Commenti

commenti su voglioscendere

post: Associazione Nazionale Magistrati Strabici

Testo: "Buongiorno a tutti. Oggi, in questa ultima puntata prima di Natale vorrei ancora soffermarmi sulla vicenda di Salerno e Catanzaro perché continuano ad arrivarmi, giustamente, delle richieste di chiarimento, per quanto riguarda ciò che siamo riusciti a far vedere, credo sia stato molto importante, nella puntata di giovedì sera di Annozero. Una puntata che sta già terremotando la magistratura fin dalle sue fondamenta. Chi ha notizie o conosce qualche magistrato può farsi dire che il comportamento del segretario dell'Associazione Magistrati ha lasciato interdetti molti suoi colleghi, soprattutto perché la ricostruzione di Annozero ha mostrato dove stia il marcio tra le procure di Catanzaro e di Salerno. Il fatto che, invece, il rappresentante ufficiale dell'associazione ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Vogliao parlare del figlio di Di Pietro...? Vogliamo parlare di come mai DP fosse a conoscenza dell'indagine già nel 2007? Visto che è così trasparente ci dica chi è la sua talpa istiuzionale.... Ci dica perchè dopo aver trasferito Mautone,per provare senza esito a salvarsi la faccia, questi continui a operare crimini come prima.....MENTRE LUI ERA MINISTRO DELLE INFRASTUTTURE... E ora caro Di Pietro chi vuoi querelare..... IL BELLO è che non è ancora finita...molti nomi dell'IDV sono ancora Segretati(SOLO LORO...tutti gli altri sui giornali)... MA CE NE SONO PARECCHI.... Lo so che non dovrei etc etc ma GODO.




Il passaggio più orribile di tutta questa faccenda è che i magistrati di Catanzaro, per salvare il c.. ai politici e personaggi eccellenti, si erano concentrati sui poveri cristi a livello locale scaricando tutte le colpe sui pochi e non influenti personaggi. Questo è l'effetto di una giustizia iniqua: pagano solo i poveracci, colpevoli o innocenti che siano mentre i grandi farabutti se la svignano sempre! W DE MAGISTRIS


Il passaggio più orribile di tutta questa faccenda è che i magistrati di Catanzaro, per salvare il c.. ai politici e personaggi eccellenti, si erano concentrati sui poveri cristi a livello locale scaricando tutte le colpe sui pochi e non influenti personaggi. Questo è l'effetto di una giustizia iniqua: pagano solo i poveracci, colpevoli o innocenti che siano mentre i grandi farabutti se la svignano sempre! W DE MAGISTRIS


non e' che potete togliere la pubblicita' della CEPU con sgarbi?


# 221 commento di plisv Ma sì, diciamocelo, il problema vero sono le case di Di Pietro. Se poi vogliamo proprio introdurre l'argomento case, ti consiglio di dare un'occhiata ai fatti relativi alla modalità in cui Re Lanterna si è comprato, tramite l'ottimo Previti, la villa di proprietà della figlia del marchese Casati. Comunque, tornando a Di Pietro, sono convinto che di fatti poco chiari su di lui tra non molto ne usciranno a bizzeffe, soprattutto quando le percentuali elettorali saliranno ancora. Vedrai, sarete tutti accontentati. Poi vedremo ( o meglio lo vedrà la la magistratura, visto che Di Pietro ha la stramba abitudine di PRESENTARSI ai processi e di farsi giudicare) se saranno fondati o meno e ne trarremo le conseguenze. Forse l'unico che potrà fondare un partito politico che faccia veramente opposizione a Re Lanterna, senza essere attaccato dai suoi giornalisti, sarà Padre Pio reincarnato o direttamente Gesù Cristo : di questi non credo che troveranno nulla di losco nel loro passato. Però, però, Gesù era un po' troppo a sinistra con tutte quelle sue idee sull'uguaglianza... sono convinto che gli ottimi Giordano o Facci qualcosa troveranno.


# 239    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 11:50

@Tony 238 Beh, per cominciare, per le autorita' del tempo era capo di una pericolosa associazione sovversiva :-) ciao


Orlando è un uomo di merda. Forse qui in pochi si ricordano che quando Falcone con l'arresto di Lima dimostrò che a Palermo ,con Orlando sindaco, la mafia continuava a fare quello che gli pareva....lui e i suoi seguaci diedero il via al "linciaggio di Falcone". Arrivarono a dire che F AVEVA ORGANIZZATO L'ATTENTATO A CASA SUA PER FARSI PUBBLICITà o che proteggeva politici mafiosi...Gran parte della politica(guarda un po' la sinistra che ne rivendica la memoria) e della "stampa" si prestarono al giochino al massacro e Falcone venne lasciato SOLO finchè morì. Poi tutti a piangere sulla sua bara. Memoria corta e ipocrisia , vanno a braccietto


Cari Signori! Per una ragazza di 8 anni servono urgentemente fondi per una operazione ad un rene malato. Chi vuole dare il suo CONTRIBUTO PREGO versare (anche spiccioli) a Paypal: bell11@gawab.com Grazie mille in anticipo e Dio vi benedirà. Forza ragazzi aiutiamola!!! Ci sono persone meno fortunate di voi. Aiutiamola!


webmasteeeer !


La nomina di Bruno Vespa, da parte del ministro della Cultura Sandro Bondi, a rappresentante del ministero nel consiglio di amministrazione della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma, ha sollevato giustamante un polverone (tranne nel PdL ovviamente, dove di queste oscenità si gode da matti); ma come sempre, tra poco sarà tranquillamente accettato, acquisito e digerito questo ennesimo passo sulla scalata alla conquista del presidenzialismo a immagine e e somiglianze del PiDuce: presidenzialismo che si sta componendo tassello per tassello come un puzzle - fin quando, all'improvviso, quasi senza che ce ne accorgiamo e senza che ci ribelliamo, il presidenzialismo sarà un irreversibile fatto compiuto. E buona notte, suonatori. Tutto fatto in casa, famiglia e tra amici. Sandro Bondi, se avesse nominato Emilio Fede, sarebbe stato un tantino più coerente. Ma un bel posticino di prestigio nell'organico degli Uomini (e Donne) del Presidentissimo si troverà anche per l'altro giornalista appecoronato. I conflitti di interessi sono anch'esse talmente frequenti, enormi e plateali che ormai ci abbiamo fatto il callo. Che campeggia è l'unione degli interessi, meglio: l'ammucchiata, l'orgia degli interessi concentrati in una mano sola. Un trionfo! Un tripudio!


@Daniele Pellizzari 232 A me premeva puntualizzare che se si stabilisce un principio così restrittivo (giusto o sbagliato che sia) poi tocca applicarlo. Insomma chi fa demagogia mi sta sulle palle, che si chiami Veltroni o Di Pietro. Entrando nel merito in linea di massima sono contrario che un condannato con sentenza penale passata in giudicato possa rivestire incarichi pubblici. Sicuro che non avresti da ridire se dopo aver scontato una condanna per pedofilìa un maestro insegni nella classe di tuo figlio? o che un amministratore beccato a intascare tangenti torni ad amministrare beni pubblici? o che un pregiudicato per truffa allo Stato diventi sindaco (ad esempio Sgarbi)? Io ritengo sia necessario che una funzione pubblica venga esercitata solo da persone moralmente degne. Di incapaci è già pieno il Parlamento proprio perchè direttamente nominati dai loro capi (no dico una Carlucci, un Gasparri o la moglie di Emilio Fede che mi rappresentano?). Il buon senso che invochi ci è negato perchè nessun elettore può scegliere di votare il proprio rappresentante che è imposto dall'alto, ladro o mafioso che sia.


# 245    commento di   enrico i.m.p. - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 12:20

se in questo posto si può lasciare spazio a gente Anomander Rake, allora non è più il posto per me. Auguro a tutti buon Natale ricordando che l'Italia in questo momento è come un'immenso letamaio, soffermarsi sui singoli granelli di polvere presenti in mezzo alle mucchie di cacca mi sembra inutile (fermo restando che è una mia opinione e quindi tutti sono in diritto di soffermarsi sulla polvere ed esprimere il loro parere). Ricordo a Fini e Travaglio che più di 16.000 persone aspettano di sapere a cosa è servita la loro firma elettronica; è dal 2005 che firmiamo appelli, non è il caso di passare al sodo?


# 246    commento di   Clè - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 12:22

basta questo blog è esploso. Addio


Ciao Marco, sono un tuo accanito sostenitore, lettore dei tuoi libri rivelatori e assiduo spettatore del tuo passaparola. Non mancherò al tuo spettacolo a Genova i primi di Marzo. Convengo con te che il popolo italiano sembra cerebroleso anche a causa di una ipnosi mediatica iniqua e ai limiti della legittimità, ma il vostro lavoro sono convinto che le cose prima o poi (spero il prima possibile!!!) cambieranno risvegliando i cittadini da quel coma remissivo in cui sembrano essere piombati. Auguri a te, a Peter, a Pino, a Michele e a tutti i giornalisti che con il loro lavoro informano e non nascondono la verità...continuate cosi e non vi scoraggiate...


Per #228 - 23/12/2008 - 10:38 1) "gioma, i messaggi in dolce stil mafioso non li sopporto, continua a disegnare che non sei malaccio (noioso come tuo solito ma il tratto e' divertente), le rime fanno pena." Dei tuoi "GIUDIZI" me ne strafrego (Gioma con la "MAIUSCOLA", se non ti dispiace, grazie)... 2) "Non mi sembra il caso che proprio tu dica a chicchessia chi si puo' nominare e chi no." Se riguardano il "SOTTOSCRITTO", che al contrario non nomina mai "NESSUNO", ne ho tutto il "DIRITTO", eccome se ne ho... 3) "E risparmiati pure le ricerche su di me..." Ricerche? E perché dovrei fare "RICERCHE" su di te? Cosa dovrei "RICERCARE"? Hai qualcosa da "NASCONDERE"? Io no... 4) "Non e' difficile risalire il Tamigi e la navigazione e' sicura, il Tevere sembra invece avere parecchi affluenti e pericolosi gorghi, o sbaglio?" 'azzo, alla faccia del "DOLCE STIL MAFIOSO"; ma del resto,come ben saprai, chi abita dentro Roma come me, non ha problemi ad affacciarsi e vedere il Tevere, a differenza di chi abita sul Tamigi come te dove nella nebbia potrebbe nascondersi anche della gentaglia (Tamigi e Tevere si scrivono con l'iniziale "MAIUSCOLA")... 5) "Cambia discorso ogni tanto, vedrai che ti diverti di piu' e magari qualcuno compra pure una tavola di ulisse." Bene, "CARO DANIELE", vedo che sei "INFORMATISSIMO", perfino sul fatto che le strisce di Ulisse (con la "MAIUSCOLA") siano fatte in "TAVOLE"! Strano, dato che lo sanno solo "POCHISSIME" persone, che posso contare su una mano e grazie per la pubblicità "NON RICHIESTA"...


# 244 commento di Savio Chiariello Sono d'accordo con Daniele Pellizzari : se qualcuno commette un crimine e SI SOTTOPONE AL GIUDIZIO DI UN TRIBUNALE DELLA REPUBBLICA, viene condannato, SCONTA LA PENA e poi come per legge viene riabilitato, ha esattamente tutti i diritti di un incensurato. E' un principio importantissimo che rende altrettanto importante il concetto di Stato di Diritto. Il maestro pedofilo deve potere in teoria tornare ad insegnare anche se in pratica, fortunatamente, non accadrà mai. E' il pricipio base su cui si fonda la pena : deve riabilitare oltre che punire. Qualche passo avanti l'abiamo fatto negli ultimi secoli.


Caro marco, non c'entra niente con la vicenda di Catanzaro, ma scrivi qualcosa sull'editoriale di Battista sul Corriere di oggi. E' scandaloso. Non ho parole. Ha ragione Cordero: questi sedicenti esponenti dell'intellighenzia liberale italiana paiono i chierici che nel 1922 plaudevano ai picchiatori fascisti. Questa è proprio malafede. Massacralo. Ciao, Edoardo


@ Marco Travaglio Caro Marco,a quanto pare hai abbandonato la tua commovente scorta.Grazie di cuore.Ciao


# 248 commento di Il Principe Viola Scrivi pure quello che vuoi, ma ti devo chiedere un favore personale : se vuoi enfatizzare alcuni concetti potresti limitarti a usare o le virgolette o il carattere maiuscolo ? Te ne sarei di cuore grato, perchè le tue parole mi rimbombano nelle orecchie e la sera devo mettermi l'Otalgan. Mi sembri perennemente incazzato, mi sembri...


# 253    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 12:39

@ Tony e tutti Problema filtro: La storia è questa Forse è sfuggito a tanti che il filtro in questo blog era stato installato per circa una settimana nel periodo dal 13 al 21 novembre (più o meno) dopo la devastazione del blogger fi e di tutti gli annessi e connessi, storia andata avanti per settimane, anzi per mesi! Subito prima cosa succedeva? Ogni qual volta i commenti risultavano non leggibili in successione o si esagerasse con turpiloqui e offese di vario genere, il webmaster interveniva e li cancellava in blocco! (potete verificare guardando i commenti dei primi di novembre e precedenti, riscontrando incongruenze nel numero di commenti a cui ci si riferisce. Ma potete andare indietro nel tempo e verificare voi stessi!). La prima regolamentazione è stato il codice di verifica (che in effetti risale credo a subito dopo l'estate, forse fine settembre se non vado errata) di cui sinceramente non capisco l'utilità, se non si salva il commento e il codice non corrisponde, lo si perde, a me è successo ogni tanto! Di fatto non è limitativo a scrivere un commento! Resta il fatto che il blogger fi, continuava a scrivere, sicuramente usando ip diversi, quindi raggirando l'ostacolo dell'essere stato bannato continuava a prendere in giro webmaster, autori e noi blogger. Successivamente viene installato il filtro: 15 minuti di attesa, più o meno, per poter leggere il proprio commento. In quella settimana, nessuno di noi sa se ci sono stati commenti non resi noti. Di fatto c'era qualcuno (webmaster) che leggeva e decideva se pubblicare o meno, ma potrebbe essere possibile che in quel periodo, forse di 'prova', vedendo che non succedeva nulla di particolare e fastidioso, autori (?) e webmaster lo abbiano poi eliminato...forse ritenuto inutile... Ma POchi giorni dopo ricominciano un altro tipo di incursioni e tutto viene lasciato a se stesso. Non viene reinstallato il filtro Non vengon


# 254    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 12:43

Non viene reinstallato il filtro Non vengono cancellati commenti Non interviene nessuno Non succede niente PERCHé? PERCHé togliere uno strumento che si era dichiaratamente reso necessario? Perchè non viene rimesso? Perchè nessuno interviene? Perchè si continua a discutere tra noi senza avere risposte da chi di dovere? Questione appello : qualcuno ha saputo qualcosa?


# 255    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 12:47

ps per Tony il principe viola ti risponderà che lui le virgolette e il maiuscolo li usa per sottolineare i concetti. Per lui conta la sostanza, non la forma, anche se gli dici che è fastidioso da leggere, graficamente proprio, perchè è una distrazione, oltre che perchè 'urla'. E' inutile anche dirgli che il virgolettato lo usa a cacchio, lui attaccherà sempre con la stessa storia! Alla fine siamo 4 poveri scemi e lui è quello che ha capito tutto!MIca gli viene il dubbio che forse lo si dice per lui! @ Principe Ti ho fatto io pubblicità gratuita, perchè come ti dicevo in una mail mesi fa, quello che fai mi piace! QUindi non star lì a scervellarti su chi è! Stai tranquillo! ;-)






Toccata e fuga per fare gli auguri di Buon Natale ai credenti e più laicamente, ;), di buone feste e buon anno a tutti. Che il nuovo anno ci porti qualche buona notizia, tipo che il berluska cade nel Tevere in piena, viene trasportato nel Mediterraneo giù giù fino alle coste del Marocco, dove verrà trovato da un barcone di futuri immigrati clandestini che, dopo averlo riconosciuto, gli daranno una man di botte. Solo questo perché a natale si deve essere buoni. Scherzo, ahimé non riesco ad augurare violenza neanche al mio peggior nemico. ;) Tanti auguri a tutti, ciao.


Solo un paio di domande per l'anno nuovo: Come mai, se è vero che in Italia il micropirla vince godendo dell'effetto vittima "mi attaccano tutti!", che suscita compassione negli Italiani Brava Gente, lo stesso effetto non beneficia il PD? Come mai in questo Paese quattro (imperdonabili, per carità) corrotti a sinistra fanno perdere voti, mentre una valanga di delinquenti e mafiosetti a destra li fanno vincere? Perché in Italia c'è sempre bisogno di idealizzare qualcuno, sia il Pirla o il buon Di Pietro non importa? Le mie risposte le ho, certo, sono curiosa su altre teorie meno semplicistiche delle mie ( la gente a sinistra è meno idiota, i corotti destrini non vengono bombardati nei TG come gli altri, l'Italia è un pease profondamente immaturo ed incivile) ;)


# 260    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 13:9

@Salvo Chiariello 244 Vedo che ti ha gia' risposto Tony dicendo piu' o meno quello che ti avrei detto io magari discutendo sul reato di pedofilia e la possibilita' di ritornare ad insegnare, basterebbe cambiare la pena: x anni di prigione piu' l'impedimento ad insegnare a minori (visto proprio la peculiarita' del reato). Per il resto mi associo a quanto detto da Tony, una volta pagato il tuo debito sei un cittadino come un altro. Certo, non capisco chi vota un pregiudicato, ma questa e' un'altra storia. Su un punto invece sono completamente daccordo con te, la legge elettorale e' una truffa e bisogna cambiarla. Abbiamo il diritto di conoscere chi votiamo, pregiudicato o meno. Questa e' una vera vergogna.


Federica si tratta di GENOVA,TOSCANA,LAZIO,ABRUZZO,CALABRIA,CAMPANIA se per te sono 4 corrotti.....


Siccome mi si accusa di parlare solo di "SOLDI", allora stavolta proverò a parlare "ESCLUSIVAMENTE" di: "GIUDICI, "GIUSTI", "GIUSTIZIALISTI", "GIUDICARE", "GIUDIZI", "GIURECONSULTI", "GIURISTI", "GIUSTIZIA", "GIURISPERITI", "GIUDICANTI", "GIURISDIZIONALISTI", "GIUDIZIOSI", "GIURATI"... Quando un "GIUDICE" può essere ritenuto "GIUSTO" e quando invece è lecito affermare che è stato solo "GIUSTIZIALISTA"? Chi dovrebbe "GIUDICARE" poi se lo è o non lo è stato, ma soprattutto in base a quali "GIUDIZI"? Se un "GIURECONSULTO", dicasi pure "GIURISTA", sceglie di difendere, ad esempio, un corruttore o un corrotto, un mafioso o un politicante in odore di mafia, un intrallazzatore o un favoreggiatore per anni o perfino decenni, come si può credere che lo faccia soltanto per amore di "GIUSTIZIA"? Cosa, ripeto e sottolineo che "COSA" fa scattare in un "GIURISPERITO", un "GIUDICANTE", un "GIURISDIZIONALISTA", magari poco "GIUDIZIOSI", o in qualsiasi "GIURATO" di questo Mondo, la voglia di alterare, aggirare, sovvertire o semplicemente infischiarsene delle leggi, mettendo a rischio e pericolo la propria etica e morale (ammesso che ce l'abbia)? Signor Travaglio, puoi anche tu rispondere gentilmente, in un futuro prossimo, a queste domande? Grazie...
emergenzademocratica.blogspot.com


# 263    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 13:18

@principeviola 248 gioma, la maiuscola la uso solo per chi rispetto, non e' il tuo caso mentre il Tamigi ed il Tevere non si offenderanno. Per il resto del tuo commento mi sembra di sentire le unghie stridere sul vetro, le ricerche erano riferite ai tuoi patetici versetti e alla frase "chissa' chi poi celava" il che detto da chi usa un nick verso chi si firma e' quantomai puerile. Quanto alla nebbia di Londra, caro ulisse de'noantri, hai in mente troppi film in bianco e nero (e non era nebbia ma smog). Ogni tanto lascia il sacro tevere e fatti un giro. Ora, pero' cambia registro, la gente si stanca, non e' scritto da nessuna parte che noi ci si debba voler bene ma scassare i maroni degli altri non serve a nessuno.


Hai ragione, puntini, sono sei. ;) Ok, siamo seri. Io non li giustifico e sia chiaro, volevo solo far notare il solito problema dei due pesi due misure, non sarà stato chiaro il concetto. O un Paese in cui i corrotti si dimettono, tutti, oppure un Paese in cui i peggiori sono presidenti del consiglio o puntano alla presidenza e basta e SOLO gli altri vengono mesi alla gogna, bipartisan, quella sì. Poi, scusate il solito scetticismo pessimista, quando Di Pietro avrà la maggioranza (cioè mai, mi spiace per voi), vedremo se i corrotti non ci saranno anche lì. È il potere in un paese senza leggi e senza coscienza, il problema, come ricordava, più o meno, Serra l'altro giorno.


# 265    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 13:27

@Federica 259 Alle tue due prime domande si puo' rispondere cosi: uno e' maestro del marketing (e oltre alla conoscenza ne ha in mano pure i mezzi) gli altri manco apprendisti. Mentre alla terza temo che non ci sia risposta precisa anche se la tua mi sembra che vada (per quanto generalizzata sia) piuttosto bene, purtroppo.


Per #252 - 23/12/2008 - 12:36 Se vuoi mi firmo Gioele Dix, tanto qua pare che vada di moda cambiare identità ogni cinque minuti...


. . . un consiglio d'arredamento . . . . . . . sempre toni di disperazione , rabbia , impotenza , paura . . . PAUSA La scaffalatura bella bianca e vuota è proprio bella ! Spero che Travaglio non abbia l'intezione trita di riempirla di libri. Troppi danno aria alla bocca davanti a bei libri colorati. A me piace bella libera così com'è.


Ciao, Daniele. Già, purtroppo. Grazie per aver risposto- su di te si può sempre contare, gentleman. ;) Auguri...


In realtà ce lo dovevamo aspettare. I media ovviamente stanno dando il giusto risalto, proprio come alla condanna di Dell'Utri per concorso esterno in associazione mafiosa :-). Un po' sulla falsa riga di Annozero, pochi minuti fa il TG1 ha trasmesso una ricostruzione del punto saliente della telefonata tra il provveditore alle opere pubbliche della Campania e Di Pietro junior, in cui gli diceva di avere un amico ingegnere a Bologna e se c'era "qualcosa" per lui. Ora, questa è la classica raccomandazione, malcostume che mi fa letteralmente schifo, ma che non rientra ancora tra i reati, per quanto ne sappia.


Cosa mi dite ora cari lobotomizzati che pure il figlio dell' analfabeta Dipietro e' cascato nelle intercettazioni chiedendo favori per amici e appalti vari? Che le intercettazioni in questo caso non valgono? o che sono tutte balle? O che dipeitro padre non dapeva nulla? Ma si per voi valgono solo se c'e' di mezzo berlusconi...


IDV: DI PIETRO, NON C'E' FIGLIO CHE TENGA MAGISTRATI VADANO AVANTI Roma, 23 dic. - (Adnkronos) - "Le intercettazioni sono un strumento necessario e chi, come me, non ha nulla da temere" puo' liberamente dire "i magistrati vadano avanti". Lo dichiara il leader dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, commentando la pubblicazione di alcune intercettazioni che indirettamente chiamerebbero in causa lui e suo figlio Cristiano a proposito delle inchieste napoletane. "Non c'e' figlio che tenga -aggiunge il leader dell'Idv- E siccome non ho nulla da temere, non ho niente da nascondere e quindi posso dire solo 'buon lavoro ai magistrati". Non so se questo telefilm, che non ha ne' capo ne' coda, sia stato fatto uscire oggi ad arte. Ma cosa importa? Non mi uniro', come in molti speravano, alla politica paludata che se la prende con i magistrati e chiede la riforma delle intercettazioni. Anzi dico: benvengano le intercettazioni e la pubblicazione sui giornali quando non sono coperte dal segreto di istruttoria". "L'informazione -conclude Di Pietro- faccia il suo dovere e informi tutti su tutto. I magistrati facciano il loro dovere e indaghino su tutto".


# 253 Frada Oppure... c'è un'altra ipotesi. Il filtro richiede tempo e attenzione. Vuol dire che ci devono essere SEMPRE a disposizione delle persone che si leggano tutti i commenti e tempestivamente diano il via libera oppure li cancellino. Può anche darsi che ciò si sia rivelato difficoltoso oppure oneroso e non sia più stato possibile controllare i commenti per mancanza di tempo e risorse.


# 273    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 14:6

@carlo 271 La differenza, nemmeno troppo sottile, sta proprio li. Per me, ed immagino per la gran parte degli altri lobotomizzati, vale che chi sbaglia paga, e per i cervelli fini come te?


# 274    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 14:18

@ Rosa Bravissima! Però se una cosa di questo tipo richiede un investimento in termini di tempo e risorse, mi chiedo come mai, venga lasciato tutto così a morire! Non ti sembra strano? Credo che gli autori abbiano messo in conto a suo tempo un'eventualità del genere, non sono mica degli sprovveduti! Le nostre sono ipotesi, Rosa, la tua è validissima, ma se fosse così sarebbe ancora più deprimente! Non ci sarebbero più domande da porsi La risposta a tutte è una sola : Siamo soli! Ciau frà


Grande Di Pietro anche in questa circostanza, lui si che dimostra come ci si dovrebbe comportare. Peraltro in una situazione in cui pensavano di ricattarlo.


# 259 Federica Se ho capito bene, la stessa persona che io chiamo a volte TeleBano, a volte PiDuce, per te è semplicementem IL PIRLA. Riconosco senza invidia che il termine da te proposto, nella sua sempicità e precisione, calza molto meglio dei miei giochetti di lettere, sillabe e allusioni!


# 277    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 14:25

No, Carlo. Valgono per tutti, a prescindere. Più intercettazioni per tutti e, se necessario, che si spalanchino le porte della galera e che si amplino le carceri fino a farci stare tutti i politici che delinquono. Quelli come te fanno il ragionamento mal comune mezzo gaudio. Quelli come me ci vogliono vedere chiaro e non cercano in alcun modo di giustificare i propri politici che delinquono. Non mi nascondo dietro le delinquenze altrui. Pertanto : Magistrati avanti tutta. Se verrà dimostrato che anche Di Pietro è un delinquente, anche se l'ho votato e ho intenzione di rivotarlo, mi offro volontaria per accompagnarlo dentro il carcere per essere sicura che finisca in galera, togliendomi la soddisfazione di chiudere a chiave la cella. Pensi sia possibile per te o quelli come te immaginare di sentirsi soddisfatti se qualcuno di quelli che sono già stati condannati nel PDl finisca in galera oppure preferite godere della merda diffusa che governa e oppone alla faccia nostra continuando con :tutti colpevoli nessun colpevole?


ascolto il nostro amato premier berlusconi e per far girare l economia ed i consumi compro il tuo libro 'per chi suona la banana', il titolo è entusiasmante! io credo, dopo quello che sta succedendo ancora una volta... non ci sono speranze per questo paese. FUGGITE!!!! (io l ho già fatto anche se sono rientrato per le vacanze di natale)


Detto questo, devo pur cercare una risposta alla tua domanda. Non ce l'ho, per ora. Solo, a caldo, un primo tentativo: forse anche quella del lamentarsi, del fare la vittima, è un'arte che dev'essere studiata bene per ottenere l'effetto voluto. Ma se la tua non è una domanda retorica, continuerò a cercare una soluzione a questo rebus (risolvere rebus è una mia passione).


Ancora con ste firme?? Sveglia!! l'appello Fini - Travaglio ha un solo scopo Pubblicità. Per il nuovo libro di Tavaglio. Per il povero mensile di Fini in difficoltà a cui sarà arrivato qualche nuovo abbonato. A cosa pensavate servisse raccogliere poche migliaia di firme??? Che tonti. Auguroni!!


Sono un paio di giorni che cerco di ascoltare questo intervento di Passaparola per capire bene i fatti. Devo dire non è semplicissimo, anche se il punto fondamentale della faccenda mi sembra di averlo colto: la procedura 'non lecita' utilizzata dalla Procura di Catanzaro per bloccare un'indagine con il plauso generale della politica e il sostegno, per questa procedura anticostituzionale, di tecniche di diffamazione, uso di dinamiche di colpevolizzazione e demagogia del 'guardate che cattivi', o meglio 'siccome sono cattivi vanno fermati'. Inoltre mi è chiaro che tra i coinvolti (o coperti) vi è l'ex ministro della Giustizia, che è anche una delle cause principali della caduta del governo Prodi con tutte le conseguenze nefande che ne sono derivate. Ma che tipo di inciucio e mancanza di forza politica e morale ha potuto far decidere di mettere Mastella al dicastero della Giuistizia? Un suicidio annunciato. A parte ciò, se veramente la trasmissione di Anno Zero, bella, chiara, elegante e coraggiosa, sta smuovendo le acque, ciò mi sembra la prima bella notizia che mi sembra di intravedere in questi mesi di buio fitto. A seguito della trasmissione avevo solo letto delle dichiarazioni (ennesime!) e folcloristiche del premier ('una fiction', ma questo era il bello, il tocco divulgativo e chiarificatore!) e l'ennesima minaccia di chiusura della trasmissione. Se invece l'ANM sta subendo un terremoto ve ne sono grata. Il loro rappresentante era stato imbarazzante. Non solo per i contenuti, ma per questo suo bizzarro comportamento di appoggiare lo sguardo continuamente sull' on. Ghedini come ad attenderne conferma, o approvazione. Se il vostro giornalismo portasse ad un cambiamento positivo e all'affermazione di un atto di legalità e giustizia, allora vuol dire che c'è ancora speranza. Grazie e buone festività.


# 282    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 14:50

@Monica66 277 applausi per il commento e standing ovation per la domanda finale.




Roland, i tuoi giochi di parole sono sempre stati interessantie alcuni geniali, per me, non smettere, l'arte sta insieme con la semplicità, spesso. Tu sai che sono piemontese, forse, ma il vostro termine 'pirla' resta stupendamente esaustivo. ;) No, la domanda non era retorica, quando hai risposte, oltre a quella già data che mi convince, fischia. Ciao, tanti auguri, Roland, scappo che devo lavorare.


# 285    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 15:23

@Altromedia 283 Quasi un novello Abramo, direi. Scherzi a parte, non ho votato Di Pietro ma concordo in pieno con quanto dici: a prescindere dalle scelte politiche, avercene.


Salve gente..Il minimo reddito universale è tornato Tra voi.. unica vera seta di giustizia REDDITO MINIMO UNIVERSALE! Buone Feste


Salve gente..Il minimo reddito universale è tornato Tra voi.. unica vera seta di giustizia REDDITO MINIMO UNIVERSALE! Buone Feste


Caro Marco innanzi tutto infiniti auguri per le prossime festività a te ed alla tua famiglia e grazie ancora per tutto quello che fai. Dall'ascolto di questo tuo Passaparola a me sorge innanzi tutto una perplessità in merito alla possibilità che l'ANM si scusi perchè non lo ritengo nè sensato nè utile e parlo ai fini di un risultato in riferimento a DE MAGISTRIS a meno che non facciano quello per cui esistono e cioè inducano a restituire ONORE DESTINAZIONE e INDAGINI INDEBITAMENTE ESPROPRIATE a lui che ne è legittimo titolare. Ma anche qualche domanda mi frulla per la testa e queste sono: - Ma il Presidente Napolitano sapeva di tutto questo? E se sapeva allora che cosa ha detto quando ha parlato di guerra tra procure e perchè? - Il vice Presidente del CSM MANCINO ha tenuto il sacco a Napolitano o gestiva il suo rapporto con SALADINO per interessi suoi? - Il vice Presidente dell'ANM CASCINI ci fa, ci è o ci marcia? Perchè non si capisce proprio come si può discriminare l'ordine di perquisizione della Procura di Salerno come ha fatto ad Annozero e far finta di nulla sulla illegittimità dell'atto di controsequestro adottato dalla Procura di Catanzaro e da tutti i falsi e gli omissis di cui sarebbe evidentemente anche ad un cieco imputabile la procura di catanzaro? Ma detto questo. C'è qualcuno che ancora parla di riforma della Costituzione e della Giustizia e tollera o ignora tutto quanto tu hai esposto in questo tuo intervento? MALA TEMPORA CURRUNT! Ma credo che debbano stare tutti molto, molto attenti perchè presto molto presto i nodi verranno al giusto pettine. Saluti.


@Carlo: se speri che qualcuno giustifichi il figlio di Di Pietro resterai deluso. D'altra parte, cosa aspettavi che dicessimo? "No, i magistrati stanno sbagliando, le intercettazioni sono cacca" e porcate del genere? Detto questo, sto ancora aspettando di sentire uno di voialtri affermare che "Berlusconi ha sbagliato e deve andare in galera!".


Facciamo ora un esempio di distorsione delle informazioni. Molti sanno, alcuni legittimamente suppongono, che Santoro e Travaglio appartengono alla massoneria, probabilmente all’area degli illuminati cui appartiene anche Prodi. Fin qui – vero o no - nulla di male. In effetti però da quando mi è stato detto ho capito meglio il motivo per cui nelle loro trasmissioni non parlano mai di massoneria. Tempo fa Santoro – che era stato cacciato dalla RAI - comparve nella trasmissione di Celentano, e fece quel famoso appello finale, guardando le telecamere, dicendo “libertà, uguaglianza, fratellanza”. Pochi hanno notato che aveva usato il termine “fratellanza” al posto di “fraternità”. Alcuni avranno pensato ad un errore. Chi invece sa che Santoro appartiene alla massoneria, ovviamente sa anche che quello è l’appello ai “fratelli” massoni; e chi appartiene alla massoneria avrà recepito perfettamente il messaggio. Ora molti di voi penseranno che Santoro è stato riammesso in Rai perché c’era una sentenza del tribunale. Invece no. E’ stato riammesso perché ha lanciato quell’appello. La sostanza delle cose non cambia. Tanto doveva essere riammesso comunque perché c’era una sentenza. Tuttavia l’ottica da cui si guardano le cose cambia molto. I fatti restano gli stessi. E’ l’interpretazione di essi che però cambia. E cambia completamente. Perché il nodo centrale della questione, dal punto di vista giuridico, è che Santoro probabilmente non è rientrato in RAI per rispetto della legge, ma per il rispetto di un vincolo di fratellanza.
http://www.facebook.com/inbox/?ref=mb#/profile.php?id=1594926554&ref=name


Santoro ha appoggiato in questi mesi Clementina Forleo e De Magistris. Tuttavia non ha mai parlato della sostanza delle inchieste di De Magistris, che riguardano la massoneria deviata. Né ha spiegato al pubblico che significa massoneria, massoneria regolare, massoneria deviata. Logico che non lo faccia. Non può farlo. Gli è vietato. In Rai non si può parlare di massoneria. Ora, il problema non è se Santoro o Travaglio siano iscritti alla massoneria. Dal loro punto di vista sono liberi di iscriversi dove gli pare. Il problema è che in RAI non passa nessuna informazione che riguardi direttamente la massoneria. Il che però distorce tutto. Le singole persone sono libere di essere iscritte all’associazione che preferiscono. Ma quando un ente pubblico, come la RAI, o le maggiori istituzioni statali, che hanno ai loro vertici dei massoni, filtrano le notizie in modo che il problema massoneria non venga mai sollevato, allora ci si deve porre il problema della legittimità di questa situazione.
http://signoraggio.forumfree.net/?t=8113820


# 292    commento di   Domingo "aka" Doom64 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 15:49

Il fenomeno massoneria, quando non viene adeguatamente pubblicizzato, distorce la percezione che noi abbiamo delle informazioni. Distorce la storia, che alla fine ce la dobbia studiare da soli. E distorce anche il diritto all’informazione, che è il presupposto delle democrazia. Il popolo non può governare e scegliere se non è informato. Ma se la RAI taglia costantemente tutto ciò che riguarda la massoneria, allora questo si riflette anche sulla nostra libertà di scegliere. In altre parole. Se esiste un diritto costituzionale di iscriversi alla massoneria, il che è sacrosanto, mi domando se questo diritto costituzionale non confligga con un altro, che è quello della sovranità popolare
http://www.signoraggio.com/signoraggio1.htm


# 293    commento di   Domingo "aka" Doom64 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 15:53

Ma il paradosso della massoneria è questo: che per cambiare le cose occorrerebbe cambiare alcune leggi (vietare le associazioni segrete di quasiasi tipo, aumentare l’ efficienza della polizia e dei carabinieri, e fare un po’ di pulizia all’interno del parlamento). Ma questo è impossibile, perché ai vertici della politica abbiamo persone iscritte alla massoneria e l’informazione è gestita dalla massoneria. Insomma, con qualche variante, la storia di oggi ripete la storia di secoli fa. Per secoli non si sono potute cambiare le leggi perché queste erano fatte dai re; e i re non avrebbero mai potuto fare leggi contro se stessi. Oggi non si possono risolvere alcuni problemi (tasse, criminalità organizzata, povertà), perché le leggi che servirebbero a questi fini sono decise non dal popolo, ma dalle élite ai vertici della massoneria.
http://paolofranceschetti.blogspot.com/search/label/Santoro


@domingo scusami domingo, ma se santoro aveva tutto questo potere di richiamare i suoi fratelli massoni com'è che s'è fatto cacciare? e se questi massoni hanno tutto questo potere perchè non ti fanno star zitto? (nel senso che le tue esternazioni potrebbero danneggiarli)


# 295    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 16:7

Travaglio e Santoro massoni che attaccano berlusconi massone che a sua volta attacca Prodi pure massone. Queste teste incappucciate ne sanno una piu' del diavolo.


DOMANDA PER MARCO Caro Marco, avrei una domanda sul caso De Magistris: ho sentito una tesi secondo cui De Magistris avrebbe disposto le intercettazioni senza avere prima una notizia di reato, ma con lo scopo di cercarla. Le suddette intercettazioni sarebbero quindi non utilizzabili in tribunale. Questa sarebbe, secondo questa tesi, la causa (o quantomeno il pretesto) per il "fallimento" delle inchieste e anche per il rifiuto della procura di Catanzaro a consegnare gli atti a quella di Salerno. Purtroppo, non avendo alcuna competenza in materia giuridica, non sono in grado di confutare questa tesi, potresti dire qualcosa al riguardo? (tra l'altro: in linea di principio, non vedo perchè un magistrato non potrebbe disporre intercettazioni anche senza aver avuto già una notizia di reato...ma spesso la legge non risponde alla logica...) Grazie


@ federica 259 domande interessanti, ti dico la mia ipotesi: credo che la differenza sia riconducibile ai due diversi modi in cui la destra e la sinistra italiane hanno sempre preso per il culo i loro rispettivi elettori. La sinistra ha sempre cercato di presentarsi, con una certa ipocrisia, come "pulita" e moralmente superiore. La destra, per contro, ha puntato più sull'illusione dell'efficenza e della sicurezza. In media, l'elettore del centrodestra sa benissimo che i suoi politici sono corrotti, ma sa che lo sono anche gli altri. Corrotti per corrotti, quindi, lui vota per quelli che (crede) essere almeno i meno incapaci. Ne consegue che le accuse di corruzione lo toccano relativamente, è più interessato alle cose più terra-terra e visibili tipo i rifiuti a napoli. Dall'altra parte, l'elettore medio di centrosinistra votava per quella che credeva essere la parte più pulita, e le inchieste inevitabilmente influenzano la decisione di voto


Leggo ora la dichiarazione di Di Pietro. Più passa il tempo e più cresce la mia voglia di votarlo. OT A MILANO C'E' STATA IN QUESTO ISTANTE UNA SCOSSA DI TERREMOTO PIUTTOSTO FORTE.


La massoneria è una cosa, la PD.ue, sorry, la P2 un'altra. La P2 era (è) un associazione a delinquere, la massoneria no. La massoneria era nata come confraternita (fraternità, fratellanza -scrivete quel che vuoi) o sindacato si direbbe oggi (o trade union o labor union) dei costruttori delle cattedrali (architetti e muratori: "un architetto è un muratore che ha studiato latino" scrisse le Corbusier). Io non sono massone - se è quello che ora pensate (anche se faccio il "muratore che ha studiato latino"). Non demonizzate la massoneria solo perché c'è stato un disgraziato poco venerabile maestro frammaterassaio fascista (un materassaio che oltre ad aver studiato latino scrive anche poesie - e avesse fatto solo quello!).


(fraternità, fratellanza - scrivete quel che volete)


# 301    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 16:40

@Roland 299 precisazione dovuta, bravo. Tra l'altro il franceschetti di cui sopra e' un altro complottaro che crede (tra mille altre inverosimili cose) che Rino Gaetano fu ucciso dalla massoneria e che il film recentemente passato in tv sia la prova di come la massoneria voglia screditarlo facendolo passare per drogato e ubriacone e nascondendo percio' il suo assassinio (chi fosse stato sul punto di svelare la verita' il buon franceschetti non lo dice). Ti risparmio l'interpretazione che l'avvocato franceschetti da del testo di Rosita di Gaetano. ciao


Anche un "PARTITO" è un'"ASSOCIAZIONE" con uno "STATUTO" e un "PROGRAMMA". Sulla carta e in via del tutto "TEORICA", da che mondo è mondo, pure "TUTTI" i "PARTITI" e i politicanti "PARTITICIZZATI" sono spinti da un senso di "LIBERTA'", "UGUAGLIANZA" e "FRATELLANZA"... ... seeeeeh, ahò!...


# 270 commento di carlo Con il lobo cerebrale che mi rimane (tra poco mi farò espiantare l'altro) sono riuscito a leggere e capire la dichiarazione di Di Pietro. Sarà, ma mi risulta che Re Lanterna dichiarazioni simili non ne abbia mai fatte. L'egoarca è restio a incitare i magistrati a fare il loro dovere, chissà perchè. Spiegamelo tu che hai tutti e due i lobi intatti.


# 302 commento di Il Principe Viola Vedo che hai dato seguito alla mia richiesta di evitare maiuscole e virgolette contemporaneamente, per evitare danni al mio apparato uditivo. Ringraziandoti per la grande sensibilità dimostrata mi è gradita l'occasione per porgerti i miei più distinti saluti.


Credo che farò presente a Travaglio che quel suo "MODO" di parlare, così "MONOTONAMENTE" monocorde, potrebbe anche apparire soggettivamente "SUPPONENTE" o "INDISPONENTE" per alcune persone. Quindi gli chiederò di "CAMBIARLO" perché a me, chissà, potrebbe pure dare personalmente "FASTIDIO" e siccome potrei perfino ritenermi "PRESUNTUOSAMENTE" l'unico essere vivente sulla Terra ad ascoltarlo, mi sento in "DIRITTO" di farglielo sapere... ... Màh!...


# 306    commento di   Fab1979 - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 17:0

Non è che me ne sono letti molti dei milioni di commenti sul tema signoraggio. Ma quelli che leggo sono sempre divertenti. Quello di Domingo sull'appartenenza alla massoneria di Santoro (che così occultamente manovra e gestisce potere) poi ... il solito neurodelirio. Stile Gasparri con Fazio insomma. Ho letto delle frasi di Marco a Prodi. Molto significativo. E molto incomprensibile per chi non la pensa così ovviamente. I Berluscones, quando il loro idolo non avrà più potere lo odieranno (spero non arrivando a quanto paventava Marco nel Passaparola di settimana scorsa). Una persona sera, perfettibile ma che accetta le critiche come Prodi, loro proprio non lo concepiscono. Figuriamoci Di Pietro che si fa inquisire. Solo così si spiega cosa dice Carlo: è semplicemente convinto che i loro stessi schemi mentali debbano valere anche per noi, un pò la regola del "pari e patta", tipi Marini-Ariosto o, come diceva grottescamente stamane il solito PG Battista, Soru-Berlusconi ...


Ah a proposito. Sei la prima persona che "LEGGE" con le "ORECCHIE"...


Per rimnere sul tema dei cinque "SENSI": www.ulissebygioma.net/lavori/ulisse/ciechi.jpg Un saluto...




Ciao Marco colgo solo l'occasione per augurarti buone feste e buon anno...a tal proposito speriamo che il 2009 sia un anno più propizio per tutti noi che vogliamo un paese migliore. Continua così!!!


DAL BLOG DI DI PIETRO Cittadino e politico a prova di intercettazioni ed orgoglioso del mio operato di Ministro: tale mi sento dopo la pubblicazione di alcuni stralci di intercettazioni disposte dalla Procura di Napoli nei confronti del dirigente del Ministero delle infrastrutture, dr. Mario Mautone, nell’ambito dell’inchiesta sul “sistema Romeo”, su cui sta indagando la magistratura partenopea. Non so nulla di più di quello che ho letto sui giornali circa le accuse che vengono mosse a questo dirigente ministeriale e mi auguro che egli possa dare ogni spiegazione nelle sedi opportune per giustificare il suo operato. Però, una cosa so per certo: ed è che io – quando arrivai al ministero – presi una decisione che ora , a ragion veduta, si è dimostrata davvero azzeccata. L’ho trasferito ad altro incarico e l’ho spostato di sede, togliendogli, quindi, ogni possibilità di fare danni anche se avesse voluto. Sia chiaro, non l’ho fatto solo con lui, né perché avevo contezza di indagini specifiche sul suo conto da parte della magistratura napoletana. L’ho fatto anche con diversi altri dirigenti del ministero. Le ragioni di questa mia decisione di allora sono state le più varie: perché “chiacchierato”, perché per lungo tempo nella stessa sede (specie quelli che, come Mautone, erano dislocati in sedi “calde” del Meridione), per permettere all’interessato di fare altre esperienze e così migliorare il proprio curriculum professionale. Ora si scopre – ed anche io l’ho scoperto solo a seguito delle indagini che la magistratura napoletana sta svolgendo – che ci sarebbe stato anche un tentativo di intervenire su mio figlio Cristiano per evitare il trasferimento di Mautone (anzi, addirittura qualcuno dice di aver tentato di ricattare proprio mio figlio). Se così fosse il fatto è grave e vorrei sapere chi ha dato l’ordine, ma, per onestà intellettuale, dico subito che né io, né mio figlio abbiamo mai avvertito l’esistenza di tali pressioni o richieste,


o richieste, tanto è vero che il trasferimento c’è stato eccome, senza indugi e senza remore. Quanto a mio figlio, egli – come consigliere provinciale di Campobasso – ha effettuato alcune telefonate istituzionali a Mautone (come entrambi hanno già pubblicamente ammesso) e ciò, soprattutto, per perorare il completamento di alcune caserme dei Carabinieri nel Molise. Fin qui ha fatto bene. Era suo dovere politico e istituzionale. Mio figlio, inoltre – come risulta da alcune telefonate – avrebbe segnalato anche il nominativo di un paio di, a suo dire, bravi professionisti al dr. Mautone. E’ un comportamento certamente senza alcuna rilevanza penale ma – a mio avviso – comunque non opportuno e non corretto. Ma siccome questo è solo il mio punto di vista e quindi è di parte (e di padre), bene fa la magistratura ad indagare per accertare come stanno effettivamente le cose. I magistrati facciano il loro lavoro. Oggi, domani e sempre. Non c'è figlio che tenga e che possa condizionare l’azione della giustizia. Chi, come me e come Cristiano, non ha nulla da temere, non può e non deve unirsi - come in molti forse speravano - alla politica paludata che se la prende con i magistrati e chiede la riforma delle intercettazioni. Come ogni buon cittadino incoraggio l'azione dei magistrati. Chi non ha nulla da temere deve puntare alla verità. E, come ogni buon ministro, sono orgoglioso di aver preso quelle decisioni a suo tempo perché un buon ministro ha il dovere anche di evitare che si creino delle sacche di contiguità tra istituzioni ed affari. A differenza di tanti miei colleghi politici, se le vicende che riguardano la mia persona arrivano sui giornali, non grido allo scandalo, ma al salutare intervento della magistratura. Mai e poi mai mi lamenterei del fatto che i giornali riferiscono del comportamento di un personaggio politico, anche se riguardano me o la mia famiglia. Vogliono farmi dire che le intercettazioni devono essere fermate? Mai! Sono uno strume






Ciao a tutti voi. Vorrei esprimere una mia opinione su Di Pietro. Premesso che non credo nell'essere perfetto in assoluto,mi chiedo però se il fatto di sostenere la sua fiducia nella magisratura e la difesa dello strumento delle intercettazioni,non lo ponga già su un piano diverso da tutti quelli che invece si indignano,si vittimizzano e screditano il lavoro di chi indaga su di loro. Forse se i media non ci mettono del loro,questa storia farà avere ancora più consenso a Di Pietro fra la gente che crede nell'onestà.


Ma quanti gonzi ci sono in giro... Ma cosa doveva fare Di Pietro? Sputtanarsi TUTTO l'elettorato attaccando la magistratura? O l'Uso delle intercettazioni? Dare ragione a Berlusconi??? Ma perfavore... Io invece sarei interessato a sapere come faceva a essere al corrente dell'indagine già nel 2007 quando intimò a suo figlio(definito mafiosamente persona troppo esposta...passiamo il malaffare a qualcuno meno esposto insomma...)) di non parlare più con Mautone ostacolando di fatto l'inchiesta Magnanapoli..e infatti Cristiano si rifiuterà di parlare al telefono da lì in poi..di questo DEVE rispondere A Di Pietro ha giovato molto il ministero alle infrastrutture....


# 316 commento di anomander Rake Lasciamo lavorare i magistrati. Tranquillo, se ci fosse qualcosa di concreto su Di Pietro verrà sicuramente fuori. Non credo che in questo caso siano toghe rosse, no ? A meno che sia tutto un complotto manovrato da Di Pietro per dimostrare di essere pulito nonostante le indagini, e sì dai, dillo che è così, il problema del nostro paese è Di Pietro che da Montenero di Bisaccia manovra tutte le procure. Poi trova un minuto per leggere il nuovo post di Travaglio e dimmi se un piccolo brividino non lo provi.


# 318    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 23/12/2008 alle 21:6

@anomander rake 316 vero, quel sacripante furbacchione di Di Pietro ha architettato tutto lui ed ora fa la figura dell'eroe che non ha paura dei processi. Quand'e' che anche il nostro premierino ci dara' la soddisfazione di fare pure lui la figura dell'eroe, che senz'altro e' intimamente, e dira' la mai tanto aspettata frase: ben venga il lavoro dei magistrati, lasciate che mi processino e che la verita' venga a galla? O forse e' meno furbo di Di Pietro? Io propenderei per meno onesto.


# 317 # 318 Si può parlare senza dire niente? a quanto pare si. Almeno tony non mi attribuisce parole che non dico o pensieri che non ho espresso.Fa congetture,in questo caso errate. Non posso dire lo stesso di Daniele che farebbe bene a imparare a leggere i commenti prima di fuorviarne completamente il senso. Ps tony le accuse non provate di Mafiosi o di corrotti lasciano il tempo che trovano quello che nei processi manca sempre è la "prova" Come per esempio ,Pelizzari dalla memoria corta, nel 94 in cui cadde il governo per un processo da cui B venne assolto "per non avere commesso il fatto" facendo riferimento all'insufficenza di prova,insomma non solo venne assolto ma non vi erano neanche le basi per allestire il processo..anche se lo so voi la vedrete diversamente. W il lodo alfano Buone feste e attenti ai "rettiliani"


Ah poi fatemi capire. Nel nuovo post Travaglio si lamenta,tra le altre cose, che il TG1 non riferisca le testimonianze di un teste durante un processo? quando la magistratura(tutta giudici e magistrati) non ha ancora ben costituito le prove?? Ma si....a che servono i giudici??? Decidiamo con il televoto


@229 DANIELEPELIZZARI "sembrerebbe che Di Pietro (...)sembrerebbe uscire piuttosto bene dalla storia. Se poi il figlio sia ..." certo sarebbe necessario un atto di fede: credere che padre e figlio non si parlassero e che la brusca interruzione delle comunicazioni con mautone sia frutto di una seduta spritica di prodi (in pura teoria l'indagine era segreta) che ne ha parlato al figlio e non al padre. io con di pietro non ho il dono della fede. ciao e scusa il ritardo.


@ 238 tony "Ma sì, diciamocelo, il problema vero sono le case di Di Pietro." Direi uno dei problemi. se b. traffica in case di pietro diventa onesto e trasparente se lo fa sin da fine anni '80? "sono convinto che di fatti poco chiari su di lui tra non molto ne usciranno a bizzeffe, soprattutto quando le percentuali elettorali saliranno ancora" A me avanzano quelli già emersi. se ci pensi anche b. traffica e ha ottime % elettorali. "visto che Di Pietro ha la stramba abitudine di PRESENTARSI ai processi e di farsi giudicare" oltre che di prendere a testate giornalisti non graditi (ricordi losa di rai1 e come assieme all'ex emico veltri gestiva le prime pagine del corsera ?) l'eroe ha anche il vizio, presentandosi i processi in cui fra l'altro è parte lesa, di imbastire pagliacciate mai viste per non rispondere alle domande, sapendo che c'è la tivvù e dire "mi avvalgo della facoltà di non rispondere" fa brutto. (video non facilissimo da trovare, l'ho postato tempo fa). Sul fatto che l'eroe resti fuori dalle inchieste non ho alcun dubbio (in questi gg. c'è chi dice che ne viene a sapere prima di altri e si fermi prima di finire nei guai). Il problema è la trasparenza e la moralità oltre alle sentenze, dice ogni tanto l'eroe. Altre volte, come per case mercedes e altri regalini, contano invece solo le sentenze.


# 323    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 24/12/2008 alle 10:6

@anomander rake 319 anomander sei uno spettacolo, dove vedi che ho fuorviato il senso del tuo commento? O meglio che senso dai al mio che partirebbe da una non comprensione di quello che dici tu. In sostanza tu dici che Di Pietro non e' certo persona onesta perche' dice "magistrati andate avanti", anzi, secondo te non poteva dire altro. Giusto? Il mio commento dice solamente, ed in un tono scherzoso che per chi "sa leggere i commenti" come te (al contrario, sembra, del sottoscritto)non doveva sfuggire, che in circostanze analoghe il premierino non ha fatto altrettanto, tutto li. L'episodio che tu citi, non ho dubbi che la versione giusta sia la tua anche se le "assoluzioni" di berlusconi sono sempre quantomeno "stirate", non fa altro che sottolineare il mio punto. A meno di miei vuoti di memoria non ricordo il premierino usare le frasi usate da Di Pietro, piuttosto mi sembra di ricordare la solita tiritera: congiura, attacco politico, toghe rosse, bolscevichi, apache, saraceni e ufo.


# 324    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 24/12/2008 alle 10:12

@Plisv 321 non c'e' problema. I rapporti tra Di Pietro padre e figlio non sono noti. Da parte mia posso dire che pur avendo amato e rispettato mio padre non gli ho mai detto molto di quello che facevo nel campo del lavoro o sentimentale, quindi non mi sorprenderebbe piu' di tanto. Chiaramente la mia supposizione vale quanto la tua, l'unica differenza e' che la supposizione di colpevolezza va provata (non da te, intendo, ma da chi eventualmente indaga) mentre quella d'innocenza no, almeno per ora. Se non ci si "scontra" prima di mezzogiorno, Buon Natale.




@324 DANIELEPELIZZARI Ciao Daniele, "I rapporti tra Di Pietro padre e figlio non sono noti" qualcosa si sa: senza dover ricordare gli aiutini dei primi anni '90, si può dire velocemente che: - sono nello stesso partito; -sono in società (an.to.CRI); - Corsera di oggi: "Giuseppe Astore (...)però, non appena osò dire, «posso accettare i divieti di Tonino, non certo quelli del figlio...», si sentì rispondere dal figlio medesimo: «Parli a titolo personale. Chi comanda, qui, è il mio papà». Un caro saluto e buon Natale.


@324 DANIELEPELIZZARI dimenticavo: " la supposizione di colpevolezza va provata ..." non mi riferivo a responsabilità penali, ma alla morale e alla trasparenza che tanto stanno a cuore a Tonino. Aggiungo che era tonino che aveva rapporti con Mautone, che credo non avrebbe assolutamente preso in considerazione le raccomandazioni di un anonimo consigliere provinciale come Cristiano. Un altro saluto.




Pelizzari Il fatto per me centrale è che "Tuanine" era a conoscenza dell'indagine SECRETATA che riguardava tra gli altri suo figlio.. Quindi ha avvisato il figlio che di punto in bianco si rifiuta di parlare con Mautone..che verrà trasferito(per evitare il trasferimento la moglie tenta il ricatto che ovviamente non riesce dico ovviamente perchè Mautone che ricatta DP è il classico bue che da del cornuto all'asino) Quindi oltre che essere a conoscenza(e visto che è così trasparente dovrebbe spiegare COME) di un'inchiesta secretata l'ha pure ostacolata Fonte? LA DIA.


@ DANIELEPELIZZARI rispondo alla tua domanda: 'cosa porta una persona normale a votare chi e' indagato di corruzione, condannato per bancarotta fraudolenta, e via dicendo?' il desiderio, la speranza e, infine, la certezza di poter fare altrettnto!


# 331    commento di   kratiasinedemos - utente certificato  lasciato il 24/12/2008 alle 21:44

Ripropongo il commento sull'art. precedente di: # 298 commento di Gianmario D - utente certificato lasciato il 22/12/2008 alle 1:28 La moderazione di un blog è sempre una faccenda delicata. Dove finisce la moderazione e dove comincia la censura? Per quanto mi riguarda i commenti di Andrea Taxi ed altri suoi simili vengono regolarmente censurati semplicemente usando la rotella del mouse (...) Il loro scopo è quello di deligittimare il blog e quanti vi scrivono. (...) La rotella del mouse è un vero toccasana. Condivido invece le perplessità circa la raccolta delle adesioni all'appello di Massimo Fini e Marco Travaglio. Anche io, avendo aderito, avrei piacere di sapere le finalità e le modalità di utilizzo di dette adesioni. Ogni tanto Travaglio compare con risposte ai bloggers, un pò come la Madonna di Lourdes. Speriamo si degni anche questa volta di darci una risposta.
kratiasinedemos.ilcannocchiale.it


Simone De Prosperi La tua risposta è convincente, grazie anche se lascia fuori alcune parti delle mie domande. ;) Solo su una cosa non sono d'accordo: >La sinistra ha sempre cercato di presentarsi, con una certa ipocrisia, come "pulita" e moralmente superiore. Ipocrisia in molti casi, ma nella maggior parte dei casi, soprattutto prima degli stravolgimenti dei partiti, non credo che fosse ipocrisia, sicuramente non per la maggior parte di elettori di sinistra. E all'etica molti credono ancora, è evidente vista la valanga di discussioni sull'argomento. Credo.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti