Commenti

commenti su voglioscendere

post: Muammar Al Tappon

E' online www.antefatto.it - prenota il tuo abbonamento al nuovo giornale Un solo paese, nel mondo libero, poteva riservare gli onori di Stato a una tetra macchietta come il colonnello Gheddafi : il nostro. Un solo premier, nel mondo libero (anzi, semilibero), poteva non solo accogliere nelle più alte sedi istituzionali, ma addirittura baciare con trasporto un soggetto che fino a qualche anno fa foraggiava gruppi terroristici , cacciava ebrei, faceva abbattere aerei di linea come piccioni (Lockerbie, 270 morti), approntava armi di distruzione di massa (vere), bombardava l’Italia senza neppure centrarla: il nostro. Del resto, dal punto di vista coreografico, c’è un solo un leader al mondo che rivaleggi con Muammar Al Tappon quanto a ridicolaggine, tintura, fard, ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


non so spiegarmi il perchè , ma sento la voglia sensazionale di segnalare questa serie di link. principalmente per marco travaglio http://www.youtube.com/results?search_type=&search_query=Indro+Montanelli+(III+B+facciamo+l%27appello+-+1971)&aq=f


Superciuk, il tuo bellissimo nickname mi fa ronzare negli orecchi una vecchia canzone dialettale: "Se mi sum ciucch menemm a ca' la bicicletta..."




IL DELIRIO DI Ronchi alleato degli anti italiani(lega nord che ruba a Roma ladrona). Il ministro per le Politiche comunitarie Andrea Ronchi, chiede al Partito democratico di sostenere la candidatura di Mario Mauro alla presidenza del Parlamento europeo. "Mauro ha dimostrato, nel corso di questi anni, qualità professionali e umane fuori discussione". "Sarebbe bello vedere un italiano alla guida di Strasburgo". Intervistato dal 'Giornale', Ronchi afferma che "è ancora presto per dire" chi diventerà presidente, perchè "i giochi sono ancora tutti aperti. Il mio auspicio - dice - è che anche la sinistra appoggi la candidatura di Mauro". In nome dell'italianità. "Come fece Berlusconi nel '99 con Prodi" quando divenne capo della commissione. "La sinistra - conclude Ronchi - non ha la sensibilità dimostrata in passato dal centrodestra. A Bruxelles non abbiamo mai attaccato gli eurosocialisti: lì siamo l'Italia".


# 263 SOFISTA Tradotto in vulgata (se ho capito bene): deputati di sinistra, date il voto al nostro candidato perché voi non siete un cazzo. Paradossale al massimo.


Caro Marco perchè non inserite il tasto per pubblicare gli articoli su Facebook ?? in moltissimi blog sotto ogni articolo c'è questo tasto ed è molto comodo. ciao e continua a picchiare forte


# ROLAND 264 Quello che intendo dire è che uno come ronchi,c'ha la faccia come il culo chiedere al PD-L(al PD-L maestro degli INCIUCI non è necessario chiedere) di sostenere la candiotatura di super- Mario alla presidenza del bagaglino europeo affermando che:" LI SIAMO ITALIA",mi sbaglio o questo tizio è alleato con chi con la bandiera tricolore ci si pulisce il culo,mi sbaglio o questo tizio è alleato con chi fischia l'inno nazionale. ROLAND,NON SO SE CONOSCI QUEL MOTIVETTO CANTATO DAI MINISTRI PADANI, E FA COSI': NOI SIAMO PADANI SOL+ ABBIAMO UN SOGNO NEL CUORE RE+ BRUCIARE IL TRICOLORE RE+ BRUCIARE IL TRICOLORE SOL+ ECCO:QUESTI SONO GLI ALLEATI DI QUELLO CHE SI SENTE "ITALIANO IN EUROPA".


Berlusconi parla in questi giorni di eversione, facendo riferimento agli utlimi scandali che lo hanno visto protagonista. A suo dire una macchina messa su per screditare la sua immagine, tutto per ribaltare la volontà degli italiani. Non entro nel merito delle vicende, ognuno è capace di valutare da solo i fatti, in particolare la vicenda Mills. Quel che invece mi piacerebbe ci si ricordasse, è l'intercettazione Berlusconi Saccà, in cui il progetto EVERSIVO è un dato di fatto, dimostrato da una telefonata registrata, ascoltabile anche in rete su yuotube. Telefonata in cui si comprende come Berlusconi cerca di far cadere il governo Prodi "comprando" senatori attraverso favori. Caduta che poi è invece avvenuta grazie a Mastella, che guardacaso è poi passato al PDL! Un tentativo riuscito! Ma fin quando i giornalisti rimangono ammaestrati, nessuno potrà mai fargli notare questa cosa e semmai accadesse, sono certo gli scudieri sia alzeranno a difesa del Cavaliere, magari con una bella trasmissione cucita addosso e con ma va la Ghedini pronto a presenziare ovunque...




MILANO - Dicono di essere 2.100 in tutta Italia, pronti a indossare una divisa con camicia grigia o kaki, basco con aquila imperiale romana, una fascia nera al braccio con impressa la 'ruota solare' simbolo del nascente Partito nazionalista italiano, che sarà guidato da Gaetano Saia, e pantaloni neri con striscia gialla o grigi. Sono i volontari della Guardia nazionale italiana, pronti a pattugliare le strade 24 ore su 24, affiancando le ronde padane, non appena sarà in vigore il disegno di legge sulla sicurezza. Le cosiddette 'ronde nere' - la versione definitiva delle divise è ancora da decidere - sono state presentate questa mattina a Milano, durante un convegno nazionale dell'Msi (Movimento sociale italiano). Stiamo sdoganando di tutto. Non c'è piu memoria storica.


# 243 commento di alberto è un tuo limite.. e non per questo sei costretto a inter-leggere e tantomeno denigrare le tue uniche capacità, il tuo smodatamente essere loquace, risparmiacelo nessuno ti ha chiesto di giudicare le persone che frequentano questo spazio come te ne passano tanti e tutti i giorni e puntualmente si perde tempo solo a mandarvi a quel paese


# 268 trarco mavaglio Penso che per un tipo come SB - un vero Zelig tipo Woody Allen, ricordate? - non è assolutamente un problema essere Bush con Bush, Putin con Putin, Papa con il Papa, Obama con Obama, Osama con Osama, Ahmadinejad con Ahmadinejad, Olmert con Olmert e - appunto - Gheddafi con Gheddafi... e chi più ne ha più ne metta, all'infinito. Su conflitti del genere - esattam,ente come sui suoi conflitti d'interessei - lui passa via con la massima nonchalance. Una battuta e via! Una ghignata e via! Con la sensibilità di un elefate (con tante scuse, da parte mia, agli elefanti per averli scomnodati) La figura, semmai, la fa sempre l'Italia.


La libertà dell'informazione è un principio fondamentale. Giorgio Napolitano, al vertice Uniti per l'Europa, mette la libertà di stampa tra i cardini dell'Europa in un momento di grande polemica nel nostro paese: "Bisogna aver fiducia nell'attaccamento delle opinioni pubbliche ai principi liberali, particolarmente a quello della libertà e del pluralismo dell'informazione", ha detto Napolitano. "Non ci sono dubbi sull'importanza fondamentale di taluni principi riguardanti l'informazione nei nostri Paesi", ha spiegato rispondendo ad una domanda in conferenza stampa che conteneva un indiretto riferimento al decreto sulle intercettazioni appena approvato da uno dei rami del Parlamento". Ribadendo che "nel merito della loro applicazione noi non possiamo entrare". ....


E se volete ci metto pure il congiuntivo: "Penso che.... non sia." e agli elefanti dico: "...scomodati"


"..il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, arrivato a sorpresa alla sua tenda piantata a Villa Pamphili poco dopo le 23..." Scatenatevi!




@ lai E a che ora è andato via?


# 274 commento di lai si.. :) ho letto che poco prima il suo socio libico era andato a piedi in giro e poi al ristorante in tenda che si sono detti, oltre alle solite scuse per coprire il disagio? e se Gheddafi compra Villa Certosa? scommettiamo?


# 266 SOFISTA Grazie della spiegazione. E' paradossale anche questo. Ma la Lega è campione di paradossi, tra minacciose spinte secessioniste e ambizioni politiche nazionali. Bossi stesso è un paradosso, tra spietate critiche (giustificate oltretutto!) a SB e plateale amicizia fraterna con lui. Tra oltraggi allo Stato e appartenenza ostentata allo stesso. Sì sì, lo so: sono tutti mezzi sporchi, ricatti, per ottenere qualcosa; anche questa è corruzione: vendono sé stessi, e i loro principi per i loro tornaconti e interessi economici.


allora la nostra politica e diplomazia estera è quella del venditore di tappeti o di quadri in televendita, quella del rappresentante porta a porta, quella di un Dulcamara con la bottiglietta del magico elisir, i partner o gli statisti del mondo sono come clienti riottosi e un pò strambetti che bisogna abbindolare concedendo qualcosa alle loro piccole manie o estrosità...! Ma la cosa più terribile non sono i deliri di questo ometto impiastricciato bensì gli applausi dell'uditorio di turno, questa volta i giovani industriali che si sono anche bevuta la favola del complotto eversivo. Fino a che il popolo e in particolare il "suo " popolo sarà contento di essere cieco, sordo e muto, abbiamo ben poche speranze di un cambiamento. Il pifferaio magico ha ben attirato i suoi bambini!


Barbara Bolognese. Il maestro del mio coro, tre diplomi ed insegnante a Novara, ci racconta spesso del caos del Conservatorio. Più o meno so, ma tu hai spiegato molto bene, grazie. Ho studiato pianoforte, mai iniziato il Conservatorio, ho preferito l'Università, ma si parla di vent'anni fa, quando le cose erano profondamente diverse. Sul fatto di gente che non sa suonare, lo so, l'ho notato ogni volta in cui abbiamo un'orchestra ad accompagnarci... ;) >potrebbero tranquillamente aggiungere un paio d'ore alla settimana di storia della musica fatta decentemente (non vedo perchè storia dell'arte sì, e storia della musica no). Assolutamente, ma può assolutamente darsi che se un liceo musicale fosse fatto bene, potrebbe essere una buona idea. Non so, onestamente, c'è di molto peggio nella riforma, quello era il mio argomento. L'aiuto alla musica dovrebbe arrivare e non arriva. Nei licei pure del Midwest americano hanno il loro bel coretto, in Inghilterra lasciamo perdere, ed io, qui, devo sentirmi dire che 'la musica classica è da sfigati'... Da gente che ascolta l'hip hop di tettone inutili. ;) >Per apprezzare la musica classica bisogna conoscerla ed avere una certa abitudine all'ascolto e all'analisi che ai ragazzi non vengono insegnate. Su questo bisogna intervenire. Vero. D'accordo. Nota che quegli stessi ragazzi che la rifiutano vanno poi a chiedere nel negozio 'Uei, cos'era quella musica fighissima di Cliffhanger (film orrendo)?' Dies irae dal Requiem di Verdi, testina! A chiunque voglia reclamare per gli OT, dico, con calma serafica, non rompete gli zebedei e passate oltre, esiste il mouse.


x fabio17 Voci di corridoio parlano di un incontro/scontro tra il nano e le amazzoni. Berlusconi ne è uscito SOCCOMBENTE.


«Cinquemila le foto di Villa Certosa». Il fotografo Zappadu: «Alcune usciranno presto all'estero. In una ci sono le finte nozze tra premier e una ragazza». Berlusconi amareggiato: «E' la prova del complotto contro la mia persona. Io pensavo che quelle nozze fossero vere».


>Assolutamente, ma può assolutamente darsi Crisi di avverbi acuta, il secondo assolutamente mi è scappato


Saluta la bolscevica, lai. Torno al sole.


Contenti i milanesi delle nuove "ronde nere"? Bella divisa, ricorda vagamente quelle di qualche decennio fa italiane o sudamericane... Io non so di che colore saranno a Padova: presumibilmente Verdi con inserti azzurri!


assolutamente Federica, ma puo' assolutamente darsi, ciao.


Se non piacciono i modi si passa oltre. Se ci si riconosce senza essere citati, guardarsi alle spalle. Se non si conosce la netiquette, c'è sempre tempo ;) Per i frequenti casi di nausea ci sono i farmaci. Una persona intelligente può permettersi di fare lo scemo, il contrario è impossibile. Saluti


@ a lai ahhaha alludevo proprio alle amazzoni...allora ha ragione Vauro "ASTENSIONISMO" Il nano: "Ma se scopo come un riccio !!!"


Lai LOL. :) Renzo C Anche il sense of humour non è per tutti. Saluti ;)


# 290    commento di   Io_So - utente certificato  lasciato il 13/6/2009 alle 15:41

La divisa delle ronde nere sembra quella dei Nazisti in The Blues Brothers. Che schifo.


# 291    commento di   Io_So - utente certificato  lasciato il 13/6/2009 alle 15:50

Berlusconi s'è messo a strillare che c'è un progetto eversivo contro di lui. Ha capito che gli rimangono poche chance di realizzare il piano della P2, mentre son molte più quelle di soccombere (e non in sede civile :) ) quindi si sta buttando in un tutto per tutto, o la và o la spacca.




IL PIDUISTA E' LUI INVECE DICE CHE GLI STANNO FACENDO IL GOLPE


Barbara Bolognese, grazie per la precisazione. Ho parecchi amici che hanno avuto la fortuna di frequentare conservatorio ed università insieme prima della riforma; tutti confermano l'esistenza degli stessi problemi cui facevi riferimento tu. Personalmente ho molti dubbi sulla creazione di questi licei alternativi - tendenza avviata anni fa con la creazione dei licei sociopsicopedagogici e con la riconversione di molti degli istituti magistrali; non tanto per una questione di campanilismo dei licei "storici", quanto perchè non si vede il senso di equiparare percorsi formativi pensati in partenza per scopi e con vocazioni diversi. Ho l'impressione che questi indirizzi ammicchino agli interessi dichiarati dei più giovani. La questione che portavo io è un'altra: si parla di riforma e non si tocca in minima parte la questione del turn over, dello smaltimento di una classe insegnante precaria fino a 50 anni. Dallo scorso anno accademico non c'è modo istituzionale di accedere all'insegnamento; questo significa che, tuttalpiù, si possono fare supplenze, ma di fatto il sistema, congestionatosi negli anni precedenti, è stato bloccato per un anno.


Per quanto riguarda l'educazione musicale: è vero, meriterebbe più spazio, come molte altre discipline. Ma qual è il senso di svuotare di contenuto gli apparati formativi già esistenti - come tu confermi sia avvenuto a proposito dei conservatori - e rabberciare poi licei come quello musicale?


Fabio17 Signora?!? Ma va la ma va la ma va la... ;) Certo che la perdono!


Ugh!Ugh! Ciao! Siamo i quattro scemi dell'IDV, ci siamo telefonati, cioè no,veramente,in pratica, praticamente volevo dire che li ho chiamati io, quello di turno(che sono io)che non coniuga, non sono neppure sposato, ha anche condizionato il pisolino degli altri tre, ma sono scemi come me e.. e sono tornati a coniugarsi con i loro guanciali, io volevo chiedere ai miei tre amici se sono scemo.. ma se loro sono scemi, io cosa gli chiedo,chiedessi, chiederei,chiederebbi,chiederesti? uhg!ugh!forse sono scemo di più di uno scemo!ugh!ugh! C'è proprio da inchinarsi all'intelligenza di.. di intelligenza superiore del signore Renzo C, non voglio però far torto al signor Mou, anche il Paese dei Barzellettieri è molto intelligente, cosi si diverte anche con il signor Alberto; per fortuna che ci siamo noi 4 ragazzetti scemi della sezione di Idv, altrimenti Renzi P. come farebbe? però sono cosi tanto scemo che .. che ricordandomi di niente,poco e nessuno, il nome degli altri Renzi Benvenuti e da venire li saluto tutti senza citarli,e senza guardarmi alle spalle, altrimenti l'inchino rovesciato mi viene trooooppo,trooooppo,troooooooppo da scemo doppi e tripli avvitati quadrupli carpiati, sono così grande,grosso e scemo, che non posso proprio farli, mi potrei fare taaaanto tannnnnto male e.. e sono scemo,si,sono scemo,ugh!ugh! ma non ancora tutto tutto.


l'importante è che ognuno di voi non prenda le parole di travaglio come verità assoluta...travaglio è una fonte, potete essere d'accordo o meno con quello che dice...bisogna sempre interrogarsi, è fondamentale, non sottovalutiamo ciò, non prendere ogni parola che dice come indiscutibile.. Dice tante verità, soprattutto riguardo la cronaca giudiziaria, la corruzione di berlusconi & company. A mio parere poi sbaglia a prendere sottogamba certi argomenti...con tutte queste ironie e sarcasmi, ponendosi troppo come voce delle verità, che accetta difficilmente critiche altrui.. qui parliamo di un'Italia che squallidamente ospita un dittatore violatore di diritti umani, giusto per interessi economici, dimenticando quello che rappresenta, le sue colpe..addirittura siamo arrivati ad ammettere le colpe coloniali pur di prenderci gas, ecc, dai libici.. poi gheddafi, come ho già detto, ha detto anche cose giuste, da non sottovalutare...anche se è abbastanza ridicolo farsi dare lezioni da costui.. gli USA sono probabilmente anche peggio di Bin Laden, probabilmente senza i primi non ci sarebbe il secondo.. Basta pensare gli USA come il templio della democrazia pura...è il regno delle privatizzazioni, del selvaggio neoliberismo, di terrorismo poi se ne intendono abbastanza.. il problema è che una buona parte della gente di sinistra in italia mi sembra che stia abbandonando la visione delle cose..ci stiamo riducendo a difendere la legalità, che in italia è lontana anni luce co sti soggetti ai governi, ma stiamo attenti.. poi anche gli altri paesi occidentali hanno i loro corrotti (magari non quanti ne ha l'italia)...che poi spesso e volentieri servono con queste leggi di mercato i corrotti.. fatto sta che confrontandoci su un blog non otterremo molto, nemmeno lamentandoci di un provvedimento di governo su facebook o creando il gruppo berlusconifaschifo.... bisogna scendere in strada e attivarsi seriamente, svegliarsi e svegliare la


*gente comune, che preferiamo invece snobbare con i pregiduzi e le barriere sociali...






certo deh .....sta' 3 ore a tromba tutte le notti con una????? e' proprio sotto la media ir Berlusca ehh???? guarda Gheddafi???? ha voluto 700 donne sembrava d'esse al casting di AMICI di Maria De Filippi....seondo me ci voleva anda'anche Noemi ,ma lui gliel ha impedito (sempre opinione mia personale) perche' il Colonnello..il Ghedda ,incute un certo timore sotto quell'argomento ....ha voluto 700 donne ...e lui invece ,,solo 50 dentro la su villa .......infatti il gheddA ..dopo..e. se sentito anche male.....Qui a Livorno si dvocifera ...almeno (giravano ste voci allo stadio)che il leader libico era sotto la tenda di Villa Pamphili (con la donna di Fini ,e infatti il Gianfry s'e' anche un po incazzato per il ritardo ...e a ricuci' e'toccato al compagno di Fini d'Alema . E qui c'e' lo scandalo sempre secondo me eh?)perche lui ,il Ghedda, ha confessato che era sotto la tenda con una di cui non ha saputo specificare il nome ma della quale il papa' di lei ,ha riferito di essere stato in passato l'autista di DIO ....(stavolta dobbiamo crederci ,visto che Craxi ancora non e' nominato ne' nella Bibbia ne' sul Vangelo e Dio invece si . Comunque per tutti i credenti religiosi ,indaghera' la Procura della Repubblica o del Regno di DIO ,ai non credenti ....attacchiamoci ar C...O saremo sempre perdenti.... ABBONIAMOCI TUTTI AL FATTO (gia' il nome) CHE NON E' LIBERO (anche perche Libero da chi ????? Libero da tutti quelli che non sono d'accordo?)))))) basta italiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ma vi rendete conto che ci sono scienziati della comunicazione a darvi degli ignorantiiiiiii????????????????????? facendo pubblicita' occulta con i TG???????svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaa SCUSATE LO SFOGO,,,,,,,,,,,, HO VOGLIA DI VERITA' ....MI ABBONO V.P. P.S. DEH....MA SCHERZI DAVVERO???? ...PRENDEREMO PER VERITA' VERA DIVINA LE STRONZATE CHE CI RACCONTA IR BERLUSCA...(PURTROPPO QUALCUNO LO FA' ----SVEGLIA ITALIA


1) Pochissimi sanno cosa sia avvenuto appena prima dell'audizione di Grillo fatta vedere ad Anno Zero. Nel 2006 l'UDI nazionale (Unione Donne in Italia) avviò una campagna chiamata "50&50" che ispirandosi all'art. 51 della Costituzione Italiana raccoglieva firme per proporre un disegno di legge di iniziativa popolare volta ad affermare una democrazia "giusta" e quindi una presenza paritaria dei due generi in tutti gli ambiti decisionali,lontana dal principio riduttivo delle percentuali e delle quote rosa. Una campagna rivoluzionaria già affermata in ambito europeo e di cui il potere sotto qualsiasi forma non ha parlato nè parla, perchè sconvolgerebbe gli attuali assetti, o perchè considerata utopistica, o semplicemente perchè non sostiene la libertà (quanto condizionata?) delle donne di decidere se entrare o meno nei ruoli decisionali. Le firme per il disegno di legge furono raccolte e il Comitato promotore dell'UDI il 18 maggio 2007 depositò in Cassazione il titolo della proposta "Norme di Democrazia Paritaria per le Assemblee elettive" in cinque articoli dove è previsto che nelle competizioni elettorali e in tutti gli organi decisionali le candidature siano costituite da un numero pari di donne e uomini. Mercoledi 10/06 l'UDI è stata convocata dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato per illustrare la proposta insieme ad altri proponenti di disegni di legge, tra cui Grillo. Sui giornali e in televisione ha fatto scalpore e notizia soltanto il testo di Grillo e soprattutto il suo linguaggio discutibile. Nei video e nelle foto diramati la figura femminile accanto a lui è la delegata dell'UDI di cui non si comunica l'identità, e che si è trovata da una parte ad incassare indirettamente gli epiteti non certo delicati dello stesso Grillo, dall'altra a passare per sua accompagnatrice o sostenitrice, o addirittura a fare parte della Commissione del Senato. (continua)


2) Cito da Youtube: "voglio nomi e cognomi di questi che compongono la Commissione soprattutto della befana alla destra di Grillo... voglio fare una indagine su di loro", (http://www.youtube.com/comment_servlet?all_comments&v=YiBtBlKtanU&fromurl=/watch%3Fv%3DYiBtBlKtanU), e tralascio altri penosi appellativi e insulti nella scia zelante giustizialista che diventa perfino razzismo iconico-fisiognomico con riferimento alla faccia di... e al Q.I… Un doppio danno sia nel dare male la notizia senza i doverosi riferimenti sia nel non dare la notizia nella notizia. Sono veramente indignata per come è passato sotto silenzio o trascurato un momento così storicamente significativo per l'UDI e per le donne. Il disegno di legge di democrazia rappresentativa paritaria, per la sua forza rivoluzionaria meritava l'attenzione della Stampa, ma deliberatamente o no è stato ignorato e lasciato ad interpretazioni di fantasia. C'è una stampa sicuramente coraggiosa accanto ad una sorda e servile, ma in ogni caso di "mano maschile" e là dove non è di mano maschile ci si chiede perché questa iniziativa molto importante in via propositiva della presenza paritaria delle donne negli organi decisionali, passi assolutamente inosservata. Una notizia che i notisti e le notiste non possono tralasciare, Una imperdonabile disattenzione o trascuratezza che perpetua le nebbie dentro cui restano invisibili le questioni del femminile. Deontologicamente questa notizia occorre "crearla" da parte avveduta, se per consuetudine e ordinarietà non viene colta, e conferirle un senso di etica politica. (continua)


3) L'assoluto silenzio sul fatto che il 10/06 giorno dell'audizione davanti alla Commissione per gli Affari Costituzionali, prima di Grillo, le donne dell UDI abbiano illustrato un disegno di legge di iniziativa popolare dai forti contenuti politici per una Democrazia giusta, mi sembra disarmante e inquietante. Per giunta in un momento in cui la misoginia sembra più avanzare che arretrare e l'immagine pubblica della donna resta pur sempre un giocattolo di solo corpo. L'utopia di questa legge rappresenta per molte di noi un fremito e una speranza. Non ce la faremo mai a cambiare lo stile del potere patriarcale che ci governa in maniera distruttiva, finchè la presenza delle donne è così numericamente sbilanciata che le obbliga a mascolinizzarsi nei comportamenti e nella mentalità per non passare per stupidotte (belle oche) o a consolidare, fin troppo decise e agguerrite, la propria posizione di privilegio nel gioco della competizione. Dobbiamo essere tante, almeno giuste in numero, dobbiamo essere 50&50 fra uomini e donne perchè questo forse è l'unico caso in cui la quantità può fare anche la qualità. Per un'altra bellissima e forte iniziativa" la Staffetta contro la violenza sulle donne", sempre su iniziativa dell'UDI nazionale, quasi tutte le regioni dalla Sicilia al Piemonte sono collegate in rete e stanno producendo dal 25 novembre scorso manifestazioni di piazza con l'appoggio di Comuni, Sindacati, Associazioni varie. Manifestazioni che dureranno fino al prossimo 25 novembre, un intero anno, anche queste del tutto, o quasi, ignorate dai media. Useremo questo collegamento e questa forza per protestare tutte insieme: valanghe di proteste da tutte le regioni a giornali, televisioni, radio. Qualcuno avrà orecchie e dovrà arrossire. Sarà difficile fermare la deriva verso cui stiamo andando, ma possiamo per ora almeno alzare la voce. Marsia, UDI RC




# 306 commento di RayBlue perchè votando che cambia?


# 303/4/5 commento di marsia Non credo che sia passata inosservata.. lasciando stare i commenti stupidi, quelli, per chi vive e conosce la rete da tempo, sa benissimo che ci sono sempre sia per i santi che per i diavoli Ho notato la passione della Presidente, una persona preparata. Il tema che ha portato in commissione è frutto di un lavoro determinato e sacrificato. Fatto sta che è un tema scomodo ad una casta prevalentemente maschilista. E sono convinto che abbia avuto comunque una buona luce.


E sono convinto che abbia avuto comunque una buona luce... ... grazie alla presenza di Beppe Grillo


PITTORESCHI SÌ, MA DISASTROSI Secondo il New York Times, Berlusconi e Gheddafi sono i leader più pittoreschi del mondo. Certo, il resto del mondo può ridere di queste due macchiette, rifatte dalla testa ai piede, due campioni degli sproloqui, ma l'Italia e la Libia non ridono: ne subiscono i loro regimi disastrosi e liberticidi. Per esempio: "Il ddl Alfano è una catastrofe per la giustizia", dice Giancarlo Caselli (parole più pesanti di quelle che ho usato io su questo blog: "una porcata ad porcum"). Povero Alfano: per la storia il suo nome rimarrà per sempre appiccicato alle porcate legislative del suo Padrone.


(Tra parentesi e casualemente, l'acronimo di "Porcata ad porcum Italiae" mi dà.... PAPI, un marchio, una garanzia)


@ Ermione e Federica. Vero, sono abbastanza d'accordo con entrambe. Quoto Ermione quando scrive: "non si vede il senso di equiparare percorsi formativi pensati in partenza per scopi e con vocazioni diversi. Ho l'impressione che questi indirizzi ammicchino agli interessi dichiarati dei più giovani." Concordo, il problema è esattamente quello: io sono convinta che lo scopo di una scuola superiore sia quello di dare una buona cultura di base in modo da poter permettere, in seguito, una scelta più specifica ed un maggiore approfondimento della disciplina che si è scelto di studiare. Mi si potrebbe obiettare che chi sceglie la musica la sceglie in tenera età e non ha il tempo di studiare altro: è vero, ma l'ordinamento tradizionale del conservatorio prevede esattamente quello. Se da una parte, permettendo di frequentare la scuola e l'università contemporaneamente, assicura comunque un'istruzione minima, dall'altra, con il fatto che si studia praticamente solo strumento (con l'aggiunta di cinque materie secondarie che durano da uno a tre anni) permette ad un aspirante musicista di fare quello e farlo bene, senza perder tempo. La riforma è un disastro, perchè appunto fonde due istituti che hanno scopi formativi diversi, in modo tale che il liceo musicale non dà la preparazione che può dare un classico o uno scientifico, e non dà neanche una buona formazione musicale (per la quale basterebbe andare in conservatorio, dove sono davvero severi perchè non è scuola dell'obbligo). E contemporaneamente l'università-conservatorio della riforma pretende di dare un'ampia cultura musicale (che poi non esiste, visto che i corsi aggiuntivi sono tenuti da gente che non ha la benchè minima competenza per insegnare quelle cose) a concertisti, che non se ne fanno assolutamente nulla. Dunque meno musicisti bravi, e liceali più ignoranti (anche se meno di quelli di oggi è davvero difficile). Questo è il moivo per cui non sono d'accordo con Federica quando scrive: "




"se un liceo musicale fosse fatto bene, potrebbe essere una buona idea." Io direi che se un liceo (senza musicale) fosse fatto bene, sarebbe una buona idea (il problema è che qui in Italia il concetto del "fatto bene" non è granchè diffuso). Ed è proprio perchè, come dici tu, i ragazzi non conoscono la musica che bisognerebbe insegnarla in tutti i licei, non per avviare alla musica, ma per dare una cultura musicale di base. Anche un coro potrebbe essere una buona idea, e di sicuro sarebbe un'esperienza davvero formativa. Questo è il problema della riforma, dal mio punto di vista: essa segna una deframmentazione precoce della cultura, inibendo una formazione generale in tutte le discipline a favore di una specializzazione che comunque avverrà più tardi.


... quindi per sgravare il povero Angelino Alfano da questa pesante eredità, propongo di chiamare le sue leggi: lodo PAPI e ddl PAPI (poi legge PAPI), secondo la mia definizione di cui a #310 e #311. Anche per quelle future da prevedersi (per esmpio sulla limitazione degli scatti fotografici e la loro pubblicazione).


# 315 commento di Roland quoto definizione da coniare




Camiie nere: Profilo Saya estimatore di Silvio e nemico di Fini Estimatore di Berlusconi e acerrimo nemico di Fini, Saya, che dopo il recente scioglimento di Alleanza nazionale è rimasto l'unico depositario del simbolo dell'Msi di Almirante, è il sedicente ex agente segreto della Nato e del Sismi, ex massone che già nel 2003 provò a creare un gruppo paramilitare di “camicie grigie”, e che nel 2005 venne arrestato per l'oscura vicenda dei “servizi paralleli”, nella quale Saya risultò avere rapporti con i vertici degli apparati di sicurezza dello Stato, in particolare con i servizi segreti militari. http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Le%20ronde%20neofasciste%20debuttano%20a%20Milano%20fra%20grandi%20polemiche&idSezione=3409
http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Le%20ronde%20neofasciste%20debuttano%20a%20Milano%20fr




#4 commento di elisa. l. PDL = Partito Dei Lobotomizzati


# 321    commento di   loveepeace67 - utente certificato  lasciato il 13/6/2009 alle 18:20

Scusate ma avrei bisogno di avere dei chiarimenti sulla Finanza creativa, in particolare cosa sono i partly paid, grazie.


GIUSTINI, LISTA BEPPE GRILLO DENUNCIA/ mi è stato impedito di presentare atto che chiede trasparenza ROMA (UnoNotizie.it) “Oggi mi è stato impedito di presentare un atto che chiede la trasparenza totale in Municipio” è quanto dichiara Marco Giustini, il consigliere municipale del Municipio Roma XVI della Lista civica Beppe Grillo. “Con una interpretazione prestestuosa del Regolamento, che comprime i più elementari diritti democratici dell'opposizione, mi è stato impedito di presentare un atto relativo al rifacimento del sito internet istituzionale che introduce il controllo dei cittadini sull'attività dei consiglieri, la pubblicità di tutti gli atti politici e di spesa ed utili servizi come la possibilità di segnalare dal sito le buche delle strade e l'inefficienza dei servizi municipali”. Conclude il consigliere “Sono uscito per protesta dall'aula, ma non mi farò fermare da chi calpesta le regole democratiche per impedire la trasparenza”. Marco Giustini Consigliere municipale Municipio Roma XVI Lista civica Beppe Grillo Roma a cinque stelle www.marcogiustini.info




Napolitano: libertà d'informazione fondamentale REUTERS- Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano oggi ha sottolineato l'importanza della libertà d'informazione, due giorni dopo che la Camera ha detto sì alla nuova legge sulle intercettazioni, contestata da opposizione, giornalisti e magistrati. Napolitano si è svegliato (di soprassalto) ma è solo un falso allarme: gli scappava la pipì, oppure non era lui ma il suo doppio eterico..








# 328    commento di   __mou__ - utente certificato  lasciato il 13/6/2009 alle 19:26

Bon (si fa per dire)! Si sta per concludere un'altra tragica giornata per questo Paese. Qualunque persona di sinistra dovrebbe intervenire sulle "lezioni magistrali" che il Presidente-Imprenditore fa ai giovani industriali anno dopo anno. Per spiegare a costoro (e chi sa e sa spiegare meglio, più parli) che esiste un altro modo di organizzare la produzione. Qualcuno una volta si giovò delle idee di Henry Ford sui salari di efficienza. Oggi agli imprenditori italiani under 40, tanto per restare fottuti come Paese per altri 40 anni, si offre loro una lezione di faccia tosta che è una rarità tra i Paesi più sviluppati. Come a dir loro: mentite e fregatevene, mentite e fregatevene sempre. Da sinistra non si ode nulla. Neppure i Fava, i Vendola, i Ferrero. Signori che dovrebbero aver studiato che educare i giovani imprenditori a perpetuare lo schifo di chi li ha preceduti è più grave persino di mettere la fiducia in Parlamento sul ddl intercettazioni o farsi approvare in fretta il lodo Alfano. Tutti zitti. Sotto le loro stelle socialiste riposano addormentati. E un poco addomesticati.


Dal Corriere: IL «PIANO EVERSIVO» - Senza citare un mandante preciso, Berlusconi ha spiegato che quelle su caso Noemi, veline, Mills e voli di Stato sono state «soltanto calunnie», parte appunto di un progetto eversivo finalizzato a far decadere un presidente del consiglio legittimato dal voto ppolare «per mettere al suo posto un'altra persona non eletta dagli italiani. se questa non è eversione ditemi cosa è?». Il capo del Pdl non ha fatto nomi, ma ha parlato di ricadute negative di queste campagne per l'immagine dell'Italia. Guardiamo un attimo: "Noemi, veline, Mills e voli di Stato sono state «soltanto calunnie», parte appunto di un progetto eversivo..." Ma che calunnie! Ma che progetto. Ha fatto tutto lui stesso medesimo! La stampa eversiva ha forse scelto il giorno di compleanno di Noemi, a ridosso delle Europee? La stampa eversiva ha inventato il nomignolo Papi? La stampa eversiva ha suggerito a Veronica che cosa dire? Il tribunale di Milano doveva domandare a Berlusconi quando fosse il momento buono per emettere la sentenza nel processo Mills? Quando non ci sarà più una concomitanza che fa urlare: giustizia a orologeria: tra 4 anni, tra 11 anni, o dopo la morte di Berlusconi per non offenderlo? O nemmeno dopo perché "de mortuis nihil nisi bonum"? E le veline non le ha candidate lui stesso medesimo, e quando se non a ridosso delle elezioni? O è eversiva Veronica, è lei la mandanter non nominata? Allora che lavino i panni sporchi in casa loro (o meglio nelle loro case, non visti nemmeno da Zappadu).




AGGHIACCIANTE!!!!!! Ronde Nere. http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/politica/dl-sicurezza-4/ronde-nere-milano/ronde-nere-milano.html Ma la cosa che lascia di più senza parole è vedere questo: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/5/51/JFK_delivers_State_of_the_Union_Address,_14_January_1963.jpg Chi cerca di sciogliere quel fascio e depotenziare quello che gli si attorciglia, viene decapitato. L'unica liberazione sta al potere del singolo. Nessuna Nazione, Nessun governo, ma tanti uomini consapevoli.


# 332    commento di   Rossocrociato - utente certificato  lasciato il 13/6/2009 alle 19:44

Non concordo con quanto scritto da Travaglio riguardo alla visita di Gheddafi. Io credo che non si debba confondere la politica interna con la politica estera. Gheddafi in questo momento rappresenta non solo la Libia, ma anche l'Africa (OAS). L'Italia ha interessi geopolitici ed economici importanti in Libia e nel mondo arabo. Va ricordato che nella faccenda di Lockerbie non si è mai fatta chiarezza. La Libia ha accettato di pagare un risarcimento per non avere più sanzioni da parte anche degli USA che hanno (ancora sotto Bush) rispreso i rapporti diplomatici con Tripoli. Nella vicenda Lockerbie c'era anche stata una pista che portava alla Siria e gruppi palestinesi che non è stata più perseguita … quindi un dubbio comunque resta. Concordo che il regime di Gheddafi non rispetta i diritti dell'uomo e non è democratico. Ma se l'Italia volesse avere rapporti solo con stati democratici che rispettino i diritti dell'uomo, allora non si dovrebbe più intrattenere contatti con stati come la Cina, quasi tutti i paesi africani (con l'eccezione del Sudafrica), arabi ed asiatici nonché Israele che non rispetta nè il diritto internazionale (risoluzioni ONU 242, 338) nè la quarta convenzione di Ginevra. Chiedo a Marco Travaglio se egli è per applicare la stessa misura a tutti o no? Io credo che sia meglio intrattenere un dialogo con tutti i paesi nel rispetto della altre culture. Esportare la democrazia con la forza è controproducente (vedi L'Irak). Io consiglierei comunque di non perdere di vista i legami internazionale. L'Italia a mio avviso è troppo chiusa in se stessa. Non c'è un gionale con una parte esteri decente in Italia. Bisogna leggere giornali esteri come la NZZ, la FAZ, Le Monde ecc e guardare la TV estera come BBC, al Jazira o TV 5 per informarsi bene. (Così a Marco Travaglio e persino sfuggito un argomento che a me come Svizzero è noto: la Libia detiene come ostaggio da quasi un anno un imprenditore svizzero nell'ambasciata svizzera a Tripoli e non lo lasc


Berlusconi : "contro di me piano eversivo". Si teme attentato alla figa.


Premessa: Non sono narcisista. Riprendo un commento fatto a febbraio perché credo rispecchi l'approdo lugubre e uggioso di questa deriva autoritaria. Ronde nere... commento di impalpabile - lasciato il 25/2/2009 alle 18:45 Arriverà presto una sera piovosa e con lei sentiremo una sirena, sarà il segnale che i lupi affamati di soprusi sono senza guinzaglio e pronti a mordere. Li vedremo camminare tutti vestiti di nero, fieri del ruolo che ricoprono e pronti ad essere senza pietà perché più persone castigano, più si sentono importanti, e più vengono decorati con riconoscimenti governativi. Quella sirena sarà il segnale che il coprifuoco è iniziato e vedrai passare la notte dalla finestra udendo incessantemente gli scarponi delle bestie che battono sul terreno; inizierai a lacrimare pensando a quante cose potevi cambiare se solo avessi saputo come andava a finire, ripenserai a quante volte hai esultato quando il notiziario divulgava il comunicato di uno straniero assalito dai castigatori, ripenserai a quanto volte hai messo la crocetta sulla scritta: "Popolo della libertà”. Lacrimerai da sola dando i cazzotti al cuscino cercando di sfogare tutta la rabbia e l’amarezza, perché se uscirai per rendere noto il tuo malessere i lupi udiranno i tuoi singhiozzii e non servirà a nulla fargli vedere la tessera del partito, perché adesso anche tu sei straniera. A loro interessa castigare. Al governo interessa uccidere.


....senza dimenticare queste immagini!!!!!!!!!! http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/5/51/JFK_delivers_State_of_the_Union_Address,_14_January_1963.jpg Chi cerca di sciogliere quel fascio e depotenziare quello che gli si attorciglia, viene decapitato.


Ma Telese non poteva gettare Gasparri ?


@238 paso OT - scusate E' ormai parecchio che ti ignoro, noto che mi stai costantemente attaccata al sedere. Leggo che stamattina ricominci -al solito- la lagnetta della vittima, per poi passare - al solito- a cercare di provocarmi. La faccenda è banale: quando un commento ti fa rodere le parti nobili decidi che è una provocazione, e parte la solfa annunciaziò annunciaziò , provocaziò, aziò, reaziò, riconciliaziò. Su queste frangibilissime basi ti senti quindi legittimata a rompere i marotes a chiunque. Quando ti ho ricordato alcuni di questi squallidi episodi, mi ha farfugliato, in genere, di non ricordare bene. Il tuo iresitibile -e documentabililissimo -, impulso allo sbrocco deriva dalla singolare pretesa che il corso dei commenti vada secondo la direzione che ritieni corretta, al punto da volermi spiegare di cosa si dovrebbe scrivere e da fornire suggerimenti su cosa fare quando te ne stai per andare a letto. Già parecchio tempo fa ho provato a spiegarti -citando parecchi casi- che attacchi le persone non tanto per i MODI, ma per i temi trattati e le opinioni esposte. Risposte? Nada, o il solito "non ricordo". In questo turbine di pensieri, commenti, invettive e frignate, che evidentemente ritieni di dover esternare tutti per dovere civile, in the name dell'ammmore e dell'intelligenza emozionale - ma soprattutto del "meno io" - naturalmente alla signora grandi MODI sfuggono del tutto commentatori che scrivono per giornate intere con MODI da bullo e linguaggio da cloaca, ma hanno la fortuna di essere in linea. Questo MODO di comportarsi fa certo il paio con la terrbile quanto infantile esigenza di avere tanti soci-sostenitori-amici che, oltre ad esprimerti stima se possibile incondizionata, siano pronti a sostenere e difendere il tuo ruolo di ragazza più popolare della scuola: non a caso questo MODO ti ha portato spesso a scusarti per quello che scrivi. E se solo ricordassi bene lo


OT - segue E se solo ricordassi bene lo hai fatto anche con me. "Ora se vuoi continuare ad abusare di uno spazio pubblico, ti prego di astenerti e se proprio devi continuare fallo sul mezzo mail senza tediare gli altri ulteriormente-grazie e ciao". Temo che la frasetta - al solito- non ti ricordi nulla, anche se è tua e rivolta a me. Ti suggerisco quindi, quando ti prende uno sturbo verso qualcuno, di essere coerente con quanto hai scritto. Quanto ad oggi, vedo che sei rimasta agli stampini. La provocazione è stantia oltre che palesemmente priva di senso. E già una volta per queste cose ti sei scusata. Invece di farmi la nostalgica degli stampini, sarebbe meglio ti mettessi savanti allo specchio e pensare al tempo che un medio informatico impiegherebbe per modificare il generatore automatico di romanzi di melissa p. per farne un generatore degli inutili, stantii, provocatori sturbi di pasolineggiante. Aiutino: 95% del tempo per l'inserimento sturbi.


19:58 Al Arabiya: "Scontri estesi" Secondo fonti del fronte moderato citate dalla tv satellitare al Arabiya, nelle città iraniane di Qum, Shiraz e Meshaad sarebbero "in corso scontri tra le forze anti sommossa e protestanti". Stando ad alcuni siti vicini a Hosseini, citati sempre dall'emittente saudita, ci sarebbero "manifestazioni di protesta" nelle città di Tabriz, Aroumiya, Shaswar, Ahwaz "Si alza il vento da Oriente"


Ma mi chiedo chi mai sia.. "foraggiava gruppi terroristici [...] faceva abbattere aerei di linea come piccioni (Lockerbie, 270 morti), approntava armi di distruzione di massa (vere), bombardava" è forse Bush? ah, no, dev'essere D'Alema.


# 341    commento di   pulicane - utente certificato  lasciato il 13/6/2009 alle 20:23

Sul "piano eversivo" @ Roland, # 329 Io invece sono preoccupato per l’ultima uscita di Sua Bassezza sul “piano eversivo”. La tattica consolidata, quando si accinge a combinarne una nuova, ormai la conosciamo: è quella di lanciare una bordata di accuse e di piagnistei, addebitando alle opposizioni le stesse identiche cose che si accinge a fare lui, ma giocando d’anticipo, in modo da confondere le acque e di apparire lui la vittima. Qualche esempio? I “brogli delle sinistre” (campagna lanciata a freddo e con settimane di anticipo sulle elezioni, senza un straccio di prova: poi però abbiamo avuto i brogli, veri, della destra a Palermo e in Sudamerica, senza dire della storia di Deaglio, ancora da verificare). Oppure: accuse a questo o quel programma televisivo “criminoso”, preludio all’occupazione totale della Rai. E così coi giudici, coi giornalisti ecc. Prima di scoprirsi lui prepara il terreno. Chiagni e fotti. Adesso p. es. viene di collegare quest’ultima uscita con le annunciate misure repressive sulla stampa o su internet, senza dire poi delle ronde, questa mostruosità. L’isolamento internazionale, tra l’altro, potrebbe indurlo a forzare i tempi e a giocare d’azzardo. Naturalmente i suoi sono anche ballons d’essai che all'occorrenza possono rientrare, in tutto o in parte. Però questo, fra le altre cose, dipende anche da noi e dalla nostra reazione. Ecco perché quando lo sentiamo parlare di "eversione" dovremmo metterci in allarme.




http://italiadallestero.info/archives/6035 bell'articolo ^^


Ecco appunto: è un avventuriero, un gambler, un corruttore, un Sugar Daddy, una faccia da poker, un giocatore d'azzardo, una baro, un Maverick, un imbroglione, un picaro, un mafioso, un piduista ...... completate voi la litania


un baro


@ Roland commento 261 Grazie per il complimento sul nik il tuo invece a me ricorda una marca di tastiere ed espander elettonici. Mi ricorda un SC 8850 :-))


Io comincio ad avere seriamente paura. Non so voi, ma io comincio ad avere seriamente paura!




DAL BLOG DI GRILLO Il disegno di legge sulle intercettazioni può far chiudere la Rete. Se questo succederà, la responsabilità di ciò che verrà dopo sarà del Governo e del Parlamento. La Rete è lo strumento, lo spazio, il media che ha permesso a milioni di italiani di credere a un cambiamento democratico. Di illudersi di essere cittadini e non sudditi. Senza la Rete, con le televisioni e gran parte dei giornali in mano allo psiconano e ai suoi amici piduisti e mafiosi questo Paese si avvia verso una dittattura senza controllo e dagli esiti sociali imprevedibili. I gestori di siti informatici dovranno procedere entro 48 ore dalla richiesta, alla rettifica di post, commenti, informazioni ed ogni altro genere di contenuto pubblicato. Non dar corso alla richiesta da parte di blogger, gestori di newsgroup, piattaforme di condivisione di contenuti e di chiunque sia definibile “gestore di sito informatico” avrà come conseguenza una sanzione da 15 a 25 milioni di vecchie lire. Si potrà richiedere a questo o a un altro blog, per ogni commento, per ogni video pubblicato su YouTube, per ogni fotografia, una rettifica. Più informazione pubblichi, più rettifiche puoi ricevere e dover pubblicare. Ci potrebbe essere il caso di chi invia un commento con un nickname e poi chieda lui stesso la rettifica. E’ una legge insensata e chi l’ha scritta è un analfabeta di Internet o uno che vuole metterle il bavaglio. I blog di liberi informatori come Martinelli o Byoblu chiuderanno dopo le prime multe e con loro centinaia di altri. Solo per gestire le richieste di rettifica entro 48 ore dovrei assumere 10 persone, e forse non sarebbero sufficienti. In un anno dovrei pagare probabilmente alcuni milioni di euro di multa. Una legge che non esiste neppure in Cina o in Birmania, concepita per fottere la libertà di espressione. Se passa, sarà la morte della blogosfera italiana. Se dovesse avvenire non dimenticheremo chi l’ha firmata, chi l’ha votata e chi, eventualmente, la controfir


Se passa, sarà la morte della blogosfera italiana. Se dovesse avvenire non dimenticheremo chi l’ha firmata, chi l’ha votata e chi, eventualmente, la controfirmerà. La Rete non è un ballo delle debuttanti, questi golpisti se ne accorgeranno. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.


Se c'è un po' di verità nella leggenda di Guglielmo Tell, la democrazia svizzera, vecchia più di 700 anni, è fondata sull'uccisione di un insopportabile tiranno (altro che storielline di amore idilliaco e di orologi a cucù come dice Orson Welles nel Terzo Uomo)




Sono contento che Beppe Grillo si sia accorto di ciò: "Ci potrebbe essere il caso di chi invia un commento con un nickname e poi chieda lui stesso la rettifica." E' la stessa identica cosa che scrivevo ieri: se passa il decreto è possibile de facto fare chiudere un blog utilizzando la norma in modo strumentale. Qualcuno può fornire un link al testo del decreto integrale? Non sono riuscito a trovarlo, vi ringrazio in anticipo. Vorrei vedere se c'è anche la norma "webcam ai sindaci", altra cosa molto pericolosa (perchè può permettere abusi e ricatti), completamente inutile invece per le ragioni di sicurezza con cui la spacciano. Saluti


Che vomito...l'ennesima ciliegina sulla torta...abbiamo ricevuto con tutti gli onori uno che negli anni 80 era considerato alla stregua di Saddam, se non peggio... Berlusconi si riempie la bocca della parola "libertà" quando i modelli che persegue, nei fatti, sono quelli proprio del Gadafi (come lo chiamano in Spagna) e del suo amichetto Putin.... Obama non se lo stà filando manco di striscio, gli altri leader europei (a parte un po' Sarzoky ma solo perchè ci deve impaccare il nucleare per tirare un po' su le sorti della sua economia nazionale..) lo evitano alla grande...una vergogna, un flagello, nei libri di storia questi anni saranno ricordati come il disastro della repubblica italiana...grazie a tutti quelli che continuano a votare questi individui...


Barbara Bolognese Non posso non essere d'accordo quando parli di liceo, senza aggettivi, fatto bene. Sarebbe stato meglio vedere di far funzionare meglio i licei invece di rendere la vita sempre più facile ai poveri studenti che, se studiano per più di due ore al giorno, sono schiavizzati dagli insegnanti cattivi e vittime di soprusi innominabili. Lo so bene. Anche sull'insegnamento della musica in qualsiasi scuola superiore, sono d'accordo, ero già d'accordo prima. E alle medie, magari qualche chitarra invece di quel flautino di solito terrificante? ;) Sul liceo musicale, non so, può darsi che abbia ragione tu, che sul tema sei evidentemente più informata di me. Mi preoccupa di più il Conservatorio nuovo, però. Mi preoccupano ancor di più persone che escono dai licei e non sanno scrivere una tesina da quattro soldi né esprimersi. Lasciamo perdere la grammatica...La storia... boh, una robetta lì in cui si deve arrivare al sei. (Io renderei obbligatoria anche filosofia, tra l'altro, ovunque, anche negli istituti tecnici. Con ore e ore di esercizio di logica, per Giove benedetto, così magari i futuri berlusconi avranno meno terreno fertile in cui far crescere la loro gramigna) La scuola in mano all'Italia, sempre, è già un campo minato, in mano a questa destra è destinata all'implosione. Una generazione di ignoranti pronti per officine di lavoratori di mese in mese è probabilmente ciò che vogliono. Ciao


trovo molto offensivo per le comunità arabe italiane (nonchè estere) che nomi comuni appartenenti alla loro cultura (come mohammed) siano associati a personaggi squallidi della politica italiana. Credo che la sua scelta di "colorare" l'intervento in questo modo, seppur in buona fede, non sia stata una scelta geniale, soprattutto nel clima d'intolleranza verso gli immigrati che si sta diffondendo in italia in questo periodo.


purtroppo dobbiamo dire sempre le stesse cose. e cioè che questa maggioranza fa i porci comodi suoi perchè come al solito l'opposizione, o forse meglio dire solo il PD, fa lo stesso sporco gioco. L'episodio Gheddafi non è che l'ennesima prova di questo. Invece di protestare e di sbattere in faccia all'italia su chi sia veramente questo uomo accolto con tutti gli onori dalle nostre massime istituzioni, il PD ancora una volta non fa che "appoggiare" il Governo, stendendo anch'esso un tappeto rosso al leader libico. Forse una volta poteva esserci la scusa di appartenenza allo stesso padrone: il PCUS. Ma oggi che il comunismo è caduto e che l'Unione sovietica non esite più che motivi mai potranno avere gli ex Ds a trattare Gheddafi come fosse una Merkel o un Sarkozy?? Semplice. Ormai muhammed el d'alem è soltanto un altro imbecille a libro paga del padrone. E con lui i suoi soliti quattro accoliti. Tra le altre cose non dobbiamo dimenticare, ad esempio, che la Mondadori non è soltanto la casa editrice di Vespa ma anche di D'Alema e di tutti gli amichetti che vogliono pubblicare le loro porcherie. AMEN


Fermo restando che condivido il biasimo per aver accolto con tutti gli onori un dittatore, vorrei però invitare Marco a continuare a scrivere di politica interna e di cronaca giudiziaria e non di storia della politica estera. Almeno fin quando non l'avrà studiata a fondo: quanto detto da Gheddafi sugli Stati Uniti è realtà, come definirli -se si guarda solo alla politica internazionale degli ultimi anni, leggasi Iraq e Afghanistan- se non terroristi? Come definirli se si guarda alla loro politica di disturbo e di terrore nell'america latina degli anni '70 -Cile, Argentina e Brasile- costata a questi paesi decenni di fame, morte e miseria?! Al solito: quando si scrive quel che non si sa, al fine di trovare un espesiente per la -pur encomiabile- lotta all'obiettivo di sempre -Berlusconi- si rischia di prendere cantonate colossali.


Caro Marco, condivido la tua indignazione per la vergognosa zerbinatura del nostro governo verso quel dittatore criminale di Gheddafi, che scende dall'aereo con una foto antiitaliana sulla divisa, pretende di piantare la tenda in un parco PUBBLICO e poi, manco la usa, e pretende di incontrare 700 donne rappresentative per la politica e l'economia italiane...La cosa grave non è che le abbia chieste, ma che queste 700 carampane ci siano andate, che credo sia molto peggio...Ha detto che ci vuole una rivoluzione culturale per le donne; ecco, come ha detto Emma Bonino, che cominci lui, a stracciare le pagine del suo libercolo verde in cui denigra ed insulta le donne, dicendo che devono stare a casa con i figli, e che le mestruazioni sono il simbolo della loro inferiorità!!!!! @Colleoni: hai ragione, gli USA si comportano da terroristi, ma non credo che Gheddafi sia colui che glielo dovrebbe rinfacciare...



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti