Commenti

commenti su voglioscendere

post: I mandarini della Casta

"Buongiorno a tutti. Questo è l'ultimo appuntamento con il Passaparola del 2008, quindi è un'occasione per farci gli auguri e per raccontarci un paio di cose che oggi riguardano i processi e le indagini che stanno investendo in varie parti d'Italia il Partito Democratico e la sua reazione. La reazione iniziale di Veltroni, va detto, era stata buona e civile, quella che ci si attende da un leader di una democrazia normale, e cioè massima fiducia nella magistratura, facciamo autocritica, poniamoci la questione morale, evitiamo i complottismi. Poi via via col passare dei giorni siamo arrivati alle ultime esternazioni, che sono iniziate quando è stato scarcerato dagli arresti domiciliari Luciano D'Alfonso, sindaco di Pescara. Allora la posizione del PD ha cominciato a declinare verso non ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


...e se dovessero arrivare migliaia di telegrammi avremmo di fatto inventato un nuovo tipo di referendum popolare :D La riuscita dipende cmq dal fatto che la "marea" deve essere tranquilla ed educata cosicchè nessun giornalaio di regime, nessun reggi-microfono telegiornalistico possa dire che siamo anti-politici o giustizialisti o Grillini arrabbiati.


ragazzi, a mio avviso l'iniziativa di travaglio è ottima, ma attenti a non insultare o ad offendere. Non diamo a lorsignori la possibilità di definirci "i soliti facinorosi". E se, dopo l'invio di e-mail pacifico, non si verificherà nulla di positivo, allora bisognerà davvero prendere altri provvedimenti.










Io ho personalmente inviato una mail a valentina aprea e allo stesso antonio leone. aspetto risposte, poi vi farò sapere


# 198    commento di   ho chi minh - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 11:50

x claudio 174 quella del "fumus persecutionis" non è scritta nella costituzione ma è una prassi costituzionale e in quanto tale generalmente accettata,ne parla il prof.Trevi docente di procedura penale nell'ultima puntata di Annozero.


Scusatemi se insisto ma mandare e-mail non serve a nulla, se anche spedissimo un milione di e-mail l'unico risultato sarebbe di intasare la banda della rete. Inoltre provate ad immaginare uno di quei politici che apre la mail: Scena - Portaborse - On. stanno arrivando delle email sul suo account, che faccio imposto il filtro anti-spam o setto il server pop in modalità ad accesso controllato? - On. - Ehm... ehm... uhm... ma vediamo, chi è il mittente? - Portaborse - Sono migliaia di mittenti diversi che chiedono a lei e a suoi colleghi di non votare leggi sulle intercettazioni, credo che stiano facendo un bel Denial of Service dimostrativo per attirare l'attenzione della politica. - On. - Denaial ov Servis? beh mah forse se rispondo a qualcuno di loro si calmeranno, no? - Portaborse - Purtroppo gli indirizzi sono in blind copy-cat oppure generati da un remailer per cui non si puo' sapere chi li ha spediti - On. - Blaind copichet, rimeiler ma come cavolo parli? - Portaborse - uhm... ho capito, non si preoccupi le filtro e le reindirizzo al cestino. - On. - ecco bravo, ah pero' prima ricordati di ritagliare i francobolli che faccio la collezione eh?


@EG 199 sei intelligente e raffinato bene , ti sbagli le mail sono utili è la nazione che mostra il suo sentimento direttamente al politico è come un abbraccio oppure uno schiaffo difitale della folla dei televotanti del pubblico dell'arena i sentimenti del pubblico del colosseo sono sempre importANTI la politica per la massa è passione cuore nn riflessione






Marco,faccio parte di quei tanti coglioni che ci sono in italia. ho 60 anni e mi trovo fuori dall´italia emigrato per poter avere quello che il loro paese non e riuscito a darmi ossia la mia dignita di persona e di padre.Ripeto sono un coglione. ieri a striscia hanno fatto vedere come questi parassitti di politicanti di merda in quante maniere ci inchiappettano rimborso spese per massaggi per loro e famiglia di euro 4800 annuali per deputati ed ex. Hanno la faccia come il culo bastardi e mai possibile che tra tanti coglioni non ci uno che li abbia veramente,per un´altra piazzale LORETO? casu antonino germania


@@EG 199 "sei intelligente e raffinato bene , ti sbagli le mail sono utili è la nazione che mostra il suo sentimento direttamente al politico è come un abbraccio oppure uno schiaffo difitale della folla dei televotanti del pubblico dell'arena i sentimenti del pubblico del colosseo sono sempre importANTI la politica per la massa è passione cuore nn riflessione" Perchè usi il mio nickname? Cmq credimi spedire email ad un politico italiano è come leggere un libro di fisica quantistica ad un uomo di neanderthal.










# 195 commento di Ermes Sono talmente poco avvezzi al senso di dignità che gettano fango su tutto e tutti indistintamente, sono marci dentro. L'unico modo che avevano per scrediatre Di Pietro era colpire in basso e l'hanno fatto. Al di là di ciò che è penalmente importante, hanno alzato il polverone che volevano alzare, hanno creato il dubbio nella mente di chi si informa poco, non conta la verità, non conta se è stato indagato o meno, conta solo quello che i mezzi di disonfarmazione hanno urlato, per far dire a tutti quelli che non aspettavano altro che Di Pietro è come tutti. Io non sono una fan di Di Pietro, ma mi fa schifo vedere l'indignazione altrui per chi non ha commesso reati e l'accettazione compiaciuta di chi si crede furbo perchè si fa governare da pregiudicati, indagati, collusi con la mafia...


Gasparri dice di avere sospetti sul comportamento del figlio di Di Pietro. Io invece ho la CERTEZZA che gasparri sia un falso, ipocrita, decelebrato, privo di neuroni alla pari dei suoi leccapiedi del nano di capezzone, cicchitto p2. Buon anno alle persone libere come te MARCO!!!


# 209 commento di simona Apprezzo molto il tuo commento, perchè anch'io non sono un fan sfegatato di Di Pietro, ma sentendo da che pulpiti arrivano le prediche la rabbia si è impossessata di me. Ieri ho avuto la sventura, passando davanti alla televisione (non accesa da me) di imbattermi nelle stesse parole di Gasparri ma pronunciate da CAPEZZONE :-(. La fanfara berlusconoide è incontenibile... Poco dopo ho svuotato un flacone intero di Maalox.


# 211 commento di tony Credo che Capezzone sia veramente il massimo dell'indecenza. Non so come faccia ogni mattina ad alzarsi e non sputarsi ripetutamente in faccia per quello che dice e per i toni che usa. Con il suo passato e la sua formazione, cambiare bandiera come ha fatto lui, alla sua età è indice del degrado morale che circola nella nostro mondo politico. Chi ci "nasce" con certe idee pseudo-liberali non può che inseguirle per tutta la vita, ma chi prima era mosso nei suoi discorsi e nei suoi atti da logiche diverse e poi le sposa in pieno come ha fatto lui con una giravolta che a confronto Carla Fracci si vergogna, è davvero pericoloso. Dai primi si sa cosa aspettarsi sempre, dai secondi il tradimento è dietro l'angolo, così come l'attaccamento ai valori che sbandierano risulta essere effimero, passeggero, ma, soprattutto, prezzolato. La parola vergogna è fin troppo gentile per questo misero e ridicolo (sono certa che anche a destra lo considerino così) voltagabbana.




# 214    commento di   prof74 - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 14:9

Siamo nel clou delle festività e tutti dobbiamo essere + buoni ma io sto ancora più incazzato. I tg in questi giorni fanno davvero c****e,provate a vederne 1 ( provate ) Ci sono migliaia di sbarchi a lampedusa e il ministro degli interni,ministro dico,se ne va ai tropici ( ci rimanesse ). Porci politici che si indignano sul caso Di Pietro Junior senza vergogna mi fanno davvero pena. Buon anno a tutti coloro credono alla legalità e alla democrazia,alla libera informazione e al successo professionale di giornalisti che mettono in pericolo la vita per informare. Spero vivamente di vedere presto molta gente marcire in galera.


Riporto un articolo uscito oggi su 'Il Mattino' a pagina 3 dal titolo: "Quando Tonino (Di Pietro, nda) voleva Mautone - le pressioni su Bassolino per il rimpasto in giunta". Conosco l'autore e so che è un collega serio e preparato, non scrive stupidaggini. "PAOLO MAINIERO - Successe dieci mesi fa. Bassolino era alle prese con il rimpasto e il suo telefono squillava a ripetizione. Dall’altra parte, Antonio Di Pietro. Il leader dell’Italia dei Valori chiedeva un posto in giunta, ma il governatore si oppose. E un giorno Bassolino raccontò ai suoi assessori dello scontro avuto con Di Pietro che insisteva per un assessorato, in particolare quello lasciato libero da Enzo De Luca, dimessosi per candidarsi al Senato. De Luca (Pd) aveva la delega ai Lavori pubblici e Di Pietro fece a Bassolino il nome di Mario Mautone, l’ex provveditore alle opere pubbliche di Campania e Molise che ad agosto 2007 l’allora ministro aveva trasferito al ministero delle Infrastrutture quale responsabile della direzione centrale dell’edilizia abitativa. Il no di Bassolino alla richiesta di Di Pietro fu fermo e fu dettato da un principio stabilito con i partiti della coalizione alla vigilia delle regionali del 2005: avrebbero avuto un assessorato solo i partiti che avessero eletto almeno due consiglieri. L’Idv ne elesse uno solo e restò fuori. Bassolino si mantenne fedele alla sua linea anche quando l’Italia dei Valori passò da uno a quattro consiglieri grazie al passaggio nel suo gruppo di un ex Udeur, un ex socialista del Nuovo Psi, un ex repubblicano. Fatto sta che da quello scontro sull’assessorato il rapporto tra Bassolino e Di Pietro si è definitivamente rotto. Il leader dell’Italia dei Valori da allora insiste per le dimissioni del governatore e il 13 marzo scorso, di fronte al nuovo attacco di Di Pietro, Bassolino intervennne personalmente per rispondere alle accuse. «Capisco - disse - la insistente aspirazione dell’Idv, da tre anni fino ad oggi, di entrare in giunta. Ma non si può fare


. L’Italia dei Valori ha eletto un solo consigliere e la situazione non può ritenersi cambiata per l’ingresso nel gruppo di altri consiglieri provenienti da altri partiti". La ricostruzione del Mattino fa a pugni con quella, recente, di Di Pietro e sposata da Travaglio a proposito dei rapporti con Mautone: l'ex pm, grazie a 'naso e orecchie funzionanti', avrebbe spostato il provveditore dal suo ufficio a Napoli sulla base delle voci che accompagnavano il suo operato. Bene. Ma se era 'chiacchierato' e per questo rimosso dall'incarico, perché poi nel febbraio 2008 Di Pietro avrebbe provato a promuovere Mautone assessore di Bassolino? Qualcosa non quadra e qualcuno dice bugie. Forse il Governatore della Campania vuole togliersi qualche sassolino (o 'dipietrino...) dalla scarpa?


La casta sta facendo scudo. La pdl(partito dei ladri) con la propaganda piduista affidata ai mezzi televisivi corroti e ai giornali faziosi cerca di rovesciare la realtà. Si cerca di paragonare il caso del figlio di Di Pietro con altri casi ben più grossi e di rilevanza penale. Perchè non si parla ad esempio del senatore bocchino!?!. Perchè non si parla delle assurde tangenti dell'inchiesta why not?!? La propaganda piduista attraverso un piano molto attento e preciso ogni giorno nei tg manipola la realtà piano piano fino a far diventare la propaganda quasi credibile ai meno attenti, più ignoranti, i più creduloni. Io per fortuna non ci casco, ma la maggior parte si. Il governo Prodi è stato attaccato in maniera ossessiva tutti i giorni sugli immigrati( sembrava che l'Italia stesse per essere conquistata dai barbari), ora che c'è silvio gli immigrati ci sono sempre, stanno aumentando gli sbarchi a Lampedusa. Ma questo governo con il controllo dell'informazione "risolve" i problemi a livello mediatico. W TRAVAGLIO


Susate l'OT. ma se si presenta l'occasione di versare un po' di sano concime sulla testa di Facci non posso resistere (provateci anche voi: è salutare e allieta le giornate noiose) Il giudice Cesare De Sapia,il 12 luglio 2006,ha condannato Filippo Facci-Maurizio Belpietro e la Società Europea di Edizioni Spa,cioè >,con le seguenti motivazioni: "Le espressioni utilizzate nell'articolo per cui è causa configurano senza dubbio una lesione della professionalità di Biagi,che viene rappresentato come un giornalista non indipendente,ma condizionato dal potere,nonchè privo di professionalità...Costituisce causa di giustificazione soltanto la critica che rispetti la verità dei fatti e non anche quella che si sviluppa attraverso l'arbitrario inserimento di circostanze non vere,dato che,in questo caso,la critica diviene un mero pretesto per offendere l'altrui reputazione.Occorre rilevare che l'articolo in esame integra il reato di diffamazione,non potendosi configurare un legittimo esercizio del diritto di critica,in quanto basato su fatti non veri.Ne consegue,che nell'articolo in questione non viene riportata una lecita critica a carico del collega giornalista Biagi,che sarebbe stata come tale legittima,ma si formulano delle (inesistenti e quindi false) accuse nei confronti del predetto, rappresentare dall'asservimento ad ogni regime in atto e dall'utilizzo di metodi scorretti nella professione" Facci: 'a peracottaroo!!


Auguri a tutti i travaglini che si informano costantemente!!!! Buona informazione!!




Su Zorro di oggi Travaglio scrive: "...è giunta la notizia delle dimissoni di Di Pietro junior dall'IdV per un paio di semplici raccomandazioni: un gesto di grande dignità, che infatti in Italia non fa mai nessuno, nemmeno se lo arrestano." Vero, come dargli torto, ma doveve sottolineare anche che Cristiano non rinuncia nè alla poltrona di consigliere provinciale nè a quella di consigliere comunale e magari invitarlo a lasciarle! Qui si vuol fare finta di non capire il problema; è inutile che si continui a ripetere che raccomandare un amico non è reato, lo so anch'io, è inutile che si venga a dire che "gli altri" (PDL, PD, UDC,ECC.) fanno di peggio,lo so anch'io, ma un politico il quale fa parte di un partito che si prefigge di essere diverso e alternativo alla politica corrotta, mafiosa e clientelare, e dunque portatore di valori come legalità e QUESTIONE MORALE NON DEVE CADERE IN QUESTE "LEGGEREZZE" di malcostume, soprattutto se di cognome fa DI PIETRO!!!!!!!!


dirò una cosa banale ma la dico lo stesso: Il problema non è se intercettare o meno, bisogna intercettare e sopratutto per reati di corruzione etc. il problema è non permettere la fuga di notizie e atti di indagine (intercettazioni) durante l'indagine stessa. io sono convinto che alcuni funzionari di giustizia se le vendono le intercettazioni ai giornalisti intralciando il buon proseguimento dell'indagine. perchè non trovano una soluzione a questo invece di voler impedire le intercettazioni? e chiedo a Travaglio che è del settore, mi sbaglio a pensare che molte intercettazioni vengono fuori dai tribunali anzitempo e che qualcuno le passa o se le vende ai giornalisti molte volte danneggiando le indagini e persone che alla fine risultano innicenti??




gionatan Non ti rendi cotono che vuol dire stare senza partito ? Penso di no, mi sa che è tempo perso spiegartelo..... Il partito cmq pur volendo non poteva farlo dimettere, quindi la punizione di qualsiasi commissione sarebbe stata una sospensione o l' espulsione.....ovviamente era assurda l' espulsione come punizione.... lui Cristiano ha optato autonomamente, senza attendere la commissione ad una punizione estremamente sproporzionata (auto espulsione)..... da questo momento la sua condotta non dipende più da IDV.... Non ti rendi conto che dignità e che palle ci vogliono per fare tale gesto..... Visto che vuoi fare sterili polemiche credo che sia inutile andare avanti .....


Eccoci qui, anche il 2008 volge alla conclusione e tante, tantissime cose sono accadute: illogiche, negative, alcune addirittura inumane. Mi assento per un po’ di tempo dal blog così prima vorrei fare i miei cordiali auguri di un felice nuovo e spero diverso 2009 a Marco, Pino, Peter e a tutte le persone che qui ho incontrato e che nel loro esprimersi senza nemmeno conoscerle, da come scrivono è palese che hanno veramente a cuore le sorti del nostro paese come espressione di un valore etico morale ai quali dico che siete certamente condivisibili e delle vere e belle persone per me. A tutti gli altri, e ce ne sono, che comunque qui vengono ad esprimersi, prevenuti? Indisposti? Ciechi o in malafede? Bè a voi che non posso assolutamente condividere perché distanti a mio parere persino da un minimo equilibrio espressivo per quello che ritengo debba essere una chiara e semplice risultante delle osservazioni dei fatti che fingete di non vedere, fatti gravissimi che sprofondano ogni giorno di più il nostro paese in un valore della scala etica, economica e sociale sempre più bassa, lontana dalla gente, persino dalla necessità pratica di risolvere i problemi più stupidi e dai bisogni e dal rispondere alle necessità dei più deboli nonché sempre più degradata, che non creano speranze ed uccidono il futuro di tutti noi, ebbene a voi dico che la casta, venduta o incapace la capisco molto di più di voi perché loro hanno uno scopo e mille interessi, a voi invece vi biasimo ma dovete anche sapere che mi fate anche invidia. Si vi invidio veramente per quanto dite poichè sembrate essere comunque allegrotti, scanzonati colpite sempre chi critica per difendere il diritto di tutti noi facendo intendere che comunque ce l'avete anche un pò con quell'altro. Così comportandovi dimostrate di essere ciechi oppure comunque ed è per questo che vi invidio, se non siete dei ciechi come sono certo, siete dei beati. Si, beati di non capire proprio un ....o! Notte, notteee


plisv Prendo un paio di piccioni con una fava, quando parlavo di menzogne, mi riferivo ad esempio al tuo atteggiamento di forzare la realtà controvertendola (Un po' come fa Gasparri, che a seconda se il figlio si dimette o meno, direbbe non si è dimesso allora la questione morale vale solo a parole e contro l' opposizione, si dimette allora le dimissioni sono la prova inconfutabile che è colpevole [di cosa non si sa, visto che la magistratura non lo sta indagando]). Allo stesso modo tu ignori che la sentenza ha detto che IDV non ha commesso nessun reato penale, nella gestione del bilancio (e questo è un fatto) che implica di fatto che non ci sia stato nessuna forma di reale sfruttamento improprio del denaro del partito.... Il discorso della gestione non chiara, non significa che viene gestito in modo non trasparente o illegittimo (e quindi reato penale), ma si riferisce al fatto che non si rispettano delle consuetudini tipiche della gestione dei bilanci dei partiti.... senza entrare nel dettaglio queste sono scelte dirigenziali, per qualcuno sono positive, perché fiduciosi della superiorità morale Di Pietro e conviti che in questo modo la macchina del partito sian più efficace ed efficiente, oltre ad eviriate comportamenti illeciti ... per altri no e quini ritengono più opportuno una gestione più tipica... .... però fino a reale prova contraria, che può dare solo la magistratura dopo seria indagine, IDV non infrange la legge nella gestione del denaro (fatto giudiziario accurato). Questo non vuol dire che non sono favorevole alla correzione o miglioramento della gestione del denaro, ma questo non deve partire da sterili accuse.... ma da discorsi seri e non polemici...


Luca: "Visto che vuoi fare sterili polemiche credo che sia inutile andare avanti"...Forse sono sterili le risposte di chi si ostina a parlare con la mortadella davanti agli occhi, per far finta di non vedere!!!!! Il problema, e lo ripeto,è che un politico il quale fa parte di un partito che si prefigge di essere diverso e alternativo alla politica corrotta, mafiosa e clientelare, e dunque portatore di valori come legalità e QUESTIONE MORALE NON DEVE CADERE IN QUESTE "LEGGEREZZE" di malcostume, soprattutto se di cognome fa DI PIETRO!!!!!!!! Poi se vogliamo dirla tutta, lui si è dimesso dall' IdV con questa motivazione: "La mia unica colpa è quella di essere “figlio di mio padre”: per colpire lui stanno colpendo me, mia moglie ed i miei tre figli, dimenticando che anche noi abbiamo la nostra dignità ed abbiamo il diritto di esistere." Non si è dimesso perchè ha avuto il malcostume di raccomandare dei suoi amaci...QUESTO E' IL PROBLEMA!!!


# 228    commento di   e se covano i lupi - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 15:56

Candidamente ti mando anche io i miei auguri piu cari,te li mando così, sò che apprezzerai, come anche Roland,Luca,Simona e altri ancora..poi mi rifaccio ancora viva ,ma se tu nn ci sei per un po',ti faccio dire questa dalla signora Clodia che li ricevette tempo fà da chi leggerai: 105 "il signor Minchia vuole scalare il monte delle Muse; e quelle, a colpi di forcone ,lo ricacciano a valle. 114 "Il signor Minchia è ricco,dicono,grazie al podere di Fermo:tutta roba di prima scelta, uccelli di ogni sorta,pesci,prati,terreni,animali Ma è tutto inutile,le uscite superano invariabilmente le entrate. Perciò chiamiamolo pure ricco,anche se gli manca tutto; e facciamo pure l'elogio della proprietà ,a patto che il proprietario muoia di fame. 115 "Il signor Minchia possiede pressapoco trenta iugeri di prato,e quaranta di arativo;il resto è acqua. Uno che nel suo podere ha tutto questo ben di Dio -prati e campi e boschi a perdita d'occhio e balze e paludi fino all'estremo Nord,fino al limite dell'Oceano- potrebbe facilmente superare le ricchezze di Creso. Fa tutte le cose in grande,ma il piùgrande di tutti è proprio lui non un uomo,ma una monumentale minchia minacciosa. -------------------------------------------------------- Catullo in un certo qual senso viveva anche lui in tempi brutti come i nostri,la prevaricazione diffusa era sottomissione oltre che politica,di costume e anche sessuale,corrotti svariati comportamenti,che non dovevano essere intercettati da chi in sè,come Catullo e altri del suo circolo poetico, non aveva corrotto lo spirito delle cose e delle leggi. ----------------------------------- "in tempi di mortificazione dello spirito,quando per fiaccare le voci ribelli si assevera dai dominatori l'unanimità del consenso interno,giova rileggere i grandi libri sulla libertà" in pieno ventennio fascista,Luigi Einaudi


# 229    commento di   * lolle * - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 16:0

#227 gionatan Intanto lui si è dimesso! Chi altro lo avrebbe fatto?? Nessuno!


con il nostro collettivo studentesco stiamo organizzando dei videoforum dei passaparola di marco e delle letture pubbliche di "Bavaglio" e di "Se li conosci li eviti". Ci è sembrato una buona iniziativa per diffondere la verità(quella vera) e x far aumentare l'indignazione nella gente. Nel frattempo invito chiunque non l'abbia già fatto a scrivere delle e-mail ai nostri parlamentari; è anche questa una forma di protesta e di opposizione, visto che altro tipo di opposizione non esiste


#229 ma non dalla poltrona, o meglio dalle 2 poltrone...che nesun'altro lo avrebbe fatto lo so anche io grazie..


# 227 commento di gionatan - lasciato il 30/12/2008 alle 15:55 Il fatto di stare in IDV e non nel PDL ha portato alle sue dimissioni dall' IDV, quindi non è più nel partito... Per quanto riguardo, la lettera avrei fatto lo stesso, ma ti rendi conto che è stato linciato vivo, lo stesso trattamento i giornali e le tv non lo hanno riservato neanche ai politici collusi con la mafia, dopo il terzo grado di giudizio.... Ti rendi conto che si tratta di una persona, lo hanno fatto carne di macello solo perché è figlio di e perchè sponsorizzava certi valori... Ripeto è una persona, che si è vita fare a pezzi, che non ha potuto attendere un giusto processo , che si e non lo avrebbe sospeso per qualche tempo, solo perchè figlio Di Pietro.... Ha avuto il coraggio e le palle di dimettersi in nome degli ideali del partito.... Un minimo di empatia..... e giudichiamo capendo....


e se covano i lupi - lasciato il 30/12/2008 alle 15:56 Grazie mille, ancora infiniti auguri e........... Tutto si può piegare...... non lo spirito di un uomo libero. Ciao


# 234    commento di   e se covano i lupi - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 16:16

senti Gionatan, scusa se te la dico terra terra, ma con tutti i problemi enormi che c'abbiamo tutti quanti noi, ma che ce ne frega a noi del figlio di Pietro ??? ma ci rendiamo conto???? ma di quanto ci sposta , accogliere anche ogni tuo legittimo dissenso, all'intera problematica di abusi di democrazia , di falso stato democratico e di un fottio di miliardi rubati da figli e nipoti di ben altro impatto sulla cosa pubblica e di ben altri nomi? cacchio Gionatan, vai da Di Pietro senior e junior e veditela con loro! se poi tu sei stato tanto ingenuo da pensare che IDV non risentisse anche in minimalissimissima parte dell'avviluppamento partitico tutto all'italiana, preditela con te stesso e scegli per le prossime tue esperienze politiche il duro e puro di turno,don chisciotte senza difetti , senza macchia , senza figli nipoti mogli e amici.. se lo trovi dammi un fischio


# 235    commento di   * lolle * - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 16:16

#223 Ermes Ho trovato questo articolo: articolo originale: http://www.haaretz.com/hasen/spages/1050426.html articolo tradotto: http://www.tlaxcala.es/pp.asp?reference=6693&lg=it


Luca: Sono daccordo, ma convieni o no con me che Cristiano NON DOVEVA raccomandare nessuno?!!!!!! Convieni o no con me, che al contrario di suo padre non ha detto:" Si ho sbagliato a fare delle raccomandazioni" neanche nella lettera di dimissioni?!!! Convieni o no con me che comportandosi così è stato incoerente con quello che sono gli ideali del partito e di tutti i suoi elettori come me? SONO DELUSO E AMAREGGIATO!!


Mi ha fatto notare un caro amico giornalista, con cui stavo massaggiando (messenger) che Cristiano, ha anche spiegato, che non si è dismesso dalle cariche istituzionali, perchè tra pochissimo glia scade il mandato e che era ridicolo dimettersi a fine mandato..... (Gasparri avrebbe detto, troppo facile dimettersi a fine mandato, lo sanno fare tutti). Ovviamente lui (Cristiano) ha anche fatto notare che era rispettoso per gli elettori (diretti) che lo averono votato ...


#234 e se covano i lupi OK, però mi rendo conto anche che in altri paesi occidentali, un politico ha la carriera stroncata solo per episodi di malcostume come questo, figuriamoci di chi ruba miliardi.. "se poi tu sei stato tanto ingenuo da pensare che IDV non risentisse anche in minimalissimissima parte dell'avviluppamento partitico tutto all'italiana, preditela con te stesso e scegli per le prossime tue esperienze politiche il duro e puro di turno,don chisciotte senza difetti , senza macchia , senza figli nipoti mogli e amici.. " non sono così ingenuo, però almeno dal leader mi aspettavo più coerenza...il figlio non doveva portarselo nel partito, se non per meritocrazia, e non appunto perchè suo figlio se lo trovi dammi un fischio


@luca 236 anche io sono amareggiato x il comportamento di cristiano di pietro, però voglio farti notare 2 cose: 1) o perché è stato costratte dal padre, dai valori in cui IDV vole fondare le proprie basi, o solo perché si è pentito (???) lui si è dimesso a differenza di altri che avrebbero gridato al giustizialismo dei magistrati, avrebbero invocato il silenzio stampa, avrebbero attaccato la fuga di notizie e quant'altro 2) la raccomandazione non è penalmente perseguibile, ma lo è sicuramente da un punto di vista etico. Quindi ha fatto bene a dimettersi. Inoltre io, fossi Di Pietro, stilerei una sorta di decalogo del partito in cui fisserei preventivamente le colpe per chi fa detreminate cose.


gionatan Convieni con me o no, che Crisitano è un uomo e non essere eccezionale e che quando ti girano i c.o.g.l..i.o.n.i e ci vedi rosso... metterti a riconoscere i propri errori con le parole non è facile....(lui ha fatto i fatti) Convieni con me o no che quando realmente ti rendi conto di aver sbagliato (e si è reso conto oppure non si dimetteva per qualcosa di non penalmente rilevante) metterti a scrivere una lettera è pensante.... visto che è umiliante scrivere qualcosa di su ci realmente ti rendi conto la gravità...


luca: la domanda che ti devi fare è: si è dimesso perchè si è reso conto di aver sbagliato? o si è dimesso perchè "pizzicato" nelle intercettazioni? Anche se non potrebbe condannarne la pubblicazione perchè sarebbe incoerente con quello finora sostenuto dal suo partito...




gionatan Ora faccio la parte dell' ingenuo, ma non credo che Cristiano si entrato in politica perché il padre lo voleva solo sistemare Ma credo che lo abbia fatto per altri motivi...., persone che hanno conosciuto Di Pietro, mi hanno descritto una persona sempre preoccupata delle persone che lo circondano e che è iper protettivo verso la sua creatura IDV... Credo , ma è una mia opinione personalissima, che Di Pietro vedeva in Cristiano la possibilità di avere una persona su cui affidarsi.... sui cui appoggiasi.... per fare da occhi ed orecchi .... (Amore paterno ) Forse sono ingenuo....


# 236 commento di gionatan Convengo con te gionatan che il comportamento non è stato limpido, ma permettimi di non convenire con te per la delusione che provi. Voglio dire che in primo luogo non ha fatto niente di penalmente rilevante, cioè non ha commesso reato. Ci rendiamo o no conto che stiamo parlando dell'aria? Ci rendiamo o no conto che ha segnalato persone, ma che in casa non avevano stallieri mafiosi o non ha pagato tangenti o corrotto avvocati sparsi per il mondo? Ci rendiamo o no conto che non ha fatto leggi ad personam per non andare in galera? Ci rendiamo o no conto che non vuole cambiare la Costituzione sovvertendo la democrazia? Ci rendiamo o no conto che non è il Presidente del Consiglio? Ci rendiamo o no conto che non ha conti bancari con prestanome e società off-shore con le quali inquina e manipola il mercato? Ci rendiamo o no conto che non possiede 3 televisioni e non ne controlla altre 2? Ci rendiamo o no conto che non ha procedimenti legali in conrso in altri Paesi? Ecco, se facendo le dovute proporzioni tu fossi "deluso" ed "amareggiato" anche per tutto il resto, credo che il fegato ti si sarebbe consumato già da un bel pò di anni.


gionatan - lasciato il 30/12/2008 alle 16:37 Sono convito che si sia reso conto di aver sbagliato... e che era anche pronto ad una punizione proporzionata... ma si è dimesso perché voleva proteggere il padre e il partito.... Se i giornali non rendevano il tutto un caso mediatico, si sarebbe dimesso dalle istituzioni e si sarebbe fatto in silenzio una bella sospensione, anche più severa del necessario, per evitare che membri del partito potessero strumentalizzare il tutto......


la vicenda di dipietro figlio mi ha fatto tornare in mente una frase del cirano di rostand. tolti gli apostrofi rosa, la frase la dice de guiche, l'avversario di cirano, un po' il simbolo del potere:"Vedete, quando si è avuto troppo successo nella vita, come me, sia pure senza avere fatto nulla di veramente cattivo, si finisce per sentire mille piccole nausee di sé, che nell'insieme non danno un rimorso ma un indefinibile oscuro fastidio. Così i mantelli ducali, strisciando lungo i gradini che portano al potere, trascinano nelle pieghe del loro bordo impellicciato cumuli di illusioni inaridite e rimpianti, come le foglie morte che la vostra veste di vedova smuove in questo chiostro." mi sembra che questo caso metta davvero in luce la "questione morale". la politica è l'arte del compromesso, è la gestione del potere, è l'uso delle risorse. si può dire male di un politico perchè ha usato il potere che noi cittadini gli abbiamo demandato tramite il voto? no, noi cittadini possiamo recriminare solo per l'uso improprio del potere, a fini personali o illegali. se nel suo mandato il politico ha dovuto incontrare altri esponenti del potere(e di tipi di potere ce ne sono molti leciti e illeciti), avere rapporti con loro perchè sono gli unici altri detentori di titoli che li rendono referenti, noi abbiamo diritto di replica solo nel caso che questi contatti siano una effetiva collusione del politico per suoi vantaggi personali o per una associazione a delinquere. poi spetterà a me cittadino se demandare di nuovo il potere alla stessa persona per il fatto di aver avuto rapporti con l'uno piuttosto che con l'altro anche a me piacerebbe avere per guida un cirano, un sognatore,un combattente e poeta, un uomo in grado di affrontare il potere infischiandosene del potere stesso. ma non credo che esitano uomini del genere.


luca #243 spero tu abbia ragione con la tua ingenuità, ma ho paura che non sia così...ti ripeto, spero che tu abbia ragione... Di Pietro sarà anche protettivo nei confronti dell' IdV e avrà anche visto in Cristiano una persona di cui fidarsi e appoggiarsi...e allora perchè ha fatto di tutto in passato coi suoi comportamenti nel perdere per strada persone fidate e oneste come Elio Veltri o Federico Orlando?


# 248    commento di   e se covano i lupi - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 16:49

ti sei fatto male da solo caro Gionatan..se volevi ci sono dei fior di nomi singoli e don chisciotte della madonna in liste di sinistra democratica,critica ecc,vedi Fava e tanti altri nomi..perche non li hai votati a questi qua???ora che farai?non voti più cosi Silvio è tutto contento e Gasparri gode doppio?? ma ti sembra che nel 2008 uno sia cosi pazzo ingenuo ecc ecc da non poter immaginare che i partiti, qualunque essi siano,in italia poiiiiiiiiiii!!!!!,e invece che incazzarti con lo scempio dei figli di craxi a diritto di successione del re,tu stai a cincischiare se di pietro junior è cucciolo di papà che lo legittima?se ha fatto bene o male a fidarsi dei propri stretti intimi anche di sangue?se quelli di sangue sono stati pizzicati xcio' ritirati?ma queste sono zone opache ma di poco poco pochissimo del tutto tollerabile rispetto alle acque torbide e di fogna dei grandi disonesti all'italiana,viste come stanno le cose riportate dalle intercettazione di di pietro junior, ma ti rendi conto che presti il fianco ai vari Gasparri? ma dai Gionatan! ma perche ti devo dire ma dove vivi? anche anche se mi dicessi che ti hanno fatto una bufala del referendum sul lodo Alfano..anche anche se mi dicessi che ti dicono di difendere la costituzione ,e poi se la spartiscono come tutti gli altri..anche anche se mi dicessi che Di Pietro non ha allontanato dal partito i suoi eletti corrotti come tutti gli altri..i partiti sono morti Gionatan! dovevi scegliere IDV solo perchè aveva colto e coglie quale la radice del male di questo ventennio facista polulista, sopportando tu i difetti specifici e alla base di qualsiasi formaz partitica italiana..come dice ritanna armeni tramite simone weil,"i partiti non sono strumenti democratici, sono per il totalitarismo e occorre studiare altri strumenti per far sopravvivere la democrazia e perseguire il bene comune"


Ciao candida-mente, auguri: ti leggo sempre volentieri Rosso di mattina la pioggia si avvicina:-( Ot: provate a pensare di lavorare spesso con una raccomandazione sul gobbone al contrario e pensate che bello che e'... Ps: condivido in pieno il pensiero di marco 222


#248 e se covano i lupi ti risponderò pù tardi ora devo andare...ma ti risponderò...


# 251    commento di   Wil - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 17:0

Caro Travaglio, oggi sull'Unità parli del MastoMetallurgico. Insomma, di prole. Poteva Filippo Facci essere da meno? Con un toccantissimo articolo ha ripercorso la vita del giovane DiPietro, tra scene strappalacrime ad incitamenti del tipo "Vai papà, fagli il culo a tutti!". Pardon, a te il giudizio. Wil Nonleggerlo
http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna¤tArticle=K


gionatan - lasciato il 30/12/2008 alle 16:47 Per sapere la verità... dovresti Chiederlo a Di Pietro in persona, dopo averlo stopposo a una dosa di Tiopentale sodico (Pentothal ) .................................. Non potendo fare questo, e non avendo reali elementi per pensare a male, peno a bene...


___ Digito per me.Voi non contate un caxxo___+ + Cos’è l’AntiPolitica? Un’altra occasione sprecata. Il pensiero va al ’68. Sembra proprio che l’italiano abbia una passione irrefrenabile nel farsi male da solo: fiammate “rivoluzionarie”, salottiere, che alla fine lasciano solo un cumulo di macerie: distruggere senza costruire. Sembra questa la passione italica. Il portato della Rivoluzione Francese è solo una favola che si racconta ai ragazzini delle medie, ma anche ai più maturi universitari: i Principi, quei Principi appartengono all’ Apparire. La Tangente, la Prevaricazione, la Vessazione di quattro stronzi appartiene all’Essere: è la Mignotteria, ma ora il termine non basta: troppa rabbia si è accumulata nel tempo, per tentare di sorriderne: è il Nuovo Puttanesimo. Come uscire dal Puttanesimo? Dal Puttanesimo non si esce. Dieci anni di scassamIento di tastiera sono lì a provarlo.Nessuno dei Vip ha voluto incrociare la tastiera con lo scrivente. Più facile è stato tentare di spegnere una Voce, che ha sempre saputo quello che digita in una vasta gamma di toni: dall’invettiva allo sberleffo dissacrante. Dal grido all’esortazione. Dalle Alpi alle Piramidi… non c’entra ma ce lo mettiamo lo stesso. Teorema Astensione di massa (Restitituzioni dei Certificati elettorali): Ricatto per estorcere  *Undici* Rivendicazioni. Che accidente significa dire peste e corna di tutti e poi non tanto sotto, sotto fare campagna elettorale per una parte spolitica? Dove sarebbe la coerenza? Male che fosse andata, una netta divisione di campo: da una parte Loro, dall’altra noi. Noi chi? I Bboni L’Astensione in questo Paese c’è sempre stata: “Fisiologica” la chiameranno sino a che non ci sarà un testimonial, che dia volto e riferimento. E’ malessere quello, solo malessere. Che accidente c’entra il Non Voto (del passato) degli Americani: altro pianeta quello è. Che diritto (voto) vuoi esercitare, se “il MenoPeggio” ha la rogna? Ammesso e non concesso, sarebbe isol
http://mignotteria.splinder.com


Non ci capiu _____________+ + Che diritto (voto) vuoi esercitare, se “il MenoPeggio” ha la rogna? Ammesso e non concesso, sarebbe isolato e ridotto all’impotenza."Inciucio” & “W Zapatero”: è esattamente quello il Sistema. Che poi i loro rispettivi autori nella prassi abbiano seguito vie diverse, sono caxxi loro ma la condizione del Paese è quella. Il popolo va a votare ancora per disperazione: quando sulla scena trova “Il Primavero del Craxo”, ci si butta. Non chiederebbe di meglio che consegnare il proprio Certificato elettorale ad un “Divo”, estraneo alla politica. Anche chi scrive nel 2003 riuscì a mettere insieme 2.150 firme: tutte con gli indirizzi di casa, che per un catanese è proprio il massimo. Nel 2006 il quadro era già chiarissimo e documentato: se ne doveva solo prendere atto e derivarne l’unica conclusione possibile: un V-day [ con raccolta di certificati elettorali]  ad ogni plateale manifestazione del Sistema:ora sarebbero stati in ginocchio, come per Tangentopoli, peggio di Tangentopoli: o così o Pomì. C’è disperazione, c’è malessere, ci sono attese in questo Paese, che nessuno ha voluto cogliere.
http://mignotteria.splinder.com


# 255    commento di   e se covano i lupi - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 17:18

ok grazie in anticipo Gionatan250..spiego però il mio "dove vivi" in modo da agganciarlo a quanto scritto da marco primavera che è sempre un piacere leggere; in precedenza avevo scritto questa cosa in sintesi:è inutile pensare di affrontare la questione morale dei politici o della politica , se non si cambiano gli scenari di riferimento che sono i modelli in cui è tessuta e costruita la società civile che occorre spostare da verticale a orrizzontale;anche a me piacerebbe un sognatore come a Primavera,anzi no, un insieme di sognatori che guidano altri sognatori..non ne posso più di un solo leader( solo in arte esiste il talento irripetibile e intrasmettibile, nel resto delle scienze umane è solo il lavoro di equipe che premia ogni parte/partecipanti)ma per "essere" e rimanere tali nel"fare" devono potersi "muovere" in ambienti decontaminati,cio' è FONDAMENTALE,cioè ricostruiti,estirpando sette,logge,centri, centrini e pizzi di potere variamente ricamati e ripiegati nel tessuto sociale italiano da sud a nord; occorre decontaminare, altrimenti la questione morale è una bufala anch'essa!via per sempre i sistemi degli amici degli amici,accresciutisi nel corso del tempo se non si decontamina,i codici morali che potranno darsi tutti i vari partiti cosi come aupsicavano persone che ci sono anche morte come Falcone e Borsellino,saranno continuamente sotto scacco; i sognatori ci sono già ma non possono muoversi se non si provvede a rigenerare ogni piaga in piega o piega in piaga..e non si può quindi pretendere che in questo contesto "globalizzato italiano" anche il partito dei famosi onesti non ne possa aver risentito,credo personalmente con conseguenze irrilevanti in confronto a quelle subite nei danni pubblici e morali patiti dai cittadini x i due partiti pd con e senza elle.


E' incredibile come ci siano persone che riescano a scrivere centinaia e centinaia di parole con grammatica e sintassi corrette, propinandoci il nulla assoluto. E' una coazione irrefrenabile nel descrivere un vuoto concettuale di proporzioni cosmiche. Boh... Non mi ci abituerò mai. Auguri a tutti.


...mi dimenticavo... io tanto non conto un caxxo ;-)


@lupi una piccolissima precisazione. io proprio non lo voglio un eroe :-) quando dicevo "mi piacerebbe" ero ironico, ma il mezzo non si presta bene a fare ironia... non li voglio gli eroi, sono sempre giovani e belli, oppure morti, oppure presi dalla prossima battaglia senza finire questa. gli eroi sono inutili e proprio per questo spero che persone come travaglio o grillo non inizino a fare politica direttamente. io voglio uomini e donne, persone che finalmente si decidano a scrollarsi di dosso almeno una parte delle tante schifezze che ci sono in questo paese. un barlume di dignità "per offrire alla morte una goccia di splendore, di umanità, di verità" Nessuno si libera da solo. Nessuno libera un altro. Ci si libera tutti insieme. (Paulo Freire)


# 259    commento di   e se covano i lupi - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 17:48

tranquillo Marco..avevo inteso che non vuoi proiettare qualcosa di salvifico in nessun eroe o leader anche fosse il migliore rispetto ad altri leader.. ho usato "sognatori" proprio per precisare, ma hai fatto bene a riprecisare ancora cosa intedevi e intendevamo ..è nel concetto di orizzonte /orizzontalità..si è come Freire, sono gli anelli concatenati liberi di una collana di perle per ora sparse gettate qui e là, ma che fanno parte di un insieme che deve decontaminare senza pensare di delegare ad uno solo anche fosse il migliore cacciatore di anelli del bene comune ps grazie sempre di leggerti e per ora auguri di un anno 2009 nuovo, veramente nuovo


@lupi lo stesso augurio a te e a tutti i lettori di buona volontà


ma Maurizio Gasparri ha una mamma, dei figli, una moglie, fratelli e sorelle? ma tutte queste persone a lui così vicine e che gli vogliono certamente bene, non si vergognano almeno un pochino di averlo come figlio, come padre, come marito, come fratello? e quando egli ritorna a casa, la sera, galvanizzato dalle tante falsità e meschinità pronunciate durante il giorno, come possono guardarlo negli occhi e ancora continuare a volergli bene e continuare a considerarlo una persona speciale? e sempre così, giorno dopo giorno, meschinità dopo meschinità, falsità dopo falsità.......scusate ma per me rimane un mistero!


zegna più che una persona special, è tantissimo se lo considerano un uomo di ..... (sono troppo signore per dirlo) Cmq ti svelo il mistero, insieme all' uomo di.... a casa ci tornano i guadagni del marito, gaudagni del papà, i guadagni del figlio, ecc.... Ovvero i soldi aiutano a sopportare l' uomo di...




Grande Marco! Questi ignobili rappresentanti del popolo italiano si smerdano con le loro stesse parole, ma tu sei uno dei pochi a darne notizia


Okkio ai conosciuto-conoscenze-ecc, specie se lanciate con la fionda. Esempio: io giusto questa mattina ho detto ad un signore (che mi martella un po') che non avevo mai conosciuto un certo tizio. Poi, rifacendomi le unghie, mi e' venuto precisamente in mente dove, quando e con chi lo avevo visto (una volta). Chi maneggia ''fatti'' con i più' vari ruoli e responsabilita' deve rispondere del proprio pezzo. A me non mi chiede un caxxo nessuno, altrimenti spiegherei :-)


@Andrea Prova a usare Google e la vita ti sorriderà. Potrai trovare risposta a tanti interrogativi senza doverlo chiedere agli altri: non è bellissimo?


@ Paolo 262 hai ragione Paolo....dimenticavo! e quindi le "persone che gli vogliono bene" continueranno a considerarlo un coglione, ma in silenzio......


# 268    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 21:11

@226 Luca scusa il ritardo ela fretta. "quando parlavo di menzogne, mi riferivo ad esempio al tuo atteggiamento..." ok, nessuna menzogna da segnalare, solo atteggiamenti. quanto dice gasparri attribuiscilo a lui non a me grazie. "Allo stesso modo tu ignori che la sentenza ha detto che IDV non ha commesso nessun reato penale" Lo ignoro al punto che te l'ho scritto io ieri. Vedo che sul fatto del conflitto di interessi non replichi: è scritto nero su bianco dal gip. "Il discorso della gestione non chiara (...) si riferisce al fatto che non si rispettano delle consuetudini tipiche" Ripeto, si riferisce ai conflitto di interessi e di opportunità di strutturare accrocchi societari del genere. "Questo non vuol dire che non sono favorevole alla correzione o miglioramento della gestione del denaro" e qui siamo d'accordo.


# 269    commento di   kratiasinedemos - utente certificato  lasciato il 30/12/2008 alle 21:42

# 246 commento di marco primavera - Ciao, ti leggo sempre con piacere, ma questo tuo lo voglio ripostare, così che se qualcuno lo avesse "perso" lo ritrovi... perchè è magnifico, sia per la citazione, sia per il tuo commento. : "...la dice de guiche, l'avversario di cirano, un po' il simbolo del potere:"Vedete, quando si è avuto troppo successo nella vita, come me, sia pure senza avere fatto nulla di veramente cattivo, si finisce per sentire mille piccole nausee di sé, che nell'insieme non danno un rimorso ma un indefinibile oscuro fastidio. Così i mantelli ducali, strisciando lungo i gradini che portano al potere, trascinano nelle pieghe del loro bordo impellicciato cumuli di illusioni inaridite e rimpianti, come le foglie morte che la vostra veste di vedova smuove in questo chiostro." mi sembra che questo caso metta davvero in luce la "questione morale". la politica è l'arte del compromesso, è la gestione del potere, è l'uso delle risorse. si può dire male di un politico perchè ha usato il potere che noi cittadini gli abbiamo demandato tramite il voto? no, noi cittadini possiamo recriminare solo per l'uso improprio del potere, a fini personali o illegali. se nel suo mandato il politico ha dovuto incontrare altri esponenti del potere(e di tipi di potere ce ne sono molti leciti e illeciti), avere rapporti con loro perchè sono gli unici altri detentori di titoli che li rendono referenti, noi abbiamo diritto di replica solo nel caso che questi contatti siano una effetiva collusione del politico per suoi vantaggi personali o per una associazione a delinquere. poi spetterà a me cittadino se demandare di nuovo il potere alla stessa persona per il fatto di aver avuto rapporti con l'uno piuttosto che con l'altro anche a me piacerebbe avere per guida un cirano, un sognatore,un combattente e poeta, un uomo in grado di affrontare il potere infischiandosene del potere stesso. ma non credo che esitano uomini del genere.".
kratiasinedemos.ilcannocchiale.it


sai qualcosa del senatore galioto,pdl, presidente di una municipalizzata di palermo dicono prossima al fallimento - si parla di 180 ml. di euro - per la quale sono stati stanziati 80 ml a fondo perduto per tentare di risanarla? Grazie ed auguri di buon anno mario


Non ci posso credere...ma io ho letto Repubblica nei giorni scorsi e anche Il Centro (giornale locale, ero in Abruzzo tra l'altro per Natale), sembrava proprio che ci fosse stato un errore giudiziario! E o pensato: 'ma proprio in questi giorni la magistratura doveva fare 'sto casino...' E il giornale locale parlava di gente in piazza a Pescara urlante 'ridateci il nostro sindaco!'...per carità, avrò letto anche i giornali distrattamente e turbata dalla la frenesia del Natale, ma insomma il messaggio era quello: 'che cazzata che hanno fatto i giudici'. Ma questo giornalista, che è anche quello che ebbe da ridire su Travaglio qualche tempo fa e sul pericolo della 'verità dei fatti' (dico bene?), che ragioni ha di depistare in questa maniera? Non è già affermato e anche con una nomea di un certo prestigio (è stato consulente alla sceneggiatura de Il Divo, sempre dico bene?) che lo fa essere, si pensa, sano e affidabile? E soprattutto già arrivato e al sicuro, quindi senza necessità di appoggiare il potere... E' che proprio le 'trame' mi sfuggono... Buon anno Travaglio, la ringrazio molto, a lei e ai suoi colleghi co-autori di questo blog, della sua puntuale chiarificazione.


'...ho pensato'...accidenti agli errori che si fanno nella fretta.


tanti carissimi auguri Marco! Complimenti per il bellissimo e utile lavoro che fai e che ci metti a disposizione ogni giorno. Leggo sempre i tuoi articoli e seguo i tuoi commenti che sono una utilissima guida per fare luce su di una realtà che tanto abilmente viene nascosta . Una bella mail ho avuto il piacere di inviarla a Veltroni ...,speriamo che tutti i lettori del blog e non solo facciano lo stesso. Con stima Valentina


speriamo che il 2009 sia l'anno dove la tv pubblica sia veramente libera o almeno vi sia una spartizione equa del tempo da parte dei due schieramenti e per una volta per tutte i vari santoro, travaglio, celentano, gruber, badaloni, marrazzo, fois, e le altre centinaia di personaggi più o meno noti facenti parte della casta che occupa il paese da decenni SI TOLGANO VERAMENTE DAI COGLIONI. Grazie.


#248 e se covano i lupi "ti sei fatto male da solo caro Gionatan..se volevi ci sono dei fior di nomi singoli e don chisciotte della madonna in liste di sinistra democratica,critica ecc,vedi Fava e tanti altri nomi..perche non li hai votati a questi qua???" Seppur Fava sia una persona onesta, non potevo votare Sinistra Democratica perchè non mi ritengo di sinistra...e poi non mi va la presenza di una persona come Mussi nel partito... " invece che incazzarti con lo scempio dei figli di craxi a diritto di successione del re,tu stai a cincischiare se di pietro junior è cucciolo di papà che lo legittima?" mettiamo in chiaro una cosa cosa: io sono un anticraxiano, antiberlusconiano, antiandreottiano, antipiduista, anticorruzione, antimafia, ecc. della prima ora! Sono un sostenitore di Mani Pulite, delle inchieste Antimafia della prima ora, ciò non toglie che non possa contestare le incoerenze di Di Pietro e sodali quando vedo che sono così evidenti...ciò non toglie che io grida contro il regime piduista di Berlusconi...chi mi conosce bene lo sa...


#248 e se covano i lupi "ma ti rendi conto che presti il fianco ai vari Gasparri?" Stai tranquilla so benissimo che Gasparri è proprio l'ultimo ( o uno dei tanti ultimi ) che possa dare lezioni di moralità a Di Pietro, per ben due motivi:1) è alleato di vari personaggi condannati o inquisiti ( Dell'Utri, Matteoli, Bocchino, Berlusconi, ecc.)2) Porta il suo nome una legge vergognosa che consente all'abusiva Rete 4 di continuare a trasmettere ai danni di Europa 7. "anche anche se mi dicessi che Di Pietro non ha allontanato dal partito i suoi eletti corrotti come tutti gli altri..i partiti sono morti Gionatan!" E allora perchè ti ostini a difendere e a darmi addosso solo perchè critico degli atti incoerenti di Di Pietro?


"dovevi scegliere IDV solo perchè aveva colto e coglie quale la radice del male di questo ventennio facista polulista" lo fatto, lo scelta e purtroppo, si purtroppo, sarà l'unica alternativa che avremo per molto tempo credo...


#255 e se covano i lupi Hai ragione! Ci vuole questo tipo di cambiamento che hai descritto "se non si cambiano gli scenari di riferimento che sono i modelli in cui è tessuta e costruita la società civile che occorre spostare da verticale a orrizzontale" "se non si decontamina,i codici morali che potranno darsi tutti i vari partiti cosi come aupsicavano persone che ci sono anche morte come Falcone e Borsellino,saranno continuamente sotto scacco;" ma per cambiare tutto questo bisogna cambiare le persone, le facce. Ricordati che il sistema è composto da persone...e come ha detto una volta Salvatore Borsellino " per cambiare bisogna spazzare via questa intera classe politica! " Sarà un sognatore anche lui? Può darsi, ma io continuerò a lottare come lui!


volevo augurare buon anno a te Marco con tutto il mio cuore, ma anche a me, a noi, a tutti voi e a questa 'povera patria'. Resisti Marco, non sparire anche tu, alrimenti sparisce anche il pavimento su cui poter poggiare i piedi per andare avanti e sperare. Grazie di tutto. Grazie davvero


Caro Marco questo è un paese di merda. Mi sembra chiaro (il risultato elettorale lo ha detto) che la stragrande maggioranza dei "cittadini", vuoi per ignoranza vuoi perchè sposa l'illegalità, e l'inciviltà, non ha alcun interesse a concetti quali la legalità, la giustizia e l'uguaglianza. E' una lotta impari. Io ho perso ogni speranza Comunque, grazie perchè sei tra i pochi che hanno ancora voglia di lottare.






A parte il fatto che si tratta del Tribunale del riesame e non del GIP di Potenza, la dialettica processuale ha confermato le altre imputazioni, diverse da quella associativa contestata a Margiotta. Semmai, andrebbe ripensata la valutazione data sul diniego all'arresto di Di Girolamo, quando si disse che il plenum va mantenuto integro in spregio alle inchieste in corso: meglio la banalità asettica di quella motivazione, piuttosto che il "processo al processo" fatto da Castagnetti....


intervengo nel forum perchè da inesperto volevo che venisse soddisfatto un mio dubbio. premesso che la politica non deve mettersi di traverso e deve lasciare fare alla magistratura tutti gli accertamenti possibili e i giornalisti poi devono pubblicare bella in chiaro sia un'eventuale sentenza di condanna, di prescrizione, o di assoluzione. venendo alla giunta per le autorizzazioni: abbiamo detto che non deve fare valutazioni di merito ma solo verificare la possibilità di fumus persecutionis. ma come si fa a valutare l'assenza o la presenza di persecuzione senza valutare nel merito gli addebiti contestati?? nella vaga ipotesi che il magistrato mi voglia incastrare dovrà mettere sul piatto delle motivazioni che siano il piu possibile convincenti e io giunta per smascherarle le devo prendere in esame e analizzarle pezzo per pezzo. e qui la cosa mi sembra veramente stupida: la giunta che, non può proprio definirsi terza in questo gioco, si trova ad aver facoltà di rilasciare l'autorizzazione all'arresto. Chiaro che questo discorso vale solo in Italia, nelle democrazie un pò più mature i politici onesti hanno tutto l'interesse a far luce su un collega "sospetto", oltre che nell'interesse dei cittadini. ma in italia, non sono qualunquista ma lo dico, siamo al solito corporativismo. comunque la mia domanda tecnica è: COME SI FA AD ACCERTARE LA PERSECUZIONE POLITICA SENZA FARE UN GIUDIZIO DI MERITO SUGLI ADDEBITI CONTESTATI??




Carissimo Marco, sono un giovane studente della Facoltà di Giurisprudenza di Torino e vorrei chiederti se hai in progetto di organizzare un incontro con la nostra Facoltà sullo stesso tema che tratterai a Roma a La Sapienza, ossia "Giustizia e Informazione". Te lo chiedo perchè a me, e a molti altri miei colleghi s'intende, farebbe moltissimo piacere venire a sentirti ed approfondire insieme questa tematica. Un saluto, Mauro.


Ciao Marco e ciao a tutti i frequentatori di questo blog. Da tempo seguo con attenzione Passaparola, come fonte di informazione alternativa alla confusione che i media tradizionali tendono a generare nei cittadini. Degli interventi di Travaglio, apprezzo la chiarezza e l'illustrazione dei fatti, troppo spesso nascosti da giornali e tv che vogliono inculcarci le loro verità e quelle dei loro padroni. Insomma, mi rivolgo a Passaparola (o a Report, o ad altre fonti giornalistiche indipendenti) per capire cosa realmente sta succedendo. Detto questo, vorrei lanciare una richiesta di chiarimento in merito all'ultimo intervento di Marco. Ora, la giunta delle autorizzazioni a procedere è autorizzata a negare la richiesta di arresto di un parlamentare solo nel caso in cui ravvisi una persecuzione del magistrato ai suoi danni. Ma quali sarebbero i criteri per stabilire se esiste o meno il fumus persecutionis? Non è inevitabile che la giunta per le autorizzazioni a procedere entri nel merito delle decisioni del magistrato? Mettiamo che il magistrato dica che l'onorevole X deve essere sottoposto a misure cautelari perché potrebbe inquinare le prove. Personalmente, non riesco a trovare altro modo per stabilire se la decisione del magistrato è persecutoria che quello di andare a controllare se effettivamente l'imputato è nelle condizioni di inquinare le prove. In tal modo, i parlamentari finiscono per sostituirsi ai magistrati. Mi sembra un po' come il cane che si morde la coda, ma ammetto di non avere competenze sufficienti in materia, e per questo giro a tutti voi i miei dubbi.


Come sempre Travaglio è puntuale e preciso. Ma che amarezza venire a conoscenza di certe malefatte; e che amarezza accorgersi che certe cose non provocano più scandalo ne sdegno!!!


Caro Marco, personalmente preferisco poteri che si controllino a vicenda. Ovvero in questo caso magistratura e politica. Non amo nessun potere per quanto "giusto" in forma unica. Piccolo inciso ritornando a Di Pietro family: se era un berluscones figlio a raccomandare qualcuno ... le notizie si possono leggere anche "EIZITON" qui e altrove, purtroppo.


dottor Travaglio, le volevo dedicare questi due aforismi del grande libero pensatore, nonchè artista Leonardo Da Vinci: Primo: l'uomo ha grande discorso, del quale la più parte è vano e falso; li animali l'hanno piccolo ma è utile e vero; è meglio la piccola certezza che la grande bugia. Secondo: la pazienza contre le ingiurie è paragonabile all'uso dei panni contro il freddo; per cui se adopererai molti panni secondo l'intensità del freddo, quest'ultimo nuocere non ti potrà. Similmente contro le grandi ingiurie aumenta la pazienza; le ingiurie offendere non potranno la mente tua. Spero le piacciano.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti