Commenti

commenti su voglioscendere

post: Sentenza scan-da-lo-sa

    A L’Aquila c’è un nuovo terremoto     per la motivazion della sentenza     che narra Mills, legal molto devoto,     corrotto a quanto par da Sua Indecenza.         Finalmente qualcuno lo ha incastrato,     con il lodo si salva Berlusconi     che vien dalla sentenza sputtanato,     pur senza la condanna alle prigioni.         La storia è vecchia ormai quanto Noé,     gli amici suoi finiscono in galera,     ma con le leggi fatte far per sé,     la cella per lui resta una chimera.         Il primo grado dice che l’inglese     ha ... continua



commenti



# 1    commento di   AnnaSerenity - utente certificato  lasciato il 21/5/2009 alle 17:8

Scommetto che ci crede veramente nelle cose che dice il cavaliero perchè, di grazia,dentro la sua mente s'è cortocircuitato ogni pensiero Ormai nel suo delirio onnipotente se dice che una cosa è d'un colore chiunque lo contrasti per lui mente è un porco comunista traditore. E non s'accorge d'esser nudo re che tutti vedon, ma nessuno osa far lui presente in che stato è e come d'imbarazzo sia la cosa. Attento che il nemico sempre cova e nella schiera amicale si ritrova "che dagli amici ti protegga dio che dai nemici mi proteggo io". Anna
http://serenity48.myblog.it/


Normalità anemica; anomia-normale. Un paese di alici sotto il sale delle meraviglie, che sale, sale e non fa male, ma poi scende dal piedistallo di un signorotto di compagnia, che la ricerca nella velina senza carta, che poi canta, ed è normale, che si svegli di sotto o di sopra, assalto, nel cuore della notte, o nel fegato del pomeriggio, ma ad avercelo davvero il fegato di mollare tutto in ascensore, che scende, scende al piano terra di un anno zero, e allora me ne vauro, per davvero e pure a granbassi, verso il sola dell’avvenire, che tanto scavi, scavi, trovi solo il pacco ed è pure di pompei, anzi no, è di casoria, e nel casotto, è di casa la tolleranza, anche se chiusa per tutto, ma non per molto, perchè sarà pure un caso grosso così, ma almeno il nano ritrovò il seno pippando biancaneve, saltando, il tappo, nell'ultimo tanga a capodichino, mentre il capo di lei chinava la testa, arrivando al dunque in men che non si figa, mentre la maiala era col suo porcellino ed il lupo non perdeva il vizio di cercare il pelo, che era nell'ovulo, e nel mentre assisteva alla fecondazione di un papi senza mami, con la noemi, ma senza naomi. E qui il cerchio si apre e ricomincia la curva discendente della tangente ascendente che passa per il co-seno e ti arriva alla pace patta di un premier in colore, arrapato a zero come un caimano, senza lacrima indigesta, tricologico ed illogico, che punta alla pancia dell'elettorato, non potendo arrivare più su di così, che poi muore, e sarebbe anche una certa, per tirare le cuoia nascondendo il sasso, dato che il tapino sono anni che striscia con la letizia, mentre il popolo t'ama pio bue, e del rettile ama alfine le rettifiche, perchè gli oliano meglio il retto, che non è di prociutto, ma sempre di maiale si tratta, e degli schiavi che lavorano a novanta per il gradimento del membro del parlamento, che nel suo caso è solo pariamento. Ad maiora, se del Silvio solo arrivasse l'ora!". E comunque, complimenti a lei per la salacia.
http://aporienapoletane.blogspot.com





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti