Commenti

commenti su voglioscendere

post: Pensieri estivi...

(Vignetta di Natangelo ) Guarda i video della notte bianca anti-bavaglio su youtube                                 continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Complice un computer impazzito e vacanze imminenti non potrò esprimere la mia in questo blog ("e 'sti cazzi non ce lo metti?!"). Sarà un'occasione per staccare la spina e un'opportunità per non parlare di cose pesanti che appesantiscono e affaticano il sorriso spensierato di una parte di vita che è dietro e che purtroppo non riesco più a vivere, colpa mia e di chi non si prende le proprie responsabilità posticipando il giorno di una possibile resa dei conti o lasciando il saldo ad altri che non ce la fanno ad estinguere un debito così grande e pesante e per questo a volte finiscono per autodistruggersi. Meglio parlare di Berlusconi, argomenti altri avvelenano dentro. Finita questa nenia.... Ciao!!!!


Bondi insultato (il Ministro, non il figlio RenzoC)




# 332 commento di Veronique Ciao Veronique, come stai? hai già consumato col clandestino grullo? Immagino di sì visto che sei sempre tu, e non serve tanta fantasia per immaginare il come ROTFL la rovina dell'ignoranza nell' autosoddisfarsi quando fa caldo è il troppo Popper :D e se non l'hai ancora capito.... nitrisci LOL


@ 567809 13/B ?


ER - CODICI IN PRIMA LINEA Di questi tempi,il parlamento pare un pronto soccorso! Sono sempre in emergenza,da un' anno che stanno lì a far danni,e da un' anno che vanno giù coi decreti come fossero acqua fresca. Cito il parlamento,perchè su 36 decreti legge,"i banditi di palazzo" ne hano approvati 28,anzi con quest' ultimo 29,su 37,numeri alla mano IL 78%. Ben,e dico ben 37 decreti legge in poco più di un' anno. Praticamene 3 al mese,uno ogni 10 giorni. Dunque,dopo le dritte del consulente d' eccezzione napolitano,il decreto legge anticrisi,la porcata delle porcate, è ripassato di volata in senato,per la firma del complice,sarà ora una questione di giorni,al massimo,visto il periodo,poche settimane. Le correzioni applicate sono da cialtroni sofisti, da furbetti,da saltimbanchi,richiami ad hoc a codici,e codicilli, rimandi a leggi passate e a commmi,insomma in pieno stile trem trem,che,come al solito veste i panni del gay,col culo degli italiani... Sostanzialmente sono 4 i punti che ha toccato il "minidecretoporchetta" per salvare maxidecretoporcata....... Segue sul blog "avapxos" """"""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""" P.S. SCARICA E DIFFONDI IL BANNER PER SOSTENERE BEPPE NELLA CANDIDATURA A SEGRETARIO DEL PD,LO TROVI SUL BLOG "avapxos" CON LE ISTRUZIONI PER INSERIRLO NEL TUO SITO,O BLOG.GRAZIE""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""" (http://avapxos.blogspot.com)
http://avapxos.blogspot.com/




DALLA CARTELLA CLINICA DI CL.VE. Affetto da paranoia en la classificacion,internacional de enfermedades es un apartado psiquiatrico,se situa la paranoia entre los llamados trastornos de ideas delirantes son trastornos psicoticos esto es enferme dades parecidas a la ESQUIZOFRENIA pero differentes de ella un quiebro della realidad y el ENFERMO CREA UNA NUEVA DENTRO DE SU MENTE


Bossi comunista? Attenzione, prego: scambio di identità: si avvisano i signori elettori che Bossi si è trasformato in Diliberto. Il senatur grida: "Via dall'Afghanistan". Come dicevano i remoti esponenti "comunisti" da 6-7 anni a questa parte, prendendo le critiche di tutti gli altri partiti, compresa la Lega. Ma c'è una differenza: la motivazione. Il leader della Lega dice: "La missione in Afghanistan costa troppo" e " i morti non piacciono a nessuno". Ecco. E io che pensavo che bisognava ritirarsi perchè la guerra non risolve mai i problemi, o perchè nella Costituzione c'è scritto "L'Italia ripudia la guerra" ed è inutile chiamarla "missione di pace", perchè il popolo afgano non ci vuole, ecc. Invece mi sbagliavo. Questi sono argomenti che gli Italiani non capiscono. La guerra costa troppo e i morti sono brutti da vedere. Giusto, chiaro e semplice. L'ha capito persino Calderoli che vuole mandare via i militari anche dai Balcani e dal Libano. In fondo ogni vita ha un prezzo, e in tempi di crisi bisogna fare cassa... Le Tre Categorie Gli Italiani riguardo a Berlusconi si dividono in tre categorie: quelli che non sanno niente o quasi, quelli che sanno ma non importa se Berlusconi è mafioso, corruttore, puttaniere, ecc., basta che non mi fa pagere molte tasse, e quelli che si indignano e informano il più possibile. CONTINUA


SEGUITO DEL # 342 Della prima categoria fanno parte soprattutto i più anziani, diciamo dai 50 a 80 anni, con qualche logica eccezione. Vittime di Emilio Fede, Striscia la Notizia e Studio Aperto, tutti i Tg rai e Porta a Porta. Della seconda categoria non c'è una fascia d'età precisa: il menefreghismo e l'indifferenza colpisce tutti. Ma secondo me quando colpisce sotto i 30 anni ha effetti devastanti sulla salute mentale delle vittime. Diventano vecchi dentro a poco più di venti anni e non si riprendono più. Da starne alla larga, possono essere contagiosi. Della terza categoria sono di solito i giovani , o perlomeno quelli sotto i 40 anni, una razza in via di estinzione che ancora si vergogna quando un politico qualunque mente spudoratamente, figurarsi se un Presidente del Consiglio corrompe giudici o fa favori di tutti i generi alla mafia da trent'anni. Costoro parlano, scrivono, manifestano. Ma il 90% delle volte prendono bastonate, vengono sconfitti, derisi, isolati, ecc. Ma ogni volta si rialzano e non smettono si combattere. E per ciò,indipendentemente se hanno ragione o no, si differenziano dalle altre due categorie, che si adeguano al sistema piegando la schiena e godendo nel farsi inc...BIP.


# 332    commento di   Fabio17 - utente certificato  lasciato il 2/8/2009 alle 22:42



Chi andasse solo ora sul sito online di Repubblica, si perderebbe il commento di Eugenio Scalfari, che ho letto oggi domenica 2 agosto 2009 ma che già in serata è stato rimosso dalla versione online. Rileggendolo, ripenso alla mia sensazione di profondo sconforto che ho provato durante la prima lettura, preceduta dalla visione degli articoli sulla D’Addario a Parigi e le sue allusioni a una carriera politica promessa – non solo a lei -, poi sulla stampa estera che si chiede che cosa dovrà ancora succedere in Italia per far cadere il primo ministro Berlusconi, poi sul madornale errore di pianificazione di una delle “Grandi Opere” berlusconiane cioè il Passante di Mestre forse in prefigurazione di altri madornali errori legati a altre “Grandi Opere”, poi sul caso di Pecorella che non si capisce da che parte stia, poi sulla manifestazione in ricordo delle vittime della strage di Bologna con l’apparizione fischiata del ministro Bondi. Ma ripeto, leggendo il commento di Scalfari mi ha colto un profondo disagio. Ecco a voi, per che non l’avesse letto: (inizio citazione da Repubblica online, 02/08/09, ore 12) “Allarme rosso l'Italia si sfascia di EUGENIO SCALFARI LE NOTIZIE sono tante ed emergono da vari fronti, ma il loro senso si racchiude in tre parole: implosione, disfacimento, secessione. Tre parole che non riguardano soltanto il governo, i partiti, l'economia, la scuola, il federalismo, l'immigrazione, la sicurezza, il Mezzogiorno, le mafie, ma riguardano l'intero sistema-paese. Riguardano l'Italia. Riguardano le istituzioni e lo Stato. Credo sia il momento di lanciare l'allarme rosso perché i segnali sono univoci: l'Italia, lo Stato italiano sono a rischio di implodere e non è uno scenario collocato in un futuro sia pur prossimo, ma già visibilmente in corso. Bombe a orologeria brillano una dopo l'altra. Alcune sono già esplose.


(continua citazione) (...) “Se le altre non saranno subito disinnescate, se non avrà inizio subito un'inversione virtuosa, tra qualche mese la conflagrazione sarà generale. Stiamo ballando sull'orlo di un vulcano e pochissimi se ne rendono conto. Tra quei pochissimi c'è sicuramente il Capo dello Stato. Se dovessi fare altri nomi significativi sarei molto imbarazzato. Il solo dato confortante è l'esistenza d'una massa cospicua di persone che percepiscono questa situazione di gravissima crisi e vorrebbero contribuire a spegnere gli incendi già appiccati e impedire che i focolai dilaghino; ma non hanno strumenti, non hanno punti di riferimento, hanno perso la fiducia o non sanno su chi riporla. Questa massa di persone, al di là degli schieramenti, della condizione sociale, della geografia, rappresenta un deposito di energie potenziali prezioso, ma purtroppo inerte; un esercito di riserva che nessuno è in grado di schierare; una sorta di vecchia e giovane guardia che se entrasse in linea oggi potrebbe capovolgere gli esiti di questa deriva. Sarebbe un miracolo. Io non credo nei miracoli ma in questo ancora ci spero. Citerò un esempio dell'implosione in corso, tra i tanti che si possono fare: la penosa vicenda del decreto legge anticrisi che si è conclusa ieri dopo settimane e giorni di reiterati strappi istituzionali e costituzionali. Il governo emana un decreto che contiene misure urgenti per fronteggiare la crisi economica. Il presidente della Repubblica, al quale non compete di esaminare il merito di quelle misure ma soltanto la loro urgenza, ravvisa che questo requisito esiste e ne autorizza la presentazione in Parlamento. Il provvedimento di conversione del decreto, che deve compiersi entro 60 giorni, inizia alla Camera dei deputati.


(continua citazione) (...) “Le competenti commissioni lo esaminano ma mentre l'esame è già in corso cominciano a piovere emendamenti di estrema importanza presentati dal governo, sicché la materia da esaminare cambia in continuazione sotto gli occhi dei deputati e del presidente della Camera. Vengono introdotte norme su questioni di grande rilievo tra le quali lo scudo fiscale, la sanatoria per le badanti, spostamenti di risorse e di spese da un capitolo di bilancio ad un altro ed infine un complesso di norme che di fatto tolgono alla Corte dei Conti i poteri effettivi di indagine dei quali dispone. La pioggia degli emendamenti è talmente copiosa da trasformare il decreto in una sorta di "passe-partout" senza alcun riguardo né all'omogeneità delle norme né alla loro urgenza. La lista degli articoli, dei commi e degli allegati si allarga a dismisura. Il presidente della Camera cerca di arginare quel diluvio ma riesce solo ad aprire un ombrellino bucherellato. Alla fine, dopo l'ultimo emendamento inserito mezz'ora prima, il decreto va al voto su cui il governo ha posto la fiducia e passa con una stentata maggioranza, molto minore di quella di cui il governo dispone sulla carta. A questo punto il Capo dello Stato convoca al Quirinale il ministro Tremonti, autore del decreto e di gran parte degli emendamenti che l'hanno trasformato, e in un colloquio di tre ore gli segnala una serie di punti istituzionalmente e costituzionalmente irricevibili. Si augura che il Senato in seconda lettura li emendi, fa capire che in caso contrario rinvierà il decreto alle Camere per un secondo esame come la Costituzione gli dà il potere di fare. Tremonti ascolta, discute, controbatte; alla fine si impegna ad emendare il decreto. Ma poco dopo fa sapere che le correzioni suggerite da Napolitano non avverranno in Senato dove invece il decreto sarà approvato e convertito in legge con (ennesimo) voto di fiducia senza cambiare una sola virgola.


(continua citazione) (...) “La correzione avverrà subito dopo attraverso un decreto-bis (anch'esso da convertire in legge) che modificherà la legge appena approvata. Una procedura macchinosa al limite della Costituzionalità, voluta dal governo per un solo ma decisivo motivo: il timore che la maggioranza al Senato si sfaldi e la legge affondi. Con un nuovo decreto ci saranno invece altri due mesi di tempo. Il Capo dello Stato accetta questa procedura (che ha un precedente che può giustificarla) ma mette una condizione: il nuovo decreto dovrà essere emesso un minuto dopo il passaggio del vecchio decreto al Senato. Napolitano firmerà contemporaneamente la promulgazione della legge e il decreto-bis che la modifica, che è quanto finalmente è avvenuto ieri. Ho motivo di pensare che il presidente della Repubblica avrebbe di gran lunga preferito che gli emendamenti da lui sollecitati fossero decisi dal Senato. Ma ho anche motivo di pensare che a Napolitano stesse più a cuore che la legge fosse emendata piuttosto che la procedura per ottenere quel risultato. La morale che emerge da questa penosa vicenda è la seguente: il governo se ne infischia della Costituzione ed anzi opera in tutte le occasioni per svuotarla usando strumenti di urgenza anche dove l'urgenza non c'è e usandoli in modo da scavalcare filtri ed ostacoli. Si è arrivati al punto che una norma di legge fiscale, quella sul pagamento delle imposte da parte dei terremotati dell'Aquila, sia stata emendata con una circolare della Protezione civile anziché con un provvedimento legislativo perché il governo non si fida più della sua maggioranza se non vincolandola con il voto di fiducia. Questo è solo un esempio che dimostra il marasma istituzionale in cui ci troviamo. La Lega nord è perfettamente consapevole di questo marasma come del resto lo siamo tutti. Ma la Lega non ne è affatto allarmata, anzi lo desidera.


Per avere democrazia serve un popolo tecnicamente competente..invece il popolo si perde nei meandri del gossip.Si perde non solo per colpa sua, ma perchè la tecnica utilizzata dall elite dominante facilita nell obbittivo di disorientare la grande bestia. NEl 2009 un cittadino come può rispondere non capisco nulla di economia?? In un regime eslusivamente economico perchè parlare eslusivamente di politica? L'economia è stata resa in modo artificioso complessa, in realta non è una scienza, ma è discussione sociale. E' dal 1960 che è partito il lavaggio del cervello .. Prima il capitalismo poteva far riempire le buche delle strade solo per il gusto di distribuire un po di denaro alla gente rimasta dissocupata perchè saltato il sistema demenziale dei soli consumi non vi erano limiti per matenere un patto sociale, oggi invece bisogna rispettare misteriosi parametri.


(continua citazione) (...) “La Lega è un piromane che attizza l'incendio. Per mimetismo è spuntato un altro piromane in Sicilia. Se la Lega incendia anche la Sicilia incendierà. Se il governo si schiera con il leghismo di Bossi e di Tremonti, anche i siciliani adotteranno il metodo del ricatto e frantumeranno la maggioranza. Per evitare (per ora) l'incendio generale Berlusconi sgancia a Palermo quattro miliardi e (per ora) il leghismo siciliano rinfodera le armi. Quei 4 miliardi in realtà sono finti, prelevati da risorse già destinate alla Sicilia ma bloccate. Semplicemente sono state sbloccate anche se la cassa non ci sarà fino al 2010. A questo punto entrano in fibrillazione la Calabria, la Basilicata, la Puglia. Ma anche la Liguria, il Veneto, il Piemonte. Perché la Sicilia sì e gli altri no? Berlusconi promette un piano Marshall per il Sud ma se ne riparlerà a settembre e i fondi comunque sono sempre quelli già stanziati ma non disponibili. La cassa ci sarà, a dio piacendo, tra il 2010 e il 2013. Intanto la secessione silenziosa della Lega va avanti. L'esercito italiano è un'espressione "nazionale" e come tale si dà carico di rappresentare il paese nei luoghi dove la pace è minacciata dal terrorismo o da altre emergenze. Ma alla Lega nulla importa che l'Italia sia presente come Stato e chiede il ritiro da tutte le missioni all'estero. Meglio impiegare i soldati per spazzare i rifiuti e per impedire gli sbarchi dei migranti. La scuola ha una missione culturale nazionale ma la Lega se ne infischia anzi non le piace affatto. Comincia col chiedere un esame di dialetto per i docenti destinati al nord, poi ripiega (ripiega?) su la nascita dei docenti nel territorio e su un esame di abilitazione per la storia e il linguaggio locale. Il ministro Gelmini acconsente. La Lega non vuole l'integrazione degli immigrati regolari e cerca di seminarla di ostacoli. Sapete, cari lettori, quanti sono oggi gli immigrati regolari?


(continua citazione) (...) “Sono ormai cinque milioni, una massa di persone eguale agli abitanti del Lazio. Ma non si fermeranno qui. Fanno figli, chiamano a raggiungerli altri membri della famiglia, pagano tasse, reclamano diritti. Quale politica si farà per integrare questo flusso? Quanto costerà? Quanto renderà? Nessuno se ne preoccupa. Così il federalismo. Così la Sanità. Quanto costerà il federalismo? Tremonti non dà cifre perché non le ha. Il costo del federalismo è come il budino: sapremo qual è solo dopo averlo mangiato. Intanto si procede alla cieca perché così vuole la Lega e così vuole Berlusconi che è sotto ricatto: se la Lega lo lasciasse cadrebbe il giorno dopo, anzi quel giorno stesso. Questa è l'implosione, il disfacimento, la secessione silenziosa. Questo è l'allarme rosso che è necessario lanciare. P. S. Ho chiesto domenica scorsa che fine avessero fatto i 35 miliardi di maggiori spese ordinarie fatte dal governo senza che se ne conosca la destinazione e il perché. Ovviamente il ministro dell'Economia non ha risposto. Né, nelle sedi istituzionali, è stato incalzato a rispondere. Ha risposto sulle minori entrate ma non sullo sfondamento sorprendente della spesa ordinaria. Mi permetto di domandare a Casini, a Franceschini, a Bersani, a Di Pietro, a Ferrero: a voi non interessa sapere perché uno sfondamento così sorprendente è avvenuto? La più pesante manovra finanziaria degli ultimi vent'anni fu quella fatta da Giuliano Amato nel 1992: novantamila miliardi di lire. Lo sfondamento della spesa di quest'anno (35 miliardi di euro) è pari a 70 mila miliardi di lire. Nessuno è interessato a capire in quale buco nero e perché sono finiti? (fine citazione)


Camaleonte Il camaleonte è senza dubbio, nella famiglia dei sauri, l'animale che più si adatta all'ambiente che lo circonda, avendo la grossa capacità di cambiare il colore "POLITICO PER CONVENIENZA. Vi sono circa 80 specie di camaleonti che si trovano principalmente in Africa, nel Madagascar, nello Sry Lanka e anche in una piccola zona DELL'Europa:"L'ITALIA",DOVE L'ANIMALE S'E' BEN AMBIENTATO E SI CALCOLA UNA PRESENZA DI ALMENO TRENTA MILIONI DI ESEMPLARI,LE SPECIE PIU' DIFFUSE SONO GLI EX COMUNISTI,GLI EX DC,GLI EX LEGHISTI,GLI EX MSI,INSOMMA GLI EX!!!!!CHE ACCOPPIATESI TRA LORO FORMANO UN UNICA SPECIE COSCIUTA COME,"FARABUTTI".


La corruzione di Oggi è ben peggior dell era Craxiana... Vi ricordate quando il Silviuccio andava con la valigetta piena di soldi in Svizzera come un clandestino? bhe la novità è che oggi è OBBLIGATORIO PORTARE I CAPITALI ALL ESTERO. Cosi ha voluto Washington. Click click click click click... Chi evade insomma sono gli esseri inferiori..gli stupidotti da sbattere sul giornale. Infatti secondo l'opinione pubblica fa notizia l'evasione dei commercianti,taxisti,pannettieri,giornalai,parucchieri ecc, E la guerra ceto medio-poveri funziona alla grande.


# 342    commento di   Fabio17 - utente certificato  lasciato il 2/8/2009 alle 23:44

Luigi de Magistris.Un Uomo prima di tutto
http://www.unita.it/news/l_analisi/87009/antimafia_a_parole


Illuminante l'articolo di Luigi De Magistris consigliato da Fabio17 al nr. 358. Lo riconsiglio. De Magistris infine scrive: "P.s. Consiglio di leggere - a proposito di mafia e magistratura - l’intervento di Paolo Borsellino al convegno organizzato da Micromega a Palermo dopo la strage di Capaci."


Agosto. Improvviso si sente un odore di brace. Qualcosa che brucia nel sangue e non ti lascia in pace, un pugno di rabbia che ha il suono tremendo di un vecchio boato: qualcosa che urla, che esplode, qualcosa che crolla, un treno è saltato. Agosto. Che caldo, che fumo, che odore di brace. Non ci vuole molto a capire che è stata una strage, non ci vuole molto a capire che niente, niente è cambiato da quel quarto piano in questura, da quella finestra Un treno è saltato. Agosto. Si muore di caldo e di sudore. Si muore anche di guerra non certo d'amore, si muore di bombe, si muore di stragi più o meno di Stato, si muore, si crolla, si esplode, si piange, si urla. Un treno è saltato. Claudio Lolli I tempi cambiano e cambiano le stragi, se ci fermassimo un attimo a pensare, capiremmo che stanno uccidendo in massa il meglio di noi, facendo esplodere come quel treno, la nostra umanità. Ci crediamo immuni dalle manipolazioni di questa nuova regia, guardiamo oltre lo schermo convinti di non farne parte. Siamo noi le pedine di queste nuove stragi, noi sempre pronti a farci scacco per far divertire il re e la sua corte. Disoccupati, morti sul lavoro, sfruttamento, imbrutimento, mutui da pagare, precariato, ricatti, umiliazioni, e tanta tanta solitudine perchè in questi momenti invece di unirci ed essere solidali, come sempre ci facciamo la guerra ogniuno convinto delle proprie ragioni. Ecco, questo è il loro programma per noi e noi giochiamo per loro questa partita. Non dobbiamo cedere, non dobbiamo accettare più stragi.


Paolo Borsellino dal vivo: http://www.youtube.com/watch?v=emY4SyyM6K8


?????


@ Michele Anch'io non ho risposte se non che credo che, sebbene sia anche colpa nostra nell'avergli dato corda, il responsabile sia un solo individuo che cambia pelle e si diverte con ottusi ed infantili giochi fatti di insulti, di finzioni, e ancora di insulti. Da quando c'è illo, o da quando ha perso il lume della ragione, il blog è cambiato. Aveva resistito bene al famoso berluschino, lo ricordi?, non so perché ora siamo caduti tutti nella trappola. Forse ha ragione chi dice che l'unica cosa che tiene più o meno unita l'opposizione è l'antiberlusconismo (chiaro che è da intendere come cosa lecita, anzi, un dovere, e non nel senso negativo che gli danno i servi vari). Quel rompipalle era un berluschino, noi eravamo tutti 'contro' di lui. Ora, il "fronte" si è diviso, ma non con intelligenza, come è ovvio che accada tra persone liberamente pensanti, in modo stupido, invece. Grillini e non grillini, pidini e non pidini, idivini e non idivini e chi più ne ha più ne metta. Allora mi riattacco alle parole di Scalfari citate da un blogger- una delle poche cose decenti che abbiamo potuto leggere nel blog anche oggi: "Il solo dato confortante è l'esistenza d'una massa cospicua di persone che percepiscono questa situazione di gravissima crisi e vorrebbero contribuire a spegnere gli incendi già appiccati e impedire che i focolai dilaghino; ma non hanno strumenti, non hanno punti di riferimento, hanno perso la fiducia o non sanno su chi riporla. " Parole sante, ma non solo: quella massa si è divisa, il blog è solo un piccolo esempio- non crediamo che il blog non sia un piccolo spaccato del quotidiano qui fuori. Si è divisa per gli errori del Pd e di Grillo- da non sottovalutare- e per una martellante azione di divisione in cui i merdosi destrini nostrani eccellono; ma trovano terreno fertile in un'opposizione, ai vertici e per noi della massa, che non è neanche in grado di superare quisquilie e virgole di differenze. E se i vertici ballano come f


E se i vertici ballano come fanno sempre i politici, la massa sguazza nell'insulto a chi vota come non piace al detentore di verità assolute di turno. O ti si dà dello stalinista, del mafioso, del connivente con il partito del berlusca, e tutto perché qualcuno, il guru di turno (ce n'è sempre uno in Italia) si mette ad attaccare solo più un partito, mentre l'altro gode come un mandrillo. E chi gode in Italia ultimamente, si sa, è un partito solo... L'opposizione, tutta, è troppo occupata nel tafazismo, come sempre, ma ancor peggio, forse. La gente ci casca e ha tolto lo sguardo dal nemico vero, quello che ci sta rigirando come calzini... Che triste, come dici tu. Mi si potrebbe dire che difficilmente un uomo solo può rovinare un intero blog. Ricordo, in tal caso, come un uomo solo abbia rovinato un Paese intero. I complici, o i cloni, li trovano sempre, questi personaggi. Ora, io me ne vo', ma so che al ritorno, se sarò di nuovo attirata dal blog, lo ignorerò bellamente. Spero che lo faremo in tanti, forse si stuferà... Ciao, Michele. :)


Strage di Bologna: molti ragazzi pensano furono le BR Sarà un luogo comune, ma chi non conosce la propria storia è destinata a riviverla. Ed infatti noi stiamo rivivendo un rigurgito di fascismo che monta sempre più. Perchè i ragzzi di oggi sono interessati alle veline, all'aspetto fisico, sono omologati al massimo e la politica, l'impegno sono fastidi o mattane per i soliti komunisti. E' assurdo che in una citta segnata da una strage orribile i suoi giovani si interessino di sapore il perchè di quella lapide, di quell'orologio fermo da quasi trent'anni...
http://www.youtube.com/watch?v=jw3r8K1vxdE


4 RIPETO QUATTRO MILIARDI DI € CHE SARANNO GESTITI DALLA COPPIA LOMBARDO MICCICHE…..E LA LEGA ZITTA…COGL.IONI DELLA LEGA DOVE SIETE….? MENTRE TANTISSIMI LAVORATORI E PICCOLI ARTIGIANI SONO ABBANDONAI A SE STESSI, ALLA LORO DISPERAZIONE DAL GOVERNO E DALLE BANCHE, CHE PERO’ CONTINUANO A BUSSARE A QUATTRINI ….OTTENENDOLI, GUARDATE IL COSI' DETTO DECRETO ANTI-CRISI NON UN SOLO € PER CHI E' IN DIFFICOLA... VIGLIACCHI AFFAMATORI DI POPOLO QUESTO SONO! la casta e i suoi sodali; CANTANO...BALLANO...ORGIANO...IN MANIERA BIPARTISAN FANNO SPETTACOLO....ED IL PUBBLICO SI DIVERTE.... non tutto il pubblico, un paese narcotizzato un paese che non reagisce più. pane et circences...come al solito la nostra classe dirigente fà sempre le cose a metà.... diffondere la vicenda di questo piccolo artigiano abbandonato al suo desino; http://informazionedalbasso.myblog.it/ grazie...siamo tutti RICCARDO
http://informazionedalbasso.myblog.it/




qualcuno può dire a natangelo che "qual è" si scrive senza apostrofo e che il "sì" (affermazione) vuole l' accento? vi prego, almeno voi non abbassatevi ai livelli di chi sa fare solo il fantacalcio e guardare "amici" di maria de filippi!


# 353    commento di   ConteAlfonsoPasti - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 1:34

Premetto che non ho letto gli ultimi 100 post, quindi sono del tutto fuori tema o come dicono in giro, OT, ma ho appena iniziato a riguardare uno dei miei film preferiti: In Nome del Popolo italiano. Un capolavoro, giustamente sembra girato un mese fa... senza parlare del trio: Risi,Tognazzi Gassmann, ne consiglio la visione. salutiamo i mafiosi presenti, i fascisti, i leghisti, comunisti, liberali and last but non least un saluto particolare a chi sa ridere di se. _A_


# 354    commento di   Luther Blissett (pseudonimo) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 1:51

Esodo estivo - (Onda verde) http://www.flickr.com/photos/liviobonino/3775280835/
http://www.flickr.com/photos/liviobonino/3775280835/


# 355    commento di   Luther Blissett (pseudonimo) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 1:52

ciao conte gran bel film un saluto


# 356    commento di   Luther Blissett (pseudonimo) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 1:57

Roberto Scarpinato intervistato spiega il perchè del fatto che i giovani non credono più a niente. L'occasione è relativa alle risposte di alcuni giovani di Casal di Principe, per cui Saviano avrebbe fatto male a parlare e a scrivere Gomorra.


Ciao sono Ugo, un caro amico di RenzoC, vuoi fare amicizia con me?


Uno Stato le cui sorti sono legate alla gestione scellerata di un governo di "collusi", moralmente e giuridicamente..di un governo sotto costante ricatto di un partito (la lega) i cui esponenti di spicco, noti per la cerebralità scimmiesca, rispondono ai nomi, ma soprattutto ai volti di Bossi: Calderoli,Maroni, borghezio (la maiuscola in questo caso proprio non mi riesce di metterla) ed altri. Insomma, è come dire che un manipolo di neanderthaliani, miracolosamente scampati all'evoluzione, riesca ad inculare milioni di cittadini italiani, teoricamente "evoluti", nell'idifferenza totale. Assuefatti e sodomizzati. E pure stronzi, perchè saremmo capaci di farci saltar sotto il culo altre decine di bombe e pensare come prima cosa: ora vado a scriverlo su di un blog, uno qualunque, 4 parole, mentre gli sdegni copulano tra di loro, magari ci metto un vaffanculo qua e uno la'....e domani... è un'altro giorno.Così è e così sarà. Requiem. ----------------------------------------------- Per la prima volta, concordo con Taxi 337. Siamo delle capre, e questo Stato continuerà ad essere un mattatoio.


Ed un'ultima considerazione. Su di una cosa aveva ragione il nano Berlusconi. Siamo dei COGLIONI. Perchè non vi può essere altro termine più idoneo di questo per descrivere chi, vedi commento 360, alle 2 e rotte di notte posta stronzate del genere, rivolte a futili schermaglie personali, su di un blog che dovrebbe avere cm principale funzione quella di informare, aggregare, stimolare REAZIONI e SOLUZIONI.




Offendere la gente è facile, ma è difficile, se non impossibile, migliorarla. (Arthur Shopenhauer) Non si pesano sulla stessa bilancia le offese che si arrecano e quelle che si subiscono. (Esopo)


# 361 commento di lai >>Siamo delle capre, e questo Stato continuerà ad essere un mattatoio Purtroppo hai ragione. Nel suo blog il Dr. Tinti pose una domanda per me terrificante: se è vero che siamo una democrazia, allora chi ci governa è lo specchio della società che siamo? Che puoi anche porre al contrario: chi ci governa è stato così abile da ridurci a quello che siamo? (almeno nella maggioranza, perchè i voti li hanno). Per me è un ragionamento ineccepibile, ma terrificante da qualsiasi parte lo affronti. Saluti


# 365 commento di cerebroleso >>Nonostante ciò, nel gergo moderno, ha assunto il valore di insulto, come sinonimo di imbecille, stupido, demente ed altri aggettivi dispregiativi riguardanti le capacità mentali di un individuo. cioè ti ci riconosci tanto perfettamente da averne assunto il nick O__O Complimentisssssimi, non ho parole per cotanta onestà ROTFL


@ 369 commento di RenzoColameo - lasciato il 3/8/2009 alle 3:31 B I N G O it's him http://www.beppegrillo.it/en/2008/11/hooves_of_the_bison.html look for renzo colameo and conspiracy theories and last but not least http://foto.libero.it/renzo.colameo/ http://www.facebook.com/people/Renzo-Colameo/709189950 Obviosuly FAKE. That's true (rofl) Colameo Renzo Elettrodomestici Riparazione MONTENERO DI BISACCIA (CB) 13/B, VIA GARIBALDI Telefono: 0875 96467 Have fun :D




# 376 commento di HG Colameo Renzo Elettrodomestici Riparazione MONTENERO DI BISACCIA (CB) 13/B, VIA GARIBALDI Telefono: 0875 96467 "pronto? ditta colameo? avrei un aspira WC marca HG che non va tanto bene, li aggiustate? no? ahhh sono usa e getta. ma dove lo porto? ah va direttamente in fogna, si degrada da solo assieme alla cacca che contiene. grazie, molto gentili, buongiorno" ROTFL


SIAMO TUTTI BOLOGNESI! Buongiorno blog,buongiorno a utti. Forse ieri,nel servo bondi,gli italiani,i bolognesi,hanno rivisto decenni di bugie,false promesse,sorrisi di cera,forse,in lui,hanno visto tutta la falsità del regime,la colata di cioccolato,sulla montagna di merda( vedi in fondo al post "l' isola che non c'è" ...),che ormai si è incrinata,e dalla quale esce,in tutto il suo dilagante squallore,il piu putrido dei miasmi. Forse gli italiani,i bolognesi,sentendo le parole vuote,esanimi,di un discorso scritto in fretta e furia,da chissà chi,in pochi minuti,in un' assolato pomeriggio di agosto,prima delle vacanze,hanno avuto un sussulto,un moto spontaneo,forse i fratelli bolognesi,hanno deciso, anche loro di ribellarsi,forse le parole mal recitate da uno dei tanti buffoni personali del re,li hanno offesi,forse molti di loro sapevano che LICIO GELLI noto e fiero fascista,capo della loggia segreta eversiva P2,inventore sponsor e fautore del "piano di rinascita demopcratica",a suo tempo fu condannato per il depistaggio delle indagini sulla strage di bologna ( http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Bologna ) Forse vedere un fiero scudiero,del suo erede,a commemorare le vittime di una strage tutt' ora oscura,li ha fatti incazzare,forse gli ha fatto capire molte cose. Segue sul blog "avapxos" """"""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""" P.S. SCARICA E DIFFONDI IL BANNER PER SOSTENERE BEPPE NELLA CANDIDATURA A SEGRETARIO DEL PD,LO TROVI SUL BLOG "avapxos" CON LE ISTRUZIONI PER INSERIRLO NEL TUO SITO,O BLOG.GRAZIE""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""" (http://avapxos.blogspot.com)
http://avapxos.blogspot.com/




" Certamente la rete Internet offre non pochi vantaggi. Non ultimo quello di poter essere informati su argomenti glissati dai mass media. Negli ultimi anni, sulla rete sono emerse informazioni sconvolgenti, che hanno impietosamente svelato un sistema corrotto, mafioso e criminale......Tutto questo ha sicuramente arricchito la nostra consapevolezza della realtà, talvolta aggiungendo stupore e raccapriccio agli animi. Assimilare tali verità, rimanendo ancorati ad una equilibrata visione di ciò che siamo e di ciò che possiamo fare per migliorare il mondo, non è facile, e di sicuro richiede una notevole maturità emotiva......Come molti ormai sanno, l’attuale sistema si alimenta di emozioni negative, che sono quelle che producono un senso di impotenza, e dunque impediscono l’avere sufficiente fiducia in se stessi da cambiare le cose,La fiducia negli altri nasce dalla reciproca conoscenza e dall’instaurarsi di una naturale empatia, che porterà all’amicizia o alla comune solidarietà fra esseri umani. Ciò è difficile che avvenga attraverso Internet,Alcune persone che apprendono l’esistenza di un gruppo criminale di potere e di personaggi corrotti che lo sostengono, possono sviluppare più diffidenza del dovuto, e iniziare a sospettare di tutto e di tutti.Le capacità investigative o critiche possono essere assai preziose per capire la realtà, tuttavia, se esse non sono supportate da un equilibrio emotivo di base, possono oltrepassare i limiti e diventare come un boomerang: in tal caso, chi vorrebbe migliorare il mondo segnalando i “colpevoli” si ritroverà a provare sentimenti negativi verso molti, e potrà precipitare nell’antro dell’incapacità di provare sentimenti positivi verso i propri simili.Rilassiamoci! E’ meglio alimentare fiducia che sospetto, considerando che la maggioranza delle persone che scrive nei forum o nei blog non ha visibilità mediatica di massa, e non viene pagato né da Partiti né da società di networking di regime. Dunque, non appartiene al sistema (al
http://lanuovaenergia.blogspot.com/2009/02/scuola-di-sospetto-chi-ha-rubato-la.html




.... Dunque, non appartiene al sistema (altrimenti non sarebbe costretto a scrivere su un blog) e praticare ostilità fra di noi serve soltanto a creare un clima negativo, laddove sarebbe utile avere serenità e cooperazione......Quello che può indebolire e abbattere il sistema attuale è l’unione e l’amore fra le persone e i popoli; il superare il senso di rabbia e l’alimentare la fiducia in se stessi; lo smascherare gli inganni del potere, compresi quelli che ci inducono a metterci gli uni contro gli altri. Per essere efficaci nella lotta al crimine, occorre andare su un sentiero oggi poco popolato: su tale sentiero si crea una realtà in cui il crimine è visto come inaccettabile e da estirpare come un male guaribile. Si tratta del sentiero basato sulla fiducia e sull’amore. L’equilibrio emotivo e la capacità di discernimento sono le cose che più dovremmo cercare, non dimenticando che vale più la pena amare che sospettare( ndr e quindi deridere, manipolare , aizzare gli uni contro gli altri come gia fatto dal sistema)."


x RenzoC 367 ..e sconfortante ma inaccettabile. Questi poi non hanno più ritegno.Ad esempio, parlano di grandi opere, fortuna vuole che ne abbiano realizzate poche, anzi una, due. Il passante di Mestre è stato realizzato in quattro anni con un investimento intorno ai 900 milioni di euro e inaugurato l'8 febbraio scorso dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Bena, abbiamo visto a cosa sia servito. Ora attendo con ansia IL PONTE sullo stretto...


citazione su repubblica del libro "Papi, uno scandalo politico".. http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-18/silvio-carfagna-matera/silvio-carfagna-matera.html


# 374    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 11:2

Giusva Fioravanti torna in libertà Il terrorista nero esce definitivamente di prigione. Il legale: «Nessuno sconto di pena. è quello che prevede la legge» Valerio Fioravanti torna in libertà. A 29 anni dalla strage di Bologna, riferisce il Corriere della Sera e conferma l’avvocato Michele Leonardi, uno dei tre colpevoli condannato all’ergastolo per l’esplosione alla stazione ferroviaria del capoluogo emiliano il 2 agosto 1980, è un uomo libero. http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200908articoli/46084girata.asp Ecco, per loro la legge è morbida.. che schifo questo Paese puzza sempre di più. L'emergenza rifiuti è nelle istituzioni!
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200908articoli/46084girata.asp


CHI SONO I MANDANTI? Chi fu il mandante della strage di Bologna? Il quesito è sempre lo stesso, per tutte le stragi, per molti dei grandi crimini: chi fu - chi è - il mandante? Vogliamo finalmente sapere (non solo sospettare come già facciamo).


Da http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Bologna ..."Assolutamente senza contestare le sentenze giudiziarie che hanno riconosciuto gli esecutori materiali, questo testo vuole indicare i mandanti. Non è specificato null'altro in particolare, ma in quel periodo l' unico "sgarro" imputabile all'Italia fu il mancato boicottaggio delle Olimpiadi di Mosca, che riempirono il periodo trascorso tra la strage di Ustica e la bomba alla stazione di Bologna." Da http://it.wikipedia.org/wiki/Giochi_della_XXII_Olimpiade I Giochi della XXII Olimpiade si sono svolti a Mosca (Unione Sovietica) dal 19 luglio al 3 agosto 1980. Questa edizione si caratterizza come l'Olimpiade del boicottaggio americano per l'invasione sovietica dell'Afghanistan. L'esempio statunitense è seguito da altri Paesi (in tutto saranno 65 tra cui: il Canada, la Germania Ovest, la Norvegia, il Kenya, il Giappone e la Cina e il blocco delle nazioni arabe); risultano quindi solo 70 le nazioni rappresentate (per 6000 atleti). L'Italia sceglie di esserci (ma sfila con la bandiera del suo comitato olimpico nazionale, come altri 15 paesi) nonostante l'adesione alla NATO, e decide di non schierare atleti provenienti da corpi militari.


E per un evento sportivo si ammazzano le persone innocenti. Solo dei fanatici e delle menti malate possono fare questo. Senza giri di parole, quello sporco piduista sardo farebbe bene a parlare senza contagocce, se non lo ha condannato l'attualità, la storia non farà sconti, e dovranno vergognarsi per lui i suoi eredi.


@ # 356 commento di Luther Blissett (pseudonimo) Grazie per il video! Sono molto d'accordo con le sue parole. Purtroppo è molto difficile scalzare via i potenti e corrotti o potenti e mafiosi. E' davvero molto difficile. E la prova di questa difficoltà è che sono ancora ai posti di comando nonostante tutto. Ahi ahi, poveri noi. p.s. SCUSATE, MA I GIORNALISTI DEL BLOG SONO GIA' TUTTI IN FERIE?


# 379    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 12:20

Caltanissetta. "Risponderò alle domande dei Pm di Caltanissetta, anche se nei giorni scorsi sono stato adirato dalle dichiarazioni fatte dal Pg Barcellona... ...nei miei confronti". Lo dice Massimo Ciancimino al suo arrivo al palazzo di giustizia di Caltanissetta. Il dichiarante è stato convocato dai Pm che si occupano delle inchieste sulle stragi del '92 e sulla probabile trattativa che ci sarebbe stata fra la mafia e lo Stato. Alla domanda dei giornalisti che chiedevano a Ciancimino il motivo per il quale solo adesso, a distanza di 17 anni dall'uccisione di Falcone e Borsellino, ha deciso di parlare, il figlio di don Vito ha risposto: "perché solo adesso sono stato cercato dai magistrati". ANSA


# 373 lai IL MESSIA EROTICO Ho letto l’articolo linkato. I «miracoli» che ha fatto Papi, l'«onnipotente» (grazie ai soldi e al Viagra), m’hanno fatto pensare a quella specie di «messia erotico» che in Teorema di P. P. Pasolini opera attraverso il sesso. Per rinfrescare la memoria una recensione dell’epoca, firmata Tullio Kezich: http://www.mymovies.it/dizionario/critica.asp?id=52264 […]Pasolini vuoi dimostrare che una famiglia altoborghese, sconvolta dall’elemento vivificatore di un’emozione sessuale, prende coscienza della propria inutilità e si autodistrugge. La figlia finisce al manicomio, il figlio diventa un pessimo pittore, la madre si dà ad avventure stradali, il padre dona la fabbrica agli operai e si spoglia nudo in piena stazione centrale. Solo la serva contadina scopre, nell’identico frangente, una forma primitiva e innocente di santità, cioè in qualche modo un futuro. L’ipotesi, tuttavia, appare ingiustificata: questa famiglia non arriviamo a conoscerla, non individuiamo che sommariamente i rapporti esistenti fra i personaggi. L’erotico messia che capita a sconvolgere la vita dei borghesi ha un aspetto malizioso piuttosto che angelico; e il pubblico può benissimo fraintendere il discorso dell’autore, rovesciando il teorema: se la famiglia fosse per bene, cioè più attenta conservatrice dei valori tradizionali, non accadrebbe niente. È l’eros, per quanta positività voglia mettere Pasolini nei suoi interventi, produce guasti così irreparabili da rientrare nella sfera della sessualità intesa come peccato e produttrice del senso di colpa. Lo so: la mia interpretazione è fuori strada e l’esempio zoppica, ma qualche parallelo mi pare pure di vederci.


# 381    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 12:33

Benvenuto al nuovo Movimento di Liberazione Nazionale Nell'indifferenza nazionale della casta e dei suoi media, sabato nessuno si e' accorto di un fatto molto rilevante: Beppe dal suo blog annuncia la nascita di un movimento per il prossimo autunno, che si presenterà alle elezioni regionali del 2010. Finalmente, caro Beppe, ti sei convinto di quanto ti segnalai qualche anno fa: “per cambiare il Paese bisogna metterci la faccia”, lo dico con sincerità e senza compiacimento: finalmente sei sceso nell’arena anche tu, deluso da questa classe politica al tramonto, predatrice ed incapace contro cui Italia dei Valori si scontra un giorno si e l’altro pure. Ho accolto la notizia con grande entusiasmo e nessuna preoccupazione, un sentimento, il mio, molto lontano dalle parole con cui i notabili del Pd ti hanno liquidato appena qualche settimana fa definendoti “membro di un movimento ostile”. Ora quel “movimento ostile” dietro cui si muovono qualche milione di cittadini, che in realtà, a mio avviso, costituisce una manifestazione esemplare di democrazia diretta, nata e cresciuta all’ombra della Rete, può trovare un’identità alle urne delle prossime elezioni. Mi auguro di avere nel nuovo Movimento di Liberazione Nazionale, così come lo hai definito, un valido interlocutore per l’Italia dei Valori affinché, insieme, si possa innescare il cambiamento che gli italiani aspettano da molti governi, una “rivoluzione democratica” per rinnovare il Paese mobilitando le coscienze del primo partito nazionale: quello degli sfiduciati, degli astenuti, delle schede bianche. Un benvenuto, dunque, e porte aperte al movimento con cui Italia dei Valori ha sempre condiviso larga parte delle sue battaglie, idee e programmi e con cui mi auguro si possa riuscire nell’avvincente impresa in cui ci siamo cimentati da qualche anno ormai: far soffiare un vento nuovo nella politica e nella democrazia italiana in odor di vecchio, e a dir il vero, anche di marcio.
http://www.antoniodipietro.it/


# 382    commento di   Fabio17 - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 12:34



Sul sito online di Repubblica si sta scatenando il putiferio nei commenti all'appello di Saviano in difesa di Don Peppe Diana. Ne piovono a dozzine al minuto. Ecco, lì vi voglio, a accorgervi di chi sta cambiando le carte in tavola, e non solo in questo caso. L'indignazione che - a mio modesto parere - visto dall'estero manca in Italia (almeno seguendo i mass media), quando si tratta di questioni di verità come la causa della morte del sacerdote martire, ecco che sta trovando uno sbocco.


x roland Una cosa un po' meno colta, ma almeno 2 risate te le farà fare. Non so se tu l'abbia già letta, cmq questo è il link. Articolo di Scanzi su micromega. http://scanzi-micromega.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/07/29/tocchiamoci-tutti-le-dieci-tavole-del-sultano/


# 385    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 12:44

Palermo, 3 ago. (Apcom) - I Pm di Palermo, poco prima del suo arresto avvenuto l'8 giugno del 2006, avrebbero voluto fare domande a Massimo Ciancimino su Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri, ma il figlio di `don Vito', che sapeva di essere indagato, all'epoca, per trasferimento fraudolento di valori, si avvalse della facoltà di non rispondere a quell'interrogatorio che, a suo dire, anche il suo difensore definì 'anomalo'. "L'aggettivo `anomalo' - spiega Massimo Ciancimino in un interrogatorio - è stato usato da me e era condiviso dal mio legale, l'avvocato Dominici, in quanto trovava `anomala' la procedura che prima mi si chiedesse se intendevo rispondere o no, e dopo si dava lettura delle domande che avrebbero voluto farmi durante dell'interrogatorio". Le domande "sono state spillate insieme a quell'interrogatorio". L'interrogatorio si svolse prima del giugno del 2006. "Ero stato invitato per un interrogatorio da parte dei pubblici ministeri Roberta Buzzolani, Lia Sava e dall'aggiunto dottor Pignatone a rispondere in merito al reato di '12-quinques'. In quella occasione - spiegò Massimino - anche per strategie processuali suggerite dai miei legali, si era già deciso di non dover rispondere in attesa della conclusione delle indagini. Erano strategie dei miei difensori che volevano prima vedere le carte per poi chiedere a chiusura indagini di essere ascoltati. In quell'occasione siamo andati a palazzo di giustizia di Palermo, abbiamo manifestato la volontà di non rispondere alle domande dopodichè, alla fine, mi è sono state dette le domande che avrebbero voluto fare all'interno di quell'interrogatorio. Allorchè il mio legale, Giuliano Dominici - dice Ciancimino - ritenendo il tipo di procedura `anomala' e anche il tipo di domande che riguardavano una presunta amicizia tra mio padre e l'esponente di Forza Italia, Marcello Dell'Utri, e la conoscenza mia, diretta, su un assegno che era stato dato dall'allora costruttore, imprenditore, Silvio Berlusconi per sponsorizz


# 386    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 12:45

per sponsorizzare il tesseramento della Dc e la presunta trattativa tra me e i carabinieri, il mio avvocato ha fatto presente ai Pm come questi argomenti non fossero oggetto del capo di imputazione e come non ritenesse, a prescindere che già si era concluso l'interrogatorio, opportuno porre questi quesiti all'interno di un processo che riguardava altri fatti". "Avevo aggiunto anche io - spiegò Massimo Ciancimino - in quella occasione, che se c'erano domande da farmi in merito a questi argomenti, visto che erano in corso dei processi che, avevano per tema e per fine, appunto, alcuni di questi argomenti che mi venivano contestati in quell'interrogatorio, se dovevano farmi delle domande erano i giudici che giudicavano queste situazioni. Per questo ho definito quell'interrogatorio `anomalo, è stato un aggettivo del tutto personale". Di certo, però, per Massimo Ciancimino erano "domande che non si riferivano al procedimento per il quale ero indagato".


# 387    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 12:47

"Non accetto l'offesa personale" Palermo, 3 ago. (Apcom) - "Dal legittimo dubbio, diffidenza, pregiudizio si è passati all'offesa personale che io non accetto. Siccome ho visto che mi è stata dimostrata massima fiducia dalla procura di Palermo, penso che lo stesso sarà qui per cui adesso vado ad incontrare i procuratori e parlerò con loro". Così poco prima di entrare, intorno alle 11:30, al palazzo di Giustizia di Caltanissetta per essere interrogato in Procura, Massimo Ciancimino, replicando alle perplessità sulle sue dichiarazioni fatte nei giorni scorsi dal procuratore Generale nisseno, Giuseppe Barcellona. Ciancimino Jr viene interrogato dal procuratore Capo, Sergio lari e dall'aggiunto, Nicolò Marino. "Ho avuto anche solidarietà e rinnovata fiducia dalla procura di Palermo - ha sottolineato Massimo Ciancimino - Penso che lo stesso avverrà qui". A proposito della consegna del cosiddetto 'papello' Ciancimino non ha voluto rispondere ai giornalisti:"Ho detto soltanto una cosa che da parte mia non ci sarà mai un atteggiamento omertoso, per cui tutto quello che è in mio possesso e tutto quello che io ho da dire dirò ai magistrati".


# 388    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 12:49

DE MAGISTRIS, GRILLO E' RISORSA STRAORDINARIA (AGI) - Roma, 3 ago - 'Insieme a Grillo, con le forme che troveremo piu' idonee, daremo voce a chi vuole un altro mondo, un'altra Italia. Insieme per realizzare il fresco profumo di liberta'. Questa e' gia' stata la grande intuizione di Antonio Di Pietro ed in questa direzione anche io sto lavorando. Gia' dalle prossime regionali esponenti di primo piano della societa' civile radicati nel territorio e con una storia chiara ed inequivoca dovranno rappresentare la testa di ponte di questo entusiasmante progetto politico. E' il momento di unire le forze democratiche del nostro Paese e dare sempre piu' voce - senza ridicolizzarla come fa la æcasta' - alla democrazia partecipativa: quella della rete, delle piazze, dei movimenti, delle assemblee. Questa anche e' politica e Beppe e' una risorsa straordinaria della nostra Italia'. Lo afferma in una nota Luigi de Magistris, europarlamentare dell'Italia dei Valori.


# 389    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 13:0

(ANSA) - BOLOGNA, 3 AGO - Il punto non e' che Valerio Fioravanti, l'ex terrorista dei Nar condannato all'ergastolo per la strage della stazione di Bologna, sia gia' un uomo libero per effetto della liberta' condizionata, ma che cinque anni fa gli e' stata concessa la liberta' condizionata, premessa dello 'status' di oggi. Questa la posizione di Paolo Bolognesi, presidente dell'Associazione dei familiari delle vittime della strage del 2 agosto 1980, sulla liberta' di Fioravanti. ''Il punto e' che non doveva accedere al beneficio della liberta' condizionata - ha spiegato Bolognesi - perche' poi si sa che dopo cinque anni, una persona e' automaticamente libera. Questo lo prevede la legge''. Un beneficio che, secondo il presidente, e' stato concesso a Fioravanti ma anche alla sua compagna Francesca Mambro (libera nel 2013) ''perche' sono stati zitti in questi anni, cioe' non hanno detto tutto quello che sapevano sulla strage''. In altre parole, dunque, l'errore e' a monte e cioe' ''hanno fatto una cosa contra legem cinque anni fa''. Soprattutto perche', secondo Bolognesi, ''mancava e manca uno dei requisiti principali, ossia la consapevolezza dei danni arrecati alla societa' e alle vittime, e sappiamo che Fioravanti dice di essere innocente. Ogni pena serve per recuperare ma anche per redimere, e invece...''.


# 390    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 13:1

IMMIGRATI: BOCCHINO (PDL), TEMA TROPPO SERIO PER POLEMICHE ESTIVE 'IL GOVERNO HA SCELTO LA LINEA DURA CON I CLANDESTINI E IL PERCORSO DELL'INTEGRAZIONE CON I REGOLARI' Roma, 3 ago. (Adnkronos) - "Il tema della regolarizzazione degli immigrati gia' presenti in Italia e attivi nel mercato del lavoro e' troppo serio e delicato per essere oggetto di polemiche estive. Il governo ha scelto la linea dura con i clandestini e il percorso dell'integrazione con i regolari e deve proseguire lungo questa linea senza tentennamenti". E' quanto dichiara, in una nota, Italo Bocchino, presidente vicario del Gruppo Pdl alla Camera.


# 391    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 13:4

La richiesta di accertare la verita' dei fatti sulla strage di Bologna va rivolta a Virginio Rognoni e Oscar Luigi Scalfaro, ministri dell'Interno dell'epoca, e non a Sandro Bondi. E' quanto scrive Carmelo Palma, direttore di 'Libertiamo.it', il magazine on line dell'Associazione politica presieduta dal parlamentare del Pdl, Benedetto Della Vedova. http://www.libertiamo.it/2009/08/03/per-i-fischi-di-bologna-non-e-bondi-a-doversi-vergognare/
http://www.libertiamo.it/2009/08/03/per-i-fischi-di-bologna-non-e-bondi-a-doversi-vergognare/


# 392    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 13:11

CALDO ESTIVO:ATTACCHI DI PANICO IN AGGUATO PER I TROLL SOLI SUL WEB Ecco dunque alcuni consigli per LORO: 1) alzatevi la mattina, preparatevi e vestitevi avendo comunque cura di voi. Mai rimanere in pigiama tutto il giorno; 2) uscite la mattina presto: la passeggiata, il giornale e il caffe' sono piaceri e abitudini alle quali non bisogna rinunciare anche se siete costretti a camminare un po' di piu' quando i vostri negozi di riferimento sono chiusi per ferie; 3) non poltrite passivamente davanti alla televisione, scegliete voi i programmi che desiderate vedere; 4) rimanete in contatto con le poche persone che non sono partite e, se tra di loro c'e' qualcuno che puo' muoversi in auto, coinvolgetelo per radunarvi organizzando una qualsiasi cosa piacevole da fare in compagnia nelle ore piu' fresche; 5) informatevi: sicuramente nel vostro quartiere avranno dato corso a intrattenimenti per chi resta, o partecipate a spettacoli serali. Non abbiate paura ad andare, non ditevi 'non conosco nessuno', sono iniziative tese proprio a conoscere altre persone che hanno i vostri stessi bisogni. "Puo' essere l'opportunita' per farvi nuovi amici. Sforzatevi di mantenere quindi il contatto con i vostri piaceri e desideri cercando di realizzarli - conclude l'esperta - non ditevi sono stanco, fa caldo, non lo posso fare".


# 393    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 13:21

Scenderanno in piazza sabato prossimo, a Messina, i cittadini 'No Ponte'. Il concentramento è previsto per le ore 18,00 a piazza Cairoli. La manifestazione lanciata dalla "Rete No Ponte" che mette insieme diverse realtà che si battono contro la realizzazione del ponte sullo Stretto è il frutto di un lungo percorso costruito negli anni da diverse realtà della politica, del mondo civile e della cittadinanza attiva. Il percorso 'No Ponte' ora si arricchisce della precisa richiesta di "ri-orientare la spesa pubblica allontanandola da grandi opere inutili e pensare, al contrario, alla riqualificazione del territorio, delle infrastrutture di prossimità (es. traghettamento pubblico) e la messa in sicurezza anti-sismica". http://www.retenoponte.it/
http://www.retenoponte.it/


RISPOSTA AL COMMENTO N° 333 DI "COMMENTO DALL'ESTERO". NON APPREZZO MOLTO SCALFARI MA DEVO CHE QUI HA FATTO UN ARTICOLO ESTREMAMENTE LUCIDO FORSE TROPPO. E'VISIBILE SULLA RASSEGNA STAMPA DEL 2 AGOSTO NEL SITO DI SALVATORE BORSELLINO "19 LUGLIO 1992"


Ero giovane, fascista e felice, intervista a Eugenio Scalfari apparsa su Il Foglio del 29 Maggio 2008


TASSARE LE RISERVE AUREE è GIUSTO SI O NO?? RISPONDETE.. CAZZO quando Tremonti ne vuole far una giusta possibile che nessun dei paladini di merda ammette una cosa giusta? IL PD si indigna per questa ipotesi..il partito dei banchieri invoca l indipendeza di Bankitalia..Che ridere la democrazia..


RIFLESSIONI SU CL. VE. NON SERVE A NULLA SCRIVERE,BISOGNA RIFLETTERE PRIMA. SE TUTTI QUELLI CHE CREDONO AVER RAGIONE NON AVESSERO TORTO, LA VERITA NON SAREBBE LONTANA. LA TESTA PER CERTI UOMINI NON E' UN ORGANO NECESSARIO


Io ho smesso di essere fascista solo quando ne sono stato espulso, quando, appunto, fui messo fuori dal partito. E devo dire che ne ebbi un grande dispiacere. Fu un dolore inferto alla mia giovinezza vedermi strappare le stellette dalle spalline, una sconfitta che generò in me una profonda crisi. (dall'intervista di Pietrangelo Buttafuoco, Ero giovane, fascista e felice, Il foglio, 29 maggio 2008, p. I)


* È stato un grande editore, molto capace, e un buon giornalista. Non sono d'accordo con lui sul modo di utilizzare i giornali. Io non li ho mai utilizzati, i miei giornali e le mie tv, per farmi pubblicità, Scalfari ha un'altra idea. (Silvio Berlusconi) * Fa un giornalismo spazzatura indegno di un Paese democratico e civile e dei giornalisti che ci lavorano. (Silvio Berlusconi) * Riconosco a Scalfari il merito di aver realizzato un miracolo creando il secondo quotidiano d'Italia che talvolta si aggiudica il primo posto. Ha avuto un'intuizione felice e ha saputo investire al meglio su alcuni professionisti per offrire un'alternativa a istanze politiche e culturali presenti nella sinistra italiana. Ma al tempo stesso lo reputo responsabile del degrado ideologico della stampa italiana, avendo legato lo straordinario successo di un grande giornale, formalmente indipendente, alla logica della militanza politica per promuovere campagne faziose e talvolta personali contro gli avversari. (Magdi Allam)


# 400    commento di   Clandestino(vero) - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 13:41

# 397 commento di N.N Il primo passo per guarire è la consapevolezza. Vedo che ne hai preso coscienza, e questo mi fa estremamente piacere. Ora, se non lo hai già fatto, leggiti i consigli riportati sopra in un commento. Buona passeggiata


Giannini di Reppublica è UN SERVO DEI SERVI..QUESTI GIORNALISTI ANDREBBERO PRESI A BASTONATE..SPERO CHE LA CRISI DEGENERI..COSI I GIORNALISTI NON AVRANNO SCAMPO.. Ma come si può scrivere questo:"[Tremonti] da un lato dice "quell'oro è del popolo, non di Via Nazionale"(e qui, per inciso, si potrebbe chiosare: se è del popolo, e lo vuoi colpire con una nuova imposta, stai facendo pagare più tasse agli italiani, contraddicendo uno dei dogmi della tua ideologia politico-economica). NON TROVATE INCREDIBILE??!? Questa è libera informazione eh? Travaglio lei cosa pensa in proposito?..ah vero la solita cazzata lei non ci capisce nulla di economia..


# 372 commento di lai >>inaugurato l'8 febbraio scorso dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Bena, abbiamo visto a cosa sia servito che è sempre quel tizio che disse che la Salerno-Reggio C. la finiva in un baleno che è sempre quel tizio che ha salvato Alitalia a spese nostre e adesso è di nuovo alla canna del gas che è sempre quel tizio che fa grandi promesse a destra e a manca e non ne mantiene una Ma non appena è arrivato il messaggio mafioso è corso a Palermo con 4 miliardi di euro dilazionati in qualche anno, senza alcuna copertura, ma vedrai che per quelli la trovano. In fondo i picciotti si rifanno la casa ancora con i finanziamenti per il terremoto del Belice (1968!!! ma non fatelo sapere in Abruzzo pls) A proposito, per Messina 1908 non c'è più niente? Saluti p.s. riguardo alla domanda del Dr. Tinti, mi è tornata in mente una battuta pungente (non ricordo di chi) che diceva più o meno così: "Strano popolo questi italiani, fino al 1941 c'erano 40 milioni di fascisti, ma dal 1945 ci sono 40 milioni di antifascisti..." E come me la ricordo io, anche all'estero si ricordano di noi come i voltagabbana.


COSIGLI NON DICIAMO MALE DI c; v; PUO DARSI CHE E' LUOMO DAFFARI DI TRAVAGLIO L'ITALIA E' UN PAESE DI CIRCA 60 MILIONI E SE AGGIUNGIAMO C.V AD UNALTRONON FACCIAMO UN ADDIZIONE MA UNA DIVISIONE C.V HA IL CUORE A SINISTRA MA IL PORTAFOGLIO A DESTRA QUELLO CHE PROBABILMENTE FALSA LA SUA VITA,E' CHE E' CONVINTO DI DIRE LA VERITA PERCHE SCRIVE QUELLO CHE PENSA SENZA RIFLETTERE


@378 commento di Valentina >Grazie per il video! Ciao Vale non ringraziare me, l'ho presa dalla newsletter di Grillo, se può interessarti ti linko dove chiedere l'iscrizione: http://www.beppegrillo.it/laretedelgrillo/ ________________________ De Gennaro e la macelleria messicana Passaparola Sommario della puntata: Il blitz alla scuola Diaz Accertare o nascondere la verità Segnali dalle forze di Polizia http://www.youtube.com/watch?v=dd5iRj5Ishs


# 405    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 14:24

@378 Tranquilla, c'è una guardia giurata che crede di farne le veci. Conosce persino il video sui troll, sono primizie, possiamo veramente stare sereni.


x Renzo c 402 Già, ricattato anche dal fronte pseudo-separatista Miccichè-Lombardo. Interessante notare come i berlusconiani della prima era: Ferrara, Sgarbi, Taormina, lo stesso Miccichè, la Prestigiacomo ecc. possano essere "dannosi" per B. in una ipotetica logica di ricatto. Insomma, se affondo io affondi anche te, perchè magari conoscono tante di quelle cose che.... E' certamente opportuno tenerli buoni, e possibilmente fedeli. Da vedere ,inoltre,l'estrema disponibilità ed il tempismo cn cui sn stati concessi tali fondi, che non hanno nemmeno una copertura...


I parlamentari condannati, prescritti, indagati, imputati e rinviati a giudizio (*) eletti in Parlamento sono settanta. Ne avevano candidati 100. I 70 voi non li avete votati,Sono stati scelti dai segretari di partito. Dai secondini di partito. Reclutati nei tribunali e all’uscita delle carceri. (NONOSTANTE TUTTO SIETE ANDATI A VOTARE MALGRATO SAPEVATE DI NON POTER SCIEGLIERE IL CANDITATO A CAUSA DI UNA LEGGE PRESENTATA DA UN PORCO, E POI APPROVATA D'ACCORDO CON LA FINTA OPPOSIZIONE CHE ANCHE QUANDO POTEVANO NON L'HANNO CAMBIATA,E PARE CHE VADA BENE ANCHE AGLI "elettori consapevoli di non contare un caxxo".) NATURALMENTE LA LEGGE PRESENTATA DA UN PORCO NON POTEVA CHE PORTARE IL SUO NOME "PORCELLUM". I 70 neo eletti sono così ripartiti: - PDL 45 (proposti 56) PARTITO DEI LATITANTI, 81% BEL COLPO. - PD 13 (proposti 18) PARTITO DISPERATI, 73% BEN FATTO. - Lega Nord 7 (proposti 8)LATITANTI NDRANGHETA, 88% CHE BOTTA! - UDC – Rosa Bianca 5 (proposti 9)UNIONE DEI CARCERATI,56 % TROPPO FORTE! Fonte: “Se li conosci li eviti” di Marco Travaglio e Peter Gomez


# 397 commento di N.N - lasciato il 3/8/2009 alle 13:33 RIFLESSIONI SU CL. VE. NON SERVE A NULLA SCRIVERE,BISOGNA RIFLETTERE PRIMA. e chi lo stabilisce se serve e nn serve? e chi ..se si è riflettuto abbastanza o meno? tu?il tribunale del blog? chi come e perche? ------------------ # 392 commento di Clandestino(vero) - utente certificato lasciato il 3/8/2009 alle 13:11 CALDO ESTIVO:ATTACCHI DI PANICO IN AGGUATO PER I TROLL SOLI SUL WEB geriatria anziani e caldo, questa è la fonte: http://italiasalute.leonardo.it/news2pag.asp?ID=8152 ------- verrebbe di nuovo da pensare,solo di fronte a questi due interventi,se colui che può esprimere in qualsiasi forma parola(quindi anche quella scritta) e luogo (quindi anche in questo locale),possa semplicemente farlo cosi come si mani-festa;cioè nn xkè conformato e perfettamente supino alla grande intelligenza del primo blogger o alla grande passione(di parte,svilendo completamente il concetto di partigiano) del secondo, o di qst o quel giornalista,ma piu semplicemente "rispettosi", guidati cioè pur nel disaccordo o in una opinione,emozione,riflessione e commozione diversa, nel nn mettere mai l'altro nelle condizioni di essere provocato,deriso,manipolato,simulato,deformato..per poi dirgli zitto pirla non puoi parlare,e se parli sei paranoico o incoerente o da vomito eccetera eccetera; nn è cosi difficile la pratica della non strage di umanità come da commento di auriga344 o di federica347-348.. coscienze e consapevolezze senza bisogno di alcuna rete,reti o qsta o quella grande mente o piccola o grande bandiera, pennone e bandierona, certificata solo da uno e tutti gli altri solo dei grandi pirla o troll o paranoici o collusi; certo se si continua ad ardere dal desiderio di marchiare chiunque la pensi o senta diversamente come Troll o paranoico o pericoloso demente senile o comunque colpevole come per il blogger NN, tutto ciò non li rende molto credibili-


per DOIT, nr. 394: grazie per la segnalazione. Mi ero leggermente allarmata a veder sparire l'articolo così velocemente.


# 410    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 3/8/2009 alle 15:32

>ma piu semplicemente "rispettosi", guidati cioè pur nel disaccordo o in una opinione,emozione,riflessione e commozione diversa, nel nn mettere mai l'altro nelle condizioni di essere provocato,deriso,manipolato,simulato,deformato..per poi dirgli zitto pirla ... Si, sarebbe sufficiente un esame di coscienza, ad averla.


# 406 commento di lai >>E' certamente opportuno tenerli buoni, e possibilmente fedeli. Da vedere ,inoltre,l'estrema disponibilità ed il tempismo cn cui sn stati concessi tali fondi, che non hanno nemmeno una copertura... (e il CIPE i 4.3 M€ li sblocca al volo per la Sicilia, per le altre regioni del sud ancora no) Concordo. E allora mi sorge spontanea una domanda: perchè la Sicilia (terra stupenda peraltro, io almeno l'adoro) è così determinante in ambito elettorale? In fondo non sono poi tanti quei 4 milioni di voti (circa, essendo 5 milioni totali di abitanti) che possono cambiare le cose radicalmente negli equilibri, anche se per ipotesi utopistica andassero TUTTI a 1 partito. Non è per caso che, finanziando in loco la mafia, ti arrivano voti anche da altre zone dove ci sono altri serbatoi di voti? Mahhh, fatto è che alle prime avvisaglie di "malumori" lcali Fonzie è corso giù col portafoglio (NOSTRO) pieno. E la lega non dice niente.... Saluti p.s. lai non so se hai mai visto il bellissimo "europa e italia" di Bruno Bozzetto: senza parole e un po' di animazione dice tutto; io adoro il pezzo sulle elezioni :D lo metto nel link, guardalo e guardatelo, è datato ma sempre attuale
http://www.youtube.com/watch?v=XkInkNMpI1Q


Grazie Renzo, non lo conoscevo.


A proposito do "tocchi di classe" volevo dire a Marco che si è dimenticato di uno (non ricordo il nome) che, ai tempi della discesa in campo, aveva proposto di boicattare i prodotti targati berlusca; ebbene questo signore fu impalato da dietro da alcuni energumeni.... cosa terrificante ma dimenticata...


Spesso si fa l’errore di immaginare il mistificatore (tipo Renzo il coglione e plisv il suo compare, Demmini, taxi ect.) come un essere demoniaco, mentre quasi sempre si tratta solo un povero diavolo che non ha trovato migliore impiego e che per giunta non è ricompensato manco tanto per i suoi talenti, giusto il necessario per tirare avanti. Per non usare mistificazione contro mistificazione sarà il caso di tenerlo ben presente: mistificare non implica mai un patto di sangue tra un individuo privo di scrupoli e una potenza delle tenebre, ma quasi sempre un contrattino tra un manovale più o meno specializzato e un datore di lavoro che, a sua volta, non intrattiene nelle tenebre alcun rapporto col Maligno, ma solo affari più o meno sporchi con chi gli appalta un servizio di disinformazione. Un consiglio: lasciate perdere il mistificatore, concentratevi sulla mistificazione, decostruitela per come potete; se ci riuscite, il mistificatore vi apparirà per quello che è, ma solo dopo.


Sarò molto breve in questo commento perché trovo francamente vergognoso che la stampa italiana, certi TG, evitino di parlare di tanti argomenti seri ed utili pur di buttarsi nel voyeurismo più morboso. Silvio Berlusconi ha stravinto tutte le ultime elezioni, ha ottimi dati di popolarità e il suo governo finalmente merita un voto superiore al 5 e mezzo. Che importanza politica può avere il fatto che si diverte e ha tante amiche disinibite? Da liberale come sono, per quanto mi riguarda potrebbe anche andare a trans sulla strada (come faceva il braccio destro di Prodi nel precedente governo) che non sarebbe un problema. Il problema è semmai che la dialettica politica italiana ha uno spessore culturale pari alle liti condominiali fatte nei sottoscala di un qualche borgo napoletano tra massaie sudaticce che spettegolano in dialetto sul numero dei fidanzati della figlia di chi vive nel piano superiore. Berlusconi non è un esempio di moralità, e sicuramente dovrebbe smetterla di fare il portavoce del pensiero dei vetero-fondamentalisti cattolici, ma riconosco che il suo governo sta operando “sufficientemente” bene. Ho gradito la politica rigida contro l’immigrazione clandestina, la linea di Brunetta contro la casta ipersindacalizzata dei funzionari pubblici (le ore di assenza da lavoro sono diminuite del 34%), la politica estera filoisraeliana e più atlantica, la politica economica che non ha aumentato le tasse, la linea di infondere ottimismo per il futuro, la risoluzione dei problemi dell’immondizia napoletana e dell’Alitalia, il coraggio nell’aver puntato ad una finanziaria leggera e di due anni (non il mattone di migliaia di pagine di provvedimenti clientelari del governo Prodi) e il successo nei respingimenti alle frontiere. Nemmeno Prodi, che non ci ha ancora spiegato come faceva a sapere l’indirizzo di dove era recluso dalle BR Aldo Moro (nemmeno il più stupido lettore dell’Espresso potrebbe bersi la balla della seduta spiritica), era un esempio candido ed
mundusliberalis.blogspot.com


Sshht: non farlo! Non Pensarci nemmeno! Zitto!!! O ci sentiranno!! Non posso provarlo ma Loro sono qui! Tra di noi! Lo sai.. Altrimenti… Hi, hi, hi…. Altrimenti non li spiegheresti Quegli strani eventi Che la ragione non comprende. Attento! Non una parola: non lasciare che accada ancora! Altrimenti… Uh, uh, uh… Sarà la betoniera lenta Improvvisa A rallentare la tua marcia notturna O la maglia preferita La sola A morire per colpa Della macchia immortale Indelebile si si si… Loro ci osservano: dai retta a me!! Manomettono bancomat Chiudono strade e Passaggi a livello Loro… Si, si, si Loro fanno che si rompa La chiave nella serratura Quando dentro il telefono squilla Uh, uh, uh… Loro… Loro ci osservano, sì… È colpa loro, loro!!! Perché è solo quando hai fretta Che scorgi i segni della loro presenza! O solo quando hai scritto tanto Che word impazzisce! Uh, uh, uh… Loro ci osservano… Basta, non sono più me stesso, bevo troppo e devo smettere la mamma non mi da abbastanza soldi e la roba è sempre peggiore Qualcuno ha preso il mio nick e si diverte a scrivere cose non mie, questo è un colpo basso per me sono deluso basta ora, passo ore e ore su questo blog dovrei scendere un pò sto tutto il giorno in pigiama e non faccio una doccia da giorni ciao a dopo plisv


# 417    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 6/8/2009 alle 7:44

@414 commento di Esorcista Ciao compare.


mario fai paura!!


# 419    commento di   Manuel San Benedetto Po - utente certificato  lasciato il 10/8/2009 alle 11:59

PARTECIPATE IN QUESTO SITO. NE VALE LA PENA! www.manuelzacche.ilcannocchiale.it
www.manuelzacche.ilcannocchiale.it





# 421    commento di   ConteAlfonsoPasti - utente certificato  lasciato il 16/8/2009 alle 17:51





Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti