Commenti

commenti su voglioscendere

post: 90 anni (con la condizionale)

Zorro l'Unità, 15 gennaio 2009 Con largo anticipo sulle prime due, la terza Camera del Parlamento, “Porta a Porta”, ha festeggiato il 90° compleanno di Giulio Andreotti . Alla tetra cerimonia hanno preso parte gli amici di sempre: Cossiga , il palo; Macaluso , il difensore non retribuito ‘de sinistra’; Giulia Bongiorno , la difensora retribuita ‘de destra’; Pisanu , l’Andreotti sardo; Piercasinando , il lattante; Massimo Franco , il biografo autorizzato; e naturalmente Vespa , il maggiordomo. Mancavano solo Stefano Bontate e Tano Badalamenti, prematuramente scomparsi. La Bongiorno tentava per l’ennesima volta di dimostrare l’assoluzione del suo cliente ( in realtà salvato dalla prescrizione per il delitto di mafia commesso fino al 1980 ) e ci riusciva benissimo, visto che ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Per Daniela F. L'ho letto molto bene e da come scrive sembra che sia lei a non aver seguito la trasmissione di ieri sera. La signora jebreal a un certo punto ha parlato che in futuro Hamas siederà al tavolo delle trattative, mentre lo statuto dice tutt'altra cosa... Saluti e... baci alla pupa


# 394    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 16:49

è bello il tuo spartito Daniela F ..mi mancava tantissimo leggerti..grazie !..anche perchè hai detto cose che provo e ho provato a scrviere anche io , ma nn ci sono riuscita..è quella l'umanità pensante che amo e hai parlato di "modo" con quell'intensità a ventaglio e sonde delle mie percezioni del linguaggio del corpo e della mente in un tuttuno di suono, senza scollamenti in un soffio..come in una canzone di smisurata preghiera alla faber un caro saluto :-) lupo


Va bene, però adesso non esageriamo... Non è che se uno per una volta si pernette di dissentire da Travaglio è un fanatico totalitario...


questo è un blog o una chat? CARI BLOGGER,sinceramente non capisco tutto questo bla bla sulla puntata di anno zero e sul fatto che l'Annunziata se ne sia andata.non ci trovo nulla di eccitante,se voglio sapere qualcosa di vero da Gaza vado sul blog di Arrigoni,guerrillaradio.iobloggo.com/,anche Travaglio che di solito reputo inappuntabile a fare il saputello con quel ragazzo che ha perso un fratello da pochi giorni sotto le bombe non ci ha fatto una bella figura.l'ho trovata una puntata scontata la sfuriata di Santoro poi non l'ho capita si è trovato davanti politici da prendere a calci nel culo e non l'ha fatto e poi ha dato tutta quest'importanza a quella peracottara dell'Annunziata.DA LAICO quale mi reputo mi danno fastidio tutti qui riferimenti a qualunque dio,mi sa che quella pubblicità sugli autobus a genova è giusta.... un'ultima cosa a quelli che stamattina si sono alzati per andarsi a guadagnare un pezzo di pane o a cercarsi un lavoro della querelle Annunziata-Santoro non gliene frega nulla,piaccia o non piaccia è così.allora non facciamo gli elitari occupiamoci dei problemi e delle ingiustizie che la povera gente la gente comune tuttio i giorni subisce,palestinesi compresi e non facciamo anche noi come i politici che adesso per qualche giorno ce le frantumeranno con anno zero-si anno zero no


Rivoglio Istria uffa!! 1 Non rammento grandi piagnistei per i bombardamenti sulle città tedesche durante la seconda guerra mondiale....eppure i Tedeschi quando HITLER salì al potere non sapevano che aveva intenzione di sterminare gli ebrei....non si può dire la stessa cosa dei palestinesi che hanno eletto democraticamente un terrorista responsabile di centinaia di attentati terroristici,che ha come punto chiave nel suo statuto ma anche in tutti i suoi discorsi programmati L'annientamento di Israele,l'estinzione di un popolo... L'unica attenuante per il popolo palestinese ma che aggrava la posizione di Hamas è la guerra civile che ha sconvolto Gaza con centinaia di morti ,ancora in corso, tra Fatah e Hamas.


# 398    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 16:51

@Daniela F. about time! A pleasure, as usual. ciao


# 395 commento di Giulia Hai ragione, ho lasciato andare un po' troppo le dita ;-) Speriamo che il Trav a questo punto ci scriva qualcosa, cacchio deve avere le orecchie che gli fischiano di brutto...


2 I territori occupati dagli Israeliani erano in precedenza occupati da Terroristi che attaccavano Israele, questo è un dato di fatto. Israele dopo la guerra del 49 è l'unico stato che dopo aver vinto una guerra ha restituito territori alla Siria,all Egitto etc..meglio ricordarsi che Gaza fino a poco tempo fa era proprio uno di queti territori occupati e si è visto cosa ha ottenuto Israele "liberandolo" dal suo giogo..


UNITED NATIONS Press Release 9 December 2008 The Special Rapporteur on the situation of human rights on Palestinian territories occupied since 1967, Richard Falk, issued the following statement: GENEVA -- In recent days the desperate plight of the civilian population of Gaza has been acknowledged by such respected international figures as the Secretary General of the United Nations, the President of the General Assembly, and the UN High Commissioner for Human Rights. Last week, Karen AbyZayd, who heads the UN relief effort in Gaza, offered first-hand confirmation of the desperate urgency and unacceptable conditions facing the civilian population of Gaza. Although many leaders have commented on the cruelty and unlawfulness of the Gaza blockade imposed by Israel, such a flurry of denunciations by normally cautious UN officials has not occurred on a global level since the heyday of South African apartheid. And still Israel maintains its Gaza siege in its full fury, allowing only barely enough food and fuel to enter to stave off mass famine and disease. Such a policy of collective punishment, initiated by Israel to punish Gazans for political developments within the Gaza strip, constitutes a continuing flagrant and massive violation of international humanitarian law as laid down in Article 33 of the Fourth Geneva Convention. (CONTINUA)


It is long past the time when talk suffices. As AbuZayd has written, "the chasm between word and deed" with respect to upholding human rights in occupied Palestine creates a situation where "radicalism and extremism easily take root." The UN is obligated to respond under these conditions. Some governments of the world are complicit by continuing their support politically and economically for Israel's punitive approach. Protective action must be taken immediately to offset the persisting and wide-ranging violations of the fundamental human right to life, and in view of the emergency situation that is producing a humanitarian catastrophe that is unfolding day by day. However difficult politically, it is time to act. At the very least, an urgent effort should be made at the United Nations to implement the agreed norm of a 'responsibility to protect' a civilian population being collectively punished by policies that amount to a Crime Against Humanity. In a similar vein, it would seem mandatory for the International Criminal Court to investigate the situation, and determine whether the Israeli civilian leaders and military commanders responsible for the Gaza siege should be indicted and prosecuted for violations of international criminal law. As AbuZayd has declared, "This is a humanitarian crisis deliberately imposed by political actors." (CONTINUA)


It should be noted that the situation worsened in recent days due to the breakdown of a truce between Hamas and Israel that had been observed for several months by both sides. The truce was maintained by Hamas despite the failure of Israel to fulfill its obligation under the agreement to improve the living conditions of the people of Gaza. The recent upsurge of violence occurred after an Israeli incursion that killed several alleged Palestinian militants within Gaza. It is a criminal violation of international law for elements of Hamas or anyone else to fire rockets at Israeli towns regardless of provocation, but such Palestinian behavior does not legalize Israel's imposition of a collective punishment of a life- and health-threatening character on the people of Gaza, and should not distract the UN or international society from discharging their fundamental moral and legal duty to render protection to the Palestinian people.(FINE)


Vorrei anche un giudizio su questo bel PARLAMENTARE ,se così si può chiamare di HAmas ..... In un sermone mandato in onda dalla tv di Hamas Al-Aksa (ora tradotto in inglese da MEMRI), il parlamentare e chierico di Hamas Yunis al-Astal ha detto ai fedeli che l’islam presto conquisterà Roma, “la capitale dei cattolici, la capitale crociata che ha dichiarato guerra all’islam e che ha insediato in Palestina i fratelli delle scimmie e dei maiali [gli ebrei] per impedire il risveglio dell’islam”, come fu per Costantinopoli. Roma, ha affermato al-Astal, diventerà “un avamposto della conquista islamica che si estenderà su tutta l’Europa e poi si volgerà alle due Americhe ed anche all’Europa orientale”. “Allah ha scelto voi per sé e per la sua religione – ha continuato il predicatore palestinese – affinché serviate da motore che traini questa nazione verso la fase della successione, della sicurezza e del consolidamento del potere, e verso la conquista delle capitali di tutto il mondo per mezzo della predicazione e delle conquiste militare. Credo che i nostri figli e i nostri nipoti erediteranno la nostra jihad [guerra santa] e i nostri sacrifici e, a Dio piacendo, i comandanti delle conquista si leveranno fra loro. Oggi noi instilliamo queste buone nozioni nelle loro anime e, mediante le moschee, i libri coranici e le storie del nostro Profeta, dei suoi compagni e dei grandi condottieri, li prepariamo per la missione di salvare l’umanità dal fuoco dell’inferno sul cui orlo oggi si trova”. Il video del sermone di Yunis al-Astal è disponibile (con sottotitoli in inglese) al link: http://www.memritv.org/clip/en/1739.htm


# 400 commento di Smoke Smoke lascia perdere che qui sollevi un vespaio. Non conviene iniziare un'analisi storica perchè se ne trovano di sensate e corrette per tutti i gusti. E' un problema talemente incancrenito che nessuno è in grado di darne una versione storica universalmente valida per tutti. Il fatto è che adesso ci sono bambini e innocenti che muoiono, come da 60 anni a questa parte. Le armi devono fermarsi.


# 406    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:2

@charles 385 non serve a nulla riportare lo statuto di hamas che dice "morte agli israeliani" come non serve a nulla ricordare le parole di ben gurion "morte ai palestinesi". Queste sono parole di idioti guerrafondai che vivono sobillando per motivi suoi la gente che poi ne paga le conseguenze. Conosco molto bene molti palestinesi e molti israeliani, tutti loro convivrebbero pacificamente a Gerusalemme o sulla luna se non ci fossero gli hamas o i ben gurion a voler "vincere" a tutti i costi. Nelle citta' cisgiordane, medioorientali in genere o nell'antica Israele hanno sempre convissuto le etnie e religioni piu' diverse. E' questo bisogno di sopraffazione gestito da spregiudicati politicanti che avvelena la gente che poi si immola non sapendo bene il perche'. Capitava anche a Belfast fino a qualche anno fa fino a che si sono dimenticati del perche' si scannavano quotidianamente e fino a che la forza occupante (Inghilterra) non si e' tolta dalle scatole. Il giorno che Ahmed mandera' 'affanculo hamas e David fara' lo stesso con il netanhiau di turno la pace sara' cosa fatta.


UNITED NATIONS HIGH COMMISSIONER FOR HUMAN RIGHTS- STATEMENT OF SPECIAL RAPORTEUR FOR THE PALESTINIAN TERRITORIES OCCUPIED SINCE 1967 FOR PRESENTATION TO THE SPECIAL SESSION OF THE HUMAN RIGHTS COUNCIL ON THE SITUATION IN THE GAZA STRIP, 9 JANUARY 2009 1. This statement focuses on the impact of Israel's continuing Gaza military campaign, initiated on 27 December 2008, on the humanitarian situation confronting the 1.5 million Palestinians confined to the Gaza Strip. In accordance with the undertaking of the mandate, it confines its comments to issues associated with Israel's obligations as occupying power to respect international humanitarian law (IHL), which refers mainly to the legal obligations contained in the Fourth Geneva Convention of 1949, which sets forth in some detail the legal duties of Israel as the occupying power. The essential obligations of IHL are also considered to be binding legal duties embedded in customary international law. This statement touches on issues of international human rights law (IHR), as well as the implications of severe and sustained violations of either IHL or IHR as raising issues of international criminal law (ICL). It is also necessary to assess the underlying Israeli security claims that the military incursion into Gaza was a 'defensive' operation consistent with international law and the United Nations Charter, and that no 'humanitarian crisis' existed making the scale and nature of the military force used allegedly 'excessive' and 'disproportionate.' 2. Although Israel has contended that it is no longer an occupying power, due to its withdrawal of its forces from within Gaza, it is widely agreed by international law experts that the continued Israeli control of borders, air space, and territorial waters is of a character as to retain Israel status legally as occupying power. (CONTINUA)


# 408    commento di   beholder - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:2

L'attacco bipartisan rischia di essere il segnale di una escalation. Adoro Annozero e adoro Travaglio, e concettualmente adoro anche il coraggio di mettere in prima serata una persona che stacca pezzi di cervello e capelli da un muro, ma sono sinceramente preoccupato. L'Italia non è abituata a questo tipo di informazione, è e rimane un paese di benpensanti. Su una cosa del genere si rischia di perdere l'empatia della gente nel caso (malauguratissimo, ma possibile) di una chiusura del programma. :(
http://seipolitico.ilcannocchiale.it/


3. The quality of this report is undoubtedly diminished by the absence of first-hand observations of the pre-existing humanitarian situation existing in Gaza, which was to be the objective of a mission undertaken by the Special Rapporteur to gather information for use in making a report to the regular session of the Human Rights Council (HRC) scheduled for March, 2009. This mission was aborted when the Special Rapporteur was denied entry to Israel on 14 December 2008, detained for some 15 hours in a holding cell at Ben Gurion Airport, and expelled on the next day. Such treatment of a UN expert on mission would seem to raise serious issues for the Organization as a whole, bearing on the duties of a member state to cooperate, and to deal with those carrying out UN work with appropriate dignity. It is to be hoped that the government of Israel can be persuaded to reconsider its policy of exclusion that has hampered the work of this mandate. This concern about exclusion has been compounded during the period preceding the Israeli attack upon Gaza, as well during the military operations, by denying access to foreign journalists, a policy that has been successfully challenged in Israeli courts, but as yet with no tangible results. As noted in the New York Times, Israel denies media representatives access to the humanitarian impacts of its military operations in Gaza while encouraging journalists to view any harmful effects of the rocket attacks on civilians in Israel. Even requests by the International Committee of the Red Cross to investigate scenes of supposed humanitarian abuse have so far been refused, e.g. to visit the site of military action in the Gazan town of Zeitan that reportedly killed by deliberate action 60 members of the Samouni family, including several children. This issue of access is crucial for the work of Special Rapporteurs and deserves the attention of the HRC, and of the United Nations generally. (CONTINUA)


Daniela F. si ho sbagliato a includerti come nick nel primo post eri l'ultimo post che avevo davanti ai miei occhi e ho pensato al solito commento che avevo letto precedentemente. Cio' non toglie che confermo quanto scritto nel secondo post sulla signora jebreal e aggiungo inoltre che il signor travaglio ha il diritto di pensare come vuole. se non ricordo male anche precedentemente travaglio aveva avuto una discussione con paolo barnard su altri temi e venne fuori che era filo-israeliano. Per lei e per tutti gli altri vi invito a leggere questo link in cui travaglio dichiara a un certo punto di essere filo-israeliano http://oknotizie.alice.it/go.php?us=61e10a4000138b31 Per tutti leggete lo statuto di Hamas e fatevene un idea http://oknotizie.alice.it/go.php?us=31f10ae0e1131617 Saluti


# 411    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:4

@Enrico i.m.p. 389 ti si prospetta una bella serata ma protesto, cazzu cazzu! Vabbe' piu' birra per me nel pub vicino a casa.


4. The rationale for this Special Session is the existence of a humanitarian emergency in Gaza, a set of conditions that has been questioned in many public settings by the Israeli foreign minister, Tzipi Livni. Ms. Livni contends there is no need for a 'humanitarian truce' because there is no humanitarian crisis. She asserts that Israel has allowed shipments of food and medicine to cross the border, but as UNRWA and other UN officials have observed, these shipments will not alleviate hunger and nutritional difficulties unless distribution becomes possible, which is not the case given the war conditions prevailing in most of the Gaza Strip. To what slight extent this dire circumstance can be addressed by the three hour pause in combat operations announced by Israel on 7 January remains to be seen. Beyond the immediate crisis some underlying features should be noted: about 75% of the population lacks access to sanitary water and has no electric power. Such conditions are superimposed on the circumstances of Gazans resulting from the prolonged blockade that had deteriorated the physical and mental health, and the nutritional status, of the population of Gaza as a whole, leaving some 45% of children suffering from acute anemia. Interference in the supply of medicines and health equipment, and border closures, had made it impossible for many Gazans to receive or continue treatment for life-threatening conditions. It was also reliably concluded that up to 80% of Gaza was living under the poverty line, that unemployment totals approached 75%, and that the health system was near collapse from the effects of the blockade. This set of conditions certainly led impartial international observers and civil servants to an uncontested conclusion that the population of Gaza was already experiencing a humanitarian crisis of grave magnitude prior to 27 December. 5. The use of force by an occupying power against the security threats emanating from a population under occupation i


5. The use of force by an occupying power against the security threats emanating from a population under occupation is permissible within the constraints set by international law. Israel claims that its current military campaign is reasonable and necessary given the scale and severity of the rocket attacks directed at Israeli civilian populations living in the South Israel towns of Sderot and Ashdod, and attributed to Hamas. There are several issues that would need to be resolved in evaluating this claim that have not been adequately discussed to date in either diplomatic settings or by the media. (FINE)


# 414    commento di   beholder - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:5

Fra l'altro ultimamente sembra proprio che il clima della trasmissione sia di sfida verso l'ordine costituito. Si sposta l'asticella verso l'alto quasi come se si sfidasse il governo ad avere il coraggio di operare una censura. Ma la censura non è questione di coraggio, per quel genere di soggetti, è questione di avere una scusa buona per agire senza che si indignino troppo pensionati e casalinghe facendo perdere qualche punto di consenso a Berlusconi. :|
http://seipolitico.ilcannocchiale.it/


# 389 commento di enrico i.m.p IU IU ! ;-))) # 406 commento di DANIELEPELIZZARI Stavolta il Grande Sintetizzatore sei tu...grrrr :-)


# 416    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:8

scusate la battuttaccia ma nell'ambito delle cose dotate di ruote, normalmente chiamate autovetture, i taxy possono identificarsi meglio via via nelle curve degli anni e la loro espressione sessuata diventare taxgay?


# 417    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:8

Benissimo, Charles, allora cita testualmente i passaggi della mia lettera in cui in qualche modo mi dimostro favorevole ad Hamas. Sto aspettando, su. Lupo & Daniele Pelizzari: CIAOOOOOO!!! :-))) (Abbraccio di gruppo)


Per DANIELE PELLIZZARI Si ma allora il punto è un altro: perchè alle elezioni ha vinto hamas?


(CONTINUA) 6. It should be pointed out unambiguously that there is no legal (or moral) justification for firing rockets at civilian targets, and that such behavior is a violation of IHR, associated with the right to life, as well as constitutes a war crime. At the same time, the nature of the offense must be evaluated with the context of its occurrence, including the relevance of the temporary ceasefire that had held since June 2008 until seriously disrupted by a lethal Israeli attack on Palestinian militants in Gaza on 4 November 2008. For the year prior to 27 December, not a single Israeli death resulted from rockets fired from Gaza. Further, since June of 2008 a ceasefire had been observed by both sides, with some infractions taking place, but without altering the willingness of both sides to uphold the ceasefire. During this period Israel had been expected to lift, or at least ease the blockade that had imposed severe hardships on the entire population of Gaza, especially through restraints on the supply of food, medicine and medical equipment, and fuel, but failed to do so. The acute harm done to civilian Gaza has been repeatedly pointed out by leading UN officials on the ground, including the commissioner-general of the UN Relief and Works Agency (UNRWA) that is most directly engaged with the daunting task of meeting the humanitarian needs of Gazans.


(CONTINUA) 7. This blockade in effect for a period of 18 months was unlawful, a massive form of collective punishment, and as such in violation of Article 33 of the Fourth Geneva Convention, and also a violation of Article 55, which requires that the occupying power ensure that the civilian population has sufficient food and that its health needs are addressed. Such blockade does not alter the unjustifiable character of the rocket attacks, but it does suggest two important conclusions from a legal perspective: first, that the scale of civilian harm resulting from Israeli unlawful conduct was far greater than that of Palestinian unlawful conduct; secondly, that any effort to produce a sustainable ceasefire should ensure that Israel as well as Hamas respect IHL, which most concretely means that interferences with the access of goods for the maintenance of normal civilian life must end, and cannot be reestablished as a retaliatory measure if some sort of rocket attack occurs in the future. Similarly, if Israel should impose such constraints in the future, it would not provide any legal cover for resumed rocket attacks or other forms of Palestinian violence directed at Israeli civilians. There are some difficulties in attributing responsibility for all rocket attacks to Hamas. There are independent militias operating in Gaza, and even prior to Hamas, governing authorities were unable to prevent all rocket firings despite their best efforts to do so. 8. The Israeli military campaign was also justified by Israeli leaders as an 'inevitable' and 'unavoidable' response to the persistence of the rocket attacks. Here again it is important to examine the factual setting of Israel's justifications, which go to the reasonableness of such action and its defensive character. Most accounts of the temporary ceasefire indicate that it was a major Israeli use of lethal force on November 4, 2008 that brought the ceasefire to a de facto end, leading directly to increased frequ


# 421    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:14

Charles, anche io leggo solo ora il tuo commento 410. Anche in questo caso mi pare chiaro che tu non hai letto la mia lettera. Perché se l'avessi fatto, sapresti che ribadisco più volte che Travaglio ha ogni diritto di pensarla come vuole sul conflitto in medio oriente. Non è questo che gli contesto. AFFATTO. Di nuovo, cita anche solo un passaggio in cui mi dimostro intollerante nei confronti delle idee di Travaglio (che tra l'altro ho persino difeso più volte in discussioni pesantemente frequentate da blogger della sinistra "radicale"). Comunque francamente non capisco perché ti ostini a rispondermi se non mi leggi...


provided that Israel would lift the blockade. These diplomatic possibilities were, as far as can be assessed, not explored by Israel, although admittedly complicated by the contested legal status of Hamas as the de facto representative of the Gazan population. This has legal relevance, as a cardinal principle of the UN Charter is to make recourse to force a matter of last resort, making it obligatory for Israel to rely in good faith on nonviolent means to end rocket attacks. 9. It is also important under international law to determine the extent to which the reliance on force is proportionate to the provocation and necessary for safeguarding security. Here, too, the Israeli arguments seem unpersuasive. As mentioned above, the rocket attacks, although unlawful and potentially dangerous, had caused little damage, and no loss of life. To mount a major military campaign against an essentially defenseless society already gravely weakened by the blockade accentuates the disproportion of reliance on modern weaponry in combat situations where military dominance was largely uncontested. It seems significant that Palestinian casualty totals at this time are estimated to be 640 killed, some 2800 wounded, included many critically, with civilian victims set at about 25% by qualified observers. In contrast, according to the latest reports, four Israeli soldiers have died, apparently all as a result of 'friendly fire,' that is by Israeli firepower wrongly directed. The one-sidedness of casualty figures is one measure of disproportion. Another is the scale of devastation and the magnitude of the attacks. It is obvious that the destruction of police facilities, as well as many public buildings, in crowded urban settings represents an excessive use of force even if Israeli allegations are accepted at face value. As discrediting as is the reliance on disproportionate force, is the lack of connection between the alleged threat associated with Gaza rockets and the targets of t


10. There have also been a variety of allegations made by qualified observers of Israeli reliance on legally unacceptable targets and on legally dubious weaponry that violate the customary international law prohibition on weapons and tactics that are 'cruel' or cause 'unnecessary suffering.' Among the targets viewed as unlawful under IHL: Islamic University, schools, mosques, medical facilities and personnel (including ambulances). Among weapons that are legally dubious under IHL: phosphorous gas in shells and missiles that burn flesh to the bone; dense insert metal explosives (so-called DIME) that cut victims to pieces, and raise risk of cancer for survivors; depleted uranium associated with deep-penetrating, so–called 'bunker buster' bombs used against Gaza tunnels, possibly causing radiation sickness for anyone exposed over a period of centuries. 11. This dimension of 'unnecessary suffering' associated with the Israeli campaign has an important feature that has not been given attention. In many contemporary situations of warfare large number of civilians seek to escape from harm by moving away from immediate danger, becoming 'internally displaced persons' or 'refugees.' But Israel through its rigid control of exit, directly and indirectly, has denied the civilian population of Gaza the option of becoming 'refugees,' never an option of choice, but reflective of desperation. Its denial tends to lend credibility that the population of Gaza is essentially imprisoned by Israeli occupation policy. From the perspective of IHL this foreclosure of a refugee option for Gazans is a serious aggravation of the dangers posed for a civilian population, and underscores the gravity of the humanitarian crisis that has existed in Gaza since 27 December. Since the military campaign this situation has dramatically worsened. The comment by a Red Cross spokesperson in Gaza City is expressive of the general understanding: "The size of the operations and the size of the misery on


Vabbè vabbè vebbè - si insiste molto sulla posizione filo-israeliana/anti-palestinese del peso massimo (solo giornalisticamente parlando) Travaglio durante Annozero, molto criticato per aver sopraffato il povero filmmaker di Gaza/cuoco profugo a Milano - e poi si dice che la trasmissione era sbilanciata a favore dei palestinesi. I media parlino piuttosto - dopo essersi precipitati come sciacalli su Annozero - del Travaglio che fa le pulci al guardagingilli Afghano per gli scandalosi e inauditi povvedimenti contro Apicella i quali gli orbi, sordi e muti giornalisti non vogliono vedere! Provvedimenti ministeriali da stigmatizzare pubblicamente fin quando l'inadeguato (anche ignorante, concesso come attenuante) ministro non prenda in fretta e furia cappotto e cappello e si giri sui tacchi. Voglio vedere titoli come questi: LE MANI SULLA GIUSTIZA! GIU' LE MANI DALLA GISUTIZIA! CADE IL MINISTRO ALFANO, IL CAPRO ESPIATORIO DEL PREMIER. PEGGIO DI MASTELLA ecc.


# 425    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:22

daniela :-) non preoccuparti ,quando si approfondiscono i temi rispetto alle corde ,altre gole (non tutte ma sempre presenti in buon numero) diventano falsamente profonde , deformano cio' che non vogliono sentire perchè le consapevolezze sono imprigionate.. è come la verità per i potenti, il meccanismo non cambia e quindi il sistema non è cercare il punto di con_tatto unito al modo, ma camuffarsi e camuffare , deformare l'altro e aggredirlo ma tu sei stato un soffio vitale e sei arrivata non solo a me un bacio e a presto rileggerti :-)


# 426    commento di   enrico i.m.p. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:22

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - 'Un colloquio molto utile. Sono state poste le basi per far decollare il Pdl'. Cosi' Fini sintetizza l'incontro con Berlusconi alla Camera. Durante l'incontro, il premier e il presidente della Camera avrebbero 'concordato' di tracciare una road map da qui al 27 marzo, data confermata per il congresso costitutivo del Pdl. A breve si dovra' fare una bozza di statuto da sottoporre ad una comune discussione. Berlusconi e Fini avrebbero concordato di sentirsi piu' spesso rispetto all'ultimo periodo. Lo sapevo io che la sculacciata a berluscaz faceva parte del copione che recitano ormai da anni; sul copione ci sono le battute già scritte per tutti: Fini & friends, Bossi & decerebrates, Casini & fancazzistas, Uoltèr & the "for sales friends". Solo Di Pietro resta fuori dalla sceneggiatura e per questo stanno tentando di farlo fuori dal teatro. Ma non ti preoccupare tonino, se resti fuori ti passo a prendere e andiamo a Londra da Daniele a sbronzarci di birra. Tralaltramente e sdraiabilmente.


#376 -#379 Daniela Filippin carissima daniela ti faccio i miei complimenti. assolutamente daccordo. riporto un mio commento a caldo di ieri: # 114 commento di pippo74 - lasciato il 16/1/2009 alle 0:23 Spero che tutto quello che è successo stasera ad Annozero, che tra l'altro non ha fatto che confermare l'attendibilità della mail di risposta di Travaglio ad un certo Ciro, dicevo spero che d'ora in poi si possa considerare il "salvatore della patria" come un normale giornalista, esperto in materia di giustizia, ma assolutamente privo di un minimo di umanità e di comprensione per il prossimo. Mi dispiace, mi duole doverlo dire, e mi associo assolutamente alle parole di frada79, ma questa sera Travaglio col suo sorrisetto senza pietà mi ha davvero lasciato con l'amaro in bocca. Pace a tutte le famiglie palstinesi che hanno perso in questi giorni i loro cari nella Striscia di Gaza e pace anche a quelle famiglie israeliane che hanno dovuto patire in passato le stesse atroci sofferenze. Restiamo umani


# 424 commento di Roland Peggio di Mastella è impossibile...o no ? Comunque visto l'andazzo mi attendo che qualche giornalista di alto livello trovi un coinvolgimento occulto di Di Pietro nelle cause del conflitto medio-orientale...che so? qualcosa tipo " il portinaio dello stabile in cui vive Di Pietro affema di avere visto una volta nel garage del medesimo una cassa di razzi Kassam" " Di Pietro : ecco la traccia siriana" ;-) " Montenero di Bisaccia sospetto centro nevralgico del terrorismo : Di Pietro chiarisca" ,-)


non ho potuto vedere la puntata di Annozero! ma mi stupisco di Travaglio...vedrò di capire meglio


# 430    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:32

@Charles 418 Ottimo punto. Ma la risposta non e' complessa come parrebbe. Ha vinto hamas per il medesimo motivo che vedeva le "folle oceaniche" acclamare il duce o migliaia di tedeschi inneggiare a hitler e lanciarsi, biondo ciuffo baciato dal sole, in campi di grano sotto sventagliate di mitragliatrici. Getta un popolo nella disperazione, togligli educazione, lavoro, futuro e sara' pronto a seguire ciecamente il primo deficiente che urla slogan accattivanti. Nothing new on the western front.


Dalla pagina Facebook di Filippo Facci: http://www.facebook.com/profile.php?id=534032102#/note.php?note_id=70953173008 Sentite, io mi sono rotto. Esco da questo inferno che toglie più di quel che lascia. Questa pagina resta, ma non verrà praticamente più aggiornata. Non la cancello per due ragioni: la prima è che non ne sono capace, la seconda è che contiene anche qualche contatto interessante che sarebbe faticoso trasferire, per ora. Non ci scriverò più niente, non metterò più foto, tendenzialmente non risponderò alla posta nè alla chat (quello neanche prima) e progressivamente svuoterò tutto. Chi vuole può trasferirsi qui, unico posto dove nel caso metterò delle note: http://www.facebook.com/pages/Filippo-Facci/102898015074?sid=99c9f8437fe7e2dad2b48e677e9167e5&ref=s Spero che questo possa dissuadere gli imbecilli e convincere me a lavorare al libro che sto scrivendo. Le donne sessualmente interessate continuino pure a farsi vive, ma prendano il numerino e aspettino il loro turno. Per chi ha cose serie da dirmi (può succedere, magari per errore) il mio indirizzo è questo: filippofacci@tiscalinet.it . Le persone serie per favore non mollino, dico quelle interessate a quello che scrivo/dico. Quelle che si dicono «d'accordo con tutto quello che dico» vadano da uno psichiatra: neanche io sono d'accordo con tutto quello che dico. Ciao.


Un messaggio a tutti coloro che criticano Marco per la domanda posta al fratello del (sicuro) terrorista: MA ANDATEVENE A FAN CULO! Da qui si vede che razza di gente siano gli italiani, o fai e dici quello che conviene a loro oppure diventi una merda nel giro di 7 secondi. L'unica domanda seria è stata proprio quella li, la RISPOSTA a tutto è stata quella li, ma purtroppo serve gente intelligente per recepire, e dai commenti vedo che siamo proprio messi male qui. pacifisti del cazzo, sapete solo mettere in tv bambini morti e gente lacrimante, roba da mercato del pesce come diceva un commentatore prima, le cause di tutto questo? LE CAUSE?? A QUALCUNO INTERESSANO?? A RIVAFFANCULO PACIFISTI.


Per Daniela F. "Ma mi dispiace dirle che ho trovato odioso e sleale il MODO in cui lei, signor Travaglio, l'ha affrontato questo dibattito. Vi scorto arroganza, saccenteria e persino un certo spirito "sciacallo" che davvero non le fa onore." E non c'è solo questo tutta la lettera mi sembra intollerante contro le idee di travaglio quasi fosse un atto d'accusa... se come dice lei ognuno pensa quello che vuole bastavano tre righe: Caro travaglio, nonostante ognuno abbia le idee personali riguardo alla questione palestinese ed israeliana, io mi dissocio da cio' che lei ha detto ieri sera nonostante la mia stima che ho nei suoi confronti. Poi ognuno dice quello che vuole Saluti


# 434    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 17:36

@Enrico i.m.p. 426 il primo giro lo offro io.


Travaglio per quanto riguarda la Questione Israelo-Palestinese è una CAPRA IGNORANTE. Concordo con lui quando si occupa di raccontare i crimini della nostra classe politica, ma è evidente che non conosce per niente i retroscena del conflitto israelo-palestinese. E questo lo dico dandogli il credito della sua ignoranza in materia. Se invece la sua ignoranza fosse VOLONTARIA, allora sarei costretto a pensare che il suo è becero razzismo, perchè vede gli "arabi" diversi da lui, e gli israeliani come "omini con la pelle bianca" da difendere a prescindere. Anche Hitler e Mussolini erano "dei nostri", pelle bianca compresa.


Ragazzi, voglio esprimermi riguaro all'ennesimo attacco alla trasmissione Annozero di ieri. Con riferimento alla presunta linea troppo filo-palestinese. Spero che abbiate capito che le "agitazioni" di Fini e del resto del clan non è riferito alla vicenda Israele-Gaza. Mi sembra fin troppo chiaro che la bufera serve a poter chiudere la trasmissione per le cose che ha detto Travaglio sulla vicenda dei magistrati di Salerno-Catanzaro. Svegliatevi ragazzi!


Perchè non si può commentare l'articolo ? La risposta di Corrias alla smentita di alfano mi sembra assolutamente insufficiente e getta discredito sull'attendibilità degli altri articoli pubblicati sul blog. Se, come sembrerebbe, sono state riportate notizie false credo si debba chiedere scusa al ministro e soprattutto a tutti i lettori. Personalmente, d'ora in avanti prenderò con maggiori riserve le notizie pubblicate su queste pagine.


mi piacerebbe che travaglio dicesse qualcosa in merito


Fate un riassunto della puntata di ieri di Annozero, finora non si è capito nulla. Grazie


# 436 leonard976 Se m'hai letto in precedenza, capirai che condivido quanto scrivi! Bravo. Ora mi sento meno solo.


E no ! Adesso però non va bene. Se parla male dei nemici è un grande giornalista. Se parla male degli amici è una capra ignorante. Così proprio non funziona. Adesso mi sento autorizzato a dire che le ideologie ci fanno ragionare col culo e non col cervello. E poi rischio di dare ragione ad Alessandro #432


Scusa Roland, non ti ho letto! Questo però garantisce che le nostre considerazioni provengono dalle nostre teste! Mi fa molto piacere ciò! Se Travaglio avesse parlato di un altro argomento, l'Annunziata non si sarebbe, agitata, Fini si sarebbe fatto i fatti suoi, e via dicendo! Detto ciò, Marco ha fatto benissimo a parlarne. Quante settimane gli dai ancora ad Annozero?


# 436 leonard976 Potrebbe darsi che Corrias debba chiedere scusa ad Alfano, per la faccenda Mauritius. Ma non gli deve certamente chiedere scusa Travaglio per quel che ha detto, a proposito della insiotenibile cacciata di Apicella, ieri ad Annozero e i giorni scorsi su questo blog! Anzi, Alfano deve chiedere scusa agli italiani.


Fa uno strano effetto concordare con Travaglio su qualcosa...


Anni zero ad Annozero.


Ho sbagliato indirizzo. Questo post va a # 437, ugolino: Potrebbe darsi che Corrias debba chiedere scusa ad Alfano, per la faccenda Mauritius. Ma non gli deve certamente chiedere scusa Travaglio per quel che ha detto, a proposito della insiotenibile cacciata di Apicella, ieri ad Annozero e i giorni scorsi su questo blog! Anzi, Alfano deve chiedere scusa agli italiani.


# 447    commento di   Gianmario D - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 18:1

Cacchiarola. Ho lasciato un commento stamattina, poi me ne sono andato per lavoro, torno e trovo una sbrofolata di commenti che non finisce più. Me ne sono letti parecchi, ma non tutti. Aggiungo qualcosa anche io. @LadyChichotte Sono perfettamente d'accordo con te ed ho scritto più o meno le stesse cose, anche se molto meno elegantemente. @Daniela F. Curiosa la tua distinzione tra missili e razzi. Riporto da Wikipedia: "I missili a razzo sono comunemente noti semplicemente come razzi. In generale, si usa il termine "razzo" per un sistema non guidato e "missile" per un sistema guidato: in entrambi i casi sono dotati di motori a getto per la loro propulsione, siano essi esoreattori (soprattutto per i missili da crociera) o endoreattori." E aggiungo, I razzi si sparano a casaccio i missili no. In ogni caso l'effetto quando arrivano è uguale e dipende solo dal tipo di testata che montano in cima. @enrico i.m.p. L'invito è molto gradito. Voglio però anche la biada per il cavallo


No, su Gaza è meglio che Travaglio taccia. Parli dell'agonia della Giustizia italiana.


Travaglio ti stimo moltissimo come giornalista, purtroppo devo esprimere tutto il mio disprezzo per la tua opinione su Gaza. Continua a occuparti del nano, continua ad informarci come sempre fai, ma lascia stare Gaza per favore. Non ne parlare più!!


Il centrodestra governa serenamente con fascisti antigiudaici (Ciarrapico), repubblichini non pentiti (La Russa, Alemanno), irredentisti (Bossi, Borghezio), ebrei (Nirenstein), fanatici ratzingeriani (Giovanardi, Bondi) e neo-comunisti post-stalinisti (Berlusconi, Tremonti). Non vola una mosca. Una piccola polemica ogni tanto, ma poi scatta la voce del padrone e segue l’immediato rientro nei ranghi. Si spartiscono la torta felici, fingono di avere ancora una opposizione perché bastonarla in pubblico scatena il tripudio e l’estasi dei fans, e giocano a smontare una macchina che fu costruita col sangue dei morti italiani. E le forze “libere” del paese? Niente. Si spaccano tra le posizioni insanabili dei filo-palestinesi moderati, dei filo-palestinesi critici e dei pacifisti anti-sionisti e si massacrano a vicenda senza pietà. Pur non riuscendo ai trovarsi d’accordo neppure su temi lapalissiani come l’indipendenza della magistratuta e il conflitto d’interessi, decidono di suicidarsi in massa discutendo di una guerra lontana (una delle tantissime, ma l’unica di cui si parla!) che in 50 anni neppure i migliori diplomatici del mondo sono riusciti a sanare. Spero che Annozero venga chiuso, che il pensiero libero venga totalmente cancellato, anche sulla rete. C’è tanta gente che si merita una ripulita e un bel nuovo ventennio di pensiero unico nell’informazione. Forse così impareranno a scegliere bene su quali temi occorre dividersi e su quali unirsi. E scopriranno che il silenzio, a volte, è d'oro.


P.S Mi riferisco ovviamente a come ha completamente smerdato il palestinese. é incredibile come ci si trovi d'accordo su una vicenda così personale.... sul resto ovviamente rimango della mia idea...cmq per una volta Grande Travaglio ;) Piccolo anzi piccolissimo Santoro


# 450 commento di tonto Tanto di cappello. Speriamo comunque che le tue ultime 4 righe non si avverino.


E DITEMI ALLORA, SE SANTORO ERA FUORI LE RIGHE, COME è LA TV ISRAELIANA?????????????????? BASTA IPOCRITI DEL CAZZO!! 18:03 Bombe su casa mentre parla in diretta tv, cinque figlie morte Orrore in diretta oggi alla tv israeliana nel corso di una trasmissione di approfondimento politico quando la casa di un medico palestinese - Ezeldin Abu el Aish, in collegamento telefonico con il programma dalla Striscia di Gaza - è stata colpita da un ordigno in tempo reale. E cinque figlie del professionista sono rimaste uccise. A raccontare l'accaduto al conduttore e agli spettatori è stato - fra i singhiozzi - lo stesso el Aish, che è rimasto collegato malgrado l'esplosione e ha constatato in diretta la tragedia. repubblica.it FINI VERGOGNATI TU LI AVRESTI BRUCIATI GLI EBREI!


Non capisco perchè tutti voi ancora vi ostinate a parlare che c'è una guerra in atto tra Palestinesi e Israeliani, ma vi siete chiesti come mai i morti si contano solo dalla parte Palestinese, (non voglio essere frainteso) certamente sono contento che dall'altra parte non muoiono donne e bambini ma proprio per questo a me sembra più una aggressione in piena regola e una occupazione militare da parte Israeliana del territorio Palestinese che uno scontro armato dove i morti di solito sono i militari che combattono e non cittadini inermi e privi di ogni assistenza sanitaria. Voglio solo ricordarvi che i bambini feriti gravi sono oltre 1.500 e i bambini morti sono più di 300 senza contare le donne. E questa assurda lotta impari non farà altro che accrescere odio e negli anni a venire vedremo altri kamikaze che si faranno saltare in aria in mezzo alla gente perchè quando un padre o una madre gli ammazzano otto figli come quel povero Cristo che ieri piangeva a dirotto nel filmato che ha trasmesso Anno Zero, voglio vedere se in ognuno di noi non scaturisce odio e voglia di vendetta e purtroppo la strada del terrore nella mente di questi poveri disgraziati e l'unica via possibile. Premetto che sono uno che odia le guerre anzi sono un pacifista e solo che ieri nel vedere quelle orribili scene non ho fatto altro che piangere.
CONTRO TUTTE LE GUERRE


@ belhoder #414, nn sono riuscita ad entrare nell'orto "uova e pomodori" volevo lasciarti un ortaggio per cui nessun ancora assaggiato tranne il contadino al quale hai intestato quel orto e il suo reggia-capo che l'hanno sequestrato. une tua risposta è gradevole


@beholder #141 nn sono riuscita ad entrare nell'orto di "uova e pomodori" per lasciarti un pezzo di ortaggio assaggiato e sequestratto dal contadino di uova e pomodori e dal suo regiiacapo. una tua risposta è gradevoli


# 457    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 18:34

@Angelo da San Severo 454 Il tuo slogan finale racchiude il senso di quello che dovrebbe essere il continuo discorrere di questi giorni. Non chi abbia ragione ma: datecene un taglio! Purtroppo quello che racconti e' vero, queste morti ne genereranno altre e a tal proposito ricordo un filmato mandato in onda sui Rai3 tempo fa (non ricordo la trasmissione) dove si vedeva un bambino palestinese guardare il video di suo padre che si "immolava" facendo saltare in aria una postazione di guardia israeliana. Il piccolo, si vantava che con suo padre era morto anche un sergente israeliano e che il babbo era volato direttamente in paradiso. Trovai il filmato agghiacciante per molti motivi, non ultimo il pensiero che lo stesso filmato lo stava con tutta probabilita' guardando anche il figlio del sergente israeliano che un giorno guidera' il suo cingolato contro una casa di Gaza sperando che sia quella del coetaneo. Come vedi, non serve a nulla cercare ragioni o torto. 'Affanculo hamas, 'affanculo controparte israeliana, 'affanculo bin laden, 'affanculo bush, 'affanculo chiunque creda sia possibile risolvere qualcosa con un fucile in mano. Lasciate che la gente comune viva in pace e sceglietevi un'isola deserta dove massacrarvi tra di voi.


# 458    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 18:44

tonto 450 ..una sola parola:grazie..sei andato quasi oltre il faber - mi confermi purtroppo: -che sul suolo italiano nasciamo più asociali che in altri suoli,o cmq con un surplus di ego ed individualismo; -che la libertà di pensiero e che quella di formazione della coscienza individuale e di gruppo, impone rispetto e (ri)conoscenza/affezione reciproca ..più orizzontali(ma non di divanetti e letti) che verticali come ora, -che la testa,quando rimane ai più sani (rispetto agli altri corpi che hanno comprato e in cui hanno trapiantato i fili di potere e ai più numerosi,quelli catatonici catodici) ed è troppo lontana dalle altre parti del corpo , rischia di rimanere sola,isola e si amputa e autoamputano dal collo del piede agli altri colli della bottiglia..è come dici tu però la testa doveva prevedere che "dati causa e pretesto", tutto cio' si poteva prevedere gia anni fà e doveva quindi provvedere responsabilmente prima dell'irreparabile di ora. spero con tutta la droga di speranza che mi rimane,pro..vveda a riunire tutte le sue partidall'ipofisi all'occipitale e le orbite e una volta riunita,ricomponga gli altri pezzi del corpo rimasto sano x tutto il resto malato. ciao:-)


# 459    commento di   SpikeZ - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 18:49

x Irene, Charles, ecc ecc Eccovi alcuni aforismi all'insegna della pace e della nobiltà d'animo che da sempre distingue Israele. “Noi dobbiamo espellere gli arabi e prenderci i loro posti.” -- David Ben Gurion, 1937, Ben Gurion and the Palestine Arabs, Oxford University Press, 1985. ”Dobbiamo usare il terrore, l’assassinio, l’intimidazione, la confisca delle terre e l’eliminazione di ogni servizio sociale per liberare la Galilea dalla sua popolazione araba”. -- David Ben-Gurion, Maggio 1948, agli ufficiali dello Stato Maggiore. Da: Ben-Gurion, A Biography, by Michael Ben-Zohar, Delacorte, New York 1978. "Non esiste una cosa come il popolo palestinese … Non è come se noi siamo venuti e li abbiamo cacciati e preso il oro paese. Essi non esistono.” --Golda Meir, dichiarazione al The Sunday Times, 15 giugno 1969 "Come possiamo restituire i territori occupati? Non c’è nessuno a cui restituirli.” -- Golda Meir, 8 marzo 1969 "Questo paese [Israele] esiste come il compimento della promessa fatta da Dio stesso. Sarebbe ridicolo chiedere conto della sua legittimità.” -- Golda Meir, Le Monde, 15 ottobre 1971 "Uscimmo fuori, Ben-Gurion ci accompagnava. Allon rifece la sua domanda, ‘Che cosa si doveva fare con la popolazione palestinese?’ Ben-Gurion ondeggiò la mano in un gesto che diceva ‘cacciateli fuori!” -- Yitzhak Rabin,versione censurata delle memorie di Rabin, pubblicata sul New York Times, 23 ottobre 1979. "[I palestinesi] sono bestie che camminano su due gambe.” Discorso alla Knesset di Menachem Begin Primo Ministro israeliano, riportato da Amnon Kapeliouk, "Begin and the 'Beasts’," su New Statesman, 25 giugno 1982. "La divisione della Palestina è illegale. Non sarà mai riconosciuta … Gerusalemme è e sarà per sempre la nostra capitale. Eretz Israel verrà ricostruito per il popolo d’Israele. Tutta quanto. E per sempre.” -- Menachem Begin, il giorno dopo il voto all’ONU sulla divisio


# 460    commento di   SpikeZ - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 18:50

ne della Palestina. "(I palestinesi) saranno schiacciati come cavallette... con le teste sfracellate contro i massi e le mura.” -- Yitzhak Shamir a quel tempo Primo Ministro d’Israele in un discorso ai coloni ebrei, New York Times, 1 aprile 1988 "Israele avrebbe dovuto approfittare dell’attenzione del mondo sulla repressione delle dimostrazioni in Cina, quando l’attenzione del mondo era focalizzata su quel paese, per portare a termine una massiccia espulsione degli arabi dei territori." -- Benyamin Netanyahu, allora vice ministro degli esteri, ex Primo Ministro d’Israele, in un discorso algi studenti della Bar Ilan University, dal giornale israeliano Hotam, 24 novembre 1989. "I palestinesi sono come coccodrilli, più gli date carne, più ne vogliono”…. -- Ehud Barak, a quel tempo Primo Ministro d’Israele – 28 agosto 2000. Apparso su Jerusalem Post, 30 agosto, 2000 "Se pensassimo che invece di 200 vittime palestinesi, 2.000 morti metterebbero fine agli scontri in un colpo, dovremmo usare più forza....” -- Il Primo Ministro israeliano Ehud Barak, citato dall’Associated Press, 16 novembre 2000. "Sarei entrato in un’organizzazione terroristica.” --risposta di Ehud Barak a Gideon Levy, giornalista del quotidiano Ha'aretzr, quando chiese a Barak che cosa avrebbe fatto se fosse nato palestinese. "Tutti devono muoversi, correre e prendere quante più cime di colline (palestinesi) possibile in modo da allargare gli insediamenti (ebraici) perché tutto quello che prenderemo ora sarà nostro... Tutto quello che non prenderemo andrà a loro.” -- Ariel Sharon, Ministro degli esteri d’Israele, aprendo un incontro del partito Tsomet Party, Agenzia France Presse, 15 novembre 1998. “Ogni volta che facciamo qualcosa tu mi dici che l’America farà questo o quello…devo dirti qualcosa molto chiaramente: Non preoccuparti della pressione americana su Israele. Noi , il popolo ebraico, controlliamo l’America, e gli americani lo s


# 461    commento di   SpikeZ - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 18:52

e gli americani lo sanno.” -- Ariel Sharon, Primo Ministro d’Israele, 31 ottobre 2001, risposta a Shimon Peres, come riportato in un programma della radio Kol Yisrael. "Israele può avere il diritto di mettere altri sotto processo, ma certamente nessuno ha il diritto di mettere sotto processo il popolo ebraico e lo Stato d’Israele.” -- Ariel Sharon, Primo Ministro d’Israele, 25 marzo 2001 citato dalla BBC News Ondine. -------- Quindi vaffanculo alle balle e alla disinformazione che state facendo. Saluti.


# 462    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:5

Charles, n. 433: E pensare che la parola MODO è persino in maiuscolo! Per MODO si intende maniera, al contrario di contenuto. Ma non c'è peggior sordo... ecc. Quindi pensa pure quello che ti pare, io credo di essermi espressa con discreta chiarezza. Se poi ti diverti a mettermi in bocca parole che non ho pronunciato fai pure. Non credo però che andremo molto lontano in un eventuale tentativo di dibattito. E con questo io avrei già detto più che a sufficienza...


# 463    commento di   SpikeZ - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:12

Ciao Daniela, ho letto il tuo post e volevo complimentarmi. Anche se io sono senz'altro schierato dalla parte della Palestina, e non lo nascondo, condivido ciò che hai detto. Un'ultima cosa: vorrei sentire parlare Arrigoni sulla faccenda israelo-palestinese, non certo Marco Travaglio.


# 464    commento di   giodigio - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:22

#430 Pellizzari Ottimo punto. Ma la risposta non e' complessa come parrebbe. Ha vinto hamas per il medesimo motivo che vedeva le "folle oceaniche" acclamare il duce o migliaia di tedeschi inneggiare a hitler e lanciarsi, biondo ciuffo baciato dal sole, in campi di grano sotto sventagliate di mitragliatrici. Verissimo! Aggiungerei che di fatto noi italiani non siam mica tanto diversi visto chi abbiamo mandato al governo: pur non essendo dei disperati ci siamo fatti fregare dal venditore di tappeti di turno. Purtroppo ignoranza, alienazione e una buona (abbondante) dose di indottrinamento religioso sortiscono questo effetto. E allora cosa si può fare? Hamas è stato eletto democraticamente: non riconoscerlo significa negare il diritto ai Palestinesi di scegliersi il proprio governo oppure affermare che i disperati non sono in grado di scegliere (attenzione però!!! Si apre la strada ad un percorso pericoloso!!!). Per contro riconoscere Hamas significa accettare un movimento terrorista che ha uno statuto che è tutto un programma!!! Distruggere SOLO i terroristi vuol dire per forza fare strage di vittime civili perchè quello che appare a noi come un atto vile (farsi scudo dei familiari) per loro è martirio. Hamas ammette di lanciare razzi (daccordo Daniela...Razzi non Missili...come se morire colpito da un razzo fosse meglio che da un missile), gli israeliani attaccano(cosa che Hamas può prevedere benissimo, e probabilmente vuole)e si fanno stragi di civili. Non mi sembra che ci sia un margine per un intervento esterno fino a quando i Palestinesi non torneranno a ragionare con la loro testa invece che con la testa di Hamas. Così come per gli Italiani non ci sarà scampo finchè continueranno a farsi imbesuire dalla chiesa e dai berlusconi. I ragionamenti di Daniela F. francamente non li accetto: oltre alla retorica scontata e il dispiacere per i bambini morti (come se per quelli che non ragionano come lei la vista dei bambini morti fosse un


# 465    commento di   giodigio - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:29

In ultima analisi mi sembra che la posizioe di Marco Travaglio sia nè più nè meno quella di una persona lucida che cerca di capire senza piagnistei nè tifoserie, quello che succede. QUESTO è il lavoro del giornalista e questo lui fa. E credo che non gliene freghi neanche tanto della vostra opinione pro o contro. Lui informa...poi fate voi quello che volete dell'informazione; se invece volete sentirvi dire quello che vi piace ...allora non siete tanto diversi (Daniela in primis) da quegli altri che per sentirsi gratificati ascoltano solo Emilio Fede. E sull'informazione che ci ha fornito Marco Travaglio giornalista fino ad ora e fin a prova contraria non mi sembra si posa avere nulla da eccepire


# 466    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:35

Vi leggo dopo tante ore, sento di dover ringraziare Daniela con il suo scritto preciso, profondo. Hai saputo dire molto molto bene quello che io ho buttato fuori con estrema incazzatura, a caldo, senza aspettare... Grazie E grazie per aver sottolineato in più punti, il fatto di non aver perso la stima di MT come giornalista, ma come uomo. MI ricollego a tanti che dicevano di non aver avuto nessuna aggiunta di informazione di nessun tipo dopo annozero. Credo che la trasmissione sia stata impostata male, il problema non è l'annunziata che se n'è andata (cavolo se la inviti, ti preoccuperai di stare attento, la conosci, sai che potrebbe mettere in scena il 'cavallo pazzo' che è). Un'impostazione diversa poteva essere scegliere ospiti diversi, storici con le palle, possibilmente non schierati, esperti militari (lasciandoli parlare, dandogli la parola, non come Nativi a cui non è stato chiesto niente), associazioni, volontari impegnati in quelle zone, che facciano qualcosa di concreto e diano segni concreti. Tutto il resto sono stronzate. La gente nelle guerre, in tutte, muore e basta! ps giusto per precisione... se decidete di usare wiki usatela con criterio : si usa il termine razzo per indicare un sistema non guidato si usa il termine missile per un sistema guidato ricordate la dicitura 'missile intelligente'? E' perchè si sa dove colpirà il razzo va un po' a .azzo


# 467    commento di   Gianmario D - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:46

ps giusto per precisione... se decidete di usare wiki usatela con criterio : si usa il termine razzo per indicare un sistema non guidato si usa il termine missile per un sistema guidato ricordate la dicitura 'missile intelligente'? E' perchè si sa dove colpirà il razzo va un po' a .azzo ---------------------------------------------------------------- Ecco, giusto per la precisione. L'unica differenza esistente tra missile e razzo è quella che un missile può, entro certi limiti cambiare la traettoria per colpire l'obiettivo. Il razzo, non essendo guidato, viene lanciato con una traettoria balistica predefinita che una volta in volo non può essere modificata se non da cause esterne (vento, ostacoli ecc.) I missili e/o bombe intelligenti sono un'altra parrocchia e tanto intelligenti poi non sono. Pedanteria? Forse, ma mi sembrava una sminuzione del ruolo attivo di hamas nella guerra, quasi che lanciare "solo" razzi fosse come sparare i fuochi artificiali. Non è così. Diciamo invece che Hamas ha meno soldi da spendere e lancia i razzi non guidati, mentre israele è più ricco e si può permettere di investire in circuiti elettronici per guidare i propri razzi. Razzi o missili che siano, dove cadono fanno danni in maniera perfettamente UGUALE.


# 468    commento di   SpikeZ - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:46

x giorgio Alcune riflessioni. Dubito che la religione c'azzecchi qualcosa con la resistenza palestinese. Altra cosa: Hamas non è un movimento terrorista. L'uso di civili come scudo è una bufala già sbugiardata, una delle tante balle che usa Israele per far tacere media e popolo-bue. Usarono la stessa balla degli scudi umani in Libano, già sputtanata da tempo anche quella. Eh si, caro Giorgio, morire colpito da un razzo artigianale di Hamas, che t'ammazza solo se ti cade in testa (dal 2000 a oggi solo 11 morti causati dai peardi di Hamas, di questi 2 per infarto), o un missile vero, come quelli che usa Israele non prima di averli fatti riempire di insulti con scritte da parte dei ragazzini israeliani. Quelli si, sono missili. Che ti buttano giù un palazzo con tanta pace di chi sta all'interno. Per non parlare delle cluster bombs, il fosforo bianco, e l'uranio impoverito, che Israele usa fregandosene altamente delle convenzioni di Ginevra. E' di ieri la notizia che L'ONU ha intenzione di aprire un'inchiesta su ISraele per crimini di guerra, genocidio, e uso di armi vietate. Ovviamente non glielo permetteranno all'ONU. E, caro Giorgio, mi fa sorridere che si chieda alle vittime di ragionare. Davvero, è comica la cosa. Veniamo a Travaglio. Ti sbagli quando asserisci senza tifoserie. Travaglio tifa per Israele, l'ha detto apertamente. Nulla da ridire sul suo valore come cronista giudiziario, molto da ridire, invece, sulla sua disgustosa opinione nella questione israelo-palestinese, per non parlare della totale assenza di umanità nei confronti di un ragazzo palestinese che ha perso mezza famiglia. E quando dico disgustosa non lo dico perchè la pensa diversamente da me, ma perchè, semplicemente, trovo rivoltante e osceno chiunque appoggi il nazismo e/o il fascismo, sotto ogni sua forma.


# 469    commento di   SpikeZ - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 19:50

x Gianmario D "Razzi o missili che siano, dove cadono fanno danni in maniera perfettamente UGUALE." ----- Assolutamente falso. Vi consiglio, prima di dire certe cose, di andarvi a informare meglio. Poi fate vobis.


# 470    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:17

ps per GianMario e Spikez missili e razzi non hanno differenze ammazzano entrambi!


# 471    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:18

@ 425 - Lupacchiotta, "pasolinante" ti si addice parecchio, my dear. Non so perché. Però ti calza come un guanto. ;-) Per riallacciarmi al tuo discorso: i potenti camuffano, e nel loro piccolo, anche, appunto i "piccoli" lo fanno. Ma i politici non sono altro che alcuni di quei "piccoli" cresciuti, no? E quindi, devono aver fatto pratica a camuffare e distorcere e confondere PRIMA di essere promossi al rango di potenti! E questo è un buon posto per venire a fare pratica, no? @ 427 - pippo74: Grazie assai. Anche io condivido la tua visione, eppure Dio solo sa quanta sincera stimo ho sempre avuto, e comunque continuo ad avere per Travaglio, trovando abbastanza sospetta la tendenza di alcuni a "guruizzarlo" (l'altro estremo di quello che fanno i Facci della situazione). Hmm, quel refrain, "Restiamo umani" mi suona molto familiare. :-) @ 432 - Alessandro - Fatti curare, le voci nella testa non sono un gran bel sintomo. @ 435, AF, @ 448, Roland, @ 449, Fabio: Concordo. Anche io vorrei che Travaglio si limiti agli argomenti che meglio conosce, contraddistinguendosi per la meticolosità con cui si prepara sull'argomento e si attiene ai fatti. Tra l'altro vorrei segnalare proprio a Travaglio un articolo di tale Ezio Bonsignore, dal blog Pagine di Difesa, frequentato in maggioranza appunto da militari. Qui parlano del conflitto in medio oriente; non possono esattamente essere accusati di non capirci di guerra o di essere faziosamente radicali nella loro difesa della Palestina, direi!: http://www.paginedidifesa.it/2009/bonsignore_090108.html @ 447 - Gianmario D: Apprezzo molto che tu ti sia preso la briga di andare a controllare la differenza fra razzo e missile su wiki, che denota un desiderio di approfondire prima di esprimere un'opinione. Nonché di mettere in discussione ciò che scrivo, ma con cognizione di causa. E' proprio come riporti da wiki, infatti. Il motivo per cui faccio una distinzione fra razzi e missili è principalmente per fa


# 472    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:19

@ 447 - Gianmario D: Apprezzo molto che tu ti sia preso la briga di andare a controllare la differenza fra razzo e missile su wiki, che denota un desiderio di approfondire prima di esprimere un'opinione. Nonché di mettere in discussione ciò che scrivo, ma con cognizione di causa. E' proprio come riporti da wiki, infatti. Il motivo per cui faccio una distinzione fra razzi e missili è principalmente per far notare a Travaglio che il suo modo di dire, e ripetere più volte "missili qassam" anziché "razzi qassam", è stata una di quelle lievi forme di malafede dialettica che tentavano di far sembrare gli attacchi da parte dei palestinesi più "professionali" e simili a quelli di risposta degli israeliani di quello che in realtà sono. Non discuto che il lancio di razzi qassam sia grave o sbagliato, o che non possa fare danni reali e tragici quando colpiscono. Non discuto nemmeno il diritto di Israele di difendersi, ci mancherebbe. Discuto il fatto che il solitamente preciso Travaglio in questa occasione ha apparentemente tentato di far passare per missili, cioè per armi piuttosto tecnologiche, costose e militarmente avanzate, quello che in realtà erano delle armi decisamente più "casarecce", che quasi chiunque potrebbe costruire nel proprio garage se avesse il tritolo e tutto il necessario (come giustamente ha anche fatto notare Santoro ieri sera). Questo mi riallaccia al discorso di Angelo da S. Severo, n. 454, che condivido in pieno. @ 453 - Fabio: Non solo sospetto che Fini avrebbe discriminato (se non bruciato!) gli ebrei durante il fascismo. Trovo anche paradossale che i pacifisti, quelli veri, come quelli che attualmente si trovano a Gaza a rischiare di prendersi le bombe per i loro ideali, vengano ora accusati di essere antisemiti. Si sta parlando di persone che se fossero state adulte negli anni 30 e 40, avrebbero rischiato allo stesso modo la vita per salvare gli ebrei dalle persecuzioni naziste! @ 463 - SpikeZ: Ciao! Cosa ti ha dato l'idea ch


# 473    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:20

@ 463 - SpikeZ: Ciao! Cosa ti ha dato l'idea che io non la pensi pressappoco come te? :-) @ 464 - Giodigio: Eccone un altro che risponde ai miei post senza leggerli. Parlare di un testo che non si è letto poteva funzionare durante un'interrogazione a scuola con un professore particolarmente tonto, che si beveva le supercazzole degli studenti ben recitate, ma fra adulti il rischio che il tuo interlocutore se ne accorga è alto. Dov'è che parlo di bambini morti, prego? Cita la frase esatta, grazie.


# 474    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:27

@ 466 - Frada79, ti leggo solo ora: grazie delle belle parole! Anche io se avessi scritto il medesimo post ieri sera, fresca di Annozero, avrei fatto un bel papocchio incazzoso. Quindi ho deciso di aspettare... conoscendomi! Per chi crede nell'astrologia sono un'Ariete, io. Quindi incazzosetta! Ma poi se aspetto.......... :-) La Annunziata è una delle figure pubbliche italiane femminili più permalose. Che si facesse una pera di valium prima di apparire in TV.


# 475    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:44

@ Daniela F. Sono incazzosetta anche io, qualcuno di molto caro me lo diceva spesso quando mi ha conosciuto, da subito! E' vero! Purtroppo quando si perde il rispetto per l'essere umano è condizione necessaria per me per partire e dire le cose così come le penso. Non che non ci rifletta, ma credo molto nel pane al pane e vino al vino, anche perchè come spesso ho detto anche qui sul blog a diverse persone è che se tento la strada diplomatica, che non conosco, faccio solo danni! Probabilmente molto è dovuto ad una incapacità di esposizione orale e scritta, ci lavoro ogni giorno, ma i risultati non sono granchè! Voglio solo dire che a caldo o a freddo non sarei stata capace di scrivere quello che hai saputo scrivere tu così bene!Hai saputo dare voce anche a me...ed è per questo che ti ho ringraziato prima o lo rifaccio adesso! :-) un bacio, ciao frà


# 476    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:50

frada79, sei anche su Facebook? In caso affermativo vieni a chiedermi l'amicizia, sono Daniela Filippin e sono già amica con diverse persone da questo blog. Baci a te! ;-)


# 477    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 20:58

@ Daniela Nono fb sinceramente mi fà un pochino paura, quindi non ci sono! ti lascio mail che però se non sbaglio ci siamo già scambiate frada79@hotmail.it


# 478    commento di   SpikeZ - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 21:31

Ah ok Daniela, son contento allora :) Comunque mi rendo anche conto che sto postando in maniera un pò troppo alterata, ma che posso farci... sono digustato. Stiamo continuando la discussione nel nuovo post di Travaglio.


# 479    commento di   Gianmario D - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 23:23

# 469 commento di SpikeZ - utente certificato lasciato il 16/1/2009 alle 19:50 x Gianmario D "Razzi o missili che siano, dove cadono fanno danni in maniera perfettamente UGUALE." ----- Assolutamente falso. Vi consiglio, prima di dire certe cose, di andarvi a informare meglio. Poi fate vobis. ----------------------------------------------------------------- Tu informati meglio, e dai informazioni corrette.


Per Daniela F. Accidenti, non pensavo che mettendo una parola in maiuscolo cambiasse significato :-D Poi guarda io non metto in bocca niente a nessuno mi sono limitato a citare una delle tante frasi in cui ti mostri intollerante nei confronti delle idee di Travaglio. Saluti


# 481    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 16/1/2009 alle 23:44

Charles, hai ragione, il problema non è che metti le parole in bocca agli altri. Il problema è che proprio non sai leggere. Una ripassatina dell'ABC? Proviamo con queste due frasette qua, prese proprio dalla mia lettera a Travaglio che tanto ti ha colpito, al punto che oggi ne parli da almeno tre ore: "Non parlo del fatto che lei, signor Travaglio, la pensasse in modo diverso da lui, da me o da chicchessia. Parlo del MODO in cui ha scelto di intervenire durante il discorso del cuoco."


Mah veramente ho scritto anche di andare a leggere lo statuto di hamas a tutti con tanto di link oltre che travaglio non è una novità il fatto che sia filo-islamico. Inoltre non c'è bisogno di scaldarsi così tanto e di fare questi gesti di sfida solo perchè una persona ti fa un' annotazione, (la tua lettera mi ha colpito perchè tra le tante proteste era la più pasionaria secondo me) poi avevo già scritto prima che avevo sbagliato perchè tu eri l'ultimo post che mi è capitato davanti agli occhi prima dei commenti da aggiungere e ti ho incluso nell'elenco delle persone che parlavano di hamas. Io direi di finirla qui poi non so se vuoi continuare... Buon divertimento!


# 483    commento di   LadyChichotte - utente certificato  lasciato il 17/1/2009 alle 10:58

Come volevasi dimostrare, se qualcuno avesse mai potuto avere un solo dubbio in merito. Ogni tg, ogni radiogiornale, persino a Matrix hanno parlato di Annozero su Gaza. Non un FIATO sull'intervento di Travaglio su Alfano. Approfitto di questo spazio che potrebbe anche leggere ringraziando il Sig. Santoro per aver appoggiato spontaneamente la testa sul ceppo di chi sta preparando la mannaia da tempo. Non credo ne sia valsa la pena visto l'esito della trasmissione. Di certo al conflitto israelo-palestinese una puntata stile "uomini e donne" non ha aggiunto niente. Ad Apicella ha tolto il supporto derivabile dalla visibilità e impatto mediatico sull'importante prologo di Travaglio che, smuovendo un po' le acque, avrebbe potuto salvargli la testa ( il CSM si trovava nell'imbarazzo di agire proprio come previsto da Travaglio, confermando quindi tutta la sua ricostruzione, per capirci!). A noi ha tolto la speranza di veder perdurare il poco di informazione non allineata disponibile. In questo senso... non posso che dare ragione a Fini (incredible!): Santoro ha passato il segno. Non certo nel senso che intendeva Fini stesso...:)... ma tant'è non riesco a dargli torto. Ammesso e non concesso che salvi la pelle, Michele... la prossima puntata, se ci sarà, non fare l'eroe. Non lavare i panni in piazza ma fai il tuo lavoro, che quando non ti sale la mosca al naso fai benissimo. Impara da Travaglio, che riesce a rimanere immobile anche con un bull dog Sgarbi che gli sbava sulle scarpe. I martiri non ci servono.


Lady Chichotte una domanda: sarebbe interessante rintracciare la tua scuola hai studiato dall'istituto riunito federiciano di Gola in profonda psichiatria? Interessante il tuo stile "multi-force-task-aggressiv". Attendo tue informazioni dettagliate.Ciao


Nell’ultima trasmissione Santoro ha mostrato il volto eroico della coerenza, sfidando il novanta per cento dei capobastone d’Italia, chiaramente indifferenti al dramma del Medioriente o addirittura complici di stragi di innocenti. La trasmissione ha voluto dimostrare la realtà di una operazione sconsiderata e criminale perché condotta contro civili inermi, affamati e infreddoliti. Nello stesso studio ho visto l’eroina del giorno, una stronza per sua ammissione, recatasi lì per farsi bella agli occhi di chi conta, e sono rimasto arcicontento che Santoro glielo abbia detto davanti a milioni di spettatori. Pochi sanno che quella scrive sul giornale La Stampa, notoriamente a capitale ebraico, e inoltre aspira ad incarichi in Rai di competenza dei presidenti della Camera e del Senato, incarichi che sono in scadenza.
ilquiquiri.com


Sono ormai ventuno giorni che l’esercito più attrezzato del mondo, anche se non il migliore (i “terroristi” libanesi qualche hanno fa ne misero a nudo la fragilità), bombarda senza tregua quel campo di concentramento. Sì ho detto bene, campo di concentramento, come quelli nazisti. L'intera zona della Striscia di Gaza è infatti recintata e circondata dagli Israeliani su tre lati e dai loro amici egiziani dal restante lato. Nessuno dice questo, altrimenti dovrebbero spiegare come è possibile ricevere armi in queste condizioni, e lasciarsi sfuggire che sicuramente uno dei due stati lo permette. Spiegando questo, si farebbe comprendere anche che sono obbligati ad essere scudi umani, non potendo allontanarsi dalla zona dei combattimenti come hanno fatto in Libano o in qualunque altra zona di guerra dove si ha la possibilità di farlo. Riguardo ai famosi missili di Hamas, posso garantire che una qualunque ditta di fuochi artificiali ne possiede di più potenti: la dimostrazione sono i risultati distruttivi che l’inviato RAI si affanna a mostrare, piccoli buchi e qualche persona intronata. Lo stesso inviato parla quotidianamente di guerra, di diritto di Israele a difendersi, di armi che possono distruggere Israele. Alcuni fanno notare notare che questo Pagliara è lì da anni perché gradito agli israeliani, dei quali legge volenterosamente i servizi che gli scrivono (in questi giorni l’esercito), e si pensa che addirittura sia sul libro paga dei servizi segreti israeliani. Il suo predecessore, Paolo Longo , che non si prestava a queste schifezze, lo hanno spedito in Cina, il posto più lontano da quei luoghi. La coerenza non paga.
ilquiquiri.com


In questi giorni di “guerra” ho assistito, oltre che a alla vergogna del corrispondente che non si è mai avvicinato ai luoghi dei massacri parlando però come se li vedesse, a tavole rotonde di giornalisti ricattati o in vendita come la suddetta stronza, esperti militari e tuttologi vari, tutti schierati sulla stessa linea: giustificare qualunque azione dell’esercito israeliano. Resto inorridito nel sentirli, parlano di distruzioni di edifici e di massacri di bambini con la stessa sensibilità con cui si parla della distruzione delle arance in sovrapproduzione. A questi soldati dell’informazione deviata si sono uniti i generali, cioè i politici capeggiati da Fini e Gasparri e tutti gli altri colonnelli. E’ mancato Ferrara, assente forse perché non poteva fare la primadonna. Per me è uno scandalo: come si fa a solidarizzare con chi sta perpetrando dei massacri di donne e bambini? E' come incitarli ad eliminarne il più possibile e diventarne complici. Se comprendo Fini, detesto Veltroni, Fassino e quelli di sinistra che si sono accodati a lui. Fini lo comprendo perché lui è un fascista, quindi razzista, specialmente con quelli di pelle scura, quindi si possono ammazzare. Ma Veltroni che porta la sua pensione ai bambini africani, è deprecabile che giustifichi il massacro dei bimbi palestinesi. Grazie Michele che glielo hai detto, non ti preoccupare, ti ha capito, anche se fa finta di no.
ilquiquiri.com


# 488    commento di   Daniela F. - utente certificato  lasciato il 17/1/2009 alle 15:35

E il campione indiscusso dell'arrampicata libera sullo specchio è: Charles!!! (applauso) :-D


Condivido i commenti di Mario n.485-486 ed il commento di jack n.487. Ringrazio Daniele Pellizzari commento 457 e Daniela F. commento n.472 per aver condiviso il mio commento 454. Leggo con soddisfazione che ora si parla sempre meno di guerra e molto di più di massacri perpretati purtroppo su donne e bambini, ormai i morti non si contano più ogni giorno aumentano a dismisura. Quanti di noi, se non avessimo visto Annozero si sarebbero posti il problema che quello che succede tra Palestinesi e Israeliani in questo ultimo conflitto non è una guerra ma bensi un vero e proprio massacro fatto in una città abitata da uomini donne e bambini che con le armi non hanno nulla a che fare, e questi fatti sono incontestabili visto i morti e i feriti che si contano tra i civili. La scrittrice israeliana nella trasmissione di Santoro aveva ragione nel dire che siamo tutti ASSASSINI.
CONTRO TUTTE LE GUERRE


# 490    commento di   LadyChichotte - utente certificato  lasciato il 19/1/2009 alle 10:51

@484, Elena Ullallah, Elena! Mi è capitato di sentirmi attribuire diversi studi, talvolta mi prendono per avvocato...ma la psichiatra ancora no. Mi spiace, studi scientifici, decisamente lontani dalla psichiatria. La propensione all'ironia che si gira in sarcasmo sempre più nero e propenso all'invettiva in presenza di crescenti livelli d'incazzatura sono quindi genetici, non acquisiti. Ciao!


Caro Marco, ho visto uno stralcio della puntata di Porta a Porta per i 90 anni di Andreotti. Sono rimasto perplesso quando L'avv. Giulia Bongiorno, ha commentato riguardo al processo per mafia al senatore, che mentre la sentenza di appello effettivamente usava la formula "reato commesso ma prescritto" fino alla primavera del 1980, la formula usata dalla sentenza della cassazione sarebbe invece dubitativa, quindi decisamente meno pesante. Ti sarei grato se potessi darmi qualche chiarimento sul punto. Inoltre ho trovato curioso che nella stessa puntata Cossiga si sia riferito molte volte a Caselli senza mai nominarlo, dal punto di vista della comunicazione televisiva, qual e' secondo te il vantaggio di questa tecnica? grazie, ciao, L.


Ciao a tutti, volevo porre un invito alle persone che si sentono di sinistra e che non si arrendono all'idea di vedere che nulla si muove, che le cose non cambiano. Da qualche minuto ho creato un forum di discussione, si chiama WWW.SINISTRAVIVA.FORUMATTIVO.COM Se vi va di partecipare con proposte, idee, o anche solo dei semplici suggerimenti... Ne sarei davvero felice! A presto, e grazie per l'attenzione!



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti