Commenti

commenti su voglioscendere

post: Il Presidente e il latitante

Pubblico qui di seguito un pezzo scritto da me e da Gianni Barbacetto sui rapporti tra Bettino Craxi, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la corrente migliorista del partito comunista. È un tema storico-politco importante che nessun giornale, a parte Il Fatto Quotidiano, ha voluto affrontare. Mi piacerebbe conoscere che cosa sapevate di tutto questo e cosa ne pensate, soprattutto alla luce della lettera del Presidente alla vedova di Craxi. PG Napolitano e i suoi miglioristi, così lontani e così vicini a Craxi "Non dimentico il rapporto che fin dagli anni Settanta ebbi con lui... Si trattò di un rapporto franco e leale, nel dissenso e nel consenso che segnavano le nostre discussioni e le nostre relazioni”. “Lui” è Bettino Craxi. E chi “non dimentica” è Giorgio ... continua



commenti

Gli ultimi 100 commenti / 
Mostra tutti i commenti




Berlusconi... qui rischia grosso. grossissimo, di lasciarci le pennine


Vorrei tanto sapere il numero degli assenti ieri durante l'approvazione del processo breve. Spero non siano gli stessi durante la privatizzazione dell'acqua e l'approvazione dello scudo fiscale. Insomma.. vedo poche differze tra PartitoDeiladri PD meno L


@plisv #136 buongiorno plisv, io penso: 1) Il PM in ogni caso agisce secondo i limiti della legge, legge scritta dal Parlamento e quindi ben conosciuta dai politici, anche quando diventano imputati (tanto per spegnere sul nascere la solita litania delle prefiche circa i suicidi dovuti a mani pulite). 2)Quando andò in TV assieme al Pool era per manifestare contro il provvedimento di depenalizzazione del finanziamento illecito dei partiti. Potrà esprimere un'opinione? Che tra l'altro, converrai, non era neanche tanto sbagliata. 3)Il processo Tortora fu intentato sulla scorta delle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia (pentito) dimostratosi poi, mendace. Quindi la notizia di reato c'era e, secondo le valutazioni del momento non fu quindi intentato "a casaccio". LO so, lo so, poi i PM del caso fecero carriera....... ma questa è un'altra storia. Un saluto


sono d'accordo con chi ha scritto che non ha più scopo di esistere un presidente della repubblica così...basta un timbro con su scritto "per la presidenza della repubblica", tanto ogni porcata varata dal governo viene puntualmente firmata! quanto all'avviamento dei lavori per il processo di beatificazione di craxi non ci sono veramente parole...dove arriveremo prima di renderci conto quanto siamo caduti in basso?????


buongiorno a tutti.sapendo dell'approvazione in senato del ddl riguardante il processo breve sono andata al sito internet del senato e ho guardato gli esiti della votazione. sono rimasta sita dal fatto che un appartenete all'IDV , tale LANNUTTI ELIO abbiavtato a favore del ddl in esame. spero che qualcuno ci delucidi sulla cosa.. ps per Fabio S. ti consiglio di andare anche tu sul sito del senato, troverai tutti i ragguagli che cerchi


PPS cmq gli astenuti sono stati 2 PINZGER Manfred, UDC-SVP-Aut THALER AUSSERHOFER Helga, UDC-SVP-Aut il link della votazione è http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Ddliter/votazioni/316_1.htm


Berlusconi ha mandato "affa..." Casini, il casino è pazzesco... Io te lo dico, di nuovo: non sarebbe meglio fare un governo tecnico, anche, se vogliamo, se vuoi, guidato da un esponente 'di destra', per esempio, Tremonti, Alfano, Gianni Letta o chi vogliono loro, ma non andare avanti così: 'sputtanament' dell'italia in tutto il mondo, ogni giorno una vergogna ecc. ecc.?


con il "TAGLIA-PROCESSI" e la sua criminale RETROATTIVITA' siamo all'ennesima prova del fuoco per la tenuta del nostro "STATO di DIRITTO" ed il presidente Napolitano ha una responsabilità enorme, che spero assolva nel "NOME del POPOLO ITALIANO", ma di... tutto il Popolo! Anche di chi vede per l'ennesima volta calpestati malamente i diritti delle MINORANZE più sensibili e RESPONSABILI. Purtroppo, se questi sono i precedenti, di cui NON ne SAPEVO NULLA, resto molto PESSIMISTA e mi spiego anche perchè nel discorso di fine anno nessun accenno di gratitudine è stato fatto alla Magistratura, che tanto SANGUE ha versato nello svolgere i suoi compiti per il BENE PUBBLICO e per riaffermare la LEGALITA' nel nostro povero paese. rocLIBERACITTADINANZA


# 147    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 12:59

E' brutto parlare senza sapere di cosa si parla: http://www.irpef.info/testi/pressione.html Si noti come dal 1996 al 1997 ci sia uno sbalzo ENORME di 2 punti in percentuale. Si noti come invece dal 2001 a 2005 la pressione si sia stabilizzata. Si noti altresì come dal 2005 al 2006 ci sia uno nuovo improvviso sbalzo di quasi 2 punti in percentuale. Pressione fiscale dell'ultimo triennio: 2007 43,29 % 2008 42,8 % (diminuita) 2009 43,3 % (aumentata esattamente di quanto era diminuita 0,5 %) Dov'è uno sbalzo del 2 o più % eseguito dal Governo Berlusconi? Cowboy Mancato un consiglio: prima di tirare lazzi a vuoto... pensa ed informati. Male non ti farebbe.
http://www.irpef.info/testi/pressione.html


scusate aggiungo: oggi la Magistratura viene, addirittura, indicata come "PLOTONE di ESECUZIONE".....anche per questa gravissima affermazione spero che qualcuno che ricopre ruoli Istituzionali di rilievo si faccia sentire con la dovuta SEVERITA', a nome di tutti noi! rocLIBERACITTADINANZA


@ flavio 131 Ad essere davvero pessimisti, forse si arrivera' a un compromesso di stampo mafioso e mai tanto giu' giu' da poter ricominciare da zero! Non si e' fatto nulla prima, quando la Lega era un partito incostituzionale, e il conflitto d'interessi e l'essere indagato due evidenti incompatibilita' con l'ingresso in politica. Ora siamo alla fine dello stato di diritto e la gente non riesce neanche a indignarsi. B. alla fin fine e' rassicurante, toglie ai deboli per dare ai forti, ma non dimentica di distribuire qualche contentino a tutti e di promettere di piu' per la prossima volta...a sua immagine e somiglianza, ognuno continua bene o male a fare i propri interessi indisturbato, a rotazione ottiene piccoli e grandi privilegi in cambio di voti o di favori, non si e' piu' capaci di pensare al futuro o al bene collettivo. Nessuno ha davvero paura di B. Non c'e' neanche il rischio che diventi un vero dittatore, e' troppo corruttibile, non gl'interessa costruire un certo tipo d'Italia, gli interessa solo mantenere posizione e patrimonio, tutti possono chiedergli qualcosa in cambio di qualcos'altro, non fa distinzioni di sesso, eta', colore, opposizione, idee politiche...e' li' per corrompere e farsi corrompere. L'unica sua misura 'dittatoriale' e' mantenere la gente nell'ignoranza e nell'illusione perche' i cattivi risultati non siano addebitati a lui, ed e' l'unica per la quale non gli mancheranno mai i mezzi. Pensa se arrivasse qualcuno che davvero volesse migliorare l'Italia, dovrebbe chiedere uno sforzo collettivo per riparare i danni ingenti fatti finora, e dove li prende i soldi per tutto? Dovrebbe fare davvero male a molte categorie togliendo definitivamente i privilegi conquistati, e dove lo prende il consenso? Dovrebbe smettere di scendere a compromessi nocivi con altre forze politiche, e dove la prende la maggioranza? Dovrebbe anche affrontare la minaccia delle mafie, e dove le prende poi le tre di cui so


[...]Dovrebbe anche affrontare la minaccia delle mafie, e dove le prende poi le tre di cui sopra: soldi, consenso, maggioranza?! Meglio continuare a non vedere e a disfare l'Italia a piccole dosi indolori...diventeremo tutti omertosi e ricattabili, un vero stato mafioso.


Napolitano è uno di quegli uomini che vengono usati dalla destra Berlusconiana per dimostrare che numericamente ''qui attorno è pieno di uomini di sinistra che occupano tutti i principali settori della nostra vita''. E' come quando costoro fanno i nomi di tutti i giornalisti 'comunisti' o presunti tali che popolano i mezzi di informazione per dimostrare che è tutto in mano alla sinistra .... mentana, costanzo, santoro, gruber ecc... come se Santoro, Costanzo e Mentana facessero lo stesso tipo di giornalismo con i medesimi temi ed il medesimo linguaggio. Ecco ... Napolitano sta all' estrema sinistra politica come Costanzo e mentana stanno all' estrema sinistra dell' informazione. Provate a convincere i berluscones che non è così ... Tutto questo succederà fino a che il PD non verrà ridotto in briciole ... bisogna spianare completamente il luogo dove sorge l' edificio vecchio e fatiscente ... altrimenti non sarà mai una ricostruzione, ma sempre e solo noiosa manutenzione. Buon 2010 a tutti. Makumba.


Skyline RIDATECI VISCO RIDATECI VISCO RIDATECI VISCO 2007 43,29 % 2008 42,8 % 2009 43,3 % aumentata, è di poco più alta del periodo in cui Visco ci succhiava il sangue. Relata refero: le cifre le hai appena scritte tu. Vedi caro, per essere uno che ha fatto della diminuzione del fardello fiscale LA BALLA SESQUIPEDALE con cui ha coglionato milioni di poveri illusi (in-ludo) borghesuzzi che non vanno un millimetro oltre la piega del proprio portafogli e che misurano il mondo che li circonda con un metro graduato in denaro e basta, Berlusconi è veramente un GENIO a continuare a stare dove sta (Palazzo Chigi). O meglio, lui è normalissimo, siete Voi che siete parecchio sotto la media. Del resto, come ci insegna la statistica, metà delle persone ha un' intelligenza sotto la media(na) e metà sopra. Le percentuali tornano, anche dal punto di vista elettorale.


Skyline RIDATECI VISCO RIDATECI VISCO RIDATECI VISCO Dimenticavo un piccolo particolare : gli anni in cui ha Governato il Grande Illusionista il debito pubblico è aumentato. Quindi quel poco che sembrava si risparmiasse di tasse è stato AMPIAMENTE ripreso dal debito pubblico. Sta succedendo or ora la stessa cosa. (Parlo di debito assoluto, non di rapporto deficit/PIl). Tagliar tasse facendo debito...che GENIO.


quando sembrava che il nano dovesse soccombere (politicamente), quando ormai sembrava sputtanato su tutti i fronti.....zzzzzackete! tartaglia! dopo di che è tornato a fare i suoi comodi peggio di prima e non sembra che se ne vada più tanto facilmente. Sono inorridito da questa situazione, ormai aspetto solo il giorno che nano&c. muoiano per festeggiare la liberazione della loro presenza dall'umanità. che schifo di nazione. Tanto di opposizione non se ne parla, se aspettiamo di pietro o grillo la nazione affonderà ben prima che riescano ad avere numeri significativi.. che dire, tutto sembra volgere al peggio, il barile si rivela senza fondo, scaviamo in basso e sbucheremo in cina, dove ci faranno un culo così. Bleahhhhhhhhhhh!!!!!!!


Il presidente della Repubblica ha sostenuto, oggi in calabria, che il governo ha fatto bene nella lotta alla criminalità. Ma come? Proprio ieri ha approvato una legge che cancella processi, compresi quelli contro le mafie, e il capo dello stato dice che il governo "è bravo"? Io rispetto il Capo dello Stato, e la sua funzione, ma chi incarna in questo momento tale ruolo non rappresenta tutti gli italiani, o se non altro non rappresenta me, che non sono nè un terrorista, nè un estremista, nè un comunista (nè vetero, nè post), nè un fascista, insomma sono un normale cittadino, con posizioni se vogliamo banali, del tipo "chi delinque va in galera", "il politico che ruba è un ladro non un eroe", "chi scappa dai processi si chiama latitante e non esiliato", "un Paese in cui il Capo del governo possiede metà economia nazionale non è una democrazia", e così proseguendo. Insomma, per queste mie posizioni folli e irragionevoli mi sento lontano anni luce da ciò che il presidente della repubblica dice ogni giorno, arroccato a difesa della casta e non della nazione che rappresenta, intimorito dalle grida della destra, chiuso nel palazzo e nei suoi giochi. Presidente, si affacci alla finestra del Quirinale, getti l'occhio fuori dai saloni della sua splendida e provvisoria residenza: nonostante la sua nobile età, ha ancora il tempo per dimostrare la sua alterità. Auguri, nonostante tutto.


Skyline, leggi e godi. RIDATECI PRODI RIDATECI VISCO RIDATECI PADOA SCHIOPPA ANSA) - ROMA, 21 GEN -Continua a crescere la spesa pubblica fino a sfiorare il 50% del Pil.Stando all'Istat il rapporto passa dal 46,2% del 2000 al 49,3% del 2008. La media del periodo del periodo e' del 48,2%. La spesa complessiva al netto degli interessi, rispetto al Pil, e' del 39,9% nel 2000 e del 44,1% nel 2008.




PerMarco;la federazione napoletana del PCI era stalinista come lo rea,in quegli anni,fino al XX congresso ed anche dopo ,tutto il partito comunista;erano stalinisti convinti Togliatti (che di Stalin fu stretto collaboratore)Longo Secchia,Amendola Paietta,persino Berlinguer che,quando arrivò la notizia della malattia di Stalin lo defini "il grande Amico";l'unica personalità di rilievo che si distinse da Stalin fu Umberto Terracini ,che,infatti,dopo la Costituente fu messo da parte;in precedenza lo aveva fatto Gramsci,anche lui isolato nel partito. Non conosco il romanzo di Rea e lo leggerò;ma avallare l'immagine di un Amendola e di un Napolitano stalinisti doc in un partito "liberal" mi sembra,francamente ,una sciocchezza


parlo con un collega di lavoro, berlusconiano al 100% . Tento di spiegargli che con questa legge, i processi che non finiscono in tempo, vanno a puttane. Si rifiuta di crederci. Semplicemente non ci crede. E' convinto che il processo breve consiste in una serie di norme che renderanno il processo, appunto, breve. "Ma non puo' essere che i processi verranno annullati ! Semplicemente dureranno meno". Gli chiedo come dovrebbe, secondo lui, avvenire questo miracolo. Mi guarda come se parlassi un'altra lingua, e in effetti e' proprio cosi. L'Italia e' divisa in due. "In qualche modo faranno" , mi risponde. E' un fenomeno di ipnosi di massa, non c'entra piu' la politica. E' una questione di religione.


Andatevi a rileggere il programma di Sinistra Critica. E' quello che ci voleva tempo fa, ed e' quello che ancor piu' ci vuole oggi. Smettimola di votare gli schieramenti maggioritari tutti uguali! Non obbediamo a questa legge elettorale vergogna! Dobbiamo votare la differenza, la minoranza che davvero lotta per tutti ed abolisce i privilegi di pochi. Facciamo entrare nelle amministrazioni locali chi puo' fare la differenza, facciamoli crescere fino a un posto in parlamento...spazio ai giovani!!!


# 161    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 14:2

@The Croppy Boy 152 Non solo, e' aumentata di molto e continua ad aumentare anche la pressione fiscale indiretta (su beni di consumo, alcolici, sigarette, tariffe autostradali ecc.) ma di questo il tuo interlocutore non parlera'. ciao


Per 159: Capisco benissimo quanto riferisce a proposito del suo amico berlusconiano. Anche a me succede la stessa cosa quando parlo con amici di destra. Non si informano, se si informano prendono per buono solo quello che dice il leader, che è sempre e solo Berlusconi. Forse è davvero una questione di fede: d'altronde montanelli diceva che pci e chiesa erano due religioni. La nuova religione italiana è il berlusconismo. Questo a voler bene agli amici: altrimenti parlerei di stupidità, ottusità, e soprattutto di un recondito desiderio di farsi comandare, tipico di un popolo che odia farsi governare. Parlare con un berlusconiano è pressochè inutile: mentre chi vota a sinistra, in genere, è critico e riflessivo verso la propria parte, quelli di destra non accettano la messa in discussione del proprio leader. Mi apre che qualche sociologo, a proposito dell'ascesa di hitler, parlò di un recondito desiderio del padre, tramutatosi in adorazione per l'uomo forte e onnipotente Hitler (in realtà un omuncolo). Forse le dinamcihe psicologiche delle masse si ripetono.


flavio "E' un fenomeno di ipnosi di massa, non c'entra piu' la politica. E' una questione di religione". LE TUE PAROLE SONO L'EPITOME DEGLI ULTIMI 15 ANNI DI STORIA D'ITALIA. Concordo in maniera assoluta con te.


# 164    commento di   Monica66 - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 14:11

Ma c'è anche chi tra i Berlusconiani, ritiene giusto che un processo finisca per finire e basta. Ho discusso di questo con una mia amica berlusconiana e lei ha detto che è giusto che la gente non debba passare tutta la vita a difendersi, non preoccupandosi minimamente di chi è parte lesa e avrà negata qualunque possibilità di avere giustizia. E pensare che è la stessa amica che ancora mi rinfaccia l'indulto del governo Prodi, tenuto conto del fatto che per quel motivo io ho attaccato duramente il governo che avevo contribuito a eleggere, mandando e-mail imbufalite ai vari rappresentanti del centrosinistra e rifiutandomi successivamente di votare ancora per loro, preferendo spostare il mio voto su Di Pietro che tutto si può dire tranne che sia di sinistra.


@Croppy Boy: in linea di principio sarei d'accordo con te se non fosse che siamo in un periodo straordinario ovvero di crisi. Tutti i Paesi investiti dalla crisi hanno dovuto sforare con i loro debiti, viceversa ci sarebbe stato un collasso economico simile alla Grande Depressione. Purtroppo la cricca Borbonica che oggi si traveste da Socialisti commemorando Craxi, non ha saputo approfittare dell'opportunità per riformare alcune cose profondamente ingiuste sul piano sociale, non solo per incapacità, ma soprattutto per conservazione della "specie".


Flavio >"E' un fenomeno di ipnosi di massa, non c'entra piu' la politica. E' una questione di religione". Da mo' lo dico anch'io, insieme con moltissimi altri; è ormai una certezza. Sono fedeli, non elettori. Ma c'è un altro fenomeno che potrebbe essere spiegato dalla malferma scienza della psicologia: così come la chiesa cattolica risponde all'Islam proponendo il ritorno al latino e chiudendosi in dogmi sempre più vecchi, pare che alla religione berlusconiana si risponda con altre religioni altrettanto dogmatiche. Religione grilliana, dipietrista e via dicendo. Direi che dobbiamo stare attenti tutti.


Per luis: ... e lo è, intendo dire una sciocchezza. Infatti non mi sono minimamente sognato di scrivere che il PCI era "liberal". Ho solo scritto che la federazione napoletana era la roccaforte di coloro che furono, fino a quando fu possibile, gli stalinisti DOC, i più duri contro le dissidenze, i più determinati e legati All'URSS (il loro avversario più tenace fu, accanto a Umberto Terracini, Pietro Ingrao). La loro trasformazione in moderati e riformisti fu tanto clamorosa quanto abilmente dissimulata e a tutt'oggi dimenticata. Quella di Amendola e Napolitano in quegli anni non è un'"immagine", è storia. Che può contribuire a spiegare la cronaca di oggi.


La giustizia in italia e nel mondo è una Farsa..Il condice penale infatti punisce persone in carne ed ossa...peccato che siamo nell'era del capitale finaziario Globale.. Per fortuna ci sono i Travaglio che non capiscono un Cazzo e fanno soldi sulla Truffa della Giustizia.


@Federica alias Bridgitte Bardot: …Tanto per rimanere in tema, parole sante! :)


è la mail che ho appena mandato al PD ------------------------------------- questo è mettersi di traverso per impedire a questi delinquenti di approvare una legge infame come quella approvata ieri sul cosìdetto processo breve? siete la dimostrazione che con le primarie di qualche mese fa, in cui mi sono fatto fregare per l'ennesima volta, dandovi l'ennesima ultima possibilità, non avete fatto altro che farci buttare 2 euro! cosa aspettavate per fare opposizioe ad una legge? aspettavate che in sentao con quella pagliacciata che avete fatto del leggere tutti il famoso mantra quei delinquenti si commuovevano? l'opposizione si fa in piazza, con scioperi, sensibilizzando le persone, aprendo gli occhi ai cittadini, ripetendo sempre la stesa cosa in tv, cose chiare, nette dirette, senza biascichii e mezze verità come fate da sempre voi! vi mancava solo la riabilitazione di craxi il ladro latitante e la presentazione della new immunità parlamentare ed ora siete al completo...siete degli del PD(L)! vergognatevi per quello che state facendo all'italia ed a noi persone perbene ed oneste che da voi si aspettavano una difesa dei diritti inalienabili di una democrazia...la giustizia, il lavoro! di nuovo vergognatevi! un ex pci, ex pds, ex rif.com. ex pdci, ex PCdL, ora un elettore dell'IDV! e come me centinaia di migliaia! li leggete i sondaggi?...avete perso in 2 mesi oltre 4 punti ...e siamo solo all'inizio! saluti emiliano


Io mi chiedo ma tutti quelli del pdl che hanno votato questa porcata di legge del processo breve, sono tutti delinquenti? A cominciare da Fini e suoi accoliti che fa finta di essere contro questa legge e poi la vota, cosa devo pensare di tutti i deputati e senatori facente parte del pdl? Nessuno che abbia un minimo di onesta o rigurgito di orgoglio che gli faccia dire io questa porcata non la voto? Che sono tutti ricattabili? Credevo che in mezzo a tutti quei politici ci fosse anche qualcuno che magari in buona fede ha creduto a berlusconi! Ma ora cosa posso pensare che nessuno ha piu' un cervello proprio da distinguere cos'e' bene o male per questa povera Italia? Di napolitano gia' intuivo che fosse sotto ricatto altrimenti non mi spiego perche berlusconi abbia detto che non c'e' da preoccuparsi per il colle che tanto ci pensa lui! Io spero che visti gli anni che ha (napolitano) abia un rigurgito di amor proprio e amor di patria e si rifiuti di firmare questa legge. Si tranquillizzi napolitano per quanto si possa dire di lui sara sempre meno peggio del berlusca. Ormai gli Italiani si sono assefuati a tutto qualsiasi cosa si direbbe di lui sarebbero rose e fiori in confronto a quello che hanno combinato quelli che sono al governo ora!Quindi Presidente le chiedo per favore non firmi quella legge se vuole essere ricordato almeno negli ultimi anni della sua legislatura come un buon Capo di Stato che ha avuto il coraggio per il bene del suo popolo di affrontare qualsiasi ricatto possa venire dalla destra. E a maggior ragione se non dovesse essere ricattato non firmi!!!!!!!!!!!!


unoqualunque 166 Concordo, ovviamente, ma faccio presente che non più di una settimana fa il Grande Ilussionista ci riprovava con la fandonia del taglio delle tasse. Vedi, avere un Premier (e un Governo) che nella migliore delle ipotesi non fa nulla di più di quello che facevano governi della sponda opposta, ma che ha una storia giudiziaria da brivido, possibili collusione mafiose, un passato piduista, che si è tenuto accanto mafiosi e corruttori (per suo conto)di giudici mi sembra veramente un insulto a tutte le persone con un minimo di raziocinio e di etica : a questo punto, visto che quest'individuo è un INCAPACE e con un profilo criminale, che senso ha tenercelo ? Facesse grandi cose, ma non combina nulla e si è circondato di un folla di nani, (ex) ballerine, pregiudicati e chi più ne ha più ne metta. A parità di risultati non era meglio averne uno ONESTO , tipo il Mortadella ?


sulla questione della pressione fiscale, aggiungerei un particolare. essa viene calcolata in funzione delle entrate fiscali,, cioe', semplificando, se entra 100 e l'anno dopo 110, la pressione aumenta, ma non dice da dove vengono quei soldi. teoricamente, recuperando i soldi dell'evasione fiscale, la pressione aumenta


Berlusconi è andato a Venezia in visita privata in aereo della Repubblica, come è possibile visto che l'onorevole,sic, Mastella è stato molto criticato e indagato. Oltre alla impunibilità anche l'aereo pagato da noi ricchi pensionati,da 900 euro al mese,cosa ne pensa? Remigi


@Croppy boy: guarda questo lo devi spiegare agli adepti del culto "meno male che Silvio c'é", "Silvio ci manchi" ed altre "congreghe" similari anche di opposta fazione, tanto per restare nell'ottima metafora di Federica "B.B."


http://www.youtube.com/watch?v=VJ9eAt2W2RQ Michel Chossudovsky e il bailout delle banche Craxi Ladro di merendine e sovrani! oggi la Grande TRuffa nel totale silenzio mafioso di gente come Travaglio e di tutti i principali cani da guardia.


Comunque é anche possibile, in risposta ad Anna ed a quanti si sono trovati stupiti dell'appoggio Finiano al Senato, che effettivamente, come paventato da molti ad esempio il Senatore Guzzanti, ci sia in ballo la famosa exit-strategy. Ovvero si é tracciato un solco in cui il Cavalier Maneggioni deve restare e da cui ricaverà l'impunità, per poi consegnare le chiavi a Fini, Casini e Montezzemolo e quindi farsi da parte. Io ci credo poco, viste le manie di protagonismo del personaggio e il suo sfrenato delirio di onnipotenza. Vedrei questa ipotesi percorribile solo se sul piatto della bilancia avesse una forte minaccia che sconquassi i suoi castelli di carta definitivamente.


# 178    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 14:49

@Federica 167 mi associo ad Unoqualunque che tanto qualunque non mi sembra che sia :-)


@ Federica Per quanto riguarda il fatto che ADP (e IDV) sia o meno di sinistra, dobbiamo finirla con queste categorie obsolete: come da lui stesso detto più volte se essere per il rispetto della Costituzione, la legalità e lo stato sociale di diritto significa essere di sinistra, allora lo è lui, Travaglio, lo siamo io, tu e quasi tutti i frequentatori di questo blog. D'altra parte non credo che, per dire, un ex missino che abbia a cuore la legalità si possa riconoscere in questa maggioranza di conniventi e servi (quando non malfattori) del Grande Truffatore. Non condivido poi il parallelo che fai tra la "fede" nel dogma berlusconiano (giusta la tua analisi) con l'essere dipietrista o grillino: io ma come leggo nei blog anche molti altri sono un convinto estimatore di ADP ma non ho sempre condiviso le sue scelte, come quella per esempio di candidarsi per le Europee, e l'ho criticato sul suo blog per questo. Idem per Grillo.


Unoqualunque >…Tanto per rimanere in tema, parole sante! :) Buona questa. :) >@Federica alias Bridgitte Bardot: Buona anche questa, ma direi 'magari!' se non fosse che, se devo invidiare bonariamente qualcuno, invidio maggiormente la Levi Montalcini e Maya Angelou. ;) Buon pomeriggio.




# 182    commento di   EugenioM - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 14:58

Ho letto poco fa l'articolo sul Corriere con le dichiarazioni si Sandra Leonardo Mastella......ovviamente si commentano da sole. Caro Presidente Napolitano,ha visto cosa succede quando si leggittima la "beatificazione" di un latitante come Craxi?? Questo paese sta affondando...si salvi chi può.


# 183    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:0

@Unoqualunque 178 condivido il tuo dubbio sull'eventuale effettiva intenzione del premierino a "uscire" finalmente dal campo una volta risolti i suoi svariati problemi (appunto troppo vanesio ed in delirio di onnipotenza per farlo), ma che l'abbia promesso e' piu' che possibile, direi probabile. Certo che se gli hanno creduto sono degli sprovveduti e se gli hanno creduto e lo hanno appoggiato saremmo di fronte all'ennesima "madre di tutte le porcate". Forse la realta' e' meno complicata di quanto pensiamo e i nani e le ballerine dopo aver saltellato i primi e sculettato le seconde facendo finta di essere contrari a questa legge, l'hanno appoggiata per semplice amor di seggiolino (di questi tempi, mannaggia, e' addirittura l'iopotesi augurabile, pensa dove siamo finiti). Non scordiamoci che non siamo di fronte a gente che siede in parlamento per far politica ma gente che spaccia la favola di far politica per sedersi in parlamento. ciao


Thanks, Daniele. :) Agostino Non volevo fare il gruppone in cui mettere chiunque voti per Di Pietro o segua Grillo, ma una cerchia di persone che è caduta nel fideismo. Una cerchia, non tutti. Ma ce ne sono, ce ne sono. Spero di essermi spiegata. Ciao


P.S. per Agostino Per me le categorie sinistra/destra non sono obsolete. Il fatto che terze vie e confusioni politiche abbiano creato un pastiche insensato non cambia il fatto che la base delle idee che appartengono all'una e all'altra parte abbia ancora senso. Per me.


A quelli che difendono il processo breve forse non è chiaro che questa legge ammazza i processi e non li abbrevia neanche di un secondo. E' mai possibile che la gente non si renda conto che siamo l'unico paese dell'occidente con un premier che, letteralmente, si cancella i processi per legge?! La situazione è talmente assurda che non si sa se ridere o se piangere!


C'e' un'altra pratica che Berlusconi adotta che mi sconcerta: il ricorso ai suoi immobili privati per uso pubblico. Intendo dire, le ville in Sardegna, o ad Arcore, sue private, con reperti fenici proprieta' pubblica annessi e concessi... A parte le stupide offerte delle sue case a terremotati o precedentemente ai disperati dei Balcani, quel che mi sconcerta e' l'invito di leader internazionali presso le sue residenze, come Blair, Putin...non sono incontri ufficiali? Ma se poi ci sono interviste (con tanto di mitra ai giornalisti) e dichiarazioni varie sui temi di politica... Voglio dire, ma non esistono residenze di stato per ospitare questi leader, con annesse e concesse vacanze in Sardegna e comforts? E locali di stato per gli incontri in cui si discute di politica o si fanno accordi politici? Sempre piu' spesso poi ci sono incontri dei leader dei partiti di maggioranza ad Arcore, o Pinco e pallino che vanno ad Arcore a incontrare B per discutere di determinati temi... Ma non c'e' una sede neutrale in cui discutere di politica??? Perche' le sue residenze devono diventare lo stato? Cos'e'? Uno stato dentro lo stato? Un vaticantato, tanto per restare in tema fedeli? Mah...


# 188    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:22

Peccato che il RECORD ASSOLUTO della Pressione Fiscale in Italia sia del 43,67 % dell'anno 1997... Chi era il Ministro delle Finanze di allora? Ma neppure davanti ad una tabella con tanto di cifre e dati non puoi fare a meno di frescheggiare Cowboy Mancato? Il tuo amato Viscido Vampiro riuscì a stabilire un Record ancor'oggi imbattuto. E poi, con una sovrappopolazione come la nostra, per colpa di questa immigrazione sempre più selvaggia, è chiaro che la Pressione Fiscale non può far a meno di aumentare: http://www.oilcrash.com/italia/immagini/19902007.gif da intendersi al netto dei clandestini, ovviamente. Figurati se il Ministro delle Finanze fosse oggi il tuo Viscido Vampiro a quanto sarebbe la Pressione Fiscale... Hi hi hi hi hi hi hi... P.S. chi è che portò le pensioni minime agli anziani a 500 Euro al mese? Mi pare che iniziasse per B...
http://www.oilcrash.com/italia/immagini/19902007.gif




# 190    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:26

La Legge sul Processo breve è stata una delle Leggi più belle e giuste degli ultimi anni. Se a voi stava bene che un Prcesso durasse 15 20 30 anni praticamente tutta una vita...


oggi alle 17 e trenta Bondi nominerà Sgarbi


Un saluto a tutti! Io credo che il problema sia serio,perchè dopo Mani Pulite non c'è stato alcun rinnovamento politico nè tantomeno sociale! La vecchia nomenklatura è stata sostituita con le seconde file,portaborse ed autisti ed il risultato è sotto gli occhi di tutti.Quello che davvero è urgente è individuare una nuova leadership che possa "calamitare" il malcontento e mandare definitivamente questi signori (si fa per dire!) a casa!!! Di Pietro o chicchessia...bisogna mandare costoro a casa!!!!


@Daniele: non sottovaluterei però un elemento molto importante: la Mondadori e la sentenza dei 750 milioni di euro che SB deve a De Benedetti. Ci sono molte implicazioni in quel senso, a partire dai problemi che avrebbe a livello di assetto ereditario per i figli di secondo letto in vista del divorzio, oltre ad un potenziale riassetto di alcuni equilibri cultural-egemonici. C'é poi, in concreto, una politica industriale del suo gruppo ormai troppo votata al mero consenso elettorale, che lo espone molto nei confronti di gruppi emergenti del settore (Murdoch), e non é che può continuare a fare decretini* e decretoni** per ostacolarlo, o alla fine il paese si ritroverebbe in stallo internazionale. *IVA per le pay-tv **omologazione dei contenuti in materia di divieti ai minori delle pay-tv alle tv in chiaro.




# 195    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:43

Questa mi era sfuggita: "Del resto, come ci insegna la statistica, metà delle persone ha un' intelligenza sotto la media(na) e metà sopra. Le percentuali tornano, anche dal punto di vista elettorale." By Cowboy Mancato. Infatti gli Italiani sono sempre più intelligenti.


# 196    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:43

@141 commento di Ender buongiorno plisv, io penso: 1) Il PM in ogni caso agisce secondo i limiti della legge, legge scritta dal Parlamento e quindi ben conosciuta dai politici, anche quando diventano imputati (tanto per spegnere sul nascere la solita litania delle prefiche circa i suicidi dovuti a mani pulite). Vero, anche se il nuovo c.p.p era entrato in vigore di recente e si sapeva poco della sua applicazione, peraltro diversa a seconda dei soggetti e del fatto che si avesse un avvocato "accompagnatore". La questione suicidi secondo me ha più a che vedere con il clima del tempo che con il codice. 2)Quando andò in TV assieme al Pool era per manifestare contro il provvedimento di depenalizzazione del finanziamento illecito dei partiti. Potrà esprimere un'opinione? Si, ma tenendo conto che era considerato un dio in terra e che esistono CSM e ANM che rappresentanoi magistrati. Personalmente preferivo il c.d decreto Conso, finito male sia per le proteste di Borrelli cu9i seguì la la mancata firma deol coraggiosissimo Scalfaro. >3)Il processo Tortora fu intentato sulla scorta delle >dichiarazioni di un collaboratore di giustizia Due (poi si arrivò a 11): Pandico un malato di mente che aveva ammazzato due persone perchè a suo dire un ufficio pubblico era stato troppo lento, e Pasquale barra, detto 'o animale. Vedi un po' tu se le loro dichiarazioni andassero verificate o meno. L'ha fatto Della Valle, difensore di tortora. In realtà Su Tortora non furono disposte intercettazioni, indagini bancarie: nulla, solo le parole dei due soggettini. >Quindi la notizia di reato c'era e, secondo le valutazioni del >momento non fu quindi intentato "a casaccio". LO so, lo so, poi >i PM del caso fecero carriera....... ma questa è un'altra >storia. Già, bella storia; olttretutto guadagnando dalle querele. Direi quindi del tutto a casaccio. Senza contare che nel blitz arrestarono più di 800 persone, molte delle quali sempli


# 197    commento di   plisv - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:45

@141 commento di Ender - Segue Direi quindi del tutto a casaccio. Senza contare che nel blitz arrestarono più di 800 persone, molte delle quali semplici omonimi. Un saluto a te




# 199    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:52

@Unoqualunque 193 vero, aspetto non irrilevante.


# 200    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 15:54

@The Croppy Boy inutile perdere il tuo tempo con chi crede che essere contro il "processo breve" voglia dire essere contro la brevita' dei processi. ciao


# 201    commento di   EugenioM - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 16:11

@SKYLINE Ci vuole almeno onestà intellettuale...i processi durano tanto,troppo...è vero e sacrosanto. Ma con questa legge " la più bella e giusta" della Storia i processi dureranno 6 anni e poi finiranno,cioè moriranno...hai presente il concetto di GIUSTIZIA? Ovvero ottenere un risarcimento per un torto subito...sarà ancor più raro!! Io non lo so se le persone che scrivono le cose che scrivi tu ci pensino sopra "onestamente" senza quella stupida faziositàà che non interessa a nessuno.


"lasciatelo lavorare"... solo cosi' forse la gente si svegliera'....e mi raccomando ...consumate, spendete, gente, non fate i comunisti pessimisti


Addà passà 'a nuttata!


Gasparri: stasera vado ad hanno zero, quella di San Toro sarò Tra Vaglio e Vauro.


OT Sul processo breve, in quanto morto ammazzato... Una cosa non mi è ancora chiara: la parte lesa di un reato che si vedrà negato il diritto al DOVUTO risarcimento, potrà poi fare causa allo Stato Italiano che non è riuscito a completare il procedimento giudiziario in tempo, per avere ciò che le spetta? Perché se è previsto che le responsabilità penali possono andare in prescrizione per tutelare il diritto di un imputato alla difesa equa (considerata impossibile dopo un certo lasso di tempo), NON è affatto così per quanto riguarda il diritto di chi è vittima di un sopruso di un giusto risarcimento. Ma se ora ANCHE la responsabilità civile verrà annullata dal processicidio di stato, chi risarcirà la parte lesa, che è tutelata dalla Costituzione?


@Diego Beneventi: direi che la tua é la domanda più intelligente in merito. Ora c'é anche la class action, ci vorrebbe qualcuno esperto in materia per spiegarci quali scenari in questo senso si possano aprire.


@Diego: sempre in merito al tuo argomento, c'é anche il caso di ricorso da parte di una vittima alla corte di Strasburgo, dopo aver visto sfumare il processo verso chi l'ha offesa; esempio pratico su Berlusconi-Mills: il processo muore per via della nuova legge, chi dovrebbe appellarsi a Strasburgo?


@Diego Beneventi Non credo che la parte lesa del processo estinto potrà chiedere risarcimenti allo stato, perchè le rimarrebbe sempre l'azione civile nei confronti dell'autore del reato. Considerata la lunga durata di quest'ultima, tuttavia, si aprirebbe la possibilità di utilizzare la legge che prevede il risarcimento per la lunga durata del processo.


io sono un povero italiotta sono come quel contadino che dice mangio solo quel che produco io però qulcuno puo dirmi se il presidente del consiglio quando offende la magistratura è passibile di denunzia? penso di no altrmenti come si spiega che Boossi sia diventato ministro dopo aver offeso la bandiera italiana


Dopo il Processo breve suggerisco al Governo Berlusconi un progetto di legge realmente innovativo, che consentirà a tantissimi italiani non solo di risparmiare un mucchio di soldi ma anche tantissimo tempo attualmente sprecato in inutili controversie legali e non. La legge avrà nome "Pagamento breve" e consisterà fondamentalmente in questo : 1) Io ti devo dei soldi 2) Se tu riesci ad ottenere il pagamento della somma dovuta in, diciamo, 30 giorni bene, altrimenti...ZAC !, scatta il pagamento breve e io soldi che ti devo TE LI SCORDI, VANNO IN PRESCRIZIONE, ovvero in cavalleria... 3) La clausola di applicazione della legge è la seguente : la legge si applica ESCLUSIVAMENTE in maniera RETROATTIVA sulle somme dovute superiori a 100 milioni di euro, somme dovute per risarcimenti legali a controparti a cui è stata sottratta mediante corruzione in atti giudiziari una GROSSA (molto grossa) casa Editrice. Sono sicuro che servirà a tantissimi (milioni di milioni) italiani e che realmente risolverà innumerevoli situazioni pendenti da ormai troppo tempo e che dimostrano inutili crudeltà nei confronti di sfortunati debitori che incappano per malasorte nelle spire del cosiddetto Contratto Sociale, chiara emanazione bolscevica delle Toghe Rosse Internazionali.


E' interessante il comportamento che viene politicamente adottato verso i morti, diventano ciò che conviene, colpevoli, innocenti... Tanto mica parlano più.


@ skyline 190 Mi deludi...dopo alcuni tuoi post in cui esponevi pareri sensati e frutto di un ragionamento, torni a sostenere cose degne di quella gallina della Casellati vale a dire che l'unico fine della porcata annulla-processi è "porre tempi certi"; è un dettaglio irrilevante se entro quei tempi, senza le opportune riforme della procedura processuale in sinergia con aumenti mirati del personale amministrativo e non, buona parte dei futuri processi non arriverà mai a sentenza, oltre ovviamente ai due in corso riguardanti il premier. E non dire anche tu che "in qualche modo" provvederanno, perchè prima si fanno le fondamenta di una casa non il tetto e comunque non si spiegherebbe il motivo della retroattività della legge (se non appunto per salvare il culo del tuo idolo nano).


QUESTO processo breve è un aborto provocato; chi ha inventato e voluto questo tipo di processo, NON VUOLE NESSUNA SENTENZA, sapendo, più di chiunque altro, di essere colpevole e che le sentenze pertanto e per forza sarebbero di condanna; altro che "plotone d'esecuzione": chi ha usato questa espressione sa meglio di chiunque altro che essa è fuorviante, disonesta, menzognera e calunniosa - da meritare subito una querela; il processo breve equivale ad una gestazione breve ("gestazione" in senso lato e in senso specifico), poi stop: aborto.


# 214    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 17:28

Moriranno i Processi? Beh credo che non abbiate ancora capito i benefici REALI che porterà questa Legge. Più che di futuri Processi morti, parlerei di futuri Magistrati radiati: con questa Legge si scatenerà inevitabilmente una sorta di Hit Parade tra le Procure e quindi tra i PM e sempre inevitabilmente sarà stilata la Classifica dei Giudici più virtuosi e quelli meno ed a quel punto le teste che cadranno sarranno parecchie: questa Legge serve appunto a mettere il pepe al culo proprio a tutti i magistrati in particolare a quelli fancazzisti. Ma vi pare possibile che anche la più banale delle cause Penali duri anni e anni? Esempio: Tizio da un cazzotto a Caio. Caio si fa refertare e lo querela con tanto di testimoni. Secondo voi QUANTO dovrebbe volerci per arrivare a Sentenza condannando Tizio? Dai 5 ai 10 anni come oggi, o dai 5 ai 10 giorni come dovrebbe essere in un Paese Civile e Democratico? Chi le stabilisce le date delle Udienze? Chi emette Sentenze? Meditate gente, meditate...


Hanno provato ad impacchettare questo 'processo breve' - il cui unico scopo è lì da vedere, in bella mostra: quello di parare le chiappe a Berlusconi - in tonnellate di scatole e carta: il blabla che i berlusconese ci fanno attorno, nel tentativo di dargli una parvenza di giustificazione. Ma perché, se tutti, nessuno escluso, sostenitori e avversari, sanno perfettamente di che si tratta? Siamo onesti!


@ skyline OK, pur ammettendo di non essere esperto in materia, però suppongo che le date dilazionate delle udienze per ciascun giudice dipendano dall'enorme arretrato che grava nei nostri tribunali, per cui sono io il primo a sostenere l'assoluta necessità di snellire e velocizzare l'iter burocratico de processi, soprattutto civili, cercando anche di scoraggiare le soluzioni di liti per via giudiziale favorendo le conciliazioni. Poi può essere che qualche magistrato/giudice sia un fancazzone, ma non può essere questo causa della cronica e generalizzata lentezza dei processi.


Io ero grandicello all'epoca ma non ricordavo con questa precisione i rapporti politici fra questi personaggi,quindi non mi resta che ringraziarVi per la prezioza puntualizzazione. Bravi Continuate così, siate la badante di questo popolo smemorato.


Variante interpretativa: chi ha usato l'espressione "plotone d'esecuzione" (in senso figurato, ovviamente, visto il personaggio) sa benissimo di meritarselo (in senso figurato, appunto)... in questo caso ritiro le qualifiche "fuorviante, disonesta, menzognera e calunniosa", sostituendole con "azzeccata, onesta, veritiera e accettabile".


Processi brevi Dal Corriere online di oggi "Lady Mastella a Napolitano: "Io come Craxi" -Ok, riabilitata, avanti il prossimo!


# 220    commento di   SKYLINE - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 18:3

Siamo onesti, appunto Tastiera Stonata. Ed in tutta onestà ti dico che non me ne po' fregà de meno se questa Legge l'hanno fatta per parare il culo a Berlusconi. A me interessa che la Giustizia possa chiamarsi tale, poiché un Processo che dura anni e anni ciò non è Giustizia bensì Logoramento. La gente si odia e più che si querela, meno giustizia arriva, più le cause inevitabilmente lievitano in modo pazzesco. Ripeto: CHI stabilisce le date arrivando a Sentenze e quindi la durata dei Processi? N.B. un giudice, come ha ricordato il Grande Generale Inquisitore, emette oggi come oggi ben una e dico UNA Sentenza Penale ogni 2 giorni. 1 Sentenza ogni 2 giorni! E la chiamavan Giustizia...


E se il termine "plotone d'esecuzione" accenderà la fantasia di alcuni squilibrati, poi non si lamenti (se avrà ancora il tempo di farlo)...


# 222    commento di   EugenioM - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 18:15

@SKYLINE Pianeta Terra chiama....per favore rispondi!! Ma dove vivi? Esistono di certo magistrati,cancellieri,impiegati delle poste etc etc "fannulloni".Gente che scalda semplicemente la poltrona,come in tutte le realtà lavorative pubbliche e private(pubbliche in maggioranza purtroppo) Ma c'è una maggioranza assoluta di magistrati,etc etc che lavora e lavora sodo. Le nostre corti di giustizia sono intasate dai procedimenti a causa di un sistema malato nelle sue strutture portati,sottodimensionato. Pensare che sia colpa ESCLUSIVA di quei 4 fannulloni che nulla fanno è ridicolo,è demagogico.Lo posso accettare da chi lo sostiene in malafede (vedi PDL e Lega) per salvare il proprio Signore e Padrone ma da chiunque altro con un pò di sale in zucca no,non lo accetto. Magari fosse come dici...magari si potesse ridurre i tempi dei processi,portarli tutti a termine entro 6 anni...per decreto,con la bacchetta magica.Senza modificare la struttura del sistema e senza investire negli organici. Magari nel mondo delle favole si può.


In assoluto uno dei peggiori presidenti ke la storia ricordi..il peggior governo nonkè presidente del consiglio possibile ke la storia d'Italia abbia mai avuto..ma ormai ci si è assuefatti al peggio? quando gli italiani apriranno finalmente gli occhi quando sarà ormai troppo tardi? grazie di cuore Marco e tutti i poki giornalisti liberi(non servi dei servi dei servi del potere)a tutti loro il mio + sentito ribrezzo!Per favore questa sera ad Annozero rispondigli a dovere e mettili a tacere tutti cn i fatti ke tanto oltre ad alzare la voce e usare ste tecnike di distrazione di massa contenuti nn ne esistono nelle loro falsità senza limiti. Vergognosamente orribili (a proposito Gasparri ke ruolo espleterà portate anche una tazza del cesso in studio?)
http://www.myspace.com/effetticollateraliband


@skyline Scusa ma una sentenza penale ogni due giorni, sempre che sia un dato corretto, non mi pare una cosa scandalosa. Sono sentenze, mica pizze, non è che si possono emettere come delle fatture, no? Non mi pare che questo dato preso così aiuti a descrivere una situazione, nè in senso positivo né in senso negativo... sbaglio?


Le gambe corte del processo breve di Achille Serratutti Misure per la tutela del cittadino contro la durata indeterminata del processo»: questo il titolo ufficiale del Ddl 1880, volgarmente noto come “legge sul processo breve”. Un titolo che rispecchia in maniera esemplare il modus operandi dell’attuale governo che mentre persegue gli interessi particolari di pochi (o di uno), vanta davanti all’opinione pubblica una premurosa sollecitudine verso tutti. Così, nuovamente, ingiustizia è fatta, non solo per le conseguenze di questa norma scellerata ma per la nuova bugia propinata al Paese. Quando si possiede il più potente strumento di comunicazione dell’età contemporanea - la televisione - e numerosi strumenti minori - giornali, radio, portali web - confezionare e vendere bugie non richiede eccessivi sforzi di creatività. Basta trasformare una verità che sta a cuore ai cittadini - “un processo non può durare 15 anni” - in uno slogan ripetuto con convinzione da tutti i megafoni a disposizione, dalle Aule parlamentari ai salotti dei talk show. Chi, in Italia, non condivide un’affermazione del genere? E, soprattutto, che importanza hanno le strategie per raggiungere questo obiettivo, davanti a uno slogan che suona come una promessa? Al di là della propaganda, le strategie sono l’unica cosa che conta. E le domande importanti diventano altre: quanti anni sono che non viene bandito un concorso per cancellieri? Quanti segretari mancano nei tribunali? Quando avremo, anche in Italia, una “giustizia telematica” che snellisca archivi e procedure? Quando, insomma, metteremo la macchina burocratica nelle condizioni di rispettare il principio costituzionale della ragionevole durata del processo? Il triste capitolo del “processo breve”, dunque, mostra che non c’è limite all’arroganza menzognera del governo. Ma mostra anche che le possibilità di dialogo con questa maggioranza non esistono. Dopo l’ignobile aggressione di Tartaglia, in molti hanno salutato con sper


Dopo l’ignobile aggressione di Tartaglia, in molti hanno salutato con speranza il nuovo partito dell’amore e del confronto. Mentre in questi giorni in Senato, dopo appena un mese dalle rinnovate promesse di dialogo, abbiamo assistito al più duro atteggiamento di chiusura dall’inizio della legislatura. I nostri emendamenti, puntualmente bocciati, non sono neanche stati presi in considerazione. Il no all’ascolto è stato assoluto, sebbene dalle file dell’opposizione siano intervenuti giuristi e politici di grande spessore. Dopo averne fatto per quarant’anni il cavallo di battaglia della mia carriera, mi piacerebbe oggi sapere cosa intenda in governo per dialogo. E se non abbia ragione il Presidente del Consiglio quando taccia di inutilità l’istituzione parlamentare, un’istituzione che per metà esegue ordini e per l’altra metà è costretta a subirli.


skyline, come tutti i fan berlusconiani, si dimostra come sempre, ignorante in materia di giustizia. una legge che punisce i magistrati nel caso i processi durino troppo, gia' c'e'! e te lo dico perche' ne ho potuto usufruire direttamente. se un processo dura troppo il magistrato puo' essere denunciato e ottenere un risarcimento monetario per questo. beh, io ho denunciato ed ho ottenuto! tra l'altro, sono stati altri giudici italiani che hanno giudicato il loro collega colpevole, quindi non si puo' neanche parlare di "casta". l'unico appunto e' che il risarcimento non viene pagato per intero dal magistrato ma solo una parte. quindi smettetela, perche' il livello del ridicolo l'avete gia' superato da un pezzo e narturalmente, verso il basso!


vorrei aggiungere, tra l'altro, che comunque il mio processo era arrivato alla fine ed il giudice che poi ho denunciato mi aveva anche dato ragione


# 229    commento di   DANIELEPELIZZARI - utente certificato  lasciato il 21/1/2010 alle 19:26

@EugenioM 226 anche lui lo sostiene in malafede. Nessuno puo' essere tanto grullo nemmeno chi tenta da mesi di passare per semiumanoide. Si diverte cosi.


Processi piu' brevi Nuova legge del Tartaglione: occhio per occhio, dente per dente (accettasi anche protesi).


Per Marco:Giorgio Amendola fu sicuramente molto legato all'URSS ed anche a Stalin ;però fu anche quello che,nel 1966 scrisse il famoso articolo che suggeriva la necessità di superare le ragioni del congresso di Livorno e parlava di fallimento della socialdemocrazia ma anche del socialismo reale;questo articolo gli attirò ,come è noto,le ire della vera ,"pura e dura", ala stalinista del partito.Può darsi che la federazione napoletana fosse una delle roccheforti dello stalinismo ma era in buona compagnia,con Milano,Bologna ,Reggio Emilia,Roma;Giorgio Napolitano non è certo stato più stalinista di Enrico Berlinguer,diciamo la verità,ma il secondo è diventato una specie di Garibaldi di cui non si può parlare male;hai ragione invece su Pietro Ingrao,che ,infatti,fu emarginato da Longo e Berlinguer;ma la polemica su Napolitano è,chiaramente,una polemica contro il PD ,da parte di chi lo vorrebbe distruggere ,come qualcuno dice anche in questo sito;idea perfettamente legittima,ma chiamiamo le cose col loro nome,senza improbabili riferimenti storici.


ma ancora gli rispondete a skyline ?


chiaro,preciso, pulito.


per luis: nel 1966, per quanto riguarda Giorgio Amendola, il gioco era già fatto. Il capitombolo tra stalinismo e moderatismo già ampiamente effettuato e la memoria del dopoguerra in Campania (e altrove, certo, tra purghe, epurazioni, etc.) già oscurata: niente di strano, ovviamente, che l'ala più scopertamente filosovietica rimasta (Cossutta) non glielo perdonasse, come tu giustamente ricordi. Giusto, secondo me, anche il tuo riferimento a Berlinguer. Non so se la polemica contro Napolitano sia volta alla distruzione del PD, ma i riferimenti storici a cui sia io che te ci stiamo riferendo (mi pare entrambi con onestà), non mi paiono "improbabili". Il passato di Napolitano, intendo dire quello politico, è nei documenti, la storia del PCI è nei libri. Ti sarai certamente accorto di come pochissimi o nessuno dei frequentatori, ad es., di questo blog, non abbiano la benché minima idea di quello di cui stiamo parlando. Se potessimo lasciare da parte cronaca e polemiche, e cominciare a vedere quei fatti nella loro chiave storica, forse potremmo capire meglio quello che accade oggi. A cominciare dal fenomeno che sta evidentemente alla base dell'era berlusconiana, ovvero il disfacimento della sinistra. Le cui radici stanno a loro volta tutte nella storia del PCI (oltre che,certamente, in quella del PSI di Craxi).


per luis: solo un'aggiunta. Il PCI, come tu ricordi, fu certamente un partito stalinista, a cominciare dalla sua struttura e dal suo poderoso sistema burocratico di indottrinamento dei militanti e controllo minuzioso di ogni funzionario, fino a quelli più periferici. Ho introdotto la figura di Giorgio Amendola perchè fu più che un amico: fu il maestro e protettore di Giorgio Napolitano, che era di vent'anni più giovane di lui. Il rapporto tra i due fu strettissimo e complesso, in anni critici. Dopo il XX congresso del PCUS Giorgio Amendola ebbe il fiuto e l'abilità di voltare non solo pagina, ma di inventarsene una completamente nuova, fatta su misura per lui: dimostrò un'eccezionale capacità di accreditare la sua immacolata immagine di moderato e democratico, attraverso una campagna di autocelebrazione e autopromozione (libri, interventi su giornali, presenza assidua in convegni e conferenze, etc.) con pochi precedenti in quell'epoca pre-mediatica. Si inventò letteralmente una nuova identità. Immagine che negli anni '70 riscosse enorme successo proprio presso quella borghesia moderata che mai si sarebbe avvicinata al PCI se non avesse avuto l'illusione che il partito fosse diventato democratico e riformista. Figure come la sua furono funzionali, anzi insostituibili per il PCI nell'epoca del suo massimo successo elettorale (elezioni politiche del 1976) e della vasta simpatia che in quegli anni il partito riuscì a riscuotere tra giovani e intellettuali. Eppure, già a quell'epoca nessuno ricordava più il vero passato di Amendola (ricordo ancora il libro di Ermanno Rea, "Mistero napoletano"), meno che mai del "migliorista" (altro neologismo privo di passato e di notevole successo) Giorgio Napolitano. Erano un passato e due storie parallele molto recenti, ma tra le notevoli capacità dell'apparato del PCI vi fu sempre quella di essere in grado di occultare e coprire la propria storia.


SKILINE leggiti questo che magari ti schiarisci le idee: http://togherotte.ilcannocchiale.it/


per Marco:beh però Amendola scriveva dieci anni dopo il ventesimo congresso ,quando c'era stato Kruscev e poi Breznev e rifletteva sulla crisi del socialismo reale ,al di là dello stalinismo;e non fu solo Cossutta ad attaccarlo ,ma tutta la dirigenza del PCI,perchè tutti erano filosovietici.Era solo opportunismo o era anche onestà intellettuale. Certo il passato conta ,nella vita di un uomo,ma allora dovrebbe contare per tutti,per Napolitano,ma anche per il nostro MT ,che ha scritto sul Borghese ed ha votato Lega ,persino per una figura eroica come Beppe Alfano,combattente contro la mafia,ma che è stato un militante di Ordine nuovo e che ha prtecipato alla rivolta di Reggio ;quello che non mi piace è questa rievocazione del passato "ad usum delphini"



Mostra tutti i commenti


commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti