Commenti

commenti su voglioscendere

post: Elio e le storie tese

Dunque. Elio Letizia da Secondigliano, messo comunale, 12 mila euro dichiarati all’anno, ha una figlia, Noemi , che veste firmato e va a scuola in Mercedes con autista. Lui conosce intimamente il premier, ma né lui né il premier spiegano come e quando si sono conosciuti. Anche Noemi conosce intimamente il premier: a 15 anni inviò un book di foto a Mediaset tramite un amico di Dell’Utri ; poi, a 16-17 anni, iniziò a frequentare “papi” per tirargli su il morale col karaoke . Milano, Roma, Sardegna. Ma sempre, giura Ghedini, accompagnata dai genitori. Strano: i coniugi Letizia risultano separati da anni; e il Corriere ventila addirittura un’“amicizia particolare” tra Elio e un ex dirigente comunale. Quali armi di persuasione possieda Elio per convocare il premier da Milano alla ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 217    commento di   Stefano B - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 9:55

leggo su Dagospia un intervista di Libero a Zeffirelli. Il vecchio regista molto simpaticamente afferma che se Travaglio fosse vissuto all'epoca della rivoluzione francese sarebbe stato il primo ad essere ghigliottinato. Simpatici questi destrorsi


# 218    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 9:56

x marina conviene al dissenso e alla giusta causa che dovremmo avere tutti comune di personalizzare la guerra fra giornalisti? a cosa porta? l'abbiamo già visto , a nulla porta a continuare l'autodistruzione della malattia narciso..non è meglio non cagarsi di striscio i camerietati diversi e dedicarsi definitivamente concentrati a qualcosa che lasci compeltamente soli i depravati a mangiarsi fra loro?


@ 217 commento di Stefano B La vecchia "zia" Zeffirelli dovrebbe spiegare quei festini nella villa di Posillipo che allietavano le notti degli anni '70. Sarebbe bello confrontare le prestazioni del suo idolo con le sue...


ops..trattavasi di Positano, a Posillipo infatti c'erano i Krupp e Vidal: altra bella famigliola.


@ Roland 212 Scusa ma non possiamo qui tra noi metterci d'accordo almeno sull'esattezza dei nomi propri, e così, definitivamente, semprechè esatti siano, appellarli? Sennò finisce come quell'obbrobrio di appropriazione indebita -della- o -delle- libbbertà, che manco loro sanno di quante ne avranno mai bisogno, ed allora ci fanno accettare anche la vaghezza del numero datosi e riprenderlo per buono. Tornando in sensi, questo tale all'inizio non era dato per Benedetto? Ora, mi pare che stò Elio (Sole) degli ultimi giorni + Letizia sia studiato apposta per evocare i bei vecchi mulini bianchi giusti giusti per stregare l'assuefatta plebe sempre vogliosa di svelare vecchi incantesimi familiari, e forse questi, finora tenuti in freezer anche da madonna Veronica. E se scavalcassimo il piccolo uomo, ignorandolo insieme ai suoi fantasiosi diversivi, e finalmente puntassimo uno ad uno i tanti guai che abbiamo?


Intervento Ot. A Beatrice Borromeo che si offende e si sfoga ad un'età in cui si dovrebbe stare con più umiltà ad Ascoltare, dico: se credi di aver già capito il tuo Paese e il tuo tempo, se hai già scelto sinceramente ed appassionatamente la parte con cui stare e non vuoi solamente "cavalcare l'onda" scrivendo con Travaglio, fai una cosa di sinistra, fai una cosa nobile, fai una cosa morale in questa Italia immobile ed arrogante, legati per la vita ad un proletario onesto.


# 223    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 10:39

a proposito di napoli..mi raccomando napoletani di questo blog andate a fuorigrotta oggi pomeriggio..se fossi lì oggi andrei con due blogger che sicuramente vanno...abbinata de magistris zipponi che qui a milano è stata super rigenerante vista la valle di lacrime.. 11 Maggio 2009 Appuntamento a Napoli presso il Teatro Piccolo - Fuorigrotta (Napoli), piazzale Tecchio 3, ore 17:00 Torniamo in Europa per promuovere e difendere il lavoro Partecipano Luigi de Magistris e Maurizio Zipponi. Coordina il segretario cittadino Vincenzo Ruggiero. Intervengono Massimo Brancato della Fiom Cgil, Gianluca Daniele del Slc, Raffaele Lieto della Filcams servizi


La vignetta mi ha spaccato dalle risate.....


Adesso spunta l'ex assessore psi Arcangelo Martino a mettere una pezza sulla faccenda Elio-Berlusconi confermando che l'amicizia tra i due c'era ("l'ho presentato io a Berlusconi")che la conoscenza è avvenuta all'hotel Raphael ai tempi di Bottino Craxi prontamente smentito questa mattina sulla stampa da Bobo Craxi & C.: "Leggo che c'è un ex assessore napoletano del Psi, Arcangelo Martino, che ricorda di aver presentato il signor Letizia, il padre di questa signorina Noemi, a Berlusconi e a mio padre. Ora, io escludo categoricamente che il signor Letizia fosse un habitué dell'hotel Raphael. Lo stesso ex assessore Martino erroneamente si definisce ex segretario regionale, perché non ha mai ricoperto questo ruolo a Napoli, come potranno confermare tutti gli ex dirigenti del partito campano. Lui stesso, Martino, credo che sì e no sia passato qualche volta a salutare mio padre al Raphael". Si, erano grandi amiconi, un'amicizia più che ventennale,tant'è che Silvio non si ricordava nemmeno che lavoro facesse elio letizia! La faccenda comincia a puzzare veramente , troppe lacune e troppe excusatio non petita, qui ci vorrebbe uno di quei cronisti d'inchiesta di una volta, quelli veri, che si consumavano le scarpe andando in giro a fare domande sul campo e a infilare il naso in vecchi fascicoli!


Caro Marco, Sono spesso d'accordo con te, ma qui credo che tu abbia forzato un po' la mano su due dettagli. Il primo è che mi sembra molto plausibile che l'uomo più ricco d'Italia, e uno fra i primi nel mondo, abbia sempre a disposizione gioelli per eventuali regali...del resto non puoi mica pensare che vada personalmente in gioielleria come altri mortali! Il secondo riguarda la presenza di fotografi. Dal momento che sei giornalista, puoi ben immaginare come sia facile che si sparga la voce che il primo ministro si trova in un luogo per una festa: i fotografi arriveranno lì alla velocità della luce. I particolari più importanti sono altri, che tu hai già messo in luce in passato.


# 227    commento di   fab1979 - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 11:5

Interessante questo dibattito. Ci sono un mucchio di particolari da chiarire: Letizia come conosceva Berlusconi? Ma non ha uno stile di vita strano per un messo comunale questo Letizia? La festa era approntata o no? Peccato che, nel giro di una sola settimana, il silenzio sia stato intonato dai maggiori quotidiani, che ormai l'hanno gabellata come "vicenda privata" (sic!). E in tv non parliamo. Per fortuna Repubblica continua per bene a fare il suo dovere.
www.ilmalfattore.com


se fossi un giornalista sarei da giorni a caccia di qualche notizia in piu', sul territorio, da casoria al casertano, per capire cosa e' successo realmente, perche' pochissimi finora hanno fatto le domande giuste e nessuno ha dato risposte a non essere giornalisti ci si sente impotenti, in certi casi ti sembra proprio che i giornalisti non facciano il loro lavoro e tu non sai a chi rivolgerti il massimo che posso fare e' girovagare per la rete, un territorio immaginario pieno di specchi, dove bisogna scavare tra copie della stessa frase postata in mille blog, dove i giornalisti cosiddetti professionisti sono soddisfatti di lasciare un titolo perche' sanno (o credono) che nessuno leggera' mai un approfondimento, nessuno cerchera' mai di piu' di quel che trova in superficie in rete ho trovato traccia di un pensiero interessante, scomposto e frammentato, tra i lettori qualcuno potra' dire "sai che sorpresa" e qualcun altro "che idiozia": in ogni caso un giornalista dovrebbe porsi il problema e chiedersi se valga la pena alzarsi dalla scrivania e andare a controllare http://morla.ilcannocchiale.it/
http://morla.ilcannocchiale.it/


... vi do la mia versione ... si stanno dipanando i dubbi ... 1) La mamma di Noemi decide di fare un book fotografico alla figlia 15enne (ricordiamo che i Letizia sono separati). 2) Il book viene mandato a Mediaset. 3) Berlusconi chiede a Dell'Utri che è sempre in mezzo di visionare alcune bimbe. 4) Berlusconi si invaghisce di Noemi(che è bbona vera). 5) La fa contattare e si vedono a Milano, Roma, Sardegna pagandole i viaggi(e non partecipa nessuno dei genitori agli incontri) e le paga la mercedes e gli abiti firmati. 6) Noemi e sua mamma ne parlano alle amiche. 7) I camorristi in quella zona sono tanti e la storia arriva alle loro orecchie. 8) Contattano il padre per incontrare Berlusconi. 9) Il padre (con il numero di cellulare in possesso della figlia) telefona a Berlusconi perchè alcuni boss lo vogliono vedere (sia per ricevere benefits per la spazzatura sotto il governo prodi, sia per minacciare ritorsioni sull'inceneritore di Acerra nel caso non si giunga ad un accordo economico proprio in vista delle elezioni). 10) Berlusconi va all'incontro con la scusa della gente comune e si porta dietro il fotografo che organizza il fotomontaggio. successivo).


????????


"leggo su Dagospia un intervista di Libero a Zeffirelli. Il vecchio regista molto simpaticamente afferma che se Travaglio fosse vissuto all'epoca della rivoluzione francese sarebbe stato il primo ad essere ghigliottinato. Simpatici questi destrorsi" @Stefano, eh però, allora collochiamo anche Zeffirelli. Io me la immagino tricoteuse intenta a spettegolare davanti alle ghigliottine


Forse letto Agatha Christie. Ma forse le nostre menti sono meno sottili. ;-)


Forse avete letto Agatha Christie. Ma forse le nostre menti sono meno sottili. ;-)


scusate l'arroganza tutti voi vi ponete la qustione come ha fatto a organizzare una festa credo costosa. primo non dimenticate che siamo a napoli (con tutto il rispetto per una grande maggioranza), perfino anno zero ha fatto un flop non ci ha detto quanto é costata la serata ,pagato in liquido o per assegno,la vicenda processuale poi assolto il papa cosa riguardava? a un primo momento pensavo a una deviazione di berlusconi visto le promesse per i terremotati che sa bene che non arrivera a mantenere. la cosa piu semplice sarebbe che la finanza facesse un'ichiesta patrimoniale, ci sono tutti i motivi come puo un semplice commesso comunale fare tutto cio in piu in zona camorrista. ma questo é fantascenza percio noi poveri cristi continuiamo a pensarci mentre le cose serie passano sotto banco


# 229 commento di Federico - lasciato il 11/5/2009 alle 11:26 6) Noemi e sua mamma ne parlano alle amiche. ""7) I camorristi in quella zona sono tanti e la storia arriva alle loro orecchie. 8) Contattano il padre per incontrare Berlusconi""". come sei buono!!non pensi che Naomi è uno dei tanti REGALINI che i camorristi fanno al CAPO DEI CAPI ?


Sto' Elio Letizia é un pò come il Kaiser Souse del film "I Soliti Sospetti": non si riesce a capire chi cacchio é. Oggi Bobo Craxi ha smentito nuovamente chi ha affermato che fosse un socialista importante e si é detto infastidito poiché si continua a cercare di avvicinarlo alla figura del padre.


@ federico 229 Credo la tua ipotesi sia la più vicina alla realtà e mi auguro che la camorra ci tolga questa spazzatura di uomo oserei dire che sarei lieto di averlo tra gli altri rifiuti tossici, anche in campania. Del resto siamo abituati ad avere la merda del nord nelle nostre discariche


# 238    commento di   nainen - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 12:2

Sono molto lieta che qualcuno nel mio paese osa a criticare Berlusconi cosi: http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/05/tuomioja_slams_berlusconi_730731.html
http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/05/tuomioja_slams_berlusconi_730731.html


>Il primo è che mi sembra molto plausibile che l'uomo più ricco d'Italia, e uno fra i primi nel mondo, abbia sempre a disposizione gioelli per eventuali regali...del resto non puoi mica pensare che vada personalmente in gioielleria come altri mortali! Non sembra plausibile affatto, a me. Non andrà lui in gioielleria, ma neanche gira con il ciondolino nel cruscotto del suo autista. Suvvia. >Il secondo riguarda la presenza di fotografi. Dal momento che sei giornalista, puoi ben immaginare come sia facile che si sparga la voce che il primo ministro si trova in un luogo per una festa: i fotografi arriveranno lì alla velocità della luce. E poliziotti o servizi che fossero vanno già alla mattina a controllare i luoghi? Abbiamo dei servizi dai poteri strani, si sa, ma ora anche preveggenti? I giornalisti dovrebbero indagare, giusto, ma io sto iniziando a stufarmi di questa storia, nel senso che è ovvio che è una palla colossale, è evidente che 'c'e qualcosa sotto', non so se verrà mai fuori, ma nel frattempo le illazioni lasciano il tempo che trovano; se anche risultasse vera l'ipotesi peggiore, i berlusclones, privi di intelligenza e sensibilità per definizione, continuerebbero a difenderlo- le donne direbbero che è colpa di 'quella lì' (Lario), gli uomini lo ammirerebbero perché si fa una giovanotta piuttosto carina (c'è di meglio) e loro, tutti, vorrebbero essere al suo posto. Mettetevelo in testa, nulla può ormai fermarlo. Capito questo, forse sarebbero opportune meno conferenze e più azione.


commento di nainen "Tuomioja calls Berlusconi a disgrace to Italy and the whole of Europe." Mai parole hanno tanto corrisposto al vero. Ma sino a che gli italiani non raggiungeranno la media intelletiva e culturale dei finlandesi, siamo punto e a capo.




Gentili amministratori di voglioscendere.it con la presente volevo segnalare una strana mail pervenutami al mio personale indirizzo nella quale mi si chiede di scaricare un programma per vedere i contenuti del vostro sito (la mail proviene da questo indirizzo:vogliocendere62@gmail.it). Non ritenendo vera la mail mi sentivo in dovere di segnalarla nel caso mi stessi sbagliando vi prego di contattarmi...Grazie per l'attenzione e un saluto a Marco Peter e Pino.


UNA COSA È STABILITA: È UN SEGRETO! Non insisto per nulla sulla mia versione, ma sentite questa risposta data da Elio e le storie inattese a 'Gente', ripresa anche dal Corriere insieme alla stima del valore del collier regalato (circa 6'000 euro): Elio dice che la sua amicizia con SB è dovuta a "un episodio che mi porto nel cuore. Se lo svelassi tradirei un segreto e la fiducia di Berlusconi." Altri indizi, questi, che mi fanno ritenere plausibile la mia spiegazione, anche se non escludo nessun'altra, fino allo schiarimento definitivo che deve pur arrivare. Visti il clamore e lo strascico di congetture, sarebbe ora di svelare il mistero, specie se non c'entra con la pedofilia. Tocca a SB. Ma la festa e i proclami mediatici erano magari il preambolo programmato, prima di annunciare, con un ritardo di quarant'anni, il lieto evento (Mitterrand attese solo vent'anni).




Tony >Ma sino a che gli italiani non raggiungeranno la media intelletiva e culturale dei finlandesi, siamo punto e a capo. Sottoscrivo in toto. È lì la chiave dell'intera questione.




@Federico: troppo dietrologica la tua ricostruzione dei fatti, secondo me é molto più semplice di quanto si pensi e non c'é nessuna ipotesi di complotto pseudo-cammorristica alle spalle: 1- concordo con te, la madre che é una tipica demente arrivista italiana, spinge la figlia al mondo dello spettacolo facendole fare il book fotografico ad un'agenzia ben inserita nell'ambiente, non a caso la ragazzina entra in uno pseudo corpo di ballo di una tv locale (molto corpo poco ballo) 2- sicuramente il book arriva a mediaset, ed é da stabilire attraverso quali canali: proprio da questo potrebbe emergere qualcosa di poco professionale e ancora più probabilmente é in questi canali che c'é chi procura le ragazze all'imperatore 3,4,5- non sono d'accordo con te, per me la cosa é organizzata attraverso le varie agenzie per modelle e modelli connesse con Mediaset 6- sicuramente la vanità é una caratteristica molto partenopea: basti pensare alle riedizioni fasulle rivedute e corrette del libro Gomorra perché alcuni boss si volevano vedere ingrandite le loro "gesta"!!!! 7,8,9,10- non sono d'accordo con te: secondo me il Nerone meneghino, tronfio e sicuro di se, partecipa semplicemente alla festa di compleanno di una delle sue concubine, le porta il regalo da 6000 euro, si fa il solito bagno di folla per far vedere alla gente che é uno di loro, il fotografo ce l'ha sempre con se perché tiene alla sua immagine ed é normale per un politico importante: qui entra in gioco il fatto che sono state vietate ai partecipanti alla festa riprese fotografiche o filmate di tale partecipazione. Ora é da stabilire se ciò é avvenuto perché Berlusconi non vuole, vista la sua enorme vanità, far si che escano fuori istantanee che lo ritraggono realmente (rughe e capelli posticci) oppure non voglia far si che ci siano prove compromettenti della sua partecipazione alla festa: le foto pubblicate da CHI sono un falso, vi pare che un egocentrico come Berlusconi non si fa


Ciao Malakh Infatti, come ci ricorda Danx, per citare solo un fatto. Danx L'ONU, come sai, ha già espresso la sua condanna e la Corte di Giustizia europea ha già preso provvedimenti sull'Italia che non sono serviti a nulla. Scrivere è un'idea, in ogni caso (anche se ormai, nel mio disincanto totale, non credo che neanche più questo servirà). Che ne dici di sensibilizzare un giornale o 'qualcuno di famoso'- ormai l'unico modo- sulla raccolta di firme?


Può un palazzinaro mafioso, mazzettaro, corruttore di giudici, seduttore di minorenni e chi più ne ha...candidarsi al Premio Nobel per la Pace ? SI, IN ITALIA SI. Il barile vuoto risuona del cupo grattare sul suo fondo.


http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=5910&ID_sezione=29&sezione= IL PRIVATO UCCIDE LA POLITICA, di Barbara Spinelli, su laStampa. Da leggere.


Io non credo che il punto sia Letizia o Craxi o i giornalisti a caccia di notizie. Il punto è che noi queste cose le conosciamo grazie a internet,ma più della metà del paese gongola su quella manciata di fesserie che scagliano i telegiornali per ammortizzare l'effetto che simili notizie potrebbero avere sulle coscienze benpensanti.É chiaro che se la notizia viene stravolta,levigata manipolata non si ha una notizia ma uno dei soliti attacchi della sinistra cattivona o idiozie del genere,quindi anzichè destare sospetti la notizia(o meglio la non notizia) non farà che esaltare l'immagine del nostro povero martire mediatico. Infatti ormai qualsiasi cosa combini al tappone,non ha un gran effetto sull'opinione pubblica.Più viene coinvolto in pseudoscandali notizie compromettenti ecc, più sembra uscirne rafforzata la sua immagine di uomo incompreso,bistrattato da giornali e opposizione e lui poverino deve sopportare tutto...è esasperante. Ed ecco che questo poi arriva alla gente e non ti stupisce più assistere a pietosi litigi tra famigliari o tra amici solo per stupidi discorsi a sfondo politico,e vedere persone che si accaniscono contro chiunque abbia da ridire su al tappone. É un circolo vizioso.Se mi sento impotente? La domanda però è un'altra:come fà una persona a prendere posizione su un qualcosa se non sa neanche su cosa prenderla?


Non voglio mancare di rispetto a nessuna delle signore, passate, presenti o future, ma consiglierei la ri-lettura di questo vecchio articolo, aggiungendo che qualcuno, anche qui bisbigliava di un tuttora (solo) a noi sconosciuto terzo figlio. Quando il mal'avvocato vuole custodire segreti ci riesce. Se stavolta è uscito un feuilleton, tranquilli, a qualcuno ed a qualcosa servirà, presto capiremo. ANJA PIERONI 1 Maggio 2001 Capital Ora copre le caviglie e lascia appena intravedere i piedi. Prima, ai bei tempi della Prima repubblica, erano caviglie snelle e piedi armoniosi. Le altre donne li invidiavano. Una mia amica li vedeva dal parrucchiere, mentre Anja se li curava con il pedicure. Anja Pieroni, prima, aveva anche un corpo perfetto: esile eppure rotondo in certi punti. Occhi verdi e niente di rifatto. Bellissima, anche quando recitava nelle commedie all’italiana. Tanto che i maschiacci non dimenticheranno mai almeno una scena del Conte Tacchia. Lei era davanti il portone nobiliare e con le mani affusolate e il polso esperto agguantava le parti intime del conte, Enrico Montesano. Altri ricordano un film di Dario Argento del 1983, Tenebre 2 si intitolava, dove recitava con Veronica Lario ed Eva Robin’s. Anja Pieroni era quasi famosa. Era la groupie degli anni Ottanta. Era la regina di Gbr, una piccola ma potente televisione privata di Roma. Anja Pieroni era amica del capo. Era amica di Bettino Craxi. La pupa del bullo, si diceva. E per questo era odiata e temuta. Non si vedeva molto in giro, non ce n’era bisogno. Lei c’era e basta. Poi è scomparsa, per la verità è scomparsa qualche mese prima del crollo dell’impero. In punta di piedi (ah, che piedi!). Dopo non ha scritto libri, non ha dato interviste, non ha rivelato niente, non ha rinnegato le sue frequentazioni. Si è trasferita a Montecarlo, per amore. Ma in Italia è rimasta l’icona impresentabile del craxismo. Ora guardate la fotografia a destra. La riconoscete? Anja, quarantenne, non


Non voglio mancare di rispetto a nessuna delle signore, passate, presenti o future, ma consiglierei la ri-lettura di questo vecchio articolo, aggiungendo che qualcuno, anche qui bisbigliava di un tuttora (solo) a noi sconosciuto terzo figlio. Quando il mal'avvocato vuole custodire segreti ci riesce. Se stavolta è uscito un feuilleton, tranquilli, a qualcuno ed a qualcosa servirà, presto capiremo. ANJA PIERONI 1 Maggio 2001 Capital Ora copre le caviglie e lascia appena intravedere i piedi. Prima, ai bei tempi della Prima repubblica, erano caviglie snelle e piedi armoniosi. Le altre donne li invidiavano. Una mia amica li vedeva dal parrucchiere, mentre Anja se li curava con il pedicure. Anja Pieroni, prima, aveva anche un corpo perfetto: esile eppure rotondo in certi punti. Occhi verdi e niente di rifatto. Bellissima, anche quando recitava nelle commedie all’italiana. Tanto che i maschiacci non dimenticheranno mai almeno una scena del Conte Tacchia. Lei era davanti il portone nobiliare e con le mani affusolate e il polso esperto agguantava le parti intime del conte, Enrico Montesano. Altri ricordano un film di Dario Argento del 1983, Tenebre 2 si intitolava, dove recitava con Veronica Lario ed Eva Robin’s. Anja Pieroni era quasi famosa. Era la groupie degli anni Ottanta. Era la regina di Gbr, una piccola ma potente televisione privata di Roma. Anja Pieroni era amica del capo. Era amica di Bettino Craxi. La pupa del bullo, si diceva. E per questo era odiata e temuta. Non si vedeva molto in giro, non ce n’era bisogno. Lei c’era e basta. Poi è scomparsa, per la verità è scomparsa qualche mese prima del crollo dell’impero. In punta di piedi (ah, che piedi!). Dopo non ha scritto libri, non ha dato interviste, non ha rivelato niente, non ha rinnegato le sue frequentazioni. Si è trasferita a Montecarlo, per amore. Ma in Italia è rimasta l’icona impresentabile del craxismo. Ora guardate la fotografia a destra. La riconoscete? Anja, quarantenne, non


Vi pare che un egocentrico come Berlusconi non si faccia ritrarre in posa per una fotografia assieme alla festeggiata che oltretutto é una ragazza giovane e molto carina?!?! E se pure quella sera non fosse stato tanto "in vena" ma vi pare che la festeggiata non avrebbe chiesto ed ottenuto una foto con il suo eroe e mentore PAPI-SILVIO?!?! Le foto di CHI sono un falso già utilizzando minimamente il proprio senso critico, ma il guaio é che in pochi lo esercitano più di fronte alle notizie che gli propinano TV e giornali.


# 249 tony ...d'accordo, ma per fortuna non sono gli italiani, cioè il 75% di essi, ad attribuire il Nobel... (hai dimenticato un punto importante: il suo incondizionato appoggio alla sporca guerra di Bush e il suo odio nei confronti dei pacifisti) Pertanto la candidatura non può che finire in sonora bocciatura. Si candidi pure!


Sorry: Ora guardate la fotografia a destra. La riconoscete? Anja, quarantenne, non è più perfetta; è solo rotonda. Oggi è una quasi sconosciuta che a luglio sposerà un facoltoso avvocato svizzero. L’amore della sua vita, dice. Oggi è una signora ingrassata che torna in società e partecipa alle manifestazioni elettorali di Antonio Tajani. Sarebbe facile scriverne male, ora. Dire che il tempo passa per tutti eccetera. Non se lo merita. In fondo è una signora che non avrà mai un sito punto com.


>Ed ecco che questo poi arriva alla gente e non ti stupisce più assistere a pietosi litigi tra famigliari o tra amici solo per stupidi discorsi a sfondo politico Stupidi no, ahimé, ma ci conosciamo?: ultima litigata con familiare, sabato. ;) >e vedere persone che si accaniscono contro chiunque abbia da ridire su al tappone. Esatto. Lo difendono a prescindere. Su qualsiasi cosa. Non ci vuole uno psicologo per capire di cosa si tratti. Certo, questa NON è politica, in alcuno modo.


# 258    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 12:46

I fatti privati di Mister B. 1) E' un fatto privato se Mister B. si separa dalla moglie. Personalmente sono infastidito dall'(ab)uso privatistico che fanno i politici dei mezzi di informazione. A me delle lettere al direttore della Lario rivolte in realtà al marito anche per una battuta durante la consegna dei telegatti non me ne può fregar de meno.... o più recentemente la Prestigiacomo che rispondeva a Tozzi, se non erro su La Stampa (andiamo bene, Calabresi junior, andiamo benissimo, già "servitore dello Stato" coll'uso più pesante della parola "servitore"). Io voglio leggere inchieste sui quotidiani, non la chat dei politici (en passant, invece lodi lodi lodi ad un Report grande anche ieri)! 2) Sono fatti pubblici le frequentazioni e le ipotesi di reato su Mister B. Premesso che, per mia visione del mondo, considero gli over 16 adulti (come in GB), ad ogni modo, la legge è legge. Mister B. ha avuto relazioni con minorenni? Questi son casi che nella più grande, liberale e multietnica (ahi, forse quello è il problema) democrazia del mondo (gli Usa) portano dritto dritto all'impeachment. Via, aria, andare. Ma stiamo scherzando?! La faccenda, inoltre, merita ulteriori indagini. Il padre di Noemi consente alla famiglia un tenore di vita incredibile per chi dichiara 12000 euro all'anno.... Salta fuori il nome di Dell'Utri già condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa, quel Dell'Utri che è saltato fuori (mannaggia queste intercettazioni!) anche per alcuni incontri pre elezioni 2008 in Calabria con esponenti di un clan della 'ndrangheta.... Trovo ridicoli, ridicoli, ridicoli i balbettamenti di questi giorni del Letizia su come, dove e quando si è conosciuto con Berlusconi. Offende la mia intelligenza e quella di tutti noi l'idea di un Berlusconi che va a discutere di candidature col primo uomo della strada che passa. Allora c'è qualcosa sotto e può essere qualcosa di più grosso della p


Un consiglio a tutti i lettori di questo blog: andatevi a leggere il post nel link sotto al commento no. 228 di andreo73: Ci sono alcune intelligenti deduzioni tratte dalla cronologia dei fatti della cronaca recente e un tentativo di riordinare in modo logico i tasselli di questo puzzle. http://morla.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2244745


Allora c'è qualcosa sotto e può essere qualcosa di più grosso della passione per le ragazzine. Io credo che se un politico deve incontrare un camorrista deve trovare un'occasione per nascondere quel summit in qualche modo. Trovo farsesco pensare il mio (ahimé) Presidente del Consiglio bloccato per un'ora in aeroporto in attesa che una neodiciottenne qualunque facesse il suo ingresso ad una festa. Secondigliano, Casoria, sono pessime zone. Se il "papi" ha già regalato collier, Mercedes, abiti firmati, perchè non regalare alla fanciulla una festa indimenticabile a Venice, a Paris? Infine la Lario decida una buona volta per tutte che gioco vuol fare. Sa delle cose gravi sul conto di suo marito? Ha il dovere, da italiana, di dircelo. Non vorrei che tra qualche mese spunta fuori l'ennesimo "ti perdono" ed ha occultato (in combutta col marito e col fotografo Mondadori) con le sue uscite dell'oggi il fatto che io mi attendo venga provato e portato alla luce. Ovvero che la Seconda Repubblica è nata da una alleanza tra Stato e Crimine Organizzato, alleanza stretta sul sangue di Falcone e di Borsellino.


@_MOU_ >Infine la Lario decida una buona volta per tutte che gioco vuol fare. Sa delle cose gravi sul conto di suo marito? Ha il dovere, da italiana, di dircelo. -"Va con le minorenni" -"Sta male" Eh si non ha detto niente la Lario....


la volete la mia versione? mister b. è ricattato dalla camorra e tutto l'ambaradan che ha provocato (con ausilio della consorte) è per sviare pressioni pericolose per se e la sua famiglia, oramai non sa più che pesci pigliare


# 263    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:10

Caro cicero, a parte che, sarà per l'interpretazione (davvero fuori luogo, da testo teatrale) della Guerritore ad Annozero, mi sembrava si dovesse fare uno sforzo di esegesi su quanto ha dichiarato la Lario, e difatti un commentatore più sopra ha tentato di dare un significato all'uso del termine "drago", manco si trattasse dell'Apocalisse di San Giovanni.... ma diamo pure per buona la fede della Lario e che la Lario ha detto. Come tu citi "va con le minorenni", "sta male". Bene, non si possono affidare le sorti del Paese ad uno che "sta male". E che con tutto che nella sua vita non ha avuto certo carestia di donne, "va con le minorenni" a 70 anni passati. Se la Lario ha detto, e tutti noi abbiamo ascoltato, opposizione di Palazzo compresa, mi aspetto che Silvio Berlusconi rimetta il suo mandato al Capo dello Stato entro questa settimana, o la protesta fino alla guerra civile. E i miei non ti sembrino toni forti, caro cicero, perchè, se la Lario ha detto, è ora di tirare fuori le palle, come hanno fatto nella storia tutti i popoli che si sono meritati regimi democratici al posto dell'assolutismo. Come recentemente (vado a memoria) ha saputo fare il popolo ucraino. Se la Lario ha detto, caro cicero, non può essere Presidente del Consiglio uno che "sta male". Non un giorno di più. Altrimenti chiudiamo baracca, Travaglio compreso, e dichiariamoci tutti sul libro paga di quest'uomo che sta male.


# 264    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:11

Concordo con te, FdA.


# 265    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:15

Magari qualcuno lo ha gia' riportato e, se e' cosi, mi scuso per la ripetizione, ma un amico mi manda questo testo di Fiorello che mi sembra la cosa migliore detta sulla faccenda in questi giorni: Il 'giornalista' Fiorello, con aria contrita ha letto: «Buonasera, questa edizione del Fiorello Show andrà in onda in versione sobria per rispetto ai fatti di Arcore. Noi non vogliamo unirci al coro degli altri programmi con commenti ironici o critici nei confronti dei coniugi Berlusconi... anzi, noi vogliamo rispettare la fine di un amore. La fine di una coppia così discreta, riservata, che ha sempre tutelato la propria privacy... si parlavano come tutte le coppie del mondo: lei scriveva all'Ansa, lui rispondeva con una conferenza stampa... loro non hanno mai messo in piazza quello che succede tra le 508 mura di Arcore... e nulla, assolutamente nulla, faceva presagire la fine di quell'amore: lui sempre innamorato, magari non di lei ma sempre innamorato. Lei, madre perfetta, lo attendeva per giorni e giorni, e giorni e giorni e giorni e giorni con i suoi bambini, in quella modesta villetta a schiera nel cuore della Brianza. A nome della redazione del Fiorello Show, permettetemi un consiglio. Caro Silvio, cara Veronica, mi raccomando: vogliatevi bene. In questi momenti c'è chi soffre: voi, i vostri figli, Sandro Bondi... ora dovrete affrontare anche il doloroso problema della separazione di quei pochi beni che permetteranno ai vostri figli un modesto ma onorevole futuro... cercate di farlo in modo sereno e pacifico e con la riservatezza che vi ha sempre distinti. Ci piace immaginarvi ad Arcore seduti al tavolo di cucina che vi spartite fraternamente le vostre poche cose. Scusate - si è interrotto Fiorello - è arrivata un'Ansa. Ecco, abbiamo in anteprima esclusiva il documento della divisione dei beni tra Veronica Lario e Silvio Berlusconi. A Veronica rimane l'Umbria, il Regno delle due Sicilie e un terzo continente a scelta. Inoltre a lei va la custodia


# 266    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:15

continua: Inoltre a lei va la custodia del trofeo Mitropa Cup, dei Telegatti e dell'opera omnia di Apicella. Sandro Bondi verrà affidato a Veronica, con la possibilità di visita da parte di Silvio ogni due weekend. A Silvio rimane quel poco che resta. Ma si sa, nelle separazioni sono sempre gli uomini ad avere la peggio».


ROLAND 243 MITTERAND non attese 20 anni ma in una riunione con i proprietari di giornali proibi di parlarne alla faccia della democrazia. mitterand si portava sua figlia (non della moglie)in quasi tutti i viaggi internazionali. ve lo ripeto ancora una volta in francia se una notizia nuoce al prestigio della nazione non si publica a meno che non venga di dominio internazionale . alla faccia della liberta di stampa


# 268    commento di   nainen - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:19

Tony: Voglio solo dire che il silenzio è stato quasi assoluto anche in Finlandia. Spero che questo sarà l'inizio di un dibattito vero. Ma riconosco la tua opinione pienamente.


# 269    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:19

Comunque il silvio nazionale deve avere un "tocco" speciale con i giovani. La Santanche', che solo qualche mese fa urlava con la solita grazia: Non gliela' daro' mai! Ora e' tornata nelle capienti braccia del nostro re perche', parole sue (corrieredellasera online): si e' dimostrato un uomo eccezionale, nonostante i brutti momenti ha sempre chiamato mio figlio Lorenzo, gli ha sempre parlato, gli e' stato vicino. Lorenzo ci ha riavvicinati. Lorenzo ha 13 anni


@pasolinante non voglio certo fomentare la lite, mi sono solo messa nei suoi panni, se fossi io il soggetto dell'articolo vorrei sicuramente leggerlo. Immagino che marco ne fosse già a conoscenza


# 271    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:30

federica257 purtroppo bisogna lavorare in altro modo,non fraintendere non lo dico per entrare in conflitto o contestarti o contestare chi,non è il tuo caso ma pensare con altrettanta ossesione (ovvio molto meno grave di chi l'ha generata con le sue depravazioni, abusi e conflitti di interessi potere e ragion di stato) a smascherare i trucchi del potere ed i suoi intrighi, è autodistruttivo ed inutile;è un dato di fatto ,bisogna prendere atto che in molti periodi ombra buio nero della storia,con i suoi diversi tiranni , i deboli o gli ignoranti o gli oppressi provano un 'attrazione fatale per chi ha il potere e tanto piu ne ha, come le masse di ogni classe ormai non ne hanno (dai liberi professionisti agli operai a tutti ,chiaro è trasversale il fenomeno e rende tutte le cose piu facili al tiranno),tanto piu saranno attratte per chi ne ha,il B di turno ...è matematica dei suoi stessi media averla "programmata e trasmessa" cosi precisa cosi proprio come si è verificata interclasse uniti tutti dal corpo ,il consumo,l'emergente,l'emergenza ecc ecc..dunque la forza del nostro tiranno è data proprio da questo studio e applicazione comunicativa particella x particella atomica di questo principio che ha sempre avuto successo..sicchè o si aspetta la fine come ogni tiranno ha la sua , ma poi in italia ne arriverà un altro e un altro ancora ..da andreotti a silvio e il prossimo, oppure si esce da questa logica perchè il tiranno e il suo successore cancelleranno sempre qualsiasi prova o possibilità di essere intercettato o disvelato per quello che è o che è stato, cancella e revisiona ogni pezzo ,oppure adotta ogni lodo tecnico o in senso lato inteso,falsifica mentre le masse acritiche restano sempre piu acritiche e chi se le lavora?sempre lui? bisogna lavorarsele noi! ed in altro modo rispetto a quanto fatto finora ,solo che poi nella pratica siamo tutti impotenti e lavoriamo solo nel pezzettino infinitesimale della realtà senza mai un collettivo che si risveglia..il ve


E basta con questa storia che il divorzio del presidente del consiglio è un fatto privato! Se io divorzio da mia moglie perchè mi becca che faccio maialate in giro... è faccenda tra me e lei. Se sono un presidente del consiglio e mia moglie mi becca che faccio maialate... è anch'essa faccenda tra me e lei (!). Se io sono un presidente del consiglio e mia moglie mi becca che faccio maialate con tizie che ricompenso mettendole A LIBRO PAGA DELLO STATO (con un ministero o un seggio in parlamento)... finisce di essere una faccenda tra me e lei perchè subentrano i terzi. I PANTALONI CHE PAGANO GLI STIPENDI MINISTERIALI E PARLAMENTARI: i cittadini. Berlusconi può zomparsi chi vuole, quando vuole, quante ne vuole, per quanto vuole e come vuole, purchè ADULTE (e qui casca un'altro asino) e consenzienti. Se poi queste signorine non consentiscono in virtù del suo immenso fascino, ma per un toranconto personale... questo tornaconto Berlusconi lo paghi con risorse proprie, che proprio poveraccio non è. Se usa le nostre ce ne risponde. Sempre e comunque. P.U.N.T.O.


# 273    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 13:32

..il vero snob,non quello che ci lanciava Ghedini e con cui sono programmati a scagliarsi contro chi ricorda loro le loro enormi colpe, ma è colui che non studia le masse acritiche cosi come al contrario sa lavorarsele il tiranno ,contro loro stesse ma vendendogli molto bene il contrario..dovremmo appunto lavorarle per renderle libere con rigorosissimo amore tanto come e di più di quel rigore senza amore, ma enciclopedico e professionalissimo di chi le ha studiate ,spolpa ed attrae che è il ns B tiranno mentre noi non ci riusciamo e la cosa ci fa stare male da impazzirne; è questo almeno per me il fallimento personale su cui mi interessa di piu misurare me stessa e cosi mi piacerebbe si misurasse chi sà fare meglio e ahivoglia quanto molto e più di me,tanti singoli casi ridotti a non scalfire di nulla la realtà xke nella realtà italia è ancora cosi poco presente diffuso praticato coordinato accorpato fuori da un'area che rischia diventare purtroppo come una delle tante "caste" all'italiana,seppur questa casta della denuncia o dell'impegno ecc meritevolissima rispetto a tutte le altre.


Che personcina d'oro questo Elio !


Berlusconi ha un esercito di persone che curano la sua immagine , non so se vi rendete conto che imprigionamento delle menti stanno facendo!! Per farci assuefare al degrado e baratro di inciviltà mai raggiunta nella nostra gloriosa storia!… giorno dopo giorno tirano furti notizie scandalose, queste scivolano come acqua e non provocano più riprovazione e condanna….e scomunica!, questo anche con la complicità della moglie che fino a ieri non disdegnava il denaro sporco del marito! Con lavoro sistematico, anno dopo anno merda dopo merda ci stiamo abituando tutti alla sua puzza e imbarbarendo ! e i soldi macchiati di sangue da soprusi di gente corrotta e priva di scrupoli è l'unica cosa che non puzza...ma se anche puzzassero la maggioranza delle persone è talmente narcotizzata ed incapace nel suo stato da subnormale per poterne sentirne la puzza! Ormai non capisce più la gravità delle leggi che varano di nascosto di tutti con la complicità di molti partiti Anche la Chiesa è complice, invece di “invitare berlusconi a maggiore sobrietà” dovrebbe fare una denuncia più forte ed incisiva e RISCATTARSI anche per la denuncia che non ha mai fatto contro il nazismo …. la comunità europea grida allo scandalo Italiano e ci beffeggia ma sotto sotto ci ha eletto come confine e discarica in cui si fa il lavoro sporco come quello di ributtare in mare gli extracomunitari Io non vedo fondo del barile…. ma tanta melma mefitica che tracima dalle fogne!




@_mou_ ...Ha anche detto che l'unica cosa che le resta é la libertà. Cosa che dovrebbe farti riflettere ancora di più, ma forse tu, come tanti altri italiani, hai bisogno che qualcun'altro la eserciti per te, ed anche quando ciò avviene non ti sta bene perché magari "c'é modo e modo". E se il messaggio che la Lario ha lanciato non é abbastanza chiaro, e cioé che Berlusconi non é in grado di tenere in piedi un matrimonio di facciata, quindi figuriamoci governare un Paese, allora il problema sta nell'udito altrui. Il fatto che chi oggi é maggior detrattore di Veronica Lario é, guarda caso, in maggior numero di sesso femminile dovrebbe farti riflettere ancora di più. Paradossalmente saranno gli uomini a dargli più in testa, della serie: certe cose quando si fanno non si deve sbandierarle alla luce del sole, o meglio, per dirla con parole di Bossi*(!!!): "una moglie non dovrebbe mai soffrire". *Non so se ti é noto in quali circostanze Bossi abbia avuto l'ictus.... PS forse alle prossime elezioni Europee molti italiani potrebbero cominciare ad esercitare la loro libertà.


"Se poi queste signore non consentiscono..." ... ma come m'è uscita sta cosa? Se non CONSENTONO... scusate.


ma...passaparola di oggi...c'è o no ? .-.'


ma se marano è un cafone e insulta la borromeo, che tra l'altro piace molto poco anche a me e a molti altri, chi se ne frega? c'era bisogno di mettere il suo appello (poverina) in prima pagina sul blog? io penso di no.


@280 la parola -censura- tel'anno insegnata?


Pasolinante Non fraintendo. E la contestazione va bene comunque. ;) Lo so. So cosa facciano i tiranni, so che le masse acritiche sono il loro pane e tutto il resto. Ne ho scritto anche qui, senza snobismo- può sembrare, ma bisogna distinguere: l'ignorante puro ha la mia comprensione. L'ignorante volontario, no, né ce l'ha il servo volontario, sui cui sono stati scritti fiumi di inchiostro. La mia esasperazione, e so di non avere il trofeo in questo, deriva dall'esperienza quotidiana in cui, come ricordi anche tu, i fallimenti non si contano più. Sono infatuati del re che finge di essere come loro. Popolo immaturo e debole che da sempre ha bisogno di un capo perché è meglio avere qualcuno che pensi e agisca per loro che adottare il molto calvinista senso della responsabilità personale. Il berluska dà loro la pappa pronta: soluzioni facili e un enorme capro espiatorio, la sinistra, e loro sono contenti così. Pensavo che, toccatogli il portafoglio, si sarebbero svegliati. Neanche questo. Neanche la famiglia ed i buoni sani valori cattolici. Ipocriti, sfondo una porta aperta in questo covo di comunisti e dipietristi ;). Niente, nada, rien, nothing. Allora, siccome ha ragione chi dice 'non resta che aspettare che schiatti', ma non mi convince fino in fondo né incontra la mia sensibilità, cerco con il mio umile lanternino la soluzione. Lavorare alla base, ho sempre detto, che è, se non sbaglio, la soluzione che proproni. Ma io credo che, allo stato attuale delle cose, pochi siano recuperabili. Un popolo non cambia la sua natura così, come per incanto, giusto? Bisogna lavorare quando sono piccoli. La scuola: bene, la scuola è in mano loro da anni e, dalla moratti in poi, nella melma più totale. La volontà di rendere questo popolo decente manca perché così è più comodo. Sto scoprendo l'acqua calda. La televisione, ci ricorda Baricco. Quella che fu lodata per anni perché diede l'unità linguistica al Pease dei dialetti. E poi? la televisione è in mano loro. Agia


Pasolinante Agiamo con i singoli, passiamo parola, ecc. Fatto, e la soluzione è che quello cresce nei sondaggi. Cosa resta? Il risorgere delle brigate rosse? Non credo. Piazza, occupazione della RAI? Eh, forse potremmo provare, in fondo, peggio di così non so come potrebbe andare. Io continuo nella mia piccola realtà a parlare con i pochi berlusconiani che conosco, ma va peggio di mese in mese; noto che loro si arroccano sulle loro posizioni come il reuccio feudale di fronte agli invasori. Siamo ad un perenne 'mamma, li turchi!', dove i Turchi siamo noi o gli Africani o i Rumeni. Noi siamo gli invasori, e la loro difesa è ad ogni costo. Forse, ma forse forse, un giorno si renderanno conto che i veri agnelli sacrificali sono loro, loro ottusi, comodi servi: perché il desiderio di libertà sottintende intelligenza... Ciao


Scusatemi se vado fuori tema, ma sulle amicizie "variegate e non classiste" del premier potrei scrivere un trattato e non un commento. Mi sono invece imbattuta in questo: http://c.ilgiornale.it/a.pic1?ID=347289 Vi prego, leggete questo articolo. Un articolo scritto da servi, che non hanno neppure il coraggio di firmarsi dando il "merito" della sua nascita alla "Redazione". Propongo di produrre della carta igienica con sopra scritto IL GIORNALE e distribuirla davanti alla sua sede; magari Mario Giordano riesce a vergognarsi per un attimo della sua vita da pennivendolo schiavo del suo editore. L'uomo che ha cambiato il modo di fare disinformazione, lo ha definito Fabio De Luigi attraverso la sua deliziosa parodia. Rimango sempre sconcertata quando penso che Gad Lerner (personaggio che stimo per svariate ragioni ma che non sempre condivido) lo ha voluto al suo fianco in alcuni casi. Beh, caspita, anche Agnelli ha prodotto la Duna (cit.), un errore di valutazione si può fare. Il signor Giordano sembra abituato a condannare chiunque attraverso il suo personalissimo tribunale speciale (prima il suo disgustoso "tg" fatto di tette e culi, poi Il Giornale, che preferisco evitare di commentare in toto perchè sarei prolissa e forse volgare); ovviamente si acceca davanti al suo pluripregiudicato premier, poi ovviamente suona la carica contro Marco Travaglio, condannato in primo grado per aver detto la verità (menomale che le toghe in Italia sono tutte rosse, eh?). In primo grado. E' ricorso in appello senza utilizzare leggi ad personam, senza gridare allo scandalo; comunque, Travaglio non è parlamentare, né ricopre un ruolo politico o amministra i nostri soldi. E' un giornalista destinato ad essere processato per diffamazione un giorno sì ed uno pure, perchè in Italia dire la verità è considerato un reato, quantomeno un reato d'opinione. Il fatto che il marcio dentro Johnny Riotten avesse a suo tempo ritenuto di dare la notizia al tg del prime time serale e che
http://utopienegative.blogspot.com




Scusate ma oggi Passaparola non va in onda?




# 288    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 14:4

Parto dal tuo post scriptum, cicero: "forse alle prossime elezioni Europee molti italiani potrebbero cominciare ad esercitare la loro libertà." No, io non ci sto. Il voto è il "tagliando di controllo" che permette ad una democrazia FUNZIONANTE di mantenersi funzionante. Ma, a meno di non ammettere una distanza a questo punto abissale tra le parole, la denuncia ed i fatti concreti, qui si è raggiunto un livello di degenerazione tale che l'esercizio di voto alle Europee non è più garanzia di alcunché. A meno di non rinnegare quanto ci è stato rivelato da sua moglie, un MALATO MENTALE (fai tu la somma di "sta male" e "va con le minorenni") detiene il potere amministrativo nel nostro Paese. Non solo ci rappresenta. Ma prende delle decisioni. E' l'arbitro ultimo di tutte le nostre vite. Allora non dobbiamo scherzare. Qui la nostra macchina democratica non ha più bisogno del solito "tagliando di controllo", qui ne dobbiamo riaffermare la natura DEMOCRATICA prima di precipitare nel peggior degrado. Nessuna volontà di discriminare Berlusconi a vita. Ma se davvero sta male, si deve dimettere. Ora. Subito. Si curi. Non basta votare alle Europee, il tuo è un discorso che nelle conclusioni (quel post scriptum, cioè) non ha senso. Venga chiunque. Da Ferrero a Casini. Venga chiunque a decidere una protesta ad oltranza. Non un giorno simbolico in piazza in stile V-day. Una protesta ad oltranza. Fino a bloccare l'Italia. Fino alle dimissioni di un Presidente del Consiglio del quale si dicono cose così gravi. Se si sta in piazza fino a data da destinarsi, io ci sarò, assumendomi tutti i pericoli del caso. Ritorniamo alla democrazia. Ma facciamolo sul serio.


oggi niente passaparola ? :(


travaglio dove seiiiii?? sono già le 14.05 :(


# 291    commento di   Mary 63 - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 14:7

E il Passaparola di oggi?


problemi tecnici per il passaparola di oggi???




fedrico 221, alex 237, noncelafacciopiù 235 Ciao Federico, grazie per l'apprezzamento sulle mie riflessioni, la tua versione è altrettanto valida, e sicuramente potrebbe essere solo la punta di un iceberg, vedo che anche altri hanno avuto questo sospetto, come fare avere le nostre riflessioni a Marco?


# 295    commento di   carla c. - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 14:12

Marco, ma oggi niente passaparola??????? Qualcuno sà qualcosa? grazie per una risposta... Carla


Cos'è...comitato etico anche per passaparola?


> Ovvero che la Seconda Repubblica è nata da una alleanza tra Stato e Crimine Organizzato, alleanza stretta sul sangue di Falcone e di Borsellino. Ohhhh, meno male che qualcuno alla fine lo ha ricordato! Era ora. Ma è storia, e anche raccontarla come una litania ad ogni occasione serve a poco in Italia. Tutto il resto della vicenda è FUFFA, o quasi! > Eh si non ha detto niente la Lario.... Vero, ha detto qualcosa, ma sarei pronto a scommettere che sa molto ma MOOOLTO di più! Serve a qualcosa la dietrologia? Ricordare che il Cavaliere mente? Insinuare che c'è qualcosa dietro a questa vicenda? Non serve a niente! Possibile che la storia non abbia insegnato nulla? L' "apparato" se ne frega di queste illazioni, bollabili come sterili speculazioni e pruderie da bordello, anzi, chi le sbandiera si espone ad essere marchiato come sporcaccione, lesivo della dignità di una alta (si fa per dire) carica dello stato. Magari vi querela e voi non potete fare altrettanto. :) LOL Anche se trovano eco a AnnoZero non spostano NULLA negli equilibri di potere. Proviamo invece a guardare avanti, a trovare chiavi di lettura più redditizie in prospettiva. Il Cavaliere, lo abbiamo capito, è un furbacchione intelligente (non sarebbe dove è, non avrebbe quello che ha) ma ha un tallone d'achille ormai noto: gli appetiti senili, cioè le ultime cartucce le vuol sparare bene ;) E allora proviamo a sfruttare questa debolezza, organizzategli una trappola, qualcosa di irrinunciabile e ci potrebbe cascare come un moscone su una bella cacca fumante! Altra idea: la Signora Veronica molto probabilmente sa TROPPO, non poco o è male informata, come ci vuol far credere Ghedini (linea difensiva debolissima, ma non aveva di meglio). Infatti il linciaggio mediatico degli apparati fedeli è cessato subito, anche se io speravo in un silurone all' incauto Feltri, al suo sublime stile giornalistico, alla classe dimostrata con le repentine foto della
http://punto-informatico.it/2617999/PI/Commenti/italia-grande-fratello-arrivato-citta.aspx




Marco Travaglio ?


non è stata affatto una sorpresa, era tutto organizzato alla festa a casoria.la sicurezza era già sul posto in mattinata per assicurarsi di tutto, il personale aveva raddoppiato la pulizia in vista del premier, i fotografi erano pronti da tempo, nessuna sorpresa quindi. alla tv poi quando sale in macchina, perchè fischiato, si sente che saluta dicendo io vado al compleanno di ....poi vi pare che uno, anche milionario, vada via con un monile damiani in tasca di quel valore pazzesco, per un'improvvisata. mi chiedo comunque ma ai diciott'anni si regala una cosa così importante,mamma mia. ma chi è costei, come fa ad andare in giro con l'auto e l'autista così giovane, forse è una lolita. ed il nostro carissimo premier allora se ne deve andare.


# 301    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 11/5/2009 alle 14:22

@Federica 283 non si cambia Federica, almeno non nell'immediato. Il problema (del resto lo dici pure tu piu' sopra) e' culturale e il nostro paese e' precipitato in una sorta di medioevo. Questo non cambia convincendo i berlusconiani a non esserlo piu'. Se dovesse precipitare dal piedistallo chi ora lo adora getterebbe le monetine, gia' capitato. Il problema non e' berlusconi (che semmai ne e' la rappresentazione), siamo noi (ricorda Gaber). Certo non tu o molti di questo o altri blog ma gli italiani. Tutto il mondo e tutte le nazioni hanno problemi vari ma da noi si respira aria pesante, vecchia, in ogni campo, situazione, siamo diventati una nazione "macchietta", dove niente e' serio e niente si risolve, tutto e' approsimativo, superficiale, degradato e degradante. Abbiamo visto in questi ultimi 15 anni che qalunque polo governi la situazione peggiora. Forse bisognera' cadere ancora piu' in basso ma la risposta sta nell'educazione, educazione, educazione e non la si commina con una elezione. Ci vorra' parecchio, berlusconi potrebbe morire domani, il pdl andrebbe a rotoli e il pd vincerebbe le elezioni, cambierebbe poco. Detto questo, non ci si arrende, diceva qualcuno: le battaglie si vincono sempre, non si perdono mai, ricordi? ciao


Daniele Le battaglie si perdono anche. Pure le guerre. Noi Galli cisalpini lo sappiamo. ;) Non mi sto arrendendo, solo questo. Lavorare alla base è ancora la soluzione migliore, anzi, l'unica, e richiede tempo, ovviamente. La volontà, però, dov'è?


x federica ..Grazie tua risposta con arrichimento della mia precedente(*_*)..la volontà di questo tipo purtroppo è invisibile , ancora troppo poco trasversale ,tanto come e tantissimo trasversale è stato al suo contrario il saper e l'aver fatto presa deformando quel senso collettivo di interesse comune dato dal rispetto delle regole e le cose che nutrono ogni parte del corpo e non solo quelle basse (dalle paure alle trasgressioni anke sessuali per esorcizzare sempre le paure stesse producendo tutte le diseguaglianze che sappiamo ..e si fanno acnora altro che di sesso parruccone, di sesso parrucchino cazzo! eh eh eh eh ) .. la formazione / educazione / apprendimento che ricorda daniele mi trova e ci trova assolutamente d'accordo,chiaro..ma è un campo si cui occorre lavorare in rete vera fra i vari soggetti che hanno la capacità di farlo ma a piu fiati/corde/voci nella realtà, solo che si fà fatica a fare un concerto fra i vari strumenti e strumenti in carne e ossa,perchè gli assoli di alcuni,ideologizzati oppure mercantilizzati,rendono poco quel concerto con cui occorrerebbe muoversi per smuovere più intensamente negli spazi e nel tempo una coscienza collettiva diversa..hai ragione a dire della volontà che in questo senso manca o ci sembra ancora lavorare troppo in sordina,ma occorre insistere,non abbiamo altre strade.è durissima e piena di dolore- ciao :-)


Pasolinante Insistere è il mio secondo nome. ;) Durissima altroché... Sono di corsa. Ciao a te. :)


volevo esprimere il mio rammarico per il non aver potuto partecipare all' incontro con travaglio il giorno 09/05/2009 a Rimini in quanto tale data e' stata cancellata all'ultimo momento...eravamo partiti da Terni per ascoltarlo e siamo rimasti malissimo.....speriamo in una prossima data se non a Tr almeno in Umbria.....ciaooooooooo


mi chiedo quali risultati possa sortire una puntata quale quella dell'ultimo annozero, se non un incremento di noia per come vengono affrontati i temi in trasmissione. prendendo spunto dai fatti, potrebbero, secondo me, nell'ordine essere seriamente approfonditi i seguenti temi: - rapporto politica / intrattenimento / televisione - modalità di selezione della classe politica - rapporto politica / informazione (riferimento dichiarazioni del giorno prima sempre smentite il giorno dopo) - situazione culturale di un paese dove l'aspettativa di svoltare danzando qualche improbabile ballo velinato è sempre più ricercata dai giovani - rapporti a dir poco ineducati del presidente del consiglio verso persone dell'altrui sesso ma chi se ne frega di sapere se il presidente è arrivato alle 19.43 a napoli o alle 19.45? alla fine tutto si risolve in una casciara insensata, dove ancora l'unico spunto certo è l'attacco frontale e personale. personalmente questo tipo di approccio inizia a stancarmi e a fornire pochi spunti davvero informativi


Ciao Marco, ti voglio dire che, secondo me, la direttrice di Novella 2000, giovedì sera, era la Carfagna camuffata. Insomma, aveva gli stessi occhi, che eguagliano quelli di Homer Simpson, e poi ha detto che Silvio è un bellissimo uomo...


senza parole.. un post che se escludiamo le virgole non ha nulla di scontato.. Grazie Marco


"Ma Berlusconi è fatto cosi'!" Strana difesa poiche' e' proprio come è fatto che non ci piace!


Scusate, magari l'avranno notato anche altri, ma com'è che di una festa con più di 100 invitati arriva Berlusconi, resta lì almeno due ore e a testimonianza dell'evento ci sono solo le foto che ha diffuso (il giorno dopo) Berlusconi? Possibile che nessuno abbia scattato foto col telefonino? E le "moltissime" foto scattate, a dir suo, dal fotografo di Noemi, che fine hanno fatto? Qualcuno le ha viste?


Secondo me Elio e Silvio si sono conosciuti quando si sono fatti asfaltare la testa insieme, non l'avete notata la somiglianza? :)


Il substrato culturale di Berlusconi è da ricercarsi nel contesto dello sciamanesimo. Si tratta di un fenomeno di origine ancesrtale, basato sulla figura dello Sciaman dotato di poteri paranormali,capo della comunità tribale (italiana)egli è l'unico valido intermediario tra l'individuo (tarato)e i poteri occulti della natura (a 73 anni si sente uno stallone da monta). Passaggio obbligato in tale tipo di preparazione era l'acquisizione di particolari pratiche psicosomatiche (lavaggio del cervello attraverso i mezzi di informazione di sua proprietà)miranti al raggiungimento di un piano sovramentale (erotismo con viakra e sniffatine).Studi scientifici in tale direzione si sono rivelati alquanto ardui per la molteplicità delle discipline chiamate in causa quali la storia (adescamento), l'Antropologia (la palpata),la filosofia (l'inculata) la sociologia (le sniffate con orgette),la medicina (viakra e cocaina) e la psicologia (pompinaggio e posizioni capovolte 69). Comunque l'origine di tale fenomeno è da collocarsi ad Arcore, di sicuro intorno agli anni novanta , grosso modo era il periodo del Paleolitico superiore( Pool mani pulite)l'avvento della cosiddetta età della renna che segue l'età della pietra antica (Tangentopoli)già dominio dell'Australopiteco, Homo Abilis (Andreotti, Cossiga e Craxi)del Pitecantropo, Homo erectus Bossi (quando c'è l'aveva duro)e Fini perchè in piedi non fa una piega, e da ultimo del Neanderthaliano, Homo faber. Compare l'Homo sapiens, il grande cacciatore neantropiano dell'ultima glaciazione il capo tribù lo Sciamano Silvio Berlusconi. Il Mesolitico medio mette fine all'età dei grandi cacciatori, l'economia ha raggiunto i propri limiti,il debito pubblico aumenta a dismisura, la disoccupazione pure, le fabbriche chiudono e i lavoratori vanno in cassa integrazione. Si impone quindi la civiltà dei Parlamentari inquisiti,corrotti, collusi e condannati. E la civiltà dei mafiosi,dei corruttori,si assiste al rientro dei soldi sporchi conservati


CONTINUA 312 E la civiltà dei mafiosi, dei corruttori, si assiste al rientro dei soldi sporchi conservati nelle banche estere, si fanno leggi ad personam, condoni fiscali, edilizi e rogatorie. Il Neolitico è alle porte nasce il Popolo Della Libertà vigilata. Crollano le borse, il Capitalismo ha fallito, bancarotte, abbiamo avuto il terremoto in Abruzzo, la febbre suina in Messico. Non ci resta che morire dopo lunga agonia. Passate parola


La vicenda (squallida) di una diciottenne bionda e gambalunga, che chiama "Papi" un ultrasettantenne con i capelli finti è solo la punta dell'iceberg: i difensori del capoccione hanno accusato Annozero di accanirsi contro una povera verginella indifesa, che ha l'unica colpa di essere appassionata di politica e di voler fare la showgirl. Ora, che un'aspirante showgirl dica di essere interessata alla politica, non è un male in sé, ma si noti la correlazione tra i due argomenti, come se dall'uno (spettacolo) dipendesse l'altro (politica). E forse, non è così? La Carfagna e la Brambilla non ne sono la dimostrazione vivente? Io dubito moltissimo che la biondissima e scosciata Noemi sia l'innocente colombella che vuol far credere. Il peggio è che, come al solito, si fa guardare il dito, anziché la luna: come continuava a sottolineare "Mavalà" Ghedini, non è una colpa avere la passione per il canto. Appunto! E chi dice questo? Io dico: se una sgallettata vuole sculettare sul bancone di Striscia, oppure sorridere come una scema, coperta solo di lustrini, accanto al presentatore arrazzato di turno, lo faccia! Ma, quando vedo la medesima sgallettata (che io già conosco) intabarrata in un tailleur, con un taglio di capelli da educanda, i tacchi a spillo, seduta in Parlamento, pagata con i miei soldi, per volontà di un vecchio pappone ricco, che prima se la ingroppa (pardon my French) e poi la siede su uno scranno...eh no!!!! A parte l'aspetto etico, ma...cosa è lì a fare? E poi, quali competenze avrà? Quale autonomia di giudizio potrà avere, se deve tutto al prosseneta che l'ha messa lì??? E vale per tutte le prostitute del Parlamento, compresi gli uomini!!!!! Appello a "Mavalà": caro Ghedini, detto tra me e lei, ma cosa ha pensato del "cucù" alla Merkel? Lei non mi sembra il tipo da apprezzare certe uscite (la vedo un po' snob, da questo punto di vista...). Dica la verità: ha riso, o le sono cascate le calze? Me lo dica, sono curiosa! :-)


# 315    commento di   valentinaPa - utente certificato  lasciato il 14/5/2009 alle 21:38

La vignetta è spettacolare...mi ha fatto morire dal ridere!


MONICA 314 CONDIVIDO IL TUO OTTIMO COMMENTO RESISTERE RESISTERE RESISTERE CIAO



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti