Commenti

commenti su voglioscendere

post: Ancora due risposte al blog

Rispondo ancora una volta (sperando che sia l’ultima) sull’editoriale di Minzolini sulla manifestazione di Roma per la libertà di stampa e sull’articolo di Beatrice Borromeo sulla cocaina in Italia e in Europa. Su entrambi, non c’è nulla da rettificare. Basta leggere attentamente gli articoli. Minzolini disse testualmente e falsamente che la manifestazione era stata “ convocata per protestare contro la decisione del premier di querelare (non è vero: sono denunce civili, ndr) due giornali, Repubblica e Unità. Si contestano due sole querele (ridàgli, ndr) e non quelle che colpiscono altri giornali, magari di diverso orientamento. Negli ultimi dieci anni ci sono state in media (sic, ndr) 430 querele di politici contro giornali , il 68% presentate da esponenti di ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 173    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 11:55

5. C'è il rischio concreto che si trasformi in un'aministia La norma sulla prescrizione breve bloccata da Fini, potrebbe essere ripresentata sotto forma di emendamento al processo breve, come è accaduto altre volte, ed essere approvata dalla maggioranza. Taglierebbe di un quarto la prescrizione rispetto ai tempi attuali con la conseguente cancellazione di moltissimi processi, perché la "prescrizione breve" porterebbe alla decadenza del reato (quindi coprirebbe il Cavaliere anche su eventuali inchieste future).


La soluzione del problema Berlusconi e' semplicissima: ha corrotto Mills, quindi e' colpevole. Punto.


# 134 Arcibaldo Monocolao >Non ho capito una cosa... Travaglio ha fatto nomi? >No. Quindi? Se oggi entro in un ristorante pieno di clienti e urlo 'idioti', quelli non reagiscono perché non ho fatto nomi? >E che questo forum sia pieno di IMBECILLI è un fatto (quotidiano). Spero che tu ti renda conto che la frase potrebbe essere girata su chi crede che gli imbecilli siano altri. Della serie 'tutto è relativo'. # 148 Roland >Tutti qui a fare le pulci a MT, a BB e al FQ (altro che blog di adoratori-adulatori, al contrario) Ne riparliamo poi un'altra volta, Roland, vediamo se vincano le pulci.


# 176 commento di SKYLINE Il processo dovrebbe durare, in tutto, fino a un massimo di 5 anni, moltiplicati per il numero di richieste di rinvio delle udienze da parte degli avvocati difensori. Se il rinvio lo chiedono i PM il limite rimane a 5 anni. Quindi: 1 richiesta di rinvio - 5 anni 2 richieste di rinvio - 10 anni 3 richieste di rinvio - 15 anni ecc. ecc. Che ne dici? Questa è la proposta più garantista che ci sia, in sostanza il processo dura a lungo solo se lo chiede la difesa.


@Federica il paragone non regge per niente. Non puoi confrontare una pizzeria piena di brusii con un forum.


# 178    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:1

Lodo Alfano-bis, porcheria super Francesco Palladino, 16-11-2009 ".......Questa idea del Lodo Alfano-bis, di cui si sta discutendo proprio in queste ore, non ci piace per niente. Lo 'scudo' approntato per proteggere il premier dai processi e 'congelarli' fino alla scadenza del mandato, dovrebbe essere approvato non più con una legge ordinaria (varata dal Parlamento il 23 luglio 2008) ma con una modifica costituzionale, che, fra l'altro, richiede una procedura lunga e complessa. Com'è noto la Corte Costituzionale ha bocciato il Lodo Alfano il 7 ottobre scorso (sentenza pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 21 ottobre) proprio perché in contrasto con la Carta fondamentale. Ma l'avvocato e deputato Ghedini, per aggirare la Consulta, si è inventato un altro provvedimento, il disegno di legge sul "processo breve", che potrebbe provocare un disastro nel sistema giustizia italiano, pur di salvare il capo del governo dai procedimenti in corso. Anche nel centrodestra e nel Pdl, in molti si sono accorti che la via per approvare questo ddl è impervia e con ogni probabilità porterebbe ad una censura della Consulta......."
http://www.libertaegiustizia.it/primopiano/pp_leggi_articolo.php?id=3057&id_titoli_primo_piano=1


# 179    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:3

@Massimo 172 sui giudici pero' ci andava giu' piuttosto duro :-) @skyline 176 il meno possibile, ovviamente. Che fa una certa differenza con il cancellarli. Visto che si vuole riformare la giustizia che si cominci magari con lo snellire i codici (oltre 145000 leggi) e si mettano in condizione i tribunali di lavorare (piu' risorse). Personalmente eliminerei anche il terzo grado (cassazione) se i due primi hanno raggiunto il medesimo verdetto. Passare il ddl sul processo breve senza agire su codici obsoleti e esondanti di leggi e leggine che si smentiscono una con l'altra e tagliando i fondi sulla giustizia significa solo "arrendersi" alla capacita' di alcuni legulei tipo nosferatu per rallentare e quindi di fatto cancellare i processi.


# 180    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:9

183 ovviamente per le CONSIDERAZIONI PERSONALI che ho espsto poco sopra nei quattro punti, sono d'accordo con federica , nel momento in cui ,proprio per garantire LA CREDIBILITA' a tutto tondo di MT , ne riesce a individuare quei comportamenti che lo autotutelano da inutili delegittimazioni ulteriori sia di chi lo avversa ,sia di chi e con chi CON versa fra lui PENSIERO INFORMAZIONE nella base, e/o dalla base a lui ( es quegli "imbecilli" ,dati reiteratamente e con rafforzativo di fraseggio a disprezzo,indistintamente a tutti quelli che "?" non sono paragonabili a un indice di gradimento da scatenare stile grande fratello per l'eliminazione,perche cosi ormai deve anche MT essersi accorto che avviene in alucne parti della sua base come altre)


# 181    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:12

ec sono paragonabili a un "là" stile indice di gradimento /eliminazione grande fratello


@ DANIELEPELIZZARI Quando dici "abolirei il terzo grado" spero intenda solo se nei primi due casi l'imputato è dichiarato innocente...


Non ho né Capi né Papi


# 184    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:23

Minzolini: “Nel 2004 Tony Blair, dopo un lungo braccio di ferro che arrivò quasi in tribunale, costrinse alle dimissioni i vertici della Bbc che lo accusavano di aver falsificato i dossier sulla guerra in Irak” Travaglio, 11 novembre: (Menzognini) "disse che anche Tony Blair aveva querelato la Bbc: non era vero, Blair non ha mai querelato la Bbc." Travaglio, 15 novembre. "Notare il riferimento al tribunale: tutti, anche gli imbecilli, capiscono che Blair ha querelato la Bbc." Io, imbecille supremo, capisco invece che c'è stato un lungo braccio di ferro, non una querela. E che Minzolini nell'editoriale non ha parlato solamente di querele. P.s. (riporto questa opinione solo come spunto di riflessione) C'è anche chi sostiene che “incaricare un law lord di una commissione d’inchiesta (quello che ha fatto Blair) quasi equivale ad adire le vie legali; molti esponenti del labour fecero pressioni sulla Bbc per la storia del dossier sull’Iraq. Avendo detto “quasi”, Minzolini ha ragione”. P.p.s. Insulti: non mi pare uno scandalo, non è la prima volta che Travaglio si esprime così. Sarebbe fastidioso se censurasse le repliche, invece si espone ai commenti.


# 185    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:23

# 154 commento di impalpabile >>Permetti Renzo C???? Domanda retorica? ;) >>Chiedere charimenti è comprensibile, Non è forse quello che ho fatto, in modi gentili e MAI discriminanti? Non è solo comprensibile, è anche lecito: ricordi il proverbio? Però il finale mi sembra sia diverso :D >> ma fare le pulci ad un giornale praticamente pulito non ti sembra un lavoro che lascia il tempo che trova?! Questo lo condivido, e non è mia abitudine, ma a inconsistenti ragionamenti e dissertazioni particolareggiate ma fallaci, condite da offesa finale, allora sì che mi accanisco e lo ripago della stessa moneta. Perchè ha ragione chi come me ha notato i molteplici errori, non chi ha pateticamente tentato di difenderli e ci ha messo la ciliegina finale. Forse non hai seguito bene la querelle dal principio: se ne hai voglia (ma magari non ne vale neanche la pena) parti dai primi commenti e arriva ad oggi, ne avrai una visione più completa. Per quanto riguarda il "fare le pulci", ricordati anche una risposta di Travaglio qui nei commenti, dove s'attaccava ad un apostrofo di plisv per irriderlo, poi decidi tu se non è lui stesso che "insegna" il metodo per delegittimare chi lo contesta o peggio lo coglie in fallo. Caro Travaglio, anche i lettori non sono più quelli di un tempo: siamo gente attenta e talvolta abbiamo pure noi il nostro archivio, ocio. Saluti


# 186    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:24

bello roland,sei parole "miti e ferme" indipendenti come sarebbe piaciute da Bobbio a Dossetti! sei un vero antifascista da Guido Pasolini a Sandro Pertini ps come farai a correggerti nella r che ti è scivolata nel nome? (*_*)


>il paragone non regge per niente. Non puoi confrontare una pizzeria piena di brusii con un forum. Era importante l'ambiente o il concetto? La seconda che ho detto. Va bene, volete continuare per giorni a dare degli imbecilli a mezzo blog, ok, procedete. Credo nel potere del mouse. Meglio i tagliolini di Concita, comunque.




# 189    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:35

federikkkk..ieri con le lasagne di Luca , abbiamo mangiato di gusto, oggi con i taglioni di Concita stiamo apparecchiando alla grande; profumi e odori di genuino da tutte le parti, si vede che chi non vuole nutrirsi è un po' della logica perniciosa mafiosa, o stai con me o sei contro di me, quella del grande fratello che evidenziavo prima.boh! peccato perche c'era da mangaire per tutti, di questi tempi col miliardo di morti per fame, è tristissimo vedere lasciare nel piatto ogni cosa come gli schizzinosi.


# 190    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 12:51

@Elbonito 182 Sarebbe gia' qualcosa ma includevo anche i casi dove l'imputato fosse dichiarato entrambe le volte colpevole. ciao


@Federica la seconda che hai detto. E chi lo dice? Te l'ho chiesto qual e'?


# 192    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 13:4

@Elbonito 182 scusa ma rileggendo mi sono accorto che per la fretta non mi sono spiegato. Quello che volevo in effetti dire e' che se il nostro sistema giudiziario non e' in grado di sostenere la tempistica necessaria per i 3 gradi processuali attuali (cui non sono affatto contrario per principio, anzi) se ne dovrebbe forse studiare uno diverso dove la legittimita' dell'applicazione corretta della legge (cioe' il ruolo della Cassazione) sia compresa e compressa in due gradi processuali e qualora si arrivasse a quella conclusione e a medesimo verdetto non ci fosse bisogno di un terzo grado. Chiaro che alla luce del sistema attuale la funzione della Cassazione e' irrinunciabile.


DANIELEPELIZZARI in effetti con l'ultimo commento ti sei spiegato meglio, e sono d'accordo con te :)


Arcibaldo >la seconda che hai detto. E chi lo dice? Te l'ho chiesto qual e'? E io ti ho chiesto di dire che ci sono tanti imbecilli? E a te chi lo dice, che ci siano tanti imbecilli? Moderatori, vige una nuova regola: prima di esprimere opinioni, è necessario chiedere ad Arcibaldo e a molti altri, il Circolo dei Saggi, Quelli Che Sanno. Scrivetelo ben chiaro. ;) Ciao ciao


STIRA E TAGLIA Che la favola delle toghe rosse-faziose-schierate-politicizzate-a-partire-dal-1994 sia inventata e messa in circolazione dal grande Telepuparo-Ventriloquo-ubiquo è dimostrato anche dal fatto che contro di lui non c'è mai un processo accelerato, tale da togliergli la solita prescrizione. Tra un po' godrà pure della procrustazione: grazie al ddl-letto-di-Procruste, che, combinato con i tatticismi di stiramento di Niccolò Mavalà, è una solenne beffa.


... e se i magistrati dovessero cominciare a rendere il doppio - spinti motu proprio o dai tornelli brunetteschi - scometto che la durata dei processi sarà abbreviata un'altra volta: da 6 a 3 anni (se è vero che attualemente i magistrati lavorano 4 ore al giorno).


# 197    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 13:50

@Elbonito 193 ogni volta che scrivo di fretta poi mi pento (ma non imparo mai). Ti ringrazio per la "bacchettata" peraltro gentilissima e immagino volutamente sottointesa che mi ha dato modo di spiegarmi meglio. ciao


# 198    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 13:51

x federica quanto sono immense le tre donne oggi su reppubblica e la stampa? (di cui ricordo ,lo dico per chi nn ricordasse lì x lì ,la prof immensa Urbinati, anche del manifesto video film IL CORPO DELLE DONNE) Il paradiso dell'illecito Nadia Urbinati, la Repubblica "Dimostri con i fatti che sta con me" Berlusconi preme sul processo breve Liana Milella, la Repubblica Fini e il male minore Barbara Spinelli, La Stampa


# 199    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 13:52

ec repubblica Il paradiso dell'illecito Nadia Urbinati, la Repubblica "Dimostri con i fatti che sta con me" Berlusconi preme sul processo breve Liana Milella, la Repubblica Fini e il male minore Barbara Spinelli, La Stampa


Li leggerò, Paso, grazie, scappo, ciao :))


# 201    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 13:55

x elbonito e daniele pelizzari , ciao :-) e ciao di piu .-) vi lascio un articolo se volete. offre spunti interessanti. è di Ubaldo Nannucci ex capo della Procura di Firenze http://www.libertaegiustizia.it/primopiano/pp_leggi_articolo.php?id=3056&id_titoli_primo_piano=2


LA VERITÀ (INEDITA) SUL DUCE Interessante anticipazione, sul Corriere (una pagina intera), del diario finora inedito di Claretta Petacci. Ne esce un Mussolini visceralmente razzista di suo, specie con "negri" ed ebrei (cioè non controvoglia e non indotto da Hitler, come si continuava a credere a ripetere). E non si tratta di un falso come i "Diari del Duce", acquistati - ricordate? - a caro prezzo in Svizzera da Dell'Utri (ma "che c'azzecca?")




pasolinante pienamente d'accordo con l'articolo che mi hai gentilmente linkato


@Renzo C. Non mi considero assorbito automaticamente alla categoria per pochi semplici motivi: 1. Marco Travaglio credo abbia cose ben più importanti (per fortuna) da fare e studiare quotidianamente che ogni singolo post di ogni singolo utente del suo blog; 2.notoriamente (si prenda il caso Mr.hihihih SKYLINE) la rete é popolata da troll o da emuli di troll (gente che usa il proprio vero nome senza inventare un personaggio per trollare), ovvero gente che agisce da imbecille ma in realtà non lo é: ha semplicemente scelto di "fare l'imbecille" (il vecchio detto "ci fai o ci sei?"); 3.l'esercizio di prendere ogni articolo giornalistico e vivisezionarlo avrebbe senso se fosse fatto per tutti i giornalisti, allora si troverebbero parecchie sorprese anche di penne ben più famose di Marco Travaglio o del fu Indro Montanelli, figurarsi della Borromeo, che per quanto si possa o meno stimare non é certo un premio Pulitzer e quindi ricondurre tutto alla giusta proporzione, critiche incluse, mi sembrerebbe doveroso: é come andare a criticare minuziosamente la prestazione atletica di un semi-professionista o di un emergente, esercizio futile e fine a se stesso. Per quanto concerne il fatto dei 12 milioni passati a 13, ripeto che c'é molta confusione in quell'articolo, dal titolo allo svolgimento,: pensaci bene, l'esperto interpellato dice che la stima dei consumatori di cocaina in Italia va almeno raddoppiata ovvero aumentata di un milione... Ecco forse quella é la spiegazione.


@Renzo C: (mi scuso per la lunghezza della mia risposta) Il problema é un altro a mio avviso, in quanto già "il fatto" che l'articolo della Borromeo, per quanto possa contenere degli errori probabilmente di sintesi, abbia portato delle persone ad andare a vedere un rapporto della Commissione Europea sul consumo di droghe nell'Unione Europea é di per se positivo, quello che non capisco é come mai l'Italia, a differenza di Inghilterra e Spagna ed altri paese membri, non abbia un monitoraggio storico dagli anni '90 e non ci siano i dati degli ultimi due anni. A me a guardare quelle tabelle é sembrato che sullo studio ufficiale di questa fenomenologia in Italia siamo ai livelli di un paese dell'Est europeo, con tutto il rispetto visto che da parte loro gioca una mancanza di risorse economiche ben più elevata che nella 6a nazione industriale del pianeta. Di qui mi sento di prendere per buono quanto affermato dall'esperto interpellato dalla Borromeo nel suo articolo, e di prendere per buono il senso dell'articolo, in assenza di una statistica migliore e di uno studio ufficiale serio del fenomeno da parte dei nostri governi. La borromeo probabilmente potrà solo migliorare come giornalista, e sicuramente al suo posto ci sono migliaia di persone che avrebbero fatto un lavoro migliore, ma questo non vale per tutti ed in tutti i settori?


# 207    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 14:30

x elbonito ti ringrazio :-)




# 86 Se in un negozio per una volta mi trattano in modo sgarbato ma mi offrono il miglior prodotto sulla piazza, ci tornerò sperando che si sia trattato solo di una brutta giornata, capita a tutti. Se il tono offensivo continuerà, manderò qualcun altro a fare acquisti. Non mi privo del prodotto migliore solo perché il negoziante ha un carattere scorbutico. Lo lascerò solo se il prodotto divenya scadente, ma viste le alternative sulla piazza, con merce avariata venduta per buona ovunque, mi tengo stretto il mio fornitore. Io giudico prima dalla sostanza, la forma viene dopo. Certo Biagi non sarebbe caduto in questo modo, e considero Saviano e Tinti un gradino sopra MT ultimamente. Ma MT rimane uno dei migliori, dovrebbe solo imparare un poca di umiltà. Non molta, solo un poca: serve anche un personaggio incazzoso come lui, contro i servi del regime mediatico. Altrimenti chi li argina? Battista e Pansa? Michele Gardini


Un assaggio (19 febbraio 1938): «Ah, questi italiani, io li conosco bene, li vedo nelle viscere. E so che sto sullo stomaco a molti. L’entusiasmo è un’apparenza. La verità è che sono stanchi di me, che li faccio marciare» carta canta ma era ancora presto (ancora 7 anni!) per chi suona la campana (non è detto che siano sempre 7 anni)




# 211 non so voi, ma per me il link funziona se vado prima su Google Chrome, o su Home page del Corriere


Lo sai che c'è?? Quello che Travaglio ha fatto è stato proteggere una giornalista giovane che è facile oggetto di perplessità circa la sua competenza giornalistica e questo atteggiamento è dato solo dal cognome che porta. Quello che tu hai sottolineato è legittimo ma la reazione (sopra le righe) che hai ricevuto per risposta credo sia data per il fatto che Beatrice Borromeo è un obbiettivo sensibile, è una giovane che sta imparando il mestiere e questo può portarla a commettere errori (non entro nel merito perché non conosco l'argomento). Ti faccio un esempio: a me è capitato di dissentire da un articolo firmato Furio Colombo, l'ho fatto presente ma non ho avuto questo trattamento semplicemente per il fatto che chi parla è Alessandro di 23anni. Saluti


# 214    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 15:5

roland ..è terribile anche questa cosa che segnali; se avessi la capacità di vedere correlati uno a uno tutti particolari, ormai infiniti,dai piu macroscopici del ddl processo breve a quelli apparentemente inferiori come questo da te segnalato , del disegno complessivo ed eversivo, in corso da anni,credo impazzirei per questo fatto : è PALESE ma incredibilemente cosi sotto gli occhi di tutti che quasi nessuno se ne accorge, tutto consumato di giorno in giorno su quel particolare macroscopico che ogni giorno rappresenta quel contingente istante tale da far scomparire il PALESE di prima.


Travaglio e' un ottimo giornalista nel suo campo, ma di statistica ne capisce molto poco (come penso lui stesso ammetterebbe dopo essersi calmato...). Non ha senso prendere un solo paese (l'Italia) e dire "i dati qui sono stati sottostimati" senza prendere in considerazione che i dati possano essere stati sottostimati anche in altri paesi, magari di piu', e senza prendere informazioni non sociologiche, ma statistiche da piu' fonti. Pensate che l'Italia sia l'unica in cui la gente mente relativamente al consumo di cocaina? La deformazione di quella statistica in maniera poco professionale e' un fatto. Alcune parole come "imbecilli" poi me l'aspetterei da un troll di 15 anni, non da uno dei giornalisti che stimo di piu' in italia. Mi permetto di offrire un cosiglio di vita "in rete": Se parli come un "troll" ti metti al suo stesso livello. Capisco il nervosismo. Capisco le pressioni. Ma, come lo stesso Travaglio ammmetterebbe a mente fredda, imbecille e' un aggettivo che calza a penello anche a chi parla con tale certezza di cose di cui non capisce. E questa e' una malattia comune del giornalismo italiano. Io la noto ogni giorno per esempio nel settore informatico (estremamente carente perfino sui giornali online). Puoi essere il miglior giornalista del mondo, ma se parli di cose di cui non capisci farai solo una brutta figura. Con immutata stima, ma un po' di delusione




Ho riflettuto una attimo, e ora sono d'accordo con il processo breve, a patto però che si faccia il seguente emendamento: "Al più tardi entro il giorno prima della scadenza del termine del processo di ogni grado, il giudice ha l'obbligo e l'autorià di emettere una sentenza di condanna o di assoluzione, a prescindere dal punto d'arrivo del dibattimento." (da perfezionare) Vi pare assurdo? - Sarà, ma è molto meno assurdo del ddl SENZA il mio emandamento.


Ma insomma si sa che Travaglio per questa stravede e non gliela si può toccare. Perde i lumi e dà pure degli imbecilli ai suoi fedelissimi! Non gliela tocchiamo più poverino.


# 219    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 16:20

# 205 commento di unoqualunque Sarò decisamente più breve. Innanzitutto, mi dispiace dirtelo, ma giocoforza rientri nella categoria, in quanto l'offesa è generica a TUTTI coloro i quali hanno espresso perplessità o sollevato dubbi. Non c'è scampo. >>Per quanto concerne il fatto dei 12 milioni passati a 13, ripeto che c'é molta confusione in quell'articolo, dal titolo allo svolgimento,: pensaci bene, l'esperto interpellato dice che la stima dei consumatori di cocaina in Italia va almeno raddoppiata ovvero aumentata di un milione... Ecco forse quella é la spiegazione. Purtroppo anche qui dissento e per diverse ragioni. 1. la sola spiegazione plausibile è l'errore di stampa, il refuso, la mancata correzione della bozza... chiamaiamola come vogliamo. 2. non è plausibile la tua ipotesi, perchè parte dall' assunto che i milioni totali siano 12, e da dove lo vai a pescare il dato 12 milioni, visto che compare solo nell' articolo? E' invece scritto in tabella che sono 13. I conti non tornano perchè è matematica. 3. poi c'è un macroscopico errore indagine statistica, che Travaglio confonde con la "caparbietà", quando invece si tratta di castroneria: perchè interpellare un esperto per la rettifica del SOLO dato italiano e non fare la stessa cosa per TUTTI gli altri paesi dell' UE? solo gli italiani oltre i 35 anni mentono? negli altri paesi sono tutti sinceri? Concordi che con un' operazione del genere FALSA tutti i risultati fornendo una valutazione sballata? Saluti


@federica ciaociao un bel niente. Hai tirato fuori un paragone a dir poco FORZOSO per un semplice motivo: in un ristorante la comunicazione è a "condivisione di codice". Significa, in parole povere, che ognuno, ai vari tavoli, discute, parla, eccetera. A un ascoltatore esterno quelli che parlano vengono uditi per lo più come suoni indistinti. Se ti "sintonizzi" su quello che viene detto (più facile a un tavolo vicino) allora "condividi il codice". Potresti anche capire qualcosa di ciò che viene detto. Il paragone che hai fatto potrebbe avere un senso tra stessi commensali di uno stesso tavolo, e poi forse. Riprova e controlla.


@Renzo C: vorrei che da qui in poi nel nostro colloquio sia pacifico che abbiamo opinioni diverse sul discorso "imbecilli", almeno cerchiamo di focalizzare l'attenzione sul problema principale che é, indubbio dal momento che entrambi (forse gli unici qui dentro...) abbiamo consultato il rapporto della comunità europea e letto l'articolo incriminato. Non ho al momento la possibilità di ri-consultare il materiale e quindi risponderti in tempo reale, mi ripropongo di tornare in seguito sulla questione 12-13 milioni di consumatori di coca europei. Per quanto concerne il fatto dell'aggiustamento della sola statistica italiana é facilmente spiegabile e te lo ripropongo di nuovo: la relazione é datata 2009, i dati statistici del nostro paese sono fermi al 2007, in questi due anni si sono analizzate le acque dei fiumi e delle fognature delle più grandi città (non solo da noi in Italia) ed evidentemente l'esperto interpellato ha ritenuto opportuno dire che la STIMA nel rapporto 2009 (non é più statistica dal momento che si confrontano dati su periodi diversi, ti ripeto l'Italia é ferma al 2007) é difettosa PER il nostro Paese poiché in questi due anni evidentemente il dato statistico del 2007 rappresenta la metà di ciò che indica non una statistica ma una rilevazione scientifica, che probabilmente ha maggior valenza, se non erro.


# 209 Solitamente non eccedo nè in diffidenza nè in prudenza ma, senza voler discutere il tuo sistema di approvigionamento davanti ad un prodotto da te già promosso a migliore su piazza, sinceramente trovo prematura ogni previsione. Non tralascerei comunque mai, nemmeno ad assestamento registrato, il rispetto per il lettore. Ti dice niente questa data 22 marzo 1994-12 aprile 1995?


@Renzo C: proseguo e concludo presumendo che evidentemente il dato statistico del 2009 degli altri Paesi Europei non debba essere aggiustato in quanto é confermato dal dato scientifico della rilevazione delle acque contaminate. Due cose sono certe: 1.Se il famoso esperto che la Borromeo ha interpellato potesse intervenire per confermare (dal momento che é una fonte giornalistica...) quanto riportato dalla Borromeo, molti dubbi si solleverebbero con buona pace di chi così estremamente zelante. 2.L'articolo della Borromeo non piace anche a me, ma questo rientra nella sfera dei miei gusti personali, altro é giocare a fare il "verginello" dicendo di essere stato completamente fuorviato dall'articolo in questione: quella si chiama ipocrisia.


Non bisognerebbe dare adito a polemiche di gentaglia palesemente in malafede.


Dal rapporto: Cannabis prevalenza nel corso della vita: almeno 74 milioni (il 22 % degli adulti europei) Consumo nell’ultimo anno: circa 22,5 milioni di adulti europei ovvero un terzo dei consumatori nel corso della vita Consumo nell’ultimo mese: circa 12 milioni di europei variazione del consumo dell’ultimo anno da paese a paese: gamma globale dallo 0,4 al 14,6 % Cocaina prevalenza nel corso della vita: circa 13 milioni (il 3,9 % degli adulti europei) Consumo dell’ultimo anno: 4 milioni di adulti europei ovvero un terzo dei consumatori nel corso della vita Consumo dell’ultimo mese: circa 1,5 milioni variazione del consumo dell’ultimo anno da paese a paese: gamma globale dallo 0,0 al 3,1 % Dall'articolo: Sono 12 milioni le persone che nell’Unione europea consumano o hanno consumato la cocaina. HAI RAGIONE TU, la Borromeo ha confuso i dati della cannabis con quelli della cocaina. (a sua parziale discolpa posso dire che sono ravvicinati nella tabella del documento) TI CHIEDO SCUSA PER AVER OBIETTATO SU QUESTO.




@ 226 L'ho letto, riletto, e comparato i dati, non scrivo a vanvera. Ed ho ancora la copia del 6 nov.


Propongo uno sciopero degli imbecilli. Niente più commenti a partire da ora.


grazie. contro il pensiero "Libero", la nostra forza è il libero pensiero. ma libero per davvero.


@227: Buon per te. Se poi forte di questo hai deciso di calcare la mano con degli attacchi alla Borromeo che trascendevano dal contesto dell'articolo sei uno dei tanti che ha provocato un polverone inutile, cui la verità soccombe.


# 222 La mia memoria non è così ferrea, ma per fortuna esiste la rete, appunto. Mi auguro seriamente che Il Fatto quotidiano non faccia quella fine, anche se il pericolo per un giornale di questo tipo esiste sempre, tanto più se ha fatto la scelta coraggiosissima di evitare i contributi delo Stato, che gli darebbero quelle garanzie che non ha. Al momento in Italia serve un giornale di questo tipo, purtroppo. Spero e mi auguro che se ne possa fare a meno presto, ma non ci credo molto. Vedremo. # 226 Se vai al commento 51 del signor Fabio Chiusi, e da quello al suo blog, vedrai che non siete certo solo voi due ad avere attinto alle fonti necessarie per una analisi ben condotta. Chi segue MT è spesso (non sempre purtroppo)una persona portata ed educata al pensiero critico, ed anche grazie a MT lo ha sviluppato anche verso se stesso, e verso le proprie fonti più affidabili. Se ne avverte un difetto, non potrà che segnalarlo, anche e soprattutto per la stima che he nel personaggio, e per la speranza che si sia trattato di un eccesso passeggero, e se lo considera grave è proprio in virtù della stima che ha in MT. Non farlo sarebbe a mio vedere molto peggio: significherebbe emulare l'atteggiamento di accettazione acritica dei molti amanti del pensiero unico così tipica tra gli addestrati (termine con cui io definisco la categoria dei seguaci di truffolo), che ritiene la critica un difetto da cui fuggire come la peste. Il vero amico non è quello che non ti dice che stai sbagliando quando si accorge che lo stai facendo. Il vero amico te lo dice anche quando sa che questo potrà farti male. Ma se davvero ci tiene a te, è disposto a rischiare anche una rottura, se davvero è un tuo amico. Altrimenti è pura convenzione. Michele Gardini




# 233    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 21:15

# 221 commento di unoqualunque >>vorrei che da qui in poi nel nostro colloquio sia pacifico che abbiamo opinioni diverse sul discorso "imbecilli" Potrai anche averne un' opinione diversa, ma la sostanza della replica di Travaglio non lascia molto spazio alle opinioni che non si adeguano al dicktat. Ad ogni modo, per proseguire un dialogo costruttivo finalizzato ad una corretta valutazione, riporto quanto scritto in calce alla tabella del rapporto relativo al consumo di cocaina; il rapporto completo è visibile al link in basso, la tabella è a pag. 71 "Le stime della prevalenza europea si basano su medie ponderate ricavate dalle ultime indagini nazionali eseguite dal 2001 al 2008 (principalmente 2004-2008), pertanto non possono essere collegate a un unico anno. La prevalenza media in Europa è stata calcolata con una media ponderata basata sulla popolazione del relativo gruppo di età per ciascun paese. Nei paesi per i quali non sono disponibili informazioni è stata attribuita la prevalenza UE media. Popolazioni utilizzate quale base: fascia 15-64 anni (334 milioni), 15-34 anni (133 milioni) e 15-24 anni (63 milioni). I dati qui sintetizzati sono disponibili alla voce «Indagini realizzate nella popolazione in generale» nel bollettino statistico 2009" Questo dovrebbe dirti che non è SOLO l'Italia a fornire dati non aggiornatissimi, ma anche altri paesi non li hanno forniti, infatti il periodo nel quale si concentra la maggior parte dei dati sui quali è ricavata la statistica è 2004-2008, quindi l' Italia, fornendo dati del 2007, risulta assai ben aggiornata rispetto agli altri paesi, i cui dati, in alcuni casi, risalgono addirittura al 2001. La statistica è pertanto non una fotografia esatta dei consumi, e non potrà mai esserlo, anche se a redarla sono luminari, cattedratici o espertissimi. L' imprecisione è un postulato nelle indagini statistiche, e volerle aggiustare o affinare non è esercizio semplice se non impo
http://snipurl.com/t7unp [www_emcdda_europa_eu]


# 234    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 21:16

L' imprecisione è un postulato nelle indagini statistiche, e volerle aggiustare o affinare non è esercizio semplice se non impossibile. Se poi tale operazione viene fatta per UN SOLO paese della UE e per gli altri no, scrivere sulla base di ciò il titolone "PRIMI IN EUROPA" è una castroneria bella e buona! >>1.Se il famoso esperto che la Borromeo ha interpellato potesse intervenire per confermare Magari >>2.L'articolo della Borromeo non piace anche a me, ma questo rientra nella sfera dei miei gusti personali, altro é giocare a fare il "verginello" dicendo di essere stato completamente fuorviato dall'articolo in questione: quella si chiama ipocrisia. Voglio sperare che tu non intenda riferirti al sottoscritto, perchè se così fosse sei in errore: ho già risposto in merito, basta tornare al thread precedente e leggere. Se invece è questo l'intento, vedi di correggere il tiro a breve. Saluti


# 235    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 21:25

p.s. @ unoqualunque Lo scritto qui sopra è precedente ai tuoi post successivi: lo avevo mezzo scritto poi ho avuto altri impegni e il refresh della pagina l'avrebbe cancellato. Sì lo so potevo salvarlo fare refresh e poi riscriverlo ecc.... ma non ne avevo voglia e tempo. Ho apprezzato solo ora quindi che anche tu hai visto il numero errato, ma per quanto riguarda la percezione, così come ho scritto, quella resta e ne o scritto ieri in merito: se lo trovo ti do il numero del post più tardi. Saluti


# 236    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 21:32

# 231 commento di MicheleGardini >>Il vero amico non è quello che non ti dice che stai sbagliando quando si accorge che lo stai facendo. Il vero amico te lo dice anche quando sa che questo potrà farti male. Ma se davvero ci tiene a te, è disposto a rischiare anche una rottura, se davvero è un tuo amico. Altrimenti è pura convenzione. Questo tuo scritto è bellissimo, complimenti!, e fotografa esattamente lo spirito che mi ha condotto ad approfondire il tema. Purtroppo non è stato capito, ed anzi ha prodotto l' effetto opposto. Pazienza... Saluti


# 237    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 16/11/2009 alle 21:35

# 235 E.C. ARGHHH quella resta e ne o scritto ieri in merito :( quella resta e ne Ho scritto ieri in merito la fretta


Marco a volte eccede. E' vero che molti commenti fanno scappare la pazienza, ma lui non ci dovrebbe cascare. E dare dell'imbecille è un po' troppo. Meglio lasciar perdere. Poi francamente questa difesa a spada tratta della Borromeo è davvero eccessiva. Se è brava avremo modo di scoprirlo, ma questo voler per forza difenderla da un po' fastidio ed ottiene l'effetto opposto. Il Fatto è un buon giornale, sta migliorando e può essere migliorato ancora di più. Cerchiamo di concentrarci su questo.


Dott. Travaglio, tanto onore di essere definito imbecille se questo deriva dall'aver espresso una legittima e sacrosanta critica. Ma la Borromeo è una giornalista o è una specie di mascotte della redazione da coccolare? Perchè se la si deve considerare giornalista a tutti gli effetti solo quando fa comodo a voi, mentre diventa una povera fanciulla indifesa da proteggere ogni volta che qualcuno, a ragione o meno, la critica o la attacca non va bene proprio. Se invece giornalista a tutti gli effetti non lo è mai ditecelo, così prendiamo i suoi pezzi come pura evasione.


E certo che ottiene l'effetto opposto. Così ce la fa odiare invece che apprezzare!


ma dove stanno le critiche che lo hanno fatto arrabbiare al punto da cadere così in basso? io mica le trovo...


forse beatruccia lo ha chiamato in lacrime per chiedere la solita arringa difensiva.


Già che siamo su Chiarelettere pregherei Fazio di omaggiare le vergini cucce de le grazie alunne, ossia mt e b.b., di istruttiva copia de "La Cura", ultimo libro di Michele Ainis che io, comune cittadino senza gangli di alcun tipo ho comprato, letto e meditato. Smettano divi e divette di sfidare ed insultare chi davvero se la suda, e comincino a vergognarsi.


@Michela Gardini: ti quoto in pieno, il tuo ragionamento é ampiamente condivisibile. Solo che mi sembra ci siano stati molti più commenti gratuitamente offensivi alla Borromeo, che post intelligenti come quello di Chiusi. Ecco perché io, che pure ho verificato ci sono degli errori nell'articolo della Borromeo, non mi sento colpito dagli improperi lanciati da Travaglio: sappiamo bene che erano rivolti a chi ha maliziosamente usato quel pretesto per attaccare una persona, su questo non ci piove e basta rileggersi i commenti e farne la conta.


@Renzo C: figurati, ho capito benissimo. Però la "pantomima" che avevi fatto della serie "io ora sono stato male informato" mi é rimasta comunque indigesta, ripeto parere personale; io affronto le cose in maniera meno "teatrale" e più pragmatica, tutto lì. Rifarsi "l'imene della propria coscienza" é un esercizio, specie nei tempi politici italiani odierni, che lascia il tempo che trova. Personalmente le spiegazioni che ha dato Travaglio le trovo soddisfacenti, certo ci sarebbero una serie di errata corriege da fare al più presto (per il titolo e lo scambio dei dati nelle tabelle), quantomeno perché quell'articolo é incasinato ed il tema grida vendetta. Ora, sapendo che tu sei una persona intelligente, perché non elevare il discorso? Entrambi abbiamo visto che mancano i dati statistici del 2008 e del 2009 per il nostro paese, la cosa non é un tantino più inquietante che gli errori della giovane Borromeo (e se non si sbaglia da giovani...) in un articolo su un neonato quotidiano che é ancora un cantiere aperto? A te ed a tutti gli "imbecilli" (non perché lo siate veramente ma perché vi state firmando così per protesta) chiedo: un puntiglio vale a sacrificare una coscienza collettiva? Fate vobis.


# 246    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/11/2009 alle 0:43

# 245 commento di unoqualunque >>Però la "pantomima" che avevi fatto della serie "io ora sono stato male informato" mi é rimasta comunque indigesta, ripeto parere personale Fai attenzione ai giudizi affrettati, specie se non hai prove di alcun genere per dimostrarlo, ma solo sensazioni personali: non hanno mai condannato nessuno per sensazioni o antipatia, attieniti a testo e prove che è meglio. Viceversa si scade nel pregiudizio e allora cambio nickname: Schirru ti piace? Ti riporto quanto più o meno ho scritto: ho letto il titolone, mi son detto fra me e me "bene, altra bella figura" e poi sono passato oltre, perchè dell' argomento non me ne importa niente. Poi ho letto le segnalazioni e ho approfondito, e più approfondivo più trovavo errori e inesattezze. Poi è arrivato il Sommo Imbecille (e se lo merita tutto) che ci ha raccontato una storiella di caparbietà che invece è prova di ulteriore castroneria statistica (spero tu non abbia nulla da eccepire in proposito). TUTTO ciò l' ho scritto in modi civili e senza MAI discriminare e/o alludere a nulla: ho anche scritto che per me non fa alcuna differenza svariate volte, magari l'articolo fosse di Walter Stupazzoni, sarebbe stato meglio senza dubbio, avrebbe tolto quella fastidiosa supposizione di attacco alla persona che in me non esiste proprio. >>Entrambi abbiamo visto che mancano i dati statistici del 2008 e del 2009 per il nostro paese Ehmmm 2009? refuso? ;) Se prendi poi il dato medio di rilevazione temporale degli stati UE, l'Italia ne esce bene e molto: manca solo il 2008. Quindi i nostri dati sono fra i più aggiornati, non il contrario. Stesso discorso per la mendacia: solo noi ne siamo affetti? Infatti Travaglio confonde la caparbietà con l' incompetenza, la Borromeo invece somma mele con banane e conclude "siamo primi". Se citasse i nomi di TUTTI gli stati UE per i quali ha consultato esperti delle tendenze nazionali avrebbe fatto un lavoro


# 247    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/11/2009 alle 0:44

un lavoro di approfondimento un po' più credibile, sentirne solo uno falsa i risultati e basta. Per il resto che scrivi sarei anche d'accordo, se non fosse che la difesa oltre ogni logica matematica con ciliegina offensiva finale generalizzata non ce la faccio proprio a digerirla, soprattutto da uno che fa della precisione un vanto. Saluti


Trovami la frase in cui MT scrive "Renzo C è un imbecille".




# 250    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/11/2009 alle 1:58

# 249 commento di Corrado Mi dispiace, ha perfettamente ragione Travaglio: se il video è tuo, ti ha risposto cortesemente 3/4 volte che non ne sa nulla di finanza, infatti è un eccellente cronista giudiziaro (a mio modesto parere) e non solo. Sul resto del video è meglio che non mi esprima come vorrei, perchè sono molestie ad una persona che ha già risposto. Non ho mai apprezzato i tuttologi, anzi, ne diffido, e Travaglio in questo caso ha dato anche dimostrazione di SOMMA pazienza, io non ne avrei avuta tanta. Sono certo che se lo incontrassi di persona non avrei alcun problema e nemmeno lui, basterebbe una stretta di mano e 2 parole per chiarirci serenamente. Forse accadrà o forse no, e francamente non importa. Saluti


Non è mio ci mancherebbe. Buona fortuna


@Corrado: ma smettiamola, il sistema "Iene" ha rotto i coglioni ed é un sottoprodotto di Mediaset. Vorrei andare io a rompergli i coglioni a questi mentre lavorano, poi vediamo le loro reazioni quanto sono civili... @Renzo C: ripeto che non ho mai messo in dubbio l'onestà intellettuale dei tuoi interventi, semplicemente l'ulteriore drammatizzazione l'ho trovata fuori luogo. Ti ripeto la mia ipotesi, chiaramente posso sbagliarmi: é probabile che le statistiche degli altri Paesi (con dati ben più aggiornati dei nostri) coincidano con dati scientifici dell'ultim'ora (le analisi delle acque dei fiumi) mentre le nostre statistiche (con dati fermi al 2007) siano meno aderenti alla realtà, di qui é giustificabile l'intervento di un esperto a correggerle. Ti ricordo che PIZZA CONNECTION era eroina che partiva dall'Italia negli '80 per gli USA, usando le pizzerie degli italo-americani come appoggio (la roba veniva spedita nelle confezioni di pelati); non é che nelle statistiche queste cose le trovi... Se poi vogliamo fare i santi, "siamo solo al terzo posto per consumo di coca, ce lo dicono i nostri ragazzi intervistati da Mannheimer", accomodiamoci, ma quelle scene di Giovedì scorso ad Annozero di Napoli, Scampia che é la piazza di spaccio più grande d'Europa (con fatturati giornalieri per milioni di €) non sono tabelle o grafici, ma cruda realtà.


#220 Arcibaldo >ciaociao un bel niente. Ma era un ciao ciao gentile, me ne stavo andando. >Hai tirato fuori un paragone a dir poco FORZOSO per un semplice motivo: in un ristorante la comunicazione è a "condivisione di codice". Significa, in parole povere, che ognuno, ai vari tavoli, discute, parla, eccetera. A un ascoltatore esterno quelli che parlano vengono uditi per lo più come suoni indistinti. Se ti "sintonizzi" su quello che viene detto (più facile a un tavolo vicino) allora "condividi il codice". Potresti anche capire qualcosa di ciò che viene detto. Mamma mia, sono impressionata. Una lettura scientifica del ristorante, ci mancava un accenno alle leggi dell'acustica e saremmo stati a posto. ;) Era il caso? L'esempio era questo e secondo me era azzeccato: se io entro in un ristorante, o in un qualsiasi luogo pieno di gente, e urlo 'imbecilli!' senza fare nomi, nessuno si offende perché non era specificato a chi dessi dell'imbecille? Scommetto che uno che si alza per tirarmi un tomino in faccia lo trovo. E io non andrei poi a pensare che quello abbia la coda di paglia, mi darei della pirla da sola perché me la sono cercata. Ti ricordo che tu avevi scritto che l'"imbecilli" di Travaglio non era specifico, quindi non capivi tutta questa gente che reagiva. Che differenza reale fa che non fosse specifico? Anzi, peggio ancora. Inoltre, il principio resta uguale, che ha sbagliato, generico o specifico l'insulto era sbagliato, poi per me l'argomento può morire qui perché non credo proprio che sia il caso di andare avanti giorni, da qui a chissà quando, a commentare questo. Parlo per me, sia chiaro. >Riprova e controlla. Più che altro spero che tu abbia capito cosa intendessi, il ristorante lasciamolo perdere, a meno che non me ne consigli uno valido. Ciao.


# 254    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/11/2009 alle 10:0

# 252 commento di unoqualunque >>ripeto che non ho mai messo in dubbio l'onestà intellettuale dei tuoi interventi Ti ringrazio e aggiungo che nemmeno io l'ho fatto nei tuoi confronti: al massimo abbiamo due differenti punti di vista, ma questo è normale e anche il "sale" delle discussioni. >>semplicemente l'ulteriore drammatizzazione l'ho trovata fuori luogo. Peccato che così non fosse: liberissimo di credere o meno a quanto ho scritto, ma io l'ho "vissuta" esattamente come ho scritto. >>é probabile che le statistiche degli altri Paesi (con dati ben più aggiornati dei nostri) coincidano con dati scientifici dell'ultim'ora (le analisi delle acque dei fiumi) mentre le nostre statistiche (con dati fermi al 2007) siano meno aderenti alla realtà, di qui é giustificabile l'intervento di un esperto a correggerle. Se rileggi quanto ho riportato nel commento precedente, le cose non stanno proprio così: semmai i nostri dati sono nel gruppo di eccellenza, visto che la MEDIA è del 2004-2008, e per alcuni paesi si risale addirittura a rilevazioni del 2001. Questi sì che sono obsoleti. I dati 2009 converrai che sono impossibili da avere? Anche l'asserzione implicita che solo gli italiani mentano è una castroneria, e inserirla come dato nella statistica un errore da principiante: in tutti gli altri paesi son sinceri? Beato chi ci crede :D Infatti nella UE chiudono tutti i tribunali per mancanza di lavoro, perchè gli imputati a domanda rispondono subito e sinceramente, solo da noi no. Il resto del tuo commento non è attinente alla statistica: le immagini possono anche suggestionare, i numeri sono altra cosa. Quanto poi a pizza connection, non vedo proprio cosa c'entri il traffico internazionale di stupefacenti coi dati sui quantitativi e sulle abitudini di consumo internazionali e nazionali, e quindi con la statistica. Se me lo spieghi tu, magari ci arrivo. Concludendo, l'articolo è pieno di errori per i moti


# 255    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/11/2009 alle 10:0

Concludendo, l'articolo è pieno di errori per i motivi di cui sopra, il titolone è falso e fuorviante, la difesa d'ufficio peggiora le cose e conclude offendendo genericamente chi chiede spiegazioni: in 3 parole, figura di m.... Per me caso chiuso. Saluti


E forse una rettifica in quella meravigliosa e unica rubrichetta ci stava proprio. Anche per me caso chiuso, ma mi associo. Pezzo scritto con grande superficialità e che rivela grande inesperienza. Difesa d'ufficio penosa, anche perchè sottolinea l'ineguatezza della fanciulla, e gratuitamente offensiva. Figura di m..? Figura da imbecille, direi.


Dott. Travaglio, come le hanno già fatto notare queste sue uscite irritate in difesa della Borromeo ogni volta che viene criticata non giovano assolutamente nè alla reputazione della Borromeo nè alla sua. Inoltre non aiuta certo la giovane a diventare una buona giornalista: visto che a quanto pare qualche imprecisione nell'articolo in qeustione c'era, avrebbe fatto meglio a prendere da parte chi l'ha scritto e farle notare i suoi errori invece di mettersi a lanciare improperi sul blog.


Travaglio ma se criticano la Borromeo che risponda la Borromeo e basta, lei che c'entra? Si rende conto della figuraccia che fa tutte le volte che salta su come un indemoniato a difenderla?




Scuola di umiltà e buon gusto e soprattutto di Rispetto per gli altri offre lezioni ...gratis...a giornalisti presuntuosi,arroganti,superbi,boriosi, altezzosi tendenti allo snobbismo!!!!!Vi aspettiamo numerosi...anche perchè ne siete davvero tanti...


# 261    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 17/11/2009 alle 14:4

# 259 commento di p.q Ma va? Vorresti mica insinuare che nella sua replica piccata Travaglio ci ha raccontato un' altra balla? E adesso? Si metterà da solo nella UNICA rubrica nel panorama editoriale italiano? Servirà una spintarella? Ci faccia sapere, Dott. Travaglio Saluti


# 244 unoqualunque "sappiamo bene che erano rivolti a chi ha maliziosamente usato quel pretesto per attaccare una persona, su questo non ci piove e basta rileggersi i commenti e farne la conta." Un corno! Non vuoi capire: non c'è nulla di gratuito o di offensivo nell'esprimere una propria convinzione, e non uso maliziosi pretesti per dire ciò che ho subito pensato e via via detto della ninfa (niente in ciò pesa che sia nobile o plebea) che -dal frizzante esordio nel "giornalismo televisivo" prima, e stampato poi- ad oggi, non ha fatto nulla perchè modificassi l'immediata impressione ricavatane. E, messa serenamente da parte l'anagrafe perchè si chiamasse pure nessuno o mai per me non cambierebbe nulla, se non che certamente non ne staremmo nemmeno a discutere per assoluta inesistenza nel panorama editoriale. Conosco personalmente un esercito di giovani, e chissà quanti ve ne sono sparsi per il Paese, probabilmente meglio dotati e più meritevoli che non hanno e mai avranno neppure la più pallida prospettiva di essere da chicchesia segnalati o valutati. A questi, chi glielo da il beneficio della prova per salire i gradini della meritocrazia, travaglio? Nemmeno la vedono la scala, porte sbarrate!


E mettiamo serenamente da parte l'anagrafe perchè si chiamasse pure nessuno o mai per me non cambierebbe nulla, se non che certamente non ne staremmo nemmeno a discutere per assoluta inesistenza nel panorama editoriale.


@imbecille #262: Anche io conosco tante persone migliori di te, non per questo mi permetto di insultarti o di denigrarti. Tra l'altro, e qui si vede la tua malizia, ti riferisci a me come se avessi mai elogiato il lavoro della Borromeo o ne decanti delle virtù professionali, (ovviamente non lavorandoci assieme e non conoscendola di persona mi guardo bene dal farlo), presumi che io stia qui a difenderla per partito preso. Viceversa io con molta più modestia mi sono letto articolo e rapporto più di una volta, ho letto le spiegazioni di Travaglio, ho constato che ci sono degli errori, li ho segnalati all'autrice senza dover necessariamente trascendere nel darle dell'incapace, anche perché quello, semmai, glielo può dire solo il suo datore di lavoro. Per non parlare di chi condisce il tutto (forse sarai uno di quelli, anzi indubbiamente lo sei visto che ti agiti tanto per il mio commento precedente) con altri commenti sui natali della persona, origini e compagnia varia, una specie di purga stalinista "denoantri". In perfetto stile Brachino & Co. o se preferisci alla Feltri & Signorini.


Meno male che non ho fatto l'abbonamento, non mi piace per principio, come per il teatro il bello sta nello scegliere di volta in volta.


Ho il vantaggio di detestare gli abbonamenti e, come per il teatro, amo la libertà di scegliere di volta in volta ciò che mi piace. Ognuno per i fatti propri, senza rancore.


che palle marco, possibile che ogni volta che la borromeo scrive qualcosa tu poi la debba difendere (perchè qualcuno l'ha vista in barca, perchè qualcuno fa polemica, perchè qualcuno dice che non è brava)... lascia che si difenda da sola, se è tanto brava sopravviverà anche senza avvocato!


Travaglio, l'imbecille sei tu, ti sei demolito da solo. hai scritto che "Blumir le ha spiegato che quei dati, ALMENO per l’Italia, sono sottostimati" e che in Italia "solo i giovani rispondono sinceramente, mentre i consumatori più adulti e anziani tendono a negare" e ancora che"le forze dell’ordine riescano a sequestrare soltanto il 5% della droga circolante". Anche a voler tenere buone le premesse della borromeo, la giornalista fa comunque un errore madornale correggendo la classifica dell’Oedt: come facciamo a sapere che SOLAMENTE in Italia i giovani rispondono sinceramente, mentre i consumatori più adulti e anziani tendono a negare? come facciamo a sapere che SOLO in Italia le forze dell’ordine riescono a sequestrare una piccola percentuale della droga realmente circolante?? Concedendo che i dati dell’Oedt siano sbagliati, la classifica andrebbe rivista tout court,usando i criteri di Bulmir per TUTTI i paesi contenuti in essa, non tenendo conto di questi solamente per l’Italia per poi correggere la classifica reintroducendoci "l’Italia dai i dati corretti" tra "gli altri paesi dai dati scorretti". Caparbia com'e', la Borromeo poteva ripassare come funzionano i criteri comparativi per stilare una classifica. E tutto questo considerando che comunque la Borromeo ha scritto nel suo articolo "L’Italia, SECONDO i dati dell’Osservatorio europeo sulle droghe (Oedt), pubblicati ieri, è il paese in Europa che consuma più cocaina."e"Nella classifica dell’Osservatorio europeo delle droghe, l’Italia è SEGUITA a distanza ravvicinata da Danimarca, Spagna, Irlanda e Regno Unito”,frasi che sono PALESEMENTE SBAGLIATE e false(altro che la verita')! Sono una lettrice del fatto, ma la malafede e l'arroganza di Travaglio in questo episodio sono disgustose. Travaglio, per favore, rivedi questo post, e' veramente vergognoso.


Che poi, che razza di rapporto c'e' tra travaglio e borromeo? sono colleghi o e' suo padre? Dalle risposte che marco da' ogni volta che la deve difendere sembra piu' la seconda. sara' che travaglio sente la coda di paglia ad avere assunto come praticante in redazione una ragazza il cui merito e talento e' ampiamente in discussione..come mai lei e non i milioni di ragazzi che fanno scuole di giornalismo? la borromeo era davvero la piu' brava? dai suoi continui errori grossolani sembra di no..e in ogni caso... travaglio, una praticante non scrive in prima pagina da subito!!! riprenditi!


Scusate, ma qualcuno mi può spiegare a quali "imbecilli" si riferisce l'articolo? Suppongo che le critiche provengano da chi legge..forse l'imbecille si mimetizza fra i lettori? E come si riconosce, dal suo disaccordo? Alla faccia della democrazia!


Ciao Marco! Fatti due risate e dammi un tuo giudizio se vuoi! LA POMPA DEL POTERE A me non piace la politica, forse la colpa è dei modelli offerti oggi dal mercato, ma, se solo mi stuzzicasse un pochino, desidererei con tutto il cuore essere tra le prime fila di una qualche coalizione! Non perchè abbia nuove particolari idee, non ho neppure una morale a tre piedi e forse nemmeno a quattro. Ad essere sinceri mi rimane un'ondeggiante seggiola morale a cinque piedi, troppi piedi ed il doppio delle scarpe, ma i soldi, i soldi sarebbero davvero tanti a fare il politico, tanti da fare schifo. Mi pagherebbero mille miliardi e avrei tutto già pagato dagli altri. In cosa li spenderei tutti questi soldi? Bella domanda. Cibo? Pagato. Vestiti? Pagati. Macchine? Pagatissime. Viaggi? Pagati, l'ambasciatrice delle Cayman è una gnocca con la gonnellina di paglia e a volte anche senza. Di certo offrirei alla mia famiglia la migliore aspettativa di vita possibile, la migliore istruzione per mio figlio e le migliori piscine idromassaggio per la mia dolce e cornuta moglie. E poi? Beh, poi c'è la cocaina. La cocaina: ottima, costa tanto e non posso metterla in conto allo stato! Fa male sì, forse è anche illegale, ma l'importante è non abbruttirsi e non pipare da soli. Colleghi, segretari, sottosegretari e sottosegretarie! Portaborse porta-coca, porta a porta porta tutti, pret a porter per la parte del partito e la sera porta la tua parte che anch'io porto la mia. E' un programma preciso: il privè è riservato, il reserva è preservato, ma il prosecco preferito, primo piatto prostitute, la privacy è sempre assicurata ed intanto il decreto è passato in fase attuativa. Ho fatto il mio dovere! Non mi resta che pregare e pagare il priore perchè mi faccia un pompino politico pro forma. Scusate il gioco di parole. Forse state ridendo, ma è una triste verità, se non mi dessi a questi passatemi, non saprei davvero cosa farmene di tutti questi soldi. Fo


Forse, se mi avessero pagato meno, se non mi avessero posto quest'irresistibile invito a partecipare all'orgia del potere, avrei già scelto un'altro lavoro, in fondo sono i soldi che mi interessano, di certo non la Cosa Comune, al massimo la Cosa Nostra. Ho sempre pensato di essere molto portato a cucinare, per esempio, potrei aprire una tavola calda aperta solo a mezzogiorno per chi è in pausa pranzo e la sera lavorare a maglia davanti al caminetto, accarezzando ogni tanto un peloso cagnolino. “Come lo vuoi tesoro?” “Al sangue” Alfredo



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti