Commenti

commenti su voglioscendere

post: Dittatura democratica

Dimenticatevi la cronica debolezza dell'opposizione. Scordate il ferreo controllo di Silvio Berlusconi sulle televisioni. Lasciate perdere i cento deputati in più che il centro-destra ha alla camera rispetto al centro-sinistra. Intanto il motivo per cui il Cavaliere è ancora saldamente alla guida del governo e minaccia di restarci a lungo, impermeabile a ogni scandalo e ogni insuccesso, non è questo. O meglio non è solo questo. La forza che Berlusconi dimostra in questi giorni, ribattendo colpo su colpo e con ogni mezzo a tutti gli attacchi, ha un'origine diversa e precisa: la legge elettorale . In altri tempi un premier screditato in tutto il mondo sarebbe stato prima o poi sostituito dalla sua stessa maggioranza. Oggi no. I parlamentari del centro-destra, tra i quali è pure ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Berluscono querela l'Unità > Che l’ Innominabile sia stato l’ “Utilizzatore finale” di graziose donzelle, passi, ma se si spinge sino ad un Tribunale Civile, con la solita causa civile, fa ingrossare le vene delle tempie: è orrido. Si può anche ammettere che uno alle lunghe, perda la pazienza, e vada sul Penale: il PM archivia e tutto finisce lì con 200, 300 Euro di avvocato. Diverso è il Civile: il costo del legale è proporzionato alla somma richiesta in risarcimento: il potente lo sa ed alza la posta XXXXXX milioni di Euro. Già quello è un uomo perso. Estenuante è una Causa civile per fatto illecito (?) (diffamazione) : sono udienze su udienze. Alla fine di due anni si riempie uno scaffale di carta. Non ti basta sapere di avere le carte in regola: la legge italiana è un’ incognita. - Se gli eletti fossero stati lì per mandato popolare, la vessazione ritorsiva del potente sarebbe già finita. -
http://www.ricostruire.it


Da un po' tutti i quotidiani on-line, sembrerebbe che il caso è scoppiato anche in Europa


capire un regime come quello berlusconiano in effetti non è facile..certo possiede il 90& delle televisioni e della stampa e questo vuol dire moltissimo, certo ha molti soldi e con questi corrompe, riduce al silenzio, minaccia , si compra le mignotte..certo la sinistra lo ha favorito tutte le volte che c'era da farlo.. ma tutte queste cose insieme non ci fanno ancora arrivare al cuore del problema, a comprendere questo "cuore di tenebra" come diceva Conrad.. Cos'è che ancora spinge molta gente a difenderlo? A giustificare tutto quello che fa ? A farlo passare per una vittima ? Questo bisogna capire e su questo berlusconi e il suo staff sono stati molto abili. Quando a cavalo degli anni 80 la sinistra fu sconfitta Craxi preparò il terreno al suo successore.. iniziò a trasformare lo società inviando imput goderecci, superrficiali, corrotti e individualisti.. è stato un gioco da ragazzi per B pescare negli istinti più bassi della gente e fargli credere che tutti potrebbero diventare come lui.. berlusconi è nella loro testa e ci vorranno anni per riparare..


voglio proprio vedere quando finirà!!!!!


Democratura....se non ci ribelliamo al più presto...ne vedremo delle belle


ma perchè qui continua a non esserci l'invito a firmare su repubblica e anche sull'unità? tutti quelli che credono nella libertà di stampa dovrebbero pubblicizzare la raccolta di firme, altrimenti si predica bene, ma si razzola proprio male. Perciò voglioscendere, grillo, di pietro e tutti gli altri che ci ricordano sempre il pericolo del bavaglio non possono lasciar perdere!


dobbiamo raggiungere milioni di firme!!! Yes we can!


# 29    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/9/2009 alle 22:6

# 20 commento di Roland Attento Roland, anche i proverbi son cambiati: Domandare è illecito, Querelare è ipocrisia ;) Saluti


coooome no, milioni, sì...aspetta e spera... e poi da che pulpito, nientemeno che Repubblica e Unità...WOW, loro sì che sanno cos'è la libertà di stampa eh... ma per favore.


UDITE UDITE!!!!!!! su consiglio di uno scrivente sono andato a leggermi l'articolo di GRILLO redatto dalla banda dei cinque SOC. CASALEGGIO. a meta post leggo:L'INTELLETTUALE NON E'DI DESTRA NE DI SINISTRA IL SUO LIMITE E' IL PORTAFOGLIO. la predica viene da un bel pulpito, manca la MORALE : UN INTELLETTUALE PER ESSERLO DEVE ESSERE POVERO ,MENTRE UN COMICO DEVE SGUAZZARE NEI MILIONI VIVA L'ITALIA E' BELLA PERCHE' AVARIATA


Il Buon Gomez, delicatamente, illustra le condizioni che vennero create nelle Istituzioni, per permettere ad un NON Uomo di Stato, di agire nell'interesse di chi lo tiene al GUINZAGLIO Nulla di piu' fondato e verificabile, per leggere il Contemporaneo, che fare un saltino indietro ai tempi del Fu Luigi, Padre dell'omino, e suo ruolo con la Banca Rasini Fu uno dei piu' MASTODONTICI Cavalli di Troia, che il Paese ricevette: da una posizione al di fuori dell'Informazione ed operare in Penombra al meglio, detta piccola POTENTISSIMA Banca, influenzo' ogni aspetto della gestione del Paese, impunemente Va ricordato che perdemmo la Seconda Guerra Mondiale, che furono firmati DUE TRATTATI su base...**resa senza condizoni** e che molto poco si lesse o si studio' degli stessi.. Ed il diavolo si nasconde nei dettagli: purtroppo gli SLOGANS facilmente venduti allora, ad un popolo stremato da guerre, furono la LIBERAZIONE e la REPUBBLICA DEMOCRATICA, ma in realt'a, il funzionamento del Paese, fu altamente influenzato da chi ci LIBERO' ed i nostri pessimi cittadini, serie il GOBBO, non dedicarono al Paese il dovuto interesse in quanto NON era il loro compito... Il Conremporaneo, altro non e' che la fioritura di semi piantati subito dopo quella Guerra..ora occorre riandare alle radici e l'omino credo che sia sul punto di LASCIARE: anche gli esperimenti BOLLE MEDIATICHE degli ultimi sei mesi, non li vedo di alcuna utilita', anche agli stessi PILOTATORI dello stesso E che vada e si torni alle urne, dopo una IMMEDIATA revisione della Legge PORCATA.. Il Paese in mano ad odontotecnici, a semi-infermi, ad ex-piazzisti, imbarazza lo scacchiere a cui apparteniamo, e c'e' molto di piu' e PREOCCUPANTE della copertura negativa dell'omino dalla stampa estera..molto di piu' Buona Lettura
http://www.edededed.ilcannocchiale.it/?r=172747


# 33    commento di   censurasoldi - utente certificato  lasciato il 2/9/2009 alle 22:34

@14, il problema c'è .
@14


ma quale democrazia, l'italia è sempre stata una oligarchia di pochi affaristi che, ora, sta toccando il fondo con il cainano. Ma voi avete ancora la patente? Avete il fegato di chiamare democrazia un posto dove se un alcolista va a cozzare contro un palo della milano-venezia abbassano il tasso alcolico per tutta la nazione? dopodichè, un imbecille investe un pedone a palermo e questi cosa fanno? abbassano di un altro punto il tasso alcolico per tutta la nazione. Dopodichè non si può fumare, nemmeno nell'abitacolo della propria vettura rateizzata in 10 anni, non si può divorziare perchè ci vogliono 10 anni, non si può prendere il fresco d'estate perchè arriva una testa di cazzo che ti ammazza e poi va dal suo avvocato che è un massone furbo e non gli fa un cazzo nessuno. QUESTA E' UNA BELLA DITTATURA ALTRO CHE CAZZATE.


Triste realtà: ne capisce di piu' Veronica che l'opposizione di governo e buona parte degli italiani.


a chi lo dici, io farei Veronica primo ministro


# 37    commento di   BluCobalto - utente certificato  lasciato il 2/9/2009 alle 23:7

Mettiamocelo in testa, siamo nelle mani di un pazzo! "Pertanto ritengo necessario che in Parlamento si affronti il nodo di fondo di questa vicenda umana: la necessità urgente di valutare - prima che faccia altri danni - se Silvio Berlusconi possa rappresentare ancora il Paese con la piena facoltà di intendere e volere. Dopo tutto si tratta di raccogliere l’appello di sua moglie che sicuramente lo conosce bene." A. DiPietro
http://www.antoniodipietro.it/


# 38    commento di   Mario A. Musso - utente certificato  lasciato il 2/9/2009 alle 23:12

"Il sonno della ragione genera mostri" lo diceva Francisco Goya più di 200 anni fa. Sarebbe ora che anche gli Italiani lo capissero


Fini, tira fuori le palle e riscàttati, fai un inciucio con chi ti pare ma liberaci da questo cancro, è l'unico modo che hai per garantirti un futuro credibile.


Mi fa piacere che anche Peter si sia accorto degli effetti della "legge porcata". Molti di noi dicono questa cosa da anni sui vari Blog. L'ultimo intelligentone Prodi evidentemente non l'aveva capito. La dittatura non verrà dopo il Cav. E' già arrivata adesso, ma la gente è talmente stranita che non se ne accorge, anche perchè ha la testa piena di paroloni. Il guaio però è molto più serio di come appare, perchè insieme alla dittaura sta arrivando anche la miseria. Stranamente, ma forse no, dittature e miseria sono sempre andate a braccetto. Meditate gente, meditate.


# 41    commento di   bellini.stefano - utente certificato  lasciato il 2/9/2009 alle 23:32



CortinaIncontra 19agosto2009 - Gigi Moncalvo intervista Vittorio Feltri, eccovi un estratto: http://www.youtube.com/watch?v=P3cP2VbpN2c Alcune dichiarazioni contenute nel video: ## "Io trovo stravagante che la signora Berlusconi metta in politica le questioni del suo letto.. E' assurdo" ## "Gli italiani quando terminano la loro giornata di lavoro non credo abbiamo tante preoccupazioni di quello che avviene nel lettone regalatogli da Putin.. Penso si preoccupino di come governa" ## "Avete letto qualcosa di Agnelli su Stampa, sul Corriere, su laRepublica?? [trafiletti piccolissimi]..Pero' se Berlusconi si scopa una cretina è uno scandalo mondiale?? E' la follia" ## "Un'operazione del genere [quella che ha subito Berlusconi alla prostata] si conclude al 99% dei casi con l'impotenza" ## "Io credo che in questa sala se facessimo un referendum, sono convinto che l'80-90% delle persone se ne fregano di quella che fa Berlusconi la sera.." LINK AL VIDEO:
http://www.youtube.com/watch?v=P3cP2VbpN2c


TRARCO MAVAGLIO; MIRACOLO LO SCAMPATA BELLA faccio parte del 1% ho fatto la prostata ho 74 anni ma una scopatina alla settimana me la faccio se poi ho la fortuna di cambiare cavallo con i piedi nell'acqua calda me ne faccio due alla settimana. leggendoti mi sono fatto paura fra poco verifico ciao buonanotte.


Ma perche´l´Unione europea non interviene?non si puo´fare nulla?possibile che non esistono leggi europee che vietino di fare leggi antidemocratiche nei paesi membri della UE? non ci posso credere. Si danno tanto da fare per fare un Unione europea perfetta, nel massimo rispetto dei cittadini, democratica e poi lasciano passare ste porcherie qua´...milioni e milioni di soldi buttati al vento per cosa?


c'è anche Mughini...^^ ^^ ^^ ^^ ^^ ^^ ^^ ^^ ^^ ^^ grazie per la chicca.


Nel video il Filtrino fa una gaffe, dice che il compleanno di sb è il 23 settembre (in realtà è il 29) chissà come mai gli è venuta proprio quella data in mente...chissà cosa succederà proprio il 23... mah...^^


... prendere carta e penna ... ... segnarsi tutti i nomi e cognomi dei Deputati e Senatori della Repubblica Italiana ... delle banane ... con allegate foto segnaletichie ... ... PER NON DIMENTICARE CHI IN QUESTI MESI NON HA DETTO UNA PAROLA SULLA DERIVA ETICA E DEMOCRATICA DI QUESTO PAESE PROVOCATA DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ... ... nel caso un domani ... sepolto il capo ... volessero riciclarsi ...


Dalla Newsletter dell' On. Antonio Di Pietro 2 Settembre 2009 L'Europa tutela la liberta' di espressione Autore Gianni Vattimo La difesa dell’informazione come difesa della libertà in quanto tale. E’ ormai evidente che il regime di Berlusconi, come ogni regime che si rispetti, sta procedendo ad una aggressione della stampa e dei media che travalica le Alpi. Dopo la crociata interna, ora lo sguardo del premier, politicamente barcollante, si rivolge all’estero, e la crociata diventa transnazionale. Così oltre a La Repubblica e L’Unità, i nemici si chiamano anche The Times, Le Figaro, The Guardian ma soprattutto, stando alle dichiarazioni del suo fido avvocato Ghedini, Le Nouvel Observateur ed El Pais. Una virulenza tale da interessare ormai tutto il Vecchio Continente. Non a caso proprio il portavoce della Commissione Ue, Leitenberger, in riferimento alle denunce del presidente del Consiglio verso la stampa estera, ha ricordato (e ammonito) che l’Europa tutela la libertà di espressione. In un clima di guerra ormai aperta a tutta l’informazione, le istituzioni comunitarie non possono non reagire restando in silenzio. Articolo completo al Link seguente http://italiadeivalori.antoniodipietro.com/articoli/informazione/vattimo.php?notifica Buona Lettura


Un ottimo articolo, dalla Newsletter dell'On. Antonio Di Pietro che, con tutta probabilita', sta interpretando il sentimento ANCHE di quella parte della popolazione che, del MITO OMINO e perpetue BOLLE MEDIATICHE per omertare la realta', inizia a vederne i contorni E non e' un Buon Risveglio Dopo la risposta di Silvio Berlusconi ai portavoce Ue "di stare zitti", avvenuta in seguito alla richiesta di spiegazioni sui respingimenti dei barconi di migranti attuati dall’Italia e da Malta, è seguita la minaccia di bloccare il Consiglio europeo come se fosse il motore del suo falciaerba ad Arcore. A questo punto ritengo che il Presidente del Consiglio abbia bisogno di una perizia psichiatrica per poter continuare a governare il Paese. Ormai Berlusconi è in guerra con il mondo intero: la Chiesa, l’Europa, i cittadini, la stampa estera e nazionale. Sta isolando l’Italia a livello internazionale, fatta eccezione per gli Stati a cui paga a suon di miliardi la propria amicizia, quali la Libia. L'articolo completo al Link seguente http://italiadeivalori.antoniodipietro.com/articoli/politica/sostituitelo_per_amor_di_patri.php Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/






Siamo sicuri che l'europa vigila? ha fatto proseliti. E questo sarebbe il presidente (?) dell'associazione europa dei diritti del cittadino.... http://www.reggio24ore.com/Sezione.jsp?titolo=Diffamazione+a+mezzo+blog%2C+Motti+interroga+l%27Europa&idSezione=5383


Caro Peter, lucido e spietato come sempre! E' proprio vero: è colpa della legge elettorale, se non riusciamo a liberarci di questo cancro che ci sta rosicchiando. Heinrich Heine diceva: "Chi brucia i libri, prima o poi bricerà gli uomini". Il nanaccio vuol fare chiudere Repubblica, l'Unità, Annozero, tutti quelli che ci danno ancora un briciolo di voce contraria. Proprio come Napoleone fece chiudere tutti i giornali e censurare i pochi rimasti, o Mussolini, che faceva bruciare le edicole e picchiare i giornalisti. Qui siamo al manganello mediatico, ma non ci vorrà molto a tornare a quello vero...Del resto, i pestaggi sono all'ordine del giorno... e il nazismo cominciò a rinchiudere omosessuali e handicappati. Reagire è doveroso, se le domande al potente diventano un crimine. Grazie, Peter, e non fatevi intimidire da questi squadristi! :-*


# 54    commento di   censurasoldi - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 8:52

ciao paso a me la filosofia piace assai , ma studio storia , caffè


# 55    commento di   censurasoldi - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 8:54

giornata a favore della Libertà di Stampa , penso che sia come per il Fascismo , stupore incredulità e imbecillità di fronte al Negativo Storico che esplode e la nazione al mare a guardare cielo e bellezza ..............


# 56    commento di   censurasoldi - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 9:23

paso la scienza è reale come la pianta ma l'amore è una scelta


LE MANETTE DEL PENSIERO Buongiorno blog, buongiorno a tutti. Se la calma è la virtù dei forti,la conoscenza è la virtù dei grandi. Sono tante le strade per giungere ad essa,talvolta è un libro,altre volte un’ amico,poi c’ è la rete,e qualche volta i giornali,qualunque sia il mezzo,ciò che conta è arrivare alla conoscenza. Non importa come ci arrivi,l’ importante è imparare che c’ è sempre, qualcosa da imparare,a qualunque età,in ogni stagione della vita. Il divin poeta,tra le migliaia di lasciti,di meravigliosi regali che ci ha fatto,ne ha depositato uno nella storia dell’ uomo,particolarmente incisivo,seppur breve, “fatti non foste,a viver come bruti,ma per seguir,virtute e canoscenza”. Una freccia di vita,scoccata direttamente al cuore di chi ha fatto suo, questo aforisma. Io penso che si nasca portati alla conoscenza,credo che sia un’ attitudine intima e profonda,che non appartiene a tutti gli uomini. Ci si nasce così,è un regalo del cielo,ma come ogni grande dono,porta in dote la sua dose di responsabilità. Chi è stato fatto per seguire virtù,e conoscenza,non può fermarsi mai! Ha l’ impulso,il bisogno di cercare continuamente nello sterminato oceano del sapere,qualcosa in più,qualcosa di nuovo. Ieri una persona a me molto cara,mi ha mostrato un videro di un uomo di chiesa,di un prete cattolico,e sento il piacere e l’ onere di condividerlo con voi. Assumere posizioni preconcette,nei confronti di chiunque e qualunque cosa,è un’ inutile limite che noi stessi poniamo alle nostre possibilità... Segue sul blog "avapxos"
http://avapxos.blogspot.com/


SE LA MAGGIORANZA NON FA CADERE IL SUO CAPO, C'E' UN SOLO MOTIVO, I SOSTENITORI SONO STATI SCELTI TRA I PERSONAGGI MENO BRILLANTI CHE L'ITALIA PUO' ANNOVERARE, PER CUI SE CADE IL CAPO NON RESTA IN PIEDI NESSUNO DI LORO, TRANNE CHE NON SI VADA AD UN MAXI INCIUCIO FRA I SOLITI D'ALEMA, FINI, CASINI... A QUEL PUNTO, LA CURA SARA' STATA PEGGIORE DEL MALE.


Ai ghiribizzi pre estivi della Sig.ra Lario in Berlusconi, alle profezie di un novello caporale in pectore che arriverebbe dopo l'ex marito (come ad avallare l'"apres de moi le deluge"),può credere solo chi non conosce la storia di questo malandato paese: storia che del resto rimane sempre in limine,in perfetto equilibrio tra la farsa e la sguaiata pernacchia al Duca Alfonso Maria di Sant'Agata dei Fornari. Così si avalla l'idea meschina dell'ineluttabilità in politica, dell'impossibilità di vivere senza di essa, quasi che fosse un male innominabile ma necessario.


Splendido post! Grande Peter


Copia ed incolla da " Diritto di resistenza".- Le 10 domande riveste e corrette.- 1) Dottor Silvio Berlusconi, visto il clamore suscitato in questi giorni dallo scandalo che la vede protagonista, è intenzionato a dimettersi da direttore della Presidenza del Consiglio? R: Proprio per il cazzo 2) Dottor Berlusconi, le pare coerente scagliarsi durante gli incontri politici internazionali contro i contribuenti infedeli, per poi comportarsi come quest’ultimi in privato? R: Assolutamente no. Ma io non sono coerente, sono coglioni quelli che continuano a non capirlo. 3) Dottor Berlusconi, le è capitato altre volte di evadere il Fisco? R: Cos'è una domanda trabocchetto? L'avvocato Mills mi ha costruito una rete di società Off-Shore, per cosa pensa mi servissero? 4) Dottor Berlusconi, ciò che percepisce come reddito dalle sue molte aziende, è interamente fatturato? R: Direi proprio di no. 5) Dottor Berlusconi, ha mai aderito ad un condono fiscale? R: Come presidente del consiglio ne ho anche emanati alcuni apposta per poter sanare le mie situazioni specifiche. Ovviamente vi aderivo. 6) Dottor Berlusconi, ha mai assunto lavoratori dipendenti “al nero”? R: Quando è possibile lo faccio, ma purtroppo non si riesce sempre. 7) Dottor Berlusconi, può garantire che nessun collaboratore delle sue aziende lavori “al nero”? R: Posso garantire che provo a farne lavorare al nero i più possibile. In parlamento abbiamo perfino i portaborse al nero. Gliel'ho detto: si fa quel che si può 8 ) Dottor Berlusconi, è mai stato fatto oggetto di accertamenti fiscali? R: Ho perso il conto sia degli accertamenti sia di quanto ho pagato per far chiudere gli occhi alla guardia di finanza ogni volta che arrivavano. 9) Dottor Berlusconi, ha mai riportato una condanna per reati tributari? R: Dovrebbe chiedere al mio avvocato "mavala" ma ad intuito direi che qualcuna me la sono presa, se non sono riuscito a


# 62    commento di   ilkeiser - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 9:51

anch'io sono molto molto preoccupato del dopo berlusconi...


# 63    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 9:52

OT X CENSURA X SOLDI -CRI' ciao Crì non so se l'amore (bellissimo dolorosissimo e bellissimo) degli idioti come me, te e quella percentuale irrilevante di umani,rispetto a quelli che sono stati "i numeri" del dare avere della ragionieria consolidata della storia del cosmo e della disunità d'italia , viene scelto o c'è alla base per default e non se ne può fare a meno, ma nel dolore e nell'amore sono felice di essere andata sempre fino in fondo,e per questo aver abbandonato alcune strade e alcuni umani che ne avevano altre,senza condannarli o giudicarli, nel puro silenzio ...sono contenta perche posso andare ancor piu fino in fondo al su e al giù e al su e giù,rispetto ad altre spinte di altri membri umani che hanno stuprato il corpo della storia nonchè i corpi che ci andavano di mezzo... la coscienza anticipata figlio di quel labirinto albergo a doppia K, questa volta non di kafka ma di king e kubrik, prima o poi avrà farà sara STORIA e prevarrà alle pugnalate del romanzo criminale italiano e mondiale, non avrà avuta alcuna importanza se anche nella nostra irrilevante percentuale non ci saremo compresi in anticipo e mentre come dice Galapagos "tremonti sarebbe un ottima giornalista nei media controllati da Berlusconi :spara cazzate a raffica" , mentre come dicono alcuni blogger e dicevamo anche io e te, siamo nel golpe da decennie non passa giorno che alcuni del dissenso continuano a dire che fra poco c'è il golpe, noi senza scegliere e scegliendo facciamo altre messe di altre passioni..cento chiodi Crì..buon caffè :-)


So di essere off-topic e me ne scuso, ma ho una cosa da chiedere: Il Fatto, non doveva essere in avvio da settembre? E' già uscito il primo numero? Se no, quando partirà?


Io non la chiamerei dittatura democratica, il termine dittatura viene usato impropriamente da molti e appunto richiama un sistema politico risalente all'antica Roma.Il corrispondente della dittatura nel mondo contemporaneo è da chiamare totalitarismo, che per essere definito tale deve soddisfare certe caratteristiche: -assenza di pluralismo -presenza di un ideologia articolata e definita (il berlusconismo non è un ideologia) -presenza di una mobilitazione alta e continua -un piccolo gruppo o il leader al vertice del partito Anche se in Italia la situazione è molto preoccupante il termine corretto da usare per la nostra situazione è democrazia tendente all'autoritarismo che è ben diverso dal totalitarismo e dalla dittatura.Autoritario è un sistema politico limitato (non ci siamo ancora arrivati ma è ciò che vuole Silviuccio)e non responsabile,senza una elaborata ideologia-guida, ma con mentalità caratteristiche, senza mobilitazione politica estesa o intensa tranne che in alcuni momenti del suo sviluppo e con un leader o un piccolo gruppo che esercita il potere entro limiti formalmente mal definiti, ma in realtà abbastanza prevedibili.
http://ariallabocca.blogspot.com/


# 66    commento di   censurasoldi - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 10:20

@65 quoto francesco il problema è che ............noi non siamo preparati ad affrontare il berlusconismo e dobbiamo prepararci in fretta- 1) solidarietà
@65


# 67    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 10:25

La presa del potere? No, qualcosa di più difficile: un mondo nuovo.(ndr il totalitarismo è stato del dio denaro,il mercato,l'unico modello che ancora vige e che rende possibile il berlusconismo e lo sconfinamento del berlusconismo nel falso antiberlusconismo...uqello vero sorgerà quando sarà pregn di contenuti di altri modelli possibili x vivere mangiare evolversi dall'italiano medio con aspirazioni da basilisco anni 60) Per prima cosa, dobbiamo metterci d'accordo su quello che non vogliamo, e poi su quello che vogliamo. Se non vogliamo il partito di stato, se non vogliamo il presidenzialismo, se non vogliamo questa cultura del consumismo e della prepotenza che ormai si riflette a tutti i livelli compreso quello culturale, che si suppone dovrebbe essere il più autonomo, allora dobbiamo unirci per farla finita con tutto questo nella maniera meno costosa. (Subcomandante Insurgente Marcos)


# 68    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 10:42

x francesco integrando di un mio pezzettino la tua analisi, direi che ciò che ha fatto miscela esplosiva nel nostro paese , è una caratteristica mai persa da prima repubblica da sempre , da prima della costituzione già in fieri e a minaccia di tutto il successvio sistema di poteri..si chiamava e chiama: INDIPENDENZA tutto ci' che è avvenuta nel nostro paese facendolo affondare nell'ignoranza , nei buchi , negli scandali, dei deficit, nel paese arrattrato in cui siamo vissuti, in cui le funzioni non funzionavano come la sanità o i trasporti o la ricerca eccc..è perche abbiamo dovuto "comprare" la nostra lberazione a quel duro prezzo imposto dagli americani... NON SIAMO MAI STATI UN PAESE INDIPENDENTE il primo grande omicidio di stato è quello di mattei proprio perche NON DOVEMAO ESSERE INDIPENDENTI dal mercato delle risorse energetiche e della pace nel mediterraneo dall'esterno , in cui non eravamo indipendenti, ciò si è riflettuto all'interno, mai indipendenti dagli intrecci che dovevano garantire , con il sangue cioè tramite mafia e servizi deviati, certi poteri e non altri cioò ha inficiato almeno quella parte meno peggiore dle progresso, per fare come fece la germania , e soprattutto confinando l'estensione di quei due parametri con cui sempre è andato a braccetto il sistema mafia che è IGGNORANZA E MISERIA del popolo di riferimento a cui spacciarsi , come la propaganda attuale, come dei grandi elargitori...di tozzi e briciole di pane l'indipendenza economica è stata portata avanti a stento ,pochi sono potuti sfuggire alla logica degli amici degli amici e di ogni casta che con il suo diritto per sangue acquisito ha affondato sempre più l'unico paramtro che diveva valere: qualità e merito l'indipendenza della formazione e dell'informazione per attuttire i disegni su ignoranza e miseria di cui sopra ( che costano anche il solito siostema elettorale di scambio di piaceri,anche di un misero posto pubblico da usci


@ francesco #54 Il Fatto, come annunciato, partirà dal 23 settembre


# 70    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 10:42

anche di un misero posto pubblico da usciere,per voti, tanto come quello di altri scambi per le opere pubbliche del nostro paese) è stato ucciso,lentamente,fino a quello che è il ricatto piu evidente con le richieste di silviuccio di questi giorni non siamo mai stati un paese indipendente,con l'amore per i poteri strutturali indipendenti per la vitalità di un paese,che è infatti arrivato al capolinea,fermata agonia di cui ora Fini fà ridere parlando di ordalia.


# 71    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 11:3

Per ma Bella domanda la tua. La legge elettorale non è stata cambiata perchè, non appena ha avuto sentore di ciò Mastella ha fatto cadere il governo. Questo ufficialmente. Penso che comunque non si sarebbero sbattuti più di tanto per cambiarla perchè è più comodo avere dei pigiabottoni tenuti per le palle dalla minaccia di mancata ricandidatura piuttosto che circondarsi di cervelli pensanti per conto proprio che potrebbero essere eletti a furor di popolo e rischiare di diventare i classici bastoni tra le ruote. Invece i vari yes man e yes woman si accontentano di avere l'onorario profumatamente pagato per accettare le decisioni altrui e di potersi fregiare in maniera assolutamente impropria del titolo di onorevole.


No, noi non siamo in una VERA democrazia, il nostro non è un vero regime democratico. Non batano le (libere?) elezioni per fare la democrazia, ci vorrebbero anche alcune libertà e diritti fondamentali, che qui in Italia mancano.


Scusate la presunzione, ma temo che non sia stato colto il punto centrale dell'articolo... Com'è possibile che esistano dubbi sul significato della parola democrazia? com'è possibile che non esista una definizione ufficiale (non perfetta ed eterna, ma almeno ufficiale) a cui attenersi ed eventualmente modificare, sempre in via ufficiale? Una definizione espressa in termini chiari e misurabili in modo che si possa sapere se siamo veramente uno stato democratico oppure no? In questo modo ognuno da la propria interpretazione delle parole come democrazia e repubblica, nessuno è in grado di misurare se la realtà sia o meno conforme a ciò che si voleva fare all'inizio e ci ritroviamo in 60 milioni a lavorare per una repubblica democratica e nuessuno sa cosa sia con certezza. Le leggi porcata esistono proprio per questa debolezza inaccettabile della costituzione, che alla fine è diventata la debolezza principale dell'italia e degli italiani, la supeficialità e l'approssimazione.


Le questioni, squisitamente politiche, che quasi tutti dimenticano di evidenziare sono essenzialmente 2: 1 ) la fanciulla in una memorabile intervista al corriere del mezzogiorno ha detto che in futuro con ogni probabilità diventerà DEPUTATO DELLA REPUBBLICA ITALIANA - " ci penserà Papi" - ha risposto all'interdetto giornalista. Patrizia D'Addario, altra signora che intratteneva rapporti con il premier, era stata candidata, se non erro, a consigliere per le elezioni comunali per il PDL. Il problema è: è questo il criterio di selezione della classe dirigente? Il criterio è l'amicizia con il premier, al di là di ogni specifica competenza e integrità morale? Come cittadina, mi riguarda eccome se si fa MERCIMONIO DI CARICHE PUBBLICHE. Seconda questione: per ammissione stessa di Berlusconi - dichiarazione a mio avviso gravissima che nessuno ha adeguatamente sottolineato - il padre di Noemi, il sign. Letizia, MESSO COMUNALE, si permetteva di telefonare al presidente del consiglio e presidente del PDL per suggerirgli nomi di possibili candidati per le prossime elezioni europee. Nessuno ha trovato strano questo fatto? possibile che ancora una volta persone non elette dal popolo possano influenzare addirittura il presidente del consiglio avvalendosi dei rapporti personali di amicizia (nella migliore delle ipotesi) con lui? Non trovo le parole per esprimere il mio disgusto e profonda preoccupazione per il baratro nel quale sta sprofondando il mio paese a causa di questa indecente e vergognosa legge elettorale che ha spogliato il popolo del diritto di scegliere i propri rappresentanti.




Manca la libertà di informazione perchè da anni due signori due, vogliono solo per sè il nostro paese. Non accettano di dividerselo. Si fanno guerra. Tanto hanno servi fedeli entrambi.




"Cos'è un intellettuale, oggi, in Italia? Chi ha ancora profondità di pensiero e statura etica, morale per porsi come riferimento in questo bordello nazionale? Quanti sono i sopravvissuti e perché tacciono? Negli anni '70 gli intellettuali scrivevano sul Corriere, erano presenti nell'informazione quotidiana. Montanelli, Pasolini, Buzzati, Montale, Calvino, Moravia. Forse non avrebbero amato essere definiti intellettuali, ma erano una spanna sopra agli altri per cultura e spesso per coraggio. Montanelli disse in un'intervista che il requisito principale per fare il giornalista erano i cosiddetti, per un intellettuale vale lo stesso discorso. Pasolini avrebbe fatto a pezzi lo psiconano e il suo sodale D'Alema con un solo articolo. A De Bortoli non basterebbe un ventennio di editoriali, a PG Battista l'eternità. Göring, successore designato di Hitler, disse che ogni volta che sentiva la parola "intellettuale" metteva mano alla pistola. Nel Paese della P2 e dell'inciucio permanente tra PDL e PDmenoelle siamo più civili, è sufficiente un posto di direttore o vice direttore di giornale, un incarico di facciata nel partito, qualche libro edito da una casa editrice. Gli intellettuali, se esistono ancora, si sono venduti. Sono diventati tartufi, cortigiani, zimbelli da esibire, spaventapasseri da telegiornali di regime oppure ombre silenti, docenti universitari, ciarlatani di piazza con le dispense a puntate sul settimanale di sinistra, firme autorevoli di quotidiani nazionali, fiori all'occhiello di consigli di amministrazione. L'intellettuale è una specie scomparsa, sotterrata dalle tonnellate di merda della televisione e dall'indifferenza, dal grufolare di maiali, della società italiana. Si sono adattati, meglio vivere cento giorni da pecora che un giorno da uomo libero. I migliori tengono una rubrica, rispondono alla posta dei lettori e lanciano appelli per la democrazia da sottoscrivere, anche on line. Appelli vibranti che non servono mai a un cazzo. L'intel


che il nanuncolo malefico sia ancora in vita è la prova definitiva che non esiste nessun potere voodoo, che il soprannaturale e i suoi effetti a distanza è senza senso. Questo perchè se semplicemente esistesse un minimo effetto delle maledizioni che quotidianamente milioni di persone scagliano sulla testa del pedopornomafiopiduista, egli sarebbe già defunto da un bel pezzo. L'alternativa è che si sia protetto magicamente da tutto ciò con un potere che neanche il signore degli anelli riuscirebbe a scalfire...Nel dubbio tutti i giorni spero che mi sveglio con la notizia della scomparsa definitiva del nano, e quel giorno mi ubriacherò a dovere, anzi resterò sbronzo almeno una settimana di fila, e festeggiare l'evento ogni week end fino a che schiatto. Non che risolva tutto, ma aiuta.


# 75 commento di Ronin - lasciato il 3/9/2009 alle 11:27 La politica non è una scienza esatta, di conseguenza esistono molte definizioni di che cos'è la democrazia. Esistono democrazie parlamentari e non; costituzionali e non; esistono anche democrazie plebiscitario-populiste come si sta sempre più riducendo la nostra, che è basata solo formalmente su una Costituzione sulla carta molto liberale, ma di fatto disattesa nelle sue componenti fondamentali da tutta la storia della nostra classe dirigente corrotta, mafiosa e stragista (Il ritorno del principe, Scarpinato, 2008). Classe dirigente che ha sempre (anche prima di Berlusconi) disatteso la Costituzione a favore di una "costituzione materiale" differente, atta a perpetrare i crimini dei coletti bianchi: -- corruzione e ruberie -- mafia -- stragi impunite e depistaggi istituzionali -- servizi segreti deviati -- massoneria eversiva -- terrorismo di stato -- leggi ad personam anzi: ad classem, ad personas Che tipo di democrazia è la nostra? Chi lo può dire... di certo una democrazia MOLTO SUI GENERIS!


# 81    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 13:16

Ormai siamo al paradosso e alla macchietta. Abbiamo un ministro che vorrebbe migliorare la qualità della scuola pubblica semplicemente tagliandole i fondi e dandoli alle private e riducendo il numero del personale senza alcun riferimento alla capacità lavorativa di ciascuno. Nel frattempo parla a vanvera di meritocrazia, lei che per l'abilitazione ha barato alla grande andando a sostenerla laddove sapeva sarebbe stato più facile. Abbiamo un ministro che difende la Cristinaità dell'Europa ma si sposa con rito celtico ignorante tanto da non conoscere la differenza tra il mangiare carne suina (proibito ai musulmani) e costruire dove piscia un maiale (assolutamente indifferente alla religione musulmana). Un altro ministro tuona un giorno contro i meridionali scansafatiche e un altro contro i meridionali che rubano il lavoro ai settentrionali. Lui che non ha mai lavorato in vita sua e che con la prima moglie ha millantato, cosa che è stata causa del divorzio, una laurea in Medicina e un lavoro ospedaliero, andandosi a sposare in seconde nozza a una Siciliana. Abbiamo un'altro ministro che, pur avendo avuto come unico merito quello di avere un bellissimo corpo e di averlo mostrato senza veli in vari tabloid, cerca di legiferare sulla moralità altrui. Abbiamo un ministro degli interni scissionista e contrario al tricolore e uno della funzione pubblica che da grande assenteista lotta per impedire l'assenteismo altrui. E abbiamo un Premier leader di un partito che si definisce delle libertà, che ben tutela le proprie cercando di limitare quelle altrui se non sono gradite alla sua persona, che si definisce anticomunista mentre va a bracceto con il suo amico Putin e manda in prima linea i figli altrui a combattere dittatori, e nel tempo libero va a bracceto con Gheddafi. Appoggia la lega per i respingimenti ma invita i nordafricani a venire nel nostro Paese per essere accolti a braccia aperte e integrati. La cosa peggiore è che ancora molti danno loro credito.


Anche perché lo Stato italiano è sempre stato molto debole, l'Unità non si è mai completamente realizzata: uno stato debole deve giocoforza sempre reagire in modo violento e scomposto ai tentativi destabilizzanti. E in Italia può essere destabilizzante anche un articolo di quotidiano o una semplice opinione su un blog... A maggior ragione in un periodo di crisi, vedo assai naturale che un Regime debole e poco democratico tenti di rinforzare la sua autorità mettendo a tacere ogni benché minima forma di dissenso: tappare la bocca ai giornali, ai giudici, agli intellettuali (ammesso e non concesso, direbbe Grillo, che ne esistano ancora!) e addirittura adesso anche ai dati forniti dagli istituti internazionali di studi economici o alla Commissione europea!


Se poi aggiungi pure che siamo un paese semi-teocratico dominato dalla lobby vaticana e nel quale l'illuminismo non ha mai avuto grande presa... un paese "premoderno" per usare il termine usato da Scarpinato... capisci bene che i lamenti di chi si sente deluso dalla scarsa democraticità del nostro Regime rivelano solo un pizzico di disattenzione (per usare un eufemismo e non offendere Gomez) alla nostra storia recente e remota. La pancia dell'Italia è e resterà sempre quella di un popolo fascista nell'intimo. Da qui anche il continuo e periodico applaudire ai dittatorucoli o i regimi di turno, invocati come salvatori dell'italico destino soprattutto allo stormir di ogni crisi economica e sociale.


Al blogmaster non piaceva il post di Beppe Grillo o era troppo lungo? (a volte però si vedono post lunghissimi suddivisi anche in 4 o 5 pezzi...)


Bravo Peter! Era ora che ci si concentrasse su questa frase di Veronica, ben più preoccupante della celebre 'mio marito è malato'. Berlusconi di fatto è solo un clown messo lì a coprire altri poteri, una formidabile lavatrice che serve a ripulire (tanto) denaro sporco. Ma il quadro istituzionale che si delinea potrebbe consentire ad una mente davvero malata di fare ben di peggio... Grazie. Eleonora (TO)


egr. sig. Gomez, poichè non so dove scriverle, non avendo trovato una sua email, uso questo spazio, sperando che lei lo legga. le chiedo, come ho già fatto al dott. Travaglio, di occuparsi nel nuovo giornale di inchieste giornalistiche e in particolare delle ecomafie. tutti noi, me compresa fino a pochi mesi fa, ignoriamo il danno ambientale e alla salute che non solo le mafie, ma l'imprenditoria senza scrupoli e i poteri forti in generale, stanno compiendo ogni giorno nel ns paese. io da anni compro i vs libri, leggo i vs articoli, mi riferisco anche ai sigg Travaglio e Corrias, non perdo mai una puntata di anno zero, anche quando mi trovo in Cina x lavoro, ho votato x de Magistris, condivido molto di ciò che scrivete e vi stimo come giornalisti, ma negli ultimi mesi sono cambiate le mie priorità. invito chiunque legga questa mia a informarsi sugli inceneritori. è vero che in italia abbiamo problemi enormi quali la crisi che viene nascosta dietro un ottimismo falso, una mancanza di informazione, le caste, questo è un paese dove esistono troppe caste, non solo nella politica, certo quella politica fa più danni evidenti, ma il danno ambientale che sta per abbattersi sul ns paese se tutti taciamo è enorme. anche mussolini è passato, passerà anche berlusconi, ma il danno ambientale non passa, resta e resta anche alle generazioni future. quindi, pur essendo importante, perchè lo è, che voi continuiate a parlare di questi problemi ed ad esprimere una altra voce, lo è, ancor di più occuparsi di questi problemi. qui ho poco spazio, ma se tutti voi vi documentate, fate un po' di ricerche arrivete alle mie stesse conclusioni. vi prego informate la gente, parlate di questi problemi, il silenzio è complicità. iniziate a guardare e far guardare questo filmato su you tube http://www.youtube.com/watch?v=c6hRWkU2An8&eurl=http://www.pieroricca.%20org/&feature=player_embedded#t=13 grazie


per Marco Travaglio: ripeto la domanda : il presidente dell'ordine dei giornalisti che ha cacciato Alberto Castagna e Mughini, non ha niente da dire sui " metodi " di Vittorio Feltri ?


Il vantaggio di eleggere persone per uno scambio di favori e' che poi fanno quello che vuole il padrone. Tanto la loro ricompensa l'hanno avuta. Potessero stare a casa sarebbero ancora piu' felici. Per questo il Sig B voleva andargli incontro e chiedere che a votare nel parlamento siano solo i rappresentanti dei gruppi...


DAL BLOG DEL GIORNALISTA DANIELE MARTINELLI Il video postato ritrae il nostro squallido presidente del consiglio dei piduisti. Osservarlo e seguire il labiale di ciò che spara ai microfoni dà proprio l’idea di un vecchio in totale delirio. Fuori di testa. Talmente sclerato al punto che nello stesso Pdl molti deputati non lo reggono più. Non sanno più cosa dire pur di difenderlo. E’ screditato in tutto il mondo, è amico dei peggiori criminali golpisti come Gheddafi, oltre che di Putin. Minaccia il “critico” parlamento europeo intimando ai commissari italiani di disertare il voto per paralizzare l’attività politica. E’ un corruttore di testimoni, di giudici, di donne, di uomini e di giornalisti. E’ scampato a decine di condanne penali grazie a leggi ad personam incostituzionali. Come tutti i dittatori si nutre di odio e infamie a danno degli avversari politici per esaltare la propria figura. La figura di un tappo malato, che paga un addetto stampa che prima sbatte in prima pagina la madre dei suoi figli con le tette al vento, la stessa che lo ha mandato a fanculo perché “malato e bisognoso di cure“, e poi gli crea una crisi diplomatica senza precendenti con la chiesa per sputtanare i gusti sessuali del direttore di un quotidiano di nicchia. Anche la chiesa si è tirato addosso il nostro squallido presidente del consiglio dei piduisti. Un personaggio che incarna la mafia perché predilige il silenzio, la menzogna e l’annientamento di chi sputa verità. Come Giovanni Brusca, Totò Riina e Bernardo Provenzano. Chi osa svelare i fatti sul conto del nostro squallido presidente del consiglio dei piduisti viene fucilato mediaticamente. Sputtanato e diffamato. Lui, invece, spende una piccola parte dei suoi tanti soldi sottratti al fisco e alle tasche dei suoi elettori, per querelare le domande a cui dovrebbe rispondere e le critiche di chi non perde di vista i suoi vizi da puttaniere mondano, prima che le sue virtù. Davvero poche, per non dire nulle. In 15 ann


In 15 anni di attività politica il nostro squallido presidente del consiglio dei piduisti si è fatto soltanto i cazzi propri. Con l’imbarbarimento dei palinsesti televisivi ha corrotto le coscienze di un’intera nazione, oggi lobotomizzata e indifferente a ogni schifezza istituzionale e politica di questo governo capeggiato da quest’uomo. Ammesso sia lecito definirlo tale. Vederlo e sentirlo dà il vomito perché sfoggia tutto il suo decadimento. Sembra un burattino di gesso che perde i pezzi. Ormai non ha più nulla da perdere il nostro squallido presidente del consiglio dei piduisti. Fa querelare l’Unità, Repubblica, Antonio Di Pietro, Liberation, El Pais e chi più ne ha più ne metta per intimidirli. Ma non servirà a nulla. Come a nulla servirà scendere in piazza il 19 settembre per manifestare per la libertà di stampa. Urlare “sbavagliamoci” significa dimostrare di aver sempre taciuto fatti e verità. Anziché scendere in piazza sarebbe ora di cominciare a scrivere e parlare documentati, senza paura di rimanere senza lavoro. Tanto, ormai, i giornali e le televisioni di regime vecchio stile sono entrati in un vicolo cieco. Non hanno futuro. Parlare e scrivere verità in Rete è l’unica via per salvarsi la professione di giornalista. Senza timore di usare parole violente, le uniche possibili per raccontare fedelmente l’Italia politica di oggi. Io dico “Basta piagnistei!” Lasciamoli al nostro squallido presidente del consiglio dei piduisti. Un vecchio malato e in totale delirio.


BOFFO SI E' DIMESSO.


# 92    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 14:43

Volevo segnalare ,soprattutto a Tony ( che ancora sicuramente sta male insieme alla sottoscritta ed altri per l'ultima lettera di cossiga) ma a voi a tutti, quest'ultima sfumatura del nostro presidende, lo abbiamo visto pompiere,ma anche ferroviere, dentista ma anche milanista, di ogni mestiere esperto e con l'ultima parola e legge ed editto , ma anche CRITICO CINEMATOGRAFICO proprio non ce l'aspettavamo e di questa cosa signorilmente tornatore lusingato lo ha ringraziato , ma sinceramente per il mio amore verso il cinema ,ed anche il cinema italiano, proprio non mi ci voleva, ero abituata al fatto che lui sapesse fare l'architetto , il puttaniere e il pasticcere, ma anche il critico cinematografico , questo proprio no, fagocita tutto e tutti, è onnipresente in qualsiasi aspetto della vita, subito pronto a fare tutto e il contrario di tutto, se ci fosse ancora chaplin chissa cosa girerebbe ....a proposito segnalo le due pagine che ha scritto oggi Telmo, altrimenti piu noto come Daniele Luttazzi,sul manifesto on line domani "mentana a elm stree"..conclude e inzia preassapoco così "il gusto comico uno deve anche educarlo...invece siamo al ridicolo a scopo di tortura del dileggio di chi ha subito un torto(es le foto di Veronica nuda pubblicate da Libero) e lo sfottò continuo contro chi osa opporsi all'illegalità berlusconiana...rende disgustoso e fascistoide il tutto"
il presidente critico ( cinematografico)


# 93    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 14:45

ec street --------


# 94    commento di   BluCobalto - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 14:47

CRONACHE DELLO SCOLAPASTA GINEVRA - Smembrare la Svizzera tra Italia, Francia e Germania. E' la richiesta che farà il colonnello Gheddafi all'Onu durante la prossima Assemblea generale delle Nazioni Unite che sarà convocata il prossimo 15 settembre sotto la presidenza della Libia.


NON E' VERO §§§§§§§§§§§§§§ QUESTA MATTINA il giornale francese NICE MATIN publica una mezza pagina su un fatto sconcertante. un super mark della TIGROS nella provincia di VARESE ha creato una LOTTERIA per 10 posti di lavoro (carrista magazziniere) per avere diritto bisogna avere la carta di fedelite piu per avere un tagliando da depositare nell'urna bisogna fare un acquisto di 30 euro. daccordo che siamo governati male.ma se i SINDACATI oggi permettono questo vuol dire che siamo arrivati alla frutta; PER FAVORE CHI PUO SMENTIRE PERCHE SE VERO NON POSSO USCIRE DI CASA PER UNA SETTIMANA MINIMO GRAZIE


# 96    commento di   BluCobalto - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 14:51



@Manuel S. #82, 84 e 85 La scrittura delle leggi e la politica sono due cose diverse, e in ogni caso non sono scienze esatte se le si lascia in mano a persone che usano ancora i meodi di hammurabi, i metodi per rendere la stesura delle leggi un processo scientifico ci sono eccome, certo che se lasciamo ai cultori del latino e del greco il compito di trovarle stiamo freschi. scrivere leggi chiare, non interpretabili e misurabili è più che possibile, è ormai obbligatorio, basterebbe solo che ci fosse la volontà di farlo e ovviamente non c'è essendo il caos e l'ambiguità gli elementi naturali di chi vuole usare la pubblica amministrazione per i suoi porci comodi, cioè tutta la classe politica. E' tutto lì il punto. non è questione di destra o sinistra, ma di pura e semplice professionalità, la casta va attaccata su questo.


# 91 commento di MARCO DA NAPOLI - lasciato il 3/9/2009 alle 14:26 Non lo considererei tanto un "vecchio in delirio" magari demente e stupido. Anche perché potrebbe un "vecchio in totale delirio. Fuori di testa" passarla liscia dopo aver fatto tutte le cose che elenchi? "E’ un corruttore di testimoni, di giudici, di donne, di uomini e di giornalisti. E’ scampato a decine di condanne penali grazie a leggi ad personam incostituzionali." Questo Martinelli si contraddice. E' ora di smetterla di considerarlo un clown o un pazzo malato o un fonzie... in realtà B. è un GENIO DEL MALE come pochi mai apparsi sulla scena pubblica internazionale. Forse finalmente anche i molto snob politici europei e i giornali stranieri, impegnati a farne una barzelletta, si renderanno presto conto che la carica eversiva a livello italiano ed europeo del don Rodrigo di Arcore potrebbe riservare anche a loro brutte sosprese...




Buongiorno a tutti, Questa mattina ho dato un'occhiata ai giornali e sono stata colpita da una frase di Giordano: "ma quello che fanno le persone dentro le loro camere da letto (siano essi premier, direttori di giornali, editori, ingegneri, first lady, body guard o AVVOCATI) riteniamo siano solo fatti loro" riportata da D'Avanzo in un articolo dal titolo "mandante e utilizzatore", nel quale il giornalista di Repubblica, dopo aver deprecato il conformismo,l'obbedienza, l'inazione definisce l'attacco subito da Boffo come un vero e proprio assassinio.. Un breve ot, e un appello, giusto per rispondere a Update 93, che riferisce su questo blog in merito alle dimissioni di Boffo, così riportate dalle home page dei più noti quotidiani: Boffo si è dimesso, "violentata la mia vita".. Il Direttore dell'Avvenire ha precisato come: "Da sette giorni la mia persona è al centro di una bufera di proporzioni gigantesche che ha invaso giornali, televisioni, radio, web, e che non accenna a smorzarsi, anzi. La mia vita e quella della mia famiglia, le mie redazioni, sono state violentate con una volontà dissacratoria che non immaginavo potesse esistere." A questo punto, al netto della vicenda Boffo, che non è alla mia portata, quello che vorrei davvero sapere è questo: è proprio vero che a giornali, radio, televisioni, web, polizie, carabinieri, procure, servizi vari non interessa, come effettivamente dovrebbe essere, quello che avviene nelle altrui camere da letto? Il problema è serio e non di poco momento: "Vi si scorge anche un coro soi-disant neutrale. Vi fanno parte politici di prima e seconda fila che dicono: basta, torniamo alla realtà dei problemi del Paese. È proprio vero che "la pratica del potere ispessisce le cotenne". Queste teste gloriose, soffocate nella propria autoreferenzialità, non comprendono che è appunto questa la posta in gioco: la possibilità stessa di portare alla luce la realtà, di evitarne la distruzione, di raccontarla; di non fare incerta


di non fare incerta la distinzione tra reale e fittizio.." Grata per una cortese risposta mi scuso per l'abuso di spazio. Francesca Longhi


Manuel S dittatura sovietica ah ah ah la gente deve pretendere i soldi..perchè il debito non esiste.lavori o non lavori i soldi li devono avere in tasca tutti..perchè il denaro è un patto sociale,una convenzione , uno strumento , non una merce che ha valore propio. il peggiore nemico del capitalismo? il capitalismo stesso.. non trovate sempre la scusa del comunismo..il libero mercato è una cultura demenziale e vecchia quanto il comunismo. A parte che il capitalismo di oggi non è neppure capitalismo,il capitalismo era un bricolage oggi è un ideologia. Stai a vedere che in Russia c'è il comunismo ah ah o è in Cina il comunismo!? ah ah MA l'europa come può parlare di democrazia se non ha neppure il controllo DEMOCRATICO SULLA MONETA??? MAh.. misteri della scienza..ah vero le bufale sul debito pubblico capisco...i famosi parametri ah ah ah Il miglior amico di Berlusconi è la gente che crede come Travaglio nel dio denaro...uno come Travaglio che parla di manipulite e dimentica casualmente la rovina della democrazia: 1993 LIBERALIZZAZIONE DEI CAPITALI..ADDIO DEMOCRAZIA..esiste solo il senato virtuale e non siete nessuno di quelli in parlamento.


http://www.youtube.com/watch?v=VG5vPUSvQ_A&feature=channel_page Dittatura globale= DEMOCRAZIA di libero mercato


Roberto Petrini servo n.8273:" Setta Antisignoraggio una follia ascoltata" ma a Repubblica sono tutti cosi SERVI? http://www.youtube.com/watch?v=8clnxT6WXz8&feature=channel_page


Ho scritto un messaggio al Corriere della Sera, intitolato: "De Bortoli peggio di Albertini" ------------------------- L'azione squadrista di Feltri, rivelatrice della spietatezza del regime telecratico fondato sulle veline (in senso stretto e in senso lato) è solo una parte del lavoro sporco a difesa del governo (per meglio dire: del potere) di Berlusconi. Il killeraggio umano attuato dal giornale di Berlusconi (di stampo mafioso, come fa giustamente notare l'arcivescobo di Mazara del Vallo) è possibile solo in presenza di precise collateralità e complicità. Ed ecco il ruolo del Corriere, spaventosamente appiattito a favore delle veline: il silenziatore. Feltri spara, il Corriere minimizza. Berlusconi querela i giornali di tutto il mondo, il Corriere alza le spalle. Berlusconi si mette a fare il prepotente con l'UE e il Corriere subito a difenderlo a puntare il dito contro l'Europa e ai suoi funzionari. Questo è il peggior Corriere di sempre. ----------- Il post viene eliminato, mentre vengono pubblicati i deliri dei fans berlusconiani ("Nessuna pietà verso Boffo", "adesso tocca all'evasore fiscale Ezio Mauro" e via discorrendo). Quindi invio ai simpaticoni del Corriere un secondo messaggio: -------- Accidenti, che liberali, cari amici dell'Agenzia Stefani! Censurate un messaggio dal contenuto smaccatamente politico rivolto al vostro direttore però pubblicate i messaggi dei lettori che danno dell'"evsaore fiscale" al vostro concorrente - e avversario politico - Ezio Mauro. Bravi, bravissimi! PS: Invierò il messaggio e la vostra censura su blog, siti e gruppi.


# 106    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 15:57

volevo segnalare questi 2articoli: “I FINOCCHI CE LI MANGIAMO IN PINZIMONIO” " RETROMANNO E I SUOI FRATELLI" http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/articolo-8917.htm http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/articolo-8916.htm ------------- X MATUSSS ciao :-) ..si avevo letto anche io di questo sistema tipicamente orwelliano, spacciato udiscimi udiscimi,come premio d'onore per i propri clienti in una specie di sinergia di marketing interno ed esterno ,in pieno stile reality eliminazioni nella realtà,da grattati la pancia a gratta e vinci il posto di lavoro..(il blogger Edededed potrebbe meglio farne un testo con parole suoni ipereali di questo spaccato della realtà di chiaro stampo tigri della lega)ti lascio uno dei tanti link sulla questione...x me i sindacati in italia sono stati costruiti e svuotati perche non hanno potuto lavorare sulla qualità delle relazioni industriali e sulla qualità /dignità dei lavoratori;il disegno gelliano ha imposto lo svuotamento progressivo della cultura LAVORO e la casta anche nel sindacato,si è trovata a difendere posti di lavoro,come prima e unica priorità,mentre ogni altra caratteristica,quale la dignità data dalla selezioni e formazione dei lavoratori se ne è andata a ff...;la preparazione qualitativà della forza lavoro,completamente ultima priorità delle sue battaglie salvo poi rispolverarla sempre a patina delle sue battaglie,come anche in quelle di confindustria e governo che parlano di merito,quando da secoli si viaggia tutti su tutto fuorchè sulla qualità e la dignità xkè cioè ke conta non è lo stato legalitario ma lo stato degli amici degli amici e tutto il resto è demagogia e propaganda http://www.varesenotizie.it/opinioni/lettere-al-direttore/41356-lotteria-tigros-e-solo-pubblicita.html


# 107    commento di   censurasoldi - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 16:4

@37 METTIAMOCELO IN TESTA SIAMO nelle mani d'un p............ , il presidente del consiglio berlusconi silvio
@37


# 108    commento di   censurasoldi - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 16:5

info : dimissioni di boffo , vicino al re nudo molti cadono per la vergogna , che periodo , forza e coraggio


Il ricatto delle liste in cambio di bocche cucite funziona bene grazie alla trovata del partito unico, ancora una volta Berlusconi si è dimostrato lungimirante e spietato come un giocatore d'azzardo. Oggi una voce autorevole di destra, con un proprio partito forte, capace di denunciare la situazione tragicomica in cui si è infilato questo povero paese, raccoglierebbe un consenso senza precedenti. E quando la barca inizia ad affondare, sappiamo bene come noi italiani sappiamo abbandonarla velocemente, per poi negare di esserci mai saliti.


mi viene la parola sicario e non so perchè.....


ragazzi, cerchiamo di ricordare tutto quando andiamo a votare.....


dimissioni boffo... una grande vittoria!






# 115    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 3/9/2009 alle 17:18

da dagospia : Lettera 1 Caro Dago, il direttore di Avvenire Boffo si è dimesso per un fatto risalente a anni or sono e già reso pubblico in passato da Adinolfi e da Panorama. "Reato" risolto con patteggiamento di poco più di 500 euro e riesumato da quel gentleman appena riassunto dal fratello del suo editore, con pendenze giudiziarie ben più gravi. Ora attendiamo che il direttore del Giornale, che a suo dire "non ha la stoffa del cortigiano", esorti Papi, per lo meno un acclarato bugiardo, depravato e puttaniere, a imitare Boffo e a dimettersi almeno dal suo ruolo istituzionale.In subordine ci aspettiamo che il nostro integerrimo presidente del consiglio, che ha querelato Luciana Litizzetto per aver messo in dubbio le sue qualità di macho, accusandolo di problemi di erezione, faccia lo stesso nei confronti del direttore del giornale di famiglia. Ricordo che, su Libero e a nove colonne, il nostro iornalista "spargisterco" aveva soppresso l'eventualità del caso D' Addario richiamando l'intervento alla prostata del suo benefattore e quindi definendolo solo un povero e diffamato impotente.


la democrazia è un optional per questo governo...la moglie di berlusca ha minimizzato ad ogni modo...la dittatura c'è gia...non c'è bisogno di aspettare la caduta del cavaliere(?)


Boffo si è dimesso? Beh, mi spiace che l'abbia fatto solo come conseguenza della abnorme campagna mediatica di discredito nei suoi confronti, vergognosa perchè verosimilmente orchestrata da Littorio Feltri per sminuire le "porcate" commesse dal suo padrone. Resta il fatto, in effetti, che Boffo, visti i suoi trascorsi, non era certo la persona più adatta a ricoprire il ruolo di direttore di un giornale di chiaro stampo cattolico, oltretutto nettamente intransigente nei confronti dell'omosessualità e, si presume, di fenomeni come lo stalking.


x the truth 112..vittoria ? e domanda d'obbligo: vittorio no?..vittoria e vittorio ,ok,victor victoria,new cinema inferno,celine e non ciellin,viaggio al termine della notte.. e comunione e fatturazione?e padroni e padroncini? insomma il solito puttanaio e sputtanaio made in italy,dove tutti spadroneggiano,sui cadaveri e i cadaveri risorti alcuni godono altri implodono e gli zombie tornano più assatanati di prima- per dirla come la esse di sicario di margherita, si potrebbe dire diversamente SS, SICARI&SUPERMEN ,il re è nudo,tutti gli altri pure,ma poi si coprono l'un con l'altro, l'uno all'altro mentre giù nella strada,le ronde nere picchiano più di prima (anche grazie alla boffofeltriscultura dei due Dio padrone sempre a braccetto,cazzetto su cazzetto e brucia tutte le streghe litizzetto)- ---- http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/articolo-8926.htm " ATTENTI, BOFFO HA MOLLATO SOLO "AVVENIRE", LE RADIO DI "INBLù" E IL CIRCUITO SAT 2000 - S'è TENUTO IL NOCCIOLO DEL POTERE RUINISTA: LA "STRUTTURA DEL PROGETTO CULTURALE" - UNA STRUTTURA-CHIAVE DELLA CHIESA: HA IN CASSA IL 30 PER CENTO DELLE RISORSE CEI - NON è FINITA - DIMISSIONANDOSI OGGI HA SPARIGLIATO LE CARTE PER LA SUCCESSIONE - PER "MOTIVI DI URGENZA" IL CIELLINO DOC ROBERTO FONTOLAN POTREBBE SOSTITUIRE FABI "


@pasolinante si sta trasformando in una guerra per bande, in cui e' coinvolta anche la chiesa! per un demente esaltato che fa propaganda di ottimismo, tutto questo non potra' che logorarlo e distruggerlo


ULTIMORA!!! Gasparri: "Bocciano il Lodo Alfano? Gli avvocati troveranno un cavillo" FRASCATI - "Non so cosa farà la Consulta ma in qualche modo troveremo la soluzione. Avendo un consenso forte supereremo un eventuale vizio negativo. Troveremo un avvocato, un Ghedini o un Ghedoni, che troverà un cavillo". Così il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri, nel corso della Summer School del partito a Frascati, risponde a una domanda sull'ipotetica bocciatura del Lodo Alfano da parte della Consulta. Il sei ottobre, infatti, la Corte comincerà a discutere la costituzionalità della legge. SIAMO IN OTTIME MANI!.... Altro che dittatura democratica, direi che siamo al delirio della dittatura con annientamento della democrazia. Penso che nemmeno Hitler riusci a fare tanto
http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/politica/giustizia-11/gasparri-lodo-cavillo/gasparri-lodo-c


possibile che nel sito dell'IDV vengono censurati i commenti? ieri ho letto un commento che parlava di un microscopio e di bepper grillo, rimandando al video di un'intervista, dopo pochi minuti è scomparso e non si è più trovato. ho segnalato la cosa in questo blog, dove c'era questo video e mi hanno risposto che ormai è provato che i commenti scomodi vengono censurati sia da IDV che da Grillo. considerando che ho votato x l'IDV, sono molto delusa. ora voglio vedere se anche qui vengono censurati o se questo commento lo ritroverò. a chi interessa questo è l'articolo incriminato: http://www.byoblu.com/default.aspx mi auguro che qui non ci sia censura saluti



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti