Commenti

commenti su voglioscendere

post: Godo Alfano. Grazie Umberto

da Il Fatto Quotidiano, 8 ottobre 2009 In questo momento di gioia irrefrenabile per i sinceri democratici, un pensiero di gratitudine va al vero vincitore della giornata di ieri: Umberto Bossi . Il vecchio Senatur, pur acciaccato, non tradisce mai. Da due giorni la Corte costituzionale discuteva animatamente se la legge fosse uguale per tutti o solo per qualcuno: un po' come se un convegno di matematici dibattesse su quanto fa 2+2 e qualcuno proponesse un onorevole compromesso a 3 e mezzo. Per salvare capra e cavoli, Palazzo Grazioli e Quirinale. Al Tappone e Al Fano si eran pure portati a cena due ermellini. Poi avevano sguinzagliato l'Avvocatura dello Stato , pronta a coprirsi di ridicolo pur di difendere una legge incostituzionale. Cicchitto s'era levato il cappuccio, ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Qualcuno risponda all'editoriale di Galli della Loggia, Corriere 9 ottobre! Grazie!


..." HO PAGATO 200 MILIONI DI EURO TRA CONSULENTI E GIUDICI"....


SB pensiero: Dovevo andare in america solo che c'ho avuto à malattia che m'ha bloccato, sennò a quest'ora stavo a Kansas Sity...


@r.t. E' decontestualizzato. Prima su La7 ci fanno la serata su Ambrosoli, poi ieri mettono Ciancimino junior a raccontarci sul 2 di Ciancimino senior, e ora Galli Della Loggia se ne esce così. Anche un teleutonto ha una memoria che supera le 6 ore. Quell'editoriale è pura teoria. Niente a che vedere con un Paese che c'ha Berlusconi al potere.


@ c'è guevara? 171 Simpatico nick. Ma non so cosa abbia scritto di male Carlo. Al limite, avrei qualcosa da dire su quello che fanno gli Arabi a Dubai, sfruttando il lavoro di immigrati asiatici e africani e fingendo di essere più liberali di altri Paesi musulmani, e sulle nefandezze architettoniche che costruiscono, ma mi fermo perché non vorrei sembrare Sgarbi. P.S. Il caviale lo mangiavano in URSS, più comunista di così... ;)


x difendere Roman Polanki ho letto frasi del tipo: è una storia che risale a tanti anni fa... è un grande artista, quindi sopra gli altri, in questo caso si può giustamente dire che tutti gli animali sono uguali, ma i maiali sono più uguali degli altri. è vergognoso che per problemi seri ed importanti non ci siano nessuno disposto ad impegnarsi e a metterci la faccia, vedi ambiente, inceneritori, ecc, ma tutti pronti a salvare un maiale della loro casta. non posso essistere persone sopra la legge e chi invece ritiene giusto che Polanki non paghi perchè è un buon regista, allora dovrebbe ritenere giusto che anche berlusconi venga prosciolto perchè è un buon imprenditore ed è impegnato a governare. il fatto dovrebbe trattare tutti nello stesso modo, tutti, perchè i maiali non devono essere più uguali degli altri.


non capisco perchè quell'imbecille di scajola invece di pensare allo sviluppo economico del paese essendone ministro si debba invece interessare al lavoro di Santoro.del resto un deficente che passa svolazzando tra ministeri senza la minima preparazione non può che fare queste figure di......


AIUTO. scusate, ho visto un commento pubblicato con questo nick, ma non scritto da me. non avevo commentato questo post. che faccio?


a cegevara mi sono fatto un mazzo cosi x potere arrivare a quello che sto facendo tu che hai fatto x migliorare x federica ti allego un interessante riflessione sul lavoro nero di dubai da noi in italia lo fanno con gli immigrati Com’è noto, Dubai è la città più importante di un piccolo stato della Penisola arabica, che in questi anni ha fatto i soldi con il petrolio: gli Emirati Arabi Uniti. Affacciata sul Golfo Persico, Dubai è però famosa per essere un paradiso fiscale; da qui, infatti, sono stati inviati i soldi ai dirottatori dell’11 settembre, anche se non si sa da chi in particolare. Dubai è un’opera di tecnologia miracolosa: da trent’anni, cioè da quando si è scoperto il petrolio, ha cominciato uno sviluppo moderno fortissimo. Grattacieli, hotel lastricati fuori e dentro di marmo, centri commerciali, fermate dell’autobus con l’aria condizionata: un paradiso, insomma. Costruito, però, in mezzo al deserto, con un clima arido e pesante. Eppure Dubai è un centro finanziario fondamentale per tutto il Medio Oriente, è una piazza del commercio dell’oro, ma soprattutto è un paradiso fiscale - anche per le mafie, come quella russa. Durante gli anni della finanza selvaggia e del credito facile, lo sviluppo immobiliare ne ha fatto una città ‘imperiale’: possiede, ad esempio, l’edificio più alto del mondo, superando quindi Kuala Lumpur. Ma chi ha costruito Dubai? Ufficialmente è frutto dell’ingegno dello sceicco - così dicono. La realtà, invece, è che i grandi palazzi di Dubai li hanno costruiti gli operai, la grande maggioranza dei quali sono emigrati, che hanno lasciato i loro paesi d’origine per poter spedire qualche soldo in più a casa. Come Sahinal, un ragazzo di 24 anni, originario del Bangladesh, intervistato dal giornalista britannico. La sua storia è esemplare della condizione schiavistica in cui vivono i cosiddetti ‘operai di Dubai’. “Appena è arrivato all’aeroporto di Dubai - scrive il giornalista - l’impresa edilizia che l’aveva in
dubai


.rrivato all’aeroporto di Dubai - scrive il giornalista - l’impresa edilizia che l’aveva ingaggiato gli ha tolto il passaporto, che Sahinal non ha mai più rivisto”. Se è vero che la filosofia riconosce un fondamento ontologico alla persona, la stessa cosa non vale per il cosiddetto cittadino. Nello Stato di diritto, infatti, l’identità dell’individuo non esiste di per sé, ma presuppone un riconoscimento giuridico. Tant’è che la nostra identità può essere messa in discussione in mancanza di una carta d’identità. Se in questo mondo l’identità di un individuo è legata ad una carta che ne certifichi la cittadinanza, allora privare un immigrato del suo passaporto è un atto disumano. Sahinal è uno dei 300mila uomini che vivono “schiacciati” a Sonapur, una bidonville non troppo distante dal centro. Nel leggere quest’intervista al ragazzo del Bangladesh viene spontaneo chiedersi ‘chi’ sono gli altri, qual è la loro storia, quali le loro angosce che nessuno racconta sulle colonne dei giornali. Pensare a queste persone che vivono nel totale anonimato, che lavorano come bestie sotto il sole cocente del deserto è angosciante. Che ne è della loro individualità, dei loro diritti sul lavoro, della loro quotidianità? Prigionieri in un città straniera, senza documenti né conoscenza della lingua, son costretti a lavorare 14 ore nei cantieri con un paga da fame, circa cento euro al mese. La descrizione delle abitazioni è impressionante: in una cella di cemento armato ci dormono undici persone; tra l’odore degli escrementi che hanno otturato una specie di gabinetto e la mancanza d’aria il dormire diventa impossibile. Da una parte l’acqua non è desalinizzata e pertanto provoca la nausea; dall’altra il caldo, durante il lavoro, è una cosa inimmaginabile: “Ti fa sudare al punto che per giorni e settimane non riesci a pisciare perché tutti i liquidi ti vengono fuori dalla pelle - afferma Sahinal - Dopo un po’ cominci a puzzare, poi ti vengono nausee e giramenti di testa”. Il
dubai


# 182    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 14:57

Del come una TIRANNIA MEDIATICA opera L' enorme problema GLOBALE, negli ultimi 15 anni almeno, e' stato il progressivo deterioramento della credibilita' del SISTEMA FINANZIARIO e MONETARIO, causato da una serie di azioni, definite DEREGULATION Detto SISTEMA si e' progressivamente allontanato da REGOLE calmieratrici, ed e' stato INFILTRATO da piraterie globali varie, disperate nell' accumulare o CREARE dal NULLA, CAPITALI che mancano, nel GRANDE GIOCO FINANZIARIO, in quanto il tipo di sviluppo dal dopo guerra in avanti, sta mostrando grosse pecche, sopratutto per quel che concerne la sostenibilita' del ritmo di crescita In un ambiente di DEREGULATION, la pirateria finanziaria ne ha fatte di tutti i colori, ed adesso con la VELOCISSIMA approvazione dello SCUDO FISCALE, si cerca di tappare una voragine la cui profondita' non si riesce nemmeno ad immaginarla Dagli analisti finanziari che esaminano blocchi di Paesi, si legge che l'urgenza dell'approvazione del suddetto SCUDO e' esclusivamente una manovra TORBIDA e DISPERATA, annunciata dal Presidente Giorgio Napolitano in forma NON UFFICIALE, e prontamente OSCURATA dal grosso EVENTO alla Consulta per il LODO ALFANO..nato per essere rigettato, ma USATO per COPRIRE il ben piu' grave episodio dello SCUDO che pone il Paese al centro di una enorme quantita' di interessi FINANZIARI e presenta il Paese alla Comunita' Internazionale, come un PARADISO FISCALE al Sud dell'Europa... Non prevedono che il Paese trarra' alcun beneficio da questo SCUDO, estremamente appetitoso per ogni TRAFFICO di CAPITALI ed altro, e non dai migliori PERSONAGGI della scena GLOBALE E l'oscuramento continuera', con una TELENOVELAS dopo l'altra dell'omino e suoi STORICI PROCESSI Kafkiani..cibo per i MEDIA ed insulto ripetuto alla Giustizia Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/


L'Avvocatuzzo Ghedini è tiratissimo... non ha più forze...ahahhahaahhahahhahhaahahhahhahahaahhaah...e anche il Nano è demoralizzato!Mazzate da ogni parte!


*** IL PREMIO AL VENDITORE DELL'ANNO *** Dunque il Premio Nobel per la pace è andato a Barack Obama, il capo della più grande potenza militare del mondo. Misteri della politica. Di certo un'assegnazione inattesa: infati il neo presidente Usa non aveva ancora fatto praticamente nulla. A parte la miriade di discorsi propagandistici, pezzo forte di tutti i leader della moderna democrazia, tutti grandi maestri del comizio e delle chiacchiere: da Reagan a Bush, da Blair a Sarkozy, da Berlusconi a Obama. Quest'ultimo ha vinto la concorrenza nel terreno della leadership, che spesso si traduce in 'show mediatico': al G8 de l'Aquila ha sconfitto il padrone di casa, il suo attempato precursore nella maestria oratoria e propagandistica... ma se basta un incontro con Medvedev sulle armi nucleari per vincere il Nobel, vuol dire che l'anno prossimo lo potrà vincere il mitico Silvio che, telefonando a Putin, crede di aver fermato la guerra contro la Georgia? PS proprio mentre facevo queste considerazioni mi sono imbattuto nel numero di Internazionale appena uscito in edicola, nel quale campeggia un lungo articolo di Noam Chomsky "Un mondo ingiusto. La crisi finanziaria colpisce l'occidente, la fame si abbatte sul sud del pianeta. Ma il problema più grave riguarda la democrazia, ridotta a uno show per cittadini spettatori." Avanti nel bell'articolo si legge: "L'attacco del neoliberismo alla democrazia, che spesso viene chiamato 'promozione della democrazia', ha aperto la strada ad altri mezzi di controlllo e di emarginazione dei cittadini. Negli Stati uniti, per esempio, è la grande macchina delle pubbliche relazioni che gestisce gli eventi elettorali. Al punto che Barack Obama ha vinto il premio di 'venditore dell'anno'." http://www.internazionale.it/sommario/ Non può non venire in mente il gran maestro demagogo della propaganda di Regime italiota, Berlusconi, così come il suo miglior allievo nostrano, Giulio Tremonti, abilissimi nel misti


Bossi trarrà grandi vantaggi da questa situazione e forse anche Fini. Chi, ahimè, non trarrà alcun vantaggio sarà, al solito, il c.sinistra, totalmente privo di capacità tattica ed affetto dalla sindrome del suicidio. Perchè una nubile non più giovane e dotata di capacità dialettica, viene apostrofata con l’epiteto di zitella petulante ed invece gli uomini nelle medesime situazioni vengono apostrofati con nome e cognome? Se questo non è maschilismo bieco, cos’è? Molte donne di oggi stranamente o opportunisticamente, non percepiscono questa violenta discriminazione, altrementi avrebbero già da tempo oprganizzato manifestazioni di protesta e l’unico luogo deputato allo scopo è la piazza! Il rispetto che B pretende come atto d’ufficio, a me hanno insegnato che è un bene che va conquistato giorno per giorno con i fatti e ciò vale per chicchessia!
Donne esseri inferiori


Non può non venire in mente il gran maestro demagogo della propaganda di Regime italiota, Berlusconi, così come il suo miglior allievo nostrano, Giulio Tremonti, abilissimi nel mistificare le cose fino al punto di proporre una realtà parallela e fantasiosa ad uso e consumo dei loro elettori in contrasto perfino coi dati forniti dagli organismi di studio internazionali.


# 187    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 15:18

Il Buon Della Loggia, sul Corriere della Sera Estraggo Berlusconi governa perché ha vinto le elezioni, non per altro: perché la maggioranza legale dei votanti ha approvato il patto politico programmatico da lui proposto. ******** Caro Ernesto, Mi consenta, che brutte opinioni, condite da una retorica antidiluviana, e luoghi comuni da NON PAESE... Sia accurato nel DEFINIRE la Vittoria alle ultime elezioni, ed includa l'uso ORRENDO della tragedia MUNNEZZA in CAMPANIA, sfruttata in termini di puro SCIACALLAGGIO mediatico dei peggiori Il Buon Mastella partecipo' alla famosa SPALLATA pianificata con un ORRENDO senso dell'essere, il Mastella, un Buon Cittadino innanzitutto.. Non penso', con la SCENEGGIATA in Parlamento e citazione di POETI e POESIE, peraltro errando, al BENE COMUNE del Paese che il suddetto NON riconosce o rispetta, da come agi' E sulla **maggioranza legale** e sulla SACRALITA' del Voto, mi permetta, Caro Ernesto..voi all'Informazione non avete seguito l'allarmante notizia di un tentativo di acquisire schede bianche all'estero (un fuggitico, Micicche' in Venezuela che conversa con il Dell'Utri, sullo sfondo la Miss Nassiria e l'indagine viene SEPPELLITA in una NON ben definita provura in Calabria) Che la compagine scesa in campo PROPAGANDI legittimita' istituzionali, e' del tutto consentito, ma da li' a leggere ARTICOLI a CATENA il cui solo scopo e' RAFFORZARE un omino che MAI fu e mai sara' una Figura od Uomo di Stato...spiacente Avete reso un NON servizio al Paese, e profumatamente PAGATO anche dai Contribuenti Non fingiamo almeno di STUPIRCI o rafforzare posizioni pre-fabbricate da STRATEGHI dello SPETTACOLO... La gestione di un Paese e' ben altra cosa..ed e' sempre stata ostacolata (ricorda l'immediato dopo guerra...?) Ed abbiamo centinaia di eventi che additano all'ingerenza ed al razionale del GROSSO POTERE, nel TENERE un Paese in un costante clima d
http://edededed.ilcannocchiale.it/




direi che è il primo passo per fare capire che,il NANO MALVAGIO ,non è sopra a tutto...e direi che dai suoi commenti verso il capo di stato e i giudici che hanno salvato,per fortuna nostra, l'aricolo 3 della costituzione siano sintomo di una cosa che si definisce volgarmente:"si è cagato nelle braghe"ma questo solo per un attimo,perchè adesso pagherà qualcuno,oppure troverà qualche modo per allungare i tempi del processo così che vada in prescrizione.Questa situazione è vergognosa per tutti noi,specialmente per noi giovani...vogliamo un rappresentante che manda avanti le cose facendo accordi con la mafia,che insulta una corte totalmente imparziale solo per aver difeso la costituzione??ne avrei di cose da dire ma ho esaurito i caratteri!!questo giornale è fantastico,spero d avere ogni giorno 1,20 per acquistarlo!!SPERO


@ Carlo Grazie per l'articolo. Come avrai immaginato, avevo già letto qualcosa e sentito racconti da una parente che ha vissuto lì per anni. Grazie e buon lavoro a te. @Manuel S Interessante: ho visto anch'io l'articolo di Chomsky su Internazionale, ma spiegami, tu che non hai bibbie e ti ritieni super partes, da quando Chomsky è diventato il portatore di uniche verità? Io ho letto e leggo Chomsky, ma da buon radical, quale è, non riesce sempre ad essere obbiettivo. Dire che Obama è un gran venditore quando sulla riforma sanitaria si sta giocando la faccia e la carriera ed un' eventuale rielezione, mi sembra molto stupido. Ah, scusa, dimenticavo che rischia la vita, più di altri presidenti non solo perché i soliti 'rednecks' del Sud lo minacciano, ma anche perché la schiera di anticomunisti spaventati, o meglio paranoici furboni, è nutrita anche là e fa danni, come ovunque. Dire che non è cambiato nulla da quando è diventato Presidente, lungi da me ogni mitizzazione, mi sembra altrettanto stupido. Sperare che Obama fosse una specie di Messia che rivoltava il suo Paese come un enorme calzino puzzolente lavandolo fino a purezza virginale, mi sembra ridicolo. Ma da lì a dire che è solo un venditore... Qualunquismo, brutta malattia...


@ imma #177 Non vorrei aver capito male: hai detto che sul Fatto sostengono che Polanski non è da condannare perchè è un grande regista?


E paragonare Obama a berlusconi mi fa ridere, amaramente, ma ridere.


# 193    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 15:32

Il Buon Manuel S, commento # 184 Negli Stati Uniti, per esempio, è la grande macchina delle pubbliche relazioni che gestisce gli eventi elettorali. ******** Carissimo, se usi un altro termine, tipo PIAZZISMO, non sara' difficile capire come, da quando l'OMINO venne installato dove si trova, e' sparito gradualmente il dibattito **POLITICO** (un termine che io preferisco sostituire con la parola...GESTIONE, indi dibattito gestionale, su FATTI, e non interpretazione di Ideologie Multi Colors e Direzione Stradali come destra, sinistra etc etc..BROGLI INTELLETTUALI e SLOGANS, in gran parte) Il sopracitato DIBATTITO, e' stato sostituito da TALK SHOWS ed altre forme di spettacolo, concepite per ILLUDERE il cittadino che la DEMOCRAZIA esiste, ma in realta', per abituare la GENS UNIVERSALIS (il fenomeno e' globale), all'idea che il Governo o l'Autorita' Sovrana di un Paese, puo' essere rappresentato da un continuo SPETTACOLO DIVERTENTE In Ingegneria Sociale, si DIBATTE, se il POTERE MEDIATICO riesce ad avere una audience ALLEGRA, le puo' somministrare di TUTTO, fuorche' AFFARI di STATO che sono seri e complicatissimi, sopratutto col crescere della GLOBALIZZAZIONE e ricerca di LIVELLARE culture, identite', storia etc etc O meglio, puo' somministrare AFFARI di STATO alla OMINO..gossip, scandali a luce rossa, storie di decadenza della donna a SERVITRICE di PALAZZO e cortigiana etc etc Ed il Buon Enzo Jannaci..a proposito delle TELEVISIONE, scrisse e canto' molto tempo fa'..non venne ascoltato e CAPITO abbastanza Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/


Cavo cavlo, non te la prendeve col solito bavbone che sicuvamente non ha fatto nulla nella vita pevché tutti gli italiani capaci e che si impegnavo sono in gvado di finive tutti a Dubai o a Montecavlo. Il povevo bavbone non sa che questo è il Paese delle oppovtunità per tutti, basta volevlo, basta lavovave sodo. Io che sono di sinistva come te, che ho iniziato cantando nelle navi da cvociera, ti dedico un brindisi di Dom Pevignon del 2006. Ci vediamo al Billionaive, Cavlo. Pevdona il bavbone pvoletario, egli non sa quanto tu ami la sinistva e sei di sinistva. Hasta la victovia siempre, Cavlo. Hasta la victovia siempre. Aiutiamoli, anche se sono ignovanti.


Grandi TRAVAGLIO, SANTORO, RUOTOLO, VAURO e DI PIETRO. Lo psico Al-nano ostinatamente sbandiera 68% di consenso popolare e con la punibilità del falso in bilancio che si è auto-legiferato potrebbe anche essere, purtroppo per lui e tanto meglio per l'Italia intera questa percentuale è notevolmente gonfiata e spropositata. Continuarte così ragazzi


altro fantastico post..travaglio 6 davvero un grande! ieri sera l'espressione attonita di mavalà ghedini alla fine della grande puntata di Anno Zero è una grande soddisfazione


# 197    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 15:46

@ Commento 192 (Federica) Il concetto stesso di PARAGONARE e', a mio modesto avviso, un esercizio FUTILE e pericoloso Per paragonare, in clima ESTEROFILO, io intendo, ad esempio, informarmi su un tipo di gomme per auto che si producono nel Paese A, verso quelle che si producono nel mio Paese, e ne traggo le dovute conclusioni Nella cultura dello SPETTACOLO degli AFFARI di STATO, poco adatti, per i contenuti PROFONDI allo Spettacolo e suoi limiti, si e' GLOBALMENTE inserito un voluto VIRUS che spinge il popolo a dedicare tempo ed energie intellettuali, a dibattere su INFO che dall'estero, arrivano in volumi minimi, ampiamente filtrate e tradotte spesso da MARZIANI La posizione di Obama, nel Contemporaneo degli Stati Uniti, e' di un camminatore su un terreno colmo di MINE, pronte ad esplodere: ha ereditato, per la PACE SOCIALE, una montagna di ASSURDITA' dalla passata Amministrazione..sia per gli affari interni, che per la DISASTROSA ed AVVENTURIERA POLITICA STERA, e costi proibitivi Lo shock della persona di colore, in un mondo del tutto PILOTATO da un gruppo definito WASP (White AngloSaxon Protestant) e' gia' di per se' un EVENTO storico il cui IMPATTO e' arduo da capire, se si e' al di fuori del Paese, a meno che non si abbiano contatti in varie zone dello stesso, e testimonianze fuori dalla NARRATIVA PERMESSA Non ha aiuti dal mondo TRADIZIONALISTA e dall'ESTREMISMO CONSERVATORE e RELIGIOSO, anzi...ed anche con la GRANDE FINANZA, i termini sono TESI Ma e' fuori discussione che alcune mosse, sopratutto in campo internazionale, hanno almeno la parvenza di RASSERENARE il Clima, estremamente esasperato dalla precedente Amministrazione, altamente guerrafondaia e con progetti FOLLI, non del tutto dissimili al TETRO progetto dell'Asse, di Reichiana memoria Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/


c'è guevara? no, ci sono federica e carlo. Federica ha scritto: P.S. Il caviale lo mangiavano in URSS, più comunista di così... ;) Carlo ha scritto: mi sono fatto un mazzo cosi x potere arrivare a quello che sto facendo tu che hai fatto x migliorare Amici, compagni, tesori! Non ditelo a me. Queste stesse cose che avete detto, tra un Dubai e l'altro, andate a Colleferro, alla Alstom, a ripeterle. Spiegate a quelle persone che voi siete di sinistra, che non c'è nulla di più comunista del caviale, il mazzo che vi siete fatti per finire a Dubai e chiedete loro cosa hanno fatto nella vita per migliorare. Io vi ho già mandati in un certo luogo nella mia testa. Ora parlate ai dipendenti della Alstom. O all'unico sopravvissuto del rogo della Thyssenkrupp.


# 190 commento di Federica - lasciato il 9/10/2009 alle 15:27 Se avessi non solo 'visto' ma invece letto BENE l'articolo, avresti scoperto che Chomsky analizza un aspetto della moderna democrazia, quello della demagogia virtuale, e cita Obama come esempio. Ma anche uno sciocco capisce che non sta dando un giudizio universale sul tuo caro Obama, bensì sta facendo un'analisi si un aspetto specifico. La fretta idiota, brutta malattia... >> da quando Chomsky è diventato il portatore di uniche verità? Ma chi mai ha sostenuto che Chomsky sarebbe il 'portatore di uniche verità'? A parte l'italiano stentato, ti faccio notare che mi sono limitato a citare un parere che a mio avviso, pur se discutibile (Chomsky ha limiti che se vuoi analizziamo punto per punto) è autorevole nel mondo, dove per loro fortuna non leggono solo D'Alema. Ah già ma dimenticavo... voi pidiossini quando citate una fonte è perché ci credete ciecamente... soprattutto se arriva dal Comitato centrale del partito...




@ Edededed Insomma, la vedi come me, l'hai solo scritto in modo ben più brillante. ;). Sono totalmente d'accordo sull'appunto delle notizie filtrate, ma leggere i giornali americani aiuta un po' di più, per non dire dell'avere dei contatti, cosa che ho. Vivere là è meglio, ma Manuel e i vari Taxi credono di sapere tutto perché leggono Chomsky. Oh be', io leggo Charlie Brown da quando ero piccola, mi dà un'altra prospettiva. ;) @ C'è guevara? Miii, ragazzo, l'umorismo non è proprio nelle tue corde, sei per caso parente di Manuel? Quella del caviale era una battuta, per Giove santissimo. Mentre mi sto attrezzando per andare nel luogo dove mi hai mandata con Carlo, ti ringrazio, ti chiedo una cosa: l'essere di sinistra implica essere operai, sindacalisti, andare a parlare a Colleferro o alla Tyssenkrupp? Altrimenti non lo sei, devi votare a destra o andare a vivere in Sudafrica e lavorare in una miniera di diamanti? Tu cosa fai, invece, sentiamo. Cosa fai per loro? Combatti il liberismo, il capitalismo, il darwinismo sociale a altri ismi seduto sulla sedia? Sei sindacalista? Senti, ma per aiutare i poveri, bisogna essere poveri? Per aiutare i senza lavoro bisogna essere senza lavoro? Allora un medico deve ammalarsi per curare le malattie altrui?? Non ho capito... Che è 'sta roba, un misto di lasciate tutto e seguitemi evangelico e di ultraconservatorismo di sinistra o populismo facilotto di destra? Ma su, non è così per chiunque abbia un po' di sale in zucca, cosa che nella tua c'è, si vede, ma si è un po' seccato. Rivitalizzalo, caro c'è guevara.


Manuel >Se avessi non solo 'visto' ma invece letto BENE l'articolo, avresti scoperto che Chomsky analizza un aspetto della moderna democrazia, quello della demagogia virtuale, e cita Obama come esempio. Ma non me ne frega niente, non ce l'avevo con Chomsky, ma con te, è diverso. Ancora una volta non hai capito? Non è il mio caro Obama, è un presidente da analizzare e che a detta di molti tranne te e Taxi e pochi altri sta già facendo ciò che può per cambiare il clima orwelliano del texano finto. >Ma chi mai ha sostenuto che Chomsky sarebbe il 'portatore di uniche verità'? A parte l'italiano stentato, Sono curiosa e pronta alla correzione, dove sarebbe stentato? > ti faccio notare che mi sono limitato a citare un parere che a mio avviso, pur se discutibile (Chomsky ha limiti che se vuoi analizziamo punto per punto) è autorevole nel mondo, dove per loro fortuna non leggono solo D'Alema. Che palle, Manuel, davvero. >Ah già ma dimenticavo... voi pidiossini quando citate una fonte è perché ci credete ciecamente... soprattutto se arriva dal Comitato centrale del partito... Ma c'è ancora un comitato centrale? io vedo molti comitati ed un partito nella merda, infatti... Oh Signur aiutmi ti. Manuel, ma cavolo, liberati da 'sta fissa, non sono dalemiana né pidiossina, votare per un partito non mi rende un archetipo del votante per quel partito, piantala di catalogarmi, guarda che fai una figuraccia tu. Poi fa' un po' quel che ti pare. Sono profondamente liberale nonostante il sangue di Iosiph nelle mie metaforiche vene.


"Senti, ma per aiutare i poveri, bisogna essere poveri? Per aiutare i senza lavoro bisogna essere senza lavoro? Allora un medico deve ammalarsi per curare le malattie altrui??" Questa è da incorniciare, speriamo che trovino la cura giusta per tutte queste malattie. Vabbé, Federica, auguri. Riguardo a quello che faccio io, primo: non sono un personaggio pubblico. Lotto contro il capitalismo? Sì, io voto ogni volta che compro qualcosa. Lo fai anche tu? Lotto contro il darwinismo sociale? Ancora una volta sì, "pulling myself up by my bootstraps" in un Paese bloccato. Quando avrò il potere e la responsabilità dei tuoi Marino, Bersani e Franceschini (mi pare di capire che sei Pd) ne riparleremo. A proposito, ma quand'è che Veltroni se ne va in Africa come aveva promesso? O era solo una battuta?




# 205    commento di   sisjfo - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 16:38

avete notato che il nano durante la conferenza stampa aveva una caramella in bocca?in genere quando si mente viene automatico deglutire in questo caso la caramella è un ottimo alibi. il linguaggio del corpo non mente MAI!


# 206    commento di   sisjfo - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 16:40

oltre ad essere segnale di totale maluducazione


Oggi è l'anniversario della tragedia del Vajont (09/10/1963): 2000 vittime dell'incuria e del malaffare.




Il 9 ottobre 1967, Ernesto Guevara, detto il «Che» (per la sua abitudine di pronunciare questa breve parola in mezzo ad ogni suo discorso, una specie di cioè), veniva assassinato da un gruppo di militari boliviani dopo la sua cattura. carissimo "c'è guevara? " Sai quanti operai votano il nostro caro presidente? Tanti, sai quanti operai hanno la memoria corta, molto corta? Certo è più facile abbandonare un partito nella speranza di accomodarsi personalmente, fregando magari il proprio compagno di lavoro. Il CHE era un medico.....ha lottato per dare dignità a tutti, operai, contadini, donne uomini. Nell'anniversario della sua morte ancora dopo tanti anni ci insegna quanto siano vere sempre le sue parole. Onore a te comandante CHE GUEVARA ora e sempre


Sono in possesso di un video in cui do un preservativo nelle mani di Berlusconi, il quale sorride e lo mette in tasca. Consigliatemi su come veicolare il video.. Grazie Giuseppe - 3341949895 impotentiesistenziali@yahoo.com


# 211    commento di   sisjfo - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 17:8

#210 Giuseppe:basterebbe caricarlo su you tube per fargli fare il giro del mondo


# 212    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 17:10

@ Commento 201 (Francesca) ********** ma leggere i giornali americani aiuta un po' di più, per non dire dell'avere dei contatti, cosa che ho. ********** E' del tutto fondamentale capire il ruolo del nostro Paese, sia nello scacchiere a cui apparteniamo geograficamente (ora le geopolitica ci ADORA per la nostra posizione e conformazione geografica TUTTO MARE ATTORNO e cio' che implica in molti sensi) sia nel fenomeno della GLOBALIZZAZIONE ed alleanze nate prima e dopo l'ultima GRANDE GUERRA, che perdemmo e per cui vennero firmati Trattati (DUE) che tutt'ora condizionano il benessere, in senso molto lato, dell'Intero Paese Ed alla luce del ruolo del nostro Paese come ho citato prima, e' senz'altro IMPORTANTE leggere cosa succede a casa del nostro **Alleato** piu' influente, ma anche a casa dei nostri **vicini** piu' prossimi...direi, tutti Trovo molto democratico il vedere il Paese da molti angoli di lettura: non sostengo ne' diffamo il Paese ciecamente, ma ho molto chiaro il valore del nostro ruolo storico..ed abbiamo OFFERTO agli Alleati dei Fermi e Segre' (il Nucleare), dei Meucci e dei Marconi (comunicazione energia e telecomunicazione) Condivido la critica e definizione, oltre che accenno del Buon Travaglio, alla Repubblica delle Banane MA e SOLO nel contesto che la presenta lui..lo SLOGAN dell'Italietta, lo trovo da (DIS)informati in gradinata coi fumogeni ed URLA alla HOOLIGANS Sono abbastanza legato ad un'epoca di NONNE e NONNI della Resistenza: argomento poco TRATTATO dagli Alleati.. Ed anche la Stampa AngloSassone va' selezionata...il loro Sistema ha saputo ASSIMILARE il malessere della gente, in forma molto RADICALE e a pieno schermo...non credo che il Paese ITALIA potrebbe funzionare con regole non NATE da noi..potrebbe FUNZIONARE molto meglio se l'onesta' dei nostri DIPENDENTI, fosse armonizzata col FUNZIONARE coi mezzi che abbiamo, incluso il rispetto della Costituzione (non delle peggiori) e sopratu
http://edededed.ilcannocchiale.it/


@auriga I medici, cioè, sono più affidabili degli operai? Quando finirà questo paternalismo di sinistra, di personaggi che si ritengono illuminati a risolvere i problemi altrui senza sapere, in prima persona, di cosa si stia parlando? E' ridicolo sostenere che gli operai passino a destra perchè hanno la memoria corta, o una propensione a tradire i propri ideali. Certo a chi manca oggi il pane e il lavoro non si può chiedere di aspettare fedele e paziente il teatrino di una sinistra che è stata al governo, e cosa ha fatto? Davvero curioso che la lotta di classe, se è vera, la si deleghi ai borghesi. Medici, avvocati, professori ben vengano a sinistra. Ma si mettano a disposizione dei proletari. Mettano a disposizione le loro competenze e la loro fedeltà al progetto di emancipazione degli ultimi. Ben vengano gli amici di Dubai, e le nipotine della Marzotto così sensibili alla causa. Ma si facciano servi degli ultimi, e non il contrario!


C'è guevara >Questa è da incorniciare, speriamo che trovino la cura giusta per tutte queste malattie. Vabbé, Federica, auguri. Grazie, molto gentile. ;) >Riguardo a quello che faccio io, primo: non sono un personaggio pubblico. Io nemmeno, come non lo è Carlo. >Quando avrò il potere e la responsabilità dei tuoi Marino, Bersani e Franceschini (mi pare di capire che sei Pd) ne riparleremo. Non sono miei. Ho spiegato così tante volte perché voti Pd, e con non poco dolore, che non perderei ancora tempo su questo. Se volete capire, capite, se no, pace. Ci sono posizioni estreme che mai mi convinceranno, tra queste c'è l'anticapitalismo viscerale. >A proposito, ma quand'è che Veltroni se ne va in Africa come aveva promesso? O era solo una battuta? Dovrebbe andarci, mostrerebbe coerenza.


# 215    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 17:20

@Segue commento # 212 Ed anche la Stampa AngloSassone va' selezionata... Il loro Sistema ha saputo ASSIMILARE il malessere della gente, in forma molto RADICALE e a pieno schermo...non credo che il Paese ITALIA potrebbe funzionare con regole non NATE da noi ed adattate alle nostre **GIOIE e DOLORI**.. Potrebbe FUNZIONARE molto meglio il nostro Paese, se l'onesta' dei nostri DIPENDENTI, fosse armonizzata col FUNZIONARE coi mezzi che abbiamo, incluso il rispetto della Costituzione (non delle peggiori) e sopratutto vedere la GIUSTIZIA all'opera..senza sensazionalismi e SPETTACOLO per vendere (DIS)informazione Eliminerei IMMEDIATAMENTE il concetto di PRESCRIZIONE..abusato e GROSSO DISPENDIO di soldi del Contribuente in PROCESSI all'infinito e NATI per concludersi in un NULLA DI FATTO... Rivedrei il TEOREMA dell'**innocente sino a prova contraria** in quanto, se gestito da CANI e COMPARSE di CINECITTA' come succede, si crea una INDUSTRIA di FALSI INNOCENTI, processi FARSA e si perde il senso dell'istintivamente CAPTARE il DELITTO e ramificazioni L'Istinto, guidato e corroborato dai FATTI, e' uno STRUMENTO e VALORE dell'esperienza umana..raramente FALLISCE e sopratutto, e' una facolta' che il PAROLAIO della Legge, assassina...e la Legge, dalla sua nascita', e' SPIRITO (istinto incluso) e PAROLA..due elementi IGNORATI dalla Scuola Legale, stile Ghedini..un FRULLATORE di PAROLE e disseminatore di FREDDI TECNICISMI..niente SPIRITO Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/


Invece di eccitarvi con l' ART 3 della costituzione perchè dal momento che il vostro giornalino ha come linea politica la costituzione, non parlate anche dell' art 1 : " L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro." ??? Ne deduco che il precariato, la disoccupazione, i licenziamenti vari siano palesemente anticostituzionali Perchè non presentare un ricorso agli ermellini, che naturalmente dall'alto del loro lauto stipendio, si occuperanno di garantire l'applicazione dell'art. 1. Scusate se ho interotto il vostro coito per parlare di qualcosa di concreto, continuate pure a festeggiare l' art.3


# 217    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 17:29

PER FEDERICA .-) E TUTTI :-))) Dio è come me, ateo, duro, navigatore impenetrabile, vagabondo di corti sorrisi e sguardi lungamente strepitosi. Taglia coperte, trasporta carbone distrugge pareti, alza barricate, commuove la massa di petali, chiama alla rivoluzione mondiale e seppellisce spine di fame cosmica. E' anticapitalista, anticlericale e antimperialista. Dio, di sinistra, é il cospiratore perpetuo. Hugo Margenat




Sicuro, "tra l'aglio"? Hai notato che l'art.1 contiene anche l'aggettivo "democratica"? Ci hai pensato bene? Ti conviene? Forse.... poca democrazia = poco lavoro? Forse.... più veline, escort, nominati in Parlamento, e Serracchiani oplà, e Carfagna oplà, e simsalabim e papi e papini, per il tenore di vita loro, abbisognano come contropartita di più precari, più licenziati, più nella merda?


# 220    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 17:36

@ Commento # 214 (Federica) ******* Ci sono posizioni estreme che mai mi convinceranno, tra queste c'è l'anticapitalismo viscerale ******* La tua risposta copiata sopra, porta alla luce quanto il nostro Paese e' stato PILOTATO a dibattere su ideologie, mentre poco e' stato DISSEIMINATO sul grande MALE che la FINANZA puo' diventare, e GLOBALMENTE Il Capitale di per se', come una pistola', NON uccide Ed e' da lungo tempo che il concetto di Uso del CAPITALE e' stato inquinato in vari modi: Capitale e Capitalismo..matrimonio FORZATO, in quanto il CAPITALISMO, come espresso almeno per gli ultimi venti o trent'anni, e' stata una corsa, per molti Paesi e lor Amministrazioni, e che hanno una rilevanza sulla scena GLOBALE, indi influenza, al PRIVARLO di ogni regola MATEMATICA da cui poi vennero dedotte Leggi e Regolamentazioni.. Legge ed insieme di Regolamentazioni, sostituite da un insieme di esperimenti basati su NUMEROLOGIE, statistiche e DOGMI non verificabili, voluti dal GRASSO BANCHIERE e suo esercito di uomini al limite della Legge, e dediti ad appoggiare la PIRATERIA FINANZIARIA Non vedo REALISTICO, indi PROBABILE un ritorno ad un mondo non basato sul CAPITALE, come comodo mezzo di pagamenti ed altro, ma gia' OBAMA ha gettato in Congresso, la necessita' di rivedere dette Regolamentazioni, anche se temo che possa essere tardi: la Cina freme, e l'Iranian Oil Bourse e' un GROSSO piatto appetitoso, che potrebbe MINARE il sistema monetario e finanziario del mondo intero Il GRASSO BANCHIERE che creo' l'**almighty u.s. dollar**, e' da tempo che ha fatto le valigie, per l'Asia sopratutto ed verso la Cina in particolare.. Ecco: un certo tipo di IMPIEGO del CAPITALE puo' creare e distruggere interi Paesi, per un mero fatto di convenienza mercantile, e torno all'esempio della Pistola che e' usata dall'uomo per difendersi (uso spesso legittimo) o per FERIRE..e li' occorre rallentare e sopratutto FERMARSI all'utilizzat
http://edededed.ilcannocchiale.it/


@ Edededed D'accordo su tutto, se non sul fatto che il mio nome è Federica non Francesca, ma sono quisquilie. ;) @ C'èguevara? Posso, anche se non rispondevi a me direttamente? >Quando finirà questo paternalismo di sinistra, di personaggi che si ritengono illuminati a risolvere i problemi altrui senza sapere, in prima persona, di cosa si stia parlando? Tu incorniciala pure, ma ti ripeto la domanda: un medico deve essere ammalato per curare una malattia? Ti rendi conto che sto seguendo la tua linea logica, secondo la quale per risolvere i problemi bisogna viverli in prima persona? Ma secondo te la sinistra dovrebbe essere formata solo di operai? Ma su... E poi al paternalismo di sinistra tu rispondi con la mitizzazione dell'operaio? E le tue parole successive non spiegano affatto perché gli operai votino in massa per berlusconi, credere che sia solo per la delusione della sinistra è ridicolo. Gli operai senza pane e lavoro che votano a destra non hanno capito una fava e, imbevuti di grande fratello da guardare la sera con le gambe e le braccia stanche, si sono bevuti le balle del Mr facciotuttoio, si sono bevuti il mito del ricco, e questa sarebbe colpa della sinistra?? Ok, anche, ma non solo. È un po' come quando operai o giardinieri o muratori mi prendevano in giro quando studiavo dicendomi che non facevo un cacchio tutto il giorno... Queste lotte di classe mi hanno strarotto le palle, scusami. >Davvero curioso che la lotta di classe, se è vera, la si deleghi ai borghesi. Medici, avvocati, professori ben vengano a sinistra. Ma si mettano a disposizione dei proletari. Mettano a disposizione le loro competenze e la loro fedeltà al progetto di emancipazione degli ultimi. Ma se lo fanno, tu li prendi in giro e dici che non conoscono la povertà, la fatica, l'asprezza della vita e via dicendo. La filosofia è nata in ambienti aristocratici e lo sai perché si dice che a bocca vuota non si riesce a pensare. Mah, sarà po


Mah, sarà poi così vero? L'emancipazione degli operai e di tutti gli ultimi inizia solo ed esclusivamente dalla mente, dalla cultura, che i borghesi hanno il dovere di non tenere per sé. Ci dovrebbe essere scambio tra borghesia e proletari, ma si è rotto, tutti chiusi nei proprio castelloni e castellini. Sarò solo colpa dei borghesi, per te? >Ben vengano gli amici di Dubai, e le nipotine della Marzotto così sensibili alla causa. Ma si facciano servi degli ultimi, e non il contrario! Non sono nipotina di niente di paragonabile alla Marzotto, ma non nego l'essere borghese. Mai ho reso servo nessuno, caro compagno, mai, e ognuno fa quel che può: ho fatto lezioni gratuitamente ad un giovane ragazzo figlio di famiglia in crisi, ho fatto ciò che potevo perché quello è tutto ciò che so fare, insegnare e tentare di fare innamorare questi ragazzi della cultura. Non è molto, dirai tu, per me è tutto, ma tu non giudicare solo su tre parole scritte su un blog. L'assumere che io sia una padroncina felice e disprezzante del dolore proletario sulle basi di non so quale assunto è molto debole come argomento.


Cavoli... ieri ci sono proprio rimasta, dopo quello che ho sentito ad Annozero...


# 224    commento di   Edededed - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 17:49

@ il commento # 217 (Pasolinante) Un ottimo intervento... Estraggo... ******** E' anticapitalista, anticlericale e antimperialista. Dio, di sinistra, é il cospiratore perpetuo. Hugo Margenat ******** Del tutto, e spiacente, insensibile alle DIREZIONI stradali rappresentate da Destra, Sinistra ed altro, sono anche in disaccordo con alcune delle voci che sono nel passaggio copiato sopra ANTICAPITALISTA: e' l'uso da PIRATI che si fa' del Capitale che io impiccherei in ogni sede, ghigliottina consentita..e' l'uomo dietro al Capitale da condannare in modo robusto..non il Capitale di per se' ANTICLERICALE: c'e' una Chiesa locale e protagonisti, che nel tessuto sociale svolge, ha svolto e potrebbe svolgere un ruolo POSUITIVO Vedrei di piu' un essere ANTI-VATICANO Spa, che e' una Joint Venture col TEMPIO della BANCONOTA...i recenti scandali hanno colpito sopratutto la base della Chiesa (prete-cattolico-pedofilo lo SLOGAN globalmente disseminato).. Grosso affare per quella parte della galassia CLASS ACTION che spesso usa le VITTIME della pedofilia (fenomeno molto esteso e non circoscritto allo SLOGAN di cui sopra) per accumulare RIMBORSI ENORMI, che non sempre filtrano in direzione 8*volumetrica** verso le vittime.. ANTIMPERIALISTA: concordo...ma e' anche un TREND e direzione verso cui le DIFESE sono fragili..il GLOBALISTA ed il GLOBALISMO, piazzano pedine in posti critici in ogni Paese..molto nell'ombra e con la teoria del CAVALLO di TROIA in steroidi..molti Paesi hanno ENTITA' di potere totalmente infiltrate ai livelli piu' alti dello stesso Paese.. Grosso ENIGMA e difficile da estirpare in ALTO...dal Basso potrebbe anche succedere qualcosa..nel medio e lungo periodo Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/


Di Pietro difende la Costituzione, e ha firmato per abolirla. Non è uno scherzo, al contrario, è la misura della colossale farsa cui voi, sì proprio voi, continuate a sottoporvi. Di Pietro, e il suo codazzo dei soliti noti, si riempie la bocca ogni santo giorno di proclami disperati in difesa della Costituzione italiana, della quale lui e i suoi senatori e deputati hanno firmato l'abolizione il 23 e il 31 luglio del 2008. Avete capito bene: Di Pietro ha firmato l'abolizione della Costituzione italiana. In quelle date un'Italia politica di ignoranti e/o in malafede, IDV compresa, ha ratificato il Trattato di Lisbona (depositato poi l'8 agosto), che di fatto cancella per sempre la nostra Costituzione del 1948. E hanno pure applaudito gli IDV, in una standing ovation a braccetto con gli odiati berluscones. Da Repubblica del 31 luglio 2008: "Un lungo applauso bipartisan ha accompagnato il sì della Camera che, come il Senato, ha approvato all'unanimità il Trattato." Come ho spiegato nei dettagli qui http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=139, il Trattato di Lisbona ha creato un nuovo super Stato d'Europa di cui siamo tutti cittadini, che ha un governo (non eletto) più potente di qualsiasi governo europeo e le cui regole sono più potenti di qualsiasi legge europea, e il tutto di nascosto dagli elettori, in un vero e proprio colpo di Stato continentale. Il Trattato, infine, è a tutti gli effetti una Costituzione d'Europa più potente di qualsiasi Costituzione nazionale. Anche della nostra, ovviamente. Ripeto: la Costituzione italiana è stata di fatto abolita dal Trattato di Lisbona, poiché quest'ultimo comanda a noi italiani, e a tutti gli europei, una maggiore obbedienza. In caso di conflitto fra le regole della prima e quelle del secondo, vince sempre il secondo. Ma anche le regole costituzionali del Trattato di Lisbona sono state scritte in segreto da burocrati che nessuno di noi ha mai eletto né mai eleggerà. Capito bene? Ok, ora: Antonio


Manuel S Chomsky è un genio...il miglior intelletuale del secolo.. Se non è lui portatore della verità chi è^? Travaglio che fa parte della stessa cultura dominante del padrone???? Siamo seri..


Can che abbaia non morde, dicono. Certo: mentre abbaia non può mordere, fisiologicamente parlando, ma prima o dopo sì! Fatto il preambolo, ecco le mie considerazioni: mentre Berlusconi continuo a fare lo spavaldo e a ripetere a voce spiegata che i processi a suo carico sono delle farse, che li renderà ridicoli, che sbugiaraderà tutti quanti l'accusano ecc...., Ghedini invece, più realisticamente, specula sulla prescrizione, facendo e rifacendo i suoi calcoli, sicuro che il 70% degli italiani indottrinati confondano prescrizione con assoluzione e continuino a votarlo. Ma se Berlusconi fosse realmente convinto della propria innocenza, perché allora tutto questo inaudito accanimento (a-CANI-mento - ecco il perché del mio preambolo): prima per farsi approvare il lodo immunificante, chiedendo persino un aiutino al caro Presidente della Repubblica, e ora per dimostrare platealmente il suo dispappunto nel vederlo bocciato, dando parte della colpa al detestabile Presidente della Repubblica schierato a sinistra per l'aiutino non dato? Il suo motto: Chi non salta (con lui) comunista è! Chi non salta comunista è! :ecc.... ad libitum:


Tienitelo... non te lo tocchiamo


Silvio più capelli (suoi veri) in testa che cervello Ciao a tutti, ho letto su una rivista che la quarta edizione di Annozero dura fino a Dicembre. Qualcuno ne sa qualcosa? Al di là del fatto che qui ogni settimana rischia di non andare in onda, credevo comunque che il programma fosse almeno teoricamente previsto fino a giugno....


Erano anni che non assistevo ad una puntata come quella di Annozero ieri sera. Al di là di quello che ne è emerso, la cosa che più mi ha sorpreso è stata il comportamento di Ghedini: quasi completamente assente. Non me l'aspettavo, alla luce di come i suoi colleghi, gli altri soldati del cavaliere dimezzato, in altre trasmissioni, si sono comportati, soprattutto se c'era presente qualcuno dell'IDV: urla, retorica, strilli e ogni sorta di cazzate! Avete presente, immagino, il comportamento di Boldi/Bondi a Ballarò! Credo di aver capito quel'è il motivo principale. Non riguarda ne il lodo Alfano ne il puttanaio che ci ha scassato i cosiddetti negli ultimi mesi: è proprio quello che è emerso nella trasmissione di ieri. Cose gravissimi che da sole sono davvero destabilizzanti per il cavaliere dimezzato! Ne vedremo delle belle nei prossimi mesi. Comunque va combattutto con tutti gli strumenti democratici che ancora abbiamo a disposizione, prima che li distrugga definitivamente. E prima che orde di galli, sassoni e cavalieri della tavola rotonda guidati da re Artù scendano in campo per scatenare la guerra! Anche perchè sarebbe molto difficile far tornare in vita il nipote del Barbarossa. Ma sarebbe una bestemmia per il cavaliere dimezzato e i suoi nominarlo. Certi personaggi loro non meritano neanche di nominarli. In bocca a loro tutto diventa letame!


Vedremo di che pasta è fatto. Intanto sappiamo che era poca, come dire... un avanzo di pasta??!


# 232    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 18:4

sei quasi in sincronicità junghiana edededed..intendo con silver blogger del post sulla bindi sul fatto , ti rilascio per solo un pezzo di risposta al tuo , cosa intendo per laicità: l'ateo, sic et simpliciter, è parrocchia come il credente, occorre superare le due antinomie..altrimenti è matematico il conflitto e le guerre sante di tutto il mondo; la laicità è qualcosa di piu ampio rispetto all'ateismo tradizionale o ideologico o anticlericale semplificato, ed è qualcosa da contrapporre alla dipendenza clericale , cosi opprimente nel nostro paese, con contenuti piu articolati rispetto al passato, altrimenti la chiesa , cl , le varie sette e dipendenze che instaurano fino allo scenario politico partitico, anche quello ipocrita degli album e family day, ne attingerà a piene mani sempre continuamente , in fin dei conti solo per dio si,quello del dio denaro,chiaro,ovviamente dietro il palco mediatico attraverso cui vendere le varie italianità sotto un determinato dio,e ci fregheranno sempre- dio è quello di don milani e della "passione" di pasolini , dio è quello che ti fa rimanere adesivo alla tua natura senza mai tradirla per omologarti a un potere o a standard precostituiti da maggioranze o minoranze da compiacere nei loro standard di gradimento x nn esserne eliminato e nn saperne tenere il dolore perche ti ha reso schiavo; dio è quello che anche se sei escluso, sputato da tutti , ti fa rimanere la forza di sentirti vivo e libero nella solitudine del tuo essere ; dio è quello che ti fa immaginare tutto il dolore del mondo e ti fa immaginare il mondo come quando l'uomo non lo aveva ancora distrutto e ti fa lavorare e sognare umile senza nessun dio in tasca e che ti dice " se incontri buddha nella strada,uccidilo"kopp


Corrompere i giudici per rubare la Mondadori e risarcire De Benedetti: centinaia di migliaia di milioni di euro con Mastercard Corrompere Mills per fargli testimoniare il falso: 600.000 dollari con Mastercard Vedere Vauro che smerda in diretta Mavalà Ghedini mentre Travaglio ride come un pazzo NON HA PREZZO!!!


# 227 corr.: ... mentre Berlusconi continua a fare...


Paso Grazie :) Edededed >La tua risposta copiata sopra, porta alla luce quanto il nostro Paese e' stato PILOTATO a dibattere su ideologie, mentre poco e' stato DISSEIMINATO sul grande MALE che la FINANZA puo' diventare, e GLOBALMENTE Non so... le tue parole successive confermano ciò che ho scritto, così sembra a me. neanche a me sembra realistico un ritorno al mondo del baratto. Quindi spiegami perché le mie parole siano ideologiche, scusami, non ho capito.


@Federica Nessuna mitizzazione dell'operaio. Ma onore in una gara verso chi è più svantaggiato. Mio padre è stato ferroviere, mia madre segretaria, mio nonno in marina, poi impiegato, poi muratore, poi in ferrovia. Io non sono sindacalista, ma cercherò di esserlo: la sinistra vera per me è lì. A casa mia, il pane è sempre arrivato dal lavoro dipendente, il più tassato di tutti. Non conosciamo cosa siano i Bot, i Cct, le obbligazioni, in compenso sappiamo cosa sono i mutui decennali. Ti cito: http://www.corriere.it/economia/09_ottobre_07/ascensore_sociale_bloccato_focus_lorenzo_salvia_f1d53478-b30c-11de-b362-00144f02aabc.shtml "Sembra passato ancora più tempo da quando nel nostro Paese i figli degli operai, studiando, diven­tavano medici, avvocati e commer­cialisti. Oggi non è più così. E non soltanto perché il 44 per cento degli architetti è figlio di architetto, il 42 per cento di avvocati e notai è figlio di avvocati e notai, il 40 per cento dei farmacisti è figlio di farmacisti. Ma perché chi nasce in una fami­glia ricca rimane ricco e chi nasce in una famiglia povera rimane pove­ro. Siamo un Paese bloccato." Io parteggio. E parteggio in questo cazzo di Paese per chi ha umili origini, e per chi non usufruisce dello scudo fiscale votato da destra e dagli assenti di sinistra (tra cui la giovine ricercatrice del Pd e l'ex ministro Fioroni). Sono (siamo!) persone che se facciamo 100 metri siamo partiti 10 metri indietro e ci hanno attaccato una palla al piede per tutta la gara.


Per cui, cara Federica, il mio argomento logico è uno. L'amico di Dubai è di sinistra? Bene, si metta in fila. Non siamo ad un circolo della Brambilla.




# 239    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 18:18

x c'è guevara la democrazia è tale solo se pensa agli esclusi ma non come buonismo o cazzate analoghe o banco alimentare cl la democrazia infatti non esiste nel nostro paese, perche non ha lavorato dai tempi dei treni americani che arrivavano sul mito della liberazione per accrescere il nostro paese...da cui infatti abbiamo saputo escludere tutte le bellezze che avevamo , di cui poter vivere dalle coste alla capacità di creare e inventare di cui eravamo artisti e scienziati .. è stato il paese delle caste..ma cosi tante e con cosi tante piramidi che nonsi può dire.. l'ignoranza è stato il vero investimento delle mafie e delle caste politiche affaristiche


@ pasolinante Una giusta analisi.


@ c'è guevara Bene. Tu parteggi per chi vuoi, ci mancherebbe, è il tuo escludere chi non abbia origini proletarie che contesto. A modo tuo, sei esclusivo come chi si compra gli yacht. Siamo un Paese bloccato, è vero. Le caste dei professionisti ci sono, le prospettive per i laureati sono deprimenti. Però non passiamo poi all'estremo: ci sono persone che non hanno voglia di studiare. nessuna crisi particolare o situazione economica familiare grave, semplicemente non hanno voglia di studiare. Possiamo rimanere realisti? Ed è vero ciò che scrive Paso, l'ignoranza è il fondamento di qualsiasi male. Io mi preoccupo di ciò che si sta facendo alla scuola, eppure, se ho visto borghesi in protesta con proletari, non ho visto proletari in protesta con gli insegnanti, probabilmente perché, secondo la diceria comune, 'non fanno un cacchio'. Allora, da chi deve partire il mea culpa? Da tutti, direi, compresi i ferrovieri e gli operai e i muratori e gli imbianchini. Rispetto a 360°, non solo per 'gli ultimi'. Cercherò di capire perché tu te la sia presa così tanto con Carlo, ma sarà difficie capirlo. La fila è lunga, l'importante sarebbe fare in modo che la sinistra non diventi circolo esclusivo per proletari. Ciao.


sono stata tra coloro che l'altro giorno hanno esultato intravedendo nella sentenza della Corte un piccolo spiraglio di una autonomia di pensiero che pare oramai merce rara.Al contempo mi è sorto un dubbio:non sarà che adesso svelti svelti i "Bravi" del B.fanno un paio di leggine che consentiranno al loro capo di sdoganare anche gli ultimi processi e poi diranno:"visto,non avevamo bisogno del lodo Alfano per non farlo condannare!" e cosi' il martire perseguitato potrà continuare i suoi sproloqui deliranti contro la sinistra tutta,i comunisti,gli intellettuali e si sentirà più forte che mai?


Oh, guevara, dicevo ciao perché devo andare, ma se vuoi ancora rispondermi, ti risponderò non appena possibile, va ben? Buona serata a tutti, non guardate la tv e uscite. ;)


# 244    commento di   sisjfo - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 18:48



# 230 John K. Il tuo "cavaliere dimezzato" m'ha fatto pensare al "Visconte dimezzato" e al "Cavaliere inestiente" di Italo Calvino Ecco l'immagine, la metafora perfetta: il Cavaliere inesistente: c'è la corazza, lo scudo, la spada, il cavallo, la guerra; si muove, si agita, mangia, beve, parla, amoreggia, piscia... e tutto il resto. Ma via lo scudo e la corazza, non rimane nulla.


All'università studiate una sola materia:L'obbedienza.


241 No Federica, l'ignoranza lo poteva essere una volta. Ora il fondamento di qualsiasi male, in democrazia, è il menefreghismo! Che è peggio! Ricordava qualcuno tempo fa che "Churchill disse una volta che la democrazia è un pessimo sistema però non se n'è trovato uno migliore. Dicendo questo diceva bene ma barava perchè avrebbe dovuto dire che la democrazia è un pessimo sistema però non se n'è trovato uno migliore...per noi, classe dirigente"! Solo per chi insegna ai bambini e solo per Paolo Flores D'Arcais la democrazia è un uomo=un voto e che governa il 50%+1. Il discorso, il vero problema è che c'è una netta frattura tra quello che è la democrazia realmente, la sua elite, e quello che ne pensano i cittadini!


# 248    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 19:7

Vabbè, c'è di che essere contenti, non lo nego, pure io me ne sono rallegrato. Ma è una goccia nel mare. Pochi hanno sentito o sottolineato la frase di Santoro (anche perchè detta in un momento di sovrapposizioni) "tanto è quarant'anni che trattiamo con la mafia". L'ha buttata lì, come una battuta, ma non lo è affatto. E' una verità scomoda, ma temporalmente corretta e sottaciuta per appunto 40 anni. Da quanto sentiamo parlare o leggiamo del "livello superiore"? Sì è vero, ogni tanto qualche pesce piccolo politico cade nella rete, ma ci cade da solo o lo spingono perchè inutile o "bruciato"? E' per questo che la riapertura di indagini potrà, al massimo, far conoscere i nomi che pilotavano i ROS, e poi tutte queste dichiarazioni quest'anno sono quantomeno "strane": 1. riina dal carcere il 19 luglio, e abbiamo visto il "poi" 2. Ayala che ricorda/non ricorda conferma e si smentisce. 3. Mori che ricorda a Violante che Ciancimino chiese un incontro. 4. Martelli che dice quel che ha detto ieri sera. 5. Mancino che mostra un agenda vuota (completamente vuota! ma che cazzo se ne faceva?) Se anche salteranno fuori i nomi dei "piloti" della trattativa lato Stato, si troveranno 1000 scuse per giustificarli: il momento storico, lo smarrimento istituzionale causato da tangentopoli, le "strane cose" successe a Ciampi in quei giorni, la mafia che attaccava direttamente lo Stato in un momento di transizione ecc... ecc.. Andreotti è stato prescritto, e sappiamo per cosa; prima di lui altri trattarono con la mafia, ma perchè? Perchè lo Stato non riesce o non vuole sradicare questi poteri? Forse perchè nel 2001 in Sicilia finì 61-0? Forse perchè anche in Campania le cose stanno in modo simile? L'Italia non è più "nostra", è cosa loro: il crimine organizzato è presente ad ogni latitudine, ed è già all' esportazione da anni. D'altronde, come ogni impresa che si rispetti, deve reinvestire il capitale (illecito) per farlo frut


# 249    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 19:8

D'altronde, come ogni impresa che si rispetti, deve reinvestire il capitale (illecito) per farlo fruttare, solo che ciò "droga" il libero mercato. La colpa della politica del dopo boom economico, è stata quella di interessarsi solo dei propri collegi elettorali per garantirsi la rielezione, e questo ha portato alla collusione coi poteri forti dei vari territori. Che sono diventati sempre più forti, più ricchi, quindi più influenti sui voti: è un meccanismo perverso che si è autoalimentato, da un lato per garantirsi il potere, dall' altro per garantirsi appalti d'oro. Giri di voti e soldi che si sono intrecciati in 40 anni e forse più. Ma adesso, a parte questa piccola soddisfazione di lodo e indagini riaperte, chi ci libera da questo cancro che è esteso in TUTTO il paese? La "Questione morale" è ancora ben lungi dall' essere affrontata seriamente. Sì, le cose non sono peggiorate, ma restiamo dove eravamo prima. Saluti


Un appunto sul il Fatto...economia zero...altro giornaletto di gossip eh? le istituzioni di terzietà i liberali non le criticano? I giornalisti sono tecnicamente incopetenti.


@Federica Non c'è niente da replicare, quindi ricambio il saluto. Le posizioni sono chiare seppur distanti. Tu invochi una sorta di "livella" (o "rispetto a 360°") che per me non è né equa né giusta, perché - torno al paragone degli atleti - corrisponde a fissare un unico traguardo e dimenticarsi volontariamente se le condizioni di gara sono state diverse. Insomma per gli ultimi, proletari o subordinati che possiamo dire, non c'è luogo dove le posizioni si ribaltino. Per la classe operaia non c'è paradiso. Non sul lavoro, certo, dove la bilancia pende a loro sfavore. E neppure in politica. Nella destra del Paperon de' Paperoni Berlusconi ovvio che stiano sotto i membri dei Lions Club e gli imprenditori del Cavalier imprenditore, e quelli che a settembre dibattono se è stata più figa la Costa Smeralda o Portofino o, no, amici cari, e che dire di un capodanno alle Maldive?... A sinistra, secondo la tua vulgata, rispetto per tutti. Dall'avvocato figlio di avvocato al più umile tra gli umili. Magari il figlio di papi è potuto andare negli Usa coi soldini di papi e poi spenderà questa sua esperienza, ma che importa se l'altro deve invece fare i salti mortali per lo stesso obiettivo? Tutti uguali. Come a Napoli. "Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato, scordiamoci il passato". Rispetto a 360°. Dici che il problema è l'ignoranza. Però il figlio di papino che non studia rimane a galla mentre l'altro affonda. Magari per la tua sinistra non è un problema, per me: non c'è Guevara. Ciao.


# 252    commento di   vitello - utente certificato  lasciato il 9/10/2009 alle 22:13

E poi si fanno le leggi in'Italia contro il burka???Ma usate le vostre donne nella maniera opposta ma sempre degradante !! Il signor Berlusconi come rappresentante della republica oltre a credere di meritare di essere al disopra di ogni cittadino italiano ma anche essendo "Lui il Maschio" (even though his looks do not resemble Michelangelo's David)si sente superiore a qualsiasi donna. "Lui" le donne le usa come merce di divertimento,sono oggetti soggetti, e nel suo piccolo cervello misogino non puo' pensare che le donne abbino i stessi diritti come "Lui". "Lui":the King, the supreme Ayatollah. Spero che le donne Italiane siano stanche di essere second class citizen e reagiranno con voto contrario a questa massa di porci.


@ Commento # 235 (Federica non e' Francesca) ********** Quindi spiegami perché le mie parole siano ideologiche, scusami, non ho capito. ********** Il citare il CAPITALE con la formula ed espressione ANTICAPITALISMO, e' di per se' impregnato di una lettura ed uso IDEOLOGICO del termine, ed e' parlar comune Molto meno comune, e' il dibattere sul CAPITALE di per se', distaccato dall'associazione ad una Ideologia o Simil-Ideologia, quando in realta' e fattualmente, ci si deve confrontare con NUMERI e loro valore ed etico uso..l'ISMO aggiunto al CAPITALE, si e' mosso in territori AMATI dagli ideologhi... @commento # 232 (Pasolinante) Non sperimento la OPPRESSIONE della classe clericale, ma sono cosciente del ruolo del VATICANO STATO e POTERE ENORME, Spa E Dio, per non dilungarci in profonde disquisizioni, potrebbe benissimo essere simboleggiato da uno SPAZIO NOBILE, in alto, dove convergono le BUONE intenzioni e fatti della gente comune Ed uno SPAZIO NOBILE, si presta forse meno ad idolatrie dalle sembianze umane..sull'ateo e sull'agnostico, spesso trovo applicazioni nel reale, del valore di un CEROTTO per curare una malattia molto grave..un po' il FACILE MERCANTEGGIARE con la propria coscienza, di fronte a GROSSI eventi e scelte tra Bene e Male Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/


# 254    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 10/10/2009 alle 10:30

@Federica 164 purtroppo il diversamente onesto e' candidato per l'anno prossimo, non che abbia speranze ma rassegniamoci all'ennesima figuraccia italiana. ciao @D'oppio culo 157 perdonami e non ti offendere ma non hai capito nulla. Certo che non cambia granche' ma tutti i problemi che elenchi sono, appunto, problemi e come tali devono venir risolti (senza l'aiuto di cip e ciop possibilmente). Lo scempio sarebbe stato se la Consulta avesse confermato che in Italia si e' disuguali PER LEGGE, permettimi ma c'e' un'enorme differenza. C'e' Guevara 171 Spero non ti offenda neppure tu ma se continui a portare avanti l'equazione comunismo=operai=miseria=ecc. e se il tuo essere di sinistra porta a stilare una graduatoria tra chi lavora a dubai e chi all'ascom (certo che sono situazioni differenti ma...) comincio a capire perche' la destra risulti cosi attraente anche agli operai. su Obama: il primo ad esprimere dubbi sul premio e' stato proprio lui, basta e avanza a mio parere per capire di che pasta e' fatto l'uomo (immaginatevi cosa direbbe silvietto da arcore se vincesse il premio l'anno prossimo). Bisogna pero' sottolineare come Obama abbia subito iniziato una politica di dialogo con tutti piuttosto che imporre la "pax americana" dei suoi predecessori. Certo e' il presidente americano non un dirigente di medici senza frontiere o di amnesty international, ci si aspetta forse che di punto in bianco faccia esplodere tutto l'arsenale usa o lo mandi con un razzo sulla luna?


@ C'è guevara Ho capito. Non pensare una cosa, però, che il figlio di papà con la strada spianata non faccia incazzare anche me... Se poi il figlio di papà è volenteroso, umile, intelligente? È solo questo che ti dico, non generalizziamo più, l'abbiamo fatto tutti troppo. Io non vedo scenari idilliaci, tu non vederli così tragici. Non mi sono spiegata comunque: il rispetto vale per chiunque non sia un coglione patentato e della classe, alla fine, mi frega poco. Di fighetta inutili, quelli alla berlusconi, quelli alla cumenda milanese, ce ne sono molti anche qui nella mia città e tendenzialmente mi fanno girare le eliche. Marx era figlio di borghese, caro c'è. Il Che, in fondo, lo era. Ho un'amica farmacista, poi medico, figlia di farmacisti, che sta per diventare un medico senza frontiere (Daniele mi ha fatto venire in mente la cosa). Capisci? Non generalizziamo. Ciao con un sorriso, che credimi, è 'rosso' come il tuo. :) Edededed Capito, hai ragione. Ciao Daniele Che aggiungere... ? Ciao, compagno. ;)


@Pelizzari "C'e' Guevara 171 Spero non ti offenda neppure tu ma se continui a portare avanti l'equazione comunismo=operai=miseria=ecc. e se il tuo essere di sinistra porta a stilare una graduatoria tra chi lavora a dubai e chi all'ascom (certo che sono situazioni differenti ma...) comincio a capire perche' la destra risulti cosi attraente anche agli operai." Buon per te che inizi a capire. A me la logica del tuo periodo ipotetico che dovrebbe legare una premessa del tutto particolare (il mio essere di sinistra, la mia equazione, per come la intendi tu, per giunta) ad una conseguenza così generale quale la migrazione del voto degli operai a destra (urka! non mi credevo così potente da essere la causa di tale fenomeno), beh, mi risulta piuttosto risibile. Poi possiamo chiedere a qualche operaio se ci legge, cosa ne pensa (io posso solo fare uno sforzo di immaginazione e proiettarmi in quella condizione). Se il suo lavoro o uno a Dubai sono semplicemente "differenti" come scrivi tu. Se sbaglio io a scrivere che la sinistra dovrebbe privilegiarlo (e quindi: ben venga a sinistra chi lavora a Dubai, ben vengano i ricchi a sinistra, i Calearo, i Colaninno e soci, ma solo se si mettono con grande umiltà e sacrificio, cedendo il passo, al servizio di chi è meno privilegiato). Magari, chissà, il disoccupato, il cassintegrato, il precario preferiscono esser messi alla pari coll'avvocato, col farmacista, col medico, con chi lavora a Londra o a Parigi e dall'estero è così bravo da intuire la giusta rotta per un Paese nel quale non vive più. Magari quelle persone, secondo il paragone che ha fatto Federica alcune righe sopra, scelgono di lasciar fare a "lor dottori" e attendere elezione dopo elezione che "lor dottori" trovino la giusta cura. Non leggetele come parole troppo dure, ma io conosco purtroppo personalmente chi avrebbe interrotto la conversazione già alcune battute fa (dandomi tra parentesi ragione) perché


Non leggetele come parole troppo dure, ma io conosco purtroppo personalmente chi avrebbe interrotto la conversazione già alcune battute fa (dandomi tra parentesi ragione) perché le prospettive di vita e di lavoro sono faccende piuttosto serie per buttarle in chiacchere e giochetti retorici. Non vorrei ricordarvi cosa è accaduto a Torino a Rinaldini alcuni mesi or sono. Ad ogni modo, leggo che almeno Federica ha capito le mie ragioni.


@Federica Una sola precisazione dove scrivi: "della classe, alla fine, mi frega poco" Oh, anche a me fregherebbe poco, se non fosse che dati alla mano in questo Paese le classi esistono e funzionano come compartimenti stagni. E' l'autoreferenzialità di molte corporazioni che oggi dà ragione a Marx. In un Paese dove varrebbero veramente le stesse regole per tutti e potremmo star sicuri che chi finisce in basso nella gerarchia sociale ciuco se l'è meritato, anche a me delle classi fregherebbe poco. Purtroppo c'è anche da registrare, cara Federica, che oltre ai cumenda milanesi, ci sono, e disgraziatamente occupano la sinistra, coloro i quali non sanno più il senso della parola "compagno". E' fisiologico, accade a tutte le religioni, l'ebraismo ha partorito i farisei, il cristianesimo gli alti prelati del Vaticano, il marxismo, in quanto "chiesa laica", tanti fighetti che non sanno più applicare e contestualizzare correttamente la teoria. La tragedia è che questi figli di papino non hanno il mito di Berlusconi (il che porterebbe loro a cantar le canzoni di Apicella invece che a non svuotare di senso la sinistra italiana), no, essi si credono veramente "compagni". In fondo alzare il pugno chiuso, portare una maglietta del Che, e fumarsi una canna credendo di imitare Bob Marley è troooppo figo.


DOMANDA: Ho letto che, per il Lodo Alfano, la Consulta in aula ha sentito la relazione di Franco Gallo, le difese di Berlusconi (Niccolò Ghedini, Piero Longo, Gaetano Pecorella), l' avvocatura dello Stato (Glauco Nori), e il legale della procura di Milano che si è affidata al presidente dei costituzionalisti italiani Alessandro Pace. Perché mai hanno parlato anche i difensori di Berlusconi? Qualcuno può spiegarmelo, per favore? Grazie in anticipo.


# 260    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 10/10/2009 alle 16:45

@c'e' guevara 256 beato piuttosto tu che hai capito tutto della lotta di classe. Il problema dell'idea o del concetto di sinistra non e' il "dottore" o chi lavora a dubai o londra (il sottoscritto per esempio), casomai l'operaio che inneggia al Che quando non guadagna una lira ed a berlusconi quando riesce a comperarsi la macchina. Lo dico a denti stretti, credimi, ma trovo piu' ipocrisia in chi si dichiara comunista solo fino al giorno in cui deve provare di esserlo. ALmeno socialmente fa molta piu' fatica Carlo da Dubai, te l'assicuro. Per quanto riguarda ipotesi, premesse, intuizioni, pregiudizi o stereotipi temo che ti dovrai rassegnare, quando non ci si conosce e' inevitabile giudicare dalle parole lette e le tue portavano a quell'equazione o almeno ci hanno portato me (che sia piu' sordo io o piu' mutu tu e' tutto da vedere, immagino). Del resto e' trappola nella quale cadi anche tu dicendo cose tipo: chiediamo all'operaio ecc. Nessuno pretende di raccontare verita' assolute, non lo pretendo sicuramente io, non farlo neppure tu a meno che ti piaccia perderti in infiniti giochetti semantici. ciao


@Pelizzari che ha scritto: "Il problema dell'idea o del concetto di sinistra non e' il "dottore" o chi lavora a dubai o londra (il sottoscritto per esempio), casomai l'operaio che inneggia al Che quando non guadagna una lira ed a berlusconi quando riesce a comperarsi la macchina. Lo dico a denti stretti, credimi, ma trovo piu' ipocrisia in chi si dichiara comunista solo fino al giorno in cui deve provare di esserlo. ALmeno socialmente fa molta piu' fatica Carlo da Dubai, te l'assicuro." Qui il concetto non mi torna. Può darsi che esista "l'operaio che inneggia al Che quando non guadagna una lira ed a Berlusconi quando riesce a comperarsi la macchina" e che Carlo da Dubai faccia molta più fatica ad essere comunista, socialista, di sinistra. Embè? Insomma, le differenze sociali sono un'ingiustizia, sì o no? E' questo il punto. Dobbiamo qualcosa, noi membri della società, a chi svolge le occupazioni più umili, più ingrate e logoranti? Dobbiamo qualcosa agli ultimi, sia che un domani ci tocchi di farne parte oppure no? Dobbiamo qualcosa all'operaio che inneggia al Che quando non guadagna una lira, anche se domani inneggerà a Berlusconi? La mia risposta è Sì. Destra e sinistra sono comunque parti. E' una scelta di parte, se vuoi. Io (e l'ho scritto nella risposta ultima a Federica) sono ben disposto a buttare a mare tutto l'impianto comunista, ma solo se l'Italia diventa un Paese solidale e di pari opportunità. Oggi le statistiche ci dicono che non lo è, le famiglie povere rimangono povere e le famiglie ricche rimangono ricche, si eredita il mestiere del padre nella maggiorparte dei casi, troppi lavori si ottengono elemosinandoli dal politico di turno, e sono sempre alcune categorie quelle esposte alle morti bianche. Sono troppe coincidenze per essere chiamate "coincidenze". E' un Paese del genere che legittima l'impianto comunista proprio perché diviso in classi e fa nascere il legittimo sospetto che se alcuni ital


E' un Paese del genere che legittima l'impianto comunista proprio perché diviso in classi e fa nascere il legittimo sospetto che se alcuni italiani si possono permettere persino il superfluo questo è dovuto al fatto che a molti italiani viene sottratto pure il necessario. Che ci sia un meccanismo sporco, immorale, in tutto ciò, fatto, direbbe Grillo, di "schiavi (e schiavisti) moderni". Può darsi che io non mi sappia spiegare, infine. Ma per ultimo lasciami sottolinearti che ci sono famiglie di operai che nelle difficoltà sono tra loro solidali, anche questo è impegnativo, è socialista, è di sinistra. Prima e forse senza che arrivi qualcuno da Dubai ad aiutarli, mettono in comune quel poco che hanno.


Rigorosamente off topic, poi, tra parentesi, questa conversazione. Me ne scuso. Purtroppo la mia immagine di comunista "al caviale" è Massimo D'Alema e non lo sopporto (un pò come chi odia il liberalismo per aver vissuto sotto Berlusconi e non riesce più a distinguere tra l'uno e l'altro), così come non sopporto una sinistra frantumata e che naviga a vista, occupata da personaggi che si ritengono "illuminati" a guidarla, da nobildonne con l'hobby della dama di carità (e penso a Beatrice Borromeo, che dovrebbe avere l'umiltà di tacere fino alla laurea, se alla Bocconi non si insegna aria fritta) e dottori al capezzale di uno Stato malato degni della penna di un Collodi. Massima stima per Marco Rizzo, figlio di un operaio della Fiat Mirafiori, per il sicuramente eccellente Umberto Guidoni, l'esempio di Antonio Boccuzzi è fondamentale: l'operaio deve essere protagonista, i dottori devono mettersi a sua disposizione, peccato che debba accadere un rogo perché accada ciò. All'intervento di Carlo, con toni forse pesanti ma volti ad evidenziare un concetto, ho voluto veicolare un messaggio: la sinistra italiana deve anche, di questi tempi, rovesciare la piramide sociale praticata dalla destra, nel Paese e nella propria dinamica politica.


# 264    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 10/10/2009 alle 19:22

@c'e' guevara 261 guarda che stiamo dicendo piu' o meno la stessa cosa. Certo che dobbiamo qualcosa agli umili, ai sottopagati, ai bisognosi, alle minoranze ecc. proprio per questo non credo si possa fare una graduatoria di chi e' piu' di sinistra (Carlo da Dubai o l'operaio dell'Ascom). Quando dico che Carlo fa piu' fatica socialmente a dichiararsi comunista intendo che nel mondo che frequenta si trovera' di fronte ad un ostracismo becero e medievale, capita a Federica (chiediglielo), capita a me e a chiunque difenda la causa senza avere le pezze al culo (scusa e' espressione delle mie parti). Purtroppo invece mi capita sempre piu' di vedere ex operai che ora inneggiano alla lega o (vivo in UK ma sono del lago di Como) muratori che lavorano a Lugano ma che hanno fatto due lire (il cambio favorevole degli anni dal '60 al 2000) e che ora sono berlusconiani. A questa gente bisognerebbe ricordare che se un operaio puo' anche solo discutere di qualcosa o addirittura farlo con un pc o farsi magari le vacanze e' perche' qualcuno qualche anno fa ci ha rimesso la pelle per lui. Quel qualcuno non era certamente di destra, non era uno ma molti, e non era necessariamente operaio o contadino. Certo le masse hanno fatto le rivoluzioni ma mai da sole. Comunismo, socialismo e sentimento democratico sono determinati dal cuore non dal conto in banca. ciao


E' una conclusione sulla quale posso essere d'accordo. Speriamo bene, che il cuore conti, vinca e che sia determinante. Ciao. Ti lascio con un verso dei Nomadi. "Andare contro il vento non è difficile, lo sai, lo è senza un saluto, casomai." Uniti, non uno ma molti, ribalteremo il mondo.


# 266    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 10/10/2009 alle 21:25

@c'e' guevara 265 sui Nomadi non si accettano discussioni :-) ciao


C'è guevara. Sono contenta che tu abbia capito che ti ho capito. Le differenze non sono così grandi, anche se ci sono. Più marxista il tuo modo di vedere, non marxista il mio. Perdonami ;) Ma mai ti darei torto quando scrivi che vuoi che questo diventi un Paese dalle pari opportunità. Mai, non scherziamo. Ciò che volevo farti notare è che non sempre l'immobilità sociale è colpa della classi alte o del corporativismo medievale che ci attanaglia. Spesso, molto spesso, certo, ma non sempre. Purtroppo, un Paese si impigrisce anche perché abbandona le sue stesse lotte, e allora mentre il banchiere vota a sinistra (????) la signora che pulisce la casa altrui dice che berlusconi è bravo e lotta per loro (sentita raccontare, io le pulizie me le faccio da sola. ;)) Capisci cosa intenda? Vedi, caro c'è, io sono nata in una famiglia borghese, certo non di cumenda con lo yacht, e non hai idea di quante persone mi abbiano detto 'facile fare quella di sinistra per una come te'. Forse me lo diresti anche tu. Ma tutte le mie parole sul fatto che proprio perché io ho avuto dei privilegi, o, meglio, delle buone opportunità, credo che tutti debbano avere la opportunità che ho avuto io, sono sempre state inutili ed io mi incazzavo e ancora mi incazzo. È davvero così difficile da capire? O da credere? Certo, non ho abbracciato il marxismo perché alcune cose non mi convincono proprio, ma non perché sono una borghesona, ma perché ho preferito il socialismo pre-Marx, è solo una scelta di pensiero. Certo che tu puoi contestarmela e dirmi che tu scegli il marxismo, ma l'importante è che tu capisca che, come ti ha scritto anche Daniele, stiamo più o meno dicendo la stessa cosa. Sul più e sul meno possiamo continuare a discutere, assolutamente. Su queste differenze la sinistra italiana si è persa, e quando ha abbracciato la terza via di Clinton, ha perso proprio. La sinistra non accetta una guerra illecita e immorale, non rincorre le banche, e per Giove santo, non fa la sciac


non fa la sciacquetta sulle questioni sociali. Io non so quali opportunità abbia avuto tu e mi hai scritto chi sia la tua famiglia, non so se tu abbia fatto la terza media o l'università e non mi interessa in sé, vedo che sei brillante e questo aiuta la discussione anche nelle diversità. Oltre al fatto che non riesco a non apprezzare chi scrive così, non per l'italiano, non me ne frega niente. Non è lusinga, sto scrivendo ad istinto. >In fondo alzare il pugno chiuso, portare una maglietta del Che, e fumarsi una canna credendo di imitare Bob Marley è troooppo figo. Sono d'accordo. Non sono caduta in questa trappoletta neanche da giovane quando, da sola e leggendo e grazie alla filosofia e ad un insegnante che non ringrazierò mai abbastanza, ho iniziato ad uscire dal mio piccolo mondo e a sposare le Idee, volutamente scritto maiuscolo, in cui ora credo. Non lo facevo perché detesto etichette, mitizzazioni, inutili esposizioni da vetrina. Non credo nella lotta di classe perché le lotte dovrebbero essere altre e su certe cose la lotta è controproducente quanto ogni guerra, ma le basi sono quelle. L'importante è che tu capisca che la mia fede, chiamiamola pure così, non è, come una maglietta indossata, una bella esposizione di bei concetti retorici di libertà e uguaglianza, è un credo vero. Spero che tu lo creda. Mai nessuno mi convincerà a non credere che la risposta sia nella cultura in tutte le sue facce, perché tu non dai la libertà con l'imbuto né la dai togliendola all'altro, ma rendendo ogni persona consapevole di sé e dei suoi diritti e di cosa fare e come farlo per ottenerli. E marxista o no, io so il valore della parola compagno e lascia che ti saluti dicendoti ciao, compagno. Prendila come un Afroamericano 'giusto' che sempre accetterà un bianco che lo saluta 'ciao fratello', invece di incazzarsi. ;)


Dimenticato: continuo a pensare che la tua 'aggressione' a Carlo fosse ingiusta. La solidarietà inizia tra noi, e scusa se suono come un prete, ma è così. La solidarietà inizia chiedendo, inizia dalla conoscenza. Riciao.


>sto scrivendo ad istinto. Ops, d'istinto. Bom, finito, scusate.





Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti