Commenti

commenti su voglioscendere

post: Mastella, teocon famiglia

Vanity Fair, 18 febbraio 2009 Tra le mozzarelle e le vongole Clemente Mastella ha sempre scelto i princìpi. Ne avanzava un piatto fumante alla tavola del Cavaliere, apparecchiata per le prossime Europee : ci si è accomodato coi gomiti larghi, intimando il silenzio ai commensali circostanti, fulminati con un preventivo “Chi pensa male è un farabutto”. Ma il silenzio è diventato una risata. La quale anziché spettinarlo dalla vergogna, ha funzionato come un salvacondotto, insieme con gli occhioni stupefatti d’eterno garzone della politica, servitore con zelo, anche a sessant’anni suonati, dai tempi di De Mita a quelli di Cossiga, passando per quasi tutti . “Che ci volete fare? E’ Mastella!” Il “Teocon Famiglia” secondo la formidabile definizione del Sole 24 Ore. Quello con il ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti






io lo ricordo sempre candidato in qualcosa Mastella. Non sò propio cosa potremmo mai fare se nessuno fà politica e ci affidiamo sempre agli stessi. Le lamentele non le comprendo...


Berlusconi dice di non aver visto la performance di Benigni a Sanremo, come altri 45 milioni di italiani, e di non aver letto niente al riguardo. Ci credete? Berlusconi il cantante, Berlusconi il mattatore, Berlusconi l'entertainer, Berlusconi il comico, Berlusconi il telebano che snobba Sanremo? Che non guarda la sua(!) RaiUno? Che non guarda il suo "caro" pendolare, tra Rai e Mediaset, Bonois? Che non studia le mosse del (pur blando) mattatore-mattacchione avversario di turno, Benigni? Be-1 che non guarda Be-2?


corr.: Bonolis


# 77    commento di   Fab1979 - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 9:6

Nei giorni scorsi i giornali riportavano delle polemiche interne alla PDL per la candidatura di Mastella. Quindi (pare) se ne stanno accorgendo un pò di tutti del livello che raggiunge. La flebile speranza è che almeno lui finisca ostracizzato un pò dappertutto, ma non ci conterei. Allora, che rimanga ostracizzato perlomeno a sinistra, dove ha causato gli sconquassi peggiori. Purtroppo in un momento in cui non è dato sapere nulla del futuro del PD, nulla è da escludere. SIC!
www.ilmalfattore.ilcannocchiale.it


Lo spettacolo è il suo campo, con cui stordire le masse, tra un indottrinamento e l'altro. Deve pur fare il conto con un premio Nobel, Fo, e un premio Oscar, Benigni, anche se sono schierati contro di lui.


solo in italia possono ancora esistere certi loschi figuri.


Mi sembra di capire che si sapeva che annozero non sarebbe andato in onda. Io non lo sapevo. Ci sono rimasta malissimo ..e ho pensato subito a censure o cose simili. Anche perche' per esempio sul digitale, nonostante dessero "asterix" , la striscia che appare in basso al televisore dava sempre "annozero". dava l'idea di una sostituzione all'ultimo momento ..non programmata. e comunque anche se fosse stata gia' programmata per dare piu' sapazio a rai1 sarebbe stato ingiusto lo stesso...che dobbiamo vedere tutti per forza sanremo?????


# 81    commento di   Concita - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 9:36

he he Mara Mastella, ma che gli fai agli uomini? certo che tu lo conosci bene il mestiere più antico del mondo


Buongiorno a tutti.. vi leggo.^_^


# 83    commento di   In cerca di luce.. - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 9:39

:S


concordo sul fatto che porta rogna. che se lo tengano, e possibilmente lo annichiliscano, come fanno con tutti. R.I.P


ANNOZERO E PARLA CON ME SOSPENSIONE PREVENTIVA,SE CERCATE UNA RISPOSTA BASTA USARE UN PO DI LOGICA:"DATO CHE SAN REMOLO(ribattezzato dal nano con tacchi a spillo nonchè manifestazione per dementi)PRENDE UNA BUONA PARTE DEGLI ASCOLTI, E ANNOZERO INSIEME A PARLA CON ME AN'ALTRA BUONA PARTE ALLE TELEVISIONI DEL TALEBANO GLI RESTAVANO LE BRICIOLE,CAPITO"!!!!!! AVETE PRESENTE L'EDITTO BULGARO ECCO QUELLO E IL PARAGONE GIUSTO E'SOLO QUESTIONE DI SALVARE GLI INTERESSI DI MERDAISET. MA NON VI PREOCCUPATE D'ORA IN AVANTI CI PENSERANNO Z-CAVOLI E E LA COSCA VOLUTI DA MAGGIORANZA ED OPPOSIZIONE(MA DE CHE)A RISTABILIRE L'ORDINE PER UNA INFORMAZIONE IN-DIPENDENTE E LIBERA DAI CONDIZIONAMENTI DELLA POLITICA. AUNQUE LA MONA SE VISTA DE SEDA MONA SE QUEDA.


# 86    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 10:21

x saverio59 ti lascio la mia opinione del tutto personale,ke nn vuole valere sulla tua,ma alla pari,nn è riferita a qst o quel Travaglio o Barbacetto o Gatti,nè a questo o quell'operatore sociale o economico o editoriale, nè tantomeno a qts o quell'Eco,Pardi,Camilleri ecc: gli uomini che si sono resi più visibili ,impegnati e appassionati in questo o quel settore "laterale" alla possibilità di incidere sulla realtà(raccontadone aspetti)e alla denuncia costante(giorno su giorno ed anno su anno),ke il pezzo di mondo in cui vivono,nn ha rispettato strumenti e scopi,contenuti nei suoi principi ispiratori ( nel caso in questione quelli fissati dalla costituzione) devono: 1 continuare sicuramente il loro impegno 2 trovare soluzioni congiunte 3 per uscire dalla ripetizione di uno schema ormai mortale 4 che interrompa "con l'intelligenza emotiva e l'onesta intellettiva"(non intellettuale) che li ha sempre contraddistinti 4 il persistere nonostante tutte le strade già percorse 5 di condizioni cosi incivili da iniziare a rimuovere le cause; 6 i pochi spiriti liberi rimasti,non devono come sostengono alcuni,lasciare il loro mestiere o scendere in campo/partito ma 7 più semplicemente farsi carico per la cultura della responsabilità che amano,in base alla quale hanno il loro target "civile di civili" con vari mestieri e impegni, di 7.1 saper smuovere chi sul "mercato politico" dovrebbe mettersi in gioco trasversalmente(bene comune) x rappresentare un'offerta valida e che vive,x ora disperso o sparso,in questo o quel partito attuale o in questo o quel movimento civile..per spingerlo alla costruzione INNOVATIVA di un pro_dotto il cui bisogno non è x ora coperto( se nn in parte e leaderistica da idv); un normale cittadino è completamente tenuto molto lontano dalle torri d'avorio in cui ognuno dei soggetti di cui sopra ,si è reso irraggiungibile, mentre l'intelighentia(super e nn superba)di giornalisti e sensibiliz


# 87    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 10:23

.. mentre l'intelighentia(super e nn superba)di giornalisti e sensibilizzatori diversi,anche causa la loro maggiore rete di contatti e relazioni,può e deve lavorare per questo scopo "vitale=intelligente",intrecciando quella trama in cui smuovere i soggetti sparsi di cui sopra,catalizzandoli come semplice promotore in un "motore"..cosa ke un normale cittadino alla base o anche solo un piccolo movimento civile sul territorio,non ha alcuna possibilità di smuovere o di crearsi rete nè civile nè politica; 7.2 per ogni forma di appello ( anke quello della costituzione fini/travaglio,ma nn c'è solo questo esempio) si deve intuire in chi lo indice,che per la stessa salvaguardia dell'importanza di questo strumento e dell'alto valore "simbolico",intrinseco al contenuto stesso della "chiamata pubblica", ha da essere usato responsabilmente,dicendo nei fatti cosa e quale impatto avrà su una realtà INCIVILE a cui i singoli aderenti(molto ma molto più sparsi della categoria politica di cui al punto 7.1) non hanno più nessuna o scarsissima possibilità di intervento..altrimenti l'appello sarà come tante altri strumenti o istituti, svuotati al loro stesso interno.. conclusione la ripetizione dello schema è frustrante e avvilente x qualsiasi soggetto rimasto autentico agli istinti più creativi, istintivo cioè al senso di futuro ke deve darsi e dare(nelle condizioni in cui siamo,viviamo SRADICATI in un eterno presente incubo,ke nn raffigura neanke più la bontà del "qui e ora" della psicoanalisi orientale).. quando tutto è stato tentato,ma nn si è potuti uscire da una realtà incubo,occorre costruire soluzioni NUOVE di uscita dal ristagno incivile,antieconomico e antiuomo in cui viviamo ed ogni parte del tessuto sociale rimasto "sano" deve esserne responsabile. informarsi non basta e non bastava più già molto tempo fà..infatti ora si dovrebbe anche parlare di "FORMAZIONE",cosa che urge anche di più come bisogno e va fatta da tutti gli operatori di masse critiche,ma


Pino Corrias e signora a una festa romana di quelle che contano: http://www.dagospia.com/mediagallery/dago_gallery-5069/238397.htm


# 89    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 10:25

..ma l'ho già fatta troppo lunga e mi taglio. ciao :-) e buona giornata a tutti.. :-)


Per Saverio: la denuncia e l'informazione sono importanti ma non bastano. Poi ci vuole l'azione e chi ha più capacità e prestigio deve impegnarsi in prima persona per tentare di cambiare le cose. Altrimenti dà ragione a chi pensa che lui e Grillo si siano ritagliati una fetta di mercato per guadagnare un po' di soldi ... Per il Principe Viola: ma in un paese dove succedono cose come quelle della clinica S. Rita di Milano (operazioni inutili e dannose per guadagnare di più ...) cosa ci possiamo aspettare? Questi non sono i politici, questa è la società civile, sono i medici che hanno effettuato il giuramento di Ippocrate ...


Mi unisco a Pasolinante e IdeePerLaSinistra # 59 commento di saverio Anch'io vorrei potermi permettere di non "snaturare la mia Identità" di traduttrice,di blogger e di mamma.Ogni tanto cerco, scrivendo, di aprire una finestra sulla realtà italiana per un piccolo popolo nordico. Il mio obiettivo non è quello di combattere il PDL o di difendere la Costituzione. Il mio compito è fungere da "ponte" tra mondi molto distanti e crescere futuri cittadini consapevoli ( i miei figli). Ognuno di noi ha questi compiti peculiari. Ma prima di tutto, credo, siamo tutti cittadini con la responsabilità che ne consegue. Non è che dobbiamo tutti candidarci o chissacchè, ma ci sono momenti in cui bisogna caricarsi di qualche fardello in più. E poi, magari, quando è passata "la nuttata", rientrare nei propri peculiari doveri. A maggior ragione, le persone da te citate (Travaglio, Grillo, ma non solo) hanno una capacità di aggregazione superiore di un panettiere,idraulico,insegnante o traduttrice. Forse mi sono un pò allargata :), ma il principio è uguale per tutti, o no?




E' la deriva senza fine della politica italiana; commette un errore mortale il centro-destra a ri-candidarlo(anche se molti elettori non faranno una piega, e di questo me ne dispiaccio) e commise un errore mortale il centro-sinistra a prederselo in seno malgrado la fama notoria di voltagabbana. Che dire? Un malcostume dilagante quello di accogliere le banderuole nel proprio schieramento anzichè relegarle nel gruppo misto del parlamento e attendere le elezioni successive per cacciarli a pedate (lo fece il centro-destra con De Gregorio, e lo fece il centro-sinistra con Follini), senza dimenticare che nemmeno l'estrema sinistra ha ormai accettato questa logica che tutto va bene purchè si ottenga il risultato: chi non ricorda il mitico senatore dei Comunisti Italiani (Rossi se non ricordo male) che votò assieme a Turigliatto contro il governo Prodi e fu apostrofato da un'altra senatrice del PdCI con un bel "sarai contento stronzo, adesso hai favorito LUI"... Buonanotte Itaglia (errore voluto)


# 94    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 11:36

Perchè sta arrivando l'uomo forte: il default civico di Uriel - 19/02/2009 Fonte fili di LUPO .-) ? eh eh eh ..facciamo i seri : fonte Wolfstep ..... un caro saluto a idee ,kristel e pure il principe :-)
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=24604&PHPSESSID=0a392a4c102d3b690ab8fea17cc55


"senza dimenticare che nemmeno l'estrema sinistra ha ormai accettato questa logica "...chiedo scusa, volevo scrivere "senza dimenticare che ANCHE l'estrema sinistra ha ormai accettato questa logica "


Oggi Luigi De Magistris compare davanti alla Sezione disciplinare del Csm obbligato a giustificarsi per l'ennesima volta per aver adempiuto al dovere del magistrato. E' bene ricordare che se molti magistrati facessero quello per cui il Popolo italiano li paga la mafia, la camorra, la ndrangheta..... non potrebbero esistere!!!! e De Magistris sarebbe solo un bravo magistrato De Magistris, resisti resisti resisti! Forse invece di tante parole al vento magari un po' di solidarietà. Nessuno ricorda De Magistris? E' quello che ha cercato di fermare mastella e i suoi intrallazzi. Neanche una parola qui in questo blog oggi, proprio oggi .... che tristezza! Eleonora


# 97    commento di   enrico i.m.p. - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 11:45

@CHIARELETTERE “Mettersi in viaggio. Mettersi in gioco. Giocare. Provando tutti insieme a scendere dal panico che sale”. Così si chiudeva il primo post di Voglioscendere. Grazie anche a Voglioscendere, in molti abbiamo maturato la consapevolezza dello schifo che è diventata l’Italia e per questo motivo noi Vi ringraziamo per l’informazione che ci avete dato fin qui e che continuate a darci grazie alle vostre pubblicazioni. Però non è più sufficiente informare. Se vogliamo tutti insieme provare a scendere dal panico che sale, non è più sufficiente solo informare. Il panico sale e fa male; la gente è impaurita, triste e si sente disarmata e impotente. Alla fine, informando e basta, stiamo creando un popolo di rancorosi e impauriti che non sanno cosa fare per potere SCENDERE. Vogliamo scendere e conosciamo un miliardo di motivi per cui vogliamo scendere; ma non sappiamo come. Il nostro appello nasce dalla voglia di trovare un modo per poter scendere o almeno provare a scendere; le iniziative sono molteplici ma frammentate. E’ necessario trovare un collante e questo collante non può essere costituito da cittadini vogliosi di far qualcosa ma sconosciuti; ci vuole qualcosa o qualcuno che sia conosciuto e che faccia da collettore alla miriade di iniziative e movimenti. Qualcuno che tracci una via! Che si chiami Camilleri o Gomez, che sia Chiarelettere o Sellerio, poco importa. Siamo stanchi di limitarci a leggere e scrivere commenti, senza agire concretamente! NOI vogliamo agire, CONSIGLIATECI, AIUTATECI, INDIRIZZATECI, ma soprattutto UNITECI. E poi volete renderci conto, per piacere, dell’appello in difesa della Costituzione (FINI-TRAVAGLIO); abbiamo firmato l’appello ma non sappiamo a cosa serviranno le migliaia di firme raccolte. Ma proprio non siamo degni di una risposta da parte vostra? enricobeatrice@alice.it o direttamente tra i commenti.


# 98    commento di   gegge87 - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 11:47

Vorrei porre all'attenzione di tutti, in particolare agli autori delle rubriche che potranno decidere di interessarvisi, un mio triste dubbio riguardo alla cascata degli ultimi violenti accadimenti. Mi riferisco nello specifico alle particolari condizioni al contorno dello stupro dei piccoli quattordicenni. Ciò che ha scatenato la mia riflessione è stata la dichiarazione di uno dei rumeni autori del misfatto: "l'abbiamo fatto per dispetto, poichè avevano pochi soldi quando li abbiamo derubati". Una persona sana di mente non dovrebbe, pur avendolo fatto, rendere pubblico un simile pensiero, oltre che per buonsenso, anche a discapito della sua difesa in tribunale. Poi sento di un ulteriore dettaglio; tale rumeno sarebbe dovuto essere rimpatriato, ma un giudice di "bologna" a suo tempo annullò il rimpatrio, credo di ricordare per buona condotta. Tirando le somme, mi sembra che troppe "paure della destra nostrana" trovino fondamento in tali condizioni, peraltro organicamente presenti. A partire dall'efferatezza del delitto per richiamare l'attenzione, e a ruota: immigrati violenti, giudici incapaci (di una città storicamente di sinistra), violenza nei posti più "tranquilli" e verso elementi indifesi. E poi quella dichiarazione senza senso. Non vorrei che la "fabbrica delle paure" stesse iniziando ad utilizzare fuori misura alcuni mezzi illeciti che tengono viva l'attenzione di chi, purtroppo, non conoscerà mai la verità.


# 99    commento di   gegge87 - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 11:56

enrico i.m.p. Il compito, già abbastanza oneroso, dei Nostri è informarci. Non credo abbiano l'interesse, l'eperienza, nè tantomeno il tempo per "guidare" delle masse. Se senti represso il tuo attivismo ti invito a partecipare alla vita pubblica attraverso gli organi esistenti, che per essere recuperati nella loro sana funzione, hanno bisogno di vedere la partecipazione proprio di gente come te. Mi riferisco alle associazioni, ai movimenti e, se sei abbastanza coraggioso, ad un partito politico. Dico coraggioso perchè ritengo la politica la più alta realizzazione dell'uomo; ma come tu ben sai essa può rivelarsi un mondo molto torbido. Scegli un partito in base alle tue idee, indipendentemente da chi vi sia presente a livello locale da te. Entraci e fatti sentire, e fai partecipare. Abbiamo gli strumenti per cambiare il nostro piccolo mondo, usiamoli. Con affetto verso il tuo entusiasmo.




# 101    commento di   enrico i.m.p. - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 12:11

@gegge 87 grazie del tuo affetto che ricambio. Ti informo che sono già iscritto ad un partito e mi confronto all'interno di esso. Dal confronto è nata la consapevolezza che, come a piazza Farnese, i movimenti civili affiancati da un movimento politico, vengono strumentalizzati dall'attuale democratura e distrutti. E' per questo che bisogna creare un movimento/iniziativa dalla BASE LARGA in cui riunire tutte le persone che anelano un paese pulito/civile/giusto/accogliente e non razzista, ma che stia alla larga dalla politica (almeno per il momento). Non è necessario che ti ricordi che fine hanno fatto i girotondi quando si sono fatti affiancare ed inglobare da partiti che adesso non stanno più neanche in parlamento. Mi sono reso disponibile verso decine di associazioni tra cui Ass.familiari Vittime della Mafia. Dici bene: il mio attivismo è represso. Dovrebbe essere il NOSTRO attivismo, perchè avrebbe più forza. Ed invece continuo a vedere/sentire/leggere iniziative singole che pur essendo molto valide, non hanno forza e quindi muoiono sul nascere. Da CHIARELETTERE mi attendo anche solo dei consigli e non per forza una discesa in campo (mi sembra fosse espresso chiaramente nell’appello). E inoltre tutti quelli che hanno firmato (ma soprattutto hanno fatto firmare ad altri) l’appello Fini-Travaglio hanno il diritto di ricevere una risposta. E per concludere, possono sempre rispondere “non ci sentiamo in grado di poter fare quanto ci chiedete, ma vi consigliamo di fare ….. o di rivolgervi a …..”. E’ così difficle?


Ma in Italia solo la morte può sdradicarli dalle poltrone? Ma chi è 'sto Mastella? Ma che ha fatto di buono in questo paese in 30 anni di politica? Ma le CENTINAIA DI MILIONI DI EURO che c'è costato tra stipendi, indennità, rimborsi elettorali, giornali di partito, feste ecc. A COSA SONO SERVITI?


Non sono un'idea, non sono un pupazzo, e non sono neppure un bravo ragazzo. Io sono chi sono e mi chiamo intrallazzo e vivo in Italia un paese, il più pazzo! Io disfo e ridisfo delle carte ogni mazzo cambiando ogni cosa senza alcun'imbarazzo. A voi sembra sia dura, per me è tutto un sollazzo dico sempre la mia ma con urlo e schiamazzo. Sembra tutto uno schifo perchè è tutto uno sguazzo? Ma l'Italia s'è desta? Si desta col cazzo!!! Notte, notteeeeee!!!!






# 106    commento di   enrico i.m.p. - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 12:22

grazie della doppia informazione Cinzia. Uno zabaglione ogni tanto ci vuole proprio.


# 107    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 12:35

sottoscrivo anche oggi il pensiero/appello nel testo di enrico imp 97, mi risuona dentro molto adesivo per giunta anche all'ultimo testo che ho lasciato poco sopra al mio 86-86 , anche perchè credo si abbinano bene soprattutto in una premessa, non chiede, cosi come non chiedo, che giornalisti o sensibilizzatori di questo o di altri spazi , si mettano a "guida" di masse..ed è ben diverso il suo o il mio messagio o quindi il nostro , credo peraltro che 87 di gegge87 è molto umano e comprensibile nel momento in cui invita a seguire i canali tradizionali di svolgimento della vita politica , è giusto che questo ragazzo dell'età di mia figlia, debba avere ancora quella speranza di poter impattare sulla realtà civile grazie ai binari istituzionali dei partiti e che quindi grazie a loro,gli attuali partiti cioè senza altro bisogno "di un'assemblea costituente/ricostituente", si possa fermare il ristagno e la grande crisi in corso sia di idee fuori schema sia di fatti concreti da dare al paese che è diventato un po' anti-uomo ,sia antieconomico ,sia contro la sopravvivenza più in generale della stessa civiltà e popolazione ...... detto questo lascio la mia adesione enrico imp anche oggi , filidimemoria@libero.it


O.T.: Che è successo alla puntata di ieri di Annozero? Dobbiamo preoccuparci?!?


ESAME DI "LOGICA" "STRATEGIA"... "ARGOMENTO"... "TROPPI SOLDI"... "PRE-POTENTI"... "NEMICO"... "MASSA CRITICA"... "SOLUZIONE"... Questi sono i pochi semplicissimi "CONCETTI" da studiare a memoria per superare l'"ESAME" di "LOGICA". Facile, no?! Rivedere poi con molta attenzione il film "QUINTO POTERE" (N.B.: film del 1976, non del 1980, 1990 o 2000, del "MILLENOVECENTOSETTANTASEI", chiaro?!) o anche solo un frammento (http://www.youtube.com/watch?v=cMxpetcxDrA) e, dopo averlo guardato e ascoltato davvero bene, se qualcuno sarà ancora "CONVINTO" che il problema sono i "MASS MEDIA" significa che dovrà ristudiarsi di nuovo i pochi "CONCETTI" di cui sopra, riguardarsi e riascoltarsi ancora una volta il film e quindi ripetere l'"ESAME" a settembre. Ah, piccola aggiunta. Le "STRATEGIA" e il "MEZZO" utilizzati dai tre "SISTEMI FONDAMENTALI" (uno per tutti, tutti per uno, altro che D'Artagnan e i tre moschettieri!) costituiti dalle "BANCHE", "POLITICA" e "TEOCRAZIA" per mantenere il loro "POTERE" sono "ATTUALI" da almeno 500 anni: i "MASS MEDIA" e la "LOBOTOMIZZAZIONE DI MASSA" sono arrivati molti "SECOLI" dopo. Uh che sbadati, dimenticavamo. Chiediamo ai ferventi sostenitori dei cosiddeti "PARTITI MENO PEGGIO": perché i vostri "IDOLI" hanno votato a favore dello sbarramento alle Europee al 4%, il che significa praticamente impedire ai piccoli di entrare al Parlamento Europeo, per poi invece votare a favore dei finanziamenti ("SOLDI NOSTRI") per chi supera il 2%? Per generosità e amore di giustizia? Se uno in "BUONAFEDE" sa già che non riuscirà a prendere il 4%, non è che diventa pure lui in "MALAFEDE" (l'occasione fa l'uomo ladro) e così "PROVA" almeno ad arrivare al 2% per i "SOLDI"? O forse dipende solo dal fatto che noi siamo "DIFFIDENTI" per natura?...
emergenzademocratica.blogspot.com


# 110    commento di   arji@ - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 13:32

mi sarei meravigliata se avesse scelto di condurre una vita ritirata,lontano dalla ribalta..ma mi meraviglio più di chi lo vota, una volta a dx una a sx, una al centro..il problema non sono i politici, siamo noi italiani che pensiamo di essere più furbi e viviamo in una situazione da terzo mondo..ma vi rendete conto in che epoca funesta viviamo?e il problema è che se andassimo di nuovo alle urne, sono convinta che vincerebbe berlusconi anche perchè non ha avversari...e con ciò non voglio assolutamente mortificare veltroni che ha dovuto combattere con una coalizione di prime donne, ognuno deve dire la sua e non sono mai d'accordo su nulla...ma come si fa?




Ho una segnalazione da fare:poco fa mi sono reso conto che il mio computer non era in grado di connettersi al sito di Beppe Grillo,a quello di Marco Travaglio,a quello di Antonio Di Pietro,a quello IdV,mentre tutti gli altri funzionavano benissimo;ora fortunatamente la piccola crisi è passata,ma mi sembra una stranissima coincidenza:negli ultimi giorni il mio computer è diventato più lento sulla rete:ho preso un virus?E' possibile che qualcuno si diverta a diffondere virus che impediscono l'accesso a certi siti?




che dire......ormai tutto è lecito una pagliacciata dopo l'altra e il popolino sta lì a guardare anche compiaciuto direi...


Ciao qualcuno può cercami dove Ci SArà Draghi a Milano? Ho sentito in radio..ma ovviamente non hanno detto dov'è il merdaccia.. Nazionalizzano le banche----ma ovviamente in italia il nano dice no.. Unicredit e Intesa sono nella merda..ma ovviamente non vale per l'italia..Ma possibile che Bankitalia deve essere privata al 95%? Volevo chiederlo alla persona Seria(ha ah) draghi..anche di Easy credit...TRAVAGlio di Draghi non parli mai..eppure è indagato!!ed è controllore del più grande conflitto d interesse.


# 116    commento di   watchdogs - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 15:1

certo tutta sta gente che si preoccupa per anno zero di ieri mi pare che non guardi anno zero, altrimenti avrebbe sentito giovedì scorso santoro dire "giovedì prossimo non ci saremo" :-)


# 117    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 15:5

x andrea taxi operatori dei mercati finanziari XV congresso fiera milano city compra il sole di oggi è gia in corso ora , ma credo domattina piu specificatamente l'intervento di draghi ciao http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2009/02/Forex-Diretta-Draghi.shtml?uuid=8b99f8ce-fea3-11dd-9ea7-d196493656f8&DocRulesView=Libero


Qualcuno sa dirmi dove domani Ci Sarò Draghi a Milano? Voglio smerdare il governatore..voglio prendermi sta denuncia! grazie.


Grazie pasolinante... no no il sole 24 non lo comprerò mai... gia ascolto quelle merdine la mattina..in particolare il sionista FErrara- e poi gia porto a spasso il diretto servo DE Bortoli.. Secondo il servo la nazionalizzazione è un passo indietro... le banche sono le banche..guai a mettere mano,.vanno solo salvate. L'italia sembra Cuba di ieri...Americani e mafiosi al comando. Ma oltre al comunismo c'è altro..c'è la vera democrazia..basta distruggere il sistema debito.


# 120    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 15:14

eh eh eh fai il bravo Andrea .-) .. stai nei canoni armoniosi, altrimenti poi se sbraghi, e non ti puoi mangiare draghi ciao


Bravo, andrea Taxi: va' nella tana dei leoni, dei tuoi leoni, anche se non sono ancora i grandi re della foresta.


Ti va bene il sistema musulmano? Senza interessi? L'antitesi al sistema ebraico?


Sei arabo?


pasolinante Sicuramente non fanno entrare cittadini..io ci provo. Roland non sono i re della forestA? chi è il re della foresta Babbo Natale?


Mastella e Bassolino sono politici inaccettabili. Ma il fatto è che non ci viene chiesto veramente il nostro consenso. Personaggi del genere ci vengono imposti perchè parte di un malcostume più generale e condiviso. Prima dell'incompetenza e prima della corruzione, c'è un equivoco diffuso che vuole che il politico non si limiti ad indicare principii e obiettivi strategici per la comunità, ma determini effettivamente la gestione delle risorse: gli uomini, i mezzi. Accettare che il politico "nomini", "collochi" è l'errore che ineluttabilmente ci precipita dentro quel gioco di potere fatto di clientele, amicizie, interessi familiari, colpi bassi, che determina in ultimo il fallimento della democrazia. Perchè in una vera democrazia la legittimazione deve sempre procedere dal basso verso l'alto. Sempre. Deve esserci chiaro il momento-motivo del nostro fallimento. Non per i personaggi di Mastella o di Bassolino, questi i nomi oggi. Perdiamo, falliamo non appena si inverte in una democrazia la direzione della legittimazione, così come accade quando ci sembra giusto che i politici "decidano" e deleghiamo quindi loro responsabilità che ci competono come collettività.




Stanotte ho fatto un sogno: la Gabanelli si presenterà alle primarie del PD.


Al posto di annozero un film su cleopatra ...zzerola! Saranno già tutti in galera?




La cosa più rivoltante non è che un soggetto del genere dopo tutto quello che ha fatto si ripresenti alla politica chiedendo il voto agli elettori, no. la cosa più miserevole è l'accoglienza che gli viene data nella c.d. casa delle impunità e il voto che probabilmente riuscirà a strappare tra tutti quelli che in campania è riuscito a sistemare. un sognatore potrebbe immaginare che ora l'elettorato lo punirà per la sua incoerenza politica per le vicende della moglie per la malamministrazione ecc. ecc. ecc. in realtà sappiamo tutti come andrà a finire in questo paese di m...a. lo eleggeranno e ce lo ritroveremo prossimamente al fianco del leader, col piglio del lustrascarpe e la dignità del peggiore lacchè, a dirci quello che possiamo e non possiamo fare...


# 128 Paola F Guarda, la storia, o meglio le storie di Asterix e Obelix hanno un forte valore simbolico: la resistenza ad oltranza - sempre vincente - di un minuscolo gruppo al potente Cesare e ai suoi soldati! Un esempio! Un appello! Non è poco. Attento, Cesare, agli idi di marzo!


Paola F, ma davvero credi che qualcuno possa mandare o abbia intenzione di mandare Travaglio, Santoro, Di Pietro, Grillo e Vauro in galera?!? No, perchè se ci credi, mi auguro per te che tu non abbia ancora compiuto i 12 anni. E in tal caso, meglio che tu abbia visto Asterix e Obelix.


# 133    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 16:33

x unica opposizione pur dovendoti dire che potresti cambiare il nome che ti sei data, ed il perchè te l'ho già illustrato ..condivido tutto quanto hai scritto nel tuo 125 , lucidissimo in tutti i suoi passaggi,in un crescendo adesivo a come o quanto posso "partecipare" passaggio su passaggio dell'intero flusso o paesaggio civile,fino all'ultima competenza che hai descritto ,nel suo sacrosanto diritto/dovere, che dovrebbe essere sentito come "indelegabile" e se non è più tale ,o frantumato in piccole nicchie di coscienza civica, deve essere promosso,seminato,diffuso,"formato" fino alla rottura degli schemi che tendono ad appiattire ,"scorare",scollare tutto e tutti.. tanti progetti nei vari target sociali si potrebbero realizzare ma anche qui : 1 serviranno a medio lungo termine ,non a breve, e noi abbiamo un bi_sogno di realtà "democratica",pena la nostra stessa sopravvivenza ..immagino fra questi i programmi nelle scuole di gherardo colombo per esempio, ma fra quanto daranno risultato?e in quale e quanta % di copertura del fabbisogno stanno impattando?quale la rete dei vari operatori dello stesso intervento? 2 quanto e come i soggetti che veicolano più in genrale contenuti sul dissenso civile causa i diversi scenari incivili o anticostituzionali di diversi ambienti,politici e sociali,sono attivabili orizzontalmente,con le stesse regole di parte democratica,per la partecipazione,promozione,presa a cuore,di progetti volti a rimuovere gli ostacoli che ci impediscono di partecipare responsabilmente al posto di tanti irresponsabili?


70 Pincipe viola 86 Pasolinante 90 idee per la sinistra 91 Kristel Rispondo a tutti voi in unico mess dato che il vostro pensiero è comune Ragazzi, la vostra idea è giusta\comprensibile ma deleteria! Questi signori riescono ad aggregare consensi e a focalizzare l opinione pubblica su determinati aspetti proprio perchè nn fanno parte di quel Sistema! Non ne sono direttamente coinvolti, quindi la la gente crede in loro perchè sono "esterni" a quel mondo! Loro farebbero soldi cmq, credete a me.. Grillo continuando a fare satira sulle pubblicità come un tempo, travaglio scrivendo libri su moggiopoli. Invece dalle loro posizioni si sono messi in gioco, ma.. ma.. se entrassero direttam in campo come chiedete farebbero la fine di Di Pietro ke quando fa delle accuse il PDL si difende dicendo che DI Pietro grida agli scandali perchè vuole solo aumentare consensi, suscitando così dubbi !! Faccio un esempio, quando Di Pietro parla delle intercettazioni viene visto in modo diverso da un certo Caselli che sulle intercettazioni ha la stessa opinione.. e perchè?.. perchè Caselli ne parla da un ruolo esterno a quello politico quindi ha credibilità, ma Di Pietro ne parla dall'interno suscitando cmq dubbi sul "motivo" delle sue accuse! Se entrassero in movimenti o in politica dunque, il loro ruolo "neutrale" verrebbe automaticamente meno! e farebbero il gioco del PDL che avrebbe modo di attaccarli più facilmente!


Si guarda intorno, Veltroni, smarrito, alla ricerca del colpevole. Chiede scusa, dice di non essere riuscito nel suo intento, ma non riesce a capire il perchè. La verità è che non ci ha mai capito niente. Fin dall'inizio. E continua a non capirci niente. Perchè è inutile che si guardi attorno: l'unico responsabile della disfatta è lui. Non c'è D'Alema che tenga. Non c'è Bersani che tenga. Non c'è Rutelli che tenga. Ha fallito in tutto, ma non se ne è ancora accorto. E ha fallito da solo, senza aiuti. Non si è accorto che, paradossalmente, le sue parole di addio sono l'atto d'accusa più grande contro la sua stessa politica. Il suo testamento è la conferma di un fallimento unilaterale di un progetto abortito in partenza. E le cause del decesso non sono da cercare da nessuna parte. Basta guardarsi allo specchio.
http://verraungiorno.blogspot.com


Proseguim commento 134 Grillo e Travaglio e Gomez come anche Stella (La casta) nn sono degli Intelettuali intesi nel senso profondo del termine, sono dei "Commentatori", onesti e oggettivi.. prendono una realtà che i nostri giornali e telegiornali "trascurano" e la danno al pubblico come una vera democrazia deve fare!! Stando fuori da quel mondo hanno credibilità, perchè i motivi per cui lo fanno nn sono politici ma deontologici nel caso di travaglio e Stella, o personali (da cittadino) come nel caso di grillo. Se entrassero in politica o in un moimento i loro motivi per i quali fanno quel che fanno diventerebbero pregiudizievoli! è come se ammettessero che il motivo per cui scrivono un articolo è perchè vogliono raggiungere un risultato politico, ma loro scrivono per informare, poi sta agli elettori decidere come usare quelle informazioni!! nn so se ho spiegato bene la mia opinione..


# 137    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 16:45

x saverio scusa ma io non ho chiesto nè atravaglio ne a nessun altro di scendere in campo ripeto anche a te , come ho gia fatto in altre situazioni , di non deformare o manipolare cio' che ho scritto , quale il fabbisogno non partitico e non politico devo dirti che non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire? sono ben distante ad esempio da un'idee per la sinistra che dice gabanelli for president, eppure è una donna, e altrettanto ben distante è il bisogno democratico che è contenuto (nei miei scritti che puoi rileggere )di chi dovrebbe essere attivato già da sè o attivabile , sul piano delle responsabilità democratiche che potrebbe mettere in gioco non certo per candidarsi ciao


Fin quando ci sono i partiti (o i movimenti) a determinare la politica, DEVONO aumentare i consensi, ognuno dal proprio punto di vista. O incrementano i consensi, o scompaiono. Tertium non datur. Elementare, dottor saverio. Così, senza volerlo espressamente, ho difeso i 4 amici: 70 Pincipe viola 86 Pasolinante 90 idee per la sinistra 91 Kristel


# 139    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 16:48

x roland grazie :-)


il "Pincipe" è copiato incollato da severio; è forse quello che serve il caffè qualità ovo?


anche 'severio' non suona male


Roland.. Non t ho mica capito.. In tutti i paesi del mondo ci sono i partiti.. ma che c entrano i partiti con i giornalisti come Travaglio o grillo.. loro due nn devono incrementare nessun consenso.. loro focalizzano l attenzione su determinate realtà.. punto e basta.. sta poi all'elettorato ascoltare quelle informazioni e interpretarle.. ma poi.. parliamoci chiaro.. pensi ci sia anche solo un italiano che nn sappia chi sia Davvero berlusconi?? che nn sappia cosa ha fatto per sfuggire alla Legge?? eppure lo votano.. e allora!! traile tu le conclusioni..


CLAMOROSO!!!! MEDIASET HA TOCCATO OGGI LA SOGLIA DI 3,45 EURO La bancarotta (o la scalata esterna) si sta avvicinando sempre più...


http://it.finance.yahoo.com/q?s=MS.MI


Devono parlare solo i giornalisti (e gli estranei ai partiti) e i politici devono fare scena muta, tanto quello che dicono è solo strumentale a fini ignobili? Mastella, di professione, è giornlaista! Gasparri, di professione, è giornalista! (da completare)


Pasolinante.. Ok.. kiedo umilmente venia per aver male interpretato il tuo pensiero, nel commento 86 leggevo ad esempio che "Bisogna trovare soluzioni congiunte", credevo ti riferissi al fatto che questi personaggi oltre al loro lavoro dovessero appunto impegnarsi a trovare soluzioni congiunte, andando così, mio parere, a snaturare il loro ruolo ke deve essere e rimanere Neutrale invece.. Cmq.. nessuno pensi ke scrivo per polemica.. anzi.. siam qui perchè di base la pensiamo allo stesso modo.. cioè tutti noi vogliamo una politica onesta e seria perciò.. Cmq ripeto quello che ho già scritto molte volte.. la responsabilità di tutto questo è degli italiani, dell elettorato, c'è poco da fare..






Un mio amico armeno che collabora allo studio dei manoscritti di Qumran e che in questi giorni ho l'orgoglio di ospitare nella mia modestissima casa mi ha fornito il supporto per tradurre quanto scrivi. La democrazia è un processo, niente affatto un'organizzazione consolidata dello Stato. Nessuno di noi può oggi bruciare dal desiderio, dall'urgenza di vivere in una compiuta democrazia così come nessuno di noi può identicamente agognare per domani mattina macchine volanti, cure mediche non invasive, nanotecnologie etc. Dobbiamo essere consapevoli del processo e, se ci teniamo, favorirlo. Promuoverlo, come va promosso il progresso scientifico e tecnologico. Tutta la classe politica attuale, da Ferrero a Storace, tutta la classe giornalistica attuale, da Travaglio a Facci, tutta la classe imprenditoriale attuale, da Romeo a Colaninno esprime il punto in cui siamo in questo processo e le forze in gioco, tante volte inconsapevoli o non pienamente consapevoli, a favore del progresso o della reazione. Cos'è fondamentale? Identificare le forze. Va in direzione della democrazia qualunque scelta che mantenendo nel popolo il potere rende comunque legittima e funzionante una minima, necessaria organizzazione. Vanno in direzione contraria scelte contrarie a questa regola. Mastella e Bassolino sono figli di una concezione della politica reazionaria rispetto al processo democratico. Una concezione che ci riporta dritti dritti ai consigli del Machiavelli. Ora, non che il popolo non vivesse lo stesso dentro quei regimi... viveva e magari c'era anche chi trovava il metodo per viver bene, l'importante è capire dove si vuole andare. Di Pietro, con la sua barchetta, riesce magari a criticare e scovare lo sporco nei galeoni altrui, ma riesco a vedere perfettamente che anche lui non naviga in direzione opposta agli altri. Partecipa come tutta la politica italiana di una gran paura del processo democratico.


# 150    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 17:17

x saverio ..ringraziando unica opposizione da scontro a incontro e salutando l'amico armeno,già con tanto affetto:) ..la liquidità di quel flusso da te descritto mi è sorgente istintiva,che si chiami mare..fiume..strada non so quanti anni hai Saverio e quanto hai vissuto delle problematiche ,storia , economia , società e diritto del tuo paese e degli altri e altre genti..quindi quanti argomenti hai potuto consolidare in te del suono parte /partecipa attivo ,piuttosto che di un passivo , che qualifica o dequalifica il suono ponte "persona cittadino società" ,idee radici e identità,i suoi diversi bilanci materiali e immmateriali..e la sua capacità di esprimere o meno civiltà il cittadino è un socio con altri soci dello stato in cui vive ,che si chiami pinco pallo o montanelli o travaglio o pardi , più fanno diventare distante il socio dal rapporto soico/società , più tutti hanno perso , non solo quindi i vari mastella con i suoi spietati campanili e figli , ma anche quelli che parlavano e parlano di quanto i soci erano e sono gabbati..la partecipazione orizzontale rafforza massa critica,non ci si deve candidare per promuoverla, si deve essere semplicemente raggiungibili,orizzontali coma la parte cip azione richiede .. ti ripeto un passaggio fondamentale che ci ha scritto unica opposizione: "Deve esserci chiaro il momento-motivo del nostro fallimento. Non per i personaggi di Mastella o di Bassolino, questi i nomi oggi. Perdiamo, falliamo non appena si inverte in una democrazia la direzione della legittimazione, così come accade quando ci sembra giusto che i politici "decidano" e deleghiamo quindi loro responsabilità che ci competono come collettività ."


# 151    commento di   sergio_gallo - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 17:19

Marco, volevo segnalarti questa info. Qualche settimana il ministro dei trasporti della regione in cui vivo in Germania ha dato le dimissioni poiché e´stato beccato a superare il limite della velocitá. QUi trovi gli articoli rilevanti http://www.welt.de/politik/article3188159/NRW-Verkehrsminister-Oliver-Wittke-tritt-zurueck.html http://www.stern.de/wirtschaft/unternehmen/:Verkehrsminister-Pkw-Maut-100-Euro/547313.html Ha sbagliato e ha pagato. In Italia invece non avrebbe mai dato le dimissioni. Spero che l`Italia possa cambiare in meglio. Grazie per quello che fai Saluti SG


pasolinante.. Capisco.. tu parli di democrazia partecipata.. l idea tanto inseguita negli anni 70' della contestazione.. L'idea che il cittadino debba non semplicemente delegare ma farsi esso stesso strumento di decisione politica, dato che la politica è il momento nel quale si decide come risolvere i problemi che riguardano tutti. Non posso dire che nn son d accordo con questa tua visione delle cose.. anzi la condivido in pieno anche se nella pratica la vedo abbastanza irrealizzabile dato che se un operaio, esempio, lavora 8 ore al giorno e ce ne mette due per tornare a casa è piuttosto difficile che trovi il tempo per andare in Comune a dibattere con i consiglieri comunali sulle decisioni politiche riguardanti la sua stessa città! L'elettorato a mio avviso deve avere il ruolo di controllore politico! e in italia manca proprio questo, un elettorato sano e onesto che voti gli onesti!!


il ministro La Russa riferendosi aalla composizione delle ronde, testè approvate all'unanimità nel decreto del cdm, afferma "devono essere persone che sanno quello che fanno" certo: come al g8 di Genova nel 2001!!! (Kossiga docet!) Io non mi sentirei molto sicura...


All'ombra dell'ultimo sole / s'era assopito un pescatore / e aveva un solco lungo il viso / come una specie di sorriso. Venne alla spiaggia un assassino / due occhi grandi da bambino / due occhi enormi di paura / eran gli specchi di un'avventura. E chiese al vecchio dammi il pane / ho poco tempo e troppa fame / e chiese al vecchio dammi il vino / ho sete e sono un assassino. Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno / non si guardò neppure intorno / ma versò il vino e spezzò il pane / per chi diceva ho sete e ho fame. E fu il calore di un momento / poi via di nuovo verso il vento / davanti agli occhi ancora il sole / dietro alle spalle un pescatore. Dietro alle spalle un pescatore / e la memoria è già dolore / è già il rimpianto di un aprile / giocato all'ombra di un cortile. Vennero in sella due gendarmi / vennero in sella con le armi / chiesero al vecchio se lì vicino / fosse passato un assassino. Ma all'ombra dell'ultimo sole / s'era assopito il pescatore / e aveva un solco lungo il viso / come una specie di sorriso.


Fuoco incrociato Anna Politkoskaya assassinata su ordine del Mandante Innominabile-Intoccabile (ma sicuramente non fu Berlusconi - anche se in Sardegna ha sparato pantomimicamente su una giornalista russa un po' curiosa in presenza di Putin) L'avvocato Mills corrotto dal Corruttore Innominabile-Intoccabile (ma sicuramente non fu Putin, nemmeno per ricambiare la cortesia dell'amico italiano)


Si respira un'aria nuova stasera sul blog.Aria fresca di confronto e proposte;tra persone come noi tutto è possibile.


# 157    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 17:55

x saverio : il basso all'alto come l'alto al basso la società italiana oltre a risentire di trame nere, lobby, potentati, verità storiche mai riconsegnate all'inconscio e al conscio,sotto la pelle dei "soci" italia , risente oltre quindi alle croste e le piaghe del mantenimento di antichi privilegi, dello stesso arroccamento azionato in chi si è rifugiato nelle torri d'avorio politiche, di soggetti che non dovevano far diventare oggetti i loro sottoinsieme "soci"..la causa è in tutto cio' che fà diventare "popolare" nel senso spettacolo, ed in ogni soggetto che si pone sopra altri, che ne diventano oggetto, alcuni senza diventarlo altri invece diventadolo con processi di affascinazione diversi, ma sempre poi delle stesse conseguenze , l'allontanamento...scollamento da cosa? dalla possibilità di sboccare un processo arenato nel nostro paese,che è la possibilità di promuovere idee , progetti , sogni reali che collegano meglio "i soci" dal piu piccolo sottoinsieme ad uno più allargato che si interseca in un processo infinito di interelazioni e interferenze positive utili, anche perchè questo flusso orizzontale verticale orizzontale permette a maggiro ragione cio' che dici:il saper "controllare",più che il controllare che suona solo come giustizialismo e arriverebbero i supeones berluscones a sputtanarti e renderti vano..sicchè le responsabilità attivate smuovano miglioramenti sentiti /sensibili progressivi..sollevando come sa fare ogni attore politico della sua singola esistenza,a iniziare dalla sua stessa vita,dal parlamento del suo fegato con il suo cervello e il suo cuore, della condizione di dolore, anche di un pizzico rispetto alle condizioni esistenti o pre_esistenti..un buon politico deve sapere fare solo questo, partendo dalla sua vita a quella degli altri,che scenda o non scenda nel campo degli eleggibili delle diverse istituzioni,che ha riscontrato la storia delle dottrine politiche o dei suoi interpreti,statisti o legislatori o amministrat


Opposizione Unica.. Io nn so dire se Di Pietro è politicamente meglio o è peggio degli altri.. Io so che Di Pietro però ha fatto il suo lavoro di Magistrato quando si è trovato a chiamare in giudizio un intera classe imprenditoriale e politica degli anni 90 e non si è tirato indietro. Ora, non so se una volta entrato in politica anche lui si è messo a usare trucchi per rimanere a galla, so però che a differenza del PD è stato l unico a gridare le schifezze del PDL mentre il PD faceva finta di non vedere. E questo a me basta per fare una scelta politica in qualità di elettore!. Se la maggioranza del paese da i voti a un partito che cambia le leggi per fini personali distruggendo, e non migliorando, il sistema, bè allora è colpa del sistema dei valori di questi elettori e non del fatto che i cittadini non fanno parte del processo politico nel suo insieme. Gli elettori italiani nn sono molto diversi da quelli americani e allora mi chiedo, com'è che le cose son tanto diverse??.. Se gli italiani imparassero a non dare nemmeno un voto a chi in parlamento si permette di violare persino la Costituzione, basterebbero anche 10 anni per far diventare l ?italia il paese più democratico del Mondo! ma a me vien il dubbio ch eil Parlamento sia soltanto lo specchio del Paese e non la parte peggiore!


# 159    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 17:57

.. o amministratori e controllori. ciao :-) ps volevo dirti un mucchio di cose anche pratiche e molto concrete , ma sto incasinata, ne riparliamo fra un po'


Chiediamo a bin laden se gli è avanzata qualche bustina d'antrace, e inviamola a palazzo madama e in qualche altro luogo della zona. bonifichiamo l'ambiente: un arbre magique non basta per quanto puzzano certe carogne.


Non credo che ci sia giornalista che non sia schierato. Sarebbe un robot. Meglio un giornalista schierato che uno finto neutro o uno ondivago (uno che salta sempre sul carro del vincitore). Ciò non impedisce a nessuno di perseguire la massima oggettività. Anche Montanelli era schierato e dava consigli di voto.


Come godo a vedervi sempre inutilmente ringhiosi e arrabbiati. Sono contento di aver contribuito al vostro turbinio di gonadi


# 163    commento di   3my78 - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 18:29

Lotta fra 2 troll. Ma ditemi voi il povero cristo che al seggio vedrà da una parte Bassolino e dall'altra mastella... E' scelta questa? E' democrazia?
http://3my78.blogspot.com/


Mentre mi accingo a risponderti, mi sto domandando: secondo quale criterio va giudicato il politico Antonio Di Pietro? E questo già per me è importante, vuol dire che caz! c'ho una coscienza, perchè a me Di Pietro non piace. Di Pietro ci ha buttato fuori Craxi... e ci ha regalato Berlusconi. Ha distrutto la DC dopo mezzo secolo di ininterrotto governo e così oggi abbiamo Forza Italia e da Fini e Calderoli alla Bindi e alla Turco tutti fieri di portare in politica i valori cristiani. Quindici anni dopo Tangentopoli, è scoppiato il caso Napoli, la politica ha dimostrato di avere gli anticorpi per non essere sottoposta al controllo della magistratura... e l'unica cosa che sappiamo è che non ci sarà mai più una seconda Tangentopoli. Lo devo giudicare dai risultati? Di Pietro poteva fare come Mina, dopo Tangentopoli. Sparire, e diventare un mito. Ma si è fatto corteggiare da D'Alema, è entrato in politica in uno dei partiti risparmiati dal pool di Milano e... e tutto il resto è noia, e basterebbe questa noia a sporcare il lavoro fatto. Di Pietro ha fondato un partito basato sulla sua persona (come Mastella), ha fomentato lotte interne alla coalizione di cui faceva parte (come Mastella), è rimasto quindici anni a galla come leader politico per non si sa bene quale progetto oltre quello di essere la voce in politica della categoria professionale dei magistrati. Lo fotografano contadino, ma se lo è mai stato ha dimenticato cosa vuol dire esserlo. Con lui in politica, la politica italiana non si è rinnovata e il processo democratico non ha fatto passi avanti. Se vuole, possiamo dire che con altri farebbe (e sta infatti facendo) molti passi indietro.


Scusate l'interruzione ma domani a Milano è prevista una manifestazione contro il governo o almeno credo. Quakcuno sa darmi dettagli? Ciao


# 166    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 19:22

@ Enrico Ho trovato questo ...appuntamento ore 14 bastioni di Porta Venezia..corteo e interventi finali in piazza Duomo vai al link...ciau frà http://fisaccremona.files.wordpress.com/2009/02/vol-090221-manifestazione-a-milano.pdf


# 167    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 20/2/2009 alle 20:11

riaderisco al nuovo appello di Enrico i.m.p, che sia la volta buona per una risposta? @CHIARELETTERE “Mettersi in viaggio. Mettersi in gioco. Giocare. Provando tutti insieme a scendere dal panico che sale”. Così si chiudeva il primo post di Voglioscendere. Grazie anche a Voglioscendere, in molti abbiamo maturato la consapevolezza dello schifo che è diventata l’Italia e per questo motivo noi Vi ringraziamo per l’informazione che ci avete dato fin qui e che continuate a darci grazie alle vostre pubblicazioni. Però non è più sufficiente informare. Se vogliamo tutti insieme provare a scendere dal panico che sale, non è più sufficiente solo informare. Il panico sale e fa male; la gente è impaurita, triste e si sente disarmata e impotente. Alla fine, informando e basta, stiamo creando un popolo di rancorosi e impauriti che non sanno cosa fare per potere SCENDERE. Vogliamo scendere e conosciamo un miliardo di motivi per cui vogliamo scendere; ma non sappiamo come. Il nostro appello nasce dalla voglia di trovare un modo per poter scendere o almeno provare a scendere; le iniziative sono molteplici ma frammentate. E’ necessario trovare un collante e questo collante non può essere costituito da cittadini vogliosi di far qualcosa ma sconosciuti; ci vuole qualcosa o qualcuno che sia conosciuto e che faccia da collettore alla miriade di iniziative e movimenti. Qualcuno che tracci una via! Che si chiami Camilleri o Gomez, che sia Chiarelettere o Sellerio, poco importa. Siamo stanchi di limitarci a leggere e scrivere commenti, senza agire concretamente! NOI vogliamo agire, CONSIGLIATECI, AIUTATECI, INDIRIZZATECI, ma soprattutto UNITECI. E poi volete renderci conto, per piacere, dell’appello in difesa della Costituzione (FINI-TRAVAGLIO); abbiamo firmato l’appello ma non sappiamo a cosa serviranno le migliaia di firme raccolte. Ma proprio non siamo degni di una risposta da parte vostra? frada79@hotmail.it


incredibile come oggi ho dovuto spiegare il caso mils a mio padre e a dei miei parenti che ovviamente non si documentano attraverso la rete


Unica opposizione Sono sbalordito, davvero sbalordito dai tuoi ragionamenti; perdonami, ma secondo te, Di Pietro col suo 4% di elettori poteva evitare lo schifo che c'è oggi ? con il 4% dei voti che sono saliti a 9% nell ultima tornata elettorale Poteva Di Pietro e il suo elettorato fare da solo ciò che per 20anni l intera sinistra unanime nn ha voluto fare? cioè togliere Rete4 a Berlusconi dato ke è illegalmente detenuta?. Poteva Di Pietro da solo eliminare le leggi vergogna e quelle ad personam? Può oggi da solo evitare la riforma della giustizia, della censura del giornalismo, dei controlli del web, del finto testamento biologico?.. la DC era una pozzanghera di affari putridi che hanno indebitato il Paese fino al collo, per nn parlare di Bettino che in 4 anni ha triplicato il debito pubblico per la gestione condivisa del potere. E' colpa di Di Pietro?. Io potrò giudicare Di Pietro se prende 40% allora gli puoi dare delle responsabilità come fai tu qui oggi, altrimenti quello ke scrivi è solo folkloristico! poi, nn è ke sono il fidanzato di Di Pietro, parlo attraverso gli occhi e il cervello E quello che ho visto è che almeno Lui gridava mentre altri dormivano!


.. Ma poi,, aggiungo, sbaglio o Di Pietro ha rifiutato di fare il Ministro della giustizia di Berlusconi??.. e allora se nn sbaglio perchè lo paragoni a Mastella??.. e poi.. quando Berlsuconi entrò in politica le voci che gridavano al pericolo arrivavano da tutte le parti; molti giornalisti sottolineavano il fatto che era "pericoloso" che una persona che deteneva 3 tv su 6 con giornali ecc. ecc. entrasse in politica, tutti dicevano ke in altri paesi nn era ammissibile eppure gli italiani lo hanno votato in massa? . Colpa di Di Pietro?. Non mi pare, più colpa degli italiani direi! perciò mi ripeto.. ho sempre più la sensazione che il parlamento sia lo specchio dell'elettorato, ecco perchè il meccanismo in italia non funziona! non perchè gli italiani nn partecipano attivamente, non perchè gli italiani nn capiscono, ma perchè gli italiani amano i furbi e per questo non si scandalizzano se un furbo entra nella stanza dei bottoni perchè lo sentono come uno di loro!!





Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti