Commenti

commenti su voglioscendere

post: La mafia non esiste, Berlusconi e Dell'Utri invece sì

Testo: Buongiorno a tutti. Sembra di essere ritornati a dieci o quindici anni fa, quando partirono le prime indagini sui rapporti mafia /politica a proposito degli ambienti berlusconiani. La caratteristica che accomuna quei tempi ai tempi di oggi, ai giorni di oggi, è che nessuno risponde mai sul merito delle questioni e si alzano sempre dei grandi polveroni, delle grandi parole d’ordine. Chi sono i "pentiti" Vi faccio qualche esempio: in questi giorni si sta cercando di rispondere alle nuove rivelazioni che, tra un attimo, vi riassumerò, con argomenti del tipo “ ma questi pentiti sono gente che ha sciolto i bambini nell’acido, sono gente con venti ergastoli, sono gente che ha ammazzato per tutta la vita, sono dei ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


per ededededededededed Grazie per la risposta, non ci ho capito nulla ma grazie lo stesso.


@Gina: eh si ci siamo accavallati HIIIIIIHIIII ;) (nitrito alla Skyline ;) ). Io uso il servizio bit.ly per accorciare i link, certe volte sono troppo lunghi per essere postati per esteso.


# 210 unoqualunque Solo una osservazione ancora: la pena di morte va abolita ovunque: questa strada è imboccata dalla stessa ONU, grazie all'Itlaia (da parte mia, da membro di Amnesty, mi sono assunto un mio target di militanza - target limitato poiché non tutti possono fare tutto): gli USA; prevedo questo sarà uno dei prossimi Stati ad abolire la pena capitale. Una resistenza (quasi) invalicabile la troveremo invece proprio nei Peasi musulmani, specie se teocratici (pensa che persino Hanin Ramadan - cittadino svizzero! - ha difesa la sharia integrale con tutto quel che comporta!). Comunque i Paesi vicini all'Europa sono i primi ghiacciai a sciogliersi: segno che la convivenza serve - servirebbe anche all'interno di un singolo Paese, se non ci fosse la viscerale discriminazione nazionalista come quella della Lega.


# 249    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 14:50

x impalpabile (*_*)


A proposito di omofobia, il termine viene usato in modo improprio, il suffisso "fobia" sta per "paura di" , esempi comuni: agorafobia, claustrofobia etc... A quanto ci consta, chi detesta o odia gli omo, non ne ha paura, vorrebbe solo menargli o altro. C'è qualche esperto in suffissi che possa indicarne uno per "odio"?


http://tv.repubblica.it/copertina/fini-fuorionda-su-berlusconi/39736?video


# 252    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 14:56

ANDATE SU REPUBBLICA HAHAHAHA LO SGAMO DELLA STORIA!!!


# 253    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 14:59

#217 unoqualunque Buongiorno premetto che non ho lauree nè specializzazioni in merito, ho solamente condotto alcuni studi. Non mi trovo d'accordo con te sul fatto che l' origine della cultura europea sia il paganesimo. Se infatti si va ad analizzare la fonte della cultura europea (la grecia ovviamente, ma anche quella romana) che è allo stesso tempo considerata la cultura pagana per eccellenza, si può notare come ci sia, questo è vero, la presenza di una molteplicità, di una diversità. E' anche vero però che sopra a queste molteplici divinità vi è un qualcosa di assolutamente non identificabile, il fato, il destino, qualcosa di sconosciuto che comunque è uno ed assoluto (viene spiegato molto bene questo concetto tramite l' episodio de "l' oracolo di Delfi"). Quindi in questi termini trovo che il paganesimo presenti una molteplicità apparente, ma che in fondo sia una sorta di monoteismo(poi sul fatto che il paganesimo sia più tollerante ho qualche dubbio, perchè i romani ne condannarono molti di cristiani appena convertiti). Per quanto riguarda le filosofie orientali (che considero personalmente molto più interessanti della filosofia cristiana) c'è da dire che in certi tipi di buddhismo (qui si ricollega anche parzialmente alla poesia postata da pasolinante) si ha la tendenza ad individuare un principio unificatore (l'ohm, sempre che si scriva così) che garantisce ordine ed armonia nel mondo. Dunque questo principio, nota, armonia, dio, comunque si voglia chiamare, anche in questo caso è uno ma non esterno al mondo ed alle cose (come nel cristianesimo) bensì dentro alle cose, come un filo invisibile che armonizza le parti, che fa sì che il mondo ci appaia come tale. Dunque posizione molto simile a quella medioevale occidentale di Spinoza.. Poi ultimissima cosa: non ho capito com' è possibile essere atei ed agnostici allo stesso tempo...


@Roland: potremmo stare qui a discutere per ore sulla pena di morte. Gli USA che bacchettano il resto del mondo (ma non più la Cina perché li tiene per le palle, in senso economico) sui diritti universali dell'uomo continuano ad applicarla sia in modo lecito che illecito (vedrai il tizio che ha ucciso recentemente i poliziotti non verrà arrestato ma ucciso dai colleghi dei defunti grazie ad una regola non scritta ma largamente accettata in tutti gli ambienti). L'equazione mussulmano=sharia non funziona. Prendi i paesi del maghreb ad esempio. Ti ripeto, se vai ad intervistare un qualunque italiano cattolico praticante e gli chiedi se sarebbe giusto amputare le mani ai ROM che scippano nelle metropolitane, avrai lezioni di sharia. Vai fuori da una chiesa di Domenica PRIMA della messa. Prima che per 5 minuti post-confessioni siano edulcorati dall'incenso e l'acqua santa. Poi dimmi se oltre ai minareti, non dovremmo proibire anche i campanili e costruire qualche scuola in più.


Fini ha fatto il passo finale! Mò so' c...i!


# 256    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:8

x anna elena forse mis?o miso?o misa? il misogino individualista contro il valore "PERSONA"


@Kid_a: ALT. I romani perseguitavano i Cristiani in quanto la loro religione metteva in discussione l'autorità Romana, parlava di RE scelto da Dio. Il Buddhismo é una filosofia che non rinnega il paganesimo che ne é la religione genitrice. Attenzione che il fato, (Odissea di Omero), non era un concetto così semplice come lo intendiamo oggi (provvidenza divina) dopo secoli di semplificazioni cattolico-cristiane. Il fato di Ulisse é governato da molteplici fattori, ma soprattutto da egli stesso. Il conflitto interiore, il dubbio, é ciò che regna nel mio animo.


# 258    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:12

x 257 uno qualunque cieco vero OMERO!!!!!.. :-))))))))))))))))))))))))))))))))))) (*_*) °!° ^ ^ (^_^)


x Luca 252 Letto. Chissà il Littorio cosa scriverà domani su quanto detto da Fini...La medianovela dei due litiganti(?) continua...


# 260    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:16

(notare bagnasco...mi sa che sono tutti senza piu sapere che "pesci" pigliare..rischiano di diventare tutti una barzelletta da paura) L'uso del cattolicesimo in versione leghista imbarazza il Vaticano di Massimo Franco "Più che zelo cristiano, nell’offensiva della Lega per il croci­fisso nella bandiera tricolore c’è il riflesso della «sindrome svizzera»; e la voglia di catturare voti spaventati più che cat­tolici. Il no elvetico di due giorni fa ai minareti rafforza la voglia del partito di Umberto Bossi di utilizzarlo contro la penetrazione islamica ed in competizione elettorale con gli alleati. Nell’ottica leghista, il cattolicesimo diventa una reli­gione etnica e popolare opposta a «ciò che vogliono le éli­tes », è la tesi del ministro dell’Interno, Roberto Maroni. È la continuazione di una strategia lucida quanto controversa. Conferma la «svolta vaticana» del Carroccio dopo una lun­ga fase nella quale la Santa Sede era assimilata al centralismo romano. E rilancia il tentativo di legittimarsi come «partito cristiano». La Lega copre lo spa­zio lasciato da Gianfranco Fini, approdato su posizioni sempre più distanti dal Vaticano. E tie­ne d’occhio l’elettorato atterrito dalle ondate migratorie. È un’operazione spregiudica­ta, che imbarazza e insieme stiz­zisce il Pdl. All’opposizione l’Udc di Casini, ma non solo, so­stiene quello che gli alleati di Bossi non possono dire: e cioè che il leghismo fomenta la pau­ra dell’islamismo e frena un’in­tegrazione già difficile. Il paradosso è che le stesse gerarchie cattoliche si dissociano dagli applausi dei lumbard al referen­dum svizzero. E l’idea del viceministro Castelli di inserire la croce nel tricolore viene accolta con un imbarazzo evidente. La Santa Sede teme le guerre di religione: non tanto nel­l’Europa delle comunità musulmane più numerose e meno integrate. A preoccupare sono i possibili contraccolpi nei Pa­esi dell’Oriente islamico e induista, dove si bruciano le chie­se e si perseg


# 261    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:16

dove si bruciano le chie­se e si perseguitano le minoranze cristiane. Ad un leghismo che vuole importare dalla Svizzera un’altra dose di fobìe e chiusure, la chiesa cattolica contrappone una scelta opposta: sebbene controcorrente e forse più impopolare. D’altronde, a muoverla sono preoccupazioni georeligiose. Il presidente della Cei, Angelo Bagnasco, ritiene scorretto «l'uso strumentale della religione». E l’Osservatore Romano paragona i minareti ai crocifissi. Ridurre la fede a qualcosa di privato, scrive il quotidiano, porta a complicazioni «per i cristiani che vivono in Paesi dove la libertà religiosa è già limitata». Il giudizio stavolta collima con quello di Fini. Per il presidente della Camera, la Svizzera fa «un formidabile rega­lo all’islamismo più eccessivo». Ma la Lega va avanti: capta e dà voce alla paura che è una delle chiavi dei suoi successi. "


@Kid_a: in merito alla libertà di culto delle popolazioni assoggettate ai Romani, ti ricordo che nella città di Ostia (attuali scavi di Ostia Antica), Porto della città di Roma, importantissima visto che era la porta della capitale imperiale, esisteva una sinagoga i cui resti sono tutt'oggi visibili (interessante il motivo a greca che appare nei suoi mosaici interni che ricorda una svastica, semplicemente incredibile).


E Fini attraversò il Rubicone. Il dado adesso è tratto Mister B ormai è sfatto: se Graviano dice il fatto ci sarà lo Scacco matto.


Ciao enrico i.m.p., ben ritrovato! Speriamo tutti che tu abbia ragione, ma Graviano parlerà davvero? O qualcuno penserà prima di fargli fare la fine di Sindona?


# 265    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:22

#257 Il dubbio caratterizza l' agnosticismo allora non l' ateismo (ne parlo in prima persona, anch'io sono agnostica) Non dico che venga rinnegata l' origine pagana, ma dico che è evidente un richiamo all' Uno, all' Assoluto. E' impossibile non arrivarci in quanto tutti tendono per natura a porsi quella famosa domanda: "dio esiste?" Credo che alla fine tutte le culture rimandino ad un ente unico, inq uanto è una cosa più forte di noi. Non perchè ne abbiamo la certezza ma perchè, come diceva Pascal ripreso da Kant, ci conviene. L' umanità intera tende per natura a vedere un fine nelle cose, nel mondo, nella vita così come tende per il proprio bene a vedere l' immortalità e l' eternità. Questo non significa che queste cose esistano certamente (cristianesimo, di un' arroganza indecifrabile) o che non esistano per niente (ateismo, altrettanto arrogante) ma significa che sono poste naturalmente da noi stessi per "vivere sereni", per dare un senso ultimo alla nostra vita. Il continuo e perpetuo "camminare" citato da Paso :) Quindi non so, forse sbaglio ma tendo ad interpretare anche il paganesimo come una sorta di monoteismo (secondo me il fato, più che essere determinato da diversi fattori, era inteso come un qualcosa di misterioso che regolava gli avvenimenti. Gli stessi romani (Virgilio) nella mitologia antica parlano di un Enea che si inchina al volere del fato, di un destino che non può che essere seguito dall' uomo, certo molto diverso dalla provvidenza, ma anche simile nel significato di fondo).


# 266    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:26

http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/politica/giustizia-19/fuorionda-fini/fuorionda-fini.html "Durante un convegno a Pescara, il presidente della Camera non sa che i microfoni sono aperti e parla a ruota libera con un magistrato suo amico. E spiega le sue opinioni sul premier Fini, fuorionda su Berlusconi: "Ha il consenso per governare, ma non l'immunità assoluta" "Lui confonde la leadership con la monarchia assoluta... il consenso popolare che lo legittima a governare, con una sorta di immunità nei confronti di qualsiasi altra autorità..."
http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/politica/giustizia-19/fuorionda-fini/fuorionda-fini.html


Ciao Ago, il "se" che inizia la terza strofa è (purtroppo) grande come una casa o meglio è grande come la storia d'Italia che purtroppo è stata contrassegnata da tantissimi SE che mai sono diventati realtà. IO STO CON INGROIA IL PM CHE DA GIOIA SE SAPRA' ESSER ARGUTO IL NANETTO E' FOTTUTO.


# 268    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:29

x kid a :-) parmenide "Tutte le cose sono uno e quest'uno è l'essere":
http://www.parmenide.info/


# 269    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:35

@Anna Elena 250 il termine e' esatto. Si tratta proprio di paura. Paura del diverso, paura che ti importunino (percentuale vicina allo 0 ma i gay vengono criminosamente confusi con i pedofili) e, soprattutto, paura di esserlo e quindi tentativo disperato di mostrare la propria "virilita" in modo cretino, cioe' svilendo o insultando. Tutte queste paure sfociano (come tutte le altre) in violenza gratuita e becera. Chi insulta, sbeffeggia o picchia i gay e' o deficente o gay "in denial", in entrambi i casi andrebbe aiutato anche se non lo meriterebbe.


# 270    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:36

paso hehe si la somiglianza è grande. Parmenide però lo diceva con la certezza assoluta, invece Kant, in cui mi identifico perfettamente, pone questo assioma come limite della conoscenza. Qualcosa di INCONOSCIBILE verso cui tendiamo, senza mai arrivarci.


# 271    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:41

Paso Sì c'è somiglianza con Pramenide. Però va detto che Parmenide è certo della sua posizione. Kant per esempio, in cui mi identifico perfettamente, mantiene il dubbio metafisico nel senso che l'essere parmenideo anche se pensabile, rimane comunque sconosciuto all' uomo. Tuttavia l' uomo ha bisogno di tendere a questo essere benchè esso sia irraggiungibile e non conoscibile.


# 272    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:42

perfetto, scusate non mi visualizzava il primo messaggio...connessione malefica....


A' Gianfrà daje ar puzzone! St'atomica famola esplode... occhio alle radiazioni e alle scorie...:)


@Kid_a: fai molta attenzione che parte della filosofia antica (e quindi nata in società pagane) ci é stata tramandata e filtrata dal cristianesimo, lo stesso dicasi per altre opere letterarie. Quanto al fato, nelle religioni pagane era anche superstizione (un fallo di pietra presupponeva guidare il fato in materia di fecondità) e parte di queste superstizioni sono state poi assorbite dalle civiltà cristiane per causa di forza maggiore.




e se berlusconi facesse il pentito?.... ^_^


# 277    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:53

274 sei come un mito antico!!!! :-)))))


# 278    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:56

@Kid_a dici cose molto interessanti ma forse discutibili nel senso che il tuo discorso e quello di Unoqualunque sono ugualmente difendendibili o attaccabili (per inciso, il fatto e' secondo me positivo e ne dimostra la validita'), dipende da che "filosofia" si sceglie di seguire. A mio parere e' comunque errato affermare che questa o quella cultura siano fondate su tradizioni cristiane in quanto il cristianesimo, lasciando perdere i facili populismi legoitalioti, e' religione troppo giovane (non ridere, che sono 2000 anni?), ha agito come spugna assorbendo divinita' esterne e "battezzandole" (santi, festivita', trinita'), nasce da un'altra religione molto piu' antica (allora perche' non dire che le nostre tradizioni nascono dall'ebraismo) ed al contrario di ebraismo e islam ha avuto un rivale importante e molto piu' incisivo nella "formazione" della cultura europea moderna, l'illuminismo. Ebraismo e Islam invece si possono senza dubbio considerare parte integrante della cultura di Israele e paesi arabi in quanto pur giovani (islam) o fondate su religioni preesistenti (entrambe) sono rimaste pressoche' integre e non hanno avuto rivali nello sviluppo culturale di quei paesi. Sul paganesimo hai molte ragioni (anche se non mi soffermerei sul nome, gli e' stato imposto), la ricerca dell'uno o dell'inizio e' comune praticamente a tutte le religioni. ciao


# 279    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 15:59

x anna elena, roland , uno qualunque e chi vuole ..alla domanda di anna ho scritto miso nel 256..forse ci vorrebbe "eco" in voi ,provo a spiegarmi: "greco: mìsos = odio ,suffisso/elemento compositivo che indica avversione, odio " ok ci avevo quasi azzeccato di intuito misantropo->>>>chi odia il genere umano; misogino --->>>si dice di uomo che sente avversione per le donne mischia misconoscere misfatto ---------- fin sopra ok , ma mi ci vorrebbe però roland o uno qualunque oppure altri x capire come una parola con suffisso miso o mizo , del tipo miseria ma anche misericordia ( a proprosito di discorsi che facevamo) faccia eccezione al suffisso greco "odio" ------- ripeliogando invece per "fo'bia", più che odio la desinenza e starebbe a significare avversione,antipatia,paura ossessiva a determinati soggeti,oggetti o situazioni..ma credo che nel corso del tempo sia mizo che fobia si equivalgano a paura+odio se riguardano soggetti(di colore,sesso,religione eccetera),solo paura o panico se riguardano situazioni o oggetti o animali come l'agorafobia


# 280    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 16:5

unoqualunque Beh dubito che anche L'Eneide sia stata filtrata volutamente dagli amanuensi e dai cristiani posteriori. Comunque tutto è possibile ed in questo senso potremmo entrambi avere ragione. Del resto gente che ha dedicato tutta la vita alla causa ha condotto studi che ancora oggi non hanno dato risposta certa (sulla veridicità delle fonti intendo). Concordo sulla questione della superstizione (ritengo il cristianesimo, in particolare il cattolicesimo, estremamente basato sulla superstizione) però credo sia evidente da parte delle popolazioni pagane (o almeno da ciò che ci risulta leggendo le fonti) un abbandono totale ad un qualcosa di inspiegabile che decide per l' uomo le sorti della propria vita. Comunque sulle religioni e sulle filosofie orientali si potrebbe innescare un dibattito talmente ampio da non riuscire nemmeno a parlare di tutti i temi in questione. Anche perchè (almeno personalmente) mi interessano moltissimo dibattiti di questo genere, quindi grazie del dialogo :) E' sempre bello, quanto raro, trovare una persona che discuta senza che sia vittima di pregiudizi o di convinzioni arroganti. Ora debbo scappare. Buon pomeriggio a tutti. P.S: ho appena visto il video de "la Repubblica", divertente non c'è che dire. Hehe non stava mai zitto, non ha ascoltato nemmeno un secondo quelli che sono intervenuti. Comunque, chissà perchè non si esprime in aula usando la medesima efficacia, o davanti all' oggetto del contendere (B)..Mah....


San Roberto, prega per noi San Roberto, prega per noi San Roberto, prega per noi (I santi crociati Castelli, Calderoli e Maroni) -------------------------------------------------------- # 279 commento di pasolinante "miso" - suffisso o prefisso?


# 282    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 16:13

DANIELEPELLIZZARI Grazie dei complimenti Sì non intendo dire che le culture che ho citato si fondino su basi cristiane. Affatto. Come dici tu, sarebbe assurdo anche dal punto di vista cronologico dei fatti. Dico soltanto che, visto che ogni filosofia, religione, o come essa si voglia chiamare, è un pensiero espresso dall' uomo che può partire o dal soggetto o dall' oggetto (dipende se prima o dopo la rivoluzione copernicana). Comunque il pensiero rimane frutto dell' uomo e dato ciò, non può che essere espressione di un pensiero condiviso globalmente. Ciò che è condivisibile globalmente delle filosofie citate, il punto d' incontro, il tratto comune, è la tendenza alla riconduzione all' UNO. Solo questo volevo dire, nient' altro. Quindi in ultima analisi per questo motivo mi sembra che il paganesimo sia una sorta di monoteismo arcaico, camuffato ma che mantiene lo stesso senso ultimo. Ciao


per daniele pellizzari D'accordo con te per ciò che riguarda il fenomeno della "paura di" che porta alla violenza, il fatto però è che per logica la paura tende a far scappare chi la sente, per capirci, è la gazzella a scappare per paura non il leone, mi segui? Da ciò l'uso improprio del suffisso "fobo" riferito a chi picchia o umilia le vittime. Tu hai fatto un'analisi psicologica mentre la mia è filologica. (tra l'altro la psicologia dovrebbe essere lo "studio dell'anima" se si dovesse analizzare l'etimo) per pasolinante Grazie per la solerzia. 2 appunti, il suffisso si mette alla fine mentre il prefisso si mette all'inizio. Il prefisso Mis creerebbe dei neologismi curiosi tipo: misomo, misgay etc...:)


# 284    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 16:28

eh eh eh roland facciamo fisso? tanto come fissano l'odio sotto sopra per farli(farci) eliminare secondo il manuale del grande fratello che hanno sempre adottato? a prposito di fini...siamo o no alla svolta finiale o finale? e se la sarebbe concessa "ANCHE" perche, fra i tutti nodi che vengono al pettine, il tormentone ricattone degli ultimi tempi è quasi da blob con mussolini che strepita e fiore che con caciotella e ricotta ammette il vero? http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/articolo-11320.htm http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=82608&sez=HOME_INITALIA


# 285    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 16:30

si anna elena hai ragione :-))) troppe cose da scrivere e mi va in fumo il mezzo neurone che ho..ora devo salutarvi..a piu tardi :-))))


Dio può essere una costruzione intellettuale, e può servire per alleviare la paura della morte, o esperito e si comprende che allora la morte è un continuo divenire di una Natura che tutto ricicla in un perpetuo divenire. Che Dio abbia creato le cose per un fine è un modo per indurre l'uomo a percepirsi come unico e possibile essere nell'universo capace di comprenderne le Sue vie. Invece come dice Spinoza Dio ha creato in quanto necessitato dalla sua stessa natura (non per un fine), e sopratutto non è in un altrove che giudica i vivi e i morti, Dio non giudica nessuno dall'alto: Dio è Natura, è un ramo invisibile sul quale ci sono infiniti frutti (modi) e tra questi ce ne sono alcuni che noi riusciamo a vedere in quanto facenti parte della nostra stessa realtà. Che poi Dio sia incomprensibile è normale in quanto noi siamo limitati dai cinque sensi, possiamo averne solo una percezione fugace ma il costrutto intellettuale ci consente di supplire a questi limiti in quanto se si entra in una certa logica allora si giudicherà la realtà in funzione delle leggi derivanti da quel pensiero e questo può essere uno strumento limitatissimo per superare un altrettanto corpo limitato. L'ideale sarebbe guardare tutto con il fluire perpetuo dell'energia vitale ma in questa realtà a bassa frequenza la sua presenza risulta essere sovrastata dalle illusioni che noi ci costruiamo e la sua esistenza allora diventa dubbia. Bisogna condurre una vita il più possibile ancorati a questo modo di pensare facendoci ingannare il meno possibile liberandoci dai pregiudizi e seguire la corrente di questa energia che ci riporterà nella nostra dimora: il mondo delle idee.


La mafia non esiste, berlusconi canta a dell'utri: Sono lo Stato,non ho mai pagato ,ho sbagliato e sò che che tutto sarà insabbiatoooo............


Per il 5 dicembre su facebook siamo oltre 343.000! Quello che proprio non i piace è sto viola... non è che porta sfiga? Ma chi ha scelto il colore?


vedi che, adesso, è finito "nel mirino" di Repubblica (metto le virgolette "...", ma per grazia ricevuta, perché dovrebbero avere vergogna) anche Fini, e sono bordate vorrei sapere il governo che cosa pensa di uno spettacolo così nessuno risponde, vero? tutti zitti nascosti.... schifo


La mafia non esiste, esistono solo i mafiosi.


# 291    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 17:1

@Pasolinante 270 nella tua sensibilita' hai anche piu' che probabilmente azzeccato il fatto che nel corso degli anni miso e fobia si siano sempre piu' aggrovigliati l'uno nell'altro in perfido abbraccio. Del resto difficilmente esiste uno senza l'altra. ciaodipiu'


C.V.D.: il presunto killer dei poliziotti a Seattle ucciso dalla polizia.


# 293    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 17:17

@Kid_a 282 Concordo con la tua percezione del paganesimo e la tua esposizione e' molto chiara e non dissimile da quella di Unoqualunque se non in qualche particolare per palati fini. Del resto anche le religioni politeistiche hanno quasi sempre una gerarchia e quindi cio' rafforza il tuo punto. I miei dubbi sono casomai sul termine "pagano" che presume che chi li chiamo' cosi fosse depositario della vera religione. Se io adoro il sole del mattino (ed hai ragione, sempre alla ricerca dell'uno si torna), il vento, la nebbia e la luna, per me quella e' la vera religione (che non mi trova nemmeno tanto contrario) ed il pagano sei tu che credi in un essere che vive tra le nuvole, sacrifica il proprio figlio che tra le altre cose camminava sulle acque e trasforma una donna in una statua di sale perche' (peccatrice) si gira a guardare la propria citta' che viene distrutta dai suoi angeli. Naturalmente questo ultimo appunto non e' diretto a te ma ai nuovi crociati. ciao


# 294    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 17:28

@Anna Elena La gazzella ha paura di morire, paura giustificatissima. Ed e' la paura onesta, naturale. Quella che fa appunto scappare o che fa chiudere gli occhi al bimbo in presenza di un pericolo. Non credo che il bimbo odi il buio e probabilmente la gazzella non odia il leone, lo teme. L'omofobo ha paura di essere gay o di "farlo capire". Il razzista del diverso. Il violento esprime la sua paura di essere inadeguato. Paure ingiustificate che sfociano in odio. Ma certo, capisco benissimo cio' che vuoi dire. ciao


# 295    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 17:30

da Impalpabile :-)))) al "Pelizza" a Kid A ..Unoqualunque Roland Concita ..Antonio Attini...drayn80 e tutte ..siamo tutti "Pessoa" :-)))))))))))))))))


http://www.youtube.com/watch?v=SDGuIwYWEHc volontario o involontario chissenefrega!!! fini ha detto quello che dicono trav grillo luttazzi.... forse è arrivato il momento!!!! :))))))))))))))))) vediamo se B parlerà di complotto....ma attenzione siviettino fini nn è un magistrato!!!


# 297    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 17:50

Opps Marchionne chiude la produzione auto a Termini Imerese e siamo già oltre i 2 milioni di disoccupati. Ma il peggio è passato.... sì sì, come no Saluti


ECCOLA LI', NON AVEVAMO FINITO DI PARLARE CHE REPUBBLICA VA GIA' BALL'ATTACCO DI FORMIGONI!!! UN ALTRO PRESO DENTRO IL MIRINO DEI "REPUBBLICHINI"!!! EVVIVA!


“AH SILVIO”, tu ci avrai pure “IL MANGANELLO MEDIATICO”, ma pure Gianfranco con quello tradizionale, “PICCHIA DURO”.


# 300    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 17:55

p.s. Marchionne per assonanza sembrava il Re Magio della fiat ed ecco che infatti ha portato il dono natalizio agli operai di Termini Imerese. Il Puffo invece provvederà alle capanne, appena si liberano quelle dell' Aquila le manda in Sicilia. Però il peggio è passato, meno male..


# 301    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 18:28

Renzo C Ma no che dici?! Il peggio è passato, anche se tutti i dati sulla disoccupazione dicono il contrario, chissenefrega, è passato. Eh se lo dicono Silvio, Giulio & co dovrà pur essere vero. Bene, scusate questa parentesi di pura pazzia. Volevo solo dire una cosa cui sto pensando da parecchio. Quando ad annozero vedo i vari servizi (in particolare quella puntata in cui in studio era ospite Lupi) e quando vedo tutti i giorni licenziamenti di massa mi accorgo della parziale inesattezza di quello che viene detto. O meglio mi sembra ci sia una leggera sufficienza nel raccontare le cose come sono. Ad annozero per esempio avevano fatto vedere la massa di disoccupati incazzati neri con i dirigenti, con gli imprenditori perchè avevano venduto l' azienda la quale successivamente fallì. E' ovvio che i dipendenti senza lavoro siano incazzati, chi non lo sarebbe? (beh ovviamente non parlo dei parlamentari) Ma del resto cosa vuol dire prendersela, alla vecchia maniera un po' comunista, con "il capo"?! L' imprenditore che vende un' azienda lo fa perchè costretto a farlo, perchè non fa più profitto o perchè addirittura è indebitata fino al collo (e non è difficile con il sistema di prosciugamento tasse italiano). Quindi gli imprenditori non hanno assolutamente interesse nel licenziare i dipendenti (tranne alcuni casi ma quelli sono delinquenti) anzi li difendono fino alla fine e si considerano assolutamente allo stesso livello degli operai; parlo ovviamente delle piccole imprese. Prendono moltissimo tempo e valutano a lungo se licenziare un solo dipendente, figuriamoci per 3000. Quindi l' immagine del "capo cattivo" è un po' da sfatare anche se comunque in certi programmi, io ho visto annozero, viene fatta passare come tale. Il discorso è applicabile secondo me anche a Marchionne. Se decide di far chiudere uno stabilimento è perchè deve farlo. Se lo stabilimento non produce profitto che deve fare? Tenerli tutti senza però poterli pagare? Qui


# 302    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 18:29

Quindi il problema a mio avviso non è quello degli imprenditori che si trovano tutta la responsabilità addosso, ma come al solito, dello stato che in caso di licenziamento dovrebbe garantire un salario minimo di sostituzione, ma che sia sicuro!


# 303    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 18:32

Paso "siamo tutti Pessoa" Seeeeeee magari avessi la sua cultura...


l' HCHO o formalina nn sta più facendo effetto!!! chissà se vespa o menzognini commenteranno........


# 281 Il 4° Roberto non l'ho ancora sentito pronunciarsi circa la croce sul tricolore (ma è di un'altra... Chiesa, Formigoni)


# 306    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 19:21

# 305 commento di kid_a Ehmm, per Marchionne le cose non stanno esattamente così: oggi le dimensioni dell' impresa nel settore auto di massa sono fondamentali per l'economia di scala, quindi è in quest' ottica che sono avvenute tutte le varie fusioni di questi ultimi anni, ultima l'acquisizione Chrisler. Quello che però si disse a suo tempo era che i posti di lavoro italiani non sarebbero stati sacrificati, infatti l'acquisizione Opel andò in fumo perchè i tedeschi non volevano saperne di perdere posti di lavoro in un momento di forte crisi mondiale. In altre parole per sopravvivere nel mercato ha mentito e taglia. Ho apprezzato invece ad annozero quegli operai che si opponevano alla cassa integrazione perchè sostanzialmente inutile: quanto può durare se continuano a chiudere imprese? E' l' impresa che va sostenuta, ma la piccola e media, quelle che invece da decenni vengono munte e sono la spina dorsale della produttività italiana. Oggi forse è troppo tardi, e poi mancano i soldi. Ad annozero invece non ho tollerato che, dopo i 2 servizi in esterno, prima la madre che sopravvive con la pensione minima di sua madre in 30 mq. e poi i 2000 sotto palazzo chigi, si passi in studio a ridere di gusto fra bersanetor e tvemonti, travaglio e santoro inclusi: ottimo, prima un po' di tragedie sociali VERE e poi ci facciamo 4 risate. Complimenti per il buon gusto della trasmissione, sciacalli. Saluti


Un passaparola di mezz'ora sarebbe l'ideale, 40 minuti comincia a essere un pò troppo


# 308    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 19:26

ciao cara kid A :-)))...quell'esclamazione che ti ho fatto in quel momento , era di gioia "pessoa" in quel momento ,almeno per me, è ovvio..come ci disse anche Roland, il grande PESSOA ha già nella radice del suo nome la poetica politica "pessoa" che infatti ti virgolettavo e stava per "persona" come da sua traduzione; il pomeriggio è trascorso fra Unoqualunque , il Pelizza, e tanti altri fino a quell'ultimo scritto di Impalpabile che mi hanno reso proprio quel "canto" che che per quel pezzo vi avevo postato dell'immenso Pessoa.. è evidente che nessuno di noi può essere lui, ma come "Persona" si! , xke almeno per me, non so per te, va oltre ogni Quoziente intellettivo massimo di tutta la conoscenza e le biblioteche del mondo , perche solo il fattore umano profondo del valore della vita senza differenze di pelle o di cultura o di successo o di sesso o di cervello o di altro, porta la persona ad essere persona vera come quelle vere d questo pomeriggio ed altri ..da lì ..il fattore Umano "pessoa"..il nostro essere poetici;peraltro se la massa italiana avesse, anche un centesimo della tua cultura come anche un milardesimo di quella di pessoa, saremmo un po' più avanti con le disgrazie di ignoranza e miseri del nostro paese. ciao :-))


# 309    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 19:29

COMUNICATO DI ELIO VELTRI AD ANTONIO PADELLARO Caro Padellaro, apprendo con vivo stupore di essere uno degli autori del pezzo: "Imputato Berlusconi chi le ha dato quei soldi?..." pubblicato in data odierna a pg. 4 del giornale da te diretto: "Il Fatto Quotidiano". Con altrettanto vivo stupore apprendo, sempre dal tuo giornale (pg. 4 ultime cinque righe dell'articolo "Nascita di Fininvest"), che venerdì prossimo, 4 dicembre, nella sala della Stampa Estera, presenterò la nuova edizione de "L'Odore dei soldi" insieme all'altro autore, a Furio Colombo ed a Carlo Freccero. Tanto premesso ti comunico: non sono l'autore delle righe che hai pubblicato; non ho alcuna notizia di una mia presentazione de "L'Odore dei soldi"; la nuova edizione de "L'Odore dei soldi" è avvenuta a mia insaputa con modifiche e capitoli aggiunti non concordati con me. In proposito, ho già dato mandato ai miei legali di perseguire nelle opportune sedi giudiziarie questa pubblicazione non autorizzata. Ti invito a pubblicare, con ogni urgenza, questa mia precisazione, fatta salva ogni azione di legge. Cordialità Elio Veltri


# 310    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 19:33

(da Dagospia)


AZZ!


# 312    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 19:37

uzz


A quanto mi risulta l'unico apporto scritto di Veltri al libro è la prefazione, che tra l'altro è rimasta uguale all'originale. Non vedo quale autorizzazione dovesse dare alla nuova. Boh...


Io son convinto che i pentiti, quando parlano, debbano aver fatto bene i loro conti. Infatti qualche sconto sulla pena non vale il rischio ad esempio di ritrovarsi una famiglia massacrata. Secondo me quando qualcuno vuota il sacco è per danneggiare una cosca rivale, oppure perché è passato a una cosca rivale. Così facendo avrebbe i rischi attenuati grazie alla protezione dei nuovi alleati che sono ovviamente ancora in circolazione. Quando uno parla non è perché vuole fare un piacere allo Stato o ai magistrati né perché parlando ottiene un risultato per sé; penso che sia il sintomo di un movimento interno alla mafia, di qualche regolamento di conti. Non me lo vedo il mafioso né che si è davvero pentito, né che lo fa per risparmiare qualche anno di galera, è troppo in contraddizione con il codice d'onore. Ma favorire una fazione contro un'altra, questo sì è comportamento da mafioso. Tutto questo non toglie che se ne possa e debba approfittare, ma andrei a vedere, già che ci siamo, anche "cui prodest" la sua soffiata, internamente alla mafia.


# 315    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 20:6

# 313 commento di plisv Secondo te Padellaro andrà nell' UNICA rubrica nel panorama editoriale italiano che ammette i propri errori? mahhh.... io temo che andrà deserta come la tristissima errata corrige che c'è qui: 1 errore su migliaia di pagine scritte! un record mondiale! è da Guinness :D Ciao solo per Lei, un linkino ;)
www.streamnet.it


# 316    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 20:24

@315 Renzo C Secondo me è anche possibile che voessero fare una cortesia a Veltri. Penso che Padellaro pubblicherà la smentita e basta. Ciao, P.s. Apperò


Elio Veltri è incazzato, certto con Pdellaro, ma immagino anche con te, e con l'editore de L'odore dei soldi


# 318    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 1/12/2009 alle 22:26

bellissimo renzo c..un office delle teletrasmissioni della madonna!!!..complimenti! hai fatto goal! che te possino che lavorone! (*_*)




@Kid_a: il piacere é stato mio. Spero tu legga il mio commento, avevo perso il tuo pardon.


Per quanto riguarda il comunicato di Veltri a Padellaro, quando Veltri dice di non essere l'autore dell'articolo pubblicato dal Fatto bisogna dire che l'articolo (che è a firma Veltri/Travaglio) è un estratto di un capitolo della nuova edizione del libro "L'odore dei soldi"(e questo c'è anche scritto chiaramente sul giornale)! Ecco perchè riporta tutte e due le firme (credo che sia normale, quando si pubblicano sui giornali estratti di un libro, mettere come firma l'autore o gli autori del libro)! Altra questione è il fatto che Veltri non sapesse nulla della nuova edizione e che ciò sia stato fatto a sua insaputa. Sicuramente questo è da spiegare.


@marco trav oscar stasera ti sta facendo le "scarpe":)


# 323    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 0:0

x impalpabile...anche io sono pasolinante con la p minuscola, tu figurati se questo nome potevo mettermelo..sono stata una screanzata...sono nulla confronto quell'essere ESSERE, ma sul suo modo di sentire la vita,e poi la sua vita quanto mi è stata cara ed è cara..tutti i pensieri suoi sulle tante cose che ci avrebbero distrutto, oppure i suoi tormenti e la sua semplicità carnale fino in fondo dal suo sguardo le sue parole i suo bisogno di amore dei semplici, ecco su tutte qetse cose mi sento "ante" ante rem diciamo,dentro la mia anima come lui .. come forse per te è Ike che ti rispetto e lo sai anche se non è il mio ideale di riferimento perchè preferisco averlo in quell'iperuranio di IDEE che per me deriva dalla poesia ,dagli uomini, i fiori, le stagioni e tutto ciò che posso vivere o che non posso vivere perche lo hanno distrutto e posso solo viverlo per assenza , sentendolo nell'inconscio e enll'irrazionale , per ora non c'hanno acnora distruttto completamente e lo posso sentire vivo e presente e piu forte,proprio per contrasto vista la sua assenza nella dimensione reale razionale, perche l'hanno tolto alla dimensione palpabile udibile visibile degli uomini..e posso farlo impazzendo senza impazzire , piu possibile in armonia, e semplicità come questo mio saluto di abbraccio fortissimoooo verso te ..a domani :-)))


# 324    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 0:1

ciao manuel@ :-)))..buoni sogni anche a te:-)))


non mi picevano e non credevo mai ai pentiti mafiosi(come a tutti penso),ma adesso che ce un pentito che accusa berlusca....ora si,adesso mi picciano,adesso si (anche perche l'ha detto marco merda,e quel che dice marco merda è tutto vero)W i mafiosi,ma solo quelli che accusano berlusca eh,gli altri non son credibili....siamo obbligati da travaglio a credere cosa ha detto il pentito....va bene sua maestà,ai ordini...


buona notte paso e un abbraccio :)))...oggi è stata una giornata muy inspirador :))


Travaglio e´un frocio ipocrita VAFFANCULO!!


hcc : vergognati, non hai nemmeno il coraggio di firmarti. frocio deve essere la peggiore delle offese per te , vero ?


Ecco di cosa Il Fatto Quotidiano stranamente non parla: http://cubainforma.interfree.it/2009/5eroi/sommario.htm


Travaglio dovrebbe tacere visto che dice solo cazzate!!


per vaffanculo: perchè leggi Travaglio ? leggi Feltri, no ?


vorrei fare un appello a tutti gli amici della rete. Incoraggiamo Fini a mollare lo psiconano mafioso, credo che solo lui ci può salvare. Quanti sarebbero disposti a votare Fini anche solo per premiarlo se lui ci facesse questo regalo? Mi piacerebbe sapere se ci fosse gente anche di sinistra disposta a votarlo. Come dice Travaglio non esiste più la dicotomia destra-sinistra, ma onestà - disonestà. Forza organizziamo una raccolta di firme. Forza Gianfranco!


Salve Dottor Travaglio. Sono un neolaureato e grazie a lei ho cominciato a documentarmi prima di fare le crocette su quelle schede tutte colorate. Oggi ho comprato il fatto, e nel suo editoriale cita un'intercettazione del PD a dir poco sconcertante. Ho subito ripubblicato la notizia su un blog di informazione che gestisco con amici (lei potrà vedere qual'è lo ho segnalato come link, non sono qui per farmi pubblicità), ma fino ad ora non ho trovato altre informazioni utile a riguardo. Secondo me, questa intercettazione, è molto più sconcertante rispetto a quella di Fini, il quale non fa nient'altro che esercitare il suo mestiere, al contrario degli altri, che invece aiutano a remare la nave di B. Sarei felice se lei mi rispondesse, con maggiori informazioni a riguardo, luogo/data dell'intercettazione, per poter dare un'informazione sana e trasparente. Grazie
http://coltisulfatto.it


# 334    commento di   indignato60 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 15:4

anche io vorrei sapere cosa è successo con la riedizione dell'odore dei soldi. Cosa c'è di vero in quello che lamenta Veltri. Mi riesce difficile pensare alla pubblicazione di un libro con nome in copertina senza l'autorizzazione dell'autore citato.


Il Foglio e il suo direttore: cosa ha detto Fini : ciuff ciuff ciuff. testuale


Scusate per l'OT, ma visto che ieri in questo post si è parlato della comunicazione di Veltri a Padellaro mi pare giusto riportare quanto oggi comunicato prima da Editori Riuniti (la casa editrice dell'Odore dei Soldi) e poi dall'avvocato di Veltri. Ai posteri sapere chi ha ragione. LETTERA DI EDITORI RIUNITI Caro direttore. Il libro "Odore dei Soldi" è stato rieditato dopo l'accordo intervenuto con Elio Veltri, che prevedeva il diritto di integrare e di aggiornare il testo a cura dell'altro autore, Marco Travaglio. Elio Veltri è stato invitato alla presentazione e non aveva mai dato notizia di non voler partecipare. Non capiamo perchè assuma questo atteggiamento, scrivendo cose palesemente non vere. Leggo che Veltri ha recentemente presentato un suo libro sulla mafia, per un altro editore, insieme ad Angelino Alfano. O tempora, o mores. Alessio Aringoli - direttore editoriale di Editori Riuniti LETTERA DELL'AVVOCATO DI VELTRI Gentile Direttore, non mi risulta essere in atto alcun accordo con Elio Veltri nel senso dichiarato da Alessio Aringoli nella sua e-mail del 02/12/09. Non mi risulta che Elio Veltri sia mai stato invitato a partecipare ad alcunché. Non mi risulta che Elio Veltri dica o scriva cose "palesemente non vere". Mi risulta invece che le ipotesi di accordo (che mai hanno riguardato l'altro "autore" del libro in quanto mai nominato da nessuno di noi), da me stilate in nome e per conto di Elio Veltri insieme all'avv. Francesco Paola, non sono andate a buon fine perché mai sottoscritte né dagli Aringoli, né tantomeno da altri rappresentanti della casa editrice. Mi auguro che il signor Aringoli possa dimostrare in Tribunale quanto oggi dichiarato. Sulle insinuazioni e sulle diffamazioni sui comportamenti di Elio Veltri non vale neanche la pena di soffermarsi: in proposito deciderà il Tribunale adito. Dr.ssa Maria Cristina Naso


Scusate per l'OT, ma visto che ieri in questo post si è parlato della comunicazione di Veltri a Padellaro mi pare giusto riportare quanto oggi comunicato prima da Editori Riuniti (la casa editrice dell'Odore dei Soldi) e poi dall'avvocato di Veltri. Ai posteri sapere chi ha ragione. LETTERA DI EDITORI RIUNITI Caro direttore. Il libro "Odore dei Soldi" è stato rieditato dopo l'accordo intervenuto con Elio Veltri, che prevedeva il diritto di integrare e di aggiornare il testo a cura dell'altro autore, Marco Travaglio. Elio Veltri è stato invitato alla presentazione e non aveva mai dato notizia di non voler partecipare. Non capiamo perchè assuma questo atteggiamento, scrivendo cose palesemente non vere. Leggo che Veltri ha recentemente presentato un suo libro sulla mafia, per un altro editore, insieme ad Angelino Alfano. O tempora, o mores. Alessio Aringoli - direttore editoriale di Editori Riuniti LETTERA DELL'AVVOCATO DI VELTRI Gentile Direttore, non mi risulta essere in atto alcun accordo con Elio Veltri nel senso dichiarato da Alessio Aringoli nella sua e-mail del 02/12/09. Non mi risulta che Elio Veltri sia mai stato invitato a partecipare ad alcunché. Non mi risulta che Elio Veltri dica o scriva cose "palesemente non vere". Mi risulta invece che le ipotesi di accordo (che mai hanno riguardato l'altro "autore" del libro in quanto mai nominato da nessuno di noi), da me stilate in nome e per conto di Elio Veltri insieme all'avv. Francesco Paola, non sono andate a buon fine perché mai sottoscritte né dagli Aringoli, né tantomeno da altri rappresentanti della casa editrice. Mi auguro che il signor Aringoli possa dimostrare in Tribunale quanto oggi dichiarato. Sulle insinuazioni e sulle diffamazioni sui comportamenti di Elio Veltri non vale neanche la pena di soffermarsi: in proposito deciderà il Tribunale adito. Dr.ssa Maria Cristina Naso


Scusate per il doppio post ma il server è lentissimo e oltretutto mi dava errore nella pubblicazione. @Matteo #333 IO NON HO PAROLE!! Ma davvero credi che l'articolo di Travaglio sia vero? E' palesemente inventato e ironico. Come hai fatto a non capirlo? Bah..


Marco Travaglio : se ci leggi : www.corriere.it Napoli . Feltri su Saviano


# 333 commento di Matteo - lasciato il 2/12/2009 alle 15:4 Salve Dottor Travaglio. Sono un neolaureato e grazie a lei ho cominciato a documentarmi prima di fare le crocette su quelle schede tutte colorate. Oggi ho comprato il fatto, e nel suo editoriale cita un'intercettazione del PD a dir poco sconcertante. Ho subito ripubblicato la notizia su un blog di informazione che gestisco con amici (lei potrà vedere qual'è lo ho segnalato come link, non sono qui per farmi pubblicità), ma fino ad ora non ho trovato altre informazioni utile a riguardo. Secondo me, questa intercettazione, è molto più sconcertante rispetto a quella di Fini, il quale non fa nient'altro che esercitare il suo mestiere, al contrario degli altri, che invece aiutano a remare la nave di B. Sarei felice se lei mi rispondesse, con maggiori informazioni a riguardo, luogo/data dell'intercettazione, per poter dare un'informazione sana e trasparente. Grazie ___________________________________________________ neodottore in logica?




alcune domande sorgono spontanee alla lettura del suo articolo su mafia e politica alla luce delle nuove esternazioni di Spatuzza e Ciancimino junior. 1 Perchè Berlusconi e enturage P2 (compagni politici, rappresentanti deviati delle istituzioni, partner d'affari, ecc...) hanno consentito l'arresto di tanti mafiosi partner (Riina, i Graviano, Provenzano, ecc...) che ora in carcere, traditi, diventano una minaccia per lui e il suo sistema? 2 perchè la mafia che ha compiuto stragi, sciolto nell'acido figli di amici-parenti pentiti, ecc... poi con Berlusconi e partners che li ha traditi, ha loro soffiato miliardi,non ha rispettato promesse fatte, perchè con lui è così timida? Perchè non lo ha ancora minacciato seriamente?
http://blog.libero.it/davidedifrancia/view.php?nocache=1259889681


ottima trasmissione ieri sera : Ghedini insopportabile e pessimo il tunisino che ha negato che la Fininvest sia di B. ! a Ghedini non potresti mettergli un po' di rosa sulle guance ? finalmente Marco hai parlato per primo


adoro quest´uomo


so do I



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti