tutti, anche per loro. Inviterei perciò gli amici che la pensano come me (p. es. # 143) a non usarlo mai, per non cadere nella trappola. Venendo a Montanelli, è vero che questi sulla P2 e su Gelli calcò la mano più sul lato cialtronesco della vicenda che su quello serio (a mio avviso sbagliando, come del resto fece in casi analoghi, p. es. il golpe Borghese). Ciò non vuol dire affatto però che ne desse un giudizio benevolo o assolutorio, come si vuol far credere in questi giorni di revival gelliano. Quel che più conta, approvò in toto le misure prese dal governo Spadolini e trascinò Gelli in tribunale, vincendo la causa. E questo è l'essenziale. Qui c’è la sua viva voce, sentitela e rifatevi la bocca:


# 154    commento di   pulicane - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 19:56



# 155    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 19:56

@Aristofane 151 Quella che copi e incolli e' l'opinione di mastellarini, non di Montanelli e il giornalista di Fucecchio si e' sempre discostato da gelli che addirittura denuncio, per diffamazione(e vinse la causa). L'episodio in questione non fa che rafforzare questo. La tesi di mastellarini e' quantomeno ardita.


Nono ragazzi non posso proprio fare niente per voi...vi lascio arrampicarvi sugli specchi d'altronde è vero " La fede non si batte con la ragione"...Addio Travagliones mi perdonerete ma no non ho proprio voglia di pregare con voi


Marco ti vogliamo bene


# 158    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 20:0

@Pulicane 153 Questo e' verissimo, Montanelli riteneva gelli un cialtrone piuttosto che un serio pericolo per l'italia e, hai di nuovo ragione, sbagliava. Cialtrone lo era ma era (ed e') pericoloso.


# 159    commento di   Gianmario D - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 20:0

Il problema di fondo è che bisogna assolutamente criticare Travaglio. Il resto è optional. ^_^ Peace & Love


# 160    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 20:5

@Aristofane 156 a me sembra mancanza di argomenti ma magari sbaglio. Piuttosto, invece che impuntarsi su una questione cosi stucchevole (e senza poter sentire la campana di Montanelli) mi sembra invece da sottolineare che quando gelli, qualche settimana fa, disse che berlusconi era l'unico in grado di portare avanti il suo programma (ed in effetti lo sta facendo), questi non si sia neppure preso la briga di discostarsi pubblicamente dal venerabile. Questo e' preoccupante, molto di piu' che sapere se Travaglio e' piu' o meno giustizialista di Montanelli e che ci azzecca mastellarini. Aristofane?


Eppure, c'è ancora qualcuno che si fa fregare da questi signori di centrosinista con trattino o senza tanto fa lo stesso,che si spacciano per buonisti , alternativi , ecologisti ed adesso, ovviamente ,Obamiani da sempre . Che grande presa per i fondelli che è la politica all'amatriciana. Non è demagogia o qualunquismo è che propio non si vede all'orizzonte nulla ma propio nulla che ridia un po' di speranza.Buio totale. E voi ,dipietrotravagliobeppegrillo,in mezzo a questo mare di m...continuate a rigirare il dito nella piaga senza proporre alcuna soluzione a parte le cazz..di Grillo tipo abolire l'ordine dei giornalisti. Mah...


Si parla tanto di antiberlusconismo. Ma non è l' anticomunismo berlusconiano che stupra ogni giorno una parte tanto significativa della nostra cultura? Che ci ha trasformati in un ammasso di persone rancorose e frustrate senza più identità (eccetto evidentemente gli uomini come Travaglio e Gomez)? Parlare di antiberlusconismo serve solo a far credere che il berlusconismo rappresenti qualcosa. L' antiberlusconismo immaginativo al potere. Hasta la Victoria.


Eccone un'altra Il presidente del Consiglio in Abruzzo per la campagna elettorale "Dicono che la Rai mi appoggia? E' gente senza pudore" Berlusconi: "Di Pietro è violento. Il Pd è in ginocchio davanti a lui". Tonino... DIGLIENE 4 !!!


@Aristofane Ok, finalmente mi e' piu' chiaro cosa volevi dire. Ti posso dire che si, sono daccordo che il Montanelli di allora avesse un'opinione diversa dal Travaglio di oggi. Ma, come io continuo ad evincere da quanto riportato da Mastellarini, questa differenza di giudizio NON riguarda Gelli! Riguarda i possibili iscritti alla loggia che, come ha rischiato lui stesso, potevano essere arruolati, ob torto collo! :) Invece, non si evince da nessuna parte (negli scritti di Mastellarini), il giudizio di Montanelli su chi era iscritto alla P2 senza "forzature"; per quanto mi sembra di intuire, dal fatto che si sia pronunciato a favore dello sciogliemnto della loggia, che non ne avesse una grande opinione... Passiamo a questa forzatura, che Travaglio adotterebbe nei confronti di Montanelli. E indubbio che, per quanto detto, che una certa forzatura ci sia, ma non mi sembra una grande forzatura. Guarda, devi ammettere che la differenza di opinione non e' grandissima; Travaglio non sta stravolgendo il pensiero di Montanelli! In un paese in cui (e qui mi duole dover usare alcuni "luoghi comuni") Mussolini diventa statista, Mangano eroe... mi sembra pretestuoso cavillare sul fatto che Montanelli fosse piu' indulgente sul fatto che alcuni iscritti alla P2 potessero essere stati costretti... Sinceramente, mi preoccuperei di piu' se Mastellarini avesse portato le prove di un'accorata difesa di Gelli da parte di Montanelli, ma qui stiamo davvero cavillando!


A TITOLO INFORMATIVO: Sta per uscire in questi giorni il libro " il guastafeste", dove Gianni Barbacetto fa delle domande anche scomode a Di Pietro...


# 166    commento di   kratiasinedemos - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 20:38

Anche questa proposta è interessante: # 110 commento di Riccardo : "Vorrei fare una domanda a chiunque con la sua esperienza possa aiutarmi a capire una cosa molto semplice. Quanto costa mettere su una tv che trasmetta un telegiornale accurato e onesto e alcuni approfondimenti 24/24 su internet? Scommetto che se il progetto fosse realistico molti privati come me vorrebbero contribuire, finanziando direttamente la sua realizzazione." (...) Mi unisco alla domanda
kratiasinedemos.ilcannocchiale.it


# 163 ftonna Berlusconi da del violento a Di Pietro? Detto da uno che frequentava mafiosi sanguinari come Mangano e Bontade, non può che essere un complimento...Però purtroppo su una cosa ha ragione il Caimano, gestisce l' Italia dei Valori in modo padronale,un pò come fa lui con il PDL ( beh, sicuramente il nano in modo peggiore)...


Per chi se lo fosse perso ,vi consiglio di leggere l'articolo che ha scritto Milena Gabanelli oggi sul magazine del Corriere della Sera: LO STATA FA PEGGIO DI ZIO PAPERONE L'articolo 27 della Costituzione recita: >.In questa logica nasce la figura dell'educatore è anche costruire alleanze e accordi per offrire ai detenuti opportunità di lavoro al di fuori del carcere,una volta scontata la pena.E più lavoro per i detenuti significa meno recediva cioè più sicurezza sociale.Nel novembre del 2003,l'Amministratore penitenziaria pubblica un bando di concorso per 397 educatori;si presentano in 60mila.Effettuata una prima selezione,solo 2.500 sostengono le prove scritte e,tra questi,1.200 vengono ammessi alle prove orali.Dopo piu di quattro anni e mezzo ,nel luglio scorso,vengono resi noti i nomi dei 397 vincitori e dei circa 500 idonei.L'assunzione dovrebbe essere vicina,ma l'Amministrazione penitenziaria utilizza i fondi del 2008 per assumere una parte dei vincitori del concorso per contabili.Non solo:nel 2009 intende prima completare l'assunzione dei contabili,poi sarà la volta degli educatori penitenziari:ma solo un centinaio,cioè un quarto del previsto.In poche parole,mancano i fondi necessari ad attuare quanto sancito dalla Costituzione.Il rapporto numerico fra educatori e detenuti è di uno a 207;si può immaginare la qualità dei percorsi rieducativi e quanto sia improbabile la realizzazione di un qualunque progetto,con la conseguente inefficacia delle poche risorse investite.Sempre questione di soldi! Eppure esiste un instituto,la Cassa delle ammende,che raccoglie i proventi derivanti dalle multe amministratoive e dalla vendite di manifatture carceraria e di corpi di reato. Denaro "prodotto" in qualche modo dai detenuti e proprio per i detenuti dovrebbe essere usato,per esempio per il loro reinserimento sociale o per assistere economicamente le loro famiglie.In realtà la Cassa rigurgita di denari non spesi:la Corte dei conti ha reso noto che,su un sal
www.anglotedesco.splinder.com


# 169    commento di   Gianmario D - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 21:3

# 166 commento di kratiasinedemos - utente certificato lasciato il 22/11/2008 alle 20:38 Anche questa proposta è interessante: # 110 commento di Riccardo : "Vorrei fare una domanda a chiunque con la sua esperienza possa aiutarmi a capire una cosa molto semplice. Quanto costa mettere su una tv che trasmetta un telegiornale accurato e onesto e alcuni approfondimenti 24/24 su internet? Scommetto che se il progetto fosse realistico molti privati come me vorrebbero contribuire, finanziando direttamente la sua realizzazione." (...) Mi unisco alla domanda --------------------------------------------------------------- Tanto, forse troppo, con alcuni problemi tecnici. Se pe mantenere in vita una struttura semplicissima cone Articolo 21 servono 46-50 mila euro annui, non oso pensare ad una TV.


Sul blog di Mastellarini ne stanno dicendo di cotte e di crude. (Dal caso Ciuro al Platinette Barbuto) Urge un articolo come solo Marco sa fare, al fine di far abbassare la cresta a quei finti moralizzatori.


@Marco Travaglio Riporto il Mastellarini (il maestro di giornalismo) pensiero sulla Sua persona appena manifestatosi in una risposta ad un commentatore (Wil non leggerlo): "@ Wil 1 - Qui stiamo parlando di uno pseudo-giornalista che mistifica la realta’, facendo credere al lettore che Montanelli aveva un giudizio molto negativo su Gelli e la P2, mentre il Maestro di Fucecchio anche dopo la diffusione delle liste, ando’ controcorrente sulla Loggia e il suo Venerabile (ah, dimenticavo, entrambi erano toscani…). Se oggi fosse vivo, Montanelli avrebbe posizioni opposte a quelle di Travaglio che invece vuol far credere che entrambi sono (erano) dalla stessa parte. 2 - Come fai a difendere Travaglio dopo quanto scritto su Ciuro nel libro pubblicato per Bur, alla luce di quanto si e’ saputo nei mesi scorsi? E’ indifendibile. 3 - E sempre su Ciuro. Come dimenticare quando prese in giro mezza Italia mostrando le ricevute della prima vacanza? Poi sbugiardato da me, D’Avanzo e Facci, annuncio’ l’assegno della seconda vacanza al Golden Hill, ma nessuno l’ha ancora visto. 4 - Potrei farti centinaia di esempi. Ormai Travaglio, agli occhi di persone serie e obiettive (e anche di molti giornalisti importanti) e’ solo uno show-man, una specie di arringatore di folle, una macchietta che non fa neanche ridere, un comiziante a caccia di applausi, un imprenditore che cerca di fare marketing, un venditore di fumo, un chiacchierone a vanvera, un ex scrittore in preda a una crisi di nervi, un ex giornalista alla disperata ricerca di una notizia, senza riuscire a trovarne neanche l’ombra. Filippo Facci, rispetto a lui, e’ da premio Pultizer. Buon wend gabriele mastellarini" Sarebbe utile una Sua risposta. Grazie


Per chi se lo fosse perso, segnalo questo splendido video della Cortellesi sullo stato della sinistra italiana -> http://it.youtube.com/watch?v=gRI12wOIv8I


# 173    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 22/11/2008 alle 23:40

@ Candidus Basta questa frase "Se oggi fosse vivo, Montanelli avrebbe posizioni opposte a quelle di Travaglio che invece vuol far credere che entrambi sono (erano) dalla stessa parte." per far capire quanto sia squallido questo mastellarini, uno che s'è legato al dito il (presunto) fatto che travaglio non l'abbia difeso da una (presunta) censura dell'espresso nei suoi confronti.


# 171 Candidus Ma che risposta occorre? le risposte vengono da sé, punto per punto, lapidarie: 1. Ogni discorso con questo "se" è un assoluto nonsenso 2. Ciuro? Bolla di sapone 3. Ancora Ciuro? Ancora una bolla di sapone 4. La bava dell'invidia di un aspirante Pulitzer


# 175    commento di   kratiasinedemos - utente certificato  lasciato il 23/11/2008 alle 10:25

# 169 commento di Gianmario D E un qualche cosa di similare ma più fattibile? Più in piccolo, che raccolga libera informzazione, con la collaborazione anche di blogger informati e giornalisti che ne abbiano tempo e voglia? Riprendo la proposta fatta a suo tempo ( 3/4 giorni fa circa) da Marco be. Stampare e far circolare copie degli articoli dei nostri 3 "cavalieri giornalisti"+ qualche commento. Aggiungendo qualcosa in più da condividere su proposta di Riccardo 110 In molti blogger hanno informazioni locali serie e controllabili. Opinioni serie e motivate. Non siamo giornalisti, ma loro ci potrebbero guidare, se lo volessero...
kratiasinedemos.ilcannocchiale.it


# 176    commento di   nadiaml - utente certificato  lasciato il 23/11/2008 alle 19:54

Ho assistito venerdì 21 a Milano al Suo spettacolo teatrale. Un bel ripasso di storia, dopo aver letto anche i Suoi libri. Complimenti davvero. Mi ha fatto ritornare a "Come sopravvivere al futuro" di Neil Postman, e vorrei sperare di vivere un secondo Illuminismo, dove succedevano cose terribili, inquisizione potente, lavoro minorile, nessuna posizione sociale delle donne, ma in compenso si gettavano le argomentazioni con Rousseau, Wollstonecraft, e Paine, per rendere intollerabile ciò che accadeva a quel tempo. Il suo lavoro è encomiabile per gettare queste basi, e interessante è stato vedere il teatro pieno e sentire i commenti all'uscita,persone giovani e meno giovani, incredule e che parlavano fidandosi di ciò che lei ha raccontato e della sua credibilità Da parte mia ho pensato al cambio di paradigma attraverso la rete.Io sono di Bolzano, sapevo di lavorare venerdì a Milano, attraverso il blog ho letto dello spettacolo, ho prenotato via webbank il biglietto, mi è arrivato a casa col corriere e ho deciso di fermarmi una notte a Milano per venire ad informarmi. Un piccolo appunto organizzativo, inserendo "Teatro Ciak" in Google esce il vecchio indirizzo di Via Sangallo 33, io mi sono diretta lì e un parcheggiatore molto gentile mi ha informato che se dovevo andare a vedere Travaglio, mi dovevo spostare in Via Procaccini. Come me, altre quattro persone lì vicino hanno chiamato di corsa un taxi per arrivare in tempo, hanno avuto lo stesso mio problema. Voglio vedere l'aspetto interessante della cosa, e cioè che la gente si muove, e anche da fuori Milano per venire a sentire ciò che lei racconta. L'aspetto meno interessante è stata la reprimenda dell'hostess all'entrata che ha avuto da ridire sul mio arrivare sul filo della chiusura al pubblico del teatro. Consiglio di indicare chiaramente che il Ciak non è più in Via Sangallo,chi non è di Milano rischia di non arrivare in tempo e sarebbe un vero peccato perdere que


# 177    commento di   nadiaml - utente certificato  lasciato il 23/11/2008 alle 19:56

Consiglio di indicare chiaramente che il Ciak non è più in Via Sangallo,chi non è di Milano rischia di non arrivare in tempo e sarebbe un vero peccato perdere quello che lei propone Cordialmente Nadia Mazzardis


A proposito di Capezzone.... http://it.youtube.com/watch?v=OpBhO9lPA3c Che schifo, ha pure i copioni da recitare....




Vai a pagina 2


[url]www.google.it[/url]


[http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/comments/2098509]http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/comments/2098509[/http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/comments/2098509]


poi



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti