Commenti

commenti su voglioscendere

post: Padrini e condomini

di Peter Gomez e Marco Lillo Il Fatto Quotidiano, 1 dicembre 2009 Nella sua vita Renato Schifani è stato molto sfortunato negli affari . Socio di tre società in decenni diversi, in tutte ha incontrato alcuni soci che (anni dopo) sono stati arrestati. E non è andata meglio con le case: il palazzo di via D'Amelio, nel quale ha abitato per 25 anni è stato sospettato, per colpa di un suo condomino mafioso, addirittura come base logistica della strage Borsellino. Mentre la villa di Cefalù del presidente è stata comprata da un costruttore ora indagato nell’inchiesta riaperta recentemente sui rapporti tra Fininvest e mafia.   Schifani ha comprato nel 1994 una villa nel residence “Baia dei sette emiri” di Cefalù proprio dalla Progea , la società di Francesco Paolo Alamia ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


Dite... dite... Eppure, per cambiare il presidente del Senato occorre un voto diverso... state sempre a dire le favole, bah


pochi giorni al 5 dicembre: dal blog di Nando Dalla Chiesa "...sabato 5 sarò presente e prenderò la parola anche a Milano, dove per il No B Day sarà organizzata una manifestazione in piazza Fontana sin dal primo pomeriggio. Fate girare, fate sapere. Non lasciate soli gli organizzatori di Milano Libera e dintorni. Il momento è duro. Chi non va a Roma vada in piazza nella sua città! Altrimenti vietato lamentarsi ..."


LA RETORICA DEI PREPOTENTI: L’ESEMPIO VIENE DA LONTANO: >> 'CONTRO DI ME UN GOLPE' Repubblica — 23 dicembre 1995 TARANTO - "E' la Costituzione a sancire che il popolo è sovrano. E se è il popolo a eleggere direttamente il sindaco, questo non può essere toccato. Non può essere rimosso con una legge ordinaria. Se si fa questo, ci si colloca fuori della Costituzione. E' un vero colpo di Stato". Giancarlo Cito, il tele-sindaco sospeso dal suo incarico in virtù del rinvio a giudizio per associazione mafiosa, alza il tono delle accuse, sparando ancora a zero contro la magistratura, contro la stampa, contro i pentiti, contro i suoi nemici politici di sempre…” NATURALE EPILOGO: >> Il 9 dicembre del 1997 fu condannato definitivamente per concorso esterno in associazione mafiosa, per i suoi rapporti con la Sacra Corona Unita e dal 2003 al 2007 scontò quattro anni di carcere.


Avete letto: "tele-sindaco"? Da qui a "tele-premier" il passo, concettualmente, è breve...


Andate a giocare alle boccette al bar, che il posto vostro è là


#86 Tu torna a scuola a far le aste con brunetta!


# 88    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 10:47

UNA BELLA GIORNATA- di Norma Rangeri "Nessuno sa dire come sarà. Una cosa, invece, tutti ormai la sanno: la piazza romana del 5 dicembre chiede le dimissioni di Berlusconi. Semplice, troppo. Tanto da risultare incomprensibile per chi spinge le dure regole del realismo politico fino a legittimare la fuga del presidente del consiglio dal giudizio della magistratura. L'infelice dichiarazione del vicesegretario del PD rivela la sostanza di una politica mai scavalcata a sinistra dal presidente della camera. E' Fini a stigmatizzare l'insofferenza del premier " verso qualsiasi autorità di garanzia e di controllo ...magistratura,corte dei conti , cassazione, capo dello stato,parlamento...". Lo dice questa volta in modo brusco e direttto,nel "fuori onda" rubato durante un convegno sulla figura del giudice Borsellino, dopo averlo dichiarato,pubblicamente,in numerose occasioni. Da via dell'Umiltà,il Pdl gli dà l'ultimatum:o con Berlusconi o fuori. La situazione è così paradossale che nessuno si meraviglierebbe se il presidente della camera si mescolasse ai manifestanti,così come nessuno si stupirà di non trovarci Letta ( Enrico). Una volta, nei vecchi partiti, esistevano i gruppi dirigenti e la base. Nelle sezioni lo sfogatoio di un dibattito acceso, nelle stanze della nomenklatura la calibrata miscela della linea ufficiale. Oggi i gruppi dirigenti calibrano se stessi con il rito delle primarie,e la rete diventa la base di una consultazione circolare che ne contamina le scelte ( molti dirigenti del PD andranno alla manifestazione dle 5 dicembre). Come una prova generale di opposizione che scavalca i partiti per esprimersi direttamente. A guadagnare un posto sul palco saranno persone,esperienze , problemi. Si direbbe un paese normale,dove democrazia e giustizia sociale o vanno insieme o affondano. Invece no.Appollaiati sulle proprie sconfitte,i tutori del dialogo con Berlusconi rovesciano critiche asperrime:giustizialisti,moralisti,p
5 diocembre 2009: VIVA IL COLORE VIOLA!


# 89    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 10:48

UNA BELLA GIORNATA- di Norma Rangeri Appollaiati sulle proprie sconfitte,i tutori del dialogo con Berlusconi rovesciano critiche asperrime:giustizialisti,moralisti,populisti. Sono feroci le accuse mosse dalla real-politik agli ingenui ragazzi di Facebook, così sprovveduti da non accorgersi di essere finiti nella rete di uno sterile antiberlusconismo, portatori d'acqua al mulino dell'estremismo e di Di Pietro, dunque ,del Cavaliere. Se tanta diffidenza verso questa strana piazza avesse prodotto,nella stagione che viviamo da un ventennio,qualche apprezzabile risultato,se ne potrebbe anche discutere.Ma avendo assistito ad un 'escalation nello sfarinamento della sinistra, e avendo all'orizzonte una repubblica presidenziale a reti unificate, certe lezioni fanno male a chi le replica. Non cedere all'impotenza di una democrazia inagibile e prendersi la piazza,seppure non ci libererà da Berlusconi, ci regalerà una bella giornata. Norma Rangeri
5 dicembre 2009 :VIVA IL COLORE VIOLA!


Certo che la scelta di Fini suggellata nel fatidico 29 marzo 2009 con la fusione (ma sarebbe meglio dire fagocitazione) di AN nel PDL rimane un mistero: giustamente ora - anche se in effetti è ormai da parecchio - Fini lamenta una concezione personalistica e praticamente monarchica del partito da parte del premier, ma a onor del vero - mi fa un pò senso prendere le difese del Nano - Berlusconi non ha mai nascosto la sua aspirazione di "conducator" osannato e eletto direttamente dal popolo. Peccato per lui che non funziona così finchè saremo una Repubblica parlamentare E LO SAREMO, checchè ne dicano i vari politici che sparlano di presidenzialismo di fatto, finchè non verrà riformata la Costituzione in tal senso con le modalità previste dalla stessa. Quindi Fini, quando ha accettato lo "scellerato patto" non poteva non sapere che stava sciogliendo AN (consentitemi l'espressione) "nell'acido" di FI e che di fatto lui all'interno del nuovo partito non solo non sarebbe stato segretario ma avrebbe contato poco o nulla data la dichiarata impostazione del PDL sul culto di Berlusconi. Ora l'unica via d'uscita è paradossalmente quella auspicata dal giornale del Littorio, cioè Fini abbandoni la baracca PDL prima di compromettersi definitivamante.


# 91    commento di   Concita - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 10:55

Mentre ero al bar a giocare alle boccette ho pensato che il premier è ormai al capolinea :la reclusione. Sicuro sicuro che tirerà fuori una leggina che farà chiudere tutte le carceri. D'ora in poi tutti i condannati sconteranno la pena su navi da crociera


Fare fuori il premier senza fare un bel ripulisti dei cortigiani servirà a ben poco: se silvio è premier lo deve ai vari Bossi, Fini, D'alema e compagnia cantante. Non certo al voto popolare (con percentuali bulgare di astensionismo)


# 93    commento di   Caramia delle caramie - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 11:21

Chiaramente Fini non è gay, veste calze rigorosamente tra il verde minestrone ed il bordeaux voglia-vinaccia, e non ne ha mai combinata mezza.... altrimenti perchè mai non è ancora stato ripassato, impanato nello scherno populi ? (oppure mezza sì.. ma l'altra mezza .. chi..? Chissà..) ("No Presidente: quella volta no, non possiamo c'era anche lei..." "Ma perbacco Belpietro è mai possibile.. ?? .. Vediamo vediamo.. mmmm, ma te li ha scelti tua moglie al mercato, quei c.." "Adessoadesso che mi ci fa pensare...") Chi accerca trova ma la trave acceca


# 94    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 11:33

"No Berlusconi Day “Orzo Live Show” 2 dicembre h 12.00 Dalle ore 12:00 di oggi sarà in onda la diretta dell’intervista di Diego Bianchi alias “Zoro” alla nostra delegazione!" No Berlusconi Day sarà ospite dell’irriverente Diego Bianchi alias “Zoro” per un’intervista nel suo “Orzo Live Show“. Potrete vedere la diretta streaming dalle ore 12:00 anche sul nostro sito oltre che, logicamente, su quello di Excite Italia!"
http://www.noberlusconiday.org/


# 95    commento di   Caramia delle caramie - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 11:36

"Basta! Quello lì non lo voglio più, via, Sciò!.." "Ma Signorino, Signorino.. ...si calmi... eppoi non possiamo: quel Gianfranco ne sa una più di un pentito..." "Gno-gno-gnòn voglio! Bbrutto..ho detto.." "Shh, shh, nanna-o.."




Il gestire un Paese, consiste nel fare ogni cosa che quotidianamente e nel lungo termine e' necessario fare Non e' semplice, e la guida di un Paese richiede un insieme di persone capaci che operano in vari ruoli ed usano vari strumenti ..all'incirca come una orchestra ed esecuzione di lavori musicali Difficile che l'esecuzione sia soddisfacente per chi ascolta, ed anche per chi partecipa alla stessa, SE capacita' ruoli e strumenti di credenziali ed idoneita' ne hanno abbastanza da sollevare grossi dubbi sul come l'esecuzione avverra' Indi, equivoci di fondo e MORALITA'.. Da una nota di Paolo Barsellino C’è un equivoco di fondo. Si dice che il politico che ha avuto frequentazioni mafiose, se non viene giudicato colpevole dalla magistratura, è un uomo onesto. No! La magistratura può fare solo accertamenti di carattere giudiziale. Le istituzioni hanno il dovere di estromettere gli uomini politici vicini alla mafia, per essere oneste e apparire tali. Paolo Borsellino Buona Lettura
http://edededed.ilcannocchiale.it/


# 98    commento di   faunista - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 12:48

Ho visto a ballarò un Bondi particolarmente affranto, ai massimi livelli di estasi mistica nel parlare del capo... poverino stavolta mi ha fatto pena...


*** SERPI IN SENO CON ETICI FINI? *** Come diceva Scarpinato nel suo libro capolavoro 'Il ritorno del Principe', ormai solo le macchine ci possono aiutare a smascherare i retroscena, o i 'fuorionda', del Potere, che è sempre più nascosto ai cittadini nei suoi lati "osceni" (secondo alcuni etimologicamente 'fuori scena' appunto). In questo ora anche un politico esperto e astuto come Fini ha commesso un grave errore. Perché ha rivelato delle vere crepe nel blocco berlusconiano: crepe grosse, che finora erano solo ipotesi, retroscena deduttivi, ora sono evidenti certezze. Che il potere berlusconiano stesse scricchiolando, era sottotraccia già evidente: da mesi parlo del processo già cominciato della ricerca dell'assetto del Regime italiota post-Berlusconi. Però una cosa sono gli attacchi esterni; un'altra è sentire l'ex fascista valletto di Arcore da 15 anni ripetere le cose che la dissidenza di Micromega, Travaglio, Grillo e alcuni spezzoni della sinistra dicono da almeno 10 anni. Inoltre se è vero che Fini certe cose le aveva già dette, però il modo diverso, diretto e colloquiale in cui le ha svelate ai microfoni nascosti, parla più di qualunque trattato politologico. Al di fuori del politichese che, con giri di paroloni spesso incomprensibili, nasconde dietro un paravento depistante il vero pensiero dei protagonisti. Curioso, curiosissimo infine, che il titolo del CdS sia 'Berlusconi non c'entra con la mafia', cioè la cosa meno importante delle affermazioni di Fini - affermazione che peraltro ieri sera non ho sentito nella telefonata a Ballarò... mi sarò distratto: http://www.corriere.it/politica/09_dicembre_02/fini_fuorionda_polemiche_37aff266-df0a-11de-9ac1-00144f02aabc.shtml Evidentemente anche i terzisti del Corriere, cioè i grandi gruppi del capitalismo italiano, sono rimasti sorpresi dall'irrituale avvenimento. Obiettivo: coprire grandi fratture per difendere il governo di Arcore in questo difficile momento. E gettare a


Evidentemente anche i terzisti del Corriere, cioè i grandi gruppi del capitalismo italiano, sono rimasti sorpresi dall'irrituale avvenimento. Obiettivo: coprire grandi fratture per difendere il governo di Arcore in questo difficile momento. E gettare acqua sul fuoco per non essere colti in mezzo al guado mentre preparano la successione.


# 96 commento di impalpabile - lasciato il 2/12/2009 alle 11:44 Non nutro grandi speranze per le dimissioni del Duce di Arcore. Anche perché l'egoarca può anche sempre contare su una folta schiera di pretoriani di sinistra - gran parte del PD - che sono legati a lui sia da ricatti incrociati, sia dall'abbaglio per il potere del malaffare. E non lo spero neppure, a dire il vero. Mi basterebbe vedere sancita la verità storica della natura corrotta e mafiosa del potere italiano della Seconda repubblica, includendo B. e tutti i suoi accoliti (anche di centro e sinistra). Ritengo pertanto che un'"anatra zoppa" sarebbe preferibile: la marcescenza del Regime, con B. confermato al comando della Casta, porterebbe prima il paese allo sbando, e la storia del paese insegna che gli italiani si rialzano solo dopo che hanno ficcato ben bene la faccia nella merda. Diversamente, tu chi pensi metterebbero al posto di Truffolo?


# 90 commento di Agostino - lasciato il 2/12/2009 alle 10:50 C'è un'altra ipotesi - vera o sbagliata, lo diranno gli avvenimenti. Che Fini abbia fatto i suoi conti, di lavorare dentro il container del PdL - che garantisce visibilità mediatica grazie alle TV del Nano e alle rendite di potere da malaffare - ad una successione in tempi lunghi, puntando a differenziarsi con posizioni di destra più liberale e meno populistica e aggredendo il mercato elettorale dei futuri, giovani elettori. Poi forse quando è arrivato nei salotti che contano all'ordine del giorno il problema della successione (all'indomani delle figuracce del Capo che hanno distrutto quel poco che di immagine dell'Italia restava ancora all'estero) ha dovuto accelerare, E questo ha creato grandi casini nel Regime, anche perché la lotta per la successione è violenta anche nello stesso PdL (Fini, Tremonti, Scajola, Letta, ecc.)


ANSA - Politica --'Berlusconi non c'entra con la mafia' dice Fini a Ballarò. 'Governi, ma rispetti Parlamento e toghe'. Scajola: 'parole diverse da linea Pdl' PRONTO???? Scajola cosa intende? Che la linea concordata nel PDL era il non rispetto delle Istituzioni?


# 104    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 13:24

ROMA - «L'ingegner Carlo De Benedetti ha presentato alla Procura della Repubblica di Roma denuncia contro ignoti per un'intrusiva e dolosa manomissione rilevata all'interno dell'autovettura da lui utilizzata per i suoi spostamenti a Roma». Ne dà notizia un portavoce del Gruppo Espresso di cui De Benedetti è presidente. da corriere.it


# 105    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 13:24

diciamo che secondo Scajola la linea di Fini non è abbastanza piduista.


Manuel S Mi basterebbe vedere sancita la verità storica della natura corrotta e mafiosa del potere italiano della Seconda repubblica, includendo B. e tutti i suoi accoliti (anche di centro e sinistra). ____________________________ Io personalmente credo che questi rapporti mafia-politica si fermeranno alle stragi del '92 e ai finanziamenti ricevuti da Berlusconi, non credo che si faccia luce su tutto l'arco temporale mafioso da 15anni a questa parte perché questo vorrebbe dire rendere manifesto il potere mafioso e le sue infiltrazioni in gran parte degli apparati della società portando ad una possibile sconfitta della mafia. Non credo neanche che il Parlamento desideri debellare il cancro che garantisce il commercio mondiale della droga, infatti Di Pietro non è visto molto bene, oltre che da Berlusconi e dal Pd -per ovvie ragioni-, neanche da Fini il quale ritengo non si sia mai posto il problema di debellare questa malattia che si sta infiltrando ormai anche in Europa. In sostanza l’opposizione che Fini sta facendo è in funzione di un possibile governo che lo vedrebbe leader perché parliamoci chiaro, davvero Fini non era a conoscenza del passato di Berlusconi? E se sapeva quali erano state, e sono, le frequentazioni del leader del suo partito perché non ha preso le distanze da lui in tempi non sospetti? Perché Berlusconi gli garantiva un ruolo prestigioso all’interno della società ed oggi, dal momento che l’attuale Premier non è più spendibile politicamente, ecco le distanze puramente strumentali.


Sandro Bondi (il lettore se n'è già avveduto) non era nato con un cuor di leone. Ma, fin da' primi suoi anni, aveva dovuto comprendere che la peggior condizione, a que' tempi, era quella d'un animale senza artigli e senza zanne, e che pure non si sentisse inclinazione d'esser divorato. La forza legale non proteggeva in alcun conto l'uomo tranquillo, inoffensivo, e che non avesse altri mezzi di far paura altrui. Non già che mancassero leggi e pene contro le violenze private. Le leggi anzi diluviavano; i delitti erano enumerati, e particolareggiati, con minuta prolissità; le pene, pazzamente esorbitanti e, se non basta, aumentabili, quasi per ogni caso, ad arbitrio del legislatore stesso e di cento esecutori; le procedure, studiate soltanto a liberare il giudice da ogni cosa che potesse essergli d'impedimento a proferire una condanna: gli squarci che abbiam riportati delle gride contro i bravi, ne sono un piccolo, ma fedel saggio. Con tutto ciò, anzi in gran parte a cagion di ciò, quelle gride, ripubblicate e rinforzate di governo in governo, non servivano ad altro che ad attestare ampollosamente l'impotenza de' loro autori; o, se producevan qualche effetto immediato, era principalmente d'aggiunger molte vessazioni a quelle che i pacifici e i deboli già soffrivano da' perturbatori, e d'accrescer le violenze e l'astuzia di questi. L'impunità era organizzata, e aveva radici che le gride non toccavano, o non potevano smovere. Tali eran gli asili, tali i privilegi d'alcune classi, in parte riconosciuti dalla forza legale, in parte tollerati con astioso silenzio, o impugnati con vane proteste, ma sostenuti in fatto e difesi da quelle classi, con attività d'interesse, e con gelosia di puntiglio. Ora, quest'impunità minacciata e insultata, ma non distrutta dalle gride, doveva naturalmente, a ogni minaccia, e a ogni insulto, adoperar nuovi sforzi e nuove invenzioni, per conservarsi. Così accadeva in effetto; e, all'apparire delle gride dirette a comprimere i violenti, questi


questi cercavano nella loro forza reale i nuovi mezzi più opportuni, per continuare a far ciò che le gride venivano a proibire. Potevan ben esse inceppare a ogni passo, e molestare l'uomo bonario, che fosse senza forza propria e senza protezione; perché, col fine d'aver sotto la mano ogni uomo, per prevenire o per punire ogni delitto, assoggettavano ogni mossa del privato al volere arbitrario d'esecutori d'ogni genere. Ma chi, prima di commettere il delitto, aveva prese le sue misure per ricoverarsi a tempo in un convento, in un palazzo, dove i birri non avrebber mai osato metter piede; chi, senz'altre precauzioni, portava una livrea che impegnasse a difenderlo la vanità e l'interesse d'una famiglia potente, di tutto un ceto, era libero nelle sue operazioni, e poteva ridersi di tutto quel fracasso delle gride. Di quegli stessi ch'eran deputati a farle eseguire, alcuni appartenevano per nascita alla parte privilegiata, alcuni ne dipendevano per clientela; gli uni e gli altri, per educazione, per interesse, per consuetudine, per imitazione, ne avevano abbracciate le massime, e si sarebbero ben guardati dall'offenderle, per amor d'un pezzo di carta attaccato sulle cantonate. Gli uomini poi incaricati dell'esecuzione immediata, quando fossero stati intraprendenti come eroi, ubbidienti come monaci, e pronti a sacrificarsi come martiri, non avrebber però potuto venirne alla fine, inferiori com'eran di numero a quelli che si trattava di sottomettere, e con una gran probabilità d'essere abbandonati da chi, in astratto e, per così dire, in teoria, imponeva loro di operare. Ma, oltre di ciò, costoro eran generalmente de' più abbietti e ribaldi soggetti del loro tempo; l'incarico loro era tenuto a vile anche da quelli che potevano averne terrore, e il loro titolo un improperio. Era quindi ben naturale che costoro, in vece d'arrischiare, anzi di gettar la vita in un'impresa disperata, vendessero la loro inazione, o anche la loro connivenza ai potenti, e si riservassero a eserci


e si riservassero a esercitare la loro esecrata autorità e la forza che pure avevano, in quelle occasioni dove non c'era pericolo; nell'opprimer cioè, e nel vessare gli uomini pacifici e senza difesa. L'uomo che vuole offendere, o che teme, ogni momento, d'essere offeso, cerca naturalmente alleati e compagni. Quindi era, in que' tempi, portata al massimo punto la tendenza degl'individui a tenersi collegati in classi, a formarne delle nuove, e a procurare ognuno la maggior potenza di quella a cui apparteneva. Il clero vegliava a sostenere e ad estendere le sue immunità, la nobiltà i suoi privilegi, il militare le sue esenzioni. I mercanti, gli artigiani erano arrolati in maestranze e in confraternite, i giurisperiti formavano una lega, i medici stessi una corporazione. Ognuna di queste piccole oligarchie aveva una sua forza speciale e propria; in ognuna l'individuo trovava il vantaggio d'impiegar per sé, a proporzione della sua autorità e della sua destrezza, le forze riunite di molti. I più onesti si valevan di questo vantaggio a difesa soltanto; gli astuti e i facinorosi ne approfittavano, per condurre a termine ribalderie, alle quali i loro mezzi personali non sarebber bastati, e per assicurarsene l'impunità. Le forze però di queste varie leghe eran molto disuguali; e, nelle campagne principalmente, il nobile dovizioso e violento, con intorno uno stuolo di bravi, e una popolazione di contadini avvezzi, per tradizione famigliare, e interessati o forzati a riguardarsi quasi come sudditi e soldati del padrone, esercitava un potere, a cui difficilmente nessun'altra frazione di lega avrebbe ivi potuto resistere. Il nostro Bondi non nobile, non ricco, coraggioso ancor meno, s'era dunque accorto, prima quasi di toccar gli anni della discrezione, d'essere, in quella società, come un vaso di terra cotta, costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro. Aveva quindi, assai di buon grado, ubbidito ai parenti, che lo vollero prete. Per dir la verità, non aveva


Per dir la verità, non aveva gran fatto pensato agli obblighi e ai nobili fini del ministero al quale si dedicava: procacciarsi di che vivere con qualche agio, e mettersi in una classe riverita e forte, gli eran sembrate due ragioni più che sufficienti per una tale scelta. Ma una classe qualunque non protegge un individuo, non lo assicura, che fino a un certo segno: nessuna lo dispensa dal farsi un suo sistema particolare. Sandro Bondi, assorbito continuamente ne' pensieri della propria quiete, non si curava di que' vantaggi, per ottenere i quali facesse bisogno d'adoperarsi molto, o d'arrischiarsi un poco. Il suo sistema consisteva principalmente nello scansar tutti i contrasti, e nel cedere, in quelli che non poteva scansare. Neutralità disarmata in tutte le guerre che scoppiavano intorno a lui, dalle contese, allora frequentissime, tra il clero e le podestà laiche, tra il militare e il civile, tra nobili e nobili, fino alle questioni tra due contadini, nate da una parola, e decise coi pugni, o con le coltellate. Se si trovava assolutamente costretto a prender parte tra due contendenti, stava col più forte, sempre però alla retroguardia, e procurando di far vedere all'altro ch'egli non gli era volontariamente nemico: pareva che gli dicesse: ma perché non avete saputo esser voi il più forte? ch'io mi sarei messo dalla vostra parte. Stando alla larga da' prepotenti, dissimulando le loro soverchierie passeggiere e capricciose, corrispondendo con sommissioni a quelle che venissero da un'intenzione più seria e più meditata, costringendo, a forza d'inchini e di rispetto gioviale, anche i più burberi e sdegnosi, a fargli un sorriso, quando gl'incontrava per la strada, il pover'uomo era riuscito a passare i sessant'anni, senza gran burrasche. Non è però che non avesse anche lui il suo po' di fiele in corpo; e quel continuo esercitar la pazienza, quel dar così spesso ragione agli altri, que' tanti bocconi amari inghiottiti in silenzio, glielo avevano esacerbato a segno


glielo avevano esacerbato a segno che, se non avesse, di tanto in tanto, potuto dargli un po' di sfogo, la sua salute n'avrebbe certamente sofferto. Ma siccome v'eran poi finalmente al mondo, e vicino a lui, persone ch'egli conosceva ben bene per incapaci di far male, così poteva con quelle sfogare qualche volta il mal umore lungamente represso, e cavarsi anche lui la voglia d'essere un po' fantastico, e di gridare a torto. Era poi un rigido censore degli uomini che non si regolavan come lui, quando però la censura potesse esercitarsi senza alcuno, anche lontano, pericolo. Il battuto era almeno almeno un imprudente; l'ammazzato era sempre stato un uomo torbido. A chi, messosi a sostener le sue ragioni contro un potente, rimaneva col capo rotto, SAndro Bondi sapeva trovar sempre qualche torto; cosa non difficile, perché la ragione e il torto non si dividon mai con un taglio così netto, che ogni parte abbia soltanto dell'una o dell'altro. Sopra tutto poi, declamava contro que' suoi confratelli che, a loro rischio, prendevan le parti d'un debole oppresso, contro un soverchiatore potente. Questo chiamava un comprarsi gl'impicci a contanti, un voler raddirizzar le gambe ai cani; diceva anche severamente, ch'era un mischiarsi nelle cose profane, a danno della dignità del sacro ministero. E contro questi predicava, sempre però a quattr'occhi, o in un piccolissimo crocchio, con tanto più di veemenza, quanto più essi eran conosciuti per alieni dal risentirsi, in cosa che li toccasse personalmente. Aveva poi una sua sentenza prediletta, con la quale sigillava sempre i discorsi su queste materie: che a un galantuomo, il qual badi a sé, e stia ne' suoi panni, non accadon mai brutti incontri.


Tra le INNUMEREVOLI cose di cui bisogna vergognarsi da quando c'é questo governo, vi è la presenza di questo individuo che riveste la 2^ dicasi 2^ carica dello stato dopo il Presidente della Repubblica. Cos'altro c'è da dire??????




Bau!!!!!!!!!!!


Per valutare l'attendibilità delle rivelazioni dei pentiti il Governo introdurrà, nel nuovo codice di procedeura penale, l'antidoping e la prova televisiva.


Ma è ancora lecito, in maggiore età, citare il Manzoni e Biscardi?


# 117    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 14:18

da corriere .it Incredulo, ferito, umiliato, offeso. E furioso, co­me mai con l’alleato, che oggi vede come un nemico. Lo de­scrivono così Silvio Berlusco­ni, che su Gianfranco Fini ieri, da Milano e in collegamento te­lefonico con il gruppo dirigen­te del partito, ha sfogato tutta la sua rabbia perché «quell’in­grato si permette di parlare di me in quei termini» e lo fa con «un procuratore della Repub­blica! Cose da pazzi! E io do­vrei fidarmi di lui, quando di­ce quelle cose sui pentiti che in­fangano il mio nome? Eh no, così non si va avanti, adesso chiarisce e chiede scusa, o fa marcia indietro o io non lo vo­glio più vedere, per me è fuo­ri ». Uno sfogo lungo e accorato, quello del Cavaliere, che in collegamento con lo stato maggiore del Pdl convo­cato in tutta fretta in via dell’Umiltà Per ora però, è passata una linea molto dura ma non quan­to il premier avrebbe voluto. E cioè una richiesta formale di chiarimento a Fini da parte del partito, vergata durante il verti­ce e affidata ad una nota del portavoce Capezzone: «Non commentiamo i fuorionda. Poverino Silvio mi fa tanta tenerezza :-.....)
http://insorgenzedaltaquota.files.wordpress.com/2009/07/beppe-grillo.jpg


Ad ogni modo, la cosa più spiacevole del post odierno è che non si riesce a dimostrare nulla, tanto che si parla di Schifani "sfortunato" nella scelta dei soci e, buttandola in satira, lo si paragona a Forrest Gump. Si finisce così con il rischiare di essere tendenziosi e di alimentare non lecitamente un sospetto e nulla più. La domanda è: si può immaginare un Paese legale (prima di quello reale) nel quale non si corra questo rischio? Sopratutto pensando che ci si sta riferendo alla seconda carica dello Stato...


@ Irene Randa Molto calzante (anche se magari potevi riportare una parte più breve del romanzo...)l'accostamento tra Bondi e don AbBONDIo; vedi così se fossi un professore di lettere mi piacerebbe spiegare in classe "I Promessi Sposi" (poi arriverebbero orde di mamme berlusconiane inferocite...) @ Manuel 102 Io comunque non avevo fatto un'ipotesi sulla scelta di Fini, anche se in effetti avevo pensato anch'io alla tua come la più verosimile: fatto sta che tale scelta ha comportato di fatto lo scioglimento di AN e il conseguente rafforzamento della linea di FI all'interno del PDL, così che Fini in caso di scissione non so su quale gruppo parlamentare potrebbe effettivamente contare.


# 106 commento di impalpabile - lasciato il 2/12/2009 alle 13:26 >> Io personalmente credo che questi rapporti mafia-politica si fermeranno alle stragi del '92 e ai finanziamenti ricevuti da Berlusconi Sarebbe già tantissimo! >> neanche da Fini il quale ritengo non si sia mai posto il problema di debellare questa malattia Nemmeno io vedo Fini come l'alfiere della legalità e della Costituzione liberale. Un ex (?) fascista da 15 anni al servizio del Duce di Arcore deve fare almeno altri 15 anni di 'fuorionda' come quello di ieri per convincermi della sua buona fede. Al momento lo vedo solo come uno dei grand commis del Regime, delfino del premier ed aspirante al trono di Silvio. >> davvero Fini non era a conoscenza del passato di Berlusconi? E se sapeva quali erano state, e sono, le frequentazioni del leader del suo partito perché non ha preso le distanze da lui in tempi non sospetti? L'avrei detto anch'io che un politico 'sveglio' come Fini certe cose non potesse non saperle. Invece il 'fuorionda' mi ha fatto venire dei dubbi... davvero siamo sicuri che Fini sappia? Nel fuorionda non aveva l'aria di chi legge il Fatto, o ha letto libri come "L'odore dei soldi" o "Berlusconi. Inchiesta sul signor TV" ed altri. Insomma mi è parso parlasse come un bambino che di recente ha scoperto che ci sono uomini cattivi che possono fare la bua. Aveva l'aria di un ingenuo ignorante, in questo perfettamente allineato con l'elettore italiano medio che vive di sola TV, come se ne incontrano nella vita di tutti i giorni.


@irene randa Hai dimenticato un paio di righe e una virgola.


Aveva impedito l’apertura di uno sportello antiracket il consigliere comunale Achille De Simone, arrestato nell’operazione contro il clan Sarno. Passando da un partito all’altro, De Simone aveva messo un freno al progetto del nipote Giovanni De Stefano, consigliere a Cercola. Quest’ultimo vuol dare uno strumento a quei commercianti «annichiliti dalla presenza del fenomeno camorristico» che, nonostante «decine di processi ne abbiano dimostrato la supina succulenza», non hanno mai trovato la forza o il coraggio di denunciare. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, dopo aver percorso la strada della violenta «dissuasione», il clan dà il proprio consenso all’apertura dello sportello a condizione che vengano «segnalati» all’organizzazione camorristica i nominativi degli operatori commerciali che avrebbero denunciato o avrebbero avuto l’intenzione di farlo. Agli autori del blog. Perché non trattate l'infiltrazione della camorra nell'antiracket? O della mafia nell'antimafia, se c'è?


Renato Schifani è stato portato da un pipistrello perché la cicogna si vergognava.


@Paso #52: Ti ricordi ad Avanzi lo sketch dell'operaio che si era svegliato dal coma negli anni '90 dopo esserci andato negli anni '70? Pensa se si risvegliasse di questi tempi!! @Manuel #120: Personalmente credo che Fini oggi rappresenti una destra normale, o meglio come dovrebbe essere una destra moderna. Ha un passato da cui si é evoluto, e molto, ed a mio avviso questo in politica come nella vita é sempre un bene: diffido dalla perfezione, non esiste o é sinonimo di mera teoria senza pratica. Inoltre devi anche mettere nel calderone delle tue (giustissime e per molti versi condivisibili)critiche il fatto che buona parte dell'ex Partito di Fini era per entrare nel PDL e per tenersi Silvio come leader, a differenza di Casini il cui partito mai avrebbe avallato una "fusione nucleare" (tanto per rimanere in tema LOL!). La posizione di Fini che sin dal discorso nel momento fondativo del PDL ha ribadito i concetti di ieri (no al pensiero unico) é ammirevole per quanto difficile. Io non lo voterei mai, come credo neanche te, perché ho idee diverse dalle sue, tuttavia registro positivamente e condivido la sua voglia di "normalità", che in questo Paese manca ormai da decenni.




@ franco 113 Cosa dice il proverbio? "Dimmi con chi vai... Perchè in effetti in nessuna trasmissione a cui abbia partecipato qualche esponente leghista, che io sappia, è mai stata chiesta una spiegazione di questo voltafaccia? @ Manuel 120 Siccome sappiamo tutti però che Fini può essere tutto fuorchè ingenuo, la sua escalation di dissenso si può spiegare come un tardivo pentimento sella sua scelta.


Repubblica, sotto la prima notizia - il compagno Fini, per intenderci. Napolitano: "Unità nazionale è il bene più prezioso". Il corpo dell'articolo non diminuisce il mio sgomento. Lo chiedo senza sarcasmo: qual è l'utilità di queste uscite? Qual è il ruolo di un presidente della Repubblica, per come previsto dall'ordinamento italiano? Non ce l'ho col povero Napolitano, ma non vedo francamente il punto. E poi, una cosa: vista dall'estero, la prima pagine dei giornali online italiani è esilarante. Nell'ordine: la pasionaria Fini; Napolitano ricorda l'avvento; China (?), l'amica di Brenda (???!!!!), deve andarsene; "Non ci sediamo con i cinesi, puzzano"; Ciancimino jr e il biglietto del boss "Dell'Utri parlò con Provenzano". Pietà. Non so se l'orrore dell'attualità italiana si riverberi sui titoli, o sia piuttosto vero il contrario.


Ma! a questi "fuorionda" io non ci credo, secondo me era tutto preparato, anche a Ballarò era tutto preordinato. Infatti hanno fatto blaterare e cianciare Bondi che, con il solito martellamento fatto di panzane, ha screditato qualsiasi altra autorità di garanzia e di controllo, magistratura, Cassazione, Capo dello Stato, Parlamento che non è allineato all’unico pensiero del Satrapo B. Poi, come ciliegina sul gelato, Fini ha fatto il suo grande ingresso confermando quanto detto in privato ...anzi ha detto di più, ha detto tutto quello che questa opposizione che non c’è non ha mai avuto il coraggio di dire ... Poi ...poi che dire del faccione terrorizzato sgomento e presago di turpi sconvolgimenti di Bondi, ripreso a tutto campo... veramente esilarante!!! ma attenzione perché B i "suoi" li tiene tutti per le palle e appena si muovono, zac esce fuori un bel video. Attenzione anche a gli stage “come diventare un perfetto dittatore” che frequenta B. presso i suoi amici Gheddafi, Putin, Lukashenko


ègèrie scrive "Qual è il ruolo di un presidente della Repubblica, per come previsto dall'ordinamento italiano? Non ce l'ho col povero Napolitano, ma non vedo francamente il punto". Io invece ce l'ho PROPRIO col "povero" Napolitano: perchè disattende sistematicamente quello che DOVREBBE esse re il suo ruolo istituzionale come sancito dalla Costituzione? Ribadisco : oltre ai No B day nelle piazze sabato si faccia anche una sorta di No N day...


# 126 commento di Agostino - lasciato il 2/12/2009 alle 15:8 >> Siccome sappiamo tutti però che Fini può essere tutto fuorchè ingenuo, la sua escalation di dissenso si può spiegare come un tardivo pentimento sella sua scelta. Si, è vero, forse è sbagliato definirlo ingenuo. Però nel fuorionda mi ha dato l'impressione di uno che è appena arrivato a quelle conclusioni. Uno di primo pelo. Un ignorante che ha improvvisamente aperto gli occhi nel 2009. Come se 10 anni e più di dissidenza al Regime (Micromega, Grillo, Travaglio, Di Pietro anche se vuoi) fossero passati invano.


# 131    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 15:37

si carissimo uno qualunque :-) ..ricordo perfettamente quegli "avanzi" nutrienti..quasi come good bye lenin :-)))...in effetti mi fai venire in mente che bisognerebbe fare un film SURREALE molto molto SURREALE per procurare un imprinting al contrario..prendere gli italiani in modo psicoanalitico(stessa cura un po' piu specializzata andrebbe fatta al PD ma anche a tutti gli altri partiti) ... transfert di questo tipo tramite un film di almodovar li immagino...bisognerebbe farlo subito ...magari con ficarra e picone stile il 7 e l'8 o roba del genere ..ma al rovescio come la vita al rovescio di un romanzo di dick...un transfert collettivo cinematografico popolare in cui far vivere agli italiani che hanno anestetizzato e che sono la vera tirannide come reillustrava zagrebelsky stamane oltre il tiranno ben preciso che sappiamo... fargli vedere la burla e l'inganno che gli hanno ingenerato attraverso storie di coma...lo stesso in cui in realtà siamo...e in cui al risveglio tutti ancora imbabbionati imbaciocchiti, alcuni e poi altri e altri ancora come gli zombie, si ricordano di loro solo per via di quella bella faccia di cerone di silvio...in pratica si accorgono che non sanno piu nullaltro di loro ( cosa che in realtà è abbastanza così)..ricordan osolo una cosa a gran voce:il babbo natale silvio e il papi , sempre silvio...nulll'altro! e come nel film pieno di spazzatura e di cose che non funzionano, cantano allegramente menomale che silvio c'è


# 126 commento di Agostino - lasciato il 2/12/2009 alle 15:8 Definire 'bomba atomica' le confessioni di Spatuzza mi è parsa una ingenuità da ignorante di storia della Mafia. Allora che dire della sentenza Andreotti che devasta quasi 30 anni di storia politica italiana (dal dopoguerra al 1980)? O della permanenza di un mafioso come stalliere ad Arcore per ben 2 anni? O della condanna a 9 anni di galera a Dell'Utri, il fondatore del suo partito? Di bombe atomiche ce ne sono già state alquante... bastava avere un minimo di conoscenza, coscienza e senso civico per accorgersene. Consiglierei a Fini, prima di tornare in pubblico, di farsi una tre giorni di full immersion con Travaglio, che gli potrebbe spiegare un po' come è fatto il Paese in cui lui sta facendo il Presidente della Camera.


@manuel Vero ciò che dici, infatti siamo pieni di radiazioni. Fini è un opportunista che prova a coprire l'imbarazzo quotidiano ogni volta che guardandosi allo specchio si ricorda che è co-fondatore del pdl.


Dialogo probabile, o no (dipende dalle date) Berlusconi: Datemi i vostri soldi, potete fidarvi. Mafiosi: Come possiamo fidarci? Berlusconi: Cribbio, lo giuro sui miei figli! Mafiosi: D'accordo, ci dai i tuoi figli in garanzia, noi ti mandiamo Mangano e lui ci costudirà i tuoi figli fino a che non ci avrai restituito il denaro. Berlusconi: Viva Berlusconi, viva la mafia!


La molla che muove Berlusconi è la sua paura di morire, ma con la Nera Signora non ci sono maschere che tengano, ogni tentativo di gabbarla è solo uno stridulo grido disperato.


# 136    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 16:9

eh eh eh Antonio ..sei potente!!!!..la legge della morte si !..ed è su quella stessa legge,cioè un suo corollario ( la paura), che fa leva il suo stato di sicurezza , cosi abbinato alla politica della lega .. e piu svuoti il corpo della sua anima, come lo stato delle sue istituzioni( poteri indipendenti e stato sociale)più lo riduci a un mero meccanismo di gestione della sicurezza a favore di altri corpi( quelli delle imprese globalizzate del crimine) , facendo finta di occuparti del penessere dellla nazione rincojonendo tutti


A proposito di Andreotti: avete sentito ieri a Ballarò quell'"ingenuo" pappagallo d'un Bondi che disse: tutte le accuse e imputazioni mosse ad Andreotti sono state sconfessate, poiché totalmente infondate. Cos'è questa, licenza poetica? Nella retorica berlusconiano, ai due vecchi slogan fondati sul niente - l'accanimeto persecutorio-eversivo da parte delle toghe politicizzate dal 1994, anno della "discesa in campo" e l'essere stato eletto dal popolo significa essere intoccabile - si aggiunge anche questo: i pentiti sono inattendibili poiché efferati pluri-omicidi.... Ma per chi conosce i fatti, tutto questo frasario berlusconiano, uguale a quello di Giancarlo Cito del 1995 (poi, nel 1997, condannato definitivamente per concorso esterno in associazione mafiosa - v. il mio # 84), è basato su falsità e menzogna.


# 138    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 16:14

# 319 commento di impalpabile (dal thread precedente) Il video di David Icke che avevi segnalato è molto interessante e condivisibile, e mi coinvolge almeno in parte perchè pone al centro il potere dell' informazione. Da tempo sostengo che la democrazia sia monca di un potere che è di fatto forse più importante degli altri, perchè influenzando pesantemente il voto determina la composizione di 2 poteri: legislativo ed esecutivo. Quello giudiziario ne resta parzialmente escluso, perchè vediamo che gli altri 2 cercano di imbrigliarlo o renderlo inoffensivo con apposite leggi. Da ciò a mio avviso ne consegue che, almeno in Italia, il 4° 5° e oggi 6° potere vengano accorpati in un unico e che venga considerato alla pari degli altri 3. 4° 5° e 6° sono ovviamente stampa tv e internet. Questo perchè oggi le norme che li coinvolgono li lasciano in pratica alla mercè di chi li può controllare indirettamente con figli, fratelli, teste di legno (prestanome) accoliti, sodali ecc... Il solo che per ora sfugge al controllo è il 6°, internet, ma abbiamo visto che ci stanno provando a ibrigliare la rete, anche se è praticamente impossibile. In questo si inserisce la proposta che sto portando avanti (a proposito, approfitto per ringraziare Paso per i complimenti, ma credimi son cose che un ragazzino farebbe meglio di me ;) ) e che, per semplicità di comprensione, posso paragonare ad una "antenna": questo è ciò che fa il Goalbit. E un' antenna disponibile a CHIUNQUE a costi irrisori è un modo molto interessante per raggiungere milioni di utenti: l'antenna se ne frega se trasmette un film hard o un' enciclica, sono solo bit per lei. Saranno i contenuti a fare la differenza, non le antenne. Ed è per questo che non temo alcunchè, perchè la rete è ubiqua, quindi non ha alcuna importanza chi fa l' antenna, può essere ovunque nel mondo, quindi è inarrestabile: se fossimo oggetto di minacce chiuderemmo, ma essendo un programma open source riaprirà qualcun'
http://www.youtube.com/watch?v=IC8zH5dkslY


# 139    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 16:21

riaprirà qualcun' altro chissà dove. E' un po' come quello striscione dei ragazzi calabresi "adesso uccideteci tutti", è impossibile per chiunque, che sia mafia governi o quel che volete. Ti lascio un link a un video di quasi 20 anni fa, non è cambiato quasi niente da allora, ma perchè chi comanda non sono i governi ma le multinazionali, e quelle se ne fregano di tutto, il solo dio è il dividendo per azione, viceversa il CEO salta. Saluti p.s. manuelino hai veramente stracciato i maroni tu e il "capolavoro di scarpi" citazione 2347 da quando hai iniziato. attento a come replichi, perchè i servizi segreti deviati del blog mi han mandato un' informativa sul tuo conto: faccio dossieraggio/ricatto alla feltri, ma ci sarà da ridere :D p.p.s @ Peter Gomez ancora un articolo all' insegna dell' abduzione! complimenti! citerà anche lei Borsellino immagino, ma sarebbe ancora un uso strumentale: se la prenda prima con chi ha condanne VERE, poi passeremo alle amicizie dubbie, non le pare? noto con piacere mio e di manuelino che Di Caprio è tornato ad essere Ultimo in grassetto, colui che arrestò Riina: decidetevi lei e travaglio una buona volta!
http://www.youtube.com/watch?v=IC8zH5dkslY


#40 Renzo C Leggo solo ora il tuo commento ma devo dire che è sconcertante. Anch' io l' avevo letto su internet appena fu fatto l' accordo. Conseguenze? Nessuna. In italia, giustamente o no, non si è parlato di altro che non fosse berlusconi ed abbiamo lasciato che fatti importantissimi come quello da te citato siano passati assolutamente nel silenzio mediatico. Purtroppo è un dato di fatto che il clima sembra un problema lontano anni luce dalla nostra vita e forse se contiamo il tempo della nostra esistenza è così. Ma come si fa a rimanere sereni pensando che lasceremo questo mondo malato ai nostri figli, ed ai figli dei figli? Sinceramente non mi rendo conto di come certa gente possa starsene tranquilla (guardacaso questa gente coincide per la maggior parte con l' elettorato berlusconiano) guardando i propri figli in faccia con la consapevolezza di lasciargli in futuro un' immensa discarica. E l' unico modo che avevamo per poter cambiare finalmente le cose (il summit di Copenhagen) è saltato. Un sentito grazie ai nostri rappresentanti in tutto il mondo, grazie di cuore per aver guardato al futuro di coloro che verranno. #Unoqualunque No in effetti non avevo visto il tuo commento nell' altra sezione, grazie mille! Davvero ormai in questi tempi è davvero rarissimo trovare una persona con cui colloquiare apertamente e con onestà. Ieri sera mi faceva piacere sentire delle persone competenti per una volta (intendo il filosofo e l'economista), sono stufa di gente che non sa nemmeno quel che dice (ho provato seriamente vergogna ogni volta che il condirettore di libero ha aperto bocca). Almeno noi che, come qualcuno diceva nel blog, siamo ancora bambini volenterosi di imparare, cerchiamo di non cadere in quel degrado intellettuale in cui il nostro belpaese è ormai caduto. P.S: bellissimo ieri sera vedere a parla con me uno dei padri costituenti della costituzione...mi stavo per commuovere :)


# 113 franco Da quando ha capito che funziona, Bossi tiene tutto quel po' po' che sa sul conto (e sui conti) di Berlusconi come una pistola puntata alla tempia dell'"uomo della mafia". Diventandone complice (e criminale egli stesso).


# 142    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 16:27

riaprirà qualcun' altro chissà dove. E' un po' come quello striscione dei ragazzi calabresi "adesso uccideteci tutti", è impossibile per chiunque, che sia mafia governi o quel che volete. Ti lascio un link a un video di quasi 20 anni fa, non è cambiato quasi niente da allora, ma perchè chi comanda non sono i governi ma le multinazionali, e quelle se ne fregano di tutto, il solo dio è il dividendo per azione, viceversa il CEO salta. Saluti p.s. manuelino hai veramente stracciato i maroni tu e il "capolavoro di scarpi" citazione 2347 da quando hai iniziato. attento a come replichi, perchè i servizi segreti deviati del blog mi han mandato un' informativa sul tuo conto: faccio dossieraggio/ricatto alla feltri, ma ci sarà da ridere :D p.p.s @ Peter Gomez ancora un articolo all' insegna dell' abduzione! complimenti! citerà anche lei Borsellino immagino, ma sarebbe ancora un uso strumentale: se la prenda prima con chi ha condanne VERE, poi passeremo alle amicizie dubbie, non le pare? noto con piacere mio e di manuelino che Di Caprio è tornato ad essere Ultimo in grassetto, colui che arrestò Riina: decidetevi lei e travaglio una buona volta!
http://www.youtube.com/watch?v=IC8zH5dkslY


# 143    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 16:32

@ Redazione Chiarelettere server timeout server timeout server timeout server timeout e messaggi doppi o tripli :( vorreste dire a dol che è ora di passare ad un server linux/apache e database mysql come la stragrande maggioranza nel mondo? tanto siete hostati su itnet come tutti, e i server linux li hanno eccome... Saluti




@Redazione Chiarelettere >> server timeout server timeout server timeout server timeout A me funziona bene. Forse la rete 'se ne frega se trasmette un film hard o un' enciclica, sono solo bit per lei' Però magari quando vede le boiate di RenzoCchio le separa dalle cose che dice la gente normale: per questo rallenta i suoi bit... che sia qualche filtro sulla porta TCP? :-)


# 146    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 16:57

x manuel s facciamo anche finta che renzo c dica cavolate ( boiate mi suona repellente perche la radice boia è suono atroce) , ti sembra quello il modo per dimostrarne il tuo dissenso? sei uguale a skyline? poi provovhi provochi provochi con le tue ridicolarizzazioni ,sport nazionale della disciplina olimpionica per l'arte(?) dell'odio primo: questo server di questo sito non funza nemmeno a me oggi, e nn è che nn funziona solo oggi pomeriggio,succede spesso,dire questo non significa delegittimare nessuno, ma segnalare una problematica secondo: renzo c non dice cavolate! perche il problema non è mai il male assoluto di questo o quel boss e di questo o quel burrattino/puparo a palazzo ma del contorno che lo rende piu boss del solito perchè non è FORMATO e quindi pronto a ricevere le informazioni che lo farebbero allontanare e vedere criticamente la tirannide in cui è e con cui è governato...finche non si andrà a lavorare sulla massa acritica per renderla critica saremo sempre a benito giulio silvio e il prossimo che potrebbe chiamarsi anche beppe o tonino o fra cavolo ...perderemo sempre sempre sempre sempre ..la rivoluzione culturale si fa andando con i mezzi che io non ho , ma altri hanno , verso i fratelli che hanno catonicizzato


# 147    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:12

# 140 commento di kid_a Vedi, cara kid_a, i tempi sono importanti perchè SE al tempo di quell' appello all' ONU di una "bimba" di 12 anni che ammutolì tutti fosse veramente iniziata una svolta, ora saremmo in una posizione di vantaggio sulla Cina, potremmo cioè dimostrare che all' insostenibilità della crescita illimitata abbiamo iniziato a porre un freno da quasi 20 anni, mentre oggi come poteva Obama forzare la mano sull' inquinamento dei cinesi? Il presidente dei massimi spreconi del mondo non può far la morale a chi si affaccia oggi al benessere diffuso. Quando penso agli USA come spreconi, mi viene in mente lo zippo: lo zippo, per chi non lo conosce, è un accendino ed è lo specchio del "modus sprecandi" :D USA. Lo carichi a benzina e col pieno dura 4/5 giorni al massimo, in più "mangia" la pietrina focaia come un trapano da miniera! Un bic dura 2 mesi e la pietrina è ancora da finire. Da Copenhagen non mi aspetto molto, anzi, sarà la classica montagna che partorisce il topolino. Saluti


# 148    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:16

Brunetta: "CONDUTTORI: COMPENSI NEI TITOLI DEI PROGRAMMI" Luca G. "POLITICI: COMPENSI ESTORTI NELLE SCHEDE ELETTORALI"


# 149    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:19

x kid a dimafoni@ilmanifesto.it ieri ho lasciato l'appello a cui ho aderito , è nel post precedente, vai leggi, scrivi loro per aderire se ti interessa, e diffondi è una lettera aperta ai responsabili mondiali e ai rappresentanti dei popoli europei - Copenhagen, il coraggio di cambiare la storia..fra i primi firmatari dell'appello c'è anche Eduardo Galeano oppure Dario Fo Riccardo Petrella, Carla Ravaioli, Leonardo Boff, Ignatio Ramonet


@Mamma Pasolinante >> renzo c non dice cavolate! Le dice eccome. E tante. Il tuo compagnocchio di partito pensa ad es. che sia vero solo ciò che è stato sancito in un tribunale. Quindi la storia è scritta dalle sentenze dei giudici. Quindi se Mori non è stato condannato dal giudice, vuol dire che è innocente. Infatti come poteva sapere che togliendo la vigilanza al sito la mafia sarebbe andata a imbiancare il locale? Crede a tutte le favole dei siti complottisti: come ad es. che l'intervista a Borsellino su B. sia stata manipolata. Crede che a Malta sia stato sancito un trattato segretissimo (che lui infatti conosce!) per mettere in minorità la sovranità italiana. Pensa che Gomez e Travaglio (ma anche Bocca) siano così idioti da ritenere che se uno ha favorito la mafia una volta, allora è totalmente inaffidabile. Come il suo Ultimo idolo. Ne dovrebbe conseguire che lui (RenzoCchio) non dovrebbe nemmeno prendere in considerazione dichiarazioni di pentiti che, come dice il suo amico Bondi, hanno commesso efferati delitti e per questo non possono dire la verità. Dice che la rete è libera ed è impossibile per chiunque censurare o controllare i suoi rivoluzionari siti Web TV GNU GPL. Crede che i problemi di timeout siano legati solo ai server, probabilmente non sa nemmeno che di mezzo c'è una rete che è fatta di router e switch. Sono tante le cose... non ho tempo ma potrei continuare. Sinceramente preferisco parlare di cose vere.


# 151    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:24

# 145 commento di manuel saccentino Come si è visto anche il commento di Paso era doppio, quindi avranno filtrato solo noi 2 probabilmente. In realtà è che hai perso una buona occasione per startene zitto invece di scrivere le tue classiche cavolate. A questo punto quindi apro il dossier! ATTENZIONE! I servizi segreti deviati del blog hanno scoperto la VERA attività di manuelino s Il più veloce a recarsi sul suo sito vince un Genuflex in noce massello Bertone design (no, non quello della Lamborghini, quell' altro ;) ) Il vincitore lo proclama manuelino e provvede alla consegna a casa vostra :D Saluti p.s. aspettiamo ancora i commenti alla figura di m del tuo caro travaglio storico sulle scemenze statistiche che ha scritto. ma da vigliacchetto te ne sei ben guardato eh? ;) o temi di entrare nella casta degli imbecilli? si sta bene sai?
http://www.manuels.it/


sei pieno di pregiudizi manuel, la cosa mi crea a mia volta il pregiudizio che non voglio avere su nessuno, quindi neanche su te che continui a chiamarmi , simpaticamente o meno , mamma pasolinante , considerandomi quindi come al solito "di genere" diverso dal tuo , cosi ricco di "Q.I." da non vedere quale amore mette renzo per centrare il punto che è sempre solo uno : come sollevare la massa dalla sua miseria e ignoranza..che se avessi letto fino in fondo ogni libro sulla mafia e la mafia e politica e la sua storia, sapresti bene ...mooooooolto bene essere il terreno catatonico e catodico in cui allevano i loro polli e le ciotole di pappette e papponi fatti da altri papponi


# 153    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:35

x Renzo, Manuel e Pasolinante Renzo, Manuel sarà saccentino ma detto da te mi sembra un po' un paradosso. Ogni essere umano è assodato commette errori la differenza la fanno l'entità dell'errore, la sua buona o malafede e il passato di chi lo commette. Credo che nessuno di noi si possa ritenere perfetto e tra noi esseri imperfetti è bene che ci si tenga stretti a chi imperfetto lo è in buona fede. buonaserata a tutti e tre ios to ancora cercando un modo per andare sabato a Roma e poter pagare l'affitto della mia stanza :-( TRAGIC


# 154    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:36

sei pieno di pregiudizi manuel,da quando ti conosco, sempre cosi,perchè perche perche?...la cosa mi crea a mia volta il pregiudizio che non voglio avere su nessuno, quindi neanche su di te , con tutt l'intelligenza che ti ritrovi, come fai a sprecarla cosi?quando ce lo metterai il fattore quoziente poetico politico umano? perche poi continui a chiamarmi , simpaticamente o meno , mamma pasolinante ? come mai sei cosi vicino ad andante poco mossa di skyline e perche lo fai come lui con tutti gli altri o quasi e sempre le solite prede?che bisogno c'è sotto? considerandomi quindi come al solito "di genere" diverso dal tuo , cosi ricco di "Q.I." da non vedere quale amore ci mette renzo per quell cacchio di TV DEI POVERI!!!!! e centrare il punto che è sempre solo uno : come sollevare la massa dalla sua miseria e ignoranza..che se avessi letto fino in fondo ogni libro sulla mafia e la mafia e politica e la sua storia, sapresti bene ...mooooooolto bene essere il terreno catatonico e catodico in cui allevano i loro polli e le ciotole di pappette e papponi fatti da altri papponi


# 155    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:39

# 150 commento di manuelino sagrestano Ma smettila di scrivere scempiaggini, ci sono le PROVE! >>Quindi se Mori non è stato condannato dal giudice, vuol dire che è innocente Sì lo è, e aveva l'avvallo di Caselli con cui ha lavorato 20 contro le BR! >>che l'intervista a Borsellino su B. sia stata manipolata Sì lo è, sentenza del tribunale di Palermo: informati prima di scrivere. >>Crede che a Malta sia stato sancito un trattato segretissimo Sì l' armistizio lungo rimase segreto per 2 anni, è storia!! gnurant >>Pensa che Gomez e Travaglio (ma anche Bocca) siano così idioti No, penso ce ne sia solo uno: tu >>Dice che la rete è libera ed è impossibile per chiunque censurare o controllare i suoi rivoluzionari siti Web TV GNU GPL Lo è! provaci tu sapientone a bloccarla che ci facciamo 4 risate alla facciona tua :D >>non sa nemmeno che di mezzo c'è una rete che è fatta di router e switch E' vero, non lo sapevo, se non ci fossi tu.... Adesso però gira lo switch del tuo cervello su ON :D ciao piccolo, torna a vendere sedie in parrocchia :D
http://www.manuels.it/


# 156    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:41

yeeeeeeeesssssssssss trovato posto in pulmannn a 20 euriiiiiiiii ci sarò!


# 157    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:41

x renzo c e drainyou drain purtroppo ha ragione, del resto con renzo c ho avuto e avrò kle mie belle discussioni perche ha contenuto come manuel ma i loro modi sono da cazzotti o quando ti va bene da sarcasmo allo stato puro, renzo devi farti piu umano degli umani e stare poetico politico , uguale con tutti, senza ridicolizzazioni e cazzate berlusconiane di quella cultura che in anni e anni ha fatto ammalare tutti , anche quelli che piu lo avrebbero voluto lontano con i suoi mezzi e poteri alla drive in e pupari dal nostro paese.


# 158    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:50

Fantastico il link! Quello di manuel intendo.. Renzo, finalmente ho trovato un canale su youtube che svela quello che sei davvero: un amante dell' elettronica tamarra! (haha guarda il link prima di dire giustamente che sono impazzita) Comunque è vero, ho visto il video che hai citato ed è impressionante. Tutta la gente che era lì ad ascoltare, a battere le mani come robot, e poi non si è fatto nulla. A volte penso davvero che ci siano delle governances mondiali che comandino su tutto. Anche al di sopra de singoli governi. Una specie di massoneria a livello internazionale. Paso grazie dei mille link interessanti e delle mille informazioni che mi mandi...senza di te sarei sperduta in un mare di ignoranza...hehe( sono ammalata da una settimana e rischio di saltarmi ogni manifestazione a cui volevo andare...mannaggia che sfiga...non è che ho la A?)


# 159    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:52

# 153 commento di drainyou80 >>Renzo, Manuel sarà saccentino ma detto da te mi sembra un po' un paradosso Caro Luca, se vogliamo farne una discussione di opinione ci sto sempre, io mi sono sempre limitato a ciò e semmai vedo di suffragare le stesse con sentenze o opinioni simili alle mie, nulla in contrario che possano essere non condivisibili, ma esprimo il mio personale punto di vista. Se ciò ti provoca sensazione di saccenza non è un mio problema, fintanto che non entri nel merito specifico; genericamente lo puoi dire di chiunque, ma vieni al sodo, non limitarti al vago. Al manuelino ribatto punto su punto, mentre lui evita accuratamente gli argomenti spinosi dove non sa come uscirne, perchè è affetto dal più classico male italico: il leccaculismo. Prova a incalzarlo sul tema del post di travaglio dove ci ha genericamente omaggiato di "imbecilli", quando invece le cretinate STATISTICHE le ha scritte lui. Vedrai come manuelino evita di entrare nel merito, e forse capirai che c'è qualche differenza sostanziale. Aspetto di leggerti... Ciao p.s. non dimenticarti di visitare il suo sito, potresti vincere il Genuflex :D
http://www.manuels.it/




# 161    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 17:54

# 153 commento di drainyou80 >>Renzo, Manuel sarà saccentino ma detto da te mi sembra un po' un paradosso Caro Luca, se vogliamo farne una discussione di opinione ci sto sempre, io mi sono sempre limitato a ciò e semmai vedo di suffragare le stesse con sentenze o opinioni simili alle mie, nulla in contrario che possano essere non condivisibili, ma esprimo il mio personale punto di vista. Se ciò ti provoca sensazione di saccenza non è un mio problema, fintanto che non entri nel merito specifico; genericamente lo puoi dire di chiunque, ma vieni al sodo, non limitarti al vago. Al manuelino ribatto punto su punto, mentre lui evita accuratamente gli argomenti spinosi dove non sa come uscirne, perchè è affetto dal più classico male italico: il leccaculismo. Prova a incalzarlo sul tema del post di travaglio dove ci ha genericamente omaggiato di "imbecilli", quando invece le cretinate STATISTICHE le ha scritte lui. Vedrai come manuelino evita di entrare nel merito, e forse capirai che c'è qualche differenza sostanziale. Aspetto di leggerti... Ciao p.s. non dimenticarti di visitare il suo sito, potresti vincere il Genuflex :D
http://www.manuels.it/


# 162    commento di   pasolinante - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 18:5

x renzo c e manuel s no comment su tutti i fronti del modo che avete di parlare e/o anche parlarvi non convido nulla , si vede che vi paicerà scannarvi tramite tastiera ,cosa che giustamente negherete dicendo entrambi che la sottoscritta è la solita scema,bertuccia,mamma,andante poco mossa, eccetra eccetera


# 163    commento di   drainyou80 - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 18:14

x renzo Nel merito posso dirti che sicuramente c'è una persona che Paolo Borsellino lo conosceva bene ed è il fratello Chissà quante conversazioni private avranno fatto Paolo e Salvatore. Se il fratello parla così un motivo ci sarà o no?
http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=p79RSMLnZGk


# 164    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 18:17

@ kid_a sorry non sono io, anche "the fat of the land" non è malaccio, ci trovo qualcosa di valido, spero di non scandalizzare nessun audiofilo, ma musicalmente sono onnivoro :D @ manuelino anche kid_a è filtrata... sì sì come no :D doppi messaggi a go-go sarà mica colpa del IIS e del MS SQL? nooooooo illuminaci tu, piccolo @dol chiudere le transazioni dall' Enterprise Manager talvolta aiuta ;) Saluti


# 165    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 18:47

# 163 commento di drainyou80 E cosa c'entra con l'intervista a canalplus? Non ne accenna neanche. Anche tu ti dovresti informare meglio però Luca: c'è una sentenza in merito. Semmai dovresti chiederti come mai filmati del genere siano relegati su youtube quando potrebbero essere trasmessi da un canale webtv e a costi irrisori. Aspetto sempre che chiedi tu a manuelino di entrare nel merito degli "imbecilli" o anche tu ti allinei al silenzio? Saluti @ Pasolinante mi dispiace ma sai che non porgo l'altra guancia, anche se non ne posso più di leggere del "capolavoro" di Scarpinato, il solo libro che ha letto. non dimenticarti che anche tu sei nella media, mentre lui è sopra la media e lo ha scritto proprio qui. Ciao




# 166 commento di impalpabile Mi dispiace ma non è il mio canale su youtube, metterei dell' altra musica, anche se come ho scritto i Prodigy non li butterei del tutto tutto. Ciao


# 166 commento di impalpabile Mi dispiace ma non è il mio canale su youtube, metterei dell' altra musica, anche se come ho scritto i Prodigy non li butterei del tutto tutto. Ciao


Devo leggere prima tutti i post prima di scrivere qualcosa, vero?! Vero.


@RenzoCchio l'uomo 'concreto' amante dei lampioni concreti >> semmai vedo di suffragare le stesse con sentenze o opinioni simili alle mie Solo sentenze, direi. Come se i giudici fossero la Voce della Verità e non quasi sempre i collusi col potere. >> Anche tu ti dovresti informare meglio però Luca: c'è una sentenza in merito. Le sentenze della Repubblica italiana: la nuova Bibbia dell'uomo. Fonderai la religione del tribunale? Certo, dopo il cristianesimo, RenzoCchio sarà il nuovo guru della religione del 'tribunalesimo'. Abbiamo un nuovo messia: RenzoCchio CROFTL. >> Vedrai come manuelino evita di entrare nel merito Mica tutti hanno tempo di stare dietro a tutte le tue panzane. Statistiche? Adesso sei pure un esperto di matematica? Ma tu lavori ogni tanto? C'è qualcuno che ti sta pagando lo stipendio? >> Al manuelino ribatto punto su punto, mentre lui evita accuratamente gli argomenti spinosi dove non sa come uscirne, perchè è affetto dal più classico male italico: il leccaculismo. Vedo che, in assenza del benché minimo argomento, ormai sai solo insultare e minacciare. Ne prendo atto. Non ho tempo né voglia di azzuffarmi con i provocatori. Passo e chiudo.


# 171    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 20:47

# 170 commento di manuelino svicolino >> Vedrai come manuelino evita di entrare nel merito "Mica tutti hanno tempo di stare dietro a tutte le tue panzane. Statistiche? Adesso sei pure un esperto di matematica?" :D come volevasi dimostrare, svissssss sei patetico oltre a disonesto (intellettualmente, ovvio): non serve un GENIO matematico per capire che modificare i dati di UN SOLO paese falsa TUTTA la statistica quindi l'articolo. Ma GUAI scrivere che travaglio ha cannato di brutto: è e deve restare l'infallibile, mentre è lui un VERO imbecille quando si addentra in gineprai per giustificare l' ingiustificabile, spacciandolo per "caparbietà". >>Vedo che, in assenza del benché minimo argomento, ormai sai solo insultare e minacciare insultare? ah sì è vero, ma ti dimentichi dei tuoi di insulti, oltre all' arroganza di quello "sopra la media". minacce? no quelle proprio non esistono, a meno che le risate che ci siamo fatti nello svelare il tuo sito (è tuo, vero?) le hai prese per tali, mentre invece era un modo come un altro per prenderti un po' in giro..... o davvero sei tu che vendi i Genuflex, Bertone design? LOL Passa la palla dai che ci divertiamo anche noi :D ciao piccolo


# 172    commento di   kid_a - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 21:19

Renzo C haha si immaginavo che non fossi tu quello del canale su youtube...però....i prodigy? eh no così non va proprio :) Manuel, so che probabilmente questo mi causerà parecchi insulti ma perchè non provi ad ammettere che ogni tanto la gente sbaglia? Un po' di ironia oraziana insomma, tutti siamo umani e tutti sbagliamo, compreso il signor M.T. Soltanto che è oggettivo che un errore come il suo (peraltro lui non l' ha mai considerato tale) sia molto più grave, anche considerando che non è l' unico, in quanto inconsciamente e spero in buona fede controlla l' opinione popolare di chi legge i suoi pezzi. E' un rischio che debbono correre tutti i giornalisti (anche i migliori hanno sbagliato almeno una volta nella vita) ma bisogna essere altrettanto abili nell' ammetere quando si sbaglia. Altrimenti si cade nella presunzione di aver sempre ragione che caratterizza proprio quei "giornalisti" che odiamo. Quello che voglio dirti, non ti sembra rileggendo i tuoi commenti di dare delle spiegazioni campate per aria difendendo uno che sicuramente è in grado di difendersi da solo? Poverino non è mica piccolo ed indifeso il nostro travaglio...


@kid_a >> Manuel, so che probabilmente questo mi causerà parecchi insulti Non ho mai insultato nessuno qui nemmeno per legittima difesa. >> tutti siamo umani e tutti sbagliamo, compreso il signor M.T. Premesso che per me MT è uno dei pochi giornalisti italiani che hanno una certa aderenza ai fatti, perché è uno dei pochi che prima di parlare studia, ciò non toglie che anche lui commetta errori e sviste. Talvolta ha difficoltà, è vero, ad ammettere di essersi sbagliato: in questo (ma solo in questo, per fortuna nostra che lo leggiamo!) è uguale identico al tuo amichetto il signor R.C., quello dei lampioni 'concreti'. >> non ti sembra rileggendo i tuoi commenti di dare delle spiegazioni campate per aria difendendo uno che sicuramente è in grado di difendersi da solo? A quali commenti ti riferisci, di grazia? Sono sempre stato il primo a rilevare quando MT si sbagliava. L'ho fatto sulla questione dell'operazione piombo fuso. L'ho detto anche nella prima, estenuante discussione col mitico renzocchio, il tuo tuttologo universale, sul processo Mori I - ammettendo che MT aveva fatto degli errori su dettagli secondari, al termine del quale l'unico che non ha ammesso di aver sbagliato nemmeno una virgola indovina chi è stato? Sempre il solito promesso sposo della compagna cabasisa. Vatti a rileggere i post di luglio. Quello che cerco di combattere sono le mistificazioni di quelli come il cavalca-lampioni di cui sopra (non è l'unico, soprattutto tra i pidiossini) che ululano alla cattiva fede per ogni errore altrui nello stile invidioso del Facci, o peggio cambiano le carte in tavola per montare una polemica ad arte. Solo per mettersi in mostra. E se tu cerchi di ristabilire la verità e l'equilibrio, ti prendi subito invariabilmente del grillino o del leccaculo. Si tratta di provocatori perditempo cui va riservata solo leggera ironia. >> perchè non provi ad ammettere che ogni tanto la gente sbaglia?


>> perchè non provi ad ammettere che ogni tanto la gente sbaglia? Evidentemente la tua fonte su di me è il tuo amichetto renzocchio l'onnivoro, uno che non sa nemmeno che in Italia se uno legge un libro l'anno è già sopra la media italiota, e di conseguenza direi che parli a vanvera. Dovresti invece portare quello che ho veramente scritto, non quello che il panzanaro Facci de noantri dice che io avrei scritto. No? Contento? Mi sembra chiaro il tuo tentativo: quello di mettermi in bocca cose che non ho mai detto... o forse ti stai solo confondendo con qualcun altro. Puoi sparare finché vuoi, ma stai puntando il bersaglio sbagliato. Sorry.


# 175    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 22:57

# 172 commento di kid_a Chettedevodì, a me "the fat of the land" non dispiace del tutto. Lo sapevo che non avrei trovato estimatori, ma checcepossofà? Non so spiegarlo, ma c'è qualcosa di "tribale" e ripetitivo, oltre a sonorità che mi ricordano i Tangerine Dream prima maniera (anche loro poco "digeribili"), assieme ad altre nuove e intriganti, e percussioni molto più pesanti, quasi feroci. Lascia perdere manuelino, per lui mr.t non sbaglia MAI da secoli :D Semmai quello che non ho proprio tollerato è l' "imbecilli" generico, una caduta di stile veramente triste. E Pasolinante dovrebbe tenerne conto, che anche uno dei "proprietari" del blog non è tutto amore e poesia nel rivolgersi ai commentatori: se l'esempio deve venire dall' alto (anche se per me mr.t non è così alto) non è questo il luogo giusto per "pane amore e fantasia". Saluti


@Renzo_C: "the fat of the land" IT'S AWESOME!


# 177    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 23:26

@ manuelino sparaballe Ancora col lampione? Vai a leggere cosa ha scritto il tuo travaglio, poi torna e smentisci: sono curioso di vedere come farai, visto che è nero su bianco e nel processo NON c'è traccia del lampione!!! così come ci sono le FOTO della cassaforte sparita!!! Ma sei duro di comprendonio o accecato d'amore non corrisposto? :D Per quanto riguarda il "caso" Mori e Ultimo, è stato lo stesso travaglio a correggere il tiro DOPO, ma ti sei ben guardato dal notarlo TU; adesso Gomez scrive Ultimo in grassetto, quello che arrestò Riina: niente da dire manuelino? E delle omissioni ad annozero sul prestito di Gorrini NON del suo amico Rocca a Di Pietro non hai niente da dire? Anche quello è nero su bianco, ma travaglio è pro idv come Grillo, quindi taci. Io condivido molto di Grillo IDV e travaglio, ma non ho il prosciutto sugli occhi o sono accecato d'amore come te (sei gay per caso? niente di male ad ammetterlo, fai outing come Marrazzo, ma purtroppo per te travaglio è sposato) :D Cerco di mantenere ancora un' attenzione a ciò che mi propinano come VERITA' assoluta, e se posso approfondisco. Se trovo errori e/o omissioni chiedo lumi e conferme, poi nel caso scrivo. Sapessi quante altre volte mi sono trattenuto... >>non quello che il panzanaro Facci de noantri dice che io avrei scritto hai o non hai scritto che tu sei sopra la media di noi comuni mortali? vado a riprendere il commento? o lo ammetti da solo, caro il mio "sopra la media"? So che non risponderai, e questo ti accomuna a travaglio, uno che la frase "ho fatto un errore, scusate" non l'ha mai detta in vita sua, almeno, qui non l'ho ancora letta. Ahh sì è vero, il fatto ha l' "UNICA rubrica nel panorama editoriale italiano" dove scrive i propri errori, peccato che anche questa sia una BALLA! L'ho scritto 1000 volte: mettersi a confutare il giornale o libero o il foglio, meglio chiamarlo "la carta" (cit.) così sai subito a cosa serve,


# 178    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 23:35

non bastano le 24 ore, ma il fatto doveva essere diverso, e in larga parte lo è, dispiace che non lo sia del tutto. Anche questo articolo di Gomez prosegue nel metodo dell' abduzione, non propriamente un comportamento deontologicamente corretto. Ti ricordo che l' editrice del Washington Post non pubblicò NIENTE sul Watergate fintanto che i 2 redattori non ebbero doppie conferme ai fatti che portarono alle dimissioni di Nixon. >>Contento kid_a? :D semmai contentA ciao piccolo, va a vendere Genuflex by Bertone adesso, su LOL @ unoqualunque meno male, siamo in 2 :)


Apprendiamo di una nuova fissazione Dai lampioni di Travaglio alle antenne della rete. Che sta succedendo all'onnivoro faccino? Downsizing del calibro? Unico caso nella storia dei diversi... parrebbe. ROTFL ROTFL ROTFL


# 180    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 2/12/2009 alle 23:59

@ manuelino sapientino apri il link e studia ciao piccolo sagrestano :D
http://www.streamnet.it/pdf/icumt2009-20090831v2-CAMERAREADY.pdf


big() prova



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti