Commenti

commenti su voglioscendere

post: Promemoria: 15 anni di storia d'Italia ai confini della realtà

  Marco Travaglio presenta il suo ultimo libro/DVD " Promemoria ", e insieme a Peter Gomez ripercorre la storia del Paese da Tangentopoli alle stragi di mafia e ai ricatti incrociati della politica, fino all'attaco alla Costituzione. continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 28    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 4/4/2009 alle 17:47

Facebook contro facebook? Se l'ideologia è anche un insieme di pratiche materiali, atteggiamenti, concezioni teoriche, comportamenti, discorsi, forme organizzative che riproducono i rapporti di produzione in una determinata epoca, è possibile vedere come «Facebook» contribuisce a un dominio ideologico teso alla destrutturazione e alla frammentazione del legame sociale, mascherata da suo potenziamento. In altri termini, «Facebook» contribuisce alla costruzione di una soggettività frammentata, potenziando peraltro l'indistinzione tra reale e virtuale che costituisce il proprio del feticismo. In una produzione comunicativa con queste caratteristiche la relazione sociale tra le persone tende a trasformarsi in rapporto sociale tra cose. Se «Facebook», come qualsiasi altro prodotto della tecnologia, non è neutro, ciò non vuol dire che non lo si possa utilizzare; al contrario la tecnica o la tecnologia può essere usata in modo da sabotare lo scopo per cui è stata creata: come mostra la trilogia dei fratelli xxxxx x xxxxx, Matrix può essere usata contro Matrix. Ma questo richiede uno sforzo di riflessione, di analisi e di progetto da parte di una soggettività collettiva. In altri termini, l'approccio semplicistico o individuale al social network, per cui si crede di poterlo utilizzare in modo politicamente utile, semplicemente perché si fanno veicolare contenuti «partigiani», si creano gruppi e cause, si organizzano eventi, rischia di sottovalutare la potenza dei meccanismi impersonali che lo regolano e di non far altro che alimentare il Minotauro. Questa riflessione è tanto più urgente, quanto più il fenomeno «Facebook» sta diventando dilagante, un autentico fenomeno di massa, che potenzialmente modificherà le forme di comunicazione e di relazione anche fuori dalla rete.


Refusi: "location" (avevo mixato english con italiano), "magari" (stavo pensando a Mata Mari)


# 30    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 4/4/2009 alle 18:9

x roland maghari è bellissimo come refuso , tanto come l'evento storico che dobbiamo darci TUTTI TUTTI TUTTI di cui hai emanato il profumo e che con quel tutti tutti tutti , contrappone al totalitarismo che ha ucciso la memoria e la verità , la totalità , quella più integra e intera della coscienza collettiva , che riemergerà quando i saggi in equipe la renderanno posssibile perchè ossigenata , e se un corpo è ammalato , cosi devi porti se sei rimasto più sano e sai cosa vuol dire senza sentirtene privilegiato(cosa che il medico Grillo non ha idea nemmeno di cosa stiamo parlando?).. e cosi rigenerando quell'intero in ogni suo capillare, sceso x ora nell'inconscio causa le forti pressioni con cui hanno schiacciato la verità nei fondali dell'inconscio stesso , ci libereremo da quel lato su cui hanno fatto leva per investire sugli aspetti più bassi dei bisogni facendo dimenticare a tutti se stessi,la memoria collettiva e i metodi e le parole e le azioni democratiche.


Per il troll "Pasolinante": non illuderti che spammando 4 post alla volta qualcuno ti legga. Se quello che hai da dire non riesci a dirlo in meno di venti righe, scrivi un pamphlet o un romanzo. Di sicuro non diventerai famoso qui.


facebook è una grande idea, perchè? perchè discutere di cagate politiche su un sito web fà male al cervello, uscite di casa e urlate contro i potenti la vostra angoscia, in sede di lavoro, in ufficio, nei cantieri, per la strada, tenetevi stretta la vostra dignità perchè è l'unica cosa che avete.


# 33    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 4/4/2009 alle 18:33

x il vero uomo messer: mi dispiace doverti avvertire di non "illuderti" di essere il solo ad avermi insultato, mi hanno dato /detto di tutto a meno che tu sia sempre della serie zombie che ho invitato ogni volta al rispetto minimalissimo delle rgole.. se per te la regola è quella della sintesi , della generazione X o K o chat ed essemmesse, non leggermi , rispetta le regole, non mi dai fastidio , c'è posto per tutti , a meno che tu non voglia scegliere di essere come i dittatori- ciao ciao


# 34    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 4/4/2009 alle 19:4

x blackwolf la grande idea di face?..come quella della rete?..come quella della tv?e di tutte le tecnologie? esiste la pratica "vera" della grande idea,in quanto sia usata a vantaggio del miglioramento delle qualità "reali" dell'uomo sempre nella sua "pratica" di vita..ke è (e sono d'accordo)x prima cosa nn perdere la sua dignità.. per esempio dare solidarietà a Genchi sabato scorso(e l'avrei fatto anche se fossi stata da sola come la ragazza di matera davanti la questura con la sua bandiera e la sua foto di Genchi) su un tam tam di migliaia di contatti promosso dentro facebook,è stato un bel po' deludente viste tutte le altre simili,nn nate dentro il book, da anni sempre più esigue come "partecipazione".. chi risulta iscritto in facebook mi ha riferito in più voci diverse, che li era nata questo tam tam (da me letto da una notizia di agenzia) e che c'erano migliaia di adesioni; ..nato all'interno di quel "pamphlet"quel gesto fattivo di solidarietà si è poi svolto così..manifestazione nazionale a milano,bellissime persone,ma in numero dicasi di 20 max 25,che mi sembra si possa dire che per ora il face e il book possa fare come minimo qualcosa di meglio per la "pratica" della dignità e il farci mettere la faccia e l'impegno oltre le conversazioni/ discussioni in rete - ----------------------------- x tutti domani pomeriggio vi ricordo se siete a milano ,davanti palazzo marino ore 15.00..happening culturale antifascista ( forza nuova incombe ed autorizzata); e se siete a torino invece martedì sera andate all'incontro promosso dall'immenso Zagrebelsky sul manifesto"rompere il silenzio"..qui a milano è stato indimenticabile 20 giorni fà


# 34 Pasolinate. IGNORA I ROMPIC.....NI!!!!!!!!!!


pasolinante come vedo ti impunti e continui imeprterrito a ignorare i consigli altrui, io accetto i tuoi, tu accetta i nostri e quelli di chi vuole farti notare una realtà al di fuori dalla politica menzognera di questi tempi e della menzogna che si cela dietro i media compreso facebook. io ero alla manifestazione per i lavoratori oggi indetta dalla cgil, ero alla manifestazione dello scorso sabato sempre qui a roma contro il g8, io ero e sono sempre presente a tutte le manifestazioni "popolari", non ho bisogno di pubblicizzare la mia cultura, io sostengo sempre e solo le giuste cause.


In Italia i giornali e le tv continuano a presentare Berlusconi come un inguaribile burlone che rompe gli schemi e i rigidi protocolli con la sua prorompente spontaneità. Fanno finta di bacchettarlo per le sue gaffes, ma in realtà perseguono il fine di rendere sempre più simpatica la sua immagine all'elettore medio italiano e nello stesso tempo sviare l'attenzione dai fatti degni di cronaca. Questo continuo ridurre le scenette del nostro presidente del consiglio a bravate goliardiche non fa altro che avvicinarlo sempre di più all'elettorato medio a cui piace quel tipo di comportamento disincantato e da "gianburrasca". Si badi bene. Io non credo ci sia nemmeno una virgola di spontaneità in quello che fa Berlusconi. Berlusconi è finto (letteralmente) dalla punta dei capelli fino alle unghie dei piedi. Tutto è pianificato in anticipo secondo una precisa strategia mediatica. Berlusconi aveva già da tempo in mente di ridurre questo vertice dei grandi del pianeta ad una comparsata in cui l'attenzione fosse rivolta esclusivamente alla sua persona. Ci è riuscito alla grande. Guardate i giornali esteri. Hanno perso ogni disinteresse sui temi trattati al G20 per risolvere la crisi. Tutti parlano soltanto di "Mr. Berluscauni". Tutti si chiedono con chi fosse al telefono. Qualcuno addirittura crede veramente che, mentre gli altri capi di stato presenziavano ad una cerimonia finta, lui in realtà stesse salvando il mondo.
http://verraungiorno.blogspot.com


Se pasolinante è un troll, sono un troll anch'io: lei una trolla, io un trolland.


Il Macky Messer - quello "vero", quello di Brecht, è uno schifo. Figurarsi quello falso.


E' molto grave avere potenti e prolungate erezioni nel sentire parlare Peter Gomez e orgasmi multipli quando invece interviene Travaglio?


per federico.e sei un grande è proprio così come dici; il nanetto non ha tempo da sprecare per le improvvisazioni... l'unica speranza nostra, è che debba passare tutto il resto della sua vita con l'ansia perenne; con la preoccupazione costante di essere contraddetto, criticato, perseguitato, inquisito, additato,condannato ,umiliato, abbandonato e D I M E N T I C A T O




complimenti x il video con la cabello!!! marco sei un mito e dopo il teatro ora il ballo... un grande bacio vale


# 44    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 4/4/2009 alle 21:40

per Roland Mi prendete come trollapetta o apetroll?




sì, grazie per l'informazione, Travaglio, se non ci fosse sarebbe peggio! Ma tu e Grillo potreste fare molto, molto, molto di più, non ci vorrebbe tanta fantasia, per esempio,basterebbe costituire un sindacato dei lavoratori; ma che lo dico a fare, non farete mai queste o altre cose cose pratiche, voi siete solo dei giornalisti, vero?


Chetempochefa è stato molto bello - a dispetto di Fazio (ma non si sa bene quando e quanto finge disappunto, imbarazzo, ingenuità), e la foto di gruppo a Buckingham Palace - favolosa! E Paolo Rossi che dice "Sua altezza" ad una regina più piccola di lui!


# 44 frada79 Ma vedi, in questo mondo alla rovescia sono i troll a chiamarci troll, come fossimo cari colleghi.


Ciao a tutti. Domande per Marco Travaglio. Perchè la mafia avrebbe dovuto desistere dall'uccidere Andreotti perchè lo stesso rinunciò di candidarsi alla Presidenza della Repubblica? Perchè dovrebbe essere un motivo per non eliminarlo? Non contava più così tanto? Perchè non ricattarlo nel momento in cui avrebbe investito tale carica? Perchè non candidarsi e ricevere più protezione da Presidente? Sarebbero uscite pesanti rivelazioni sul nuovo Presidente della repubblica mafioso, il quale ruolo nei peggiori crimini di stato avvenuti nel dopoguerra è tutt'ora da chiarire? Berlusconi è stato così virtuoso da saper coniugare i benefici derivati dall' appartenenza alla P2 e la gestione dei finanziamenti della mafia forgiando un nuovo potere trasversale? In altre parole è riuscito a fondere poteri occulti così distanti in un gigantesca opera di mediazione o è la solita storia perpetua della piovra?




# 51    commento di   kittykate - utente certificato  lasciato il 4/4/2009 alle 22:42

Grandissimo, Peter. Splendida e interessantissima ricostruzione.


Temo che la risposta sia evidente, ma tuttavia se un ambasciatore e' scaltro e sa stare al mondo, sa che qualora scegliesse anche (o soprattutto) di interpretare le sue mansioni con una difesa d'ufficio di Berlusconi, chissa'... una promozione domani, un sottosegretariato dopodomani, il posto di Gaspari dopodomani l'altro! E il nostro solerte Giancarlo Aragona, indubbiamente, e' scaltro e sa stare al mondo. Un caro saluto. Stefano.


Vorrei rubare un secondo del vostro tempo per mettervi al corrente (se gia' non lo sapete) di un episodio avvenuto pochi giorni or sono e che riguarda la diplomazia italiana in Inghilterra. Secondo me si tratta di un episodio assolutamente scandaloso, e che rimarca ai piu' alti livelli la transizione del nostro stato da una repubblica democrfatica ad uno stato autoritario che risponde ai voleri di un despota un po' pagliaccio del bagaglino ed un po' dittatorucolo sudamericano. Il 30 Marzo, il prestigioso quotidiano britannico The Guardian pubblica un editoriale (a proposito della nascita del PDL in Italia) titolato "l'ombra del fascismo in Italia", il cui incipit e' il seguente: "L'OBIETTIVO CENTRALE DI SILVIO BERLUSCONI COME PRIMO MINISTRO ITALIANO E' PER LUNGO TEMPO APPARSO PALESEMENTE E SVERGOGNATAMENTE OVVIO. Da sempre, sin da quando si calo’ nel vuoto politico creato nel 1993 ... il signor Berlusconi HA USATO LA SUA CARRIERA POLITICA ED IL POTERE DERIVANTE PER PROTEGGERE SE' STESSO ED IL SUO IMPERO MEDIATICO DALLA LEGGE." Trovo questo inizio molto "witty" e diretto al cuore del problema. L'articolo continua quindi mettendo in rilievo le continuita' dal fascismo mussoliniano al MSI e quindi al PDL, scrivendo per altro "Questo e' un giorno di vergogna per l'Italia". Ora quello che questo quotidiano britannico scrive temo sia tristemente noto ad ognuno di noi (anche se non alla maggioranza degli italiani). Il punto e' un altro. Il giorno dopo, lo stesso Guardian scrive una lettera di risposta all'editoriale di nientepopodimenoche'... L'AMBASCIATORE ITALIANO A ALONDRA, tale GIANCARLO ARAGONA, molto ipocritamente intitolato "l'antifascismo guida la vita politica italiana".


In tale lettera l'Aragona, non si sa se debitamente istruito da chi di dovere oppure di spontanea volonta' (e non so quale delle due eventualita' sia la piu' grave) PROTESTA contro il libero pensiero di un quotidiano straniero, ed imbandisce una patetica difesa d'ufficio della figura del nostro attuale presidente del Consiglio, chiudendo in bellezza con la frase giustificazionista per eccellenza: "vorrei evidenziare una volta ancora, comunque, che il signor Berlusconi e' stato democraticamente eletto per tre volte dal popolo italiano come suo primo ministro". Da notare come l'egregio signor Aragona la firmi molto pomposamente con il suo nome e cognome seguiti da "italian ambassador". Ossia semprerebbe trattarsi di UNA PROTESTA UFFICIALE DELLO STATO ITALIANO, non quella del privato cittadino D'Aragona. Una protesta non contro un altro stato (come una rete diplomatica sarebbe legittimamente deputata a fare, ma contro un QUOTIDIANO STRANIERO! Ora, tralasciando la ben misera figura fatta nell'usare certi mezzucci dialettici per giustificaere il nostro dittatorucolo, che andranno bene sulle tv italiane, dove i vari noti filosofi del nostro tempo Belpietro, Gasparri, Cicchitto etc. etc. continuamente ed incessantemente ripetono frasi simili per zittire i pochi rimasti a contestare lo strapotere del capo, il punto vero e' il seguente: Fra le mansioni di un ambasciatore d'Italia all'estero rientra anche la difesa d'ufficio di un politico italiano legittimamente criticato da una libera stampa estera? Oppure c'e' solo quella di sovraintendere al corretto e rapido svolgimento della burocrazia dell'ambasciata, cercando di risolverne le svariate inefficienze? O c'e' quella di tentare di stare dalla parte del comune cittadino italiano (non solo se si chiama Berlusconi) che si trova all'estero da solo, e che quando si trova nella necessita' di chiedere aiuto alla madre patria nella forma della rete consolare o di ambasciata, si trova spesso a fare i conti con porte c


Fra le mansioni di un ambasciatore d'Italia all'estero rientra anche la difesa d'ufficio di un politico italiano legittimamente criticato da una libera stampa estera? Oppure c'e' solo quella di sovraintendere al corretto e rapido svolgimento della burocrazia dell'ambasciata, cercando di risolverne le svariate inefficienze? O c'e' quella di tentare di stare dalla parte del comune cittadino italiano (non solo se si chiama Berlusconi) che si trova all'estero da solo, e che quando si trova nella necessita' di chiedere aiuto alla madre patria nella forma della rete consolare o di ambasciata, si trova spesso a fare i conti con porte chiuse in faccia ed arroganza borbonico-fascista dei vari funzionariucoli? Temo che la risposta sia evidente, ma tuttavia se un ambasciatore e' scaltro e sa stare al mondo, sa che qualora scegliesse anche (o soprattutto) di interpretare le sue mansioni con una difesa d'ufficio di Berlusconi, chissa'... una promozione domani, un sottosegretariato dopodomani, il posto di Gaspari dopodomani l'altro! E il nostro solerte Giancarlo Aragona, indubbiamente, e' scaltro e sa stare al mondo. Un caro saluto. Stefano. P.S. Io proporrei di metterci assieme e tentare una protesta ufficiale, se voi siete d'accordo. Non sara' molto, ma sento il dovere morale di fare qualcosa di fronte a questa continua inarrestabile involuzione autoritaria e paglliaccesca della nostra nazione, dei suoi rappresentanti supremi (vedesi ennesime tragicomiche figure di merda con la regina e con l a merkel del mentecatto berlusconi) ed ora anche della sua rete diplomatica ufficiale! P.P.S. fate circolare questa lettera il piu' possibile, se credete, fra i vostri amici che credete interessati alla notizia.




# 57    commento di   A. Paolo - utente certificato  lasciato il 4/4/2009 alle 23:58

che tristezza , bellissimo video però. Sarebbe divertente mandarlo a reti unificate in prima serata =)


egregio signor patruno mi permetto di farle notare che definire un giornale PRESTIGIOSO é e resta una sua opinione strettamente personale. secondo anche se é arcinota la mia avversione per berlusconi ma disgraziatamente eletto democraticamente offendendolo si offende tutto il popôlo italiano (questa é la regola)se non ci crede si informi. terzo(chiedo scusa al mio amico pellizzari) ma conoscendo il popolo inglese dai tempi della guerra(sarebbe educativo che qualche prigioniero italiano dell'ultima guerra raccontasse le barbarie di qusto popolo prestigioso) quarto gli inglesi ci hanno sempre denigrati forse perche siamo un popolo che anche nelle piu nere disgrazie(vedi il NANO) siamo fieri e lottiamo e riusciremo ad emergere ancora una volta e mi domando un popolo come gli inglesi abituati a tenere il culo su piu sedie cosa ci facciano in europa mi scusi ma non mi vergogno di essere ITALIANO anzi ne sono fiero




commento 60 L'89 Ho visto e sentito Fazio, ma soprattutto ho letto delle tentazioni di andare giù duro del presidente B (il suo "amico" Putin avrebbe già risolto!) in abiti infatti putineschi a Praga: comunista coi comunisti ora democratici, fascista coi fascisti ora democratici...l'uomo dai mille volti, il lato B dell'Italia!


x Pasolinante un saluto al new-troll!!!!


# 48 commento di Roland Stanno svuotando la Costituzione e i nostri valori. Non si salva nemmeno il concetto di "troll" XDXD # 60 commento di angel Complimenti per la difinizione : il lato B dell'Italia :) Un abbraccio dopo tanto tempo a Pasolinante! Ottimo post dell'89! Ed un sentto grazie a chirelettere per i video!


Scusate gli errori : "definizione" e "sentito"...


Berlusconi va oltre la gaffe è un grave errore diplomatico, anche Repubblica parla di "gaffe e colore" ma la storia è ben più grave. http://bluebirdnews.altervista.org/blog/?p=67


Non si può scaricare il video ??


IERI NUOVAMENTE IN PIAZZA... Prima ricordiamo che domani mattina saremo in Cassazione per depositare la nostra proposta di "REFERENDUM" sul taglio drastico degli emolumenti dei "PARLAMENTARI": chi vuole essere uno dei primi "FIRMATARI" venga munito di "CERTIFICATO ELETTORALE" rilasciato dal proprio Comune di appartenenza. E ora veniamo al post di oggi. Ieri, sabato 4 aprile, si è scesi nuovamente in piazza per gli "AUMENTI" salariali in favore di chi non arriva a fine mese e a favore di una maggiore "UGUAGLIANZA" economico-sociale, istanze con cui siamo perfettamente d'accordo. Chi lo afferma avrà sempre il nostro incondizionato consenso e supporto, anche se c'è un particolare di cui quasi sempre ci si dimentica e che invece noi riteniamo "FONDAMENTALE". Molti di coloro che portano avanti lotte in questo senso, spesso lo fanno a "PRESCINDERE", ovvero non dicono "COME" si dovrebbe agire per ottenere i "RISULTATI" praticamente, mentre invece noi da sempre predichiamo che per riuscirci è "INELUDIBILE" ed "IMPRESCINDIBILE" ridurre prima drasticamente i "TROPPI SOLDI" dei signori "PRE-POTENTI" di qualunque "CASTA", altrimenti non si raggiungerà mai lo scopo. Sarebbe un po' come pensare di distribuire, diciamo, 20 palline in 10 scatole, dando come condizione essenziale che ce ne sia "ALMENO" 1 per ogni scatola, ma allo stesso tempo accettare che in 3 sole scatole ci siano comunque più di 6 palline per ciascuna: è semplicemente "IMPOSSIBILE", perché già soltanto 3 x 6 fa 18 con il resto di 2, quindi in "ALMENO" 5 scatole non potrà "MAI" esserci nemmeno 1 pallina. Punto. Facciamo notare che questo non è un ragionamento "FILOSOFICO" o "IDEOLOGICO" ma solo strettamente e schifosamente "MATEMATICO"...
emergenzademocratica.blogspot.com


Caro Marco e Peter, grazie di questo video e di continuare nel vostro lavoro d'informazione. Riguardo al tuo 'Promemoria', hai mai pensato di farlo tradurre in inglese e pubblicarlo fuori i confini d'Italia? Penso che sia un buon mezzo per comunicare anche all'estero in che mani siamo.


# 68    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:4

adesso il berlusca nn è più ostaggio dei mafiosi , nn ha realmente , nn ha nella sua vita , nn ha oggettivamente contatti informativi coi mafiosi ...............................però è ostaggio di se stesso , nn è un film , il presidente del consiglio è ostaggio di se stesso ossia del suo passato , nn è capace di fare i conti col suo passato , è sul lato , bordeggia sul lato della Megalomania , noi rischiamo tutti gl'italiani d'avere un presidente del consiglio che nn ragiona più bene , apparte curarsi dei suoi interessi personali ed affittare camere ai turisti il berlusconi è solo un pratico venditore porta a porta ma per il futuro ci serve un economista un teorico che ...sappia volare


# 69    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:8

per il paese abbiamo bisogno d'economisti teorici che sappiano ...volare .... il berlusca è diventato un problema nn è capace lui di gestire l'economia , ha idee pratiche da ragioniere ecco il livello politico-economico di berlusconi è da ragioniere nn può costruire il futuro economico dell'italia nn è capace dobbiamo iniziare a preoccuparci dire che i giornali ed i giornalisti nn possono scrivre su di lui che fà il buffono perchè è un truffatore nel posto sbagliato e nn ha motlo da dire il ragioniere il berlusconi fa il copia ed incolla per parlare a strasburgo -offende pesantemente la stampa italiana dire che i giornalisti nn possono riferirci i suoi atti compiuti a srtasburgo è gravissimo


# 70    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:9

megalomania unita a autoritarismo che può diventare violento attraverso l'uso della forza pubblica ...........................................no comment


# 71    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:13

allora : analizziamo le dichiarazioni di berlusconi : - egli compie atti da buffone a strasburgo , dice cose false per far credere agl' italiani d'essere importante a strasburgo cosa nn reale -dice cose false poichè i potenti della terra in nome dei paesi che rappresentano NN hanno interesse a dichiarare che berlusconi dice il falso -berlusconi per apparire più importante agli occhi degli italiani dichiara il falso intorno ai suoi rapporti coi potenti della terra -è rta i potenti della terra un buffone -berlusconi è un truffatore -berlusconi ha la ragione d'un truffatore ----------------------------------------------------------------


# 72    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:15

seconda parte dell'analisi delle dichiarazioni di berlusconi : - la stampa italiana NN può la stampa italiana nn può commnentare il suo operato a strasburgo --------------------------------------------------------- indice di Megalomania


# 73    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:17

minaccioso : A)"se lo dico io ...il popolo...analfabeta...nn vede ....la televisione rai ma vede solo ....mediaset " prima minaccia populista B)indirettamente :" ho al parlamento i numeri" ripeto i numeri ripeto "ho al parlamento i numeri " per far promulgare leggi contro la stampa e l'informazione libera


# 74    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:18

dobbiamo difendere -l'informazione -il lavoro -il testamento biologico -l'ambiente ecc ecc ciao


# 75    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:19

da un diario di aprile di una trolla ai colleghi :-) titolo: IL TAXI di CAPEZZONE e LA MERCEDES DI PODDA sottotitolo: L'ODIO SI VEDE DAL BUONGIORNO colonna sonora dedicata per prima ad Angel e poi a tutti dal chitarrista Sofista a Roland,Frada e Kristel : CONCERTO GROSSO dei super trolls ,the trilogy live pagina del diario: mi sveglio,vado giù,prendo il mio giornale,ritorno su,colazione in pace,manca il sole,si vede subito,e poi di + quando accendo l'oblò catodico su omnibus,mi ti vedo il cappezzolon,lo vedo stranamente autocensurato,infatti è più "fabbricato"ke mai,mi kiedo se sta cambiando strategia, se qualcuno lo ha riprogrammato,è sempre finto, anzi finto di più,macchina da guerra del tipico campo di addestramento che verrà scoperto fra decenni,lo avevano avuto x scagliare contro tutti quelli che dovevano far sparire,ovviamente nn come corpi fisici,ben peggio,potevano cosi dire meglio "siamo in democrazia", erano interi corpi di memoria e verità a scomparire lentamente e sempre piu velocemente,canale su canale,certo nessuno avrebbe potuto dire ke in italia ogni sindacato nn fosse privo di caste all'interno di ogni corpo e corpetto e busto e busti,rivoli di soldi anche lì,e sicuramente aveva dentro lo stesso male ke avevano "sviluppato"i vari pezzi delle istituzioni italiane..ed ecco ke i capezzoni lo sapevano bene,su qst puntavano,avevano studiato magistralmente,e non de magistristralmente,l'arma dello sputtanamento di precisione a banda larga e modulazione diversa di frequenze.Cosa volevano gli ultimi amanti della verità e della democrazia?toh! ecco ke i capezzoni le ribaltavano ad arte,facendole apparire in ogni occasione(come ad es.tutte quelle di Brunetta)tali e quali alla massima incoerenza,nn delle loro finzioni,dissociazioni e pubblicità,nooo,dell'altro!chiaro!quello da abbattere nutrendo lo stesso odio fra la base e i suoi rappresentanti.Si si ,"Podda ha la mercedes",urlava il chierichetto paggio di ogni partito finito al p


# 76    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:20

Si si ,"Podda ha la mercedes",urlava il chierichetto paggio di ogni partito finito al pdl, si in effetti anche Telese informava che Veltroni x 800 mt viaggia con l'autista,ma la differenza lì era x richiamare a comportamenti adesivi alla ripresa democratica a partire da se stessi, mentre il Podda da stamattina al massimo, se gli va bene,sarà paragonato ai nomadi,anzi agli zingari. ..... speriamo che zipponi di cui pochi parlano,e mi fà felice saperlo con Di Pietro, vada prima o poi ad omibus in canoaaaa, così tanto per sputtanare con amore e senza odio i vari chierichetti catodici,e nella sua semplicità, senza particolari campi di addestramento e fabbrica di finzione e odio.


# 77    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:34

Di Pietro sarà un grande politico della Repubblica , ci darà delle Soddisfazioni , nn è probabile , è certo e sicuro nn c'è dubbio . meno male !!!!!!!


# 78    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 10:35

meno male che Di Pietro è un politico sicuro . meno male!!!!!!




Buongiorno. Lascio un link a un articolo di Webnews: http://www.webnews.it/news/leggi/10368/gabriella-carlucci-la-bonta-della-mia-proposta/1/. In questo articolo, l'On. Gabriella Carlucci difende il proprio DDL contro l'anonimato in Rete. Vorrei sottolineare questo passaggio, che mi sembra confermare in maniera clamorosa la politica ad personam del governo: "È stato detto che la proposta di legge avanzata dall'On.Carlucci di vietare l'anonimato su Internet tende a mascherarsi dietro alla pedofilia, ai reati di diffamazione (sempre più frequenti) e ad altri reati, ma che in effetti è studiata per difendere il Diritto d'autore e punire chi illegalmente scarica dalla rete opere coperte da tale Diritto. Bene, e se così fosse cosa ci sarebbe di strano?" Lei stessa ammette che è normale fare leggi che servano "ufficialmente" a una cosa e "ufficiosamente" a un'altra. Bella roba.
http://dieschlangengoettin.wordpress.com/






VIDEO DA VEDERE; http://www.youtube.com/watch?v=Q5WW5Omsz10 intervisto Leoluca Orlando sulla vicenda di Pino Masciari,www.pinomasciari.org/,una persona che ha bisogno del nostro aiuto. continua senza sosta la mia battaglia per un'informazione al servizio delle persone e non ad uso dei potenti. il mio blog; http://informazionedalbasso.myblog.it/ OGNUNO DI NOI PUO' E HA IL DOVERE DI FARE INFORMAZIONE,SOLO COSI POSSIAMO SPERARE DI SCONFIGGERE LA CASTA POLITICO -AFFARISTICA-MAFIOSA CHE E' AL POTERE.


x crì-gattailkite83 e di CL in ogni ganglo ,setta delle sette,quando mai guariremo? quando smetterà di colonizzare dallo studio al lavoro alla sanità nonchè di divorare il vero soffio dell'universo? AAA medici senza frontiere cercasi disperatamente,rivolgersi al dissenso riunito


@gatta 68: ma l'hai fatta tu la vignetta sul manifesto di oggi????? sarai mica Vauro?!?!? Grillo Presidente della Repubblica, subito!!!


"Nel settembre 2000 è stato pubblicato un documento chiamato: Project for the New American Century che comprendeva una lista di Paesi che si sarebbe dovuto invadere. Quello che l'amministrazione Bush e Blair [aggiungerei a buon ragione Obama] stanno facendo è di seguire questo protocollo, l'Iraq era il primo della lista; Iran, Siria e Corea del Nord entravano in questa lista. […] Si sono scelti quei paesi per posizioni strategiche, lo scopo finale è quello di far scoppiare una guerra con la Cina in quanto lo Stato globale non può coesistere con le super potenze le quali con il potere potrebbero opporsi alla dittatura globale; è ironico vedere come mentre utilizzano l’America in questa corsa alla conquista la stanno contemporaneamente distruggendo, l’economia americana è in uno stato terribile. Nono si può avere una stato globale con delle super potenza, allora è necessario distruggerle." Video di David Icke: i segreti del controllo globale http://video.google.it/videoplay?docid=5245902258081871191


Il video di David Icke è stato girato tra il 2004/2005. I fatti: 1) La tensione tra Usa e Siria: 2007/2008. http://archiviostorico.corriere.it/2008/ottobre/28/Blitz_Siria_gli_Usa_successo_co_9_081028005.shtml Si legge nell'articolo: "...La Siria, da oltre un anno, è teatro di intrusioni mai viste prima. Nel settembre 2007 gli israeliani hanno distrutto un centro di ricerche nucleari, poi è stato ucciso l' uomo degli intrighi Mughniyeh, quindi hanno fatto fuori un alto ufficiale detentore di segreti, infine un' autobomba contro gli 007." 2) USA - Iran: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2006/03/17/usa-iran-il-nemico-numero-uno.html Si legge nell'articolo: "...Le «tirannie» - L' Iran guida la classifica di quelli che un tempo venivano definiti gli «Stati-canaglia» e che oggi il documento chiama «sistemi dispotici». Sono sette. Con l' Iran la "lista nera" comprende anche la Corea del Nord - «che ha dato prova di doppiezza» e ha condotto i negoziati in mala fede» - Cuba, la Bielorussia, la Birmania, lo Zimbabwe. Una importante new entry che non era presente tra i nemici che componevano l' "asse del male" è la Siria di Assad jr." 3) Situazione tra USA - Corea del Nord: è notizia di oggi http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/esteri/vertice-praga/vertice-praga/vertice-praga.html “Gli Stati Uniti sono impegnati nel cercare il traguardo di un mondo senza armi nucleari. Il presidente Usa parla da Praga dove oggi si tiene il vertice Usa-Ue. […]Obama attacca Pyongyang ("ha violato le regole") e dice che il regime "deve capire che il cammino verso il rispetto internazionale non si raggiunge mediante le minacce". Bisogna cercare di convincere Pyongyang a "cambiare il suo corso".


Qui non si prova piacere nel dire queste cose o nel “prevedere” queste future eventuali situazioni. Dico eventuali perché la gente, noi, abbiamo il potere di fermare tutto questo ma solo se smettiamo di pensare la realtà come ce l’hanno imposta e iniziamo e vedere il mondo da una prospettiva diversa prendendo in considerazioni anche l’aspetto apparentemente fantascientifico del reale. - Tremonti e D'Alema parlano degli Illuminati: http://www.youtube.com/watch?v=ZcakY-gJpbA - Bush e la società segreta "Skull & Bones": http://www.youtube.com/watch?v=tja3KnZq25c - Illuminati – il discorso di Kennedy sul “governo occulto”: http://www.youtube.com/watch?v=mCtrjPzSaDk - David Icke: i segreti del controllo globale: http://video.google.it/videoplay?docid=5245902258081871191 - Zeitgeist: http://video.google.it/videoplay?docid=4684006660448941414 - Zeitgeist Addendum: http://video.google.com/videoplay?docid=-922737582620416065


# 89    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 12:59

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/04/03/segreti-della-mafia-russa.html I segreti della mafia russa Roberto Saviano Quando ero ragazzino scrissi un racconto metafisico e surrealista e lo inviai a Goffredo Fofi. Dopo qualche giorno mi arrivò un foglio di poche righe in una busta di carta riciclata: «Mi piace come scrivi, peccato che scrivi idiozie, ho visto da dove mi hai spedito la lettera. Affacciati alla finestra e raccontami cosa vedi, scendi giù, attraversa cosa vedi. Poi rispediscimi tutto, e ne riparliamo». Da allora affacciarsi e attraversare le cose mi sembrò l' unico modo per poter scrivere parole degne di essere lette. Nicolai Lilin non ha fatto altro che affacciarsi, fuori dalla casa in cui è nato, dentro la sua stessa vita e raccontare ciò che ha visto, sentito, il mondo in cui è stato educato. E lo ha fatto in un libro, Educazione Siberiana...(Saviano in qst intervista lo incontra,nel finale dice)" con la certezza che il racconto e la memoria possono salvare un mondo e permettere di mappare una sorta di percorso che pericolosamente ci dice: il peggio è ancora da venire e laddove si perdono le regole si perde tutto ma, come scrive Lilin, il motto degli Urka siberiani è ancora vivo:«C' è chi la vita la gode, chi la subisce, noi la combattiamo»
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/04/03/segreti-della-mafia-russa.htm


nessuno mette in dubbio che solo il popolo può fermare la follia di pochi, ma girando per strada, ovunque voi abitiate, notate qualcosa di differente? avete mai rinfacciato al vostro datore di lavoro il vostro disprezzo per la sua classe sociale? avete mai alzato la voce contro un banchiere? avete fatto voce grossa contro un nugolo di poliziotti in formazione antisommossa? avete avete avete? quanti di voi hanno fatto ciò? quanti di voi si sono fatti calpestare dignità e onore da una cerchia di "ben pensanti"? quanti di voi pensano più al proprio "culo" invece di stringere i denti e incazzarsi? ehy gente basta con le belle parole di politici distesi che continuano a blaterare a blaterare a blaterare....ehy open your eyes?


Vittorio Feltri: “La Mafia, non è il problema numero uno dell’Italia” Scritto da Luigi Palamara in data aprile 2nd, 2009 Nessun Commento Versione-Stampabile Roma, 2 aprile 2009 «Gomorra è stupendo e ti prende, ma non condivido la tesi che sta sotto questo, cioè non è assolutamente vero che la mafia sia il problema numero uno nel Paese e che molte zone dell’Italia siano assuefatte». Lo afferma il direttore di e che molte zone dell’Italia siano assuefatte «Libero, Vittorio Feltri, nel programma web »KlausCondicio«. »Io sono di Bergamo -prosegue Feltri- dove la mafia non si sapeva nemmeno cosa fosse. A Milano non è che ci sia molta pratica. Ho visto una puntata della Piovra una volta e basta. Mi rendo conto che è un problema nazionale e internazionale«. Quanto a come combattere la ‘piovrà, »credo che però la mafia andrebbe avversata dove ha la testa, non dove ha dei bracci. Va combattuta in modo diverso«, sostiene Feltri che aggiunge: »Ma come faccio a sapere se uno è mafioso. Se uno viene qua e mi propone qualcosa e mi conviene la faccio, non so se è mafioso«. Quanto alla vicenda pe A Milano non è che ci sia molta pratica. Ho visto una puntata della Piovra una volta e basta. Mi rendo conto che è un problema nazionale e internazionale rsonale dell’autore di »Gomorra«, per Feltri »Saviano è in una posizione di pericolo perchè è diventato un simbolo per cui la camorra se volesse colpire lui colpirebbe un simbolo«. A proposito della sua opera, »divido il giudizio in due parti -spiega Feltri- il giudizio tecnico su quello che ha scritto e su come lo ha scritto, e sul film che è stato tratto dal suo, non so se chiamarlo saggio o romanzo«. »Non credo -aggiunge Feltri- che ‘Gomorrà generi un effetto assuefazione. Il film specialmente, il libro è meno bello, però tutti e due hanno lasciato in tutti noi una certa inquietudine. La bravura di Saviano è stata quella di raccontare la camorra all’interno della camorra, dal punto di vista umano e sociologico dei camorristi, c
bongobongo


SMENTISCE MAI. "Ci sono state calunnie nei miei confronti e disinformazioni nei confronti dei lettori. E quindi, a un certo momento io non voglio arrivare a dire" che servono "azioni dirette e dure nei confronti di certi giornali e di certi protagonisti della stampa, pero' sono tentato perche' non si fa cosi"'. Lo ha affermato il premier Silvio Berlusconi, durante una passeggiata nel centro di Praga, a proposito di quanto scritto e visto in questi giorni sulle foto di gruppo con la Regina d'Inghilterra, sul video internet sul ministro Giorgia Meloni e su quanto avvenuto oggi a Strasburgo. Alla domanda su quali possano essere tali misure, ha risposto: "Perche', voi pensate che se io dico 'non guardate piu' una televisione o altro' non c'e' nessuno che mi segue in Italia?". "Quello che spiace veramente e' che la stampa italiana remi contro", perche' non e' possibile che la stampa italiana non abbia altro obiettivo se non quello di "dire che il premier ha fatto delle gaffe o delle figuracce: a uno viene voglia di dire 'ma andate al diavolo"'. Cosi' il premier Silvio Berlusconi, durante una lunga passeggiata nel centro di Praga, ha criticato i media italiani per come hanno raccontato alcuni aspetti della sua partecipazione ai vertici internazionali. Anche i buffoni di corte parlano:Fnsi, no alle minacce del potere alla stampa "Il capo di governo non puo' cadere in cattive tentazioni. Anche se in parte cio' e' gia' accaduto al nostro presidente del Consiglio. Legittimo il suo diritto, come di tutti i lettori e di tutti i cittadini, di condividere o non condividere cio' che pubblicano i giornali. Ma quando i giornalisti scrivono riferendo di fatti osservati e a loro conosciuti fino a quel momento fanno il loro dovere. Continua


seguito # 93 Vuole mettere la museruola anche alla stampa estera?Chiederà aiuto al suo pari Putin? 30/03/2009 The Guardian: Italia all'ombra del fascismo Editoriale del quotidiano britannico su Berlusconi e la creazione del Pdl É apparso oggi un editoriale sul quotidiano britannico The Guardian di commento alla chiusura del congresso fondativo del Partito delle Libertà. Il noto quotidiano inglese titola: "Italia: l'ombra del fascismo". Nell'editoriale si ricorda l'ascesa al potere di Berlusconi nei travagliati anni di 'Mani Pulite' e i suoi numerosi atti di legislazione ad personam. Nello spazio in cui si parla dell'unione di Forza Italia e Alleanza Nazionale si ricorda il diretto legame di quest'ultimo partito con l'eredità fascista. Il pezzo continua: "A differenza della Germania post-bellica, l'Italia non si è mai veramente confrontata con i suoi legami al fascismo. Come risultato, mentre il neonazismo non è mai riapparso seriamente in Germania, in Italia c'è un'importante continuità". L'editoriale prosegue analizzando la provenienza di Fini e i suoi recenti cambiamenti di ordine ideologico e del suo partito. Il Guardian conclude con una riflessione sulla presenza di un governo di "stampo fascista", l'Italia, al G20 che inizierà Londra nei prossimi giorni. La stampa inglese, e non solo quella di sinistra, è sempre molto critica nei confronti di Berlusconi: celebri i servizi dell'Economist sui malfunzionamenti dei governi Berlusconi.


75 # PASOLINATE BEATA TE CHE RIESCI A GUARDARE LA7 ED IN PARTICOLARE OMNIBUS "ALIAS SILVIO",A ME DI VOMITARE APPENA SVEGLIO NON MI VA. GURDARE RAISET+LA7 NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE,ANCHE IN PICCOLE DOSI. AUNQUE LA MONA SE VISTA DE SEDA MONA SE QUEDA. SE BECCAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


# 91 commento di BlackWolf Ho lavorato un anno subito dopo esser uscito dalle superiori. Stavo dentro un negozio a condotta familiare quindi con le gerarchie ben delineate: i titolari erano i proprietari dell'esercizio commerciale, poi c'erano i figli dei proprietari che hanno l'età mia quindi la sera si divertivano e il giorno si trascinavano, poi c'erano le commesse che sudavano dentro quel negozio da molti anni e poi c'ero io il nuovo arrivato, il neo lavoratore che doveva sudare il doppio, come giusto che sia, per far vedere le proprie capacità. La storia è durata pochi mesi perché un giorno ho litigato con tutti, titolari compresi, in quanto il mio lavoro risultava essere molto più pesante di quanti, nella mia stessa mansione, avevano dei privilegi per la loro longevità all'interno di quel negozio; il risultato è stato che il titolare non mi ha mandato via perché ero bravo a fare il mi lavoro e si sono rivisti tutti gli incarichi dell'esercizio commerciale (poi sono andato via perché avevo deciso di studiare filosofia). Lo spirito è assolutamente presente e vivo, ma da soli si può fare ben poco. All’università si incontrano molte difficoltà nel proporre questi argomenti perché la gente è convinta che sia fantascienza. Ho degli amici che pensano che sia stato giusto manganellare gli studenti de La Sapienza perché: “con le manifestazioni si creano troppi disagi; oppure che noi universitari andiamo a manifestare perché non vogliamo fare niente”. A casa neanche ne parlo perché non capirebbero…devo fare il kamikaze.




# 97    commento di   Maria R. - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 14:7

Berlusconi al G20 ne ha fatte davvero tante, ma il peggio non è stato quando lui (e solo lui!) è stato richiamato dalla regina, né quando, volendo mettere in mostra il galateo imparato a Cambridge, ha sottolineato dove si trovasse il ministro Tremonti. No, il peggio è stato quanto ha ammonito una giornalista, dicendo di stare attenta perché a casa sua si stata discutendo della Rai. Io sono rimasta senza parole! La cosa è passata così, sotto qualche risata dei presenti, ma a me è sembrata la stessa situazione che si era creata con Putin e quella giornalista russa. Mi sbaglio?


# 98    commento di   Maria R. - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 14:9

Scusate ho dimentica di inserire il link!
http://www.youtube.com/watch?v=WXawONf8vxM


CARISSIMO MARCO: HO VISTO + VOLTE IL VIDEO DOVE, LA MODERATRICE "ELISA CALESSI" è IL PROTOTIPO MODERNO DEL GIORNALISMO!!!!! IO HO LA 3 MEDIA MA RICORDO BENISSIMO IL "PREMIER"BERLUSCONI CHE LASCIA LO STUDIO DELLA ANNUNZIATA...... LA PROFESSIONISTA E GIORNALISTA NO! CIò CHE DICE LUCA TELESE è PALESE! ............... GRAZIE MARCO


Per chi riesce ad informarsi e a vedere cosa combina questo cosiddetto "signore" nostro capo di governo, in campo internazionale. A chi lo vota. A chi politicamente lo appoggia e nel congresso lo acclama "unico leader possibile". Vi faccio a tutti i miei complimenti perchè a non vergognarsi di essere italiani in questo contesto ci vuole proprio una bella faccia da c..o. Notteeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!


ennesima figura di merda! quando gli italiani capiranno di avere un pagliaccio come capo del governo? il telefonino lo tolgono anche a scuola! fazio ieri sera è stato penoso, ma di pietro eccezionale, è riuscito a metterlo in imbarazzo e a farlo sudare trenta camicie.


*** TELEFONO BOLLENTE CON L'ITALIA *** http://www.youtube.com/watch?v=bKeDwQOZrn0 Caro Beppe, non credo che il Sultano di Arcore stesse pisciando. Aveva cose ben più importanti da fare. Gestire le trame piduiste che ormai da decenni tesse in Italia. Secondo me era al telefono con Ghedini o con Confalonieri. Obama e Merkel non lo sanno, ma Mr Berliusconi ha molte grane da risolvere al telefono con l'Italia: conflitti d'interesse, magistrati che lo indagano, oppositori che deve mettere a tacere, intercettazioni da tacitare... Non ha molto tempo da dedicare agli incontri con i capi di governo del mondo. Deve sbrigarsi: Murdoch gli sta portando via i migliori specchietti per le allodole. Europa 7 sta arrivando. Fra un po' al Parlamento europeo ci sarà De Magistris... altro che pissing in the river. Dobbiamo smetterla di sottovalutarlo: è molto furbo ad apparire nel mondo come la macchietta simpatica. In realtà Berlusconi è un Genio del Male.


E vai! Il nanetto ha lanciato il suo secondo editto! Destinataria l'informazione, rea di mistificare, amplificare la realtà prendendo in giro il povero italiano che non è in grado di discernere (forse su questo ha ragione, considerando le persone che lo votano). Stia tranquillo, fiumi straripanti di parole non saranno mai eloquenti quanto le immagini con le espressioni della Merkel e le risate, veramente di gusto, in sottofondo. Mi dispiace per il buon Franceschini, ma sono comunque convinta che nulla di quello che riguarda Berlusconi sia casuale: la lepre è stata lanciata, ora aspettiamo lo sparo. P.S. Padellaro dall'Annunziata, grandioso! In bocca al lupo per il giornale che vuole creare, aspetto con ansia.


x impalpabile vedi quel che dici è sacrosanto.kamikaze?chi io? sei fuori strada completamente,dirottato nn sò da quale indottrinamento superficiale.e ti dico perchè. hai mai pensato che in 200 anni di storia circa,l'uomo, quindi l'ultima evoluzione biologica presente sulla terra,ha distrutto ciò che in miliardi di anni la MADRE TERRA ha creato? ti sei mai posto una riflessione religiosa, di fede, di spiritualità o come vuoi intenderla tu e tanti altri, che se non hai aria,acqua e sole sei destinato a perire? perchè il capitalismo è sbagliato?perchè nell'uomo e donna c'è quel desiderio innato di potere?di primeggiare su tutti e tutto nn essendo consapevole dei suoi limiti? c'è chi studia filosofia addirittura?e cosa pensate?che il "tutto" si riordina da solo dopo averlo devastato? ahimè siete fuori strada completamente.


perchè gli ambientalisti vengono denigrati? perchè senti parlare solo di vips e i loro stipendi?utilizzi la macchina inquini la tua aria, sei consapevole, ma lo accetti perchè sei cieco, amico mio, sei cieco perchè nessuno ti ha spiegato che nessuno è padrone di un altro individuo quanto della terra che calpesta. il discorso che fai sul tuo lavoro lo condivido a pieno, ma hai tralasciato una cosa soltanto, piccola forse per te, ma grandissima per chi riflette du ogni piccolezza, analizzandola da tutti i punti. ad esempio perchè è inimmaginabile che un capo cantiere sia stipendiato come un bracciante? ci hai mai pensato?dov'è che sbagli?


# 106    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 16:15

''Ma come faccio a sapere se uno è mafioso. Se uno viene qua e mi propone qualcosa e mi conviene la faccio, non so se è mafioso.'' Credo sia molto grave questa affermazione, è già un discorso da mafia mentale questo, proporre qualcosa che conviene fare è alla base di ogni organizzazione mafiosa. Strano che Feltri pur affermando di non conoscere o comunque di non aver chiare determinate dinamiche possa dire parole di questo tipo. Probabilmente il problema della mafia in Italia non è il problema numero 1 a Trieste o a Udine, ma nel napoletano o in sicilia, le cose sono ben diverse, Milano o Parma non sono fuori da questo tipo di giochi! ...in Italia e forse in tanti altri posti il problema non viene considerato fino a quando non è un problema di tutti, figuriamoci se possa essere affrontato. E' un po' come guardare al presidente del consiglio o a tutte le cose che in italia non vanno, quando il problema sarà veramente di tutti (che vuol dire solo che dobbiamo arrivare alla fame per svegliarci tutti!) allora si proveranno a cercare soluzioni e probabilmente sarà troppo tardi. Il problema mafia sarebbe un problema personale dell'autore di Gomorra? E' proprio quello che ho detto sopra...il problema deve essere di tutti per poter capire, aspettiamo pure che come si nonviva a Napoli si possa nonvivere a Trieste, poi vedremo cosa succederà, in senato e parlamento sono già arrivati col consenso del popolo (pilotato!).


Le sue gaffe plateali e colossali le rende pubbliche internazionalmente egli stesso. Chi se no? Ma perché s'infuria? Ma perché si lamenta, nero in faccia , non solo in testa, con i giornalisti che non fanno che tributargli la dovuta attenzione e una adeguata diffusione? O è troppo impulsivo o è troppo stupido. Opto per la secondo spiegazione che ho dato. Che non esclude però la prima. Sarà perché quando le fa non si rende conto dell'effetto che faranno. Dovrebbe poter fare una prova generale prima da dar l'OK, "Motori! Ciak si gira". Ma a pensarci, queste sono quisquiglie, se si pensa alla sua 20ennale carriera di impunito e impenitente riciclatore, corruttore e truffatore.


# 108    commento di   Luther Blisset - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 16:31

Il boomerang di internet. Ci si scanna sui forum, in una bulimia di informazione che paralizza la mobilitazione. Tutti dietro uno schermo, credendo di fare atti sovversivi scrivendo un post su un blog molto letto, o caricando un video di denuncia su YouTube. Intanto tutti dietro i loro schermi si mettono l'anima in pace per aver contribuito alla diffusione della verita`, come se la semplice diffusione dell'informazione potesse di per se` essere sufficiente a cambiare le cose. E` una condizione necessaria, ma non sufficiente. Ed il culto dell'istante in cui bisogna essere informati su tutto e su tutti, porta a cercare sempre piu` informazione prima di poter agire, di fatto paralizzando l'azione perche` ci sara` sempre un "pezzo" mancante, una nuova informazione da attendere per poter completare il "quadro". Il culto dell'istante ci allontana dalla riflessione, dalla messa in prospettiva dei fatti. Ci fa stare famelici dietro un monito, in trepida attesa del prossimo post o video che ci rivelera` chissa` quale altra nefandezza. Intanto nelle strade non ci sara` nessuno a mobilitarsi per cambiare le cose, con buona pace del potere che avra` trasformato tutti in "rivoluzionari da tastiera", iper informati ma isolati nella loro solutidine e innocuita`. Attenzione, quindi ad internet... Un mezzo utile che pero` si sta rivelando un vero e proprio mezzo di controllo delle masse, nonche` un calmante collettivo che sta di fatto uccidendo la Politica con la P maiuscola.


Egregio signor matusa, innanzi tutto mi fa piacere che lei si firmi con nomignoli mentre io uso il mio cognome. Secondo mi pare che lei e' alquanto incoerente nelle sue affermazioni, inconsistente nella sua analisi (?) storica e fuori luogo in quosto blog. Sugli inglesi ne so qualcosa, se permette molto meglio di lei, avendo studiato, vissuto e lavorato in Inghilterra. Le posso anzi assicurare che gli inglesi - il cui solo difetto e' di sembrare un po' spocchiosi - mi hanno dato delle possibilita' di studiare nelle piu' prestigiose universita' d'europa, e trovare la mia strada umana e professionale, senza ostacolarmi sulla base della mia razza o sul fatto che non conoscevo nessuno, nemmeno la lingua. Possibilita' che nell'Italia in cui lei e' tanto orgoglioso di vivere ve le sognate. Poi c'e' ben poco da "denigrare" un popolo che si fa rappresentare "con orgoglio" come egli afferma da tale essere. Ma invece gli inglesi attaccano la persona Berlusconi lasciando stare il popolo italiano. Ancora, Berlusconi sara' pure stato eletto democraticamente dal punto di vista formale, ma pure Hitler lo fu. Lo ricordo a tutti. Infine, cos'e' la storia che gli inglesi ci hanno trattato male in guerra? Dopo l'aggressione CODARDA dei "buoni" italiani-fascisti, entrati in guerra nel momento piu' nero per le nazioni civili perche' desiderosi di un migliaio di morti per sedersi sul tavolo della pace (dalla parte giusta, ovviamente), e sempre pronti poi a tradire il loro duce quando la situazione si mise messa male... Che bel popolino eh! Non rivangherei le memorie della II guerra mondiale in quanto gli italiani fanno la figura peggiore di tutti. Inoltre lei si dovrebbe informare dei crimini fascisti in Etiopia, Libia e Dalmazia. Lei dovrebbe sapere che i greci (quelli a cui avremmo dovuto "spezzare le reni") ancora celebrano annualmente la festa dell'OXI (=NO), ossia il no detto dal loro governo alla richiesta di Mussolini di capitolare, che scateno' la tristissima


Lei dovrebbe sapere che i greci (quelli a cui avremmo dovuto "spezzare le reni") ancora celebrano annualmente la festa dell'OXI (=NO), ossia il no detto dal loro governo alla richiesta di Mussolini di capitolare, che scateno' la tristissima e crudele guerra italo-greca che termino' con una disfatta ignobile per il nostro bel popolino. Se fossi stato io un inglese all'epoca, altro che trattamenti poco gentili nei campi di concentramento! Sono stati fin troppo educati. Si tenga percio' la fierezza per la sua italianita', certamente corroborata da tutti i luoghi comuni che la subcultura dominante, autoindulgente, autoassolutoria ed autocelebrativa propone ogni giorno (italiani brava gente, ce la caviamo in tutte le situazioni, siamo simpatici etc.) Lei e' un triste prodotto di tale lavaggio del cervello perpretato dal regime italiano. Auguri.


# 111    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 17:12

@ Luther Sono molto d'accordo con quello che dici, credo che sia anche questo calcolato, il fenomeno facebook, per farti l'esempio più recente dell'evoluzione di internet e che secondo me si allaccia molto bene al tuo discorso, descrive molto bene questa dinamica : le persone sono 'costrette' ad usare la propria identità (tranne pochissime eccezioni che usano un nome 'in codice') vengono sì informate attraverso gruppi e amicizie varie, ma tenute a bada perchè non si trova nessuna forma di mobilitazione concreta a scendere in strada...informazione ma che deve rimanere a se stessi, un po' come la storia assurda dello sciopero virtuale...coniato e attuato di recente. E' quasi come se facebook o tanti 'strumenti' di internet fossero il raggiro della legge sulla privacy. Prima faccio una legge che mi impedisce quasi di mettere telecamere di sorveglianza in una banca (quindi una sicurezza e protezione alla banca ai dipendenti e ai clienti!) poi però trovo il sistema di farmi dire tutti i cavoli delle persone, più o meno private. Ci sono già stati diversi casi in giro per l'Europa, uno che ricordo è di un odontotecnico francese che ha fatto causa ad un quotidiano che attraverso facebook aveva ricostruito la vita di un soggetto qualsiasi, vizi virtù e tradimenti proprio per dimostrare a cosa si potesse arrivare con uno strumento del genere. Questa persona ha fatto appunto causa ma si è visto negare il diritto alla propria privacy perchè era stato lui stesso a rendere nota la propria vita. L'obiettivo, che purtroppo sfugge a tanti, è proprio rendere innocui e soli ciascun essere umano, la divisione è fondamentale per non avere nessun atto di 'sovversione' di qualsiasi tipo o di 'rivoluzione' ed entrambe le parole le uso nel senso più pacifico e per questo virgolettate. La costruzione dell'informazione o la ricostruzione delle informazioni è fondamentale alla costruzione e alla ricostruzione stessa di questo paese, l'informazione quella vera è una di quell


# 112    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 17:12

... è una di quella cose che è mancata al nostro paese, ma rendere attivi coloro che leggono e che si informano è cosa ben diversa, a noi (a chi più e a chi meno) è stato dato il 'contentino' di internet e del ricavare informazioni ma ci stanno rendendo inattivi...Questa è quella polvere sottile di dittatura, che rende tutto più difficile...se osiamo parlare di dittatura al di fuori di questo blog o di altri di questo tipo, i nostri padri o i nostri nonni che hanno vissuto il fascismo non possono fare altro che riderci in faccia, a meno che non si rendano conto delle sottigliezze che ai più sfuggono. Quando se ne accorgeranno tutti, chiaramente non lo auguro a me stessa e tanto meno a nessuno, saremo in pieno coprifuoco al tramonto... poi ci si chiederà qualcosa sul perchè nessuno dei dietromonitoristi e tastieristi non hanno scelto la strada o la piazza o un qualsiasi forma di dissenso fisica. Resta la strada della giustificazione anche un po' luogo comune (tenendo ben presente che solitamente nei luoghi comuni o nelle statistiche le minoranze non contano un cavolo) che il popolo italiano è pigro.


# 113    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 17:27

ps Mi ero persa la pagina del diario di una trolla ai colleghi :-) eheh ...grazie! :-))) Così come mi ero persa la risposta di Roland sul mondo al contrario...scusami! anzi scusatemi! Sul serio è come dici tu Roland, è tutto al contrario, i troll che chiamano troll chi per mesi ha cercato e cerca strade diverse per capirsi...che tristezza!


EMOZIONI E VIDEO DI UNA GIORNATA CHE HA VALSO LA PENA DI ESSERE VISSUTA. CIRCO MASSIMO 4 APRILE 2009,IO C'ERO nel mio blog trovate video e commenti di chi della lotta all'ingiustizia ,alla falsa informazione ha fatto uno scopo di vita. http://informazionedalbasso.myblog.it/


# 110 Stefano Patruno (da Londra) ANCORA A PROPROSITO DI INGLESI E ITALIAN Mi preme di aggiungere al tuo testo, che dimostra buona conoscenza della storia, che furono però anzitutto gli inglesi, insieme agli altri alleati, ad riSparmiare all'Italia un processo tipo Norimberga per le atrocità - veri crimini contro l'umanità - commesse nei paesi che hai citato. Non c'è stata la "Normiberga italiana", per opportunità geopolitiche: per costruire una diga, e perciò arruolare, nella incipiente guerra fredda, un nuovo alleato, docile e grato, persino ricattabile, contro il blocco sovietico e la sua forte rappresentanza all'interno della stessa Italia. Agli inglesi bastò, per liquidare, una volta per tutte, il fascismo e i suoi misfatti, uccidere Mussolini e compagni(a); anzi, secondo le ultime rivelazioni forse non ancora del tutto comprovate, fu proprio un ufficiale inglese a organizzare l'escuzione del Duce, non i partigiani. E così, il non aver fatto i conti col passato agevolava e agevola tuttora il perdurare del fascismo italiano, nelle vecchie e nuove forme, esplicite o sfumate (ma lo spirito - la fiamma! - è sempre quello). E gli alleati hanno una parte di responsabilità.


Corr.: ITALIANI (o ITALIANS)


patruno io uso un nome non mio per delle semplici ragioni sono stato uno dei primi a mettere il mio nome e cognome ho dovuto cambiare perche esistono degli esseri che non rispettano la vita privata e la mia famiglia era stufa a rispondere al telefono. in quanto alle sue scuole certamente non saranno state gratis conosco i prezzi. secondo con tutto il disprezzo per berlusconi paragonarlo a hitler le sue scuole dovevano essere sioniste o a scartamento ridotto. non le dico cose per sentito dire ma personale. un ragazzo parzialmente bruciato fu portato in un ospedale inglese rifiutato perche non si cura un italiano per fortuna assistette un capitano scozzese e ando a casa del ragazzo sfigurato e lo curo (dopo 4 mesi le orrende piaghe sparirono) vicino casa mia c'éra un campo di prigionieri una volta alla settimana un camion ribaltabile portava il pane (non sufficente per tutti) isoldati di sua maesta riunivano i prigionieri il camio ribaltava il pane per terra i prigionieri ad una ventina di metri un fischio e dovevano correre a prendere il pane molti li ho visti restare immobili per terra nella mente e negli occhi di un ragazzo restano cicatrici perenni e non sara certamente LEI con il suo inno a ridare blasone a un popolo che ha fatto la sua grandezza con l'oppressione dei piu demuniti


# 118    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 18:35

...per moltiplicare i punti di comunicazione e per moltiplicare i mondi interiori ,,,,,il mio blog , ciao
http://blog.libero.it/gattailkite






Una chicca proprio la storia di Peter, dei 9 milioni e la casa in equo canone.


# 122    commento di   Luther Blisset - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 20:6

@Frada #111 Frada, quello che dici e` un problema complementare che ha a che fare con la privacy. Io parlavo dell'annientamento dell'attivismo causato da internet. Milioni di messaggi, migliaia di gruppi "Quelli che sono contro X" "Quelli che sono contro Y", migliaia di blog, forum, discussioni a non finire ma... nessuno in strada. E` questo il problema. Internet annienta l'attivismo, la riflessione e l'azione politica. Perche` tutto si svolge in questa agora` virtuale invece di svolgersi nella vera agora`, quella reale della piazza sotto casa o anche del bar. Con persone che si guardano faccia a faccia e non attraverso un monitor. La sensazione di "ho fatto il mio dovere" che da` lo scrivere in un blog impegnato (come questo), l'idea che l'informazione possa da sola cambiare le cose o anche l'idea che la democrazia sia "esercitata" uploadando video su youtube e` un anestetico che impedisce alla vera democrazia (quella delle manifestazioni o dei comizi o delle discussioni nelle piazze) di prevalere. Con tanti ringraziamenti da parte dell'establishment che con si ritrova ad avere un inaspettato alleato in quello che doveva essere il mezzo che lo avrebbe spodestato. Denunciare tutti i misfatti e` un dovere. Ma se ci si ferma alla denuncia e si tralascia l'azione di contestazione, siamo punto e a capo. E` solo informazione fine a se stessa. Ed a nulla serve. Perche` sapere tutto di tutti e` inutile se poi questa conoscenza non viene messa in perspettiva ed usata per riflettere ed agire. Internet, da quel che constato, sta sempre di piu` annientando lo spirito d'azione. e, quindi, la politica. Milioni di video su youtube. 0 persone in piazza. E` questo il problema di fondo. (E Barnard, tra i tanti, ci ha visto chiaro visto che questa cosa la va dicendo da qualche anno) Resta, come tu facevi notare, il problema della privacy che e` un problema differente a mio avviso.


nessuno in strada? e sabato 4 aprile dove eravate? io al circo massimo con altri milioni di partecipanti che nn si sono autoannientati....tsk


un applauso e un grazie


# 125    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 5/4/2009 alle 20:38

@ Luther scusami ho divagato arrivando alla privacy che è un problema collaterale o complementare come dici tu (prima la rete aveva il danno di rendere completamente anonimi, con facebook questo aspetto cambia) ma mi sembrava di avere dato comunque voce a quello che dicevi tu, tra le altre cose siamo in diversi a renderci conto di questa disattivazione pratica (in strada a manifestare) prima la cara pasolinante che giorni fa ma anche oggi segnalava articoli molto interessanti in merito all'uso di fb e non solo! ;-) Non si capisce che una volta informati bisogna scendere in piazza, organizzarsi concretamente, non chiudersi in un gruppo contro questo o contro quello (che già dire 'contro' è un controsenso!basterebbe crearne di 'pro') L'obiettivo è proprio l'annullamento dello spirito d'azione, il dramma è che ci stanno riuscendo. ciao Luther buona serata ;-)


Ciao! Mi chiamo Manuel e sono un ragazzo di 20 anni della provincia di Mantova. Da pochissimo ho creato un forum dedicato ai sostenitori e ai simpatizzanti di Sinistra Democratica. Mancando sul sito del partito la possibilità di un confronto in tempo reale, ho pensato che questo possa essere uno strumento utile, che possa influire e dare il suo contributo per creare una sorta di "Rete online della sinistra". Ora sto contattando i vari coordinatori locali... Il lavoro per farci conoscere è duro ed è molto, però questa situazione di immobilismo francamente mi scoccia, ed ho voglia di impegnarmi in prima persona per dare una "scossa" all'ambiente! Io vi chiedo di creare delle collaborazioni col mio sito, di diffondere il link sui vostri siti locali, di iscrivervi al forum e di parteciparee assieme a tutti gli altri utenti! Aiutatemi in questa missione! :) Se siete interessati al progetto, contattatemi via mail e vi fornirò il mio numero di telefono per un confronto più personale, e duraturo nel tempo... Il forum lo trovate al sito: www.sinistra-democratica.forumattivo.com Col tempo mi piacerebbe dare un'ufficialità a questo progetto, per questo prossimamente contatterò i dirigenti nazionali. Spero di aver fatto qualcosa di utile! A presto, e grazie per la vostra collaborazione. Manuel Zacchè
www.sinistra-democratica.forumattivo.com


Ho finito ora di vedere questo bellissimo video. Credo che i complimenti a questi due giornalisti VERI e STRAORDINARI sarebbero superflui, ormai, e saprebbero della solita sbrodolata da fan, più che da lettrice. Però...come non pensare a quello che dicono entrambi sia sullo stato dell'informazione, sia sui rapporti mai abbastanza chiariti tra il nanaccio e la mafia? Io, quando vedo lo psiconano abbracciare teneramente don Marcello, penso che tra quei due ci sia una specie di patto faustiano, una sorta di sinistra simbiosi tra due uomini dal passato inconfessabile. Anche a me è piaciuta la storia di Peter e dei nove milioni (allora Peter l'ha subito un tentativo di corruzione, eh?). Marco e Peter sono eccellenti, ma non dimentichiamoci tutti gli altri giornalisti meno blasonati, che rischiano per poter fare il loro mestiere (a proposito, massima solidarietà a Pino Maniàci e alla sua emittente Telejato!). Ciao a tutti!



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti