Commenti

commenti su voglioscendere

post: Adesso, per favore, basta dialogo

(Vignetta di Molly Bezz ) Alla fine, buon ultimo, con una quindicina d’anni di ritardo, è arrivato anche il Corriere della sera. Il giornale vicediretto da Pigi Battista, che ancora giovedì sera ad Annozero domandava allibito: “Siamo forse un paese a sovranità limitata?”. Gli ha risposto Antonio Tabucchi , che vivendo tra Parigi e Lisbona riesce a cogliere meglio l’anomalia italiana, e ha ricordato lo spaventoso conflitto d’interessi berlusconiano . Che non dipende soltanto dal possesso di tv, giornali, banche, assicurazioni e tutto il resto. Ma dal fatto che Silvio Berlusconi è incompatibile con la Costituzione . Ieri il Corriere ha scritto che il premier è andato “oltre ogni misura” definendo “sovietica” la Costituzione sulla quale ha giurato. Ma l’aveva già detto a ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Preghierina della notte: Caro Gesù, tu che sai parlare agli animali, compari in parlamento e parla con la nostra maggioranza di governo e spiegagli con la loro lingua, che ce l'hai dato tu il libero arbitrio e non ce lo devono negare perchè farebbero morire il nostro spirito di fame e di sete


# 178    commento di   mv.bono - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 1:48

x JackieFolla ho appena fatto un giro sul sito della uaar forse se a sbattezzerci fossimo in tanti da poter incidere almeno del 1 o forse 2(quest'ultimo è un mero mio sogno)% dellla popolazine iper cattolica italiana il nazipapa e il suddito berlusconi potrebbero iniziare a preoccuparsi e a inziare a perseguitarci ..... e noi potremmo chiedere aiuto ed asilo politico all' estero ( ho un sogno!) buona notte maria vittoria


# 179    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 1:55

@IdeePerLaSinistra #137 - 8/2/2009 23:1 "Roland GcMagica: a parte Obama, ricordate il profilo di Berlusconi che Bush distribuì (per errore ...) ai giornalisti americani (se non ricordo male durante il viaggio aereo per Roma)?" I giornalisti cui è stato distribuito il kit con la descrizione di Al Cappone erano al seguito di Bush che si recava da Washington al summit del G8 in Giappone lo scorso luglio. Eccone alcuni stralci pubblicati sui giornali italiani ed americani: - - - - - - - - Il premier italiano è stato uno dei più controversi leader nella storia di un paese conosciuto per corruzione governativa e vizio. Principalmente un uomo d'affari con massicce proprietà e grande influenza nei media internazionali. Berlusconi era considerato da molti un dilettante in politica che ha conquistato la sua importante carica solo grazie alla sua notevole influenza sui media nazionali finché non ha perso il posto nel 2006. Odiato da molti ma rispettato da tutti almeno per la sua 'bella figura' [in italiano nel testo] e la pura forza della sua volontà Berlusconi ha trasformato il suo senso degli affari e la sua influenza in un impero personale che ha prodotto il governo italiano di più lunga durata assoluta e la sua posizione di persona più ricca del paese. Il suo precoce interesse per gli affari andava di pari passo con la sua passione nel far soldi e già da ragazzo guadagnava organizzando spettacoli di marionette per cui faceva pagare il biglietto d'ingresso. Mentre studiava legge all'Università di Milano, Berlusconi vendeva aspirapolvere, lavorava come cantante sulle navi da crociera, faceva ritratti fotografici e i compiti degli altri studenti per denaro. - - - - - - - - Le frasi del kit sono state estratte, con l'aggiunta di "finché non ha perso il posto nel 2006", dall'Encyclopedia of World Biography edizione 2005. Per i curiosi, nei successivi msg riporto la voce origianle dall'Encyclopedia of World Biography


# 180    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 1:57

# 179 Ecco la voce originale dell'Encyclopedia of World Biography dedicata ad Al Cappone. - - - - - - - - Silvio Berlusconi Italian Prime Minister Silvio Berlusconi (born 1936) is one of the most controversial leaders in the history of a country known for governmental corruption and vice. Primarily a businessman with massive holdings and influence in international media, he is regarded by many as a political dilettante who gained his high office only through use of his considerable influence on the national media. Hated by many but respected by all at least for his bella figura (personal style) and the sheer force of his will, Berlusconi has parlayed his business acumen and influence into a personal empire that has resulted in Italy's longest–running government ever and in his becoming the country's wealthiest man. Bursting onto the scene with no political experience in 1993, he campaigned—using his vast network of media holdings—on a promise to purge the notoriously lackadaisical Italian government of corruption. He won appointment to the office of prime minister in 1994. However, he and his fellow Forza Italia Party leaders soon found themselves accused of the very corruption he had vowed to eradicate. Charges of bribery, extortion, and other abuses of power trailed the leader until he was forced to resign later in 1994. Despite convictions on a number of corruption charges that were later overturned, the suave Berlusconi was again elected prime minister in 2001, and remained in that post as of late 2004. He is owner of one of the world's most valuable soccer franchises, the country's biggest private television network, a publishing conglomerate, assorted department stores and insurance companies, a newspaper, a magazine, and a bank. His personal monetary worth is estimated at U.S. $10 billion.


# 181    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 1:58

(segue da #180) Entrepreneurial Streak Apparent Early On Berlusconi was born on September 29, 1936, in Milan, Italy, the first of two sons of a middle–class bank clerk and a housewife. His precocious interest in business matters was matched by his passion for making money, and even as a boy he was already earning an income by organizing puppet shows for which he would then charge admission. While studying law at the University of Milan, Berlusconi sold vacuum cleaners, worked as a singer on a cruise ship, took portrait photographs, and did other students' homework for a fee. He also formed an important friendship with Bettino Craxi, who would later become Italian prime minister. His graduation thesis from law school was titled, "The Newspaper Advertising Contract." As soon as he left school, Berlusconi began working in real estate because he sensed the development boom that was coming in response to the post–war prosperity of the 1960s. Declining his father's offer of a job at his bank, the young man managed to put together enough loans to found two real estate and development companies: Cantieri Reuniti Milanesi in 1962 and Edilnord in 1963. Edilnord won the contract for the development of Milano Two, an attractive suburb north of Milan for the upper class, in 1969, and in 1974 Berlusconi entered the world of media when he decided to install a cable television network (through his new Telemilano company) to service the fashionable bedroom community. Edilnord developed the chic Milano 3 suburb in 1976, having become the top developer of residential and commercial properties by that point. Became Media Mogul in 1970s and 1980s Following the Constitutional Court's 1976 ruling that the Radio Televisone Italiana (RAI) conglomerate could no longer extend to the local level its legal monopoly over national broadcasting, Berlusconi launched a massive effort to capitalize on the legitimization of "pirate" television station operators. He found


# 182    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 1:58

(segue da #181) He founded a holding company, Fininvest, to manage his expanding portfolio of interests as 700 commercial stations mushroomed virtually overnight. Berlusconi worked quickly to create a major library of films, and then rented them out to the new stations in exchange for their advertising on his new Pubitalia publishing subsidiary. By 1980, he was the dominant force in a skyrocketing television market that over the next five years increased its share of national advertising from 15 to 50 percent. In the meantime, Berlusconi began stringing together a nationwide communications network, Canale Five, in 1977 and completed it in 1980. He created the illusion of a single channel that people could tune into by sending the same film by courier to many of the independent television stations. The pirate stations would then transmit the show simultaneously to their viewers. Unabashedly appealing to the mass market, he stockpiled foreign game shows, soap operas, and popular movies to lure viewers away from the stodgy government–run channels. Berlusconi's position as a media baron was strengthened when the courts reversed their earlier decision and legalized private national networks as long as anti–trust provisions were observed. He bought out two of his closest competitors in 1982 and 1984, cementing his domination of the country's commercial television market. Meanwhile, the reach of Berlusconi's media empire had extended to commercial television in France, where he created La Cinq in 1986; in Germany, where he founded Telefunf in 1987; and in Spain, where he established Telecinco in 1989.


# 183    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 1:59

(segue da #182) When the courts ruled later in 1984 that Canele Five had usurped RAI's state–sanctioned right to broadcast a national service simultaneously, Berlusconi summoned his old friend Craxi, who had since become prime minister, to reverse the order. Thus benefiting from a general move toward deregulation, Berlusconi was permitted to maintain a virtual duopoly with RAI over the nation's television market. For the remainder of the 1980s, he continued to acquire more and more media holdings. One of Berlusconi's key purchases during this period was of the Milan AC Soccer Club in 1986. A passionate soccer fan, he poured money into the club until it soon became the most successful Italian soccer team ever. (With him as chairperson, the team has since won the Champion's League title four times, the National League title seven times, and the World Cup Championship twice). He also bought the popular Standa department store chain in 1988 and, after a gigantic legal tussle, the Arnoldo Mondadori Editore S.P.A. magazine, book, and newspaper publishing group in 1990. The latter purchase gave Berlusconi instant control over 20 percent of the Italian publishing market. His relentless acquisitions also exponentially increased Fininvest's debt load to dangerous levels, but Berlusconi had already become a billionaire. Launched Political Career At this point, Berlusconi found himself increasingly hounded by demands from all quarters that he break up his media empire for violating virtually every anti–trust law in the books. As these pressures increased through the first part of the 1990s, he made a decision that some saw as foolish but that others perceived as an effort to grab the power of the very forces opposed to him: he announced that he would run for prime minister. In typical aggressive fashion, Berlusconi handed over to close friends all his positions at Fininvest and other companies to avoid political conflicts of interest and immediately orga


# 184    commento di   nanni64 - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 1:59

Ho apena finito di vedere telecamere, con la "signora" La Rosa. Sono rimasta senza parole. Anzi con una sola parola, che le ho immediatamente inviato. Trascrivo: Oggetto: caso englaro puntata di oggi Una parola soltanto: vergogna! Vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna, vergogna .............
http://nanni64.ilcannocchiale.it


# 185    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 2:1

(segue da #183) In typical aggressive fashion, Berlusconi handed over to close friends all his positions at Fininvest and other companies to avoid political conflicts of interest and immediately organized a political coalition named Forza Italia (after the ubiquitous soccer chant meaning "Go Italy"). He appointed himself as its leader. Allying the new grouping with a federalist party and the remains of a disbanded neo–fascist group, he geared up his media companies to begin a television and print blitz to advertise his candidacy. Several editors of his press concerns resigned in protest at being told whom to endorse in the typically free–for–all run–up to elections. Berlosconi pressed on, portraying himself as honest and in touch with the concerns of young Italians while pledging to eradicate corruption, lower taxes, increase personal choice, and promote free–market economics. In 1992, a national poll revealed that Italian teenagers ranked Berlusconi ahead of Jesus Christ and the Italian president when asked about the ten people they admired most. However, disaster struck when the leader of the fascist group praised deceased Italian dictator Benito Mussolini as the century's finest statesman. It was a testament to the power of Berlusconi's personality that he was quickly able to smooth over the outrage that instantly arose over the comment about the hated leader.


# 186    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 2:2

(segue da #185) Berlusconi held up his lack of political experience as a virtue to voters, telling them that his success as a businessman was excellent preparation for him to transform the bloated, inefficient Italian government into a lean, streamlined machine that would work for the people and provide a fresh start for all, with sweeping tax cuts and millions of new jobs. The media (much of which he ran, of course) quickly dubbed Berlusconi "the Knight." Support for him built rapidly despite virulent attacks by his detractors. The media and Berlusconi's own personal flair prevailed, and the Freedom Pole won 43 percent of the popular vote in March 1994 elections—enough to enable him to form a government of which he was appointed prime minister. However, despite his precautions, allegations of conflicts of interest arose quickly, fueled by the fact that Berlusconi and his family had retained 51 percent of Fininvest's interests. Coupled with these suspicions, when one of the coalition's parties bailed out of the union, Berlusconi's government collapsed after only nine months in power. In the meantime, his carefully cultivated image as a politician who was above the nation's traditional corruption began to crumble when it was revealed that Berlusconi had in 1978 joined the sinister Propaganda Two group. This was a secret Masonic lodge that had created a powerful state within a state with strong influence on the secret police, banks, the government, and the military. Undaunted by these obstacles, Berlusconi began selling off more and more of his shares in his wide array of holdings, and in 1996—just two days before the April general election—he officially declared that he no longer had a majority control in any business. His past continued to haunt him, however, with further allegations of corruption and misdeeds, and although he succeeded in being elected as a member of Parliament representing his right–wing coalition, he was forced to abandon his bid fo


# 187    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 2:3

(segue da #186) His past continued to haunt him, however, with further allegations of corruption and misdeeds, and although he succeeded in being elected as a member of Parliament representing his right–wing coalition, he was forced to abandon his bid for the premiership. Appointed Premier Again Despite Lingering Charges As charges of misdeeds continued to pile up, Berlusconi alleged that left–wing politicians had mounted a plot against him. He was convicted of several financial crimes related to accounting and illegal political funding in 1997 and 1998. He managed to have these overturned on appeal, but those charges were followed by allegations of bribery and other misdeeds in 1999. Nevertheless, he was reelected as a member of the European Union Parliament in 1999 and remained opposition leader in his own country's Parliament until 2001, when he was once again appointed prime minister on May 13. Berlusconi and his House of Freedoms coalition had won the popular vote by 18.5 million votes, propelled once again by his image as a forceful, self–made man who would at last straighten out the Italian government. Nevertheless, plenty of people were outraged by Berlusconi's second rise to power, and in 2002 hundreds of thousands of them staged a massive protest to drive home their point—that his heavy involvement in the world of business made him incapable of being an impartial and fair national leader.


# 188    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 2:4

(segue da #187) The government was shaken to its core later in 2002 when a mammoth corruption scandal came to light that involved some 6,000 politicians and business leaders, including Berlusconi's brother Paolo and his friend Craxi, and billions of dollars in graft. Meanwhile, Berlusconi himself served as foreign minister in addition to his role as prime minister for ten months in 2002. Berlusconi got a reprieve from the courts in 2003 when Parliament passed a controversial law making the government's top officials, including the prime minister, immune from prosecution. It looked for a while like the legal challenges to his leadership were behind him, but the Constitutional Court soon overturned the law. Meanwhile, Berlusconi's firm decision to stand as an ally with the United States in the war in Iraq had become extremely unpopular, and by 2003, a full 75 percent of Italians were opposed to his decision. In July 2003, Berlusconi assumed the rotating six–month presidency of the European Union, using that position to urge other European countries to support the United States in the war. By 2004, Berlusconi and his government had enacted numerous bills and laws aimed at reforming the nation's school and labor systems, reduced taxes and other financial burdens on citizens, increased government support of the unemployed, elderly, and disabled, and, not surprisingly, loosened regulations on limits of private ownership of media. However, critics from both Italy and elsewhere warned that Berlusconi's liberal spending could soon have major negative impacts on the country's long–term economic outlook. Nevertheless, the prime minister now had the honor of heading Italy's longest–running government ever.


# 189    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 2:5

(segue da #188) In 2004, Forbes magazine ranked Berlusconi as the 30th wealthiest man in the world, up from 45th in 2002, and estimated his personal fortune at $10 billion. He has been married twice, first to Carla Dall'Ogglio, with whom he had two children, and then to actress Veronica Lario, with whom he has three children. He released a CD in 2003 of Neopolitan love songs. The prime minister prefers to spend his spare time at his 70–room villa in Sardinia named "Arcore," whose amenities include a private park, a movie theater, and walls of large–screen televisions. - - - - - - - -


# 190    commento di   GCMagica - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 2:13

@JackieFolla #157 - 9/2/2009 0:16 "non accetto dai deputati idv un voto di coscienza che dica si a questa usurpazione del libero arbitrio e assoggettamento dello stato laico al vaticano e alla chiesa cattolica". Nemmeno io lo accetto. E mi piacerebbe che Travaglio (Marco, ci vedi da lì?) ci dicesse se anche questo non è una sorta di "dialogo". L'ho già scritto ieri fra i commenti all'articolo "Vado, l’ammazzo e torno", e lo ribadisco: con gli eversori che sputano sulla Costituzione cui hanno giurato fedeltà, con i protettori di mafiosi dichiarati eroi, con gli ipocriti che piangono lacrime di coccodrillo su Eluana e hanno abortito il figlio al settimo mese, un "vero" partito di opposizione non può e non deve avere nulla a che spartire. Coi bari non si gioca a poker, anche se si pensa di guadagnarci qualcosa. E, se qualcosa riesci a guadagnare, è perché te lo hanno lasciato a guadagnare, in cambio di molto di più. Antonio, attenzione, perché lo sbarramento del 4 per cento potrebbe risultare troppo alto anche per l'IDV.


Si è passati dalle Leggi Ad Personam al Decreto Contro Personam, e questo è gravissimo. Molto più grave del fatto che il nano si faccia le leggi per salvarsi il culo dai giudici. Qui si sta inserendo nello Stato di Diritto un elemento alieno, che appartiene allo Stato di Polizia. L'idea, cioè, che lo stato debba e possa legiferare sulla vita privata dei privati cittadini, violando la libertà personale a fondamento dello stato moderno.


Caro Gesù, tu che sai parlare agli animali, compari in parlamento e parla con la nostra maggioranza di governo ----------- Si rende noto al supplicante che, per quanto adusi a miracoli piccoli e grandi, i referenti di codesto ufficio sono non abilitati al prodigio in oggetto, causa impossibilita' fisica e metafisica di qualsivoglia dialogo o financo interazione psichica con decerebrati cavernicoli berluscati, a cominciare dal loro Duce Bandanato Demens. In sostituzione si propone sterminio dei sunnominati a mezzo fulmini ad personam: comunicare accettazione o rinuncia a stretto giro di posta.


“Non e’ che ognuno nasca libero e uguale, come dice la Costituzione, ma ognuno “vien fatto” uguale. Ogni essere umano a immagine e somiglianza di ogni altro. Dopodiche’ tutti sono felici, perche’ non ci sono montagne che ci scoraggino con la loro altezza da superare, non montagne sullo sfondo delle quali si debba misurare la nostra statura! Ecco perche’ un libro e’ un fucile carico, nella casa del tuo vicino. Diamolo alle fiamme! Rendiamo inutile l’arma! Castriamo la mente dell’uomo! Chi sa chi potrebbe essere il bersaglio dell’uomo istruito?” (Ray Bradbury (1951) Fahrenheit 451. Pag. 69 nell’edizione Mondadori, 1978).




Italianos, qué raza de gente tienen ustedes en el Parlamento? Vergogna, mil veces vergogna. No basta con los repugnantes y patéticos "salva": "salva premier, "salva rete 4", "salva manager o bancarotiere" y ahora se mezcla con un "salva Eluana". Almenos a ella que la dejen en paz! A qué cosa se esta jugando en Italia?


AL LUPO, AL LUPO!... In questi ultimi giorni in Italia stanno accadendo avvenimenti "IMPORTANTISSIMI" e "DELICATISSIMI" riguardanti sia il settore "PUBBLICO" sia quello molto più strettamente "PRIVATO". In tutti questi casi, comunque, i signori politicanti "PARTITICIZZATI", così come hanno sempre fatto, continuano imperterriti a gridare "Al lupo, al lupo", persistendo nello "STRUMENTALIZZARE" in maniera "SCHIFOSA" ogni singolo argomento specifico pur di non perdere l'occasione per fare comizi di "PROPAGANDA" sui "MASS MEDIA" a favore dei loro "PARTITI" o per mostrare la propria "BANDIERA" in piazza. Cari signori politicanti "PARTITICIZZATI", fatela finita di cercare di dimostrare ipocritamente la vostra "BUONAFEDE", perché se prima di tutto non rinuncerete ai vostri "TROPPI SOLDI" per il bene della "COLLETTIVITA'", se non la smetterete di predicare che i sacrifici devono farli sempre gli altri, se non comincerete a lottare davvero "PRIORITRIAMENTE" affinché venga instaurata una vera "GIUSTIZIA" sociale ed economica, se non "CONTROLLERETE" sul serio che chi ha "TROPPO" non "RICATTI" chi ha poco o niente, sempre meno gente crederà alle vostre "MENZOGNE" e perderete sempre più "FIDUCIA" e "CONSENSI". Ci potrebbe addirittura far piacere, se noi fossimo in "MALAFEDE" come voi; siccome invece noi di E.D. siamo veramente in "BUONAFEDE" e ci sta a cuore sempre e solo il bene della "COLLETTIVITA'", tutto ciò non può che dispiacerci, perché significa soltanto che il pericolo "REGIME" si fa sempre più reale e sempre più vicino...
emergenzademocratica.blogspot.com


Berlusconi è vero attacca continuamente la costituzione , ma a ben guardare è l'Europa che le ha dato delle gran spallate , basta osservare che quasi la metà della nostra costituzione non va bene alla comunità europea.


E' un momento molto pericoloso per la vita democratica del Paese. Quando, avendone la possibilità, l'obiettivo è quello di mettere in mostra sempre e solo il dettaglio (la vicenda di Eluana), in maniera ossessiva e parossistica facendo perdere di vista la visione d'insieme (l'attacco senza precedenti sferrato alla Costituzione), si capisce quanto sia delicato il momento attuale. Quello che più mi rattrista è che, avendone avuta l'occasione, l'attuale opposizione, come ha ricordato molto spesso anche Marco, non ha capito o non ha voluto capire, il pericolo rappresentato da questo signore e dalle sue manie di protagonismo. Cosa deve succedere ancora affinchè in futuro, sempre che sia possibile ma mi concedo il beneficio del dubbio, l'opposizione una volta ritornata al governo decida di ripristinare un normale corso democratico in un Paese ormai completamente allo sbando?


# 199    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 9:4

Sine spes "" Non scambiamo queste dicharazioni di Berlusconi per il delirio di un pazzo.:."A me sembra che non ci sia altro che la volontà di togliersi di mezzo una scomodità..Se uno dei miei figli fosse lì, vivo e, mi dicono, anche con un bell’aspetto e con delle funzioni come il ciclo mestruale attivo e con la capacità di potersi risvegliare visto che il cervello trasmette ancora segnali elettrici, io non me la sentirei proprio di staccare la spina....con tutti i risultati che porta la scienza e che potrebbe trovare in futuro la possibilità di dare input al cervello, proprio non me la sentirei. E se fosse possibile farla risvegliare?». Non è delirio e non è follia. E' la sceneggiatura di una fiction, è raffinata banalizzazione del sentire, stilizzazione dell'accadere, è fiaba moderna, è rufiana narrazione di una pararealtà che non riconosce alle persone che il ruolo di 'personaggi', riducendo Orrore e Dolore a comparse, tutto in funzione del lieto fine e della fama del narratore. Una fiaba moderna con cui catturare i bambini , spaventarli e poi consolarli e comunque affabularli toccando le loro più segrete speranze i loro bisogni e le loro paure, pifferaio 'ammaliatore che promette, che spaventa e rassicura."" (Roberta Anguillesi )


# 189 GCMagica Grazie dell'ampia documentazione. Che dovrà essere aggiornata dagli americani - e verificata, quantomeno geograficamente (forse non sanno ancora che di reggie, come ogni monarca che si rispetti, ne ha più d'una): 'The prime minister prefers to spend his spare time at his 70–room villa in Sardinia named "Arcore," whose amenities include a private park, a movie theater, and walls of large–screen televisions.'


@ 157 JakieFolla Anche io sono molto perplessa sul voto secondo coscienza sbandierato anche dall'Idv. Mi sono letta questa notte la proposta di legge del sen.Calabrese e oggi la rileggerò ma mi sembra molto difficile accettarla come base per una legge sul testamento biologico, che non avremo mai in modo compiuto e laico. ho lavorato in anni non sospetti sulla alleanza terapeutica medico-paziente e mi si spaxxia il cosiddetto consenso informato per alleanza terapeutica! l'alleanza terapeutica non è un atto formale (e quasi sempre falsato dalle circostanse) ma un ambito di "relazione". Tanto per dire un punto.


Caro Marco, Sì, penso proprio che sia troppo chiedere che l'opposizione faccia qualcosa di diverso oltre a parlare di "dialogo". In questo nostro paese "malato" e "avido" ci sono solo interessi e belli grossi per cui il giorno della giustizia "pulita" e delle "poltrone" lasciate libere è ancora troppo lontano almeno per questa generazione. PS: Sei un grande! Tiziana


correzioni: spaccia circostanze scusate


# 204    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 9:15

x nanni64 -184 ho seguito per obbligo di studio del campo di sterminio tv ,la trasmissione telecamere ieri alle 12(!!! ocio all'orario x gli indici di ascolto!!!), in replica poi nella notte come hai visto tu, basterebbe questo esempio tv ,che anche tu hai visto, per convincere che la tv cantastorie piromane del cervello mandato al lager con altri convogli catodici,ha risucchiato la capacità di contenere l'ignoranza di base comune all'italiano medio, ma c'è ancora chi ti chiederà se sia o meno da considerare ,(l'elettrodomestico in questione) e in quale percentuale, come variabile gerarchica principale alla omologazione delle kapocette dei nostri simili abitanti nel paese,catturata dal narratore dittatore, nei suoi diversi e diverse voci forme kapò


D'ACCORDO AL 100%! Quello che veramente vorrei sapere è per quale motivo l'opposizione, da 15 anni, NON SI OPPONE. A parte le solite eccezioni, quello che al Cavaliere interessa, si fa. Allora, delle due una: o l'opposizione la fa una manica di cog-gli*0n-i, oppure CI GUADAGNANO QUALCOSA. In entrambi i casi questi non vogliono il bene dell'Italia, se ne fregano i cittadini, quindi VALGONO QUANTO BERLUSCONI. Per questo faccio appello a tutti affinchè, se proprio devono votare, che lo facciano per un partito che SI OPPONE, il che significa che non riceve favori da Berlusconi NE SOPRA NE' SOTTO IL TAVOLO.


# 206    commento di   Fab1979 - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 9:38

Basta dialogo? Magari! Si fa tutto questo casino solo perchè qualcuno si è già sforzato di opporsi a Mr. B. (Napolitano in questo caso). Il PD invece si dichiara contrario al ddl "Salva-Eluana" ma lascia libertà di coscienza ai parlamentari. Ovvero sì ci opponiamo, in piazza e tutto il resto, ma i teodem non si toccano. Ovvero, più della linea del partito "può" qualcosa di esterno, la coscienza dei teodem che nel 100% dei casi è quella del vaticano. Anche se il sentire della gente comune, che io abbia verificato, è al 100% per Eluana (parere personale non scientifico si intende). Mah!! E comunque se la gente si fa l'opinione sulla vicenda senza ascoltare Berlusconi figurati se se la fa ascoltando Napolitano ... ma vaaaa ... PS, OT: per chi è interessato nel link il gruppo dei lettori di questo blog su Facebook ...
http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=54457140201


# 207    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 9:40

x angel 201 occorre fare come la base del pd , ben diversa dalle forme arroccate nellla torre d'avorio dei capi di cazzo alla fassino uolter d'alema e pure adinolfi.. mi spiego con un esempio: nelle varie manifestazioni ultimo anno qui a milano,soprattutto da quelle indette a ridosso del caso mills e poi lodo alfano..quando sono andata per esempio davanti al tribunale , (come anche sabato per le note vicende), c'erano anche quelli del pd!!( e gli dicevano di sbandierarle assai e assai)..cosi come c'erano poi a san babila sabato pomeriggio e dopo verso la prefettura.. la base "popolare" ,ma anche esponenti locali , non li vedo cosi omologati al pd ufficiale..ed è che non vogliono far "vedere" questa realtà !!!..sono in reality anche quelli del pd!!!.. e d nuovo è tutto a dimostrazione ke nn ci vogliono uniti! quindi è per questo che ho ritenuto grave ( ripeto ho votato di pietro e nn saprei chi rivotare,se nn lui,se andassimo oggi di nuovo al voto) che idv non ci fosse con eco e zagrebelsky e poi tutti gli altri sabato pomeriggio,perchè il problema in questo caso non è la "E" di eutanasia o di " e" eluana(che ognuno privatamente regola nella sua singola coscienza)ma gridare orrore x il continuo reiterato ridotto stato di diritto senza nessun STATO LAICO x puro reality,minaccia ke si estendeel rispetto delle garanzie costituzionali anche per il Napolitano(fra 'altro sarebbe stato un goal della madonna per tonino mettersi a fianco di napolitano..esserci anche su questa "legalità" come strumento x azzerare recenti strumentalizzazioni/manipolazioni e x procedere a complicità positive intrecciate..a idv gliene frega delle ripicche fra i vertici del suo ex alleato e altri?o invece della base CIVILE chiunque e di qualunque estrazione essa sia? è strano che come contadino dal cervello fino non ci pensi-mi fà come casini?torri idv d'avorio?)






ma non c'è modo di arrestarlo per 'attentato alla costituzione'?


Non si puo' essere piu' d'accordo. Ogni anno che passa e' un anno con le lancette che girano all'indietro da quando lo statista di Arcore e' entrato in politica. E, mi dispiace dirlo, dopo tutto questo tempo la colpa e' di chi ha sempre giustificato le sue mosse tirando in causa chissa' quali disegni politici di immane grandezza. Invece, il nostro ha sempre e solo mirato a mantenere inalterato il proprio status quo, che in qualunque altro paese democratico non sarebbe stato nemmeno concepibile. Poi, visto che ci ha preso gusto e l'opposizione non ha fatto assolutamente niente per tirare fuori il paese da questa pericolosa palude nella quale e' piombato, ha progressivamente alzato il tiro delle sue uscite. ogni giorno di piu', e ogni giorno di piu' anestetizzando le coscienze degli Italiani con minigonne e microcefali pallonari. Ma dov'e stata l'opposizione in tutti questi anni ? Avremo qualche chances di vedere un minimo di opposizione nascere e crescere ? Di Pietro e' proprio l'unico che ci e' rimasto, e guai a lui se mai dovesse anche solo pensare di accondiscendere per un solo secondo ad una qualunque delle proposte provenienti dal signore di Arcore.


ci manca solo l'arresto! così ce lo ritroviamo al governo per altri 20 anni!!


Ieri nel programma "presa diretta" hanno mostrato la meravigliosa scuola Svedese.. ma sistematicamente è stata fatta disinformazioe..La SVEZIA infatti non adotta l'euro e ha una poitica monetaria differente. Nonostante i no popolari faranno entrare La svezia in Euro.. cosi si sognerà di poter continuar a spendere cosi tanto nell istruzione pubblica. La SVezia è una democrazia ..Travaglio nomina gli USa..e mai la grande Svezia sovrana.. poveri loro il loro ingresso nell euro sarà disastroso per i loro programmi sociali.


Caro Marco, concordo al 100% con te. Peccato però che ci sia un piccolo dettaglio. Questo premier non ce l'ha imposto un potenza straniera, non è un catastrofe arrivata da fuori. Ce lo siamo scelto noi italiani. Con elezioni magari infuenzate dallo strapotere mediatico ma insomma nel segreto dell'urna uno poteva anche votare per un altro. Certo il Presidente Napolitano potrebbe dire qualche no in più, ma servirebbe veramente? Quanto all'opposizione: siamo seri ma cosa conta questa opposizione adesso in Italia? Dialogo o non dialogo questi del governo hanno i numeri per fare quel che vogliono. O qui ci svegliamo noi italiani e troviamo un sussulto di dignità alle prossime elezioni oppure ci meritiamo questa dittatura.


Caro Marco, ieri pomeriggio ero tra il folto pubblico del Teatro Due di Parma per il tuo "spettacolo" Promemoria..ho scritto tra virgolette perchè in questo caso piu che di spettacolo bisognerebbe parlare di triste verità...è tragicomico... sono contento di esserci stato, e ti vorrei ringraziare per tutto ciò che hai detto: ero all'oscuro di molte vicende, di altre ne avevo sentito parlare, di altre ancora per niente. credo sia fondamentale avere idee ben chiare su come si è svolta la storia politica e non di "questi e quegli" anni, soprattutto per poter leggere con occhio disincantato quanto succede oggi! non si dice spesso che è lastoria è ciclica? volevo chiederti: il quadro che mi sono figurato, dato tutto quello che hai detto, è quello di una situazione di clientelismo generale e strisciante che in maniera più o meno pesante interessa l'intera punta della "piramide"...ma se questa è la situazione, l'individuo (che della piramide altro non è che la base che piu base non si puo) cosa può fare per opporsi, dato che chi ha voce in capitolo ha tutto l'interesse a mantenere le cose cosi come stanno? sembra un problema senza uscita.. grazie ancora Davide


ok ok! basta dialogo (ma c'è mai stato?? a me pare ci sia, e ci sia stato, il solito inciucione più che dialogo) Ma una volta deciso per questa opzione (barricate) cosa si fa?? perchè ci vogliono iniziative CONCRETE, FORTI, DECISIVE e sinceramente ancora non si vede nulla all'orizzonte (e piantiamola una buona volta di dipendere dalle iniziative del weltronificio: servono solo x alzare altri polveroni) Qui c'è da fare un REPULISTI completo: una disinfestazione completa e RADICALE delle aule parlamentari altrimenti si finisce come dopo tangentopoli. Essi vivono....


La SVEZIA non adotta l'euro...ricordatelo ai pennivendoli..


In questi giorni ho delibertamente scelto di non guardare la TV. Non potevo farcela. I servizi dei vari telegiornali su famiglie in cui un parente i è risvegliato dal come, i pareri dei politicini di turno, il pensero del prete che non può mancare mai al telegiornale, erano troppo per il mio sistema nervoso. NAUSEA. Una fortissima nausea mi ha accompagnato per questi tre giorni. E credo di aver anche pianto. Per la rabbia e il dolore. Non solo Eluana deve morire in un modo barbaro di fame e di sete perchè siamo governati da una casta oscurantista e retrogada asservita al clero e senza spina dorsale, ma adesso nemmeno vogliono concederle il diritto di morire, sepur in maniera così orribile. Sono talmente furibonda che non resco a parlare e a scrivere. Ci stanno togliendo tutto. Fanno una legge ad personam, tolgono a tutti il diritto di vivere e morire con dignità. Ma ci rendiamo conto di quanto è grave tutto questo? Il Vaticano decide e loro ubbidiscono. E ci sono politici non servi di berlusconi e del papa, almeno non dichiaratamente che pensano di votare questa legge infame? Sto per eplodere!!!!!


Ontologicamente incompatibile con la Costituzione....rende proprio l'idea! Geniale Marco!


# 220    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 10:36

x balzac la base "civile" di qualunque estrazione sia , associazionismo o partito o singolo, non è come vogliono farti credere e basta organizzarla promuovendo LA COESIONE di tutte le forme territoriali che esistono alla base..devi lavorare su questo.. non occorre lavorare a un'altra manifestazione come le varie piazze del passato ( a cui chiaramente abbiamo sempre aderito in mancanza d'altro) ..occorre lavorare per riunire in unico fiume umano in questa o quella città , torino piuttosto che bologna o firenze o pavia ..IN MODO DA FAR SCORRERE SOTTO LE VERE FINESTRE DEL MONDO (nn quelle tv) LA BASE BEN DIVERSA DA QUELLA ARROCCATA NELLE VARIE TORRI D'AVORIO DEI PALAZZI..e non rientrare più a casa..e farlo con volti SCONOSCIUTI, mentre dietro alla cabina regia, tutti vari leaders!!!!(politici intellettuali giornalisti).. tutto il resto che verrà organizzato secondo le forme già "percorse" del dissenso , è noia..strimento per altro viagra del califfo


(ASCA) - Roma, 9 feb - ''Bene ha fatto Napolitano'' ad agire sul decreto sul caso Englaro. Lo afferma il leader dell'IdV, Antonio Di Pietro, in una intervista a La Stampa. ''Berlusconi - spiega - voleva forzare la mano, voleva far trovare il Parlamento davanti a un fatto compiuto. E su un simile argomento, poi. Ha fatto bene Napolitano perche' ha stoppato un'altra legge ad personam. Ha fatto bene perche' il decreto scavalcava una sentenza, magari anche per ragioni umanitarie, ma si introduceva una prassi pericolosissima, replicabile domani per scopi diversi. E perche' ha difeso la Costituzione''. Di Pietro non ha dubbi, ''Berlusconi sta soltanto marciando sulla pelle di Eluana''. Quello di Berlusconi per l'ex pm e' ''delirio di onnipotenza: dal lifting al trapianto di capelli siamo passati alle ansie da dittatorello. Da caso psicologico sta diventando caso psichiatrico''. Come non esser daccordo..??


# 222    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 10:37

BISOGNA ANDARE FUORI SCHEMA!!!! ROMPERE LE LINEE DEL PASSATO!!!!!! USARE L'OCCUPAZIONE DEL SUOLO CONTRO L'OCCUPAZIONE DELL'ETERE


(ASCA) - Udine, 9 feb - ''Attualmente non esiste alcun provvedimento cautelare, attualmente non esiste niente''. Cosi' Giuseppe Campeis, legale della famiglia Englaro, all'uscita dalla Procura di Udine, sull'ipotesi di un sequestro della stanza de La Quiete che ospita Eluana Englaro. ''Il procuratore agira' prudentemente - ha aggiunto Campeis rispondendo ai giornalisti sull'ipotesi che La Quiete sia commissariata - seguendo le indicazioni della Procura generale e valutando tutti gli elementi acquisiti anche dai suoi consulenti''.


Quando Berlusconi indica la luna, lo stolto guarda la luna. E non si accorge di quanto sia sporco il dito che indica.


# 225    commento di   Marek 5 - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 10:45

Come al solito mi trovi pienamente d'accordo,Grande Marco!
http://marekthinks.blogspot.com/




Se qualcuno di Voi domani ha intenzione di partecipare alla manifestazione indetta dal PD vi pregherei di stampare la sottostante lista e distribuirla. I MAGNIFICI 12 Bubbico Filippo (senatore, ex Ds), indagato a Catanzaro nell’inchiesta Toghe Lucane, il presunto comitato d’affari che da anni decide affari e destini della Basilicata. Carra Enzo (ex Dl, deputato), condannato a 1 anno e 4 mesi per false dichiarazioni al pool di Mani Pulite. Castagnetti Pierluigi (ex Dl, deputato), una prescrizione per il reato di corruzione per una tangente di 15 milioni di lire nel 1991-92. D’Alema Massimo (deputato, ex Ds), prescritto il reato di finanziamento illecito nel processo a proposito di 20 milioni di lire in nero che gli furono versate negli anno Ottanta dal boss delle cliniche Francesco Cavallari. Il 18 novembre 2008 il Parlamento di Bruxelles ha respinto la richiesta della magistratura italiana di utilizzare intercettazioni telefoniche sul caso Bnl-Unipol che vedevano coinvolto anche l’ex eurodeputato. Gozi Sandro (deputato), indagato per associazione a delinquere, truffa e violazione della legge Anselmi nell’ambito dell’inchiesta di Catanzaro “Why not”. Laganà Fortugno Maria Grazia (deputato), la vedova Fortugno è indagata per truffa ai danni dello Stato dalla procura di Reggio Calabria nell’inchiesta sulla malasanità nell’ospedale di Locri. Latorre Nicola (deputato, ex Ds), la sua posizione nell’inchiesta Bnl-Unipol (almeno sette telefonate che dimostrerebbero “ruoli attivi ricoperti”) è al vaglio della procura di Milano dopo che il Senato ha negato l’utilizzo delle intercettazioni. Lolli Giovanni (deputato, ex Ds), imputato a bari di favoreggiamento nell’inchiesta sui presunti abusi della Missione arcobaleno. I reati rischiano la prescrizione. Lusetti Renzo (deputato, ed Dl), indagato a Napoli per Global Service (il 12 gennaio la Camera deciderà se autorizzare le intercettazioni sue e di Bocchino). Nel 2001 era stato condannato dalla Cort


Caro Marco Come al solito sei di una linearità e di una chiarezza sbalorditivi, spesso le cose che scrivi già le conosco e ho avuto le stesse tue riflessioni, ma quando le leggo scritte da te è tutto così semplice e immediato. Allora mi dico: "ma allora la maggior parte dei cosiddetti giornalisti non lo sono in realtà neanche lontanamente", perché i loro scritti non dicono assolutamente nulla. Essendo all'estero per fortuna non devo vergognarmi di essere italiano, infatti mi è sufficiente sapere che gente come te (e per fortuna tanti altri), in giro nel nostro paese.


CONTINUA Lusetti Renzo (deputato, ed Dl), indagato a Napoli per Global Service (il 12 gennaio la Camera deciderà se autorizzare le intercettazioni sue e di Bocchino). Nel 2001 era stato condannato dalla Corte dei Conti a risarcire circa 400 milioni di lire al Comune di Roma per consulenze ingiustificate. Margiotta Salvatore (deputato, ex Dl) indagato a Potenza per le tangenti sull’estrazione del petrolio in Basilicata. La Camera ha negato il suo arresto. Papania Antonio (deputato, ex Dl), nel 2002 ha patteggiato a Palermo, una pena di 2 anni e 20 giorni per abuso d’ufficio. Rigoni Andrea (deputato, ex Dl), condannato in primo grado a 8 mesi per abuso edilizio all’isola d’Elba. Il reato è stato prescritto.


# 230    commento di   Albaus - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 11:7

... Che dire? Forse questo caso (con tutto il rispetto per la famiglia Englaro) potrà finalmente dividere con forza le persone e svegliarle da questo sonno catartico... già abbiamo preso troppi schiaffi (per essere eleganti), probabilmente questo è il + forte che ci è arrivato in faccia. Non c'è sentenza che tenga, Berlusconi vuole fare come piace a lui. A 73 anni mi ricorda il protagonista della novella "la roba" di Verga. Per evitare di pensare alla vecchiaia ed alla morte, vuole fare piazza pulita attorno a sè, per fare del "suo" mondo un ambiente a sua immagine e somiglianza. Spetta a noi non dargli questa soddisfazione.


Montesquieu afferma l'essenziale quando dice:" Perchè non ci sia abuso di potere occorre che il potere fermi il potere". Purtroppo oggi, in Italia, i poteri, chiamati ad arginare il potere, sono alquanto malmessi. Dunque, credo sia doveroso scendere in piazza sabato 14 febbraio perchè l'unico contropotere rimasto è l'opinione pubblica. Come scrive Sabina Guzzanti: " dobbiamo almeno provarci se non altro per poter dire che quando è stato il momento noi c'eravamo. per poter dimostrare che hanno conquistato un paese libero non una palude di selvaggi in preda alla supersitzione, tagliati fuori dalla civiltà che tutto sommato se lo meritavano. se non altro per dire che ci hanno preso con la forza non con le perline di vetro colorato."


No, non cambierà niente.Sono settimane che leggo notizie della serie :" le cose stanno cambiando, stanno capendo di chi si tratta...ecc ecc.ecc." Anche questa volta come tutte le altre non cambierà nulla. Andremo avanti così, di soppruso in soppruso, anche dopo Berlusconi. Lui ha spiegato come si fa. E stanno imparando tutti. Finito lui ( prima o poi smetterà di fare danni, o no?) Ci sarà qualcun altro che ha imparato bene la lezione. Che ha imparato a fare tutto quello che vuole e a farla sempre franca, tanto nessuno gli dice niente, e chi gli dice non conta molto. Non vedo speranza. Onore al merito. E inizio anche a non credere più che sia da solo, in tutto questo. Che ci sia davvero quacosa di più grande dietro che manovra per ottenere il potere quello vero,il controllo totale. Inizio a pensare al complotto ( nazionale, nel caso in questione).


Berlusconi, non contento delle sue tre reti TV, si è messo in testa di diventare anche il re del tubo cattolico.


Ciao Marco.Ti faccio una domanda. Ho letto che una delle riforme in programma sulla giustizia,sarà quella di affidare alle corti d'assise,cioè al popolo,i processi di mafia e criminalità organizzata. Io trovo che questo sia molto pericoloso. Considerato che la mafia procede per minacce,intimidazioni e paure (e promesse di favori)non si corre il rischio che i giudici popolari siano più facilmente manipolabili dalla mafia in sede di processo? Il giudice popolare,una volta finito il suo compito,torna a casa e alla vita di tutti i giorni.Non ha le garanzie e la protezione che invece assistono i giudici togati. Non si rischia di fare come nel film di FANTOZZI che,chiamato a giudicare mafiosi in una corte d'assise,si vede puntare un fucile ai genitali sotto il tavolo, per far assolvere i mafiosi?O quando riceve a casa il carretto siciliano da altri mafiosi che tentano di corromperlo? Il fatto è questo:i giudici popolari sono gente comune,che viene chiamata a svolgere un servizio e,finito il processo,torna alla vita di tutti i giorni,quando non avrà le scorte e le auto blindate che hanno i giudici che si occupano di mafia. Mi piacerebbe sapere se anche secondo te questo non costituisca davvero un pericolo."


Perdonatemi,ma ieri ho posto delle domande a cui nessuno ha risposto forse perchè sono stata poco chiara. Le ripongo. Se di fatto il decreto legge era incostituzionale perchè tendeva ad abolire una sentenza già scritta da un tribunale,il disegno di legge deve essere diverso e non applicabile nel caso specifico,o no?E se ci deve essere discussione in parlamento,questa non può essere liquidata in 3 giorni,o no? Grazie per le risposte che verranno.


Perdonatemi,ma ieri ho posto delle domande a cui nessuno ha risposto forse perchè sono stata poco chiara. Le ripongo. Se di fatto il decreto legge era incostituzionale perchè tendeva ad abolire una sentenza già scritta da un tribunale,il disegno di legge deve essere diverso e non applicabile nel caso specifico,o no?E se ci deve essere discussione in parlamento,questa non può essere liquidata in 3 giorni,o no? Grazie per le risposte che verranno.


# 237    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 11:32

balzac 227-299 ..è sempre un vero schifo di dis..piacere ,leggere insieme la lista d'avorio dell'pdavaria e fai sempre bene a lasciarne traccia ovunque ,così chiunque come passante può prenderne visione se non ne ha mai letto..ma detto questo, purtroppo per ora ce la ricordiamo e celebriamo fra noi..mentre la base di qualunque tipo sia(sicuramente meno avariata di quella di pontida o di roccaraso),non lo sà e tu con quelli devi stare insieme in tutte le sigle possibili che scendono in strada per dissenso civile(che se strumentalizzato dai prescritti,la base più numeorsa è,più deve smascherare nn perdendo mai un'occasione..è strategia!!nn solo degli imperatori del 5000 a.c. e tao), tu sei consapevole x loro,chiunque abbiano votato nell'ignoranza( come in quella stessa ignoranza tengono gli altri..quellli della lega o altre masse popolari rese sorde e cieche).. e se nn raggiungi quelli a te più simili e molto molto lontani dai meccanismi arrocati di quelli della torre d'avorio, e non lo fai ad ogni occasione in cui stare UNITI contro il male maggiore gelp2designato disegnato, beh col cavolo che mai ce la faremo..a meno che per te la strada,e nn il parlamento,non sia una lezione di vita e una fonte di storia delle ragioni per cui "le periferie" hanno perso a vantaggio delle "cupole e delle torri"-


Meno male che vedo in giro per la rete tanta gente e tanti pensatori inorriditi da questo atteggiamento di Berlusconi... significa che il Paese è ancora vivo... una stretta, strettissima minoranza (come sempre), ma ci siamo ancora.


@ lory io L'art. 77 della Cost, recita testualmente: " Il governo non può, senza delegazione delle camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. QUANDO IN CASI STRAORDINARI DI NECESSITà E URGENZA, IL GOVERNO ADOTTA PROVVEDIMENTI PROVVISORI, AVENTI FORZA DI LEGGE, ECCCC."Il decreto era incostituzionale perchè non vi era il caso di straordinaria necessità e urgenza. Molto semplicemente si tratta di forzare la mano alle camere e fare passare una legge non con il vaglio delle camere e, con tutto l'iter necessario, ma di forza.




# 241    commento di   nanni64 - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 11:47

1. Una legge emanata per fare di una sentenza definitiva carta straccia é eversiva, perché viola il principio della separazione dei poteri e la certezza del diritto. 2. La nutrizione e la idratazione artificiale costituiscono un trattamento sanitario, ossia un intervento esterno che impedisce la morte naturale di un paziente il cui corpo non é più in grado di svolgere autonomamente quella funzione, indispensabile alla vita. 3. La nutrizione e idratazione artificiale é un trattamento sanitario come la respirazione artificiale non distinguendosi in nulla da quest’ultimo trattamento, se non per il fatto di potere essere camuffato ipocritamente con l’atto misericordioso del nutrire un affamato. 4. La Costituzione vieta il trattamento sanitario obbligatorio che non sia necessario per tutelare l’interesse degli altri consociati (es. vaccino). 5. Imporre il trattamento sanitario della nutrizione artificiale é incostituzionale. 6. Il parlamentare non ha alcuna libertà di coscienza di votare una legge incostituzionale e antidemocratica. 7. Il disegno di legge completo, del quale quello in discussione é solo un estratto, é un abominio, fondandosi su dichiarazioni di principio totalitarie e incostituzionali, quali quelle che la vita e la salute non sono diritti individuali, ma interessi della collettività, la quale può farne ciò che ritiene anche contro la volontà della persona cui quella vita e quella salute si riferisce. PARLAMENTARI TUTTI DI IDV: VOTATE SENZA ESITAZIONE NOAD UNA LEGGE INCOSTITUZIONALE ED EVERSIVA. LA LIBERTA’ DI COSCIENZA IN ORDINE ALLA VITA E ALLA SALUTE e’ DEL SINGOLO CUI QUELLA VITA APPARTIENE. Lo Stato, voi parlamentari, non potete appropriarvene.
http://nanni64.ilcannocchiale.it


Al proposito è interessante la lettera scritta da Napolitano a Berlusconi. Ve la trascrivo. "Signor Presidente, lei certamente comprenderà come io condivida le ansietà sue e del Governo rispetto ad una vicenda dolorosissima sul piano umano e quanto mai delicata sul piano istituzionale - scrive Napolitano -. Io non posso peraltro, nell'esercizio delle mie funzioni, farmi guidare da altro che un esame obiettivo della rispondenza o meno di un provvedimento legislativo di urgenza alle condizioni specifiche prescritte dalla Costituzione e ai principi da essa sanciti. I temi della disciplina della fine della vita, del testamento biologico e dei trattamenti di alimentazione e di idratazione meccanica sono da tempo all'attenzione dell'opinione pubblica, delle forze politiche e del Parlamento, specialmente da quando sono stati resi particolarmente acuti dal progresso delle tecniche mediche. Non è un caso se in ragione della loro complessità, dell'incidenza su diritti fondamentali della persona costituzionalmente garantiti e della diversità di posizioni che si sono manifestate - prosegue il capo dello Stato -, trasversalmente rispetto agli schieramenti politici, non si sia finora pervenuti a decisioni legislative integrative dell'ordinamento giuridico vigente. Già sotto questo profilo il ricorso al decreto legge, piuttosto che un rinnovato impegno del Parlamento ad adottare con legge ordinaria una disciplina organica, appare soluzione inappropriata". "Devo inoltre rilevare che rispetto allo sviluppo della discussione parlamentare - sottolinea Napolitano - non è intervenuto nessun fatto nuovo che possa configurarsi come caso straordinario di necessità ed urgenza ai sensi dell'art. 77 della Costituzione se non l'impulso pur comprensibilmente suscitato dalla pubblicità e drammaticità di un singolo caso. Ma il fondamentale principio della distinzione e del reciproco rispetto tra poteri e organi dello Stato non consente di disattendere la soluzione che per esso è stata i


segue Ma il fondamentale principio della distinzione e del reciproco rispetto tra poteri e organi dello Stato non consente di disattendere la soluzione che per esso è stata individuata da una decisione giudiziaria definitiva sulla base dei principi, anche costituzionali, desumibili dall'ordinamento giuridico vigente. Decisione definitiva, sotto il profilo dei presupposti di diritto, deve infatti considerarsi, anche un decreto emesso nel corso di un procedimento di volontaria giurisdizione, non ulteriormente impugnabile, che ha avuto ad oggetto contrapposte posizioni di diritto soggettivo e in relazione al quale la Corte di cassazione ha ritenuto ammissibile pronunciarsi a norma dell'articolo 111 della Costituzione: decreto che ha dato applicazione al principio di diritto fissato da una sentenza della Corte di cassazione e che, al pari di questa, non è stato ritenuto invasivo da parte della Corte costituzionale della sfera di competenza del potere legislativo. Desta inoltre gravi perplessità l'adozione di una disciplina dichiaratamente provvisoria e a tempo indeterminato, delle modalità di tutela di diritti della persona costituzionalmente garantiti dal combinato disposto degli articoli 3, 13 e 32 della Costituzione: disciplina altresì circoscritta alle persone che non siano più in grado di manifestare la propria volontà in ordine ad atti costrittivi di disposizione del loro corpo". "Ricordo infine che il potere del Presidente della Repubblica di rifiutare la sottoscrizione di provvedimenti di urgenza manifestamente privi dei requisiti di straordinaria necessità e urgenza previsti dall'art. 77 della Costituzione o per altro verso manifestamente lesivi di norme e principi costituzionali discende dalla natura della funzione di garanzia istituzionale che la Costituzione assegna al Capo dello Stato - aggiunge - ed è confermata da più precedenti consistenti sia in formali dinieghi di emanazione di decreti legge sia in espresse dichiarazioni di prin


segue - ed è confermata da più precedenti consistenti sia in formali dinieghi di emanazione di decreti legge sia in espresse dichiarazioni di principio di miei predecessori. Confido che una pacata considerazione delle ragioni da me indicate in questa lettera valga ad evitare un contrasto formale in materia di decretazione di urgenza che finora ci siamo congiuntamente adoperati per evitare". Piuttosto chiaro, no?


#239 concordo in pieno Il berlu dice che il carattere di necessità e urgenza sta nel fatto che si devono stringere i tempi per salvare eluana. Ma, allora, si tratta di un provvedimento ad personam!!!


al di là del caso Englaro, non è un precedente oltremodo pericoloso che un decreto azzeri una sentenza già scritta e definitiva di un tribunale?


# 247    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 11:56

x lory io ti segnalo questo "tabacci" profondamente lucido nell'individuazione dello scopo del viagra presidenziale del califfo e quindi di un'"avocazione" d'urgenza sull'argomento con decreto..tempi ecc,poi muovendoti sulla rassegna stampa ne trovi di più tecnici su altri aspetti ancora che chiedevi averne!!! di binetti cosi nel pd !!!senza la elle e con la elle!!, al di là poi del mio "partito",ke nn è certo l'udc, tanto come non lo è il pd o pdl, o del merito su caso specifico o sull'eutanasia o sul testamento biologico e lo stato laico ciao lory:-)
http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna¤tArticle=K


ma siamo sicuri che la azzeri? leggevo che carlo federico grosso non concorda su questa tesi.


In conclusione,se non c'è l'urgenza il decreto è incostituzionale,ma quand'anche la legge soverchiasse la sentenza di un tribunale,questa sarebbe legittima.Sono spaventata!


@246 E' pericolosissimo. Immaginatte questo:" in attesa che venga riformato il codice penale, non possono essere considerati colpevoli e imprigionati coloro i quali siano stati condannati, con sentenza definitiva, per i seguenti reati: scambio di voti politico - mafioso, corruzione, concussione, ecc. ecc. ecc." Non ci manca molto. Tutto sta ad iniziare. E' il loro modo di fare. Forse pochi hanno notato che Berlusconi se l'è presa con la costituzione perchè non consente " troppo " la decretazione d'urgenza. E'per questo che secondo lui è sovietica. Lui vuole fare solo decreti d'urgenza. Chissenefrega delle camere, dell'opposizione, del veglio delle norme da parte di tutte le forze politiche. Ecco, cosa vole fare il nostro omino. E ci riuscirà. Questa è una prova, per vedere come ragisce il sistema, poi si va avanti.


ho visto anche io l'episodio di annozero. La cosa strepitosa è che ancora ci sono persone che paragonano l'Italia alle altre nazioni dicendo "anche li è così, anche li è cosà". Mentono sapendo di mentire. Un altra cosa, mi ha fatto ridere il giornalista che si meravigliava del fatto che Genchi avesse il cf di una persona (fatto nemmeno vero). IL codice fiscale si può ricavare, basta sapere nome cognome e data di nascita di una persona e il gioco è fatto, ci sono anche siti per ricavare il cf. Si scandalizzano per le fesserie.Si parlava di protezione per i cittadini ad annozero, protezione dalle intercettazioni.Ma protezioni da cosa se non ho nulla da nascondere? Se so che con quel metodo prendono criminali rinuncio volentieri a un po della mia privacy.Ciao Marco grazie per il tuo lavoro, sto imparando tante cose


scusate, sono un pò invadente oggi, ma mi devo sfogare. Fare una legge che di fatto disapplichi una sentenza, non è gravissimo. E' grave, ma c'è di peggio. Ne sono state fatte moltissime. Tutte le leggi che hanno depensalizzato e/o abrogato reati hanno di fatto disapplicato le sentenze di condanna, ad es. Se facessero una legge decente, sulla possibilità di fare testamente biologico, sull'eutanasia, ecc. tutto questo non sarebbe grave. Abbiamo bisogno di una legge seria per evitare che il vaticano continui a rompere e a dire cosa si può ( niente) e cosa non si può ( tutto) fare. E' grave, gravissimo,che non sia una legge a disapplicare una sentenza, ma un decreto legge che dice che in attesa della legge, non si può interrompere nessun trattamento medico - sanitario, e questo perchè c'è già l'idea di vietare qualsiasi interruzione del trattamento sanitario. Come a dire: tanto noi decidremo che non si porà fare, per cui, la sentenza che dice che lo puoi fare non vale. Ecco cosa è gravissimo.


# 253    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 12:22

mistral devi andare oltre scusami..l'obiettivo di fondo è otterne nel più breve possibile la repubblica presidenzial meglio dittatoriale ..tutto il resto che ci va di mezzo, tribunali eluana ronde banche fiat alitalia, è solo strumento per arrivare a quella "costituzione" asfaltata


sfogati Mistral, sfogati. Io conosco un altro modo per sfogarmi...


@ pasolinante. Vero è quello che dici. L'ho scritto sopra. Questa è la prova. Vedere come reagisce il sistema, se ci sono anticorpi e cosa fare per eliminari. L'anticorpo sembra esserci, un pò debuluccio a dire il vero, ma c'è : capo dello stato. Ora bisognerà eliminarlo. L'obiettivo è il controllo totale delle coscienze, attraverso la morale cattolica,da rafforzare il iù possibile, delle TV e quindi dell'informazione, della formazione ( scuola, che stanno poco alla volta smantellando). E così avranno a loro disposizione un popolo di ignoranti ( scuola nulla), disinformati ( niente notizie ) e genuflessi. Cosa vuoi più di così?


Ho capito fin troppo bene cosa c'è dietro,amica mia pasolinante, ma mi sarebbe piaciuto per una volta pensare che poteva essere comunque fermata questa ennesima violenza. Sono proprio ingenua!


# 257    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 12:34

x mistral ok ok :-))..quindi sei d'accordo con me che occorre essere uniti in ogni forma umana civile possibile, al di la delle sigle e del p.d.r ,sotto ricatto ,dormiente tante volte grazie :-)))


Quesito: ma secondo voi perchè Berlusconi che ha tutto (ha sistemato le sue aziende, è uno degli uomini più ricchi del mondo, ha sostanzialmente risolto i propri problemi giudiziari, ha una maggioranza bulgara e nessuna opposizione in parlamento, la quasi totalità dell'informazione ai suoi piedi e comunque ha pure una certà età ...) si comporta come se avesse il pepe al culo ... lanciando di volta in volta le campagne di guerra contro la giustizia , le intercettazioni, la costituzione ... Perchè per indole personale vuole un potere assoluto? Perchè sente che è in arrivo qualche catastrofe che può defenestrarlo (inchiesta giudiziaria o crisi economica)? Perchè pensa che la Lega una volta ottenuto il federalismo fiscale lo manderà affanculo ? Perchè chi gli ha permesso di arrivare dov'è gli sta presentando il conto? Perchè vuole rilegittimare il suo amico di inciucio Veltroni e il PD ?


@ pasolinante Ma si certo che bisogna unirsi. E' che vedo la situazione troppo compromessa. La Chiesa ha troppo potere, Berlusconi e i suoi uomini hanno troppo potere. Chi gli sta dietro, sta ottenendo tutto quello che vuole. La Mafia ha i suoi uomini al governo e nelle amministrazioni. Non si può più tornare indietro. E' andato tutto troppo oltre. Possiamo solo sperare che l'Europa si stufi di come vanno da noi le cose e a forza di bacchettate costringa tutti a una parvenza ( sarà sempre solo parvenza ) di legalità. Che ormai non c'è più nemmeno questa.


Io inzio ad avre paura di berlusconi,l'idea che i gradi della giustizia di merito possano passare da due ad uno,mi fa rabbrividire,perche pensate ad un mafioso che minacciando solo i giudici di primo grado sarebbe salvo poi per tutta la vita...


# 261    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/2/2009 alle 12:49

ma cacchio idee per la sinistra258..ma uno che si fà tanto di mausoleo, che è un faraone nato, che è un puparo E un pupazzo di accordi economici che coivolgono tanti tessuti d'affari/imprese del paese, beh vuoi che non voglia incoronarsi faraone? il potere per il potere..non ne ha mai abbastanza.. ergo ne è quindi nascosto da qualche parte il suo termine che DEVE essere studiata per chi ne VUOLE uscirne(dall'incubo della prima repubblica mai conclusosi) :-)


una preghiera: vi scongiuro in ginocchio...formate un bel partito: Travaglio, Grillo, Di Pietro, Ricca, Gomez, Santoro, Corrias, Vauro ecc. ecc. Sono strasicuro che avreste un notevole consenso. solo così potrete seriamente mettere in difficoltà questo regime. e soprattutto questi finti progressisti che rispondono al nome di Pd (leggi opposizione???). Le denuncie e l'impegno sociale che mettete in pratica attraverso libri, convegni, aticoli, siti internet ecc. è stupefacentemente ottimo. Ma non basta. Entrando in politica potreste veramente sovvertire l'ordine delle cose e regalarci sicuramente un Italia migliore. Vi assicuro, e credo che ne siate consapevoli, che sono in molti, anzi moltissimi, a pensarla come me. Riflettete davvero su una possibilità simile. Siete davvero la nostra ultima speranza..... Un cittadino stanco e nauseato


Per #258 - 9/2/2009 - 12:36 nel post precedente. Semplicemente perché per continuare a mantenere in vita un "SISTEMA" così com'è quello capitalistico attuale (di cui Berlusconi fa parte e a cui contribuisce in maniera sostanziale, ma di cui è solo "UNO" dei tanti "PRE-POTENTI"), c'è un continuo, inarrestabile e ormai "INCONTROLLABILE" bisogno di "TROPPI SOLDI". I tre "SISTEMI FONDAMENTALI", quello "BANCARIO", "POLITICO" e "RELIGIOSO", sanno perfettamente che o continuano ad "AUTOALIMENTARSI" in maniera automatica con i "TROPPI SOLDI" che "NECESSARIAMENTE" sono "COSTRETTI" a togliere alla "COLLETTIVITA'", oppure sono destinati a "CROLLARE". O la gente "NORMALE" capirà che deve "SFRUTTARE" questa crisi che sta per deflagrare, oppure dopo tutto tornerà come prima, più di prima e forse "PEGGIO" di prima...
emergenzademocratica.blogspot.com


@ angel 201 #246 Purtroppo ho paura che una legge sul testamento biologico sarà più grave del fatto che non ci sia- L'alleanza terapeutica, come dici tu, presuppone una relazione tra medico e paziente (o suoi familiari) che implica il guardarsi negli occhi e leggersi nel cuore, lì, vicino alla coscienza di ciascuno, e solo in quei momenti si sa, cosa è GIUSTO fare- Tu dici che sono anni che studi all'alleanza terapetica e come vediamo invece, voterà e scriverà le leggi chi non ha neanche la più pallida idea di cosa si stia parlando. Gente che crede che una persona in coma irreversibile possa sentire la fame o la sete e che scambiano la terapia nutrizionale con sondino nasogastrico per "alimentazione", la dice lunga sulla preparazione di chi è depositario del potere di fare le leggi- Io, ho anche messo un post sul sito di antonio di pietro, dove ho scritto che mi piacerebbe che alla base dello statuto ci fosse un articolo che reciti qualcosa tipo " gli eletti dal popolo nelle liste di IDV si impegnano a garantire sempre e comunque la laicità dello stato italiano in ogni legge che dovessero essere chiamati a votare"...cosa facciamo quando modificheranno la legge sull'aborto ( il papadrone è da tempo che batte su quel punto e viste le premesse prima o poi ci riuscirà)o sul divorzio? Un voto di coscienza in questo caso sarebbe un precedente inaccettabile. Bisogna fare delle scelte che garantiscano sempre la libertà di scelta e di coscienza, che nel concreto si manifesterà solo nel momento in cui ci troveremmo a dover scegliere in tali difficili casi- Infatti, sovvertire una sentenza arrivata al massimo grado di giudizio sarebbe atroce, e se italia dei valori si presta a questa manfrina, condotta al solo scopo di intervenire (fuori tempo massimo) su un caso già deciso dalla Legge, beh....sicuramente si otterrebbe uno degli obiettivi IDV e cioè La certezza della pena per la famiglia Englaro tutta, inflitta per intervento dello stato e del presidente d


segue @ angel 201 #246 beh....sicuramente si otterrebbe uno degli obiettivi IDV e cioè La certezza della pena per la famiglia Englaro tutta, inflitta per intervento dello stato e del presidente del consiglio che garantisce la vita e che l'asino vola - Non sa come ci riuscirà, intanto è sicuro di una cosa :L'asino vota!


Pasolinante : sicuramente c'è la sindrome del faraone eppure da parte mia c'è anche la sensazione (non so se sia speranza) di un uomo impaurito


Tutti i grandi sono morti e noi non stiamo tanto bene...... Dopo avere visto ieri sera il Grande Marco in Promemoria...... Credo siano inutili tutti questi commenti, tutte parole parole parole.............. Meno male che esiste qualche manifestazione interessante Firenze 14/02/2009 Teatro Puccini ore 11.00 Ciao a tutti


Speriamo sia la volta buona per dire no al dialogo con chi sistematicamente violenta le istituzioni e ci fa fare una figura da repubblica delle banane agli occhi del mondo. Speriamo...


immenso marco,parole sacrosantissime.un giorno ti bacierò quando il nano che ha reso l'italia un circo se ne andrà all'inferno.continuiamo a "lottare",che Dio ti benedica


# 270    commento di   Zabaio - utente certificato  lasciato il 10/2/2009 alle 10:10

Buongiorno a tutti! Ai naviganti "dialoganti a vista" un invito fiero ad abbassare la testa, piegare la schiena, non preoccuparsi di aver timore dell'eversione, basta aver pazienza e prima o poi diventerà Legge. Siamo o non siamo il Paese delle maschere e dei pupi? Se avete voglia ascoltate gratis (!!!) "Biografia" (vedi link) "canzone dialogante" per eccellenza pensata e scritta con le peggiori intenzioni e la più grande paraculaggine antiquerela...(...da certi figuri in fondo qualcosa si può sempre imparare...) Un saluto Ovidio Zabaio
www.myspace/ovidiozabaio


Bravissimo Marco! Siamo con te! Continua così! Ci vogliono queste parole! La gente deve sapere. Complimenti per Passaparola. Io passo sempre parola ;)


# 272    commento di   AntonioAr - utente certificato  lasciato il 11/2/2009 alle 3:10

Se il corpo legislativo fosse riunito in permanenza, potrebbe capitare che non si facesse che sostituire nuovi deputati a quelli che muoiono; e in questo caso, una volta che il corpo legislativo fosse corrotto, il male sarebbe senza rimedio. Quando diversi corpi legislativi si susseguono gli uni agli altri, il popolo, che ha cattiva opinione del corpo legislativo attuale, trasferisce, con ragione, le proprie speranze su quello che succederà. Ma se si trattasse sempre dello stesso corpo, il popolo, una volta vistolo corrotto, non spererebbe più niente dalle sue leggi, s'infurierebbe o cadrebbe nell'apatia. Charles Louis de Montesquieu


Ora che il clamore si è un pò placato, i nostri cari politici dovrebbero fare un esame di coscienza. Hanno strumentalizzato la vicenda per i scopi più diversi. Chi per far vedere al vaticano di esser dalla loro parte, chi per dimostrare che è opposizione e chi, credo pochi, ha agito semplicemene per coscienza. Credo che questa classe politica non farà esami di coscienza, siamo noi che dobbiamo riflettere e prendere la vita in mano. Basta delegare dei mafiosi che non fanno altro che tirare a campare. Basta accettare come caproni la verità confezionata dai media. Marco tu sei uno dei pochi anzi pochissimi che parla fuori del coro e informa. E' ora di manifestare, basta star fermi a guardare mentre distruggono quella parvenza di democrazia che ci è rimasta. io la penso così. matteo


# 274    commento di   Penelope Elisa '72 - utente certificato  lasciato il 12/2/2009 alle 11:38

Per desgusted e tutti i naviganti... Credo che i no del Presidente della Repubblica (chiunque sia o sia stato.... che non solo Napolitano ha firmato leggi oscene), siano davvero importanti, inviterei tutti quanti a scrivere al Presidente per ribadirgli di stare all'erta e leggere bene queste leggi prima di firmarle. Io l'ho fatto, gli ho scritto, se davvero lo facessimo tutti sarebbe un buon inizio per non trovarci nel paese più fascista-sovietico che esista. Non può ignorare la voce di tutti i cittadini, non credo lo farebbe (o lo spero?) Nel frattempo non chiedete cosa possiamo fare, ormai lo sappiamo bene che non possiamo fare nulla se non manifestare e aspettare pazientemente il tracollo (che ci sarà per forza, la storia si ripete sempre), naturalmente passando parola e svegliando i dormienti! Elisa


"la posizione del partito è chiara...che poi nel partito, in un grande partito come il Pd, ci siano anche posizioni personali differenti e che queste possano esprimersi anche in un voto diverso su motivazioni di coscienza questo lo considero normale, fisiologico." Queste le ultime DICHIARAZIONI di VELTRONI sul caso Englaro. Veltroni dimentica che nessun Parlamentare ha, oggi, alcun mandato di rappresentanza nei confronti di alcun elettore. La coscienza di chi! di Rutelli? Rutelli, è stato messo lì dal partito ed al partito deve rispondere. Non può votare nè a titolo personale e nè in rappresentanza dei suoi elettori! Dunque se la linea del partito fosse realmente quella di sostenere la libertà costituzionale di disporre della propria vita e del proprio corpo allora tutti i parlamentari di riferimento si DEVONO ADEGUARE.


..Beh..commento su' Paolo Bonolis, che ha detto che si..guadagna un milione di Euro per il Festival ..ma e' il compenso per un anno. Senza fare il sarcastico, perche non mi piace....sono circa poco piu' di DUEMILASETTECENTO euro al giorno. Grazie dell'ospitalita' a questo sito. Alessandro Bellucci. Paolo...helloooo ?? Ci sei ...? ?? Mi sa' che non c'e'. Riproviamo..helloooo ...Paolo ...??? Proveremo una altra volta.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti