Commenti

commenti su voglioscendere

post: Il delirio della legge

  Testo:   Sommario: Dell'Utri e la lettera di Provenzano a Berlusconi Ciancimino è attendibile o no? Menzogne colossali Floppone in prima pagina Dell'Utri e la lettera di Provenzano a Berlusconi Buongiorno a tutti, ci sono stati da poco i funerali dei nostri caduti nella guerra dell’Afghanistan, personalmente, per quello che può valere, mi associo al lutto. Vorrei anche associarmi al lutto di tutti gli afgani che sono stati uccisi in questi anni dalle truppe di occupazione militare americane, inglesi, italiane etc. etc., dei quali invece ci dimentichiamo sempre: non esistono morti più morti degli altri, ma sicuramente le morti più ingiustificate sono proprio quelle degli afgani che, in Afghanistan, sono a ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Caro Marco, sono un tuo estimatore, tra l'altro anche collega, purtroppo o per fortuna ancora nel limbo dei "pubblicisti". Apprezzo molto l'idea di far nascere un giornale quotidiano radicalmente diverso dagli altri, tanto nei contenuti, quanto nella forma. Proprio perché diverso, ritengo che si faccia portatore anche delle battaglie per una maggiore "moralità" e trasparenza nella società italiana. Ti chiederei gentilmente di farci sapere da chi è composta la redazione del nuovo giornale e, se possibile, di spiegare come sono stati selezionati i giornalisti. Mi sembra un punto molto importante, proprio perché una caratteristica degli altri giornali (ma anche degli altri mezzi di comunicazione) è quella di fungere da ufficio di collocamento per parenti, amici, amanti ed amici degli amici. Ti chiedo questo non solo perché sarebbe un gesto di trasparenza verso i lettori, ma anche perché, da giornalista, mi trovo a combattere quotidianamente in un mondo, quello del giornalismo italiano, tra i più chiusi e reazionari. Ti saluto cordialmente Edoardo


PASOLINANTE ricordi il post contro di me?? dove nemmeno un cane alle mie invocazioni rispose. be dall'ora mi sento libero da ogni pregiudizio e libero di applaudire o condannare secondo sfortunatamente la mia educazione. ma ricordati non so se la guerra é giusta o no ma so che in quel paese si addestrava e si addrestano dei PAZZI per venire ad uccidere degli innocenti. ora se il loro integrismo criminale lo applicassero sul suo territorio avresti ragione. ricordati che la parola DEMOCRAZIA viene usata normalmente perche esistono dei dittatori criminali. ma spesso anche perche riempie bene la bocca. e vedere come é capitato a me dei feriti e morti sui marciapiedi di PARIGI mi ha marcato cancellando dalla mia mente la parola perdono per degli esseri che in nome di un DIO fanno delle stragi


Amici del blog, ho scritto stamani alla RAI riguardo Annozero. Vi propongo di scrivere in massa per far sentire la nostra protesta. Vogliamo Travaglio in trasmissione! Ecco quello che ho scritto: "All'attenzione di MAURO MASI Gentile direttore, Ho seguito con molto interesse la trasmissione Annozero fin dalla sua prima puntata. Ho sempre trovato gli interventi di Marco Travaglio molto intelligenti, preziosi e soprattutto li ho trovati supportati dai fatti. In virtù di ciò, come è possibile parlare di "contraddittorio"? Come è possibile mettere un contraddittorio ai fatti? Come poter contraddire la realtà? Sarebbe possibile farlo solo con la menzogna. La mancanza di Travaglio nelle nuove puntate di Annozero sarebbe molto grave a mio avviso, sarebbe una perdita per la trasmissione tutta e getterebbe un'orribile ombra di censura su tutta l'azienda RAI, un'ombra visibile non solo in tutto il paese, ma a livello europeo. Per questo auspico che venga firmato il contratto di Travaglio, e spero di vedere il suo intervento nella prima puntata della nuova stagione di Annozero. Distinti saluti."


per Marco Travaglio : il suicidio della sinistra: Eugenio Scalfari che fa l'elogio di Andrea Marcenaro del Foglio.....


Le Monde, France http://www.lemonde.fr Nuove violenze in Sud Sudan. Centodue persone sono morte e 46 sono state ferite nei violenti scontri dello scorso weekend nel Sud Sudan. Alcuni uomini armati della tribù Lou Nuer hanno attaccato domenica mattina il villaggio di Duk Padiet, nello stato di Jonglei, già teatro di numerose violenze. Le vittime, tra queste 52 civili, si aggiungono alle oltre duemila persone uccise negli scontri tra tribù rivali dall'inizio dell'anno. Le Nazioni Unite hanno dichiarato che il numero delle vittime nel Sud Sudan supera quello registrato nel conflitto in Darfur, creando un quadro da vera guerra civile. -- Ci sarà la notizia sui tg? Non credo. Ci saranno primi piani su quegli orfani? Non credo. Il diciamolo la russa, quel vero patriota, manderà truppe che combattano per la libertà e con lui altri Paesi? Non credo. Ah, l'Occidente...!


# 196    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 13:2

AAAvvviso ai commentatori Il blog è affetto da una rarissima forma di automovimento informatico: il post che si spost. Sembra che tale patologia abbia per ora con certezza colpito solo un paio di post di tale Marco Travaglio, ma potrebbe trattarsi di pandemia. Siete avvisati, se vedete che il vostro post si spost è sicuramente sintomo che il blog è instabile forse sismicamente, o forse sbarella di suo.... mahh Sono ancora in corso le indagini, affidate al Capitano Ultimo, che 'stavolta arriverà primo. Saluti e occhio al post rif. http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/allcomments/2329768 posts: 295 298 303 e INCREDIBBBILE 306 307


Ciao a tutti, esiste in rete un elenco delle edicole dove si potrà trovare il fatto quotidiano ?? Grazie a tutti e in bocca al lupo a Marco, Padellaro ed a tutto il resto della ciurma ... fatevi onore !!!


dott.marco li chiedo se è possibile che il ns presidente della repubblica faccia i senatori a vita, e non dimette il silvio.il quale fa di tutto per infangare l'italia?


# 199    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 13:17

# 195 commento di Federica Dunque, in Sudan c'è del petrolio e del gas. "Petrolio: produzione di 209.100 barili/giorno, con riserve stimate di circa 631.5 milioni di barili. Le riserve di gas naturale ammontano a circa 99.11 milioni di m³." Mica male e quanto ne vendono? "Le esportazioni ammontano a circa 2.45 miliardi di dollari USA (f.o.b.) e si riferiscono a petrolio e prodotti petroliferi" Ahpperò! E chi compra? "I paesi verso i quali esporta sono la Cina 40.9%, Arabia Saudita 17.2% e gli Emirati Arabi Uniti 5.4% (2003)." Vale la pena mandare qualche casco blu? Non credo. Mandiamogli dei caschi blu senza niente sotto, potrebbe essere un' idea! No? Vabbè, allora se hanno dei soldi gli vendiamo delle armi, se no ci penseranno i cinesi. Saluti
http://it.wikipedia.org/wiki/Sudan#Risorse


Federica 177: "Saluti, cogliona, farabutta ed ora in rischio di morire ammazzata." -- ci sono giornate in cui uno/a non ce la fa più: il giramento di coglioni, la stanchezza, lo scoramento sono tali da non poter più essere gestiti.. Di questo bisogna tenerne conto: le risorse delle persone non sono infinite e non si può far finta di non saperlo. Da lì a morire ammazzata spero proprio che ce ne voglia, soprattutto per una che, con tutto il rispetto, non conta proprio nulla e non si sa nemmeno chi sia. Su col morale.




# 202    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 13:30

Non esiste una guerra umanitaria, portare democrazia con le armi è un ossimoro. Io sono sempre dell'idea che ci si dovrebbe comportare con gli altri come si vorrebbe che gli altri si comportassero con noi, e non credo che se per colpire un covo di terroristi che si riunisce nel mio palazzo a qualcuno venisse in mente di buttare bombe sullo stesso sterminando la mia famiglia, mi sentirei così vicino a chi combatte il terrorismo. Così come non riuscirei a guardare con simpatia una maschera di silicone che cerca di strapparmi i vestiti di dosso anche se qualcuno mi avesse obbligato a metterli. Chissà se la nostra (poco) onorevole ha voglia di farsi un giro per conventi a togliere vesti e veli alle nostre suore, magari obbligandole al costume (dato che quando fanno il bagno indossano delle vesti lunghe fino ai piedi). Pensa che anche loro siano da liberare? O comunque riteniamo che le scelte siano libere solo se le facciamo noi? Non mi piace l'idea del burka, ma rispetto chi lo porta se sceglie liberamente di farlo. In Italia c'è già una legge che impedisce alla gente di andare in giro a volto coperto, non c'è bisogno di fare gli esagitati. Se poi il problema fosse la possibilità di nascondere esplosivi, allora tutti quanti dovremmo avere l'obbligo di stare completamente nudi, ma anche in quel caso posti dove nascondere l'esplosivo se uno ne ha voglia li trova. Anche l'Italia ha impiegato molto tempo prima di avere una visione della donna meno misogina, tanto che fino a pochi anni fa la violenza sessuale veniva ritenuta un delitto contro la morale, non contro la persona, e tornando ancora un po' indietro, esisteva il delitto d'onore grazie al quale mariti, padri e fratelli potevano eliminare, spose, figlie e sorelle divenute "ingombranti" per il buon nome della famiglia, quasi senza pagare fio. Ma se tutto quanto viene fatto solo per liberare il popolo Afgano e soprattutto le donne Afgane, perchè non spostiamo la nostra area di intervento anche in Cina, dove pare che


200 Ciao Oh be', era chiara l'ironia nel mio post, no? Era chiaro il sarcasmo, più che altro. Non so, sei anche tu ironico/a e non lo colgo io? ;) >soprattutto per una che, con tutto il rispetto, non conta proprio nulla e non si sa nemmeno chi sia. Giusto, ma per qualcuno conterò, suvvia, sai, famiglia, amici, non essere così tranchant. >Su col morale. Ripeto, era sarcasmo, non c'era tristezza. Ma grazie, vedrò di star su con il morale comunque, grazie. @ Renzo E se ci pensano i Cinesi, siamo a posto. Hanno già bloccato risoluzioni della già indebolita ONU proprio sul Sudan, ricordi?


# 204    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 13:31

Non esiste una guerra umanitaria, portare democrazia con le armi è un ossimoro. Io sono sempre dell'idea che ci si dovrebbe comportare con gli altri come si vorrebbe che gli altri si comportassero con noi, e non credo che se per colpire un covo di terroristi che si riunisce nel mio palazzo a qualcuno venisse in mente di buttare bombe sullo stesso sterminando la mia famiglia, mi sentirei così vicino a chi combatte il terrorismo. Così come non riuscirei a guardare con simpatia una maschera di silicone che cerca di strapparmi i vestiti di dosso anche se qualcuno mi avesse obbligato a metterli. Chissà se la nostra (poco) onorevole ha voglia di farsi un giro per conventi a togliere vesti e veli alle nostre suore, magari obbligandole al costume (dato che quando fanno il bagno indossano delle vesti lunghe fino ai piedi). Pensa che anche loro siano da liberare? O comunque riteniamo che le scelte siano libere solo se le facciamo noi? Non mi piace l'idea del burka, ma rispetto chi lo porta se sceglie liberamente di farlo. In Italia c'è già una legge che impedisce alla gente di andare in giro a volto coperto, non c'è bisogno di fare gli esagitati. Se poi il problema fosse la possibilità di nascondere esplosivi, allora tutti quanti dovremmo avere l'obbligo di stare completamente nudi, ma anche in quel caso posti dove nascondere l'esplosivo se uno ne ha voglia li trova. Anche l'Italia ha impiegato molto tempo prima di avere una visione della donna meno misogina, tanto che fino a pochi anni fa la violenza sessuale veniva ritenuta un delitto contro la morale, non contro la persona, e tornando ancora un po' indietro, esisteva il delitto d'onore grazie al quale mariti, padri e fratelli potevano eliminare, spose, figlie e sorelle divenute "ingombranti" per il buon nome della famiglia, quasi senza pagare fio. Ma se tutto quanto viene fatto solo per liberare il popolo Afgano e soprattutto le donne Afgane, perchè non spostiamo la nostra area di intervento anche in Cina, dove pare che


La solidarietà dell'onorevole di Ida Dominijanni La mirabile sintesi dei fatti è di Vittorio Feltri sul Giornale di ieri, eccola: «Altro che integrazione e società multiculturale predicata da chi ha la testa nelle nuvole; siamo all’allarme rosso. Tre o quattro giorni fa un cuoco marocchino ha ucciso a coltellate la figlia diciottenne colpevole di essere fidanzata con un cittadino italiano e di vivere all’occidentale; e ieri l’onorevole Daniela Santanché è stata malmenata perché, al teatro Ciak di Milano, dove era in corso la cerimonia di fine Ramadan, protestava pacificamente contro il burqa indossato da numerose donne islamiche». La sequenza non fa una piega e porta alla inevitabile conclusione: primo, «le signore islamiche in burqa non sono in regola [rispetto alla legge che vieta di coprirsi il volto in pubblico] e dunque vanno punite»; secondo, è ora di smetterla col buonismo di chi «preferisce subire culture esotiche piuttosto che conservare e difendere la propria», e di usare il pugno duro contro gli immigrati islamici. Naturalmente, sulla veridicità della sequenza ricostruita à la Feltri non si trova su tutta la stampa una sola conferma: se la protesta dell’onorevole Santanché fosse davvero pacifica o se viceversa, come sostiene la comunità islamica, fosse una provocazione bella e buona con tanto di turbativa di culto, non è dato saperlo in base alle testimonianze. Quello che invece è finalmente chiaro è come l’onorevole intende portare avanti la sua «battaglia per la libertà delle islamiche». Presentandosi a una festa religiosa scortata da una decina (altri scrivono una trentina) di uomini, per esempio. Invocando contro l’uso del burqa una legge emessa con motivazioni (controversissime) di ordine pubblico, come se fra chi si copre il viso per - poniamo - lanciare una bomba e rendersi irriconoscibile e chi se lo copre perché costretta da una consuetudine disumana non ci fosse nessuna differenza. Proponendo di elaborare, noi europei, una ca
@monica -federica -matuss - clandestino- renzo...tutti


"Marco Travaglio ci sarà, se non c'è lui non c'è 'Annozero'. 'Annozero' e Travaglio sono la stessa cosa". Lo ha detto Michele Santoro nella conferenza stampa di presentazione della nuova serie del programma che partirà il 24 settembre su Raidue. "Travaglio - ha aggiunto Santoro - è irrinunciabile. Travaglio ha dichiarato da parte sua di non essere però ancora stato chiamato dall'Azienda per firmare il contratto". da repubblica.it


(2)La solidarietà dell'onorevole di I. Dominijanni Proponendo di elaborare, noi europei, una carta dei diritti delle islamiche che «sancisca il rispetto dei nostri valori», compreso, si suppone, il diritto a prostituirsi per l’ormai famoso divertimento dell’imperatore. Alzando il livello dello scontro di civiltà fra Occidente e Islam nelle nostre città e nei nostri quartieri. E incoronandosi liberatrice delle altre, che «non osano ribellarsi, quindi dobbiamo farlo noi per loro». Lo schema è quello, pari pari, delle guerre in Afghanistan e in Iraq: là si esporta democrazia con le bombe, qua si esportano diritti femminili con le incursioni virilmente scortate nei luoghi di culto (del resto, quelle guerre furono legittimate anche in base a questi diritti). Nell’un caso e nell’altro, in nome dell’universalismo. Conosciamo l’antifona. Quello che non sapevamo, è che tanta professione di fede nell’universalismo dei diritti e nella solidarietà femminile potesse valere per le diverse ma non per le simili: qualcuno ricorderà che l’onorevole in questione è la stessa che si prestò, su Libero allora diretto dal solito Feltri, alla lapidazione di Veronica Lario tramite «rivelazione» della sua presunta tresca con una body guard. E qui finisce la santificazione e martirizzazione dell’onorevole. Quello che non finisce invece è il compianto per l’assassinio di Sanaa Dafani per mano di suo padre, nonché l’esterrefazione per la dichiarazione (spontanea? obbligata? estorta?) di sua madre, disposta a perdonare il marito colpevolizzando la figlia e il fidanzato della figlia, reo di essere italiano e cattolico. Anche qui, come ha già scritto Manuela Cartosio venerdì scorso, il copione delle reazioni si ripete, ricalcato sull’analogo caso di Hina Saleem. Mi ripeto anch’io dicendo che la «mostruosità» del padre di Sanaa è pari a quella dei padri, mariti, fidanzati di casa nostra che ogni giorno massacrano figlie, mogli, fidanzateed ex fidanzate riempiendo le statistiche d
http://www.ilmanifesto.it/archivi/commento/anno/2009/mese/09/articolo/1494/


@renzoc Quella sera è semplicemente successo che mt ha pubblicato il suo commento 3 volte. la prima volta era tronco, la seconda diviso in 3 parti e l'ultima è quella che c'è ora. i commenti che ora appaiono precedenti a quello di mt semplicemente rispondevano in tempo reale e giustamente non sono stati cancellati.


@ Manuel S #189 Ma certo che chi poco o tanto ha potuto e può intrallazzare o eludere/evadere il fisco, anche perchè in conseguenza di ciò è più che benestante, è pro-berlusca: l'ho sempre sostenuto che chi è nel suo piccolo disonesto e approfittatore non può che vederlo come un idolo. Io mi stupisco di quegli ottenebrati (per non dire decerebrati, che non sono pochi, ahinoi) dipendenti con salario fisso, magari nemmeno proprietari della casa in cui vivono, che l'hanno votato e applaudito.


# 210    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 14:6

# 203 commento di Federica >>E se ci pensano i Cinesi, siamo a posto. Hanno già bloccato risoluzioni della già indebolita ONU proprio sul Sudan, ricordi? Appunto, sono loro che comprano, mica vogliono che l'ONU ci ficchi il naso: questa è logica matematica. O cinismo energetico, facci un po' lei :D Saluti


# 211    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 14:13

# 208 commento di Observer Forse hai ragione, ma sinceramente non mi hai proprio convinto, visto che il motivo del contendere era sul filo della terminologia più attinente o precisa possibile. Ci vorrebbero gli screenshots per rivedere bene il tutto ma ormai.... Resta il fatto che adesso la sequenza perde il senso, e ciò che a noi è proibito (cancellare/editare) a chi controlla la board è permesso. Unfair. Saluti


Esatto, Renzo. La cosa preoccupante è che sempre chi ricorda queste cose, chi fa notare le ipocrisie dei cosiddetti liberatori di Paesi altrui, tutti eroi, tra l'altro (ah!), passa per retorico/stalinista/antipatriottico e giù di queste belinate. Quando sarebbe così evidente, semplicemente lì da vedere, ma niente, questa è l'ennesima cosa che non si vuole vedere per comodità o arroccamenti ideologici. Ma stai tranquillo che parleranno, i tg, dell sgombro della giungla di Calais in Francia per far vedere che anche altre nazioni fanno come i leghisti e i fascistelli nostrani, ma non parleranno del Sudan e di tutte le guerre dimenticate, o perché non c'è abbastanza oro nero, o perché lo compra qualcun altro. Buon proseguimento, ciao.


# 209 commento di Agostino - lasciato il 22/9/2009 alle 13:57 >> Io mi stupisco di quegli ottenebrati (per non dire decerebrati, che non sono pochi, ahinoi) dipendenti con salario fisso, magari nemmeno proprietari della casa in cui vivono, che l'hanno votato e applaudito. D'accordo. Un mio amico divide infatti coloro che votano per B. in due categorie: i berlusconiani e i 'pirlusconiani'. Berlusconiani. Tutti coloro che puntano sul berlusconismo per tornaconto personale. Evasori fiscali, imprenditori in cerca di scorciatoie per l'arricchimento, rentier in attesa di condoni o scudi fiscali per i loro patrimoni bancari. Ma anche quelli, di più alto livello sociale, che gravitano nel sottobosco politico-affaristico che ruota intorno al clan Berlusconi e alle aziende collegate. Intendo ad es. il sottobosco politichese legato al governo, alle regioni e alle amministrazioni locali. Pirlusconiani. Lavoratori dipendenti che, male informati e peggio consigliati, votano per Berlusconi per mera convinzione, senza sapere tra l'altro che si danno la zappa sui piedi perché ogni volta che la premiata ditta Berlusconi - Tremonti va al governo, sistematicamente aumenta la pressione fiscale a causa dell'aumento dell'evasione fiscale.


# 214    commento di   carla c. - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 14:22

dal corriere della sera : TRAVAGLIO - «Nessuno mi ha chiamato, non ho preparato nulla. Non so se ci sarò né cosa dirò, so che sono mortificato» ha detto invece Travaglio. «Mi sembra tutto abbastanza chiaro, mi sento mortificato come il gatto che è stato allevato a prendere topi, che li prende e per questo riceve i complimenti dal suo padrone. Mi è successo con grandi giornalisti, che mi rendo conto che oggi possono essere considerati sovversivi, come Indro Montanelli ed Enzo Biagi. Oggi in tv entrano assassini, stupratori e canari ma nessuno mi ha spiegato cosa ho fatto di male, essendo tra l’altro incensurato. Almeno - ha osservato Travaglio - aspettino che io faccia qualcosa». Ragazzi non sò voi, ma se mi tolgono anche Travaglio, giuro che butto la tv nel cesso!!!! Marco in bocca al lupo x domani....non vedo lora!!! Carla - Torino


qui, ormai, sembra, proprio, che li vogliono mandare a casa tutti: a partire da Repubblica, e poi, Rai3, travaglio, santoro, e così via oggi occorre dire che la destra è all'attacco


# 216    commento di   carla c. - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 14:24

@ 214 sorry x l'errore di battitura... volevo scrivere non vedo l'ora!!!


# 206 commento di TK - lasciato il 22/9/2009 alle 13:38 >> "Marco Travaglio ci sarà, se non c'è lui non c'è 'Annozero'. Mi sembra un'affermazione esagerata. In fondo MT ad Annozero teneva solo i 10 minuti iniziali, poi in trasmissione ci restava più o meno come una mummia imbalsamata. Potrebbero mandare in onda qualche spezzone registrato da Passaparola che sarebbe la stessa cosa. No?


m'immagino, già, quanta gente è pronta a fare gli scatoloni...


# 118 commento di Newt Scamander - lasciato il 22/9/2009 alle 0:33 >> L'unica questione è : QUESTO è un motivo valido per abbattere il regime Talebano? E' questo che conta. Il resto è dietrologia spiccia. Non mi risulta che lo scopo dell'invasione dell'Afghanistan fosse il 'nation building' (come in Iraq) ma solo l'eliminazione di Bin Laden e la distruzione dei covi di Al Qaeda. O mi sono perso qualcosa?


Non era mia intenzione convincerti, ti ho solo detto com'è andata. ciao


L'avete sentito berlusconi? Non permetterà più ai suoi ministri (su, buoni, bambini!) di rispondere a domande su gossip. Come se un premier che fa finta di trombarsi donne a pagamento o con promesse varie fosse gossip. Loro fanno politica vera. Come in Abruzzo. Ah, capito. Siamo proprio stupidi noi cosiddetti 'antiberlusconiani' a non capire.


# 222    commento di   Sabry86 - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 14:34

Questo è parlare! W annozero! http://www.unita.it/news/italia/88735/santoro_senza_travaglio_non_ci_sar_annozero
http://www.unita.it/news/italia/88735/santoro_senza_travaglio_non_ci_sar_annozero


# 223 commento di Sabry86 - lasciato il 22/9/2009 alle 14:34 >> Questo è parlare! W annozero! Alla fin fine anche se MT non sarà ad Annozero cosa cambia? Fatto salvo che tanto Annozero lo guarda la solita minoranza che è già ben informata, che già legge giornali come l'Unità o Repubblica - e che probabilmente leggerà il Fatto - che cambia se MT non va ad Annozero? Il popolo della rete, la vera opinione pubblica italiana (pur se minoritaria), ha Passaparola, questo blog e quello di Grillo... oltre a tutti gli altri. Molto più utile un Passaparola ben fatto che dieci Annozero tra mille contestazioni idiote di regimini e berluschini messi lì solo per sabotare. L'importante è che la rete non venga messa sotto bavaglio, che i blog e i passaparola non vengano chiusi, e che il Fatto non fallisca... questa deve essere la nostra 'linea del Piave'!


non ci sarà Travaglio? Non ci sarà Annozero ? ..... e chi se ne frega... abbiamo ben altri problemi in questo momento che preoccuparci delle isterie di qualche giornalista protagonista... e progressista . . . . e comunista


" NUOVI POVERI, BRIATORE (GLI TOGLIERANNO PURE LE BABBUCCE DA FINOCCHIO CHIC) - SCARONI A WASHINGTON PER NON FARSI AZZOPPARE IL SUO CANE A SEI ZAMPE DA OBAMA - LA FORTUNA È CIECA MA ABETE & LO SCARPARO CI VEDONO BENISSIMO (SAFILO-MARCOLIN) - L'ASSE STANCA-FORMIGONI SOPRA I BOCCOLI DI LADY MORATTI - TODINI-SALINI FUSION - Ben più rilevante è ciò che avverrà oggi intorno alla Conferenza sul Clima alla quale partecipano l'industriale della pasta Guido Barilla, Fulvio Conti dell'Enel e Paoletto Scaroni che parlerà all'Onu alle 12 (ora americana) insieme ai grandi big dell'industria mondiale (tra questi i chairman di Alcoa, Philips, Tata e il primo ministro della Danimarca). Dopo il pranzo al quale parteciperà anche Al Gore, Paoletto tornerà nel cuore di Manhattan per una conferenza stampa nella sede dell'Eni. le02 guido barilla Al big del "cane a sei zampe" New York piace da morire; a giugno gli hanno assegnato un premio nei saloni del St Regis Hotel per essersi distinto nel contributo allo sviluppo sostenibile, ma quello di oggi con la stampa è un appuntamento non privo di rischi. È possibile infatti che qualche giornalista imprudente e impudente gli chieda notizie sulla diffidenza che l'Amministrazione Obama sta dimostrando nei confronti della politica energetica dell'Eni e del governo di papi-Silvio."
http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/articolo-9394.htm




scusate ma da quando in qua un dipendente (santoro è un dipendente !!!!!)si permette di porre le condizioni, provate a dire voi al vostro capo o si fa così o vado a casa e vediamo cosa succede


chi se ne frega : perchè scrivi a questo blog? va su quello di Feltri e Belpietro, vedrai che ti troverai meglio


Santoro difende giustamente Travaglio : non esiste Annozero senza Travaglio. ha ragione Di Pietro: è il fascismo e si capisce benissimo chi non vuole Travaglio.... comincia per B


#227propongo al signor Travaglio, nel caso la RAI non gli rinnovi il contratto per ANNOZERO, di fare una puntata straordinaria di Passaparola in streaming, nello stesso orario. nello stesso orario no,perché se Annozero va in onda, non possono coprirsi a vicenda, ma durante la trasmissione Santoro potrebbe annunciare in quale orario...per esempio stesso orario ma per tutte le sere successive, fino a mercoledì..poi giovedì prossimo, di nuovo... a strascico e commento della puntata , sovrapponendosi a..porta a porta, per esempio? :-)


# 231    commento di   bentley - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 15:5

io senza travaglio avrei guardato qualche puntata in meno. comunque qui (http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1673946768.html) c'è un ansa che dice che ci sara'.


Santoro - se manca Travaglio - può sempre invitare il genio esperto di economia intergalattica e di buchi neri cosmico-geo-cosmopolitici e che qui ogni tanto appare come un abominevole fantasma dai molti nick e dall'insulto facile: un fantasma ad Annozero solleverebbe notevolmente lo share.


# 233    commento di   Igor Oros - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 15:13

#181 fab1979 Caro fab, mi dispiace per te, ma chi ha "completamente sbagliato l'obbiettivo" sei proprio tu: conosci la figura retorica detta sinèddoche? Troppa leggerezza ragazzuolo!
www.kiva.org


# 234    commento di   i dissociati - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 15:15

afghanistan e vespa idissociati.ilcannocchiale.it


# 235    commento di   sisjfo - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 15:23

devo ammettere che a volte risulta abbastanza scoraggiante leggere il blog.l'imbecillità non smette mai di fare adepti che noncuranti di cosa significhi serietà,rispetto,solidarietà intervengono con concetti che se esposti in luoghi meno diciamo così permissivi,attirerebbero sicuramente una mezza dozzina di calci in culo.buona continuazione


I farabutti sono loro. E si ritengono eterni. Hanno il posto fisso in Tv, sulla Tv pubblica, per decreto divino, fino alla fine dei loro giorni. Anzi, come tutti i bravi comunisti che si rispettino (Castro, Kim Il Sung etc.) prima di morire designeranno i loro successori per i secoli dei secoli a venire. La Tv pubblica e' cosa loro. Sono gli intoccabili. La dinastia Santoro-Travaglio regna e deve continuare a regnare sovrana. E noi dobbiamo continuare a fare i loro vassalli, e pagarli anche a peso d'oro. Che senso ha tenersi tutta la dirigenza Rai? Tanto sono i farabutti a decidere, quindi tanto varrebbe dargliela tutta e non se ne parli piu'.


è quasi meglio che Travaglio e Anno zero non ci siano...sarà l'occasione per la rivolta totale coi forconi in strada! più cazzate fanno, più ne pagheranno le conseguenze a breve. è evidente che dietro il bavaglio a Travaglio ci sia la paura del governo di ulteriori sputtanamenti, specie in un periodo così caldo come questo autunno, dove si giocheranno le sorti del nano& c. Ormai questo governo è alla frutta, ha creato tanto malcontento che la gioia di liberarsene sarà inserita come data di festa nazionale!


sisjfo i calci in culo a voi che applaudite un bugiardo come Travaglio..Lui ha la sua opinione su IsraelE ah ah applaudite colui che difende il primo stato del terrore..Bravi...certo il male è Berlusconi non gli ignoranti schiavi come voi.


#sisifo concordo, però forse forse non sta accadendo che più si mette in luce la "bassezza" del basso, e più saltano fuori, "autodenunciandosi", gli imbecilli che l'han votato? Quante volte ci siam chiesti: ma chi sarà mai stato? ecco, arrivano, e pure orgogliosi di esserlo.. una volta individuati sarà più facile evitarli :-)


http://www.youtube.com/watch?v=c_rm_V8FdTk Ecco Travaglio che esalta il primo stato Terrorista al mondo...SENZA VERGOGNA..oh è una sua opinione..i documenti non contano nulla eh??




MA SCUSATE perche il sig SANTORO non invita TRAVAGLIO se deve comunicare qualche cosa di inportante e salvare una trasmissione una volta tanto puo fare un gesto e andare alla trasmissione GRATUITAMENTE credo che sia possibile????? a meno che per travaglio la parola gratuito non esiste. in piu darebbe un esempio e uno schiaffo morale ai suoi denigratori. ALE MARCO FAI VEDERE CHE NON SEI GENOVESE


Travaglio ti prego, la prima puntata devi esserci ad anno zero... anche se non ti pagano devi insultarli almeno una volta... non puoi dargliela vinta così!!!!!




La RAI è pubblica. Quindi appartiene al popolo Italiano. Quindi è di tutti . Se appartiene a tutti chì ha la facoltà di decidere chi entra e esce ? I cittadini ! Come si esprimono i cittadini? Attraverso i loro rappresentanti ! Come si scelgono i rappresentanti ? Con libere e democratiche elezioni ! Con quale criterio decidono i rappresentanti ? Con il più elementare e banale che esista in democrazia, il criterio di maggioranza. Chi ha la maggioranza decide ! Se cade questo presupposto non chiamiamola più democrazia !!! E' un'altra cosa ! Santoro deve rispettare le regole come tutti noi cittadini !!


La prima pagina de "Il Fatto"! In anteprima! Che bello... Domani giuro che la vado a comprare immediatamente




Brava Claudia hai sintetizzato bene il problema: nei maggiori quotidiani online la notizia viene riportata all' interno della pagina politica perchè Santoro e Travaglio FANNO POLITICA! Non chiamiamoli giornalisti! Perchè non si fanno un partito vanno alle elezioni e chi li vuole votare li vota


Per fortuna i calci in culo di un fantasma non si sentono


c'è uno che ha detto: "Si sente la puzza della cacca...".


OT  SAVIANO stasera su sky cinema1 e su sky uno, andrà in onda una conversazione con Saviano ore 21 ----------- "L’ideale democratico dovrebbe essere l’ideale degli esclusi. La salvezza viene dagli esclusi. Sono loro che garantiscono – devono garantire – la democrazia. Per questo, la massima falsificazione della democrazia si ha quando gli ultimi sono così tanto ingannati da ammirare e votare chi li inganna...L’art. 1 della Costituzione - «L’Italia è una repubblica democratica…» - descrive, ma anche impegna all’azione per la democrazia. Due sono i modi per prosciugare la democrazia dell’acqua che la fa vivere: chiudere le condotte e spegnerne il desiderio.Quando il popolo si è espresso – si dice – nessun intralcio è lecito. Tutte le altre autorità, comprese quelle deputate alla garanzia della legalità dell’azione di Governo – non hanno altra scelta che piegarsi o andarsene. La democrazia radicale o acritica sconfigge lo stato di diritto. (…) Non il rafforzamento dello Stato e dei suoi apparati, ma la sua deistituzionalizzazione e l’affievolimento delle istanze e dei diaframmi intermedi, a vantaggio della linea di comunicazione semplice e immediata tra il popolo e i suoi capi”. zagrebelsky aprile2009 http://www.peacelink.it/storia/a/29332.html http://www.memoteca.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=445


Prendo spunto da # 247 claudia La politica è una delle materie trattate dal giornalismo, forse quella principale (dopo la cronaca): e il giornalista che critica l'operato del governo non necessariamente appartiene ad uno schieramento avverso. Ma fa il proprio dovere: la stampa non deve solo essere libera, ma deve rimanere il potere autonomo qual è per definizione: la stampa scritta è chiamato il quarto potere (v. il film "Citizen Kane"), e la televisione il quinto (v. il film "Quinto potere"). Questi due poteri massmediatici DEVONO fare i cani di guardia nell'interesse della popolazione, affinché non succeda che chi guida la maggioranza pensi di aver ricevuto, attraverso il voto, carta bianca per fare tutto quello che gli pare. Ed è quello che purtroppo succede in Italia: il quarto e il quinto potere sono concentrati in unico pugno duro, al pari dei tre poteri politici, legislativo, esecutivo e - poco ci manca - giudiziario. La perfetta unione di interessi: gli interessi personali di Berlusconi e quella della mafia, non quelli degli italiani (ai lazzari solo le briciole che cadono dalla mensa dell'epulone; e da epulone si comporta davvero). Mentre la separazione dei poteri (e degli inerterssi) è l'ndipensabile base della democrazia. La demoralizzante conclusione vien da sola...


Correzione della frase storpiata: Mentre la separazione dei poteri (e degli interessi) è l'indispensabile base della democrazia. La demoralizzante conclusione vien da sola...


io lo dico spesso. saranno allucinazioni olfattive


@nomi vari in particolare al 245 bella stro...ta. mi perdonino gli altri il francesismo. ma lei sa che principio basilare della democrazia è che primo dovere della maggioranza è quello del rispetto della minoranza? lei scambia un metodo con un fine, e penso che lo faccia in assoluta malafede prendendo a prestito il pensiero berluscoide. nessuno di noi elegge un re ogni tot di anni. è questa la cosa che non va giù al nostro giovane premier, a cui piacerebbe che non si mettesse mai in crisi il suo "buon" governo. ugualmente per la trasmissione, che ha milioni di spettatori, i quali sebbene minoranza hanno tutto il diritto di vedere rappresentata la loro diversa scelta politica. anche il discorso sul propietari e dipendente. i dirigenti rai al massimo saranno padroni del contenitore, ma non hanno nessun diritto di decidere del contenuto di una qualsiasi trasmissione. proprio questo è accaduto al resto dell'informazione e abbiamo sotto gli occhi i nefasti effetti


Ciò che mi sconvolge ancora di più della faccenda di Annozero sono i commenti dei lettori che vedo sul sito del Corriere: in molti si felicitano della possibile assenza di Travaglio o della cancellazione di Annozero perchè si tratta di persone e programmi faziosi per i quali sono stufi di pagare il canone. Al di là dell'assurdità di non accorgersi di quanti programmi veramente faziosi ci siano in rai in questo momento, mi chiedo che concetto hanno della tv pubblica e della libertà di stampa questi signori? I programmi sono faziosi solo quando attaccano la loro parte politica? E perchè mai in Rai non ci può essere pluralità d'opinione? Santoro è fazioso ma Vespa va bene eh? Mah, scusate lo sfogo...


Sono, in tanti che hanno, già, cominciato a farsi la diarrea nelle mutande, secondo me Povera stampa, come l'hanno ridotta, in Italia...


@roland 252 Non esiste delitto, inganno, trucco, imbroglio e vizio che non vivano della loro segretezza. Portate alla luce del giorno questi segreti,descriveteli, rendeteli ridicoli agli occhi di tutti e prima o poi la pubblica opinione li getterà via. La sola divulgazione di per sé non è forse sufficiente, ma è l' unico mezzo senza il quale falliscono tutti gli altri. (Joseph Pulitzer)


Mi pare che i nostri commenti, # 255 marco primavera, # 256 Monica e il mio # 252 si completano a vicenda.


... e il # 258 Il rispetto della minoranza e la libertà di stampa non sono una grazia gentilmente concessa dalla maggioranza, ma un sacrosantissimo diritto!


DAL "GIORNALE" di oggi "LA STANZA DI MARIO CERVI" "Non riesco a capacitarmi del fatto che si tolleri con tanta leggerezza il proliferare di giornali nuovi, vedi quello di Marco Travaglio, l’uomo più viscido della sinistra disfattista e sempre alla ricerca di nuovi modi per indebolire il premier, vista la continua ascesa dello stesso nel consenso degli italiani. Possibile che l’avvocato Ghedini non riesca a trovare un reato plausibile per la chiusura di queste «vipere» che strisciano con il continuo intento di mordere il premier e causarne la morte politica? Un giornale che palesemente offende e denigra il capo del governo va subito chiuso. Lasciamo poi le critiche a chi è nato per criticare tutti gli avversari politici. Una volta creato l’esempio gli altri giornali di sinistra si guarderanno dal continuare ad offendere il premier e la sua coalizione. Possibile che non si riesca a trovare una norma che preveda l’attentato morale al capo del governo? Io credo che l’unica soluzione a questo continuo stillicidio di calunnie sia quello di rispondere con i sistemi usati (che io non approvo) da Putin nei confronti della Georgia, e della Cina nei confronti dei monaci tibetani: «La forza». Dopo una serie di bastonate inflitte a Franceschini, D’Alema, Travaglio, Santoro e Maurizio Mannoni, si vedrebbero subito i risultati, si vedrebbe il ritorno del rispetto nei confronti di Berlusconi. IO PENSAVO FOSSE UNO SCHERZO DI 161 IGOR OROS INVECE CERVI QUESTE PAROLE LE HA SCRITTE VERAMENTE. CI SIAMO...RAGAZZI... CI SIAMO QUESTI SONO DEI FASCISTI DI MERDA, CI STANNO RIPROVANDO DOPO 60 ANNI !!! RESISTENZA !!!


Mi correggo, il Giornale è del 15 settembre e forse non è un editoriale di Mario Cervi ma una lettera di un lettore. Non si capisce bene che l'abbia scritta. Mi sembrava strano, ma...


A Renzo.C, che sembrerebbe essre una persona illuminata da verità sconosciute bisogna precisare che ha una visione del tutto parziale della realtà strategica internazionale. nelle zone che ha lui oculatamente citato, rispondendomi ieri, deve sapere che se esistessero contingenti militari si porrebbe l'esigenza di un dispiegamento da parte dei vari Stati occidentali insostenibile laddove altri contingenti operano in paesi territorialmente piu estesi. Ecco perchè nei territori come Somalia, Rwanda e Sierra Leone le missioni internazionaali sono esercitate attraverso la presenza di associazioni umanitarie interanazionali(c.d organizzazioni non givernative) la cui attività è gestita sotto l'egida della CROCE ROSSA INTERNAZIONALE. Gli obiettivi che costituiscono il motivo del suo impegno sono precitati da tutti i protagonisti della societa internazionale. A Renzo dunque consiglio di leggere un po di dirtto internazionae


Secondo me, Monica, non è questo... è più semplice: vale a dire, che è pieno di commentatori del corriere che votano x berlusconi, xchè vogliono essere come lui e così, digeriscono male le critiche, fatte al premier, da travaglio, in particolare sulla giudiziaria


# 265    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 18:39

# 263 commento di luca A luca, che sembra invece persona corta di memoria, ricordo che sia Italia che USA sono intervenute militarmente (e con anche diversi caduti sul campo) in Somalia, e che poi ce ne siamo andati tutti lasciando campo libero ai "signori della guerra", tanto che ora, come luca certamente sa, passare con navi da trasporto o da crociera al largo del corno d'Africa è abbastanza rischiosetto: forse si dimentica i recenti attacchi di pirateria. A luca quindi consiglio di tenersi un po' più aggiornato sulla CRONACA RECENTE. Da fonti non confermate, sembra che la CRI non abbia abbastanza cerotti per fasciare e rendere inoffensivi gli AK-47 e gli RPG: se volesse fare una donazione luca.... Cordialmente


Caro renzo contesto il merito delle tue affermazzioni che guardano giustamente alle ultime cronache ma che le utilizzano cme pretesto per disconoscere l'altra faccia della missioni internazionali. non ha alcuna motivazione ragionevole ritorcesi sulle scelte dei governi in campo internazionale buttando al macero tutto il contesto umanitario che si muove attorno allle questioni che affliggono i paesi coinvolti nelle guerre e nei disastri umanitari. Rientra pur sempre nel quadro strategico mutare le caratteristice di una missione internazionale una volta dando priorità all'intervento delle forze armate costruttivo per le popolazione, una volta confidando nell'attività umanitaria delle organizzazioni internazionale anche con l'ausilio della croce rossa


# 267    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 19:5

Caro luca, io invece ti sottolineo come della Somalia non se ne freghi nessuno, tranne adesso che rompono le scatole con gli attacchi di pirateria: infatti al largo incrociano stabilmente navi militari di svariati paesi, non per aiuti umanitari, ma per mitragliamento/cannoneggiamento di precisione. Se invece in Somalia ci fossero risorse energetiche o minerarie interessanti, allora le cose sarebbero MOLTO diverse: ci sarebbero degli ottimi motivi per esportare democrazia anche là, con carriarmati e blindati, ovviamente. Saluti


RENZO C La tesi che deliberatamente sostieni è molto opinabile laddove sostituisce le materie prime, l'oro, il petrolio con la persona umana che immancabilmente ha necessità della vicinanza nelle sue varie manifestazioni degli Stati ocidentali. Con ciò non si vuole naturalmente giustificare alcune scelte scellerate soprattutto degli stati uniti che sotto il governo Bush si sono mossi senza alcuna organica consultazione con l'onu la nato ed altre organizzazioni internazionali, si ricordi il caso dell'Iraq, si vuole però sostenere l'importanza dell'unanimità delle scelte che i membri delle organizzazioni internazionali effettuano. Questi ultimi dunque non sono brutali criminali ma tentano di essere protagonisti di una rinascita civile e sociale dei paesi travolti dal vortice dell'imbarbarimento e del terrorismo.


@ # 262 commento di tony La mia impressione è che Cervi si sia scritto e risposto, il tono usato è lo stesso. Una masturbazione per conto terzi, pagata, ma di dubbia soddisfazione. Si guarderà allo specchio almeno al mattino?: puuuhhh! * Al TG2 di Orfeo ne è stato dato annuncio nell'edizione delle 18.30, con panoramica della redazione (che mostrava una Borromeo indaffarata al telefono) e due note di Padellaro. A domani.


Perchè Foggia e Lecce sì e Taranto no? Taranto è più grande di Lecce e Foggia :-(


c'è tanta parte dell'italia che ti ringrazia per quel che fai Marco, spero basti a sostenerti quando avrai inevitabilmente voglia di mollare tutto e trasferirti all'estero.


il brutto della guerra con i suoi pregi e difetti, è che ognuno (interventisti e pacifisti) vanta la sua visione moralistica di come dovrebbe essere. Le discussioni logiche od illogiche durano infinitamente e le conclusioni non ci sono mai, questo per il semplice fatto che le parti in conflitto con idee, ideologie e spesso regole a cui debbono sottostare sono diverse. Vi sono poi i civili, i civili trafficanti, i civili che esultano quando viene esposta una testa tagliata, i militari sadici, i militari che fanno il lavoro per comprarsi la macchina o estinguere il mutuo...eccetera... Un figlio di mafioso (vien da pensare quindi amico di politici mafiosi ^_^) tira fuori una prova manomessa che sputtana solo Mr.B. e non dell'Utri, e la disloca temporalmente in un periodo erroneo. Una volta ammessa come prova serve tempo per appurare per quale motivo sia lesionata, per quale motivo abbia sbagliato la datazione, per quale motivo con Dell'Utri imputato debba esserci appieno una connessione con Mr.B., ecc... In effetti se da un lato può essere utili, in parte tutto ciò fa essere anche malfidenti sulle reali intenzioni di Bush Jr...opps no Ciancimino Jr. Saluti
http://ipocritolandia.blogspot.com


Marco meno male che ci sei!! Continua così ( e rimettiti un po' in forze!)


non capisco come mai la lettera di provenzano per berlusconi si sia trovata ancora tra le cose del ciancimino, non è stata consegnata? allora dell'utri non era poi così bravo come postino!!!


# 275    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 22/9/2009 alle 23:43

@208 Observer Quanto hai scritto corrisponde ai miei ricordi. Una domanda: è indispensabile, una domenica sera, modificare un intervento diviso in tre con uno identico diviso in due, a costo di posticiparlo di mezz'ora rispetto alle risposte? Un'altra considerazione: è corretto modificare il testo di un post- tanto da modificarne la sostanza- senza preventiva comunicazione a chi lo sta commentando? Detto questo, c'è decisamente di peggio.


PER LUCA Se avessimo avuto delle organizzazioni internazionali intente a promuovere la libertà delle persone, oggi non ci troveremo in questa situazione: http://www.youtube.com/watch?v=WmRbXzAwOCs Se poi si pensa che: "questo mondo è così e noi non ci possiamo fare niente" è perché pensiamo che le organizzazioni facciano il possibile per fermare questo ma: "se non ci riescono loro noi che possiamo fare!?" e questo pensiero diffuso è dato dalla collusione tra ONU e organizzazioni inernazionali i quali molto spesso sono i promotori delle "missioni di pace" contro quella cosa che lei chiama terrorismo. Di conseguenza il fine ultimo di questi organi sovranazionali non è la libertà dei popoli ma l'indebolimento degli stessi attraverso l'esportazione di un'ideologia carica di veleno: il commercio mondiale e lo sviluppo economico.


# 277    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 23/9/2009 alle 1:22

# 268 commento di luca Non confondere la mia tesi però con ciò in cui credo sarebbe giusto fosse. Io concordo con te sullo spirito umanitario che dovrebbe essere al primo posto negli interventi internazionali nei paesi dove ci sono guerre civili con milioni di morti. La realtà è però quella della mia tesi, e si basa sul cinismo opportunistico: intervenire costa, e se c'è ritorno economico, bene, se no chissenefrega. E' la mentalità capitalistica applicata fedelmente anche al modello di "pacificazione" internazionale. Chi governa REALMENTE sono gli interessi finanziari, primo fra tutti quello energetico. Saluti


A RENZO C Concepire il mondo attanagliato dalla morsa del capitalismo e dai grandi potentati finanziari a mio avviso è parziale nella misura in cui non si tiene conto che non sempre gli interessi degli stessi potentati condizionano le scelte dei governi. Vi sono infatti nazioni che conducono politiche di mercato distanti anni luce dal farsi influenzare dalle scelte di alcuni scellerati signori dell'economia e della finanza. Laddove cioè l'idea di Stato è imposta piu fortemente sembra essere chiara la distinzione fra la sfera politica e quella finanziaria. Non sempre dunque l'apparato istituzionale di uno Stato può essere confuso con quello affaristico di una grande banca o di una grande associazione finanziaria. Non sempre si puo confondere l'interesse finanziario con quello istituzionale nonostante sia chiaro che quei paesi dominati da forti interferenze da parte dell'ambito finanziario molto spesso cedono ai ricatti e alle decisioni di quest'ultimo.


# 279    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 23/9/2009 alle 12:2

# 278 commento di luca La sua iperbole parrebbe perfetta, se non mancasse di un piccolo dettaglio: mi faccia i NOMI di questi paesi, e poi vediamo se le cose stanno come dice lei. Senza alcun esempio reale, parliamo di massimi sistemi in modo generico. Saluti


caro RENZO C I paesi cui mi riferisco sono certamente la Spagna in cui l'economia di mercato costituisce sopratutto oggi oggetto di interventi mirati che scongiurano l'abuso di posizione dominante da parte dei potentati finanziari. Poi i paesi reduci dall'esperienza del regime sovietico come la Repubblica Ceca e la Cecoslovacchia dove nonostante lo svluppo economico in senso liberale non sembra poi essere nitida la linea di discontinuità con il precendente regime economico di tipo statalista. Per non parlare poi della Danimarca dove i provvedimenti in materia di welfare proliferano e dove il sistema produzione sebra essere caratterizzato da una particolare collaborazione fra sindacato e datori di lavoro. E della Norvegia dove è sviluppata la produzione idroelettica ed è oggetto di particolare attenzione l'ambito dell'agricoltura e della pesca. E' evidente come queste nazioni non siano coinvolte da un capitalismo sfrenato


# 281    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 23/9/2009 alle 17:39

# 280 commento di luca Sogno o son desto? Ma lei mi ha scritto di paesi europei, e stavamo parlando di Somalia e affini! Mi scusi, ma mi prende in giro? O pensa di andare in Somalia a parlare di welfare? Saluti


Renzo pare che ti manchi la dote della COERENZA. Ti stai ora lamentando di un mio presunto spostamneto del tema nonostante tu in precedenza mi avevi fatto notare sbagliando l'inestinza di nazioni che non avessero interessi confliggenti con quelli finanziari, invitandomi a elencargli se esistessero. Ribadisco che la tesi ,da te intesa come realtà inconfutabile, è parziale in quanto non tiene conto della sussintenza di talune nazioni che non essendo caratterizzate da un sistema propriamenete capitalistico preseguono conseguentemente obiettivi internazionali non per un mero riscontro econiomico. Mi stai accusando di un qualcosa che sembra invece interessare la tua coscienza ossia la COERENZA. Comprendi bene prima di utilizzare tropo agevolmente provocazioni inesistenti


Sperando che non sia un tentativo a vuoto dinanzi alla spregiudicata cocciutaggine di una persona come te ripeto che mi avevi domandato quali fossero i paesi che non avessero interessi capitalistici da riscontrare nelle zone come Somalia e affini. IO ti avavo prima citato i paesi la cui economia non è propriamente capitalistica e che quindi presentano una netta linea di separazione fra interessi istituzionale e fra quelli finanziari. Concludendo queste comiche spero che tu abbia una comprensione dei fatti priva di ideologismi. SALUTI


# 284    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 24/9/2009 alle 2:41

# 283 commento di luca Suggerimento: rileggi il trehad da capo, dal tuo primo intervento e poi mi spieghi cosa cacchio c'entrano la Norvegia, la Spagna ecc... e gli interventi in nazioni (si fa per dire) dove sono in corso guerre civili. Dove c'è da prendere ci vanno gli eserciti "umanitari". Dove non c'è un cazzo ci vanno gli "umanitari" e basta. Questo è il sunto del mio discorso. Se lo hai capito, bene, se citi ancora Spagna Norvegia ecc... abbiamo chiuso qui. Saluti


RENZO Cio che ti continuo a dire è diverso: il sistema economico caratterizzante di ogni paese europeo finisce con l'incidere sul consistenza della missione internazionale perchè un paese subordinato alle esigenze di un potentato capitalistico(banche, imprese,associazzioni finanziarie) riscontrerà in Somalia o affini interessi strettamnete finanziari, un paese come la Spagna invece capace di imporre delle limitazione all'azione capitalistica nel marcato di riferimento riuscirà a ridurrre le pretese delle grandi bance e delle grandi associazioni finanziari nei territori come la Somalia o affini. Se ti ostini a non capirmi io non ho niente a che spartire con una simile cocciutaggine che priva ogni spriraglio di diuscusiione.


# 286    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 24/9/2009 alle 10:51

http://it.wikipedia.org/wiki/UNITAF Leggi, informati, e poi tieniti per te il cocciuto.
http://it.wikipedia.org/wiki/Operazione_Enduring_Freedom#Paesi_partecipanti


RENZO tu pensi veramente che il contenuto del link che mi hai consigliano sia a me sconosciuto? pensi veramente che il modo di ribattere sia confacente alla discussione che intendo fare? e inoltre pensi veramente di conoscere tutto quanto c'e da conoscere? Hai la minima idea della tua palese presunzione? Pensi veramente che a questo punto io possa continuare a controbattere? CERCA DI NON PORTI AL DISOPRA DI UN DIBATTITO. NON PRESUMERE L'ESISTENZA DI UNA PARTE TOTALMENTE IN ERRORE E DI UN'ALTRA DI SUPERIORE CONOSCENZA. TIENI BENE PER TE LE PROVOCAZIONI CHE SONO ESEMPIO DI UNA SQUALLIDA BASSEZZA NEL RIVOLGERSI AD UNA QUALSIASI PERSONA. ATTENTO CHE CON LA COCCIUTAGINE DELLA PRETESA DI AVERE LA RAGIONE SI SBATTE MOLTO FACILMENTE IL MUSO


scusate ma HANNO ELIMINATO IL VIDEO DA YOUTUBE!! perchè mai??? le grinfie del cavaliere arrivano fin là? non era mai successo....


Spero che youtube..sistemi tutto nelle prossime ore.E' una follia cancellare tutti i video di Grillo e di Marco Travaglio ospitati nel suo account...per due minuti di pubblicazione del David Lettherman con sottotitoli in italiano.Il mondo sta andando a rotoli....


mi associo a tutti quelli che difendono la democrazia, che denunciano i malfattori, soprattutto quando si travestono da agnelli ma mostrano le zanne nel tentativo di sorridere. sono con marco travaglio, santoro e chiunque abbia il coraggio di dire la verità, a qualsiasi costo. io sono una insegnante di lettere e storia; tempo fa, quando ancora studiavo alle superiori, una insegnante di lettere e storia "di sinistra" mi disse con disprezzo che il mio modo di scrivere era simile a quello di enzo biagi, cioè fatto di aria fritta...io, naturalmente mi sentii lusingatissima del paragone. aggiungo ovviamente che, se anche l'idea di esser paragonata -indegnamente- al grandissimo maestro (di cui ho letto tutto o quasi) mi faceva piacere, non riuscivo (e non riesco tutt'ora) a capire che cosa allontani le menti umane dai pensieri di libertà e di giustizia che, pure dovrebbero essere riconosciuti universalmente. percorro circa 80 km per comprare il nuovo quotidiano perchè non mi fido delle poste e perchè nel paese dove vivo non lo trovo. però ho bisogno di sapere che c'è ancora qualcuno che crede in ciò in cui ho sempre creduto ed è disposto a dirlo. avete tutta la mia ammirazione e, potessi, anche il mio appoggio. grazie, maria antonietta



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti