Commenti

commenti su voglioscendere

post: Craxi, Letizia Moratti e l'insulto agli elettori

La decisione del sindaco di Milano, Letizia Moratti, di intitolare una via o un parco pubblico a Bettino Craxi è destinata a segnare un'epoca. Potremmo spendere centinaia di parole per ricostruire, con carte e testimonianze alla mano, i molti crimini contro la cosa pubblica commessi dall'ex segretario del Psi, morto latitante in Tunisia. O potremmo ricordare un suo celebre intervento in Parlamento in cui, nel luglio del 1993, lui stesso ammetteva che durante gli Settanta, Ottanta e Novanta si era "diffusa nel paese, nella vita delle istituzioni e delle pubbliche amministrazioni una rete di corruttele grandi e piccole ", dimenticandosi però di aggiungere come né lui, né gli altri leader politici (spesso a pieno titolo complici del sistema), avessero fatto nulla per cercare ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti


# 165    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 12:54

Grande Lorenzo, o come dicevan tutti... Renzo! Ma bisogna dire: la 1 la 2 o la... Trè! ;-) P.S. p.p. chi? Mah fantasie...


# 166    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 12:58

prodotti poker


# 167    commento di   Pierpaolo Buzza - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 13:9

Ciao a tutti, un off topic per segnalare una mia iniziativa, ed estenderla a chiunque sia interessato a partecipare. Sul mio blog sto raccogliendo foto dei peggiori manifesti elettorali che ogni giorno siamo obbligati a sciropparci. Ora con le regionali ci sarà da sbizzarrirsi: foto orribili, o slogan talmente vuoti da non significare NIENTE (tipo quello della Polverini: "CON TE"), o accostamenti involontariamente comici (es. BERLUSCONI PALLONE, o BERLUSCONI ZAPPALA'), o qualsiasi cosa possa rendere un manifesto elettorale indimenticabile perché comico o grottesco. Chiunque fosse interessato a partecipare, mi può inviare per email (è linkata qua sopra sul mio nome) la foto del manifesto in questione, e sarò contento di postarli sul mio blog; naturalmente citando la fonte. Ho iniziato oggi, per l'appunto con la Polverini e con Roberto Carlino (UDC = Uno Di Casa. Raccapricciante). Tanti auguri di buon anno a tutti!
http://professorwoland.ilcannocchiale.it


Meno male che loro ci sono... http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/politica/berlusconi-varie-4/silvio-inno/silvio-inno.html Che dire... ein Volk, eine Italien, ein Kavalier? O_O




@Renzo C Ciao caro, hai letto IL FATTO? L'articolo di MT in prima pagina termina con un tuo pensiero di ieri.. perchè solo una via?? meglio una tangenziale.. saluti #paso.. son tornato


# 171    commento di   Davpal3 - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 14:4

Il disprezzo per la verità ormai è assoluto, come si può leggere nel mio blog..
http://2084.ilcannocchiale.it/


# 172    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 14:33

che paese di pazzi Rv..che paeseeeeeeeeee, bisogna evocare Padania Libera nelle sue pacate conversazioni con Ender,per dirgli che è più "furbo" SAlvini di quella "faccia" tutto un programma,di Letizietta?...dio che paese di pazzi!..notare "compagni" ,cioè di affari e di merende senza dare troppo nell'occhio con le vie - "Ma a porre un “niet” alla Moratti sono i compagni di giunta della Lega che costruirono, come l'allore l'Msi, la propria credibilità politica sulla demonizzazione del pentapartito e del partitismo consociativista in auge fino ad allora. «Milano ha almeno 100 nomi di personaggi illustri, che non sono passati per San Vittore o nei dintorni, che hanno veramente dato lustro alla città e che meritano venga loro dedicata una via, una piazza o un giardino». Così il capogruppo della Lega a Palazzo Marino, Matteo Salvini, commenta all'ADNKRONOS la proposta lanciata dal sindaco di Milano, Letizia Moratti, di dedicare una via a Bettino Craxi a dieci anni dalla morte. E proprio al sindaco Moratti, Salvini consiglia «di lasciar perdere, di dedicarsi al altro di più importante. Senza alcun livore nei confronti di Craxi -sottolinea- se la proposta dovesse essere presentata in aula, con la Lega in Giunta non passerà». «Sono però sicuro -ha concluso- che il sindaco saprà dedicarsi a tutti quei nomi illustri che hanno fatto grande Milano senza togliere nulla alla città, come invece ha fatto Craxi».
http://www.agenziami.it/articolo/5331/Nel+nome+di+Bettino+Craxi+continua+la+polemica+a+dieci+anni+da


# 173    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 14:35

# 170 commento di rv azzz, chiederò i diritti d'autore :D Ciao RV ;)


Consiglio di aggiungere nella targa di Crax questi versi del Parini: "fingendo nuova esca al pubblico guadagno l'onda sommuovi e pesca insidioso nel turbato stagno"


# 175    commento di   montetirolo - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 14:38

leggetevi il blo libero .it ...americatorta , ciao




# 177    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 14:52

"Questo, dei rapporti con gli Americani, è un passaggio importante nella storia del craxismo...Negli anni ‘70, approfittando della nomina alla commissione Esteri della Camera, Craxi viaggiò molto per allacciare rapporti importanti per la sua carriera, soprattutto con gli Stati Uniti.( Tutti i bravi politici italiani, dai democristiani ai socialisti di allora, ai D'Alema, agli ex comunisti pentiti di oggi, vanno in Usa a farsi accreditare. Il democristiano Piccoli ci andò col faccendiere piduista Pazienza). " "Nel frattempo stava emergendo, sempre "per caso", "un uomo della provvidenza", un altro politico che "si era fatto tutto da solo", che, guarda caso, era stato compagno di scuola di Berlusconi, un certo Bettino Craxi, che voleva "modernizzare" il PSI. Fu Vanni Nisticò, addetto stampa del PSI e iscritto alla P2, a presentare Craxi a Gelli nel novembre del 1976, in occasione dello scandalo Eni- Petronim, che coinvolgeva alcuni esponenti del PSI della corrente di Claudio Signorile. Secondo ciò che Craxi raccontò in commissione P2, Gelli gli disse che "aveva la forza di cambiare il Presidente della Repubblica". Nella requisitoria del pubblico ministero Libero Mancuso è scritto su Gelli: " Si manifesta concretamente con veri e propri finanziamenti: da quelli modesti versati a candidati socialisti toscani, in occasione della campagna elettorale del 1980…a quelli assai più consistenti che, secondo un documento acquisito agli atti della commissione P2, sarebbero stati versati il 28 ottobre presso l’Ubs di Lugano sul c/c 63369, denominato "protezione" corrispondente all’onorevole Martelli, per conto di Bettino Craxi."
http://www.arcipelago.org/storie%20italiane/ragnatela4.htm


Perche' non si fa una bella cordata per allungare il ponte sullo stretto fino a Pantelleria e di li' ad Hammamet e intitolare il tutto "via di Bettino Craxi"? Qualcosa di respiro internazionale che renda onore al grande statista.


# 179    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 14:54

"Nella storia del "conto protezione" è coinvolto anche il banchiere Roberto Calvi, che, quando verrà arrestato per il crack del banco Ambrosiano nel giugno 1981, sarà difeso dal quotidiano socialista "Avanti". "Gelli, che amava il "decisionismo" craxiano, aveva le stesse idee politiche del leader socialista , di Francesco Cossiga, di Silvio Berlusconi e di tanti altri che avevano "a cuore le sorti del nostro paese", che necessitava della guida di un uomo forte, per "andare", ed essere inoltre difesa dal comunismo. " "Anche Bettino Craxi, diventato segretario del PSI nel 1976, agitava il tema della Grande Riforma, della revisione costituzionale. Aveva cancellato dal simbolo del Partito Socialista la falce e il martello, sostituendoli col logo stilizzato del garofano rosso al centro del cerchio, puntando sul socialismo liberale, contrapposto al leninismo. "


Non credo che la classe politica sia sempre più scollegata dalla società, come nell'articolo si lascia intendere. Credo che proporre di intitolare una via o un parco a Craxi (corruttore, latitante e uomo dalle discutibili, visti i risultati, abilità politiche) sia un modo di testare il polso al cittadino: se la cosa dovessere riscuotere più biasimo che consenso si potrà sempre far cadere la proposta (magari parlando di fraintendimento), viceversa sarà un ulteriore tassello di quel mosaico a cui la società si sta riducendo (e come gli interventi di SKYLINE&co sembrano dimostrare: chissà, magari visto che omicidi e stupri esistono da sempre e che molti rimangono impuniti in nome di un particolarissimo principio di equità ne proporranno la depenalizzazione).


# 181    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 15:17

Non Rosso, purtroppo l'abilità , lenta lenta , anno su anno , decennio su decennio , è stata proprio questa: dallo sterminio nei campi nazisti , tutto il resto è stato possibile , ammazzare 3milioni di vietnamiti, piuttosto che SRADICARE l'uomo da se stesso, in modo tale che fosse lui stesso a chiedere di intitolare una via da un eroe alla mangano all'eroe di un grande fratello , sono state create le condizioni,da parte di persone che hanno studiato e studiano dalla mattina alla sera per capire e attuare come fregare il popolo su queste scienze di manipolazione di massa, condizioni preparate al fine di poter dedicare una via a cicciolona o a una divetta del grande fratello o una divetta presa lì per lì in piazza duomo che si vede finalmente esistere perche va a tutto monitor di fianco a palazzo reale, e dunque "che male c'è " a far vivo in una strada un nome che per questa gente sterminata, potrebbe essere come dixan,scambiato per craxi sol per via di un x come un fustino o un detersivo.... il livello di analfabetizzazione sulla coscienza , è stato raggiunto, lo sradicamento compiuto, anzi come scrivevo stamane , sara per prima questa moltitudine a chiedere ,come per la sicurezza, nè più nè meno, che venga dedicata una via anche fabrizio corona, si deve amare cosi,perdonare così, onorare così , mentre dietro le quinte potranno fare meglio tutti i loro porci comodi , mooooooooolto di più che un craxi o un andreotti o un forlani.


In tema di Craxi, qualche ripassatina Da: http://www.sconfini.eu/Politica/frattini-ad-hammamet-per-commemorare-bottino-craxi.html «Sarò alla commemorazione del decennale della morte del presidente Craxi ad Hammamet». Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Franco Frattini dopo un incontro con il capo dello Stato, Giorgio Napolitano. Parlando della missione istituzionale che lo porterà, a metà gennaio, in Mauritania, Uganda, Kenia, Etiopia ed Egitto, il ministro ha spiegato che, «tornando dall'Africa», farà tappa ad Hammamet, dove Bettino Craxi è morto il 19 gennaio 2000. A parte il fatto che resta da capire quale sia il motivo che imponga un ministro della repubblica a commemorare Craxi, la domanda è: perché quando ci fu quest'estate la commemorazione delle stragi di Capaci e via D'Amelio a Palermo nessun esponente del governo ci mise la faccia? Sembra proprio che l'Italia vada al contrario. Tanto per rinfrescare la memoria, ricordiamo chi era Bettino Craxi. A lui si deve la distruzione del Partito Socialista italiano (il più antico d'Italia, dopo 100 anni di storia) che vide tra i suoi esponenti personaggi di straordinario valore tra i quali Sandro Pertini, il quale non a caso non nascose mai le sue perplessità su Craxi. Sotto il governo Craxi (1983-87) il debito pubblico balzò da 400mila a 1milione di miliardi di lire e il rapporto debito-pil dal 70% al 92%. Solo Tremonti di questo bienno sta facendo "meglio" indebitando il paese ad un ritmo di 1.800 miliardi di euro al mese. A far aumentare il debito (con cui ancora oggi ci troviamo a dover combattere vanamente) le scelte - ben ripagate - con cui Craxi bloccò la privatizzazione della Sme con la scusa di difendere i "panettoni di Stato" e l'aver bloccato la vendita dell'Alfa Romeo alla Ford (che l'avrebbe pagata) per regalarla alla Fiat. Craxi si fece conoscere qualche anno prima, nel 1978, caldeggiando la trattativa tra lo Stato e le Brigate Rosse contrapponendosi


Craxi si fece conoscere qualche anno prima, nel 1978, caldeggiando la trattativa tra lo Stato e le Brigate Rosse contrapponendosi a Berlinguer che per fortuna vinse il braccio di ferro politico e contribuì così alla vittoria dello Stato sulle BR. Come ben sappiamo la trattativa tra Stato e Mafia posteriore di qualche anno non ha trovato oppositori così risoluti e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ottime anche le sue prove in politica estera: nel 1985 Craxi sottrasse al blitz americano di Sigonella i terroristi palestinesi che avevano appena sequestrato la nave Achille Lauro e assassinato un ebreo paralitico, Leon Klinghoffer, gettandone il cadavere in mare; si impegnò a farli processare in Italia; poi fece caricare il loro capo Abu Abbas su un aereo dei servizi e lo lasciò fuggire prima nella Jugoslavia del maresciallo Tito e di lì in Irak, gradito omaggio a Saddam Hussein. Altre posizioni poco occidentali che denotavano la sua "illuminata" capacità di gestire la politica estera: Craxi appoggiò acriticamente l’Olp, ancora ben lontana dalla svolta moderata, paragonando Arafat a Giuseppe Mazzini; spalleggiò e foraggiò il dittatore sanguinario somalo Siad Barre; e nel 1982, durante la crisi delle Falkland, si schierò addirittura con i generali argentini contro la Gran Bretagna appoggiata da tutto il resto dell’Occidente. Ma Craxi fu un grande precursore del berlusconismo di oggi: fu il primo a picconare la Costituzione in vista della “grande riforma” presidenzialista e ad attaccare la magistratura, proponendo di assoggettarla al governo. Prima con i decreti Berlusconi e poi con la legge Mammì consacrò il monopolio televisivo incostituzionale dell’amico Cavaliere, che fra l’altro pagava bene, cash, stando a numerose risultanze processuali. Ma Craxi fu anche tra i primi ad aprire alla P2 diventando amico di Licio Gelli e di Roberto Calvi, amorevolmente assistito dal suo consulente giuridico Renato Squillante e, soprattutto, fu il prim


grande Travaglio...uno spiraglio di luce quotidiana in questa vita di m....


Ma Craxi fu anche tra i primi ad aprire alla P2 diventando amico di Licio Gelli e di Roberto Calvi, amorevolmente assistito dal suo consulente giuridico Renato Squillante e, soprattutto, fu il primo ad aprire le porte del Parlamento a nani e ballerine candidando Gerry Scotti e Massimo Boldi anticipando di quasi 20 anni Mara Carfagna, Luca Barbareschi, Gabriella Carlucci e compagnia cantante. Un altro dettaglio non irrilevante e sufficiente a capire perché è veramente assurdo commemorare i 10 anni dalla morte del politico. Craxi morì in Tunisia, latitante, con due mandati di cattura pendenti sul capo e due condanne definitive a 10 anni complessivi per corruzione e finanziamento illecito, più varie provvisorie.


# 186    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 15:28

Equiparare un omicidio o uno stupro ad una tangente appare un paragone alquanto ardito e paradossale. Ripeto quanto detto in precedenza: tangenti, clientele, evasioni fiscali rientrano ahimè nei nostri costumi. Cosa che scandalizza e non poco i puritanissimi e moralissimi Inglesi ma anche Tedeschi, Svizzeri e persino i nostri cugini Francesi. Quello che proprio non volete capire è che l'Italiano questi "vizietti" ce li ha nel proprio DNA e non esiste verso di toglierglieli. E poi vero, chi è senza peccato, scagli la prima pietra... P.S. Andante Pocomossa Hikmetispirata ti ringrazio per la tua analisi forense. Ci hai "quasi" azzeccato...


# 187    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 15:29

grazie Roland ...continua / continuate...deve rimanere tutto scritto su come hanno scritto la storia questi statisti migliori degli utlimi 150 anni ...continua / continuateeeee




La classe politica ha innanzitutto coscienza di classe. Perciò si difende a vicenda tramite inciuci e non autorizzazioni a procedere. E dirigenti bocciati dall'esito elettorale rimangono a galla e vengono riciclati, magari fondano nuovi partiti come fossero scatole di detersivo, poi rientrano, si riconciliano, e il gioco procede ancora. Sono sempre loro, in gioventù socialisti, in vecchiaia liberali, e comunisti che diventano democristiani. Riguardo ai socialisti amici di Craxi... ...sicuri che non ne sia rimasto qualcuno a sinistra?


Per controbilanciare le nefandezze qui sopra elencate (non so se Craxi le abbia commesse davvero tutte: qualcuno affermerà il contario), propongo, in sintonia con il sindaco di Milano, di battezzare il bacino del Mediterraneo tra Italia e Tunisia Mar Craxio (analogamente allo Ionio e al Tirreno). Il mare che separa l'amata patria dal luogo di latitanza, pardon: luogo di esilio volontario.


# 191    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 15:35

186 sky giochi preziosi ..ce la faremo a umanizzarci senza bisogno di un foro o un forense o un ammazzarci a botte di parole? come vuoi che possiamo fare i sopravissuti,un grande collettivo di umanità poetica politica , se non riusciamo a stabilire almeno un minimo di spessore zoccolo ,senz'ombra di venduti e zoccole , da sottovissuti di denominatore comune comunitario per nulla comunista stalinista? ...quasi e forse è meglio di certo- salutami il jolly dell'enigma del solitario ciao :-)


"SCUDO FISCALE"... Il cosiddetto "SCUDO FISCALE" sembra aver funzionato! Questo dice il Governo, sbandierando la notizia come una cosa assolutamente positiva. Invece secondo noi, a prescindere dal fatto che sia oggettivamente "INGIUSTO" verso chi le tasse le ha sempre pagate e che sia evidentemente "IMMORALE" da qualsiasi punto di vista lo si guardi, tutti i miliardi di euro già rientrati (versione "UFFICIALE" non dimostrabile) o che rientreranno (versione "IPOTETICA" altrettanto indimostrabile) nel nostro Paese, che fine faranno? Verranno utilizzati per togliere dai guai economici le sempre più numerose famiglie in difficoltà e a far funzionare meglio il carrozzone Italia sempre più malandato e malmesso? Infine, serviranno sul serio a far sì che i "TROPPI SOLDI" dei signori "PRE-POTENTI" (gli stessi "DISONESTI" che hanno usufruito di questo ennesimo "CONDONO") non stiano sempre nelle stesse tasche, che non siano utilizzati per nuovi "FURTI" più o meno "LEGALIZZATI" o che vengano "DRASTICAMENTE" ridimensionati a favore della "COLLETTIVITA'"? Volete la nostra risposta ai precedenti quesiti? Eccovela! "MA NEMMENO PER SOGNO! SERVIRANNO SEMPLICEMENTE PER PERMETTERE A COSTORO DI CONTINUARE A SPRECARE E A PRENDERCI PER I FONDELLI CON IL LORO DIVIDE ET IMPERA!!!"...
http://emergenzademocratica.blogspot.com


SKYLINE, "Equiparare un omicidio o uno stupro ad una tangente appare un paragone alquanto ardito e paradossale. Ripeto quanto detto in precedenza: tangenti, clientele, evasioni fiscali rientrano ahimè nei nostri costumi. Quello che proprio non volete capire è che l'Italiano questi "vizietti" ce li ha nel proprio DNA e non esiste verso di toglierglieli", perchè omicidi e tangenti sartebbero così diverse? Forse perchè la corruzione è un crimine senza vittime? Magari si potrebbe raccontarlo alle vittime di chi in cambio di una congrua donazione accetta di chiudere gli occhi sull'agibilità di un edificio o sulla follia di un'opera come quella del Vajont? Comunque, anche la violeza è insita nel Dna umano, perchè non legalizzarla? O forse visto che nessun PEZZO DA 90 è ancora accusato di certi crimini tale proposta può aspettare?




# 195    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 15:51

@emergenza democratica Atto emblematico della linea politica di Craxi fu il decreto del 14 febbraio 1984, con cui il presidente della Repubblica decise la pre-determinazione e quindi il taglio degli scatti di scala mobile.


sono un'operaio ho sempre lavorato e vissuto in onestà ?, non sono mai riuscito a rubare o evadere alcunchè , a sentire queste notizie e certi commenti allegati mi viene il voltastomaco ma chi me lo ha fatto fare , appena vado in pensione, mi allontano dall'Italia a costo da ritirarmi sull'isola di Santa Elena.


Secondo, me molti di quelli che scrivono qui e in vari altri blog negli anni di Tangentopoli erano troppo giovani per potere ora rendersi conto di cosa fosse il sistema corruttivo di cui Craxi è sicuramente stato, dalla parte dei politici, il più emblematico rappresentante. Io, essendo allora già in età adulta e per di più lavorando in un'industria privata, mi ricordo perfettamente la naturalezza con cui si dava per scontato il vorticoso sistema di tangenti in cui il partito socialista e la democrazia cristiana facevano la parte del leone. Era un'economia drogata, smisuratemente gonfiata dall'esosità dei politici e degli imprenditori : tutti i politici, dal presidente di circoscizione, all'assessore,sino ai veritici dei partiti avaveno mascelle che quelle dello Squalo di Spielberg sono roba da dilettanti. Tutti gli imprenditori, a tutti i livelli, dalla ditta monopersonale di pulizie alla grande industria pagavano e gonfiavano, pagavano e gonfiavano. Era un sistema economico allucinante. E in dieci anni il debito del paese è scoppiato e OGGI ne stiamo pagando ancora le conseguenze e chissà per quanti anni ancora dovremo farlo. Berlusconi era in prima fila dalla parte dei corruttori. Craxi era in prima file dalla parte dei corrotti. E' naturale che il cordone ombelicale che li legava non si sia mai rotto e oggi, non temendo più l'opinione pubblica ridotta al vuoto più totale, rimbambita da decenni di televisione "psichedelica", lor signori stanno cercando di portare a termine l'ultima delle battaglie, forse la più importante : annullare e destinare all'oblio l'unico momento nella storia italiana, dopo la resistenza, in cui le cose stavano cambiandote veramente verso la direzione giusta. Vogliono rendere onorevole la memoria di gente che onore non aveva ma solo interessi di partito e personali, e sprofondare nell'oblio quella meritoria opera di pulizia che coraggosi magistrati, ora da odiare e misconoscere, hanno portato


# 198    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 16:22

Lettera turchese ( mi scusi Simenon) ciao , Gaarder già piange,ti dicevo dell'enigma e devi ancora rispondere / scrivere nella tua doppia vera "p",di pietruzza preziosa, al quesito non rosso di nome 193 commento; se io scrivessi rime come una volta , arriverebbero peggio di tutti gli agrumi del mondo a mazziare me , non te , quindi ti prego di non mettermi in difficoltà; inoltre non essendo nè ungaretti , nè merini, preferisco ispirare che essere ispirata e ciò che ho scritto , è come un mandala , lo conservano solo gli specchi , dentro gli occhi , di chi mi ha saputo so'portare nelle mie diverse ere, come il libruzzolo aperto che sono . Corri da non rosso che aspetta il tuo dire,stai gentile d'animo e rimani in tema. p.s.celestino grazie dell'"amore" per De Andrè ,dio mio! c' hanno ammazzato anche il pentagramma delle cinque lettere più belle del mondo, devo scovarne un'altra, ma sarebbe come cercare l'ottava nota pps blob per RV http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-faba13da-13fc-4b12-a88a-46d6cbd73321.html?p=0 ppps non ot l'inquietante prete di nome Baget Bozzo: "Craxi è stato il primo dei condottieri, dando così forma a un italiano conquistatore di mercati, e cambiando l’immagine dell’Italia nel mondo. Craxi delegittima il mondo delle istituzioni: le delegittima in nome dell’Italia come comunità di destino".


# 199    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 16:23

Capisco benissimo la tua rabbia che poi è la rabbia di molti. Purtroppo ripeto, l'Italiano ce l'ha nel suo DNA la disonestà, fermo saldamente restando, che ci sono persone veramente Oneste come tu, come molti in questo Blog e come spero lo sia il Grande Generale Inquisitore. L'Onestà è lo specchio della Coscienza. P.S. Era? Era, è e sarà.


Craxi fu un grande statista? Più che altro era grande......e grosso!


paso so che con te sfondo una porta aperta: vogliamo parlare delle classifiche dei "migliori e peggiori" del fatto quotidiano? travaglio secondo nella classifica degli uomini più sexy subito dietro george clooney e d'avanti a johnny depp, antonio di pietro il politico migliore, ma soprattutto riccardo scamarcio 4° attore più bravo....e poi zaia miglior ministro??????? e in classifica c'è pure la pretigiacomoooooooooooooooooooooooo io non vi capisco proprio ragazzi miei...




@Paso Su Google basta scrivere "Zeitgeist" e ti appare il link ad una pagina intera in cui puoi vedere il documentario intero senza passare per youtube. "A.I." scritto da Kubrik ma diretto da Spielberg.


# 204    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 16:54

# 203 commento di elbonito Non sono Paso, ma vorrei dire che queste classifiche "sono una cagata pazzesca" (cit.) Saluti


******************OT******************** # 138 commento di fabrizio loche - lasciato il 30/12/2009 alle 11:23 non c'entra niente, ma leggetevi questo articolo su la repubblica on line di oggi: http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/cronaca/ragazzo-braccia/ragazzo-braccia/ragazzo-braccia.html mi vergogno di essere italiano. buone feste **************************************Le Ferrovie rispondono all'articolo pubblicato oggi sul giovane senza braccia fatto scendere perché senza biglietto. "Quanto descritto merita tutta la nostra attenzione" Disabile cacciato dal treno, le scuse delle Fs "Più scrupolosi e rispettosi verso i clienti" Centinaia i commenti sul nostro sito. Il Pd esprime indignazione ROMA - Le Ferrovie dello Stato porgono le scuse. Lo fanno nei confronti del ragazzo senza braccia descritto nell'articolo di Shulim Vogelmann, pubblicato oggi da Repubblica. Un diversamente abile che, privo di biglietto perché impossibilitato a farlo, aveva mostrato i soldi al controllore. Per poi essere costretto a scendere dalla polizia ferroviaria alla stazione di Foggia nel silenzio degli altri passeggeri. "Quanto descritto nell'articolo pubblicato da la Repubblica oggi merita tutta l'attenzione del Gruppo Ferrovie dello Stato - si legge nel comunicato -. Sullo specifico episodio sarà svolta una puntuale ricostruzione per chiarire nei particolari quanto è accaduto. Alla persona diversamente abile coinvolta nell'episodio vanno tutte le nostre scuse per ogni eventuale umiliazione o disagio vissuto". Nel comunicato anche l'invito a tutti i lavoratori delle Ferrovie dello Stato "perché siano scrupolosi e rispettosi verso tutti i clienti e in particolare verso le persone diversamente abili". Poche ore dopo la pubblicazione dell'articolo, sono arrivati sul sito centinaia di commenti e interventi. E indignazione è stata espressa anche da Ermete Realacci, parlamentare del Pd: "Alla ripresa dei lavori parlament


....parlamentari presenterò un'interrogazione ai Ministri Matteoli e Carfagna per verificare se il comportamento dei funzionari delle ferrovie coinvolti nella vicenda sia corretto e se non esistano gli estremi per rendere meno rigida la procedura in casi così drammatici come quello denunciato". laRepubblica.it *********************************** Intanto l'umiliazione subita non la toglierà nessuno a quel ragazzo! VERGOGNA!!!!


# 207    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 17:12

lettera non scopabile ciao Elbonito , il Celestino oggi è più vicino che mai , rischio e approffito di questo momento magico, per mandare un messaggio nella bottiglia, azni ci metto anche la colonna sonora in allegato. Non ho osato commentare quella classifica,quasi di coscienza anticipata allarmata.il punto in cui siamo arrivati di liquidità alla Bauman di certe (false)appartenenze,è gravissimo,pensa solo ai modi di parlare,sfigato o scopabile e tante altre ancora passate dai paninari alla milano da bere alla milano da coca e corso como,per tutti i gusti dalle modelle agli intellettuali,dai figli di papà agli operai. Dovrei scomodare lacan e se non lui,almeno diamanti,invece non so nemmeno come piu faccio a ricordarmi quasi il mio nome perchè senza accademia e senza scienza, avevo già chiaro dentro le mie previsioni mentali e senti-mentali,di coscienza anticipata,30 anni fà, che questo era lo scenario se gli stessi " onesti " collocati ai vertici di quelle false calamite, non si accorgeranno con dolore/amore, del medesimo meccanismo infernale da mercato,mercato dei meno rinascimentali e risorgimentali,di cui sono stati contaminati , saremo fritti senza pedagogia sociale politica al libero spirito,supertramp docet,ed è un peccato perchè come dice sky,e sono d'accordo con lui,in qst blog è pieno x maggioranza di onesti;se ne prendi,uno a uno,riesci a parlare con tutti e si potrebbe formare davvero un collettivo non virtuale e pluralista,tranne che rarissime eccezioni,si trovano miniere e falde sconfinate di oro reciproco; ma poi invece in gruppo,ridotte a cazzari qualsiasi in mandria ..noooooooooo!...i lupi veri se ne fottono delle icone da sicurezza degli oggetti leggi dello scaffale trasferite a rapporto umano , i lupi non sono cose e solo i lupi sanno fare comunità e senso vero del bene comune,inutile raccontarci che è tutto un gioco euno scherzo per socializzare;trentanni fà ero una mediobrava futurologa delle sorti del paese, ora vedo s
http://dailymotion.virgilio.it/video/x2ps6j_the-police-message-in-a-bottle_music


# 208    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 17:13

ora vedo solo nebbia,cioè non vedo più, posso solo fare memoria e utopia,forse.nn è qustione di capire,è che io rigetto chi non si distingue con lanticonformismo vero ,allergico a qualsiasi omologazione di linguaggio,comportamento,azione come fanno le maggioranze ipocrite dalla notte dei tempi e che mai e poi mai hanno fatto le minoranze-i deboli hanno una loro dignità da difendere,distinguendosi in tutto e per tutto AUTENTICI.




Hai ragione plisv, come ho potuto dimenticare che esiste ancora una via Stalin a Raffadali, provincia di Agrigento!?! Mea culpa, mea maxima cuuulpa!!!!


ah, per pol pot non c'è problema. te la faccio sotto casa tua: "Via pol pot, eroico difensore della cambogia contro l'invasore vitnamita, appoggiato da USA e Francia"


Berlusconi: Bettino vittima dell'odio come me ********************************************** ahahahahahahahahahahahahah........(ridiamo che è meglio ;) )


Cicchitto e Carlo Ripa di Meana in Tunisia a omaggiare Craxi....


# 214    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 19:42

x Stefy ( e anche Margherita e chi vuole ) ..ricordandoci che poi dobbiamo sfoderare il nocino per Ender :-))))...continuamo a ridere dei precursori con targhe alternate,di nome e nome, in numero e che numero! , di questo capolavoro di paese: "Bettino Craxi si era recato in Cile, subito dopo l’assassinio di Salvator Allende da parte dei generali golpisti cileni, aiutati dagli Usa. Gli Usa mal tolleravano che il governo del Cile fosse in mano a un uomo di sinistra, e per giunta eletto democraticamente: gli interessi delle multinazionali statunitensi sarebbero stati troppo compromessi dalla politica in favore del popolo cileno, che Allende stava attuando. Craxi, che aveva conoscenze "ben informate sui fatti", sapeva che anche in Italia il massimo potere si può raggiungere solo col consenso degli americani e avviò una "normalizzazione" della politica italiana, "sganciandosi" dal PCI per avvicinarsi alla DC. Argomentava Craxi in comitato centrale: "La DC, disancorata da un rapporto con noi, scivola inesorabilmente a destra". Da segretario del PSI seguirà sempre questa linea moderata e anticomunista, negando di perseguirla. Con Craxi l’Italia fu la prima nazione europea ad installare disciplinatamente i missili americani e non mancò di appoggiare gli Usa nella loro politica di "confronto duro" con l’URSS. Le visite a New York erano caratterizzate dal trasferimento di un numero enorme di accompagnatori tra politici, amici e una folla di fotografi di regime, addetti stampa, ammiratori. Scriveva il giornale socialista l'"Avanti": "L’immagine italiana è cambiata: il made in Italy è di moda e non solo per la moda". Sembra la stessa cantilena di Berlusconi, Presidente del consiglio, che vuole attualmente elevare il rango dei diplomatici ad agenti di commercio. E ancora l'inquietante prete di nome Baget Bozzo: "Craxi è stato il primo dei condottieri, dando così forma a un italiano conquistatore di mercati, e
http://www.arcipelago.org/storie%20italiane/ragnatela4.htm


# 215    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 19:44

Circondato da abili creatori d’immagine, il periodo della presidenza Craxi fu in sostanza contrassegnato da una rivincita delle forze della finanza e dell’imprenditoria nei confronti del mondo del lavoro, in un periodo di favorevole congiuntura economica europea e mondiale, che favorì il rilancio della Borsa e la caduta dell’inflazione, ma non frenò l’abnorme espansione del debito pubblico. Fu in quel momento che lo scontro tra Bettino Craxi e Enrico Berlinguer, segretario del PCI, raggiunse l’apice. Craxi e il suo entourage avevano irriso alla "questione morale", indicata dal segretario del PCI come "il fulcro della politica italiana". Al congresso del PSI Craxi spregiò il Parlamento, di cui ironicamente elencò nella relazione l’inutile attività, volta a discutere "in materia di pollame, molluschi, prosciutto e scuole di chitarra." All'attività parlamentare si contrapponeva il " decisionismo" craxiano (oltre duecento decreti legge), irriso solo "dagli inconcludenti dalla fervida fantasia". Insieme alla "rivoluzione culturale" di stampo berlusconiano, l’era craxiana, dal Midas al caso Chiesa, segnò una vera e propria mutazione genetica del PSI, dei suoi uomini , sempre più arroganti."




# 217    commento di   psikosara - utente certificato  lasciato il 30/12/2009 alle 20:35

56 commento di alex44 - il problema è a monte ; io non mo sognerei minimamente di fare un commento del genere. Questo ti fa capire in generale che i danni sono stati fatti anche a suo tempo e quanto la gente sia informata, oltre allo schifo di informazione si continua a dare oggi .


La solita foglia di prezzemolo posta dal signor Gomez su di un condimento andato a male. Chi è la fogliolina di prezzemolo in questo caso? ma il solito anticomunismo becero di questo pubblicista, dove non perde occasione di aggiungere qualcosa che possa accomunare tutti nello stesso calderone, come ad esempio quando scrive: ..."durante gli Settanta, Ottanta e Novanta si era "diffusa nel paese, nella vita delle istituzioni e delle pubbliche amministrazioni una rete di corruttele grandi e piccole", dimenticandosi però di aggiungere come né lui, né gli altri leader politici (spesso a pieno titolo complici del sistema), avessero fatto nulla per cercare d'invertire la rotta." Beh, che Enrico Berlinguer non avesse fatto nulla con la sua "Questione morale" si sente dire soltanto da questo Gomez, dal sapore più di un circumnavigatore del secolo 15° che di un opinionista quale crede (soltanto lui) essere.


...Beh, che Enrico Berlinguer non avesse fatto nulla con la sua "Questione morale" si sente dire soltanto da questo Gomez, dal sapore più di un circumnavigatore del secolo 15° che di un opinionista quale crede (soltanto lui) essere.


Skyline esistono gli italiani farabutti e ladri e che lo saranno sempre, ma esistono anche gli italiani onesti. La legge dovrebbe appunto servire a tarpare le ali ai primi e ad agevolare gli altri. Ma grazie a gente come te e come i banditi che sono i tuoi referenti politici, questo non avviene. P.S.: è inutile che la meni con la politica estera, qui siamo a commentare un articolo che non è di politica estera, anche questo dimostra la tua inciviltà e la tua mancanza di senso delle regole, come d'altronde predichi che sarebbero tutti gli italiani a tua immagine e somiglianza


Mi permetto di riportare una lettera che mio nonno ha inviato stamattina a Repubblica. Sulla stampa di ieri e segnatamente su Repubblica è stato dato ampio spazio ad una eventuale riabilitazione di Bettino Craxi. Forse anche Bersani è d'accordo, forse il Presidente Napolitano ne farà cenno nel suo messaggio di fine anno. Ho provato smarrimento. Seguo giornalmente la cronaca, ma qualcosa deve essermi sfuggito. Forse il "mariuolo" Mario Chiesa era solo un personaggio onirico e non è esistito; forse la borsa piena di milioni sul tavolo della segretaria era una bufala; forse i miliardi consegnati fiduciariamente al motoscafista ligure erano finti; forse l'organico sistema di corruzione rivendicato orgogliosamente da Craxi in Parlamento con la giustificazione "così fan tutti" era solo frutto di una volgare calunnia; forse per tale calunnia qualcuno è stato sbattuto in galera e tutto questo mi è sfuggito; o forse il sistema corruttivo si è ormai talmente propagato nella politica e nella pubblica amministrazione da non destar più scandalo all'animo ormai mitridatizzato del popolo bue? Tutto il rispetto dovuto a Craxi per il coraggio di Sigonella e dell'appoggio ad Allende, giustamente rivendicato dall'On. Claudio Martelli, non può cancellare la vergogna di questi fatti e allora, se sono emersi altri fatti che seriamente li smentiscono, si proceda pure alla dovuta revisione storica ed alla riabilitazione di chi lo merita, ma per favore, come diceva il beduino, prima vedere cammello. Cordialmente Nome e cognome


Karlo la solita mentalità demenziale della guerra per bande: un politico ruba?? Allora si accusa anche il politico di qualche altro schieramento, che (sicuramente??) sarà il referente politico di Peter Gomez (ma da quando Gomez sarebbe comunista??). Finchè non si lascerà la pancia ai suoi compiti primari e non inizierà ad usare il cervello, sarà solo la marionetta in mano ai banditi che ci governano, sig. Karlo




@Paso, grazie per il video. Oggi non è stata una bella giornata, ma mi hai regalato un sorriso, non era facile, credimi. Buonaserata a tutti e scusate il post spammoso.


che valori trasmettiamo ai giovani d'oggi? abbiamo un presidente del consiglio pregiudicato,ilfondatore di forza italia pregiudicato e compromesso con la mafia ,un presidente del senato compromesso con la mafia piu' spietata,un presidente della repubblica che interviene solo contro chi ha fatto il proprio dovere ( de magistris e company) un senatore a vita pregiudicato ,una marea di parlamentari condannati per ogni possibile crimine, e adesso un delinquente latitante che viene additato ad esempio come grande statista. sono queste persone che i giovani devono avere come esempio di vita ?doit


# 226    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 0:22

@ 162 commento di Renzo C Secondo me anche sostegno e vittoria sui referendum scala mobile e responsabilitàcivile dei magistrati andavano pagati cari. sempre col permesso di Clinton s'intend. Ciao.


# 227    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 0:40

# 210 commento di lajk Infatti bastava cercare. Bravo, hai scoperto che avevo ragione. Nota anche che in certi posti per dare il nome a una via è necessario chiedere il permesso a determinati personaggi. Ora cerca Stalingrado e scoprirai che si chiamava così anche nel medioevo. Considerato che esistono piazze dal nome "aldo moro e caduti della scorta" (dei i quali potresti cercare quanto Moro se ne fottesse) ti sei mai chiesto perchè le vie non si chiamano "battaglia di Stalingrado"?


# 228    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 0:41

# 211 commento di lajk si si, vienimi sotto casa con lìideona. non vedo l'ora.


# 229    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 0:46

# 221 commento di karlo berlinguer: detto molto, fatto ben poco. I denari servivano.


# 230    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 0:48

# 224 commento di Fabrizio Riva proprio cos', in particolare con chi cerca di raccattare voti con la questione morale.


# 231    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 1:27

" È giusto dedicare una via di Milano a Bettino Craxi nel decennale della morte? Proviamo a sollevare lo sguardo dalla rissa che si è di nuovo scatenata intorno allo scheletro per mere ragioni di bottega. Comunque la si pensi, il personaggio esce ingigantito dal paragone con i nani dell'attualità. Ma anche il riconoscimento più entusiasta delle sue qualità politiche non può passare sopra una considerazione semplicissima: si tratta di un uomo che morì in contumacia dopo che la magistratura, in nome del popolo italiano - cioè nostro - lo aveva dichiarato colpevole di corruzione. Andrea Marcenaro Ora, uno Stato che non sia una barzelletta può rendere pubblico omaggio a un cittadino che lo stesso Stato aveva condannato in via definitiva al carcere? Per farlo dovrebbe negare alla magistratura che lo processò ogni legittimazione. Dovrebbe riconoscere che in quegli anni in Italia non esisteva un sistema di poteri condiviso dalla comunità, ma una guerra civile fra bande contrapposte che, dopo una vittoria iniziale dell'ala giacobina, portò a una restaurazione incarnata dal migliore amico di Craxi e osteggiata di continuo dai rigurgiti degli sconfitti. E' una visione dissociata della storia patria, e personalmente me ne dissocio. Poiché lo Stato è sempre lo stesso - il nostro - sia quando sugli altari sale il pool di Mani Pulite sia quando ci sale Berlusconi, riterrei più giusto lasciare la figura del politico Craxi al giudizio degli storici e dedicare una via di Milano alla poetessa incensurata Alda Merini." M.Gramellini


# 232    commento di   PASO - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 1:34

@Stufo226 ( scusate anche da parte mia il" post spammoso"). se mi scrivi così, deve esserci stato qualcosa di molto molto critico, o doloroso o spiacevole. ti saluto dicendoti una cosa importante che mi disse un blogger che in questi giorni forse nn leggiamo perchè è via. Pelizzari mi disse più o meno così: quando arriverà il giorno che per parlarsi o salutarsi o stare insieme,ogni persona all'altra,di ogni miliardo sulla terra, regalerà poesie...musica,bellezza, arte...allora il mondo sarà tutto nuovo. spero in una tua buona giornata per domani;ci lasceremo altre corde chitarre e suoni,ok? - a domani


# 233    commento di   Renzo C - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 1:35

# 228 commento di plisv Giusto, anche quelle sono da mettere nel conto. L' immoralità però della riabilitazione resta, sarò venale ma di dedicare una via ad un politico che coi MIEI soldi comprava case albergo e tv per sé e per la sua amante non mi va giù per niente. Tanto per dire: Amato non me lo dimenticherò mai per il resto dei miei giorni, perchè nottetempo mi è andato sul cc a prelevare senza che potessi far nulla. A casa mia si chiama FURTO! Su Berlinguer invece dissento in parte, perchè sai che secondo me non poteva fare nulla o quasi, cioè opposizione e basta, al massimo appoggio esterno. Gli USA non avrebbero mai permesso un governo italiano con i comunisti, e hanno lavorato di nascosto (stay-behind) per impedirlo. C'è da dire che i russi, dalla loro parte, non è che lavoravano tanto di nascosto, ti mandavano i carri armati :D Noi quelli almeno li abbiamo evitati, ma abbiamo lo stesso pagato un prezzo salato (sovranità limitata dal '43 a... oggi?). Saluti


Il popolo che dimentica...Noi ci abbiamo fatto un rap su questo argomento!!!


la vedo brutta molto brutta,povera Italia vilipesa da questa classe politica becera e affarista. l'unica soluzione per rinascere a una vita "normale" è che si realizzi la profezia INCA del 2012 (anche solo in Italia andrebbe bene). sicuramente spariranno tutti i politici e i loro servi, con in testa, il nano asfaltato e il suo valletto televisivo strisciante vespa, poi tutti gli altri......rimarrebbero solo i cittadini......utopia, sogno, minchieria,..... ma che bello sarebbe, lasciatemi sognare. grazie e buon anno.


# 236    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 10:18

@235 commento di Renzo C >Su Berlinguer invece dissento in parte, perchè sai che secondo me non poteva fare nulla o quasi, cioè opposizione e basta, al massimo appoggio esterno. Mi devo esere spiegato male. Non mi riferivo a quanto potesse fare per portarci nei paradisi dell'est europeo (in questo obbediva) , ma alla differenza fra il suoi dolenti dicorsi sulla questione morale e il suo razzolare in decisa controtendenza, dovendo fra l'altro mantenere migliia di funzionari (contando solo quelli alla luce del sole). Ciao


anzichè aggiungere direi che sarebbe il caso di togliere,anzi convertire.A Grosseto infatti esiste già una piazza dedicata a bettino craxi .di vie ,piazze, edifici strade dedicate a personaggi poco edificanti ve ne sono molte a voler scavare sarebbe il caso di scovarle e dare loro un nome per cui la gente non si debba vergognare di abitarvi.


citazione dell'articolo: "...Erigere monumenti, o intitolare vie, a chi è diventato simbolo di questo modo di governare (male), non è insomma solo un insulto all'etica o alla morale. Ma all'intelligenza (e alle tasche) degli elettori." come se non lo sapessero.. ma che je frega a loro ? corruzione nel dna.. spero che questi reati "naturali" possano pesare nella vita di chi li sdogana.. Ops ! non posso dire queste cose :-O altrimenti semino odio, siamo o non siamo nel paese dell'amore ?


Abbiamo un insieme di filibustieri, Tizio, Caio e Sempronio. Tutti e tre sono effettivamente dei ladri. Poniamo tre ipotesi. A. Tizio, Caio e Sempronio non vengono condannati in quanto non viene provata la loro colpevolezza. B. Tizio viene condannato in quanto viene provata la sua colpevolezza; Caio e Sempronio non vengono condannati in quanto non viene provata la loro colpevolezza. C. Tizio, Caio e Sempronio vengono condannati in quanto viene provata la loro colpevolezza. Personalmente, ritengo che tra tutte e tre le ipotesi, sia auspicabile che si verifichi l'ipotesi C. Tuttavia B rappresenterebbe un male minore rispetto ad A, che sarebbe una vera e propria beffa. Inoltre, ritengo che nel caso in cui si verifichi l'ipotesi B, la mancata condanna di Caio e Sempronio non fa di tizio un "non ladro". Cosa ne pensate e di quale ipotesi auspicate il verificarsi?


il cretino scrive: >Quello che proprio non volete capire è che l'Italiano questi "vizietti" ce li ha nel >proprio DNA e non esiste verso di toglierglieli. >E poi vero, chi è senza peccato, scagli la prima pietra... Guarda io ho un MACIGNO da scagliarti addosso: da lavoratore dipendente non posso avere il tuo "vizietto". Quando ti ammali e vai in ospedale, se vai a scuola (ne dubito fortemente), se guidi su una strada asfaltata, bevi acqua corrente, etc. sappi che IL TUO CONTO LO PAGO IO e quelli che come me in busta paga si vedono trattenute sempre maggiori.


A me personalmente frega un cazzo se intitolano una strada o un parco, una piazza, una città a Bettino Craxi. Chi gliela intitola oggi é anche co-responsabile della sua morte, sia politica che umana. Ne hanno fatto, a suo tempo, il capro espiatorio per far si che tutto cambiasse perché nulla cambiasse veramente. Quello che più mi fa rodere é la morte di un partito, quello socialista italiano, che ha fatto la storia di questo paese, e che ha annoverato persone quali Pertini e Nenni.


# 242    commento di   majin heretic - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 12:17

MA il nostro Marco, sulla colonna del Fatto quotidiano, quella strepitosa frase sulla TANGENZIALE CRAXIANA l'ha presa dal commento di renzo c che c'e' sul blog?


# 243    commento di   majin heretic - utente certificato  lasciato il 31/12/2009 alle 12:27

2010 Milano: inagurazione Via Craxi 2015 Milano: inagurazione Via Cicchitto 2020 Milano: inagurazione Via Gelli 2025 Milano: inagurazione Via Costanzo 2030 Milano: inagurazione Via B...


A quando, nelle rispettive citta': una Piazza Citaristi ? un Viale Forlani ? una Salita Altissimo ? una Piazzetta Carra ? un Vico Gardini ? un Parco Geronimo ?? e a Cusani, intitolerrano un carcere o solo un braccio ?? eheeheh, l'elenco e' lungo e in italglia ci sono piu' di 8.000 comuni.. che popoli di sbullonati !


plisv: "Mi devo esere spiegato male. Non mi riferivo a quanto potesse fare per portarci nei paradisi dell'est europeo (in questo obbediva) , ma alla differenza fra il suoi dolenti dicorsi sulla questione morale e il suo razzolare in decisa controtendenza, dovendo fra l'altro mantenere migliia di funzionari (contando solo quelli alla luce del sole)." Ciao Dai la sensazione essere come un ragazzo adolescienziale che per sentirsi grande incomincia a disubbidire al proprio genitore. Puoi farlo benissimo, se questo può aiutarti a crescere.


X unoqualunque perché tu scagli così uguale a come faceva lui? Hai visto che ci ha spiegato xke ha fatto tutto quanto ha fatto? Sta più incazzato deluso arrabbiato nero di me o te o altri e ha anche scritto sul piacere Dell onestà, e quanti sente " onesti" qui fra noi nella maggioranza Lascia i metodi delle parole pesanti a chi le ha fatte a metodo mentale del berlusconismo , lascia sempre la possibilità di interleggersi , scoprendo oltre la maschera, hai visto, era come a poker, ha giocato tanti sta imbufalito e pieno di emotività politica quasi come Andrea taxi buon anno :-)


Per me va bene una via per Craxi e semmai un consiglio per la segnaletica stradale: al posto di MILANO ci metterei MI L’ANO.


X plisv ciao ... Ieri parlando ti e vi avevo lanciato quell idea / progetto , forse mi sono saltata il tuo commento, e me ne scuso in anticipo anziché perderti nell anticomunismo in perfetto pan dan con le strategie USA,piano solo , gladio, P2 e successivi accordi nonché réclame berlusconiste, visto che nn credo tu sia un agente di tali piani, mi dici cosa ne pensavi di quell idea? buon anno :-)


Per majin heretic Mi pare di aver già sentito tempo fa da Marco la battuta sulla tangenziale. Forse al V2day.


L'indifferenza nei confronti di Craxi dovrebbe portare a non commentare nemmeno. Se anche fosse ipotizzabile che fosse stato un grande statista (per assurdo), le condanne per corruzione (se non sbaglio si arriverebbe a una ventina di anni di carcere) azzererebbero tutta la sua presunta grandezza. Ma ci rendiamo conto che la corruzione costa in termini di servizi al cittadino, tasse pagate dalla gente onesta, mercato non concorrenziale? Ma ci rendiamo conto dei danni che questa gente provoca? Mai una via, nemmeno tra 1.000 anni. L'imperatore Nerone per caso ha qualche via a lui dedicata?


# 251    commento di   majin heretic - utente certificato  lasciato il 1/1/2010 alle 6:59

E ma in effetti ,con tutto il rispetto per renzo c , ma sono il nostro Divino Marco poteva pensare a una cosa come questa sulla tangenziale...


X il fotografo o majin heretic o gli altri suoi nomi con il rispetto dovuto a chi ci ospita in qst spazio , di merito e competenza sopra la media dei giornalisti ridotti a camerieri, direi che sia meglio x te e tuoi nomi simili, farla finita una volta x tutte con "le adorazioni", da chiesa e ruffiani, non fai un buon "servizio" a chi si fa un mazzo tanto x formare e informare sulle lenti da mettere x "leggere" i fatti e la storia, anche xke i divi divini che dici e scrivi, comprese le dive, fanno parte da Giulio a Benito, da Craxi a Berlusconi, dello sfascismo all' italiana, non di chi vorrebbe costruirla finalmente più democratica, giusta, indipendente , uguale per tutti. Buon anno


# 253    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 2/1/2010 alle 9:23

# 245 commento di karlo - lasciato il 31/12/2009 alle 12:56 Dai la sensazione essere come un ragazzo adolescienziale che per sentirsi grande incomincia a disubbidire al proprio genitore. Puoi farlo benissimo, se questo può aiutarti a crescere. I ragazzi sono spesso adolescenziali. Tu invece dai la sensazione di credere che Il PCI di Berlinguer non attingesse a quelle che Craxi chiamò "risorse aggiuntive", del tutto illegali. Dai anche l'impressione che il PCI dei tempi non presentasse bilanci fasli, non avesse un immenso patrimonio immobiliare intestato a fiduciari frutto dei suoi traffici, in primis le tangenti sull'import -export verso i paesi dell'est. Ma anche le banali tangenti sugli appalti e il fallimento pilotato delle coop non appena queste avevano incassato i contributi pubblici. Se questo ti aiuta e a credere il falso (io fin da ragazzo 'stecose le sapevo) fai pure.


Il PCI mio caro "plisv" non era un dogma, era un partito, un grande partito di popolo. La dimostrazione dell'onestà dei suoi dirigenti è ancora evidente, citami qualche personaggio che ha incassato soldi e gioielli per fatti propri. E' la famosa "questione morale" berlingueriana lasciata ancora irrisolta la causa del fallimento dello Stato Italia con il suo buco nero del deficit e, se vuoi proprio te lo dica, dimostrandoti la mia onestà intellettuale si, vero, anche il PCI non è stato immune da quella stagione, ma con i violenti attacchi subiti in tutte le circostanze e dove se ne presentasse occasione, ha dovuto anch'esso sopravvivere, economicamente chiaro. Ma lo stesso Cristò peccò con la maddalena, non credi? Buon anno.


Carissimo ...Peter ...purtroppo questa " USCITA degli Aficionados del Premiere" ( Di riabilitare CRAXI ? ) ..che non sanno piu' cosa inventare, per convincere gli italiani, che l'acqua non e' "BAGNATA" come molti credono, ma e' una montatura dell'OPPOSIZIONE. Il tutto per salvare il Premiere. Carissimo Peter, immaginati un po', se " Il Fatto Quotidiano" non era nato, minimo l'opposizione, sarebbe agli arresti domiciliari, per l'ancora piu' STRAPOTENZA che avrebbe preso Al Tappone ( come lo ha riferito un tuo collega). Siamo arrivati al punto di "NO RETURN" Bisogna andare in PIAZZA e chiedere le dimissioni, di CRAXI #2 e non di dedicare una strada a CRAXI #1 P.S. Avere un sindaco, come Letizia Moratti ( che non sa' nemmeno cosa vuol dire la parola " FAME " e trovarla come Sindaco di Milano ...???? Dimostra lo stato da sottoscala, di quarto mondo in cui e' l'italia adesso. Helloooooo ...... Over and Out.
http://www.youtube.com/watch?v=TgikVvKyc70&feature=player_embedded


# 256    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 2/1/2010 alle 23:49

>citami qualche personaggio che ha incassato soldi e gioielli per fatti propri. Greganti giurava che aveva incassato per fatti propri, e te ne potrei citare altri, quando colti col sorcio in bocca. Ad ogni modo portare denari a Botteghe Oscure o essere fiduciari di mobili e immobili acquisiti illegalmente ne fa forse dirigenti onesti onesti? Presentare alle camere bilanci falsi ne fa Dirigenti onesti? Fra l'altro, Travaglio la pensava così: "Rubare per il partito è diverso che rubare per se stessi. Se uno ruba per se stesso non altera il mercato politico. Se uno ruba per il partito contribuisce al fatto che il partito si avvantaggi indebitamente rispetto agli altri.» Chissà se ha cambiato idea.


# 257    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 2/1/2010 alle 23:55

>E' la famosa "questione morale" berlingueriana lasciata ancora irrisolta la causa del fallimento dello Stato Italia con il suo buco nero del deficit.... A molti piacerebbe fosse solo questo. Ma ti potrei citare qualche centinaio di provvedimenti assunti con astensione o addirittuta approvazione del PCI che hanno rovinato i conti italiani. Te ne cito uno: i provvedimenti riguardanti le baby pensioni, sui quali ancora nel '94 Visco non sapeva rispondere a domanda di un giornalista (attendeve la linea da Botteghe Oscure)? Nota a margine: tanto per cambiare Tonino è un baby pensionato. Ciao




# 259    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 3/1/2010 alle 20:54

# 258 commento di Alessandro Bellucci - non è che stai cambiando discorso? Mi linki youtube a dimostrazione della pulizia dei tuoi dirigenti preferiti? Per intanto ti rammento le zero parole dette a inizio anni '90. Ah, ti aggiungo fra i nomi che avrebbero preso per loro (macerto) tale morandina, un maestro elementare che sosteneva di avere ricevuto denaro da Fiat per consulenze (ma certo). Alcuni pensavano fosse più probabile che coprisse D'alema e De Piccoli, ma sai com'è, è pieno il mondo di gente che dice solo mezze parole.




Anche quaesto link -con un signore che fra l'altro non ho mai votato - dimostra l'onesta dei dirgenti comunisti? C'era anche tale Tagliavini, presidente della Unieco di Reggio Emilia, che raccontò di quella riunione del 1992 con D'alema. Curiosamente lui capì che doveva sborsare, e lo fece: 370 milioni a Botteghe Oscure. E non aveva capitoproprio male, perchè i soldi se li presero. La cosa simpatica è che D'alema fu prosciolto, l'indagine passò quindi da Roma a Reggio dove Tagliavini fu cindannato dal tribunale e messo al bando dagli amici di sempre. Ma, dimenticavo, ti basta uun link ad un filmatino di b. e tutti glia altri sono onesti. La prossima volta ci proverò, ti racconterò di quella volta che D'alema ... si in puglia... si l'ha anche ammesso ... ma c'era la prescirzione... e quindi è onesto. Tanto puù se mi trovi un altro filmatino. http://archiviostorico.corriere.it/1995/settembre/17/Tagliavini_consegnai_soldi_Botteghe_Oscure_co_0_9509179616.shtml


Missiva per la Moratti. Avevo una zia che si chiamava "Letizia". A tempo, la chiamavo il generale. Si intrometteva su tutto e tutti. Finalmente e' morta! Lei, Signora Moratti da politico, potra' tentare di riabilitare chi non poteva, ne puo' esser riabilitato o santificato. Non trattasi del ladrone, che chiese pieta' al "Cristo (da voi politici buttato fuori anche dalle aule scolastiche), qui trattasi di un virus, che continua il contagio in alti lochi a danno della collettivita'. Continui a politicare, ma si guardi ben ad insistere con il riconosciuto "ladrone Craxi".


plisv! Ma forse tu sei di quelli che giudicano mafiosi coloro che lasciano la mancia al bar e benefattori quelli che ti "proteggono" la tua azienda? Allora si, lo confesso anch'io, durante la mia militanza anch'io nel mio piccolo mondo ho difeso quei funzionari che lavoravano per il partito, compreso il signor G, perché non devi dimenticare che in Italia, viceversa della Germania, i nazifascisti nostrani erano tutti a piede libero ed hanno tramato fino a che ci sono ancora riusciti con l'appoggio delle varie logge massoniche, segrete e non. E dai su, non mi sembri poi tanto male.


Quando pago le multe al Comune di Milano non accuso i vigili di perseguitarmi... le pago con qualche dispiacere, ma le pago! Non aggiungo altro.



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti