Commenti

commenti su voglioscendere

post: I ragazzi del coro

La tragedia del terremoto in Abruzzo, il caso Genchi-De Magistris, e la beatificazione a prescindere di Guido Bertolaso (che è il capo della Protezione Civile e non è la Protezione Civile), spiegano bene il perché della crisi della stampa italiana . Le notizie non funzionali a una classe dirigente che negli ultimi 15 anni si è contraddistinta per aver derubato, martoriato e impoverito l'intero Paese non trovano quasi più spazio sui media ufficiali. Per i giornali il risultato immediato è una continua perdita di copie. Niente di straordinario: dopo qualche settimana il lettore che non trova più nulla d'interessante o di sorprendente sul suo quotidiano o sul suo magazine semplicemente smette di comprarlo. È  sempre stato così e sempre sarà così. L'unica novità è la Rete che ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Sciacalli occulti delle italiche tragedie: e ora chi controlla? Tra tutte le Nazioni europee, l'Italia è una delle più negligenti e restie nel rispettare codici, regolamenti, leggi. Soffriamo di un male atavico, tanto è vero che abbiamo mandato al governo, reiteratamente, un tizio molto allergico alla Giustizia, plurinquisito, colluso con la mafia, corruttore di avvocati e non solo (lista reati). In quest'ottica, sembra quasi naturale lasciare scorrere gli eventi disastrosi, senza neppue chiedersi se sia già stato approntato un piano di controllo o istituita una commissione (non parlamentare) di monitoraggio, al fine di garantire una buona e onesta gestione delle spese. Infatti la mia mente ripercorre, tristemente, i disastri naturali del nostro passato e ripenso alle denunce sulla mala gestione dei fondi, denunce che sono arrivate sempre dopo (12 anni dopo per Cirino Pomicino: scandalo ricostruzione dell'Irpinia). Non impariamo mai niente dalla Storia, tantomeno dal nostro recente passato, pieno di sciacalli legalizzati e occulti. Occorre un istituto di vigilanza ora! Chi controlla, ora, i fondi stanziati dall'UE (sempre che qualcuno si degni di darne notizia)? Chi controlla, ora, i soldi dei cittadini inviati in Abruzzo? Chi controlla, ora, gli istituti di credito, le banche? Chi controlla, ora, i gestori di telefonia ai quali affidiamo il nostro euro (o due, se linea fissa)? Chi controlla, ora, i bandi di concorso per la ricostruzione e le aziende edili che li vinceranno?* Ma soprattutto, visti i loschi figuri che ci ritroviamo nel Palazzo: Chi controlla il governo? * Il nuovo ospedale dell'Aquila, inagibile al 90% era stato costruito dall'impresa IMPREGILO, quella che ha causato l'emergenza rifiuti a Napoli. La stessa che è riuscita a incrementare esponenazialmente le spese per i lavori della TAV con i quali ha causato danni ambientali enormi. La stessa che lavora sulla Salerno-Reggio Calabria e proprio in questi giorni h


SEGUITO DEL #37 * Il nuovo ospedale dell'Aquila, inagibile al 90% era stato costruito dall'impresa IMPREGILO, quella che ha causato l'emergenza rifiuti a Napoli. La stessa che è riuscita a incrementare esponenazialmente le spese per i lavori della TAV con i quali ha causato danni ambientali enormi. La stessa che lavora sulla Salerno-Reggio Calabria e proprio in questi giorni ha chiesto e ottenuto un prolungamento della consegna dei lavori di altri tre anni, ottenendo ovviamente altri fondi. La stessa che ha vinto l'appalto per la costruzione del Ponte di Messina. La stessa che dovrà costruire sul nostro territorio le centrali nucleari. La stessa i cui vertici sono stati indagati a tutto spiano. [fonte della nota Byte Liberi]


# 38    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 10/4/2009 alle 22:42

per Peter Gomez Caro Peter ti apprezzo sempre per quello che scrivi ma questa volta non posso condividere, anzi proprio perchè sono molto unita dentro me in quelle che sono le priorità per un qualsiasi essere umano, non posso accettare quello che scrivi... Proviamo a pensare alla campagna elettorale di Obama, dove e come l'ha fatta? Mi sembra abbastanza chiaro che il futuro è sulla rete...ma in questo momento, con questa tragedia...Scusa Peter, cosa è questo articolo? The show must go on? Quasi 300 vittime, Ne ho riportato i nomi poco fa non a caso e sottolineo che mancano delle persone... famiglie intere distrutte, bare piccole e bianche e bare scure, una distesa di bare, di dolore, di distruzione, di morte non sono ancora sufficienti a farci tacere tutti? Cosa aspettiamo per metterci insieme? Cosa deve succedere ancora? Aspettiamo la fine del mondo? Mettiamo caso che arriva su questo blog qualcuno che ha perso qualcuno in questa tragedia...come pensi che ci si possa sentire leggendo le tue parole iniziali "La tragedia del terremoto in Abruzzo, il caso Genchi-De Magistris, e la beatificazione a prescindere di Guido Bertolaso "... scusami Peter, come è possibile mettere insieme una situazione di morte e di dolore estremo con il caso Genchi-De Magistris (fermo restando la gravità di quello che è successo a Genchi e a De Magistris sia ben chiaro!) o con la beatificazione di bertolaso? Mi dispiace che devo dirle a te queste cose, se il post fosse stato di Travaglio o di Corrias sarebbe stato lo stesso, perchè credo che se fosse morto qualcuno a me di molto caro, o a te, a entrambi farebbe un male cane leggere o ascoltare leggerezze di un certo tipo. Ma a te importerebbe qualcosa della stampa che non vende? Se pensassimo alla ricostruzione? Quella vera e quella unica che c'è da fare...senza se e senza ma, senza aspettare ancora, senza dover trovare necessariamente il colpevole di questa o di q


# 39    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 10/4/2009 alle 22:42

senza dover trovare necessariamente il colpevole di questa o di quella situazione... Piangere sul latte versato come ha fatto Travaglio ieri sera a cosa serve?Rende meno tragico quello che è successo? Pare siano partite le indagini per stabilire la colposità, lasciamo fare a chi di dovere, preoccupiamoci di unire queste benedette teste sane del paese per ricominciare. NOI POSSIAMO FARE SOLO QUELLO!!! Caro Peter, ti scrivo senza polemica, ma mi chiedo a cosa possa servire e a chi possa servire, ti preoccupi della stampa su internet...pensa che ci sono migliaia di persone che non hanno più niente...Peter scusa la parolaccia...non hanno più un cazzo! Sono persone che non leggono un giornale da domenica sera, un'amica che è lì a L'Aquila come medico, mi diceva che chiedono di leggere un giornale, di ascoltare la radio, per rendersi conto di quello che il mondo sa, perchè oltre al terrore di altri terremoti, per come ci si sta muovendo lentamente in termini di soccorsi, tanti sostengono che il mondo non si è reso conto di cosa sia successo davvero. Hanno paura di essere lasciati soli ancora prima di finire di scavare, perchè la storia dei terremoti dall'irpina al friuli, parlano per loro. cosa vuoi che gliene importi che i giornali chiudono o che il futuro del giornalismo possa essere su internet sulla scia di itunes o della paytv? Preoccupiamoci di ricostruire... Ma lo dobbiamo fare tutti Peter, senza aspettare che qualcuno parta al nostro posto...Impegnamoci tutti...Nel frattempo le immagini del premier abbracciato alla vecchierella hanno già fatto il giro del mondo, mi auguro e ci auguro che il premier non dorma più, quelle persone, quei pianti e quel dolore gli si siano marcati a fuoco dentro. Ma intanto quella mossa è studiata per la sua immagine, ed è un altro sciacallo come tutti i giornalisti che si sono avvicinati alle persone chiedendo cosa si provasse o chidendo perchè dormissero in auto... Stiamo attenti tut


# 40    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 10/4/2009 alle 22:43

Stiamo attenti tutti, per passare a fare il gioco del nemico basta pochissimo e in questi giorni ci sono state ampie dimostrazioni... Un caro saluto Peter... frà


# 41    commento di   nanni64 - utente certificato  lasciato il 10/4/2009 alle 22:57

Io sono pronta. Sostengo già Pandoratv e lo stesso farei con altra iniziativa. Mi piacerebbe un giornale online e stampato, che non si occupasse di tutto a 360 gradi, ma solo di ciò di cui la disinformazione tace o distorce. Mirato alla resistenza democratica. Un punto di riferimento non solo di informazione ma anche di proposte concrete. Interattivo. E' già tardi. Travaglio mi sembra che si ritragga da un progetto simile. Capisco: é un cane sciolto. Ma la sua (meritatata) popolarità e il seguito che ha probabilmente é anche un gran sacco di talenti che ha nelle tasche e comporta una grande responsabilità. Capisco quello che prova: sgomento, voglia di non mettersi a capo di un bel niente tranne che di se stesso e del suo lavoro-missione da cane sciolto. Sta bene. Lo capisco. Ma mi piacerebbe evitare questa orrenda dittatura. E di certo non potrei mettermi io a capo di un progetto simile. Anche se senza alcuna speranza lo invito ancora una volta a ripensarci. Abbiamo bisogno di lui. Di più. Se lanciate questo progetto io ci sono. Non ci rimane molto tempo ....
http://nanni64.ilcannocchiale.it




Caro Peter, non posso che approvare ciò che ha detto Frada prima di me. Non è una critica distruttiva la mia, anzi.Proprio perchè vi stimo credo che oggi più che mai bisogna "RICOSTRUIRE". Quane volte ancora dovremo assistere al dolore sincero, alla strumentalizzazione dello stesso a fini politici, prima di capire che è arrivato il momento di concretizzare questa nostra indignazione e unirci tutti(gente visibile e no ) e agire. Lasciamo a casa i nostri personalismi, i nostri protagonismi e se riconosciamo tutti che così non si può andare avanti, uniamoci per dire BASTA!








Caro Peter, mi metto insieme a # 39 commento di frada79 - # 44 commento di Lory io "preoccupiamoci di unire queste benedette teste sane del paese per ricominciare." Con stima, Kristel


Forse fuori tema, ma notizia bomba! Fermata con 8 chili di cocaina la segretaria della Lega 09 aprile 2009 - Erano di ritorno dal Brasile ma al posto dei souvenir sono rinetrati con 8 chili di cocaina nascosti in vaschette di carne per il "churrasco". Una coppia di italiani è stata fermata e poi arrestata all'aeroporto di Lugano in Svizzera per traffico internazionale di stupefacenti. Ma di stupefacente c'è anche che la donna fermata non è un'illustre sconosciuta. Anzi. Si tratta infatti, della segretaria del gruppo parlamentare della Lega Nord a Roma. La cocaina, come ha affermato il commissario capo dell’antidroga Armando Scano a LaRegioneTicino, sul mercato si sarebbe trasformata in 200mila dosi. Fermati per un controllo - Durante la perquisizione delle valigie alle Guardie di Confine non sono sfuggite quelle vaschette avvolte in carta stagnola nascoste in mezzo ai vestiti che si trovavano nelle valigie. Le indagini sono affidate al Procuratore pubblico di Lugano Nicola Raspini. La coppia aveva raggiunto lo scalo svizzero con un volo proveniente da Zurigo. Non si esclude che abbiano scelto lo scalo ticinese sperando che i controlli fossero meno ferrei che non a Malpensa. Da capire se lo stupefacente fosse destinato al mercato italiano o a quello ticinese. Tratto da "Redazione Tiscali"


# 49    commento di   Moon81 - utente certificato  lasciato il 10/4/2009 alle 23:47

Ciao Peter! De bortoli è probabilmente una delle poche speranze di carta stampa seria...aspettando il Fatto di Padellaro! Non è solo colpa di internet..è veramente colpa dei giornali...io vorrei comprarlo ogni giorno,perchè è una cosa che amo sfogliare e leggere la mattina....ma non ne trovo uno che non mi facci inca...re..
http://2piu2uguale5.ilcannocchiale.it/


Condividerò l'ottimismo su Ferruccio De Bortoli il giorno che riassumerà Carlo Vulpio


la sua indipendenza è in funzione della durata della direzione. ovvero: dura poco: indipendente; dura tanto: dipendente dai padroni del corriere (imprese, banche, politici). De Bortoli è una persona perbene, ma tiene famiglia anche lui, caro Peter....se riassume Vulpio, allora siamo sulla buona strada.


Io ci sono! Datemi un link a paypal e io sono pronta a sostenere anche questo blog, che di informazione ne da` tanta. Fate un sondaggio, e fate un giornale online, e fate anche in maniera di permettere a chi vive all'estero (come me) di contribuire alla causa! Grande Peter!! Diamoci da fare! Fate un enorme fondo legale! Ciao Daniela


GRANDE DE MAGISTRIIS A RAI2


Io pago un 100E all'anno di abbonamento a giornali indipendenti. Sono giornali militanti (un mensile e un bi-mensile) senza neanche una pagina di pubblicita`. Ne vale la pena.


# 55    commento di   blackholesun_ - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 0:50

grandioso de magistris dalla bignardi. Chissà cosa diranno Cicchitto o "arf arf" bonaiuti al tg 5? 3 di queste cose "trasmissione faziosa" "vorgognoso" oppure "demagogia". O magari non ne parleranno per niente i tg,giusto per non dargli troppo risalto (ah già rifaranno 300 servizi lacrimevoli/propaganda sull'operato di bertolaso e berlusca).




# 57    commento di   blackholesun_ - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 0:53

ps: ovvio che accolgo la proposta di gomez


CORRIERE=P2


Grande Peter, ci voleva il tuo intervento, contro il grillo-pensiero superficiale, sull'argomento!! Ti ringrazio!


# 60    commento di   kittykate - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 0:58

Ci sono anch'io, per l'abbonamento. Condivido un tiepido ottimismo per De Bortoli, visto che l'altra volta se ne era andato per frizioni con Mr. B. Non sono invece d'accordo con frada e Lory. Io alterno momenti in cui immagino cosa proverei se da un istante all'altro perdessi la mia casa, cioè tutto quel che ho e in un certo senso anche quel che sono, parenti e amici, ad altri di estremo sollievo perché io, fortunatamente, in questa tragedia non ho perso nulla. Ma l'informazione e le responsabilità sono una parte imprescindibile dell'equazione. Che chi ha costruito le case al risparmio paghi è condizione necessaria, anche se certo non sufficiente, a che il prossimo che vuole fregare l'acquirente sappia che, anche se improbabili, potranno esserci delle conseguenze alla sua disonestà. E l'informazione, questa e non certo quella di Raiset, è non solo il mezzo per la diffusione delle notizie, ma anche l'unica nostra speranza di poter esercitare un controllo in fieri ed evitare che tragedie come questa si ripetano. Se fossi uno di quei terremotati credo che mi servirebbero molto di più giustizia e informazione che commenti di solidarietà su un blog - con tutto il rispetto per chi li esprime in buona fede e con reale partecipazione.


Una mia riflessione: La smettiamo di trasformare il tragico evento in un ignobile teatrino folkoristico? La smettiamo di pubblicare i nomi dei morti o fare sceneggiate di lutto voyueristiche? I morti si rispettano con il SILENZIO...




mi associo ai commenti di Frada79 @39 Lory io @44 kristel @48 e mi scuso per non essere intervenuta prima. Ho seguito alla trasmissione Era Glaciale su rai2 le interviste a due persone che personalmente stimo, oqnuna per diverse qualità a loro peculiari, Erri De Luca e De Magistris. Due persone che in modi diversi ci richiamano ad una unione su principi e valori condivisi e condivisibili: Costituzione, verità, legalità e giustizia. Credo che non ci sia nessuno di noi che , pur nella diversità di pensieri e opinioni o ideologie,non si senta di condividere questi punti fondamentali per cercare di ricostruire la nostra Repubblica. Ricostruire le case alla fine non sarà difficile, più arduo sembra riuscire a ricostruire un popolo italiano liberato dalle macerie dei valori e degli ideali crollati in tutti questi anni di berlusconismo di destra e di sinistra, Il vero virus che ha infettato il nostro Paese. Uniamoci quindi anche per sovvenzionare un giornale libero e indipendente, perché di una vera e libera informazione abbiamo bisogno, ma soprattutto cerchiamo di unire tutte le nostre forze e il nostro dissenso e le nostre idee positive e le nostre proposte senza più dividerci in continui rivoli e ripicche su chi ha il monopolio della verità. Dacché frequento questo blog svariate volte ho ascoltato questo invito all'unione di forze positive e propositive, ma quasi sempre è caduto ben presto nel vuoto. allora io dico che senso ha esecrare e criticare a parole ma non riuscire poi a concretizzare alcunché?


commento 62 sikulabroker Se il blog fosse mio farei scorrere quei nomi delle vittime in continuazione a monito perenne delle nostre responsabilità, leggere quei nomi uno di seguito all'altro come una lunga preghiera ci fa memoria delle persone e in un certo senso le rende ancora visibili ai nostri occhi e non solo un numero da aggiornare di ora in ora. E' come per le cosiddette morti bianche del lavoro: mettete in fila quei nomi e provate a pensare alle famiglie che ci stanno dietro. Vedremmo allora se non chiederemmo giustizia e verità-


Non concordo assolutamente... Se fossi al loro posto mi rivolterei nella bara... Vi saluto


Ben venga una iniziativa del genere. Mi chiedevo quanto tempo ci mettevate a proporla. Il mio contributo avverrà a semplice richiesta.


# 67    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 7:30

Auguri per le pregevoli iniziative che vengono proposte. Una di taglio giornalistico dal Corrias, una più politica dai bloggers commentatori. Personalmente prima di gridare entusiasta "partecipo! partecipo!" (e sganciare sghei, che non si trovano per strada) vorrò appurare al di là delle belle intenzioni la sostanza delle cose.


ieri Sposini, ripreso anche da Blob, ha detto che non esiste la televisione del pianto, anche perchè senza la TV la genete inzierebbe a dimenticarsi già delle vittime e dei problemi del terremoto. Il problema non è la Tv ma l'uso che se ne fa o, meglio, non se ne fa. Spot elettorlai gratuiti, tutto che sembra andare liscio come l'olio, celebrazione di dati auditel delle trasmissioni sul terremoto, carenza di sensibilità nell'insistere in inquadrature di persone che piangono, copiosa dovizia di particolari dello show del Premier al funerale...c'è ancora qualcuno che dice che non esiste la Tv del pianto e non della notizia? Mi piacerebbe sapere come inzieranno gli accertamenti sulle responsabilità penali? Dove trovo una tale notizia? Tuttavia sono ampiamente riprese le dichiarazioni di chi dice che si esclude il dolo nella progettazione erealizzazione degli edifici caduti, che non si può verificare/riscontrare/"responsabilizzare" le persone per costruzioni fatte con materiali non più in uso o superati da moderni materiali e tecnologie. Scusate la domanda forse un pò banale, ma se si sanno tutte queste cose, perchè allora non si è fatto nulla per le zone sismiche? Perchè nessuno chiede conto (ora giornalisticamenbte e poi spero penalmente) di queste circostanze?


Qui trovate l'articolo al quale di Ferruccio de Bortoli al quale si riferisce Peter. http://www.corriere.it/editoriali/09_aprile_10/debortoli_3be1ca2a-258e-11de-bdf0-00144f02aabc.shtml E questo è l'indirizzo email di de Bortoli: fdebortoli@corriere.it Inviamogli un email chiedendo che sarebbe ora avere anche da loro una sana e onesta informazione, nonché di dare spazio a giornalisti come Gomez, Travaglio, ecc.


Spero con tutto il cuore che progetto del giornale diventi realtà. Io sono pronta a sottoscrivere l'abbonamento.


L'ULTIMO FARAONE, MEGALOMEN,PSICOMERDA, COMUNQUE LO SI CHIAMI IL RISULTATO NON CAMBIA....STA MORENDO E PRIMA DI CREPARE VUOLE DARCI LA ZAMPATA FINALE.....ABBATTETELO.


# 72    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 10:5

@ Siculabroker scusami sicula per stima e rispetto cerco di caziarti poco stamattina... Pensi sia meglio non parlarne più? O pensiamo sia meglio cercare di ricostruire? quasi 300 persone all'improvviso non ci sono più... ce le vogliamo dimenticare allo stesso modo delle altre? Se vogliamo sul serio ricostruire c'è un solo modo per farlo e non è non parlandone... ciao siculabroker


Marco a breve metteranno pure il baglio alla rete a quel punto non ci resta che espatriare. Ma non può nascere un giornale in Italia con finanziamenti esteri ?


che bella la mia nuova armatura di morti,già avevo usato il corpo englaro per i miei scopi schifosi. E c'è pure qualche cretino che attacca ancora le trasmissioni che ne discutono,certo che ci sono dei coglioni in giro... Tra loro c'è qualche donna? La vorrei usare come bambola gonfibile al posto della carfagna MISTER OBAMAAAAAAAAAAAAAAAAAAA


# 75    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 10:19

Si può non essere d'accordo con quello che ho scritto io e che alcuni bloggers hanno appoggiato. Sarebbe importante distinguere che Gomez non ha proposto alcunchè, sono semplici riflessioni, non ha proposto assolutamente nulla. Il punto è che nè io nè voi siamo magistrati, giudici o giornalisti, l'informazione o la giustizia non possiamo farle noi. Noi possiamo solo ricostruire, perchè non accada più, tenendo ben presente che l'unico modo è non dimenticare le vittime nel corpo e nell'anima di questo terremoto. Gomez non ha parlato di un giornale online, ha parlato di eventualità, è molto bello che i bloggers si propongano acquistando quote come per pandoratv o per altre iniziative, ma di concreto a parte questo non c'è altro e credo sia chiaro a tutti che se non parte un direttore qualsiasi e porta in rete una serie di giornalisti validi, continueremo a raccontarcele tra noi queste cose, spero sia chiaro a tutti. NOn ho mai detto che l'informazione o la giustizia non siano necessaria, soprattutto in questi momenti anche di rabbia oltre che di dolore, è chiaro che se crolla un ospedale consegnato dopo 30 anni nel 2000 e dovrebbe essere il posto più sicuro di una città sismica, è chiaro che c'è qualcuno che deve pagare...lungi da me intendere o sottindere che non è necessario. Mi sto solo chiedendo e chiedo a questo punto a voi, per tutta quella forma di dissenso che non è mai partita, se questo non sia il momento di cominciare a decollare seriamente. Chiedevo la stessa forma di silenzio che a suo modo chiedeva il blogger siculabroker, in questi giorni abbiamo assistito alle forme più pure di sciacallaggio... Le mie riflessioni avrebbero voluto essere lo specchio di un dolore universale...mi dispiace essere stata fraintesa da vari bloggers... Vi auguro buona giornata... frà


...suvvia... se vogliamo farlo davvero ci si deve organizzare. 25.000 abbonamenti si trovano tranquillamente utilizzando mezzi di comunicazione come youtube/facebook/myspace e tutti i vari forum che noi del web frequentiamo.


subito!! mettete insieme un gruppo di giornalisti veri e create un nuovo contenitore di informazione non vedo l'ora io mi abbono subito! suggerimenti.. importante il video! e non solo la notizia da leggere! la maggior parte della gente "guarda" le notizie, non le "legge".. questo e' il disastro dovuto alla TV purtroppo.. ma da li' bisogna ripartire per avere presa importantissimo avere le notizie in doppia lingua almeno, italiano-inglese, sia nel parlato che negli articoli scritti per avere riconnoscibilita' internazionale fondamentale scegliere providers veloci sia per collegamenti dall'italia che dall'estero e per fare una cosa veramente rivoluzionaria..ultimo suggerimento.... usare la rete non solo per diffondere ma anche per raccogliere informazioni su possibili notizie, creando un meccanismo automatico di "riporto di notizia da parte del lettore".. immaginate la "mappa del potere di beppe grillo" per un secondo .. e pensate che i collegamenti siamo fra macroargomenti di indagine giornalistica... all'interno di ogni macroargomento.. ogni lettore, reporter amatoriale, o golaprofonda puo' andare a cercare il sub-sub argomento giornalistico ed attaccare il suo pezzo di informazioni.. si creerebbe in automatico una fonte ed un archivio sempre in ampliamento, sempre aggiornato una macchina succhia notizie ...praticamente ai giornalisti veri poi il compito di andare ad approfondire e collegare verificare i dati il giornalismo e' un lavoro che richiede professionalita' e capacita' di approfondimento .. cosa che l'informazione fai da te raramente riesce ad esprimere il collante dovete essere voi rari giornalisti veri allora quando si comincia? io mi abbono subito!!!


avanti di questo passo l'infrmazione al sud e centro andra in mano alla organizzazioni mafiose e al Nord rimarra in mano alla P2. Bel paese il nostro...


Fate il Fatto! Pronto a sottoscrivere l'abbonamento! De Bortoli lo ricordo nella puntata/spot/consacrazione di porta a porta con l'arteriosclerotico tappetto piduista che si faceva pubblicizzare dalla spadaccina. In quella puntata mi aveva fatto una bruttissima impressione... mah, magari nel frattempo è cambiato... ma non credo. Sarei felice di essere smentito nel giro di un minuto e mezzo ma penso che molto più verosimilmente l'editoriale è un tentativo di ridare a quel giornalaccio piduista una parvenza di normalità.




Mi spiace Pter.. Ma proprio perchè conosco de Bortoli mi viene da NON credergli: naturalmente la cosa vale anche se li ci fosse stato l'untuoso Mieli. La "classe" giornalistica ormai si è letteralmente sputtanata (salvo rarissime eccezioni) agli occhi dei lettori: per fortuna mi viene da aggiungere!


# 82    commento di   blackholesun_ - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 11:9

anche a me non viene da credere a de bortoli,così come è puzzato la questione mentana. Non a caso il caso di quest'ultimo è capitato proprio vicino alle nomine rai...guarda che caso.


Lettera aperta ad Antonio Di Pietro "Gent.mo Presidente, pochi giorni fa la direzione nazionale del Partito Democratico ha deciso di non candidare tra le proprie fila chi ricopre la carica di sindaco o di governatore. Una scelta che, di fatto, sbarra la strada, per la prossima competizione elettorale, al sindaco anti-mafia di Gela Rosario Crocetta. Eppure sono passati solo pochi mesi, dal settembre scorso, quando l’allora segretario del Pd Walter Veltroni gli propose la candidatura alle europee e la annunciò ai media. Rosario Crocetta apprezzò e aderì, con entusiasmo, al Pd al fine di determinare una svolta di legalità in quel partito e portare il proprio metodo e la propria esperienza in un contesto europeo. Oggi il tradimento e il voltafaccia. Una posizione, quella del Pd, che rischia di isolare gravemente e delegittimare un uomo onesto impegnato in una guerra quotidiana contro le cosche. Di sicuro è un messaggio di abbandono. Rosario Crocetta è stato ed è un sindaco di trincea. La sua è una antimafia concreta ed efficace. E’ riuscito a riportare legalità e libertà in un territorio ad altissima concentrazione mafiosa. Ha portato una città alla ribellione antimafiosa. Il suo nome è nella lista delle persone che Cosa Nostra vuole eliminare. Di questi tempi, però, è meglio non fidarsi del Partito Democratico. Un partito che non mantiene gli impegni assunti e la parola data. Un comitato spontaneo di cittadini si è stretto attorno al sindaco Crocetta promuovendo una petizione online (http://www.firmiamo.it/sosteniamocrocetta ) a sostegno della sua candidatura. Nonostante il silenzio mediatico, in pochi giorni, sul web sono fioccate le adesioni. Tante le firme autorevoli. Cito solo quelle di Don Luigi Ciotti ed Elisabetta Caponnetto. Le chiedo di proporre a Rosario Crocetta una candidatura da indipendente nelle liste dell’Italia dei Valori. La politica deve proteggere e premiare i galantuomini. Crocetta può essere molt
Antimafia Duemila


Le chiedo di proporre a Rosario Crocetta una candidatura da indipendente nelle liste dell’Italia dei Valori. La politica deve proteggere e premiare i galantuomini. Crocetta può essere molto utile in Europa". Con stima Gaetano Montalbano (webcontent editor orizzontinuovi.org )


# 85    commento di   gattailkite - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 11:15

ok peter


Ieri: Bocca,Montanelli,Biagi,Cesare Brandi, Croce,Longhi,Brera,Zampa,Italo Pietra,Arbasino, Bianciardi, Cederna, Citati, Eco, Pasolini, Ernesto Rossi,Cassola, Ottiero Ottieri, Soldati: tutta gente che, se del caso, pagava in PRIMA PERSONA. Oggi: "chicco" Mentana, "straccio" Liguori, "cacasenno" Riotta, "zia" Rossella 'o hara, "kaiser" Ferrara, "oscar" Giannino, "ictus" Belpietro, "don caloggero baciamolemani" Jannuzzi Lino,"l'odalisca di francia" Merlo,"missing in action" Galli Loggia,"ambrogio avrei un languorino" p.g. Battista, ad libitum....


Accolto il ricorso di Gioacchino Genchi http://www.antimafiaduemila.com/index.php?option=com_content&task=view&id=14790&Itemid=78




Dal corriere on line di oggi Zizzania in tv Ancora una volta Santoro ha fatto il Santoro. Dietro il paravento della libertà d’informazione, di cui è rappresentante unico per l’Italia, isole comprese, ha allestito una trasmissione all’insegna del più frusto slogan politico «piove, governo ladro». Non di pioggia si trattava, ma di un terremoto che finora ha fatto 290 vittime e quarantamila sfollati, raso al suolo paesi, buttato giù case, seminato distruzione. Ma i morti non lo fermano, la commozione non lo trattiene. Se ha in mente una tesi, che tesi sia. La tesi era che bisognava comunque attaccare la Protezione civile, specialmente Guido Bertolaso, i Vigili del Fuoco, la comunità scientifica che non ha dato ascolto agli avvertimenti di Giampaolo Giuliani, gli amministratori locali, il ponte sullo Stretto, Berlusconi, il governo. A dargli manforte in studio ha chiamato l’ex magistrato Luigi De Magistris, candidato alle Europee con l’Italia dei Valori (che acquisto per la politica!) e l’esponente di Sinistra e Libertà Claudio Fava. Contro aveva, e hanno fatto un figurone, Guido Crosetto del Pdl e Mario Giordano. Il giornalismo di Santoro funziona così: con l’aiuto delle poderose inchieste di Sandro Ruotolo e Greta Mauro ha intervistato una signora che si lamentava di un ritardo di un paio d’ore dei soccorsi, un signore che diceva di aver freddo, di un altro ancora che cercava riparo in tende non ancora montate, una studentessa che preoccupata aveva lasciato l’Abruzzo per tempo, un medico che denunciava la mancanza di bottigliette d’acqua nel suo reparto. Ne è uscito così un quadro di devastazione organizzativa da aggiungersi alla devastazione reale. Da un punto di vista simbolico, se un dottore chiede aiuto per la mancanza di qualcosa significa il fallimento dei soccorsi, l’impreparazione della Protezione civile, lo sfascio. Di fronte a una simile tragedia, ma soprattutto di fronte al meraviglioso e commovente impegno dei Vigili del fuoc


Di fronte a una simile tragedia, ma soprattutto di fronte al meraviglioso e commovente impegno dei Vigili del fuoco, dei volontari, della Protezione civile, dei militari, di tutte le organizzazioni che hanno passato notti insonni per salvare il salvabile, Santoro si è sentito in dovere di metterci in guardia dalla speculazione incombente, di seminare zizzania con i morti ancora sotto le macerie, di descrivere l’Italia come il solito Paese di furbi, incapaci di rispettare ogni legge scritta e morale. Santoro la chiama libertà d’informazione. Esistono gli abusi edilizi, ma forse anche gli abusi di libertà. Aldo Grasso 11 aprile 2009


Il Pd esclude Crocetta dalle sue liste alle Europee http://www.antimafiaduemila.com/content/view/14700/78/


Va bene avere idee contrarie, (infatti io ho visto la trasmissione in un altro modo)ma un cavolo di nessuno che difenda sta trasmissione? Tutti i giornali sempre contro? La seconda domanda e' perche' non prendersela con Vespa? La sua trasmissione si' che e' stata inutile. Ho visto due trasmissioni utili: Anno 0 per ricordare a tutti le colpe e come si portano le cose avanti in Italia (ed e' na cosa che va fatta per sensibilizzare il pubblico apatico della TV) e Chi la visto a cui io avrei dato tutte le prime serate alle 20.30 in quanto permetteva alla gente di avere informazioni dei loro cari collegati anche dalla radio (quando si dice TV di pubblica utilita', ed invece e' stata rilegata solo al mercoledi' di coppa su Rai Tre!!!. Ma Vespa che utilita' ha avuto?


L'informazione di regime è morta ed è una bella cosa direi; si lascia aperto uno spazio per chi voglia fare buon giornalismo. Perchè non dare vita ad un prodotto innovativo, magari una nave scuola per dei giovani (totalmente esclusi oggi dai media tradizionali) dove giornalisti del vostro calibro formino le nuove leve? Montanelli lo fece e fù un successo


# 94    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 13:4

Questione Crocetta. Chiude Antimafia Duemila (http://www.antimafiaduemila.com/content/view/14700/78/) "La politica deve proteggere e premiare i galantuomini. Crocetta può essere molto utile in Europa." Magari è utile anche e soprattutto a Gela. In Sicilia. La politica deve proteggere e premiare i galantuomini, d'accordo, ma qualcuno si ricorda il detto latino "Promoveatur ut amoveatur"? Una questione è quella di candidare sindaci fallimentari (Scapagnini a Catania) o politici sotto inchiesta (Mastella) o già condannati (Cuffaro), altra questione è quella di rimuovere dal territorio gente combattiva come Crocetta con la "scusa" di volerli proteggere e premiare. Se qualcuno agli inizi degli anni 80 avesse trasferito Falcone fuori dalla Sicilia, personalmente sarei stato contento per il magistrato (magari non l'avrebbero ucciso), sicuramente non sarei stato contento per la Sicilia (non si sarebbe celebrato il maxiprocesso). Discutiamone. De Magistris è stato spostato dalla Calabria alla Campania. Pensiamo anche a chi potrebbe lasciare spazio un sindaco come Crocetta che venga rimosso da Gela e spedito a Strasburgo a discutere di "massimi sistemi" come fa notoriamente quel Parlamento...
www.libdems.it


@Frada Cara Frada, non ho mai detto che non bisogna ricordare i morti, dico che a mio avviso mi sembra irrispettoso farlo nella modalita' in cui tu e molti altri state facendo. Non metto in dubbio la vostra onesta' e la vostra buonafede, ma mi pare che vi state prestando inconsapevolmente al teatrino mediatico che il sistema sta costruendo intorno alla vicenda. Ripeto, se si vuole onorare i morti si puo' fare solo col silenzio. Parlarne per ricordare i fatti e' un'altro discorso, ma senza sbandierare l'elenco delle persone morte. Personalmente non mi piace proprio... Ti saluto


Io spenderei senza batter ciglio anche qualche centinaia di euro l'anno per il solo contenuto di voglioscendere :)


# 97    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 13:18

E ancora, (mio #94) c'è un errore di consecutio alla fine ma vabbè siete tutti grandi e vaccinati...... Passando ad altro, Frada, la tua lista onestamente non mi è piaciuta più di tanto. Il resto del ragionamento sì (Corrias non ci fa bella figura a condividere un blog con Travaglio, viene battuto spesso e volentieri per 10-0), la proposta sì ma io non sono più così combattivo come lo sei tu oggi. Ok, se ci sono delle responsabilità nel modo in cui si costruisce, vanno accertate. Che l'Impregilo sia un brutto nome e salta fuori anche in Abruzzo oltre che a Napoli e per il Ponte, ecco.. questo è il Paese degli squallidissimi monopoli privati che sfuggono al controllo politico perché controllano la politica. Ritornando alla lista... beh, ricordiamoci che si tratta comunque di un terremoto, non che La Russa si sia messo a sparare a L'Aquila coi militari impiegati insieme alle forze dell'ordine o Maroni abbia invaso l'Abruzzo con le ronde. E' stato un terremoto: un evento naturale. Napolitano che la sa lunga (perchè non è politico da una stagione...) su ingegneri e geometri che frequentano i politici locali si è affrettato a ricordare che le responsabilità sono di tutti. Tutti... L'unica cosa che possiamo sperare è che la magistratura, se da quelle parti sono ancora indipendenti, faccia il suo mestiere. Ma di liste di vittime, e non di eventi naturali, ma causati da uomini come loro, ne abbiamo in abbondanza in Italia. Che faccio? Posto quelli del Dc-9 di Ustica che ancora non hanno ottenuto giustizia dopo un quarto di secolo?
www.libdems.it


# 98    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/4/2009 alle 13:20

Beato te, Alberto. Io non ci arrivo proprio a mantenere (come scrive Corrias, "voli, cene con le fonti, alberghi") nessuno dei tre giornalisti.




Ciao Marco, perchè non pubblica una seria di link/blog che secondo te vale la pena di controllare per aggiornarsi e mantenersi aggiornati al posto dei TG e dei quotidiani?? Magari con un commentino sotto :-D Grazie




@ __mou__ Per quanto riguarda la candidatura di Crocetta... è un bene se viene candidato per le europee... perchè anche se è vero che quella persona fin ora ha garantito per la città di Gela che la mafia restasse lontana... è anche vero che una sua promozione, come le tante altre che sono state fatte da IDV indica che in politica si può venire ancora promossi se si fa bene il proprio dovere... Poichè fino ad oggi siamo stati abituati a veder promossi solo ladri e criminali vari... si deve invertire la tendenza... e buttare al fresco i criminali...


Caro Peter, non solo la tua idea è molto giusta, ma è anche molto urgente realizzarla! Penso che non avreste alcuna difficoltà a trovare in rete, sui circa 15 milioni di utenti abituali italiani, un 100.000 abbonamenti da 100 euro l'anno, o meglio ancora 1.000.000 di abbonamenti da 10 euro l'anno. Un modello di business di questo tipo è rappresentato in Francia da Mediapart (http://www.mediapart.fr/) che costa 9€ al mese, non mette pubblicità, prevede forti riduzioni per studenti e disoccupati, coinvolge gli abbonati in una rete di blog interni di qualità e pubblica gratuitamente i sommari degli articoli. La cosa a mio parere funziona in Italia se riuscite ad ottenere una piena e incondizionata fiducia "militante" dei lettori, il che significa politiche finanziarie ed editoriali iper-trasparenti, per esempio: - pubblicare vostri bilanci e retribuzioni sul sito - coinvolgere firme di diverso orientamento politico, accomunate dall'assoluta indifferenza agli interessi partitici - puntare su un'informazione colta, pedagogica, di respiro internazionale, basata soprattutto su inchieste, ma anche sulla divulgazione statistica e scientifica, con ricca infografica, mettendo al bando gossip, calcio, grande fratello, stragi in famiglia e simili (salvo ove meritino commenti intelligenti). Insomma, serve un'opera di ri-civilizzazione. Francamente, penso che in Italia ci siano almeno cinque sei milioni di persone che non aspettano altro (il 10% colto della popolazione), e che la maggior parte di loro si trovano su internet. Coraggio!
http://linguaditerra.blogspot.com




*** IL TERREMOTO RINSALDA IL REGIME *** Capezzone, l'ultimo dei sottopancia del don Rodrigo di Arcore, ha pontificato che grazie al terremoto in Abruzzo il senso di responsabilità del Regime ha operato un significativo riavvicinamento tra il Sire e il PD, l'opposizione (cosiddetta). Elogio al senso di responsabilità del PD, l'azionista di minoranza del Regime berlusconiano. Lo stesso dicasi per il giornale La Stampa: mai genuflesso solitamente al capo dell'oligarchia italica, in questi giorni ha eretto un monumento a Berlusconi impegnato nell'ennesimo capitolo della sua campagna elettorale permanente. Poi c'è la portavoce non del governo Berlusconi, ma della famiglia Berlusconi: Giordano ha attaccato oggi frontalmente Santoro in prima pagina sul Giornale.


*** LA VERA OPPOSIZIONE NON E' IL PD *** Il continuo attacco ai Travaglio, ai Grillo, ai De Magistris da parte dei numerosi Bravi del don Rodrigo di Arcore, anche in questa occasione del terremoto, dimostra ancora una volta che per i sottopanza del Regime il vero nemico non è il PD, ma la dissidenza libera al Regime stesso. Capezzone, l'ex pupillo di Pannella, ora al soldo del Tycoon di Arcore, dopo aver elogiato la velroniana "pacatezza" del PD (non un parola dagli ex PCI sulle responsabilità evidenti del governo per la tragedia dell'Abruzzo) ha approfittato dell'attimo di visibilità mediatica per spiegare che ormai dopo il terremoto "i Di Pietro, i Travaglio, i Grillo e la loro antipolitica sono residuali nel Paese". La portavoce della famiglia Berlusconi, direttore de il Giornale, ha invece scritto che "il magistrato candidato De Magistris, investito ufficialmente del ruolo di censore dei furbetti (avete capito bene: il furbetto dei Valori eletto a simbolo di censore dei furbetti, che è un po’ come fare tenere ad Adriano un corso contro l’alcolismo)".


Ieri " il Giornale " berlusconiano, ha dato la notizia che il giornalisa Carlo Vulpio, candidato con l'IdV alle prossime europee, è stato rinviato a giudizio per diffamazione nei confronti di Felicia Genovese, ex pm della Dda di Potenza e del marito Michele Cannizzaro, ex dirttore generale dell' Azienda ospedaliera San Carlo di Potenza, entrambi coinvolti nell'inchiesta Toghe Lucane di De Magistris. Vorrei sapere se la notizia è vera, e se si, come mai non è stata data da altri organi d'informazione...


*** PORTAVOCE DELLA FAMIGLIA BERLUSCONI *** "Lasciamo da parte i malinconici dettagli: Travaglio che legge (per altro con inesattezze) verbali da questurino di provincia e il magistrato candidato De Magistris, investito ufficialmente del ruolo di censore dei furbetti (avete capito bene: il furbetto dei Valori eletto a simbolo di censore dei furbetti, che è un po’ come fare tenere ad Adriano un corso contro l’alcolismo)." "E allora perché, invece, avete messo in scena solo un vergognoso processo alla Protezione civile? Forse perché il problema delle case costruite male non può essere addossato in nessun modo a Berlusconi? Forse perché vi siete accorti che, anzi, il piano casa appena varato andava proprio nella direzione dell’auspicato rinnovamento edilizio? Forse perché il ritardo delle norme antisismiche non è colpa di un sottosegretario del vituperato centrodestra, ma di una cultura del Paese che riguarda tutti? Forse perché il primo a firmare quel rinvio è stato proprio Antonio Di Pietro, nume tutelare del furbetto anti-furbetti De Magistris? Dev’essere così, è chiaro. Ma il risultato è vergognoso. Noi speravamo di parlare dei problemi seri. Su questo giornale l’abbiamo fatto, fin dal primo giorno, senza nascondere nulla, con dati e cifre, denunce e accuse fondate su abusi e inadempienze nelle costruzioni. Voi invece avete preferito affidarvi alle beghe da cortile, avete ritirato fuori la madonna del radon, l’autodidatta Giuliani, avete mestato nel torbido raccolto sul fondo della disperazione con un unico scopo: mettere nel frullatore chi da cinque giorni lavora, rischiando la vita e senza risparmiare energia, per ridare speranza all’Abruzzo." http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=343188&START=0&2col=


Passo du qui solo per due battute; 1. Ho visto, dando una rapida occhiata al Corriere, che Aldo Grasso è più che mai intruppato nel sistema giornalistico "destrificato". E' giusto criticare, di Annzero, quello che va criticato, ma Grasso fa finta di non capire (non lo ritengo così stupido da non aver capito) la quintessenza della trasmissione: che Santoro non intendeva dimostrare il detto "la terra trema, governo ladro!" (beh, se dicesse "governi ladri", sui tempi lunghi, ci saremmo quasi), ma con i reportage dal fronte del terremoto insisteva chiaramente su un unico grido d'allarma: non siamo preparati per fare fronte come si deve a questi eventi! La terra trema: e ogni volta tutti cascano dalle nuvole, anche gli Aldo Grasso di turno. O fanno finta, appunto. Come se l'Italia fosse a rischio sismico a anni (o quinquenni) alterni. 2. Berlusconi ora chiede l'unità politica per affrontare le urgenze. Bene, se non fosse che è lui sempre il primo che prepotentemente crea dissidi, non appena apre bocca, non appena fa qualunque cosa. Il poblema è lui, solo lui, ma la maggioranza non se n'è ancora accorta.


*** INTERNET E DE BORTOLI *** Sono d'accordo col commento #103 di Lunobi: esiste un mercato di nicchia in Italia costituito da una minoranza illuminata che di fatto già sostiente i giornalisti veri (come Peter e Marco) comprando i vostri libri, le riviste sulle quali scrivete, ecc. Per es. io compro l'Espresso tutte le settimane solo perché so che c'è la rubrica di Travaglio. Lo stesso dicasi per l'Unità. Come anche finanzio Beppe Grillo andando ai suoi spettacoli e comprando i suoi DVD. Se questi autori fossero presenti su un unico giornale, on line o cartaceo, a maggior ragione lo comprerei ogni giorno. Per lo stesso motivo diffido di De Bortoli: uno che va a dirigere il principale quotidiano del Regime, il Corriere, provenendo da secondo giornale del Regime, il Sole, non può essere facilmente assimilato ad un Peter Gomez o un Travaglio. Non perché lui sia disonesto: ma perché in quel posto deve rappresentare interessi più grandi di lui. Che non sono ahimé i lettori.


VEDIAMO SE FUNZIONA VERAMENTE E SE LE BUONE IDEE ARRIVANO AI PEZZI GROSSI. 1) ANNULLIAMO IL MONTEPREMI DEL SUPERENALOTTO, CHE è QUASI DI 40 MILIONI DI EURO,E DONIAMOLO A CHI NE HA BISOGNO IN ABRUZZO 2) RIMANDIAMO A CASA QUEGLI IDIOTI DI TUTTI I REALITY E DONIAMO I MONTEPREMI 3) CHE I POLITICI DONASSERO LO STIPENDIO DI APRILE (tanto non muoiono di fame)COPIA, INCOLLA E DIFFONDI.


# 111 Cinzia di F. Quoto 1) |,,,, quoto 2) |,,,, ,,,,| quoto 3) |,,,, e quoto la premessa Legenda: |,,,, = pollice alzato, per il 2) con ambo le mani


Quando il Corriere della Sera riconsentirà a Carlo Vulpio di occuparsi delle inchieste (anche) a lui sottratte, allora ritornerò a comprarlo e leggerlo! Fino ad allora, De Bortoli = Mieli Saludos


Aldo Grasso, giornalista del Corriere del Regime, probabilmente nostalgico dello stalinismo - come il suo autorevole collega e capocordata, Sergio Romano - dice che la trasmissione di Santoro, per aver messo il dito sulla piaga e detto la verità, ha compiuto un "abuso di libertà". Se l'è lasciato scappare oppure il Regime - di cui Grasso è fervido seguace, com'è noto - ha deciso di usare il pugno di ferro contro le voci fuori dal coro? A quando, signor Grasso, il prossimo editto bulgaro?


*** AUMENTARCI LE TASSE PER L'ABRUZZO *** Ecco mancava l'idea geniale dell'ex ladro craxiano di Regime, Giuliano Amato: perché non finanziamo la riscostruzione aumentando le tasse dei cittadini? In fondo chi si potrebbe opporre a simile atto di solidarietà? "In qualche modo consiglierei il governo di profittare di questa circostanza: ci vorran­no molte risorse per l’Abruzzo, e non cre­do sia possibile reperirle nel bilancio pub­blico senza qualche contribuzione da par­te dei cittadini" http://www.corriere.it/cronache/09_aprile_11/amato_il_premier_ha_agito_bene_aldo_cazzullo_c4bf4e54-265f-11de-ba4e-00144f02aabc.shtml Mi oppongo. Primo perché pagherebbero i soliti fessi, i lavoratori dipendenti. Secondo, perché questo Regime ha già depredato abbastanza: Alitalia, election day, fondi europei, Del Turco e altri... Invece io propongo: no soldi dei cittadini per l'Abruzzo! Che usino quelli già stanziati dal CIPE per il Ponte di Messina! Solo così inchioderemo la Casta alle sue responsabilità...


Cominciate a spargere la voce di un nuovo quotidiano, divulgate le firme, l'editore, gli sponsor. Rendete pubblico un progetto editoriale che per partire ha bisogno dell'abbonamento. Che ha bisogno dei denari per essere realizzato. Sono sicuro che mezza italia non fara' fatica ad appoggiarvi. Poi datevi una scadenza per il numero 1. Io abito negli USA, ma giuro che me ne compro 20 di copie e mi faccio l'abbonamento a vita. Serve iniziativa...


il gioco delle 3 carte... anzi dei tre zerbini. Sono gli incarici ricoperti in successione. L’anno non l’ho messo, ma tenete conto che quando va via uno arriva l’altro, a rotazione. Gianni Riotta : giorn. Corriere sera -> dir. TG1 -> dir. Sole24Ore Ferruccio De Bortoli : dir. Corriere della Sera -> dir. Sole24Ore -> dir. Corriere della Sera Paolo Mieli : dir. Corriere della Sera -> Presid. RCS -> dir. Corriere della Sera Tutti questi giri e scambi nell’arco di 10-15 anni. PETER mi spiace dirlo, ma non hai capito un cavolo. FERRUCCIO DE BORTOLI sta li perche' persona di fiducia. Non è un moderato, è uno che sa cove salvarsi il culo. E' diverso. ----------------------------------------------- PUBLIO VALERIO PUBLICOLA


# 118    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 12/4/2009 alle 1:30

Mi dispiace continuare con un frainteso di cui io sinceramente non vedo il motivo. Ho creduto e credo tuttora che non ci sia modo 'migliore' di ricordare delle vittime, chiamando e leggendo nome per nome ogni singola vittima, se questo vuol dire fare il gioco del nemico o sporcarsi dello stesso vojeurismo di cui abbiamo potuto vedere scempio ampiamente in questi giorni, mi dispiace ma devo chiedervi di rivedere le mie parole, anche quelle dei giorni scorsi anzi di qualche notte fa in cui avevo dato l'input riguardo allo sciacallaggio mediatico e non solo materiale delle ronde ladre diurne e notturne. Parlare delle vittime lo si fa dicendo i nomi, che pochissimi portali avevano pubblicato ieri (solo libero) e un servizio su skytg24. Parlare di informazione e giustizia va benissimo, senza strumentalizzare e speculare come è stato fatto e sarà fatto ancora. Potremmo riportare i nomi di tutte le vittime, dalle 5000 di mafia a quelle di Ustica, da quelle del terremoto del friuli ai 1000 dell'irpinia a quelle di Sarno e di Quindici. Non cambierebbe nulla. Nessuno ha fatto in modo almeno in parte di limitare i danni, quella ricostruzione a cui auspicavo io ieri e altri con me a qualcuno in precedenza, sempre e solo gli stessi in tutti i casi, è che bisogna cambiare la radice culturale di questo popolo e può avvenire solo con una profonda conoscenza degli errori del passato, senza dimenticare tutti i danni. Gli errori sono le costruzioni fatte male i danni sono le vittime. Le vittime si chiamano per nome per quel profondo rispetto che deve essere dato a ciascun essere umano e per sottolineare il dolore che hanno lasciato ai parenti e agli amici o semplicemente a altri esseri umani sensibili quei singoli uomini, donne e bambini che non ci sono più e a cui bisogna dare importanza a ciascuno di loro. Mou dice che la mia lista non gli è piaciuta più di tanto...e cacchio mou, come fai a usare il termine piacere? Cosa ti dovrebbe piacere? Sono morti! Sch


# 119    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 12/4/2009 alle 1:30

Schiacchiati da quel cemento sabbioso tanto friabile da crollare e tanto pesante da soffocare la vita...Ci mancherebbe che ti piacesse...scusami se mi attacco alle parole che usi, ma proprio non posso accettarle. Scusami ma non mi sembra di aver detto che qualcuno abbia sparato con le mitragliatrici o che altri abbiano ucciso con le ronde, non ho neanche detto che Gomez sfigurasse con gli altri giornalisti. Certo è un evento naturale un terremoto, certo è che se crolla un ospedale che è una di quelle cose che non dovrebbe scalfirsi in caso di disastri, in zona sismica soprattutto perchè consegnato nel 2000 dopo 30 anni, se c'è di mezzo l'impregilo e crolla per il 90%, permettimi di dissentire dalla naturalità di un evento. La natura e i suoi danni sono una cosa, altro sono i danni creati dall'uomo. Le responsabilità, come vi dicevo stamattina e vi ripeto ora, vanno accertate e sono responsabili tutti : dall'impregilo che ha vinto gli appalti al geometra o all'ingegnere che ha ordinato materiali di qualità inferiore al manovale che ha riempito i pilastri con tondini lisci e non zigrinati. Sono tutte responsabilità che devono essere accertate. Ma non spetta a noi trovarle, nè a me nè a mou nè a siculabroker o a Kristel o a Lory o ad Angel, a Gomez o a Travaglio : noi abbiamo un solo compito come cittadini...ricostruire con l'aiuto di uomini rimasti sani con amore per la propria terra e del proprio popolo. Per rispondere a Siculabroker posso dire che non si possono ricordare le vittime con il silenzio, perchè il nostro paese sta morendo nel silenzio della non informazione e della non giustizia, rimanere zitti sulla morte o sulla non vita credo, anzi sono convinta, che porta solo a dimenticare...Perchè anche con questo come tutti i mali della storia d'Italia si cercherà tatticamente di mettere a tacere per non accertarle quelle colpe...e berlusconi ce lo insegna molto bene "tutto quello che non arriva in tv non esiste". Tempo 3 settimane, forse anche meno,


# 120    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 12/4/2009 alle 1:31

Tempo 3 settimane, forse anche meno, non si saprà più niente di quelle persone, così come ora non c'è una sola notizia degli sfollati sulla costa adriatica. Un saluto a tutti frà
ricostruzione ricostruzione ricostruzione


peter, Marco, Padellaro, Pino, Gianni Barbacetto NON PERDETE TEMPO, RACCOGLITE LE POTENZIALI ADESIONI PER ABBONAMENTI AD UN NUOVO GIORNALE io sottoscrivo subito un abbonamento sostenitore. raccogliete le adsioni e partiamo


per #38 frada79 Grazie per aver pubblicato l'elenco, ma purtroppo non ci sono solo le vittime ufficiali: http://www.youtube.com/v/zz8GuoCjIKo&hl=it E purtroppo anche perché, come dici tu, #119-120, tempo 3 settimane, anche meno ecc... E dubito, a meno di magistrati e tecnici coraggiosi, che tutto il marcio acquattato sotto il disastro Abruzzese salti fuori, perché dietro c'è mezza Italia. Una tra le enormi ricchezze delle mafie è proprio il cemento, molto spesso fuori norma. Il potere di berlusconi e soprattutto del suo sistema stanno ormai straripando come una marea maleodorante, fetida. Ovunque. Come può essere difensore della legalità un individuo che da DECENNI la uccide in continuazione? Sì, il silenzio non è più d'oro, bensì diventa collusione con tutti coloro i quali hanno contribuito e stanno contribuendo a disintegrare questo Paese, soprattutto nelle coscienze. Silenzione. Buona Pasqua a tutti. Daniele


# 123    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 12/4/2009 alle 20:45

@ Daniele Grazie Daniele, purtroppo non riesco a visualizzare il video...non so come cercarlo... quei nomi non sono tutti mancano tutti i nomi di quelli che hanno perso tutto hai ragione, non ci sono solo le vittime ufficiali.. Appunto perchè dietro c'è mezza Italia, impregilo compresa, c'è da avere ancora più paura del silenzio...Abbiamo politici collusi con quelle organizzazioni che hano fatto del cemento la loro miniera d'oro non è un caso tutta questa dedizione del premier...una mega campagna elettorale gratuita...speculazione e sciacallaggio con le bisarche... Come dice Tabucchi e spesso ci ricorda Pasolinante 'tutto c'entra con tutto', questa affermazione sintetizza tutto quello che penso e sento in questa ultima settimana di dolore e distruzione. Buona Pasqua a te e tutti i bloggers ciao frà




Salve ragazzi. Sono un ragazzo aquilano colpito dal terremoto, vi scrivo da una tenda. In questo momento difficile ci serve il vostro aiuto: purtroppo la vita in tenda è molto difficile, soprattutto per anziani e bambini. Ecco perché vi chiediamo di aiutarci. Se potete mandate quello che volete, non solo soldi, ma anche cose che magari potreste pensare come inutili, ma di cui invece si ha un gran bisogno: cartaigenica, spazzolini, dentifrici, tampax, saponi per la biancheria, detergenti.... Questi sono gli estremi a cui inviare gli aiuti. CARITAS Conto Corrente Carispaq - Sede Centrale (L'Aquila) Arcidiocesi L'Aquila - Caritas Diocesana Piazza Duomo, 33 - 67100 L'Aquila n.70687 IBAN: IT 87 U 06040 03601 000000070687 P.S. Diffondete e stimolate gli altri a reagire, perchè dobbiamo mettere fuori tutta la dignità e la forza di cui siamo capaci. Non possiamo solo subire quello che è accaduto, dobbiamo anche imparare da questo storia. Le cose difficili devono renderci migliori non perdenti. Grazie.


@frada79 Scusa, ma nel post non riesco a inserire questo link http://www.youtube.com/v/zz8GuoCjIKo&hl=it come tale (dovrebbe comparire in blu ed essere "cliccabile") Ad ogni modo, se lo copi e lo incolli nella parte indirizzo di una pagina internet poi premi Enter, dovresti accedere al filmato. La cosa che mi fa impazzire è che il cosiddetto premier, a parte poche eccezioni, è esaltato dai (suoi) giornali e dalle (sue) televisioni. Siamo al delirio, al culto parossistico del "mago" e POCHI se ne rendono conto appieno. Altri hanno solo qualche sospetto, oppure dicono che non ci si può far nulla e in ogni caso se ne fregano, ma son sicuro che la maggioranza, VOTANTE, ha subìto in pieno il lavaggio del cervello, o meglio, l'asportazione, visto che ragionano e vedono cose imposte da altri e altrove, una sorta di matrix (il film :-) terribilmente vero... Buona Pasquetta, nonostante tutto. Daniele




ma per favore! fate ridere...


# 129    commento di   frada79 - utente certificato  lasciato il 14/4/2009 alle 23:28

@ Daniele Scusami ancora Daniele, non mi funziona neanche così, prova a scrivere il titolo del video. Grazie e scusami. ciao frà


consiglio un libro a tutti :-) http://www.cielilimpidi.com/?p=411 Un saluto Simona


Ciao Peter, una notizia dal Canada -- una rivista online sta facendo una raccolta di fondi mirata a capire quali servizi vogliono i lettori nell'imminenza delle elezioni in British Columbia. Si parla soprattutto di giornalismo investigativo, dell'interesse dei lettori, finanziato direttamente dai lettori stessi. Si tratta solo di un esperimento, ma giornali cosi' finanziati non finirebbero per pubblicare solo quello che sceglie la maggioranza, nulla di nuovo, nulla di originale, nulla di cui i lettori non abbiano gia' notizia? Non finirebbero per essere servitori di un altro padrone? In un'intervista di stasera il direttore della rivista accenna al fatto che alla fine dell'Ottocento Edward Bellamy scrisse un romanzo utopistico nel quale descriveva tra l'altro giornali finanziati direttamente dai lettori. A questo pare che si sia ispirata la redazione di The Tyee. Per maggiori informazioni, http://thetyee.ca/Tyeenews/2009/04/06/ElectionFunds/ http://www.cbc.ca/asithappens/latestshow.html


Caro Peter, bellissimo articolo e bella analisi della situazione dell'informazione (?) in Italia. Io vedo tutti i giorni, in stazione e in metropolitana, le edicole, con i giornali esposti, e sono l'uno la fotocopia dell'altro. Gli unici fuori un pochino sono Libero, con i suoi titoli-insulto, e il Manifesto, con le sue foto e i suoi titoli a caratteri cubitali. Ma, per il resto...Adesso, poi, a Milano, c'è questo fogliaccio, che si chiama "Cronaca Qui", su fogli gialli: i titoli urlati, in caratteri rossi o neri, sono tutti contro i rom, contro i clandestini...Una volta, l'ho visto in un bar, aperto su un mega-articolone sulle condizioni "lussuose" in cui l'italico governo farebbe vivere i clandestini, con spese onerose per lo Stato. Mi sono incazzata come una belva! Spazzatura allo stato puro! Sono d'accordo con chi dice che si dovrebbe creare un giornale che tornasse a dare le notizie vere e importanti, non la lite di due cazzoni al GF9, o il divorzio di quello psicopatico integralista di Mel Gibson!!!!! Peter, siamo qui ad aspettare che lo facciate, almeno su Internet. Siccome sognare non costa niente, ogni tanto io immagino una TV con trasmissioni di approfondimento condotte da Travaglio e Gomez, satira politica bella e feroce con Guzzanti (tutti e tre, eh?), Luttazzi, Paolo Rossi; un bel varietà, magari, sulla scorta dei mitici Avanzi, Tunnel, Ottavo Nano...Caspita, farebbe sfracelli, altro che relity e Vespa e TG venduti! Ciao a tutti! P.S.: Peter, ho visto la tua intervista al Festival del Giornalismo. Sei sempre eccellente! :-*


@frada79 Ciao Frà, "Scusa"?!?! Ma scherzi?? :-)) In youtube cerca "I morti che non vi dicono - Telecamera nascosta alla protezione civile", che poi è un video ricavato dal sito "http://www.byoblu.com/". Buona serata. Daniele


I consensi del piccolo simpatico bugiardo crescono. Lui sì, che è un vero terremoto: da oltre 15 anni devasta l'Italia senza alcun freno. Anche in questo caso non è stata fatta nessuna prevenzione: sarebbe stato sufficiente ascoltare il vecchio e saggio Indro Montanelli, secondo il quale se "lui" fosse entrato in politica, per questo paese sarebbe stato un autentico dramma. link: http://www.youtube.com/watch?v=RobGep1mgT8&feature=related Vale a dire il titolo: "La grande balla di Berlusconi in Abruzzo" Cosa volete di più dalla vita?...


Siamo seri caro Peter, dovete darci un piano editoriale e solo dopo le coordinate bancarie. D'istinto ti avrei detto sì subito, ma dovete costruire qualcosa che duri, ne avete la possibilità purchè rinforziate la squadra, con giornalisti che si occupino anche di politica estera, di finanza, di nuove tecnologie, sport (solo quelli minori per carità). E in ultimo mi permetto, dopo aver cliccato un attimo sul sito di sua maestà lady Huffington, contenuti multimediali di qualità. Con affetto,stima e immutata disponibilità a spendere per il brand Gomez-Travaglio.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti